Bioetica genetica, biotecnologie, clonazione, cellule staminali: aspetti etici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bioetica genetica, biotecnologie, clonazione, cellule staminali: aspetti etici"

Transcript

1 Bioetica genetica, biotecnologie, clonazione, cellule staminali: aspetti etici Prato, 22 ottobre 2005 Ai Confini della Vita - Dott. Poli 1

2 Una disciplina che corre 1859: Charles Darwin ( L origine delle specie ): teoria della selezione naturale delle specie legata alla trasmissione di mutazioni da una generazione all altra. 1868: Gregor Mendel: leggi dell ereditarietà; 1902: Archibald Garrod: l alcaptonuria è di origine ereditaria. 1953: Jim Watson e Francis Crick > struttura a doppia elica del DNA. 1956: Joe Hin Tijo scopre che i cromosomi umani sono 46, divisi in 23 coppie. 1958: Arthur Komberg scopre la DNA - polimerasi (ripara e duplica il DNA). 1959: Jièrome Lejene scopre che la sindrome di Down è causata dalla trisomia del cromosoma : tecnica del DNA - ricombinante (enzimi di restrizione) e primi batteri geneticamente modificati per la produzione di proteine (insulina). Ha consentito: l analisi del genoma umano, la comprensione di patologie, di immettere sul mercato una nuova generazione di medicinali, alcune forme di geneterapia. 1977: Fred Sange scopre il metodo per sequenziare il DNA. 1986: primo vaccino geneticamente modificato (antiepatite B). 1988: prende l avvio il Progetto Genoma Umano. 1997: nasce la pecora Dolly (clonazione riproduttiva). 2000: la Celera Genomics pubblica la prima bozza della mappa del genoma umano. 2002: prendono il via gli studi per il Progetto Proteoma (era post - genomica). 2003: è possibile clonare l uomo? e dobbiamo aspettare che ci raggiungano le nostre anime!!! Ai Confini della Vita - Dott. Poli 2

3 1. INTRODUZIONE

4 Immaginario collettivo e genetica: Paragone con energia atomica (es. Spiderman: ragno radioattivo > ragno modificato geneticamente); Negli anni le richieste di moratoria sono venute proprio dai ricercatori; Bioetica > genetica. Ingegneria genetica, biotecnologie, manipolazione genetica! miracolismo: false illusioni, eccessive speranze ed aspettative (nuclear transfer e lettere al ministro Veronesi); terrorismo: mostri, incroci allucinanti, clonazione di pazzi o di dittatori. Alla base emotività e cattiva informazione. Il medico deve svolgere il difficile ruolo di contraltare informato rispetto alle enfatizzazioni dei mass media e alle distorsioni dell immaginario collettivo. Esiste quindi un problema formativo del medico e di corretta informazione di un opinione pubblica riguardo ai successi ed ai limiti della scienza. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 4

5 Ai Confini della Vita - Dott. Poli 5

6 Ai Confini della Vita - Dott. Poli 6

7 Ai Confini della Vita - Dott. Poli 7

8 Ai Confini della Vita - Dott. Poli 8

9 Ai Confini della Vita - Dott. Poli 9

10 Genetica come cambiamento epistemologico e cesura etica in medicina (cosa è normalità?). Con la genetica viene messo in crisi lo stesso concetto di causalità in medicina. Occorre conciliare l individualità del rischio genetico con le istanze dell EBM. Nasce la Medicina delle Evidenze Specifiche. Possibilità, con la farmacogenomica, di dar vita a nuovi farmaci, permettendo una riduzione dei costi per il Ssn. Farmaci generici e farmaci personalizzati: nessuna contraddizione! Ai Confini della Vita - Dott. Poli 10

11 2. BREVETTI BIOTECNOLOGICI

12 Scoperta: non comporta alcun intervento da parte dell uomo per modificare ed utilizzare un fenomeno o una legge esistente in natura (es. isolamento, descrizione strutturale ed intuizione applicativa di un gene umano). Non è brevettabile. Invenzione: ottenuta in seguito ad un processo tecnico (es. decodificazione della sequenza del DNA e, attraverso un procedimento tecnico di riproducibilità all esterno del corpo umano, utilizzazione industriale per produzione di farmaci). È brevettabile. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 12

13 1. Know - how (saper fare): insieme di conoscenze che vanno dall insegnamento di un processo fino al prodotto di derivazione o ad una sua diversa utilizzazione. 2. Brevetto: pubblicazione della descrizione e sua diffusione > operazione di trasparenza e promuove ulteriori attività di ricerca e sviluppo > trasferimento di tecnologie alle imprese. La concessione del brevetto da parte dello Stato richiede tre condizioni essenziali: 1. novità; 2. attività inventiva; 3. possibile applicazione industriale. Il brevetto è dunque un contratto sottoscritto tra l inventore e la collettività (lo Stato) in cui l inventore fornisce alla collettività un insegnamento di cui essa necessita per il suo progresso (procedimenti, prodotti ed utilizzo degli stessi) ed ottiene il monopolio per 20 anni. La proprietà intellettuale in genere ed il diritto industriale in particolare, si estende a tutti i settori dell attività umana in un continuo inseguimento della evoluzione delle tecniche e delle vicende economiche dei mercati, con la predisposizione di una varietà di strumenti legislativi e di normative di adeguamento. Con la concessione del brevetto non è automaticamente consentita la messa in commercio del processo o del prodotto brevettato (es. autorizzazioni per i farmaci derivanti dalle legislazioni settoriali). In Italia il primo brevetto riguardante un mammifero transgenico è stato concesso dall Ufficio Italiano Brevetti e Marchi nel Le normative internazionali ed europee sono numerose e molto spesso non armonizzabili e non coerenti tra loro. I documenti internazionali sono spesso molto belli, ma non vincolanti. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 13

14 Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina (Oviedo, 4 aprile 1997; Legge 28 marzo 2001, n. 145) Art. 21: il corpo umano e le sue parti, in quanto tali, non dovranno dar luogo a profitti finanziari. Art. 22: qualora, durante un intervento, venga prelevata una parte qualsiasi del corpo umano, questa può essere conservata e usata per uno scopo diverso da quello per cui è stata prelevata solo se ciò avviene in base alle adeguate procedure di informazione e consenso. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 14

15 Direttiva Europea 98/44 sulla Protezione giuridica delle invenzioni biotecnologiche Si occupa dei diritti di proprietà intellettuale sugli organismi geneticamente modificati (OGM) a fini di sfruttamento commerciale. Brevettabilità e commerciabilità di piante ed animali geneticamente modificati, ma anche di geni e parti umane isolate dal corpo stesso, unicamente se parte di un invenzione che soddisfi i requisiti di novità e risultanti da un processo tecnico che li abbia riprodotti al di fuori del corpo umano. Proibisce la brevettibilità di: scoperte; corpo umano o sue parti allo stato naturale, in ogni stadio di sviluppo; nuove varietà vegetali, razze animali e processi biologici essenziali per la produzione di piante e animali; invenzioni contrarie all ordine pubblico ed al buon costume (metodi che intervengano sulle linee germinali, sul genotipo o sull embrione; clonazione riproduttiva umana); procedimenti di modifica dell identità genetica degli animali che provochino sofferenze inutili; l embrione umano non è utilizzabile sperimentalmente a fini industriali e commerciali. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 15

16 Dichiarazione Universale dell UNESCO (11 novembre 1997) Art. 1: genoma umano come indicatore della fondamentale unità di tutti i membri della famiglia umana e materiale genetico umano come, in senso simbolico, patrimonio collettivo dell umanità che non può dar luogo a guadagni pecuniari. Art. 2: ogni individuo ha diritto al rispetto della sua dignità e dei suoi diritti quali che siano le sue caratteristiche genetiche. Art. 11: le pratiche contrarie alla dignità umana, come la clonazione riproduttiva umana, devono essere proibite. Art. 17: gli Stati dovrebbero incoraggiare le ricerche destinate ad identificare, prevenire e curare le malattie genetiche o le malattie influenzate dalla genetica (es. malattie rare, ecc.). Ai Confini della Vita - Dott. Poli 16

17 Alcune situazioni limite ed alcune situazioni che hanno suscitato interrogativi Abitanti di Limone del Garda: nel loro DNA è stato trovato un gene che protegge dalle malattie cardiovascolari anche in presenza di alti tassi ematici di colesterolo ( ). John Moore: gene che produceva una proteina anticancro. Il caso Islanda : è divenuta il più grande laboratorio genetico della storia (isola etnicamente omogenea con scarsi flussi migratori e mappa genetica simile tra gli abitanti: asma). La società Decode ha comprato il DNA dell intera nazione, offrendo in cambio cure mediche gratuite, una volta scoperto il gene delle malattie. A sua volta la Decode è collegata alla società farmaceutica Hoffmann - LaRoche. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 17

18 Alcune possibili soluzioni Regole etico-giuridiche ed economiche nazionali ed internazionali; Il brevetto dovrebbe riguardare il singolo processo per il quale è utilizzato il gene scoperto (invenzione) e non la scoperta del gene (scoperta); Investire in ricerca pubblica. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 18

19 3. O. G. M. e transgenico

20 Alcune domande fondamentali: La scienza (o la tecnologia?) può realizzare specie inesistenti in natura? La scienza è soltanto tecnologia o qualcosa di più? Non esiste il rischio che l homo faber abbia la meglio sull homo sapiens? Il potere è ormai saper fare (know how)? Ai Confini della Vita - Dott. Poli 20

21 Alcuni rischi Quali ricadute sulla nostra salute? allergie? Tossicità? principio di precauzione. Eccessiva attenzione agli aspetti economici e competitivi: azioni e mercati. Quale informazione? corretta, chiara e completa. Quali ricadute sull ambiente? sfuggono alla selezione naturale Quali ricadute sulla biodiversità? la sua riduzione/scomparsa comporterà che, in futuro, qualsiasi condizione avversa potrebbe far estinguere una specie; tra l altro il 40-50% dei farmaci sono di origine naturale ( catastrofe farmacologica ). Quali ricadute sull agricoltura? A causa dei brevetti gli agricoltori rischiano di non essere più proprietari del loro raccolto a causa di brevetti che si estendono anche alle generazioni successive a quella dell acquisto (licenze obbligatorie a pagamento). Quali ricadute sulla ricerca pubblica? I brevetti di sbarramento bloccano la ricerca applicata (non quella di base). Quali ricadute sul Sud del mondo? si aggraverà lo scambio ineguale col Nord; neocolonialismo nei confronti delle regioni più povere, ma geneticamente più ricche > biopirateria. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 21

22 4. TEST GENETICI Linee guida per le attività di genetica medica Conferenza Stato Regioni 15 luglio 2004

23 I principi fondamentali Rispetto della dignità e della vita di ogni persona; Diritto all informazione; Libertà di scelta (rispetto per l autonomia); Rispetto per le convinzioni personali e religiose; Riservatezza dei dati; Equità per ciascuno. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 23

24 Definizione Per test genetico si intende l analisi di specifici geni, del loro prodotto o della loro funzione, nonché ogni altro tipo di indagine del DNA, dell RNA o dei cromosomi finalizzata ad individuare o ad escludere mutazioni associate a patologie genetiche. I risultati di queste indagini si possono applicare alla diagnosi ed alla prognosi di malattie ereditarie, alla predizione del rischio malattia, all identificazione dei portatori sani, alle correlazioni genotipo-fenotipo. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 24

25 Classificazione 1. Diagnostici o di conferma diagnostica: stabiliscono una diagnosi o confermano un sospetto clinico in un individuo già malato, ma con un quadro sindromico sfumato o mal definito; possono essere prenatali o postnatali (tutta la vita). 2. Di identificazione dei portatori sani: individuano mutazioni comuni in specifici gruppi etnici, attraverso screening di popolazione (anche in epoca neonatale) oppure indagini a cascata sui familiari a rischio di soggetti affetti da patologie genetiche più o meno rare; a livello preconcezionale sono finalizzati alla prevenzione della nascita di figli omozigoti da soggetti eterozigoti. 3. Preclinici o presintomatici: stabiliscono se un soggetto asintomatico può sviluppare in futuro una malattia associata ad un allele mutato. 4. Per la valutazione della suscettibilità genetica ( test predittivi ): individuano genotipi non di per se stessi causa di malattia, ma che ne aumentano il rischio (a seguito di esposizione a fattori ambientali e/o altri fattori genetici); sono la maggior parte delle malattie multifattoriali dell adulto; si tratta di una questione di probabilità statistica > attenzione al determinismo genetico!!! in futuro milioni di persone, pur non presentando segni di malattia, entreranno, come non malati o malati sani nel campo di competenza della medicina. 5. Per lo studio della variabilità individuale (medicina legale e forense): definiscono rapporti di consanguineità (es. paternità) o attribuiscono tracce biologiche ad una specifica persona (criminologia); utili anche nello studio dei trapianti. 6. Farmacogenetici: Predicono la risposta individuale ai farmaci, in termini di efficacia e di rischio relativo di eventi avversi. 7. Finalizzati alla ricerca: Per comprendere le basi biologiche di una malattia o per sviluppare nuovi test genetici. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 25

26 Problematiche etiche in relazione ai test genetici: finalità mezzi modalità di utilizzo Ai Confini della Vita - Dott. Poli 26

27 1. Nell accesso: reclutamento dei soggetti (diverso se test validati o in sperimentazione): 1. spesso si tratta di soggetti clinicamente sani ; 2. criteri di eligibilità del potenziale utente; 3. appropriatezza del test; 4. sua volontà di sottoporsi al test; 5. chi gestisce un test sperimentale deve esplicitare il proprio interesse a reclutare un certo numero di soggetti. I test scientificamente validati e di provata efficacia utilità appropriatezza clinica devono essere accessibili a tutti coloro per i quali vi sia un indicazione. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 27

28 2. Nell informazione e nel consenso al test: Deve: 1. presentare, in modo completo e obiettivo, vantaggi e svantaggi; 2. aiutare il soggetto a decidere; 3. il consenso deve essere libero da costrizioni esterne; 4. deve essere volontario; 5. e nascere da un dialogo (consulenza genetica); 6. deve essere raccolto per scritto (anche in merito alla tutela dei propri dati sensibili); 7. non essere messo in discussione il diritto del soggetto ad essere assistito nel migliore dei modi, qualunque sia la sua decisione. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 28

29 Il soggetto deve conoscere: 1. caratteristiche del test (tecnica, finalità, motivazioni, ecc.); 2. modalità e tempi dell esecuzione del test e della comunicazione del risultato; 3. benefici che possono o non possono derivarne alla propria salute; 4. rischi ed implicazioni derivanti da un risultato positivo o negativo (eventuali trattamenti terapeutici o interventi preventivi; limiti dei possibili risultati; implicazioni anche per i propri familiari); 5. possibilità che il risultato fornisca informazioni su terze persone o, comunque, non richieste; 6. sistemi adottati per tutelare la privacy e personale che ha accesso ai dati; 7. dove e per quanto tempo verrà conservato il campione biologico, chi ne avrà la disponibilità e per quali fini (diritto a limitare l accesso ai risultati e la disponibilità del campione per fini diversi da quelli dichiarati); 8. nel caso di test prenatali si dovrà tenere conto del rapporto affettivo madre - feto e delle particolari implicazioni etiche, emotive e psicologiche (il rischio delle diverse tecniche dovrà essere espresso in termini percentuali). Ai Confini della Vita - Dott. Poli 29

30 Screening neonatali Per screening con validità scientifica ed utilità clinica ben dimostrate si può rinunciare al consenso informato scritto dei genitori, ma essi devono essere sufficientemente informati, in modo da capire - e non da subire - le ragioni per cui viene fatto lo screening (ipotiroidismo congenito, fenilchetonuria). Il consenso informato scritto dei genitori è necessario nel caso in cui non siano state sufficientemente accertate la validità o l utilità clinica dello screening neonatale (es. distrofia muscolare di Duchenne). Le informazioni devono essere date ai genitori prima della nascita del bambino (dimissioni rapide, parto a domicilio) in modo da aumentare la loro collaborazione. Test preconcezionali e prenatali Nel caso di test che influenzino le decisioni riproduttive sono indispensabili una informazione completa ed un comportamento non direttivo da parte di chi li gestisce, in modo da garantire il rispetto dei valori e delle convinzioni morali e religiose dell individuo e/o della coppia. Se la coppia chiede l opinione di chi gestisce il test, questi dovrà incoraggiare una decisione autonoma della medesima e ad assisterla nel processo decisionale per arrivare alla scelta che ritengano migliore, ma non nascondere la verità tutta intera! Il caso del tri-test o triplotest La donna che prende in considerazione questo tipo di test deve: aderirvi esplicitamente; avere una completa informazione (consenso informato); conoscere le implicazioni dei possibili risultati e della loro affidabilità in termini percentuali (falsi positivi ed accesso a tecniche invasive di diagnosi prenatale). Ai Confini della Vita - Dott. Poli 30

31 3. Nella trasmissione dei risultati al soggetto e nella loro interpretazione: chi gestisce il test ha l obbligo di comunicare, di persona (no lettere, no telefono) al soggetto, i risultati (positivi o negativi), ma al soggetto deve essere comunque lasciata la libertà di non conoscere il risultato. La comunicazione deve essere verbale e scritta. Possibili implicazioni dei risultati, anche per i familiari. Talora predittività ed attendibilità del test sono difficilmente valutabili. È necessaria un appropriata Consulenza genetica. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 31

32 Consulenza genetica Complesso processo di comunicazione che riguarda i problemi umani legati all insorgenza o al rischio di ricorrenza di una patologia genetica in una famiglia (Ad hoc Committee on Genetic Counseling, 1975). Nel corso di essa il soggetto o la coppia riceve dal sanitario che gestisce il test, informazioni complete, corrette, accurate, obiettive, formulate in un linguaggio chiaro, comprensibili ed adeguate al soggetto e non direttive (rispetto dei valori e delle convinzioni morali e religiose dell individuo e/o della coppia) riguardo a tutte le possibili implicazioni dei risultati ottenibili. Perciò le strutture devono servirsi, anche per aiutare psicologicamente il soggetto, di personale esperto, anche ai fini formativi nei confronti degli altri operatori sanitari. Può richiedere la partecipazione di più figure professionali: genetisti (medici o biologi), psicologi, esperti di bioetica, ecc.. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 32

33 Si aiuta il soggetto o la coppia (e la famiglia) a: comprendere le informazioni (diagnosi pre e postnatale, rapporto tra ereditarietà e malattia, probabile decorso della malattia, forme di prevenzione e/o di terapia e/o di assistenza disponibili); chiarire dubbi e preoccupazioni sui risultati, sui rischi/benefici ed in merito alle decisioni da assumere (opzioni su come affrontare il rischio della malattia) ed alle proprie aspirazioni (es. opzioni procreative e rischio di trasmettere la malattia) e/o dei familiari; mantenere un comportamento coerente con le decisioni prese; realizzare il miglior adattamento possibile alla malattia e/o al rischio di ricorrenza; chiarire significato, limiti, attendibilità e specificità del test; ottenere il consenso informato all esecuzione del test. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 33

34 Nel caso di uno studio sperimentale Il soggetto deve: conoscere la validità del test: analitica: accuratezza del test nell evidenziare l alterazione genetica (specificità: evidenzia i falsi positivi ; sensibilità: evidenzia i falsi negativi ); clinica: accuratezza del test nell evidenziare la malattia (specificità, sensibilità e valore predittivo positivo); utilità clinica per l individuo e/o la sua famiglia: scelte riproduttive, miglioramento della condizione psicologica di individui a rischio, ecc.); sicurezza; efficacia; conoscere la possibilità di essere informato o meno circa il risultato del test, se ciò avverrà prima o dopo la sua validazione e se un eventuale risultato positivo comporterà la partecipazione ad un trial clinico; essere informato e rilasciare un consenso scritto; conoscere i benefici che possono derivare per la propria salute; conoscere i rischi della partecipazione allo studio; rilasciare un consenso scritto in merito alla tutela dei propri dati sensibili. Non si può rinunciare al consenso informato nemmeno se: il rischio è minimo e commisurato ai potenziali benefici; il progetto è scientificamente valido; è garantito l anonimato dei risultati; la sperimentazione non può essere altrimenti effettuata. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 34

35 4. Modalità particolari per: chi non sa leggere/scrivere (mezzi audiovisivi); i non udenti (interprete del linguaggio dei segni; materiali visivi e scritti); stranieri (mediatore culturale). Tutela della privacy archiviazione e codificazione dei risultati nel rigoroso rispetto della D.lgs. 196/2003; l accesso ai risultati è consentito soltanto a chi sia stato esplicitamente e per iscritto indicato dall utente (non ad altri, nemmeno ai familiari, almeno che non ci sia morte o danni irreversibili prevenibili, non a datori di lavoro, non ad assicurazioni); devono essere evitati sistemi che non garantiscano la riservatezza (telefono, fax, e mail, posta); i risultati dei test predittivi possono essere riportati in cartella clinica soltanto dietro specifico consenso scritto del soggetto; i risultati dei test diagnostici sì, in quanto parte della storia clinica, ma preferibilmente in forma codificata. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 35

36 autosvalutazione e riduzione/perdita dell autostima (soggetto imperfetto e/o dannoso nei confronti della prole, sensi di colpa, sindrome del sano - malato ); ansia o depressione (consapevolezza di potersi ammalare in futuro: malati di rischio ); il test può rivelare informazioni non richieste (es. non paternità). Ai Confini della Vita - Dott. Poli 36

37 Rischi etico - sociali discriminazioni sociali: inserimento al lavoro, vita di relazione, erogazione di beni e servizi, assicurazioni; scelte riproduttive: affrontare il rischio, inibire la riproduzione, ivg, pma; si potrebbero rivelare (anche attraverso azioni che il soggetto compie e che di fatto rivelano il risultato) informazioni per la salute futura di consanguinei che possono desiderare di non sapere (possibili conflitti di interessi, in tema di privacy e/o di autonomia decisionale, da affrontare caso per caso). Comunque prevale il diritto al test se la rinuncia ad esso comporta l omissione di trattamenti che prevengano o curino la malattia. Chi gestisce il test deve tentare di comporre il conflitto, magari proponendo al potenziale utente procedure alternative (test di esclusione). La richiesta, da parte di uno o entrambi i genitori, di un test genetico sul feto al fine di accertare una condizione non patologica (test predittivi, paternità, sesso per motivi socio-economici, ecc.) non deve essere accolta, a meno che la condizione non sia connessa con un aumentato rischio di malattia per il feto (es. patologie genetiche legate al cromosoma X, ma oggi mappatura e test specifici). Ai Confini della Vita - Dott. Poli 37

38 Test genetici predittivi su minori sani caso di test predittivi di patologie che potrebbero insorgere dopo il raggiungimento della maggiore età (capacità di decidere in piena autonomia, maturità, consapevolezza, responsabilità); i genitori, pur con le migliori intenzioni, potrebbero non essere i migliori interpreti di ciò che è bene o male per il minore; si potrebbe violare il diritto del minore a decidere, una volta divenuto adulto, se eseguire o meno il test ed il diritto alla riservatezza dei risultati; sono infine da considerare: il rischio di danno all autostima del minore, un rapporto iperprotettivo dei genitori, discriminazioni nei confronti degli altri figli, discriminazione scolastica, educativa, lavorativa, relazionale (primi affetti); e, d altra parte, il consenso informato implica la capacità di assumersi la responsabilità della decisione e richiede, da parte del paziente, maturità e consapevolezza delle diverse problematiche connesse. Dunque, i test genetici predittivi dovrebbero preferibilmente essere posposti fino a quando il soggetto non abbia raggiunto la maggiore età e dovrebbero essere effettuati soltanto: su minori sani a rischio per patologie genetiche dell età giovanile o adulta; nel caso esistano concrete possibilità di prevenzione o terapia efficaci da attuarsi prima del raggiungimento della maggiore età (es. poliposi familiare del colon); con consenso informato dei genitori o di chi detiene la patria potestà. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 38

39 Pubblicità dei test genetici La pubblicità a mezzo stampa o in qualsiasi forma di test genetici non deve prevedere asserzioni non veritiere, ingannevoli, imprecise, o non controllabili e non deve comunque arrecare pregiudizio alla sanità pubblica, né indurre una pressione sociale che vada ad inficiare l autonomia decisionale del soggetto e ad indurre una domanda inappropriata di prestazioni. È da evitare la pubblicità che: attribuisca al test indicazioni diverse da quelle riconosciute; susciti sensazioni o immagini eccessive o false aspettative; faccia apparire superflua la consultazione del medico o il ricorso a centri specializzati ed induca all autodiagnosi; dissimuli il suo fine commerciale e/o faccia intravedere la concessione di premi o di altri vantaggi materiali; utilizzi attestati o perizie autoreferenziali e non validati dalle istituzioni preposte. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 39

40 CONCLUSIONI Nel caso dei test predittivi o presintomatici deve essere adottato un atteggiamento non direttivo, soprattutto quando non vi sia un trattamento efficace o privo di rischi per prevenire o curare la malattia in questione (mastectomie bilaterali preventive; caso Islanda; sindrome del sano-malato ). Fondamentale un adeguato consenso informato. Nel caso di persone appartenenti a famiglie ad alto rischio (es. poliposi familiare del colon) che abbiano maturato il convincimento di essere predisposte a quella malattia, un risultato favorevole può portare ad effetti indesiderabili ( crisi del sopravvissuto, crisi di identità, falso senso di sicurezza che fa abbassare i presidi preventivi). Ai Confini della Vita - Dott. Poli 40

41 5. Cellule staminali e clonazione riproduttiva e terapeutica Ai Confini della Vita - Dott. Poli 41

42 La storia, i percorsi, l antefatto ( 1 ) 1978: nasce, in Gran Bretagna, L. Brown, il primo figlio della provetta ; 1984: Commissione Warnok, sulla fertilizzazione umana e l embriologia : al fine di tranquillizzare la pubblica ansietà ; pre embrione: fino a 14 giorni dalla fecondazione, prima del completo impianto nell utero; 1. Soltanto alcune cellule daranno luogo al vero e proprio embrione; 2. Possibilità della gemellazione monozigote (individualizzazione biologica =/= indivisibilità); prima dei 15 giorni 3. Stria primitiva; 4. Perdita naturale di embrioni; 5. Persona relazione costitutiva. 1991: legge inglese sulla fecondazione assistita. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 42

43 La storia, i percorsi, l antefatto ( 2 ) Animali transgenici: per produrre farmaci salva vita (fattori della coagulazione, vaccini, alfa-1-antitripsina, proteina C, attivatore del plasminogeno, insulina, albumina, ecc.) o destinati agli xenotrapianti > con la riproduzione sessuata si perde il carattere funzionale transgenico; 5 luglio 1996: nasce Dolly, la prima pecora clonata con il nuovo metodo del trasferimento nucleare (da una trasmissione verticale ad una trasmissione orizzontale della vita). Unico nato di 8 embrioni ottenuti su 277 tentativi presso il Roslin Intitute di Midlothian in Scozia. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 43

44 Ai Confini della Vita - Dott. Poli 44

45 Quindi: Anni 60: rivoluzione sessuale e contraccezione : attività sessuale senza riproduzione; Anni 70: fecondazione artificiale in provetta: riproduzione senza attività sessuale; Anni 90: clonazione riproduttiva: riproduzione senza cellule germinali. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 45

46 La storia, i percorsi, l antefatto ( 3 ) Rigenerazione di organi e tessuti danneggiati: scarsità di organi da trapiantare: anche se si arrivasse al teorico numero di 50 donatori/milione di abitanti non sarebbe comunque sufficiente; immunosoppressione cronica per prevenire il rigetto; alternative: organi artificiali; xenotrapianti da animali transgenici; trapianti ponte; cellule staminali (embrionali e adulte) da far differenziare verso tessuti e/o organi. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 46

47 La storia, i percorsi, l antefatto ( 4 ) 2000: Rapporto Donaldson La ricerca sulle cellule staminali: un approccio responsabile al progresso della medicina finalizzato ad estendere a livello normativo, in Gran Bretagna, la possibilità di sperimentare su embrioni (crioconservati o creati ad hoc) anche per motivi non inerenti la cura della sterilità; l opinione pubblica inizia a sentir parlare di cellule staminali, di clonazione terapetica e di nuclear transfer. Ai Confini della Vita - Dott. Poli 47

48 Possibile utilizzo della clonazione animale Clonazione di animali per soli fini zootecnici: scelta del sesso, maggiore adattabilità all allevamento, maggiore capacità riproduttiva; Produzione e clonazione di animali per fini sperimentali: sistemi modello di patologie umane (tumori), riproduzione cellulare, invecchiamento, ecc.; Clonazione di animali transgenici (farmaci, organi, ecc.). Ai Confini della Vita - Dott. Poli 48

49 La Commissione Dulbecco (2000) Commissione di studio sull uso di cellule staminali per finalità terapeutiche Secondo la Commissione Dulbecco, l utilizzo nel nostro Paese delle cellule staminali (di varia origine) potrebbe portare a sviluppare metodiche cliniche per il trattamento di un numero di pazienti che si avvicina ai 10 milioni di individui Ai Confini della Vita - Dott. Poli 49

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA (1) Dato il genotipo AaBb: quali sono i geni e quali gli alleli? Disegnate schematicamente questo genotipo con i geni concatenati

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

unità B3. Le teorie sull evoluzione

unità B3. Le teorie sull evoluzione documentazione fossile è provata da embriologia comparata anatomia comparata biologia molecolare L evoluzione avviene per selezione naturale microevoluzione può essere macroevoluzione speciazione allopatrica

Dettagli

Cos'é un test genetico predittivo?

Cos'é un test genetico predittivo? 16 Orientamenti bioetici per i test genetici http://www.governo.it/bioetica/testi/191199.html IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI Autorizzazione al trattamento dei dati genetici - 22 febbraio

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Le NIPT utilizzano DNA libero. Campione di sangue materno DNA

Dettagli

Le leggi di Mendel esposte in modo ragionato e critico di Luciano Porta

Le leggi di Mendel esposte in modo ragionato e critico di Luciano Porta Le leggi di Mendel esposte in modo ragionato e critico di Luciano Porta Le tre leggi di Mendel, che descrivono la trasmissione dei caratteri ereditari da una generazione all altra, segnano l inizio della

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 8.6 Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 1 Premessa Qualità e sostenibilità economica sono le principali esigenze cui cerca di rispondere la concentrazione delle

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Test per portatori sani

Test per portatori sani 16 Test per portatori sani Tutti i nomi originali in questo opuscolo sono stati cambiati per proteggere l'identità degli intervistati. Queste informazioni sono state elaborate dal Genetic Interest Group.

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali Differenziamento = Creazione cellule specializzate Cos è una cellula staminale? Cosa mostra la foto Un pezzo di metallo e molti diversi tipi di viti. Dare origine a diversi tipi di cellule è un processo

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE 1 di 10 07/02/2013 13:12 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 10 ottobre 2012 Modalita' per l'esportazione o l'importazione di tessuti, cellule e cellule riproduttive umani destinati ad applicazioni sull'uomo.

Dettagli

Dichiarazione dei diritti dell uomo

Dichiarazione dei diritti dell uomo Dichiarazione dei diritti dell uomo Politica dei diritti sul posto di lavoro Per noi è importante il rapporto che abbiamo con i nostri dipendenti. Il successo della nostra azienda dipende da ogni singolo

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità Uno più uno fa tre di Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità La formula della fertilità Esiste una stretta relazione tra fertilità e stili di vita: individui perfettamente sani dal

Dettagli

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Varenna - 27.09.2014 a cura dr. S. Fucci - giurista e bioeticista - sefucci@tiscali.it La relazione

Dettagli

Presentando le cellule staminali

Presentando le cellule staminali Presentando le cellule staminali 1 Alcune note prima di iniziare Questa presentazione va considerata come uno strumento flessibile per scienziati, divulgatori scientifici ed insegnanti. Non tutte le diapositive

Dettagli

Ramón Lucas Lucas BIOETICA PER TUTTI

Ramón Lucas Lucas BIOETICA PER TUTTI Ramón Lucas Lucas BIOETICA PER TUTTI INTRODUZIONE Referenze iconografiche: Archivio San Paolo: Carmine 163; Giovannini 124c; Rolandi Fassio 130 Emilio Giannelli: copertina, 3, 9, 31, 32, 79, 113, 159 Alessandro

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Linee guida per la classificazione e conduzione degli studi osservazionali sui farmaci IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto del Ministero della Salute

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Ambiente di lavoro improntato al rispetto

Ambiente di lavoro improntato al rispetto Principio: Tutti hanno diritto a un trattamento rispettoso nell ambiente di lavoro 3M. Essere rispettati significa essere trattati in maniera onesta e professionale, valorizzando il talento unico, le esperienze

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp.

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. RECENSIONI&REPORTS recensione Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. 154, 12 «Il vasto e importante e molto

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

E-MAIL: mail@studiotosato.it Avv. DEBORAH NASTI Avv. NICOLA LUCIFERO

E-MAIL: mail@studiotosato.it Avv. DEBORAH NASTI Avv. NICOLA LUCIFERO Prof. Avv. GIAN LUIGI TOSATO 00187 ROMA Avv. GIULIO R. IPPOLITO VIA SALLUSTIANA, 26 Prof. Avv. ANDREA NERVI TEL. 064819419 Avv. MARIA CARMELA MACRI FAX: 064885330 Avv. NATALIA DEL OLMO GUARIDO E-MAIL:

Dettagli

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Terza sessione: IL CONTESTO NORMATIVO, L ORGANIZZAZIONE, GLI STRUMENTI LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE

Dettagli

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali Guida alle attività è un attività da usare con studenti dagli 11 ai 14 anni o con più di 16 anni. Consiste in un set di carte riguardanti le conoscenze basilari sulle cellule staminali e sulle loro applicazioni

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia 5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia Attualmente in Italia la genomica per malattie complesse ha trovato un applicazione pratica in un numero molto ristretto di situazioni. I test

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

La trascrizione negli eucarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

La trascrizione negli eucarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie La trascrizione negli eucarioti Il promotore eucariotico L inizio della trascrizione negli eucarioti necessita della RNA polimerasi e dei fattori di trascrizione. Qualsiasi proteina sia necessaria per

Dettagli

Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità

Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità L Italia, con legge n 18 del 3 marzo 2009 (pubblicata

Dettagli

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico")

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - testamento biologico) SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico") effettuato tra i chirurghi italiani delle varie branche e delle diverse specialità per conto del Collegio Italiano

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Prof. Francesco D. Capizzi - www.chirgastrolaparomaggiore.it

Prof. Francesco D. Capizzi - www.chirgastrolaparomaggiore.it FRANCESCO DOMENICO CAPIZZI IL MALATO HA SEMPRE RAGIONE? Informazione e consenso informato: la comunicazione medico-malato IL MALATO HA SEMPRE RAGIONE? Informazione e consenso informato: la comunicazione

Dettagli

Le malattie genetiche

Le malattie genetiche Le malattie genetiche Anderlini Beatrice Classe 3^ - Sez. C Liceo Scientifico R. Casimiri Introduzione alle malattie genetiche Tutti gli esseri viventi sono formati da cellule in ogni cellula è presente

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Dott.ssa Lorenza Donati Convegno Agli albori della salute: prevenzione

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

Il giardino nella macchina

Il giardino nella macchina Idee per una rilettura Il giardino nella macchina La nuova scienza della vita artificiale Claus Emmeche Bollati Boringhieri, 1996 È possibile la vita artificiale? In che modo gli strumenti offerti dalla

Dettagli

La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità

La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità Questa pubblicazione è stata realizzata con il contributo della Commissione europea, in occasione del 2007 - Anno europeo delle

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse

La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse Due ingredienti affinchè si inizi la ricerca: 1. Il bigogno terapeutico 2. Il numero dei pazienti o popolazione Quando la malattia è rara

Dettagli

Proposta di un Documento di Consenso sulla Modalità di Valutazione delle Sperimentazioni Cliniche Non profit

Proposta di un Documento di Consenso sulla Modalità di Valutazione delle Sperimentazioni Cliniche Non profit Proposta di un Documento di Consenso sulla Modalità di Valutazione delle Sperimentazioni Cliniche n profit A cura di SIF Clinica In collaborazione con: Segreteria Scientifica e Membri dei Comitati Etici

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l.

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l. PROVVEDIMENTO 20 luglio 2000. Istituzione dell'elenco delle specialità medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale ai sensi della legge 648/96. LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE (2001) PARTE I L ATTO INTERNAZIONALMENTE ILLECITO DI UNO STATO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

La ricerca non sperimentale

La ricerca non sperimentale La ricerca non sperimentale Definizione Ricerca osservazionale: : 1. naturalistica Ricerca osservazionale: : 2. osservatori partecipanti Ricerca d archiviod Casi singoli Sviluppo di teorie e verifica empirica

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani 2011 Censite 535,595 2021Stimate 909,000 Età 80+ 2.7% della popolazione nel 2011 14% dal 2006 2041-1397,000 7.3% della popolazione nel 2041 La maggior

Dettagli