Intervista a Pier Paolo Mariani

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Intervista a Pier Paolo Mariani"

Transcript

1 L INCONTRO a cura di R. ZINI Pier Paolo Mariani è stato per tutti noi ex-giovani artroscopisti degli anni 80 un vero mito ed un particolarissimo punto di riferimento. Un mito perché è stato uno dei primi chirurghi ortopedici italiani che, avendo capito il carattere veramente innovativo della chirurgia artroscopica, l ha brillantemente messa in pratica quando ancora sembrava fantascienza, riportando dei risultati che facevano sognare ed intuire la profonda trasformazione della chirurgia ortopedica che oggi è negli occhi di tutti. Mito anche perchè, al tempo stesso, ha sempre avuto il piacere di trasmettere le sue esperienze, accogliendo tutti quelli che ne facevano richiesta nella sua sala operatoria. La sua particolarità dipende però dal fatto che, oltre a trasferirci le sue profonde conoscenze, è stato capace di diventare per molti di noi, per la sua innata simpatia ed il suo sincero carattere, un vero amico, al quale poter chiedere un autorevole consiglio e soprattutto un aiuto nei momenti di necessità. Intervistarlo oggi è stato quindi per me emozionante, ma anche piacevole e semplice, visto il rapporto di amicizia che mi lega a lui, che fa superare la preoccupazione di trovarsi di fronte al Maestro. Romano, di origini marchigiane e, me ne vanto, pesaresi, nasce nel Si laurea in Medicina presso l Università di Roma nel 70 e si specializza in Ortopedia nella stessa Università, intraprendendo la carriera Universitaria. Attualmente è Professore associato presso l Università di Scienze Motorie di Roma. Con la sua solita simpatia mi riferisce di essere sposato con Mara, avere 2 figli, un cane e moltissime pipe. Una delle immagini pubblicate lo mostra intento ad operare, con al fianco il sottoscritto, in una delle sue frequenti live-surgery; l altra, in cui usa una delle sue celebri pipe come una pistola, l ho scelta perché lo immortala, a ragione, come lo sceriffo dell artroscopia italiana. 9

2 E. Taverna Artroscopia / VOL III, N 1, 2002 Guardando al passato raccontami com è nata la passione per l artroscopia. Come spesso accade, per caso. Negli anni 70 si viveva un periodo indimenticabile nella Clinica Ortopedica dell Università di Roma, ove ero allora un giovane specializzando. In quegli anni, si viveva un esaltante clima di fervore scientifico per la chirurgia del ginocchio, sotto la guida del Prof. Perugia ed io passavo i miei pomeriggi in biblioteca a studiare ed aggiornarmi, consultando libri e riviste. Mi capitò tra le mani un numero dello Scandinavian Journal of Surgery, dove lessi un articolo di Gillquist ed Hamberg sulle preliminari applicazioni diagnostiche della tecnica artroscopica. La cosa m incuriosì molto, perciò continuai a cercare articoli sull argomento e ne trovai uno scritto da Eriksson. In quegli anni, la diagnosi di menisco era fonte di errori e non avevamo le odierne indagini strumentali. Presa quindi carta e penna (a quell epoca non c era Internet!), scrissi ad Eriksson. Trascorsi un periodo a Stoccolma, dove ebbi la possibilità di assistere alle prime artroscopie. Approfittai di quei periodi trascorsi in Svezia per approfondire le mie conoscenze d anatomia e la mia prima artroscopia fu eseguita in sala settoria. Da allora mi è rimasto un particolare interesse per l anatomia e ogni volta che mi sono dedicato a nuove applicazioni dell artroscopia, ho compiuto sempre un preliminare studio anatomico. Ti senti vecchio ad essere intervistato quale uno dei padri dell artroscopia italiana? Non pensavo di essere così vecchio da meritarmi un intervista sino a quando non mi hai chiamato! Un intervista è come una commemorazione e ad ogni buon conto, sono molto felice di essere commemorato da vivo! Per quanto riguarda il titolo di padre, ricordati che non è mai importante essere il primo a fare una cosa; l importante è continuare a farla bene! Il rischio di riposare sugli allori è come addormentarsi sulla parete di una montagna: ci si addormenta e si cade. Chi ti ha spinto verso l artroscopia? In parte ti ho già risposto: la mia curiosità! I primi tempi furono difficili: lo scetticismo nei confronti della tecnica era elevato. Indubbiamente, se poi l artroscopia si è diffusa a Roma, il merito va rivolto al mio maestro, il Prof. Perugia. Ricordo ancora la mia prima artroscopia: si trattava di un ragazzo di 15 anni, di cui ricordo ancora il nome a distanza di 25 anni, con dolori localizzati al ginocchio, che oggi avremmo classificato anteriori. Fu messo in lista operatoria per artrotomia esplorativa ed eventuale meniscectomia ma il Prof. Perugia mi chiese sei in grado di eseguire un artroscopia diagnostica?. Con uno strumentario rudimentale, di cui conservo ancora la documentazione fotografica, accertammo che il menisco del ragazzo era sano, e da allora fu un crescendo d interesse e di applicazioni cliniche. La fiducia accordata ad un giovane borsista (avevo allora 29 anni!) mi stimolò a continuare su quella strada. Fu comprata un attrezzatura moderna, poi un sistema televisivo e divenimmo in quegli anni un centro italiano di riferimento per l artroscopia e per la chirurgia del ginocchio. Molti colleghi, provenienti da altre città, presero a frequentare la nostra Università, e la tecnica artroscopica prese a diffondersi in Italia. Questa, però, è una storia più recente. Quali sono le persone che più ti hanno insegnato nell Ortopedia, nell Artroscopia e, perché no, nella vita? Iniziamo dalla vita: mio padre, che era un professore di chimica della facoltà di Ingegneria. Da lui ho imparato ad amare lo studio e l attività d insegnamento. Nell ortopedia, e quindi nell artroscopia, (l artroscopia non è una disciplina separata dall ortopedia!) ho imparato dal mio maestro, il Prof. Perugia, che mi ha insegnato ad utilizzare l artroscopia sempre con discernimento e proprietà d indicazioni ed applicazioni. Da Eriksson: la tecnica artroscopica ed il rigore scientifico, la sua voglia di 10

3 sperimentare e provare nuove avventure. E poi tanti altri ancora: ogni persona che tu incontri nella tua vita, ti lascia qualche cosa che poi porterai sempre con te. Quando ti sei reso conto che l Artroscopia era veramente la novità esplosiva dell Ortopedia ed avrebbe modificato tutti gli equilibri dell Ortopedia tradizionale? Ho vissuto l esperienza artroscopica senza mai rendermi conto di intraprendere un esperienza esplosiva, come tu la definisci giustamente. È avvenuto tutto molto naturalmente. Non ti rendi mai conto di quanto è profonda una pozzanghera sino a quando non c entri dentro! Tu sei stato uno dei primi miti di noi giovani artroscopisti negli anni 80: cosa pensi di averci dato? È una domanda che non devi rivolgere a me ma ai giovani. Anzi, sono curioso di conoscere la loro risposta! La sai sicuramente già la nostra risposta, perché sei divenuto amico di molti di noi ed hai potuto raccogliere le nostre confidenze; ci hai fatto capire con i tuoi primi brillanti risultati che la strada era quella giusta, anche se vi erano notevoli difficoltà ideologiche da parte di tanti nostri colleghi e, soprattutto, dei nostri Primari di allora; ci hai insegnato teoria e pratica di metodiche che sembravano impossibili e, come già detto nella breve introduzione, l hai fatto con autorevolezza ma anche con amicizia e grande disponibilità; non mi sembra assolutamente cosa da poco. Ma so che non ti piace essere troppo celebrato e quindi passo alla domanda successiva. Tu sei stato l uomo del rinnovamento nella Società di Artroscopia favorendo un ricambio generazionale ed introducendo molti giovani promettenti ai livelli più alti della Società e te ne rendiamo merito; cosa chiedi oggi a tutti noi del Consiglio Direttivo della Società? Apri un capitolo doloroso: l aver deciso di lasciare volutamente la Società, che avevo fondato con altri temerari, è stato un momento doloroso e da alcuni non compreso o condiviso. Pur tuttavia, ritenevo necessario eseguire quel passo per il bene della Società: era evidente attorno a me la crescita professionale di molti colleghi, più o meno giovani, ed era giusto premiare la loro serietà coinvolgendoli nella vita della nostra Società. Mi pare di poter affermare di aver visto bene: la Società è cresciuta, si è ampliata ed è divenuta un punto di riferimento per i giovani, quelli veri, non come te che inizi ad avere i capelli bianchi! La rivista è un evidente segno di crescita e maturità della Società. Proprio per il mio legame con la Società di Artroscopia permettimi una considerazione: molti considerano il ricoprire una carica nella Società un modo per ricevere onori e lustro. Non è assolutamente vero! Appartenere alla Società significa mettersi a disposizione di altri colleghi per un reciproco aiuto e per lo sviluppo della Società stessa e talora, come è successo a me, facendo anche delle dolorose rinunce. Quello che spero di vedere in voi, è lo stesso amore nei confronti della Società. L insegnamento in Artroscopia: quali sono le tue idee ed i tuoi programmi futuri? La mia prossima iniziativa, che prenderà la luce nei prossimi mesi, è la creazione di un Laboratorio di Artroscopia permanente a Roma. È un laboratorio aperto a tutti i colleghi e spero che non abbia nulla da invidiare ad altri laboratori. Purtroppo mancherà la possibilità di utilizzare i cadaveri. Un altra iniziativa è stata la creazione di una fellowship privata per un giovane specialista che voglia trascorrere con me un anno, seguendomi nell attività clinica e di ricerca. In questo momento, è al termine di questa fellow-ship il Dott. Russo, un giovane specialista siciliano, che penso ritornerà alla sua attività con competenze arricchite. In un domani spero che tale iniziativa possa divenire qualche cosa di più ufficiale, riconosciuto dalla Società di Artroscopia o da qualche Università, analogamente a quanto avviene all estero. Il 2002 mi vedrà poi impegnato sul fronte scientifico e didattico sia con l incarico di organizzare il prossimo congresso dell ESSKA, sia con l incarico di godfather di accompagnare i fellows in un lungo, ma certamente interessante, viaggio. Ritengo anzi che sia giunto il momento per la SIA di organizzare delle iniziative analoghe: una traveling-fellowship in giro per l Italia, per i giovani chirurghi italiani, in un ambiente più conosciuto e familiare. Tu, che sei un illustre membro della SIA, pensi che sia utopia? 11

4 E. Taverna Artroscopia / VOL III, N 1, 2002 Università: quali sono i tuoi ricordi migliori, i tuoi rammarichi, i tuoi rapporti attuali? Il mio rapporto attuale è ancora stretto. Con l Università ho un cordone ombelicale che è difficile tagliare! Sono uscito dalla Clinica Ortopedica ma ho voluto conservare il mio rapporto con l Università, passando alla facoltà di Scienze Motorie, facoltà nuova e per questo interessante. Non ti nascondo che la clinica Ortopedica mi manca, soprattutto per l impossibilità di trasmettere le mie conoscenze agli specializzandi e per questo ho sentito la necessità di creare un laboratorio. I miei rammarichi sono tanti, ma per come sono andate le vicende non tutto è dipeso da me. Le ferite si rimarginano tutte, come ben sai, il problema è che qualcuna diviene un cheloide! I ricordi belli sono tanti ma il più bello è una lettera che ho ricevuto da uno specializzando il giorno che mi sono trasferito. Quale sarà il futuro della Chirurgia Artroscopica? Credi nelle nuove frontiere di bio-genetica e bio-ingegneria? Sono sufficientemente vecchio da non essere in grado di vedere il futuro e non ti so dire dove arriveremo! Certamente le nuove frontiere sono affascinanti, e nel futuro il chirurgo lavorerà a stretto contatto con il biologo. La mia cultura biologica di base è però poca cosa per apprezzarne le potenzialità o stimolare il mio interesse. Considera solo che al mio corso di laurea, l insegnamento d istologia fu un esame facoltativo! A ciò aggiungi che non ho mai amato dover sacrificare gli animali per eseguire studi sperimentali e quindi comprenderai facilmente che la bio-genetica o la bio-ingegneria sono materie ostiche per me. In un passato non tanto lontano, tanti artroscopisti Italiani hanno visto negli Stati Uniti il luogo dove vedere cose impossibili in Italia. Le cose si sono gradualmente modificate, tanto che ora nel nostro Paese si praticano le stesse tecniche probabilmente con gli stessi risultati. Credi che ancora oggi l America debba essere per un giovane l obiettivo a cui guardare per aggiornarsi in Artroscopia? È verissimo! Molti colleghi d oltre oceano, in visita in Italia, rimangono stupiti costatando lo standard della nostra chirurgia. Ritengo però che dall America possiamo imparare ancora altre cose: l organizzazione ed il metodo di lavoro, sia clinico sia scientifico. È soprattutto nella ricerca che siamo inferiori. L Università, luogo deputato all insegnamento ed alla ricerca, non svolge nessuna delle due funzioni, a parte qualche rara eccezione. Visto che mi chiedi un paragone con l America, ebbene in quel Paese il medical student giunge alla laurea già con alcuni lavori scientifici alle spalle, avendo l obbligo di frequentare uno dei numerosi laboratori di ricerca. Recentemente, per poter svolgere due ricerche bio-meccaniche, che mi stavano molto a cuore, ho dovuto pagare personalmente i costi di una ricerca in America. Inoltre, sono stati necessari molti insuccessi ed amare delusioni prima di apprendere come scrivere un lavoro scientifico e solo dopo numerosi tentativi sono riuscito a pubblicare alcuni articoli su riviste straniere. In Italia la ricerca non ha fondi scientifici, ed è vero, ma anche per scarsa lungimiranza delle nostre leggi e dell Università stessa che impediscono il supporto dei privati. L industria sarebbe molto più felice di investire in laboratori o seri programmi di ricerca piuttosto che in viaggi o congressi! E noi dovremmo imparare a chiedere alle Ditte più supporto per la ricerca, invece di sfiancarle con le richieste di partecipazione a congressi turistici. Un altro motivo di inferiorità culturale è costituito infine dalla nostra lingua per cui, come tutti i popoli latini, soffriamo di un isolamento linguistico. L Università non stimola l apprendimento di una lingua straniera. Solo ora, all Università di Scienze Motorie, è stato istituito un corso biennale obbligatorio di lingue straniere, e stiamo ora decidendo di svolgere le nostre lezioni in Inglese. La mia esperienza individuale è che conoscendo solo la lingua francese, mi sono dovuto mettere a studiare l inglese alla non più giovane età di 30 anni, da autodidatta e con risultati appena discreti. Cambiamo argomento; non credo che tu abbia tanto tempo libero, ma prova lo stesso a raccontarci i tuoi hobby. Sotto questo punto di vista credo di essere una persona abbastanza noiosa e ti posso raccontare dei miei hobby solo parlando al passato: la vela e la fotografia. Lo sport; romanista fino all osso ; quello appena passato è stato un anno di grande soddisfazione. Esatto, e se non fossi stonato come una campana, ti canterei adesso il nostro inno Grazie Roma. 12

5 Quali sono i giocatori operati che ricordi più volentieri e chi ti è rimasto amico? Con i giocatori avviene quello che normalmente avviene con i tuoi pazienti: con alcuni si riesce ad avere un contatto umano, che travalica il rapporto medico-paziente, con altri, invece, il rapporto è solo professionale. È proprio necessario fare dei nomi? Quale ricordi che sia stato il tuo più grande successo a livello di immagine? Non ho mai curato la mia immagine o le pubbliche relazioni. Tu lo sai che le mie radici affondano nella città di Pesaro, città di persone laboriose ma sempre schive a livello d immagine. Sinceramente non saprei risponderti: secondo te quale è stato? In realtà, visto che mi sono calato nella parte di intervistatore, la domanda era più una curiosità da giornalista che da ortopedico; intendevo per successo a livello di immagine il caso operato che più era stato messo in risalto da giornali o media ; ce ne sono stati tanti che certamente è difficile ricordarli tutti e scegliere. Comunque devo ammettere che, conoscendo il tuo carattere riservato, mi sarei dovuto aspettare la risposta che mi hai dato. Cerchiamo di rimediare: tra i tuoi numerosi successi di carattere scientifico, che ti hanno gratificato negli ambienti ortopedici Italiani e stranieri, quale è stato quello che ti ha dato più soddisfazione? Indubbiamente è stata un emozione il ricevere una laurea honoris causa dall Università di Pleven, in Bulgaria, per meriti didattici avendo avuto la possibilità di insegnare l artroscopia a molti colleghi bulgari. Mi riprometto di riceverne altre in futuro! A parte gli scherzi, le soddisfazioni nel nostro lavoro non mancano: ogni volta che un paziente mi ringrazia per me è una gioia ed una soddisfazione. Sei sempre nella lista degli invitati ai congressi italiani, ma da qualche anno a questa parte, il tuo nome come relatore appare sempre più nei programmi dei congressi europei nonché americani: a cosa è dovuta questa scelta? È una domanda acuta ma anche imbarazzante! Il primo è quello di arricchire la mia esperienza con le osservazioni di altri chirurghi. In Italia, come ben sai, la discussione dopo ogni relazione è molto soffice e di scarsa utilità. Il rapportarsi con esperienze anche estere mi fa crescere intellettualmente, scientificamente e anche chirurgicamente. Vuoi mettere quanti litri di sana adrenalina si riversano nelle mie arterie a stimolare tutte le mie funzioni emotive quando si sale su un podio straniero! Ha molto colpito la stampa sportiva un tuo intervento eseguito a suon di Elvis Presley? Cambi la musica secondo il tipo di paziente o di chirurgia? È vero che non entro in sala se non è accesa la musica! Io preferisco musica classica, ed in particolare amo la musica di Brahms o di Mahler. Ma siccome il lavoro chirurgico è un lavoro di équipe, io sono sempre in minoranza nella scelta della musica da ascoltare! Gli assistenti mi concedono cortesemente di ascoltare la musica che preferisco, solo se devo affrontare un intervento complesso o se sono un poco più nervoso più del solito! Chiudiamo qui l intervista a Pier Paolo Mariani. Ci sarebbero state tante altre domande da fare ed a tutte avrebbe risposto con la sua solita signorilità, venata da una sottile ironia e da tanto buon senso. Lo spessore del personaggio ed il carattere incompiuto dell intervista, dovuta alla mia scarsa esperienza giornalistica, mi porterà a richiedere di eseguire tra qualche tempo una seconda intervista, nella quale potere inserire anche qualche battutaccia, qualche espressione romanesca e qualche giudizio sincero su noi suoi allievi, ex-giovani artroscopisti degli anni ottanta. 13

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere quando smettere di bere DEVI SMETTERE DI BERE? Se il bere é una scelta libera e consapevole da parte di un individuo, é anche vero che molti non si trovano nelle condizioni di poter bere e continuare a

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Codice questionario Codice città Codice scuola

Codice questionario Codice città Codice scuola Codice questionario Codice città Codice scuola 1. Sesso M F 2. Età: 3.Cittadinanza : Italiana Straniera indicare la cittadinanza: 4.Di quanti membri è composta la tua famiglia? 5. Quante ore spendi al

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

Livello A2 Unità 7 Istruzione

Livello A2 Unità 7 Istruzione Livello A2 Unità 7 Istruzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Ascolta il testo. Vero o Falso? Testo 1 - Ciao Marta. - Ciao Habiba, come stai? - Bene grazie. - E Aziz? Lo hai già iscritto scuola?

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso

AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso Anna Contardi e Monica Berarducci Aipd Associazione italiana persone down AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso imparare A conoscere se stessi, Gli AlTri, le proprie emozioni collana Laboratori per

Dettagli

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 Prima della visita Ho iniziato la preparazione della mia visita partecipando a quattro sessioni di

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano INDIRA GANDHI

Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano INDIRA GANDHI Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano INDIRA GANDHI Nel mio ultimo anno di studi per diventare coach ho appreso l'importanza delle domande che ci facciamo. Se non ci prendiamo

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco. L asilo nido Collodi, gestito dalla Cooperativa Accomazzi per conto della Città di Piossasco, accoglie 45 bambini dai 6 ai 36 mesi. Aspetto

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Mi figura dla rujenedes Meine Sprachenfigur La mia figura delle lingue Silvia Goller Scuola dell infanzia Santa Cristina/Val Gardena Le bambine e i bambini

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale

Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale Oscar Davila Toro MATRIMONIO E BAMBINI PER LA COPPIA OMOSESSUALE www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Oscar Davila Toro Tutti i diritti riservati Dedicato

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

Classe di livello B1+ Apprendenti stranieri di età tra 18-22 anni. Attività sull immigrazione. Berline Flore Ngueagni Università Ca Foscari

Classe di livello B1+ Apprendenti stranieri di età tra 18-22 anni. Attività sull immigrazione. Berline Flore Ngueagni Università Ca Foscari 1 Classe di livello B1+ Apprendenti stranieri di età tra 18-22 anni Attività sull immigrazione Berline Flore Ngueagni Università Ca Foscari 1- Che cosa vedi in questa immagine? 2- Secondo te che luogo

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

BeLL Questionario. www.bell-project.eu

BeLL Questionario. www.bell-project.eu Q BeLL Questionario www.bell-project.eu Gentile corsista, L obiettivo di questa indagine è raccogliere informazioni sulla sua esperienza di apprendimento in età adulta. Siamo interessati in particolare

Dettagli

UNITÀ PRIMI PASSI. Ciao nel mondo. surfist. 1 Conosciamoci!

UNITÀ PRIMI PASSI. Ciao nel mondo. surfist. 1 Conosciamoci! UNITÀ 1 Conosciamoci! PRIMI PASSI Giapp one Ciao nel mondo i e... Hawai i surfist 14 UNITÀ 1 Arabia Saudita Etiopia ogia b m a C 15 UNITÀ 1 GUARDA E ASCOLTA Salutiamoci! 1 4-1 Ascolta. 2 Prova a leggere

Dettagli

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS)

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Werner Wassermann, datore di lavoro La signora L. lavora da noi da tanto tempo. È stata capo reparto e noi, ma anche gli altri collaboratori

Dettagli

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com BASIC QUESTIONS 200 Opportunities to Discover ITALIAN Basic Questions Italian INDICE 1. SEI CAPACE DI?...3 2. TI PIACE?...4 3. COME?...5 4. QUANDO?...6 5. CHE?...7 6. COSA?...8 7. QUALE?...9 8. QUANTO?...10

Dettagli

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6 1 Plurilingue?! Si, ma come? Spiegazioni Domande Risposte Corrette Note Non è assolutamente possibile dare una breve definizione scientifica che sia in grado di rendere la complessità del sistema di segni

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI!

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! sono un ragazzo di sedici anni trasferito da quasi due anni in Germania e ho avuto la strana idea di esporre un libro sulla vita di ognuno di noi.. A me personalmente non

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N. 3 LA SCUOLA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno, sono

Dettagli

MARCO ANTUZI MOTIVATORE DI ME STESSO

MARCO ANTUZI MOTIVATORE DI ME STESSO MARCO ANTUZI MOTIVATORE DI ME STESSO Ricostruire la Propria Identità attraverso la Determinazione e la Libertà di Scelta 2 Titolo MOTIVATORE DI ME STESSO Autore Marco Antuzi Editore Bruno Editore Sito

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE LICEO SCIENTIFICO DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 100 E LODE VIGLIANI VALENTINA 5B 100/100 GATTUSO GIANLUCA 5 A PERRERO JESSICA 5 B CARIGNANO SILVIA 5 C 100/100 CIVIDINO DAVIDE 5C CIELO ANDREA 5 D RIZZA DAVIDE 5 D

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Dopo il recente evento sismico,le associazioni Incontrarti e Piccole onde hanno avuto l'occasione di proporre alla classe III B della scuola don

Dopo il recente evento sismico,le associazioni Incontrarti e Piccole onde hanno avuto l'occasione di proporre alla classe III B della scuola don Dopo il recente evento sismico,le associazioni Incontrarti e Piccole onde hanno avuto l'occasione di proporre alla classe III B della scuola don Milani un laboratorio sul tema del cambiamento. Stimolati

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

Virginia Evans - Jenny Dooley

Virginia Evans - Jenny Dooley Virginia Evans - Jenny Dooley Virginia Evans - Jenny Dooley CONTENTS A letter for you (Una lettera per te)... p. 5 I. Language Passport (Passaporto linguistico)... p. 7 II. Language Biography (Biografia

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

Io/tu/lei/lui noi voi loro

Io/tu/lei/lui noi voi loro CONGIUNTIVO PARTE 1 I verbi regolari. Completa la tabella: comprare finire mettere prendere mangiare aprire chiudere partire parlare cantare scrivere trovare vivere cercare dormire preferire abitare capire

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli 1 di 6 Autore di Esami No Problem 1 Titolo I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

LA RICERCA TI CERCA. Come diventare ricercatore. E perché.

LA RICERCA TI CERCA. Come diventare ricercatore. E perché. LA RICERCA TI CERCA Come diventare ricercatore. E perché. INDICE CHE COS È LA RICERCA FARMACEUTICA? Una lunga storia, in breve 3 COME SI ENTRA NEL MONDO DELLA RICERCA? Un lavoro che guarda lontano, visto

Dettagli

Metodologia della ricerca

Metodologia della ricerca Presupposti teorici lingue in contatto spazio linguistico, nel senso di repertorio condiviso nelle comunità, in conseguenza dell ingresso di immigrati in Italia percezione di una lingua percezione delle

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA Principi, obiettivi e istruzioni IL SOSTEGNO A DISTANZA che cos è Con il termine Sostegno a Distanza si vuole convenzionalmente indicare una forma di solidarietà, oggi molto

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

STUDIARE, PERCHE? Trascrizione da parte degli studenti di Capri dell incontro con Marco Bersanelli, docente di astrofisica

STUDIARE, PERCHE? Trascrizione da parte degli studenti di Capri dell incontro con Marco Bersanelli, docente di astrofisica STUDIARE, PERCHE? Trascrizione da parte degli studenti di Capri dell incontro con Marco Bersanelli, docente di astrofisica 1) Com è possibile ridestare la voglia di studiare e cos ha risvegliato in te

Dettagli

COME MOTIVARE IL PROPRIO FIGLIO NELLO STUDIO

COME MOTIVARE IL PROPRIO FIGLIO NELLO STUDIO COME MOTIVARE IL PROPRIO FIGLIO NELLO STUDIO Studiare non è tra le attività preferite dai figli; per questo i genitori devono saper ricorrere a strategie di motivazione allo studio, senza arrivare all

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

LA VITA E CAMBIAMENTO

LA VITA E CAMBIAMENTO Free Session Included! LA VITA E CAMBIAMENTO Giuliano Mandotti COACHING - INFORMATICA - FORMAZIONE Chi vuole fare sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa Proverbio africano Life COACHING

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali

La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali Studenti che hanno conseguito la laurea specialistica nell anno solare 2009 Questa indagine statistica

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

U.D.U. Unione Degli Universitari Bari

U.D.U. Unione Degli Universitari Bari 1. A quale Corso di Laurea appartieni? Informatica N.O. Informatica e Comunicazione Digitale Informatica e Tecnologie per la Produzione del Informatica V.O. Laurea Specialistica in Informatica ( I Anno

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

GRAMMATICA. Con l aiuto del professore, completa questa tabella per capire dove sei migliorato e in che cosa devi ancora esercitarti.

GRAMMATICA. Con l aiuto del professore, completa questa tabella per capire dove sei migliorato e in che cosa devi ancora esercitarti. Come sto andando in... analisi grammaticale Con l aiuto del professore, completa questa tabella per capire dove sei migliorato e in che cosa devi ancora esercitarti. NON HO FATTO ERRORI IN... ARTICOLO

Dettagli

- 1 reference coded [1,94% Coverage]

<Documents\bo_min_3_F_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,94% Coverage] - 1 reference coded [1,94% Coverage] Reference 1-1,94% Coverage Spesso andiamo al cinese, prendiamo il cibo da asporto, è raro che andiamo fuori a mangiare, anzi quando

Dettagli