MEDICO. il monitore. in cosa si differenziano l'ecografia bidimensionale, 3d e 4d CANDIDA: COME SI RISOLVE. FOCUS pag. 4. DOSSIER pag.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MEDICO. il monitore. in cosa si differenziano l'ecografia bidimensionale, 3d e 4d CANDIDA: COME SI RISOLVE. FOCUS pag. 4. DOSSIER pag."

Transcript

1 numero 3_2015 Tutti i diritti riservati, reg. presso Trib. Torino n del 22/12/2000 Dr. stefano maccario_specialista in ginecologia e in medicina riproduttiva e terapia dell'infertilità_consulente larc Alla scoperta del feto per vivere in diretta l emozione di un corpicino che si muove in cosa si differenziano l'ecografia bidimensionale, 3d e 4d CANDIDA: COME SI RISOLVE La tecnologia a servizio del sogno. Non sempre ciò che è innovativo corrisponde ad un superamento di un limite o al raggiungimento di un obiettivo diagnostico funzionale. Talvolta l aspetto prevalente è quello emotivo. Questo è il caso dell ecografia in 4D, indagine conoscitiva del feto che consente di visualizzarne l immagine tridimensionale in movimento ed in tempo reale. Si vedrà quindi in diretta, il feto muovere le manine, succhiarsi il dito, giocherellare con il cordone ombelicale. Gli esperti la chiamano scan for fun, proprio a sottolineare che lo scopo prevalente è quello del puro divertimento. Ne parliamo con il dottor Stefano Maccario, ginecologo operante nei centri del Gruppo Larc. Dottor Maccario, per semplificare le differenze tra le diverse ecografie, potremmo dire che l'ecografia tridimensionale può essere paragonata alla fotografia, la quadrimensionale al video? Certamente sì ma è importante sottolineare che l ecografia bidimensionale, quella che si utilizza normalmente, attualmente rimane il punto di riferimento per la diagnostica. La 3D e la 4D sono complementari a questa ecografia. La 3D, nello specifico, dà la visualizzazione della cavità uterina, importante per verificare la presenza di eventuali anomalie uterine congenite che possono essere causa di infertilità o pericolo per la vita del feto. Di fatto, con la tridimensionale si ha un plus diagnostico, mentre la 4D rispetto a quest'ultima introduce una quarta dimensione, il tempo. continua a pag. 3 FOCUS pag. 4 DOSSIER pag. 6 L'ESPERTO RISPONDE pag. 10 ARTERIE OSTRUITE A L I M E N T A Z I O N E C A L A Z I O quando occorre il by pass cosa c'è dietro alle allergie i lavaggi oculari sono utili?

2 2 _gli autori del mese Dr. Roberto Marino Dr. renato pellegrino Dr. stefano maccario Dr. paolo scovazzi Dr. Pierdomenico Bertello Specialista in medicina preventiva e microbiologia Specialista in ginecologia Specialista in chirurgia Vascolare Specialista in endocrinologia e medicina interna Specialista in otorino laringoiatria Ha svolto attività di reparto in Medicina Generale e in Pronto Soccorso, conseguendo l'idoneità Nazionale a Primario di Medicina Interna. Negli ultimi 20 anni si è occupato di malattie allergiche attivando un ambulatorio di Allergologia e diventando poi il Responsabile della S.S. Dipartimentale Allergologia presso l'ospedale Martini di Torino, svolgendo attività diagnostica sulle allergie da contatto (patch test), sulle ipersensibilità/allergie a farmaci, sulle allergie alimentari e da inalanti. Da circa 15 anni collabora con la Procura di Torino come consulente tecnico per le malattie professionali allergiche: rinite, asma, DAC/DIC. È stato eletto 2 volte membro nel comitato direttivo della società di Allergologia Piemonte e Valle d'aosta. Come ricercatore universitario ha operato presso il centro di Endoscopia ginecologica e Fecondazione in Vitro della cattedra B dell Istituto di Ginecologia e Ostetricia Ospedale S. Anna. Ha iniziato per primo a Torino ad effettuare ecografie ginecologiche con sonda transvaginale. Ad oggi svolge attività libero professionale come ostetrico ginecologo. Continua ad occuparsi di diagnosi e terapia dell infertilità di coppia e di chirurgia endoscopica: tale attività viene svolta con i medici dell equipe che già effettuavano con lui questi trattamenti presso la Clinica Universitaria. Vincitore del Premio Prof. Domenico Bertini 2007 per la migliore tesi di Specializzazione in Chirurgia Vascolare e del Premio per la migliore relazione scientifica al X Congresso Nazionale Società Italiana di Chirurgia Vascolare ed Endovascolare. Ha collaborato alla stesura delle Linee Guida SICVE per il trattamento delle patologie acute dell aorta toracica. Consigliere nel Comitato Regionale Piemontese della Società Polispecialistica Italiana dei Giovani Chirurghi nei trienni consecutivi e Primario e poi Direttore di Struttura complessa di Medicina Interna dal 1992 al 2001, presso l ASL 9-Ivrea (TO), e, dal 2001 fino al 2012, anche Direttore di Dipartimento di Area Medica presso l ASL TO4, Chivasso- Regione Piemonte. Ha conseguito anche l Idoneità Nazionale a Primario di Endocrinologia (1987) e a Primario di Diabetologia (1986). È autore di 107 pubblicazioni edite a stampa e dal 1977 a tutt oggi ha svolto attività in campo internistico, endocrinologico, diabetologico e ipertensivologico presso strutture pubbliche e private. Già membro di Comitati Direttivi di Sezioni Regionali di Società Scientifiche. Ha prestato servizio presso Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale dell Ospedale Niguarda Cà Grande di Milano occupandosi particolarmente dell ambulatorio di Otorinolaringoiatria pediatrica. Ha avuto un importante esperienza professionale ed umanitaria in Africa. Ritrasferitosi a Torino, ha continuatol attivitàspecialistica, dedicandosi in modo particolare all otorinolaringoiatriapediatrica,alla rinologia e allele problematiche respiratorie ostruttive notturne (russamento e apnee)., dopo aver acquisito la qualifica di Esperto qualificato Orl in Disturbi RespiratoridelSonno. Periodico di divulgazione medica realizzato in collaborazione con il Gruppo Larc. Diffusione copie. Distribuzione gratuita. Direttore Responsabile: Emanuela Amadei Segreteria di redazione: Larc C.so Venezia, Torino tel fax Stampa: Stamperia Artistica Nazionale S.p.A. Coordinamento redazionale: Zip Progetti

3 ..continua da pag. 1 Approfondimento 3 Eppure l ecografia in 4D piace molto ai genitori Certo, perché oltre all immagine statica si offre la visualizzazione del movimento che dà informazioni piacevoli da un punto di vista iconografico. Alcune ricerche rivelano, inoltre, effetti positivi in termini di legame madre-figlio, in particolare sull atteggiamento della donna in gravidanza. Alcuni studi, ad esempio, dimostrano casi in cui pazienti fumatrici siano più propense a smettere di fumare vedendo la vita animata del loro bambino. Talvolta, infatti, il gesto del piccolo che si porta la mano al volto viene interpretato come se dimostrasse fastidio al fumo. Inoltre, l ecografia in 4D è utile nella comunicazione ai genitori di eventuali patologie, come un difetto alle labbra del feto. Può essere utile anche perché riesce a far vedere delle strutture abbastanza profonde del cervello. Tuttavia, solo nel 2% dei casi la 4D fornisce informazioni supplementari allo studio della malformazioni e dunque vanno evitati centri in cui questa tecnologia viene proposta come indispensabile. Quando conviene eseguire la 4D? L ecografia in 4D non è di facile riuscita se la situazione non è ottimale, ovvero se le parti fetali non sono completamente libere o circondate da liquido amniotico. Spesso, infatti, occorre ripetere la procedura più volte allo scopo di ottenere immagini soddisfacenti. In generale, la 4D viene meglio se si fa più presto ma un feto di poche settimane non è gradevole alla vista. Il periodo ottimale è quando il feto ha un aspetto morfologico da bambino ma non ha ancora uno sviluppo tale da avere a che fare con parti fetali che coprano la faccia. Le settimane migliori sono dalla 24 alla 29, forse la migliore in assoluto è la 28. Premettendo che il SSN passa l ecografia del primo trimestre e la morfologica del secondo trimestre, mentre invece non è più coperta la cosiddetta ecografia di accrescimento che si fa a 32 settimane, giunta a questo punto, la paziente potrebbe essere tentata di fare l ecografia in 3D ma la periodicità non è ideale per le dimensioni del bambino. Da quanto tempo viene proposta la 4D? Da circa 6/7 anni, da quanto cioè la tecnologia è stata semplificata ed è diventata alla portata di quasi tutti gli specialistici. Da un paio di anni a questa parte è un esame molto richiesto. Ad oggi, comunque le informazioni date dalla 4D sono per lo più utili da un punto di vista scientifico, vengono impiegate per la ricerca. Quali risultati sono attesi dalla ricerca scientifica in futuro? Un aspetto sicuramente interessante sarà l opportunità di studiare i volumi, ad esempio degli organi. Con l ecografia bidimensionale si studiamo solo i diametri. IL PUNTO DI VISTA DI UNA MAMMA Come viene consegnato l esito della 4D? Nei centri del Gruppo Larc consegniamo questa ecografia su una chiavetta Usb, in due formati mp4 e jpg. In sostanza, diamo una serie di frame ciascuno della durata di circa tre secondi, dove si vede il bambino che si muove. " Nelle scansioni 4D si mostra il movimento, quindi il tempo è la quarta dimensione " Quanto costa l ecografia in 4D? L ecografia in 4D costa di più perché occorre un ecografo speciale e perché richiede più tempo. Al Larc i costi sono comunque contenuti rispetto ad altri centri. Nei nostri centri, inoltre, qualora al primo tentativo non si vedesse nulla, a discrezione del medico la paziente potrà ritornare gratuitamente. Quando si fa l ecografia ostetrica, l emozione è sempre fortissima. All inizio vai subito a cercare con gli occhi quel cuoricino che batte che il dottore ti mostra già dalla prima volta e che si impara a riconoscere, anche senza alcuna cultura medica. Superato quello, tutto prosegue con grande serenità ed oggi poi il dottore mi ha mostrato la versione 4D della mia bambina. Che effetto! Assomiglia a mio marito: è uguale il naso, uguali le orecchie. È bellissima! Non vedo l ora di fargliela vedere. Oggi purtroppo lui era fuori per lavoro e non ha potuto accompagnarmi. Gli ho già mandato la foto via Whatsapp e appena torna guardiamo il video. Sono felice e non vedo l ora che nasca per vederla veramente! La Signora Barbara, 35 anni, Torino

4 4 Focus Arterie ostruite: colpiti 8 milioni di malati con più di 50 anni Quando occorre pulirle o ricorrere al by pass Dr. paolo scovazzi_specialista in chirurgia vascolare_dirigente medico chirurgia vascolare _ consulente larc La patologia aterosclerotica arteriosa periferica consiste nella stenosi (restringimento) o nell occlusione completa di arterie dell organismo. Essa è causata da molti fattori tra cui aterosclerosi, ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia, dislipidemie in genere, diabete mellito, fumo e può interessare tutti i distretti vascolari dell organismo. Le sedi maggiormente colpite sono le carotidi (arterie del collo che portano il sangue al cervello), l aorta (arteria principale dell organismo che irrora, tramite i collaterali, tutti gli organi interni e gli arti inferiori) e le arterie degli arti inferiori. A proposito delle persone colpite da queste patologie, si stima che le malattie delle arterie colpiscano in Italia circa 8 milioni di persone, prevalentemente con più di 50 anni di età. Il trattamento delle patologie steno-ostruttive arteriosclerotiche consiste in un intervento chirurgico che prevede la pulizia dell arteria (TEA: TromboEndoArteriectomia) oppure il confezionamento di un by pass, cioè un ponte vascolare, per superare la zona di arteria danneggiata. Altra metodica utilizzabile è il trattamento endovascolare, che consiste nella dilatazione dell arteria dall interno con un apposito pallone cilindrico gonfiabile, in modo da ri-allargare l arteria senza effettuare il taglio chirurgico (angioplastica percutanea), e posizionando in alcuni casi uno stent (cilindretto di maglia metallica) per mantenerla aperta. Vi sono poi procedure cosiddette ibride che combinano entrambe le tecniche. Per ridurre il rischio di sviluppare tali malattie è fondamentale la prevenzione. Abolire il fumo, ridurre l apporto di grassi nella dieta, controllare regolarmente la pressione arteriosa, condurre una vita dinamica ed il meno sedentaria possibile sono accorgimenti fondamentali. Estremamente importante è la diagnosi preventiva mediante visite specialistiche ed ecocolordoppler. L ecocolordoppler è importante nella prevenzione e nel controllo delle patologie arteriose ostruttive. L ecocolordoppler rappresenta il primo livello di diagnostica strumentale nelle patologie vascolari, è poco invasivo e permette una valutazione accurata in quasi tutti i casi, oltre ad essere un valido ausilio nei controlli pre e post intervento. Per quanto riguarda la prevenzione, la stenosi carotidea, essendo spesso asintomatica, dovrebbe essere sospettata in tutte le persone con più di 65 anni di età, soprattutto in coloro che hanno una familiarità per tali patologie (es. parenti consanguinei che ne sono affetti, storia familiare di ictus cerebrale, etc.). L arteriopatia ostruttiva degli arti inferiori presenta invece sintomi quali la claudicatio intermittens (dolore muscolare crampiforme agli arti inferiori dopo un tratto di cammino), che può far sospettare la presenza di stenosi di arterie degli arti inferiori. L indicazione ad eseguire un esame ecodoppler dovrebbe sempre essere posta dal medico specialista vascolare. Il limite principale dell ecocolordoppler consiste nel fatto che la qualità dell esame dipende molto dall apparecchio utilizzato e dall operatore che l effettua, perciò è importante recarsi in un centro con apparecchiature moderne ed operatori medici che possiedano la necessaria esperienza e seguano gli standard valutativi più recenti ed aggiornati. RISPARMIA TEMPO PRENOTA ONLINE OGGI SI PUÒ! SCEGLI GIORNO, ORA E SEDE ANCHE CON SSN da pc, smartphone e tablet

5 Focus 5 Ipotiroidismo: come comportarsi in caso di gravidanza Si consiglia di controllare il valore tsh per sapere se una terapia è opportuna Dr. pierdomenico bertello_specialista in endocrinologia e medicina interna_ consulente larc La tiroide produce gli ormoni FT4 e FT3 sotto lo stimolo del TSH, ormone prodotto dall ipofisi, ghiandola situata alla base del cranio. L ipotiroidismo, cioè la condizione in cui vi è carenza di ormoni tiroidei, si definisce subclinico se il TSH è elevato con FT4 ancora normale, mentre si definisce clinico se il TSH è elevato e l FT4 basso. Lo stato di gravidanza, aumentando le richieste metaboliche, può indurre un ipotiroidismo subclinico (fino al 15% nel primo trimestre, secondo alcune casistiche) e a sua volta l ipotiroidismo subclinico può associarsi ad eventi avversi ostetrico-neonatali (aborto, ipertensione gestazionale, parto pretermine). Poiché gli eventi avversi sono tanto più frequenti e tanto più gravi quanto più alto è il valore di TSH, i limiti di normalità del TSH sono più bassi in gravidanza rispetto alla popolazione non in stato di gravidanza. È infatti considerato normale, al momento del concepimento e nel primo trimestre di gravidanza, un valore massimo di TSH di 2.5 mui/l, mentre è considerato normale fino a mui/l per le donne non gravide. Quando si programma una gravidanza o ci si accorge che la gravidanza è già iniziata, è buona norma controllare il TSH per sapere se è opportuno iniziare terapia con l ormone tiroideo (levo-tiroxina) o come aumentarne la posologia se già lo si sta assumendo. Dopo il parto, andrà ripristinata la terapia con levo-tiroxina precedente la gravidanza e ricontrollato il TSH dopo 4-8 settimane. In gravidanza è aumentata anche la richiesta di iodio (che è un componente essenziale degli ormoni tiroidei), perché aumenta la perdita renale di questo micronutriente e avviene un passaggio trans-placentare di iodio verso il feto, che lo utilizza per la propria produzione di ormoni tiroidei. Alcuni studi recenti inoltre sembrerebbero indicare una correlazione diretta tra deficit iodico in gravidanza e quoziente intellettivo (Q.I.) nel bambino. Per questi motivi l Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda un apporto iodico giornaliero, in gravidanza, di 250 μg (microgrammi) invece dei 150 μg raccomandati per la restante popolazione adulta. Il contenuto dello iodio è molto variabile nelle diverse categorie di alimenti e inoltre, in ogni categoria, può variare per localizzazione geografica. Le concentrazioni più alte si hanno nel pesce di mare (mediamente 80 μg per 100 gr di pesce fresco), mentre concentrazioni decisamente più basse si hanno negli altri alimenti (mediamente 8 μg nelle uova, 6 μg nei cereali, La richiesta " di iodio è un componente essenziale degli ormoni tiroidei " 5 μg nella carne e nel latte, 3 μg nei legumi e nei vegetali, 2 μg nella frutta). Info Utili Il sale iodato (arricchito di iodio) apporta 30 μg di iodio per grammo di sale, per cui, poiché il consumo giornaliero di sale va mantenuto entro i 3-5 grammi, l uso costante (raccomandabile!) di sale iodato consente di introdurre una quantità giornaliera di μg di iodio. A questa quantità di iodio, per le donne in età fertile, specialmente se residenti in aree iodio-carenti, con programma di gravidanza, e durante la gravidanza, se ne dovrebbe aggiungere una quantità supplementare ( gr).

6 6 Dossier -SPECIALE ALIMENTAZIONE COSA C È DIETRO ALLE ALLERGIE E ALLE INTOLLERANZE ALIMENTARI? Viaggio tra le sostanze chimiche e gli inquinanti assunti Dr. renato pellegrino_specialista in medicina preventiva e microbiologica_consulente larc Per consentire un aumento costante della quantità di cibo, reso necessario dall incessante aumento della popolazione mondiale, sono state messe a disposizione numerose sostanze chimiche in grado di forzare la produttività delle piante e degli animali. L aumento delle proteine ha consentito di produrre la quantità di cibo necessaria, ma ha prodotto anche effetti negativi, a volte facilmente individuabili ed eliminabili (sostanze tossiche), ma più spesso di difficile individuazione e con effetti a distanza non previsti né facilmente identificabili, come l uso di ormoni che hanno determinato e determinano ancora oggi svariate patologie. In particolare, le proteine forzate hanno dimostrato di essere maggiormente allergogene, come, ad esempio, quelle del lattice di gomma, con conseguente incremento delle sensibilizzazioni allergiche sia dirette, attraverso il contatto o l inalazione, sia tramite la contaminazione degli alimenti confezionati da cuochi dotati di guanti in lattice. Anche per gli alimenti, l uso di fertilizzanti e diserbanti vari, ha determinato la produzione di proteine maggiormente sensibilizzanti. Questo, pur non essendo l unico motivo, rappresenta una spiegazione dell aumento delle allergie alimentari sia tra i bambini, sia tra gli adulti. Per la conservazione degli alimenti e per migliorarne l aspetto e la palatabilità, sono state utilizzate numerose sostanze chimiche di sintesi, che noi ingeriamo nella dose di circa 12 Kg/anno, non necessariamente ed immediatamente nocive, ma i cui effetti a distanza non sono del tutto noti, anche perché spesso gli eventi avversi si manifestano non a seguito di una singola somministrazione, ma come somma di svariate somministrazioni/sostanze. Ogni giorno assumiamo, più o meno consapevolmente, almeno 100 sostanze chimiche di sintesi, attraverso il cibo, l acqua e l aria che respiriamo. La contaminazione del cibo, particolarmente per via antropica, caratterizzata dall uso eccessivo di determinati conservanti o additivi, dall uso eccessivo o non ben controllato di fertilizzanti e pesticidi in agricoltura (che giungono poi sulle nostre tavole attraverso le masse muscolari di animali che le hanno ingerite con l erba), associata ad una cattiva Test allergologici PATCH TEST - Test epicutanei che consistono nell applicazione di varie sostanze sulla cute, da controllare dopo 48 ore per una prima lettura e nella quarta o quinta giornata dall applicazione per la seconda lettura. Studiano le dermatiti da contatto, la dermatite atopica, altre patologie da contatto e, a volte, anche l orticaria come completamento di altre indagini diagnostiche. PRICK TEST - Test diagnostico utilizzato per la diagnosi della rinite, della congiuntivite, dell asma allergica e delle allergie alimentari. I prick test vengono eseguiti in numero e tipo variabili in rapporto alla sintomatologia. Il test consiste nell applicazione di una goccia di estratto allergenico sulla pelle dell avambraccio e nella successiva lieve incisione della cute, tramite un dispositivo monouso appuntito. Il tempo necessario per il test è di circa 20 minuti, in cui si aspetta l eventuale reazione. RAST TEST - Si tratta di un semplice prelievo di sangue che permette di individuare ed identificare gli allergeni responsabili di allergia nel paziente. Rispetto ai test cutanei ha il vantaggio di non richiedere l'interruzione del trattamento degli antistaminici e può essere eseguito anche su chi difficilmente tollera l'applicazione dei test cutanei, come ad esempio i neonati.

7 Dossier -SPECIALE ALIMENTAZIONE 7 lavorazione degli alimenti (come il processo di affumicatura, che può sviluppare sostanze tossiche e/o allergizzanti come la formaldeide e il benzopirene e può anche portare alla formazione delle pericolosissime nitrosammine) e, spesso, ad un inquinamento radioattivo (neppure monitorato per legge), rappresenta oggi uno dei fattori più importanti nello sviluppo di patologie allergiche e non, e in particolare di alcune malattie della pelle quali l orticaria e varie dermatiti. Un altro tipico problema di contaminazione alimentare nasce dagli inquinanti che possono derivare dagli imballaggi, dove l uso sempre maggiore Le allergie nella storia Dalle prime ricerche di immunologia di inizio 900 ai giorni nostri Dr. francesco scaroina_primario emerito di medicina interna_direttore sanitario larc ESISTE UNA CLASSE INTERA DI MALATTIE O DI FENOMENI INDESIDERABILI DOVUTI AL CONTATTO O ALL INGESTIONE DI ELEMENTI NATURALI ALTRIMENTI INDIFFERENTI Le conoscenze sulle allergie sono iniziate dopo le prime e importanti ricerche di immunologia di inizio 900. Un intuitiva segnalazione di John Bostock del 1819 aveva descritto la ben nota "febbre da fieno" con sintomi specifici oculo-rinitici. Ottanta anni dopo il medico inglese Charles Harrison Blackley mette a punto i primi test allergologici, consistenti nell'applicazione intradermica della sostanza sospetta. La risposta era positiva quando dopo 30 minuti circa appariva un intenso arrossamento provocato dalla risposta infiammatoria locale all'agente estraneo (chiamato "reagene"). Nel 1905 i pediatri austriaci Klemens von Pirquet e Béla Schick finalmente propongono ai medici il termine "allergia", per indicare il risultato dell'ipersensibilità in un organismo immunizzato e i disturbi ad esso connessi. Tale fenomeno era stato descritto da von Behring per la difterite e definito paradoxe reaktion". Pare abbastanza assurdo giudicare ambigue alcune leggi della natura dove le loro azioni, o benefiche o tossiche, non abbiano limiti netti e comportamenti discontinui. Ma è evidente che allo stesso capitolo che tratta di immunologia, e cioè dei dispositivi biologici ordinati dalla natura a difesa dell'organismo, si debbano aggiungere altri argomenti che, obbedienti agli stessi dispositivi, e con gli stessi mezzi, possano condurre ad effetti talmente opposti da causare pericolosi, gravi e acuti rischi per la salute, o la morte come lo shock anafilattico. Tito Lucrezio Caro, nel De rerum natura, ricordava: Quello che è cibo per un uomo è veleno per un altro. La definizione di allergia alimentare: è una rapida ed delle materie plastiche, che possono rilasciare sostanze varie e/o frammenti di macromolecole, possono aumentare la tossicità e l allergenicità dei prodotti conservati. Produzione forzata di alimenti, con conseguente stress delle piante e degli animali, globalizzazione dei prodotti, con necessità di conservanti ed imballaggi particolari, rappresentano pertanto fattori importanti da rivalutare, anche in relazione all aumento delle allergie e delle intolleranze alimentari, che attualmente si verifica nei paesi industrializzati. esagerata reazione patologica del sistema immunitario nei confronti di un alimento ingerito. Spesso è scambiata erroneamente con un intolleranza alimentare (o ipersensibilità alimentare) ed è opinione condivisa che questa patologia sia dovuta ad una soppressione dei normali meccanismi di tolleranza immunologica alle proteine ingerite con il cibo (ecco la reazione paradossale!). Tra gli alimenti maggiormente coinvolti nelle allergie alimentari vi sono il latte, le uova, la soia, le arachidi, le nocciole, il pesce, i crostacei e molti altri alimenti capaci di far degranulare l'istamina contenuta nei mastociti con conseguenti effetti nefasti sull organismo. Inoltre, i cibi sono spesso accompagnati da inquinanti che rendono ancor più complesso il capitolo delle allergie e delle intolleranze. Per la diagnosi occorre un'attenta anamnesi, seguita da accertamenti di laboratorio, e se necessari, dei test di scatenamento. Quali le indicazioni sanitarie? Educare il paziente a individuare e discutere con il medico l'allergene responsabile delle manifestazioni allergiche e, in caso di ingestione non intenzionale dello stesso, iniziare una terapia antiallergica. Talvolta è anche possibile una prevenzione farmacologica.

8 Primo Soccorso USTIONI COSA FARE IN CASO DI INCIDENTI DOMESTICI Uno dei più diffusi incidenti domestici è l ustione che può coinvolgere i bambini (ad esempio quando viene servita una minestrina troppo calda) o gli adulti che si cimentano ai fornelli. Quando ci si scotta la prima cosa da fare è rinfrescare la parte bruciata sotto l acqua fredda, senza fare pressione né toccare la parte arrossata. Se la bruciatura è avvenuta sotto i vestiti, cercare di toglierli quando si è sotto l acqua ad eccezione di quelli che aderiscono alla ferita. Se l ustione è molto estesa o le vesciche sono molto grandi (più di metà del palmo della mano della persona che ha subito l ustione), la bruciatura è considerata grave. Bisogna far distendere la vittima, ovviamente senza far appoggiare la parte dolorante. Se presenta difficoltà respiratorie, posizionarlo in posizione semi seduta. Avvertire immediatamente i soccorsi e sorvegliare la vittima fino all arrivo del 118. Se la bruciatura è piccola, tenere la parte lesa sotto l acqua fredda fino alla scomparsa del dolore. Proteggere la bruciatura con una benda o un cerotto, senza bucare la vescica. Se la ferita diventa calda, gonfia o se continua a fare male oltre le 24 ore, consultare un medico. Dr. federico olliveri_ specialista in cardiologia e medicina interna_consulente larc Buone notizie NOCI E ARACHIDI ALIMENTI CHE ALLUNGANO L ESISTENZA Noci e arachidi sono un ottima soluzione contro le principali cause di morte. Uno studio pubblicato sull International Journal of Epidemiology conferma un legame tra la loro assunzione e tassi di mortalità più bassi. La ricerca è stata condotta utilizzando i dati del Netherlands Cohort Study su oltre olandesi di anni, uomini e donne. Il consumo è stato valutato con domande sulla frequenza e sulla dimensione delle porzioni. I ricercatori dell Università di Maastricht hanno analizzato la relazione dal 1986 in poi. Ebbene, gli uomini e le donne che mangiano almeno 10 grammi di noci o arachidi al giorno hanno un minor rischio di morire per alcune importanti cause di morte rispetto alle persone che non ne consumano. La riduzione della mortalità risulta in particolare più forte per malattie respiratorie, neurodegenerative e diabete, seguite da cancro e patologie cardiovascolari. La Redazione

9 W la mamma! TONSILLE E ADENOIDI: QUANDO è GIUSTO TOGLIERLE? Il ruolo delle tonsille e delle adenoidi è quello di proteggere le vie aeree permettendo l incontro tra i germi contenuti nell aria che respiriamo con le cellule del nostro sistema immunitario. Quando, però, vengono meno al compito di difesa che abitualmente svolgono, oppure sono di impedimento per le normali funzioni fisiologiche del nostro organismo, possono costituire un rischio. A questo punto, se le terapie mediche non funzio- OCCORRE INTERVENIRE CHIURGICAMENTE QUANDO: le dimensioni di adenoidi e tonsille sono tali da determinare un ostruzione del passaggio di aria durante il sonno (Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno nota come OSAS) si riscontra nelle tonsille la persistenza, nonostante opportuna terapia antibiotica, dello Streptococco beta emolitico di gruppo "A": questo germe può essere responsabile della malattia reumatica con possibili danni a carico del cuore, dei reni, delle articolazioni pur non essendo presente lo Streptococco, gli episodi di tonsillite sono talmente frequenti da impedire la normale vita del soggetto, per cui i bambini sono più a casa che a scuola (almeno 5 episodi/anno) è presente un linfonodo del collo aumentato di dimensioni (> 2cm) in modo persistente anche dopo terapia opportuna vi siano stati episodi di ascesso peritonsillare vi siano state convulsioni febbrili che si ripetono il paziente sia affetto da patologie malformative dell apparato respiratorio e/o cardiocircolatorio, oppure malattie croniche in previsione di terapie ortodontiche è presente un quadro di otite media cronica secretiva che determina difficoltà uditive persistenti e continuative (solo adenoidectomia) Dr. roberto marino_ specialista in otorinolaringoiatria nano, si pone la necessità di rimediarvi con la loro rimozione. Rifacendoci alle Linea Guida del Ministero della Salute che riguardano L appropriatezza e la sicurezza degli interventi di tonsillectomia e/o adenoidectomia, con le opportune eccezioni che rendono più elastici i criteri, possiamo affermare quali sono nel bambino le principali indicazioni chirurgiche all adenotonsillectomia Dizionario medico CALORIMETRIA COME MISURARE IL METABOLISMO Quando si inizia una dieta meglio misurare il metabolismo attraverso l'esame della calorimetria indiretta. La calorimetria è un esame specifico che serve a misurare il metabolismo basale di un individuo, ovvero la quantità di calorie necessarie ad un individuo per svolgere le funzioni vitali. Queste informazioni sono indispensabili per impostare e/o tarare una dieta personalizzata, perché conoscendo il metabolismo basale si potrà calcolare la quota calorica minima necessaria a ciascuno, sotto la quale non è mai corretto spingersi. La calorimetria è un esame assolutamente indolore e non invasivo: il paziente dovrà solamente sdraiarsi sul lettino e respirare dentro una maschera collegata ad un apparecchio, il calorimetro appunto, che attraverso il consumo di ossigeno e la produzione di anidride carbonica, va a stimare il metabolismo del paziente. L'apparecchiatura in uso nelle sedi del Gruppo LARC è di semplice utilizzo e di grande precisione, cosa che permette di ridurre i tempi della misurazione del dispendio energetico a soli minuti. Per l esecuzione dell esame è necessario che il paziente sia a digiuno da almeno tre ore (bevendo solo acqua) e non abbia fatto attività fisica intensa nelle 6/7 ore precedenti. Dr.ssa lidia rovera_ specialista in dietologia e gastroenterologia_ consulente larc

10 10 Appuntamenti e Novità Correte nelle Sedi del Gruppo LARC! Per informazioni e prenotazioni: tel larcservizi.it - larc.it 1. Odontolarc: prima visita gratuita 2. Nuova tecarterapia Spesso si sottovaluta l importanza di sottoporsi ad un controllo periodico e si decide di andare dal dentista solamente quando si comincia a sentire il dolore ed il problema si è già manifestato. Bisognerebbe invece dare la giusta importanza alla propria bocca e capire che la vera prevenzione comincia seguendo i consigli del dentista. È bene, infatti, sottoporsi ad una visita di controllo e ad una seduta di igiene orale almeno una volta l anno. Nella fisioterapia del Poliambulatorio LARC in corso Venezia è arrivato il nuovo apparecchio per tecarterapia INDIBA activ, che permette una rapida accelerazione dei processi naturali di recupero del corpo umano, con una riduzione del dolore fin dalla prima seduta. Vieni a provare la qualità Odontolarc! La nuova tecarterapia è efficace per: osteoartrite, periartrite, lombalgia, dorsalgia, cervicalgia, distorsioni, fratture, lesioni muscolari, tendinite, borsite, dolori inguinali, problemi del pavimento pelvico e trattamenti di fisioestetica. LA PRIMA VISITA È GRATUITA tel Valutazione baropodometrica Fino al 31/07/2015 presso il Gruppo Larc è possibile usufruire di un esame baropodometrico gratuito, per valutare la corretta postura ed il carico sul piede durante la camminata. L esame è effettuabile presso le sedi Larc di: - Torino, corso Venezia 10 - Torino, via Giordana 2 - Pinerolo, via Gatto 28 Previeni problemi ai piedi, alle gambe ed alla schiena approfittando subito della promozione! INDIBA activ ristabilisce il recupero dei movimenti, normalizza il tono muscolare, aumenta l elasticità. 4. Prenota on line anche con la ricetta rossa Oggi puoi finalmente prenotare on line la tua prestazione sanitaria, in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale (con la ricetta rossa) o privatamente. Visite mediche, prestazioni specialistiche, esami radiologici, ecografie... tutto a tua disposizione collegandoti al sito Dopo la registrazione, potrai scegliere la sede, vedere la disponibilità dei medici, decidere in base alle tue esigenze e confermare l appuntamento. Tutto senza attese telefoniche, a qualsiasi ora e con la garanzia di scegliere la soluzione più adatta. Potrai prenotare anche per i tuoi famigliari o per chi ha bisogno della tua assistenza. Per restare sempre aggiornato sulle novità del Gruppo LARC iscriviti alla newsletter sul sito e seguici su Facebook

11 L'esperto risponde 11 DOMANDE & RISPOSTE L esperto risponde DERMATOLOGIA Fungo, sfogo o allergia? Da qualche giorno ho delle bollicine piccolissime sul lato del dito indice della mano, non sono visibilissime ma si sentono al tatto. Mi hanno detto che potrebbe trattarsi di un fungo. Cosa devo fare? Carla, 26 anni Dalla sua descrizione ritengo possa trattarsi più probabilmente di una dermatite da contatto (irritativa o allergica) oppure di una disidrosi (o eczema disidrosico). Credo si possa escludere un'eziologia fungina. Tuttavia solo una valutazione diretta e la raccolta dei sintomi (prurito, bruciore...) oltre all'esame della sua anamnesi possono chiarire e definire il quadro. Dr. Stefano Titli Specialista in Dermatologia e Venerologia Consulente LARC CARDIOLOGIA Dolore al petto Sono una ragazza di 31 anni, ogni tanto ho dolore al petto in corrispondenza del cuore. Ho consultato un cardiologo, effettuato l'elettrocardiogramma ed esami del sangue, risultati nella norma. Può essere un dolore intercostale oppure è un dolore cardiaco? Ho anche un lieve reflusso gastrico che curo periodicamente. Anna, 35 anni Una attenta valutazione anamnestica dei sintomi cioè che tipo di dolore è, quanto dura, quando compare, cosa lo migliora e cosa lo peggiora sono la chiave più importante per capirne l origine quindi parlarne con il medico curante e il cardiologo. Assai raramente in una ragazza di 31 anni il dolore può essere coronarico, la patologia cardiaca più frequente potrebbe essere la pericardite che però ha dei segni clinici ed elettrocardiografici ben precisi. I dolori intercostali sono la causa più comune come assai comune è il disturbo da malattia da reflusso che simula notevolmente il dolore cardiaco. Da prendere anche in considerazione le somatizzazioni da ansia. Il miglior consiglio è di aver fiducia e seguire i consigli del proprio medico curante e del proprio cardiologo. Dr. Federico Olliveri Specialista in Cardiologia e Medicina Interna Direttore Sanitario LARC OCULISTICA Calazio Sono stato operato 4 volte per calazi agli occhi, vorrei sapere se ho una blefarite cronica e da cosa son provocati questi calazi. Le soluzioni per lavaggi oculari son utili come prevenzione? Esiste qualcosa che previene la formazione? Walter, 48 anni Il calazio si forma per l'occlusione infiammatoria di una ghiandola di tipo sebaceo presente nella palpebra. Spesso e' presente blefarite. I lavaggi con soluzioni disinfettanti peribulbari può essere un'ottima soluzione a scopo preventivo e curativo. Dr.ssa Patrizia Catellino Specialista in Oftalmologia Consulente LARC

12 P R I M A V I S I TA D E N T I S T I C A G R AT U I TA VIENI A SCOPRIRE LA QUALITÀ ODONTOLARC PRENOTA SUBITO SENZA IMPEGNO!

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche Allergia da alimenti Il problema delle reazioni avverse agli alimenti era noto fin dai tempi degli antichi greci e particolari manifestazioni erano già state associate all ingestione di cibi. Tutti gli

Dettagli

Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica.

Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica. A Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica. Allergia - Ipersensibilità dell'organismo verso una sostanza di origine

Dettagli

Un problema di cuore.

Un problema di cuore. Le malattie cardiovascolari nella donna Le malattie cardiovascolari nella donna Opuscolo redatto da Maria Lorenza Muiesan* e Maria Vittoria Pitzalis*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*,

Dettagli

Le allergie alimentari

Le allergie alimentari Le allergie alimentari A cura del Dott. Renato Caviglia, MD, PhD Specialista in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Dottore di Ricerca in Scienze Epato-Gastroenterologiche Introduzione L'allergia

Dettagli

SERVIZIO DI DIETO LOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA

SERVIZIO DI DIETO LOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA SERVIZIO DI DIETO LOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA Il SERVIZIO DI DIETOLOGIA AIED offre: Visite mediche specialistiche Elaborazione diete computerizzate personalizzate

Dettagli

I bambini allergici a scuola

I bambini allergici a scuola I bambini allergici a scuola Qualche numero.. Le allergie alimentari interessano l 8% dei bambini nei primi 3 anni di vita, il 3-4% di quelli in età scolare, e rimangono persistenti nel 2% dopo i 10 anni.

Dettagli

Cos è la stenosi carotidea. Perchè succede. Quali rischi si corrono

Cos è la stenosi carotidea. Perchè succede. Quali rischi si corrono Cos è la stenosi carotidea La stenosi carotidea è il restringimento del lume dell arteria carotide uno dei vasi principali che porta il sangue al cervello dovuto alla presenza di una placca ateromasica.

Dettagli

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO 1. Definizione 2. Classificazione 2.1. Diabete mellito di tipo 1 2.2. Diabete mellito di tipo 2 2.3. Diabete gestazionale 2.4. Altre forme di diabete 2.5.

Dettagli

Tu sei nel cuore di Fondo Est!

Tu sei nel cuore di Fondo Est! Tu sei nel cuore di Fondo Est! Prevenzione della Sindrome Metabolica 1 Fondo EST in collaborazione con Unisalute ti invita a partecipare alla campagna TU SEI NEL CUORE DI FONDO EST. Si tratta di uno screening

Dettagli

colesterolo sotto controllo

colesterolo sotto controllo Come tenere il colesterolo sotto controllo LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Cos è il colesterolo alto (ipercolesterolemia)? Come succede a molti di noi, non hai mai pensato al colesterolo o

Dettagli

L INFERTILITA MASCHILE

L INFERTILITA MASCHILE L INFERTILITA MASCHILE Dott. CARMINE DI PALMA Andrologia, Urologia, Chirurgia Andrologica e Urologica, Ecografia Come si definisce l infertilità maschile? L'infertilità maschile corrisponde a una ridotta

Dettagli

tiroide tre ormoni calcitonina Via Mazzini 12, Bologna www.sismer.it

tiroide tre ormoni calcitonina Via Mazzini 12, Bologna www.sismer.it S.I.S.Me.R. - Società Italiana Medicina della Riproduzione La tiroide è una piccola ghiandola endocrina dalla forma simile a quella di una farfalla, posta anteriormente nel collo al di sotto della laringe,

Dettagli

Corso Base per Aspiranti Volontari della CROCE ROSSA ITALIANA EMORRAGIE - FERITE OBIETTIVO DELLA LEZIONE Conoscere le emorragie e saperle trattare Conoscere le ferite e saperle trattare Il meccanismo della

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI ADENOTONSILLECTOMIA

INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI ADENOTONSILLECTOMIA UNITA OPERATIVA COMPLESSA DI OTORINOLARINGOIATRIA Direttore: Carlo Alicandri Ciufelli NOTA ORL 02 Revisione 1 del 09.09.2010 Pagina 1 di 4 INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI ADENOTONSILLECTOMIA

Dettagli

2 CONVEGNO DIABESITA

2 CONVEGNO DIABESITA 2 CONVEGNO DIABESITA La co-morbidità nel paziente con diabesità Dott. Roberto Gualdiero 7 Giugno 2014- CAVA DEI TIRRENI Diabesità è il neologismo coniato dall OMS per sottolineare la stretta associazione

Dettagli

VISITA PRE-CONCEZIONALE

VISITA PRE-CONCEZIONALE VISITA PRE-CONCEZIONALE Avete deciso che è arrivato il momento giusto di avere un bambino è avete già iniziato a prepararvi anche emotivamente al coinvolgimento necessario e all impegno a lungo termine

Dettagli

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche Negli ultimi decenni la frequenza delle malattie allergiche in Italia e nel mondo ha subìto un continuo aumento, dando luogo a quella che

Dettagli

GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) PREFAZIONE

GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) PREFAZIONE GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) Le informazioni fornite attraverso queste pagine, sono state tratte da un opuscolo pubblicato e curato dal Gruppo di Lavoro

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA. Il tuo Pediatra

AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA. Il tuo Pediatra AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA Il tuo Pediatra Il tuo Pediatra Gentili Genitori, abbiamo realizzato questa guida Il tuo Pediatra per presentare in modo semplice e comprensibile l

Dettagli

CONSULENZA PRECONCEZIONALE

CONSULENZA PRECONCEZIONALE CONSULENZA PRECONCEZIONALE Questo articolo è rivolto a tutte le coppie che desiderano un figlio, o che non escludono di averlo in futuro, e che vogliono conoscere con maggior precisione quali siano le

Dettagli

FAQ LE DOMANDE PIÙ FREQUENTI. Cosa s intende per malattie cardiovascolari? Il rischio di andare incontro a infarto è uguale per uomini e donne?

FAQ LE DOMANDE PIÙ FREQUENTI. Cosa s intende per malattie cardiovascolari? Il rischio di andare incontro a infarto è uguale per uomini e donne? Cosa s intende per malattie cardiovascolari? Le malattie cardiovascolari sono tutte quelle patologie che colpiscono il cuore e/o i vasi sanguigni. In caso di malattia si verifica una lesione in uno o più

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Desensibilizzazione. o Immunoterapia Allergene specifica

Desensibilizzazione. o Immunoterapia Allergene specifica La Desensibilizzazione o Immunoterapia Allergene specifica Le allergie interessano il 25% della popolazione italiana e raggiungeranno 1 persona su 2 entro il 2010 La ragione di questo aumento è in parte

Dettagli

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

NON ESSERE PAZIENTE! NELLE FARMACIE CONVENZIONATE www.revitasalute.it PROGETTO SALUTE

NON ESSERE PAZIENTE! NELLE FARMACIE CONVENZIONATE www.revitasalute.it PROGETTO SALUTE 800 65 02 33 NON ESSERE PAZIENTE! NELLE FARMACIE CONVENZIONATE www.revitasalute.it PROGETTO SALUTE PERCHE SCEGLIERE REVITA 10 MOTIVI PER SCEGLIERE REVITA COS E REVITA RE VITA PROGETTO SALUTE È una moderna

Dettagli

Obiettivi. Identificare le emergenze ostetrico/ ginecologiche. Assistere la donna durante la fase di travaglio e parto fisiologico

Obiettivi. Identificare le emergenze ostetrico/ ginecologiche. Assistere la donna durante la fase di travaglio e parto fisiologico CAPITOLO 6 Obiettivi Identificare le emergenze ostetrico/ ginecologiche Assistere la donna durante la fase di travaglio e parto fisiologico Assistere il neonato Assistere la donna con complicanze da parto

Dettagli

PATOLOGIE MEDICHE in EMERGENZA

PATOLOGIE MEDICHE in EMERGENZA PATOLOGIE MEDICHE in EMERGENZA COSA SONO, COME SI RICONOSCONO, COME SI OPERA Patologia Ischemica (Infarto) Cuore (infarto) Cervello (Ictus) Scompenso Cardiaco Difficoltà Respiratorie Shock Che cosa sono,

Dettagli

PREVENIRE E CURARE LE MALATTIE VASCOLARI OGGI

PREVENIRE E CURARE LE MALATTIE VASCOLARI OGGI PREVENIRE E CURARE LE MALATTIE VASCOLARI OGGI La patologia arteriosa comprende diversi distretti anatomici ed è causata da molteplici fattori, tra i quali quelli più frequentemente chiamati in causa sono

Dettagli

COSA FARE DOPO UNA ARTERIOPATIA PERIFERICA

COSA FARE DOPO UNA ARTERIOPATIA PERIFERICA Lega Friulana per il Cuore COSA FARE DOPO UNA ARTERIOPATIA PERIFERICA Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice a cura di: IRCCS E. MEDEA LA NOSTRA FAMIGLIA (Direttore sanitario Dott. M. Molteni) UO FARMACOLOGIA CLINICA AO L. SACCO (Direttore Prof. E. Clementi) Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M.

Dettagli

VADEMECUM PER COPPIE PORTATRICI DI TALASSEMIA

VADEMECUM PER COPPIE PORTATRICI DI TALASSEMIA VADEMECUM PER COPPIE PORTATRICI DI TALASSEMIA Questo vademecum non ha alcuna pretesa medica, ma intende essere uno strumento informativo di base per le coppie portatrici di talassemia. Invitiamo gli interessati

Dettagli

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE CAPITOLO 5_e 1 OBIETTIVI DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE IDENTIFICARE I SEGNI DI GRAVITÀ E LE MANOVRE DI SOSTEGNO 2 ALTRE PATOLOGIE

Dettagli

A cura di Marcello Ghizzo

A cura di Marcello Ghizzo IL PRIMO SOCCORSO A NOI E AGLI ALTRI A cura di Marcello Ghizzo Per cominciare Il rischio che tu o i tuoi compagni possiate restare vittime di incidenti durante la pratica sportiva, il gioco, a scuola o

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Ho mal di stomaco Che cosa è la dispepsia INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 24-0 05/09/2012 INDICE Cos è? 4 Come si riconosce? 5 La dispepsia

Dettagli

U.O.C. Medicina del Lavoro Direttore: Prof. Marcello Lotti ALLERGOLOGIA. Responsabile: Dott.ssa Mariangiola Crivellaro CARTA

U.O.C. Medicina del Lavoro Direttore: Prof. Marcello Lotti ALLERGOLOGIA. Responsabile: Dott.ssa Mariangiola Crivellaro CARTA U.O.C. Medicina del Lavoro Direttore: Prof. Marcello Lotti ALLERGOLOGIA Responsabile: Dott.ssa Mariangiola Crivellaro CARTA DI ACCOGLIENZA Ospedale Giustinianeo - 2 piano 1 Presentazione Gentile Signora/e,

Dettagli

CAUSE E CONSEGUENZE. Lingua Italiana

CAUSE E CONSEGUENZE. Lingua Italiana Che cos è il Diabete CAUSE E CONSEGUENZE. Lilly Cos è il Diabete Il DIABETE MELLITO è una malattia frequente che dura tutta la vita. In Italia ci sono 3 milioni e mezzo di persone con Diabete, a cui vanno

Dettagli

IL DIABETE GESTAZIONALE

IL DIABETE GESTAZIONALE IL DIABETE GESTAZIONALE dott.ssa Annamaria Nuzzi Ambulatorio Diabete e Gravidanza S.S.D. Diabetologia e Malattie del Metabolismo A.S.L. CN2 sede di Alba e Canale Resp.. Dott.ssa A. Rosatello COS E IL DIABETE

Dettagli

L allergia L allergia è una reazione eccessiva del sistema immunitario verso una sostanza, detta allergene, che solitamente non dà alcun problema nella maggior parte della popolazione. L allergia può essere

Dettagli

Toxoplasmosi. A cura di Dr Nadia Gussetti, Azienda Ospedaliera di Padova Prof Mario Pietrobelli, Università degli Studi di Padova

Toxoplasmosi. A cura di Dr Nadia Gussetti, Azienda Ospedaliera di Padova Prof Mario Pietrobelli, Università degli Studi di Padova Questo opuscolo informativo nasce da un iniziativa organizzata dall Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Padova e dall Ordine dei Medici Veterinari di Padova con il patrocinio del Comune

Dettagli

N cartella N ricovero Cognome Nome Data di nascita

N cartella N ricovero Cognome Nome Data di nascita Io sottoscritto/a, DICHIARO di essere stato/a esaurientemente informato/a, dal Dr. riguardo all intervento di: In particolare, mi è stato spiegato che: La gastrostomia percutanea (PEG) è un dispositivo

Dettagli

La tiroide è una ghiandola posta nel collo, appena sotto la cartilagine tiroidea (il cosiddetto pomo d'adamo).

La tiroide è una ghiandola posta nel collo, appena sotto la cartilagine tiroidea (il cosiddetto pomo d'adamo). COS'È IL TUMORE ALLA TIROIDE La tiroide è una ghiandola posta nel collo, appena sotto la cartilagine tiroidea (il cosiddetto pomo d'adamo). Ha la forma di una farfalla con le due ali poste ai lati della

Dettagli

Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie

Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie PROGETTO INDOOR SCHOOL Esposizione ad inquinanti indoor: linee guida per la valutazione dei fattori di rischio in ambiente scolastico e definizione delle misure per la tutela della salute respiratoria

Dettagli

perchè vengono, QUali sono, Come possiamo evitarle lingua italiana

perchè vengono, QUali sono, Come possiamo evitarle lingua italiana Le complicanze perchè vengono, QUali sono, Come possiamo evitarle lilly Le cause delle complicanze Il diabete è una malattia cronica caratterizzata da elevati valori di zucchero nel sangue, elevata glicemia,

Dettagli

L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti

L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti Anziani f-+ m gamba L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti organizzata dalla Fondazione Veronesi nell 'ambito del programma "The Future qfscience

Dettagli

a cura della sezione di Torino Il Lichen Orale

a cura della sezione di Torino Il Lichen Orale Il Lichen Orale 1. Che cosa e il lichen planus? 2. E una malattia trasmissibile o infettiva? 3. Quali distretti corporei può colpire? 4. Quali sono gli aspetti clinici della malattia quando colpisce il

Dettagli

A CURA DEL DOTT. GUARDO S. RAUL

A CURA DEL DOTT. GUARDO S. RAUL A CURA DEL DOTT. GUARDO S. RAUL ONLUS (D.Lgs. 460/97) 1 LA TIROIDE CHE SI AMMALA DI PIÙ È FEMMINILE A cura del dott. Raul Guardo Salinas Che cosa è la tiroide: La tiroide è una ghiandola endocrina posta

Dettagli

RUSSARE. Il russamento, soprattutto se abituale, è stato recentemente riconosciuto come patologia e come fattore di rischio per malattie gravi.

RUSSARE. Il russamento, soprattutto se abituale, è stato recentemente riconosciuto come patologia e come fattore di rischio per malattie gravi. RUSSARE Circa il 30% della popolazione adulta dei paesi industrializzati russa con un'incidenza doppia negli uomini rispetto alle donne La percentuale sale al 60% tra i maschi in età superiore ai 60 anni.russare

Dettagli

Master di II livello. Università Cattolica del Sacro Cuore. Malattie Allergiche Severe. Anno Accademico 2014 2015. Programma definitivo

Master di II livello. Università Cattolica del Sacro Cuore. Malattie Allergiche Severe. Anno Accademico 2014 2015. Programma definitivo Master di II livello Università Cattolica del Sacro Cuore Malattie Allergiche Severe (alimenti, farmaci, imenotteri, lattice, anafilassi ed asma grave) Anno Accademico 2014 2015 Programma definitivo 21

Dettagli

Un efficace strumento di cura e prevenzione

Un efficace strumento di cura e prevenzione HK HealthKlab HealthKlab Health Klab, il Klab della salute, nasce con l'obiettivo di creare e mantenere salute. Sotto questo marchio operano il Servizio di Prevenzione e Attività Fisica dell'istituto di

Dettagli

Senza il dolce, il cuore è più leggero.

Senza il dolce, il cuore è più leggero. Il diabete Il diabete Opuscolo redatto da Franco Veglio*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*, appartengono anche i seguenti titoli: Senza il dolce, il cuore è più leggero. L attività fisica

Dettagli

Allergia. Cosa sono e come si presentano. Cosa sono e come si presentano - Prevenzione - Sintomi - Esami - Terapia - Prognosi - Shock anafilattico

Allergia. Cosa sono e come si presentano. Cosa sono e come si presentano - Prevenzione - Sintomi - Esami - Terapia - Prognosi - Shock anafilattico Allergia Cosa sono e come si presentano - Prevenzione - Sintomi - Esami - Terapia - Prognosi - Shock anafilattico Cosa sono e come si presentano Le allergie sono una eccessiva reazione a sostanze che in

Dettagli

La Gialmica ti permette di prendere un appuntamento per una visita con la nostra Nutrizionista, la

La Gialmica ti permette di prendere un appuntamento per una visita con la nostra Nutrizionista, la La Gialmica ti permette di prendere un appuntamento per una visita con la nostra Nutrizionista, la Dott.ssa Ventriglia. Potrai ricevere una dieta personalizzata e bilanciata con i consigli per dimagrire

Dettagli

Risonanza Magnetica (=RM) INFORMAZIONI

Risonanza Magnetica (=RM) INFORMAZIONI Risonanza Magnetica (=RM) INFORMAZIONI Che cos'è? La Risonanza Magnetica è una moderna tecnica diagnostica usata in medicina che fornisce immagini dettagliate del corpo umano. Con questa tecnica molte

Dettagli

PRIMO SOCCORSO. Dott.ssa Elvezia Fumagalli

PRIMO SOCCORSO. Dott.ssa Elvezia Fumagalli PRIMO SOCCORSO Dott.ssa Elvezia Fumagalli PRIMO SOCCORSO Il primo soccorso è l aiuto che si presta alla persona o alle persone che sono state vittime di un incidente o di un malore, in attesa che intervengano

Dettagli

CORSO INTEGRATO DI INFERMIERISTICA CLINICA MATERNO-INFANTILE INFERMIERISTICA OSTETRICA E GINECOLOGICA

CORSO INTEGRATO DI INFERMIERISTICA CLINICA MATERNO-INFANTILE INFERMIERISTICA OSTETRICA E GINECOLOGICA CORSO INTEGRATO DI INFERMIERISTICA CLINICA MATERNO-INFANTILE INFERMIERISTICA OSTETRICA E GINECOLOGICA MEZZI DI INDAGINE IN GINECOLOGIA 1 ANAMNESI - ginecologica dell infanz - ginecologica ed ostetrica

Dettagli

L asma non va in vacanza

L asma non va in vacanza L asma non va in vacanza Non dimenticare di controllare ASMA e RINITE allergica anche d estate A cura della Merck Sharp & Dohme (Italia) S.p.A.Via G. Fabbroni, 6-00191 Roma www.msd-italia.it www.univadis.it

Dettagli

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Informazioni per i genitori A cosa serve lo screening neonatale Questa pubblicazione serve ad illustrare perché è così importante

Dettagli

ARTERIOPATIE CRONICHE OSTRUTTIVE Le arterie sono un sistema di distribuzione composto da vasi in grado di adattarsi a situazioni emodinamiche

ARTERIOPATIE CRONICHE OSTRUTTIVE Le arterie sono un sistema di distribuzione composto da vasi in grado di adattarsi a situazioni emodinamiche ARTERIOPATIE CRONICHE OSTRUTTIVE Le arterie sono un sistema di distribuzione composto da vasi in grado di adattarsi a situazioni emodinamiche variabili Derivazione embriologica: Mesoderma La patologia

Dettagli

FEBBRE DEL LABBRO MAI PIÙ HERPOTHERM

FEBBRE DEL LABBRO MAI PIÙ HERPOTHERM FEBBRE DEL LABBRO MAI PIÙ HERPOTHERM Alta tecnologia Made in Germany per una nuova terapia di Herpes Labialis - senza sostanze chimiche! Che cosa è HERPOTHERM? HERPOTHERM è un nuovo, ma soprattutto innovativo,

Dettagli

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie.

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie. GENETICA MEDICA PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA L ambulatorio di Genetica Medica fa parte del Dipartimento Materno Infantile. Essa collabora ed interagisce strettamente con le Strutture del Dipartimento

Dettagli

CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE. www.lucapecchioli.it

CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE. www.lucapecchioli.it CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE LE CAUSE DELL OBESITÀ Dall interazione di fattori

Dettagli

Monitore Primo Soccorso Chiara Parola CRI Casciana Terme

Monitore Primo Soccorso Chiara Parola CRI Casciana Terme Monitore Primo Soccorso Chiara Parola CRI Casciana Terme OBIETTIVI: Anatomia del cuore Fisiologia del cuore Patologie dell apparato cardiaco Sangue e vasi sanguigni Come funziona la circolazione del sangue

Dettagli

PREVENZIONE: Tumori del Seno

PREVENZIONE: Tumori del Seno PREVENZIONE: Tumori del Seno Francesco Paolo Pantano (Chirurgo Oncologo) Il tumore al seno rappresenta il 27% dei tumori del sesso femminile. Ogni anno vi sono circa 36.000 nuovi casi distribuiti nelle

Dettagli

Che cosa è Cam più. A chi si rivolge. Quali benefici apporta. Cam più

Che cosa è Cam più. A chi si rivolge. Quali benefici apporta. Cam più Che cosa è Cam più CAM PIU è un servizio sanitario polispecialistico finalizzato all incremento della qualità di vita in soggetti sani: di chi cioè sta bene, ma vorrebbe stare meglio e ritardare gli effetti

Dettagli

RESPIRARE BENE PER VIVERE SANI PROGETTO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE PER COMBATTERE IL FUMO E LE MALATTIE RESPIRATORIE

RESPIRARE BENE PER VIVERE SANI PROGETTO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE PER COMBATTERE IL FUMO E LE MALATTIE RESPIRATORIE RESPIRARE BENE PER VIVERE SANI PROGETTO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE PER COMBATTERE IL FUMO E LE MALATTIE RESPIRATORIE VINCENZO SCOLA MMG CENTRO DI MEDICINA GENERALE DANIELE GIRALDI BOVOLONE (VR) DANNI

Dettagli

Patologia da incendio

Patologia da incendio USTIONI FUMI TOSSICI TRAUMI Patologia da incendio la vittima di un incendio può essere intossicata senza essere ustionata, al contrario ustioni gravi sono sempre concomitanti con una intossicazione da

Dettagli

Questa la racconto Elidel e Protopic. Osservatorio Arno Bologna 2 luglio 2007

Questa la racconto Elidel e Protopic. Osservatorio Arno Bologna 2 luglio 2007 Questa la racconto Elidel e Protopic Osservatorio Arno Bologna 2 luglio 2007 Questa la racconto Questionario online da giugno 2006 sul sito Internet www. altroconsumo.it Per utilizzatori di creme Elidel

Dettagli

Struttura Semplice Dipartimentale GENETICA MEDICA - OSPEDALE SAN BASSIANO

Struttura Semplice Dipartimentale GENETICA MEDICA - OSPEDALE SAN BASSIANO Struttura Semplice Dipartimentale GENETICA MEDICA - OSPEDALE SAN BASSIANO PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA La Struttura Semplice Dipartimentale di genetica medica fa parte del Dipartimento di Medicina dei

Dettagli

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)?

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? La Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) è un quadro nosologico caratterizzato dalla progressiva limitazione del flusso aereo che non è completamente

Dettagli

Se il mio alunno avesse il diabete

Se il mio alunno avesse il diabete Se il mio alunno avesse il diabete Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma Azienda Ospedaliero - Universitaria di Parma Ufficio XIII Ambito territoriale per la provincia di Parma 1 Questo opuscolo nasce

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE. Cibo e Salute: Giornata di prevenzione dell Osteoporosi della CRI.

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE. Cibo e Salute: Giornata di prevenzione dell Osteoporosi della CRI. CROCE ROSSA ITALIANA SCHEDA DI APPROFONDIMENTO Il Consigliere del Presidente Nazionale Prof. Giuliano Da Villa Cell. 3355499265 e-mail: ciboesalute@cri.it CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE Cibo e

Dettagli

Lodi 17 maggio 2013 Gli aspetti relativi alla consulenza prenatale

Lodi 17 maggio 2013 Gli aspetti relativi alla consulenza prenatale Lodi 17 maggio 2013 Gli aspetti relativi alla consulenza prenatale Faustina Lalatta Medico genetista Responsabile UOD Genetica Medica Dipartimento area salute della donna, del bambino e del neonato Direttore

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA III SERVIZIO SANITARIO E SALUTE Percorsi di cittadinanza 1 Brainstorming su salute e malattie Attività 1. Rispondi a ognuna delle domande. Attività Ascolta o leggi il dialogo

Dettagli

DAL TUO DONO UNA NUOVA VITA. Le guide del Coordinamento prelievo e trapianto

DAL TUO DONO UNA NUOVA VITA. Le guide del Coordinamento prelievo e trapianto DAL TUO DONO UNA NUOVA VITA Le guide del Coordinamento prelievo e trapianto LA NOSTRA ATTIVITA DI TRAPIANTO CHI PUO DONARE L attività di trapianto agli Ospedali Riuniti di Bergamo, oggi Ospedale Papa Giovanni

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti www.e-imd.org Che cosa sono i difetti del ciclo dell urea/le acidurie organiche? Gli alimenti che mangiamo vengono scissi

Dettagli

Infermieristica clinica applicata alla medicina materno infantile

Infermieristica clinica applicata alla medicina materno infantile UNIVERSITA DEGLI STUDI di CAGLIARI Corso di Laurea in Infermieristica Sede di Nuoro Infermieristica clinica applicata alla medicina materno infantile Docente: Dott.ssa INFERMIERISTICA CLINICA IN AREA MATERNO

Dettagli

CONSIGLI PER MANTENERCI IN SALUTE IL PIÙ A LUNGO POSSIBILE. Contro la droga usa il cervello!

CONSIGLI PER MANTENERCI IN SALUTE IL PIÙ A LUNGO POSSIBILE. Contro la droga usa il cervello! io ballo e non mi sballo! Contro la droga usa il cervello! Pasticche, trip, acidi, funghetti, LSD, anfe, speed, spinelli... illusioni che ti rendono schiavo di un mondo irreale e che fanno seriamente male

Dettagli

L acne si combatte a tavola

L acne si combatte a tavola Roma, 30/05/2013 COMUNICATO STAMPA L acne si combatte a tavola La dieta mediterranea alleata della salute della pelle La dieta mediterranea può fare la differenza. E quanto emerge da uno studio sulla relazione

Dettagli

Patologia infettiva oculare coesistente

Patologia infettiva oculare coesistente Azienda Ospedaliera Pediatrica SANTOBONO PAUSILIPON ANNUNZIATA S.S.D. Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi ed il Trattamento della Retinopatia della Prematurità Direttore dott. Salvatore Capobianco

Dettagli

Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. Il neutrofilo PHIL

Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. Il neutrofilo PHIL Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Il neutrofilo PHIL Informazioni utili sulla NEUTROPENIA durante il trattamento chemioterapico NEUTROFILO PHIL La tua guardia

Dettagli

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA Informazioni per la coppia A cura del dott. G. Ragni Unità Operativa - Centro Sterilità Responsabile: dott.ssa C. Scarduelli FONDAZIONE OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO MANGIAGALLI

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Prevenire il tumore del colon retto

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Prevenire il tumore del colon retto Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Prevenire il tumore del colon retto INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 21-0 05/09/2012 INDICE Prevenire il tumore del colon. 4 Come si esegue

Dettagli

Che cosa ci preoccupa tanto nell obesità dei giovanissimi? Vi è un filo che lega l obesità infantile alle malattie cardio-vascolari nell adulto.

Che cosa ci preoccupa tanto nell obesità dei giovanissimi? Vi è un filo che lega l obesità infantile alle malattie cardio-vascolari nell adulto. Ed ecco la quarta serie di diapositive tratte da alcune presentazioni sull obesità infantile e problemi correlati che ho illustrato durante incontri con i genitori di bambini ed adolescenti desiderosi

Dettagli

Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto una risposta)

Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto una risposta) A.T.S. ERFAP LAZIO - ASSOCIAZIONE COLUMBUS (Università Cattolica del Sacro Cuore) Codice Progetto COLUM/1 Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto

Dettagli

Disabilità reumatologiche SCLERODERMIA SCLEROSI SISTEMICA

Disabilità reumatologiche SCLERODERMIA SCLEROSI SISTEMICA SCLERODERMIA SCLEROSI SISTEMICA SCLERODERMIA SCLERODERMIA - Polmoni - Apparato digerente - Cuore - Reni SCLERODERMIA - incidenza SCLERODERMIA - cause AUTOIMMUNITA SCONOSCIUTE MULTIFATTORIALI PREDISPOSIZIONE

Dettagli

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME.

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. www.regione.lombardia.it 10 REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. Ecco uno strumento utile per combattere il caldo estivo. Una serie

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Informazioni al femminile

Informazioni al femminile Informazioni al femminile 1. CONTROLLO PRIMA DELLA GRAVIDANZA Il controllo prima di iniziare la gravidanza è molto importante perché la salute della madre condiziona sia il regolare svolgimento della gravidanza

Dettagli

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Intorno al concetto del giusto peso si sono formulate tante teorie, a volte vere, altre assolutamente prive di valenza scientifica. Nella grande

Dettagli

Ecocolordoppler. scheda 01.03 Diagnostica per immagini

Ecocolordoppler. scheda 01.03 Diagnostica per immagini scheda 01.03 Diagnostica per immagini Cos è L ecocolordoppler è l esame di prima scelta per la diagnosi di patologie dei vasi sanguigni arteriosi e venosi. I vantaggi di questa metodica sono rappresentati

Dettagli

POSSIBILITA E LIMITI DELLA DIAGNOSI PRENATALE

POSSIBILITA E LIMITI DELLA DIAGNOSI PRENATALE POSSIBILITA E LIMITI DELLA DIAGNOSI PRENATALE 1 Durante la gravidanza vi verranno offerti alcuni test che forniscono informazioni sulla eventuale presenza di malformazioni nel vostro bambino prima che

Dettagli