Società italiana collies. Società italiana collies - Dicembre 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Società italiana collies. Società italiana collies - Dicembre 2011"

Transcript

1 Società italiana collies Società italiana collies - Dicembre 2011

2

3 Editoriale Cari soci, eccoci ad un nuovo numero della rivista del collie. Quest anno abbiamo fatto dei passi avanti nella selezione della razza. A conferma di ciò vi invito a leggere le interviste, presenti in questo numero, rilasciate dagli Esperti Giudici chiamati a valutare i soggetti negli ultimi raduni. Tutti hanno riscontrato un miglioramento globale dei soggetti allevati in Italia. Principalmente grazie all'importazione da allevamenti di indubbio prestigio e alla tendenza, ormai consolidata, di cercare accoppiamenti al di fuori dei nostri confini. Basta dare un'occhiata alle classi juniores e giovani per rendersi conto che questo fenomeno ha coinvolto anche i c.d. allevvatori amatoriali. Sarà compito nostro preservare e perché no, incrementare, questa qualità nei successivi accoppiamenti, cercando di produrre soggetti di distinzione. L uscita di questo numero coincide con un importante mostra speciale, giudicata da un Esperto Giudice che oltre a essere una specialista è un'allevatrice di comprovata competenza. Non essendo mai stata nostra ospite, la SIC è stata lieta di invitarla e il suo giudizio contribuirà a confermare o meno l'impostazione che ciascuno di noi ha dato alla propria attività di allevamento. Negli ultimi dieci anni la politica del Club è stata porre la qualità al di sopra di ogni altra cosa, senza fare considerazioni che riguardassero la proprietà o l'affisso. Sono stati premiati soggetti, anche esteri, solo in virtù delle loro caratteristiche. Con il tempo molti allevatori, anche i c.d. allevatori amatoriali, si sono visti riconoscere le capacità e i risultati ottenuti nel produrre soggetti morfologicamente corretti. Indipendentemente dal fatto che si trattasse di un grande allevamento o di un privato. Il Club attraverso il Campionato Sociale, e indirettamente con il Campionato Italiano, ha cercato di favorire le condizioni che permettessero tale riconoscimento. Chi da tempo è Socio della SIC ricorderà come questa non sia sempre stata la norma. In un lontano passato abbiamo avuto la sfortuna di sperimentare situazioni nelle quali a vincere era il nome o la reputazione e non il soggetto. È possibile trovare conferma a queste affermazioni consultando l annuario dei Campioni presente sul sito Internet Visitando la pagina CAMPIONI ENCI e TROFEI vedrete che tra i Campioni Italiani e Sociali non c è un allevamento predominante ma solo quelli che in quel momento avevano soggetti di distinzione. Vorrei farvi notare che negli ultimi anni i soggetti presenti ai raduni e alle mostre speciali, in media, erano il 10% dei cuccioli nati ogni anno. Non c è un altro Club che possa vantare un simile tasso di partecipazione e se fate un confronto con altre razze più rappresentative (in termini di soggetti registrati) ve ne convincerete. Questo fa onore a tutti quelli che direttamente o indirettamente hanno partecipato alle attività della Società Italiana Collies. Quest ottobre è stato organizzato, grazie all impegno del sig. Giancarlo Sambucco (seppure con qualche intoppo iniziale, non per volontà dello stesso) e alla collaborazione del club del Bovaro del Bernese, uno splendido convegno che ha trattato due tematiche di forte interesse. Si è registrata la partecipazione di un buon numero di persone e per tutti noi è stata un'occasione di crescita e confronto. Quale socia attiva di questo Club cercherò di promuovere ogni anno simili attività. A tal proposito faccio sin d'ora la proposta di invitare un esperto di genetica canina che ci illustri le novità in merito ai nuovi tests genetici, diffusisi negli ultimi tempi, che saranno la chiave di volta nella gestione delle problematiche ereditarie. Per il futuro mi auguro che la collaborazione tra i Soci, cresciuta nel tempo, ci porti ad incrementare le nostre competenze e ci spinga sempre più in là nella ricerca della perfezione, nella tecnica dell'allevamento e nel miglioramento di quel magnifico esempio di creatura che è il collie. Parlando a nome di tutti i membri del Consiglio Direttivo e del Comitato Tecnico voglio esprimere il mio più sentito ringraziamento al Signor Edoardo Galmarini, per gli anni che ha dedicato alla SIC e per la passione con la quale l'ha fatto. Grazie Edoardo per il tuo costante impegno e per il coraggio con il quale hai saputo rinunciare al tuo ruolo di Segretario, quando ti sei reso conto di non poter più svolgere il tuo ruolo come ci avevi sempre abituato. La tua professionalità e precisione ci manca. Concludo augurando a tutti Voi buone festività e un sereno La Presidente Gabriella Cazzaniga Editoriale... pag. 3 Il collie in Europa oggi: - Ildiko Muszlai...pag. 5 - Oleg Novislavskiy...pag. 7 - Jose Aramburu Durán...pag. 11 L'angolo del Veterinario: - Malattie Neonatali Infettive del cucciolo neonato...pag. 13 Conosciamoci: - Cedarwood...pag Perla di Fiume...pag. 19 Il punto sull arlecchino...pag. 25 Come educare il Collie...pag. 31 Il silenzio è d oro...pag. 35 Un pò di Humor...pag. 37 Le esposizioni: i commenti dei giudici - Raduno di Erba Ruud Santen...pag Raduno di Milano Judit Korosz Papp...pag Raduno di La Tollara Alan Clarke...pag Speciale di Alghero Alan Jones...pag Raduno di Firenze- Nicola Imbimbo...pag La storia di Xia...pag. 42 Redazione: Erminia Benaglia - Gabriella Cazzaniga - Giovanna Di Secli. Hanno collaborato: Ildiko Muszlai, Oleg Novislavskiy, Jose Aramburu Durán, Elisabetta Venturini, Cristina Cedro, Piera Lensi, Lucio Rocco, Luisa Di Biagio, Fabio Tringali, Ruud Santen, Alan Clarke, Alan Jones, Nicola Imbimbo, Maria Teresa Garabelli, Nadia Gherardini. Stampa a cura di "La Stampa" di Merone (Como) Pubblicazione riservata ai Soci della Società Italiana Collies La Società Italiana Collies non si assume alcuna responsabilità per i contenuti e per le opinioni espresse negli articoli dagli Autori. Società Italiana Collies Via P. Bianchi Stradella (PV)-Tel Sul sito internet della Società sono disponibili il modulo per associarsi, unitamente alle tariffe in essere per il rinnovo delle tessere. In copertina dipinto di Arthur J. Elsey dal titolo The New Dress Modern card printed by Camden Graphics SOMMARIO

4

5 IL COLLIE IN EUROPA OGGI Abbiamo chiesto l opinione a giudici / allevatori sulla situazione attuale dei collies nella loro Nazione. Questi i primi commenti altri a seguire nei prossimi numeri. ILDIKO MUSZLAI DOUBLE SCOTCH (UNGHERIA) Qual è lo stato attuale della razza nel vostro paese? I collies non sono oggi fra le razze più popolari in Ungheria. Il loro numero è diminuito notevolmente negli ultimi 10 anni, sia come cuccioli registrati, sia come numero di cani esposti: mentre in passato si registravano 2000 cuccioli all anno, ora siamo scesi a 200. Negli anni 80, ad una expo internazionale venivano esposti più di 100 collies; ai nostri giorni, invece, ne possiamo contare al massimo 50 e solo per le esposizioni più importanti. Per contro, la qualità ha registrato un netto miglioramento. Oggi, solamente gli allevatori più affezionati continuano ad allevare questa razza. La popolazione di collies ungheresi è mediamente forte e di ottima qualità; cani mediocri o di scarsa qualità sono scomparsi quasi del tutto o si possono trovare solo sul mercato dei cuccioli privi di pedigree, mercato che è, fra l altro, causa di molti guai. Fino al termine degli anni 80, nell Europa dell Est, la Cecoslovacchia era considerata la fonte migliore per soggetti di ottima qualità. Nel nostro Paese e pressoché in tutti gli altri Paesi del blocco orientale, la maggior parte dei cani proveniva da quella nazione. Negli anni 90, in Ungheria si ebbe un netto miglioramento nell allevamento di collies e ciò grazie all importazione di soggetti e/o a fattrici coperte all estero. Nel contempo, nella Repubblica Ceca ed in Slovacchia gli allevatori stavano ancora lavorando con cani del vecchio tipo; anch essi, però, in seguito alle importazioni effettuate negli ultimi anni, sono riusciti ben presto a valorizzare i propri soggetti. Quali sono I punti di forza/debolezza nella costruzione, testa, movimento, coda, presentazione o altro? Gli allevatori ungheresi sono estremamente aperti e flessibili, importano parecchio e/o fanno accoppiare le loro fattrici con stalloni esteri. Anche in Ungheria si riscontrano gli effetti sia negativi che positivi dovuti ai mutamenti avvenuti nella razza, ma a causa della variegata popolazione ungherese, nessun problema può essere considerato come tipico del nostro Paese. Code portate troppo alte appaiono sempre più frequentemente qui come altrove; in movimento, i nostri cani possono essere considerati superiori rispetto alla media internazionale. Parecchi allevatori ritengono sia più importante avere una bella testa e, per questo, abbiamo linee e cani con teste veramente belle. Per contro, annoveriamo anche allevatori che danno scarsa importanza alla testa e all espressione e preferiscono produrre soggetti ritenuti accettabili da tutti i giudici. Con questo, intendo giudici all-rounder i quali prediligono il movimento e che sono spesso chiamati a giudicare le esposizioni più importanti. Personalmente, ritengo che questa attitudine sia alquanto dannosa. Il collie è una razza piuttosto complicata, con molte sfumature e dettagli che dovrebbero armonizzarsi fra loro: se perdiamo questi piccoli particolari, la vera bellezza del collie scompare. Tutti i colori sono ben rappresentati? In Ungheria, al giorno d oggi, la stragrande maggioranza di collies è di color zibellino, di una tonalità più chiara dell oro. Non abbiamo molti fulvi carbonati. Anche il numero dei tricolori è drasticamente diminuito e questo, probabilmente, è dovuto al fatto che la maggior parte degli stalloni impiegati negli ultimi anni era di colore fulvo genetico. Inoltre, va considerato che, per un certo periodo, in Ungheria era vietata la vendita di cuccioli tricolori; di conseguenza, le femmine tricolori venivano accoppiate solo con stalloni fulvi genetici. Personalmente, non ritengo che sia un problema limitato all Ungheria; infatti, se ci guardiamo intorno, anche in Europa, attualmente, è molto difficile trovare degli stalloni tricolori. Invece, il numero dei cani di colore blue merle non ha subito variazioni significative, mentre è cambiata molto la qualità: ora, abbiamo blue merle qualitativamente più simili a zibellini e tricolori. La qualità delle varie colorazioni non rappresenta un problema: non abbiamo né fulvi troppo chiari, né tricolori vicini al ruggine e la maggior parte dei blue merle ha un bel fondo di blue. E da tenere presente che in Ungheria è severamente proibito l accoppiamento tra fulvi e blue merle. Avete registrato molte importazioni o esportazioni in questi ultimi anni? La popolazione di collies in Ungheria è molto variegata: linee inglesi di successo e pedigrees famosi hanno dato un grosso contributo.ù Quali linee sono risultate più influenti negli ultimi anni? Quasi tutti gli allevamenti più significativi dell Europa occidentale sono ben rappresentati sia grazie alle importazioni che attraverso gli accoppiamenti effettuati all estero. Però, mentre negli anni 80 e 90 le linee Brilyn, Lynway, Amalie hanno dominato l allevamento in Ungheria, ai nostri giorni non è più possibile citare allevamenti o linee. Certo è che, se uno stallone riproduce dei buoni soggetti, i suoi cuccioli appariranno qui in breve tempo Quantitativamente, la tendenza della razza è in crescita o declino? In passato, tradizionalmente, gli allevatori ungheresi acquistavano cuccioli solo di provenienza inglese e/o facevano accoppiare le loro femmine da stalloni allevati lì. Oggi, invece, vengono utilizzati cani allevati in Olanda, Belgio, Lussemburgo e, negli ultimi anni, sono stati scoperti anche i cani francesi. Pagina 5

6

7 Come I problemi relativi alla razza sono affrontati e gestiti nel vostro paese? In Ungheria esistono 2 clubs. Fortunatamente, entrambi lavorano più su principi di allevamento inglesi che tedeschi; ciò significa che regolano solo quello che ha davvero bisogno di essere regolamentato, lasciando molta libertà ai singoli allevatori i quali, quindi, hanno libero arbitrio per la gestione dei problemi. In Ungheria non è obbligatorio testare i cani: solo gli allevatori che desiderano esporre i propri cani a livello internazionale sicuramente lo fanno. E invece obbligatorio, per poter mettere in riproduzione un soggetto, partecipare ad una mostra speciale, onde valutarne le qualità riproduttive. Il club può dare direttive, fornire indicazioni per l allevamento e, perfino, squalificare soggetti di qualità davvero scadente. La mia opinione personale è che un eccesso di regolamentazione può essere più un ostacolo che un aiuto nell allevamento di qualità. In ogni caso, l indice di riferimento è il mercato stesso al quale tutti gli allevatori sono tenuti a rispondere. Al giorno d oggi, una richiesta specifica del mercato è, per esempio, il test MDR1 che tutti noi stiamo cercando di effettuare sui nostri soggetti anche se abbiamo forti dubbi sul suo esito finale. Sfortunatamente, questo test è considerato quasi come se fosse riconducibile ad un problema di salute e non un esame per l identificazione dell ipersensibilità a particolari medicinali. Temiamo che, a causa di ciò, troppi cani, se non addirittura famiglia intere, verranno tolti dalla riproduzione con conseguente drastica diminuzione del patrimonio genetico dei collies. Tenuto conto del fatto che sei stata a giudicare in alttri paesi, dove posizioneresti la qualità dell allevamento ungherese? Numericamente, in Ungheria il collie non è una razza eccessivamente diffusa; nonostante ciò, è molto valida e potrebbe benissimo competere ovunque a livello internazionale. Forse non è casuale che i collies ungheresi siano spesso tra i vincitori di rinomate mostre internazionali ed eventi speciali. Quasi tutte le linee europee sono presenti in Ungheria e questa è una grande opportunità per il futuro. OLEG NOVISLAVSKIY-DENFRIS FRIDENS KENNEL (RUSSIA) Prima di tutto, mi è gradito porgere i saluti a tutti gli italiani proprietari di collies da parte di tutti gli allevatori di collies russi; desidero anche ringraziare l editore di questa rivista per avermi dato la possibilità di parlare della situazione dei collies in Russia. Qual è lo stato attuale della razza nel vostro paese? Negli ultimi anni, la qualità dei collies in Russia è cresciuta. Dopo la separazione dell Unione Sovietica e il crollo della cortina di ferro, agli allevatori russi è stata data la possibilità e l opportunità di importare cani dall Europa, acquistandoli presso i più prestigiosi e famosi allevamenti. In pochi anni, dopo l'introduzione di queste nuove linee di sangue, la qualità ha dato i suoi risultati. Tutto ciò è ampiamente visibile e dimostrato dai risultati ottenuti alle esposizioni mondiali ed europee. La cosa più piacevole è che cani russi che hanno iniziato a vincere i titoli di European Winner 2010 (Fridens Painted Black, owners and breeders Novislavskie S., O.) Jun. European Winner 2010 ( Lunar Lakes Big- Ben owner and breeder Cherkasova L.) Vice-World Winner 2011 ( Niksend Leonardo Da Vinci breeder Khroshina E., owner Markova N.) sono stati allevati in Russia. Inoltre, una delle cose più importanti è che, mostrando l indiscussa qualità dei nostri cani, alcuni collies russi siano stati addirittura esportati in paesi europei come Inghilterra, Francia, Germania, Spagna, Belgio, Danimarca, Svezia, Ungheria e altri ancora. Quali sono I punti di forza/debolezza nella costruzione, testa, movimento, coda, presentazione o altro? In merito ai problemi della razza, uno tra tutti è degno di essere menzionato: l altezza. Alcuni allevatori russi, per essere in linea, si sono adeguati ed hanno allevato collies non troppo alti o che rientravano nel limite minimo previsto dallo standard. Per questo è possibile vedere in un ring dei collies maschi che assomigliano più a delle femmine sia per taglia che per costruzione. Ancora oggi, secondo la mia opinione, questo è uno dei più importanti problemi dell allevamento russo. Tutti i colori sono ben rappresentati? Anche il problema del colore (il dark sable), è stato realmente rilevante fino a pochi anni fa, ma oggi non esiste più. Si possono vedere collies di differenti tonalità che vanno dal fulvo carbonato, al fulvo, a tricolori di alta qualità; sfortunatamente abbiamo ancora qualche problema con il blue merle. Gli allevatori più attenti, stanno acquistando soggetti blue merle da famosi allevatori e stanno cercando essi stessi di allevare dei buoni blue merle, ma ancora con scarso successo. I cani importati non sono, peraltro, della migliore qualità e non sono certamente i migliori stalloni. Avete registrato molte importazioni o esportazioni in questi ultimi anni? Parlando di «Denfris-Fridens», il nostro affisso, noi abbiamo importato dall'inghilterra i seguenti soggetti: - Brilyn Hot Tip (Aaronwell Antique Gold at Brilyn x Jemspark Maidin Devon for Brilyn); - Gemastra Hot Chocolate (Gemastra Teasy Weasy at Cheilnor x Gemastra Droopy Drawers); - Caronlea Celtic Tiger (Amalie Deep In My Soul x Lynmead Love Dust at Caronlea); - Lynmead Amalie Tri My Life (Lynmead Love In My Life x Lynmead Danfrebek Truly Yours). Dalla Francia abbiamo importato Ugo Boss of Ladybird Field che è entrato a far parte della nostra famiglia già ad una certa età. Inoltre, abbiamo cercato di introdurre nuove linee di sangue con cani avuti «in affido» temporaneo: - Lynmead Lust After Me at Caronlea (Lynmead Lust In The Dust x Lynmead Simply Charming); Pagina 7

8

9 Per gli accoppiamenti, preferiamo utilizzare fattrici nate qui, ad eccezione soltanto di Baynty of Colomber Field (Vic Bihl of Colomber Field x Jamspark Undeterred) proveniente dalla Francia e Golden Game One For Mee (Blueroyce Midnight Arrow x Maydale's Haute Couture) anch' essa importata in età matura. Alcuni cuccioli restano nel nostro allevamento, ma altri vengono esportati anche in Inghilterra, Germania, Belgio, Danimarca, Spagna, Estonia, Serbia, Romania. Nell allevare, non siamo influenzati solamente dalla moda del momento, ma cerchiamo piuttosto di usare stalloni di comprovata qualità come riproduttori. Inoltre, stiamo cercando di fare cucciolate con interessanti linee di sangue. I nostri cani hanno differenti linee di sangue: alcuni provengono dalle linee del famoso stallone Brilyn Supertramp, mentre altri da quelle di Lynway Sandknocker. Posso pertanto affermare che questi sono i nostri stalloni favoriti e, quindi, preferiamo usare queste linee di sangue e lavorare sempre nella stessa direzione. Quantitativamente, la tendenza della razza è in crescita o declino? Tra gli anni 90 e 2000, la popolarità della razza e diminuita ma ora i collies stanno tornando ad essere popolari e ottengono buoni successi in esposizione. Anche la posizione del Collies Club Nazionale Russo nella Federazione Cinologica Russa hanno giocato e giocano un ruolo importante e di primo piano. Mi auguro che la razza continui a progredire e ad incrementare la sua importanza. Quali linee sono risultate più influenti negli ultimi anni? E impossibile dire quali importanti linee si siano perse nell allevamento. Gli allevatori russi, sono orgogliosi del loro lavoro e stanno cercando di salvaguardare le loro linee per le generazioni future. In questi casi non si può mai dire quale linea è andata persa. Vorrei comunque citare alcuni affissi che hanno avuto un ruolo preminente nell allevamento russo : Brilyn, Emryks, Matai, Lynaire, Sandiacre, Pelido, Troydon, Nyitramenti ed altri. Come I problemi relativi alla razza sono affrontati e gestiti nel vostro paese? Non ci sono problemi specifici della razza che non possano essere migliorati con l attenzione e la vigilanza da parte degli allevatori. E importante capire e riconoscere la centralità del problema per cercare poi di cambiare la situazione. Il club nazionale del collie, può essere d aiuto nel superare alcune difficoltà, ma il passo più importante deve essere fatto dagli allevatori stessi. Oggi più che mai, gli allevatori sono dei veri e propri professionisti e sanno come poter migliorare la loro attuale qualità. Tenuto conto del fatto che sei stato a giudicare in alttri paesi, dove posizioneresti la qualità dell allevamento Russo? Io ho viaggiato spesso in Europa e in alcuni casi ho avuto l occasione di vedere cani europei. Ritengo di poter affermare che, oggi più che mai, Inghilterrra, Russia e Francia (il meglio dei nostri cani proviene da questi paesi) confermano di essere esempi di allevamento da seguire. Grazie a tutti e complimenti agli allevatori italiani di collies. Il presidente del Collie Club Russo Novislavskiy Oleg Pagina 9

10

11 JOSE ARAMBURU DURÁN ARTZAIAKROUGHCOLLIES (SPAGNA) E difficile per me scrivere questo articolo. Il problema del mio paese è che, in rapporto al numero di abitanti ci sono pochi collies; alla gente interessa solo vincere alle Esposizioni, senza avere un concetto preciso di quello che concerne la razza. Il Collie è difficile da allevare, giudicare ed esporre; non ce ne sono molti, ma alcuni esemplari sono davvero molto buoni. Il maggior numero di allevatori è in Catalogna e abita nella parte nord del paese; io vivo nei Paesi Baschi. Negli ultimi tempi, ho importato dall Inghilterra il fantastico Ch. Emryks Love in Motion ed anche Amalie Let Get Special che, successivamente, ho venduto. Si sente molto l influenza dei cani Francesi, ma sfortunatamente non hanno mandato in Spagna i loro migliori esemplari. Sono presenti anche alcuni Camanna. Ho 53 anni, 40 dei quali li ho vissuti con i collies. Penso che la razza sia in un buon momento. In Inghilterra ci sono femmine di altissime qualità e penso che, fra non molto tempo, sarà così anche in altri paesi. Anche la Francia ha delle buone femmine, ma pochi buoni maschi. Molti allevatori lavorano con linee caratterizzate da moltissimo pelo, dimenticando però le cose più importanti: angolazioni, collo e, soprattutto, testa con particolare riferimento al parallelismo tra cranio e muso e alla mancanza di uno stop corretto. In generale, i toni biondi non sono più molto chiari: credo che non ci saranno più problemi con questo colore. Altro tema sono i blu merle: nell azzurro c è molto poca qualità di colore e la tonalità è sporca. Non so esattamente quali siano i punti forti o deboli del collie in generale; in realtà è difficile trovare un cane completo. Non è facile vedere un collie con le giuste angolazioni anteriori e, quando si muovono, sembrano dei Terriers. Non posso capire come la gente non dia importanza a questo problema su un cane da Pastore. La testa è un punto particolarmente importante: è fondamentale che abbia lo stop corto, ben situato e che si noti bene, gli occhi ben posizionati di buona forma e misura, il cranio piatto ed il muso di forma arrotondata. Sì, abbiamo importato molti collies negli ultimi anni, principalmente provenienti dagli allevamenti Camanna, Samhaven, Emryks, Amalie e Lynmead. Nel mio paese la razza si è appiattita, mancano le conoscenze per capirla, ma penso che in futuro migliorerà. Rispondendo alla domanda sulla qualità dei collies in Spagna, in confronto agli altri paesi europei, penso che questa sia molto inferiore; è vero che ci sono degli esemplari di altissimo livello, probabilmente anche al di sopra della media europea, però sono molto pochi. JOSE ARAMBURU DURÁN Pagina 11

12

13 MALATTIE NEONATALI INFETTIVE DEL CUCCIOLO NEONATO Fino a pochi anni fa si credeva, che i virus (come l herpes canis) fossero gli agenti infettivi, maggiormente responsabili della mortalità neonatale nel cucciolo (intendendosi come periodo neonatale l età compresa tra 0-14 giorni di vita). Oggi, da esami condotti su cuccioli neonati deceduti, si è visto che i principali agenti infettivi causa di mortalità neonatale sono i batteri e non i virus, i quali sono considerati la 2 causa di morte neonatale dopo le malformazioni. I batteri chiamati in causa, fanno parte soprattutto della famiglia delle Enterobacteriacae, tra cui ceppi di: Escherichia coli, Klebsiella pnemoniae, Proteus spp., Streptoccocchi β emolitici, Staphylococchi spp. Le infezioni batteriche nel neonato cucciolo sono spesso localizzate, esempi classici sono: il cordone ombelicale (onfalite), i cuscinetti digitali (podo-dermatite), la cute dell addome (piodermiti), occhio (olftalmiti), o congiuntiviti ad occhi ancora chiusi, altra sede d infezione comune è l apparato respiratorio. L infezione del residuo del cordone ombelicale è la principale porta d ingresso dei batteri, qualora non sia stato adeguatamente disinfettato o in mancanza di una rigorosa pulizia ambientale, in particolare della cassa parto e della madre (le lochiazioni e le feci sono mezzi di contaminazione); inoltre nei primi giorni postparto è facile che la fattrice abbia feci non completamente formate, sia per un calo delle difese immunitarie in seguito a stress da parto, sia per le contrazioni del secondamento uterino. In alcuni casi, la madre è portatrice sub-clinica (non visibile) di un infezione latente, che può riacutizzare dopo il parto, ed infettare i cuccioli attraverso le normali cure parentali, quali ad esempio: il lambimento dei cuccioli per la pulizia e lo svolgimento delle loro funzioni escretorie (il cucciolo neonato è incapace di minzione e defecazione spontanea), o l allattamento. L onfalite, l infezione più comune, in alcuni casi può evolvere in peritonite (infezione della cavità addominale ad esito infausto nella maggior parte dei casi) o in setticemia che porta a morte il cucciolo. Le malattie batteriche sono la principale causa infettiva della cosiddetta sindrome da deperimento del cucciolo neonato (Fading Puppy Syndrome), ma non l unica causa. Altre cause sono di tipo non infettivo, e possono comparire nel periodo pre - intra e post-parto, come ad esempio, l ipossia (distacco placentare prematuro, rallentamento del parto per ipotonia uterina da ipocalcemia, ipomagnesemia, ecc). Questa sindrome, ad esordio anche subdolo, presenta cuccioli che guaiscono continuamente, che sono freddi, che rifiutano di alimentarsi, e deperiscono a vista d occhio, e in modo inesorabile, muoiono. I batteri responsabili di queste infezioni che causano ben il 50% della mortalità neonatale nei primi 5 giorni di vita, spesso sono ospitati nel canale vaginale della madre. In certi casi, nell intestino in condizione di sovra-crescita, traslocano nelle vie uro-genitali. Molto spesso derivano da trattamenti indiscriminati pre-parto con antibiotici non mirati fatti alla gestante, per scelta incauta dell allevatore. Questi trattamenti, eseguiti senza un esame colturale che provi l esistenza di un infezione ed un antibiogramma che provi la sensibilità del germe a quel specifico antibiotico, portano ad un indebolimento della flora microbica locale competitiva verso i batteri patogeni o potenzialmente patogeni, per i siti di adesione alla mucosa, nonché alla selezione di altri microrganismi patogeni resistenti agli antibiotici. Che cosa può fare l allevatore per prevenire queste infezioni? - Avere un igiene rigorosa della sala parto e in particolare della cassa. - Verificare la pulizia della madre nell area perineale e genitale, anche più volte al dì e ogni volta che la cagna urina e defeca (anche per tenerla pulita dalle lochiazioni). - Evitare trattamenti antibiotici pre-parto indiscriminati, senza provata necessità. - Isolare le madri 2 settimane prima del parto (da cani esterni all allevamento in caso di allevamenti-pensioni o da soggetti che escono dall allevamento per esposizioni, gare o monte). - Per prevenire un infezione batterica o svelare una forma sub-clinica nella gestante, eseguire esami batterici mediante tamponi orali, vaginali, urino-colture, esami batteriologici fecali 15 giorni prima del parto e con antibiogramma associato in caso di riscontro positivo (numero elevato di U.F.C*. di batteri di un particolare ceppo); in tal caso trattare la madre prima del parto per almeno 3 settimane. EVITARE trattamenti alla cieca. *(Unità Formanti Colonia). - Oggi è possibile acquistare con pochi euro una bomboletta usa e getta di ossigeno medicale, al quale è possibile raccordare un tubo di gomma e una mascherina per l erogazione di ossigeno al cucciolo, oppure utilizzare un piccolo pallone ambu veterinario, per la rianimazione del neonato (attrezzatura acquistabile in internet da chiunque), questo aiuterà a prevenire i danni da ipossia neonatale, sono attrezzature semplici da utilizzare, e un addetto al settore vi può spiegare come utilizzarlo. Che cosa fare in caso di mortalità neonatale, in cui si sospetta una causa batterica? 1) Contattare il vostro medico-veterinario di fiducia ed esporgli la situazione. 2) REFRIGERARE il o i cuccioli deceduti (non congelarli in quanto si comprometterebbe l esame istologico per la ricerca di batteri e per altri rilievi). 3) Conferire il/i cadavere/i entro 24 ore (sempre tenendolo refrigerato in apposite borse frigo con ghiaccio sintetico), al più vicino laboratorio di anatomia patologica veterinaria (consigliabili, per i mezzi diagnostici disponibili, gli istituti universitari o gli istituti zooprofilattici), in quanto dopo le 24 ore subentrano le alterazioni cadaveriche che inficiano l esame. Un buon patologo, oltre all esame autoptico macroscopico e microscopico (istologico) su tutti gli organi, eseguirà anche i prelievi per l esame batteriologico da polmoni, fegato, reni, milza ed intestino, principali organi di localizzazione di infezioni batteriche. Il primo passo, per sapere se una malattia si possa risolvere o prevenire (profilassi), come evolverà in un determinato paziente in base alle condizioni dello stesso, se eventualmente è curabile nei soggetti ancora in vita (quindi la formulare una prognosi), è fare diagnosi certa! Il resto è aleatorio. Dr.ssa Elisabetta Venturini DVM (tratto dal seminario Il cucciolo neonato, , Facoltà di Medicina Veterinaria, Università degli Studi di Milano). Pagina 13

14

15 CONOSCIAMOCI: CEDARWOOD Da quanti anni hai collies? Ho collies da 50 anni Il primo era di un mio zio che viveva al piano di sopra, ma il cane, Kim, un tricolore di cui allego la foto, era come fosse mio: io lo accudivo, a me obbediva, io gli davo da mangiare, era me che veniva a prendere a scuola.lo ricordo ancora oggi con tanto affetto. Da quanto tempo esponi ed allevi? Espongo dal 1989: partecipai ad una regionale e mi ammalai Ho allevato poche cucciolate, a partire dal 1990; allevo, comunque, a livello amatoriale e dal 1998 ho l affisso of Cedarwood. Da quale allevamento proveniva il tuo primo collie? Il primo collie mio, proprio tutto mio, era una femmina senza pedigree. Si chiamava Mara e, anche di lei, allego una foto. La acquistai col mio primo stipendio e non so da dove provenisse; me la portò, nel 1974, l autista del camioncino che passava per la valle a vendere le acque minerali Hai continuato ad allevare su quella linea? Se hai cambiato, perché? La mia prima cucciolata nacque nel 1990 da una femmina tricolore, Blackmantilla del Narciso che portava linee inglesi Pelido. Non ho continuato ad allevare su quella linea perché prima di realizzare che cosa volevo, passarono molti anni. Solo intorno al capii quello che mi piaceva e quindi che cosa ricercare Comunque, nei pedigree dei miei cani, ci sono indietro linee Pelido che ho imparato ad apprezzare per alcune loro qualità. Praticamente ho allevato basandomi su Sweeti del Narciso, femmina fulva che mi fu regalata dai sig.ri Luciano Bernini e da Alan Jones nel Fortunatamente da lei ebbi una femmina, la mamma di Forrest. Quali sono le qualità che maggiormente ricerchi nell allevare? Cerco innanzitutto un espressione di alta qualità e per espressione intendo: posizione corretta dello stop, forma e posizione corrette degli occhi; una testa di qualità con buon parallelismo, corrette proporzioni cranio/canna nasale, cranio piatto, orecchie ben posizionate e ben portate, bella canna nasale e buon mento: proprio non digerisco le teste tonde e spesse Sono importanti anche la distinzione ed il carattere. Certo, vorrei che ci fosse anche tutto il resto, ma se non ci sono l espressione e la testa come dico io, allora o vendo il cane o lo tengo lo stesso senza però esporlo. Buon movimento e costruzione a volte li ho trovati pur non ricercandoli troppo; in ogni caso, mi rendo conto che per poter primeggiare in certe competizioni ( ad esempio l ENE francese ), dovremmo avere, appunto, tutto o quasi! Che cosa ricerchi in uno stallone? E in una fattrice? In un maschio ricerco alta qualità in tutto, ma soprattutto nelle cose che dovrebbero compensare le mancanze della mia femmina. Inoltre sono importanti il tipo ed il pedigree, il quale deve essere abbastanza in linea con quello della mia femmina. In una fattrice che cosa cerco? Non ho mai avuto buone fattrici, forse per la sfortuna o forse è dipeso dalla mia poca competenza, dai miei sbagli. Firmerei per avere una femmina che partorisca senza problemi, abbia latte, sia cioè normale! Quali sono, secondo te, i punti dello standard più importanti, quelli a cui dai maggior rilievo? Immancabili devono essere il parallelismo e la posizione corretta dello stop, buoni occhi e orecchie, buone proporzioni d insieme. Un buon carattere è pure obbligatorio. Quali soggetti altrui hai maggiormente apprezzato? Quando nel 1992 o 93, non ricordo bene, vidi O Punch de Gold Collies, mi si aprì un mondo nuovo Per questo devo ringraziare la Sig.ra Paola Borsetti che me lo fece scoprire e mi fece anche capire come deve essere il collie per me... Collies, appunto, del tipo di O Punch de Gold Collies, Pelido King Councel e anche Jackaroo von Koridwenn, nonno del mio Forrest. Quando vidi il grande quadro con la foto di Brilyn Supertramp, rimasi incantata.molti allevatori, ancora oggi, hanno questa fotografia in cucina, come fosse un santino.sono tanti i cani altrui che ricordo con ammirazione, ma nella mia mente sono rimaste scolpite queste immagini. Per le femmine blue-merle ho una vera passione: rimasi incantata nel vedere Jamie Lee Blue de la Vallèe des Tresors, Marie Galante de la Petite Orière, Stokedale Spice Girl, Cheyenne Blue du Chemin de Randonnée Di fronte a femmine blue come loro, vado proprio in delirio! Prima o poi avrò anch io una bella blue... Quali soddisfazioni hai avuto da quando hai iniziato ad allevare? Ho sempre ricercato la qualità e, per il poco che ho realizzato, devo ringraziare nuovamente la Sig.ra Paola Borsetti per tutto ciò che mi ha insegnato e per i preziosi consigli che mi dato e che ho fatto bene a seguire Per me allevare significa riuscire a migliorare ma non sempre accade, malgrado tutti gli sforzi. Sono stata premiata dalla cucciolata da cui nacquero Forrest e Flo: pur con i loro difetti, sono stati cani di qualità e nei rings li si notava. Ancora oggi le loro linee sono presenti nell allevamento dell Isola dei Collies; Minni prese molte monte da Forrest ed acquistò da me Gulliver che poi ha molto usato. Oggi io ho Quiet Golden wood dell Isola dei Collies, Minù che mi piace moltissimo e riassume in sé quasi al 100% quello che per me un collie deve avere. Il suo pedigree ci riporta a Gulliver, Forrest e alle linee che sono dietro alla mia Sweeti del Narciso, senza dimenticare la sua splendida madre, la Campionessa Italiana Breezey Querelle, figlia della bella Jill, a sua volta sorella del bellissimo Jhonny be Good e sua madre, Cathy de Gold Collies, figlia di King Councel, sempre di Paola Borsetti. Quali sono le tue disillusioni, i tuoi rimpianti? Il mio maggior rimpianto è quello di non essere riuscita ad avere una figlia da Sweeti del Narciso, cagna che ho amato molto e che mi ha dato molte soddisfazioni, con Johnny be Good Ci ho provato due volte ed è finita con un cesareo, 5 cuccioli morti e l asportazione dell utero A volte le cose proprio non arrivano, malgrado tutti gli sforzi Le disillusioni?...ne ho avute diverse, ma preferisco tenerle per me. Pagina 15

16

17 Nel ring, si presenta bene, sta attento, lo si nota, appunto Se poi non vince, per me ora non è più molto importante Sono contenta quando le persone che hanno avuto un cucciolo da me, mi dicono che ne vorranno un altro, sempre da me Sono contenta quando riesco a salvare un cucciolo orfano per questo devo ringraziare Giovanna Pascale per i suoi validissimi consigli Sono contenta di aver conosciuto molte persone (alcune delle quali anche all estero) e di aver constatato che conoscono i nomi di alcuni dei miei cani!!! Sono contenta quando guardo i miei cani e mi dico: beh non sono male Sono contenta soprattutto quando vado per i boschi con i miei cani e li vedo correre felici! Qual è il tuo più bel ricordo cinofilo? In ordine cronologico: 1992/93 - viaggio in Belgio ed in Inghilterra con Paola Borsetti Vidi cani che ancora oggi vorrei vedere 1997 il Cav. Benaglia, incontrato casualmente ad una regionale, mi diede il coraggio per ripartire e tornare in Olanda a prendere nuovamente la monta di Jhonny von Dunnwalderbush il padre di Forrest e Flo Lo dovrò sempre ringraziare e lo ricordo con particolare ammirazione 2003 il giorno che ottennero il CAC di Campionato, sia Forrest che Flo, con la giudice Sig.ra Judith Papp. In quella circostanza, prevalsero le qualità forti sui difetti Ho anche tanti bei ricordi di mangiate e di viaggi fatti con gli amici, anche all estero, per vedere sia cani nuovi che sconosciuti Ricordo che Paola ed io fummo fra le prime persone, non francesi, a visitare una ENE quando ancora gli stranieri non potevano partecipare Dai importanza alla presentazione ed alla toelettatura? Abbastanza A volte si vince uno spareggio difficile grazie ad un ottima presentazione Mi ricordo appunto lo spareggio fra la mia Flo e la Tresor di M.me Laurence Thevenin: tecnicamente era forse meglio Tresor, ma Flo, che aveva le orecchie leggermente laterali, grazie ad una perfetta presentazione, quel giorno le tenne sempre in attenzione, per 20 minuti Non fece notare il difetto.e vinse! Una buona toelettatura è d obbligo! Quale consiglio daresti ad un neofita che vuole esporre ed allevare? A chi vuole allevare, la prima parola che direi è: PAZIENZA. Si deve avere tanta, ma tanta pazienza!.. Questo me lo disse Alan Jones nel 1989, all esposizione di Lecco e non l ho più scordato, così come gli altri buoni consigli che mi diede Quanto all esporre, è ovvio che bisogna avere un buon ma anche così non è facile, perchè ci sono tante altre variabili che intervengono Molto spesso i giudici tendono a vedere solo i difetti di un cane e tralasciano di apprezzarne le qualità Io preferisco sempre un cane dotato di qualità forti, anche se con qualche difetto, ad un cane che non ha grossi difetti, ma nemmeno grosse ed importanti qualità Io noto un cane solo se ha delle qualità; gli eventuali difetti li colgo in seguito E questo ciò che vorrei che anche gli altri vedessero nei miei cani! E necessaria tanta PASSIONE, perchè ci sono dei momenti in cui, se essa non è forte abbastanza, rischiamo di lasciar perdere tutto Si deve AMARE il collie in sé e per sé mettere il resto in secondo piano E proprio l amore per questa bella razza che, in ogni caso, mi accomuna ad altri allevatori che, pur seguendo criteri molto diversi dai miei, senza dubbio amano il collie! Ecco perché amo anche parlare, discutere di collies con altri e confrontarmi con loro. Segui la politica del club? Ne fai parte? Faccio parte della SIC dal A volte fatico a capire certe scelte e vorrei maggiore trasparenza, cose queste che ho sempre detto anche nelle assemblee. Capisco comunque che non è facile mettere tutti d accordo Vorrei che la società fosse più attiva e che pubblicizzasse maggiormente la razza. Circa le direttive riguardanti i vari tests genetici (controllo di anche, occhi, reni), io li eseguo, ma ritengo di dar loro solo un valore relativo I miei cani sono tutti testati, addirittura alcuni anche per l MDR1, ma riterrò questi tests veramente significativi, solo se e quando i risultati degli stessi saranno matematici considerandomi comunque ignorante in merito ed alla luce appunto delle nuove scoperte e dei nuovi possibili tests sul DNA, auspico un convegno informativo sulla materia. Esprimi il tuo pensiero finale. Ringrazio mio marito che ha condiviso tutto con me: senza di lui avrei avuto solo un collie Ringrazio mio figlio che comunque mi aiuta e mi sostiene e tutti i miei amici che, in diversi tempi e modi, a vario titolo, mi sono stati vicini in questa comune avventura. Ho trascorso anche momenti non belli, penosi: non ho trovato nulla di facile, ma la mia PASSIONE è rimasta intatta! Che dire io avrò sempre un collie..finché mi sarà possibile! Cristina Cedro Pagina 17

18

19 CONOSCIAMOCI: PERLA DI FIUME Da quanti anni hai collies? Nonostante la passione per i cani sia nata insieme a me e mi abbia accompagnato lungo tutto il percorso che va dalla mia infanzia nella campagna toscana fino all età adulta, l amore per questa specifica razza è nato nel 1994, quando vidi su un ring un meraviglioso esemplare fulvo. Per due anni sognai ad occhi aperti di poter possedere, un giorno, un collie altrettanto incantevole con cui condividere ogni giorno della mia vita. Finalmente, nel 1996, questo sogno divenne realtà. Da lì a comprendere che ne avrei desiderati altri la strada è stata breve. Da quanti anni esponi e allevi? La mia avventura come allevatrice, seppure a livello amatoriale, iniziò nel 1998 con l acquisto di Steadlyn Sight, una meravigliosa tricolore che un anno dopo mi regalò una fantastica cucciolata. Incantata da quei piccoli batuffoli che amorevolmente accudii fin dalla loro nascita, non riuscii a separarmi da tutti loro. Così, decisi di tenere quello che poi sarebbe diventato lo splendido stallone Blacktugsteno di Poggio Petroio. Da allora, è stato tutto un crescendo fino al 2005 quando ottenni l affisso. Da quale allevamento proviene il tuo primo collie? Il primissimo collie che ho acquistato non proviene da un allevamento, bensì da un privato nei pressi di Firenze. La mia prima collie con affisso è stata invece la mia adorata Steadlyn Sight, acquistata nel 1998 presso l allevamento di Poggio Petroio. Hai continuato ad allevare su questa linea? Se hai cambiato, perché? Per diverso tempo ho continuato ad allevare su questa linea, perché ne apprezzo particolarmente l eleganza del movimento e la struttura fisica. Con il trascorrere degli anni, perciò, ho cercato di mantenerla, preoccupandomi anche di migliorarne alcune particolarità, prima tra tutte l abbondanza del mantello che ho preferito aumentare. Quali sono le qualità che maggiormente ricerchi nell allevare? Se si tratta di dover descrivere quali sono, secondo me, le principali qualità che ricerco per migliorare l allevamento in generale, direi sicuramente che un lavoro di questo tipo non trascende dalla sua componente affettivo-emotiva. Per me, avere un allevamento non è soltanto una fonte di guadagno e pertanto non considero i cani come merce di scambio; anche per questo motivo tendo a non allargarlo ad un numero di esemplari spropositato, così da riuscire ad avere con ciascun cane un rapporto di vera e propria amicizia e fiducia, come all interno di un branco che vede me al vertice. Trascorro moltissimo tempo, oltre che ad occuparmi della toelettatura, del nutrimento e dell addestramento, anche a coccolare i miei cani, a giocare con loro, a scattare fotografie che ne evidenzino sì le qualità fisiche, ma anche la forte carica emotiva che trasmettono con un semplice sguardo. Altro aspetto fondamentale che cerco di rendere sempre ottimale è quello di un ambiente sano e pulito che rispetti tutti i criteri stabiliti dalla legge e che rifletta la vivacità mentale e fisica di ciascun cane. I collies del mio allevamento dispongono di un loro box personale e seimila metri di spazio verde in cui poter correre e giocare liberamente. Inoltre, è importante mettere sempre e comunque al primo posto i bisogni del cane e il rispetto nei suoi confronti: non pretenderei mai di accoppiare fattrici che abbiano avuto già più di quattro o cinque parti, né di affaticare un cane pretendendo da lui o da lei l impossibile durante un addestramento. Do inoltre molta importanza anche ad un buon dialogo con i proprietari dei cuccioli, mostrandomi sempre disponibile ad accogliere le loro richieste e a chiarire i loro dubbi, in modo da rendere la vita dei loro amici a quattro zampe quanto più agiata possibile. Non manca altresì una ricerca scrupolosa e selettiva degli esemplari, la cui progenie sarà poi altrettanto selezionata. I punti fondamentali cui faccio riferimento sono: Salute = L esenzione dalle malattie genetiche (HD A ufficiale e Cea possibilmente 0) è di cruciale importanza. Movimento = L eleganza nel passo e nella corsa, la leggerezza e la scioltezza sono ciò che di questa meravigliosa razza mi ha colpito più di ogni altra cosa sin dal primo momento, quindi cerco sempre di ottenere il miglior portamento possibile. Testa = Posizione delle orecchie, stop, posizione e grandezza degli occhi Tutte variabili che contribuiscono ad avere una più o meno marcata dolcezza dell espressione di un cane. Che cosa ricerchi in uno stallone ed in una fattrice? Le peculiarità dello stallone e della fattrice debbono compensarsi. Ovviamente guardo il pedigree di entrambi e sono sempre alla ricerca della migliore qualità possibile dei tre punti esplicitati nella precedente domanda. In particolare, nello stallone deve colpirmi la bellezza e la pienezza del movimento, la tonicità muscolare e la struttura fisica che deve rispecchiare con quanta più precisione possibile lo standard. Idem per la femmina, dando importanza, oltre che alla costruzione e alla tipicità fisica e della testa, anche al carattere. Quali sono secondo te i punti dello standard più importanti, quelli a cui dai maggior rilievo? Posso elencarli rapidamente, senza dilungarmi troppo nei particolari che ho pressappoco già esposto anche rispondendo alle domande precedenti: Movimento = E molto importante che il collie abbia un andatura sciolta e flessuosa. Mi piace che la sua falcata sia piuttosto lunga, leggera e apparentemente senza sforzo. Testa = Ovviamente ricerco delle armoniche proporzioni ed uno stop visibile, ma non troppo accentuato; ciò a cui conferisco la maggiore importanza sono gli occhi, la loro posizione e la loro grandezza, elementi che vanno poi a determinare l espressione e la dolcezza dello sguardo del cane. Tuttavia, non bisogna dimenticare che anche il carattere degli esemplari appartenenti a questa razza, così come la loro personalità, sono fondamentali al fine di stabilirne la particolarità. La loro dignità, la loro dolcezza, la loro elegante determinazione colpiscono quanto ogni più piccolo dettaglio fisico. Quali soggetti altrui hai maggiormente apprezzato? Nell arco degli anni i soggetti che hanno catturato la mia attenzione e hanno suscitato la mia ammirazione sono stati molti. Non è semplice elencarli tutti perché rischierei sicuramente di dimenticarne qualcuno, non rendendo giustizia a dei meravigliosi esemplari. Quelli che però più di tutti gli altri mi hanno colpita sono stati Steadlyn Revolution e Konzerto Magico di Cambiano ed il fantastico Johnny Be Good. Pagina 19

20

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

Alla scoperta dell Hovawart

Alla scoperta dell Hovawart Alla scoperta dell Hovawart di Loredana Rita Ciaghi L imponente massiccio del Monte Rosa si staglia nel cielo luminoso. Ai primi di marzo il sole inonda questo angolo di paradiso. Sto andando a Fontaneto

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Ad Armando Sanna Cover Mapei

Ad Armando Sanna Cover Mapei Introduzione: Ci sentiamo verso le 22 non so bene come iniziare, in fondo è un ragazzo. Un ragazzo dal viso pulito. - Pronto ciao sono Armando- - Ciao mi chiamo Gilberto, lo sai che domenica, mentre trionfavi,

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO

LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO CLAIRE (UK) Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione) e la

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

I primi passi con un cucciolo

I primi passi con un cucciolo I primi passi con un cucciolo 15 I primi passi con un cucciolo Abbiamo preso Metchley dal canile quando aveva nove settimane. Già durante il suo primo giorno da noi ho iniziato l addestramento con il tocco

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Roberto Babini (Allenatore di base con Diploma B UEFA) svolge da 13 anni l attività di allenatore.

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE )

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE ) PER LA PREGHIERA Ho bisogno, ragazzi, della vostra amicizia, come voi avete bisogno della nostra. Ma non ho bisogno che uno dopo l altro mi diciate: ti amo, perché quando verrà il mio Amore, che aspetto,

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO La mia mamma La mia mamma con la giacca in mano, sempre pronta a portarmi ovunque sia, con gli occhioni color terra. Io la guardo e penso a tante

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA

Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA La voce della luna Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA Poesie Con questo libro ci sarebbero tanti da ringraziare, ma mi limito solo a ringraziare tutti coloro che mi vogliono bene, e un ringraziamento speciale

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Adozione nel 25 dicembre 2010 (mia mail a tutti gli utenti) Cari Amici, questi auguri contengono una bella notizia:

Adozione nel 25 dicembre 2010 (mia mail a tutti gli utenti) Cari Amici, questi auguri contengono una bella notizia: Associazione Canili Milano Onlus www.canilimilano.it Tel 338/83.60.753 e-mail info@canilimilano.it C/C BANCARIO Canili Milano BANCA SELLA IBAN IT 39 L 03268 01604 052847586490 CODICE FISCALE 974 6561 0158

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNAZIONALE DI ALLEVAMENTO

REGOLAMENTO INTERNAZIONALE DI ALLEVAMENTO FEDERAZIONE CINOLOGICA INTERNAZIONALE REGOLAMENTO INTERNAZIONALE DI ALLEVAMENTO PREAMBOLO 1. I Paesi membri e partner con contratto della federazione Cinologica Internazionale (FCI) sono tenuti a rispettare

Dettagli

L a b c dell addestramento del cane da ferma e da cerca

L a b c dell addestramento del cane da ferma e da cerca L a b c dell addestramento del cane da ferma e da cerca Luca Gamba L A B C DELL ADDESTRAMENTO DEL CANE DA FERMA E DA CERCA riflessioni e ricordi di un addestratore www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare?

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Intervista all educatore cinofilo E. Buoncristiani 1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Gli aspetti positivi di questa

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli

L IMMUNODEFICIENZA FELINA (FIV) E LA LEUCEMIA FELINA (FeLV)

L IMMUNODEFICIENZA FELINA (FIV) E LA LEUCEMIA FELINA (FeLV) L IMMUNODEFICIENZA FELINA (FIV) E LA LEUCEMIA FELINA (FeLV) Nel panorama delle patologie che interessano i nostri amici gatti risultano particolarmente degne di nota l Immunodeficienza Felina (FIV) e la

Dettagli

Il Potere delle Affermazioni

Il Potere delle Affermazioni Louise L. Hay Il Potere delle Affermazioni Ebook Traduzione: Katia Prando Copertina e Impaginazione: Matteo Venturi 2 È così bello essere qui. Sono venuta in Italia, a Roma, tante volte, ma ogni volta

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006

Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006 Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006 PAROLE E IMMAGINI PER RACCONTARE GLI SPAZI PER BAMBINI E ADULTI. Gruppo di coordinamento

Dettagli

Parlamento delle Idee

Parlamento delle Idee Il 14 aprile 2015 siamo andati a Potenza per far visita alla sede della Regione Basilicata. Siamo stati accolti in una delle tante sale che la compongono e ci è stato mostrato un breve filmato che spiegava

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013 ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI Anno Scolastico 2012/2013 Classe 4^ B PREFAZIONE UNA GRANDE AMICIZIA Questo giornalino è nato dall idea di mettere insieme

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

FEDERAZIONE CINOLOGICA INTERNAZIONALE REGOLAMENTO INTERNAZIONALE DI ALLEVAMENTO

FEDERAZIONE CINOLOGICA INTERNAZIONALE REGOLAMENTO INTERNAZIONALE DI ALLEVAMENTO FEDERAZIONE CINOLOGICA INTERNAZIONALE REGOLAMENTO INTERNAZIONALE DI ALLEVAMENTO Si ricorda che per quanto attiene alle iscrizioni dei cani al Libro genealogico italiano, vigono le disposizioni del Disciplinare

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA!

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! I piccoli reporter della Guglielmo Marconi intervistano la dott.ssa Laura Bottini, psicologa che collabora con il nostro istituto. A cura del gruppo 4 dei Piccoli Reporter Quando

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro)

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Rispondi alle seguenti domande indicando quale risposta è più vicino

Dettagli

L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza.

L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. FCI Standard N 296 / 19.09.2013 CANE DA PASTORE SCOZZESE A PELO CORTO (Collie Smooth) L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. 2 LINGUA ORIGINALE FCI DI TRADUZIONE: tedesco

Dettagli

31 GIORNI PER IMPARARE AD AMARTI

31 GIORNI PER IMPARARE AD AMARTI 31 GIORNI PER IMPARARE AD AMARTI Ciao e benvenuto, sono sicura che troverai questo piccolo ebook molto speciale e sai perché? Perché è dedicato alla persona più importante su questo pianeta.. quella persona

Dettagli

Caro Sindaco, ti scrivo...

Caro Sindaco, ti scrivo... a cura di Nadia Mazzon e Francesco Vivacqua Caro Sindaco, ti scrivo... I bambini si rivolgono al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia www.culturasolidarieta.it Indice. Prefazione. Analisi pedagogica. Analisi

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Perché è sempre troppo tardi quando inizi a occuparti della tua salute?

Perché è sempre troppo tardi quando inizi a occuparti della tua salute? Perché è sempre troppo tardi quando inizi a occuparti della tua salute? Succede spesso ed è un comportamento molto diffuso. Troviamo la motivazione per occuparci della nostra persona (fisico e mente) solo

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. ( Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. ( Section I Listening and Responding) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers ( Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text FE Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato. Che serata magnifica!

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Convegno Cristina Rossi 2012. Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive

Convegno Cristina Rossi 2012. Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive Convegno Cristina Rossi 2012 Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive Paolo Guiddi Anna Granata http://www.youtube.com/watch?v=sqflj Wp2EMk&feature=relmfu Donare il sangue Forma di inclusione?

Dettagli

U-Dog, cani speciali!

U-Dog, cani speciali! 66 U-Dog, cani speciali! Quando ho incontrato Lavan e Veronica, la sua compagna di vita, mi si è aperto un mondo. Un mondo che mi sono reso conto essere abitato da cani speciali addestrati da persone altrettanto

Dettagli

Dott.ssa Erica Menotti, Presidente AIDAI ONLUS REGIONE LAZIO Psicoterapeuta Familiare

Dott.ssa Erica Menotti, Presidente AIDAI ONLUS REGIONE LAZIO Psicoterapeuta Familiare GRUPPO DI PARENT TRAINING PER GENITORI DI BAMBINI CON DDAI NELLA REGIONE LAZIO Dott.ssa Erica Menotti, Presidente AIDAI ONLUS REGIONE LAZIO Psicoterapeuta Familiare Una presa in carico globale Come molti

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 Μάθημα: Ιταλικά Ημερομηνία και ώρα εξέτασης: Σάββατο, 14 Ιουνίου 2008 11:00 13:30

Dettagli

Nozioni di psicologia applicata ai giovani atleti. Dott.ssa Claudia Fiorini, psicologa

Nozioni di psicologia applicata ai giovani atleti. Dott.ssa Claudia Fiorini, psicologa Nozioni di psicologia applicata ai giovani atleti Un po di teoria: cos è la motivazione L allenatore quale costruttore di un ambiente motivante Motivare la squadra e l atleta PER QUALE MOTIVO, QUESTA SERA,

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

...quando nasce un bambino con la sindrome di Down...

...quando nasce un bambino con la sindrome di Down... ...quando nasce un bambino con la sindrome di Down... QUANDO NASCE UN BAMBINO CON LA SINDROME DI DOWN S e state leggendo questo opuscolo è perché un medico vi ha comunicato che probabilmente il vostro

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

Seconda parte Trovami

Seconda parte Trovami Seconda parte Trovami Dal diario di Mose Astori, pagina 1 Dovrei iniziare questo diario inserendo la data in cui sto scrivendo, e poi fare lo stesso per ogni capitolo successivo, in modo da annotare il

Dettagli

Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette

Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette Introduzione... 7 Ti lascio una ricetta... 9 Ottobre... 13 Novembre... 51 Dicembre... 89 Gennaio...127 Febbraio...167 Marzo... 203 Aprile... 241

Dettagli