BARRY WARD (James "Jimmy" Gralton), SIMONE KIRBY (Oonagh), ANDREW SCOTT (Padre Seamus), JIM NORTON (Padre Sheridan), BRÍAN F. O'BYRNE (O'Keefe).

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BARRY WARD (James "Jimmy" Gralton), SIMONE KIRBY (Oonagh), ANDREW SCOTT (Padre Seamus), JIM NORTON (Padre Sheridan), BRÍAN F. O'BYRNE (O'Keefe)."

Transcript

1

2 Loach prosegue nel suo racconto degli ultimi, dei semplici e delle loro difficoltà, ma come in molte delle sue pellicole più recenti lo fa dando loro con ottimismo la forza per il riscatto e diventare protagonisti e latori di una cambiamento che arriva dal basso, con l'aggiunta, in questo caso, di basarsi su una storia vera. scheda tecnica durata: 109 MINUTI nazionalità: REGNO UNITO, FRANCIA, IRLANDA anno: 2014 regia: KEN LOACH soggetto: DONAL O'KELLY sceneggiatura: PAUL LAVERTY fotografia: ROBBIE RYAN montaggio: JONATHAN MORRIS musiche: GEORGE FENTON distribuzione: BIM interpreti: BARRY WARD (James "Jimmy" Gralton), SIMONE KIRBY (Oonagh), ANDREW SCOTT (Padre Seamus), JIM NORTON (Padre Sheridan), BRÍAN F. O'BYRNE (O'Keefe). premi e nomination: 2014, Festival di Cannes, selezione concorso Palma d'oro. Ken Loach Uno dei più grandi registi europei viventi, Ken Loach ha al suo attivo una lunga filmografia come regista, dedicata a esplorare con toni diversi i problemi delle classi più disagiate e i conflitti sociali. All'anagrafe Kenneth Loach, è nato a Nuneaton, in Inghilterra, il 17 giugno Dopo un'infanzia caratterizzata da frequenti trasferimenti insieme alla famiglia a causa della guerra, da ragazzo prestò servizio militare nella Royal Air Force. Concluso il servizio militare, a 25 anni, si stabilì a Oxford per studiare legge al St Peter's College dell'università di Oxford. Qui entrò in contatto con il gruppo di teatro sperimentale dell'università, iniziò a recitare e ne divenne presidente. Dopo l'università, recitò e diresse spettacoli teatrali prevalentemente presso Birmingham. Nel 1962 si sposò con Lesley Ashton (sua attuale moglie) dalla quale ha avuto 5 figli. Nello stesso periodo iniziò a lavorare come aiuto regista per la ABC Television. Passò poi alla BBC come tirocinante quando questa stava per lanciare il proprio secondo canale. In questi anni ebbe inizio la sua collaborazione con Tony Garnett, produttore con il quale aveva in comune la cultura politica socialista. Con Garnett, Loach realizzò 10 episodi di The Wednesday Play, che in quegli anni rivoluzionarono il dramma televisivo britannico creando il genere del docu-drama, che utilizzava tecniche documentaristiche per raccontare storie di fantasia, con l'obiettivo di creare consapevolezza politica negli appartenenti alla classe operaia e al ceto medio. Questo spirito ha poi caratterizzato tutta la sua ampia produzione successiva. Dopo alcune regie televisive, tra le quali va ricordata la serie "Cathy Come Home" che ha causato direttamente una modifica delle leggi britanniche sui senzatetto, Loach ha girato il suo primo film per il grande schermo, Poor Cow (1967), interpretato da Carol White e Terence Stamp, seguito da Family Life (1971), con la straordinaria Sandy Ratcliff. Nonostante la sua indiscutibile qualità, il cinema di Loach è stato penalizzato per più di vent'anni per ragioni

3 politiche, e soltanto dal 1990 in poi i film del regista inglese sono stati distribuiti regolarmente, almeno in Europa. Durante i lunghi anni di governo di Margaret Thatcher, Ken Loach ha realizzato diversi documentari per la televisione (i più noti sono quelli girati nel 1984 durante gli scioperi dei minatori), molti dei quali non sono mai andati in onda. Con L'agenda nascosta (1990), vincitore del Premio speciale della giuria al Festival di Cannes del 1990, Riff-Raff ' Meglio perderli che trovarli (1990), Felix 1992 per il miglior film europeo, Piovono pietre (1993), Premio speciale della giuria a Cannes nel 1993, Ladybird Ladybird (1994) e Terra e libertà (1995), Premio internazionale della critica nel 1995 e ancora una volta Premio speciale della giuria al Festival di Cannes, Loach è entrato definitivamente nel Pantheon dei grandi registi europei. Già protagonista di Riff-Raff, Robert Carlyle ha interpretato il conducente d'autobus George nel film La canzone di Carla (1996), diventando così l'attore più ricercato dai cineasti britannici, che considerano Loach un maestro da seguire. Dopo My Name Is Joe (1998), il regista inglese ha diretto Bread and Roses (2000), con Pilar Padilla e Adrien Brody, il primo film di Loach girato negli Stati Uniti, poi tra i tanti Sweet Sixteen (2002) e Un bacio appassionato (2004). Nel 2005, sulla soglia dei settant'anni, il premio più atteso: con The Wind That Shake The Burley (sulla guerra fratricida fra Irlanda e Inghilterra) si è aggiudicato la Palma d'oro. Nel dicembre 2003 l'università di Birmingham gli ha conferito una laurea honoris causa in Lettere. Ancora un film sul lavoro, In questo mondo libero(2007), ma questa volta raccontato da un punto di vista diverso, quello di una sfruttata che si fa sfruttatrice nel duro ambiente del lavoro interinale. Con questa sceneggiatura Paul Laverty (da sempre autore dei film di Loach) ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura alla Mostra del cinema di Venezia. Nel 2009 esce Il mio amico Eric. La pellicola viene presentata al Festival di Cannes 2009, aggiudicandosi il premio della Giuria Ecumenica. Nel 2010 esce Route Irish (in Italia con il titolo L'altra verità) presentato in concorso al Festival di Cannes. Il film prende il nome dalla famigerata Route Irish: la strada più pericolosa al mondo che congiunge l'aeroporto di Baghdad con la green zone della capitale irachena. Nel 2012 con The angel share (La parte degli angeli) torna alla vena umoristica già sperimentata con successo soprattutto ne Il mio amico Eric. La parola ai protagonisti Intervista a Ken Loach Che cosa vuoi suggerire agli spettatori che stanno vivendo un momento di crisi economica analogo a quello che si vede nel film, attraverso il personaggio di Jimmy? Ciò che era speciale di questo personaggio, che ci ha attratto e convinti a raccontare la sua storia è, non solo, che combattè per il popolo dei lavoratori, ma che creò un luogo [ ] per celebrare la gioia della vita, del ballo e del divertimento. Tutto questo non era solo parte di una difficile battaglia per la giustizia sociale, ma era anche volto a rendere più liberi gli animi delle persone e questo significa gioia, liberazione, soddisfazione e cercare di essere le migliori persone possibili. È vero che questo è il tuo ultimo lungometraggio di fiction? Non so se avrò più l energia per rifare un lungometraggio [ ] È un lavoro veramente difficile, quindi non so quando ti avvicini all ottantina forse dovresti occuparti di altro vedremo. Negli anni in cui si svolge il film il nemico era abbastanza evidente, si tratta dello lo stato, della Chiesa, dei proprietari terrieri. Secondo te, oggi, un periodo che forse appare un po' più complesso e confuso, qual è il vero nemico da combattere? Penso che anche oggi il nemico sia molto evidente. Quali sono ad esempio i problemi che devono affrontare i giovani? Trovare un lavoro sicuro che gli permetta di condurre la propria esistenza, trovare un posto dove vivere per non dover restare per sempre con i propri genitori, quindi sostanzialmente trovare un loro posto nel mondo. E fare questo oggigiorno si sta rivelando sempre più difficile, anzi quasi impossibile in Europa. Le multinazionali, ad esempio, chiedono lavori sempre più temporanei. In Gran Bretagna abbiamo addirittura un contratto di lavoro a zero ore, firmi per un lavoro ma non sai se realmente potrai lavorare. E anche gli ammortizzatori sociali di

4 questi tempi vengono tagliati e nel nostro Paese (ma immagino anche qui) c'è il grosso problema del mercato immobiliare. In tutto questo trambusto è molto chiaro che la struttura economica, quella che favorisce e acuisce questi disagi facendo il favore delle grandi multinazionali, sia oggi il vero nemico da combattere. Magari i giovani non hanno una vera coscienza politica ma sanno che c'è qualcuno che li sta fregando, ed ecco perché avremmo bisogno di una vera leadership di sinistra realmente capace di cambiare questa situazione. Nel film si dice che dobbiamo guardarci da "the masters and the pastors" (i padroni e i 'pastori'). Per quanto riguarda una figura come quella di Papa Francesco che è da molti considerato un innovatore, che cosa ne pensi? Credi sia davvero così avanguardista come viene percepito oggi? Beh, onestamente non lo so. La gente dice che sia più progressista del papa precedente ma questa idea può rivelarsi pericolosa perché potrebbe anche apparire così adesso e poi infine allinearsi con le forze della reazione. Dipende da come si muoverà in futuro, se rimarrà fedele al movimento dei lavoratori opponendo il sistema capitalistico allora lo riterrò davvero progressista. Perché è facile dire di essere contro la povertà, ma non è abbastanza. Ricordo un aforisma che diceva "When I give food to the poor, they call me a saint. When I ask why they are poor, they call me a communist" (Quando nutro gli indigenti mi chiamano santo. Quando chiedo perché sono poveri mi chiamano comunista - Hélder Câmara, n.d.r). Quindi credo che dovremo aspettare e vedere davvero se Papa Francesco si limiterà a nutrire i poveri o se si spingerà oltre a fare la fatidica domanda. Nel film ritroviamo molte tematiche che sono attuali come la disoccupazione molto alta, la crisi economica, però di contro sembra esserci un senso della solidarietà che forse oggi non c'è più. Forse l'esperienza italiana è diversa da quella irlandese, inglese. Noi negli anni '20 abbiamo avuto le lotte, nel '29 c'è stata la crisi e gli anni '30 sono stati invece molto silenziosi. Non c'era lotta sociale e c'era pochissima solidarietà. L'unica cosa che poi ha messo fine alla disoccupazione è stata la guerra. C'era un senso di solidarietà nel senso di aiutare il proprio vicino ma non c'era una vera e propria solidarietà sociale intesa nel senso di "possiamo combattere insieme questa situazione". Ieri hai visitato il Nuovo Cinema Aquila, dove ha fatto vedere anche questo suo ultimo film. Quello è un cinema confiscato alle mafie. A Roma, parallelamente, ci sono anche altre situazioni di cinema/teatri occupati, come il Nuovo cinema America o il Teatro Valle, che sono stati riabilitati da questi giovani. Cosa diresti loro oggi? Cosa ne pensi di queste attività giovanili legate a occupazioni di luoghi dell'arte? In realtà mi piacerebbe sapere quale sarebbe il loro messaggio per me, penso che ne avrebbero di sicuro uno importante. Farei loro subito questa domanda. Di sicuro queste attività mostrano il loro grande rispetto verso le forme d'arte come il cinema, e il teatro, e credo che questa sia davvero una cosa fondamentale, ammirevole. Questo dimostra inoltre che diversamente dall'immagine che spesso ne facciamo, i giovani non sono solo interessati a stare di fronte a un computer con le cuffie nelle orecchie, privi di qualsivoglia altro interesse. La cosa importante è che si continui a programmare film, a fare teatro, e che questo resti un interesse presente nelle loro vite. C'era un grande critico inglese, Kenneth Tynan, che disse che c'è una sorta di cordone ombelicale, legame inscindibile tra quello che viene rappresentato a teatro e quello che avviene per le strade. Nel film The wind that shakes the barley (Il vento che accarezza l'erba, 2006) a un certo punto si dice che "È facile sapere contro cosa si combatte. Più difficile è sapere in cosa davvero si crede". Mi sembra che questa tematica ritorni anche in questo film, anche rispetto alla Chiesa che combatte con il solo obiettivo di creare un avversario, un nemico. Beh sì diciamo che Jimmy Granton (il protagonista del film n.d.r.) sapeva molto bene contro cosa stava combattendo. Quando fa quel suo discorso dopo aver fatto rientrare la famiglia sfrattata al suo cottage, credo che sappia esattamente contro cosa sta lottando. Sta combattendo per i valori della giustizia sociale e perché la gente possa riprendere in mano le proprie vite. Se avesse potuto continuare sarebbe andato verso il controllo democratico della proprietà e avrebbe certamente prospettato un sistema economico diverso. Il discorso che fa ci è sembrato sufficiente e abbiamo pensato che non fosse il caso di andare oltre (ride). Ci puoi dire qualcosa del rapporto di Jimmy con l'i.r.a.? Perché a un certo punto si capisce che l'i.r.a. non è esattamente di supporto alla sua lotta. L'I.R.A. è un'organizzazione politica che ha attraversato molte fasi e a quel tempo la struttura era divisa. Da una parte i capi dell'organizzazione volevano sostenere il governo irlandese, il quale a sua volta voleva il supporto

5 della Chiesa, in maniera da poter governare liberamente e senza alcun ostacolo. E quindi siccome volevano il supporto del governo in quel momento non potevano sostenere la posizione di Jimmy. Poi sempre all'interno dell'i.r.a. c'era invece un'ala più a sinistra che ancora aveva l'idea del programma sociale di dieci anni prima e loro diedero il loro supporto a Jimmy: in una delle scene del film si vedono proprio tre uomini dell'i.r.a. (e sono quelli che rappresentano gli uomini della sinistra). Secondo te dobbiamo guardare al passato per vedere che c'è stato un tempo dove realmente credevamo di poter cambiare qualcosa? E invece cosa pensi della cultura come strumento di libertà? Beh è sempre fondamentale tornare indietro nella storia perché la Storia ci dice chi siamo, perché siamo a questo punto, cosa sia possibile nel futuro. Andare a vedere cosa è accaduto nel passato è sempre vitale. C'è da dire che il periodo successivo alla Seconda Guerra Mondiale fu il punto più alto (almeno per quanto riguarda la Gran Bretagna) della democrazia sociale e quello che gli obbiettivi sociali che si raggiunsero allora furono di massima importanza. Se pensiamo alla proprietà pubblica delle grandi industrie come quella delle ferrovie, dell'acqua, del gas. E venne inoltre stabilito un sistema democratico che includeva la sanità pubblica sostenuta dalle imposte pagate dai cittadini. Il problema è che purtroppo non ci fu un cambiamento societario ma si creò un'infrastruttura che serviva alle grandi aziende per poter vivere, e quindi i grandi datori di lavoro e le grandi imprese rimasero intoccate. E quindi questo, trent'anni dopo, portò a tutti i problemi e i raggiungimenti degli anni '40 vennero messi a repentaglio. Infine, secondo me la cosa importante è ricordarsi che sì, si può lavorare tutti insieme perché le cose cambino e per creare un mondo migliore, ma non dobbiamo fare l'errore di fare il lavoro solo a metà. Anche per quanto riguarda la seconda domanda, sì bisogna senza dubbio dare importanza alla cultura e questo in passato veniva fatto molto di più creando ambiti e spunti culturali molto forti, e l'aspetto positivo era che la cultura era vista come qualcosa di benefico di per sé. Invece oggi la cultura è vista come una semplice transazioni finanziaria e ad esempio in Inghilterra non si parla tanto dei contenuti dei film degli spettacoli teatrali quanto delle attività produttive che si muovono alle loro spalle. In altre parole, tutto si riduce sempre all'obbiettivo di fare soldi, di fare profitto. E infatti le grandi mostre o gli spettacoli teatrali hanno sempre dei grandi sponsor che sono multinazionali e l'idea che sta alla base di questo schema è che niente di valore può realizzarsi se non c'è una grande multizonale a promuoverlo. E questo è il modo in cui il sistema penetra le nostre menti, tutti noi siamo portati a credere che sono le grandi società a realizzare tutto ciò che fa parte delle nostra vite. Quindi sarebbe importante che tutte le orchestre, i gruppi teatrali, si sbarazzino degli sponsor e ci lascino semplicemente interagire come esseri umani. Recensioni Giancarlo Zappoli. Mymovies.it Nel 1921, un'irlanda sull'orlo della guerra civile, Jimmy Gralton aveva costruito nel suo paese di campagna un locale dove si poteva danzare, fare pugilato, imparare il disegno e partecipare ad altre attività culturali. Tacciato di comunismo era stato costretto a lasciare la propria terra per raggiungere gli Stati Uniti. Dieci anni dopo Jimmy vi fa ritorno e sono i giovani a spingerlo a riaprire il locale. Gralton è inizialmente indeciso ma ben presto cede alle richieste. Chi gli era stato ostile in passato torna a contrastarlo. Ken Loach torna nell'irlanda che aveva messo al centro del suo cinema ne Il vento che accarezza l'erba e lo fa in modo apparentemente inusuale. Perché al centro di questa storia ci sono uomini e donne che difendono quello che un tempo avremmo definito un dancing. La musica che accompagna le dure immagini della Depressione americana potrebbe aprire un film di Woody Allen ma il contesto è e resta quello più amato dal regista inglese: la vita di uomini e donne che cercano nella condivisione di idee e di spazi quel senso della socialità che altri vorrebbero irregimentare per poterlo controllare il più possibile. Quello che Jimmy Granton (...) edifica per due volte è di fatto un centro sociale ante litteram in cui si possono condividere saperi ma anche la gioia dello stare insieme. Definire 'peccaminose' le danze che vi si praticano è, per la chiesa locale e per gli esponenti della destra, solo un pretesto per impedire la circolazione di idee ritenute pericolose. Chi frequenta la Pearse-Connolly Hall è spesso anche un buon cristiano che partecipa alla messa domenicale. È proprio questo che va colpito e debellato da quel potere ecclesiastico che però, a differenza dei reazionari più retrivi, è ancora capace di comprendere

6 l'onestà degli intenti dell'avversario. Il film esce in un tempo in cui a Roma siede un pontefice che ha dichiarato di saper ballare la milonga e di non sostenere ovviamente il comunismo ma anche di aver conosciuto tante brave persone che erano comuniste. Jimmy's Hall potrebbe piacergli. Andrea Guglielmino. Everyeye.it Applauditissimo dopo la proiezione per la stampa il nuovo film di Ken Loach, Jimmy s Hall - Una storia d amore e libertà, in concorso a Cannes e basato sulla vera storia di Jimmy Gralton, giovane irlandese che, a cavallo tra gli anni 20 e i 30, diventò leader sindacale e politico, guidato da spirito di solidarietà dalla voglia di tenere unita la sua comunità attraverso il ballo e la musica jazz, importata dall America. Dovendo fronteggiare però la dura opposizione dei tradizionalisti e della potente chiesa cattolica locale, che ritiene indecorosi i suoi atteggiamenti e quelli dei suoi seguaci. Nei panni del protagonista il convincente Barry Ward, sicuramente un buon candidato al premio per la miglior interpretazione maschile. Se la trama ricorda a grandi linee quella del classico degli anni 80 Footlose, non dobbiamo dimenticare che questa pellicola emozionante e a suo modo divertente è tratta da una storia realmente accaduta. Ci siamo documentati e l abbiamo ricostruita con fedele attenzione - spiega il regista - La Hall l abbiamo ricreata a Glasgow, per poi trasportarla in location pezzo per pezzo. Ma poi abbiamo dovuto distruggerla, per la scena dell incendio. C erano anziani nel villaggio che c erano quando è accaduto e se lo ricordavano ancora." Jimmy Gralton "Molte notizie su Jimmy erano scomparse, come se avessero voluto cancellare la sua presenza dalla storia - continua Loach - quindi alcune cose le abbiamo inventate con l immaginazione. Non sappiamo se avesse davvero una donna o una relazione segreta, ma tutti ci hanno confermato che non importava. Se anche l avesse avuta, questo non lo avrebbe distratto dalla sua causa. Se oggi Jimmy fosse vivo, si opporrebbe al neo-liberalismo, alle lobby e alle multinazionali che controllano tutto, anche la democrazia. Ci tengo a sottolineare che tengo ai personaggi che abbracciano la vita, anche attraverso la danza. Gli appartenenti alla classe operaia in quel periodo erano considerati alla stregua di delinquenti, ma non era così. Erano contadini e navigatori, ma sapevano anche fare poesia, arte, danzare, ballare ed esprimere la propria coscienza politica e far valere le proprie esperienze. Loach ha anche dichiarato che questo sarà il suo ultimo film con attori, lasciando presagire un futuro da documentarista. Non solo, amante com è delle tecnologie tradizionali, il regista britannico trova sempre più difficoltà a trovare i materiali che gli servono per girare e montare in 35 millimetri. In questo caso, gli è venuta in aiuto la major Pixar, che gli ha fornito uno stock di nastri numerati necessari a coordinare le immagini e il sonoro. Se il soggetto e il tema di base - la musica come foriera di libero pensiero e come Jimmy s Hall - Una storia d amore e libertà colpisce per una messa in scena emozionante sostenuta dall ottima prova del protagonista Barry Ward e dagli splendidi paesaggi irlandesi, filmati con una mano ormai riconoscibilissima e montati insieme con l occhio attento, calmo e sicuro di chi si affida a tecnologie tradizionali (il 35 millimetri) che ormai rischiano di sparire. Forse chiedere aiuto a una major può sembrare una contraddizione data la tendenza di Loach a scagliarsi contro tutto ciò che rappresenta una deriva capitalista, ma in definitiva quel che conta è il risultato e possiamo dire che gli applausi strappati al pubblico della Croisette sono in questo caso più che meritati. Di gran valore il commento sonoro, equamente diviso tra jazz e musica Irish tradizionale. Paolo D'Agostini. Repubblica L'inarrestabile Loach torna nell'irlanda degli anni chiave intorno al 1920, tra riconoscimento dell'indipendenza dal Regno unito e guerra civile che oppose gli indipendentisti radicali ai repubblicani che avevano accettato il Trattato che divideva l'isola: Eire cattolica e Irlanda del Nord rimasta sotto la corona britannica. Torna dove aveva già ambientato Il vento che accarezza l'erba, Palma d'oro 2006, ripartendo da lì per inoltrarsi nel decennio successivo. E, attraverso il personaggio carismatico di Jimmy Gralton (Barry Ward), raccontare l'aprirsi di un fronte sociale che oppone proprietari terrieri ultrareazionari e Chiesa cattolica ultraconservatrice (...) alle istanze di difesa dei più poveri e della libertà di comportamento e di opinione. Di sentimenti socialisti Gralton viene strumentalmente criminalizzato come "comunista". Tornato da un decennio di esilio americano ridà vita a una sala da ballo rurale che assume subito il valore di un simbolo. E come tale non potrà essere tollerato. Roberto Escobar. L'Espresso Sono invecchiato vagabondando per vallate e per colline». Seduti in circolo nella sala da ballo che si sono da poco ricostruiti, Jimmy Gralton (Barry Ward) e i suoi leggono "La canzone di Aengus il vagabondo". Che cosa è, e dove è, la piccola trota d'argento che nella poesia di William Butler Yeats diventa una fanciulla e subito svanisce?

7 Ognuno cerca la sua risposta, felice di immaginare e argomentare. È questo il momento più intenso di "Jimmy's Hall Una storia d'amore e di libertà" (...), che Ken Loach e lo sceneggiatore Paul Laverty hanno tratto da un'opera teatrale di Donal O'Kelly, a sua volta ispirato a fatti storici. Siamo nell'irlanda del 1932, nella contea di Leitrin. Poco più di dieci anni dopo la guerra di liberazione dalla Gran Bretagna, le speranze di molti sono state disilluse dal governo di Éamon de Valera. La Chiesa cattolica e i grandi proprietari terrieri, alleati, non sembrano molto diversi dai vecchi dominatori protestanti. Di questo è certo Jimmy, appena tornato da New York, dove si è rifugiato all'inizio degli anni Venti, anche per sfuggire alla violenza di O'Keefe (...), capo locale dell'ira (l'esercito repubblicano, da non confondere con l'ira che decenni più tardi opererà nell'ulster). Jimmy è comunista. Lo è come lo si poteva essere novant'anni fa, con una generosità che la storia avrebbe da lì a poco tradito. Ora, convinto da molti compaesani, ha appena riaperto la vecchia sala che nel film ha il suo nome. Sa di rischiare. Su di lui, antico combattente repubblicano, stanno puntati gli occhi di O'Keefe insieme con quelli di padre Sheridan (Jim Norton), il primo legato direttamente ai latifondisti, e convinto difensore delle leggi dell'economia, il secondo attento a preservare la fede e l'obbedienza dei parrocchiani. Come nei suoi film migliori, Loach si tiene lontano dai pericoli dell'ideologia. Jimmy e gli altri non prendono lezioni da Stalin, come invece sostiene il prete. Vogliono solo un luogo in cui essere se stessi, imparando a ballare come si fa in America. Ed è questo a preoccupare padre Sheridan. Si comincia con i balli, dice, e si finisce con i libri. E poi, dopo i libri? Dopo i libri, forse, le sue parole dal pulpito non avranno più lo stesso effetto. Da quei libri, forse, uscirà una piccola trota d'argento, sulla cui bellezza ognuno immaginerà e argomenterà. Insomma, si inizia con il ballo e si finisce con la libertà. Gianluca Arnone. Cinematografo.it Ken Loach appartiene a quella meravigliosa generazione di cineasti (come Woody Allen e De Oliveira,) che invecchiando migliorano. Un po come il whisky che aveva tenuto banco nel suo precedente lavoro (La parte degli angeli). Il regista britannico fa sembrare il cinema la cosa più semplice al mondo: nel suo realismo secco e immediato, non c è mai una scena di troppo, un movimento di macchina inopportuno, una battuta sbagliata, un personaggio fuori luogo. La storia che racconta e gli eroi che ci propina sono da decenni gli stessi, ma la chiave è ogni volta inusuale, le corde toccate quelle giuste: la fabbrica, la guerra, il calcio, l alcol, l amore e, ora, il ballo. Sostenuto come al solito dall ottima sceneggiatura di Paul Laverty, Ken Loach ci regala con Jimmy s Hall, un altro energico ritaglio dalla storia fuori dai libri di storia: la ribalta la merita stavolta James Gralton (Barry Ward), l unico uomo irlandese ad essere stato espulso dal proprio paese. Siamo negli anni '20 e Gralton è un giovane e carismatico attivista politico, costretto una prima volta ad emigrare dall'irlanda negli Stati Uniti. Tornato in patria dieci anni dopo e forte dell esperienza col jazz vissuta in terra americana, Gralton decide di ripetere il felice esperimento del Music Hall, una sala da ballo e un luogo di ritrovo in cui poter studiare (varie discipline: dalla letteratura alla boxe, passando dal disegno), confrontarsi ed emanciparsi da un destino di sottomissione e di ignoranza. Il progetto trova entusiastica adesione da parte degli uomini e delle donne del villaggio, ma anche la forte ostilità delle istituzioni locali, in primis dei rappresentanti della Chiesa, timorosi di perdere il proprio potere d influenza (anche se al suo interno le posizioni sono più sfumate di quanto non sembri). Il conflitto non tarderà ad esplodere, riproponendo una delle classiche contrapposizioni del cinema di Loach, comunismo vs. religione, che sta ovviamente per libertà vs. autorità. E torna anche la questione irlandese, con buona pace dei suoi connazionali (...). Con il consueto movimento narrativo a fisarmonica (dal focus principale ad altri temi sotterranei, e ritorno), il registro ora drammatico e ora ironico (mai sbilanciato in un senso o nell altro), la capacità di perorare la propria causa passando sempre dal vissuto umano, Loach parla netto e parla chiaro, e ne ha per tutti. Parla soprattutto agli spettatori del presente ricordando loro che la vita non è in delega a politici, banche o venditori di pentole, ma è affar nostro ed è ora di andarcela a riprendere: balliamo? Claudio Bartolini. Filmtv Rivista C è uno sguardo globale, in questo ritorno irlandese di Loach. A partire dai filmati di repertorio sulla Grande depressione americana durante i titoli di testa, è costruito un tessuto sinergico atto a contrapporre le aperture ideologiche statunitensi al conservatorismo britannico. Il collante si chiama James Gralton, personaggio minore della Guerra di indipendenza irlandese del (...), emigrato in Usa nel 1922 e tornato in patria dieci anni dopo carico di jazz e principi progressisti. A Effrinagh, contea di Leitrim, Jimmy riapre la Perse-Connolly Hall ripercorrendo le orme di una libertà a suo tempo violentata. In quel luogo si imparano il ballo, il pugilato, la

8 poesia, mentre la nostalgia polverosa della messa in scena si traduce in immagini e situazioni corali riscaldate da luci gialle. La gioia della comunità, il tepore di un sentire comune. Ma negli stacchi in luce bianca qualcuno dissente e, di nuovo, ostracizza. «Prima è il ballo, poi sono i libri [...] O Dio, o Gralton». La Chiesa si oppone, i cittadini reazionari ricorrono ancora una volta alla repressione. Loach sottrae alla Storia il diritto di replica e ne riduce così la complessità - privando la parte avversa di momenti ideologici significativi e attenendosi a uno spartito manicheo che non prevede restituzione di violenza e, dunque, esclude l IRA dai giochi - ma il suo Jimmy s Hall va a segno grazie a un sensibile realismo irish, che ha ancora il coraggio di chiedere risposte ai volti. Paola Di Giuseppe. Indie-eye.it Orso d Oro 2014 alla carriera, ad un passo dagli ottanta anni, Ken Loach torna con la sua pensosa leggerezza a ricordarci, ancora una volta, che il coraggio di ricominciare parte soprattutto da sè stessi. Per difenderti dall avversario devi innanzitutto sorprendere te stesso aveva detto qualche anno fa Eric Cantona, numero 7 del Manchester United, al suo Eric Bishop (Il mio amico Eric, 2009), e fu così che cominciò la risalita spettacolare verso il senso della vita del depresso cinquantenne ormai prossimo al suicidio. Sulle note di un jazz d importazione da un America depressa che scorre in apertura con filmati di repertorio, Loach torna alla storia vera con Jimmy Gralton (Barry Ward), un intraprendente e belloccio giovane irlandese, attivista socialista di fede sicura, già partito per un esilio volontario nel 21 alla volta degli States. (...) Loach racconta una storia minima, presa dal basso, pochi attori, il gruppetto di paesani che fa da coro e Jimmy che non ha nulla dell eroe dei due mondi, pur tornando dall America. Jimmy è un povero diavolo che la storia ha preso in mezzo, costretto a confrontarsi con l ottusa e bruta forza del potere che odia il nuovo, il diverso, chi porta la luce dove domina il grigio. Dunque Loach adegua il tono, dosa i colori, rischia la mediocrità. Ma è un aurea mediocritas, la sua, quella della banale vita quotidiana che le tempeste della grande storia frantumano, schiacciano, annullano, circondate dal silenzio e vinte dall impotenza. Una storia d amore non ha avuto corso, un figlio è stato strappato alla vecchia madre, ragazzi allegri e appassionati sono stati delusi dai loro padri, l erba verde d Irlanda è stata ancora bruciata dal fuoco. Tanta retorica era in agguato. Loach, come sempre, glissa sorridendo. Sembra dirci che solo storie così possono essere raccontate, al cinema. Nella realtà è proprio così, infatti, mentre il popolo va avanti. Perché, come sempre, la working class andrà in Paradiso.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

El lugar de las fresas

El lugar de las fresas El lugar de las fresas Il luogo delle fragole Un anziana contadina italiana dedita al lavoro, un immigrato marrocchino appena arrivato in Italia, una giovane cineasta spagnola; Da un incontro casuale al

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI)

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) STORIE PICCINE PICCIO' (dai 2 ai 5 anni) Una selezione di storie adatte ai piu' piccoli. Libri per giocare, libri da guardare da gustare e ascoltare. Un momento di condivisione

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli La realtà non è come ci appare carlo rovelli 450 a.e.v. Anassimandro cielo terra Anassimandro ridisegna la struttura del mondo Modifica il quadro concettuale in termine del quali comprendiamo i fenomeni

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Una risposta ad una domanda difficile

Una risposta ad una domanda difficile An Answer to a Tough Question Una risposta ad una domanda difficile By Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Un certo numero di persone nel corso degli anni mi hanno chiesto

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste L obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani lavorare per la pace leggere scrivere TESTO INFORMATIVO- ESPOSITIVO livello di difficoltà Lorenzo Milani (Firenze, 1923-1967) Sacerdote ed educatore,

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli