Zona LPN. ...sicuri nella tormenta. numero 14 dicembre bollettino non conforme

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Zona LPN. ...sicuri nella tormenta. numero 14 dicembre 2009. bollettino non conforme"

Transcript

1 Zona LPN bollettino non conforme numero 14 dicembre sicuri nella tormenta

2 Pagina 2 ASSE CHE NON VACILLA: pag. 3 BUON 2010 AMATRICI IN CAMPO: pag. 4 PER IL SOCIALE COPENAGHEN: pag. 5 VINCE IL TURBO CAPITALISMO RIFUTI INGOMBRANTI: pag. 6 COME SMALTIRLI I GUERRIERI DELLA NOTTE pag. 7 DI WALTER HILL HOCKEY SU GHIACCIO: : pag. 8 REGOLE ED ORIGINI EDUCAZIONE SIBERIANA: pag. 9 ZAGOR: pag. 10 SPIRITO CON LA SCURE CANTIERE L.P.N.: pag. 11 ZonaLPN: agenzia di informazione interna a cura dell ass. cult. LPN S O M M A R I O

3 Pagina 3 ASSE CHE NON VACILLA: BUON 2010 Cinque attività hanno una grande portata sotto il cielo, si praticano con tre mezzi [ o con tre virtù], intendo dire che ci sono obblighi tra principe e ministro, fra padre e figlio, fra marito e moglie, fra fratelli maggiori e minori, e fra amici. Questi sono i cinque obblighi che hanno una grande portata sotto il cielo. Le tre virtù effettive sono: conoscenza, umanità, energia, e sono da praticarsi unitamente, non distaccate l una dall altra. Ezra Pound traduce il Chung Yung di Tsze Sze, nipote di Confucio. Chung Yung significa L asse che non vacilla

4 Pagina 4 AMATRICI IN CAMPO: PER IL SOCIALE È stato presentato domenica 20 dicembre dalle ore il calendario 2010 Amatrici Calcio Locri denominato Tutte in campo per il sociale. Un iniziativa voluta dalla squadra di calcio a 5 femminile per contribuire alla raccolta fondi per l associazione territoriale GADCO (Gruppo Avis Donatrici Cordone Ombelicale. Il ricavato supporterà una causa sociale, a parere delle ragazze, importante, per sensibilizzare le donne in gravidanza e quindi donare il proprio cordone ombelicale. Un gesto semplice e gratuito, come sottolinea anche la presidente della Gadco, dottoressa Angela Epifanio, compiaciuta dell interesse che la squadra ha riservato alla sua associazione. Il cordone lo può donare qualsiasi donna ed è un atto che contribuirà a salvare molte vite e a diminuire molte malattie. La donazione del sangue ombelicale ha il vantaggio di non causare alcun rischio per chi lo dona (la mamma e il bambino) e può essere prelevato e conservato anche per molti anni, in modo di essere sempre disponibile al momento del bisogno. Un gesto semplice ma prezioso. Rappresenta una scelta solidale importante perché il sangue in esso presente contiene le cellule staminali identiche a quelle che si trovano nel midollo osseo (capaci, quindi, di generare globuli rossi, globuli bianchi e piastrine), che possono restituire la speranza a chi soffre di gravi malattie. Per trovare informazioni sulla donazione, i centri dove è possibile farla e la prassi da seguire, si può contattare la Gadco, che in questo periodo, sta tentando di supportare il lavoro dei ginecologi dell Asl9, dove le difficoltà sono molte ma c è la volontà degli operatori di mantenere il servizio della donazione e raccogliere i cordoni che saranno conservati nella banca di cordone ombelicale di Reggio Calabria. A sostenere questa causa sociale è stata interpellata anche l Associazione Amici di Filippo, associazione che contribuisce alla ricerca sul cancro. L idea è stata sposata in pieno dal suo presidente Francesco Diano e lo staff che hanno voluto aderire al progetto Tutte in campo per il sociale. Lo sport e il sociale, ancora una volta insieme auspicando di raggiungere la sensibilità delle persone, che potranno, dare un loro contributo per sostenere il progetto solidale. Trenta donne, dunque, che indossati gli abiti da fotomodelle hanno voluto con 12 scatti originali e divertenti, marcare il senso della donazione. Rappresentano tutti i mesi dell anno con la compagnia di piccoli bambini, il nostro futuro. Donare è lo slogan di questo Natale 2009 festeggiato insieme alla società domenica stessa in occasione della partita in casa contro la Lab Soccer 2009 (Palasport ore 18.00). Un momento che ha visto la piacevole partecipazione della scuola del infanzia del circolo di Locri che aprirà la serata con un esibizione di canti natalizi.

5 Pagina 5 COPENAGHEN: VINCE IL TURBO CAPITALISMO È difficile dire se si possa definire un fallimento annunciato. Ma alla fine il risultato è lo stesso. Annunciato o non annunciato il vertice di Copenaghen sul clima si è concluso con un (quasi) nulla di fatto. Usa, Cina, India, Brasile e Sudafrica hanno siglato un accordo che conferma, ma molto debolmente, l impegno a contenere nei due gradi centigradi l aumento della temperatura terrestre (patto che era già stato siglato durante il G8 dell Aquila) mentre si è sorvolato sul punto centrale: la riduzione dell emissione dei gas serra rinviando la discussione a tra sei mesi, quando è previsto il vertice di Bonn. Il risultato è reso meno fallimentare solo dalla riconferma che esiste un asimmetria di responsabilità tra i diversi paesi e dall impegno a trasferire una certa quantità di soldi - 30 miliardi l anno entro il 2012, 100 miliardi l anno entro il 2100 ai paesi in via di sviluppo e a economia emergente. Ma questo non è bastato agli altri Paesi, soprattutto quelli africani, che dopo aver protestato hanno semplicemente «preso atto» del patto siglato di fatto rimandandolo al mittente. L esponente del Sudan, in rappresentanza, del G77 ha paragonato l accordo tra i grandi a un Olocausto inflitto alla sua Africa. Hanno ragione loro. L accordo siglato non può bastare. Il quadro che il vertice internazionale ci offre è infatti quello di una crisi politica a tutto tondo: crisi dei rapporti internazionali, ma anche crisi strategica su come davvero affrontare la crisi ambientale che, giorno dopo giorno, sta distruggendo il pianeta in cui viviamo. La crisi internazionale si è giocata su due fronti principali: i contrasti tra Usa e Cina da una parte, lo scacco dell Europa dall altra. Fin dal suo arrivo a Copenaghen un Barack Obama molto attivo ha cercato di fare pressione sulla Cina (al momento il massimo produttore di gas serra, mentre il record pro capite resta però ancora nella mani degli Stati Uniti) a siglare un accordo che cercasse di affrontare per davvero le questioni in campo. Ma la Cina, rappresentata dal Primo ministro Cinese Wen Jiabao, non ha ceduto e a un certo punto sembrava che potesse saltare tutto. Il protagonismo degli Usa e della Cina ha messo in un angolo l Europa e questo, oltre a inficiare l esito del summit, ha comunque delle ricadute negative, perché va a indebolire una realtà politica giù risibile e incapace di andare nei consessi internazionali con una posizione forte e comune. Ma come mai Obama non è stato in grado di portare a casa di più? Il punto è che lo stesso presidente Usa deve fare i conti con la crisi e con un opinione pubblica preoccupata del futuro. E oggi il futuro è rappresentato soprattutto dal lavoro di fabbrica e da quell industria pesante responsabile delle emissione di gas serra, ma anche dello sviluppo economico che sta vivendo la Cina. Siglare un accordo sul clima al rialzo significava e significa mettere in discussione anche il modello di sviluppo, prevedere una sterzata, mettere in atto un piano anticrisi che ancora una volta non punti tutto sulle attività inquinanti e su un capitalismo turbo che non rinuncia allo sfruttamento e al profitto über alles. È impossibile? Crediamo di no. Sicuramente è necessario, pena l estinzione della vita per come l abbiamo conosciuta finora. La rivolta anche se poi rientrata nella formula prendiamo atto degli altri paesi, i Paesi cioè che non guadagnano nulla, ma perdono molto, fa sperare che qualcosa cambi e che al prossimo summit lo scontro sia maggiore e migliore sia l accordo. Ma perché questo accada occorre che cambi anche la mentalità delle persone. Che i cittadini e le cittadine di tutto il mondo sentano il problema dell ambiente non come qualcosa lontano, estraneo, che non li tocca. In realtà i mutamenti del clima e dell ecosistema in generale incidono già fortemente sulle nostre vite, ma ancora di più incideranno sulle generazioni future. E questo è un problema anche nostro. (articolo tratto da il Fondo Magazine )

6 Pagina 6 RIFIUTI INGOMBRANTI: COME SMALTIRLI Quante volte nell andare a buttare il normale sacchetto della spazzatura, negli appositi contenitori, ci siamo imbattuti in vecchi frigoriferi, lavatrici rotte, divani sgangherati e tanto altro ancora, tante, troppo volte ed allora, perché non si possa dire io non lo sapevo, l assessorato all ambiente del nostro comune ha reso noto, modalità e luoghi di smaltimento ed una nota è giunta anche a noi, che con immenso piacere pubblichiamo, rispettare l ambiente, vuol dire rispettare noi stessi, la nostra terra, la nostra civiltà. CITTA DI LOCRI AVVISO ALLA CITTADINANZA L Assessore all Ambiente, Sanità e Innovazioni Tecnologiche Dott. Tommaso Raschellà Rende noto alla cittadinanza che le modalità di smaltimento per i rifiuti considerati ingombranti quali non possono essere riposti nei normali cassonetti di raccolta sono: 1) Nel Territorio comunale di Locri è attivo un punto di raccolta gratuito dei rifiuti domestici ingombranti, quali vecchie reti, materassi, poltrone, divani, arredi vari, frigoriferi, surgelatori, televisori, lavatrici, lavastoviglie, elettrodomestici in genere, monitor, stampanti, condizionatori, apparecchiature obsolete o fuori uso; sfalci di potatura ed erba; situato presso i locali in Contrada Basilea, di fronte al cimitero comunale. Il servizio è attivo nei giorni di Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 2) Il servizio di ritiro a domicilio gratuito dei rifiuti domestici ingombranti quali vecchie reti, materassi, poltrone, divani, arredi vari, frigoriferi,surgelatori, televisori,lavatrici, lavastoviglie, elettrodomestici in genere, monitor, stampanti, condizionatori, apparecchiature obsolete o fuori uso; contattando la società LOCRIDE AM- BIENTE al numero ) Il servizio di raccolta dei rifiuti speciali a pagamento contattando la società LOCRIDE AMBIENTE al numero

7 Pagina 7 I GUERRIERI DELLA NOTTE: DI WALTER HILL È un gran film, I guerrieri della notte, tocca dirlo subito, ha dalla sua parte non solo una storia ben scritta, essenziale, ma anche uno sviluppo narrativo che mostra la bravura di un cineasta che non ha alcuna voglia di perdersi in fronzoli, inutili dettagli, noiose introspezioni, ma vuole solamente raccontare una storia, presentare ciò che accade in una notte di ordinaria follia in una città incubo come New York. Walter Hill, il regista, è qui alle prime armi, e qualche ingenuità nella direzione degli attori si nota subito, ma i difetti sono superati dalla eccezionale capacità di trasformare ogni ombra del film in un incubo, il merito di organizzare una sorta di ritorno a casa a tappe che somiglia ad una sorta di partita di baseball, dove le stazioni della metropolitana diventano le basi che i Warriors devono conquistare per sfuggire all ira di chi li ritiene responsabili di un omicidio e abbandonare quella sorta di inferno che è diventata la città. È proprio su questo equivoco che si basa la fuga dei guerrieri: accusati ingiustamente di aver ucciso un ambiguo personaggio che sobilla le piccole gang della città alla violenza, i Warriors hanno il problema di dover tornare a casa, all altro capo della città, respingendo i tranelli e gli agguati organizzati dalle altre gang. Scene memorabili: lo scontro con i giocatori di baseball, le fughe nella metropolitana, la bottiglia incendiaria che allontana i pavidi Orfani, il tranello teso da una gang formata da ragazze, e poi lo scontro finale, al termine della tremenda nottata, sulla spiaggia, alle prime luci dell alba. Dei nove Warriors, due perderanno la vita, uno sarà arrestato, ma i sei superstiti potranno andar orgogliosi di aver condotto a termine la loro battaglia. Violenza metropolitana, dunque, ancora al centro delle proposte cinematografiche, siamo alla fine degli anni settanta e questo decennio che ha avuto al suo inizio un capolavoro come Arancia meccanica, si chiude idealmente con I guerrieri della notte, che un capolavoro non è meno significativo del film di Kubrick. Il degrado della metropoli, la legge della giungla che impera di notte, i quartieri dormitorio in cui le strade sono alla mercé di chiunque quando fa buio. E poi la voglia matta dei giovani di uscire dal ghetto, di far gruppo, di dominare. Hill accenna a tutti questi temi senza mai farne menzione in un solo dialogo: ai registi di talento basta mostrare, non serve a nulla dimostrare, per fare dei buoni film.

8 Pagina 8 HOCKEY SU GHIACCIO: REGOLE ED ORIGINI La ricerca e lo studio delle origini dell hockey su ghiaccio costituiscono senza dubbio un avventura affascinante, ma al tempo stesso complessa: fin dai tempi più antichi, i paesi con clima freddo sono stati teatro di giochi con pattini e bastoni, quindi è praticamente impossibile definire con precisione il punto di partenza dell hockey su ghiaccio moderno; storici e ricercatori hanno spesso presentato opinioni contrastanti e forse l unica certezza risiede nel fatto che l hockey non sia un invenzione estemporanea, quanto piuttosto una lunga evoluzione di giochi. È sicuramente interessante analizzare la parola HOCKEY, cercando di capirne l origine: ci sono testimonianze scritte (risalenti alla fine del XVIII secolo) in cui vengono descritte discipline su ghiaccio chiamate appunto hockey, sebbene questo termine fosse già utilizzato da diverso tempo per indicare alcuni giochi su prato. Riguardo all effettiva origine del nome Hockey, esistono alcune ipotesi: a) hockey deriva dall antico germanico hok (oppure hak), il cui significato è pezzo di metallo o legno ricurvo ; da questo termine deriva hook, gancio nell inglese moderno. b) hockey deriva dall antico francese hoquet, che significa bastone di legno ricurvo o bastone del pastore ; con hoquet si indicava anche un primordiale gioco su prato con bastoni tipico della Francia. c) hockey deriva da hoo-gee, che nella lingua dei Nativi Americani presenti in Canada significa che male!. d) nella tradizione popolare canadese, spesso vengono raccontate le vicende di un certo Colonnello Hockey, il quale a metà del XIX secolo avrebbe ideato un passatempo per i suoi soldati: il gioco di Hockey ben presto sarebbe diventato semplicemente hockey. Tuttavia, soltanto le prime due ipotesi hanno un fondamento storico, mentre le altre due sono piuttosto improbabili, soprattutto quella del Colonnello Hockey. Durata: Un incontro di hockey su ghiaccio dura 60 minuti (tre tempi - chiamati anche drittel - da 20 minuti). Poiché ogni interruzione di gioco comporta lo stop al cronometro (si gioca quindi con tempo effettivo come nel basket ad esempio), una partita dura in realtà molto più a lungo (un tempo dura in media tra i 30 e i 40 minuti). In alcune competizioni se dopo i tre tempi il risultato è ancora in parità, viene disputato un tempo supplementare di 5 minuti, con la regola della sudden death, in pratica chi segna vince. Nelle competizioni ad eliminazione diretta ed in alcuni campionati (es. NHL o campionato tedesco) se dopo il supplementare la parità permane, viene battuta una serie di 5 rigori (shoot-out), che proseguono ad oltranza in caso di ulteriore parità. Ogni squadra può usufruire di un interruzione di gioco da 30 secondi a partita (time-out). Tra un tempo e l altro c e una pausa di 15 minuti, usata per rimettere a nuovo la pista, utilizzando un apposita macchina chiamata Zamboni, che stende sul ghiaccio, rovinato dalle pattinate, un sottile strato di acqua bollente che ripristina l iniziale stato. Scopo: I giocatori usano una mazza, o bastone, (stick) che termina con una lama piatta per controllare e tirare un disco di gomma dura chiamato puck. L obiettivo di ogni squadra è tirare il puck all'interno della porta avversaria e, ovviamente, impedire agli avversari di segnare. Si può portare avanti il puck con il pattino, ma non è consentito segnare in questo modo. Vietato è anche giocare il puck col bastone alto (ossia col bastone al di sopra della spalla), è consentito però bloccarlo con la mano. I passaggi con la mano e le reti segnate con la mano non sono consentite Giocatori: Nelle competizioni maschili le squadre sono formate da un massimo di 20 giocatori più 3 portieri, in quelle femminili da un massimo di 18 giocatrici più due portieri. Una squadra non può avere più di 6 giocatori sul ghiaccio durante lo svolgimento del gioco: un portiere, due difensori, tre attaccanti. Come si gioca: Durante una partita possono esserci sul ghiaccio sei giocatori contemporaneamente. La regola prevede che siano cinque giocatori di movimento e un portiere, ma in situazioni particolari, il portiere può essere sostituito da un sesto giocatore di movimento.

9 Pagina 9 EDUCAZIONE SIBERIANA N. LILIN - EINAUDI 20,00 È uscito da pochi mesi ed è già un caso editoriale, se non altro per le 40 mila copie già vendute. Parliamo di Educazione siberiana, esordio letterario benedetto da una casa editrice di prima fascia come Einaudi del 28enne Nicolai Lilin. Ce ne occupiamo perché, nonostante sia un opera scritta in italiano, Lilin è nato e cresciuto nell ex Unione Sovietica, più esattamente in Transnistria, una striscia di terra posta fra la Moldavia e l Ucraina, nel 1990 autoproclamatasi indipendente e che come tale si comporta, sotto la protezione russa, nonostante mai sia stata riconosciuta come tale dalla comunità internazionale. Ma se Bender, la città natale di Lilin, si trova nel sud della Transinistria, non lontano dal Mar Nero, i suoi avi, la formazione ricevuta, credenze e antipatie, tutto è legato all etnia a cui appartiene, quella degli urca siberiani, popolazione vittima come tante altre delle deportazioni staliniane della prima metà del novecento ma al cui nome sono generalmente legati sinistri racconti. Ed è di questa formazione che narra Educazione siberiana : come lo stesso Lilin ammette in una recente intervista a Fiammetta Cucurnia su Venerdì di Repubblica, lo scrittore-protagonista ha volutamente mantenuto quella percezione degli eventi e dei personaggi, per certi versi fiabeschi, per altri ingenui, che è rimasta al sé stesso bambino e poi adolescente, senza preoccuparsi di raccontare una storia capovolta, in cui i criminali sono i buoni e i tutori dell ordine diventano gli odiati nemici da uccidere o umiliare. Ne è venuto fuori un racconto letterariamente godibile (pazienza per le critiche di mistificazioni e ricostruzioni storiche fantasiose) e per molti aspetti eccezionale. Tale è certamente il bagaglio di esperienze accumulate da Lilin nei suoi primi sedici anni di vita, trascorsi all interno di una comunità che viveva di attività criminali e che preparava le nuove generazioni a proseguire su quella strada, educandole con norme rigide e piuttosto complesse. Usi e costumi degli urca siberiani, così come accade a tante altre minoranze assaltate dal tempo e da nuovi nemici, stanno rapidamente scomparendo. Grazie a Lilin, possiamo dire, non tutto andrà perduto per sempre, come lacrime nella pioggia... Quel modo di vedere sé stessi e il mondo esterno che era proprio di uomini abituati a vivere in galera più che in libertà, e di donne abituate ad aspettarli, sopravvivrà almeno nelle pagine del suo libro, in cui registri diversi: affetto, malinconia, umorismo, rendono lieve l incombere dell inevitabile fine drammatica, per chi la vive di un epoca. Eccezionale è anche il fatto che uno scrittore in erba, dallo stile ancora grezzo e dall italiano imperfetto, trovi un editore del prestigio di Einaudi a pubblicarne l opera prima. Il suo modo di scrivere, d altronde, è intrigante e suscita simpatia: ci è piaciuto molto l uso della digressione, dell andar fuori tema, che Lilin fa a piene mani per tratteggiare, come piccole matrioske, nuove storie e personaggi all interno del filo narrativo principale. Nicolai Lilin, il cui prossimo romanzo sulla guerra in Cecenia, a cui ha preso parte durante la leva fra le fila dell esercito russo, è in previsione per il Lilin è in Italia da solo sei anni, vive a Cuneo e di professione fa il tatuatore, e anche questo rientra nell eccezionalità del suo personalissimo caso. Al lettore, poi, lasciamo il piacere di scoprire come e perché egli abbia imparato l arte del tatuaggio e quale sia il nesso con l educazione siberiana ricevuta o, altrimenti, saperne di più seguendo il link sotto riportato: (articolo di Marcello Brignone tratto da russianecho.net)

10 Pagina 10 ZAGOR: SPIRITO CON LA SCURE Il suo vero nome è Patrick Wilding, ma gli indiani lo chiamano Za-gor-te-nay, Lo Spirito con la Scure. Sulla Vecchia Frontiera americana della prima metà del Diciannovesimo secolo, Zagor si batte per mantenere la pace, proteggere le tribù indiane e dare la caccia ai criminali. Figlio di un ufficiale dell esercito ritiratosi a vivere da pioniere nei boschi del Nord-Est, Patrick Wilding vede morire i genitori a opera di una banda di indiani Abenaki guidati da Salomon Kinsky. Raccolto da uno strano filosofo vagabondo che si fa chiamare Wandering Fitzy e che gli fa da maestro, il ragazzo cresce desiderando la vendetta. Quando riesce ad attuarla, scopre, però, che il padre era stato a sua volta un massacratore di indiani e comprende la relatività dei concetti di Bene e di Male. Questo lo spinge a trasformarsi (complice una famiglia di saltimbanchi, i Sullivan, che ne curano il look ) in Za-gor-te-nay o, più brevemente Zagor: una sorta di giustiziere sempre pronto a schierarsi con i deboli e gli oppressi, rossi, bianchi o neri che siano. Presa dimora in una capanna costruita su un isolotto circondato dalle sabbie mobili, in una palude della foresta di Darkwood, Zagor inizia la sua opera pacificatrice, mitizzato dagli indiani che lo credono uno spirito immortale e rispettato dai bianchi che ben ne conoscono le capacità. Vestito del suo inconfondibile costume rosso dalla foggia indiana, con il simbolo dell Uccello Tuono sul petto, combatte per la Giustizia, usando la pistola, ma soprattutto una scure di pietra che maneggia con incredibile maestria. Agile, forte e atletico, Zagor sfrutta queste sue doti per far credere di essere un messaggero di pace del Grande Spirito. Non è un solitario e arrogante giustiziere: al contrario! Leale e generoso, nonché dotato di un animo vagabondo, Zagor ha numerosi amici ed è pronto ad accorrere, accompagnato dal fedele amico Cico, dovunque ci sia bisogno di lui. E guai ai malvagi che sentono echeggiare il suo grido di battaglia! Con questi elementi che mescolano abilmente Tarzan, Davy Crockett e l Uomo Mascherato, Sergio Bonelli, con lo pseudonimo di Guido Nolitta, ha dato il via, nel 1961, a una saga tuttora in evoluzione, che ha saputo conquistare i favori di un numeroso pubblico, grazie anche alla varietà delle storie che, partendo da una ambientazione western da Vecchia Frontiera e garantendo sempre e comunque abbondanti dosi di avventura, spaziando dai temi horror a quelli fantascientifici, dalla magia al giallo. Il personaggio è stato creato graficamente dall abile mano di Gallieno Ferri. I suoi amici: Cico (il suo nome completo è Cico Felipe Cayetano Lopez Martinez y Gonzales) è il migliore amico di Zagor e suo principale compagno d avventure. Buffo, grassottello, pasticcione nato, lo si direbbe un assistente improbabile per un eroe come Zagor. Ma nonostante sia tutt altro che coraggioso, Cico segue Zagor dovunque, come un vero amico fedele: qualche volta lo ha tolto dai guai, ma più spesso, con la sua sbadataggine, ce lo ha cacciato! È l elemento comico della saga, protagonista di esilaranti gag. Cico può essere considerato la versione messicana in carne e ossa di Donald Duck, dotato di una sfortuna cieca e di una fame atavica. Tonka, fratello di sangue di Zagor, è l audace e saggio capo dei Mohawk, al fianco del quale lo Spirito con la Scure ha combattuto minacce che mettevano in pericolo l'intera Darkwood, fin dal primo incontro fra i due, quando insieme sventarono la congiura di un gruppo di profittatori bianchi che si facevano credere gli dei degli Irochesi. I trappers Doc Lester e Pablo Rochas, protagonisti di allegre bevute ed epiche scazzottate nel corso dei rendez-vous di primavera,, fanno parte anch essi dei fedeli amici di Zagor, pronti a tutto per lui. Amici come Satko, avvocato Cherokee laureato che difende in tribunale la causa degli indiani; come Lupo Grigio, capo Comanche in lotta contro i Texas Rangers; come Manetola, capo Seminole in rivolta contro l'esercito Usa; come Liberty Sam, lo schiavo nero fuggiasco; come il capitano Honest Joe, che solca i mari del nord con la sua nave mercantile; come Lord Fraser, il coraggioso esploratore artico...ma nelle sue avventure marinare Zagor si accompagna soprattutto alla ciurma della Golden Baby, la baleniera di Capitan Fishleg, un saggio lupo di mare dai capelli bianchi che comanda un variegato e pittoresco equipaggio di avventurieri: Zarkoff, Ramath, Tarawa, Orsovic, Virginia (nipote del capitano e con un debole per Zagor). Non tutti gli amici di Zagor sono eroici e integerrimi come quelli citati. Una caratteristica della serie è l esistenza di molte figure incerte tra il Bene e il Male. Tra gli amici di questo tipo possiamo mettere Guitar Jim, il rapinatore menestrello che gira per il West con una pistola nascosta nella chitarra, e Andrew Cain, fanatico cacciatore di mostri e di stregoni, che combatte i Demoni della dimensione segreta dell Oltremondo e i maghi negromanti della terra africana di Kush. Altri amici ancora sono sospesi tra il serio e il faceto. Possono essere protagonisti di avventure serie, ma, proprio come Cico, anche di siparietti comici destinati ad alleggerire la tensione.

11 CANTIERE LPN: ATTIVITA MILITANTE Pagina 11 LPN LOCRIPATRIANOSTRA SONO DISPONIBILI I NUOVI ADESIVI, INFO AL SOLITO INDIRIZZO: SONO DISPONIBILI LE NUOVE FELPE TARGATE LPN, TAGLIE S, M, L, XL PER SAPERNE DI PIU : 9 GENNAIO 2010 ORE 18:00 PALAZZO NIEDDU DEL RIO LOCRI LPN E LIETA DI PRESENTARE CONTROSTORIA DELLE CALABRIE DI ULDERICO NISTICÒ È in arrivo il secondo numero di PUNTO D IMPATTO (SARÀ PRESENTE L AUTORE)

12 Tra una botta che prendo e una botta che do tra un amico che perdo e un amico che avrò che se cado una volta una volta cadrò e da terra, da lì m'alzerò

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

Tra le varie attività proposte sul tema dell acqua c è stata anche la visione di un film:

Tra le varie attività proposte sul tema dell acqua c è stata anche la visione di un film: Tra le varie attività proposte sul tema dell acqua c è stata anche la visione di un film: La prima richiesta fatta ai bambini è stata di indicare quali film conoscevano che raccontassero storie ambientate

Dettagli

Le Donne: il motore della vita

Le Donne: il motore della vita Le Donne: il motore della vita Il team di questo progetto è composto da me stessa. Sono una giovane laureata in Giurisprudenza e praticante avvocato, molto sensibile e attenta al tema riguardante la violenza

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

"#$"%&' (%&#((%! &#)'!*'"!+'$%(),!

#$%&' (%&#((%! &#)'!*'!+'$%(),! L Archivio liquido dell Identità arriva in Brasile, incontrando la comunità pugliese di San Paolo. Il cuore della città è l Edificio Italia, un altissimo palazzo che domina su l enorme estensione di questa

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE G.C.S.G. 2013/14

REGOLAMENTO UFFICIALE G.C.S.G. 2013/14 REGOLAMENTO UFFICIALE G.C.S.G. 2013/14 Ciao, tu non mi conosci ma io conosco te. Voglio fare un gioco. Regola numero uno: rispetta le regole del gioco! Regola numero due: ricorda, io sono l Enigmista:

Dettagli

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.)

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) OGGI Oggi gli Stati Uniti d America (U.S.A.) comprendono 50 stati. La capitale è Washington. Oggi la città di New York, negli Stati Uniti d America, è come la

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi Edizioni Disegni: Maria Elisa Cavandoli Copertina: Fabiano Fedi contributi alla seconda edizione: Fabrizio Carletti I edizione: 1998 ed. Creativ,

Dettagli

CREPAPANZA ERA. 1.buono e generoso 2.avido ed ingordo 3.cattivo e pericoloso CREPAPANZA ERA. 1.buono e generoso 2.avido ed ingordo 3.cattivo e pericoloso IL NUTRIMENTO E UNA NECESSITA VITALE PER L UOMO,

Dettagli

Di Günter Cornett (co-autore: Volker Schäfer) Regole generali... 2

Di Günter Cornett (co-autore: Volker Schäfer) Regole generali... 2 Di Günter Cornett (co-autore: Volker Schäfer) Argomento Pagina Regole generali... 2 Il Capitano Fedele (per 2 giocatori da 10 anni in su)... 2 Circondare i pirati avversari. Non è così semplice come sembra.

Dettagli

LA GRANDE AVVENTURA. dagli 11 anni. Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011

LA GRANDE AVVENTURA. dagli 11 anni. Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011 dagli 11 anni LA GRANDE AVVENTURA Robert Westall Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011 L autore Scrittore inglese, nato nel 1929

Dettagli

IL GIOCO STRATEGICO PER LA CONQUISTA DEL MONDO (DA 3 A 6 GIOCATORI)

IL GIOCO STRATEGICO PER LA CONQUISTA DEL MONDO (DA 3 A 6 GIOCATORI) IL GIOCO STRATEGICO PER LA CONQUISTA DEL MONDO (DA 3 A 6 GIOCATORI) Con abilità, calma, coraggio, una buona strategia e un po di fortuna si può arrivare alla conquista del mondo. Potrete occupare ogni

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

«Io sono la via, la verità e la vita»

«Io sono la via, la verità e la vita» LECTIO DIVINA PER LA V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Io sono la via, la verità e la vita» Gv 14,1-12 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,1-12) In quel tempo, Gesù disse ai

Dettagli

Compagnia teatroblu CenerentolO

Compagnia teatroblu CenerentolO Compagnia teatroblu CenerentolO Di: Susanna Gabos Regia: Nicola Benussi Attori: Klaus Saccardo Marta Marchi Clara Setti Costumi: Giacomo Sega Scenografia: Andrea Coppi Luci: Luca De Martini Produzione:

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

KUALID CHE NON RIUSCIVA A SOGNARE

KUALID CHE NON RIUSCIVA A SOGNARE dagli 11 anni KUALID CHE NON RIUSCIVA A SOGNARE VAURO SENESI Serie Rossa n 80 Pagine: 272 Codice: 978-88-566-3712-0 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTORE Giornalista e vignettista satirico, Vauro Senesi

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi IL DIO ADE Il dio Ade è fratello del dio Zeus. Ade è il re dei morti. Per gli antichi greci, dopo la morte, gli uomini vanno negli Inferi. Gli Inferi sono un luogo buio e triste che si trova sotto terra.

Dettagli

All. 1 UDL Il viaggio - Elaborati alunnni Francesca Pulvirenti 1

All. 1 UDL Il viaggio - Elaborati alunnni Francesca Pulvirenti 1 All. 1 1 All. 2 2 All. 3 Visione I sequenza: La partenza I. Chi sono queste persone? Che cosa fanno? Come sono? E. sono i parenti e gli amici. X. Sono contenti perché sperano che trovano lavoro. E. stanno

Dettagli

IL GATTO RAPITO. dai 7 anni. ErMInIA DELL OrO

IL GATTO RAPITO. dai 7 anni. ErMInIA DELL OrO dai 7 anni IL GATTO RAPITO ErMInIA DELL OrO Illustrazioni di Matteo Piana Serie Azzurra n 129 Pagine: 112 Codice: 566-2584-4 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE La scrittrice vive a Milano, ma è nata

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

I bambini vengono costretti a lavorare

I bambini vengono costretti a lavorare Un continente segnato dalle violenze, dai soprusi e dalle ingiustizie. Il destino di schiavitù che nei secoli scorsi ha colpito l'africa non si è esaurito nemmeno nel Terzo millennio. Nell'Ottocento, uomini

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro

La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro Venerdì 17 aprile, è venuta nella nostra scuola signora Tina Montinaro, vedova di Antonio Montinaro, uno dei tre uomini di scorta che viaggiavano nella

Dettagli

VIAGGIO ALLA SCOPERTA. della Malattia di Crohn e della Colite Ulcerosa. Leggi le avventure di Ricky e Susy. Scopri come affrontarle e dominarle!

VIAGGIO ALLA SCOPERTA. della Malattia di Crohn e della Colite Ulcerosa. Leggi le avventure di Ricky e Susy. Scopri come affrontarle e dominarle! VIAGGIO ALLA SCOPERTA della Malattia di Crohn e della Colite Ulcerosa. Scopri come affrontarle e dominarle! Impara cose importanti. Trova gli alleati per il tuo viaggio! Scopri le armi in tuo possesso.

Dettagli

La Scuola dell infanzia L. Scotti. Presenta SCUOLE EMISSIONE ZERO PROGETTO PER UN MIGLIOR RISPARMIO DI CO2

La Scuola dell infanzia L. Scotti. Presenta SCUOLE EMISSIONE ZERO PROGETTO PER UN MIGLIOR RISPARMIO DI CO2 La Scuola dell infanzia L. Scotti Presenta SCUOLE EMISSIONE ZERO PROGETTO PER UN MIGLIOR RISPARMIO DI CO2 REGINA MADRE TERRA Siamo partiti da un racconto dal titolo: REGINA MADRE TERRA Per sensibilizzare

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Mariapia Veladiano PAROlE di SCuOlA

Mariapia Veladiano PAROlE di SCuOlA Mar iap ia Veladiano parole di scuola indice Albus Silente 9 Ogni parola 13 Da dove cominciare. Integrazione 19 Da dove cominciare. Armonia 21 Tante paure 27 Paura (ancora) 33 Dell identità 35 Nomi di

Dettagli

di Kai Haferkamp per 2-5 giocatori dagli 8 anni in su

di Kai Haferkamp per 2-5 giocatori dagli 8 anni in su di Kai Haferkamp per 2-5 giocatori dagli 8 anni in su Traduzione e adattamento a cura di Gylas per Giochi Rari Versione 1.0 Novembre 2001 http://www.giochirari.it e-mail: giochirari@giochirari.it NOTA.

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

La Scuola Primaria F. Busoni di Pozzale presenta il progetto Gioco Scopro

La Scuola Primaria F. Busoni di Pozzale presenta il progetto Gioco Scopro La presenta il progetto Gioco Scopro Progetto GIOCO-SCOPRO!!! Nik-day 2011: prepariamo insieme il calendario della Solidarietà ed il nuovo libro! Cari bambini e care bambine dai 3 ai 99 anni, quest anno

Dettagli

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco. L asilo nido Collodi, gestito dalla Cooperativa Accomazzi per conto della Città di Piossasco, accoglie 45 bambini dai 6 ai 36 mesi. Aspetto

Dettagli

Che cosa sono le fiabe

Che cosa sono le fiabe LE FIABE Percorso semplificato sulla fiaba per alunni non italofoni Prof.ssa Calcagno Valeria Laboratorio italiano L2 a. s. 2014-2015 Scuola media Forlanini Ic Rovani Sesto san Giovanni Il percorso Descrizione

Dettagli

CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013

CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013 CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013 CHEFORTE! Nasce nel 2011 TARGET: Mamme con bambini dai 3 ai 13 anni. Content Labs Presenza sul mercato di siti e blog quasi esclusivamente

Dettagli

S T U D I O S P A Z I O

S T U D I O S P A Z I O S P A Z I O I nostri corsi 2014 La Cooperativa Co.Re.s.s. attraverso lo Spazio Arte 21, organizza percorsi dedicati alle persone che vogliono scoprire se stesse e le proprie emozioni attraverso l arte

Dettagli

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ ::

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ :: GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio Gruppo Animatori Salesiani www.gascornedo.it info@gascornedo.it Data: ven 17 gennaio 2014 Tema MGS: Verso la Conquista Titolo: La Mia Anima Rimane

Dettagli

In questa casa tutta la famiglia provvede a mantenere il proprio ambiente di vita pulito e scintillante il babbo

In questa casa tutta la famiglia provvede a mantenere il proprio ambiente di vita pulito e scintillante il babbo 6. SINDROME NIMBY Not in my black yard. Ciò che non accade nel cortile di casa nostra non ci riguarda, non ci interessa. È la mentalità che fa da sfondo alla crisi profonda della nostra società, nella

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

ORATORIO FERIALE ESTIVO 2014

ORATORIO FERIALE ESTIVO 2014 ORATORIO FERIALE ESTIVO 2014 Dall 11 giugno al 18 luglio Oratori Sacro Cuore/Maria Immacolata/S. Giovanni XXIII Piano terra vieni a stare in mezzo a noi con quella gioia di chi sa per sempre amare i figli

Dettagli

Progetto incontra l autore

Progetto incontra l autore Progetto incontra l autore Il primo aprile la classe 2 C ha incontrato Viviana Mazza, la scrittrice del libro per ragazzi «Storia di Malala». Due nostre compagne l hanno intervistata sul suo lavoro e sul

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

Alla conclusione del torneo saranno assegnati i seguenti premi: persone Miglior Giocatore, Miglior Portiere e Capocannoniere

Alla conclusione del torneo saranno assegnati i seguenti premi: persone Miglior Giocatore, Miglior Portiere e Capocannoniere La ROMA NORD CHAMPIONSHIP organizza la SERIE A, torneo di calcio a 5 infrasettimanale e serale; il torneo, che si svolgerà tutti gli anni, vuole caratterizzarsi per il livello tecnico e la serietà di tutti

Dettagli

RAJA Costruire Palazzi in India Un Gioco di Strategia per 2-5 Giocatori Di Wolfgang Kramer e Michael Kiesling

RAJA Costruire Palazzi in India Un Gioco di Strategia per 2-5 Giocatori Di Wolfgang Kramer e Michael Kiesling RAJA Costruire Palazzi in India Un Gioco di Strategia per 2-5 Giocatori Di Wolfgang Kramer e Michael Kiesling Contenuto 1.0 Introduzione 2.0 Componenti 3.0 Iniziare a Giocare 4.0 Svolgimento 5.0 Posizione

Dettagli

La Sieropositività come condizione cronica

La Sieropositività come condizione cronica La Sieropositività come condizione cronica Alcune parti sono state tratte da: Vivere con HIV: malattia e terapia, nuove speranze e nuove difficoltà Di Maria Bolgiani Centro psicoanalitico di studio dei

Dettagli

Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate

Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate Il contenuto è la semplificazione di un libro di testo

Dettagli

Capitolo 1. Ivo e Caramella 1. Completa il fumetto di Ivo con le parole della lista. 2. Leggi quello che dice Ivo, disegna e scrivi.

Capitolo 1. Ivo e Caramella 1. Completa il fumetto di Ivo con le parole della lista. 2. Leggi quello che dice Ivo, disegna e scrivi. Capitolo Ivo e Caramella Completa il fumetto di Ivo con le parole della lista. DIECI NNI È IL MIO CNE MI CHIMO IN CMPGN CIO! IO IVO. HO. ITO. CRMELL! Leggi quello che dice Ivo, disegna e scrivi. COMINRE

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ ΑΡΧΗ 1ΗΣ ΣΕΛΙΔΑΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΠΑΝΕΛΛΗΝΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΕΙΣΑΓΩΓΗΣ ΣΤΗΝ ΤΡΙΤΟΒΑΘΜΙΑ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΕΙΔΙΚΟΥ ΜΑΘΗΜΑΤΟΣ ΞΕΝΗΣ ΓΛΩΣΣΑΣ ΚΕΙΜΕΝΟ PERCHÉ LEGGERE I CLASSICI

Dettagli

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI Siamo il gruppo più numeroso della scuola e assieme alle maestre Meri e Silvia siamo diventati

Dettagli

LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE

LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE Il calcio è ormai uno sport mondiale, si gioca infatti in ogni angolo del pianeta, anche i più remoti; i praticanti appartengono ad ogni età, razza, religione e sesso.

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

E ora, col cuore leggero per lo scampato pericolo, andiamo ad approfondire, e a scoprire:

E ora, col cuore leggero per lo scampato pericolo, andiamo ad approfondire, e a scoprire: di Pier Francesco Piccolomini 1 Dopo aver spiegato come si accende il computer e come si usano mouse e tastiera, con questa terza puntata della nostra guida entriamo trionfalmente all interno del PC, dove

Dettagli

Durata Quattro fasi di lavoro in un arco di tempo complessivo non inferiore a quattro settimane. Si stimano non meno di 16 ore di lavoro in classe.

Durata Quattro fasi di lavoro in un arco di tempo complessivo non inferiore a quattro settimane. Si stimano non meno di 16 ore di lavoro in classe. Laboratorio consigliato per la scuola primaria (II ciclo) Il grande mosaico dei diritti Hai diritto ad avere un istruzione/educazione. Art. 28 della CRC Hai diritto a essere protetto/a in caso di guerra

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

GIOCHI SENZA SQUADRE

GIOCHI SENZA SQUADRE GIOCHI SENZA SQUADRE Età: 5-8 anni Questi giochi (50) sono proposti nel seguente modo: si ritaglia la descrizione del gioco, si piega il pezzo di carta e s inseriscono tutti i 50 foglietti in un sacchetto.

Dettagli

Corso di scrittura creativa. Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici. Prima Lezione

Corso di scrittura creativa. Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici. Prima Lezione Corso di scrittura creativa Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici Prima Lezione Come nasce una storia Il materiale necessario ad uno scrittore Il corso che viene presentato, di

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

Programmazione Annuale

Programmazione Annuale Programmazione Annuale Scuola Calcio Milan di Vieste CATEGORIE Pulcini 2001-2002-2003 I BAMBINI IMPARANO CIÒ CHE VIVONO...: Se un bambino vive nella tolleranza impara ad essere paziente. Se un bambino

Dettagli

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza La Festa dell Albero Festa dell Albero è la campagna di Legambiente per la tutela del verde e del territorio che quest anno si realizza nell ambito della Giornata Nazionale degli Alberi, finalmente istituita

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

UN GIOCO STRATEGICO DI ATTACCO E DI CONQUISTA (DA 3 A 6 GIOCATORI ETA : PER GIOVANI E ADULTI)

UN GIOCO STRATEGICO DI ATTACCO E DI CONQUISTA (DA 3 A 6 GIOCATORI ETA : PER GIOVANI E ADULTI) UN GIOCO STRATEGICO DI ATTACCO E DI CONQUISTA (DA 3 A 6 GIOCATORI ETA : PER GIOVANI E ADULTI) CONTENUTO Ogni scatola comprende: 1 tabellone rappresentante l Europa suddivisa in 6 Imperi e 44 Territori,

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

p.e.g. Progetto Educativo di Gruppo Gruppo Scout A.G.E.S.C.I. Genova 29

p.e.g. Progetto Educativo di Gruppo Gruppo Scout A.G.E.S.C.I. Genova 29 p.e.g. Progetto Educativo di Gruppo Gruppo Scout A.G.E.S.C.I. Genova 29 Chi siamo? Il Gruppo Scout Agesci Genova 29 opera nel quartiere genovese di Quarto dei Mille. Le nostre sedi sono rispettivamente

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

Serena vive, scrive, comunica

Serena vive, scrive, comunica Serena vive, scrive, comunica Serena Negrisolo SERENA VIVE, SCRIVE, COMUNICA Poesie alla mia cara mamma a Marcella al mio papà Introduzione Sono Pino, il papà di Serena. Al termine del terzo anno di

Dettagli

WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO

WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 CONTENUTI. Drammaturgia dell oggetto... 5 MODALITÀ DI SVOLGIMENTO... 7 DESTINATARI... 7 OBIETTIVI E FINALITÀ DIDATTICHE... 7 2 PREMESSA Dire

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013 SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013 TEMA DELLA MANIFESTAZIONE CALCIARE PER SEGNARE INDICAZIONI GENERALI Si ricorda che la manifestazione è una festa regionale/provinciale

Dettagli

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione!

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione! ... La Campania la Cambimo dvvero con una nuova Regione! La Campania la CambiAmo davvero con una nuova Regione E' finito il tempo della Regione concepita come un posto di potere, che gestisce soldi e poltrone.

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti IV. 1962-1964 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 822 Anno 1964 A Bernard Lesfargues Caro Bernard, Pavia, 28 novembre 1964 dato che non verrò a Lione

Dettagli

IL CUBISMO. Immagine esempio visi da Les demoiselles d Avignon. Ritratto di Dora Maar visto di fronte e di profilo

IL CUBISMO. Immagine esempio visi da Les demoiselles d Avignon. Ritratto di Dora Maar visto di fronte e di profilo IL CUBISMO Nei primi anni del 1900 i pittori cubisti (Pablo Picasso, George Braque) dipingono in un modo completamente nuovo. I pittori cubisti rappresentano gli oggetti in modo che l oggetto appare fermo,

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI LA STORIA DEI DIRITTI UMANI IL DOCUMENTO CHE SEGNA UNA TAPPA FONDAMENTALE NELL AFFERMAZIONE DEI DIRITTI UMANI È LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL UOMO SIGLATA NEL 1948. OGNI DIRITTO PROCLAMATO

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo:

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo: 01 L Europa divisa La seconda guerra mondiale provoca (fa) grandi danni. Le vittime (i morti) sono quasi 50 milioni. L Unione Sovietica è il Paese con più morti (20 milioni). La guerra con i bombardamenti

Dettagli

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO HEAD COACH ATTILIO CAJA DIFESA SUL PICK AND ROLL Nell analizzare le tendenze offensive delle squadre avversarie ci siamo resi conto di come una grandissima percentuale degli

Dettagli

laboratori ANNO SCOLASTICO 2011/2012

laboratori ANNO SCOLASTICO 2011/2012 laboratori ANNO SCOLASTICO 2011/2012 TEATRO DEL VENTO SNC Via Valle, 3 24030 Villa d'adda (BG) tel/fax 035/799829 348/3117058 contatto Chiara Magri info@teatrodelvento.it www.teatrodelvento.it A SCUOLA

Dettagli

DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING

DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING Guida Pratica per Evitare gli Errori da Principianti e Imparare a Guadagnare con il Forex 2 Titolo LE BASI DEL FOREX TRADING Autore Davide Colonnello Editore

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli