Azienda Ospedaliera C. Poma DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE S. C. DI RIABILITAZIONE SPECIALISTICA E REUMATOLOGIA Mantova

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Azienda Ospedaliera C. Poma DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE S. C. DI RIABILITAZIONE SPECIALISTICA E REUMATOLOGIA Mantova"

Transcript

1 Azienda Ospedaliera C. Poma DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE S. C. DI RIABILITAZIONE SPECIALISTICA E REUMATOLOGIA Mantova Direttore: Giovanni Arioli 09/07/2014 1

2 La Riabilitazione nelle patologie degenerative articolari Roma 7 Giugno 2014 Giovanni Arioli 09/07/2014 2

3 Legenda Epidemiologia dell Osteoartrosi Disabilita dell Osteoartrosi Ruolo della Riabilitazione Percorso Riabilitativo Prevenzione Conclusioni 09/07/2014 3

4 Frequenza ed incidenza dell OA L OA è l affezione reumatica più frequente (72,6 % di tutte le malattie reumatiche, con 4 milioni di casi l anno) l OA del ginocchio e dell anca sono due delle manifestazioni più frequenti (25% anca e 27% ginocchio), dopo il rachide lombare (33%) e cervicale (30%) 09/07/2014 4

5 Frequenza dell OA nella popolazione in rapporto all età (Almeno un episodio clinico nel corso di un anno) % ETA' 09/07/2014 5

6 Costi dell Osteoartrosi Le spese annue dell OA sono proporzionalmente le più elevate (76,6 %) fra tutte le malattie reumatiche considerando ricoveri ospedalieri, prestazioni ambulatoriali, indagini diagnostiche, terapie termali ed indennità corrisposte ai lavoratori per invalidità 09/07/2014 6

7 Eziopatogenesi OA Selleam J. Berembaum F.La revue du praticien vol.62 Mai /07/2014 7

8 Osteoarthritis as a disease of mechanics Felson DT. Osteoarthritis Cartilage Jan;21(1):10-5. Mechanics means relating to or caused by movement or physical forces. osteoarthritis (OA) is almost always caused by increased physical forces causing damage to a joint. While examples of joint injury causing OA are numerous, I shall contend that most or almost all OA is caused in part by mechanically induced injury to joint tissues. 09/07/2014 8

9 L invalidità nell Osteoartrosi Fra tutte le malattie reumatiche l OA rappresenta la causa più frequente d invalidità (7,5% dei casi) a causa dell elevato numero di soggetti che ne sono affetti 09/07/2014 9

10 Valutazione della disabilità in pazienti con OA vs AR Disease Repercussion Profile (DRP) Punteggio medio di handicap (DRP) * * * * P <0.001 OA vs AR * OA AR 0 Attività funzionali Attività sociali Stato di salute Immagine proprio corpo Relazione con i familiari Stato socio economico 09/07/ Da: A.J. Carr (1999)

11 Scale di valutazione della disabilità Misurano l impatto algo-funzionale dell osteoartrosi (anca e ginocchio) WOMAC (WESTERN ONTARIO MCMASTER UNIVERSITIES OSTEOARTHRITIS INDEX) INDICE ALGOFUNZIONALE DI LEQUESNE 09/07/

12 WOMAC TM (Western Ontario and McMaster University Osteoarthritis Index) Scala sviluppata nel 1982; in seguito ha subito modifiche E un questionario autosomministrato e valuta i cambiamenti clinicamente significativi dello stato di salute dopo interventi terapeutici E formata da 24 quesiti; è disponibile in scala Likert e in formato VAS 100 mm, recentemente ne è stata proposta una versione abbreviata Valuta il dolore, la rigidità e la funzione 09/07/

13 Indice algofunzionale di Lequesne (ISOA Hip) E un indice algofunzionale della gravità dell osteoartrosi dell anca E un test autosomministrato E formato da 11 quesiti per un potenziale punteggio totale di 24; un punteggio pari o inferiore a 14 esprime una situazione di grave disabilità Valuta il dolore, la massima distanza percorribile a piedi, le attività della vita quotidiana 09/07/

14 Altre scale di valutazione della disabilità nell OA Hip disability and osteoarthritis outcome score (HOOS) Larson Rating Scale-Iowa Hip Rating System McMaster-Toronto Arthritis Scale (MACTAR) SF-36 Arthritis-Specific Health Index (ASHI) 09/07/

15 09/07/

16 L approccio riabilitativo nell osteoartrosi Possibili percorsi 09/07/

17 L osteoartrosi: quali problemi? TUMEFAZIONE DOLORE BLOCCO SALTUARIO LIMITAZIONE FUNZIONALE Globale o localizzato? 09/07/

18 Piramide terapeutica Osteoarthritis 2012 year in review: rehabilitation and outcomes E.M. Roos et al. 09/07/

19 Dalla Letteratura recente Aerobic activity in prevention and symptom control of osteoarthritis Semanik PA, et al.pm R.2012 May;4(5 Suppl):S The pathophysiology of osteoarthritis: a mechanical perspective on the knee joint Vincent KR, et al. PM R May;4(5 Suppl):S3-9. American College of Rheumatology 2012 recommendations for the use of nonpharmacologic and pharmacologic therapies in osteoarthritis of the hand, hip, and knee Hochberg MC, et al.american College of Rheumatology. Arthritis Care Res (Hoboken) Apr;64(4): Cost-effectiveness of nonpharmacologic, nonsurgical interventions for hip and/or knee osteoarthritis: systematic review Pinto D, et al. Value Health Jan;15(1):1-12 Osteoarthritis: diagnosis and treatment Sinusas K. Am Fam Physician Jan 1;85(1):49-56 A review of the clinical evidence for exercise in osteoarthritis of the hip and knee. Bennell KL, J Sci Med Sport Jan;14(1):4-9. Early management of osteoarthritis Altman RD. Am J Manag Care Mar;16 Suppl Management:S /07/

20 Experts opinion on the efficacy of different treatments Figure summarises the overall opinion of the experts on usefulness of each treatment modalities 09/07/ Pendleton, Arden, Dougados, 2000

21 Non pharmacologic treatment for OA of the knee (Felson DT Osteoarthritis of the Knee. N Engl J Med 2006; 354: 841-8) Treatment Exercise: resistence training aerobic Unloading: cane or crutch, weight loss Realignment: brace and patellar taping, shoe inserts Acupuncture Comment Progressive training, exerc. in a pool or partial-weightbearing exerc. A cane controlat. to the affectect knee, hand at the level of the greater trochanter When malalignment is noted on examination and pain is unresponsive to other treatments Reduce pain only moderately after several sessions 09/07/

22 Early management of osteoarthritis Altman RD. Am J Manag Care Mar;16 Suppl Management:S41-7. The European League Against Rheumatism (EULAR) has developed an elaborate system for diagnosis of OA of the hand. Several societies have developed therapeutic guidelines, with general overall agreement between publications. Therapy of OA is multimodal and requires a combination of pharmacologic and nonpharmacologic treatments. 09/07/

23 (Review) OARSI Osteoarthritis year 2011 in review: rehabilitation and outcomes A.M. Davis yz /07/

24 American College of Rheumatology 2012 Recommendations for the Use of Nonpharmacologic and Pharmacologic Therapies in Osteoarthritis of the Hand, Hip, and Knee MARC C. HOCHBERG, ROY D. ALTMAN, et al. Results. Both strong and conditional recommendations were made for OA management. Modalities conditionally recommended for the management of hand OA include instruction in joint protection techniques, provision of assistive devices, use of thermal modalities and trapeziometacarpal joint splints, and use of oral and topical nonsteroidal antiinflammatory drugs (NSAIDs), tramadol, and topical capsaicin. Nonpharmacologic modalities strongly recommended for the management of knee OA were aerobic, aquatic, and/or resistance exercises as well as weight loss for overweight patients. Nonpharmacologic modalities conditionally recommended for knee OA included medial wedge insoles for valgus knee OA, subtalar strapped lateral insoles for varus knee OA, medially directed patellar taping, manual therapy, walking aids, thermal agents, tai chi, selfmanagement programs, and psychosocial interventions. Arthritis Care & Research Vol. 64, No. 4, April 2012, pp /07/

25 EULAR recommendations for the non-pharmacological core management of hip and knee osteoarthritis. Fernandes L, et al. European League Against Rheumatism (EULAR). Ann Rheum Dis Jul;72(7): The 11 recommendations provide guidance on the delivery of non-pharmacological interventions to people with hip or knee OA. More research and educational activities are needed, particularly in the area of lifestyle changes. 09/07/

26 Chronic Disease Management A Review of Current Performance Across Quality of Care Domains and Opportunities for Improving Osteoarthritis Care Caroline A. Brand,et al. Rheum Dis Clin N Am 39 (2013) /07/

27 Progetto Riabilitativo nell OA Il progetto riabilitativo in un paziente con OA deve prevedere l effettuazione di un bilancio generale che consideri il paziente nella sua globalità tenendo conto del suo ambiente familiare, sociale e professionale 09/07/

28 Bilancio Generale Indagine anamnestica Identità Professione Stile di vita Antecedenti Trattamento medico in corso Vissuto psicologico del dolore 09/07/

29 Bilancio Articolare Esame obiettivo (ginocchio) Mobilità articolare Versamento articolare Estensione del ginocchio Ricerca di un flesso riducibile Rotazione tibiale Flessione 09/07/

30 Bilancio Articolare (ginocchio) Rilevazione di movimenti anomali (es. di lateralità ed a cassetto, in particolare negli stadi avanzati di una gonartrosi) Esame delle articolazioni vicine (rachide, anca e piede) 09/07/

31 Bilancio Funzionale Valutazione dell atteggiamento spontaneo dell arto inferiore Analisi del cammino, (per rilevare ad esempio una fuga di carico) Studio del paziente durante la salita e la discesa da una scala 09/07/

32 Bilancio Muscolare (ginocchio) Rilievo di un amiotrofia dei muscoli della coscia (vasto mediale) Esame del tono-trofismo di alcuni muscoli importanti per la deambulazione (quadricipite, ischiocrurali e rotatori) Riscontro di retrazioni (ischio-crurali, gemelli) 09/07/

33 09/07/

34 La Terapia Fisica nell OA Quali evidenze di efficacia EBM? 09/07/

35 Terapia fisica e OA Elettroterapia antalgica (diadinamiche, TENS, correnti interferenziali) Elettroterapia di stimolazione muscolare (es. correnti di Kotz) Ionoforesi con FANS Termoterapia esogena (infrarossi) Termoterapia endogena (onde corte,radar) Ultrasuoni Laserterapia Tecarterapia Energia vibratoria Campi elettromagnetici (magnetoterapia, CEMP) 09/07/

36 Terapia fisica nell OA Rehabilitation interventions for pain and disability in osteoarthritis Iversen MD. Am J Nurs Mar;112(3 Suppl 1):S32-7. Therapeutic ultrasound for osteoarthritis of the knee or hip Rutjes AW, et al. Cochrane Database Syst Rev Jan 20;(1):CD WITHDRAWN: Therapeutic ultrasound for treating patellofemoral pain syndrome Brosseau L1, et al. Cochrane Database Syst Rev Feb 28;2:CD Neuromuscular electrical stimulation for muscle strengthening in elderly with knee osteoarthritis - a systematic review de Oliveira Melo M, et al.complement Ther Clin Pract Feb;19(1): Electromagnetic fields for treating osteoarthritis Li S1, et al. Cochrane Database Syst Rev Dec 14;12:CD Osteoarthritis: physical medicine and rehabilitation nonpharmacological management Stemberger R1, et al. Wien Med Wochenschr May;163(9-10): /07/

37 Osteoarthritis: physical medicine and rehabilitation nonpharmacological management Stemberger R, et al. Wien Med Wochenschr May;163(9-10): Exercise is a core recommendation in all nonpharmacological guidelines for the management of patients with knee or hip OA; Therapeutic ultrasound, neuromuscular as well as transcutaneous electrostimulation, pulsed magnetic field therapy, low-level laser therapy, thermal agents, acupuncture, and assistive devices such as insoles, canes, and braces can be used additionally in a multimodal therapeutic program. 09/07/

38 09/07/

39 L Esercizio Terapeutico nell OA Quali evidenze di efficacia EBM? 09/07/

40 Esercizio terapeutico nell OA Tai Chi and yoga as complementary therapies in rheumatologic conditions Uhlig T. Best Pract Res Clin Rheumatol Jun;26(3): Physical exercise and reduction of pain in adults with lower limb osteoarthritis: a systematic review Escalante Y, et al. J Back Musculoskelet Rehabil. 2010;23(4): WITHDRAWN: Intensity of exercise for the treatment of osteoarthritis Brosseau L1, et al. Cochrane Database Syst Rev Feb 28;2:CD Evidence for determining the exercise prescription in patients with osteoarthritis Gaught AM, et al. Phys Sportsmed Feb;41(1): Osteoarthritis year in review: outcome of rehabilitation Davis AM, et al. Osteoarthritis Cartilage Oct;21(10): Epub 2013 Aug 11. Impact of exercise type and dose on pain and disability in knee osteoarthritis: a systematic review and meta-regression analysis of randomized controlled trials Juhl C, et al. Arthritis Rheumatol Mar;66(3): Systematic review of guidelines for the physical management of osteoarthritis Larmer PJ, et al. Arch Phys Med Rehabil Feb;95(2): /07/

41 Evidence for determining the exercise prescription in patients with osteoarthritis. Gaught AM, Carneiro KA. Phys Sportsmed Feb;41(1): Aerobic exercise, strengthening exercise, Tai chi, and aquatic exercise can all alleviate pain and improve function in patients with OA. The choice of the specific type and mode of delivery of the exercise should be individualized and should consider the patient's preferences. Ongoing monitoring and supervision by a health care professional are essential for patients to participate in and benefit from exercise. 09/07/

42 Exercise for lower limb osteoarthritis: systematic review incorporating trial sequential analysis and network metaanalysis. Uthman OA, et al. BMJ Sep 20;347:f5555. An approach combining exercises to increase strength, flexibility, and aerobic capacity is likely to be most effective in the management of lower limb osteoarthritis. The evidence is largely from trials in patients with knee osteoarthritis. 09/07/

43 Systematic review of guidelines for the physical management of osteoarthritis Larmer PJ, et al. Arch Phys Med Rehabil Feb;95(2): DATA SYNTHESIS: Seventeen guidelines with recommendations on the physical management of OA met the inclusion criteria and underwent a full critical appraisal. Recommendations were graded from "strongly recommended" to "unsupported." Exercise and education were found to be strongly recommended by most guidelines. CONCLUSIONS: Exercise and education were key recommendations supporting the importance of rehabilitation in the physical management of OA. This critical appraisal can assist health care providers who are involved in the management of people with OA. 09/07/

44 Impact of exercise type and dose on pain and disability in knee osteoarthritis: a systematic review and metaregression analysis of randomized controlled trials Juhl C, et al. Arthritis Rheumatol Mar;66(3): CONCLUSION: Optimal exercise programs for knee OA should have one aim and focus on improving aerobic capacity, quadriceps muscle strength, or lower extremity performance. For best results, the program should be supervised and carried out 3 times a week. 09/07/

45 Esercizio terapeutico Mobilizzazioni segmentarie con rinforzo del quadricipite (isometrico, isotonico. isocinetico) Esercizi isotonici in catena cinetica chiusa (più efficaci) ed aperta Esercizi isometrici quando il dolore è importante Esercizi propriocettivi 09/07/

46 Rinforzo muscolare Esercizi guidati e contro resistenza progressiva mantenendosi sotto la soglia algica Allenamento con attività prevalentemente in scarico articolare di tipo isometrico Rinforzo muscolare svolto a tutti i gradi di flessione del ginocchio Bulthuis Y. Et al. Arthritis Rheum ; /07/

47 Osteoarthritis of the knee: why does exercise work? A qualitative study of the literature Beckwée D, et al. Ageing Res Rev Jan;12(1): The effectiveness of exercise to reduce pain and improve functioning in osteoarthritis of the knee (OAk) is well substantiated. Underlying mechanisms are still under debate and better understanding of the pathways involved may contribute to more targeted treatment strategies. 09/07/

48 Esercizi attivi Esercizi per il quadricipite:questo muscolo rappresenta il baluardo antiflesso, quindi deve essere recuperato e potenziato, utile è l attività fisica con esercizi ciclici e ripetitivi per il rinforzo del vasto mediale Doi T et al. Am J Phys Med Rehabil. 2008; 87(4): Esercizi per i flessori: anche gli ischio-crurali contribuiscono alla stabilità del ginocchio e quindi la coppia estensori-flessori non deve mai essere squilibrata Hortobagyi T. et al Clin Biomech /07/

49 Rinforzo muscolare (Mantenere l equilibrio tra flessori ed estensori) Durante l effettuazione delle ADL si può verificare un abnorme attivazione dei muscoli flessori del ginocchio con un aggravamento della patologia osteoartrosica determinata da un alterata distribuzione dei carichi. Hortobagyi T. et al Clin Biomech /07/

50 Rinforzo muscolare isometrico e fluidi articolari Sembra dimostrato che tecniche di rinforzo isometrico del quadricipite possano modificare biochimicamente i fluidi articolari (effetto positivo dell esercizio terapeutico?) Miyaguchi M. Ost. Cart /07/

51 Effetto dell ET sul glicosaminoglicano (GAG) cartilagineo Positive effects of moderate exercise on glycosaminoglycan content in knee cartilage: a four-month, randomized, controlled trial in patients at risk of OA Rose EM Arthritis and Rheumatism, 2005, vol. 52 n. 11 pg Moderate Exercise may be a good treatment not only to improve symptoms and funtions, but also to improve the knee cartilage GAG 09/07/

52 Isocinetica Il training isocinetico utilizzando contrazioni concentriche-eccentriche ha dimostrato di migliorare la funzione e la sintomatologia algica (c. concentriche) Gur H. A. P. M. Rehab /07/

53 Trattamento isocinetico ALLENAMENTO CON ANDAMENTO DI TIPO PIRAMIDALE CONTRAZIONE CONCENTRICA/CONCENTRICA MOVIMENTO DI FLESSO/ESTENSIONE IMPOSTATO NELL ARCO NON DOLOROSO 09/07/

54 Isocinetica e trattamento convenzionale nella gonartrosi Arioli G. et al E.M.P TRATTAMENTO ISOCINETICO TRATTAMENTO CONVENZIONALE Miglioramento del quadricipite femorale soprattutto a basse velocità angolari che permane nel tempo Miglioramento del gruppo flessorio soprattutto ad alte velocità angolari che si evidenzia a lungo termine ENTRAMBI Migliorano in modo equivalente nelle valutazioni soggettive 09/07/

55 Esercizi propriocettivi Gli esercizi propriocettivi, secondo Freeman, migliorano la stabilità articolare, sia in catena cinetica chiusa che aperta, sollecitando riflessi di difesa e coordinazione 09/07/

56 Valutazione e Riprogrammazione Visuo- Propriocettiva Prove di stabilità eseguite con un nuovo strumento, stazione posturale propriocettiva elettronica (DPPS, Delos, Torino Italy) collegata ad un pc con software specifico (DPPS 5.0), lettore posturale elettronico (DVC, Delos Vertical Controller), una barra sensorizzata e un diplay. Il DVC, applicato allo sterno, misura l inclinazione del tronco sul piano frontale, sagittale mediante un accelerometro bidimensionale Riva D, et al. Hindawi Publishing Corporation Journal of Aging Research Volume 2013, Article ID , 14 pages 09/07/

57 Considerazioni critiche sull esercizio terapeutico Le tecniche di rinforzo del muscolo quadricipite in soggetti che presentano un osteoartrosi con disallineamento dei segmenti articolari o lassità legamentosa, potrebbero determinare un possibile peggioramento evolutivo dell OA. Bennell K, et al. Compr Physiol Oct;1(4): Sharma L. et al. Annals Intern. Medicine 2003; 138: /07/

58 Lo svolgimento delle ADL è un fattore di rischio per lo sviluppo di coxartrosi Il rischio aumenta con l intensità e la durata dell attività Può essere tuttavia svolta un attività fisica intensa, ammesso che questa non provochi dolore e non comporti un aumentato rischio di traumi Livello di evidenza B Attività sportive e ricreative ad alto impatto sono un fattore di rischio per OA di ginocchio ed anca Livello di evidenza A OA clinica e/o radiografica non controindicano lo svolgimento di attività fisica Livello di evidenza C C è una correlazione tra attività occupazionali e OA di anca e ginocchio Livello di evidenza A Non esistono evidenze per consigliare esercizi statici piuttosto che dinamici. Un criterio di scelta può essere la preferenza del paziente Livello di evidenza A 09/07/ OASIS Vignon E Joint Bone Spine 2006 Jul

59 Exercise and osteoarthritis: cause and effects Bennell K, et al. Compr Physiol Oct;1(4): There is currently little clinical trial evidence to show that exercise can alter mechanical load and structural disease progression in those with established OA, although a number of impairments, that are amenable to change with exercise, appears to be associated with increased mechanical load and/or disease progression in longitudinal studies. 09/07/

60 Le ortesi nell OA Nel ginocchio artrosico ad esempio, le indicazioni all utilizzo delle ortesi sono piuttosto limitate ad eccezione dei casi caratterizzati da una grave instabilità articolare che pregiudica nel paziente la possibilità di effettuare le ADL 09/07/

61 The role of bracing Briem K, et al. Sports Med Arthrosc 2013 Mar;21(1):11-7. Benefits were demonstrated during walking and during more demanding functional measures such as running and negotiating stairs. No studies have investigated the efficacy of bracing for relatively young athletic OA patients and, thus, the role of bracing for this population during sports remains unclear. 09/07/

62 Consigli pratici per il paziente evitare il sovraccarico ponderale evitare le posizioni accosciate od in ginocchio evitare le lunghe passeggiate su terreni accidentati limitare l uso delle scale 09/07/

63 Obesità ed OA Sellam J, Berenbaum F. Rev Prat May;62(5): /07/

64 Osteoarthritis and obesity Sellam J, Berenbaum F. Rev Prat May;62(5): Obesity is one of the risk factors for hip or knee osteoarthritis (OA), since mechanical overload on weight-bearing joints activates chondrocytes and accelerates cartilage degeneration. Surprisingly, obesity and overweight also contribute to hand OA due to a systemic effect involving the proinflammatory and -degenerative role of some adipokines, secreted by adipose tissue, as well as some joint cells. Early-onset OA should lead to suspect a potential metabolic syndrome. Weight loss strategies remain a valuable therapeutic approach to prevent OA and reduce its symptoms, and must be associated with physical activity to allow for optimal outcomes. 09/07/

65 Tackling obesity in knee osteoarthritis Wluka AE, et al. Nat Rev Rheumatol Apr;9(4): Obesity increases the risk of knee OA by a variety of mechanisms, such as increased joint loading and changes in body composition, with detrimental effects related to metainflammation and behavioural factors, including diminished physical activity and subsequent loss of protective muscle strength. Weight loss reduces the risk of incident knee OA, and, in established disease, reduces symptoms, improves function and is likely to reduce disease progression. 09/07/

66 09/07/

67 Programma riabilitativo nell osteoartrosi dell anca 09/07/

68 Esercizi per migliorare il range di movimento e l elasticità Gli esercizi per migliorare l elasticità ed il range di movimento permettono di prevenire le contratture muscolari Il lavoro del FT dovrà essere orientato sui muscoli ileopsoas, retto femorale e adduttori, che spesso sono accorciati Obiettivi: mantenere l estensione totale dell anca e almeno 30 di flessione Stretching per sec. Con esercizi effettuati 5-6 volte al giorno o almeno 3 volte alla settimana 09/07/

69 Esercizi di potenziamento I muscoli che dovrebbero essere coinvolti negli esercizi di strengthening (potenziamento) sono: adduttori, abduttori ed estensori Le contrazioni non dovrebbero essere inferiori ai 6 sec., dovrebbero essere ripetute 8-10 volte, con 20 sec. d intervallo e con un carico pari al 40-60% della max contrazione volontaria All inizio possono essere sufficienti 6-15 ripetizioni, 2-3 volte alla settimana muscolare American Geriatrics S.Pannel on Exer. On OA /07/

70 Esercizi aerobici L attività aerobica è sicuramente indicata nel paziente con coxartrosi e comprende: esercizi in acqua, nuoto, bicicletta, sci e danza Gli esercizi non devono esacerbare il dolore L intensità dovrebbe essere compresa fra il 50-60% della max frequenza cardiaca consentita dall età del paziente La frequenza del training dovrebbe essere di 3-5 volte alla settimana per minuti Il salire le scale ed il jogging rappresentano invece esercizi da sconsigliare 09/07/

71 Manipolazioni articolari in decoaptazione coxofemorale Le manipolazioni articolari hanno dimostrato di migliorare la sintomatologia algica e la funzione articolare, riducendo la rigidità articolare nel soggetto con OA dell anca, ma non pare abbiano effetti duraturi, anche se, in un lavoro di Hoeksma del 2004, le manipolazioni sembrano addirittura avere un efficacia superiore ad un programma di esercizi terapeutici Cyriax J Arvidson I Hoeksma HL Brantingham JW, et al. J Manipulative Physiol Ther Feb;35(2): /07/

72 Manipulative therapy for lower extremity conditions: update of a literature review Brantingham JW, et al. J Manipulative Physiol Ther Feb;35(2): Regarding MT for common lower extremity disorders, there is a level of B (fair evidence) for short-term and C (limited evidence) for long-term treatment of hip osteoarthritis. There is a level of B for short-term and C for long-term treatment of knee osteoarthritis, patellofemoral pain syndrome, and ankle inversion sprain. 09/07/

73 Consigli per la protezione dell anca (Economia articolare) Deambulare lentamente ed effettuare esercizi con un carico ridotto Evitare il massimo carico isometrico e le contrazioni ad alta velocità muscolare Ridurre l uso delle scale, delle seggiole basse e gli inginocchiamenti Non portare pesi superiori al 10% del peso corporeo Usare un bastone dal lato opposto all articolazione interessata dal danno cartilagineo Scegliere scarpe con suole antishock Stener-Victorin E. et al Clin J Pain /07/

74 Termalismo 09/07/

75 Termalismo (terapia in ambiente termale) Le Spa (Salus per aquam) hanno avuto in questi anni un notevole impulso e certamente possono essere un utile complemento in un programma riabilitativo integrato dell osteoartrosi 09/07/

76 Systematic review and meta-analysis comparing land and aquatic exercise for people with hip or knee arthritis on function, mobility and other health outcomes Batterham SI, Heywood S, Keating JL. BMC Musculoskelet Disord Jun 2;12:123. Outcomes following aquatic exercise for adults with arthritis appear comparable to land based exercise. When people are unable to exercise on land, or find land based exercise difficult, aquatic programs provide an enabling alternative strategy. 09/07/

77 Clinical effectiveness of mud pack therapy in knee osteoarthritis Espejo-Antúnez L, et al. Rheumatology (Oxford) Apr;52(4): Mud pack therapy is considered an alternative and effective therapy in the clinical management of knee OA. Studies with better methodology are needed to prove its scope. 09/07/

78 Controindicazioni alla Fangobalneoterapia Assolute gravidanza febbre ipotensione marcata ipertensione grave compromissione CV TBC malattie renali acute e subacute flebiti e varici ulcerate osteoporosi grave arteriosclerosi cerebrale esaurimento nervoso neoplasie Relative età avanzata ipertensione lieve cardiopatie valvolari in equilibrio emodinamico ipercloridria ed ulcera gastroduodenale varici anemia deperimento organico grave obesità patologica 09/07/

79 Conclusioni (1) Le conoscenze sull osteoartrosi non hanno ancora chiarito tutti gli aspetti eziopatogenetici relativi alla maggior parte dei casi di questa patologia L approccio riabilitativo ed in particolare l esercizio terapeutico hanno dimostrato di migliorare significativamente la qualità della vita del paziente, limitando il ricorso ad un trattamento farmacologico potenzialmente dannoso Wetzels R. et al. BMC Fam. Pract. 2008, 28; 9:7 Juhl C, et al. Arthritis Rheumatol Mar;66(3): /07/

80 Conclusioni (2) Non vi sono evidenze che la terapia fisica, possa migliorare significativamente la sintomatologia algica e la funzione articolare nei pazienti con OA Mentre sembra essere importante, oltre all esercizio terapeutico, il rispetto delle norme di economia articolare ed il controllo del carico articolare Delarue Y et al. Ann. Readapt. Med Phys 2007; 50: , Larmer PJ, et al. Arch Phys Med Rehabil Feb;95(2): /07/

81 GRAZIE 09/07/

MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA)

MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA) MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA) L allenamento della Forza come capacità condizionale, è oggi di rigore anche nelle discipline sportive in cui era

Dettagli

Applicazioni di Realtà

Applicazioni di Realtà Università di Pisa Corso di Laurea in Terapia Occuapazionale Corso di Bioingegneria applicata alla Realtà Virtuale Anno Accademico 2009/2010 Applicazioni di Realtà Virtuale in Riabilitazione i Ing. Stefano

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

LABORATORIO DI INGEGNERIA DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE (LISiN) Via Cavalli 22H, 10138 Torino

LABORATORIO DI INGEGNERIA DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE (LISiN) Via Cavalli 22H, 10138 Torino Compagnia di San Paolo LABORATORIO DI INGEGNERIA DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE (LISiN) Via Cavalli 22H, 10138 Torino Comunità Europea European Space Agency Attività extraveicolare sulla Stazione Spaziale

Dettagli

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA ISTITUTO ORTOPEDICO GALEAZZI - MILANO Responsabili: M. DENTI - H. SCHÖNHUBER - P. VOLPI Responsabile:

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE ESERCIZI PER COSCE E ANCHE Testo e disegni di Stelvio Beraldo ANDATURA DA SEMIACCOSCIATA Varianti: andatura frontale (a) e andatura laterale (b) (a carico naturale, con manubri o cintura zavorrata) - Con

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato

Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato Dott.ssa Elisa Parri*, Prof. Mario Marella*, Dott.ssa Elena Castellini*, Dott. Matteo Levi

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20.

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20. Lo Studio Lo StudioFisiocenter del Dottor Marco Giudice è un team di professionisti che offre supporto e assistenza per la risoluzione di un ampia gamma di problemi fisici. Operano in ambito preventivo,

Dettagli

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70 Mediterranean Nutrition Group La nutrizione nei primi 1000 giorni Contributo n 70 MeNu GROUP MediterraneanNutrition LA NUTRIZIONE NEI PRIMI 1000 GIORNI UN OPPORTUNITÀ PER PREVENIRE SOVRAPPESO E OBESITÀ

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Ble Consulting srl id. 363 BISFOSFONATI E VITAMINA D: RAZIONALI D'USO - 119072 Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Dr. Gandolini Giorgio Medici chirurghi 8,8 crediti

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN Stelvio Sestini, MD, PhD Unità di Medicina Nucleare - USL4 Prato Università degli Studi di Firenze Concetto 1. Le M. Neurodegenerative sono in aumento Concetto 2. Le

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

TENS; CORRENTE DI KOTZ CORRENTE NEOFARADICA

TENS; CORRENTE DI KOTZ CORRENTE NEOFARADICA I - PARAMETRI DELLA CORRENTE ELETTRICA I parametri che caratterizzano la corrente elettrica sono: 1 Intensità E così definita la quantità di cariche elettriche che passano attraverso un conduttore nell'unità

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

LA MOBILITÀ ARTICOLARE

LA MOBILITÀ ARTICOLARE LA MOBILITÀ ARTICOLARE DEFINIZIONE La mobilità articolare (detta anche flessibilità o scioltezza articolare) è la capacità di eseguire, nel rispetto dei limiti fisiologicamente imposti dalle articolazioni,

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014 Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti Un case report è una dettagliata narrazione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow up di uno o più pazienti. Sebbene nell era della

Dettagli

Edema maculare diabetico e trattamento laser

Edema maculare diabetico e trattamento laser Edema maculare diabetico e trattamento laser Diabetic macular edema and laser treatment Del Re A, Frattolillo A Centro Oculistico Del Re - Salerno Dr. Annibale Del Re e Dr. A. Frattolillo 18 RIASSUNTO

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI SALUTE E BENESSERE MASEC COS E È la mutua assistenza volontaria dei piccoli imprenditori e delle loro famiglie,

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

esami sono stati eseguiti ed interpretati con una tecnica di studio ecografico non perfettamente idonea. Scopo di questa presentazione è quello di

esami sono stati eseguiti ed interpretati con una tecnica di studio ecografico non perfettamente idonea. Scopo di questa presentazione è quello di L ecografia delle anche: una review Giuseppe Atti Centro Marino Ortolani per la diagnosi e la terapia precoce della Lussazione Congenita delle Anche Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara email:

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

Manuale Applicativo. Vers. database tratt.: 221 REV 01. Copyright. Copyright 01/09/2005

Manuale Applicativo. Vers. database tratt.: 221 REV 01. Copyright. Copyright 01/09/2005 Manuale Applicativo Vers. database tratt.: 221 REV 01 Copyright Copyright 01/09/2005 Lorenz Biotech S.p.A. Via Statale, 151/A 41036 MEDOLLA (MO) Tel.+39-0535-51714 Fax +39-0535-51398 e-mail: customer.service@lorenzbiotech.it

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo Roberto Carloni Claudio Culotta Le politiche internazionali: l OMS World Declaration and Plan of Action on Nutrition Health for all

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati Raffaella Michieli 1, Antonella Toselli 2 1 Responsabile Area Salute Donna SIMG; 2 Area Osteomioarticolare SIMG Focus on Terapia a lungo termine con i bisfosfonati L osteoporosi è un difetto sistemico

Dettagli

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ MANUALE UN PROGRAMMA DI RISCALDAMENTO COMPLETO PER RIDURRE GLI INFORTUNI NEL CALCIO INDICE PREFAZIONE 4 INTRODUZIONE

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante!

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport non solo stanno meglio in salute ma prendono anche voti migliori a scuola! Lo dimostra una ricerca svolta al dipartimento

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Filippo Festini Università di Firenze, Dipartimento di Pediatria,

Dettagli

VADEMECUM SUL DOLORE. La Legge 38/2010. Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge. (terapia del dolore e cure palliative)

VADEMECUM SUL DOLORE. La Legge 38/2010. Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge. (terapia del dolore e cure palliative) VADEMECUM SUL DOLORE La Legge 38/2010 (terapia del dolore e cure palliative) Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge con il patrocinio istituzionale del MINISTERO della SALUTE La guida è stata

Dettagli

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion»

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion» A.O. S.Antonio Abate, Gallarate Segreteria Scientifica dr. Filippo Crivelli U.O. di Anatomia Patologica Corso di Aggiornamento per Tecnici di Laboratorio di Anatomia Patologica AGGIORNAMENTI 2011 I edizione:

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology QUEST Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology versione 2.0 L. Demers, R. Weiss-Lambrou & B. Ska, 2000 Traduzione italiana a cura di Fucelli P e Andrich R, 2004 Introduzione Il

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

Come scrivere un articolo scientifico La rassegna

Come scrivere un articolo scientifico La rassegna Come scrivere un articolo scientifico Con il termine "rassegna" si intende una sintesi critica dei lavori pubblicati su uno specifico argomento. Essa, pertanto, va incontro ad una esigenza particolarmente

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE Educazione motoria preventiva ed adattata DISPENSA PER IL CORSO: GINNASTICA DI BASE COORDINAZIONE ESERCIZI A CORPO LIBERO STRETCHING A

Dettagli

La profilassi con vitamina K: un approccio basato sull evidenza

La profilassi con vitamina K: un approccio basato sull evidenza La profilassi con vitamina K: un approccio basato sull evidenza Fiammengo P., Coscia A., De Donno V., Tulisso S., Maula S., Bianco M., Dall Aglio M., Farinasso D., Alessi D., Foco L., Costa L. Mentre la

Dettagli

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO VERSO UN CODICE DEONTOLOGICO DEL DOCENTE Paolo Rigo paolo.rigo@istruzione.it ALCUNE SEMPLICI

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA AIDS e sindromi correlate Presentazione al XXII Congresso Nazionale di POpolazione Sieropositiva ITaliana LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA Abitudini e stili di vita del paziente immigrato Survey

Dettagli

I disturbi del sonno Il progetto Ci piace sognare

I disturbi del sonno Il progetto Ci piace sognare I disturbi del sonno Il progetto Ci piace sognare Paolo Brambilla ASL Milano 2, Melegnano, Milano email: paolo.brambilla3@tin.it Gruppo di lavoro SIPPS Obesità e Stili di vita Sergio Bernasconi, Paolo

Dettagli

Accesso e capacità d uso elementare del Computer. Accesso a Internet. Conoscenza di base della Lingua Inglese

Accesso e capacità d uso elementare del Computer. Accesso a Internet. Conoscenza di base della Lingua Inglese Accesso e capacità d uso elementare del Computer Accesso a Internet Conoscenza di base della Lingua Inglese Casa/ famiglia Scuola Comunità Fattori genetici Psicosociali Altri fattori personali Norme e

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE IL MODELLO PRECEDE-PROCEED E L INTERACTIVE DOMAIN MODEL A CONFRONTO A cura di Alessandra Suglia, Paola Ragazzoni, Claudio Tortone DoRS. Centro Regionale di

Dettagli

Prevenzione delle cadute nell anziano

Prevenzione delle cadute nell anziano Dossier http://aifa.progettoecce.it PROGETTO ecceinfad Informazioni dalla letteratura scientifica per una buona pratica infermieristica Prevenzione delle cadute nell anziano Le fratture associate a caduta

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli