- PDF">

! "#$%&%! '' ' * +,-..' ( & '" "( $' ( '' '' ' " # ,*?& # >

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "! "#$%&%! '' ' * +,-..' ( & '" "( $' ( '' '' ' " # 5 +9023,*?& # >"
.pdf" class="btn bg-purple-seance" href="#" target="_blank" style="margin-top: 10px; display: none;"> Download Document

Transcript

1

2 ! $%%! ) * +,- /01 * +-23, $ +*, * 6 07)18/+923,+ -318/, :3 ;$ 033)3 --) 18/$)2018/=> +9023,*? >? ):3+$,2:3+, - ;$ -3+=,073 +$,? 2

3 @ +, A-3 +, +,>? C6!% 8 B! 3 0 A , D 23 E FEF+G, FF B! 6*6$ 3

4 = :3 $ * )3 A)3 $$ -3 $ $ = + 8, B 3 03 )3 E 3 G;* 0 / = ;$ % ) %

5 E , +$, ) E +G, D ; tab 31 Caratteristiche degli allevamenti campione ciclo aperto) Veneto Piemonte Toscana razza Charol/incr Garonnese Chianina Posti stalla n) Sup foraggiere reimpiegate ha) Carico bestiame supforaggera) uba /ha) 7 2 Produzione netta t) $ $ $ * 6 7A = - 73 A:3 +, fig 31 Ripartizione colturale negli allevamenti a ciclo a- perto del Veneto 200) Mais da granella 12% Pastone di mais 1% Frumento tenero/orzo paglia) 7% Soia 3% Mais da insilato 6% fig 32 Ripartizione colturale negli allevamenti a ciclo a- perto del Piemonte 200) Mais da insilato 16% Mais da granella 1% Pastone di mais 20% Frumento tenero paglia) 2% Prati stabili/erbai di loietto fig 33 Ripartizione colturale negli allevamenti a ciclo a- perto della Toscana 200) Mais da granella 16% Frumento tenero/duro paglia) 1% Orzo 19% Prati di erba medica/prat i stabilifieno ) 0%

6 A =G ) =G8 B 2 = )3 H +3, H 23 $ = * )3 = +073, +, ; 6 E )3 G E 6 A3 tab 32 Composizione media delle razioni alimentari vitellone di peso superiore a 00 kg, Veneto Piemonte Toscana Foraggi kg/capo/gg) Silomais 7, 2,2 Pastone 0,7 1,7 Polpe di bietola ins 1,7 0,1 Paglia 0,6 0,8 Fieno 1,0, Totale foraggi 10,,8, Concentrati kg/capo/gg) Farina di mais 2, 1, 3,2 Farina di orzo 1,2 Crusca 0,3 0,2 0,3 Farina di soia 0,7 0, 0,2 Nuclei proteici 0,6 0,3 0,2 Mangimi composti 0,6 3, 2,3 Polpe essicate 0,7 0,2 Totale mangimi,2 6,1 7, $ -)3I * %$ / 2 / )0- )) - 6

7 0/ 8 tab 33 - Indici tecnici allevamenti a ciclo aperto del Veneto ) Capi acquistati n) Peso medio di acquisto kg) Capi venduti n) Peso medio di vendita kg) Incremento medio giornaliero kg) 1,20 1,22 Durata del ciclo di ingrasso gg) Tasso di mortalità %) 1,8 1, Produttività del lavoro kg/h) 2 Produzione netta t) / +2 /, $ 02 / % $? :/ 2 / 0)A tab 3 - Indici tecnici allevamenti a ciclo aperto del Piemonte ) Capi acquistati n) 99 Peso medio di acquisto kg) Capi venduti n) Peso medio di vendita kg) Incremento medio giornaliero kg) 1,36 1,36 Durata del ciclo di ingrasso gg) Tasso di mortalità %) 1,6 1,6 Produttività del lavoro kg/h) Produzione netta t) $ $? )/ tab 3 Indici tecnici allevamenti a ciclo aperto della Toscana ) Capi acquistati n) Peso medio di acquisto kg) Capi venduti n) Peso medio di vendita kg) Incremento medio giornaliero kg) 1,20 1,2 Durata del ciclo di ingrasso gg) 31 0 Tasso di mortalità %) 0,8 1,6 Produttività del lavoro kg/h) 8,8 9 Produzione netta t) 8,1 8,7 - :A A- / - 0-/8 7 /8 ) /86 %% B - )7 8/ 6-!8/ * 7

8 E - 0)8/+ 0) 8, 00A 8/ +0) 88, 6078/ $ tab 36 - Costi di produzione del campione di allevamenti a ciclo aperto del Veneto /kg) voci di costo var % 0/03 Acquisto mangimi e foraggi 0,99 1,02 % Produzioni foraggiere 0,16 0,1-6,3% Alimentazione 1,1 1,17 1,7% Carburanti ed energia 7 % Spese veterinarie ,7% Materiali di consumo/altri 3 33,3% Altri costi 0,1 0,17 13,3% Costi di allevamento 1, 1,2,6% Lavoro salariato 0,1 0,16 1,3% Lavoro familiare 0,13 0,1 7,7% Lavoro 0,27 0,30 11,1% Ammortamento macchine 6 2% Ammortamento fabbricati % Ammortamenti 9 0,11 22,2% Interessi sul capitale di anticip % Interessi sul capitale agrario 1 1 % Interessi sul capitale fondiario 6 6 % Interessi passivi 0,12 0,12 % Costo tot al netto del ristallo 1,93 6,2% Acquisto bestiame 0,62 0, -12,9% Costo lordo totale 2, 2,9 1,6% Premi OCM carni) 0,8 0,6 12,1% Costo netto totale 1,97 1,9-1,% , +90A3, B 6 G / tab 37 - Costi di produzione del campione di allevamenti a ciclo aperto del Piemonte /kg) voci di costo var % 0/03 Acquisto mangimi e foraggi 0,89 0,9 6,7% Produzioni foraggiere 0,10 0,11 1% Alimentazione 0,99 1,0 6,1% Carburanti ed energia 8 6% Spese veterinarie 6 6 % Materiali di consumo/altri specifici 2 -% Altri costi generali 0,10 0,1 % Costi di allevamento 1,2 1,3 8,9% Lavoro salariato 0 0 DIV/0! Lavoro familiare 0,3 0,37 8,8% Lavoro 0,3 0,37 8,8% Ammortamento macchine 0,10 0,12 2% Ammortamento fabbricati 6 2% Ammortamenti 0,1 0,18 2% Interessi sul capitale di anticipazione % Interessi sul capitale agrario 2 2 % Interessi sul capitale fondiario 9 0,10 11,1% Interessi passivi 0,1 0,16 6,7% Costo totale al netto del ristallo 1,88 9,0% Acquisto bestiame 0,91 0,9 3,3% Costo lordo totale 2,79 2,99 7,2% Premi OCM carni) 0,67 % Costo netto totale 2,29 2,32 1,3% * )3 8

9 ? +0 8/, + 8/, - A8/3! B E tab 38 - Costi di produzione del campione di allevamenti a ciclo aperto della Toscana /kg) voci di costo var % 0/03 Acquisto mangimi e foraggi 0,97 0,97-0,3% Produzioni foraggiere 0,1 0,13-1,6% Alimentazione 1,12 1,09-2,3% Carburanti ed energia 0,18 0,17 -,0% Spese veterinarie ,1% Materiali di consumo/altri specifici 0-10% Altri costi generali 0,17 0,18 6,1% Costi di allevamento 1, 1,1-1,8% Lavoro salariato 0 0 DIV/0! Lavoro familiare 1,30 1,23 -,1% Lavoro 1,30 1,23 -,1% Ammortamento macchine 0,31 0,2-19,% Ammortamento fabbricati 9 0,10 8,1% Ammortamenti 0,0 0,3-13,3% Interessi sul capitale di anticipazione 3-36,7% Interessi sul capitale agrario -1,0% Interessi sul capitale fondiario 0,1 0,18 17,9% Interessi passivi 0,2 0,2,2% Costo totale al netto del ristallo 3,8 3,3-3,7% Acquisto bestiame 0,86 0,67-22,1% Costo lordo totale,3,02-7,% Premi OCM carni) 0, 13,6% Costo netto totale 3,90 3,2-9,7% - 03 tab 39 - Costo capo/giorno degli allevamenti campione nel 200 Veneto Piemonte Toscana Acq mangimi e foraggi 1,22 1,29 1,19 Produzioni foraggiere 0,19 0,1 0,16 Alimentazione 1,1 1,3 1,3 Carburanti ed energia 8 0,10 0,21 Spese veterinarie Materiali di consumo/altri 3 0 Altri costi 0,21 0,18 0,22 Costi di allevamento 1,83 1,82 1,86 Lavoro 0,37 0,9 1,1 Ammortamenti 0,13 0,23 0,2 Interessi passivi 0,1 0,20 0,31 Costo totale 2,8 2,7, , fig 3 - Dimensione e costo medio di produzione ciclo aperto) 3, Costo medio Euro/kg) 2, 1, 1,0 0, Produzione 000 qli)

10 fig 3 - Dimensione e produttività del lavoro ciclo aperto) 100 Produttività del lavoro kg/h) Produzione 000 qli) ) 8/ )8/6 8/ G? * --708/ +-A0 8/, * I / $ -- 8/ ) /, / - 8/ 2)3 +2 8/, B - 3 )- 2)3 %* - fig 36 - Indice dei prezzi dei vitelli da ristallo e dei vitelloni da macello Charolais e Limousine 12 Indice dei prezzi gen 2003=100) gen-03 gen-0 gen-0 Char kg) Lim 300kg) ristalli vitelloni Lim 0-620kg) Char kg) Fonte: CCIAA Modena - 23A)3 10

11 07)8/+923, 8/ 00 8/ $ +0728/, - )3 ) 6 +)7 8/, 0)3 - $ $ A 8/ +$$, A-3 +:3,H E +, fig 37 - Indice dei prezzi degli alimenti zootecnici ) 160 Indice dei prezzi gennaio 2002=100) gen-03 gen-0 gen-0 Mais Farina di soia Semi di soia Polpe essicate Fonte: AGER Borsa Merci Bologna A3 +8/-3, :3 :-3 fig 38 - Ricavi e costi medi di produzione al lordo dei premi ciclo aperto) Costo di produzione euro/kg),,0 3, 2, 1, 1,0 0, Veneto Acquisto ristalli Lavoro Interessi e ammort Piemonte Toscana Alimentazione Altre spese Prezzo di vendita )-8/- :-3* + 8/903, A-3 A73 ;$ + ), - - 2)+6,),,0 3, 2, 1, 1,0 0, Prezzo di vendita euro/kg) 11

12 /+*, 03 3 )3 - $ fig 39 - Ricavi e costi nmedi di produzione al netto dei premi ciclo aperto) Costo di produzione euro/kg),,0 3, 2, 1, 1,0 0, Veneto T200 Alimentazione Altre spese Interessi e ammort Piemonte Toscana,,0 3, 2, 1, 1,0 0, Acquisto ristalli Lavoro Prezzo di vendita * * -- = +,+=,+* $,$+$, $ $ $ 6 * 6 $ D Prezzo di vendita euro/kg) $% +, tab 1 - Caratteristiche degli allevamenti campione ciclo chiuso) Piemonte Umbria Marche Calabria razza Piemont Chianina Marchig Podolica Vacche nutrici n) Vitelli nati n) Sup foraggiera ha) Produzione netta t) , E $ * $ $ E )0 = -3 -)3 fig 1 - Ripartizione colturale negli allevamenti a ciclo chiuso del Piemonte ciclo chiuso) Erbai per insilati esclmais) 3% Orzo % Frumento 8% Mais da insilato 20% stabili/erbai avvicendati fieno) 0% Mais da granella 2% 12

13 fig 2 - Ripartizione colturale negli allevamenti a cilco chiuso dell Umbria ciclo chiuso) Mais da granella 7% Mais insilato 8% Frumento 1% Orzo 17% Favino 1% Erba medica/prat i da sfalcio fieno) 3% =7J A)3 = )3 = 0)3 $ A) B 8 +23, +23, = 3 +, $ ; 73 +)-3, +-3, fig 3 - Ripartizione colturale negli allevamenti delle Marche ciclo chiuso) Orzo 3% Mais da granella 3% Colture proteiche 3% Trifoglio da foraggio 7% Frumento duro Erba medica 37% Pascoli 27% fig - Ripartizione colturale negli allevamenti della Calabria ciclo chiuso) Pascolo 0% Frumento Orzo % 2% Erbai/prati fieno) % tab 2 - Composizione media delle razioni alimentari vitellone di peso superiore a 00 kg) Piemonte Umbria Marche Calabria Foraggi kg/capo/gg) Silomais/pastone 2,2 3, Fieno 3,7,1 Paglia 0,2 1,0 0,7 2,1 Polpe secche 0,2 0,1 Totale foraggi,6 8,1,9,1 Concentrati kg/capo/gg) Farina di mais 3,3 2,2 1,9 1,1 Farina di orzo 0,3 2 0,3 Soia 0, 0,6 0, Crusca 0,6 0, 0,6 0, Favino 0,3 1 0,3 Nuclei proteici 1,0 0,1 Mangimi composti 0,7, Totale mangimi,6,7 6,6 7,6 13

14 *$ =B = - +-):,+-A, $ A0/ 202)/ tab 3 - Indici tecnici degli allevamenti campione ciclo chiuso) Piemonte Umbria Marche Calabria Interparto gg) Anni di carriera vacche nutrici n) Età primo parto manze mesi) n) Età di vendita dei vitelloni mesi) n) Produzione netta t) 29,9 1,9 18,8 7,8 B +, tab - Movimentazioni e prezzi: capi acquistati Piemonte Umbria Marche Calabria Vitelli da ingrasso n) Peso medio kg) Prezzo medio /kg) E - B $ -A8/ 7-8/ 7 8/ ) 2)/ A 8/3 $ 3 tab - Movimentazioni e prezzi: capi venduti Piemonte Umbria Marche Calabria Capi da macello n) Peso medio kg) Prezzo medio /kg) 3,78 3,2 2,37 - prezzo/capo) ) Capi da vita n) Peso medio kg) Prezzo medio /kg) 3,39 3,7 3,19 2,37 - prezzo/capo) ) Vacche da riforma n) prezzo/capo) ) *% 1

15 +, +, :- 8/= 8/ $ $ )20 8/ = $ -) 8/ 8/ $--8/ 7: 8/ -0 8/-+9)3, D +90)3, K 0)0 8/ 02) 8/ +973, % * - % E = -- 8/ 2:3 +7A 8/, $? 7:302 8/ 0A: 8/ 3* tab 6 - Costi di produzione per kg carne prodotta negli allevamenti a ciclo chiuso del Piemonte ) voci di costo var % 0/03 Acquisto mangimi e foraggi 0,3 0, 1,9% Produzioni foraggiere 0,1 0,62 21,6% Alimentazione 1,0 1,16 11,% Carburanti ed energia 0,28 0,3 7,1% Spese veterinarie 0,18 0,12-33,3% Materiali di consumo/altri specifici 3 3 % Altri costi 0,9 0,9 % Costi di allevamento 2 2,1,0% Lavoro salariato 0,1 0-10% Lavoro familiare 1,1 1,6 17,0% Lavoro 1,1 1,6 9,3% Ammortamento macchine 0,63 0,67 6,3% Ammortamento fabbricati 0,17 0,17 % Ammortamenti 0,8 0,8,0% Interessi sul capitale di anticipazione 2 2 % Interessi sul capitale fondiario 0,3 0,33 1% Interessi sul capitale agrario 0,1 0,12 2% Interessi passivi 0,2 0,7 11,9% Costo totale al netto del ristallo,7,06 6,% Acquisto bestiame 0, ,% Costo lordo totale,86,13,6% Premi OCM carni) 0,89 1,01 13,% Costo netto totale 3,97,12 3,8% tab 7 - Costi di produzione per kg carne prodotta negli allevamenti a ciclo chiuso dell Umbria ) voci di costo var % 0/03 Acquisto mangimi e foraggi 0,9 0,77-18,1% Produzioni foraggiere 0,32 0,33 3,1% Alimentazione 1,26 1,10-12,7% Carburanti ed energia 0,31 0,31 % Spese veterinarie 0,10 0,11 1% Materiali di consumo/altri specifici 0,10 1% Altri costi generali 0,0 0, 1% Costi di allevamento 2,11 6-2,% Lavoro salariato 1-7,0% Lavoro familiare 1,8 1,76 11,% Lavoro 1,62 1,77 9,3% Ammortamento macchine 0,3 0,39-9,3% Ammortamento fabbricati 0,21 0,23 9,% Ammortamenti 0,6 0,62-3,1% Interessi sul capitale di anticipazione 3 33,3% Interessi sul capitale fondiario 0,26 0,32 23,1% Interessi sul capitale agrario 7 8 1,3% Interessi passivi 0,36 0, 22,2% Costo totale al netto del ristallo,73,89 3,% Acquisto bestiame 0,11 0,72,% Costo lordo totale,8,61 1,9% Premi OCM carni) 0,87 1,37 7,% Costo netto totale 3,97,2 6,8% 1

16 +00 8/, = :A8/- 0A 8/ $$ +93, 8/ 8/? % - 008/08/ - $ +A2 8/, K% = $ B H B tab 8 - Costi di produzione per kg carne prodotta negli allevamenti a ciclo chiuso della Calabria ) voci di costo var % 0/03 Acquisto mangimi e foraggi 0,88 0,92,% Produzioni foraggiere 0,33 0,31-6,1% Alimentazione 1,21 1,23 1,7% Carburanti ed energia 0,30 0,29-3,3% Spese veterinarie ,7% Materiali di consumo/altri specifici 1 1 % Altri costi generali 0,23 0,27 17,% Costi di allevamento 1,81 1,87 3,3% Lavoro salariato 0,3 0,12-72,1% Lavoro familiare 0,99 1,31 32,3% Lavoro 1,2 1,3 0,7% Ammortamento macchine 0,19 0,20,3% Ammortamento fabbricati 0,12 0,13 8,3% Ammortamenti 0,31 0,33 6,% Interessi sul capitale di anticipazione 3 -% Interessi sul capitale agrario % Interessi sul capitale fondiario 0,36 0,3-2,8% Interessi passivi 0, 0,2 -,% Costo totale al netto del ristallo 3,98,0 1,8% Acquisto bestiame Costo lordo totale 3,98,0 1,8% Premi OCM carni) 0,7 0,76 2,7% Costo netto totale 3,2 3,29 1,% tab 9 - Costi di produzione per kg carne prodotta negli allevamenti a ciclo chiuso delle Marche 200) voci di costo 200 Acquisto mangimi e foraggi 0,67 Produzioni foraggiere 0, Alimentazione 1,12 Carburanti ed energia 0,3 Spese veterinarie 0,13 Materiali di consumo/altri specifici 0,3 Altri costi 0,38 Costi diretti escluso lavoro) 2,31 Lavoro salariato 9 Lavoro familiare 1,33 Lavoro 1,2 Costi di allevamento 3,73 Ammortamento macchine 0,31 Ammortamento fabbricati 0,19 Ammortamenti Interessi sul capitale di anticipazione Interessi sul capitale agrario 0,26 Interessi sul capitale fondiario 6 Interessi passivi 0,36 Acquisto bestiame 0,29 Costo lordo totale,87 Premi OCM carni) 1,12 Costo netto totale 3,7 16

17 ? $+2:/8, B / I? A 8/ fig - Dimensione e costo medio di produzione ciclo chiuso) 6, Costo medio Euro/kg) 6,0,,0,,0 3, 2, Dimensione n vacche nutrici) fig 6 - Dimensione e produttività del lavoro ciclo chiuso) 1,0 Produttività del lavoro kg/h) 1 1 8,0 6,0, Dimensione n vacche nutrici) - 2:3 2A3 = ):3 $ % I $ fig 7 - Ricavi e costi medi di produzione al lordo dei premi ciclo chiuso) Costo di produzione euro/kg) 6,0,,0,,0 3, 2, 1, 1,0 0, Piemonte Umbria M200 Acquisto ristalli Altre spese Interessi e ammort Calabria Mar Alimentazione Lavoro Prezzo di vendita 6,0,,0,,0 3, 2, 1, 1,0 0, Prezzo di vendita euro/kg) 17

18 ;$ $ :73 = :23 % $ A3 = :)0 27 $ )8-:A fig 8 - Ricavi e costi medi di produzione al netto dei premi ciclo chiuso) Costo di produzione euro/kg) 6,0,,0,,0 3, 2, 1, 1,0 0, Piemonte Umbria M200 Acquisto ristalli Altre spese Interessi e ammort Calabria Mar Alimentazione Lavoro Prezzo di vendita 6,0,,0,,0 3, 2, 1, 1,0 0, Prezzo di vendita euro/kg)!$ % $ )% 18

Analisi del costo e della redditività della produzione di carne bovina in Italia

Analisi del costo e della redditività della produzione di carne bovina in Italia Analisi del costo e della redditività della produzione di carne bovina in Italia Indagine 2006 Redazione a cura della Direzione Mercati e risk managemen Executive summary Lo studio della struttura e della

Dettagli

Costo di produzione e di macellazione del vitellone da carne

Costo di produzione e di macellazione del vitellone da carne Opuscolo C.R.P.A. 2.69 N. 4/2012 Costo di produzione e di macellazione del vitellone da carne Testi di CLAUDIO MONTANARI, EUGENIO CORRADINI, KEES DE ROEST Crpa spa, Reggio Emilia Il 2011 per il comparto

Dettagli

16.1 Generalità. 16.1.1 Caratteristiche degli allevamenti

16.1 Generalità. 16.1.1 Caratteristiche degli allevamenti 16 L utile lordo di stalla Generalità Calcolo dell Uls La disponibilità di foraggi L utile lordo di stalla nell allevamento dei bovini da latte L utile lordo di stalla nell allevamento dei bovini da carne

Dettagli

Valutazioni tecnico-economiche

Valutazioni tecnico-economiche Valutazioni tecnico-economiche Sommario VALUTAZIONE TECNICA ED ECONOMICA DELL'INTRODUZIONE DI GRANELLE PROTEICHE NON OGM NELLA RAZIONE ALIMENTARE DI BOVINI DA CARNE E OVINI...3 VALUTAZIONE TECNICA ED

Dettagli

Osservatorio economico. Costo di produzione del vitellone negli allevamenti da ingrasso: indagine 2014

Osservatorio economico. Costo di produzione del vitellone negli allevamenti da ingrasso: indagine 2014 PIANO ZOOTECNICO Osservatorio economico Costo di produzione del vitellone negli allevamenti da ingrasso: indagine 2014 INTRODUZIONE E SINTESI Nell'ambito dell'osservatorio economico della zootecnia istituito

Dettagli

ECONOMIA DEL BESTIAME

ECONOMIA DEL BESTIAME CORSO DI PREPARAZIONE AGLI ESAMI DI ABILITAZIONE PER AGROTECNICO E AGROTECNICO LAUREATO ECONOMIA DEL BESTIAME Docente: Dott. Agr. FRUCI ANTONIO Sezione 2011 Sede di BRIATICO (VV) ECONOMIA DEL BESTIAME

Dettagli

Costo di produzione del vitellone negli allevamenti da ingrasso: indagine 2012

Costo di produzione del vitellone negli allevamenti da ingrasso: indagine 2012 Costo di produzione del vitellone negli allevamenti da ingrasso: indagine 2012 INTRODUZIONE E SINTESI Nell'ambito dell'osservatorio economico della zootecnia istituito presso l ISMEA è stato elaborato

Dettagli

!! " # $$%& ' & & && " +,$-./0 1$23" 4&1%53" & &6& &!+$$%9,./0 & + 193" # 4 + & 15,3" &%53 &+8$,$$$2($$$ % + # * # : + $$%# & 89, 8(9 +

!!  # $$%& ' & & &&  +,$-./0 1$23 4&1%53 & &6& &!+$$%9,./0 & + 193 # 4 + & 15,3 &%53 &+8$,$$$2($$$ % + # * # : + $$%# & 89, 8(9 + " ' $$( ' ",$-./0 1$23" 41%53" 6 1,%3"'78583" 9,./0 1993" 193" 4 $ 75-3" 7,53"47-(3" 15,3" %53 8$,$$$2($$$ % 523 89, 8(9 ; =>1 78(93" 723" ' ',83%5$$$2%/ %? 88,$$$ 2($$$ ( @9%/8$$0" $$5/$$, $$( > $$5/$,

Dettagli

LIFE + 2009 - Achieving good water QUality status in intensive Animal production areas

LIFE + 2009 - Achieving good water QUality status in intensive Animal production areas LIFE + 2009 - Achieving good water QUality status in intensive Animal production areas Action 6 : Evaluation of economic and environmental sustainability of improved management strategies Deliverable 6:

Dettagli

Tare pro- tare impro- Ripartizione SAU. produzione unitaria

Tare pro- tare impro- Ripartizione SAU. produzione unitaria La superficie catastale di un'azienda ad indirizzo cerealicolo-zootecnico con allevamento di bovini da latte, è pari a ettari 50.75.25 completamente destinati a seminativo e foraggere. Il candidato, descritta

Dettagli

Si dispone dei seguenti alimenti: Limiti max consigliati Kg/capo/giorno

Si dispone dei seguenti alimenti: Limiti max consigliati Kg/capo/giorno Per usufruire, senza difficoltà, dell applicazione per il calcolo della razione per vacche da latte proponiamo questo esempio, indicando le procedure per giungere alla soluzione. ESEMPIO: Calcolo razione

Dettagli

BILANCIO AZIENDALE. frumento. 6,5 ha frumento CALCOLO DEL FIENO NORMALE (FN) PRODOTTO IN AZIENDA E DELLA PLV-CEREALI. Produzione Totale (q)

BILANCIO AZIENDALE. frumento. 6,5 ha frumento CALCOLO DEL FIENO NORMALE (FN) PRODOTTO IN AZIENDA E DELLA PLV-CEREALI. Produzione Totale (q) BILANCIO AZIENDALE Calcolare il beneficio fondiario (Bf) di un azienda agraria cerealicola-zootecnica, ordinaria, avendo a disposizione i seguenti dati: - Superficie totale 40 ha; superficie improduttiva

Dettagli

AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA

AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA COMUNE DI Prot. n. Data di presentazione AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA OGGETTO: D. Legislativi n. 99 del 29/3/2004 e n. 101/05 Domanda di accertamento del possesso dei requisiti di Imprenditore

Dettagli

Questionario per la descrizione zoo-economica degli allevamenti zootecnici

Questionario per la descrizione zoo-economica degli allevamenti zootecnici CORSO DI LAUREA IN SCIENZE E TECNOLOGIE DELLE PRODUZIONI ANIMALI Tirocinio pratico-applicativo Questionario per la descrizione zoo-economica degli allevamenti zootecnici Il laureato in Scienze e Tecnologie

Dettagli

N. posizione INPS (ex SCAU)... Data Iscrizione... titolo di studio posseduto... attività agricola svolta dal...

N. posizione INPS (ex SCAU)... Data Iscrizione... titolo di studio posseduto... attività agricola svolta dal... MODELLO A Al Comune di. OGGETTO: D. Lgs. n. 60/98 - Domanda di accertamento del possesso dei requisiti di imprenditore agricolo a titolo principale al fine di ottenere una concessione edilizia in area

Dettagli

Costi di produzione dei bovini da ingrasso in Veneto (2013)

Costi di produzione dei bovini da ingrasso in Veneto (2013) Sommario 1. Le tipologie di allevamenti da carne in Veneto... 3 1.1 L allevamento del vitellone pesante in Veneto... 4 2. Costo di produzione dei bovini da ingrasso in Veneto: Metodologia... 5 2.1 Criteri

Dettagli

Presentazione situazione dell allevamento italiano

Presentazione situazione dell allevamento italiano Incontro tecnico Gruppo UNIPEG Tavola Rotonda Dalle produzioni eccellenti del territorio alla Riforma PAC Presentazione situazione dell allevamento italiano Kees de Roest - Claudio Montanari CRPA-Reggio

Dettagli

Seconda prova. a) Descrizione dell azienda

Seconda prova. a) Descrizione dell azienda Seconda prova Il candidato, con dati verosimiglianti, elabori il bilancio di previsione di un'azienda agraria ad ordinamento foraggero-zootecnico di media estensione e condotta in economia con salariati.

Dettagli

L I S T I N O S E T T I M A N A L E D E I P R E Z Z I N 1 7

L I S T I N O S E T T I M A N A L E D E I P R E Z Z I N 1 7 Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Forlì Cesena C.so della Repubblica, 5 47121 Forlì tel. 0543 713111 C.C.P. n. 16559478 Sito web: http://www.fc.camcom.gov.it e-mail: segreteria.generale@fc.camcom.it

Dettagli

Prima parte del quesito :

Prima parte del quesito : Il candidato facendo riferimento ad un contesto aziendale di propria conoscenza, descriva un azienda agraria ad indirizzo cerealicolo-zootecnico condotto da un proprietario capitalista. Utilizzando poi

Dettagli

Analisi del costo e della redditività della produzione del latte in Italia

Analisi del costo e della redditività della produzione del latte in Italia Analisi del costo e della redditività della produzione del latte in Italia Indagine 2006 Redazione a cura della Direzione Mercati e risk management Executive Summary L analisi dei costi di produzione del

Dettagli

Sono stati pubblicati nel consueto

Sono stati pubblicati nel consueto COSI DI PRODUZIONE E REDDIIVIÀ DEI PRINCIPALI PAESI PRODUORI Competitività in crisi per i bovini da carne europei Il confronto tra costi di produzione e redditività degli allevamenti da carne dell Europa

Dettagli

N. 1 del 7 gennaio 2015

N. 1 del 7 gennaio 2015 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA Listino settimanale dei prezzi all'ingrosso rilevati sulla piazza di Cremona Salvo diversa indicazione, i prezzi si riferiscono alla fase

Dettagli

Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica

Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica Agricoltura Biologica e Biodiversità Corte Benedettina 27 febbraio 2012 ricerca e sperimentazione in zootecnia biologica attività dimostrative..? sperimentazione

Dettagli

1. I Andamento dei costi di produzione della carne bovina in Veneto nel 2014

1. I Andamento dei costi di produzione della carne bovina in Veneto nel 2014 1. I Andamento dei costi di produzione della carne bovina in Veneto nel 2014 Metodologia di calcolo Partendo dai dati raccolti attraverso l indagine campionaria che ha consentito di rilevare i costi medi

Dettagli

Cognome Nome Sesso. Comune Provincia C.A.P.

Cognome Nome Sesso. Comune Provincia C.A.P. Allegato A Scheda aziendale (schema ) A ----------------------------------------------------------------------- (i quadri sottostanti sono da compilare sempre) - DATI DEL RICHIEDENTE Codice fiscale Cognome

Dettagli

Sistemi foraggeri per l azienda zootecnica da latte in Pianura Padana: gestione agronomica e costi. Borreani G., Tabacco E.

Sistemi foraggeri per l azienda zootecnica da latte in Pianura Padana: gestione agronomica e costi. Borreani G., Tabacco E. Sistemi foraggeri per l azienda zootecnica da latte in Pianura Padana: gestione agronomica e costi Borreani G., Tabacco E. Dip. Dip. Scienze Scienze Agrarie, Agrarie, Forestali Forestali ee Alimentari

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI AGRONOMO E FORESTALE JUNIOR SECONDA SESSIONE 2008 PRIMA PROVA SCRITTA Tema n. 1: Si illustri il ruolo

Dettagli

Costi di produzione e redditività del mais

Costi di produzione e redditività del mais SEMINARIO Bologna il 3 dicembre 2012 Costi di produzione e redditività del mais Quanto costa produrre latte e mais in emilia-romagna? La competitività di queste filiere Renato Canestrale, Valeria Altamura

Dettagli

LISTINO DEI PREZZI ALL'INGROSSO

LISTINO DEI PREZZI ALL'INGROSSO Anno 2001 - N. 47 Direttore Responsabile Dr. Marco Zanini Registrazione Tribunale di Mantova n. 6 dell' 8/3/1972 Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Mantova Mercato di GIOVEDI 29 Novembre

Dettagli

PRONTUARIO DI ESTIMO ISTITUTO TECNICO AGRARIO ARRIGO SERPIERI ANNO SCOLASTICO 2009-2010 SOMMARIO

PRONTUARIO DI ESTIMO ISTITUTO TECNICO AGRARIO ARRIGO SERPIERI ANNO SCOLASTICO 2009-2010 SOMMARIO PRONTUARIO DI ESTIMO ISTITUTO TECNICO AGRARIO ARRIGO SERPIERI ANNO SCOLASTICO 2009-2010 SOMMARIO ARGOMENTO Tabella Rese medie per ettaro coltura, prezzi prodotti agricoli, PLV principali colture erbacee

Dettagli

Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica

Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica Agricoltura Biologica e Biodiversità Veneto Agricoltura, Corte Benedettina 20 febbraio 2013 Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica ricerca e sperimentazione in zootecnia biologica attività

Dettagli

Conti economici delle principali colture in asciutto

Conti economici delle principali colture in asciutto Conti economici delle principali colture in asciutto Schema idrico del Flumineddu per l alimentazione irrigua della Marmilla Studio di dettaglio sulle aree oggetto dell intervento Distretto irriguo della

Dettagli

Indicatori aziendali: bilancio aziendale dell azoto

Indicatori aziendali: bilancio aziendale dell azoto Indicatori aziendali: bilancio aziendale dell azoto I bilanci colturali e aziendali dell azoto sono degli indicatori semplici della valutazione della gestione dell azoto delle colture e agrotecniche ad

Dettagli

MEDIE MENSILI MESE DI: GENNAIO 2015

MEDIE MENSILI MESE DI: GENNAIO 2015 MESE DI: GENNAIO 2015 MEDIE MENSILI BESTIAME SUINO DA ALLEVAMENTO DOT MARCHIATI da 6 kg kg 6,613 da 15 Kg. kg 3,758 da 25 Kg. kg 2,425 da 30 Kg. kg 2,143 da 40 Kg. kg 1,700 da 50 Kg. kg 1,520 da 65 Kg.

Dettagli

Costi di produzione, prezzo del latte

Costi di produzione, prezzo del latte ASSEMBLEA APROLAV (TREVISO) 21 MAGGIO 2014 Costi di produzione, prezzo del latte Alberto Menghi (a.menghi@crpa.it) Centro Ricerche Produzioni Animali Desideria Scilla A.Pro.La.V. Le domande Il prezzo del

Dettagli

Strategie di gestione per l adattamento al pascolo di manze marchigiane

Strategie di gestione per l adattamento al pascolo di manze marchigiane Strategie di gestione per l adattamento al pascolo di manze marchigiane D Ottavio P. 1, Trombetta M. F. 2, Trobbiani P. 1, Santilocchi R. 1 Dipartimenti 1 SAPROV e 2 SAIFET Facoltà di Agraria - Università

Dettagli

Utilizzo del Panello di girasole nell alimentazione animale

Utilizzo del Panello di girasole nell alimentazione animale Giornata di Studio "Progetto Extravalore" Utilizzo del Panello di girasole nell alimentazione animale Maria Federica Trombetta Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali Università Politecnica

Dettagli

Associazione Regionale Allevatori della Liguria via Vittorio Veneto 149/2 Mignanego (GE) p.iva 01553510999. tel. 010581938 fax 0107721655

Associazione Regionale Allevatori della Liguria via Vittorio Veneto 149/2 Mignanego (GE) p.iva 01553510999. tel. 010581938 fax 0107721655 Associazione Regionale Allevatori della Liguria via Vittorio Veneto 149/2 Mignanego (GE) p.iva 01553510999. tel. 010581938 fax 0107721655 PRESENTAZIONE DEL PROGETTO ZOOALIMSOST è un progetto finalizzato

Dettagli

Ottimizzare la raccolta e la conservazione dei prati e degli erbai per ridurre i costi di alimentazione della vacca da latte

Ottimizzare la raccolta e la conservazione dei prati e degli erbai per ridurre i costi di alimentazione della vacca da latte Come produrre più latte dai propri foraggi Piacenza 14 OTTOBRE 2011 Ottimizzare la raccolta e la conservazione dei prati e degli erbai per ridurre i costi di alimentazione della vacca da latte Giorgio

Dettagli

Costi di produzione del latte bovino in Veneto (2013)

Costi di produzione del latte bovino in Veneto (2013) Sommario Costi di produzione del latte bovino in Veneto (2013)... 3 1. Le tipologie di allevamenti da latte prevalenti in Veneto... 3 2. Il costo di produzione del latte in Veneto: metodologia... 5 2.1

Dettagli

REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE

REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE - MOLISE 2014-2020 BANDO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ALIMENTAZIONE DELLE BOVINE. Art. 1. Campo di applicazione

REGOLAMENTO DI ALIMENTAZIONE DELLE BOVINE. Art. 1. Campo di applicazione REGOLAMENTO DI ALIMENTAZIONE DELLE BOVINE Art. 1 Campo di applicazione Il presente regolamento stabilisce le modalità per l alimentazione degli animali destinati a produrre latte per la trasformazione

Dettagli

Azienda Bian cardi Reddito dalla lin ea vacca vitello

Azienda Bian cardi Reddito dalla lin ea vacca vitello STALLE IN PRIMO PIANO È forse l unico produttore della Pianura padana con allevamento di grandi dimensioni che per ottenere bovini da carne si avvalga di vacche nutrici. E il mercato lo premia: i suoi

Dettagli

REG. (CE) N. 1698/2005 -PSR 2007-2013 DGR N. 1354 DEL 03.08.2011 MISURA 124 COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO DI NUOVI PRODOTTI, PROCESSI E TECNOLOGIE NEL

REG. (CE) N. 1698/2005 -PSR 2007-2013 DGR N. 1354 DEL 03.08.2011 MISURA 124 COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO DI NUOVI PRODOTTI, PROCESSI E TECNOLOGIE NEL REG. (CE) N. 1698/2005 -PSR 2007-2013 DGR N. 1354 DEL 03.08.2011 MISURA 124 COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO DI NUOVI PRODOTTI, PROCESSI E TECNOLOGIE NEL SETTORE AGRICOLO, ALIMENTARE E FORESTALE Strategie

Dettagli

Periodico Quadrimestrale Anno IV - Numero 2 - Agosto 2011. In questo numero:

Periodico Quadrimestrale Anno IV - Numero 2 - Agosto 2011. In questo numero: Periodico Quadrimestrale Anno IV - Numero 2 - Agosto 2011 In questo numero: Pag. 2 Lettera del Presidente Pag. 3 Ricetta Pag. 4 Relazione Attività Tecnica Pag. 6 Il mercato: indicazioni generali Pag. 7

Dettagli

Allevamento ovino biologico in Italia ed in Sardegna: criticità emerse dalla indagine Equizoobio

Allevamento ovino biologico in Italia ed in Sardegna: criticità emerse dalla indagine Equizoobio Macomer 19 Novembre 2008 Giornata divulgativa Progetto Equizoobio Allevamento ovino biologico in Italia ed in Sardegna: criticità emerse dalla indagine Equizoobio N. Fois, M. Sitzia AGRIS DiRPA Bonassai

Dettagli

Zoo ec a. JFasi di crescita. 17.1 Bovini da latte. Sovini da latte Sovini da carne Suini Valore nutritivo dei foraggi. Razze.

Zoo ec a. JFasi di crescita. 17.1 Bovini da latte. Sovini da latte Sovini da carne Suini Valore nutritivo dei foraggi. Razze. Zoo ec a Sovini da latte Sovini da carne Suini Valore nutritivo dei foraggi 7. Bovini da latte Razze L'allevamento di bovini da latte e ditluso soprattutto ncl centro-nord d'italia, ma in modo particolarc

Dettagli

La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione

La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione Andrea Quaglino ANABORAPI Associazione Nazionale Allevatori Bovini di Razza Piemontese Razza specializzata da carne Groppa doppia

Dettagli

Tendenze attuali e prospettive della produzione di carne bovina nel mondo e in Italia

Tendenze attuali e prospettive della produzione di carne bovina nel mondo e in Italia Incontro tecnico ASSEMBLEA GENERALE ASPROCARNE Tendenze attuali e prospettive della nel mondo e in Italia Kees de Roest - Claudio Montanari CRPA-Reggio Emilia Mercoledì 24 giugno 2015 Fossano Centro Ricerche

Dettagli

Formati disponibili: Sacco da 15 kg COMPOSIZIONE * Fiocchi di granoturco, fiocchi d orzo integrale, fave laminate, pisello proteico fioccato.

Formati disponibili: Sacco da 15 kg COMPOSIZIONE * Fiocchi di granoturco, fiocchi d orzo integrale, fave laminate, pisello proteico fioccato. Fiocco Nostrale Fiocco Nostrale della linea Nostrale Misti e Granaglie di Raggio di Sole è il complemento alimentare ideale per tutte le specie animali (conigli, cavalli e ruminanti) da somministrare in

Dettagli

Zootecnica speciale: tecnologie di allevamento dei poligastrici Sistemi di allevamento Bovini da carne. Consumi di carne in Italia

Zootecnica speciale: tecnologie di allevamento dei poligastrici Sistemi di allevamento Bovini da carne. Consumi di carne in Italia Università della Tuscia Dip. di Produzioni Animali Zootecnica speciale: tecnologie di allevamento dei poligastrici Sistemi di allevamento Bovini da carne Amici Andrea Amici Consumi di carne in Italia Riduzione

Dettagli

Provincia di Torino Servizio Agricoltura. Domanda di adesione alla Misura A del Piano di Sviluppo Rurale 2000/2006

Provincia di Torino Servizio Agricoltura. Domanda di adesione alla Misura A del Piano di Sviluppo Rurale 2000/2006 Provincia di Torino Servizio Agricoltura Domanda di adesione alla Misura A del Piano di Sviluppo Rurale 2000/2006 SPAZIO RISERVATO AL PROTOCOLLO DOMANDA PRESENTATA PER TRAMITE DI Data presentazione N.

Dettagli

IL PERICOLO AFLATOSSINE NEL LATTE. Andrea Valiani

IL PERICOLO AFLATOSSINE NEL LATTE. Andrea Valiani IL PERICOLO AFLATOSSINE NEL LATTE Andrea Valiani TOSSICITÀ DELLE AFLATOSSINE IARC (agenzia internazionale per la ricerca sul cancro) ha classificato numerose sostanze in base all intensità dell effetto

Dettagli

IL REGOLAMENTO DI ALIMENTAZIONE DELLE BOVINE

IL REGOLAMENTO DI ALIMENTAZIONE DELLE BOVINE IL REGOLAMENTO DI ALIMENTAZIONE DELLE BOVINE Art.1 Campo di applicazione Il presente regolamento stabilisce le modalità per l'alimentazione delle vacche che producono latte destinato alla produzione di

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati Copyright 2004 The Companies srl Caso 2 Stima per capitalizzazione dei redditi di un fondo rustico di ha 40 ubicato nella pianura reggiana. L indirizzo produttivo è zootecnico. L allevamento è basato sui

Dettagli

LISTINO DEI PREZZI ALL'INGROSSO

LISTINO DEI PREZZI ALL'INGROSSO Anno 2013 - N. 35 Direttore Responsabile Dr. Marco Zanini Registrazione Tribunale di Mantova n. 6 dell' 8/3/1972 Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Mantova Mercato di GIOVEDI 5 Settembre

Dettagli

LIFE Achieving good water QUality status in intensive Animal production areas.

LIFE Achieving good water QUality status in intensive Animal production areas. LIFE + 2009 - Achieving good water QUality status in intensive Animal production areas. Action 6: Evaluation of economic and environmental sustainability of improved management strategies Deliverable 11:

Dettagli

La gestione zootecnica del gregge

La gestione zootecnica del gregge La gestione zootecnica del gregge Introduzione Per una corretta gestione del gregge l azione zootecnica è incisiva negli allevamenti stanziali o semi-stanziali Dove si possono controllare i seguenti aspetti

Dettagli

N. 2 dell'8 gennaio 2014

N. 2 dell'8 gennaio 2014 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA Listino settimanale dei prezzi all'ingrosso rilevati sulla piazza di Cremona Salvo diversa indicazione, i prezzi si riferiscono alla fase

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 17/04/2014-23/04/2014

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 17/04/2014-23/04/2014 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 17/04/2014-23/04/2014 Quotazioni sui mercati a pronti (1) Cereali minori Orzo naz. pesante uso zootec. TOSCANA 220,000 / t 1.500 t Sorgo

Dettagli

EFFETTIVITÁ NELLA PRODUZIONE DI BIOGAS. Dove sono le riserve nell alimentazione e nella gestione di impianti di Biogas. dinametan : Foraggi e fatti

EFFETTIVITÁ NELLA PRODUZIONE DI BIOGAS. Dove sono le riserve nell alimentazione e nella gestione di impianti di Biogas. dinametan : Foraggi e fatti EFFETTIVITÁ NELLA PRODUZIONE DI BIOGAS Dove sono le riserve nell alimentazione e nella gestione di impianti di Biogas dinametan : Foraggi e fatti Una crescente pressione sulla redditivitá e l efficienza

Dettagli

La Camera di Commercio di Grosseto a sostegno della trasparenza dei prezzi

La Camera di Commercio di Grosseto a sostegno della trasparenza dei prezzi La Camera di Commercio di a sostegno della trasparenza dei prezzi Premessa metodologica La Newsletter muove dal listino settimanalmente prodotto dalla Camera di Commercio di per costruire un documento

Dettagli

Piemontese, più muscolo e meno parti difficili

Piemontese, più muscolo e meno parti difficili Piemontese, più muscolo e meno parti difficili Al meeting nazionale della razza il Centro genetico Anaborapi ha presentato i risultati delle ricerche per il miglioramento dei capi. E ha proposto un regime

Dettagli

GIORNATA BUIATRICA SULLA GESTIONE SANITARIA NEGLI ALLEVAMENTI BOVINI DA CARNE

GIORNATA BUIATRICA SULLA GESTIONE SANITARIA NEGLI ALLEVAMENTI BOVINI DA CARNE SOCIETÀ ITALIANA DI BUIATRIA ORDINE MEDICI VETERINARI IZS VENEZIE GIORNATA BUIATRICA SULLA GESTIONE SANITARIA NEGLI ALLEVAMENTI BOVINI DA CARNE Situazione e prospettive dell allevamento bovino da carne

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

REGIMI ALIMENTARI DEL VITELLO

REGIMI ALIMENTARI DEL VITELLO ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA FACOLTÀ DI MEDICINA VETERINARIA DIPARTIMENTO DI MORFOFISIOLOGIA VETERINARIA E PRODUZIONI ANIMALI SEZIONE ZOOTECNIA, NUTRIZIONE E ALIMENTI REGIMI ALIMENTARI

Dettagli

ZOOTECNIA Allevamento del bovino piemontese Tecnica del piatto unico

ZOOTECNIA Allevamento del bovino piemontese Tecnica del piatto unico ZOOTECNIA Allevamento del bovino piemontese Tecnica del piatto unico p Tipologie del mercato bovino Allevamento suino Mangimi prestarter Benessere nell'allevamento suino Piatto unico: ph ruminale Caratteristiche

Dettagli

Gestione Economica e Finanziaria degli Allevamenti da Latte

Gestione Economica e Finanziaria degli Allevamenti da Latte Gestione Economica e Finanziaria degli Allevamenti da Latte Costi alimentari e valutazione economica degli allevamenti da latte: cosa è importante guardare? Cosa sarà il mercato del latte italiano dopo

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 05/03/2015-11/03/2015

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 05/03/2015-11/03/2015 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 05/03/2015-11/03/2015 Comunicazione Prezzi Regionale Le quotazioni delle singole regioni si riferiscono ai diversi contratti conclusi

Dettagli

INDICAZIONI NORMATIVE PER LE PRODUZIONI ZOOTECNICHE CON METODO BIOLOGICO

INDICAZIONI NORMATIVE PER LE PRODUZIONI ZOOTECNICHE CON METODO BIOLOGICO INDICAZIONI NORMATIVE PER LE PRODUZIONI ZOOTECNICHE CON METODO BIOLOGICO BOVINI DA LATTE PRINCIPI GENERALI: l allevamento zootecnico viene considerato come complementare alla produzione vegetale dell azienda

Dettagli

VACCHE DA LATTE CCHE DA LA

VACCHE DA LATTE CCHE DA LA Proteina Grassi Fibra Ceneri Codice Prodotto Destinazione d uso greggia greggi greggia gregge Latti 1 DE LAT 0 CMZ FA 1 0,0 Somministrare dal giorno di vita del vitello, litri 1, di acqua con 10 g. di

Dettagli

Allegato A Scheda aziendale. Al Comune di Farigliano 12060 Farigliano (CN) - DATI DEL RICHIEDENTE Codice fiscale. DATI AZIENDA (barrare una casella)

Allegato A Scheda aziendale. Al Comune di Farigliano 12060 Farigliano (CN) - DATI DEL RICHIEDENTE Codice fiscale. DATI AZIENDA (barrare una casella) Allegato A Scheda aziendale Al Comune di Farigliano 12060 Farigliano (CN) N.B. compilare sempre i quadri sottostanti - DATI DEL RICHIEDENTE Codice fiscale Cognome Nome Sesso Data di nascita Comune Provincia

Dettagli

Costi alimentari e valutazione economica degli allevamenti da latte: cosa è importante guardare?

Costi alimentari e valutazione economica degli allevamenti da latte: cosa è importante guardare? Gestione Economica e Finanziaria degli Allevamenti da Latte Costi alimentari e valutazione economica degli allevamenti da latte: cosa è importante guardare? Cristian Rota Cosa sarà il mercato del latte

Dettagli

Bilanci aziendali e LCA di aziende da latte

Bilanci aziendali e LCA di aziende da latte L IMPRONTA ANIMALE Valutazione dell Impatto Ambientale della Zootecnia Fiera Agricola - Verona. 3 Febbraio 2012 Bilanci aziendali e LCA di aziende da latte G.Matteo Crovetto Alberto Tamburini DSA Università

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE

STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE Dipartimento delle politiche competitive del mondo rurale e della qualità Direzione generale della competitività per lo sviluppo rurale STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE Bollettino

Dettagli

IL BILANCIO AZIENDALE. come strumento strategico decisionale

IL BILANCIO AZIENDALE. come strumento strategico decisionale IL BILANCIO AZIENDALE come strumento strategico decisionale Il bilancio fornisce un quadro della situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell'azienda È strumento di comunicazione, interna ed esterna,

Dettagli

Zootecnia biologica: perché e come convertire l allevamento bovino

Zootecnia biologica: perché e come convertire l allevamento bovino Imp_3-4_2001_finale_mod.qxd 26/09/2001 14.36 Pagina 49 SPERIMENTAZIONE E DIVULGAZIONE RUBRICHE a cura di M. Iob A.PRO.BIO Zootecnia biologica: perché e come convertire l allevamento bovino In questo numero

Dettagli

Stalle da latte del Centro Italia, alternative per non chiudere

Stalle da latte del Centro Italia, alternative per non chiudere SIMULAZIONE DI DUE SCENARI POSSIBILI Stalle da latte del Centro Italia, alternative per non chiudere di Danluigi Bertazzi, Angelo Frascarelli Il settore del latte oggi è diventato molto più competitivo

Dettagli

LE LEGUMINOSE DA GRANELLA NELL ALIMENTAZIONE DELLE PECORE DA LATTE

LE LEGUMINOSE DA GRANELLA NELL ALIMENTAZIONE DELLE PECORE DA LATTE LE LEGUMINOSE DA GRANELLA NELL ALIMENTAZIONE DELLE PECORE DA LATTE Antonello Cannas Alessandro Mereu Dipartimento Scienze Zootecniche Università di Sassari Teresa Pacchioli CRPA Reggio Emilia Situazione

Dettagli

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT MONITORAGGIO DELLE MICOTOSSINE NEI PRINCIPALI ALIMENTI ZOOTECNICI PRESENTI SUL MERCATO LOMBARDO PER GARANTIRE PRODUZIONI ZOOTECNICHE DI QUALITA Siamo giunti alla 3 pubblicazione

Dettagli

Produzione agricola della canapa da fibra

Produzione agricola della canapa da fibra Produzione agricola della canapa da fibra aspetti economici e scenari produttivi Studio Paroli e Associati Tecnica ed Economia Agraria Via Fiorentina, 84 PONTEDERA (PI) Tel 0587-59016 La coltivazione della

Dettagli

Linee di mangimi per vacca da latte. Perfecta Equilibria Fiocco H.G. Leader Gold Parma Reggio Sviluppo

Linee di mangimi per vacca da latte. Perfecta Equilibria Fiocco H.G. Leader Gold Parma Reggio Sviluppo Linee di mangimi per vacca da latte Perfecta Equilibria Fiocco H.G. Leader Gold Parma Reggio Sviluppo Indice Perfecta. Perfetto equilibrio tra fonti proteiche naturali per la migliore efficienza produttiva

Dettagli

ALLEGATO C BUSINESS PLAN SINTESI DEL PIANO AZIENDALE E OBIETTIVI PERSEGUITI

ALLEGATO C BUSINESS PLAN SINTESI DEL PIANO AZIENDALE E OBIETTIVI PERSEGUITI ALLEGATO C BUSINESS PLAN SINTESI DEL PIANO AZIENDALE E OBIETTIVI PERSEGUITI indicare: - gli obiettivi individuati per lo sviluppo delle attività aziendali; - l'eventuale programma degli investimenti previsti

Dettagli

Fabbricati rurali. 18.1 Ricoveri per bovini. Ricoveri per bovini Ricoveri per suini Altri fabbricati. 18.1.1 Bovini da latte. Stabulazione fissa

Fabbricati rurali. 18.1 Ricoveri per bovini. Ricoveri per bovini Ricoveri per suini Altri fabbricati. 18.1.1 Bovini da latte. Stabulazione fissa 18 Fabbricati rurali Ricoveri per bovini Ricoveri per suini Altri fabbricati 18.1 Ricoveri per bovini 18.1.1 Bovini da latte Stabulazione fissa Nella stabulazione fissa gli animali sono legati alla mangiatoia.

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 10/04/2014-16/04/2014

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 10/04/2014-16/04/2014 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 10/04/2014-16/04/2014 Quotazioni sui mercati a pronti (1) Cereali minori Orzo com. leggero uso zootec. LOMBARDIA 211,000 / t 100 t Orzo

Dettagli

Fattoria Reale di Torcino

Fattoria Reale di Torcino Fattoria Reale di Torcino ALLEVAMENTI BUFALINI GRUPPO GAROFALO Incontro formativo del 20 novembre 2014 dott. agr. Roberto Napolano FATTORIA REALE DI TORCINO CIORLANO (CE) Ex allevamento di bovine da latte

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA Listino settimanale dei prezzi all'ingrosso rilevati sulla piazza di Cremona Salvo diversa indicazione, i prezzi si riferiscono alla fase

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE CARNI BOVINE DEL PARCO DELLE CHIESE RUPESTRI

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE CARNI BOVINE DEL PARCO DELLE CHIESE RUPESTRI DISCIPLINARE DI PRODUZIONE CARNI BOVINE DEL PARCO DELLE CHIESE RUPESTRI Art. 1 Il presente Disciplinare ha lo scopo di offrire maggiori garanzie sull origine e la provenienza dei bovini da carne, sulle

Dettagli

Periodico Quadrimestrale Anno I - Numero 2 - Dicembre 2008. In questo numero:

Periodico Quadrimestrale Anno I - Numero 2 - Dicembre 2008. In questo numero: Periodico Quadrimestrale Anno I - Numero 2 - Dicembre 2008 In questo numero: Pag. 2 Lettera del Presidente Pag. 3 Il mercato indicazioni generali Pag. 4 Programma Regionale Sviluppo Rurale 2007-2013 -

Dettagli

Rimettiamo le vacche al centro di GIOVANNI DE LUCA

Rimettiamo le vacche al centro di GIOVANNI DE LUCA Luciano e Mauro Comino hanno ribaltato l allevamento di famiglia situato a Rocca de Baldi (Cn) per abbattere i costi di alimentazione e ridare spazio alle foraggere aziendali. Tagliando sul silomais e

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 22/08/2013-28/08/2013

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 22/08/2013-28/08/2013 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 22/08/2013-28/08/2013 Quotazioni sui mercati a pronti (1) Categoria Prodotto Franco Provincia Prezzo U.M.(p) Quantità U.M.(q) Grano

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura. Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura. Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020 PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020 Sottomisura 6.1 Aiuto all avviamento di imprese per giovani

Dettagli

BRESCIA Baliotti Frisona (15-30 gg.) 60,00 90,00 Incroci (15-30 gg.) 170,00 250,00

BRESCIA Baliotti Frisona (15-30 gg.) 60,00 90,00 Incroci (15-30 gg.) 170,00 250,00 NORD - OVEST CUNEO Baliotti Piemontese o incroci (15/30 gg). femmine 280,00 350,00 Piemontese o incroci (15/30 gg) maschi 400,00 550,00 P. Della Coscia (25/40 gg.) femmine 650,00 800,00 500,00 650,00 P.

Dettagli

Allevamento biologico

Allevamento biologico Progetto di ricerca e sperimentazione L.R. 37/99 D.GR. 1234/05 Titolo: Sviluppo di filiere agro-zootecniche OGM free, sia convenzionali che biologiche, nella regione Marche (Numero: 13). Responsabile tecnico-scientifico:

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA PARMA MERCATO DI PARMA. Listino dei prezzi all'ingrosso. IVA esclusa

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA PARMA MERCATO DI PARMA. Listino dei prezzi all'ingrosso. IVA esclusa Anno 2015 - N. 2 16 gennaio 2015 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA PARMA MERCATO DI PARMA Listino dei prezzi all'ingrosso IVA esclusa I prezzi sono rilevati nelle giornate del venerdi

Dettagli

AVVERTENZE NELL USO DEI DATI

AVVERTENZE NELL USO DEI DATI AVVERTENZE NELL USO DEI DATI 1. L organizzazione generale dei dati I risultati delle rilevazioni sono organizzati in due serie: i costi di produzione veri e propri e le schede produttive. 1.1. I dati sui

Dettagli

Progetto ALAPAS. Avicoli a Lento Accrescimento e Proteaginose alternative alla soia

Progetto ALAPAS. Avicoli a Lento Accrescimento e Proteaginose alternative alla soia Progetto ALAPAS Avicoli a Lento Accrescimento e Proteaginose alternative alla soia Obiettivi del progetto Supportare e attuare la normativa europea sull agricoltura biologica Identificare e caratterizzare

Dettagli