(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "(Atti non legislativi) REGOLAMENTI"

Transcript

1 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 47/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 133/2014 DELLA COMMISSIONE del 31 gennaio 2014 che modifica, ai fini dell adeguamento al progresso tecnico riguardo ai limiti di emissione, la direttiva 2007/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, il regolamento (CE) n. 595/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio e il regolamento (UE) n. 582/2011 della Commissione (Testo rilevante ai fini del SEE) LA COMMISSIONE EUROPEA, visto il trattato sul funzionamento dell Unione europea, vista la direttiva 2007/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 settembre 2007, che istituisce un quadro per l omologazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, nonché dei sistemi, componenti ed entità tecniche destinati a tali veicoli (direttiva quadro) ( 1 ), e in particolare l articolo 39, paragrafi 2, 6 e 7, visto il regolamento (CE) n. 595/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 giugno 2009, relativo all omologazione dei veicoli a motore e dei motori riguardo alle emissioni dei veicoli pesanti (euro VI) e all accesso alle informazioni sulla riparazione e manutenzione del veicolo e che modifica il regolamento (CE) n. 715/2007 e la direttiva 2007/46/CE e che abroga le direttive 80/1269/CEE, 2005/55/CE e 2005/78/CE ( 2 ), e in particolare l articolo 4, paragrafo 3, l articolo 5, paragrafo 4, l articolo 6, paragrafo 2 e l articolo 12, (3) Occorre adeguare al progresso tecnico la normativa che disciplina l omologazione dei veicoli a motore e dei motori riguardo alle emissioni dei veicoli pesanti (Euro VI). Occorre perciò stabilire i requisiti di omologazione e di conformità in servizio dei motori e dei veicoli che utilizzano tecnologie basate sulla doppia alimentazione. Occorre inoltre affrontare altri aspetti riguardanti l omologazione dei motori che utilizzano combustibili gassosi. (4) Il regolamento (UE) n. 582/2011 della Commissione ( 3 ) prescrive la fissazione di valori limite per la diagnostica di bordo (OBD threshold limit OTL) riguardo alle emissioni di monossido di carbonio. (5) È opportuno consentire che i sistemi OBD montati su veicoli aventi massa massima a pieno carico tecnicamente ammessa non superiore a 7,5 tonnellate, siano sviluppati parzialmente in conformità alle norme applicabili agli OBD montati sui veicoli commerciali leggeri, senza compromettere il loro livello di prestazione ambientale. considerando quanto segue: (1) Il regolamento (CE) n. 595/2009 fissa valori limite per le emissioni e requisiti tecnici comuni per l omologazione di veicoli a motore e parti di ricambio riguardo alle loro emissioni, nonché norme sulla conformità in servizio, sui sistemi diagnostici di bordo (on-board diagnostic OBD) e sulla misurazione del consumo di carburante. (2) Per aumentare il livello della prestazione ambientale dei veicoli, occorre introdurre un valore limite del numero di particelle per i motori ad accensione comandata. ( 1 ) GU L 263 del , pag. 1. ( 2 ) GU L 188 del , pag. 1. (6) Il regolamento (UE) n. 582/2011 si riferisce a più riprese alla regolamentazione della Commissione economica delle Nazioni Unite per l Europa (UNECE), e in particolare al regolamento UNECE n. 49 ( 4 ), per quanto concerne le prescrizioni tecniche che gli Stati membri, i fabbricanti e i servizi tecnici devono seguire in sede di omologazione e di conformità in servizio dei veicoli. Poiché il Forum Mondiale per l armonizzazione dei regolamenti sui veicoli ( 3 ) Regolamento (UE) n. 582/2011 della Commissione, del 25 maggio 2011, recante attuazione e modifica del regolamento (CE) n. 595/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le emissioni dei veicoli pesanti (Euro VI) e recante modifica degli allegati I e III della direttiva 2007/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio (GU L 167 del , pag. 1). ( 4 ) GU L 171 del , pag. 1.

2 L 47/2 Gazzetta ufficiale dell Unione europea (World Forum for Harmonization of Vehicle Regulations WP.29) ha adottato la serie di modifiche 06 al regolamento UNECE n. 49, è necessario aggiornare i riferimenti alla norma Euro VI del regolamento UNECE n. 49. (7) Per garantire l equivalenza tra l omologazione CE e l omologazione ai sensi del regolamento UNECE n. 49 occorre che vengano stabiliti alcuni requisiti aggiuntivi. (8) La temperatura dell olio del motore deve essere espressa in gradi Kelvin. È pertanto necessario modificare l allegato VIII della direttiva 2007/46/CE. (9) Occorre quindi modificare di conseguenza la direttiva 2007/46/CE, il regolamento (CE) n. 595/2009 e il regolamento (CE) n. 582/2011. (10) Affinché gli Stati membri e i fabbricanti dispongano di un periodo di tempo sufficiente ad adeguare i rispettivi sistemi di informazione, è opportuno ritardare l applicazione delle modifiche relative al certificato di conformità. (11) Le misure di cui al presente regolamento sono conformi al parere del Comitato tecnico Veicoli a motore, HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO: Articolo 1 Gli allegati I, III, IV e IX della direttiva 2007/46/CE sono modificati in conformità all allegato I del presente regolamento. Articolo 2 L allegato I del regolamento (CE) n. 595/2009 è sostituito dall allegato II del presente regolamento. Articolo 3 Il regolamento (UE) n. 582/2011 è così modificato: 1) l articolo 2 è così modificato: a) il punto 9 è sostituito da quanto segue: «9) Componente o sistema deteriorato qualificato (di seguito QDC ), una componente o un sistema, intenzionalmente sottoposti a deterioramento, ad esempio tramite invecchiamento accelerato, o manipolati in maniera controllata e il cui uso è accettato dall autorità di omologazione, ai sensi di quanto disposto all allegato 9B del regolamento UNECE n. 49, se si dimostra l efficienza dell OBD del sistema motore;» b) i punti 19 e 20 sono sostituiti dai seguenti: «19) Indice di Wobbe (W l inferiore o W u superiore), il rapporto tra il corrispondente potere calorifico di un gas per unità di volume e la radice quadrata della sua densità relativa nelle stesse condizioni di riferimento: W ¼ H gas q ffiffiffiffiffi ρ gas ρ air Che può anche essere espresso nella forma che segue: q ffiffiffiffiffiffiffiffiffiffiffiffiffiffiffi W ¼ H gas Ü ρ air=ρ gas 20) Fattore di spostamento λ (di seguito Sλ ), espressione che descrive la flessibilità richiesta a un sistema di gestione del motore relativamente ad un cambiamento del rapporto di eccesso d aria λ se il motore è alimentato con una composizione di gas diversa dal metano puro, come specificato all allegato 4, appendice 5, sezione A del regolamento UNECE n. 49;» c) sono aggiunti i seguenti punti da 45 a 56: «45) modalità diesel, la normale modalità di funzionamento di un motore a doppia alimentazione durante la quale il motore non utilizza un carburante gassoso per nessuna sua condizione di funzionamento; 46) motore a doppia alimentazione, un sistema motore progettato per funzionare contemporaneamente con carburante diesel e carburante gassoso; i due carburanti sono dosati separatamente e il quantitativo consumato di uno dei due rispetto all altro può variare a seconda del funzionamento del veicolo; 47) modalità a doppia alimentazione, la normale modalità di funzionamento di un motore a doppia alimentazione durante la quale, in determinate condizioni di funzionamento del motore, il motore usa contemporaneamente carburante diesel e carburante gassoso; 48) veicolo a doppia alimentazione, un veicolo dotato di un motore a doppia alimentazione in cui i carburanti usati dal motore sono forniti da sistemi separati di stoccaggio a bordo; 49) modalità di servizio, una modalità speciale di un motore a doppia alimentazione che viene attivata a scopo di riparazione o per far uscire il veicolo dal traffico se non è possibile il funzionamento nella modalità a doppia alimentazione;

3 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 47/3 50) indice energetico del gas (Gas Energy Ratio GER) nei motori a doppia alimentazione, è il rapporto, espresso in percentuale, tra il contenuto energetico del carburante gassoso e il contenuto energetico di entrambi i carburanti (diesel e gassoso); il contenuto energetico dei carburanti è definito come il potere calorifico inferiore; 51) indice medio del gas, l indice energetico medio del gas calcolato durante un ciclo di guida; 52) motore a doppia alimentazione di tipo 1A, un motore a doppia alimentazione funzionante durante la parte a caldo del ciclo di prova WHTC con un indice medio del gas non inferiore al 90 % (GER WHTC 90 %), che non tiene il minimo con il solo carburante diesel e che non dispone di modalità diesel; 53) motore a doppia alimentazione di tipo 1B, un motore a doppia alimentazione funzionante durante la parte a caldo del ciclo di prova WHTC con un indice medio del gas non inferiore al 90 % (GER WHTC 90 %), che in modalità a doppia alimentazione non tiene il minimo con il solo carburante diesel ma che dispone di modalità diesel; 54) motore a doppia alimentazione di tipo 2A, un motore a doppia alimentazione funzionante durante la parte a caldo del ciclo di prova WHTC con un indice medio del gas compreso tra il 10 % e il 90 % (10 % < GER WHTC < 90 %) e che non dispone di modalità diesel oppure che funziona durante la parte a caldo del ciclo di prova WHTC con un indice medio del gas non inferiore al 90 % (GER WHTC 90 %), ma che tiene il minimo solo con il carburante diesel e non dispone di modalità diesel; 2) all articolo 3, il paragrafo 1 è sostituito da quanto segue: «1 Per ottenere l omologazione CE di un sistema motore o di una famiglia di motori quale unità tecnica distinta, o l omologazione CE di un veicolo munito di sistema motore omologato riguardo alle emissioni e alle informazioni sulla riparazione e la manutenzione del medesimo, oppure l omologazione CE di un veicolo riguardo alle emissioni e alle informazioni sulla riparazione e la manutenzione del medesimo, il fabbricante deve dimostrare, ai sensi delle disposizioni dell allegato I, che i veicoli o i sistemi motore sono stati sottoposti alle prove e soddisfano i requisiti di cui agli articoli 4 e 14 nonché agli allegati da III a VIII, X, XIII, XIV e XVII. Il fabbricante garantisce altresì la conformità alle specifiche relative ai carburanti di riferimento indicate nell allegato IX. Nel caso dei motori e dei veicoli a doppia alimentazione, il fabbricante deve inoltre soddisfare i requisiti di cui all allegato XVIII.»; 3) all articolo 3, il testo dei paragrafi 2 e 6 è sostituito dal seguente: «2. Per ottenere l omologazione CE di un veicolo munito di sistema motore omologato riguardo alle emissioni e alle informazioni sulla riparazione e la manutenzione del medesimo o l omologazione CE di un veicolo riguardo alle emissioni e alle informazioni sulla riparazione e la manutenzione del medesimo, il fabbricante deve garantire la conformità ai requisiti di montaggio di cui all allegato I, sezione 4, e, nei veicoli a doppia alimentazione, ai requisiti aggiuntivi di montaggio di cui all allegato XVIII, sezione Per ottenere l estensione dell omologazione CE di un veicolo omologato riguardo alle emissioni e alle informazioni sulla riparazione e la manutenzione del medesimo ai sensi del presente regolamento, dotato di massa di riferimento superiore a kg, ma inferiore a kg, il fabbricante deve soddisfare i requisiti di cui all allegato VIII, sezione 5. 55) motore a doppia alimentazione di tipo 2 B, un motore a doppia alimentazione funzionante durante la parte a caldo del ciclo di prova WHTC con un indice medio del gas compreso tra il 10 % e il 90 % (10 % <GER WHTC < 90 %) e che dispone di modalità diesel oppure che funziona durante la parte a caldo del ciclo di prova WHTC con un indice medio del gas non inferiore al 90 % (GER WHTC 90 %), ma che tiene il minimo solo con il carburante diesel in modalità a doppia alimentazione e non dispone di modalità diesel; 56) motore a doppia alimentazione di tipo 3B, un motore a doppia alimentazione funzionante durante la parte a caldo del ciclo di prova WHTC con un indice medio del gas non superiore al 10 % (GER WHTC 10 %) e che dispone di modalità diesel.»; 4. Le disposizioni riguardanti l omologazione alternativa di cui all allegato X, punto 2.4.1, e all allegato XIII, punto 2.1, non si applicano ai fini di ottenere l omologazione CE di un sistema motore o di una famiglia di motori quale unità tecnica distinta. Esse non si applicano neppure ai motori e ai veicoli a doppia alimentazione. 5. Qualsiasi sistema motore e qualsiasi elemento di progettazione in grado di influire sulle emissioni di inquinanti gassosi e particolato deve essere progettato, costruito, assemblato e installato in modo che, in condizioni d uso normali, il motore sia conforme alle prescrizioni del regolamento (CE) n. 595/2009 e a quelle del presente regolamento. Il fabbricante deve anche la conformità ai requisiti relativi alle emissioni fuori ciclo di cui all articolo 14 e all allegato VI del presente regolamento. Nel caso dei motori e dei veicoli a doppia alimentazione occorre rispettare anche le prescrizioni di cui all allegato XVIII.

4 L 47/4 Gazzetta ufficiale dell Unione europea Per ottenere l omologazione CE di un sistema motore o di una famiglia di motori quale unità tecnica distinta o l omologazione CE di un veicolo riguardo alle emissioni e alle informazioni sulla riparazione e la manutenzione del medesimo, ai fini di un omologazione universale per tutti i gruppi di carburanti, o di un omologazione limitata a un gruppo di carburanti oppure di un omologazione per un determinato carburante, il fabbricante deve garantire la conformità ai requisiti di cui all allegato I, sezione 1.»; 4) all articolo 5, paragrafo 4, è aggiunta la seguente lettera j): 6) l articolo 8 è così modificato: a) è inserito il seguente paragrafo 1 bis: «1 bis. In alternativa alla procedura prevista al paragrafo 1, l autorità di omologazione rilascia l omologazione CE a un veicolo dotato di sistema motore omologato riguardo alle emissioni e all accesso alle informazioni sulla riparazione e la manutenzione del veicolo se sono riunite tutte le seguenti condizioni: «j) eventualmente, la documentazione necessaria per la corretta installazione del motore omologato come unità tecnica distinta.»; 5) l articolo 6 è così modificato: a) è inserito il seguente paragrafo 1 bis: «1 bis. In alternativa alla procedura prevista al paragrafo 1, l autorità di omologazione rilascia l omologazione CE a un sistema motore o di una famiglia di motori quale unità tecnica distinta se sono riunite tutte le seguenti condizioni: a) al momento della domanda di omologazione CE era già stata rilasciata l omologazione a un sistema motore o a una famiglia di motori quale unità tecnica distinta ai sensi del regolamento UNECE n. 49; b) i requisiti di cui agli articoli da 2 bis a 2 septies del presente regolamento in materia di accesso alle informazioni sull OBD del veicolo e alla riparazione e manutenzione del medesimo, applicabili al sistema motore o alla famiglia di motori in questione, sono soddisfatti; c) i requisiti di cui all allegato X, punto 6.2, del presente regolamento durante il periodo transitorio stabilito dall articolo 4, paragrafo 7, sono soddisfatti; d) sono applicate tutte le altre eccezioni di cui all allegato VII, punti 3.1 e 5.1, del presente regolamento, all allegato X, punti 2.1 e 6.1, del presente regolamento, all allegato XIII, punti 2, 4.1, 5.1, 7.1, 8.1 e 10, del presente regolamento e all allegato XIII, appendice 6, punto 1 del presente regolamento.»; b) il paragrafo 2 è sostituito dal seguente: «2 Quando rilascia l omologazione CE ai sensi del paragrafo 1 e 1 bis, l autorità di omologazione rilascia un certificato di omologazione CE conforme al modello di cui all allegato I, appendice 5.»; a) al momento della domanda di omologazione CE era già stata rilasciata l omologazione di un veicolo dotato di sistema motore omologato ai sensi del regolamento UNECE n. 49; b) i requisiti di cui agli articoli da 2 bis a 2 septies del presente regolamento, in materia di accesso alle informazioni sull OBD del veicolo e sulla riparazione e manutenzione del medesimo, sono soddisfatti; c) i requisiti di cui all allegato X, punto 6.2, del presente regolamento durante il periodo transitorio stabilito dall articolo 4, paragrafo 7, sono soddisfatti; d) sono applicate tutte le altre eccezioni di cui all allegato VII, punti 3.1 e 5.1, del presente regolamento, all allegato X, punti 2.1 e 6.1, del presente regolamento, all allegato XIII, punti 2, 4.1, 5.1, 7.1, 8.1 e 10, del presente regolamento e all allegato XIII, appendice 6, punto 1 del presente regolamento.»; b) il paragrafo 2 è sostituito dal seguente: «2. Quando rilascia l omologazione CE ai sensi del paragrafo 1 e 1 bis, l autorità di omologazione rilascia un certificato di omologazione CE conforme al modello di cui all allegato I, appendice 6.»; 7) l articolo 10 è così modificato: a) è inserito il seguente paragrafo 1 bis: «1 bis. In alternativa alla procedura prevista al paragrafo 1, l autorità di omologazione rilascia l omologazione CE a un veicolo riguardo alle emissioni e all accesso alle informazioni sulla riparazione e la manutenzione del veicolo se sono riunite tutte le seguenti condizioni: a) al momento della domanda di omologazione CE era già stata rilasciata l omologazione di un veicolo ai sensi del regolamento UNECE n. 49;

5 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 47/5 b) i requisiti di cui agli articoli da 2 bis a 2 septies del presente regolamento in materia di accesso alle informazioni sull OBD del veicolo e alla riparazione e manutenzione del medesimo sono soddisfatti; c) i requisiti di cui all allegato X, punto 6.2, del presente regolamento durante il periodo transitorio stabilito dall articolo 4, paragrafo 7, sono soddisfatti; 8) all articolo 16, paragrafo 5, il secondo comma è sostituito dal seguente: «Le condizioni di prova sono conformi ai requisiti dell allegato 4, sezione 6, del regolamento UNECE n. 49.»; 9) gli allegati I, II e da IV a XIV sono modificati in dipendenza dell allegato III del presente regolamento; d) sono applicate tutte le altre eccezioni di cui all allegato VII, punti 3.1 e 5.1, del presente regolamento, all allegato X, punti 2.1 e 6.1, del presente regolamento, all allegato XIII, punti 2, 4.1, 5.1, 7.1, 8.1 e 10, del presente regolamento e all allegato XIII, appendice 6, punto 1 del presente regolamento.»; 10) l allegato III è sostituito dal testo dell allegato IV del presente regolamento; 11) viene aggiunto l allegato XVIII, il cui testo compare nell allegato V del presente regolamento. Articolo 4 b) il paragrafo 2 è sostituito dal seguente: «2. Quando rilascia l omologazione CE ai sensi del paragrafo 1 e 1 bis, l autorità di omologazione rilascia un certificato di omologazione CE conforme al modello di cui all allegato I, appendice 7.»; Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo a quello della sua pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell Unione europea. Esso si applica a decorrere dal 1 o gennaio 2014, ad eccezione del punto 4 dell allegato I, che si applica a decorrere dal 1 o luglio Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri. Fatto a Bruxelles, il 31 gennaio 2014 Per la Commissione Il presidente José Manuel BARROSO

6 L 47/6 Gazzetta ufficiale dell Unione europea ALLEGATO I Gli allegati I, III, IV e IX della direttiva 2007/46/CE sono così modificati: 1) l allegato I è così modificato: a) il punto è sostituito dal seguente: « Principio di funzionamento: accensione comandata/accensione spontanea/doppia alimentazione ( 1 ) Ciclo: quattro tempi/due tempi/rotativo ( 1 )»; b) dopo il punto , inserire i seguenti punti e : « Tipo di motore a doppia alimentazione: tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )( x1 ) Indice energetico medio del gas calcolato durante la parte a caldo del ciclo di prova WHTC:... %»; c) dopo il punto , inserire il seguente punto : « Minimo in modalità diesel: sì/no ( 1 )( x1 )»; d) i punti e sono sostituiti dai seguenti: « Veicoli commerciali leggeri alimentati a: gasolio/benzina/gpl/gn o biometano/etanolo (E 85)/biodiesel/idrogeno/H 2 NG ( 1 )( 6 ) Veicoli commerciali pesanti alimentati a gasolio/benzina/gpl/gn-h/gn-l/gn-hl/etanolo (ED95)/ etanolo (E85)/ GNL/GNL 20 ( 1 )( 6 )»; e) il punto è sostituito dal seguente: « A iniezione (solo motori ad accensione spontanea o a doppia alimentazione): sì/no ( 1 )»; f) il punto è sostituito dal seguente: « (Solo Euro VI) descrizione e/o disegno degli elementi del sistema di scarico che non fanno parte del sistema motore». g) i punti e sono sostituiti dai seguenti: « Volume totale del sistema di scarico:... dm (Solo Euro VI) volume ammissibile del sistema di scarico:... dm 3»; h) dopo il punto , inserire il seguente punto : « (Solo Euro VI) volume del sistema di scarico che fa parte del sistema motore:... dm 3»; i) i punti e sono soppressi; j) il punto è sostituito dal seguente: « (Solo Euro VI) norma di protocollo di comunicazione OBD: ( 8 )»; k) dopo il punto , inserire i seguenti punti da a : « (Solo Euro VI) componenti del sistema OBD montati sul veicolo Omologazione alternativa di cui all allegato X del regolamento (UE) n. 582/2011, punto sì/no ( 1 ) Elenco delle componenti del sistema OBD montate sul veicolo

7 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 47/ Descrizione e/o disegno della spia MI ( 10 ) Descrizione e/o disegno dell interfaccia OBD per la comunicazione esterna ( 10 )»; l) il punto è sostituito dal seguente: « Sistema di persuasione del conducente»; m) dopo il punto , inserire i seguenti punti e : « (Solo Euro VI) motore con disattivazione permanente del sistema di persuasione del conducente, destinato a essere usato da servizi di soccorso o sui veicoli di cui all articolo 2, paragrafo 3, lettera b) della presente direttiva: sì/no ( 1 ) Attivazione della marcia lenta (creep mode) disattiva dopo il riavvio / disattiva dopo il rifornimento di carburante / disattiva dopo l arresto ( 1 )( 8 )»; n) dopo il punto , inserire i seguenti punti e : « (Solo Euro VI) elenco delle famiglie di motori OBD nell ambito della famiglia di motori considerata quando si tratta di garantire il corretto funzionamento delle misure di controllo degli NO x (se necessario) (Solo Euro VI) numero della famiglia di motori OBD cui appartiene il motore capostipite/componente della famiglia»; o) il punto è soppresso; p) i punti e sono sostituiti dai seguenti: « (Solo Euro VI) componenti dei sistemi presenti sul veicolo che garantiscono il corretto funzionamento delle misure di controllo degli NOx Elenco delle componenti dei sistemi presenti sul veicolo che garantiscono il corretto funzionamento delle misure di controllo degli NO x»; q) il punto è sostituito dal seguente: « Descrizione e/o disegno della segnalazione d emergenza ( 10 )»; r) dopo il punto , inserire i seguenti punti e : « Omologazione alternativa di cui all allegato XIII del regolamento (UE) n. 582/2011, punto 2.1 sì/no ( 1 ) Serbatoio riscaldato/non riscaldato del reagente e del sistema di somministrazione (cfr. allegato 11, punto 2.4, del regolamento UNECE n. 49)»; s) il punto è sostituito dal seguente: « Informazioni specifiche relative ai motori a gas e a doppia alimentazione per i veicoli pesanti (nel caso di sistemi configurati in modo diverso, fornire informazioni equivalenti) (se necessario)»; t) dopo il punto , inserire i seguenti punti da a : « Il fabbricante deve eventualmente indicare il riferimento della documentazione necessaria a installare su un veicolo il motore a doppia alimentazione ( x1 ); Sistema di alimentazione a idrogeno: sì/no ( 1 ) Numero di omologazione CE ai sensi del regolamento (CE) n. 79/2009: Centralina elettronica di controllo del sistema di gestione del motore per l alimentazione a idrogeno

8 L 47/8 Gazzetta ufficiale dell Unione europea Marca/marche: Tipo/i: Possibilità di regolazione in relazione alle emissioni: Documentazione aggiuntiva: Descrizione del sistema di protezione del catalizzatore nella commutazione da benzina a idrogeno o viceversa: Configurazione del sistema (collegamenti elettrici, collettori a vuoto, condotti di compensazione, ecc.): Disegno del simbolo: Sistema di alimentazione a H 2 GN: sì/no ( 1 ) Percentuale di idrogeno nel carburante (valore massimo specificato dal fabbricante): Numero di omologazione CE ai sensi del regolamento UNECE n Centralina elettronica di controllo del sistema di gestione del motore per l alimentazione a H2GN Marca/marche: Tipo/i: Possibilità di regolazione in relazione alle emissioni: Documentazione aggiuntiva: Descrizione del sistema di protezione del catalizzatore nella commutazione da benzina a H 2 GN o viceversa: Configurazione del sistema (collegamenti elettrici, collettori a vuoto, condotti di compensazione, ecc.): Disegno del simbolo:...»; u) il punto è sostituito da quanto segue: « Autonomia elettrica del veicolo... km (in conformità all allegato 9 del regolamento UNECE n. 101)»; v) i punti , e sono sostituiti dai seguenti: « Consumo di carburante (ciclo urbano)... l/100 km o m 3 /100 km o kg/100 km ( 1 ) Consumo di carburante (ciclo extraurbano)... l/100 km o m 3 /100 km o kg/100 km ( 1 ) Consumo di carburante (ciclo misto)... l/100 km o m 3 /100 km o kg/100 km ( 1 )»; w) dopo il punto , inserire i seguenti punti da a : « Consumo di energia elettrica dei veicoli elettrici Consumo di energia elettrica dei veicoli esclusivamente elettrici...wh/km Consumo di energia elettrica dei veicoli ibridi elettrici a ricarica esterna Consumo di energia elettrica (condizione A, ciclo misto)...wh/km Consumo di energia elettrica (condizione B, ciclo misto)...(wh/km) Consumo di energia elettrica (ciclo misto ponderato)... Wh/km»;

9 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 47/9 x) i punti e sono sostituiti dai seguenti: « Emissioni massiche di CO 2 nella prova WHSC ( x3 ):... g/kwh Emissioni massiche di CO 2 nella prova WHSC in modalità diesel ( x2 ):... g/kwh»; y) dopo il punto , inserire i seguenti punti da a : « Emissioni massiche di CO 2 nella prova WHSC in modalità a doppia alimentazione ( x1 ):... g/kwh Emissioni massiche di CO 2 nella prova WHSC ( x3 )( 9 ):... g/kwh Emissioni massiche di CO 2 nella prova WHSC in modalità diesel ( x2 )( 9 ):... g/kwh Emissioni massiche di CO 2 nella prova WHSC in modalità a doppia alimentazione ( x1 )( 9 ):... g/kwh»; z) i punti e sono sostituiti dai seguenti: « Consumo di carburante nella prova WHSC ( x3 ):... g/kwh Consumo di carburante nella prova WHSC in modalità diesel ( x2 ):... g/kwh»; aa) dopo il punto , inserire i seguenti punti da a : « Consumo di carburante nella prova WHSC in modalità a doppia alimentazione ( x1 ):... g/kwh Consumo di carburante nella prova WHTC ( 9 )( x3 ):... g/kwh consumo di carburante nella prova WHTC in modalità diesel ( 9 )( x2 ):... g/kwh consumo di carburante nella prova WHTC in modalità a doppia alimentazione ( 9 )( x1 ):... g/kwh»; ab) inserire le seguenti note esplicative: «( 8 ) Da comprovare nel caso di una famiglia singola di motori OBD e se la documentazione di cui al punto non contiene già quanto richiesto. ( 9 ) Valore per la prova WHTC combinata, fasi a freddo e a caldo comprese, in conformità all allegato VIII del regolamento (UE) n. 582/2011. ( 10 ) Da comprovare se la documentazione di cui al punto non contiene già quanto richiesto.»; ac) aggiungere le seguenti note esplicative: «( x ) Motori a doppia alimentazione. ( x1 ) In caso di motori o di veicoli a doppia alimentazione. ( x2 ) In caso di motori di tipo 1B, 2B e 3B a doppia alimentazione. ( x3 ) Esclusi i motori o i veicoli a doppia alimentazione.»; 2) all allegato III, la parte I, sezione A, è modificata come segue: a) il punto è sostituito dal seguente: « Principio di funzionamento: accensione comandata/accensione spontanea/doppia alimentazione ( 1 ) Ciclo a quattro tempi/due tempi/rotativo ( 1 )»; b) dopo il punto , inserire i seguenti punti e : « Tipo di motore a doppia alimentazione: tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )( x1 )

10 L 47/10 Gazzetta ufficiale dell Unione europea Indice energetico medio del gas calcolato durante il ciclo di prova WHTC:... %»; c) dopo il punto , inserire il seguente punto : « Minimo in modalità diesel: sì/no ( 1 )( x1 )»; d) il punto è sostituito dal seguente: « Veicoli commerciali pesanti alimentati a gasolio/benzina/gpl/gn-h/gn-l/gn-hl/etanolo (ED95)/ etanolo (E85)/ GNL/GNL 20 ( 1 )( 6 )»; e) il punto è sostituito dal seguente: « A iniezione (solo motori ad accensione spontanea o a doppia alimentazione): sì/no ( 1 )»; f) i punti e sono soppressi; g) il punto è sostituito dal seguente: « (Solo Euro VI) norma di protocollo di comunicazione OBD: ( 8 )»; h) dopo il punto , inserire i seguenti punti da a : « (Solo Euro VI) componenti del sistema OBD montati sul veicolo Elenco delle componenti del sistema OBD montate sul veicolo Descrizione e/o disegno della spia MI ( 10 ) Descrizione e/o disegno dell interfaccia OBD per la comunicazione esterna ( 10 )»; i) il punto è sostituito dal seguente: « Sistema di persuasione del conducente»: j) dopo il punto , inserire il seguente punto : « (Solo Euro VI) motore con disattivazione permanente del sistema di persuasione del conducente, destinato a essere usato da servizi di soccorso o sui veicoli di cui all articolo 2, paragrafo 3, lettera b) della presente direttiva: sì/no ( 1 )»; k) i punti e sono sostituiti dai seguenti: « Emissioni massiche di CO 2 nella prova WHSC ( x3 ):... g/kwh Emissioni massiche di CO 2 nella prova WHSC in modalità diesel ( x2 ):... g/kwh»; l) dopo il punto , inserire i seguenti punti da a : « Emissioni massiche di CO 2 nella prova WHSC in modalità a doppia alimentazione ( x1 ):... g/kwh Emissioni massiche di CO 2 nella prova WHSC ( 9 )( x3 ):... g/kwh Emissioni massiche di CO 2 nella prova WHSC in modalità diesel ( 9 )( x2 ):... g/kwh Emissioni massiche di CO 2 nella prova WHSC in modalità a doppia alimentazione ( 9 )( x1 ):... g/kwh»; m) i punti e sono sostituiti dai seguenti: « Consumo di carburante nella prova WHSC ( x3 ):... g/kwh Consumo di carburante nella prova WHSC in modalità diesel ( x2 ):... g/kwh»;

11 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 47/11 n) dopo il punto , inserire i seguenti punti da a : « consumo di carburante nella prova WHSC in modalità a doppia alimentazione ( x1 ):... g/kwh Consumo di carburante nella prova WHTC ( 9 )( x3 ):... g/kwh consumo di carburante nella prova WHTC in modalità diesel ( 9 )( x2 ):... g/kwh consumo di carburante nella prova WHTC in modalità a doppia alimentazione ( 9 )( x1 ):... g/kwh»; 3) l allegato VIII è così modificato: a) il punto è sostituito da quanto segue: « Prova di tipo 2 ( b )( c ) (dati sulle emissioni da utilizzare in sede di omologazione a fini di controllo tecnico) Tipo 2, prova a regime minimo inferiore: Variante/Versione: CO (% vol.) Regime del motore (min 1 ) Temperatura dell olio motore (K) Tipo 2, prova a regime minimo accelerato: Variante/Versione: CO (% vol.) Valore lambda Regime del motore (min 1 ) Temperatura dell olio motore (K)» b) il punto è sostituito da quanto segue: « Prova al minimo ( 1 ) Variante/Versione: CO (% vol.) Valore lambda ( 1 ) Regime del motore (min 1 ) Temperatura dell olio motore (K)» 4) l allegato IX è così modificato: a) la parte I, pagina 2 - Veicoli appartenenti alla categoria M 1 (completi e completati) del modello di certificato di conformità CE è così modificata: i) i punti 26 e 26.1 sono sostituiti dai seguenti: «26. Carburante: diesel/benzina/gpl/gnc-biometano/gnl/etanolo/biodiesel/idrogeno ( 1 ) Monocarburante/bicarburante/policarburante/a doppia alimentazione ( 1 )»;

12 L 47/12 Gazzetta ufficiale dell Unione europea ii) dopo il punto 26.1, inserire il seguente punto 26.2: «26.2. (Solo doppia alimentazione) tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )»; iii) il punto 48 è sostituito da quanto segue: «48. Emissioni allo scarico ( m )( m1 )( m2 ): Numero dell atto normativo di base applicabile e della sua più recente modifica: procedura di prova: tipo I o ESC ( 1 ) CO:... HC:... NO x :... HC + NO x :... Particolato:... Opacità del fumo (ELR):... (m 1 ) 1.2. procedura di prova: tipo I [Euro 5 o 6( 1 )] o WHSC (EURO VI)( 1 ) CO:... THC:... NMHC:... NO x :... THC + NO x :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero): procedura di prova: ETC (eventualmente) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... Particolato: procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero):...»; b) la parte I, pagina 2 - Veicoli appartenenti alla categoria M 2 (completi e completati) del modello di certificato di conformità CE è così modificata: i) i punti 26 e 26.1 sono sostituiti dai seguenti: «26. Carburante: diesel/benzina/gpl/gnc-biometano/gnl/etanolo/biodiesel/idrogeno ( 1 ) Monocarburante/bicarburante/policarburante/a doppia alimentazione ( 1 )»; ii) dopo il punto 26.1, inserire il seguente punto 26.2: «26.2. (Solo doppia alimentazione) tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )»; iii) il punto 48 è sostituito da quanto segue: «48. Emissioni allo scarico ( m )( m1 )( m2 ): Numero dell atto normativo di base applicabile e della sua più recente modifica: procedura di prova: tipo I o ESC ( 1 ) CO:... HC:... NO x :... HC + NO x :... Particolato:... Opacità del fumo (ELR):... (m 1 ) 1.2. procedura di prova: tipo I (Euro 5 o 6 ( 1 )) o WHSC (EURO VI)( 1 ) CO:... THC:... NMHC:... NO x :... THC + NO x :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero): procedura di prova: ETC (eventualmente) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... Particolato:...

13 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 47/ procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero):...»; c) la parte I, pagina 2 - Veicoli appartenenti alla categoria M 3 (completi e completati) del modello di certificato di conformità CE è così modificata: i) i punti 26 e 26.1 sono sostituiti dai seguenti: «26. Carburante: diesel/benzina/gpl/gnc-biometano/gnl/etanolo/biodiesel/idrogeno ( 1 ) Monocarburante/bicarburante/policarburante/a doppia alimentazione ( 1 )»; ii) dopo il punto 26.1, inserire il seguente punto 26.2: «26.2. (Solo doppia alimentazione) tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )»; iii) il punto 48 è sostituito da quanto segue: «48. Emissioni allo scarico ( m )( m1 )( m2 ): Numero dell atto normativo di base applicabile e della sua più recente modifica: procedura di prova: ESC CO:... HC:... NO x :... HC + NO x :... Particolato:... Opacità del fumo (ELR):... (m 1 ) 1.2. procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... THC:... NMHC:... NO x :... THC + NO x :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero): procedura di prova: ETC (eventualmente) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... Particolato: procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero):...»; d) la parte I, pagina 2 - Veicoli appartenenti alla categoria N 1 (completi e completati) del modello di certificato di conformità CE è così modificata: i) i punti 26 e 26.1 sono sostituiti dai seguenti: «26. Carburante: diesel/benzina/gpl/gnc-biometano/gnl/etanolo/biodiesel/idrogeno ( 1 ) Monocarburante/bicarburante/policarburante/a doppia alimentazione ( 1 )»; ii) dopo il punto 26.1, inserire il seguente punto 26.2: «26.2. (Solo doppia alimentazione) tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )»; iii) il punto 48 è sostituito da quanto segue: «48. Emissioni allo scarico ( m )( m1 )( m2 ): Numero dell atto normativo di base applicabile e della sua più recente modifica: procedura di prova: tipo I o ESC ( 1 ) CO:... HC:... NO x :... HC + NO x :... Particolato:... Opacità del fumo (ELR):... (m 1 )

14 L 47/14 Gazzetta ufficiale dell Unione europea procedura di prova: tipo I [Euro 5 o 6 ( 1 )] o WHSC (EURO VI)( 1 ) CO:... THC:... NMHC:... NO x :... THC + NO x :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero): procedura di prova: ETC (eventualmente) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... Particolato: procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero):...»; e) la parte I, pagina 2 - Veicoli appartenenti alla categoria N 2 (completi e completati) del modello di certificato di conformità CE è così modificata: i) i punti 26 e 26.1 sono sostituiti dai seguenti: «26. Carburante: diesel/benzina/gpl/gnc-biometano/gnl/etanolo/biodiesel/idrogeno ( 1 ) Monocarburante/bicarburante/policarburante/a doppia alimentazione ( 1 )»; ii) dopo il punto 26.1, inserire il seguente punto 26.2: «26.2. (Solo doppia alimentazione) tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )»; iii) il punto 48 è sostituito da quanto segue: «48. Emissioni allo scarico ( m )( m1 )( m2 ): Numero dell atto normativo di base applicabile e della sua più recente modifica: procedura di prova: tipo I o ESC ( 1 ) CO:... HC:... NO x :... HC + NO x :... Particolato:... Opacità del fumo (ELR):... (m 1 ) 1.2. procedura di prova: tipo I [Euro 5 o 6 ( 1 )] o WHSC (EURO VI)( 1 ) CO:... THC:... NMHC:... NO x :... THC + NO x :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero): procedura di prova: ETC (eventualmente) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... Particolato: procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero):...»; f) la parte I, pagina 2 - Veicoli appartenenti alla categoria N 3 (completi e completati) del modello di certificato di conformità CE è così modificata: i) i punti 26 e 26.1 sono sostituiti dai seguenti: «26. Carburante: diesel/benzina/gpl/gnc-biometano/gnl/etanolo/biodiesel/idrogeno ( 1 ) Monocarburante/bicarburante/policarburante/a doppia alimentazione ( 1 )»; ii) dopo il punto 26.1, inserire il seguente punto 26.2: «26.2. (Solo doppia alimentazione) tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )»;

15 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 47/15 iii) il punto 48 è sostituito da quanto segue: «48. Emissioni allo scarico ( m )( m1 )( m2 ): Numero dell atto normativo di base applicabile e della sua più recente modifica: procedura di prova: ESC CO:... HC:... NO x :... HC + NO x :... Particolato:... Opacità del fumo (ELR):... (m 1 ) 1.2. procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... THC:... NMHC:... NO x :... THC + NO x :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero): procedura di prova: ETC (eventualmente) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... Particolato: procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero):...»; g) la parte II, pagina 2 - Veicoli appartenenti alla categoria M 1 (incompleti) del modello di certificato di conformità CE è così modificata: i) i punti 26 e 26.1 sono sostituiti dai seguenti: «26. Carburante: diesel/benzina/gpl/gnc-biometano/gnl/etanolo/biodiesel/idrogeno ( 1 ) Monocarburante/bicarburante/policarburante/a doppia alimentazione ( 1 )»; ii) dopo il punto 26.1, inserire il seguente punto 26.2: «26.2. (Solo doppia alimentazione) tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )»; iii) il punto 48 è sostituito da quanto segue: «48. Emissioni allo scarico ( m )( m1 )( m2 ): Numero dell atto normativo di base applicabile e della sua più recente modifica: procedura di prova: tipo I o ESC ( 1 ) CO:... HC:... NO x :... HC + NO x :... Particolato:... Opacità del fumo (ELR):... (m 1 ) 1.2. procedura di prova: tipo I [Euro 5 o 6 ( 1 )] o WHSC (EURO VI)( 1 ) CO:... THC:... NMHC:... NO x :... THC + NO x :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero): procedura di prova: ETC (eventualmente) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... Particolato: procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero):...»;

16 L 47/16 Gazzetta ufficiale dell Unione europea h) la parte II, pagina 2 - Veicoli appartenenti alla categoria M 2 (incompleti) del modello di certificato di conformità CE è così modificata: i) i punti 26 e 26.1 sono sostituiti dai seguenti: «26. Carburante: diesel/benzina/gpl/gnc-biometano/gnl/etanolo/biodiesel/idrogeno ( 1 ) Monocarburante/bicarburante/policarburante/a doppia alimentazione ( 1 )»; ii) dopo il punto 26.1, inserire il seguente punto 26.2: «26.2. (Solo doppia alimentazione) tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )»; iii) il punto 48 è sostituito dal seguente: «48. Emissioni allo scarico ( m )( m1 )( m2 ): Numero dell atto normativo di base applicabile e della sua più recente modifica: procedura di prova: tipo I o ESC ( 1 ) CO:... HC:... NO x :... HC + NO x :... Particolato:... Opacità del fumo (ELR):... (m 1 ) 1.2. procedura di prova: tipo I (Euro 5 o 6 ( 1 )) o WHSC (EURO VI)( 1 ) CO:... THC:... NMHC:... NO x :... THC + NO x :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero): procedura di prova: ETC (eventualmente) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... Particolato: procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero):...»; i) la parte II, pagina 2 - Veicoli appartenenti alla categoria M 3 (incompleti) del modello di certificato di conformità CE è così modificata: i) i punti 26 e 26.1 sono sostituiti dai seguenti: «26. Carburante: diesel/benzina/gpl/gnc-biometano/gnl/etanolo/biodiesel/idrogeno ( 1 ) Monocarburante/bicarburante/policarburante/a doppia alimentazione ( 1 )»; ii) dopo il punto 26.1, inserire il seguente punto 26.2: «26.2. (Solo doppia alimentazione) tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )»; iii) il punto 48 è sostituito da quanto segue: «48. Emissioni allo scarico ( m )( m1 )( m2 ): Numero dell atto normativo di base applicabile e della sua più recente modifica: procedura di prova: ESC CO:... HC:... NO x :... HC + NO x :... Particolato:... Opacità del fumo (ELR):... (m 1 )

17 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 47/ procedura di prova: CO:... THC:... NMHC:... NO x :... THC + NO x :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero): procedura di prova: ETC (eventualmente) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... Particolato: procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero):...»; j) La parte II, pagina 2 - Veicoli appartenenti alla categoria N 1 (incompleti) - del modello di certificato di conformità CE è così modificata: i) i punti 26 e 26.1 sono sostituiti dai seguenti: «26. Carburante: diesel/benzina/gpl/gnc-biometano/gnl/etanolo/biodiesel/idrogeno ( 1 ) Monocarburante/bicarburante/policarburante/a doppia alimentazione ( 1 )»; ii) dopo il punto 26.1, inserire il seguente punto 26.2: «26.2. (Solo doppia alimentazione) tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )»; iii) il punto 48 è sostituito da quanto segue: «48. Emissioni allo scarico ( m )( m1 )( m2 ): Numero dell atto normativo di base applicabile e della sua più recente modifica: procedura di prova: tipo I o ESC ( 1 ) CO:... HC:... NO x :... HC + NO x :... Particolato:... Opacità del fumo (ELR):... (m 1 ) 1.2. procedura di prova: tipo I (Euro 5 o 6 ( 1 )) o WHSC (EURO VI)( 1 ) CO:... THC:... NMHC:... NO x :... THC + NO x :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero): procedura di prova: ETC (eventualmente) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... Particolato: 2.2. procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero):...»; k) la parte II, pagina 2 - Veicoli appartenenti alla categoria N 2 (incompleti) - del modello di certificato di conformità CE è così modificata: i) i punti 26 e 26.1 sono sostituiti dai seguenti: «26. Carburante: diesel/benzina/gpl/gnc-biometano/gnl/etanolo/biodiesel/idrogeno ( 1 ) Monocarburante/bicarburante/policarburante/a doppia alimentazione ( 1 )»; ii) dopo il punto 26.1, inserire il seguente punto 26.2: «26.2. (Solo doppia alimentazione) tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )»;

18 L 47/18 Gazzetta ufficiale dell Unione europea iii) il punto 48 è sostituito da quanto segue: «48. Emissioni allo scarico ( m )( m1 )( m2 ): Numero dell atto normativo di base applicabile e della sua più recente modifica: procedura di prova: tipo I o ESC ( 1 ) CO:... HC:... NO x :... HC + NO x :... Particolato:... Opacità del fumo (ELR):... (m 1 ) 1.2. procedura di prova: tipo I [Euro 5 o 6 ( 1 )] o WHSC (EURO VI)( 1 ) CO:... THC:... NMHC:... NO x :... THC + NO x :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero): procedura di prova: ETC (eventualmente) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... Particolato: procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero):...»; l) la parte II, pagina 2 - Veicoli appartenenti alla categoria N 3 (incompleti) del modello di certificato di conformità CE è così modificata: i) i punti 26 e 26.1 sono sostituiti dai seguenti: «26. Carburante: diesel/benzina/gpl/gnc-biometano/gnl/etanolo/biodiesel/idrogeno ( 1 ) Monocarburante/bicarburante/policarburante/a doppia alimentazione ( 1 )»; ii) dopo il punto 26.1, inserire il seguente punto 26.2: «26.2. (Solo doppia alimentazione) tipo 1A/tipo 1B/tipo 2A/tipo 2B/tipo 3B ( 1 )»; iii) il punto 48 è sostituito da quanto segue: «48. Emissioni allo scarico ( m )( m1 )( m2 ): Numero dell atto normativo di base applicabile e della sua più recente modifica: procedura di prova: ESC CO:... HC:... NO x :... HC + NO x :... Particolato:... Opacità del fumo (ELR):... (m 1 ) 1.2. procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... THC:... NMHC:... NO x :... THC + NO x :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero): procedura di prova: ETC (eventualmente) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... Particolato: procedura di prova: WHTC (EURO VI) CO:... NO x :... NMHC:... THC:... CH 4 :... NH 3 :... Particolato (massa):... Particole (numero):...»;

19 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 47/19 m) la nota esplicativa dell allegato IX ( m ) è sostituita dalla seguente: «( m ) Ripetere per i vari carburanti che possono essere usati. I veicoli che possono essere alimentati sia a benzina che a gas ma nei quali il sistema a benzina è destinato solo ai casi d emergenza o all avviamento e il cui serbatoio di benzina ha una capacità non superiore a 15 litri, sono considerati veicoli che funzionano solo a gas.» n) dopo la nota ( m ) inserire le seguenti note esplicative relative all allegato IX ( m1 ) e ( m2 ): «( m1 ) Nel caso dei motori e dei veicoli a doppia alimentazione EURO VI, ripetere nel modo appropriato. ( m2 ) Vanno indicate esclusivamente le emissioni valutate in base all atto o agli atti normativi applicabili».

20 L 47/20 Gazzetta ufficiale dell Unione europea ALLEGATO II «ALLEGATO I Limiti d emissione Euro VI Valori limite CO: (mg/kwh) THC (mg/kwh) NMHC (mg/kwh) CH 4 (mg/kwh) NO X ( 1 ) (mg/kwh) NH 3 (ppm) Massa del particolato (mg/kwh) Numero di particelle (#/kwh) WHSC (CI) , WHTC (CI) , WHTC (PI) ( 2 ) 6, Nota: PI = accensione comandata (Positive Ignition). CI = accensione spontanea (Compression Ignition). ( 1 ) Il livello ammissibile di NO nel valore limite degli NO 2 x può essere definito in un secondo tempo. ( 2 ) Il valore limite si applica a decorrere dalle date di cui all allegato I del regolamento (UE) n. 582/2011, appendice 9, tabella 1, riga B.».

L 47/6 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 18.2.2014

L 47/6 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 18.2.2014 L 47/6 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 18.2.2014 ALLEGATO I Gli allegati I, III, IV e IX della direttiva 2007/46/CE sono così modificati: 1) l allegato I è così modificato: a) il punto 3.2.1.1 è

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 8.3.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 65/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 195/2013 DELLA COMMISSIONE del 7 marzo 2013 che modifica la direttiva 2007/46/CE del Parlamento

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 143/2013 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 143/2013 DELLA COMMISSIONE 20.2.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 47/51 REGOLAMENTO (UE) N. 143/2013 DELLA COMMISSIONE del 19 febbraio 2013 che modifica la direttiva 2007/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 459/2012 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 459/2012 DELLA COMMISSIONE L 142/16 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 1.6.2012 REGOLAMENTO (UE) N. 459/2012 DELLA COMMISSIONE del 29 maggio 2012 che modifica il regolamento (CE) n. 715/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio

Dettagli

PARLAMENTO EUROPEO. Documento di seduta

PARLAMENTO EUROPEO. Documento di seduta PARLAMENTO EUROPEO 1999 Documento di seduta 2004 C5-0474/2001 2000/0211(COD) IT 22.10.01 Posizione comune definita dal Consiglio il 16 ottobre 2001 in vista dell'adozione delle direttiva del Parlamento

Dettagli

Direttiva 98/69/CE, recepita con Decreto Min. 21/12/1999, in Suppl. Ord. G. Uff. del 4/3/2000.

Direttiva 98/69/CE, recepita con Decreto Min. 21/12/1999, in Suppl. Ord. G. Uff. del 4/3/2000. Direttiva 98/69/CE, recepita con Decreto Min. 21/12/1999, in Suppl. Ord. G. Uff. del 4/3/2000. Tabella valori limite di emissione per omologazioni successive all 1/1/2000 (veicoli categ. M - eccetto veicoli

Dettagli

(Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI

(Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI 18.7.2009 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 188/1 I (Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 595/2009 DEL PARLAMENTO EUROPEO

Dettagli

***II POSIZIONE COMUNE

***II POSIZIONE COMUNE PARLAMENTO EUROPEO 1999 Documento di seduta 2004 C5-0522/2000 22/10/2000 ***II POSIZIONE COMUNE Oggetto: Posizione comune definita dal Consiglio in vista dell'adozione della direttiva del Parlamento europeo

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 397/2013 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 397/2013 DELLA COMMISSIONE L 120/4 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 1.5.2013 REGOLAMENTO (UE) N. 397/2013 DELLA COMMISSIONE del 30 aprile 2013 che modifica il regolamento (CE) n. 443/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio

Dettagli

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ DIRETTIVA 2012/36/UE DELLA COMMISSIONE del 19 novembre 2012

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ DIRETTIVA 2012/36/UE DELLA COMMISSIONE del 19 novembre 2012 DIRETTIVA 2012/36/UE DELLA COMMISSIONE del 19 novembre 2012 recante modifica della direttiva 2006/126/CE del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la patente di guida LA COMMISSIONE EUROPEA, (Testo

Dettagli

ATTI ADOTTATI DA ORGANISMI CREATI DA ACCORDI INTERNAZIONALI

ATTI ADOTTATI DA ORGANISMI CREATI DA ACCORDI INTERNAZIONALI 24.6.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 171/1 II (Atti non legislativi) ATTI ADOTTATI DA ORGANISMI CREATI DA ACCORDI INTERNAZIONALI Solo i testi originali UN/ECE hanno efficacia giuridica a

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea ALLEGATO 2

Gazzetta ufficiale dell'unione europea ALLEGATO 2 L 172/70 3.7.2015 ALLEGATO 2 3.7.2015 L 172/71 Addendum alla notifica di omologazione n. concernente l'approvazione di un veicolo relativamente alle emissioni di scarico ai sensi del regolamento n. 83,

Dettagli

DIRETTIVA 108/2009/CE DELLA COMMISSIONE

DIRETTIVA 108/2009/CE DELLA COMMISSIONE L 213/10 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 18.8.2009 DIRETTIVE DIRETTIVA 108/2009/CE DELLA COMMISSIONE del 17 agosto 2009 che modifica, adeguandola al progresso tecnico, la direttiva 97/24/CE del

Dettagli

ALLEGATO 12. Omologazione ECE dei veicoli alimentati a GPL o a gas naturale (GN)/biometano

ALLEGATO 12. Omologazione ECE dei veicoli alimentati a GPL o a gas naturale (GN)/biometano 3.7.2015 L 172/225 ALLEGATO 12 Omologazione ECE dei veicoli alimentati a GPL o a gas naturale (GN)/biometano 1. INTRODUZIONE Il presente allegato descrive le prescrizioni particolari che si applicano all'omologazione

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) / DELLA COMMISSIONE. del XXX

REGOLAMENTO (UE) / DELLA COMMISSIONE. del XXX COMMIIONE EUROPEA Bruxelles, XXX D040155/01 [ ](2015) XXX draft REGOLAMENTO (UE) / DELLA COMMIIONE del XXX che modifica il regolamento (CE) n. 692/2008 riguardo alle emissioni dai veicoli passeggeri e

Dettagli

(Gazzetta ufficiale n. L 282 del 01/11/1996 PAG. 0064 0067)

(Gazzetta ufficiale n. L 282 del 01/11/1996 PAG. 0064 0067) Direttiva 96/69/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio dell'8 ottobre 1996 che modifica la direttiva 70/220/CEE concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative alle misure

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 630/2012 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 630/2012 DELLA COMMISSIONE L 182/14 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 13.7.2012 REGOLAMENTO (UE) N. 630/2012 DELLA COMMISSIONE del 12 luglio 2012 che modifica il regolamento (CE) n. 692/2008 per quanto concerne le prescrizioni

Dettagli

ALLEGATO II «ALLEGATO VIII RISULTATI DELLE PROVE. (Da compilare a cura dell autorità di omologazione e da allegare alla scheda di omologazione CE)

ALLEGATO II «ALLEGATO VIII RISULTATI DELLE PROVE. (Da compilare a cura dell autorità di omologazione e da allegare alla scheda di omologazione CE) ALLEGATO II «ALLEGATO VIII RISULTATI DELLE PROVE (Da compilare a cura dell autorità di omologazione e da allegare alla scheda di omologazione CE) Per ogni caso, l informazione deve precisare a quale variante

Dettagli

Emissioni dei veicoli a motore. Influenza dei combustibili

Emissioni dei veicoli a motore. Influenza dei combustibili Emissioni dei veicoli a motore. Influenza dei combustibili RG 3/2002 NGV System Italia Consorzio metano per auto via Serio, 16 20139 MILANO tel. 02-56810171 fax 02-56810131 e-mail: info@ngvsystem.it 1

Dettagli

IL TACHIGRAFO DIGITALE

IL TACHIGRAFO DIGITALE IL TACHIGRAFO DIGITALE Treviso 13 aprile 2006 Normativa Regolamento (CEE) 3821/85 Regolamento (CE) 2135/98 Regolamento (CE) 1360/2002 Regolamento (CE) n.../2006 di modifica dei regolamenti 3821/85 e 2135/98

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 304/2008 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 304/2008 DELLA COMMISSIONE I L 92/12 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 3.4.2008 REGOLAMENO (CE) N. 304/2008 DELLA COMMISSIONE del 2 aprile 2008 che stabilisce, in conformità al regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento europeo

Dettagli

Decreto 13 maggio 1999 (Gazzetta ufficiale n. 134 del 10 giugno 1999) Il Ministro dei trasporti e della navigazione

Decreto 13 maggio 1999 (Gazzetta ufficiale n. 134 del 10 giugno 1999) Il Ministro dei trasporti e della navigazione Decreto 13 maggio 1999 (Gazzetta ufficiale n. 134 del 10 giugno 1999) Recepimento della direttiva 98/77/Ce della Commissione del 2 ottobre 1998 che adegua al progresso tecnico la direttiva 70/220/Cee del

Dettagli

Direttiva CEE 29 giugno 1995, n. 16 RAVVICINAMENTO DELLE LEGISLAZIONI DEGLI STATI MEMBRI RELATIVE AGLI ASCENSORI

Direttiva CEE 29 giugno 1995, n. 16 RAVVICINAMENTO DELLE LEGISLAZIONI DEGLI STATI MEMBRI RELATIVE AGLI ASCENSORI Direttiva CEE 29 giugno 1995, n. 16 RAVVICINAMENTO DELLE LEGISLAZIONI DEGLI STATI MEMBRI RELATIVE AGLI ASCENSORI CAPITOLO I Campo di applicazione - Commercializzazione e libera circolazione Art. 1-1. La

Dettagli

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 725/2011 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 725/2011 DELLA COMMISSIONE 26.7.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 194/19 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 725/2011 DELLA COMMISSIONE del 25 luglio 2011 che stabilisce una procedura di approvazione e certificazione di

Dettagli

Ordinanza contro l inquinamento atmosferico

Ordinanza contro l inquinamento atmosferico Ordinanza contro l inquinamento atmosferico (OIAt) Modifica del 23 giugno 2004 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 16 dicembre 1985 1 contro l inquinamento atmosferico è modificata

Dettagli

Articolo 2 Ai fini del regolamento (CE) n. 484/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio ( 1 ),

Articolo 2 Ai fini del regolamento (CE) n. 484/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio ( 1 ), L 75/60 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 22.3.2005 DECISIONE N. 2/2004 DEL COMITATO DEI TRASPORTI TERRESTRI COMUNITÀ/SVIZZERA del 22 giugno 2004 che modifica l allegato 1 dell accordo fra la Comunità

Dettagli

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna STUDIO DELL APPLICAZIONE DI UN SISTEMA ALIMENTATO AD IDROGENO PER UN SOLLEVATORE AUTOPROPULSO

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna STUDIO DELL APPLICAZIONE DI UN SISTEMA ALIMENTATO AD IDROGENO PER UN SOLLEVATORE AUTOPROPULSO Alma Mater Studiorum - Università di Bologna SECONDA FACOLTA DI INGEGNERIA CON SEDE A CESENA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA STUDIO DELL APPLICAZIONE DI UN SISTEMA ALIMENTATO AD IDROGENO PER UN

Dettagli

Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO

Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 15.6.2010 COM(2010)280 definitivo 2010/0168 (NLE) Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO recante applicazione obbligatoria del regolamento n. 100 della commissione economica

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 16.6.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 158/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 566/2011 DELLA COMMISSIONE dell 8 giugno 2011 che modifica il regolamento (CE) n. 715/2007

Dettagli

Le emissioni degli autobus: una panoramica generale

Le emissioni degli autobus: una panoramica generale Le emissioni degli autobus: una panoramica generale Roma, 12 dicembre 2013 Le emissioni degli autobus: una panoramica generale INTRODUZIONE... 2 LA NORMATIVA... 3 GLI INQUINANTI NORMATI... 3 I METODI DI

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 1235/2011 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 1235/2011 DELLA COMMISSIONE 30.11.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 317/17 REGOLAMENTO (UE) N. 1235/2011 DELLA COMMISSIONE del 29 novembre 2011 recante modifica del regolamento (CE) n. 1222/2009 del Parlamento europeo

Dettagli

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 1165/2013 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 1165/2013 DELLA COMMISSIONE 19.11.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 309/17 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 1165/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 novembre 2013 che approva la sostanza attiva olio di arancio ai sensi del

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 744/2010 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 744/2010 DELLA COMMISSIONE L 218/2 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 19.8.2010 REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 744/2010 DELLA COMMISSIONE del 18 agosto 2010 che modifica il regolamento (CE) n. 1005/2009 del Parlamento europeo

Dettagli

Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO

Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 9.1.2015 COM(2014) 750 final 2014/0359 (NLE) Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO relativa all accettazione dell emendamento del protocollo del 1998 della convenzione del

Dettagli

5. La normativa sulle emissioni dei veicoli con motore a combustione interna

5. La normativa sulle emissioni dei veicoli con motore a combustione interna 5. La normativa sulle emissioni dei veicoli con motore a combustione interna Introduzione La prima legge italiana riguardante l inquinamento atmosferico fu la legge n 615 del 16/07/1966, nota con il titolo

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 18.5.2010 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 122/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 406/2010 DELLA COMMISSIONE del 26 aprile 2010 recante disposizioni di applicazione

Dettagli

Convenzione del 4 gennaio 1960 istitutiva dell Associazione europea di libero scambio (AELS)

Convenzione del 4 gennaio 1960 istitutiva dell Associazione europea di libero scambio (AELS) Convenzione del 4 gennaio 1960 istitutiva dell Associazione europea di libero scambio (AELS) Decisione n. 6/2011 del Consiglio recante modifica dell Appendice 1 dell Allegato P (Trasporti terrestri) Adottata

Dettagli

Art. 4 Acquisizione di veicoli adibiti a trasporto su strada a ridotto impatto ambientale e a basso consumo energetico

Art. 4 Acquisizione di veicoli adibiti a trasporto su strada a ridotto impatto ambientale e a basso consumo energetico D.Lgs. 3-3-2011 n. 24 Attuazione della direttiva 2009/33/CE relativa alla promozione di veicoli a ridotto impatto ambientale e a basso consumo energetico nel trasporto su strada. Pubblicato nella Gazz.

Dettagli

Problematiche dell utilizzo di biocarburanti nei motori

Problematiche dell utilizzo di biocarburanti nei motori Bioetanolo: dalla produzione all utilizz Centro Studi l Uomo e l Ambient Padova 200 Problematiche dell utilizzo di biocarburanti nei motori Rodolfo Taccani, Robert Radu taccani@units.it, rradu@units.it

Dettagli

AUTO D EPOCA E INQUINAMENTO Le analisi tecniche delle sostante emesse in seguito alla combustione dei motori. relazione dell ingegnere Mauro Forghieri

AUTO D EPOCA E INQUINAMENTO Le analisi tecniche delle sostante emesse in seguito alla combustione dei motori. relazione dell ingegnere Mauro Forghieri AUTO D EPOCA E INQUINAMENTO Le analisi tecniche delle sostante emesse in seguito alla combustione dei motori relazione dell ingegnere Mauro Forghieri Le più stringenti limitazioni alle emissioni nocive

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 333/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO (UE) N. 333/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO 5.4.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 103/15 REGOLAMENTO (UE) N. 333/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO dell 11 marzo 2014 che modifica il regolamento (CE) n. 443/2009 al fine di definire

Dettagli

***I PROGETTO DI RELAZIONE

***I PROGETTO DI RELAZIONE PARLAMENTO EUROPEO 2014-2019 Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare 31.3.2015 2014/0012(COD) ***I PROGETTO DI RELAZIONE sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo

Dettagli

Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili.

Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili. REGIONE PIEMONTE BU12 20/03/2014 Codice DB1013 D.D. 12 marzo 2014, n. 52 Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili. Con D.C.R.

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE SUI TEST DELLE EMISSIONI

DOMANDE E RISPOSTE SUI TEST DELLE EMISSIONI ANFIA, in qualità membro di ACEA, supporta e condivide il contenuto di questo documento. DOMANDE E RISPOSTE SUI TEST DELLE EMISSIONI 1. Come ha reagito ACEA di fronte alla situazione VW?... 1 2. Come funziona

Dettagli

Ordinanza sull energia

Ordinanza sull energia Ordinanza sull energia (EnV) Modifica del Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 16 capoverso 1 della legge del 26 giugno 1998 1 sull energia (LEne) in esecuzione della legge federale del 6 ottobre

Dettagli

SISTEMI DI MISURA PER LA MISURAZIONE CONTINUA E DINAMICA DI QUANTITÀ DI LIQUIDI DIVERSI DALL'ACQUA

SISTEMI DI MISURA PER LA MISURAZIONE CONTINUA E DINAMICA DI QUANTITÀ DI LIQUIDI DIVERSI DALL'ACQUA Allegati Specifici - Allegato MI-005 SISTEMI DI MISURA PER LA MISURAZIONE CONTINUA E DINAMICA DI QUANTITÀ DI LIQUIDI DIVERSI DALL'ACQUA Agli strumenti di misura destinati alla misurazione continua e dinamica

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Anno 2006

DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Anno 2006 Comune di Livorno DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Anno 2006 1) Oggetto Rilascio di contributi per l acquisto di veicoli a

Dettagli

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 254/2013 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 254/2013 DELLA COMMISSIONE 21.3.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 79/7 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 254/2013 DELLA COMMISSIONE del 20 marzo 2013 che modifica il regolamento (CE) n. 340/2008 della Commissione relativo

Dettagli

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni 2001L0027 IT 21.04.2001 000.001 1 Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni B DIRETTIVA 2001/27/CE DELLA COMMISSIONE del 10 aprile 2001

Dettagli

Il ruolo del programma di ISPEZIONE e MANUTENZIONE dei veicoli circolanti BOLLINO BLU a MILANO

Il ruolo del programma di ISPEZIONE e MANUTENZIONE dei veicoli circolanti BOLLINO BLU a MILANO VI incontro EXPERT PANEL EMISSIONI DA TRASPORTO SU STRADA Il ruolo del programma di ISPEZIONE e MANUTENZIONE dei veicoli circolanti BOLLINO BLU a MILANO EMISSIONI DA TRAFFICO E QUALITA DELL ARIA: ELEMENTI

Dettagli

DIRETTIVA 2013/56/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

DIRETTIVA 2013/56/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO 10.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 329/5 DIRETTIVA 2013/56/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 20 novembre 2013 che modifica la direttiva 2006/66/CE del Parlamento europeo e

Dettagli

R E Q U I S I T I T E C N I C I

R E Q U I S I T I T E C N I C I R E Q U I S I T I T E C N I C I da possedersi da parte delle officine Premessa Le imprese concorrenti alla gara dovranno essere in possesso di tutti i requisiti tecnici indicati nel corpo del presente

Dettagli

visto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare l articolo 93, vista la proposta della Commissione,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare l articolo 93, vista la proposta della Commissione, IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA, visto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare l articolo 93, vista la proposta della Commissione, (2) Per assicurare la corretta applicazione dell

Dettagli

Università degli Studi di Bologna. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale

Università degli Studi di Bologna. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale Università degli Studi di Bologna FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale STUDIO DI MASSIMA DI UNA PIATTAFORMA ELEVATRICE AD IDROGENO Tesi di Laurea di:

Dettagli

Il presente allegato riguarda il funzionamento dei sistemi diagnostici di bordo (OBD) per il controllo delle emissioni dei veicoli a motore.

Il presente allegato riguarda il funzionamento dei sistemi diagnostici di bordo (OBD) per il controllo delle emissioni dei veicoli a motore. L 172/204 ALLEGATO 11 SISTEMA DIAGNOSTICO DI BORDO (OBD) DEI VEICOLI A MOTORE 1. INTRODUZIONE Il presente allegato riguarda il funzionamento dei sistemi diagnostici di bordo (OBD) per il controllo delle

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 450/2009 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 450/2009 DELLA COMMISSIONE 30.5.2009 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 135/3 REGOLAMENTO (CE) N. 450/2009 DELLA COMMISSIONE del 29 maggio 2009 concernente i materiali attivi e intelligenti destinati a venire a contatto con

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 1230/2012 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 1230/2012 DELLA COMMISSIONE 21.12.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 353/31 REGOLAMENTO (UE) N. 1230/2012 DELLA COMMISSIONE del 12 dicembre 2012 che attua il regolamento (CE) n. 661/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio

Dettagli

Ordinanza sulla sicurezza degli ascensori

Ordinanza sulla sicurezza degli ascensori Ordinanza sulla sicurezza degli ascensori (Ordinanza sugli ascensori) Modifica del 17 agosto 2005 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 23 giugno 1999 1 sugli ascensori è modificata

Dettagli

RAPPORTO DI SOSTENIBILITA CONTRIBUTO DI AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO DI ACEA LUCE

RAPPORTO DI SOSTENIBILITA CONTRIBUTO DI AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO DI ACEA LUCE RAPPORTO DI SOSTENIBILITA CONTRIBUTO DI AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO DI ACEA LUCE Non compromettere il futuro delle prossime generazioni cercando di soddisfare i bisogni del presente ; in quest ottica

Dettagli

IL MINISTRO DEI TRASPORTI di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE ed IL MINISTRO DELLA SALUTE

IL MINISTRO DEI TRASPORTI di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE ed IL MINISTRO DELLA SALUTE D.M. 25 gennaio 2008, n. 39 Pubblicato nella Gazz. Uff. 13 marzo 2008, n. 62. Regolamento recante disposizioni concernenti l'omologazione e l'installazione di sistemi idonei alla riduzione della massa

Dettagli

Patente AM CIGC patentino

Patente AM CIGC patentino Patente AM CIGC patentino MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione generale per la motorizzazione Divisione

Dettagli

A quale categoria Euro appartiene la mia auto

A quale categoria Euro appartiene la mia auto A quale categoria Euro appartiene la mia auto Dal 1991 la Comunità europea ha emanato una serie di Direttive per regolamentare le emissioni di inquinanti da parte dei veicoli. In base a queste direttive

Dettagli

Le Domande e le Risposte sul Patentino dei Frigoristi 15 marzo 2013

Le Domande e le Risposte sul Patentino dei Frigoristi 15 marzo 2013 Le Domande e le Risposte sul Patentino dei Frigoristi 15 marzo 2013 A seguito delle numerose domande inerenti al Patentino dei Frigoristi, giunte in redazione nei giorni scorsi, riportiamo le FAQ (domande

Dettagli

Circolazione stradale: direttiva europea per incentivare la sicurezza dei pedoni ( Direttiva Europea 17.11.2003 n 2003/102/CE )

Circolazione stradale: direttiva europea per incentivare la sicurezza dei pedoni ( Direttiva Europea 17.11.2003 n 2003/102/CE ) Circolazione stradale: direttiva europea per incentivare la sicurezza dei pedoni ( Direttiva Europea 17.11.2003 n 2003/102/CE ) Con la Direttiva 2003/102/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio sono

Dettagli

Allegato 2. Parco veicolare e mobilità del personale e degli utenti

Allegato 2. Parco veicolare e mobilità del personale e degli utenti Allegato 2 Parco veicolare e mobilità del personale e degli utenti Il presente Allegato tecnico è così composto: 1. Normativa di settore 2. Criteri per il parco veicolare e la mobilità del personale e

Dettagli

DIRETTIVA 2001/27/CE DELLA COMMISSIONE

DIRETTIVA 2001/27/CE DELLA COMMISSIONE L 107/10 IT Gazzetta ufficiale delle Comunità europee 18.4.2001 DIRETTIVA 2001/27/CE DELLA COMMISSIONE del 10 aprile 2001 che adegua al progresso tecnico la direttiva 88/77/CEE del Consiglio concernente

Dettagli

Istituto Superiore Per la Prevenzione E la Sicurezza del Lavoro

Istituto Superiore Per la Prevenzione E la Sicurezza del Lavoro Istituto Superiore Per la Prevenzione E la Sicurezza del Lavoro Dipartimento Territoriale di BRESCIA Via San Francesco d Assisi, 11 25122 BRESCIA Competenze ed Obblighi degli Organismi Notificati, dei

Dettagli

CONFERENZA STAMPA. Sicurezza e rispetto ambientale. Vallelunga, 6 luglio 2010. Franco Villa Comitato tecnico ANFIA - Gruppo Autobus

CONFERENZA STAMPA. Sicurezza e rispetto ambientale. Vallelunga, 6 luglio 2010. Franco Villa Comitato tecnico ANFIA - Gruppo Autobus CONFERENZA STAMPA E PROVE DINAMICHE SU PISTA Sicurezza e rispetto ambientale I nuovi standard per il trasporto pubblico su gomma Franco Villa Comitato tecnico ANFIA - Gruppo Autobus 1 1 Vallelunga, 6 luglio

Dettagli

approvato con le modifiche apportate dalla Giunta Comunale con deliberazione del n.

approvato con le modifiche apportate dalla Giunta Comunale con deliberazione del n. DISCIPLINARE TECNICO RELATIVO ALL EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO/TRASFORMAZIONE DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE E PER LA SOSTITUZIONE DI VECCHIE CALDAIE PER RISCALDAMENTO CON NUOVE CALDAIE

Dettagli

Regolamento n. 517/2014 sui gas fluorurati effetto serra (F-gas), che abroga il regolamento n. 842/2006

Regolamento n. 517/2014 sui gas fluorurati effetto serra (F-gas), che abroga il regolamento n. 842/2006 Regolamento n. 517/2014 sui gas fluorurati effetto serra (F-gas), che abroga il regolamento n. 842/2006 AIB Area Regolamento n. 517/2014 pubblicato su GUCE L150 del 20 maggio 2014 entra in vigore il 20

Dettagli

(Atti legislativi) DIRETTIVE

(Atti legislativi) DIRETTIVE 5.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 65/1 I (Atti legislativi) DIRETTIVE DIRETTIVA 2014/27/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 26 febbraio 2014 che modifica le direttive 92/58/CEE,

Dettagli

DIRETTIVA 2014/44/UE DELLA COMMISSIONE

DIRETTIVA 2014/44/UE DELLA COMMISSIONE L 82/20 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 20.3.2014 DIRETTIVA 2014/44/UE DELLA COMMISSIONE del 18 marzo 2014 che modifica gli allegati I, II e III della direttiva 2003/37/CE del Parlamento europeo

Dettagli

Il trasporto pesante diventa leggero L opportunità Metano

Il trasporto pesante diventa leggero L opportunità Metano Il trasporto pesante diventa leggero L opportunità Metano Genova, 2 dicembre 2013 Utilizzo del gas naturale liquido nei sistemi propulsivi: potenzialità e problematiche A. Massardo, G. Zamboni Scuola Politecnica

Dettagli

DIRETTIVA 2009/127/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

DIRETTIVA 2009/127/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO 25.11.2009 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 310/29 DIRETTIVE DIRETTIVA 2009/127/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 21 ottobre 2009 che modifica la direttiva 2006/42/CE relativa alle

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea

Gazzetta ufficiale dell'unione europea 9.5.2003 L 115/63 DIRETTIVA 2003/20/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO dell'8 aprile 2003 che modifica la direttiva 91/671/CEE del Consiglio per il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011)

DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011) DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011) Attuazione delle direttive 2009/4/CE e 2009/5/CE, che modificano la direttiva 2006/22/CE, sulle norme minime per l applicazione dei

Dettagli

Ordinanza sulla riduzione delle emissioni di CO2 delle automobili

Ordinanza sulla riduzione delle emissioni di CO2 delle automobili Ordinanza sulla riduzione delle emissioni di CO2 delle automobili del 16 dicembre 2011 Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 11d capoversi 2 e 3, 11e capoversi 1 e 2, 11f capoversi 2 e 4,

Dettagli

ART.4 Categorie oggetto di incentivazione

ART.4 Categorie oggetto di incentivazione DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE E TRASFORMAZIONI A GAS (GPL/METANO) DI AUTO A BENZINA NON CATALITICHE E DI VEICOLI MERCI

Dettagli

DIRETTIVA 2006/40/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

DIRETTIVA 2006/40/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO L 161/12 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 14.6.2006 DIRETTIVA 2006/40/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 17 maggio 2006 relativa alle emissioni degli impianti di condizionamento dei

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 428/2010 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 428/2010 DELLA COMMISSIONE L 125/2 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 21.5.2010 REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 428/2010 DELLA COMMISSIONE del 20 maggio 2010 recante attuazione dell articolo 14 della direttiva 2009/16/CE del

Dettagli

Requisiti per l accesso agli incentivi

Requisiti per l accesso agli incentivi Requisiti per l accesso agli incentivi 1. Gli incentivi per l acquisto di nuovi veicoli a basso impatto ambientale, trasformazione a gas di veicoli a benzina e sostituzione (acquisto+installazione) di

Dettagli

D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 Art. 5 Comma 9 "AL TETTO"

D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 Art. 5 Comma 9 AL TETTO TESTO COORDINATO D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 - "Regolamento recante norme per la progettazione, l'installazione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento

Dettagli

Approfondimento 1: Catalizzatori per l abbattimento degli NO x

Approfondimento 1: Catalizzatori per l abbattimento degli NO x Approfondimento 1: Catalizzatori per l abbattimento degli NO x Il gas fuoriuscente da un motore Diesel viene convogliato nel primo stadio del convertitore catalitico, dove si ha l ossidazione del monossido

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI (AFFARI ESTERI E COMUNITARI)

CAMERA DEI DEPUTATI (AFFARI ESTERI E COMUNITARI) Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4880-A RELAZIONE DELLA III COMMISSIONE PERMANENTE (AFFARI ESTERI E COMUNITARI) (Ai sensi dell articolo 79, comma 15, del regolamento) Presentata

Dettagli

ART. 3 - Caratteristiche dei veicoli oggetto di incentivi Sono ammessi ad incentivo gli acquisti dei seguenti veicoli:

ART. 3 - Caratteristiche dei veicoli oggetto di incentivi Sono ammessi ad incentivo gli acquisti dei seguenti veicoli: DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI CICLOMOTORI ELETTRICI E BICICLETTE ELETTRICHE (A PEDALATA ASSISTITA) E TRASFORMAZIONI A GAS (GPL/METANO) DI AUTO A BENZINA E

Dettagli

Commissione Finanze della Camera dei deputati. Audizione Assogasliquidi/Federchimica

Commissione Finanze della Camera dei deputati. Audizione Assogasliquidi/Federchimica Commissione Finanze della Camera dei deputati Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti l'imposizione tributaria sui veicoli (AC 2397) Audizione Assogasliquidi/Federchimica

Dettagli

Ordinanza sulla procedura di omologazione energetica per scaldacqua, serbatoi di accumulo dell acqua calda e accumulatori di calore

Ordinanza sulla procedura di omologazione energetica per scaldacqua, serbatoi di accumulo dell acqua calda e accumulatori di calore Ordinanza sulla procedura di omologazione energetica per scaldacqua, serbatoi di accumulo dell acqua calda e accumulatori di calore del 15 aprile 2003 Il Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti,

Dettagli

PROGRESS: UN CODICE PER IL CALCOLO DELLE EMISSIONI DA VEICOLI STRADALI IN AMBITO URBANO

PROGRESS: UN CODICE PER IL CALCOLO DELLE EMISSIONI DA VEICOLI STRADALI IN AMBITO URBANO VIII Incontro EXPERT PANEL EMISSIONI DA TRASPORTO STRADALE Roma, 5 novembre 2003 PROGRESS: UN CODICE PER IL CALCOLO DELLE EMISSIONI DA VEICOLI STRADALI IN AMBITO URBANO Massimo Capobianco, Giorgio Zamboni

Dettagli

LA NORMA LIBRETTO DI IMPIANTO LIBRETTO DI CENTRALE PROVA DI COMBUSTIONE UNI EN 10389 LA REGOLA

LA NORMA LIBRETTO DI IMPIANTO LIBRETTO DI CENTRALE PROVA DI COMBUSTIONE UNI EN 10389 LA REGOLA LA NORMA LIBRETTO DI IMPIANTO LIBRETTO DI CENTRALE PROVA DI COMBUSTIONE UNI EN 10389 LA REGOLA 2003 DECRETO 17 marzo 2003 AGGIORNAMENTI AGLI ALLEGATI F e G DEL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Dettagli

MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE DIREZIONE GENERALE M.C.T.C. IV Direzione Centrale Div. 41 CIRCOLARE N. 104/95

MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE DIREZIONE GENERALE M.C.T.C. IV Direzione Centrale Div. 41 CIRCOLARE N. 104/95 MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE DIREZIONE GENERALE M.C.T.C. IV Direzione Centrale Div. 41 CIRCOLARE N. 104/95 Prot. N. 1809/4110/0 D.C. IV n. A042 Roma, 31 maggio 1995 OGGETTO: Pneumatici per

Dettagli

Tali fluidi, utilizzati in prossimità del punto di produzione, o trasportati a distanza, possono essere utilizzati per diversi impieghi:

Tali fluidi, utilizzati in prossimità del punto di produzione, o trasportati a distanza, possono essere utilizzati per diversi impieghi: LA COGENERAZIONE TERMICA ED ELETTRICA 1. Introduzione 2. Turbine a Gas 3. Turbine a vapore a ciclo combinato 4. Motori alternativi 5. Confronto tra le diverse soluzioni 6. Benefici ambientali 7. Vantaggi

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 31.3.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 95/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 286/2012 DELLA COMMISSIONE del 27 gennaio 2012 che modifica rispettivamente l

Dettagli

CARATTERISTICHE DEL SISTEMA DI ALIMENTAZIONE PER INIEZIONE DI METANO, tipo TSI-03 (Motori a 3-4 e 5-6 cilindri) TIPO DI DISPOSITIVO NGV04 J

CARATTERISTICHE DEL SISTEMA DI ALIMENTAZIONE PER INIEZIONE DI METANO, tipo TSI-03 (Motori a 3-4 e 5-6 cilindri) TIPO DI DISPOSITIVO NGV04 J EMMEGAS s.p.a. Via G.Falcone, 5 Barco (RE) ITALIA DGM 59536 GM Mod. D.G.M. 405 Complessivo di alimentazione a METANO EMMEGAS tipo TSI-03 per veicoli catalizzati rispondenti alle Direttive 98/69/CE (FaseB),

Dettagli

Impianto di cogenerazione realizzato presso una azienda del settore ceramico della provincia di Modena (Emilia-Romagna, Italia)

Impianto di cogenerazione realizzato presso una azienda del settore ceramico della provincia di Modena (Emilia-Romagna, Italia) OPET SEED (Italia) Impianto di realizzato presso una azienda del settore ceramico della provincia di Modena (Emilia-Romagna, Italia) ENERGIE Introduzione L impianto di in esame è installato presso un azienda

Dettagli

Premesse (OMISSIS) Articolo 1 (Oggetto e finalità)

Premesse (OMISSIS) Articolo 1 (Oggetto e finalità) STRALCIO DELL ACCORDO DI PROGRAMMA SOTTOSCRITTO IN DATA 30/06/2009 TRA IL MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE LA CONFINDUSTRIA ANCMA (Associazione Nazionale Cicli, Motocicli

Dettagli

Progetto europeo PERSIL Opportunità del fotovoltaico in Provincia di Torino. Specifiche tecniche sugli impianti fotovoltaici e nuovo conto energia

Progetto europeo PERSIL Opportunità del fotovoltaico in Provincia di Torino. Specifiche tecniche sugli impianti fotovoltaici e nuovo conto energia Progetto europeo PERSIL Opportunità del fotovoltaico in Provincia di Torino Pinerolo-Nichelino-Ivrea-Collegno-Settimo T.se, 9-16-23 febbraio e 2-9 marzo 2011 Specifiche tecniche sugli impianti fotovoltaici

Dettagli

1 Articolo 20 dell ordinanza contro l inquinamento atmosferico (OIAt)

1 Articolo 20 dell ordinanza contro l inquinamento atmosferico (OIAt) Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni DATEC Ufficio federale dell ambiente UFAM Protezione dell aria e prodotti chimici N. registrazione/dossier: M143-0633

Dettagli

COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O 2008

COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O 2008 COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O 2008 Approvato con Delibera della Giunta Comunale n 250 del 23.05.2008 EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO

Dettagli

Gazzetta ufficiale delle Comunitàeuropee. Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità)

Gazzetta ufficiale delle Comunitàeuropee. Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) 16.2.2000 L 44/1 I Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) DIRETTIVA 1999/96/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 13 dicembre 1999 sul ravvicinamento delle legislazioni

Dettagli

ALLEGATO II. Calcolo della produzione da cogenerazione

ALLEGATO II. Calcolo della produzione da cogenerazione ALLEGATO II Calcolo della produzione da cogenerazione I - Calcolo dell energia elettrica da cogenerazione 1. Per calcolare il risparmio di energia primaria di una unità di cogenerazione, occorre anzitutto

Dettagli