Organizzazione degli studi professionali e certificazione di Qualità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Organizzazione degli studi professionali e certificazione di Qualità"

Transcript

1 Commisone informatica Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di Qualità Relatori: Dott. Mauro Coazzoli - Dott. Carlo Corbella - Dott. Gianluca De Vecchi - Dott.ssa Daniela Marino Dott, Luca Pierini Rag. Laura Restelli

2 Indice Introduzione: l organizzazione di studio verso una certificazione di qualità Identificazione proces operativi di studio Identificazione regole di base Mappatura delle regole sui proces operativi Guida alla selezione di un software di gestione e anali comparativa di alcuni prodotti sw Certificazione di qualità

3 Indice Introduzione: l organizzazione di studio verso una certificazione di qualità Identificazione proces operativi di studio Identificazione regole di base Mappatura delle regole sui proces operativi Guida alla selezione di un software di gestione e anali comparativa di alcuni prodotti sw Certificazione di qualità

4 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Strutturar per migliorare Comprender per migliorare Metaregole per migliorare Informatica per migliorare Verso una certificazione di qualità

5 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Strutturar per migliorare Perchè? Elementi Esogeni Elementi Endogeni Complestà ambientale Elevata concorrenza stema sanzionatorio Impozione degli Enti Pubblici Complestà procedurale Difendibilità del turnover del personale Creazione di una cultura di studio Stress

6 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Strutturar per migliorare La strutturazione procedurale permette di gestire gli eventi con meno incertezze sul piano del risultato, permettendo una progresva crescita incrementale in termini di profesonalità e cura del cliente, mantenendo al contempo sotto controllo ogni conflittualità esterna. La stematicità permette di lavorare meglio ed in modo più sereno Ovviamente la stematicità non è una panacea ed è applicabile ad una parte delle molteplici attività che vengono svolte in uno studio.

7 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Comprender per migliorare Per poter strutturare, e quindi migliorare, bisogna per prima cosa comprendere se stes, il proprio studio ed il proprio metodo di lavoro La scompozione della complestà operativa quotidiana in proces operativi minori permette la codifica, l anali metodologica, l identificazione di ngoli sottoinemi che una volta ridotti ad unità elementari possono essere riassemblate in un percorso codificato nei tempi, nei modi e nelle persone che permette di individuare eventuali aree di miglioramento posbili, anche in modo incrementale o per tentativi succesvi.

8 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Metaregole per migliorare Identificando delle regole base, da noi definite metaregole, con cui strutturare la gestione delle attività dello studio, è posbile compiere un deciso passo avanti nella strutturazione delle attività e dei proces dello Studio tratta di un metodo di anali dei proces che ne permette, infine, una ripetibilità ed una comparazione

9 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Informatica per migliorare Quale migliore strumento per strutturar dell utilizzo di stemi informativi? tratta di elementi già presenti e spesso indispensabili per il nostro lavoro Il loro padroneggiamento è oramai diffuso ma sovente in correlazione inversa con l età delle persone tratta di una via senza via di ritorno Alcune aziende che creano software ci hanno già pensato ed estono prodotti validi, seppure con alcuni limiti

10 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Verso una certificazione di qualità Una semplice conderazione: il frutto di tutto quanto esposto rende posbile con pochi ulteriori passaggi il raggiungimento di una certificazione di qualità, obiettivo da interpretare come bollino di fregio da spendere in termini di marketing con i propri clienti, ma anche come raggiungimento di un livello elevato del proprio lavoro

11 Indice Introduzione: l organizzazione di studio verso una certificazione di qualità Identificazione proces operativi di studio Identificazione regole di base Mappatura delle regole sui proces operativi Guida alla selezione di un software di gestione e anali comparativa di alcuni prodotti sw Certificazione di qualità

12 I Proces Operativi In un mercato globale i servizi offerti dagli studi profesonali diventano sempre più specialistici e richiedono quindi modelli organizzativi adeguati. Abbiamo cercato in questa trattazione di identificare i proces operativi che svolgono in uno studio profesonale al fine di impostare un modello organizzativo efficiente. Un processo operativo è un ineme di operazioni elementari (o regole) e di attività organizzate per il raggiungimento di un obiettivo.

13 La clasficazione delle attività di di studio Per comprendere i proces operativi, dobbiamo analizzare le attività dello studio. Continuative Cicliche Stagionali

14 Identificazione dei proces operativi La mappatura dei proces operativi Confronto Confronto tra tra processo processo ideale ideale e realtà realtà I I proces proces primari primari e di di supporto supporto I I proces proces critici critici e prioritari prioritari PROCESSI OPERATIVI I I proces proces senza senza o con con poco poco valore valore aggiunto aggiunto Gli Gli interventi interventi operativi operativi

15 Identificazione dei proces operativi I fattori che condizionano i Proces Operativi Cliente/Mandato Cliente/Mandato Organizzazione Organizzazione Pratiche Pratiche Agenda Agenda Rendiconti/parcellazione PROCESSI OPERATIVI Archivi Archivi di di studio studio Contabilità Contabilitàdi di studio studio Certificazione Certificazione di di qualità qualità

16

17

18

19

20 I Proces di determinazione del margine dell attività profesonale La determinazione del margine riferito all attività profesonale richiede la scompozione della struttura profesonale in centri di attività che, tenendo conto delle competenze tecniche e profesonali e dell integrazione studio-cliente, possano essere sufficientemente omogenee da tradur in risultati di margine gnificativi e comparabili.

21

22

23 Indice Introduzione: l organizzazione di studio verso una certificazione di qualità Identificazione proces operativi di studio Identificazione regole di base Mappatura delle regole sui proces operativi Guida alla selezione di un software di gestione e anali comparativa di alcuni prodotti sw Certificazione di qualità

24 Identificazione regole di base Avere un stema di qualità deontologia profesonale perizia che tende all eccellenza etica profesonale formazione ed aggiornamento continui fare qualità senza saperlo Formalizzare un stema di qualità organizzazione che garantisce l affidabilità e la continuità delle prestazioni

25 Identificazione regole di base Norme I.S.O. ISPIRAZIONE ISOLARE CONTENUTI GESTIONE RISORSE E CONTROLLI PIU TEMPO A DISPOSIZIONE

26 Identificazione regole di base Qualità Grado in cui un ineme di caratteristiche soddisfa i requiti Approccio per proces Attuare, gestire e migliorare l efficacia dei proces Orientamento ai risultati Attenzione rivolta al cliente

27 Identificazione regole di base Evidenziare il flusso delle principali attività di una organizzazione individuando gli elementi in ingresso curandone la loro trasformazione in elementi in uscita mediante l applicazione di attività Responsabilità della Direzione Gestione delle risorse Misure e miglioramento Requiti del Cliente Realizzazione del Prodotto Soddisfazione del cliente

28 Identificazione regole di base Le azioni che un organizzazione deve porre in essere al fine di realizzare un approccio per proces sono le seguenti: IDENTIFICAZIONE dei proces suoi propri INDIVIDUAZIONE sequenze e interazioni tra i proces PIANIFICAZIONE dei proces in funzione dei requiti RACCOLTA della documentazione di supporto MISURAZIONE dei proces mediante indicatori MONITORAGGIO e ANALISI dei proces MIGLIORAMENTO dei proces in termini di efficacia

29 Identificazione regole di base 1. Mandato (richiesta del cliente verbale o scritta) 2. Scelta del profesonista responsabile 3. Raccolta documenti e esame pratica (sesoni con il cliente, il responsabile e l addetto o praticante) 4. Studio pratica da parte dell addetto 4 bis. Controllo da parte del responsabile 5. Redazione prodotto 5 bis. Controllo da parte del titolare 6. (nei ca più comples) invio bozza al cliente 7. (nei ca più comples) ritorno bozza dal cliente

30 Identificazione regole di base 8. (nei ca più comples) richiesta ulteriori informazioni 9. (nei ca più comples) ulteriori approfondimenti 10. (nei ca più comples) Elaborazione finale prodotto 10 bis. (nei ca più comples) Controllo del Titolare 11. Chiusura pratica 12. Parcellazione 13. Archiviazione

31 Indice Introduzione: l organizzazione di studio verso una certificazione di qualità Identificazione proces operativi di studio Identificazione regole di base Mappatura delle regole sui proces operativi Guida alla selezione di un software di gestione e anali comparativa di alcuni prodotti sw Certificazione di qualità

32 Mappatura delle regole sui proces operativi Riprendiamo il quadro di ineme dei Proces Operativi: Cliente/Mandato Cliente/Mandato Organizzazione Organizzazione Archivi Archivi di di studio studio Pratiche Pratiche Agenda Agenda Rendiconti/parcellazione Contabilità Contabilitàdi di studio studio Certificazione Certificazione di di qualità qualità

33 Mappatura delle regole sui proces operativi

34 Mappatura delle regole sui proces operativi

35 Mappatura delle regole sui proces operativi

36 Mappatura delle regole sui proces operativi

37 Mappatura delle regole sui proces operativi

38 Mappatura delle regole sui proces operativi

39 Mappatura delle regole sui proces operativi

40 Mappatura delle regole sui proces operativi

41 Mappatura delle regole sui proces operativi

42 Mappatura delle regole sui proces operativi

43 Mappatura delle regole sui proces operativi

44 Mappatura delle regole sui proces operativi

45 Mappatura delle regole sui proces operativi

46 Mappatura delle regole sui proces operativi

47 Mappatura delle regole sui proces operativi

48 Mappatura delle regole sui proces operativi

49 Indice Introduzione: l organizzazione di studio verso una certificazione di qualità Identificazione proces operativi di studio Identificazione regole di base Mappatura delle regole sui proces operativi Guida alla selezione di un software di gestione e anali comparativa di alcuni prodotti sw Certificazione di qualità

50 Guida alla selezione di un software Perchè valutare un software per la gestione dello studio tuazione tuazione nella nella quale quale possono possono trovar trovar studi studi profesonali profesonali anche anche di di grandi grandi dimenoni dimenoni e e con con attività attività diverisficate diverisficate (alcuni (alcuni esempi) esempi) Proces manuali parzialmente coperti da software di gestione, differenti software supportano differenti proces tra loro strettamente e necessariamente legati Limitati e costo link tra I stemi e di conseguenza limitato e costoso reperimento e integrazione delle informazioni gnificativi ritardi nell accumulo dei dati Gestione pratiche tuazione tuazione auspicata auspicata dopo dopo l adozione l adozione di di un un software software a a supporto supporto della della gestione gestione I proces di studio sono più integrati e controllati Le informazioni non sono più isolate e permettono la delega controllata delle attività Più semplice gestire le procedure che permettono di collegare I proces off-line (vale a dire quelli non direttamente gestiti attraverso un software) Anagrafiche clienti Gestione pratiche Anagrafiche clienti INFO SYSTEM INFO SYSTEM Contabilità di studio Archivio Contabilità di studio Arcgivi

51 Guida alla selezione di un software costruisce la torta dell efficienza fetta a fetta... Parcellazione Anagrafica clienti EFFICIENZA Gestione delle pratiche Il software di gestione è soprattutto il mezzo con cui effettuare l integrazione delle fette come richiesto/ necessario allo studio I/S Parcellazione Pratiche Agenda...

52 Guida alla selezione di un software La TECNOLOGIA: utile ed efficace strumento di ORGANIZZAZIONE interna La TECNOLOGIA: strumento di relazione con i clienti La TECNOLOGIA: leva per introdurre, favorire, assecondare il CAMBIAMENTO verso lo STUDIO VIRTUALE L ORGANIZZAZIONE e le PERSONE Le COMPETENZE e le REGOLE PROFESSIONALI La QUALITA

53 Guida alla selezione di un software Abbiamo pensato di diproporre una unaguida guidaragionata alla alla conoscenza dei deisoftware di digestione principali sul sulmercato per per indirizzare l anali delle delleegenze del del proprio studio studio Necestà di mantenere un approccio di tipo analitico nell evidenziare i fabbisogni di studio, i vincoli portati dai software e misurare i vantaggi nella strutturazione delle informazioni Opportunità di effettuare una anali preventiva della copertura funzionale dei software disponibili sul mercato Ottenimento di maggiori garanzie di adeguatezza della scelta Verifica più semplice della rispondenza della scelta del software e completamento dell architettura applicativa con eventuali soluzioni satelliti specializzate La scelta non è mai completamente oggettiva in quanto è effettuata ponderando secondo parametri necessariamente arbitrari l importanza dei diver criteri di confronto

54 Guida alla selezione di un software Cenni sulle fa progettuali per l implementazione di un stema gestionale Anali di fattibilità Copertura funzionale Anali costi/benefici Disegno Innovazione tecnologica Formazione utenti Ri organizzazione Disegno dei proces di studio Implementazione Utilizzo del stema Miglioramenti continui Gestione

55 Guida alla selezione di un software La conduzione del programma Trasformare/ Migliorare il modello di funzionamento Con un giusto e controllato dispendio di tempo e di attenzione.. SOFTWARE SCREENING E ANALISI DI FATTIBILITA Stabilmente e controllando i rischi di percorso.. con il supporto di un Partner esterno affidabile

56 Guida alla selezione di un software Aree di impatto ed elementi che devono essere tenuti in conderazione per l anali del sofware più adatto PROCESSI PERSONE INFRASTRUTTURA TECNICA

57 Anali comparativa Mappatura dei Proces Operativi sul software di gestione QUESTIONARIO INFORMATIVO ANALISI COMPARATIVA SISTEMI STUDIO: OSRA: ZUCCHETTI: DATEV XXXX XXXX XXXX Gestione cliente mandato Dati anagrafici. (indirizzo, PIVA, Riferimenti contatto, modalità di pagamento, ) Tracciabilità incontri/contatti col cliente Gestione stato del cliente (attivo, non attivo, in contenzioso,..) Integrazione con altre procedure Posbilità di importare dati Acquizione storico del cliente Mandato di consulenza Estenza di schemi e modelli di gestione del mandato e generazione procedure conseguenti. Posbilità di report vari circa attività da svolgere e svolta. Modulistica privacy Organizzazione Identificazione aree critiche. Gestione pratiche Gestione rendiconti e parcellazione Identificazione della gerarchia e dei responsabili di funzione Definizione dei rapporti interni allo studio Estenza di schemi e modelli di gestione delle manoni e generazione procedure conseguenti. Generazione di un processo di feed back Anali degli errori ed identificazione delle procedure per evitarli Archivio del personale Timesheet per calendario attività di studio e gestione ferie Distribuzione carichi di lavoro Archiviazione ottica pratiche Fax in rete Gestione posta elettronica: indirizzi E mail Portale internet Gestione iter delle pratiche ordinarie e straordinarie Gestione preventiva e consuntiva delle pratiche Attività di scheduling Gestione della consuntivazione dei tempi e delle attività Posbilità di anali del project planning rapportato alle deadlines Flesbilità nella definizione di rapporti di varia natura fra attività svolte, addetti e clienti. Estenza di schemi e modelli di gestione della pratica e generazione procedure conseguenti. Posbilità di report vari circa attività da svolgere e svolta. Protocollazione pratica Distribuzione interna pratiche Generazione automatica di rendiconti dell attività svolta. Valorizzazione automatica/ manuale dei rendiconti Gestione anticipazioni cliente Definizione tariffari profesonali e fatturazione forfettaria Anali redditività attività svolta generale e per addetto. Generazione e gestione automatica parcella e incas conseguenti Gestione solleciti Report di nte per cliente Report di nte per tipologia diattività Produzione report per liquidazione parcelle e invio a commisone parcelle Gestione dei flus finanziari dello studio gestione budget di cassa Gestione agenda Scadenzario attività Agenda per ngolo utente Agenda di studio e di gruppo Attività di formazione/ formaz. Profesonale continua Gestione Contab. di studio Collegamento con parcellazione Generazione solleciti mulazione menli reddito/imposte per profesonisti Gestione incas/tesoreria studio Gestione dei flus finanziari dello studio gestione budget di cassa Gestione report per attività e per profesonista Gestione archivi di studio Per il cliente Libri sociali Clienti Documenti sociali Per lo studio Gestione biblioteca Testi e riviste fotocopiati (ritagliato, fotocopiato, perso ) Certificazione di qualità Identificzione proces Organizzazione documenti operativi Indicazione procedure Individuazione non conformità Aiuto nella generazione del manuale della qualità Aiuto nelle verifiche periodiche Caratteristiche del fornitore Dimenoni N. Installazioni Servizi di Help Desk Costo indicativo installazione (escludendo il n di utenti) Erogazione servizi di supporto all installazione/training pre e post go-live Caratteristiche tecniche Tipo architettura stema Operativo Dimenonamento hardware Numero masmo utenti Modulabilità (posbilità di attivare una sola o più aree) Collegamenti con web Integrazione con procedure Semplicità di installazione Difficoltà e tempi per la messa a regime del software Disponibilità manuale operativo

58 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Cliente/Mandato Dati anagrafici (indirizzo, PIVA, Riferimenti contatto, modalità di pagamento, ) Tracciabilità incontri/contatti col cliente Gestione stato del cliente (attivo, non attivo, in contenzioso,..) Integrazione con altre procedure Posbilità di importare dati Acquizione storico del cliente Mandato di consulenza Estenza di schemi e modelli di gestione del mandato e generazione procedure conseguenti. Posbilità di report vari circa attività da svolgere e svolta. Modulistica privacy Non impostatata in xbook, ma nel sw privacy No ( veda anche il sw VL Privacy) da valutare in base al formato No 1a

59 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV- DATEV- Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Cliente/Mandato Dati anagrafici (indirizzo, PIVA, Riferimenti contatto, modalità di pagamento, ) Tracciabilità incontri/contatti col cliente Gestione stato del cliente (attivo, non attivo, in contenzioso,..) Integrazione con altre procedure Posbilità di importare dati Acquizione storico del cliente Mandato di consulenza Estenza di schemi e modelli di gestione del mandato e generazione procedure conseguenti. Posbilità di report vari circa attività da svolgere e svolta. Modulistica privacy SI SI SI Datev + MS Office SI SI SI SI SI 1b

60 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Il XBook Il Sole Sole XBook ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Organizzazione Identificazione aree critiche. Identificazione della gerarchia e dei responsabili di funzione Definizione dei rapporti interni allo studio Estenza di schemi e modelli di gestione delle manoni e generazione procedure conseguenti. Generazione di un processo di feed back Anali degli errori ed identificazione delle procedure per evitarli Archivio del personale Timesheet per calendario attività di studio e gestione ferie Distribuzione carichi di lavoro Strumenti : Archiviazione ottica pratiche Fax in rete Gestione posta elettronica: indirizzi E mail Portale internet no no no no no no no No No No No No No No No No No 2a

61 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Organizzazione Identificazione aree critiche. Identificazione della gerarchia e dei responsabili di funzione Definizione dei rapporti interni allo studio Estenza di schemi e modelli di gestione delle manoni e generazione procedure conseguenti. Generazione di un processo di feed back Anali degli errori ed identificazione delle procedure per evitarli Archivio del personale Timesheet per calendario attività di studio e gestione ferie Distribuzione carichi di lavoro Strumenti : Archiviazione ottica pratiche Fax in rete Gestione posta elettronica: indirizzi E mail Portale internet SI SI SI SI SI SI SI SI SI NO SI SI colleg. Zetafax SI SI 2b

62 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI XBook XBook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Pratiche Gestione iter delle pratiche ordinarie e straordinarie Gestione preventiva e consuntiva delle pratiche Attività di scheduling Gestione della consuntivazione dei tempi e delle attività Posbilità di anali del project planning rapportato alle deadlines Flesbilità nella definizione di rapporti di varia natura fra attività svolte, addetti e clienti. Estenza di schemi e modelli di gestione della pratica e generazione procedure conseguenti. Posbilità di report vari circa attività da svolgere e svolta. Protocollazione pratica Distribuzione interna pratiche parziale parziale parziale parziale No No parziale parziale No No No 3a

63 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Pratiche Gestione iter delle pratiche ordinarie e straordinarie Gestione preventiva e consuntiva delle pratiche Attività di scheduling Gestione della consuntivazione dei tempi e delle attività Posbilità di anali del project planning rapportato alle deadlines Flesbilità nella definizione di rapporti di varia natura fra attività svolte, addetti e clienti. Estenza di schemi e modelli di gestione della pratica e generazione procedure conseguenti. Posbilità di report vari circa attività da svolgere e svolta. Protocollazione pratica Distribuzione interna pratiche SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI 3b

64 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Rendiconti e Parcellazione Generazione automatica di rendiconti dell attività svolta. Valorizzazione automatica/ manuale dei rendiconti Gestione anticipazioni cliente Definizione tariffari profesonali e fatturazione forfettaria Anali redditività attività svolta generale e per addetto. Generazione e gestione automatica parcella e incas conseguenti Gestione solleciti Report di nte per cliente Report di nte per tipologia di attività Produzione report per liquidazione parcelle e invio a commisone parcelle Gestione dei flus finanziari dello studio gestione budget di cassa con altra applic. Integr. con altra applic. Integr. con altra applic. Integr. no No No No 4a

65 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV- DATEV- Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Rendiconti e Parcellazione Generazione automatica di rendiconti dell attività svolta. Valorizzazione automatica/ manuale dei rendiconti Gestione anticipazioni cliente Definizione tariffari profesonali e fatturazione forfettaria Anali redditività attività svolta generale e per addetto. Generazione e gestione automatica parcella e incas conseguenti Gestione solleciti Report di nte per cliente Report di nte per tipologia di attività Produzione report per liquidazione parcelle e invio a commisone parcelle Gestione dei flus finanziari dello studio gestione budget di cassa SI SI SI SI SI SI NO SI SI NO NOI NO SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI (produzione report) SI (gestione cassa anticip.) NO 4b

66 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Agenda Scadenzario attività Agenda per ngolo utente Agenda di studio e di gruppo Attività di formazione/ formaz. Profesonale continua no OK OK OK No 5a

67 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV- DATEV- Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Agenda Scadenzario attività Agenda per ngolo utente Agenda di studio e di gruppo Attività di formazione/ formaz. Profesonale continua Integr. MS Office Integr. MS Office Integr. MS Office NO 5b

68 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Contabilità di Studio Collegamento con parcellazione Generazione solleciti con altra applic. Integr., collegato con VLGestione Contabile No mulazione menli reddito/imposte per profesonisti Gestione incas/tesoreria studio Gestione dei flus finanziari dello studio gestione budget di cassa Gestione report per attività e per profesonista no con altra applic. Integr. con altra applic. Integr. no, veda VLGestione Contabile No No No 6a

69 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Contabilità di Studio Collegamento con parcellazione Generazione solleciti No mulazione menli reddito/imposte per profesonisti Gestione incas/tesoreria studio Gestione dei flus finanziari dello studio gestione budget di cassa Gestione report per attività e per profesonista No No No No (gest.cassa antic.) No 6b

70 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Archivi di Studio Per il cliente Libri sociali Clienti Documenti sociali solo movimentazio ne Per lo studio Gestione biblioteca Testi e riviste fotocopiati (ritagliato, fotocopiato, perso ) 7a

71 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Archivi di Studio Per il cliente Libri sociali Clienti Documenti sociali Per lo studio Gestione biblioteca Testi e riviste fotocopiati (ritagliato, fotocopiato, perso ) No No No No No No No 7b

72 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Strumenti hardware e software di aiuto per la gestione dello studio Centralini telefonici intelligenti Fax in rete Posta elettronica Portale internet Archiviaizone ottica no con altre applic. Integr. NO integrabili se accesbili via ODBC Software : Presentazione software houses 8a

73 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Strumenti hardware e software di aiuto per la gestione dello studio Centralini telefonici intelligenti No Fax in rete Posta elettronica Portale internet Archiviaizone ottica No No No (con Zfax) Software : Presentazione software houses 8b

74 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Certificazione di qualità Identificzione proces Organizzazione documenti operativi Indicazione procedure Individuazione non conformità Aiuto nella generazione del manuale della qualità Aiuto nelle verifiche periodiche no No No No No No No No No No 9a

75 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Certificazione di qualità Identificzione proces Organizzazione documenti operativi Indicazione procedure Individuazione non conformità Aiuto nella generazione del manuale della qualità Aiuto nelle verifiche periodiche No 9b

76 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Caratteristiche tecniche Tipo architettura stema Operativo Dimenonamento hardware Numero masmo utenti Modulabilità (posbilità di attivare una sola o più aree) Collegamenti con web Integrazione con procedure Semplicità di installazione Difficoltà e tempi per la messa a regime del software Windows 64 bit no Da definire in relazione agli obiettivi VB/Acce ss Windows 32 bit No limite SI SI SI SI No Relazionale / Documentale Tutti ambiente Windows Da analizzare Ogni volta o Modalità ASP 1.000, nativa Dipende dai Moduli Disponibilità manuale operativo No 10a

77 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV DATEV OSRA OSRA Caratteristiche tecniche Tipo architettura stema Operativo Dimenonamento hardware Numero masmo utenti Modulabilità (posbilità di attivare una sola o più aree) Collegamenti con web Integrazione con procedure Semplicità di installazione Difficoltà e tempi per la messa a regime del software Client Server Medio NO SI SI SI Media Media Client Server WIN / UNIX / LINUX Dipende da posti di lavoro Illimitato Media Bassa (2-3 giorni) Disponibilità manuale operativo SI 10b

78 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Caratteristiche fornitore Dimenoni N. Installazioni Servizi di Help Desk SI Circa 50 addetti Circa un migliaio, anche in Teleasstenza Costo indicativo installazione (escludendo il n di utenti) Erogazione servizi di supporto all installazione/training pre e post go-live 1000 (escluso avviamento) 300 Euro No Da In base ai moduli E agli utenti, sempre 11a

79 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Caratteristiche fornitore Dimenoni N. Installazioni Servizi di Help Desk Costo indicativo installazione (escludendo il n di utenti) Erogazione servizi di supporto all installazione/training pre e post go-live Diffuone nazionale / asstenza locale b

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti A.S.L. TO4 Piano della performance ed obiettivi - S.C. Affari Generali Direttore: Dott.ssa Carla CIAMPORCERO FOR Sviluppare le attività di formazione su appropriatez prescrittiva farmaci e prestazioni

Dettagli

Molto più di un Gestionale!

Molto più di un Gestionale! Molto più di un Gestionale! Controllo completo di Tempo, Pratiche Documenti, Risorse e Performance di Studio per Commercialisti e Consulenti del Lavoro Edizione 2009 Il Sistema Un solido background Il

Dettagli

DUAL RC professionale

DUAL RC professionale P.I. LINE - tailor made DUAL RC professionale Proposta di assicurazione per la Responsabilità Civile Professionale di Commercialisti, Tributaristi, Avvocati Consulenti del Lavoro, Società di Servizi (EDP)

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

LA DEFINIZIONE E LA RAPPRESENTAZIONE DEI PROCESSI: PRINCIPI DI BUSINESS PROCESS REENGINEERING (BPR)

LA DEFINIZIONE E LA RAPPRESENTAZIONE DEI PROCESSI: PRINCIPI DI BUSINESS PROCESS REENGINEERING (BPR) La definizione e la rappresentazione dei proces: principi di buness process reengineering (BPR) LA DEFINIZIONE E LA RAPPRESENTIONE DEI PROCESSI: PRINCIPI DI BUSINESS PROCESS REENGINEERING (BPR) Giovanni

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

2006 02 09 Sottocomitato per lo schema SCR 2006 02 28 Comitato di Accreditamento COMITATO DI ACCREDITAMENTO. Accreditamento RT-12

2006 02 09 Sottocomitato per lo schema SCR 2006 02 28 Comitato di Accreditamento COMITATO DI ACCREDITAMENTO. Accreditamento RT-12 Via Saccardo, 9 I-20134 MILANO Tel.: + 39 022100961 Fax: + 39 0221009637 Sito Internet: www.sincert.it E-mail: sincert@sincert.it C.F./P.IVA 10540660155 Titolo Sigla RT-12 Revisione 01 Data approvazioni

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Software di gestione delle partecipate per l ente l

Software di gestione delle partecipate per l ente l Software di gestione delle partecipate per l ente l locale Obiettivo Governance Le necessità di governo del sistema delle partecipate comportano l esigenza di dotarsi di un software adeguato, che permetta

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o Gli Indicatori di Processo Come orientare un azienda al miglioramento continuo Formazione 18 Novembre 2008 UN CIRCOLO VIRTUOSO Miglioramento continuo del sistema di gestione per la qualità Clienti Gestione

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA ITALIA ALLEGATO III ELEMENTI SALIENTI DELLA PROPOSTA DI SI.GE.CO 2014 2020 SOMMARIO 1. Principi generali dei sistemi di gestione e controllo (FESR, FSE, FEAMP)... 3 1.1 Autorità di gestione... 3 1.1.1

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Patrimoni destinati ad uno specifico affare A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Riferimenti normativi D.Lgs. Numero 6 del 17 gennaio 2003 Introduce con gli articoli 2447-bis e seguenti del

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Codice Etico Rev. 03 Versione del 21/01/2013 Approvato della Giunta Esecutiva del 18/02/2013 Ratificato del Consiglio Direttivo entro il

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL)

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Guida operativa Ottobre 2003 1 SOMMARIO Presentazione pag. 4 Premessa (da Linee Guida UNI-INAIL) pag. 5 A. Finalità (da

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO. dott.ssa Annaluisa Palma 1

IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO. dott.ssa Annaluisa Palma 1 IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO dott.ssa Annaluisa Palma 1 Indice Il budget: documenti amministrativi in cui si estrinseca; Forma e contenuti del budget degli investimenti; Gli scopi

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

AREA STRATEGICA 2 - ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA' AMMINISTRATIVE E DI GESTIONE

AREA STRATEGICA 2 - ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA' AMMINISTRATIVE E DI GESTIONE OBIETTIVO OPERATIVO DESCRIZIONE ATTIVITA' SOGGETTI RESPONSABILI INDICATORI TARGET 2.1.1 2.1.2 Ottimizzazione della Struttura Organizzativa Adozione di un nuovo Organigramma e Funzionigramma della Direzione

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli:

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: 2. IL PROCESSO DI VALUTAZIONE 2.1. Gli attori del processo di valutazione Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: Direttore dell Agenzia delle Entrate.

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

- MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito

- MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito Pagina 1 di 13 - MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito SOMMARIO MZ GROUP pag. 3 MZ CONGRESSI S.RL. pag. 4 PIANIFICAZIONE 1. Scelta della sede congressuale pag. 5 2. Gestione pratica ECM (Educazione

Dettagli