Organizzazione degli studi professionali e certificazione di Qualità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Organizzazione degli studi professionali e certificazione di Qualità"

Transcript

1 Commisone informatica Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di Qualità Relatori: Dott. Mauro Coazzoli - Dott. Carlo Corbella - Dott. Gianluca De Vecchi - Dott.ssa Daniela Marino Dott, Luca Pierini Rag. Laura Restelli

2 Indice Introduzione: l organizzazione di studio verso una certificazione di qualità Identificazione proces operativi di studio Identificazione regole di base Mappatura delle regole sui proces operativi Guida alla selezione di un software di gestione e anali comparativa di alcuni prodotti sw Certificazione di qualità

3 Indice Introduzione: l organizzazione di studio verso una certificazione di qualità Identificazione proces operativi di studio Identificazione regole di base Mappatura delle regole sui proces operativi Guida alla selezione di un software di gestione e anali comparativa di alcuni prodotti sw Certificazione di qualità

4 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Strutturar per migliorare Comprender per migliorare Metaregole per migliorare Informatica per migliorare Verso una certificazione di qualità

5 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Strutturar per migliorare Perchè? Elementi Esogeni Elementi Endogeni Complestà ambientale Elevata concorrenza stema sanzionatorio Impozione degli Enti Pubblici Complestà procedurale Difendibilità del turnover del personale Creazione di una cultura di studio Stress

6 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Strutturar per migliorare La strutturazione procedurale permette di gestire gli eventi con meno incertezze sul piano del risultato, permettendo una progresva crescita incrementale in termini di profesonalità e cura del cliente, mantenendo al contempo sotto controllo ogni conflittualità esterna. La stematicità permette di lavorare meglio ed in modo più sereno Ovviamente la stematicità non è una panacea ed è applicabile ad una parte delle molteplici attività che vengono svolte in uno studio.

7 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Comprender per migliorare Per poter strutturare, e quindi migliorare, bisogna per prima cosa comprendere se stes, il proprio studio ed il proprio metodo di lavoro La scompozione della complestà operativa quotidiana in proces operativi minori permette la codifica, l anali metodologica, l identificazione di ngoli sottoinemi che una volta ridotti ad unità elementari possono essere riassemblate in un percorso codificato nei tempi, nei modi e nelle persone che permette di individuare eventuali aree di miglioramento posbili, anche in modo incrementale o per tentativi succesvi.

8 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Metaregole per migliorare Identificando delle regole base, da noi definite metaregole, con cui strutturare la gestione delle attività dello studio, è posbile compiere un deciso passo avanti nella strutturazione delle attività e dei proces dello Studio tratta di un metodo di anali dei proces che ne permette, infine, una ripetibilità ed una comparazione

9 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Informatica per migliorare Quale migliore strumento per strutturar dell utilizzo di stemi informativi? tratta di elementi già presenti e spesso indispensabili per il nostro lavoro Il loro padroneggiamento è oramai diffuso ma sovente in correlazione inversa con l età delle persone tratta di una via senza via di ritorno Alcune aziende che creano software ci hanno già pensato ed estono prodotti validi, seppure con alcuni limiti

10 Organizzazione degli studi profesonali e certificazione di qualità Verso una certificazione di qualità Una semplice conderazione: il frutto di tutto quanto esposto rende posbile con pochi ulteriori passaggi il raggiungimento di una certificazione di qualità, obiettivo da interpretare come bollino di fregio da spendere in termini di marketing con i propri clienti, ma anche come raggiungimento di un livello elevato del proprio lavoro

11 Indice Introduzione: l organizzazione di studio verso una certificazione di qualità Identificazione proces operativi di studio Identificazione regole di base Mappatura delle regole sui proces operativi Guida alla selezione di un software di gestione e anali comparativa di alcuni prodotti sw Certificazione di qualità

12 I Proces Operativi In un mercato globale i servizi offerti dagli studi profesonali diventano sempre più specialistici e richiedono quindi modelli organizzativi adeguati. Abbiamo cercato in questa trattazione di identificare i proces operativi che svolgono in uno studio profesonale al fine di impostare un modello organizzativo efficiente. Un processo operativo è un ineme di operazioni elementari (o regole) e di attività organizzate per il raggiungimento di un obiettivo.

13 La clasficazione delle attività di di studio Per comprendere i proces operativi, dobbiamo analizzare le attività dello studio. Continuative Cicliche Stagionali

14 Identificazione dei proces operativi La mappatura dei proces operativi Confronto Confronto tra tra processo processo ideale ideale e realtà realtà I I proces proces primari primari e di di supporto supporto I I proces proces critici critici e prioritari prioritari PROCESSI OPERATIVI I I proces proces senza senza o con con poco poco valore valore aggiunto aggiunto Gli Gli interventi interventi operativi operativi

15 Identificazione dei proces operativi I fattori che condizionano i Proces Operativi Cliente/Mandato Cliente/Mandato Organizzazione Organizzazione Pratiche Pratiche Agenda Agenda Rendiconti/parcellazione PROCESSI OPERATIVI Archivi Archivi di di studio studio Contabilità Contabilitàdi di studio studio Certificazione Certificazione di di qualità qualità

16

17

18

19

20 I Proces di determinazione del margine dell attività profesonale La determinazione del margine riferito all attività profesonale richiede la scompozione della struttura profesonale in centri di attività che, tenendo conto delle competenze tecniche e profesonali e dell integrazione studio-cliente, possano essere sufficientemente omogenee da tradur in risultati di margine gnificativi e comparabili.

21

22

23 Indice Introduzione: l organizzazione di studio verso una certificazione di qualità Identificazione proces operativi di studio Identificazione regole di base Mappatura delle regole sui proces operativi Guida alla selezione di un software di gestione e anali comparativa di alcuni prodotti sw Certificazione di qualità

24 Identificazione regole di base Avere un stema di qualità deontologia profesonale perizia che tende all eccellenza etica profesonale formazione ed aggiornamento continui fare qualità senza saperlo Formalizzare un stema di qualità organizzazione che garantisce l affidabilità e la continuità delle prestazioni

25 Identificazione regole di base Norme I.S.O. ISPIRAZIONE ISOLARE CONTENUTI GESTIONE RISORSE E CONTROLLI PIU TEMPO A DISPOSIZIONE

26 Identificazione regole di base Qualità Grado in cui un ineme di caratteristiche soddisfa i requiti Approccio per proces Attuare, gestire e migliorare l efficacia dei proces Orientamento ai risultati Attenzione rivolta al cliente

27 Identificazione regole di base Evidenziare il flusso delle principali attività di una organizzazione individuando gli elementi in ingresso curandone la loro trasformazione in elementi in uscita mediante l applicazione di attività Responsabilità della Direzione Gestione delle risorse Misure e miglioramento Requiti del Cliente Realizzazione del Prodotto Soddisfazione del cliente

28 Identificazione regole di base Le azioni che un organizzazione deve porre in essere al fine di realizzare un approccio per proces sono le seguenti: IDENTIFICAZIONE dei proces suoi propri INDIVIDUAZIONE sequenze e interazioni tra i proces PIANIFICAZIONE dei proces in funzione dei requiti RACCOLTA della documentazione di supporto MISURAZIONE dei proces mediante indicatori MONITORAGGIO e ANALISI dei proces MIGLIORAMENTO dei proces in termini di efficacia

29 Identificazione regole di base 1. Mandato (richiesta del cliente verbale o scritta) 2. Scelta del profesonista responsabile 3. Raccolta documenti e esame pratica (sesoni con il cliente, il responsabile e l addetto o praticante) 4. Studio pratica da parte dell addetto 4 bis. Controllo da parte del responsabile 5. Redazione prodotto 5 bis. Controllo da parte del titolare 6. (nei ca più comples) invio bozza al cliente 7. (nei ca più comples) ritorno bozza dal cliente

30 Identificazione regole di base 8. (nei ca più comples) richiesta ulteriori informazioni 9. (nei ca più comples) ulteriori approfondimenti 10. (nei ca più comples) Elaborazione finale prodotto 10 bis. (nei ca più comples) Controllo del Titolare 11. Chiusura pratica 12. Parcellazione 13. Archiviazione

31 Indice Introduzione: l organizzazione di studio verso una certificazione di qualità Identificazione proces operativi di studio Identificazione regole di base Mappatura delle regole sui proces operativi Guida alla selezione di un software di gestione e anali comparativa di alcuni prodotti sw Certificazione di qualità

32 Mappatura delle regole sui proces operativi Riprendiamo il quadro di ineme dei Proces Operativi: Cliente/Mandato Cliente/Mandato Organizzazione Organizzazione Archivi Archivi di di studio studio Pratiche Pratiche Agenda Agenda Rendiconti/parcellazione Contabilità Contabilitàdi di studio studio Certificazione Certificazione di di qualità qualità

33 Mappatura delle regole sui proces operativi

34 Mappatura delle regole sui proces operativi

35 Mappatura delle regole sui proces operativi

36 Mappatura delle regole sui proces operativi

37 Mappatura delle regole sui proces operativi

38 Mappatura delle regole sui proces operativi

39 Mappatura delle regole sui proces operativi

40 Mappatura delle regole sui proces operativi

41 Mappatura delle regole sui proces operativi

42 Mappatura delle regole sui proces operativi

43 Mappatura delle regole sui proces operativi

44 Mappatura delle regole sui proces operativi

45 Mappatura delle regole sui proces operativi

46 Mappatura delle regole sui proces operativi

47 Mappatura delle regole sui proces operativi

48 Mappatura delle regole sui proces operativi

49 Indice Introduzione: l organizzazione di studio verso una certificazione di qualità Identificazione proces operativi di studio Identificazione regole di base Mappatura delle regole sui proces operativi Guida alla selezione di un software di gestione e anali comparativa di alcuni prodotti sw Certificazione di qualità

50 Guida alla selezione di un software Perchè valutare un software per la gestione dello studio tuazione tuazione nella nella quale quale possono possono trovar trovar studi studi profesonali profesonali anche anche di di grandi grandi dimenoni dimenoni e e con con attività attività diverisficate diverisficate (alcuni (alcuni esempi) esempi) Proces manuali parzialmente coperti da software di gestione, differenti software supportano differenti proces tra loro strettamente e necessariamente legati Limitati e costo link tra I stemi e di conseguenza limitato e costoso reperimento e integrazione delle informazioni gnificativi ritardi nell accumulo dei dati Gestione pratiche tuazione tuazione auspicata auspicata dopo dopo l adozione l adozione di di un un software software a a supporto supporto della della gestione gestione I proces di studio sono più integrati e controllati Le informazioni non sono più isolate e permettono la delega controllata delle attività Più semplice gestire le procedure che permettono di collegare I proces off-line (vale a dire quelli non direttamente gestiti attraverso un software) Anagrafiche clienti Gestione pratiche Anagrafiche clienti INFO SYSTEM INFO SYSTEM Contabilità di studio Archivio Contabilità di studio Arcgivi

51 Guida alla selezione di un software costruisce la torta dell efficienza fetta a fetta... Parcellazione Anagrafica clienti EFFICIENZA Gestione delle pratiche Il software di gestione è soprattutto il mezzo con cui effettuare l integrazione delle fette come richiesto/ necessario allo studio I/S Parcellazione Pratiche Agenda...

52 Guida alla selezione di un software La TECNOLOGIA: utile ed efficace strumento di ORGANIZZAZIONE interna La TECNOLOGIA: strumento di relazione con i clienti La TECNOLOGIA: leva per introdurre, favorire, assecondare il CAMBIAMENTO verso lo STUDIO VIRTUALE L ORGANIZZAZIONE e le PERSONE Le COMPETENZE e le REGOLE PROFESSIONALI La QUALITA

53 Guida alla selezione di un software Abbiamo pensato di diproporre una unaguida guidaragionata alla alla conoscenza dei deisoftware di digestione principali sul sulmercato per per indirizzare l anali delle delleegenze del del proprio studio studio Necestà di mantenere un approccio di tipo analitico nell evidenziare i fabbisogni di studio, i vincoli portati dai software e misurare i vantaggi nella strutturazione delle informazioni Opportunità di effettuare una anali preventiva della copertura funzionale dei software disponibili sul mercato Ottenimento di maggiori garanzie di adeguatezza della scelta Verifica più semplice della rispondenza della scelta del software e completamento dell architettura applicativa con eventuali soluzioni satelliti specializzate La scelta non è mai completamente oggettiva in quanto è effettuata ponderando secondo parametri necessariamente arbitrari l importanza dei diver criteri di confronto

54 Guida alla selezione di un software Cenni sulle fa progettuali per l implementazione di un stema gestionale Anali di fattibilità Copertura funzionale Anali costi/benefici Disegno Innovazione tecnologica Formazione utenti Ri organizzazione Disegno dei proces di studio Implementazione Utilizzo del stema Miglioramenti continui Gestione

55 Guida alla selezione di un software La conduzione del programma Trasformare/ Migliorare il modello di funzionamento Con un giusto e controllato dispendio di tempo e di attenzione.. SOFTWARE SCREENING E ANALISI DI FATTIBILITA Stabilmente e controllando i rischi di percorso.. con il supporto di un Partner esterno affidabile

56 Guida alla selezione di un software Aree di impatto ed elementi che devono essere tenuti in conderazione per l anali del sofware più adatto PROCESSI PERSONE INFRASTRUTTURA TECNICA

57 Anali comparativa Mappatura dei Proces Operativi sul software di gestione QUESTIONARIO INFORMATIVO ANALISI COMPARATIVA SISTEMI STUDIO: OSRA: ZUCCHETTI: DATEV XXXX XXXX XXXX Gestione cliente mandato Dati anagrafici. (indirizzo, PIVA, Riferimenti contatto, modalità di pagamento, ) Tracciabilità incontri/contatti col cliente Gestione stato del cliente (attivo, non attivo, in contenzioso,..) Integrazione con altre procedure Posbilità di importare dati Acquizione storico del cliente Mandato di consulenza Estenza di schemi e modelli di gestione del mandato e generazione procedure conseguenti. Posbilità di report vari circa attività da svolgere e svolta. Modulistica privacy Organizzazione Identificazione aree critiche. Gestione pratiche Gestione rendiconti e parcellazione Identificazione della gerarchia e dei responsabili di funzione Definizione dei rapporti interni allo studio Estenza di schemi e modelli di gestione delle manoni e generazione procedure conseguenti. Generazione di un processo di feed back Anali degli errori ed identificazione delle procedure per evitarli Archivio del personale Timesheet per calendario attività di studio e gestione ferie Distribuzione carichi di lavoro Archiviazione ottica pratiche Fax in rete Gestione posta elettronica: indirizzi E mail Portale internet Gestione iter delle pratiche ordinarie e straordinarie Gestione preventiva e consuntiva delle pratiche Attività di scheduling Gestione della consuntivazione dei tempi e delle attività Posbilità di anali del project planning rapportato alle deadlines Flesbilità nella definizione di rapporti di varia natura fra attività svolte, addetti e clienti. Estenza di schemi e modelli di gestione della pratica e generazione procedure conseguenti. Posbilità di report vari circa attività da svolgere e svolta. Protocollazione pratica Distribuzione interna pratiche Generazione automatica di rendiconti dell attività svolta. Valorizzazione automatica/ manuale dei rendiconti Gestione anticipazioni cliente Definizione tariffari profesonali e fatturazione forfettaria Anali redditività attività svolta generale e per addetto. Generazione e gestione automatica parcella e incas conseguenti Gestione solleciti Report di nte per cliente Report di nte per tipologia diattività Produzione report per liquidazione parcelle e invio a commisone parcelle Gestione dei flus finanziari dello studio gestione budget di cassa Gestione agenda Scadenzario attività Agenda per ngolo utente Agenda di studio e di gruppo Attività di formazione/ formaz. Profesonale continua Gestione Contab. di studio Collegamento con parcellazione Generazione solleciti mulazione menli reddito/imposte per profesonisti Gestione incas/tesoreria studio Gestione dei flus finanziari dello studio gestione budget di cassa Gestione report per attività e per profesonista Gestione archivi di studio Per il cliente Libri sociali Clienti Documenti sociali Per lo studio Gestione biblioteca Testi e riviste fotocopiati (ritagliato, fotocopiato, perso ) Certificazione di qualità Identificzione proces Organizzazione documenti operativi Indicazione procedure Individuazione non conformità Aiuto nella generazione del manuale della qualità Aiuto nelle verifiche periodiche Caratteristiche del fornitore Dimenoni N. Installazioni Servizi di Help Desk Costo indicativo installazione (escludendo il n di utenti) Erogazione servizi di supporto all installazione/training pre e post go-live Caratteristiche tecniche Tipo architettura stema Operativo Dimenonamento hardware Numero masmo utenti Modulabilità (posbilità di attivare una sola o più aree) Collegamenti con web Integrazione con procedure Semplicità di installazione Difficoltà e tempi per la messa a regime del software Disponibilità manuale operativo

58 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Cliente/Mandato Dati anagrafici (indirizzo, PIVA, Riferimenti contatto, modalità di pagamento, ) Tracciabilità incontri/contatti col cliente Gestione stato del cliente (attivo, non attivo, in contenzioso,..) Integrazione con altre procedure Posbilità di importare dati Acquizione storico del cliente Mandato di consulenza Estenza di schemi e modelli di gestione del mandato e generazione procedure conseguenti. Posbilità di report vari circa attività da svolgere e svolta. Modulistica privacy Non impostatata in xbook, ma nel sw privacy No ( veda anche il sw VL Privacy) da valutare in base al formato No 1a

59 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV- DATEV- Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Cliente/Mandato Dati anagrafici (indirizzo, PIVA, Riferimenti contatto, modalità di pagamento, ) Tracciabilità incontri/contatti col cliente Gestione stato del cliente (attivo, non attivo, in contenzioso,..) Integrazione con altre procedure Posbilità di importare dati Acquizione storico del cliente Mandato di consulenza Estenza di schemi e modelli di gestione del mandato e generazione procedure conseguenti. Posbilità di report vari circa attività da svolgere e svolta. Modulistica privacy SI SI SI Datev + MS Office SI SI SI SI SI 1b

60 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Il XBook Il Sole Sole XBook ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Organizzazione Identificazione aree critiche. Identificazione della gerarchia e dei responsabili di funzione Definizione dei rapporti interni allo studio Estenza di schemi e modelli di gestione delle manoni e generazione procedure conseguenti. Generazione di un processo di feed back Anali degli errori ed identificazione delle procedure per evitarli Archivio del personale Timesheet per calendario attività di studio e gestione ferie Distribuzione carichi di lavoro Strumenti : Archiviazione ottica pratiche Fax in rete Gestione posta elettronica: indirizzi E mail Portale internet no no no no no no no No No No No No No No No No No 2a

61 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Organizzazione Identificazione aree critiche. Identificazione della gerarchia e dei responsabili di funzione Definizione dei rapporti interni allo studio Estenza di schemi e modelli di gestione delle manoni e generazione procedure conseguenti. Generazione di un processo di feed back Anali degli errori ed identificazione delle procedure per evitarli Archivio del personale Timesheet per calendario attività di studio e gestione ferie Distribuzione carichi di lavoro Strumenti : Archiviazione ottica pratiche Fax in rete Gestione posta elettronica: indirizzi E mail Portale internet SI SI SI SI SI SI SI SI SI NO SI SI colleg. Zetafax SI SI 2b

62 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI XBook XBook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Pratiche Gestione iter delle pratiche ordinarie e straordinarie Gestione preventiva e consuntiva delle pratiche Attività di scheduling Gestione della consuntivazione dei tempi e delle attività Posbilità di anali del project planning rapportato alle deadlines Flesbilità nella definizione di rapporti di varia natura fra attività svolte, addetti e clienti. Estenza di schemi e modelli di gestione della pratica e generazione procedure conseguenti. Posbilità di report vari circa attività da svolgere e svolta. Protocollazione pratica Distribuzione interna pratiche parziale parziale parziale parziale No No parziale parziale No No No 3a

63 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Pratiche Gestione iter delle pratiche ordinarie e straordinarie Gestione preventiva e consuntiva delle pratiche Attività di scheduling Gestione della consuntivazione dei tempi e delle attività Posbilità di anali del project planning rapportato alle deadlines Flesbilità nella definizione di rapporti di varia natura fra attività svolte, addetti e clienti. Estenza di schemi e modelli di gestione della pratica e generazione procedure conseguenti. Posbilità di report vari circa attività da svolgere e svolta. Protocollazione pratica Distribuzione interna pratiche SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI 3b

64 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Rendiconti e Parcellazione Generazione automatica di rendiconti dell attività svolta. Valorizzazione automatica/ manuale dei rendiconti Gestione anticipazioni cliente Definizione tariffari profesonali e fatturazione forfettaria Anali redditività attività svolta generale e per addetto. Generazione e gestione automatica parcella e incas conseguenti Gestione solleciti Report di nte per cliente Report di nte per tipologia di attività Produzione report per liquidazione parcelle e invio a commisone parcelle Gestione dei flus finanziari dello studio gestione budget di cassa con altra applic. Integr. con altra applic. Integr. con altra applic. Integr. no No No No 4a

65 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV- DATEV- Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Rendiconti e Parcellazione Generazione automatica di rendiconti dell attività svolta. Valorizzazione automatica/ manuale dei rendiconti Gestione anticipazioni cliente Definizione tariffari profesonali e fatturazione forfettaria Anali redditività attività svolta generale e per addetto. Generazione e gestione automatica parcella e incas conseguenti Gestione solleciti Report di nte per cliente Report di nte per tipologia di attività Produzione report per liquidazione parcelle e invio a commisone parcelle Gestione dei flus finanziari dello studio gestione budget di cassa SI SI SI SI SI SI NO SI SI NO NOI NO SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI (produzione report) SI (gestione cassa anticip.) NO 4b

66 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Agenda Scadenzario attività Agenda per ngolo utente Agenda di studio e di gruppo Attività di formazione/ formaz. Profesonale continua no OK OK OK No 5a

67 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV- DATEV- Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Agenda Scadenzario attività Agenda per ngolo utente Agenda di studio e di gruppo Attività di formazione/ formaz. Profesonale continua Integr. MS Office Integr. MS Office Integr. MS Office NO 5b

68 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Contabilità di Studio Collegamento con parcellazione Generazione solleciti con altra applic. Integr., collegato con VLGestione Contabile No mulazione menli reddito/imposte per profesonisti Gestione incas/tesoreria studio Gestione dei flus finanziari dello studio gestione budget di cassa Gestione report per attività e per profesonista no con altra applic. Integr. con altra applic. Integr. no, veda VLGestione Contabile No No No 6a

69 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Contabilità di Studio Collegamento con parcellazione Generazione solleciti No mulazione menli reddito/imposte per profesonisti Gestione incas/tesoreria studio Gestione dei flus finanziari dello studio gestione budget di cassa Gestione report per attività e per profesonista No No No No (gest.cassa antic.) No 6b

70 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Gestione Archivi di Studio Per il cliente Libri sociali Clienti Documenti sociali solo movimentazio ne Per lo studio Gestione biblioteca Testi e riviste fotocopiati (ritagliato, fotocopiato, perso ) 7a

71 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Gestione Archivi di Studio Per il cliente Libri sociali Clienti Documenti sociali Per lo studio Gestione biblioteca Testi e riviste fotocopiati (ritagliato, fotocopiato, perso ) No No No No No No No 7b

72 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Strumenti hardware e software di aiuto per la gestione dello studio Centralini telefonici intelligenti Fax in rete Posta elettronica Portale internet Archiviaizone ottica no con altre applic. Integr. NO integrabili se accesbili via ODBC Software : Presentazione software houses 8a

73 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Strumenti hardware e software di aiuto per la gestione dello studio Centralini telefonici intelligenti No Fax in rete Posta elettronica Portale internet Archiviaizone ottica No No No (con Zfax) Software : Presentazione software houses 8b

74 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Certificazione di qualità Identificzione proces Organizzazione documenti operativi Indicazione procedure Individuazione non conformità Aiuto nella generazione del manuale della qualità Aiuto nelle verifiche periodiche no No No No No No No No No No 9a

75 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Certificazione di qualità Identificzione proces Organizzazione documenti operativi Indicazione procedure Individuazione non conformità Aiuto nella generazione del manuale della qualità Aiuto nelle verifiche periodiche No 9b

76 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Caratteristiche tecniche Tipo architettura stema Operativo Dimenonamento hardware Numero masmo utenti Modulabilità (posbilità di attivare una sola o più aree) Collegamenti con web Integrazione con procedure Semplicità di installazione Difficoltà e tempi per la messa a regime del software Windows 64 bit no Da definire in relazione agli obiettivi VB/Acce ss Windows 32 bit No limite SI SI SI SI No Relazionale / Documentale Tutti ambiente Windows Da analizzare Ogni volta o Modalità ASP 1.000, nativa Dipende dai Moduli Disponibilità manuale operativo No 10a

77 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV DATEV OSRA OSRA Caratteristiche tecniche Tipo architettura stema Operativo Dimenonamento hardware Numero masmo utenti Modulabilità (posbilità di attivare una sola o più aree) Collegamenti con web Integrazione con procedure Semplicità di installazione Difficoltà e tempi per la messa a regime del software Client Server Medio NO SI SI SI Media Media Client Server WIN / UNIX / LINUX Dipende da posti di lavoro Illimitato Media Bassa (2-3 giorni) Disponibilità manuale operativo SI 10b

78 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità ZUCCHETTI ZUCCHETTI Xbook Xbook Il Il Sole Sole ore VLGS ore VLGS Ala Data System Ala Data System CRM CRM Caratteristiche fornitore Dimenoni N. Installazioni Servizi di Help Desk SI Circa 50 addetti Circa un migliaio, anche in Teleasstenza Costo indicativo installazione (escludendo il n di utenti) Erogazione servizi di supporto all installazione/training pre e post go-live 1000 (escluso avviamento) 300 Euro No Da In base ai moduli E agli utenti, sempre 11a

79 Anali comparativa Check List Gestione studio/ stemi di qualità DATEV - DATEV - Koinos Koinos OSRA OSRA Caratteristiche fornitore Dimenoni N. Installazioni Servizi di Help Desk Costo indicativo installazione (escludendo il n di utenti) Erogazione servizi di supporto all installazione/training pre e post go-live Diffuone nazionale / asstenza locale b

Sistema di gestione UNI EN ISO 9001. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 DEMO PROCEDURE WINPLE

Sistema di gestione UNI EN ISO 9001. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 DEMO PROCEDURE WINPLE Sistema di gestione UNI EN ISO 9001 MANUALE DI QUALITÀ INTRODUZIONE MAN-00 Organizzazione AZIENDA s.p.a. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 Web : www.nomeazienda.it

Dettagli

commercialista, consulente del lavoro XBOOK la soluzione per l'organizzazione dello studio professionale

commercialista, consulente del lavoro XBOOK la soluzione per l'organizzazione dello studio professionale commercialista, consulente del lavoro XBOOK la soluzione per l'organizzazione dello studio professionale XBOOK, valido supporto all attività quotidiana del professionista e dei collaboratori dello studio,

Dettagli

ANNO 2015 ALLEGATO II.1 CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

ANNO 2015 ALLEGATO II.1 CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO 2015 ALLEGATO II.1 CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO IRS EUROPA società cooperativa opera in un mercato estremamente competitivo e fortemente mutevole in cui il successo

Dettagli

Osservatorio Qualità: I contenuti della norma UNI EN ISO 9001: 2000 Parte IV (sintesi del capitolo 6), di Giovanna Stumpo

Osservatorio Qualità: I contenuti della norma UNI EN ISO 9001: 2000 Parte IV (sintesi del capitolo 6), di Giovanna Stumpo Osservatorio Qualità: I contenuti della norma UNI EN ISO 9001: 2000 Parte IV (sintesi del capitolo 6), di Giovanna Stumpo *Avvocato, Pubblicista, Esperta di organizzazione e qualità per gli Studi Legali

Dettagli

Pag. 1 /2 MANUALE SISTEMA DI GESTIONE. Allegato 1 Sequenza dei processi Ed.2 Rev.0 del 22/07/2014 Red. RSG App.DS

Pag. 1 /2 MANUALE SISTEMA DI GESTIONE. Allegato 1 Sequenza dei processi Ed.2 Rev.0 del 22/07/2014 Red. RSG App.DS Pag. 1 /2 Allegato 1 Sequenza dei processi Ed.2 Rev.0 del 22/07/2014 Red. RSG App.DS Pag. 1 /2 Allegato 1 Sequenza dei processi Ed.2 Rev.0 del 22/07/2014 Red. RSG App.DS Processo Indicatore Valore misurabile

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE PER LA QUALITA'

MANUALE DI GESTIONE PER LA QUALITA' Edizione 2 MANUALE DELLA QUALITA Copertina rev. 2 Settembre 03 Pagina 1/1 PROVINCIA DI PADOVA SETTORE SISTEMI INFORMATIVI Piazza Antenore 3 35121 Padova MANUALE DI GESTIONE PER LA QUALITA' Copia controllata

Dettagli

Sezione 4 Requisiti Gestionali

Sezione 4 Requisiti Gestionali INDICE Sezione 4 Requisiti Gestionali 4.1 Organizzazione... 2 4.1.1 Organigramma funzionale... 3 4.1.2 Quadro Mansioni e Competenze... 4 4.2 Sistema di Gestione Qualità... 6 4.2.1 Gestione della Politica

Dettagli

Software gestionale Produzione Hotel line Line Hotel DSS E-busines Decision system support Assistenza Taglie e Colori Sales Carr

Software gestionale Produzione Hotel line Line Hotel DSS E-busines Decision system support Assistenza Taglie e Colori Sales Carr Software gestionale Completo, capace di adattar a molteplici egenze e necestà aziendali con la posbilità di personalizzare la configurazione del programma. Produzione Un prodotto in grado di soddisfare

Dettagli

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA TECSEO S.R.L. 1/9 1-LIVELLO STRATEGICO La Carta della Qualità dell offerta formativa della Società Tecseo srl si pone come obiettivo quello di rendere note, in

Dettagli

Un esempio di manuale operativo: la gestione della norma ISO 14001 nel settore delle tipografie

Un esempio di manuale operativo: la gestione della norma ISO 14001 nel settore delle tipografie 2 Un esempio di manuale operativo: la gestione della norma ISO 14001 nel settore delle tipografie L esempio di manuale operativo che qui si propone analizza il caso dell azienda tipografica (attività di

Dettagli

LINEA GUIDA PER L APPLICAZIONE ALLE ATTIVITA SVOLTE DA UNO STUDIO TECNICO PER GEOMETRI

LINEA GUIDA PER L APPLICAZIONE ALLE ATTIVITA SVOLTE DA UNO STUDIO TECNICO PER GEOMETRI COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA MANUALE DI GESTIONE PER LA QUALITÀ LINEA GUIDA PER L APPLICAZIONE ALLE ATTIVITA SVOLTE DA UNO STUDIO TECNICO PER GEOMETRI Il presente Manuale è stato

Dettagli

I lettori che desiderano informarsi sui libri e le riviste da noi pubblicati possono consultare il nostro sito Internet: www.francoangeli.

I lettori che desiderano informarsi sui libri e le riviste da noi pubblicati possono consultare il nostro sito Internet: www.francoangeli. I lettori che desiderano informarsi sui libri e le riviste da noi pubblicati possono consultare il nostro sito Internet: www.francoangeli.it e iscriversi nella home page al servizio Informatemi per ricevere

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI

ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI Allegato 4 ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI Il presente Allegato tecnico, rivolto a tutti gli Enti di formazione già certificati secondo la norma internazionale

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 -

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva del piano di miglioramento gestionale presentato sinteticamente

Dettagli

PROCEDURA ORGANIZZATIVA

PROCEDURA ORGANIZZATIVA PO.08 03 pag. 1 di 13 INDICE: 1. SCOPO 2. APPLICABILITÀ 3. CONFORMITÀ 4. RESPONSABILITÀ 5. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO 6. ACRONIMI UTILIZZATI NELLA PROCEDURA 7. DESCRIZIONE DELLA PROCEDURA 8. MODULISTICA

Dettagli

E. Struttura e organizzazione del sistema

E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E.1 Sistema di gestione L azienda dovrebbe strutturare il SGSL seguendo i contenuti espressi nel presente documento,

Dettagli

Carta della Qualità dell Offerta Formativa Perform

Carta della Qualità dell Offerta Formativa Perform 1. LIVELLO STRATEGICO Carta della Qualità dell Offerta Formativa Perform 1.1 POLITICA DELLA QUALITÀ La dirigenza di Unindustria Perform Srl intende perseguire, quale mission dell Organizzazione, il miglioramento

Dettagli

Figure di Presidio Richieste dall All.II.2: Responsabile Unità Operativa Sede Principale del Sistema di gestione della Qualità Aziendale

Figure di Presidio Richieste dall All.II.2: Responsabile Unità Operativa Sede Principale del Sistema di gestione della Qualità Aziendale Allocazione delle Attività dei responsabili posti a presidio dei processi Aziendali e delle sedi operative di Roma e Cassino, secondo quanto richiesto dalla DGR 968/07 e dall All.II.2, all interno del

Dettagli

PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE

PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE Direttiva M. 27/12/2012 e CM n 8 del 6/3/2013 ANNO SCOLASTICO 2014 2015 La Situazione attuale Il quadro generale della distribuzione degli alunni con BES nel nostro Istituto

Dettagli

MANUALE GESTIONE QUALITÀ SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA

MANUALE GESTIONE QUALITÀ SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA data: 20-07-08 Pagina 1 di 12 Sez. 4 PER LA QUALITA Redazione e Revisione Data Modifiche verifica 0 03-04-03 RGQ - Prof. M.L.Bianchi 1 16-04-03 Tabelle a) e b) 2 29-05-03 Tabella b) e 4.2.3 3 12-07-04

Dettagli

LA NUOVA NORMA ISO 9001:2000 (VISION 2000)

LA NUOVA NORMA ISO 9001:2000 (VISION 2000) LA NUOVA NORMA ISO 9001:2000 (VISION 2000) INTRODUZIONE Il 15 dicembre 2000, come atteso, è entrata puntualmente in vigore la nuova norma relativa ai Sistemi di Gestione della Qualità ISO 9001:2000 (altrimenti

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Breve guida alla conoscenza dei principi del Sistema Gestione Qualità e della norma UNI EN ISO 9001:2008

Breve guida alla conoscenza dei principi del Sistema Gestione Qualità e della norma UNI EN ISO 9001:2008 ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE+ J. NIZZOLA TREZZO SULL ADDA Breve guida alla conoscenza dei principi del Sistema Gestione Qualità e della norma UNI EN ISO 9001:2008 REDAZIONE VERIFICA APPROVAZIONE EMISSIONE

Dettagli

I SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO: GUIDA PRATICA PER L APPLICAZIONE IN AZIENDA

I SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO: GUIDA PRATICA PER L APPLICAZIONE IN AZIENDA Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 10/09/2007. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza è lieta di

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO PROCEDURA PR02 - Audit Interni Edizione 1 Approvata dal Direttore della SC Medicina Legale Emessa dal Referente Aziendale per la Qualità

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE Titolo progetto: Ente: ALDEBRA SPA Indirizzo: VIA LINZ, 13 38121 TRENTO Recapito telefonico: 0461/302400 Indirizzo e-mail: info@aldebra.com Indirizzo

Dettagli

Gestione del personale

Gestione del personale LICEO ERASMO DA ROTTERDAM Gestione del personale Ambito funzionale Gestione delle risorse 1 Liceo Erasmo da Rotterdam PQ04gestione del personale_11_2010rev2 INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE

Dettagli

Organigramma della Società. Job description delle posizioni organizzative aziendali

Organigramma della Società. Job description delle posizioni organizzative aziendali Job description delle posizioni organizzative aziendali BOLOGNA, Marzo 2014 INDICE PRESENTAZIONE... 5 MODELLO ORGANIZZATIVO... 7 JOB DESCRIPTION... 10 PRESIDENTE... 11 DIRETTORE OPERATIVO... 13 Infrastrutture

Dettagli

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS www.btoweb.it L unione tra il know-how gestionale e organizzativo maturato in oltre 12 anni di consulenza e l esperienza nell ambito dell informatizzazione dei processi ha consentito a Sinergest lo sviluppo

Dettagli

Edizione 2010. www.sovedi.it

Edizione 2010. www.sovedi.it Edizione 2010 www.sovedi.it SOVEDI s.r.l. Via Antica, 3-25080 Padenghe sul Garda (BS) email: info@sovedi.it tel: +39 0302076341 CAP.SOC. 51.480,00 - C.F. p.iva 00632180246 SOVEDI nasce nel 1978 a Vicenza.

Dettagli

Sistema di Gestione Sicurezza e Salute sul Lavoro. Manuale del Sistema

Sistema di Gestione Sicurezza e Salute sul Lavoro. Manuale del Sistema Acquedotto Langhe e Alpi Cuneesi SpA Sede legale in Cuneo, Corso Nizza 9 acquedotto.langhe@acquambiente.it www.acquambiente.it SGSL Manuale del SGSL M Rev 01 del 10/06/2013 Sistema di Gestione Sicurezza

Dettagli

Manuale della Qualità

Manuale della Qualità Ministero dell Istruzione, dell Universita e della Ricerca ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE Arturo Malignani Sistema di Gestione per la Qualità Laboratorio Prove Materiali LABORATORIO AUTORIZZATO

Dettagli

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione ALLEGATO IV Capitolato tecnico ISTRUZIONI PER L ATTIVAZIONE A RICHIESTA DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SISTEMISTICA FINALIZZATI ALLA PROGETTAZIONE E

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE AMBIENTALE COMUNE DI OFFIDA

MANUALE DI GESTIONE AMBIENTALE COMUNE DI OFFIDA NOR DI RIFERIMENTO UNI EN ISO 14001:2004 Pagina 1 di 14 NUALE DI GESTIONE COMUNE DI OFFIDA COPIA CONTROLLATA N 01 COPIA NON CONTROLLATA Rev Data Descrizione Rif. Paragr. Rif. pagina Note 0 Mag.2005 Prima

Dettagli

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO PROFESSIONALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: Assistente Amministrativo-Contabile

PROGRAMMA FORMATIVO: Assistente Amministrativo-Contabile PROGRAMMA FORMATIVO: Assistente Amministrativo-Contabile Settore merceologico di riferimento Edilizia Profilo formativo di riferimento I profili previsti nel C.C.N.L. per: - Impiegati Tecnici di 3 Categoria

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Allegato A SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE PREMESSA...3 DEFINIZIONI E CONCETTI BASE...5 Performance...5 Performance organizzativa...5 Performance individuale...5 Obiettivo...6 Obiettivo

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE ottobre 2010 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Scopo delle

Dettagli

Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Integrata: Qualità, Ambiente e Sicurezza

Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Integrata: Qualità, Ambiente e Sicurezza QUALITY FOR MASTER Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Una preparazione meramente teorica, seppur di rilievo, non è più sufficiente per affrontare le complesse dinamiche aziendali.

Dettagli

Incontro Regionale - Firenze, 27 Gennaio 2015

Incontro Regionale - Firenze, 27 Gennaio 2015 Incontro Regionale - Firenze, 27 Gennaio 2015 Versione CLOUD Accessibile via Web (da qualsiasi dispositivo dotato di connessione internet) Versione RESIDENZIALE Installabile su server di Agenzia (Windows

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DELLA QUALITÀ

MANUALE DI GESTIONE DELLA QUALITÀ MANUALE DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Codice MGQ 4 Pag. 1 / 16 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Indice: 4.0 - Oggetto 4.1 - Generalità 4.2 Requisiti relativi alla documentazione 4.3 - Controllo delle registrazioni

Dettagli

ORGANIGRAMMA. STAFF ASP VALLONI allegato a delibera Cda n. 19 del 06.07.2012. Assemblea dei Soci. Collegio dei Revisori.

ORGANIGRAMMA. STAFF ASP VALLONI allegato a delibera Cda n. 19 del 06.07.2012. Assemblea dei Soci. Collegio dei Revisori. ORGANIGRAMMA Collegio dei Revisori Assemblea dei Soci Cda - Presidenza Direzione Generale Amministrazione, Finanza e Controllo di Gestione Risorse Umane, Organizzazione e Qualità Appalti e Forniture Sistemi

Dettagli

: L ORGANIZZAZIONE EFFICIENTE DELLO STUDIO: PERCORSI, METODI E STRUMENTI

: L ORGANIZZAZIONE EFFICIENTE DELLO STUDIO: PERCORSI, METODI E STRUMENTI Titolo Area : L ORGANIZZAZIONE EFFICIENTE DELLO STUDIO: PERCORSI, METODI E STRUMENTI (5 Moduli formativi della durata di 8 Ore cadauno. Percorso formativo completo pari a 40 Ore sui temi concernenti il

Dettagli

C41-1. Il Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSL) CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs.

C41-1. Il Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSL) CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Il Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSL) MODULO C Unità didattica C41-1 CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - ADDETTO ALLA SEGRETERIA - DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

CARTA DI QUALITA. Realizzare i corsi di formazione all avanguardia, che rispecchino le richieste dal mercato del lavoro.

CARTA DI QUALITA. Realizzare i corsi di formazione all avanguardia, che rispecchino le richieste dal mercato del lavoro. 1. LIVELLO STRATEGICO CARTA DI QUALITA Politica della qualità: mission, obiettivi ed impegni. Orienta Direct nasce nel 1994 come società specializzata nella gestione in outsourcing di servizi aziendali

Dettagli

MASTER BREVE MODULO 1 - ORGANIZZAZIONE MODULO 2- TECNOLOGIA MODULO 3 - COMUNICAZIONE

MASTER BREVE MODULO 1 - ORGANIZZAZIONE MODULO 2- TECNOLOGIA MODULO 3 - COMUNICAZIONE MASTER BREVE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza è lieta di presentare la nuova edizione del Master Breve per la gestione dello Studio professionale: MODULO 1 - ORGANIZZAZIONE MODULO 2- TECNOLOGIA

Dettagli

CRM / WEB CRM CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT

CRM / WEB CRM CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT CRM / WEB CRM CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT Il CRM di NTS Informatica Una fidelizzazione del cliente realmente efficace, ed i principi fondamentali alla base della sua

Dettagli

Quando si opera in un mercato

Quando si opera in un mercato Controllo ALLA RICERCA DELL EFFICIENZA: UN SISTEMA INTEGRATO DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO Quando si opera in un mercato competitivo, attraverso un organizzazione complessa, è fondamentale disporre di

Dettagli

Corporate & Enterprise Portal

Corporate & Enterprise Portal Corporate & Enterprise Portal È una piattaforma applicativa che, tramite un portale web, rende fruibile l intero patrimonio informativo dell azienda (dati, processi, documenti ) a tutti coloro che vi interagiscono:

Dettagli

SCHEDULING PIANIFICAZIONE ATTIVITÀ, REPERIBILITÀ, TURNI DI LAVORO

SCHEDULING PIANIFICAZIONE ATTIVITÀ, REPERIBILITÀ, TURNI DI LAVORO I N F I N I T Y Z U C C H E T T I SCHEDULING PIANIFICAZIONE ATTIVITÀ, REPERIBILITÀ, TURNI DI LAVORO Pianifica al meglio i turni con le persone giuste al momento giusto! ZScheduling Zucchetti è il software

Dettagli

Soluzione CRM per Professionisti

Soluzione CRM per Professionisti Soluzione CRM per Professionisti by DAL CONTROLLO DI GESTIONE AL CRM INDICE INTRODUZIONE PANORAMICA FUNZIONALITÀ INFORMAZIONI TECNICHE INTRODUZIONE StudioPlan consente al professionista di avere sempre

Dettagli

LA NORMA UNI EN ISO 9001: 2000 E LA CERTIFICAZIONE. C-La Norma UNI EN ISO 9001: 2000 e la certificazione 1

LA NORMA UNI EN ISO 9001: 2000 E LA CERTIFICAZIONE. C-La Norma UNI EN ISO 9001: 2000 e la certificazione 1 LA NORMA UNI EN ISO 9001: 2000 E LA CERTIFICAZIONE C-La Norma UNI EN ISO 9001: 2000 e la certificazione 1 LE NORME SERIE ISO 9000 Guidare e condurre con successo un'organizzazione richiede che questa sia

Dettagli

PLUS. Syllabus rev. 1.04

PLUS. Syllabus rev. 1.04 PLUS Syllabus rev. 1.04 Al fine di facilitare il collegamento tra i Syllabus degli EQDL Start, Plus e quello del EQDL Full, nel testo che segue sotto il numero di codice di ogni sezione, tema e argomento

Dettagli

L azienda Estesa. Giancarlo Stillittano

L azienda Estesa. Giancarlo Stillittano L azienda Estesa Giancarlo Stillittano L azienda estesa L azienda ha necessità di rafforzare le relazioni al suo interno (tra funzioni,uffici, stabilimenti produttivi e filiali di vendita) e si trova al

Dettagli

RAGIONE SOCIALE: SOCIETA DI CAPITALI, PERSONE, PER AZIONI, SETTORE MERCEOLOGICO: ANNO DI COSTITUZIONE DELLA SOCIETA : N SOCI E QUOTE: ALTRE SEDI:

RAGIONE SOCIALE: SOCIETA DI CAPITALI, PERSONE, PER AZIONI, SETTORE MERCEOLOGICO: ANNO DI COSTITUZIONE DELLA SOCIETA : N SOCI E QUOTE: ALTRE SEDI: AZIENDA RAGIONE SOCIALE: SOCIETA DI CAPITALI, PERSONE, PER AZIONI, SETTORE MERCEOLOGICO: TIPO AZIENDA: di produzione Commerciale Di servizio Altro: ANNO DI COSTITUZIONE DELLA SOCIETA : N SOCI E QUOTE:

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITA Sistema di Gestione per la Qualità della Formazione del Personale

MANUALE DELLA QUALITA Sistema di Gestione per la Qualità della Formazione del Personale Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 Nuova Emissione Direttore UOS. Formazione del Personale Dr. Fabio Michelotti RAQ Laila Vinci Direttore UOS. Formazione del Personale Dr. Fabio Michelotti

Dettagli

Modulo 1 Concetti di base della Qualità

Modulo 1 Concetti di base della Qualità Syllabus rev. 1.03 Modulo 1 Concetti di base della Qualità Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 1, Concetti e approcci di base per la gestione della qualità in una organizzazione, e fornisce i fondamenti

Dettagli

Commissione Open Source 2007 - Analisi audizioni on line degli operatori del mercato

Commissione Open Source 2007 - Analisi audizioni on line degli operatori del mercato Commisone Open Source 2007 - Anali audizioni on line degli operatori del mercato Introduzione Al fine di stimolare lo scambio di idee e raccogliere i contributi provenienti dagli operatori del mercato,

Dettagli

PROCEDURA 4.1 Gestione della documentazione e delle registrazioni. Redazione (referente di processo) Responsabile Sistema Qualità (RSG)

PROCEDURA 4.1 Gestione della documentazione e delle registrazioni. Redazione (referente di processo) Responsabile Sistema Qualità (RSG) PROCEDURA 4.1 Gestione della documentazione e delle registrazioni Ed.2 Rev.0 del 22/07/2014 Redazione (referente di processo) Approvazione Andrea Marchesi Responsabile Sistema Qualità (RSG) Silvio Braini

Dettagli

70017 PUTIGNANO (BARI)

70017 PUTIGNANO (BARI) La soluzione che soddisfa tutte le esigenze e gli adempimenti normativi delle ORTOPEDIE e SANITARIE www.sigao.it - tel/fax 080.4931281-080.4055698 - email: info@datasoftware.it 70017 PUTIGNANO (BARI) ORTOPEDIA

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VARESE

ISTITUTO COMPRENSIVO VARESE ISTITUTO COMPRENSIVO VARESE 3 A.Vidoletti PAI Pia Annuale dell Incluone a.s. 2014/15 Ogni alun è portatore di una propria identità e cultura, di esperienze affettive, emotive e cognitive. Nel contesto

Dettagli

CATALOGO CORSI SQA SICUREZZA QUALITÀ AMBIENTE: I SISTEMI DI GESTIONE INTEGRATA FONDIMPRESA AVVISO 1/2011 - I SCADENZA

CATALOGO CORSI SQA SICUREZZA QUALITÀ AMBIENTE: I SISTEMI DI GESTIONE INTEGRATA FONDIMPRESA AVVISO 1/2011 - I SCADENZA CATALOGO CORSI SQA SICUREZZA QUALITÀ AMBIENTE: I SISTEMI DI GESTIONE INTEGRATA FONDIMPRESA AVVISO 1/2011 - I SCADENZA n. Area tematica Titolo/modulo durata ore destinatari Obiettivi Contenuti obbligatorio

Dettagli

PROCEDURA ORGANIZZATIVA AUDIT INTERNI

PROCEDURA ORGANIZZATIVA AUDIT INTERNI Pagina 1 di 9 INDICE: 1. SCOPO 2. APPLICABILITÀ 3. CONFORMITÀ 4. RESPONSABILITA 5. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO 6 ACRONIMI UTILIZZATI NELLA PROCEDURA 7. DESCRIZIONE DELLA PROCEDURA 8. MODULISTICA 9 ALLEGATI

Dettagli

AGGIORNAMENTI Ed. Data Descrizione Verifica INDICE

AGGIORNAMENTI Ed. Data Descrizione Verifica INDICE Pag.: 1/7 REDAZIONE A CURA DI Francesca Valvo RSGQ DOCUMENTO APPROVATO DA Gabriella Ianni Direzione SEA Abruzzo Emissione AGGIORNAMENTI Ed. Data Descrizione Verifica 01 2011-10-10 Prima Emissione RSGQ

Dettagli

PLUS Syllabus rev. 1.03

PLUS Syllabus rev. 1.03 PLUS Syllabus rev. 1.03 Syllabus EQDL Rev. 1.03 1 Modulo 1 Concetti di base della Qualità Scopi del modulo: Contenere i complementi al modulo 1 della EQDL START per completare il modulo 1 ed il modulo

Dettagli

D. Lgs.. 231/2001 e Sistema Gestione Qualità: quali integrazioni. M. Mengoli 5 giugno 2014

D. Lgs.. 231/2001 e Sistema Gestione Qualità: quali integrazioni. M. Mengoli 5 giugno 2014 D. Lgs.. 231/2001 e Sistema Gestione Qualità: quali integrazioni M. Mengoli 5 giugno 2014 Il D. Lgs. 231/01 introduce una nuova fattispecie di responsabilità da reato Reato nell organizzazione è imputabile

Dettagli

CRM / WEB CRM CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT

CRM / WEB CRM CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT CRM / WEB CRM CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT Il CRM di NTS Informatica Una fidelizzazione del cliente realmente efficace, ed i principi fondamentali alla base della sua

Dettagli

PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ

PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE TO1 - OBITORIO CIVICO PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ Edizione 2 Approvata dal Direttore della SC Medicina Legale Emessa dal Referente

Dettagli

s.r.l. international consulting equity finance auditing

s.r.l. international consulting equity finance auditing s.r.l. international consulting equity finance auditing perchè scegliere mvb Team di elevata esperienza Conoscenza approfondita e specialistica Approccio consulenziale pragmatico Competente network professionale

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 AREA 2 FORMAZIONE TECNICO-MANAGERIALE IRECOOP UMBRIA Ente di formazione professionale di CONFCOOPERATIVE UMBRIA 0 INDICE DEI CORSI A CATALOGO COMUNICAZIONE EFFICACE.....

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE 2013 ESTRATTO

RELAZIONE ANNUALE 2013 ESTRATTO RELAZIONE ANNUALE 2013 ESTRATTO 1 1. Premessa Con la presente relazione, l OdV (OdV), istituito dall ATER di Pescara in applicazione di quanto previsto dall art. 6 del Dlgs. 231/2001, intende informare

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Il nuovo pacchetto per la gestione della qualità

Il nuovo pacchetto per la gestione della qualità Documenti in formato Microsoft Word Files modificabili completamente dall utente Grafica professionale completa a colori Formattazione pre-impostata Manuale di qualità completo Procedure e moduli completi

Dettagli

Overview. Enterprise Project Control System. Principali caratteristiche e funzionalità del Sistema. Piemme S.r.l

Overview. Enterprise Project Control System. Principali caratteristiche e funzionalità del Sistema. Piemme S.r.l Enterprise Project Control System Overview Principali caratteristiche e funzionalità del Sistema Bridge è stato realizzato da PIEMME s.r.l. di Genova Via Carducci 5/4 sn Tel. 010 4075751 «Bridge», per

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO PROCEDURA PR01 - n conformità, Reclami, Azioni Correttive, Azioni Preventive Edizione 2 Approvata dal Direttore della SC Medicina Legale

Dettagli

ORGANIGRAMMA DELLA SATAGROUP rev 2 06-06-2011

ORGANIGRAMMA DELLA SATAGROUP rev 2 06-06-2011 ORGANIGRAMMA DELLA SATAGROUP rev 2 06-06-2011 Dott.ssa Daniela Di Teo Rappresentante Legale Auditor/Lead Auditor Sig Manlio COPPOLA Resp Informatico WEB MASTER Sig Carmelo SANTORO Resp. Segreteria/Tutor

Dettagli

Sistema di Gestione Integrato adottato dal Consorzio. ENEL Contractor day, 19 novembre 2010

Sistema di Gestione Integrato adottato dal Consorzio. ENEL Contractor day, 19 novembre 2010 Sistema di Gestione Integrato adottato dal Consorzio Qualità Sicurezza Ambiente ENEL Contractor day, 19 novembre 2010 Certificazioni conseguite dal Consorzio Adottiamo i seguenti Sistemi certificati: Sistema

Dettagli

MANUALE DEL SISTEMA QUALITÀ

MANUALE DEL SISTEMA QUALITÀ Assessorato all Ambiente, Urbanistica, Programmazione Territoriale e Paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Protezione Civile DIREZIONE AMBIENTE, GOVERNO E TUTELA DEL TERRITORIO MANUALE

Dettagli

Manuale di Gestione della Qualità

Manuale di Gestione della Qualità Pag. 1 di 17 In accordo con la UNI EN ISO 9001:2008 L ISIS EINAUDI CECCHERELLI emette il seguente: Manuale di Gestione della Qualità Rev Data Oggetto della modifica Redatto Approvato 0 11/06/2004 Prima

Dettagli

1.SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

1.SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Documento Manuale Gestione Qualità Il contenuto di questo documento è di proprietà di MADE IN BIT e non può essere riprodotto o divulgato a terzi senza autorizzazione.. Il sottoscritto assicura che il

Dettagli

Le procedure gestionali del SGQ di UTFUS TF GQL

Le procedure gestionali del SGQ di UTFUS TF GQL Le procedure gestionali del SGQ di UTFUS TF GQL Sommario Procedure gestionali obbligatorie secondo ISO 9001:2008; Gestione Documenti; Audit Interni; Non Conformità; Azioni di miglioramento (azioni correttive

Dettagli

1. Sistema di gestione per la qualità (SGQ)

1. Sistema di gestione per la qualità (SGQ) pag. 1 1. Sistema di gestione per la qualità (SGQ) Per perseguire le sue finalità, di cui si è accennato sopra, il Liceo statale Carlo Porta di Monza si è dotato di un Sistema di gestione per la qualità

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015 (ai sensi dell art. 11 del decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150/2009) Premessa Il Liceo M. Gioia di Piacenza realizza le proprie finalità

Dettagli

executive master www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti.

executive master www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti. executive master COURSE www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti. EXECUTIVE MASTER COURSE General Management PREMESSA Le figure al timone di un azienda hanno

Dettagli

1. Gestione delle risorse

1. Gestione delle risorse pag. 1 1. Gestione delle risorse La Direzione individua i mezzi e le risorse necessarie per attuare e tenere aggiornato il Sistema di gestione per la qualità, per migliorare in modo continuo la sua efficacia

Dettagli

Sviluppo Azienda S.r.l.

Sviluppo Azienda S.r.l. La società SVILUPPO AZIENDA S.r.l. Organizzazione, Direzione e Gestione delle Aziende basa la propria competenza e professionalità sull'esperienza ormai consolidata dei propri Soci, Collaboratori e Partner,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DI PERSONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DI PERSONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DI PERSONALE Brindisi Multiservizi S.r.l. Pagina 1 INDICE Introduzione... 3 1 - Principi generali... 3 2 - Regole generali

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI SOMMARIO INTRODUZIONE. 1. PRINCIPI GENERALI 2. REGOLE GENERALI

Dettagli

IL CICLO DELLA PERFORMANCE ED IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE. (revisione Luglio 2012)

IL CICLO DELLA PERFORMANCE ED IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE. (revisione Luglio 2012) IL CICLO DELLA PERFORMANCE ED IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE (revisione Luglio 2012) 1 INDICE i. PREMESSA pag. 4 ii. DEFINIZIONI E CONCETTI BASE pag. 6 1. LA PIANIFICAZIONE DELLA

Dettagli

ALLEGATI AL MANUALE DELLA QUALITA UNI EN ISO 9001 : 2000

ALLEGATI AL MANUALE DELLA QUALITA UNI EN ISO 9001 : 2000 ALLEGATI AL MANUALE DELLA QUALITA UNI EN ISO 9001 : 2000 PER LE IMPRESE DI SPEDIZIONI INTERNAZIONALI ASSOCIATE A FEDESPEDI Allegato 1 PROCEDURA DI SISTEMA: TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DOCUMENTI pg. 2 8

Dettagli

indice ci presentiamo panoramica principali funzionalità

indice ci presentiamo panoramica principali funzionalità Wally indice 1 ci presentiamo 2 panoramica 3 principali funzionalità 1 ci presentiamo 1 soluzioni informatiche e-learning consulenza direzionale soluzioni informatiche 1 Gestionali web Mobile Business

Dettagli

INTRODUZIONE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO DI GESTIONE IN UNO STUDIO PROFESSIONALE: TESTIMONIANZA DI UN ESPERIENZA CONCRETA

INTRODUZIONE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO DI GESTIONE IN UNO STUDIO PROFESSIONALE: TESTIMONIANZA DI UN ESPERIENZA CONCRETA INTRODUZIONE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO DI GESTIONE IN UNO STUDIO PROFESSIONALE: TESTIMONIANZA DI UN ESPERIENZA CONCRETA Dott. Marco Pezzetta Studio associato Molaro-Pezzetta-Romanelli-Del Fabbro Dottori

Dettagli

E un ambiente integrato che fornisce le principali funzionalità per collaborare e condividere informazioni

E un ambiente integrato che fornisce le principali funzionalità per collaborare e condividere informazioni Varese li 30.11.2012 Relatore: Galanti Lamberto MyDesk E la base tecnologica applicativa dei prodotti della suite PROXIMA E un ambiente integrato che fornisce le principali funzionalità per collaborare

Dettagli

FACOLTA DI GIURISPRUDENZA MANIFESTO ANNUALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009. Corso di laurea Magistrale in GIURISPRUDENZA.

FACOLTA DI GIURISPRUDENZA MANIFESTO ANNUALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009. Corso di laurea Magistrale in GIURISPRUDENZA. Univertà degli Studi di Ferrara FACOLTA DI GIURISPRUDENZA MANIFESTO ANNUALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 Corso di laurea Magistrale in GIURISPRUDENZA Classe LMG/01 (ADEGUAMENTI AI SENSI DEL D.M.

Dettagli

24 ORE Software S.p.A

24 ORE Software S.p.A 24 ORE Software S.p.A Carta dei servizi prodotti a marchio STR PARTE PRIMA 1 PREMESSA 24 ORE SOFTWARE è la società del Gruppo 24 ORE per lo sviluppo di software e servizi rivolti a professionisti, aziende

Dettagli

Comune di Empoli. Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi

Comune di Empoli. Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi Comune di Empoli Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi Offerta /P/2014 Vers. 1.0 Data: 17 Luglio 2014 INTRODUZIONE... 4 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4

Dettagli

Sistema di gestione integrato Qualità Salute e sicurezza sul lavoro. Manuale del sistema di gestione

Sistema di gestione integrato Qualità Salute e sicurezza sul lavoro. Manuale del sistema di gestione Pagina 1 di 27 Sistema di gestione integrato Qualità Salute e sicurezza sul lavoro AZIENDA: ING. TOMMASO UNITÀ PRODUTTIVA: VIA SETTINO N.54 Pag. 1 di 27 Pagina 2 di 27 0. INTRODUZIONE AL MANUALE DEL SISTEMA

Dettagli