La ricerca si sviluppa su due linee:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La ricerca si sviluppa su due linee:"

Transcript

1 La ricerca si sviluppa su due linee: 1. Studio, analisi di fattibilità, ricerche, progettazioni e sviluppo sperimentale volto alla realizzazione di prototipi di circuiti elettronici e di software per la gestione remota di impianti di telecontrollo con tecnologie innovative. 2. Ricerche, acquisizione di know-how, progettazioni e sviluppo sperimentale volto alla realizzazione di impianti pilota per l introduzione della visione automatica nel controllo qualità e nel ciclo di controreazione del controllo di processi industriali. La stessa è stata svolta in collaborazione il laboratorio di ricerca accreditato dal Ministero dellaricerca Demetra S.p.A. di Perugia diretto dal Prof. Luciano Blois. La direzione scientifica è stata affidata ad un pool di esperti della facoltà di Ingegneria dell Università degli Studi di Perugia: Prof. La Cava, Dott. Ing. Ficola e Dott. Ing. Fringuelli. La ricerca è stata cofinanziata dal Ministero dell Università e della Ricerca. Pag. 1/18

2 Oggetto : Relazione lavori conclusione progetto di ricerca Nell ambito dei lavori condotti per le due linee di ricerca : 3. Studio, analisi di fattibilità, ricerche, progettazioni e sviluppo sperimentale volto alla realizzazione di prototipi di circuiti elettronici e di software per la gestione remota di impianti di telecontrollo con tecnologie innovative. 4. Ricerche, acquisizione di know-how, progettazioni e sviluppo sperimentale volto alla realizzazione di impianti pilota per l introduzione della visione automatica nel controllo qualità e nel ciclo di controreazione del controllo di processi industriali. si sono concretizzati diversi aspetti degni di nota. Nel seguito, verranno analizzate le caratteristiche fondamentali dei risultati raggiunti e di quelli in corso di definizione, da sviluppare ulteriormente in futuro. La ricerca, comunque proficua, ha portato ad un notevole incremento del livello di conoscenza all interno dell azienda ed ha permesso di approfondire aspetti importanti altrimenti trascurati. I principali argomenti affrontati dall inizio della sperimentazione possono essere riassunti come segue. Nel prosieguo saranno analizzati singolarmente più in dettaglio. Pag. 2/18

3 Linea di ricerca n. 1 Organizzazione ambiente di lavoro ed acquisizione delle attrezzature e dei dispositivi necessari alla sperimentazione. Analisi delle problematiche relative alla supervisione ed al telecontrollo di impianti. Schematizzazione delle principali caratteristiche necessarie ad un software di gestione di impianti distribuiti. Analisi di mercato per la scelta di alcune tipologie di dispositivi di controllo e comunicazione da utilizzare per la gestione ed il telecontrollo degli impianti distribuiti. Sviluppo software di gestione impianti distribuiti. Realizzazione driver software per l interfacciamento di alcuni dispositivi hardware nel software di cui al punto precedente. Progettazione di hardware dedicato alla sicurezza di connessione ed al telecontrollo di impianti. Realizzazione hardware progettato. Test dei sistemi realizzati su applicazioni reali. Analisi di sistemi complessi e studio di una soluzione per l integrazione della supervisione remota e del telecontrollo. Sviluppo software per gestione integrata Installazione del software in impianti pilota di tipologia diversa : trattamento delle acque reflue ed impianti di sollevamento, cabine di trasformazione, stazioni di pompaggio Pag. 3/18

4 Linea di ricerca n. 2 Organizzazione ambiente di lavoro, costruzione del banco prova ed acquisizione delle attrezzature e dei dispositivi necessari alla sperimentazione. Studio approfondito sull analisi delle immagini e sui sistemi e tecniche di illuminazione. Caso reale : Impianto di selezione e scarto fette biscottate o Progetto Sistema o Progetto Meccanico : prima stesura con movimentazione assi, seconda stesura con sistema pneumatico di scarto o Progetto Elettrico o Progetto Sistema di Visione o Realizzazione Meccanica ed impianto elettrico o Realizzazione Software di Controllo o Realizzazione Software di Visione ed Analisi delle Immagini o Installazione e Test in Campo Caso reale : Analisi presenza e corretto posizionamento sorprese impianto produzione uova pasquali di cioccolato. o Progetto Sistema o Progetto Meccanico o Progetto Elettrico o Progetto Sistema di Visione o Realizzazione Software di Visione ed Analisi delle Immagini o Installazione e Test in Campo Pag. 4/18

5 Dettaglio delle sperimentazioni effettuate Software GestImp Il pacchetto GestImp realizza un sistema completo per la supervisione ed il telecontrollo di impianti. Il software è strutturato a moduli. Ogni modulo ha una funzionalità autonoma e ben precisa. Tale struttura permette una ampia flessibilità ed apertura verso ulteriori ampliamenti, salvaguardando l investimento iniziale. I dati raccolti, così come le configurazioni, sono gestiti con database ODBC compatibili, in modo da essere facilmente accessibili con i normali programmi MS Office. Il pacchetto, che è sviluppato completamente a 32 bit ed utilizza la tecnologia ActiveX,DCOM e TCP/IP per la comunicazione tra moduli, permette all utente di interagire con il sistema: identificazione, visualizzazione allarmi, storici, grafici, eventi, collegamento ad impianti, impostazione delle funzionalità principali, gestione delle manutenzioni, etc. Tutte le operazioni possibili fanno capo ad una finestra o ad un comando impartibile da menù. Tale sistema rappresenta l interfaccia della rete di impianti verso l utente. E da questa che si visualizzano le informazioni di interesse, si gestiscono i collegamenti, gli utenti, gli eventi e quant altro fa parte del telecontrollo e della telegestione degli impianti. Il pacchetto attualmente in sviluppo è costituito dai seguenti moduli. - SrvAccessi : Interfaccia di dialogo con l utente e di collegamento ai vari impianti. Raccoglie tutte le operazioni che l utente può effettuare per il collegamento, il telecontrollo, la supervisione e l analisi dei dati. - SrvEventi Gestione allarmi ed eventi; stampe - Configurazione Impianti Caratteristiche degli impianti e della comunicazione con i relativi drivers. - Drivers Comunicazione con i sistemi in campo (locali o remoti) Attualmente sviluppati : OPC verso Siemens S7-200 su modem, Seneca su modem ed ethernet, GE; proprietario verso Siemens S5 su modem - Grafici Impostazione e visualizzazione grafici - Gestione Manutenzioni Caratteristiche utenze e gestione manutenzioni - Configurazione Archivi Impostazione opzioni di archiviazione e trattamento dati - Analisi Analisi dei dati raccolti Pag. 5/18

6 Nel dettaglio alcuni moduli: SrvAccessi : Interfaccia di dialogo con l utente Il modulo SrvAccessi realizza l interfaccia con l utente e con tutti gli altri moduli del sistema. Tale programma è l unico che deve essere lanciato per l avvio del sistema. Il modulo si presenta all utente come una barra inserita nella parte alta dello schermo, di cui viene ridimensionata l area visibile. All avvio del programma vengono avviati i moduli di gestione dei database (non visibile), di gestione eventi, di gestione manutenzioni ed i drivers di comunicazione con i dispositivi in campo SrvEventi : Gestione allarmi ed eventi; stampe SrvEventi raccoglie tutte le segnalazioni di allarme, le anomalie ed i messaggi generati dagli altri moduli del programma. E organizzato in stile Gestione Risorse ; sulla sinistra è mostrato l elenco degli impianti disponibili divisi per gruppo di appartenenza, sulla destra sono mostrati gli eventi relativi all impianto o al gruppo selezionati. Tali eventi sono ulteriormente suddivisi in schede, in modo da evidenziarne rapidamente la tipologia: - Generale, raccoglie tutti i messaggi. - Eventi ed Allarmi, presenta l elenco degli eventi e degli allarmi comunicati dagli impianti. - Messaggi, riporta i messaggi degli altri moduli, es. la richiesta di shutdown da parte del supervisore, il reset delle ore di manutenzione. - Sistema, riporta le segnalazioni e le anomalie di sistema es. archiviazione dati, login utente, etc. - Manutenzioni, riporta le segnalazioni di superamento dei limiti di manutenzione delle utenze. Pag. 6/18

7 Configurazione Impianti : Caratteristiche degli impianti Il programma è stato strutturato in modo la lasciare all utente abilitato la massima possibilità di modificare il comportamento e le caratteristiche degli impianti. Il modulo di configurazione impianti permette di impostare tutti i parametri di funzionamento del software degli impianti E organizzato in stile Gestione Risorse ; sulla sinistra è mostrato l elenco degli impianti disponibili divisi per gruppo di appartenenza, sulla destra sono mostrati, a seconda della selezione, la lista degli impianti con le principali caratteristiche o i parametri impostabili raggruppati per tipologia. Drivers Il driver di comunicazione con il campo gestisce il dialogo tra il PC di supervisione ed i vari dispositivi installati in campo. Nel funzionamento normale del programma, non è richiesto l intervento dell utente; le procedure sono tutte automatiche. All arrivo di nuovi eventi o di dati storici, il driver si preoccupa di tradurre le informazioni e di comunicarle ai moduli relativi che gestiscono, poi, i dati raccolti. L interazione con l utente è richiesta quando si devono effettuare operazioni di configurazione, quando si devono inviare agli impianti dati di parametrizzazione, di configurazione, di programma, etc. E inoltre possibile effettuare manualmente il collegamento con i vari impianti (a seconda della tipologia di comunicazione installata) per verificare lo stato del sistema, delle grandezze rilevate e delle archiviazioni. Grafici : Impostazione e visualizzazione grafici Tramite questo modulo, l utente può visualizzare i dati storici archiviati per ogni impianto. E possibile aprire dei grafici già configurati, eventualmente modificandone il contenuto o i parametri di visualizzazione, o crearne di nuovi. Il modulo si presenta come una lavagna dove è possibile aprire contemporaneamente più grafici. Pag. 7/18

8 In ogni grafico è possibile inserire un numero qualsiasi di curve. La limitazione è data solo dalla effettiva possibilità di visualizzazione. Sono disponibili un numero qualsiasi di assi per i tempi ed un numero qualsiasi di assi per i valori (al massimo uno per curva). Più assi per i tempi consentono di sovrapporre e confrontare periodi diversi ma analoghi, come per es. un giorno con il successivo, un mese con il corrispondente dell anno precedente, etc. Più assi per i valori, consentono di visualizzare sullo stesso grafico e con dimensioni confrontabili valori molto diversi tra loro. Se ad es. si cercasse di visualizzare una variabile con range da 1 a 10 insieme ad una variabile con range fino a 10000, si otterrebbe che l andamento della prima variabile non sarebbe apprezzabile. Impostando la doppia scala posso visualizzare entrambe le variabili con il massimo dettaglio possibile. Nel caso sia attivato un collegamento diretto con l impianto è possibile aggiornare i dati visualizzati in tempo reale. Gestione Manutenzioni : Caratteristiche utenze e gestione Il pacchetto di gestione delle manutenzioni, analogamente agli altri pacchetti del sistema, è organizzato stile Gestione Risorse. Nella parte sinistra è riportato l elenco degli impianti secondo il raggruppamento scelto; nella parte destra sono riportati i dati relativi alla scelta di sinistra. Saranno quindi visualizzati l elenco degli impianti, l elenco delle utenze generali o raggruppate per singolo impianto, le informazioni relative ad una singola utenza. Il pacchetto gestisce gli interventi di manutenzione preventiva, ordinaria e straordinaria. Ad ogni intervento è possibile registrare la tipologia di intervento e la causa di un eventuale guasto, le operazioni effettuate, i tecnici che hanno partecipato ed i tempi di intervento e risoluzione. In più, è possibile registrare il materiale utilizzato per la manutenzione e quindi gestire la segnalazione al magazzino Di ogni utenza vengono impostati i dati costruttivi e le eventuali caratteristiche particolari. In più, si stabilisce il limite di ore lavorate dopo le quali è necessario effettuarne la manutenzione (preventiva). La verifica delle utenze può essere fatta per tempo di funzionamento, numero di avviamenti, ad intervallo fisso, a giorni fissi. L insorgenza di necessità di intervento viene segnalata graficamente dal sistema e viene poi trattata alla stregua di un messaggio di allarme (di priorità definibile) e come tale gestita: stampa della segnalazione, invio messaggio al reperibile, al manutentore, al centro di supervisione, etc. Il modulo di gestione della manutenzione è collegato direttamente al funzionamento delle utenze dell impianto. Pag. 8/18

9 Il manutentore provvede ad effettuare le operazioni di routine ed informa il sistema dell avvenuta manutenzione. Da questo momento viene azzerato il contatore (parziale) delle ore di funzionamento, in attesa della manutenzione successiva. Rimangono evidenziate le ore totali di funzionamento dell utenza. L elenco delle manutenzioni effettuate è registrato dal sistema e mostrato all utente in ordine decrescente di data (la manutenzione più recente è in testa). Il manutentore ha la possibilità di registrare le operazioni di manutenzione effettuate anche se non è scaduto il tempo limite; in questo caso non viene azzerato il contatore parziale. Il sistema applica una politica di gestione conservativa: ad ogni operazione di manutenzione segnalata, viene richiesto se resettare il contatore parziale; questo permette di eseguire una manutenzione anche a riprese successive senza il pericolo di dimenticarsene (la segnalazione viene eliminata solo dopo l azzeramento del tempo di manutenzione). Questa possibilità permette di tenere traccia di tutte le attività svolte e di riesaminarle in seguito, anche da remoto. I limiti di manutenzione possono essere associati a gruppi o per singola utenza. Per ogni utenza è possibile archiviare, oltre ai dati delle principali caratteristiche, anche gli schemi elettrici, gli schemi meccanici, i particolari di montaggio, le sequenze filmate o fotografiche sui procedimenti di installazione e manutenzione, per limitare al massimo la necessità di interventi tecnici specializzati per operazioni di routine. Il sistema gestisce un magazzino utenze, per cui la stessa utenza può essere collocata in diverse posizioni dello stesso o di altri impianti, sempre conservando il proprio contatore per la manutenzione. E possibile risalire in qualsiasi momento alla storia della collocazione della singola utenza, con la data di spostamento, la posizione iniziale e quella di arrivo e le ore di funzionamento corrispondenti, nonché la storia della singola posizione nell impianto, con la lista delle utenze che la hanno occupata, la data di spostamento e le ore relative. Pag. 9/18

10 A titolo di esempio, si riportano alcune schermate del software Pag. 10/18

11 Hardware dedicato al telecontrollo di impianti e driver per GestImp Il dispositivo progettato nasce per gestire e telecontrollare piccoli sistemi autonomi. Il modulo, così come realizzato gestisce : 16 I/O digitali 3 Ingressi Analogici 1 Uscita Analogica Il numero di tali valori può essere incrementato modificando la struttura hardware del sistema. Utilizzando le variabili di I/O a disposizione è possibile configurare la logica di funzionamento dell impianto (funzionamento da PLC), gestire le situazioni di anomalia o di allarme, archiviare dati per la creazione di storici, contabilizzare le ore di funzionamento delle utenza, etc. Gli allarmi possono essere generati da qualsiasi combinazione delle variabili di ingresso, sia digitali che analogiche e possono essere immediati o ritardati. Anche le regole di archiviazione dei dati letti, così come i periodi di campionamento possono essere liberamente impostati. Il modulo sfrutta la comunicazione GSM/GPRS per lo scambio dati remoto. Per economizzare il funzionamento vengono utilizzati messaggi SMS per inviare e ricevere informazioni. E possibile gestire settaggi, comandi, letture di singole variabili, invio di messaggi di allarme e configurazione di dati storicizzati ed ore di funzionamento. Per l analisi delle informazioni in tempo reale è possibile collegarsi al modulo come se fosse un normale modem GSM/GPRS. Tale configurazione ne rende molto rapida l installazione, in quanto non si ha la necessità di una linea telefonica fissa. Gli allarmi presenti vengono inviati tramite SMS ad uno o più numeri telefonici, selezionabili in base al tipo di allarme o al periodo di apparizione, sia al sistema di supervisione che ai tecnici reperibili. Per garantire l installazione in luoghi dove non è presente energia elettrica, si sta predisponendo un sistema di pannelli solari fotovoltaici e batterie che permette di alimentare Pag. 11/18

12 ininterrottamente il sistema. In questa situazione possono essere raccolti dati su livelli, flussi, grandezze eoliche, etc Dal lato personal computer di gestione e supervisione, la configurazione del modulo è molto semplice, specificando il numero telefonico della scheda GSM e la tipologia del modulo. Le segnalazioni di allarme ed i dati raccolti vengono trattati come quelli provenienti da altri sistemi di acquisizione e quindi gestiti in modo completamente trasparente all utente. Pag. 12/18

13 Impianto di selezione e scarto fette biscottate GENERALITA La soluzione proposta prevede l identificazione automatica delle fette biscottate da scartare all uscita del forno di tostatura e la loro successiva asportazione. Vengono analizzate le seguenti tipologie di scarto: a) Fette rotte o non complete b) Fette forate o spaccate c) Fette sovrapposte parzialmente d) Fette sovrapposte totalmente e) Presenza di aree con fette danneggiate o detriti (briciole di dimensioni considerevoli) dovute a malfunzionamenti del sistema di taglio. E prevista la gestione del cambio formato o del nastro parzialmente vuoto con conseguente errata tostatura delle fette. In tale situazione il sistema consente di comandare automaticamente l apertura per lo scarico completo delle fette dal tappeto. E stata considerata l integrazione di un sistema di verifica dell umidità media delle fette in uscita dal forno. ANALISI TECNICA IDENTIFICAZIONE DELLE FETTE L identificazione delle fette è effettuata con un sistema di visione Cognex costituito da una serie di telecamere in rete tra loro ed in numero tale da garantire la risoluzione richiesta per la dimensione dello scarto minimo da selezionare. Il sistema fa capo ad un PLC con opportuno software di gestione impianto e scarto fette. E stato collegato al sistema un PC industriale con display touch screen per la verifica del funzionamento e per l impostazione dei parametri di valutazione e di scarto delle fette. L identificazione delle fette completamente sovrapposte è effettuata tramite dispositivi laser opportunamente posizionati. Pag. 13/18

14 ASPORTAZIONE DELLE FETTE L asportazione delle fette da scartare è effettuata tramite sistema pneumatico. La rete di telecamere stabilisce le coordinate del centro di massa delle fette, verifica la necessità di scarto delle singole fette e comunica via rete ethernet al PLC i risultati elaborati. Il PLC provvede ad eliminare le fette non conformi. La sincronizzazione tra telecamere, nastri di trasporto e PLC è effettuata tramite encoder opportunamente posizionati Pag. 14/18

15 Analisi presenza e corretto posizionamento sorprese impianto produzione uova pasquali di cioccolato GENERALITA Il problema sottoposto è di notevole importanza per l immagine della società committente. Poiché la sorpresa è inserita manualmente all interno dei semi-gusci che compongono le uova di cioccolato, è necessario verificarne sia la presenza (possibili dimenticanze o distrazioni del personale) che la corretta separazione delle sorprese tra maschi e femmine (ottenuta con codici colore variabili da lotto a lotto). Ulteriore complicazione al problema è rappresentata dalla possibilità di mancanza del cioccolato nello stampo (la sorpresa non deve essere inserita se non c è l uovo) e dalla necessità di verificarne la corretta colatura. Tutte le verifiche devono essere fatte con tre tipologie fondamentali di cioccolato (bianco, al latte, fondente) che contribuiscono a complicare notevolmente gli algoritmi di identificazione. Le sorprese possono essere contenute in contenitori ovoidali di diverso colore (anche trasparente) o in buste di cellophane. I semi-gusci sono contenuti (in numero variabile con le dimensioni) in stampi che transitano sotto la telecamera. Per il funzionamento della macchina è previsto un arresto in fase ad ogni stampo. Si utilizza questo tempo per l acquisizione e la verifica dell immagine. Nel caso di sorpresa mancante, la macchina viene arrestata ed il consenso alla ripartenza viene dato solo dopo che l operatore ha effettivamente inserito la sorpresa mancante. ANALISI TECNICA Dopo la verifica delle immagini raccolte per le varie tipologie, si è deciso di separare i programmi di analisi per i vari tipi di cioccolato, per evitare una inutile complicazione degli algoritmi di selezione (ogni cioccolato ha delle caratteristiche ottiche diverse e deve essere trattato con procedure completamente diverse). Una difficoltà che si è dovuto superare attraverso il software è la impossibilità di agire sulla illuminazione e sul reciproco posizionamento telecamera / stampo / luci al variare della tipologia di cioccolato analizzata. Pag. 15/18

16 In generale, gli algoritmi utilizzati : 1) Cercano lo stampo per garantire una costanza nelle zone di ricerca 2) Cercano i semi-gusci e verificano la presenza di cioccolato 3) Dove necessario, verificano la presenza della sorpresa 4) Se richiesto per la particolare tipologia, verificano che le sorprese siano state correttamente divise tra maschi e femmine. 5) Agiscono eventualmente sul blocco della macchina 6) Dall interfaccia utente è visibile l immagine analizzata, la tipologia cercata e i contatori di pezzi buoni / scarti. 7) Sempre dall interfaccia utente è accessibile la routine di taratura del sistema che consente un corretto posizionamento relativo telecamera / luci / FOV (field of View), la messa a fuoco della telecamera ed una corretta calibrazione delle misurazioni effettuate. Il sistema ha superato la fase di test per la durata di tutta la campagna di produzione. Per semplificare e velocizzare gli algoritmi di verifica e per aumentarne l affidabilità, si è preferito utilizzare una telecamera a colori in luogo di quella a livelli di grigio inizialmente utilizzata. Questo ha permesso di uniformare l algoritmo di scelta, rendendolo indipendente dal tipo di cioccolato analizzato. E sufficiente acquisire il colore di uno stampo vuoto (senza cioccolato) per permettere al sistema di riconoscere l assenza di cioccolato (di qualsiasi tipo). Questa ulteriore implementazione ha permesso di semplificare notevolmente le operazioni di configurazione, portando praticamente a zero il tempo di passaggio da un cioccolato ad un altro. Pag. 16/18

17 A titolo di esempio, si riportano alcune delle immagini che la telecamera deve essere in grado di analizzare Stampo Vuoto Stampo completo Cioccolato al latte Due sorprese mancanti Cioccolato al latte Pag. 17/18

18 Due sorprese mancanti Separazione tra maschio e femmina Cioccolato al latte Sorpresa mancante Cioccolato bianco Sorpresa mancante Cioccolato fondente Pag. 18/18

Controllo della temperatura di fermentazione del vino

Controllo della temperatura di fermentazione del vino Controllo della temperatura di fermentazione del vino Il futuro è di chi lo sa immaginare. Benefici e Sviluppi - E la giusta risposta a una richiesta di innovazione tecnologica, per qualsiasi tipo di impianto.

Dettagli

Descrizione del Sistema TLOG-Commander per la gestione della protezione catodica.

Descrizione del Sistema TLOG-Commander per la gestione della protezione catodica. Descrizione del Sistema TLOG-Commander per la gestione della protezione catodica. Il sistema proposto è composto da un Centro operativo di raccolta dati dotato del software Commander e dai logger TLOG

Dettagli

Telecontrollo. Come poter controllare in remoto l efficienza del vostro impianto

Telecontrollo. Come poter controllare in remoto l efficienza del vostro impianto Telecontrollo Come poter controllare in remoto l efficienza del vostro impianto AUTORE: Andrea Borroni Weidmüller S.r.l. Tel. 0266068.1 Fax.026124945 aborroni@weidmuller.it www.weidmuller.it Ethernet nelle

Dettagli

Visualizzatore Posizionatore e Applicazioni

Visualizzatore Posizionatore e Applicazioni PAG. 1 PAG. 2 VISUALIZZATORE POSIZIONATORE e Applicazioni Aprile 2009 Visualizzatore Posizionatore e Applicazioni VISUALIZZATORE di QUOTE - TELEMACO Il VisualizzatoreTelemaco è costituito da una unità

Dettagli

Caratteristiche tecniche unità di gestione stazioni di sollevamento.

Caratteristiche tecniche unità di gestione stazioni di sollevamento. Caratteristiche tecniche unità di gestione stazioni di sollevamento. Caratteristiche generali: L apparato dovrà essere un unità elettronica specificatamente sviluppata per applicazioni di drenaggio ed

Dettagli

TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE

TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE CS072-ST-01 0 09/01/2006 Implementazione CODICE REV. DATA MODIFICA VERIFICATO RT APPROVATO AMM Pagina

Dettagli

PRESENTAZIONE SOLUZIONE GESTIONALE WORKGEST

PRESENTAZIONE SOLUZIONE GESTIONALE WORKGEST PRESENTAZIONE SOLUZIONE GESTIONALE WORKGEST Cos è WORKGEST? Workgest è un software progettato per la gestione e l'automazione delle celle di lavoro in linea. Con il termine Cella di Lavoro intendiamo un

Dettagli

La telegestione. a distanza degli impianti

La telegestione. a distanza degli impianti La telegestione L o s t r u m e n t o o t t i m a l e p e r i l c o n t r o l l o e l a g e s t i o n e a distanza degli impianti Campi di applicazione Acqua potabile Controllo e gestione di tutti gli

Dettagli

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 SISTEMA DI ALLARME Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 i s o p l u s IPS-DIGITAL-CU IPS-DIGITAL-NiCr IPS-DIGITAL-Software IPS-DIGITAL-Mobil IPS-DIGITAL isoplus Support

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

FACILE QA-OMNI. Guida veloce

FACILE QA-OMNI. Guida veloce FACILE QA-OMNI Guida veloce PRIMO PASSAGGIO Dopo aver lanciato il programma, viene visualizzata la pagina iniziale. E possibile modificare la lingua del programma attraverso il pulsante Azioni in alto

Dettagli

Integrazione del telecontrollo con un sistema di supporto alle decisioni: l esperienza gestionale di Gaia S.p.A.

Integrazione del telecontrollo con un sistema di supporto alle decisioni: l esperienza gestionale di Gaia S.p.A. Integrazione del telecontrollo con un sistema di supporto alle decisioni: l esperienza gestionale di Gaia S.p.A. Francesco Di Martino, Claudia D Eliso, Michele Bini, Gianni Fucci Francesco Di Martino:

Dettagli

Sistema di monitoraggio remoto per impianti fotovoltaici

Sistema di monitoraggio remoto per impianti fotovoltaici Sistema di monitoraggio remoto per impianti fotovoltaici Powered by 1 INFORMAZIONI GENERALI AMPERYA EYES Amperya EYES è la nuova soluzione di telecontrollo creata da Amperya per la supervisione di tutti

Dettagli

Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0

Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0 Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0 Categoria COMPUTO E CAPITOLATO Famiglia SISTEMI DI CONTROLLO Tipologia SISTEMA DI SUPERVISIONE GEOGRAFICO Modello TG-2000 WIDE AREA Pubblicata il 01/09/2006 TESTO PER COMPUTO

Dettagli

SISTEMI DI AUTOMAZIONE BARCODE & RFID

SISTEMI DI AUTOMAZIONE BARCODE & RFID SISTEMI DI AUTOMAZIONE BARCODE & RFID Sidera Software sviluppa soluzioni per la logistica e l automazione mediante la gestione di strumenti quali PLC per la gestione di apparecchiature, macchinari e sensori

Dettagli

G l o b a l C o n n e c t i o n S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G S M / G P R S

G l o b a l C o n n e c t i o n S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G S M / G P R S G l o b a l C o n n e c t i o n S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G S M / G P R S Generalità dinanet-global_connection è un apparato elettronico per il controllo e la sicurezza sia domestica

Dettagli

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV SPECIFICHE TECNICHE OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV RSST04I00 rev. 0 0113 SPECIFICA SIGLA TIPO DI PRODOTTO A DIM/F TELEGESTIONE QUADRI DI CAMPO

Dettagli

PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori PANDORA is powered by

PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori PANDORA is powered by PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori l'espressione v a s o d i P a n d o r a viene usata metaforicamente per alludere all'improvvisa scoperta di un problema o una serie di problemi che per molto

Dettagli

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9 EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9 Applicazione Integrazione di tutta la gamma di Centrali Techno (Technodin, Techno32, Techno88 e Techno200)

Dettagli

FAP500 Mappe Software

FAP500 Mappe Software FAP500 Mappe Software MAPPE SOFTWARE FAP500 Il software di supervisione MAPPE/FAP500 permette, tramite componenti che interagiscono tra di loro, di fornire all operatore le informazioni necessarie per

Dettagli

SCADA: struttura modulare

SCADA: struttura modulare Sistemi per il controllo di supervisione e l acquisizione dati o (Supervisory Control And Data Acquisition) Sistema informatico di misura e controllo distribuito per il monitoraggio di processi fisici

Dettagli

Monitoraggio Impianti Fotovoltaici

Monitoraggio Impianti Fotovoltaici Monitoraggio Impianti Fotovoltaici Descrizione del sistema Sistema innovativo per diagnostica e monitoraggio degli impianti fotovoltaici a livello stringa. Due o più schede di misura per stringa: una sul

Dettagli

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione Ver. 1.1 Manuale d uso e configurazione Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, Imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

Software di controllo AquaView. Monitoraggio più sicuro e controllo più semplice

Software di controllo AquaView. Monitoraggio più sicuro e controllo più semplice Software di controllo AquaView Monitoraggio più sicuro e controllo più semplice Il primo sistema di controllo dedicato, espressamente progettato per le stazioni di pompaggio Soluzioni innovative dall azienda

Dettagli

DARCA HERITAGE V2 TOUR

DARCA HERITAGE V2 TOUR Sez.02 - SOLUZIONI PER DIAGNOSTICA E TELECONTROLLO - Pagina 02.2.4 1/8 DARCA HERITAGE V2 TOUR 1. SUDDIVISIONE IN ZONE DI MONITORAGGIO Darca Heritage V2 ti permette di analizzare i dati in riferimento al

Dettagli

Programmatore per telaio scheller

Programmatore per telaio scheller Divo Di Lupo Sistemi per telai Cotton Bentley Monk Textima Scheller Closa Boehringer http://www.divodilupo.191.it/ Programmatore per telaio scheller Attuatore USB semplificato Numero totale di pagine =

Dettagli

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS Sommario 1. Che cosa è UPS Communicator?... 2 2. Installazione di UPS Communicator... 3 2.1. Server UPS... 4 2.2. RS System : Remote Shell System... 5 3. UPS Diag Monitor... 6 3.1. Connessione e disconnessione

Dettagli

automazione impianti produzione calcestruzzo per alimentazione vibropresse e tubiere

automazione impianti produzione calcestruzzo per alimentazione vibropresse e tubiere Contatto: DUECI PROGETTI srl Emanuele Colombo +39 335 8339312 automazione impianti produzione calcestruzzo per alimentazione vibropresse e tubiere Realizzato con Unigest-DP PRESENTAZIONE Si tratta di un

Dettagli

PhoneSuite Manuale dell utente. Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite

PhoneSuite Manuale dell utente. Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite PhoneSuite Manuale dell utente Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite Il software PhoneSuite può essere utilizzato direttamente da CD o essere installato sul PC. Quando si

Dettagli

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps SOFTWARE PER LA GESTIONE DEI TELECONTROLLI SMS-GPS MANAGER Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps Rev.0911 Pag.1 di 8 www.carrideo.it INDICE 1. DESCRIZIONE

Dettagli

SOFTWARE PER LA RACCOLTA DATI TERM TALK

SOFTWARE PER LA RACCOLTA DATI TERM TALK SOFTWARE PER LA RACCOLTA DATI TERM TALK Descrizione Nell ambiente Start, Term Talk si caratterizza come strumento per la configurazione e la gestione di una rete di terminali per la raccolta dati. È inoltre

Dettagli

Galileo Factory Control

Galileo Factory Control Galileo Factory Control SOMMARIO PRESENTAZIONE... 2 MODULI... 3 GESTIONE RISORSE... 3 DIALOGO OPERATORE... 3 CONFIGURAZIONE E MANUTENZIONE... 4 MONITORAGGIO E ANALISI DEI CONSUNTIVI... 5 MODULO COLLEGAMENTO

Dettagli

Un sistema professionale per monitorare l impianto Fotovoltaico

Un sistema professionale per monitorare l impianto Fotovoltaico 2 Un sistema professionale per monitorare l impianto Fotovoltaico SolarBit Management è stato concepito per l'utilizzo da parte di installatori e manutentori di impianti Fotovoltaici. Il sistema, basato

Dettagli

Introduzione a WORKGEST

Introduzione a WORKGEST Cos è WORKGEST? Workgest è su software progettato per la gestione delle celle automatiche di lavoro in ambiente industriale. Con il termine «Celle automatiche» intendiamo un insieme di risorse cooperanti,

Dettagli

Qbit S.r.l. 2010-2015 Qbit S.r.l. P.I: 04943910481. www.qbit-optronics.com

Qbit S.r.l. 2010-2015 Qbit S.r.l. P.I: 04943910481. www.qbit-optronics.com Ver. 1.0 2 Qbit S.r.l. Strumentazione per misure ambientali www.qbit-optronics.com Cap. Soc. euro 10.400 I.V. Reg. Imprese FI/C.F./P.IVA 04943910481 REA FI 0503304 Sede Legale: via La Farina 47 50132 Firenze

Dettagli

Sistemi di automazione e controllo di processo

Sistemi di automazione e controllo di processo Sistemi di automazione e controllo di processo Profilo dell azienda S o l u z i o n i i n d u s t r i a l i La società INDAS d.o.o., ubicata a Novi Sad, capoluogo della regione della Vojvodina, è una delle

Dettagli

Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM.

Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM. Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM. La sfida Certificare il corretto montaggio dell impianto elettrico, escludendo la presenza di cortocircuiti

Dettagli

SISTEMA DI SUPERVISIONE, TELECONTROLLO E AUTOMAZIONE DELLE RETI DI ACQUEDOTTO GESTITE DA ACAOP S.p.A

SISTEMA DI SUPERVISIONE, TELECONTROLLO E AUTOMAZIONE DELLE RETI DI ACQUEDOTTO GESTITE DA ACAOP S.p.A S.p.A. SISTEMA DI SUPERVISIONE, TELECONTROLLO E AUTOMAZIONE DELLE RETI DI ACQUEDOTTO GESTITE DA ACAOP S.p.A Ing. Daniele Sturla Acaop S.p.A Stradella (PV) S.p.A. ACAOP S.p.A. (Azienda Consorziale Acquedotti

Dettagli

La lavorazione del legno si evolve

La lavorazione del legno si evolve La lavorazione del legno si evolve Bottene Srl da oltre 75 anni produce a Schio macchine e impianti per la lavorazione del legno. Oggi le macchine sono ancora più semplici da usare grazie a Movicon CE.

Dettagli

Telecontrollo Luci Aeroporto Villanova d Albenga

Telecontrollo Luci Aeroporto Villanova d Albenga Telecontrollo Luci Aeroporto Villanova d Albenga Software Sistema Aerolux Master (ver 1.1b) Visualizzatore (ver 1.3c ) Sono oggetto del suddetto documento, i seguenti siti telecontrollati - Monterosso

Dettagli

Procedura aperta per la fornitura biennale di ausili (comunicatori a puntatore oculare) per persone affette da sclerosi laterale amiotrofica (SLA).

Procedura aperta per la fornitura biennale di ausili (comunicatori a puntatore oculare) per persone affette da sclerosi laterale amiotrofica (SLA). LOTTO 1: COMUNICATORI VOCALI A CONTROLLO OCULARE, PUNTAMENTO BINOCULARE CON MODALITA DI DETENZIONE DELLA PUPILLA DARK E BRIGHT PUPIL CODICE CND Y214299 Y210915 Z12120111 DESCRIZIONE Ausili per comunicazione

Dettagli

Caratteristiche V2-S4 V2-S8 V2-S10 V2-S14. Ingressi. Sezione di ciascun cavo DC [mm² ] Da 4 a 10 Da 4 a 10 Da 4 a 10 Da 4 a 10

Caratteristiche V2-S4 V2-S8 V2-S10 V2-S14. Ingressi. Sezione di ciascun cavo DC [mm² ] Da 4 a 10 Da 4 a 10 Da 4 a 10 Da 4 a 10 Descrizione tecnica Caratteristiche V2-S4 V2-S8 V2-S10 V2-S14 Ingressi Max. tensione di ingresso 1000 1000 1000 1000 Canali di misura 4 8 10 14 Max corrente Idc per ciascun canale [A] 20 (*) 20 (*) 20

Dettagli

La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti

La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti 2015 Un sistema di sicurezza evoluto 01 LA VIDEOSORVEGLIANZA 02 A COSA SERVE? 03 PERCHE GLOBAL SISTEMI La videosorveglianza è un evoluto sistema di

Dettagli

GAMMA SOFREL LS/LT. Data logger GSM/GPRS

GAMMA SOFREL LS/LT. Data logger GSM/GPRS GAMMA SOFREL LS/LT Data logger GSM/GPRS I data logger SOFREL LS e LT comunicano tramite collegamento GSM o GPRS. Sono ideati appositamente per il controllo a distanza di piccoli impianti all interno delle

Dettagli

Data loggers SOFREL LS/LT Soluzioni per reti d acqua potabile

Data loggers SOFREL LS/LT Soluzioni per reti d acqua potabile Data loggers SOFREL LS/LT Soluzioni per reti d acqua potabile I data logger SOFREL LS e LT sono progettati per il monitoraggio delle reti idriche (camere di conteggio, camere delle valvole ). Perfettamente

Dettagli

ERMES Extended Remote Management for Electrical Substation

ERMES Extended Remote Management for Electrical Substation E.R.M.E.S. (Extended Remote Management for Electrical Substation) è il nuovo sistema che LogicLab realizza per il controllo dei dispositivi di protezione delle cabine primarie per la distribuzione dell

Dettagli

SISTEMA DI TELEVIGILANZA MEDIANTE TELECAMERE SISTEMA SAFECAM

SISTEMA DI TELEVIGILANZA MEDIANTE TELECAMERE SISTEMA SAFECAM SISTEMA DI TELEVIGILANZA MEDIANTE TELECAMERE SISTEMA SAFECAM Il sistema per televigilanza SafeCam consente di monitorare, in remoto, costantemente ed in tempo reale, una proprietà, sia essa un capannone

Dettagli

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15 Xpress I440I04_15 Software di configurazione e controllo remoto MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 3 3 SETUP... 3 4 PASSWORD... 4 5 HOME PAGE... 4 6 CANALE...

Dettagli

TELECONTROLLO DELLA DISTRIBUZIONE ACQUA POTABILE E COLLETTAMENTO ACQUE REFLUE PER AZIENDA GARDESANA SERVIZI

TELECONTROLLO DELLA DISTRIBUZIONE ACQUA POTABILE E COLLETTAMENTO ACQUE REFLUE PER AZIENDA GARDESANA SERVIZI TELECONTROLLO DELLA DISTRIBUZIONE ACQUA POTABILE E COLLETTAMENTO ACQUE REFLUE PER AZIENDA GARDESANA SERVIZI s.d.i. automazione industriale ha realizzato per l Azienda Gardesana Servizi (AGS) di Peschiera

Dettagli

WebMan CW. web-based machine manager (checkweigher version)

WebMan CW. web-based machine manager (checkweigher version) WebMan CW web-based machine manager (checkweigher version) Introduzione Il sistema WebMan CW permette di accedere, tramite un qualsiasi computer, tablet o smartphone ai dati di una macchina controllo peso,

Dettagli

SISTEMA DI SUPERVISIONE

SISTEMA DI SUPERVISIONE SISTEMA DI SUPERVISIONE IMPIANTI FRIGORIFERI Gestione completa di celle frigorifere - Monitoraggio degli strumenti in cella per la rilevazione di temperature, pressioni e assorbimenti. - Visualizzazione

Dettagli

Data logger SOFREL LT/LT-US Soluzioni per reti di acque reflue

Data logger SOFREL LT/LT-US Soluzioni per reti di acque reflue Data logger SOFREL LT/LT-US Soluzioni per reti di acque reflue I data logger SOFREL LT e LT-US sono stati progettati per la sorveglianza delle reti di acque reflue e pluviali (collettori, scolmatori di

Dettagli

ACQUISIZIONE DATI TELECONTROLLO AUTOMAZIONI

ACQUISIZIONE DATI TELECONTROLLO AUTOMAZIONI 1 ACQUISIZIONE DATI 2 TELECONTROLLO 3 BUILDING E INFRASTRUTTURE 4 AUTOMAZIONI ACQUISIZIONE DATI Sistema di acquisizione dati: sistema in grado di raccogliere, elaborare e memorizzare grandezze analogiche

Dettagli

Platform. Il futuro del telecontrollo diventa semplice

Platform. Il futuro del telecontrollo diventa semplice Platform Il futuro del telecontrollo diventa semplice È tutto sotto controllo. Anche quello che non vedi È come esserci. Anche se non ci sei. Appena qualcosa è cambiato, Rilheva lo sa. E tu sei il primo

Dettagli

STRUMENTAZIONE. Il Sistema di supervisione e acquisizione dati: S.C.A.D.A. APPARATI SINGOLI MASTER RETE LOCALE SUPERVISIONE

STRUMENTAZIONE. Il Sistema di supervisione e acquisizione dati: S.C.A.D.A. APPARATI SINGOLI MASTER RETE LOCALE SUPERVISIONE Il Sistema di supervisione e acquisizione dati: S.C.A.D.A. Ing.Francesco M. Raimondi www.unipa.it/fmraimondi Lezioni del corso di Automazione Industriale Dipartimento di Ingegneria dell Automazione e dei

Dettagli

AN006 Applicazioni di telecontrollo per acquedotti e reti idriche

AN006 Applicazioni di telecontrollo per acquedotti e reti idriche AN006 Applicazioni di telecontrollo per acquedotti e reti idriche I prodotti NETHIX di telecontrollo wireless basati sull uso della tecnologia GSM ed SMS offrono svariate opportunità di applicazione nella

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

DomoDigit. DomoDigit. Il controllo della vostra casa a portata di dito

DomoDigit. DomoDigit. Il controllo della vostra casa a portata di dito DomoDigit Il controllo della vostra casa a portata di dito DomoDigit DomoDigit è la tecnologia che unisce, integra e controlla i dispositivi elettrici ed elettronici utili per la gestione della casa.

Dettagli

PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE

PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE ENTERPRISE 2006 INTERFACCIA GRAFICA PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE DI SISTEMI 1019 MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE Enterprise-ITA-27-05-2008 2006 1 Sommario Introduzione... 3 Release... 3 Principali caratteristiche...

Dettagli

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com 2015 Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi

Dettagli

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici SPECIFICHE TECNICHE MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici RSPV05I1 rev.01 0909 (Descrizione) Il sistema di telegestione telecontrollo

Dettagli

AUMENTA LA PRODUTTIVITÀ DEL TUO IMPIANTO ENERGETICO

AUMENTA LA PRODUTTIVITÀ DEL TUO IMPIANTO ENERGETICO AUMENTA LA PRODUTTIVITÀ DEL TUO IMPIANTO ENERGETICO Avda. Isaac Newton, 3. 4ª Planta PCT Cartuja 41092 Sevilla Tel: +34 955 036 800 Fax: +34 955 036 849 www.isotrol.com cer@isotrol.com Tecnologia di controllo

Dettagli

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST La regolazione è il cuore efficiente del sistema NEST di riscaldamento e di raffrescamento degli ambienti. Il sistema permette in primo luogo di tenere sotto controllo continuamente

Dettagli

SUPERVISIONE, AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO DI UN IMPIANTO DI TRATTAMENTO E BONIFICA DI ACQUE DI SCARICO CIVILI E INDUSTRIALI

SUPERVISIONE, AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO DI UN IMPIANTO DI TRATTAMENTO E BONIFICA DI ACQUE DI SCARICO CIVILI E INDUSTRIALI SUPERVISIONE, AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO DI UN IMPIANTO DI TRATTAMENTO E BONIFICA DI ACQUE DI SCARICO CIVILI E INDUSTRIALI Nel corso degli anni 2000 2007 s.d.i. automazione industriale ha realizzato,

Dettagli

SICUREZZA FRACARRO. Soluzioni per la protezione degli impianti fotovoltaici

SICUREZZA FRACARRO. Soluzioni per la protezione degli impianti fotovoltaici SICUREZZA FRACARRO Soluzioni per la protezione degli impianti fotovoltaici 1 Nell ambito dei Sistemi di Sicurezza, da oltre 25 anni Fracarro offre una gamma completa di soluzioni per la protezione di persone

Dettagli

GAMMA SOFREL S5OO. Stazioni remote di telegestione modulari

GAMMA SOFREL S5OO. Stazioni remote di telegestione modulari GAMMA SOFREL S5OO Stazioni remote di telegestione modulari Grazie ad una esperienza di oltre 30 anni nel campo della telegestione e dell uso delle tecnologie più avanzate, la gamma di Stazioni remote SOFREL

Dettagli

GPM Green System. Descrizione Generale. Soluzioni per il Telecontrollo Elettrico

GPM Green System. Descrizione Generale. Soluzioni per il Telecontrollo Elettrico Soluzioni per il Telecontrollo Elettrico GPM Green System Descrizione Generale GPM Green System è la più innovativa soluzione per il Telecontrollo di Sottostazioni Elettriche o Cabine di Trasformazione

Dettagli

MService La soluzione per ottimizzare le prestazioni dell impianto

MService La soluzione per ottimizzare le prestazioni dell impianto MService La soluzione per ottimizzare le prestazioni dell impianto Il segreto del successo di un azienda sta nel tenere sotto controllo lo stato di salute delle apparecchiature degli impianti. Dati industriali

Dettagli

TERM TALK. software per la raccolta dati

TERM TALK. software per la raccolta dati software per la raccolta dati DESCRIZIONE Nell ambiente Start, Term Talk si caratterizza come strumento per la configurazione e la gestione di una rete di terminali per la raccolta dati. È inoltre di supporto

Dettagli

Evasione. Evasione. Vendite. Magazzini Immagini

Evasione. Evasione. Vendite. Magazzini Immagini Schema di funzionamento del Carico da Ordini Ordine Archivio di Transito Univoco Evasione Codifica Controllo Articoli Generico Evasione Movimenti Documenti Giacenze Testata Scadenze Vendite Dettaglio Ingrosso

Dettagli

DOCUMENTAZIONE TECNICA

DOCUMENTAZIONE TECNICA DOCUMENTAZIONE TECNICA Pag. 1 di 21 SOMMARIO PRESENTAZIONE DEL SISTEMA.. 3 ARCHITETTURA DEL SISTEMA DI TELECONTROLLO 4 ARCHITETTURA DEL SOFTWARE 7 CLIMATEL CLIENT... 8 LE PRINCIPALI ATTIVITA 8 TELECONTROLLO

Dettagli

N.B.N. AUTOMAZIONE s.r.l.

N.B.N. AUTOMAZIONE s.r.l. N.B.N. AUTOMAZIONE s.r.l. Automazione per industria www.nbnautomazione.it N.B.N. Automazione S.r.l. Frazione Penna n.154 52028 Terranuova Bracciolini (Arezzo) Telefono: 055/97.05.430 Fax: 055/56.09.099

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

BASIC IMC IML QUADRI COMANDO FUNZIONI PRINCIPALI QUADRI COMANDO

BASIC IMC IML QUADRI COMANDO FUNZIONI PRINCIPALI QUADRI COMANDO QUADRI COMANDO FUNZIONI PRINCIPALI QUADRI COMANDO BASIC Regolazione bruciatore mono e bistadio Regolazione livello ON/OFF Nr.2 livellostato di sicurezza basso livello Nr. 1 livellostato PED di sicurezza

Dettagli

Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2

Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2 Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2 Fascicolo centralina Eco2 Revisione: GG.01.05-04 Autore: Giorgio Gentili Centralina elettronica ECO2 La centralina ECO2 offre una ampia flessibilità

Dettagli

Telecontrollo via GPRS per gestire le reti idriche dei comuni del Lago di Garda e proteggere l ambiente

Telecontrollo via GPRS per gestire le reti idriche dei comuni del Lago di Garda e proteggere l ambiente Telecontrollo via GPRS per gestire le reti idriche dei comuni del Lago di Garda e proteggere l ambiente Roland CRAMBERT Direttore Marketing LACROIX Sofrel Giuliano FANTATO Responsabile telecontrollo GARDA

Dettagli

Manuale utente IS-Station Wi-Fi

Manuale utente IS-Station Wi-Fi Manuale utente IS-Station Wi-Fi Versione 1.0 del 17 ottobre 2008 Prodotto da : Distribuito da: Industrial Software SRL Econnet s.r.l. Via Carducci, 56 Via Nicolò Pasquali Alidosi, 18/2 54100 Massa 40139

Dettagli

Didit Interactive Solution

Didit Interactive Solution Didit Interactive Solution Didit Interactive Solution Moonway.it Versione Italiana Data: Settembre 2008 Contenuti Introduzione... 3 Componenti Windows Richiesti... 3 Guidelines Generali di Configurazione...

Dettagli

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO () Generalità Quadro di comando e controllo manuale/automatico () fornito a bordo macchina, integrato e connesso al gruppo elettrogeno. Il quadro utilizza un compatto

Dettagli

Anno Accademico 2004/2005 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Laurea in Comunicazione artistica e multimediale Corso di informatica prof.

Anno Accademico 2004/2005 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Laurea in Comunicazione artistica e multimediale Corso di informatica prof. Anno Accademico 2004/2005 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Laurea in Comunicazione artistica e multimediale Corso di informatica prof. Eugeni Gruppo di laboratorio prof. Manuppella realizzato

Dettagli

Kit A72 MANUALE DEL SOFTWARE TWIDO PER IL DISTACCO UTENZE (CEI 0-16 ALLEGATO M)

Kit A72 MANUALE DEL SOFTWARE TWIDO PER IL DISTACCO UTENZE (CEI 0-16 ALLEGATO M) Kit A72 MANUALE DEL SOFTWARE TWIDO PER IL DISTACCO UTENZE (CEI 0-16 ALLEGATO M) INDICE 1 OBIETTIVO...2 2 CONFIGURAZIONE DEL PROGRAMMA...2 2.1 Configurazione oggetti di memoria...2 3 FUNZIONAMENTO...5 3.1

Dettagli

Manuale operativo applicazione mobile ios.

Manuale operativo applicazione mobile ios. Manuale operativo applicazione mobile ios. Leggere attentamente prima di utilizzare il sensore e l applicazione. iosappmanual - 09/04/15 1 Introduzione - Il presente manuale si riferisce all applicazione

Dettagli

Manuale d uso e configurazione

Manuale d uso e configurazione Manuale d uso e configurazione Versione 1.0 1 Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

TELEMETRIA GSM PER GSE

TELEMETRIA GSM PER GSE Pagina 1 di 5 TELEMETRIA GSM PER GSE Mod. TLM-GSE4 La telemetria TLM-GSE4 è una opzione applicabile a tutti i gruppi GSE. Essa consiste in un box metallico contenente le schede elettroniche e il modem

Dettagli

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps SOFTWARE PER LA GESTIONE DEI TELECONTROLLI SMS-GPS MANAGER Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps Rev.1009 Pag.1 di 10 www.carrideo.it INDICE 1. DESCRIZIONE

Dettagli

: I sensori di visione - Introduzione e applicazioni Ing. Marco Catizone SICK Spa. SAVE Expo - 12 Ottobre 2010

: I sensori di visione - Introduzione e applicazioni Ing. Marco Catizone SICK Spa. SAVE Expo - 12 Ottobre 2010 Ing. Marco Catizone SICK Spa SAVE Expo - 12 Ottobre 2010 Presentazione Marco Catizone Product Manager Sistemi di visione - Sick Spa :Sensori per automazione industriale :Sistemi di sicurezza :Strumentazione

Dettagli

i m p i a n o i m i z z a z t t r e g o l a z i o n e

i m p i a n o i m i z z a z t t r e g o l a z i o n e LA REGOLAZIONE HA IL SUO SISTEMA s e m p l i fi c a z t e l e g e s t i o n e i o n e r e g o l a z i o n e i m p i a n o t t i m i z z a z i o n e i t DAI NOSTRI SISTEMI NASCONO SOLUZIONI CONCRETE E INNOVATIVE

Dettagli

IL CONTROLLO DI UN PROCESSO

IL CONTROLLO DI UN PROCESSO IL CONTROLLO DI UN PROCESSO 1 IL CONTROLLO DI UN PROCESSO Schema a blocchi 2 Il controllore può essere: A LOGICA CABLATA A LOGICA PROGRAMMABILE 3 CONTROLLORE A LOGICA CABLATA (*) (Wired Logic Control)

Dettagli

PLC Sistemi a Logica Programmabile

PLC Sistemi a Logica Programmabile PLC Sistemi a Logica Programmabile Prof. Nicola Ingrosso Guida di riferimento all applicazione applicazione dei Microcontrollori Programmabili IPSIA G.Ferraris Brindisi nicola.ingrosso @ ipsiaferraris.it

Dettagli

29. Inventari. Software SHOP_NET Manuale d uso Vers. 3.0-2010. Valorizzazione Inventario

29. Inventari. Software SHOP_NET Manuale d uso Vers. 3.0-2010. Valorizzazione Inventario 29. Inventari Valorizzazione Inventario Il programma dispone di un sistema di valorizzazione dell inventario teorico che si basa sul numero di Record presenti negli Archivi Giacenze degli Articoli Univoci

Dettagli

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali HD+ Descrizione generale HD+ è un dispositivo di acquisizione ECG wireless, sviluppato come acquisitore per PC e Tablet che utilizzino piattaforme standard (Windows / MAC OS / Android) e per l utilizzo,

Dettagli

La telegestione delle reti idriche di adduzione e distribuzione: analisi costi benefici. Vincenzo Lanave

La telegestione delle reti idriche di adduzione e distribuzione: analisi costi benefici. Vincenzo Lanave AssoAutomazione Associazione Italiana Automazione e Misura La telegestione delle reti idriche di adduzione e distribuzione: analisi costi benefici Vincenzo Lanave Telecontrollo: la modernizzazione delle

Dettagli

Nota Tecnica Premium HMI 4.0.1152 TN0022

Nota Tecnica Premium HMI 4.0.1152 TN0022 Premium HMI 4.0.1152 Introduzione Il documento raccoglie le note di rilascio per la versione 4.0.1152 di Premium HMI. Le principali novità introdotte riguardano i seguenti aspetti: Nuove funzioni per una

Dettagli

CONTROLLO GRU REALIZZATO CON P.L.C. SIEMENS S7 REVAMPING GRU MOBILI PORTUALI MHC FANTUZZI -REGGIANE

CONTROLLO GRU REALIZZATO CON P.L.C. SIEMENS S7 REVAMPING GRU MOBILI PORTUALI MHC FANTUZZI -REGGIANE CONTROLLO GRU REALIZZATO CON P.L.C. SIEMENS S7 REVAMPING GRU MOBILI PORTUALI MHC FANTUZZI -REGGIANE Le gru mobili portuali offrono soluzioni flessibili alla movimentazione dei carichi all interno dei porti,

Dettagli

LOCALIZZAZIONE SATELLITARE GEOREFENRENZIATA

LOCALIZZAZIONE SATELLITARE GEOREFENRENZIATA LOCALIZZAZIONE SATELLITARE GEOREFENRENZIATA 1 Indice 1 Indice... 2 2 Introduzione... 3 2.1 Glossario... 3 2.2 Generalità... 3 3 Applicativo... 4 4 Stato del mezzo... 6 4.1 Toolbar Mezzo... 6 4.2 Identificativo

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Caratteristiche principali Telefono piccolo e leggero con interfaccia USB per la telefonia VoIP via internet. Compatibile con il programma Skype. Alta qualità audio a 16-bit. Design compatto con tastiera

Dettagli

OCS Open Control System

OCS Open Control System OCS Open Control System L OCS è una applicazione software innovativa di supervisione e controllo, progettata e realizzata da Strhold S.p.A. per consentire la gestione centralizzata di sottosistemi periferici.

Dettagli

VC 1 VariControl. La rivoluzione nella tecnica di comando

VC 1 VariControl. La rivoluzione nella tecnica di comando VC 1 VariControl La rivoluzione nella tecnica di comando Con il sistema di comando della macchina e del processo VariControl VC 1 Bihler porta i concetti di comodità d impiego e sicurezza dei processi

Dettagli

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Indice 1. Introduzione... 2 2. Requisiti di sistema... 2 3. Installa Podium View... 3 4. Connessione all

Dettagli

informa News tecniche 2013

informa News tecniche 2013 informa News tecniche 2013 Indice news Tecnoalarm informa Argomento n. 3 Utilizzo di Universal Touch Screen e APP n. 9 Cavi halogen free n. 11 Chiavi software - abilitazioni n. 13 Aggiornamento firmware

Dettagli