Gli Approfondimenti della Fondazione Studi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gli Approfondimenti della Fondazione Studi"

Transcript

1 ANNO 2015 Gli Approfondimenti della Fondazione Studi Approfondimento del SVILUPPO DEI SISTEMI INFORMATIVI E DELL' ICT NEGLI STUDI PROFESSIONALI PREMESSA Lo Studio di Consulenza del Lavoro sta conoscendo un evoluzione che lo vede sempre più connesso con le aziende clienti, da un lato e la pubblica amministrazione dall'altro. E definitivamente conclusa l'era dello studio stand-alone, per introdurre quella di un sistema complesso che comprende un variegato ventaglio di attori socioeconomici, fra loro interagenti: i Professionisti, le Imprese, la Pubblica amministrazione, il Sistema Camerale, il Sistema Creditizio, le OO. SS. con le relative emanazioni; all'interno di questo scenario va considerata l'evoluzione attuale e futura dello Studio e del suo sistema informativo. L EVOLUZIONE DEL CONSULENTE DEL LAVORO GRAZIE ALL ICT DIPARTIMENTO SCIENTIFICO della FONDAZIONE STUDI Viale del Caravaggio Roma (RM) Lungi dall'essere un mero intermediario, il Consulente del Lavoro ed il suo studio svolgono una funzione essenziale e strategica, facilitando e talvolta addirittura rendendo possibile il dialogo e l'interfaccia virtuosa e fisiologica fra Imprese e Stato.

2 PAGINA 2 APPROFONDIMENTO Soprattutto nei confronti di micro e piccole aziende, i Consulenti del Lavoro non si limitano all'offerta di consulenza e servizi, ma entrano in presa diretta nel sistema-impresa e nella condivisione dei passaggi più significativi della gestione imprenditoriale, costruendo stabili rapporti fiduciari con l'imprenditore. Non sono più dei semplici Fornitori, ma diventano parte integrante dell attività imprenditoriale. La fiducia di cui questi Professionisti godono presso gli Imprenditori può essere anche un utile strumento per stimolare le imprese a evolvere verso modelli gestionali più efficienti, nei quali la tecnologia può giocare un ruolo chiave. Negli ultimi anni le tecnologie informatiche e della comunicazione (ICT) hanno assunto un ruolo sempre più ampio sia all'interno, che nella gestione dei flussi di dati e di informazioni da e verso l'esterno. Una parte della competitività dello Studio e del Sistema Ordinistico nel suo complesso si gioca anche sulla capacità di interpretare appieno i profondi cambiamenti che stanno caratterizzando questa fase della vita economica del Paese e che vedono le tecnologie ICT al centro di una rapida e capillare diffusione che andrà a modificare nel profondo, non solo i metodi di lavoro, ma l'essenza stessa dell'attività di uffici e professionisti.

3 PAGINA 3 CIRCOLARE / PARERE Attualmente l'approccio degli studi professionali all'investimento tecnologico risulta limitato (circa euro/annui) e rivolto all'aggiornamento dell'esistente, più che all'introduzione di novità hardware e software (26%); risulta inoltre prevalentemente law driven, ciò determinato dagli obblighi normativi. Dato interessante comunque il 26% di risorse destinate all'innovazione, posto che le PMI destinano una percentuale inferiore (18%); ciò significa che gli Studi professionali possono esercitare nei loro confronti uno stimolo positivo, grazie alla sintonia ed alla fiducia sulla base delle quali si sviluppa la collaborazione. Al riguardo va parimenti rilevata l'esistenza di una buona disponibilità da parte delle imprese nell'investire in ICT, con la finalità di migliorare gli scambi informativi e le interazioni reciproche. Questa indicazione rappresenta un fattore da considerare attentamente ed a cui dare una rapida e concreta risposta, sia per migliorare la soddisfazione del cliente sia per rafforzare il posizionamento nel mercato dei servizi alle imprese. A completamento va ribadito, come nell'indagine realizzata dall'osservatorio ICT & Professionisti POLIMI 2015 emerga, che la maggior parte delle aziende clienti (81%) si dichiari soddisfatta dei servizi offerti dai professionisti, ma apprezzerebbe poter affiancare consulenze rivolte all'area strategica e

4 PAGINA 4 APPROFONDIMENTO gestionale, ai tradizionali servizi in ambito amministrativo; questa indicazione è sostanzialmente analoga a quanto rilevato nel 2014 nell'ambito dell'indagine promossa dal CNO dei Consulenti del Lavoro in materia dei fabbisogni delle imprese. Il sistema informativo di un moderno studio professionale costituisce una fedele rappresentazione del suo impianto organizzativo e dell'assetto delle relazioni che stabilmente intercorrono con gli interlocutori esterni. Il suo sviluppo e miglioramento offre inoltre un'opportunità per migliorare l'efficienza dei servizi interni e il grado di soddisfazione del sistema-cliente. L'innegabile calo di redditività che ha colpito molti Studi potrebbe essere limitato e gestito anche grazie ad un più esteso e puntuale ricorso all'ict, che favorisca la generazione di valore, l'aumento della produttività e lo sviluppo di nuove aree di business. GLI INVESTIMENTI IN INFORMATION TECNOLOGY Secondo recenti rilevazioni statistiche, gli investimenti in hardware per l'ufficio vedono in declino l'acquisto di fax e stampanti, in lieve contrazione le stampanti multifunzione, mentre si mantengono i numeri di acquisto degli scanner, presumibilmente in previsione dell'introduzione di procedure e sistemi dedicati alla dematerializzazione dei documenti ed alla digitalizzazione dei processi.

5 PAGINA 5 CIRCOLARE / PARERE Le ICT su cui gli Studi professionali stanno concentrando la propria attenzione ora e nel biennio a venire sono soprattutto la fatturazione elettronica verso la PA e la conservazione digitale secondo norma dei documenti; si tratta evidentemente di innovazioni legate a specifici obblighi di legge e connesse al core business tradizionale. Nell'ottica di incidere positivamente su quelle che attualmente rappresentano spesso aree di debolezza dello Studio professionale, va posta attenzione sull'esigenza di adottare anche tecnologie più tipiche della dimensione organizzativa e gestionale dello studio professionale, volte a favorire incrementi di produttività o generare nuove aree di attività, anche attraverso un miglioramento nei flussi di informazioni a livello intranet. Inoltre, per contribuire al miglioramento dell'efficienza ed allo sviluppo di effettive politiche di mercato e di prezzo, conviene disporre di un cruscotto di studio che registri e rendiconti i costi gestionali e contribuisca a valorizzare la redditività di servizi e clienti.

6 PAGINA 6 APPROFONDIMENTO COME MIGLIORARE L EFFICIENZA DELLO STUDIO Di seguito alcuni spunti che inquadrano le fondamentali aree di investimento in ICT per un moderno Studio professionale: sistemi e software per la programmazione e controllo avanzamento dei processi operativi, per il monitoraggio e la gestione delle scadenze, per l'effettuazione dei controlli di qualità; sistemi e software per il controllo di gestione e la valutazione della redditività di servizi e clienti. Le indagini evidenziano come attualmente solo una ridotta percentuale di Studi attui con regolarità la rilevazione ed il controllo dei tempi e dei carichi di lavoro o predisponga un budget annuale e se ne serva per orientare la gestione ed attribuire obiettivi individuali o di team; portali o spazi WEB per la trasmissione di informazioni (ad esempio la rilegazione delle presenze) e documenti (ad esempio la messa a disposizione degli elaborati quali cedolini paga ed altre documentazioni inerenti i rapporti di lavoro) o la condivisione di attività con clienti e studi collegati in rete territoriale. Al riguardo va evidenziato come gli Studi di Consulenza del lavoro che hanno adottato procedure automatiche di acquisizione delle presenze da parte delle aziende clienti segnalano una

7 PAGINA 7 CIRCOLARE / PARERE riduzione dei tempi legata a questa fase lavorativa oscillante fra il 30 ed il 50%. Sempre in vista di un rafforzamento dell'attenzione dedicata dagli Studi professionali alla comunicazione verso l'esterno ed alla relazione con i clienti ed il mercato, si sottolinea l'importanza di prendere in considerazione le opportunità offerte dai cosiddetti CRM (sistemi per la gestione della relazione con il cliente), che possono indubbiamente concorrere alla valorizzazione del servizio offerto e a rendere più semplice ed attraente per il cliente l'interlocuzione con lo Studio. Investire in ICT nello studio professionale significa decidere di affrontare un convinto cambiamento circa il modo di vedere ed interpretare l'assetto dello studio professionale e l'impianto delle competenze professionali del professionista e dei collaboratori, in una logica organizzativa sempre più a dimensione sistemica con il mondo delle imprese e della PA. Significa dunque avere piena coscienza del fatto che all'evoluzione costante della figura del Consulente del Lavoro deve fare riscontro un parallelo e progressivo sviluppo delle strutture e degli strumenti che possano consentire al Consulente del Lavoro di operare nel rispetto della normativa e nella valorizzazione della Professione e della Categoria.

8 PAGINA 8 APPROFONDIMENTO Per il sistema delle imprese italiano è ormai radicata consuetudine fare ricorso quotidiano ai servizi ed alla consulenza offerta dai Professionisti, per integrare stabilmente le competenze necessarie al funzionamento dei processi ed allo sviluppo aziendale, non diversamente acquisibili da parte di micro e piccole realtà. In questo modo i Professionisti diventano parte integrante dell impresa, e lo sviluppo delle ICT nell'ambito dello studio potrà ulteriormente contribuire a rinsaldare, migliorandolo, questo stretto rapporto, anche attraverso una contaminazione positiva delle imprese nei confronti dell'attenzione ad investire nelle nuove tecnologie 1. 1 Fonti dati ed informazioni: Indagine sui Fabbisogni delle Piccole e Medie imprese CNO Consulenti del lavoro 2014; Indagine Osservatorio ICT & Professionisti POLIMI 2015, rivolta ad avvocati, commercialisti e consulenti del lavoro.

La scadenza del 6 giugno 2014: siamo pronti?

La scadenza del 6 giugno 2014: siamo pronti? S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La scadenza del 6 giugno 2014: siamo pronti? ICT, dematerializzazione, Professionisti e Imprese: ruoli, sinergie e nuove prospettive per una rivisitazione

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Perugia NetConsulting 2012 1

Dettagli

Il Sistema di Aziende ICT di Unindustria Bologna. Roberto Vecchione Presidente Settore ITC, Unindustria Bologna

Il Sistema di Aziende ICT di Unindustria Bologna. Roberto Vecchione Presidente Settore ITC, Unindustria Bologna Il Sistema di Aziende ICT di Unindustria Bologna Roberto Vecchione Presidente Settore ITC, Unindustria Bologna Agenda A. Caratteristiche del settore ICT della provincia di Bologna B. Criticita e punti

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo Ridurre i divari Il problema Fino alla fine degli anni sessanta, la cooperazione allo sviluppo si identificava esclusivamente con la cooperazione economica o con l aiuto umanitario di emergenza. Questa

Dettagli

La redazione del Programma Triennale per la Trasparenza e Integrità è strutturata in sezioni relative a:

La redazione del Programma Triennale per la Trasparenza e Integrità è strutturata in sezioni relative a: La redazione del Programma Triennale per la Trasparenza e Integrità è strutturata in sezioni relative a: 1. Premessa ; 2. Supporto normativo; 3. Sezione programmatica: attività di pianificazione, definizione

Dettagli

Fondo FINTER per l innovazione delle imprese del terziario (commercio - sistema fieristico e servizi - turismo)

Fondo FINTER per l innovazione delle imprese del terziario (commercio - sistema fieristico e servizi - turismo) Fondo FINTER per l innovazione delle imprese del terziario (commercio - sistema fieristico e servizi - turismo) TIPOLOGIA DELLE PROPOSTE PROGETTUALI La misura di agevolazione promuove e ammette tipologie

Dettagli

Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità

Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità Alessandro Perego Osservatori ICT & Management School of Management Politecnico di Milano

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

SERVIZIMPRESA SRL. BUSINESS LINK www.bi-link.it segreteria@bi-link.it

SERVIZIMPRESA SRL. BUSINESS LINK www.bi-link.it segreteria@bi-link.it SERVIZIMPRESA SRL SERVIZIMPRESA SRL LA SOCIETÀ Servizimpresa srl nasce nel 1998 per iniziativa di alcuni imprenditori torinesi, con l obiettivo di fornire servizi amministrativi, contabili e gestionali

Dettagli

La soluzione erp PeR La gestione integrata della PRoduzione industriale

La soluzione erp PeR La gestione integrata della PRoduzione industriale J-Mit La soluzione ERP per la gestione integrata della produzione industriale J-Mit La soluzione ERP per la gestione e il controllo della produzione J-Mit di Revorg è la soluzione gestionale flessibile

Dettagli

CRM Basilea 2 :: :: :: :: PMI Center. -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl

CRM Basilea 2 :: :: :: :: PMI Center. -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl PMI Center -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl 1 La tecnologia ha rimodulato i rapporti fra PMI e sistema Bancario a) anno 1987 - scambio telematico flussi informativi e dispositivi monobanca b) anno

Dettagli

Criteri generali di valutazione della capacità di credito

Criteri generali di valutazione della capacità di credito Criteri generali di valutazione della capacità di credito GUIDA PRATICA PER LE PMI Caro lettore, PattiChiari è il Consorzio attraverso il quale l industria bancaria lavora per semplificare l uso dei prodotti

Dettagli

Infosecurity. Servizi innovativi per le imprese. La sicurezza in informatica. La sicurezza per lo sviluppo delle reti e del mercato ICT

Infosecurity. Servizi innovativi per le imprese. La sicurezza in informatica. La sicurezza per lo sviluppo delle reti e del mercato ICT Infosecurity Servizi innovativi per le imprese. La sicurezza in informatica La sicurezza per lo sviluppo delle reti e del mercato ICT Milano, 10 febbraio 2005 Pietro Varaldo Direttore generale Federcomin

Dettagli

LA COMUNICAZIONE ESTERNA

LA COMUNICAZIONE ESTERNA LEZIONE COMUNICAZIONE E MARKETING PROF.SSA CARMENCITA GUACCI Indice 1 LA COMUNICAZIONE ESTERNA --------------------------------------------------------------------------------------- 3 2 IL MARKETING NELLA

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA ANNI 2015 2016 2017 1 Il Programma Triennale della Trasparenza e Integrità è strutturato in sezioni relative a: 1) Premessa; 2) Supporto normativo; 3)

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

MHT presenta a SMAU le soluzioni ERP basate su Microsoft Dynamics NAV

MHT presenta a SMAU le soluzioni ERP basate su Microsoft Dynamics NAV 9 Aprile 2013 MHT presenta a SMAU le soluzioni ERP basate su Microsoft Dynamics NAV Grazie alle potenzialità del cloud ERP e CRM Microsoft, le nuove soluzioni gestionali di MHT garantiscono il supporto

Dettagli

InfoRes s.r.l. membro di Cast Group

InfoRes s.r.l. membro di Cast Group InfoRes s.r.l. membro di Cast Group S i s t e m i d i s t a m p a e v o l u t i INFORES Il senso del fare impresa è quello di costruire soluzioni su misura(niente di più, niente di meno) fornendo esattamente

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2014-2015 - 2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2014-2015 - 2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2014-2015 - 2016 La redazione del Programma Triennale per la Trasparenza e Integrità è strutturata in sezioni relative a: 1. Premessa ; 2. Supporto

Dettagli

Il Management Consulting in Italia

Il Management Consulting in Italia Il Management Consulting in Italia Sesto Rapporto 2014/2015 Università di Roma Tor Vergata Giovanni Benedetto Corrado Cerruti Simone Borra Andrea Appolloni Stati Generali del Management Consulting Roma,

Dettagli

GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE

GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE 118 GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE IL PROGETTO DIADI La diffusione dell innovazione presso le piccole e medie imprese è una costante delle politiche dei Fondi Strutturali

Dettagli

Ministero dell industria

Ministero dell industria PRINCIPI Principi di base per il Commercio Elettronico Legislazione leggera e minimo intervento di regolazione Regole chiare e semplici Sviluppo guidato dal mercato Linee guida coordinate a livello europeo.

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

Il Fondo Mutualistico di Legacoop

Il Fondo Mutualistico di Legacoop LA FINANZA E IL CREDITO IN COOPERAZIONE Il Fondo Mutualistico di Legacoop Aldo Soldi Direttore Generale Coopfond Parma, 6 marzo 2014 1 1 - Coopfond Coopfond è il Fondo mutualistico di Legacoop. E una S.p.A.

Dettagli

Servizi e soluzioni in outsourcing, elaborazione dati, data entry per le PMI

Servizi e soluzioni in outsourcing, elaborazione dati, data entry per le PMI Siamo ancora in tempo Questo è l anno in cui lo scenario competitivo nel quale si muovono le PMI italiane è difficile come non mai in passato. L affiancamento di un Partner qualificato qual è implica per

Dettagli

3 luglio 2015 Fatturazione Elettronica: dalla Pubblica Amministrazione al B2B. Un percorso dove il controllo di gestione fa la differenza.

3 luglio 2015 Fatturazione Elettronica: dalla Pubblica Amministrazione al B2B. Un percorso dove il controllo di gestione fa la differenza. 3 luglio 2015 Fatturazione Elettronica: dalla Pubblica Amministrazione al B2B. Un percorso dove il controllo di gestione fa la differenza. Aspetti tecnici e di compliance, esperienze e case history, incentivi

Dettagli

Costruendo valore per il turismo in Lombardia

Costruendo valore per il turismo in Lombardia Costruendo valore per il turismo in Lombardia Chi siamo Explora S.C.p.A. ha il compito di promuovere la Lombardia e Milano sul mercato turistico nazionale ed internazionale. La società opera esattamente

Dettagli

I benefici derivanti dalla Fattura Elettronica e dalla dematerializzazione del ciclo acquisti

I benefici derivanti dalla Fattura Elettronica e dalla dematerializzazione del ciclo acquisti I benefici derivanti dalla Fattura Elettronica e dalla dematerializzazione del ciclo acquisti Michele Benedetti Bologna, 22 aprile 2015 eprocurement, Fatturazione Elettronica: un unico processo Fornitore

Dettagli

INTERATTIVA PARTNER'S MEETING. Rimini, 29 30 Marzo 2012

INTERATTIVA PARTNER'S MEETING. Rimini, 29 30 Marzo 2012 INTERATTIVA PARTNER'S MEETING Rimini, 29 30 Marzo 2012 Rimini, 29-30 Marzo 2012 Telecom Italia Canale VAR ITIS 1 !!! tutto gira intorno a questa parola. Perche abbinandola al concetto di nasce un'idea.

Dettagli

Ottimizzare i processi di relazione tra partner lungo la supply chain: la dematerializzazione delle informazioni al servizio dei processi

Ottimizzare i processi di relazione tra partner lungo la supply chain: la dematerializzazione delle informazioni al servizio dei processi Piergiorgio Licciardello Ottimizzare i processi di relazione tra partner lungo la supply chain: la dematerializzazione delle informazioni al servizio dei processi Milano 11/11/2014 AGENDA Chi è Di.Tech

Dettagli

In quattro per un nuovo modello distributivo

In quattro per un nuovo modello distributivo In quattro per un nuovo modello distributivo Forte propensione al marketing, alla formazione e uno studio costante del settore consentono a questo gruppo, nato nel Lazio nel 2004, di attraversare la crisi

Dettagli

Affianchiamo l imprenditore ed i suoi collaboratori nella gestione della complessità nella quale l azienda quotidianamente si muove

Affianchiamo l imprenditore ed i suoi collaboratori nella gestione della complessità nella quale l azienda quotidianamente si muove Dr. Mario Venturini Professionista operante in conformità alla Legge n. 4 del 14 /01/2013 Certified Management Consultant - Socio qualificato APCO-CMC n 2003/0042 Affianchiamo l imprenditore ed i suoi

Dettagli

COGENIAapprofondimenti. Il progetto di quotazione in borsa. Pagina 1 di 7

COGENIAapprofondimenti. Il progetto di quotazione in borsa. Pagina 1 di 7 Il progetto di quotazione in borsa Pagina 1 di 7 PREMESSA Il documento che segue è stato realizzato avendo quali destinatari privilegiati la Direzione Generale o il responsabile Amministrazione e Finanza.

Dettagli

LABORATORIO INNOVAZIONE PMI Progetto di Fondo Perequativo 2002

LABORATORIO INNOVAZIONE PMI Progetto di Fondo Perequativo 2002 Azienda Speciale Camera di Commercio di Lecco LABORATORIO INNOVAZIONE PMI Progetto di Fondo Perequativo 22 UNA SINTESI DEI RISULTATI In collaborazione con Versione st/15 aprile 25 Progetto Laboratorio

Dettagli

Bilancio Sociale per un imprenditorialità socialmente ed eticamente responsabile

Bilancio Sociale per un imprenditorialità socialmente ed eticamente responsabile ANA-ANAP, Associazione Nazionale Audioprotesisti e Associazione Nazionale Audioprotesisti Professionali Bilancio Sociale per un imprenditorialità socialmente ed eticamente responsabile Milano, 21/10/2014

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati oggi i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ LICEO CLASSICO STATALE SAN CARLO Corso Cavour n.17 41100 Modena Tel. 059/222726 Fax 059/210503 e-mail :segreteria@liceosancarlo.it sito internet: www.liceosancarlo.it; codice fiscale: 80009890361; codice

Dettagli

Axioma Business Consultant Program

Axioma Business Consultant Program Axioma Business Consultant Program L esclusivo programma Axioma riservato a Consulenti di Direzione, Organizzazione e Gestione Aziendale Le nostre soluzioni, il tuo valore Axioma da 25 anni è partner di

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ (Art. 11 Decreto. Lgs N. 150 del 27/10/209 e Art. 10 Decreto Lgs N. 33 del 14 Marzo 2013)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ (Art. 11 Decreto. Lgs N. 150 del 27/10/209 e Art. 10 Decreto Lgs N. 33 del 14 Marzo 2013) LICEO STATALE GIULIANO DELLA ROVERE Via Monturbano, 8 17100 SAVONA tel. 019/850424 fax 019/814926 e-mail : segreteria@liceodellarovere.it Prot. n. 249 /A19 Savona, 23 Gennaio 2014 PROGRAMMA TRIENNALE PER

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado GALILEO GALILEI (Associato alla rete delle scuole UNESCO) Via Venezia, 1566020 SAN GIOVANNI TEATINO (CH) Telefoni:

Dettagli

Le esigenze di innovazione ICT delle imprese italiane: un opportunità per i Vendor

Le esigenze di innovazione ICT delle imprese italiane: un opportunità per i Vendor Le esigenze di innovazione ICT delle imprese italiane: un opportunità per i Vendor Stefano Mainetti mainetti@fondazionepolitecnico.it Tavola rotonda di Zerouno Milano, 12 giugno 2008 Agenda Ecosistema

Dettagli

la soluzione che dà valore alla tua associazione associazione

la soluzione che dà valore alla tua associazione associazione la soluzione che dà valore alla tua associazione associazione L esperienza e la competenza maturate in oltre trent anni di attività, nonché il continuo confronto con i propri clienti, ha permesso a Zucchetti

Dettagli

Koinè Consulting. Profilo aziendale

Koinè Consulting. Profilo aziendale Koinè Consulting Profilo aziendale Koinè Consulting è una società cooperativa a responsabilità limitata che svolge attività di consulenza e servizi alle imprese, avvalendosi di competenze interne in materia

Dettagli

PROGETTO CONTROLLO GESTIONE. Per la P.M.I. Per l Artigianato

PROGETTO CONTROLLO GESTIONE. Per la P.M.I. Per l Artigianato PROGETTO CONTROLLO GESTIONE Per la P.M.I. Per l Artigianato Valutare costantemente l'andamento economico della attività dell'azienda per stabilire se la sua struttura dei costi è adeguata per confrontarsi

Dettagli

Fattura elettronica e conservazione

Fattura elettronica e conservazione Fattura elettronica e conservazione Maria Pia Giovannini Responsabile Area Regole, standard e guide tecniche Agenzia per l Italia Digitale Torino, 22 novembre 2013 1 Il contesto di riferimento Agenda digitale

Dettagli

AVVOCATI, COMMERCIALISTI E CONSULENTI DEL LAVORO: QUALE STUDIO PER IL FUTURO?

AVVOCATI, COMMERCIALISTI E CONSULENTI DEL LAVORO: QUALE STUDIO PER IL FUTURO? BUSINESS SCENARIO Osservatorio ICT & Professionisti AVVOCATI, COMMERCIALISTI E CONSULENTI DEL LAVORO: QUALE STUDIO PER IL FUTURO? Ricerca 2014-2015 Rapporto I nuovi Rapporti sono stati progettati per offrire

Dettagli

Se parliamo di Professionisti, in realtà, parliamo di imprese!

Se parliamo di Professionisti, in realtà, parliamo di imprese! Se parliamo di Professionisti, in realtà, parliamo di imprese! Osservatorio ICT & Professionisti 4 Marzo 2014 L Osservatorio ICT & Professionisti 2010 2012 2013 Obiettivi: valutare la diffusione delle

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

Aggiornato alla legge di conversione n. 98/2013

Aggiornato alla legge di conversione n. 98/2013 Le Guide professionalità quotidiana DECRETO DEL FARE Aggiornato alla legge di conversione n. 98/2013 Tavole sinottiche Finanziamenti agevolati Responsabilità solidale negli appalti Assistenza fiscale Riscossione

Dettagli

la soluzione che dà valore alla tua professione

la soluzione che dà valore alla tua professione commercialista consulente del lavoro la soluzione che dà valore alla tua professione L esperienza e la competenza maturate in oltre trent anni di attività, nonché il continuo confronto con i propri clienti,

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 6 DICEMBRE 2005 CRIF DECISION SOLUTIONS - NOMISMA OVERVIEW CAPITOLO 1 FATTI E TENDENZE INDICE 1.1 L economia internazionale

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013-2016 DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA D AOSTA Via C. Capelli, 51 10146 Torino C.F. 80090940018 C.M. TOEE024002- Telefax 011/724696 e-mail: TOEE024002@istruzione.it PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca L I C E O S T A T A L E G a l i l e o G a l i l e i Liceo Scientifico- Liceo delle Scienze Applicate - Liceo Linguistico Via S. Francesco n. 63-24043

Dettagli

Premio Innovazione ICT Smau Business Roma. Roma, 24 marzo

Premio Innovazione ICT Smau Business Roma. Roma, 24 marzo Premio Innovazione ICT Smau Business Roma 1 Pierantonio Macola Amministratore Delegato Smau 2 Il nuovo ruolo di Smau In due giorni tutta l innovazione di cui hanno bisogno le imprese e le Pubbliche Amministrazioni

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DIREZIONE POLIZIA MUNICIPALE

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DIREZIONE POLIZIA MUNICIPALE Cron./P.M./ nr.93/14 CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DIREZIONE POLIZIA MUNICIPALE DATA 23.09.2014 ATTO N 1978 Oggetto: Acquisto mediante CONSIP - MePA di macchine e attrezzature

Dettagli

DeltaDator S.p.A. Piccola e media impresa Banche e Assicurazioni Pubblica Amministrazione

DeltaDator S.p.A. Piccola e media impresa Banche e Assicurazioni Pubblica Amministrazione DeltaDator S.p.A. DeltaDator S.p.A., la più importante realtà nel mercato IT (Information Technology) del Trentino Alto Adige, si è costituita nel dicembre del 2001. DeltaDator è il risultato della fusione

Dettagli

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PREMESSA Per la prima volta quest anno la responsabilità sociale in Italia diventa un tema diffuso di dibattito

Dettagli

La Fatturazione Elettronica nella PA che cambia

La Fatturazione Elettronica nella PA che cambia Codice-P0 La Fatturazione Elettronica nella PA che cambia Direzione Regionale Friuli Venezia Giulia 28 maggio 2010 Dematerializzazione Documentazione Amministrativa Codice-P1 Il Libro Bianco sulla Dematerializzazione

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO - SALONE DEL CONSIGLIO L IVA nell Unione europea: una nuova cultura fiscale di impresa LA POSIZIONE DEL MONDO

CAMERA DI COMMERCIO - SALONE DEL CONSIGLIO L IVA nell Unione europea: una nuova cultura fiscale di impresa LA POSIZIONE DEL MONDO GENOVA - 30 GIUGNO 2009 - ORE 9.30 CAMERA DI COMMERCIO - SALONE DEL CONSIGLIO L IVA nell Unione europea: una nuova cultura fiscale di impresa LA POSIZIONE DEL MONDO IMPRENDITORIALE SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA

Dettagli

SVILUPPO LOCALE E RETI DI CONOSCENZA ED INNOVAZIONE

SVILUPPO LOCALE E RETI DI CONOSCENZA ED INNOVAZIONE SVILUPPO LOCALE E RETI DI CONOSCENZA ED INNOVAZIONE Riccardo Cappellin OS.E.L.R. - Osservatorio sulle Economie Locali e Regionali Dipartimento di Economia e Istituzioni Università di Roma "Tor Vergata"

Dettagli

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE 5 Direttore Roberto Chionne Professore ordinario di Economia e Gestione delle Imprese Facoltà di Lingua e Cultura Italiana Università per Stranieri di Perugia Comitato

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato Le relazioni con il mercato 1 IL SISTEMA CLIENTE E IL PRESIDIO DELLA RELAZIONE CONSULENZIALE Nella situazione attuale, il venditore deve fornire un servizio sempre più di qualità, trasformandosi nel gestore

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF Barometro CRIF della domanda di credito da parte delle famiglie: a ottobre ancora vivace la domanda di mutui (+42,5%) e prestiti finalizzati (+17,8%). In controtendenza, si consolida la flessione dei prestiti

Dettagli

Piani integrati per lo sviluppo locale. Progetti di marketing territoriale. Progettazione e start-up di Sistemi Turistici Locali

Piani integrati per lo sviluppo locale. Progetti di marketing territoriale. Progettazione e start-up di Sistemi Turistici Locali Piani integrati per lo sviluppo locale Progetti di marketing territoriale Progettazione e start-up di Sistemi Turistici Locali Sviluppo di prodotti turistici Strategie e piani di comunicazione Percorsi

Dettagli

Figure Professionali «Smart City» Smart People CONSULENTE PER LE START-UP. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Figure Professionali «Smart City» Smart People CONSULENTE PER LE START-UP. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Figure Professionali «Smart City» Smart People CONSULENTE PER LE START-UP GREEN JOBS Formazione e Orientamento DESCRIZIONE ATTIVITA Come rendere intelligente la tua città? La trasformazione in una smart

Dettagli

Regione Piemonte: prospettive per lo sviluppo di ecosistemi digitali di business

Regione Piemonte: prospettive per lo sviluppo di ecosistemi digitali di business Regione Piemonte: prospettive per lo sviluppo Abstract Il presente documento intende illustrare la strategia e l approccio adottati da CSP nell ambito del progetto DIADI 2000 (progetto 2003-2006), iniziativa

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI

SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI Il mondo sta cambiando Internet e web 2.0 Da luogo di gestione dei dati a spazio virtuale,per: Condividere Collaborare Comunicare Socializzare Partecipare

Dettagli

Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 51 Associazioni di Categoria (fra soci effettivi e soci aggregati) 62 Sezioni Territoriali (presso le Unioni Provinciali di Confindustria) Oltre 1 milione

Dettagli

INDICE. 1.Perché fare Qualità. 2. Qualità e non-qualità. 3. Le potenzialità del Sistema di gestione. 4. La ISO 9001:2015

INDICE. 1.Perché fare Qualità. 2. Qualità e non-qualità. 3. Le potenzialità del Sistema di gestione. 4. La ISO 9001:2015 LE NOVITA INDICE 1.Perché fare Qualità 2. Qualità e non-qualità 3. Le potenzialità del Sistema di gestione 4. La ISO 9001:2015 1. PERCHE FARE QUALITA Obiettivo di ogni azienda è aumentare la produttività,

Dettagli

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019 La Scuola che cambia Proposta progettuale dell Animatore Digitale Ins. Francesca Cocchi Dirigente Scolastico Rosella Puzzuoli Allegato al POF TRIENNALE 2016/2019 PREMESSA Il Piano Nazionale per la Scuola

Dettagli

PROPOSTA PER RAFFORZARE DATA WAREHOUSE PER LA CONTABILITA DIREZIONALE

PROPOSTA PER RAFFORZARE DATA WAREHOUSE PER LA CONTABILITA DIREZIONALE PROPOSTA PER RAFFORZARE LE DECISIONI AZIENDALI 1 PANORAMICA DELLA PRESENTAZIONE IL CONTROLLO DIREZIONALE E IL PROCESSO DECISIONALE IL SISTEMA INFORMATIVO DECISIONALE SBAGLIATO IL SISTEMA INFORMATIVO DECISIONALE

Dettagli

Informatizzazione degli studi legali di Firenze Presentazione dei risultati della rilevazione

Informatizzazione degli studi legali di Firenze Presentazione dei risultati della rilevazione Informatizzazione degli studi legali di Firenze Presentazione dei risultati della rilevazione Ricerca sullo stato di informatizzazione degli studi legali di Firenze nella prospettiva dell obbligatorietà

Dettagli

PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ

PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ La qualità dei servizi e delle politiche pubbliche è essenziale per la competitività del sistema economico e per il miglioramento delle condizioni di vita dei

Dettagli

I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT

I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT http://www.sinedi.com ARTICOLO 8 GENNAIO 2007 I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT In uno scenario caratterizzato da una crescente competitività internazionale si avverte sempre di più la necessità di una

Dettagli

Le imprese Web Active in Italia

Le imprese Web Active in Italia Le imprese Web Active in Italia per settore di attività Introduzione p. 2 Obiettivo e variabili utilizzate p. 2 La classifica p. 4 Analizziamo i dati p. 5 Metodologia p. 9 1 Le imprese Web Active in Italia

Dettagli

CONGRESSO NAZIONALE AICA 2014 Dai Bit agli Atomi: Rilancio della Manifattura e Nuove Competenze Digitali. Milano, 13 Novembre 2014

CONGRESSO NAZIONALE AICA 2014 Dai Bit agli Atomi: Rilancio della Manifattura e Nuove Competenze Digitali. Milano, 13 Novembre 2014 CONGRESSO NAZIONALE AICA 2014 Dai Bit agli Atomi: Rilancio della Manifattura e Nuove Competenze Digitali Milano, 13 Novembre 2014 Gentilissimi tutti e Gentilissimo Dott. Lamborghini, mi spiace molto non

Dettagli

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta: opportunità e sfide in un momento di crisi Mariano Corso School of Management Politecnico di Milano Milano, 23 ottobre 2009 Ricerca ALCUNI

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23 La transizione al digitale per gli enti pubblici locali opportunità e criticità operative sala Zodiaco Sede della Provincia di Bologna Mercoledì, 26 novembre 2014 slide 1 di 23 Gli argomenti Saluti e introduzione

Dettagli

Il giorno, ad ore, presso si sono incontrati:

Il giorno, ad ore, presso si sono incontrati: PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO E LA FEDERAZIONE TRENTINA DELLA COOPERAZIONE PER IL RAFFORZAMENTO DELLO SVILUPPO DEL TERRITORIO ATTRAVERSO IL SISTEMA DELLA COOPERAZIONE TRENTINA

Dettagli

I Fabbisogni di information and communication technology nel settore agroalimentare

I Fabbisogni di information and communication technology nel settore agroalimentare I Fabbisogni di information and communication technology nel settore agroalimentare Obiettivi Il presente documento, contiene un estratto dei risultati di uno studio sui fabbisogni in ambito ICT delle

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Audizione dell IVASS. Commissioni Riunite 10 a Commissione permanente (Industria, commercio, turismo)

Audizione dell IVASS. Commissioni Riunite 10 a Commissione permanente (Industria, commercio, turismo) Conversione in legge del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91, recante disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l'efficientamento energetico dell'edilizia scolastica e universitaria,

Dettagli

Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi

Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi Indagine ottenuta grazie alla somministrazione di questionario ad oltre 260

Dettagli

L interpretazione e l analisi del rendiconto finanziario: il punto di vista dei finanziatori.

L interpretazione e l analisi del rendiconto finanziario: il punto di vista dei finanziatori. S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PRINCIPIO OIC 10 SUL RENDICONTO FINANZIARIO L interpretazione e l analisi del rendiconto finanziario: il punto di vista dei finanziatori. GIULIANO SOLDI

Dettagli

Roma 22 aprile 2015 Palazzo Confesercenti

Roma 22 aprile 2015 Palazzo Confesercenti Roma 22 aprile 2015 Palazzo Confesercenti Un riferimento strutturato alle attività del lavaggio auto Il car wash in Italia, problematiche e prospettive. Premessa Il mondo dell autolavaggio riveste un importanza

Dettagli

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Assemblea 17 giugno, ore 11.30 Date: 2011-06-17 1 (11) Ericsson Internal Premessa La Sezione Elettronica ed Elettrotecnica intende rappresentare un importante elemento

Dettagli

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007 Dipartimento Istruzione, Formazione e Lavoro Settore Politiche del Lavoro e delle Migrazioni UO MONITORAGGIO E ANALISI REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della

Dettagli

Città di Vico Equense Provincia di Napoli

Città di Vico Equense Provincia di Napoli DECRETO N. 20 DEL 08/04/2014 OGGETTO: INCARICO DI AMMINISTRATORE DI RETE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL'ENTE E REFERENTE ICT TERRITORIALE PER L ATTUAZIONE DEL CAD CODICE AMMINISTRAZIONE DIGITALE" IL SINDACO

Dettagli

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 0 La metodologia Rilevanza per l impresal Innovatività Benefici di business Candidature 81 Imprese e PA finaliste 16 Imprese e PA vincitrici 6 1 Le categorie

Dettagli

CAMERA DI DI COMMERCIO COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE

CAMERA DI DI COMMERCIO COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE IL CONCORSO PREMIAMO I RISULTATI La Camera di Commercio di Campobasso ha partecipato al concorso Premiamo i risultati - indetto dal Ministero per la

Dettagli