Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti"

Transcript

1 Consorzio Universitario Sabina Universitas Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale Associazione Alcli Giorgio e Silvia Azienda Unità Sanitaria Locale Rieti STUDIO DI FATTIBILITA DEL Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti ORGANIGRAMMA Supervisore Progetto Prof. Maurizo Sorice (Dip. Medicina Sperimentale Sapienza) Direttore del Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti Dott. Vincenzo Mattei (Responsabile Laboratorio Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale Consorzio Sabina Universitas ) Vice Direttore Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti Dott.ssa Gabriella De Matteis (Responsabile UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute Azienda USL Rieti) - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 1 di 28

2 Coordinamento clinico scientifico Dott. Vincenzo Tasciotti (Consorzio Sabina Universitas ) Coordinamento tecnico Dott.ssa Antonella Beccarini (Azienda USL Rieti) Supporto informatico Attività Codifica Sig. Giuliano Giglioni (Azienda USL Rieti) Dott. Stefano Martellucci (ALCLI Giorgio e Silvia) Sig.ra Rossella Paolucci (Azienda USL Rieti) Sig.ra Marina Di Silvestri (Azienda USL Rieti) Sig.ra Barbara De Petris (Azienda USL Rieti) Consulenti Tecnici Ing. Fortunato Bianconi Dott. Fabrizio Stracci Sviluppo software gestionale Registro dei Tumori Umbro di Popolazione Coordinatore Registro Tumori Umbro di Popolazione Responsabili Scientifici Dott. Gaetano Falcocchio Dott. Mario Santarelli Dott. Vincenzo Capparella Direttore UOC Anatomia Patologica, Ospedale Rieti AUSL Rieti Direttore UOC Radioterapia, Ospedale Rieti AUSL Rieti Direttore UOC Oncologia Medica, Ospedale Rieti AUSL Rieti Responsabili dei flussi informativi Dott. Giacinto Di Gianfilippo Dott. Angelo Toni Dr.ssa Domenica Tomassoni Direttore UOC AUDIT Clinico e Sistemi Informativi Sanitari - AUSL Rieti Direttore Dipartimento di Prevenzione AUSL Rieti Direttore Distretto 1 - Montepiano Reatino AUSL Rieti - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 2 di 28

3 INDICE 1. SCHEDA PROGETTO DI RICERCA Pag INTRODUZIONE Pag PROGETTO Pag METODOLOGIA PER LA PRODUZIONE DEGLI STUDI Pag Scelta della popolazione di riferimento 4.2 Scelta dei flussi informativi e record linkage 4.3 Scelta del Software per la gestione del registro tumori 4.4 Inserimento e trasferimento dei database 4.5 Modalità per la diffusione dei risultati 4.6 Gestione dei dati e normativa sul trattamento dei dati personali e sensibili 5. GESTIONE DEL REGISTRO TUMORI Pag Posizionamento del server del registro tumori e proprietà 5.2 Prima installazione del programma del registro tumori e inserimento dei database 5.3 Corso di preparazione all uso del Software 5.4 Decodifica ed analisi dei dati degli anni dell Anatomia Patologica 5.5 Organizzazione del registro a regime 6. SEDE DI SVOLGIMENTO DEL PROGETTO Pag GESTIONE ECONOMICO AMMINISTRATIVA Pag PIANO FINANZIARIO Pag QUOTE GIA FINANZIATE Pag QUOTE DA FINANZIARE Pag NOTE LEGALI Pag. 26 ALLEGATO A Pag Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 3 di 28

4 1. SCHEDA PROGETTO DI RICERCA Nome del Progetto: Studio di Fattibilità del Registro tumori della popolazione residente nella Provincia di Rieti Finalità: La realizzazione del Registro tumori dei residenti nella provincia di Rieti permetterà un monitoraggio costante della diffusione delle patologie oncologiche nella popolazione residente in provincia di Rieti e di porre in essere azioni mirate di prevenzione sanitaria. IMPORTI GIA FINANZIATI I ANNUALITA Costo Totale: ,00 A REGIME Costo Totale: ,00 IMPORTI DA FINANZIARE I ANNUALITA Costo Totale: ,00 A REGIME Costo Totale: ,00 DATA DI INIZIO PREVISTA: Marzo 2013 GESTIONE DEL REGISTRO TUMORI: Direttore Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti : Dott. Vincenzo Mattei Vice Direttore Dott.ssa Gabriella De Matteis Sedi di svolgimento del Progetto: - Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale (stanza 29) Polo di Rieti Viale Elettronica, snc Rieti Tel. 0746/ Azienda USL Rieti UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute Viale Matteucci Rieti Tel. 0746/ Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 4 di 28

5 2. INTRODUZIONE Le difficili condizioni economiche in cui il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) si é trovato negli ultimi periodi, hanno fatto in modo che le associazioni di volontariato supportassero, sia con risorse umane che finanziarie, progetti ed interventi riguardanti la salute pubblica. In questo settore, una delle associazioni più attive nel territorio reatino è l'alcli "Giorgio e Silvia", organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) ufficialmente iscritta al numero 239 del Registro Regionale delle organizzazioni di volontariato in ambito sanitario. Tale realtà opera con le sole forze del volontariato e raccoglie fondi per la ricerca e la cura delle neoplasie ematologiche e solide dell'infanzia e dell'adulto. Ispirata ai principi della solidarietà umana ed al rispetto del valore della dignità insiti in ogni singola persona, l ALCLI agisce esclusivamente in funzione dei malati e delle loro famiglie, così come disposto nel suo Statuto che, come specificato nell articolo 4, si propone di: (a) (b) (c) Sostenere nelle cure sanitarie e nell'assistenza medica i bambini e gli adulti affetti da leucemie e neoplasie ematologiche e solide; Promuovere l'assistenza socio-economica delle famiglie in casi di particolare difficoltà; Favorire la ricerca clinica nel campo delle leucemie e neoplasie ematologiche e solide del bambino e dell'adulto mediante contributi per rimborsi spese, corsi di aggiornamento al personale medico e/o borse di studio o altri tipi di incentivazione; Grazie all'abnegazione dei suoi operatori e alla sensibilità generosa e altruistica dei reatini, l'alcli, nel corso degli anni, ha donato agli ospedali di Rieti e Provincia strumentazioni scientifiche ed arredi per un totale di oltre euro, fatto questo che ha consentito di aumentare la qualità dei servizi sanitari erogati e contribuito a - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 5 di 28

6 rendere i reparti di Oncologia medica e Radioterapia dell O.G.P. di Rieti delle eccellenze nel panorama italiano, come testimoniato dal recente premio nazionale Gerbera d oro Nel 2011 è stata inoltre inaugurata una Casa di Accoglienza per pazienti oncologici e loro familiari che vengono a curarsi nei reparti del San Camillo De Lellis. Molti i servizi attivati dall associazione a supporto della AUSL di Rieti quali: assistenza domiciliare, ospedaliera e psicologica del malato oncologico, corsi di formazione per volontari, gestione di uno sportello oncologico di informazione, orientamento e sostegno burocratico, accoglienza presso i reparti di Oncologia e Radioterapia, servizio di trasporto malati e campagne di screening oncologici. Ed è proprio nell ambito della prevenzione che nasce la volontà dell ALCLI di mettere a disposizione del territorio uno strumento indispensabile per medici, pazienti e operatori sanitari in genere: il Registro Tumori della popolazione residente in provincia di Rieti. Tale strumento consente di raccogliere informazioni preziose per la conoscenza delle patologie oncologiche quali: dati anagrafici del malato (sesso, età, data e luogo di nascita, residenza), caratteristiche del tumore da cui il malato è affetto (sede, morfologia e stadiazione), informazioni utili al clinico e all epidemiologo (stadio tumorale, grading, marker, stato recettoriale, indicatori biologici, tipo di intervento e trattamenti effettuati ecc.). Si tratta quindi di notizie fondamentali per investigare l evoluzione della malattia, per la ricerca sulle cause del cancro, per la valutazione dei trattamenti più efficaci, per la progettazione di interventi di prevenzione e per la programmazione della spesa sanitaria. La maggior parte dei registri esistenti in Italia sono di popolazione, vale a dire registri che raccolgono i dati relativi alle patologie oncologiche di tutti i residenti di un determinato territorio (di una singola città o di una provincia o di una AUSL o di una regione). L importanza di legare la raccolta dei dati alla residenza sta nel fatto che la casistica raccolta non viene selezionata ma - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 6 di 28

7 riflette le reali condizioni di un territorio in cui sono presenti tutte le fasce età, gli strati sociali, ecc. Al fine di garantire la qualità del lavoro svolto si intende inoltre iscrivere il Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti all AIRTUM, Associazione Italiana Registri Tumori, che svolge un'attività di raccordo metodologico tra i vari registri ed è collegata alle corrispondenti associazioni in altri paesi a livello europeo e mondiale. Vista l importanza ed il valore di tale progetto, il consiglio direttivo dell associazione ALCLI Giorgio e Silvia ha deliberato, unanimemente, in favore del finanziamento per la realizzazione e la gestione del Registro Tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti, secondo il piano finanziario riportato in calce anche in virtù della consolidata collaborazione in ambito scientifico (Patrocinio) messa in campo tra l ALCLI e il Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale del Polo Universitario di Rieti - Sabina Universitas- diretto dal Prof. Maurizio Sorice (Università Sapienza ) e di cui è responsabile il Dott. Vincenzo Mattei. Tale struttura si colloca all interno della Sabina Universitas, società consortile per azioni che promuove l insediamento di corsi di laurea nella città di Rieti e che ha sede nello storico Palazzo Vecchiarelli di via Roma. La Sabina Universitas, di anno in anno, ha potenziato la propria offerta formativa, venendo incontro alle specifiche esigenze del territorio laziale e candidandosi ad intercettare aspirazioni e personali desideri di crescita culturale e di formazione professionale. In ambito sanitario, oltre ai Corsi di Laurea triennali in Infermieristica, Fisioterapia, Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia, Tecniche della Prevenzione nell'ambiente e nei Luoghi di Lavoro e Tecniche di Laboratorio Biomedico, fanno da cornice vari corsi di Master di I e II livello che riscuotono notevole successo sul panorama italiano. Il Consorzio Universitario Sabina Universitas, istituito nel 2005, ha tra i suoi obiettivi principali quello di potenziare la cooperazione tra strutture di ricerca, Associazioni e Azienda Sanitaria Locale allo scopo di valorizzare programmi di - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 7 di 28

8 ricerca e la raccolta di dati utili alla prevenzione in campo oncologico, attraverso: a. la realizzazione di strutture permanenti sul territorio reatino in grado di ottenere dati epidemiologici in campo oncologico; b. l implementazione di attività diagnostiche in campo oncologico sul territorio reatino; c. lo sviluppo di una maggiore collaborazione tra mondo accademico e mondo associativo; Per l istituzione del Registro tumori risulta fondamentale il coinvongimento dell Azienda USL Rieti rappresentata dalla UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute, i cui obiettivi istituzionali intercettano pienamente gli obiettivi del Progetto successivamente descritto. In tale contesto l Azienda USL Rieti indirizzerà una quota parte del normale orario di servizio, del personale afferente alla citata UOC al progetto. I risultati che saranno ottenuti risultano di rilevanza strategica per gli aspetti sia di assistenza, sia di prevenzione, sia di organizzazione dei servizi dell Azienda USL Rieti. 3. PROGETTO Ricalcando l esperienza della Regione Umbria il nostro obiettivo è quello di realizzare un servizio a gestione congiunta Consorzio Universitario Sabina Universitas Azienda USL Rieti, che si occupi della produzione di informazioni sulle patologie oncologiche, con la conduzione, in particolare, di studi sulla diffusione di queste patologie nella popolazione residente, in modo da fornire dati sempre più esaustivi che consentano interventi in termini di prevenzione ed assistenza appropriata per una patologia a così forte impatto sociale. Con il progetto si intende consolidare la collaborazione tra il Consorzio Universitario Sabina Universitas, l Associazione ALCLI Giorgio e Silvia e l Azienda USL di Rieti, in particolare con la U.O.C. Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute con - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 8 di 28

9 cui è già in essere un accordo sullo studio delle patologie oncologiche diffuse sul territorio provinciale. Più nel dettaglio il progetto prevede la realizzazione del Registro tumori della popolazione residente nella Provincia di Rieti con l utilizzo dei dati contenuti nei flussi informativi amministrativi della AUSL di Rieti; Le principali funzioni di un registro tumori sono: il monitoraggio dei trend di incidenza, prevalenza, sopravvivenza e mortalità per i diversi tipi di tumore, nella popolazione residente della Provincia di Rieti; la valutazione dell efficacia della prevenzione del cancro e dei programmi di screening; la valutazione dell impatto dei fattori ambientali e sociali sul rischio di tumore; I registri tumori raccolgono informazioni dalle Aziende Sanitarie ed ospedaliere, dalle Regioni utilizzando come fonti dati i flussi informativi correnti. 4. METODOLOGIA PER LA PRODUZIONE DEGLI STUDI Le fonti usate per l'individuazione dei casi includono le schede di dimissione del paziente dalle cliniche pubbliche e private, le diagnosi dell'anatomia patologica, le schede di dimissione del paziente sottoposto a radioterapia e i certificati di morte. Le informazioni relative ai casi eleggibili (i residenti) vengono estratte dalle cartelle cliniche degli ospedali pubblici e delle cliniche private. Altre fonti di dati sono l'anamnesi personale del caso e studi indipendenti, la mobilità passiva, gli altri registri tumori, i referti dell Anatomia Patologica e il database degli esenti. I flussi informativi prodotti dall Azienda USL Rieti saranno utilizzati per alimentare un software con il quale si gestirà il registro tumori dei residenti nella provincia di Rieti. Questo strumento, che utilizza tra l altro, la tecnica del record linkage sui vari flussi informativi utilizzati, permetterà di effettuare numerose ed approfondite analisi - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 9 di 28

10 sui dati oncologici, in particolare di stimare l incidenza, la prevalenza e la mortalità e la sopravvivenza. Le fasi dello studio prevedono: Scelta della popolazione di riferimento; Scelta dei flussi informativi (sia quelli prodotti dall Azienda che altri da individuare) da utilizzare e relativo record linkage; Scelta del Software per la gestione del Registro tumori; Inserimento e trasferimento dei database; Elaborazione dei dati ed analisi dei risultati; Modalità per la diffusione dei risultati; 4.1 Scelta della popolazione di riferimento La Provincia di Rieti, costituita nel Gennaio del 1927 ha un area di Km 2. I confini territoriali sono rappresentati a Nord dalle Province di Perugia ed Ascoli Piceno, a Nord Ovest dalla Provincia di Terni, ad Ovest dalla Provincia di Viterbo, a Sud Ovest dalla Provincia di Roma, a Sud Est dalla Provincia de L Aquila e ad Est dalla Provincia di Teramo. La Provincia di Rieti è costituita da 73 comuni e vi risiedono, al 1 Gennaio 2011, da abitanti di cui maschi e femmine (dati ISTAT). 4.2 Scelta dei flussi informativi e record linkage; I flussi informativi disponibili, prodotti dalla ASL di Rieti e di proprietà della stessa, sono: a. flusso diagnosi anatomia patologica (completo di nome, cognome, data di nascita, codice fiscale, macroscopica, microscopica e classificazione SNOMED) a partire dal 1 Marzo Tale flusso sarà incorporato nel programma Spider ; b. database degli assistiti; - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 10 di 28

11 c. flusso dei ricoveri ospedalieri (SIO) e relative SDO; d. flusso schede di dimissioni radioterapia (incorporato nel programma Spider ); e. flusso delle cartelle dei pazienti dell Oncologia Medica (incorporato nel programma Spider ); f. flusso degli accessi al pronto soccorso (SIES); g. flusso dei decessi per causa (ReNCaM); h. flusso degli esenti per patologia ed altro; i. flusso delle prestazioni specialistiche ambulatoriali (SIAS); j. flusso della mobilità passiva ospedaliera k. flusso anatomia patologica (mobilità passiva) l. altri flussi che dovessero rendersi disponibili presso l Azienda o presso altri Enti; 4.3 Scelta del Software per la gestione del registro tumori Per la realizzazione del progetto è necessario avere a disposizione un software per la gestione del registro tumori. Da una attenta analisi effettuata a livello nazionale dove sono attivi da diversi decenni registri tumori siamo arrivati alla conclusione che uno dei migliori applicativi è sicuramente quello utilizzato dalla Regione Umbria. Tale software sviluppato dall Università di Perugia (Facoltà di Ingegneria in collaborazione con la Facoltà di Medicina) organizzato in moduli permette di calcolare diversi indici statistici tra cui: incidenza mortalità prevalenza sopravvivenza Tale software contiene al suo interno una serie di filtri in grado di segnalare all utente quando ci si trova in situazioni contraddittorie (Es. tumore prostata - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 11 di 28

12 assegnato a paziente di sesso femminile, ecc.) e permette quindi una migliore stima degli indici da calcolare. Il software sarà installato in un server che verrà ubicato presso la UOC di Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute. Si precisa inoltre che il software è stato sviluppato per funzionare in modalità WEB e quindi permette l accesso da remoto mediante password. L Azienda USL di Rieti garantirà l alimentazione del software con i propri flussi informativi. Il personale che parteciperà alla realizzazione e, successivamente, al funzionamento del Registro tumori aderirà alla normativa sul trattamento dei dati personali secondo quanto stabilito nel regolamento e nelle procedure in essere presso l Azienda USL Rieti (vedi pargarafo 4.6). 4.4 Inserimento e trasferimento dei database Allo scopo di sfruttare al meglio le potenzialità del programma che verrà acquistato dall Università di Perugia si sta lavorando, grazie alla collaborazione della società OPENGRAPH S. e T. srl, al trasferimento nel software stesso dei dati archiviati con il software Spider, attivo presso le divisioni di Oncologia e Radioterapia della ASL di Rieti. In questo modo i database di anatomia patologica, radioterapia e oncologia medica potranno essere importati in modalità automatica. Successivamente saranno aggiunti altri flussi ed in particolare: database degli assistiti; flusso dei ricoveri ospedalieri (SIO) (inclusa la mobilità passiva intra ed extra regione) flusso dei decessi per causa (ReNCaM); flusso delle prestazioni specialistiche ambulatoriali (SIAS); flusso degli accessi al pronto soccorso (SIES); esenti per patologia - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 12 di 28

13 Nei casi in cui si riscontrino incongruenze nei dati contenuti nei flussi informativi, il personale del Registro tumori dovrà accedere alle documentazione cartacea originale, con particolare riferimento alle cartelle cliniche, nel rispetto della normativa vigente in materia di trattamento dei dati personali, secondo precise modalità organizzative che verranno debitamente definite in una apposita convenzione che verrà stipulata tra l ALCLI Giorgio e Silvia, l ASL di Rieti ed il Consorzio Universitario Sabina Universitas. 4.5 Modalità per la diffusione dei risultati Alcuni dei risultati ottenuti saranno disponibili online mediante un interfaccia web che permetterà di consultare e scaricare: tassi di incidenza tassi di mortalità Tutti gli altri risultati ottenuti (sopravvivenza, prevalenza ed eventuali ulteriori informazioni di tipo descrittivo) saranno utilizzati per realizzare rapporti periodici e studi. Si riuscirà a produrre, in questo modo, una foto della diffusione delle patologie oncologiche nei residenti nella Provincia di Rieti che permetterà di programmare a livello locale (ASL, Consorzio Universitario, Comuni, ecc.) le migliori strategie per la corretta prevenzione dei tumori maligni. A conclusione di ogni studio effettuato, i risultati ottenuti ed il relativo rapporto finale verranno diffusi attraverso l organizzazione congiunta AUSL Rieti Consorzio Sabina Universitas ALCLI Giorgio e Silvia di eventi pubblici ed incontri. 4.6 Gestione dei dati e normativa sul trattamento dei dati personali e sensibili In riferimento alla normativa sulla privacy si precisa che: - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 13 di 28

14 in tutte le fasi di manipolazione dei dati sensibili (inserimento, modifica, elaborazione, ecc) il personale del Registro Tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti dovrà rispettare quanto previsto nel Regolamento dell Azienda USL Rieti in materia di Privacy con la sottoscrizione delle apposite dichiarazioni. 5. GESTIONE DEL REGISTRO TUMORI In virtù della situazione nazionale dove spesso coesistono nella gestione del servizio Università e AUSL si ritiene opportuno gestire congiuntamente il Registro. Pertanto il Registro Tumori della Provincia di Rieti sarà gestito congiuntamente dal Consorzio Universitario Sabina Universitas e dall Azienda USL Rieti come evidenziato dall organigramma a pagina 1 e tutta l attività supervisionata dal Prof. Maurizio Sorice (Dipartimento di Medicina Sperimentale - Sapienza). Il finanziamento necessario all attivazione e al funzionamento del Registro, è garantito, nell entità e nelle modalità esplicitate nel piano finanziario (paragrafo 8). 5.1 posizionamento del server del registro tumori e proprietà Il server contenente il software e i database sarà installato presso la UOC di Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute dell Azienda USL Rieti che si farà carico della sicurezza e dell integrità del server. Il software risiederà su piattaforma web per permettere l accesso agli operatori del Registro da qualsiasi postazione per l espletamento delle attività previste per ognuno di essi. Software, server ed hardware del Registro Tumori sono di proprietà del Consorzio Universitario Sabina Universitas, che ne prevede l utilizzo limitatamente alla durata del presente progetto. - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 14 di 28

15 5.2 Prima installazione del programma del registro tumori e inserimento dei database. La prima installazione sarà effettuata alla presenza dell Ing. Fortunato Bianconi, che si occupa dello sviluppo software gestionale del Registro Tumori Umbro di Popolazione, che installerà il programma e inserirà i dati dei database forniti dalla AUSL di Rieti a partire da quelli relativi all anno 2008 (per problemi tecnici per l anagrafe assistiti il riferimento temporale di partenza verrà deciso in fase operativa). 5.3 Corso di preparazione all uso del software Al fine di poter utilizzare al meglio il software gestionale sarà predisposto un corso di formazione per il personale che lavorerà nell ambito del Registro Tumori. 5.4 Decodifica ed analisi dei dati degli anni dell Anatomia patologica In considerazione del fatto che i dati in possesso dell Anatomia Patologica rappresentano il flusso informativo di base per la realizzazione di un registro tumori è necessario che tali dati siano il più possibile completi e conformi alle direttive impartite dall AIRTUM. Da un attenta analisi effettuata presso i database dell Anatomia Patologica è emerso che tale flusso risulta mancante di alcuni parametri fondamentali per essere utilizzabili ai fini preposti. In particolare, dal 2008 ad oggi non sono presenti: codifica con il sistema internazionale SNOMED ; codice fiscale. - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 15 di 28

16 Il Direttore del Registro Tumori sentito il Direttore della UOC Anatomia Patologica individuerà una professionalità, non dipendente AUSL, che sotto la supervisione del Direttore della UOC di Anatomia Patologica, si farà carico di realizzare la conversione di tali diagnosi per gli anni precedentemente indicati. L onere economico di tale lavoro sarà a carico del gestore economicoamministrativo del registro tumori, ovvero il Consorzio Universitario Sabina Universitas, che stipulerà un apposito contratto di prestazione professionale con la persona individuata. 5.5 Organizzazione del Registro a regime Le attività del Consorzio Sabina Universitas : Il Consorzio Universitario Sabina Universitas, attraverso il personale del Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale gestisce il Registro tumori congiuntamente all Azienda USL Rieti; - si occupa delle attività di rilevazione, codifica e data entry necessarie nella fase di alimentazione del Registro e di pulizia dei flussi; - effettua verifiche delle cartelle cliniche cartacee e su altri documenti cartacei originali in presenza di eventuali incongruenze che si potranno creare nell analisi dei flussi ; - realizza analisi statistico-epidemiologiche congiuntamente all Azienda USL Rieti; - produce, congiuntamente ad AUSL ed ALCLI, rapporti periodici sulle patologie oncologiche in Provincia per la diffusione delle informazioni ottenute dal Registro e dagli studi descrittivi. - offre supporto scientifico in fase di analisi dei dati prodotti anche rispetto ad eventuali dati anomali per i quali è necessario effettuare approfondimenti interpretativi; - offre supporto in fase di elaborazione dei dati anche rispetto ad eventuali dati anomali per i quali è necessario effettuare approfondimenti di - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 16 di 28

17 analisi; - si occupa della gestione economica ed amministrativa di tutte le attività inerenti alla gestione del Registro Tumori della popolazione residente nella Provincia di Rieti; Le attività dell Azienda USL Rieti: L Azienda USL Rieti, attraverso la UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute, garantisce, oltre l alimentazione del Registro con i flussi informativi in proprio possesso, le attività necessarie al funzionamento dello stesso. In particolare: - gestisce il Registro dei tumori congiuntamente al Consorzio Sabina Universitas ; - si occupa delle attività di rilevazione, codifica e data entry necessarie nella fase di alimentazione del Registro e di pulizia dei flussi; - effettua verifiche sulle cartelle cliniche e su altri documenti cartacei originali in presenza di eventuali incongruenze che si potranno creare nell analisi dei flussi; - realizza analisi statistico-epidemiologiche, congiuntamente al Consorzio Sabina Universitas; - produce, congiuntamente al Consorzio Sabina Universitas e all ALCLI, rapporti periodici sulle patologie oncologiche in Provincia per la diffusione delle informazioni ottenute dal Registro e dagli studi descrittivi; - mette a disposizione i flussi necessari per il funzionamento del Registro dei tumori a partire dai database relativi all anno 2008 (per problemi tecnici per l anagrafe assistiti il riferimento temporale di partenza verrà deciso in fase operativa). I database verranno inseriti nel software che gestisce il registro non appena resi disponibili dalla Regione Lazio (ente ufficiale che li certifica e li rende ufficiali) e dagli uffici AUSL - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 17 di 28

18 competenti, con una tempistica che verrà comunque meglio definita nell ambito della convenzione che dovrà essere stipulata tra l Associazione ALCLI Giorgio e Silvia l Azienda USL Rieti ed il Consorzio Universitario Sabina Universitas dopo la condivisione da parte dei tre soggetti interessati dei contenuti del presente studio di fattibilità; - offre supporto epidemiologico in fase di analisi dei dati prodotti anche rispetto ad eventuali dati anomali per i quali è necessario effettuare approfondimenti interpretativi; - offre supporto statistico in fase di elaborazione dei dati anche rispetto ad eventuali dati anomali per i quali è necessario effettuare approfondimenti di analisi; - offre supporto informatico per le attività di pulizia dei flussi, di gestione delle tabelle di programmazione e per tutte le attività di elaborazione dei dati fino all ottenimento del semilavorato pulito dopo le operazioni di link, nonché nelle fasi successive di elaborazione dati; - realizza studi descrittivi inerenti le patologie di interesse epidemiologico utili a considerazioni economico-aziendali, come dappresso meglio specificato nell allegato A Le attività dell ALCLI Giorgio e Silvia : L ALCLI Giorgio e Silvia : - finanzia il progetto per l anno 2013, con l intento di valutare possibili rinnovi di tale contributo per gli anni seccessivi; la somma versata al Consorzio Universtiario Sabina Universitas sarà utilizzata esclusivamente per attività inerenti il Registro tumori come riportato nel piano finanziario; - organizza incontri ed eventi al fine di garantire la massima diffusione dei dati prodotti. - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 18 di 28

19 6. SEDE DI SVOLGIMENTO DEL PROGETTO Considerato che il programma di gestione del registro tumori è un applicativo web l accesso ai database può avvenire in remoto. Va comunque considerato che, essendo il Registro a gestione congiunta AUSL Rieti Consorzio Sabina Universitas, ALCLI Giorgio e Silvia, avrà sede presso le strutture: - Consorzio Universitario Sabina Universitas, presso il Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale - Stanza (29) - Viale dell Elettronica, snc, Rieti - Tel. 0746/201098; - Azienda USL Rieti, presso la UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute, viale Matteucci, 9 3 piano - Tel. 0746/ / o nuova sede (Via del Terminillo, 42), Rieti. 7. GESTIONE ECONOMICO AMMINISTRATIVA Polo Universitario di Rieti Società Consortile Sabina Universitas Palazzo Vecchiarelli Via Roma, Rieti Tel. 0746/ Direttore Dott. Daniele Mitolo - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 19 di 28

20 8. PIANO FINANZIARIO Tempistica SPESE GIA FINANZIATE PER L ATTIVAZIONE DEL PROGETTO IMPORTI GIA FINANZIATI I annualità CONSORZIO UNIVERSITARIO SABINA UNIVERSITAS (Software, hardware, ecc.) PERSONALE A CONTRATTO CONSORZIO SABINA UNIVERSITAS QUOTA PARTE ASL UOC SSDS CONTRIBUTO ALCLI TOTALE SPESE GIA FINANZIATE A REGIME IMPORTI GIA FINANZIATI A regime PERSONALE A CONTRATTO CONSORZIO SABINA UNIVERSITAS QUOTA PARTE ASL UOC SSDS TOTALE Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 20 di 28

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi

Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi Le Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Premessa La Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento di Protezione Civile, in base alla Legge

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Oggetto Art. 1 Il Servizio Art. 2 L Utenza Art. 3 La domanda di Accoglienza Art. 4 Il Processo di Accoglienza Art.

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Università degli studi di Modena e Reggio Emilia I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Domati F., Maffei S., Kaleci S., Di Gregorio C., Pedroni M., Roncucci

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati?

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Patrizia Carletti, Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute / ARS Marche Giovanna Valentina De Giacomi, Ares 118 Lazio Norma Barbini,

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria -

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - ART. 1 - Oggetto: Il presente Regolamento disciplina i casi e

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

La disassuefazione dal fumo

La disassuefazione dal fumo Piano regionale del Veneto per la prevenzione delle malattie legate al fumo La disassuefazione dal fumo Obiettivi Nei paesi industrializzati occidentali gli interventi che riducono i danni da fumo sono

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DI UN PREMESSO CHE: nell ambito delle rispettive competenze, hanno promosso la costituzione

PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DI UN PREMESSO CHE: nell ambito delle rispettive competenze, hanno promosso la costituzione PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DI UN OSSERVATORIO REGIONALE DEI PREZZI DEL MERCATO IMMOBILIARE E DEI COSTI DI MANUTENZIONE RISTRUTTURAZIONE E RESTAURO DELLE OPERE EDILI PREMESSO CHE: - La Camera

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE

ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema I CAS DELLE AZIENDE OSPEDALIERE DOTT. A. CAPALDI I.R.C.C.s Candiolo Regione

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli