Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti"

Transcript

1 Consorzio Universitario Sabina Universitas Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale Associazione Alcli Giorgio e Silvia Azienda Unità Sanitaria Locale Rieti STUDIO DI FATTIBILITA DEL Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti ORGANIGRAMMA Supervisore Progetto Prof. Maurizo Sorice (Dip. Medicina Sperimentale Sapienza) Direttore del Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti Dott. Vincenzo Mattei (Responsabile Laboratorio Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale Consorzio Sabina Universitas ) Vice Direttore Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti Dott.ssa Gabriella De Matteis (Responsabile UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute Azienda USL Rieti) - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 1 di 28

2 Coordinamento clinico scientifico Dott. Vincenzo Tasciotti (Consorzio Sabina Universitas ) Coordinamento tecnico Dott.ssa Antonella Beccarini (Azienda USL Rieti) Supporto informatico Attività Codifica Sig. Giuliano Giglioni (Azienda USL Rieti) Dott. Stefano Martellucci (ALCLI Giorgio e Silvia) Sig.ra Rossella Paolucci (Azienda USL Rieti) Sig.ra Marina Di Silvestri (Azienda USL Rieti) Sig.ra Barbara De Petris (Azienda USL Rieti) Consulenti Tecnici Ing. Fortunato Bianconi Dott. Fabrizio Stracci Sviluppo software gestionale Registro dei Tumori Umbro di Popolazione Coordinatore Registro Tumori Umbro di Popolazione Responsabili Scientifici Dott. Gaetano Falcocchio Dott. Mario Santarelli Dott. Vincenzo Capparella Direttore UOC Anatomia Patologica, Ospedale Rieti AUSL Rieti Direttore UOC Radioterapia, Ospedale Rieti AUSL Rieti Direttore UOC Oncologia Medica, Ospedale Rieti AUSL Rieti Responsabili dei flussi informativi Dott. Giacinto Di Gianfilippo Dott. Angelo Toni Dr.ssa Domenica Tomassoni Direttore UOC AUDIT Clinico e Sistemi Informativi Sanitari - AUSL Rieti Direttore Dipartimento di Prevenzione AUSL Rieti Direttore Distretto 1 - Montepiano Reatino AUSL Rieti - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 2 di 28

3 INDICE 1. SCHEDA PROGETTO DI RICERCA Pag INTRODUZIONE Pag PROGETTO Pag METODOLOGIA PER LA PRODUZIONE DEGLI STUDI Pag Scelta della popolazione di riferimento 4.2 Scelta dei flussi informativi e record linkage 4.3 Scelta del Software per la gestione del registro tumori 4.4 Inserimento e trasferimento dei database 4.5 Modalità per la diffusione dei risultati 4.6 Gestione dei dati e normativa sul trattamento dei dati personali e sensibili 5. GESTIONE DEL REGISTRO TUMORI Pag Posizionamento del server del registro tumori e proprietà 5.2 Prima installazione del programma del registro tumori e inserimento dei database 5.3 Corso di preparazione all uso del Software 5.4 Decodifica ed analisi dei dati degli anni dell Anatomia Patologica 5.5 Organizzazione del registro a regime 6. SEDE DI SVOLGIMENTO DEL PROGETTO Pag GESTIONE ECONOMICO AMMINISTRATIVA Pag PIANO FINANZIARIO Pag QUOTE GIA FINANZIATE Pag QUOTE DA FINANZIARE Pag NOTE LEGALI Pag. 26 ALLEGATO A Pag Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 3 di 28

4 1. SCHEDA PROGETTO DI RICERCA Nome del Progetto: Studio di Fattibilità del Registro tumori della popolazione residente nella Provincia di Rieti Finalità: La realizzazione del Registro tumori dei residenti nella provincia di Rieti permetterà un monitoraggio costante della diffusione delle patologie oncologiche nella popolazione residente in provincia di Rieti e di porre in essere azioni mirate di prevenzione sanitaria. IMPORTI GIA FINANZIATI I ANNUALITA Costo Totale: ,00 A REGIME Costo Totale: ,00 IMPORTI DA FINANZIARE I ANNUALITA Costo Totale: ,00 A REGIME Costo Totale: ,00 DATA DI INIZIO PREVISTA: Marzo 2013 GESTIONE DEL REGISTRO TUMORI: Direttore Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti : Dott. Vincenzo Mattei Vice Direttore Dott.ssa Gabriella De Matteis Sedi di svolgimento del Progetto: - Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale (stanza 29) Polo di Rieti Viale Elettronica, snc Rieti Tel. 0746/ Azienda USL Rieti UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute Viale Matteucci Rieti Tel. 0746/ Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 4 di 28

5 2. INTRODUZIONE Le difficili condizioni economiche in cui il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) si é trovato negli ultimi periodi, hanno fatto in modo che le associazioni di volontariato supportassero, sia con risorse umane che finanziarie, progetti ed interventi riguardanti la salute pubblica. In questo settore, una delle associazioni più attive nel territorio reatino è l'alcli "Giorgio e Silvia", organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) ufficialmente iscritta al numero 239 del Registro Regionale delle organizzazioni di volontariato in ambito sanitario. Tale realtà opera con le sole forze del volontariato e raccoglie fondi per la ricerca e la cura delle neoplasie ematologiche e solide dell'infanzia e dell'adulto. Ispirata ai principi della solidarietà umana ed al rispetto del valore della dignità insiti in ogni singola persona, l ALCLI agisce esclusivamente in funzione dei malati e delle loro famiglie, così come disposto nel suo Statuto che, come specificato nell articolo 4, si propone di: (a) (b) (c) Sostenere nelle cure sanitarie e nell'assistenza medica i bambini e gli adulti affetti da leucemie e neoplasie ematologiche e solide; Promuovere l'assistenza socio-economica delle famiglie in casi di particolare difficoltà; Favorire la ricerca clinica nel campo delle leucemie e neoplasie ematologiche e solide del bambino e dell'adulto mediante contributi per rimborsi spese, corsi di aggiornamento al personale medico e/o borse di studio o altri tipi di incentivazione; Grazie all'abnegazione dei suoi operatori e alla sensibilità generosa e altruistica dei reatini, l'alcli, nel corso degli anni, ha donato agli ospedali di Rieti e Provincia strumentazioni scientifiche ed arredi per un totale di oltre euro, fatto questo che ha consentito di aumentare la qualità dei servizi sanitari erogati e contribuito a - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 5 di 28

6 rendere i reparti di Oncologia medica e Radioterapia dell O.G.P. di Rieti delle eccellenze nel panorama italiano, come testimoniato dal recente premio nazionale Gerbera d oro Nel 2011 è stata inoltre inaugurata una Casa di Accoglienza per pazienti oncologici e loro familiari che vengono a curarsi nei reparti del San Camillo De Lellis. Molti i servizi attivati dall associazione a supporto della AUSL di Rieti quali: assistenza domiciliare, ospedaliera e psicologica del malato oncologico, corsi di formazione per volontari, gestione di uno sportello oncologico di informazione, orientamento e sostegno burocratico, accoglienza presso i reparti di Oncologia e Radioterapia, servizio di trasporto malati e campagne di screening oncologici. Ed è proprio nell ambito della prevenzione che nasce la volontà dell ALCLI di mettere a disposizione del territorio uno strumento indispensabile per medici, pazienti e operatori sanitari in genere: il Registro Tumori della popolazione residente in provincia di Rieti. Tale strumento consente di raccogliere informazioni preziose per la conoscenza delle patologie oncologiche quali: dati anagrafici del malato (sesso, età, data e luogo di nascita, residenza), caratteristiche del tumore da cui il malato è affetto (sede, morfologia e stadiazione), informazioni utili al clinico e all epidemiologo (stadio tumorale, grading, marker, stato recettoriale, indicatori biologici, tipo di intervento e trattamenti effettuati ecc.). Si tratta quindi di notizie fondamentali per investigare l evoluzione della malattia, per la ricerca sulle cause del cancro, per la valutazione dei trattamenti più efficaci, per la progettazione di interventi di prevenzione e per la programmazione della spesa sanitaria. La maggior parte dei registri esistenti in Italia sono di popolazione, vale a dire registri che raccolgono i dati relativi alle patologie oncologiche di tutti i residenti di un determinato territorio (di una singola città o di una provincia o di una AUSL o di una regione). L importanza di legare la raccolta dei dati alla residenza sta nel fatto che la casistica raccolta non viene selezionata ma - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 6 di 28

7 riflette le reali condizioni di un territorio in cui sono presenti tutte le fasce età, gli strati sociali, ecc. Al fine di garantire la qualità del lavoro svolto si intende inoltre iscrivere il Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti all AIRTUM, Associazione Italiana Registri Tumori, che svolge un'attività di raccordo metodologico tra i vari registri ed è collegata alle corrispondenti associazioni in altri paesi a livello europeo e mondiale. Vista l importanza ed il valore di tale progetto, il consiglio direttivo dell associazione ALCLI Giorgio e Silvia ha deliberato, unanimemente, in favore del finanziamento per la realizzazione e la gestione del Registro Tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti, secondo il piano finanziario riportato in calce anche in virtù della consolidata collaborazione in ambito scientifico (Patrocinio) messa in campo tra l ALCLI e il Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale del Polo Universitario di Rieti - Sabina Universitas- diretto dal Prof. Maurizio Sorice (Università Sapienza ) e di cui è responsabile il Dott. Vincenzo Mattei. Tale struttura si colloca all interno della Sabina Universitas, società consortile per azioni che promuove l insediamento di corsi di laurea nella città di Rieti e che ha sede nello storico Palazzo Vecchiarelli di via Roma. La Sabina Universitas, di anno in anno, ha potenziato la propria offerta formativa, venendo incontro alle specifiche esigenze del territorio laziale e candidandosi ad intercettare aspirazioni e personali desideri di crescita culturale e di formazione professionale. In ambito sanitario, oltre ai Corsi di Laurea triennali in Infermieristica, Fisioterapia, Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia, Tecniche della Prevenzione nell'ambiente e nei Luoghi di Lavoro e Tecniche di Laboratorio Biomedico, fanno da cornice vari corsi di Master di I e II livello che riscuotono notevole successo sul panorama italiano. Il Consorzio Universitario Sabina Universitas, istituito nel 2005, ha tra i suoi obiettivi principali quello di potenziare la cooperazione tra strutture di ricerca, Associazioni e Azienda Sanitaria Locale allo scopo di valorizzare programmi di - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 7 di 28

8 ricerca e la raccolta di dati utili alla prevenzione in campo oncologico, attraverso: a. la realizzazione di strutture permanenti sul territorio reatino in grado di ottenere dati epidemiologici in campo oncologico; b. l implementazione di attività diagnostiche in campo oncologico sul territorio reatino; c. lo sviluppo di una maggiore collaborazione tra mondo accademico e mondo associativo; Per l istituzione del Registro tumori risulta fondamentale il coinvongimento dell Azienda USL Rieti rappresentata dalla UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute, i cui obiettivi istituzionali intercettano pienamente gli obiettivi del Progetto successivamente descritto. In tale contesto l Azienda USL Rieti indirizzerà una quota parte del normale orario di servizio, del personale afferente alla citata UOC al progetto. I risultati che saranno ottenuti risultano di rilevanza strategica per gli aspetti sia di assistenza, sia di prevenzione, sia di organizzazione dei servizi dell Azienda USL Rieti. 3. PROGETTO Ricalcando l esperienza della Regione Umbria il nostro obiettivo è quello di realizzare un servizio a gestione congiunta Consorzio Universitario Sabina Universitas Azienda USL Rieti, che si occupi della produzione di informazioni sulle patologie oncologiche, con la conduzione, in particolare, di studi sulla diffusione di queste patologie nella popolazione residente, in modo da fornire dati sempre più esaustivi che consentano interventi in termini di prevenzione ed assistenza appropriata per una patologia a così forte impatto sociale. Con il progetto si intende consolidare la collaborazione tra il Consorzio Universitario Sabina Universitas, l Associazione ALCLI Giorgio e Silvia e l Azienda USL di Rieti, in particolare con la U.O.C. Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute con - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 8 di 28

9 cui è già in essere un accordo sullo studio delle patologie oncologiche diffuse sul territorio provinciale. Più nel dettaglio il progetto prevede la realizzazione del Registro tumori della popolazione residente nella Provincia di Rieti con l utilizzo dei dati contenuti nei flussi informativi amministrativi della AUSL di Rieti; Le principali funzioni di un registro tumori sono: il monitoraggio dei trend di incidenza, prevalenza, sopravvivenza e mortalità per i diversi tipi di tumore, nella popolazione residente della Provincia di Rieti; la valutazione dell efficacia della prevenzione del cancro e dei programmi di screening; la valutazione dell impatto dei fattori ambientali e sociali sul rischio di tumore; I registri tumori raccolgono informazioni dalle Aziende Sanitarie ed ospedaliere, dalle Regioni utilizzando come fonti dati i flussi informativi correnti. 4. METODOLOGIA PER LA PRODUZIONE DEGLI STUDI Le fonti usate per l'individuazione dei casi includono le schede di dimissione del paziente dalle cliniche pubbliche e private, le diagnosi dell'anatomia patologica, le schede di dimissione del paziente sottoposto a radioterapia e i certificati di morte. Le informazioni relative ai casi eleggibili (i residenti) vengono estratte dalle cartelle cliniche degli ospedali pubblici e delle cliniche private. Altre fonti di dati sono l'anamnesi personale del caso e studi indipendenti, la mobilità passiva, gli altri registri tumori, i referti dell Anatomia Patologica e il database degli esenti. I flussi informativi prodotti dall Azienda USL Rieti saranno utilizzati per alimentare un software con il quale si gestirà il registro tumori dei residenti nella provincia di Rieti. Questo strumento, che utilizza tra l altro, la tecnica del record linkage sui vari flussi informativi utilizzati, permetterà di effettuare numerose ed approfondite analisi - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 9 di 28

10 sui dati oncologici, in particolare di stimare l incidenza, la prevalenza e la mortalità e la sopravvivenza. Le fasi dello studio prevedono: Scelta della popolazione di riferimento; Scelta dei flussi informativi (sia quelli prodotti dall Azienda che altri da individuare) da utilizzare e relativo record linkage; Scelta del Software per la gestione del Registro tumori; Inserimento e trasferimento dei database; Elaborazione dei dati ed analisi dei risultati; Modalità per la diffusione dei risultati; 4.1 Scelta della popolazione di riferimento La Provincia di Rieti, costituita nel Gennaio del 1927 ha un area di Km 2. I confini territoriali sono rappresentati a Nord dalle Province di Perugia ed Ascoli Piceno, a Nord Ovest dalla Provincia di Terni, ad Ovest dalla Provincia di Viterbo, a Sud Ovest dalla Provincia di Roma, a Sud Est dalla Provincia de L Aquila e ad Est dalla Provincia di Teramo. La Provincia di Rieti è costituita da 73 comuni e vi risiedono, al 1 Gennaio 2011, da abitanti di cui maschi e femmine (dati ISTAT). 4.2 Scelta dei flussi informativi e record linkage; I flussi informativi disponibili, prodotti dalla ASL di Rieti e di proprietà della stessa, sono: a. flusso diagnosi anatomia patologica (completo di nome, cognome, data di nascita, codice fiscale, macroscopica, microscopica e classificazione SNOMED) a partire dal 1 Marzo Tale flusso sarà incorporato nel programma Spider ; b. database degli assistiti; - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 10 di 28

11 c. flusso dei ricoveri ospedalieri (SIO) e relative SDO; d. flusso schede di dimissioni radioterapia (incorporato nel programma Spider ); e. flusso delle cartelle dei pazienti dell Oncologia Medica (incorporato nel programma Spider ); f. flusso degli accessi al pronto soccorso (SIES); g. flusso dei decessi per causa (ReNCaM); h. flusso degli esenti per patologia ed altro; i. flusso delle prestazioni specialistiche ambulatoriali (SIAS); j. flusso della mobilità passiva ospedaliera k. flusso anatomia patologica (mobilità passiva) l. altri flussi che dovessero rendersi disponibili presso l Azienda o presso altri Enti; 4.3 Scelta del Software per la gestione del registro tumori Per la realizzazione del progetto è necessario avere a disposizione un software per la gestione del registro tumori. Da una attenta analisi effettuata a livello nazionale dove sono attivi da diversi decenni registri tumori siamo arrivati alla conclusione che uno dei migliori applicativi è sicuramente quello utilizzato dalla Regione Umbria. Tale software sviluppato dall Università di Perugia (Facoltà di Ingegneria in collaborazione con la Facoltà di Medicina) organizzato in moduli permette di calcolare diversi indici statistici tra cui: incidenza mortalità prevalenza sopravvivenza Tale software contiene al suo interno una serie di filtri in grado di segnalare all utente quando ci si trova in situazioni contraddittorie (Es. tumore prostata - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 11 di 28

12 assegnato a paziente di sesso femminile, ecc.) e permette quindi una migliore stima degli indici da calcolare. Il software sarà installato in un server che verrà ubicato presso la UOC di Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute. Si precisa inoltre che il software è stato sviluppato per funzionare in modalità WEB e quindi permette l accesso da remoto mediante password. L Azienda USL di Rieti garantirà l alimentazione del software con i propri flussi informativi. Il personale che parteciperà alla realizzazione e, successivamente, al funzionamento del Registro tumori aderirà alla normativa sul trattamento dei dati personali secondo quanto stabilito nel regolamento e nelle procedure in essere presso l Azienda USL Rieti (vedi pargarafo 4.6). 4.4 Inserimento e trasferimento dei database Allo scopo di sfruttare al meglio le potenzialità del programma che verrà acquistato dall Università di Perugia si sta lavorando, grazie alla collaborazione della società OPENGRAPH S. e T. srl, al trasferimento nel software stesso dei dati archiviati con il software Spider, attivo presso le divisioni di Oncologia e Radioterapia della ASL di Rieti. In questo modo i database di anatomia patologica, radioterapia e oncologia medica potranno essere importati in modalità automatica. Successivamente saranno aggiunti altri flussi ed in particolare: database degli assistiti; flusso dei ricoveri ospedalieri (SIO) (inclusa la mobilità passiva intra ed extra regione) flusso dei decessi per causa (ReNCaM); flusso delle prestazioni specialistiche ambulatoriali (SIAS); flusso degli accessi al pronto soccorso (SIES); esenti per patologia - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 12 di 28

13 Nei casi in cui si riscontrino incongruenze nei dati contenuti nei flussi informativi, il personale del Registro tumori dovrà accedere alle documentazione cartacea originale, con particolare riferimento alle cartelle cliniche, nel rispetto della normativa vigente in materia di trattamento dei dati personali, secondo precise modalità organizzative che verranno debitamente definite in una apposita convenzione che verrà stipulata tra l ALCLI Giorgio e Silvia, l ASL di Rieti ed il Consorzio Universitario Sabina Universitas. 4.5 Modalità per la diffusione dei risultati Alcuni dei risultati ottenuti saranno disponibili online mediante un interfaccia web che permetterà di consultare e scaricare: tassi di incidenza tassi di mortalità Tutti gli altri risultati ottenuti (sopravvivenza, prevalenza ed eventuali ulteriori informazioni di tipo descrittivo) saranno utilizzati per realizzare rapporti periodici e studi. Si riuscirà a produrre, in questo modo, una foto della diffusione delle patologie oncologiche nei residenti nella Provincia di Rieti che permetterà di programmare a livello locale (ASL, Consorzio Universitario, Comuni, ecc.) le migliori strategie per la corretta prevenzione dei tumori maligni. A conclusione di ogni studio effettuato, i risultati ottenuti ed il relativo rapporto finale verranno diffusi attraverso l organizzazione congiunta AUSL Rieti Consorzio Sabina Universitas ALCLI Giorgio e Silvia di eventi pubblici ed incontri. 4.6 Gestione dei dati e normativa sul trattamento dei dati personali e sensibili In riferimento alla normativa sulla privacy si precisa che: - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 13 di 28

14 in tutte le fasi di manipolazione dei dati sensibili (inserimento, modifica, elaborazione, ecc) il personale del Registro Tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti dovrà rispettare quanto previsto nel Regolamento dell Azienda USL Rieti in materia di Privacy con la sottoscrizione delle apposite dichiarazioni. 5. GESTIONE DEL REGISTRO TUMORI In virtù della situazione nazionale dove spesso coesistono nella gestione del servizio Università e AUSL si ritiene opportuno gestire congiuntamente il Registro. Pertanto il Registro Tumori della Provincia di Rieti sarà gestito congiuntamente dal Consorzio Universitario Sabina Universitas e dall Azienda USL Rieti come evidenziato dall organigramma a pagina 1 e tutta l attività supervisionata dal Prof. Maurizio Sorice (Dipartimento di Medicina Sperimentale - Sapienza). Il finanziamento necessario all attivazione e al funzionamento del Registro, è garantito, nell entità e nelle modalità esplicitate nel piano finanziario (paragrafo 8). 5.1 posizionamento del server del registro tumori e proprietà Il server contenente il software e i database sarà installato presso la UOC di Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute dell Azienda USL Rieti che si farà carico della sicurezza e dell integrità del server. Il software risiederà su piattaforma web per permettere l accesso agli operatori del Registro da qualsiasi postazione per l espletamento delle attività previste per ognuno di essi. Software, server ed hardware del Registro Tumori sono di proprietà del Consorzio Universitario Sabina Universitas, che ne prevede l utilizzo limitatamente alla durata del presente progetto. - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 14 di 28

15 5.2 Prima installazione del programma del registro tumori e inserimento dei database. La prima installazione sarà effettuata alla presenza dell Ing. Fortunato Bianconi, che si occupa dello sviluppo software gestionale del Registro Tumori Umbro di Popolazione, che installerà il programma e inserirà i dati dei database forniti dalla AUSL di Rieti a partire da quelli relativi all anno 2008 (per problemi tecnici per l anagrafe assistiti il riferimento temporale di partenza verrà deciso in fase operativa). 5.3 Corso di preparazione all uso del software Al fine di poter utilizzare al meglio il software gestionale sarà predisposto un corso di formazione per il personale che lavorerà nell ambito del Registro Tumori. 5.4 Decodifica ed analisi dei dati degli anni dell Anatomia patologica In considerazione del fatto che i dati in possesso dell Anatomia Patologica rappresentano il flusso informativo di base per la realizzazione di un registro tumori è necessario che tali dati siano il più possibile completi e conformi alle direttive impartite dall AIRTUM. Da un attenta analisi effettuata presso i database dell Anatomia Patologica è emerso che tale flusso risulta mancante di alcuni parametri fondamentali per essere utilizzabili ai fini preposti. In particolare, dal 2008 ad oggi non sono presenti: codifica con il sistema internazionale SNOMED ; codice fiscale. - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 15 di 28

16 Il Direttore del Registro Tumori sentito il Direttore della UOC Anatomia Patologica individuerà una professionalità, non dipendente AUSL, che sotto la supervisione del Direttore della UOC di Anatomia Patologica, si farà carico di realizzare la conversione di tali diagnosi per gli anni precedentemente indicati. L onere economico di tale lavoro sarà a carico del gestore economicoamministrativo del registro tumori, ovvero il Consorzio Universitario Sabina Universitas, che stipulerà un apposito contratto di prestazione professionale con la persona individuata. 5.5 Organizzazione del Registro a regime Le attività del Consorzio Sabina Universitas : Il Consorzio Universitario Sabina Universitas, attraverso il personale del Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale gestisce il Registro tumori congiuntamente all Azienda USL Rieti; - si occupa delle attività di rilevazione, codifica e data entry necessarie nella fase di alimentazione del Registro e di pulizia dei flussi; - effettua verifiche delle cartelle cliniche cartacee e su altri documenti cartacei originali in presenza di eventuali incongruenze che si potranno creare nell analisi dei flussi ; - realizza analisi statistico-epidemiologiche congiuntamente all Azienda USL Rieti; - produce, congiuntamente ad AUSL ed ALCLI, rapporti periodici sulle patologie oncologiche in Provincia per la diffusione delle informazioni ottenute dal Registro e dagli studi descrittivi. - offre supporto scientifico in fase di analisi dei dati prodotti anche rispetto ad eventuali dati anomali per i quali è necessario effettuare approfondimenti interpretativi; - offre supporto in fase di elaborazione dei dati anche rispetto ad eventuali dati anomali per i quali è necessario effettuare approfondimenti di - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 16 di 28

17 analisi; - si occupa della gestione economica ed amministrativa di tutte le attività inerenti alla gestione del Registro Tumori della popolazione residente nella Provincia di Rieti; Le attività dell Azienda USL Rieti: L Azienda USL Rieti, attraverso la UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute, garantisce, oltre l alimentazione del Registro con i flussi informativi in proprio possesso, le attività necessarie al funzionamento dello stesso. In particolare: - gestisce il Registro dei tumori congiuntamente al Consorzio Sabina Universitas ; - si occupa delle attività di rilevazione, codifica e data entry necessarie nella fase di alimentazione del Registro e di pulizia dei flussi; - effettua verifiche sulle cartelle cliniche e su altri documenti cartacei originali in presenza di eventuali incongruenze che si potranno creare nell analisi dei flussi; - realizza analisi statistico-epidemiologiche, congiuntamente al Consorzio Sabina Universitas; - produce, congiuntamente al Consorzio Sabina Universitas e all ALCLI, rapporti periodici sulle patologie oncologiche in Provincia per la diffusione delle informazioni ottenute dal Registro e dagli studi descrittivi; - mette a disposizione i flussi necessari per il funzionamento del Registro dei tumori a partire dai database relativi all anno 2008 (per problemi tecnici per l anagrafe assistiti il riferimento temporale di partenza verrà deciso in fase operativa). I database verranno inseriti nel software che gestisce il registro non appena resi disponibili dalla Regione Lazio (ente ufficiale che li certifica e li rende ufficiali) e dagli uffici AUSL - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 17 di 28

18 competenti, con una tempistica che verrà comunque meglio definita nell ambito della convenzione che dovrà essere stipulata tra l Associazione ALCLI Giorgio e Silvia l Azienda USL Rieti ed il Consorzio Universitario Sabina Universitas dopo la condivisione da parte dei tre soggetti interessati dei contenuti del presente studio di fattibilità; - offre supporto epidemiologico in fase di analisi dei dati prodotti anche rispetto ad eventuali dati anomali per i quali è necessario effettuare approfondimenti interpretativi; - offre supporto statistico in fase di elaborazione dei dati anche rispetto ad eventuali dati anomali per i quali è necessario effettuare approfondimenti di analisi; - offre supporto informatico per le attività di pulizia dei flussi, di gestione delle tabelle di programmazione e per tutte le attività di elaborazione dei dati fino all ottenimento del semilavorato pulito dopo le operazioni di link, nonché nelle fasi successive di elaborazione dati; - realizza studi descrittivi inerenti le patologie di interesse epidemiologico utili a considerazioni economico-aziendali, come dappresso meglio specificato nell allegato A Le attività dell ALCLI Giorgio e Silvia : L ALCLI Giorgio e Silvia : - finanzia il progetto per l anno 2013, con l intento di valutare possibili rinnovi di tale contributo per gli anni seccessivi; la somma versata al Consorzio Universtiario Sabina Universitas sarà utilizzata esclusivamente per attività inerenti il Registro tumori come riportato nel piano finanziario; - organizza incontri ed eventi al fine di garantire la massima diffusione dei dati prodotti. - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 18 di 28

19 6. SEDE DI SVOLGIMENTO DEL PROGETTO Considerato che il programma di gestione del registro tumori è un applicativo web l accesso ai database può avvenire in remoto. Va comunque considerato che, essendo il Registro a gestione congiunta AUSL Rieti Consorzio Sabina Universitas, ALCLI Giorgio e Silvia, avrà sede presso le strutture: - Consorzio Universitario Sabina Universitas, presso il Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale - Stanza (29) - Viale dell Elettronica, snc, Rieti - Tel. 0746/201098; - Azienda USL Rieti, presso la UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute, viale Matteucci, 9 3 piano - Tel. 0746/ / o nuova sede (Via del Terminillo, 42), Rieti. 7. GESTIONE ECONOMICO AMMINISTRATIVA Polo Universitario di Rieti Società Consortile Sabina Universitas Palazzo Vecchiarelli Via Roma, Rieti Tel. 0746/ Direttore Dott. Daniele Mitolo - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 19 di 28

20 8. PIANO FINANZIARIO Tempistica SPESE GIA FINANZIATE PER L ATTIVAZIONE DEL PROGETTO IMPORTI GIA FINANZIATI I annualità CONSORZIO UNIVERSITARIO SABINA UNIVERSITAS (Software, hardware, ecc.) PERSONALE A CONTRATTO CONSORZIO SABINA UNIVERSITAS QUOTA PARTE ASL UOC SSDS CONTRIBUTO ALCLI TOTALE SPESE GIA FINANZIATE A REGIME IMPORTI GIA FINANZIATI A regime PERSONALE A CONTRATTO CONSORZIO SABINA UNIVERSITAS QUOTA PARTE ASL UOC SSDS TOTALE Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 20 di 28

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Rete anatomie patologiche

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Rete anatomie patologiche LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Rete anatomie patologiche Rete delle anatomie patologiche regionali: gestione dei referti e condivisione informatizzata delle informazioni Definizione della rete

Dettagli

REGISTRI TUMORI. Cosa sono? La storia

REGISTRI TUMORI. Cosa sono? La storia REGISTRI TUMORI Cosa sono? I Registri tumori sono strutture impegnate nella raccolta di informazioni sui malati di cancro residenti in un determinato territorio. Sono necessari perché in nessuna struttura

Dettagli

Definizione di scenario Regione FVG a statuto speciale 1.185.000 abitanti il 21% > i 65 anni di età Caratterizzata da una delle più alte incidenza di

Definizione di scenario Regione FVG a statuto speciale 1.185.000 abitanti il 21% > i 65 anni di età Caratterizzata da una delle più alte incidenza di Definizione di scenario Regione FVG a statuto speciale 1.185.000 abitanti il 21% > i 65 anni di età Caratterizzata da una delle più alte incidenza di neoplasia i italia (asr-eu 366,6 escluso ca. cute)

Dettagli

organizzazione della prevenzione e dell assistenza in oncologia.

organizzazione della prevenzione e dell assistenza in oncologia. Testo aggiornato al 15 dicembre 2005 Linee guida del Ministero della sanità 1 febbraio 1996 Gazzetta Ufficiale 20 febbraio 1996, n. 42 Linee guida in applicazione di quanto previsto nel Piano sanitario

Dettagli

I Registri Tumori in Campania. Il ruolo dell Osservatorio Epidemiologico Regionale

I Registri Tumori in Campania. Il ruolo dell Osservatorio Epidemiologico Regionale Convegno Carte in Tavola Due anni di CCM e di Sanità Pubblica I Registri Tumori in Campania. Il ruolo dell Osservatorio Epidemiologico Regionale R. Pizzuti, O.E.R. Campania A. Donato, R.T. Provincia di

Dettagli

L articolo 2 della p.l. n. 108 è sostituito dal seguente: Art. 2 0Organizzazione e gestione del Registro tumori della Regione Lazio)

L articolo 2 della p.l. n. 108 è sostituito dal seguente: Art. 2 0Organizzazione e gestione del Registro tumori della Regione Lazio) Emendamento all articolo 2 della p.l. n. 108 L articolo 2 della p.l. n. 108 è sostituito dal seguente: Art. 2 0Organizzazione e gestione del Registro tumori della Regione Lazio) 1. Il Registro Tumori della

Dettagli

Regione Calabria ASP Catanzaro

Regione Calabria ASP Catanzaro Regione Calabria ASP Catanzaro La Registrazione dei Tumori in Regione Calabria Cosenza, 25-26 febbraio - Teatro Rendano COPERTURA: NORD=42,5% CENTRO=25,5% SUD E ISOLE=16,5% Aree coperte dai Registri di

Dettagli

PIANO ANNUALE DI ATTIVITA 2011 approvato dal CC

PIANO ANNUALE DI ATTIVITA 2011 approvato dal CC PIANO ANNUALE DI ATTIVITA approvato dal CC Vista la delibera costitutiva della ROR (dicembre 2008) e considerate le finalità della rete oncologica come già espresse dal Piano Sanitario Regionale 2009-

Dettagli

Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie " presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico in data 01.03.2009.

Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie  presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico in data 01.03.2009. C U R R I C U L U M P R O F E S S I O N A L E Giorgi Federica nata a Velletri il 05.05.1950. Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie " presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico

Dettagli

l Associazione Italiana Registri Tumori

l Associazione Italiana Registri Tumori Corso: Principi e metodi della raccolta, classificazione e codifica dei tumori Tarquinia, 25 novembre2010 l Associazione Italiana Registri Tumori Stefano Ferretti Associazione Italiana Registri Tumori

Dettagli

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia Direzione Regionale Sanità e Servizi Sociali Centro di Riferimento Oncologico Regionale Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia L esperienza del CRO e il programma di una Rete Oncologica Regionale

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Direzione Sanitaria PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Il carcinoma della mammella rappresenta la neoplasia più frequente nel sesso femminile, in tutte le fasce

Dettagli

Informatizzazione delle strutture:

Informatizzazione delle strutture: Informatizzazione delle strutture: 9 anni di esperienza e Rete Oncologica Trentina Enzo Galligioni Oncologia Medica, Trento 1 Assistenza sanitaria in Trentino: Peculiarità organizzative Provincia Autonoma

Dettagli

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2005-2007 REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Settore Livelli di Assistenza

Dettagli

SCREENING. REPORT PASSI ASL Latina 2008-2011. Diagnosi precoce delle neoplasie : del collo dell utero della mammella del colon-retto

SCREENING. REPORT PASSI ASL Latina 2008-2011. Diagnosi precoce delle neoplasie : del collo dell utero della mammella del colon-retto Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia REPORT PASSI ASL Latina 2008-2011 SCREENING Diagnosi precoce delle neoplasie : del collo dell utero della mammella del colon-retto 1 Diagnosi precoce

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 80 del 27-2-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 80 del 27-2-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 80 del 27-2-2015 O G G E T T O Rinnovo convenzione tra l'associazione Vicentina Leucemie e Linfomi (A.Vi.L.L.) - Sezione

Dettagli

Come premessa alla presentazione appare opportuno precisare che lo scopo finale del progetto è quello di presentare all accreditamento i dati della

Come premessa alla presentazione appare opportuno precisare che lo scopo finale del progetto è quello di presentare all accreditamento i dati della Come premessa alla presentazione appare opportuno precisare che lo scopo finale del progetto è quello di presentare all accreditamento i dati della provincia di Caltanissetta. Per poter essere accreditati

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO Premessa ALLEGATO A del Capitolato Speciale d Appalto DISCIPLINARE TECNICO L Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro (di seguito anche ), con la presente procedura intende dotarsi di un Sistema

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 913 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BIONDELLI, ANTEZZA, CAPONE, CARDINALE, CARRA, COCCIA, D INCECCO, GRASSI, GULLO, MARIANO, MAR-

Dettagli

PIANO ANNUALE DI ATTIVITA RETE ONCOLOGICA REGIONALE. anno 2012

PIANO ANNUALE DI ATTIVITA RETE ONCOLOGICA REGIONALE. anno 2012 PIANO ANNUALE DI ATTIVITA RETE ONCOLOGICA REGIONALE anno Vista la delibera costitutiva della ROR (dicembre 2008) e considerate le finalità della rete oncologica come già espresse dal Piano Sanitario Regionale

Dettagli

STATO di FATTO AL 31/12/2014

STATO di FATTO AL 31/12/2014 STATO di FATTO AL 31/12/2014 Studio Epidemiologico Retrospettivo Permanente sulla Malattia Neoplastica ASL VCO GENNAIO 2015 (Registro Tumori) www.registrotumorivco.org Giulio Barigelletti 1/21 Premesse

Dettagli

I FLUSSI INFORMATIVI E LA REGISTRAZIONE DEI TUMORI. Ivan Rashid

I FLUSSI INFORMATIVI E LA REGISTRAZIONE DEI TUMORI. Ivan Rashid I FLUSSI INFORMATIVI E LA REGISTRAZIONE DEI TUMORI Ivan Rashid OBIETTIVI Come funzionano i registri tumori (RT)? Quali flussi informativi sono utilizzati dai RT? Quali flussi informativi non sono utilizzati

Dettagli

Organizzazione e modalità di funzionamento del Registro Tumori della Regione Piemonte, istituito con Legge Regionale 4/2012

Organizzazione e modalità di funzionamento del Registro Tumori della Regione Piemonte, istituito con Legge Regionale 4/2012 Organizzazione e modalità di funzionamento del Registro Tumori della Regione Piemonte, istituito con Legge Regionale 4/2012 Il Registro Tumori Piemonte (RTP) raccoglie i casi di neoplasia maligna insorti

Dettagli

COMUNE DI OCCHIOBELLO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Deliberazione n. 125 del 10/07/2015

COMUNE DI OCCHIOBELLO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Deliberazione n. 125 del 10/07/2015 COMUNE DI OCCHIOBELLO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 125 del 10/07/2015 OGGETTO: DIRETTIVE IN MERITO ALLA DICHIARAZIONE DI VOLONTÀ DELLA DONAZIONE DI ORGANI. L anno duemilaquindici

Dettagli

REGIONANDO 2000 REGIONE LAZIO ASSESSORATO SALVAGUARDIA E CURA DELLA SALUTE

REGIONANDO 2000 REGIONE LAZIO ASSESSORATO SALVAGUARDIA E CURA DELLA SALUTE REGIONANDO 2000 REGIONE LAZIO ASSESSORATO SALVAGUARDIA E CURA DELLA SALUTE PROGETTO TRIENNALE DI POTENZIAMENTO DELL ASSISTENZA DOMICILIARE NEL LAZIO, ANNI 1998/2000. Premessa Il programma di assistenza

Dettagli

1.4 Rete nazionale dei registri tumori: indicatori e controllo del cancro in Italia

1.4 Rete nazionale dei registri tumori: indicatori e controllo del cancro in Italia 1.4 Rete nazionale dei registri tumori: indicatori e controllo del cancro in Italia Coordinatori: R. Capocaccia (ISS Roma) M. Vercelli (IST Genova) E. Paci (Registro Tumori Toscano) P. Picci (IOR Bologna)

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI N. 2 INCARICHI DI COLLABORAZIONE, MEDIANTE

AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI N. 2 INCARICHI DI COLLABORAZIONE, MEDIANTE avviso N. 4/2015 REGISTRO TUMORI INTEGRATO Catania Messina Siracusa Enna c/o Dipartimento G. F. Ingrassia Via S. Sofia, 87 95123 Catania AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI N. 2 INCARICHI DI COLLABORAZIONE,

Dettagli

La continuità assistenziale: il modello PAI. Divisione Oncologia Medica

La continuità assistenziale: il modello PAI. Divisione Oncologia Medica La continuità assistenziale: il modello PAI LIVIA DE SIO Divisione Oncologia Medica ACO A.C.O. SanFilippoNeriRoma RETE SANITARIA IN ONCOLOGIA: obiettivi Presa in carico del paziente in modo globale Riconoscimentoi

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER MANIFESTAZIONE INTERESSE

CAPITOLATO TECNICO PER MANIFESTAZIONE INTERESSE CAPITOLATO TECNICO PER MANIFESTAZIONE INTERESSE FORNITURA SOFTWARE GESTIONALE E MANUTENZIONE PER IL CONTROLLO AMMINISTRATIVO/SANITARIO DELLA ASSISTENZA SPECIALISTICA AMBULATORIALE E RICOVERI OSPEDALIERI

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Avere cura: un valore, un impegno, una opportunità SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA Pazienti affetti da patologie temporaneamente e/o permanentemente

Dettagli

Nella provincia di Latina sono diagnosticati in media ogni anno 98 casi ogni 100.000 uomini e 27 ogni 100.000 donne.

Nella provincia di Latina sono diagnosticati in media ogni anno 98 casi ogni 100.000 uomini e 27 ogni 100.000 donne. TUMORE DEL POLMONE Nel periodo 27-211 sono stati registrati complessivamente in provincia di Latina 172 nuovi casi di tumore del polmone. E risultato al 1 posto in termini di frequenza fra le neoplasie

Dettagli

funzioni: informazione

funzioni: informazione : - LA CARTELLA CLINICA di ricovero, ambulatoriale, di pronto soccorso * LA RICHIESTA * IL RILASCIO * TEMPI DI CONSEGNA - IL CERTIFICATO DI DEGENZA - LA DOCUMENTAZIONE PER IMMAGINI (copie di radiogrammi

Dettagli

RAPPORTO 1/09/2011-31/03/2012 STUDIO OSSERVAZIONALE SUGLI STATI VEGETATIVI PROGETTO VESTA. Unità Operativa di Latina INTRODUZIONE

RAPPORTO 1/09/2011-31/03/2012 STUDIO OSSERVAZIONALE SUGLI STATI VEGETATIVI PROGETTO VESTA. Unità Operativa di Latina INTRODUZIONE RAPPORTO 1/09/2011-31/03/2012 STUDIO OSSERVAZIONALE SUGLI STATI VEGETATIVI PROGETTO VESTA Unità Operativa di Latina INTRODUZIONE Il Progetto Vesta è uno studio osservazionale multicentrico su soggetti

Dettagli

2. Le finalità programmatiche del Registro tumori della Regione Lazio sono così definite:

2. Le finalità programmatiche del Registro tumori della Regione Lazio sono così definite: Legge Regionale 12 giugno 2015 n. 7 Istituzione del registro tumori di popolazione della Regione Lazio. (Lazio, BUR 16 giugno 2015, n. 48) IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato IL PRESIDENTE DELLA REGIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DISTRETTO

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DISTRETTO REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DISTRETTO PREMESSA Il presente Regolamento disciplina le modalità di funzionamento del Distretto come previsto dall art. 8.3 dell Atto di indirizzo per l adozione dell

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3115 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BARONI, GRILLO, BUSTO, ZOLEZZI, DALL OSSO, DAGA, DE ROSA, DI VITA, SILVIA GIORDANO, LOREFICE,

Dettagli

Il cancro nelle Marche

Il cancro nelle Marche Il cancro nelle Marche La mortalità per tumori nella regione Marche Nelle Marche (1.443.000 abitanti nel periodo 1992-95), secondo i dati ISTAT, ogni anno, muoiono per cancro circa 4.000 persone (2.413

Dettagli

TITOLO SCREENING ONCOLOGICO DEL TUMORE DEL COLON-RETTO IN PROVINCIA DI RAGUSA: TASSI DI INVITI E ADESIONI PERIODO 2011-2014.

TITOLO SCREENING ONCOLOGICO DEL TUMORE DEL COLON-RETTO IN PROVINCIA DI RAGUSA: TASSI DI INVITI E ADESIONI PERIODO 2011-2014. TITOLO SCREENING ONCOLOGICO DEL TUMORE DEL COLON-RETTO IN PROVINCIA DI RAGUSA: TASSI DI INVITI E ADESIONI PERIODO 2011-2014. Ferrera G.* Cilia S.**, Puglisi C.***, Aprile E., Venga R.. * Resp. U.O. Epidemiologia

Dettagli

7 2005 7/20467 2002-2004 LA GIUNTA REGIONALE

7 2005 7/20467 2002-2004 LA GIUNTA REGIONALE D.g.r. 7 febbraio 2005 n. 7/20467 Progetto quadro per la sperimentazione di un modello organizzativo-gestionale per i Gruppi di Cure Primarie (GCP) in associazionismo evoluto ed integralo in attuazione

Dettagli

DIPARTIMENTO ONCOLOGICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA DOCUMENTO DI ANALISI E INDIRIZZO TRIENNALE

DIPARTIMENTO ONCOLOGICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA DOCUMENTO DI ANALISI E INDIRIZZO TRIENNALE DIPARTIMENTO ONCOLOGICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA DOCUMENTO DI ANALISI E INDIRIZZO TRIENNALE INDICE PREMESSA ANALISI DELLE CRITICITA' TERRITORIALI AREE PRIORITARIE DI INTERVENTO NEL RISPETTO DEGLI INDIRIZZI

Dettagli

La Rete Ligure di Cure Palliative 1

La Rete Ligure di Cure Palliative 1 La Rete Ligure di Cure Palliative 1 1. Premessa epidemiologica 2. Le cure palliative 3. Il modello organizzativo 3.1 La rete di cure palliative della regione Liguria 3.2 Le reti locali di cure palliative

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIRITTI E DOVERI DEL CITTADINO UTENTE SANO E MALATO DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE 14

REGOLAMENTO DEI DIRITTI E DOVERI DEL CITTADINO UTENTE SANO E MALATO DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE 14 REGOLAMENTO DEI DIRITTI E DOVERI DEL CITTADINO UTENTE SANO E MALATO DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE 14,1752'8=,21( ),1$/,7$ '(/5(*2/$0(172 Il presente regolamento ha la finalità di richiamare le norme generali

Dettagli

Commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di rientro del settore sanitario (Deliberazione Consiglio dei Ministri 23/4/2010)

Commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di rientro del settore sanitario (Deliberazione Consiglio dei Ministri 23/4/2010) Commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di rientro del settore sanitario (Deliberazione Consiglio dei Ministri 23/4/2010) DECRETO n. 104 del 24.09.2012 Oggetto: Istituzione del Registro Tumori

Dettagli

CONVENZIONE TRA L'AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE E LA A.U.S.L. 8 DI AREZZO PER L'EROGAZIONE DI PRESTAZIONI DI CONSULENZE SPECIALISTICHE.

CONVENZIONE TRA L'AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE E LA A.U.S.L. 8 DI AREZZO PER L'EROGAZIONE DI PRESTAZIONI DI CONSULENZE SPECIALISTICHE. ALLEGATO N. 1 ALLA DELIBERAZIONE N. _ 181 DEL_ 10.05.2011 CONVENZIONE TRA L'AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE E LA A.U.S.L. 8 DI AREZZO PER L'EROGAZIONE DI PRESTAZIONI DI CONSULENZE SPECIALISTICHE.

Dettagli

PROGETTI REGIONALI DI SCREENING ONCOLOGICI DI POPOLAZIONE ATTIVATI E IN CORSO. A) Prima parte: livello regionale

PROGETTI REGIONALI DI SCREENING ONCOLOGICI DI POPOLAZIONE ATTIVATI E IN CORSO. A) Prima parte: livello regionale PROGETTI REGIONALI DI SCREENING ONCOLOGICI DI POPOLAZIONE ATTIVATI E IN CORSO A) Prima parte: livello regionale 1) Attivazione dei programmi di screening La Regione Emilia-Romagna, con circolare n. 38

Dettagli

Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Abstract del progetto. Obiettivi

Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Abstract del progetto. Obiettivi Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Titolo prodotto: Portabilità Individuale Clinica (P.I.C.) Categoria: e-health Tipologia di prodotto Broadband/Online/WEB (channel): Abstract del progetto

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE TIPO TRA L AZIENDA SANITARIA E LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO PER ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE ONCOLOGICA

SCHEMA DI CONVENZIONE TIPO TRA L AZIENDA SANITARIA E LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO PER ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE ONCOLOGICA SCHEMA DI CONVENZIONE TIPO TRA L AZIENDA SANITARIA E LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO PER ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE ONCOLOGICA L anno, addi. del mese di in. presso. fra l partita IVA/codice fiscale

Dettagli

PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEI TUMORI DEL COLON-RETTO NELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEI TUMORI DEL COLON-RETTO NELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEI TUMORI DEL COLON-RETTO NELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Dati epidemiologici In Emilia-Romagna i tumori del colon-retto costituiscono la seconda causa

Dettagli

Presa visione del Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di

Presa visione del Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI D INSEGNAMENTO DELLE DISCIPLINE DEI CORSI DI LAUREA PER L ANNO ACCADEMICO 2013-2014

Dettagli

Dipartimento di Emergenza Urgenza GUIDA AI SERVIZI

Dipartimento di Emergenza Urgenza GUIDA AI SERVIZI Dipartimento di Emergenza Urgenza ON-LINE www.usl3.toscana.it SISTEMA CARTA DEI SERVIZI Gentile Signore, Gentile Signora, Il Dipartimento di Emergenza Urgenza della USL3 di Pistoia considera la Guida ai

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI. REGOLAMENTO DELL OSPEDALE VETERINARIO DIDATTICO UNIVERSITARIO ( Approvato dal C.d.A. in data 30 Ottobre 2012)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI. REGOLAMENTO DELL OSPEDALE VETERINARIO DIDATTICO UNIVERSITARIO ( Approvato dal C.d.A. in data 30 Ottobre 2012) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DELL OSPEDALE VETERINARIO DIDATTICO UNIVERSITARIO ( Approvato dal C.d.A. in data 30 Ottobre 2012) Articolo 1: Costituzione dell Ospedale Veterinario Didattico

Dettagli

Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di

Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di FORUMPA SANITA' 2001 A.S.L. della Provincia di Milano n 1 Dipartimento ASSI Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di Corsico e

Dettagli

FONTI DEI DATI IN EPIDEMIOLOGIA

FONTI DEI DATI IN EPIDEMIOLOGIA FONTI DEI DATI IN EPIDEMIOLOGIA Nazionali (ISTAT: sociodemografici, mortalità) Locali (Regioni, Asl, altro: ricoveri, farmaci, esenzione ticket, anagrafe, registri di patologia) Informatizzazione e possibilità

Dettagli

Valutazione dell appropriatezza dei ricoveri dei malati oncologici terminali in Provincia di Ragusa

Valutazione dell appropriatezza dei ricoveri dei malati oncologici terminali in Provincia di Ragusa AZIENDA REGIONALE DI RIFERIMENTO per l emergenza di 2 livello OSPEDALI CIVILE MARIA PATERNO AREZZO RAGUSA REGISTRO DEI TUMORI DELLA PROVINCIA DI RAGUSA Responsabile: Dr Rosario Tumino Via Dante n. 109

Dettagli

Osservatorio Regionale sulla sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro (LR 4/2006)

Osservatorio Regionale sulla sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro (LR 4/2006) Osservatorio Regionale sulla sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro (LR 4/2006) Programma triennale di attività 2008-2010 Il quadro normativo e progettuale della prevenzione nei luoghi di lavoro

Dettagli

Il PORTALE WEB DEL CRO E COLLABORAZIONI CON IL DIEI. Ing. Fortunato Bianconi

Il PORTALE WEB DEL CRO E COLLABORAZIONI CON IL DIEI. Ing. Fortunato Bianconi Il PORTALE WEB DEL CRO E COLLABORAZIONI CON IL DIEI Ing. Fortunato Bianconi fortunato.bianconi@diei.unipg.it www.sira.diei.unipg.it Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia Perugia 20 ottobre

Dettagli

Progressione dello screening in vista di una copertura effettiva superiore al 95% entro la fine del progetto (31/12/2007)

Progressione dello screening in vista di una copertura effettiva superiore al 95% entro la fine del progetto (31/12/2007) Allegato A In risposta alle osservazioni sul progetto di screening colorettale della Regione Emilia- Romagna: Progressione dello screening in vista di una copertura effettiva superiore al 95% entro la

Dettagli

Monitoraggio dei consumi di farmaci e dispositivi medici delle Aziende sanitarie regionali.rinnovo della convenzione con IMS Health.

Monitoraggio dei consumi di farmaci e dispositivi medici delle Aziende sanitarie regionali.rinnovo della convenzione con IMS Health. REGIONE PIEMONTE BU37 17/09/2015 Codice A14000 D.D. 14 luglio 2015, n. 465 Monitoraggio dei consumi di farmaci e dispositivi medici delle Aziende sanitarie regionali.rinnovo della convenzione con IMS Health.

Dettagli

Adesione al progetto "Donare gli organi: una scelta in Comune".

Adesione al progetto Donare gli organi: una scelta in Comune. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 23 11 febbraio 2015 Oggetto : Adesione al progetto "Donare gli organi: una scelta in Comune". Il giorno 11 febbraio

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.3839 Fax 06 93.27.3919

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.3839 Fax 06 93.27.3919 AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.3839 Fax 06 93.27.3919 PROT. 69303 DEL 05.10.2010 Oggetto: Avviso per incarichi di docenza nel: - Master di I livello in

Dettagli

Valutazione di Impatto Sanitario dell impianto di incenerimentotermovalorizzazione. Castenaso e Granarolo dell Emilia

Valutazione di Impatto Sanitario dell impianto di incenerimentotermovalorizzazione. Castenaso e Granarolo dell Emilia Valutazione di Impatto Sanitario dell impianto di incenerimentotermovalorizzazione ubicato nei comuni di Castenaso e Granarolo dell Emilia Il contributo dell Azienda USL di Bologna Dr. Paolo Pandolfi Dipartimento

Dettagli

Composizione del GLAM - Gruppo di Lavoro Multidisciplinare

Composizione del GLAM - Gruppo di Lavoro Multidisciplinare AUDIT REPORT Indagine AVEC percorso del paziente > 65 con frattura di femore anno 2010 Azienda USL di Bologna Azienda USL di Ferrara Azienda USL di Imola Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Azienda

Dettagli

Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero

Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero La neoplasia del collo dell utero a livello mondiale rappresenta ancora il secondo tumore maligno della donna, con circa 500.000 nuovi casi stimati

Dettagli

IL REGISTRO TUMORI DELL ASL DELLA PROVINCIA DI BRESCIA

IL REGISTRO TUMORI DELL ASL DELLA PROVINCIA DI BRESCIA IL REGISTRO TUMORI DELL ASL DELLA PROVINCIA DI BRESCIA Progetto curato dall Osservatorio Epidemiologico dell ASL della Provincia di Brescia Autori Magoni Michele, Becilli Marco Collaborazioni Il Registro

Dettagli

L Immigrato. Aspetti demografici. Fonti informative:

L Immigrato. Aspetti demografici. Fonti informative: L Immigrato La complessità dei problemi sociali degli immigrati, le caratteristiche, organizzative dei servizi sanitari e la mancanza di strumenti di rilevazione sistematici ad hoc hanno reso difficoltoso

Dettagli

Attuazione della legge 38/2010 nella Regione Liguria Ordine dei medici 7 giugno 2014

Attuazione della legge 38/2010 nella Regione Liguria Ordine dei medici 7 giugno 2014 Attuazione della legge 38/2010 nella Regione Liguria Ordine dei medici 7 giugno 2014 G. Paoli Settore counicazione, ricerca sistema informativo e progetti in sanità delibera 277 del 16 Marzo 07 l obiettivo

Dettagli

Evitare il dolore è un diritto universale. Richiamandosi

Evitare il dolore è un diritto universale. Richiamandosi 3 per Toscana: la Salute Il controllo e la cura del dolore Evitare il dolore è un diritto universale. Richiamandosi a questo fondamentale principio etico, il Progetto speciale Il controllo e la cura del

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore FLERES COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 21 MAGGIO 2012 Norme per l istituzione di strutture di riferimento per il

Dettagli

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Allegato A) MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Attività di ospedalizzazione presso il domicilio Si definisce attività di ospedalizzazione

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1136 del 01 settembre 2015 pag. 1/8

ALLEGATOA alla Dgr n. 1136 del 01 settembre 2015 pag. 1/8 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1136 del 01 settembre 2015 pag. 1/8 PROTOCOLLO D INTESA PER LA FORMAZIONE DELLE PROFESSIONI SANITARIE DI CUI ALLA L. 251/2000. TRA la Regione del Veneto

Dettagli

IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO

IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO In tutto il mondo il carcinoma della mammella è il tumore più frequente nella popolazione femminile, sia per incidenza sia per mortalità. L Organizzazione Mondiale della

Dettagli

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma 1 L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA I Cittadini debbono

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA FONDAZIONE OPERATION SMILE ITALIA ONLUS

PROTOCOLLO D INTESA FONDAZIONE OPERATION SMILE ITALIA ONLUS PROTOCOLLO D INTESA MINISTERO DELLA SALUTE E FONDAZIONE OPERATION SMILE ITALIA ONLUS Roma,..Maggio 2008 PROTOCOLLO D INTESA TRA Il MINISTERO DELLA SALUTE, con sede in Roma, Lungotevere Ripa n. 1 P.IVA..

Dettagli

Presa visione del Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di

Presa visione del Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI D INSEGNAMENTO DELLE DISCIPLINE DEI CORSI DI LAUREA PER L ANNO ACCADEMICO 2013-2014

Dettagli

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK a cura di Sara Ferrari volontaria del Servizio Civile Nazionale Garanzia Giovani progetto ed elaborazione grafica

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

REGIONE PIEMONTE A.O.U. Maggiore della Carità - Novara SC CURE PALLIATIVE e HOSPICE Direttore: dr. Aurelio PRINO STANDARD DI SERVIZIO

REGIONE PIEMONTE A.O.U. Maggiore della Carità - Novara SC CURE PALLIATIVE e HOSPICE Direttore: dr. Aurelio PRINO STANDARD DI SERVIZIO REGIONE PIEMONTE A.O.U. Maggiore della Carità - Novara SC CURE PALLIATIVE e HOSPICE Direttore: dr. Aurelio PRINO STANDARD DI SERVIZIO SOMMARIO SOMMARIO... 1 PRESENTAZIONE SC CURE PALLIATIVE... 2 LA MISSION...

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza della Giunta Comunale

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza della Giunta Comunale COMUNE DI VENEZIA Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza della Giunta Comunale N. 393 del 05 settembre 2014 E presente il COMMISSARIO STRAORDINARIO: VITTORIO

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. Ultimo punto: Mozione in ordine alla istituzione dei tumori

Dettagli

diagnostico terapeutico del paziente oncologico: progetto di riduzione dei tempi di attesa);

diagnostico terapeutico del paziente oncologico: progetto di riduzione dei tempi di attesa); 27.8.2003 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 35 n. 6972 (Norme sulle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza), bensì ente con personalità giuridica di diritto privato; 2. di disporre

Dettagli

Luisa Frova e Stefano Marchetti Istituto Nazionale di statistica

Luisa Frova e Stefano Marchetti Istituto Nazionale di statistica Quando l Indagine sulle Cause di morte può trovare sinergie con i registri regionali Un primo passo verso la specializzazione delle funzioni e l eliminazione delle sovrapposizioni Potenzialità e limiti

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato RAISI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato RAISI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 639 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato RAISI Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per i pazienti terminali Presentata

Dettagli

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda Giovedì 2 ottobre 2008 Obiettivo Il progetto Sistema informativo sanitario

Dettagli

Paolo Marolla UOC Oncologia Medica 2 ex Oncologia Geriatrica IFO - Istituto Regina Elena

Paolo Marolla UOC Oncologia Medica 2 ex Oncologia Geriatrica IFO - Istituto Regina Elena LA SALUTE DEL CITTADINO AL CENTRO DELLA GOVERNANCE LE RETI INTEGRATE Paolo Marolla UOC Oncologia Medica 2 ex Oncologia Geriatrica IFO - Istituto Regina Elena I PAZIENTI ONCOLOGICI Chirurgici Radioterapici

Dettagli

Assistenza ai malati oncologici. Il Dr. Vittorio Franciosi all ospedale di Vaio

Assistenza ai malati oncologici. Il Dr. Vittorio Franciosi all ospedale di Vaio Conferenza Stampa Assistenza ai malati oncologici Il Dr. Vittorio Franciosi all ospedale di Vaio Mercoledì 23 luglio 2008 - ore 11 sala A Ospedale di Fidenza Alla Conferenza Stampa intervengono: Maria

Dettagli

PIANO LOCALE DELL AZIENDA U.S.L RIETI PROGRAMMA AUDIT CIVICO 2013-14

PIANO LOCALE DELL AZIENDA U.S.L RIETI PROGRAMMA AUDIT CIVICO 2013-14 REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Via del Terminillo, 42 02100 RIETI Tel. 0746 2781 Codice Fiscale e Partita IVA 00821180577 PIANO LOCALE DELL AZIENDA U.S.L RIETI PROGRAMMA AUDIT CIVICO

Dettagli

LA CONTINUITA ASSISTENZIALE

LA CONTINUITA ASSISTENZIALE e-oncology II edizione: L informatizzazione in Oncologia Trento, 22 ottobre 2010 LA CONTINUITA ASSISTENZIALE Prof. Oscar Alabiso Oncologia AOU Novara Continuità Assistenziale : organizzazione centrata

Dettagli

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative.

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. Il modello di cure domiciliari integrate in sperimentazione all

Dettagli

Regione Puglia PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO (CCR) IN PUGLIA

Regione Puglia PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO (CCR) IN PUGLIA Regione Puglia ALLEGATO E PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO (CCR) IN PUGLIA (ai sensi della Legge 138/2004 e dell Intesa Stato-Regioni e Province Autonome

Dettagli

Generalità sugli standard di registrazione

Generalità sugli standard di registrazione Corso intensivo di formazione sui controlli di qualità Generalità sugli standard di registrazione C. Buzzoni 1,2 1 ISPO, Firenze 2 Banca Dati AIRTUM Salerno, 10-12 Giugno 2015 Standard di registrazione:

Dettagli

REGIONE LAZIO. Accreditamento dei servizi domiciliari a favore delle persone con AIDS. Esperienza del Lazio. LA STORIA

REGIONE LAZIO. Accreditamento dei servizi domiciliari a favore delle persone con AIDS. Esperienza del Lazio. LA STORIA Accreditamento dei servizi domiciliari a favore delle persone con AIDS. Esperienza del Lazio. LA STORIA Con la deliberazione della Giunta regionale n. 7549 dell 8.9.1992 si definisce il primo piano per

Dettagli

8. Valutazione degli screening di prevenzione delle patologie tumorali nell ASL di Mantova

8. Valutazione degli screening di prevenzione delle patologie tumorali nell ASL di Mantova 8. Valutazione degli screening di prevenzione delle patologie tumorali nell ASL di Mantova I programmi di screening per la prevenzione dei tumori della mammella, del colon retto e della cervice uterina

Dettagli

E possibile applicare la metodologia dello Studio Impact al colon retto?

E possibile applicare la metodologia dello Studio Impact al colon retto? Gruppo Italiano Screening Colorettale E possibile applicare la metodologia dello Studio Impact al colon retto? Dott. Fabio Falcini Registro Tumori della Romagna Napoli - 11 dicembre 2006 1 Lo Studio Impact:

Dettagli

Matricola 30637 Dirigente U.O.S. Accoglienza Oncologica e Follow-up Num. Tel. e Fax ufficio 0817472295-0817472293

Matricola 30637 Dirigente U.O.S. Accoglienza Oncologica e Follow-up Num. Tel. e Fax ufficio 0817472295-0817472293 CURRICULUM VITAE Informazioni personali Nome Maria Biglietto Data di nascita 12/04/1953 Qualifica Dirigente di I livello Disciplina Oncologia Matricola 30637 Incarico attuale Dirigente U.O.S. Accoglienza

Dettagli

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute La presente scheda di approfondimento si riferisce ai corsi a immatricolazione nell a. a. 010-011. Per ulteriori informazioni si rimanda all Ufficio di Presidenza di Facoltà. Corso di Laurea in INFERMIERISTICA

Dettagli

Analisi organizzativa

Analisi organizzativa Dott.ssa Cristina Nicolai Responsabile Organizzativa Screening Analisi organizzativa Revisione 05/04/2011 Revisione gennaio 2015 Massa Carrara, 9/07/2009 Protocollo organizzativo Mammografia Screening

Dettagli

PROGRAMMA 1 RIDUZIONE DELLE DISPARITÀ NELL ACCESSO DEI PAZIENTI AI MEZZI DIAGNOSTICI E ALLE TERAPIE

PROGRAMMA 1 RIDUZIONE DELLE DISPARITÀ NELL ACCESSO DEI PAZIENTI AI MEZZI DIAGNOSTICI E ALLE TERAPIE PROGRAMMA 1 RIDUZIONE DELLE DISPARITÀ NELL ACCESSO DEI PAZIENTI AI MEZZI DIAGNOSTICI E ALLE TERAPIE ex. Art. 3 Rete solidale e collaborazioni internazionali del DM del 21 luglio 2006 Programma straordinario

Dettagli