Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti"

Transcript

1 Consorzio Universitario Sabina Universitas Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale Associazione Alcli Giorgio e Silvia Azienda Unità Sanitaria Locale Rieti STUDIO DI FATTIBILITA DEL Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti ORGANIGRAMMA Supervisore Progetto Prof. Maurizo Sorice (Dip. Medicina Sperimentale Sapienza) Direttore del Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti Dott. Vincenzo Mattei (Responsabile Laboratorio Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale Consorzio Sabina Universitas ) Vice Direttore Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti Dott.ssa Gabriella De Matteis (Responsabile UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute Azienda USL Rieti) - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 1 di 28

2 Coordinamento clinico scientifico Dott. Vincenzo Tasciotti (Consorzio Sabina Universitas ) Coordinamento tecnico Dott.ssa Antonella Beccarini (Azienda USL Rieti) Supporto informatico Attività Codifica Sig. Giuliano Giglioni (Azienda USL Rieti) Dott. Stefano Martellucci (ALCLI Giorgio e Silvia) Sig.ra Rossella Paolucci (Azienda USL Rieti) Sig.ra Marina Di Silvestri (Azienda USL Rieti) Sig.ra Barbara De Petris (Azienda USL Rieti) Consulenti Tecnici Ing. Fortunato Bianconi Dott. Fabrizio Stracci Sviluppo software gestionale Registro dei Tumori Umbro di Popolazione Coordinatore Registro Tumori Umbro di Popolazione Responsabili Scientifici Dott. Gaetano Falcocchio Dott. Mario Santarelli Dott. Vincenzo Capparella Direttore UOC Anatomia Patologica, Ospedale Rieti AUSL Rieti Direttore UOC Radioterapia, Ospedale Rieti AUSL Rieti Direttore UOC Oncologia Medica, Ospedale Rieti AUSL Rieti Responsabili dei flussi informativi Dott. Giacinto Di Gianfilippo Dott. Angelo Toni Dr.ssa Domenica Tomassoni Direttore UOC AUDIT Clinico e Sistemi Informativi Sanitari - AUSL Rieti Direttore Dipartimento di Prevenzione AUSL Rieti Direttore Distretto 1 - Montepiano Reatino AUSL Rieti - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 2 di 28

3 INDICE 1. SCHEDA PROGETTO DI RICERCA Pag INTRODUZIONE Pag PROGETTO Pag METODOLOGIA PER LA PRODUZIONE DEGLI STUDI Pag Scelta della popolazione di riferimento 4.2 Scelta dei flussi informativi e record linkage 4.3 Scelta del Software per la gestione del registro tumori 4.4 Inserimento e trasferimento dei database 4.5 Modalità per la diffusione dei risultati 4.6 Gestione dei dati e normativa sul trattamento dei dati personali e sensibili 5. GESTIONE DEL REGISTRO TUMORI Pag Posizionamento del server del registro tumori e proprietà 5.2 Prima installazione del programma del registro tumori e inserimento dei database 5.3 Corso di preparazione all uso del Software 5.4 Decodifica ed analisi dei dati degli anni dell Anatomia Patologica 5.5 Organizzazione del registro a regime 6. SEDE DI SVOLGIMENTO DEL PROGETTO Pag GESTIONE ECONOMICO AMMINISTRATIVA Pag PIANO FINANZIARIO Pag QUOTE GIA FINANZIATE Pag QUOTE DA FINANZIARE Pag NOTE LEGALI Pag. 26 ALLEGATO A Pag Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 3 di 28

4 1. SCHEDA PROGETTO DI RICERCA Nome del Progetto: Studio di Fattibilità del Registro tumori della popolazione residente nella Provincia di Rieti Finalità: La realizzazione del Registro tumori dei residenti nella provincia di Rieti permetterà un monitoraggio costante della diffusione delle patologie oncologiche nella popolazione residente in provincia di Rieti e di porre in essere azioni mirate di prevenzione sanitaria. IMPORTI GIA FINANZIATI I ANNUALITA Costo Totale: ,00 A REGIME Costo Totale: ,00 IMPORTI DA FINANZIARE I ANNUALITA Costo Totale: ,00 A REGIME Costo Totale: ,00 DATA DI INIZIO PREVISTA: Marzo 2013 GESTIONE DEL REGISTRO TUMORI: Direttore Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti : Dott. Vincenzo Mattei Vice Direttore Dott.ssa Gabriella De Matteis Sedi di svolgimento del Progetto: - Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale (stanza 29) Polo di Rieti Viale Elettronica, snc Rieti Tel. 0746/ Azienda USL Rieti UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute Viale Matteucci Rieti Tel. 0746/ Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 4 di 28

5 2. INTRODUZIONE Le difficili condizioni economiche in cui il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) si é trovato negli ultimi periodi, hanno fatto in modo che le associazioni di volontariato supportassero, sia con risorse umane che finanziarie, progetti ed interventi riguardanti la salute pubblica. In questo settore, una delle associazioni più attive nel territorio reatino è l'alcli "Giorgio e Silvia", organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) ufficialmente iscritta al numero 239 del Registro Regionale delle organizzazioni di volontariato in ambito sanitario. Tale realtà opera con le sole forze del volontariato e raccoglie fondi per la ricerca e la cura delle neoplasie ematologiche e solide dell'infanzia e dell'adulto. Ispirata ai principi della solidarietà umana ed al rispetto del valore della dignità insiti in ogni singola persona, l ALCLI agisce esclusivamente in funzione dei malati e delle loro famiglie, così come disposto nel suo Statuto che, come specificato nell articolo 4, si propone di: (a) (b) (c) Sostenere nelle cure sanitarie e nell'assistenza medica i bambini e gli adulti affetti da leucemie e neoplasie ematologiche e solide; Promuovere l'assistenza socio-economica delle famiglie in casi di particolare difficoltà; Favorire la ricerca clinica nel campo delle leucemie e neoplasie ematologiche e solide del bambino e dell'adulto mediante contributi per rimborsi spese, corsi di aggiornamento al personale medico e/o borse di studio o altri tipi di incentivazione; Grazie all'abnegazione dei suoi operatori e alla sensibilità generosa e altruistica dei reatini, l'alcli, nel corso degli anni, ha donato agli ospedali di Rieti e Provincia strumentazioni scientifiche ed arredi per un totale di oltre euro, fatto questo che ha consentito di aumentare la qualità dei servizi sanitari erogati e contribuito a - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 5 di 28

6 rendere i reparti di Oncologia medica e Radioterapia dell O.G.P. di Rieti delle eccellenze nel panorama italiano, come testimoniato dal recente premio nazionale Gerbera d oro Nel 2011 è stata inoltre inaugurata una Casa di Accoglienza per pazienti oncologici e loro familiari che vengono a curarsi nei reparti del San Camillo De Lellis. Molti i servizi attivati dall associazione a supporto della AUSL di Rieti quali: assistenza domiciliare, ospedaliera e psicologica del malato oncologico, corsi di formazione per volontari, gestione di uno sportello oncologico di informazione, orientamento e sostegno burocratico, accoglienza presso i reparti di Oncologia e Radioterapia, servizio di trasporto malati e campagne di screening oncologici. Ed è proprio nell ambito della prevenzione che nasce la volontà dell ALCLI di mettere a disposizione del territorio uno strumento indispensabile per medici, pazienti e operatori sanitari in genere: il Registro Tumori della popolazione residente in provincia di Rieti. Tale strumento consente di raccogliere informazioni preziose per la conoscenza delle patologie oncologiche quali: dati anagrafici del malato (sesso, età, data e luogo di nascita, residenza), caratteristiche del tumore da cui il malato è affetto (sede, morfologia e stadiazione), informazioni utili al clinico e all epidemiologo (stadio tumorale, grading, marker, stato recettoriale, indicatori biologici, tipo di intervento e trattamenti effettuati ecc.). Si tratta quindi di notizie fondamentali per investigare l evoluzione della malattia, per la ricerca sulle cause del cancro, per la valutazione dei trattamenti più efficaci, per la progettazione di interventi di prevenzione e per la programmazione della spesa sanitaria. La maggior parte dei registri esistenti in Italia sono di popolazione, vale a dire registri che raccolgono i dati relativi alle patologie oncologiche di tutti i residenti di un determinato territorio (di una singola città o di una provincia o di una AUSL o di una regione). L importanza di legare la raccolta dei dati alla residenza sta nel fatto che la casistica raccolta non viene selezionata ma - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 6 di 28

7 riflette le reali condizioni di un territorio in cui sono presenti tutte le fasce età, gli strati sociali, ecc. Al fine di garantire la qualità del lavoro svolto si intende inoltre iscrivere il Registro tumori della popolazione residente in provincia di Rieti all AIRTUM, Associazione Italiana Registri Tumori, che svolge un'attività di raccordo metodologico tra i vari registri ed è collegata alle corrispondenti associazioni in altri paesi a livello europeo e mondiale. Vista l importanza ed il valore di tale progetto, il consiglio direttivo dell associazione ALCLI Giorgio e Silvia ha deliberato, unanimemente, in favore del finanziamento per la realizzazione e la gestione del Registro Tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti, secondo il piano finanziario riportato in calce anche in virtù della consolidata collaborazione in ambito scientifico (Patrocinio) messa in campo tra l ALCLI e il Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale del Polo Universitario di Rieti - Sabina Universitas- diretto dal Prof. Maurizio Sorice (Università Sapienza ) e di cui è responsabile il Dott. Vincenzo Mattei. Tale struttura si colloca all interno della Sabina Universitas, società consortile per azioni che promuove l insediamento di corsi di laurea nella città di Rieti e che ha sede nello storico Palazzo Vecchiarelli di via Roma. La Sabina Universitas, di anno in anno, ha potenziato la propria offerta formativa, venendo incontro alle specifiche esigenze del territorio laziale e candidandosi ad intercettare aspirazioni e personali desideri di crescita culturale e di formazione professionale. In ambito sanitario, oltre ai Corsi di Laurea triennali in Infermieristica, Fisioterapia, Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia, Tecniche della Prevenzione nell'ambiente e nei Luoghi di Lavoro e Tecniche di Laboratorio Biomedico, fanno da cornice vari corsi di Master di I e II livello che riscuotono notevole successo sul panorama italiano. Il Consorzio Universitario Sabina Universitas, istituito nel 2005, ha tra i suoi obiettivi principali quello di potenziare la cooperazione tra strutture di ricerca, Associazioni e Azienda Sanitaria Locale allo scopo di valorizzare programmi di - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 7 di 28

8 ricerca e la raccolta di dati utili alla prevenzione in campo oncologico, attraverso: a. la realizzazione di strutture permanenti sul territorio reatino in grado di ottenere dati epidemiologici in campo oncologico; b. l implementazione di attività diagnostiche in campo oncologico sul territorio reatino; c. lo sviluppo di una maggiore collaborazione tra mondo accademico e mondo associativo; Per l istituzione del Registro tumori risulta fondamentale il coinvongimento dell Azienda USL Rieti rappresentata dalla UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute, i cui obiettivi istituzionali intercettano pienamente gli obiettivi del Progetto successivamente descritto. In tale contesto l Azienda USL Rieti indirizzerà una quota parte del normale orario di servizio, del personale afferente alla citata UOC al progetto. I risultati che saranno ottenuti risultano di rilevanza strategica per gli aspetti sia di assistenza, sia di prevenzione, sia di organizzazione dei servizi dell Azienda USL Rieti. 3. PROGETTO Ricalcando l esperienza della Regione Umbria il nostro obiettivo è quello di realizzare un servizio a gestione congiunta Consorzio Universitario Sabina Universitas Azienda USL Rieti, che si occupi della produzione di informazioni sulle patologie oncologiche, con la conduzione, in particolare, di studi sulla diffusione di queste patologie nella popolazione residente, in modo da fornire dati sempre più esaustivi che consentano interventi in termini di prevenzione ed assistenza appropriata per una patologia a così forte impatto sociale. Con il progetto si intende consolidare la collaborazione tra il Consorzio Universitario Sabina Universitas, l Associazione ALCLI Giorgio e Silvia e l Azienda USL di Rieti, in particolare con la U.O.C. Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute con - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 8 di 28

9 cui è già in essere un accordo sullo studio delle patologie oncologiche diffuse sul territorio provinciale. Più nel dettaglio il progetto prevede la realizzazione del Registro tumori della popolazione residente nella Provincia di Rieti con l utilizzo dei dati contenuti nei flussi informativi amministrativi della AUSL di Rieti; Le principali funzioni di un registro tumori sono: il monitoraggio dei trend di incidenza, prevalenza, sopravvivenza e mortalità per i diversi tipi di tumore, nella popolazione residente della Provincia di Rieti; la valutazione dell efficacia della prevenzione del cancro e dei programmi di screening; la valutazione dell impatto dei fattori ambientali e sociali sul rischio di tumore; I registri tumori raccolgono informazioni dalle Aziende Sanitarie ed ospedaliere, dalle Regioni utilizzando come fonti dati i flussi informativi correnti. 4. METODOLOGIA PER LA PRODUZIONE DEGLI STUDI Le fonti usate per l'individuazione dei casi includono le schede di dimissione del paziente dalle cliniche pubbliche e private, le diagnosi dell'anatomia patologica, le schede di dimissione del paziente sottoposto a radioterapia e i certificati di morte. Le informazioni relative ai casi eleggibili (i residenti) vengono estratte dalle cartelle cliniche degli ospedali pubblici e delle cliniche private. Altre fonti di dati sono l'anamnesi personale del caso e studi indipendenti, la mobilità passiva, gli altri registri tumori, i referti dell Anatomia Patologica e il database degli esenti. I flussi informativi prodotti dall Azienda USL Rieti saranno utilizzati per alimentare un software con il quale si gestirà il registro tumori dei residenti nella provincia di Rieti. Questo strumento, che utilizza tra l altro, la tecnica del record linkage sui vari flussi informativi utilizzati, permetterà di effettuare numerose ed approfondite analisi - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 9 di 28

10 sui dati oncologici, in particolare di stimare l incidenza, la prevalenza e la mortalità e la sopravvivenza. Le fasi dello studio prevedono: Scelta della popolazione di riferimento; Scelta dei flussi informativi (sia quelli prodotti dall Azienda che altri da individuare) da utilizzare e relativo record linkage; Scelta del Software per la gestione del Registro tumori; Inserimento e trasferimento dei database; Elaborazione dei dati ed analisi dei risultati; Modalità per la diffusione dei risultati; 4.1 Scelta della popolazione di riferimento La Provincia di Rieti, costituita nel Gennaio del 1927 ha un area di Km 2. I confini territoriali sono rappresentati a Nord dalle Province di Perugia ed Ascoli Piceno, a Nord Ovest dalla Provincia di Terni, ad Ovest dalla Provincia di Viterbo, a Sud Ovest dalla Provincia di Roma, a Sud Est dalla Provincia de L Aquila e ad Est dalla Provincia di Teramo. La Provincia di Rieti è costituita da 73 comuni e vi risiedono, al 1 Gennaio 2011, da abitanti di cui maschi e femmine (dati ISTAT). 4.2 Scelta dei flussi informativi e record linkage; I flussi informativi disponibili, prodotti dalla ASL di Rieti e di proprietà della stessa, sono: a. flusso diagnosi anatomia patologica (completo di nome, cognome, data di nascita, codice fiscale, macroscopica, microscopica e classificazione SNOMED) a partire dal 1 Marzo Tale flusso sarà incorporato nel programma Spider ; b. database degli assistiti; - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 10 di 28

11 c. flusso dei ricoveri ospedalieri (SIO) e relative SDO; d. flusso schede di dimissioni radioterapia (incorporato nel programma Spider ); e. flusso delle cartelle dei pazienti dell Oncologia Medica (incorporato nel programma Spider ); f. flusso degli accessi al pronto soccorso (SIES); g. flusso dei decessi per causa (ReNCaM); h. flusso degli esenti per patologia ed altro; i. flusso delle prestazioni specialistiche ambulatoriali (SIAS); j. flusso della mobilità passiva ospedaliera k. flusso anatomia patologica (mobilità passiva) l. altri flussi che dovessero rendersi disponibili presso l Azienda o presso altri Enti; 4.3 Scelta del Software per la gestione del registro tumori Per la realizzazione del progetto è necessario avere a disposizione un software per la gestione del registro tumori. Da una attenta analisi effettuata a livello nazionale dove sono attivi da diversi decenni registri tumori siamo arrivati alla conclusione che uno dei migliori applicativi è sicuramente quello utilizzato dalla Regione Umbria. Tale software sviluppato dall Università di Perugia (Facoltà di Ingegneria in collaborazione con la Facoltà di Medicina) organizzato in moduli permette di calcolare diversi indici statistici tra cui: incidenza mortalità prevalenza sopravvivenza Tale software contiene al suo interno una serie di filtri in grado di segnalare all utente quando ci si trova in situazioni contraddittorie (Es. tumore prostata - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 11 di 28

12 assegnato a paziente di sesso femminile, ecc.) e permette quindi una migliore stima degli indici da calcolare. Il software sarà installato in un server che verrà ubicato presso la UOC di Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute. Si precisa inoltre che il software è stato sviluppato per funzionare in modalità WEB e quindi permette l accesso da remoto mediante password. L Azienda USL di Rieti garantirà l alimentazione del software con i propri flussi informativi. Il personale che parteciperà alla realizzazione e, successivamente, al funzionamento del Registro tumori aderirà alla normativa sul trattamento dei dati personali secondo quanto stabilito nel regolamento e nelle procedure in essere presso l Azienda USL Rieti (vedi pargarafo 4.6). 4.4 Inserimento e trasferimento dei database Allo scopo di sfruttare al meglio le potenzialità del programma che verrà acquistato dall Università di Perugia si sta lavorando, grazie alla collaborazione della società OPENGRAPH S. e T. srl, al trasferimento nel software stesso dei dati archiviati con il software Spider, attivo presso le divisioni di Oncologia e Radioterapia della ASL di Rieti. In questo modo i database di anatomia patologica, radioterapia e oncologia medica potranno essere importati in modalità automatica. Successivamente saranno aggiunti altri flussi ed in particolare: database degli assistiti; flusso dei ricoveri ospedalieri (SIO) (inclusa la mobilità passiva intra ed extra regione) flusso dei decessi per causa (ReNCaM); flusso delle prestazioni specialistiche ambulatoriali (SIAS); flusso degli accessi al pronto soccorso (SIES); esenti per patologia - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 12 di 28

13 Nei casi in cui si riscontrino incongruenze nei dati contenuti nei flussi informativi, il personale del Registro tumori dovrà accedere alle documentazione cartacea originale, con particolare riferimento alle cartelle cliniche, nel rispetto della normativa vigente in materia di trattamento dei dati personali, secondo precise modalità organizzative che verranno debitamente definite in una apposita convenzione che verrà stipulata tra l ALCLI Giorgio e Silvia, l ASL di Rieti ed il Consorzio Universitario Sabina Universitas. 4.5 Modalità per la diffusione dei risultati Alcuni dei risultati ottenuti saranno disponibili online mediante un interfaccia web che permetterà di consultare e scaricare: tassi di incidenza tassi di mortalità Tutti gli altri risultati ottenuti (sopravvivenza, prevalenza ed eventuali ulteriori informazioni di tipo descrittivo) saranno utilizzati per realizzare rapporti periodici e studi. Si riuscirà a produrre, in questo modo, una foto della diffusione delle patologie oncologiche nei residenti nella Provincia di Rieti che permetterà di programmare a livello locale (ASL, Consorzio Universitario, Comuni, ecc.) le migliori strategie per la corretta prevenzione dei tumori maligni. A conclusione di ogni studio effettuato, i risultati ottenuti ed il relativo rapporto finale verranno diffusi attraverso l organizzazione congiunta AUSL Rieti Consorzio Sabina Universitas ALCLI Giorgio e Silvia di eventi pubblici ed incontri. 4.6 Gestione dei dati e normativa sul trattamento dei dati personali e sensibili In riferimento alla normativa sulla privacy si precisa che: - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 13 di 28

14 in tutte le fasi di manipolazione dei dati sensibili (inserimento, modifica, elaborazione, ecc) il personale del Registro Tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti dovrà rispettare quanto previsto nel Regolamento dell Azienda USL Rieti in materia di Privacy con la sottoscrizione delle apposite dichiarazioni. 5. GESTIONE DEL REGISTRO TUMORI In virtù della situazione nazionale dove spesso coesistono nella gestione del servizio Università e AUSL si ritiene opportuno gestire congiuntamente il Registro. Pertanto il Registro Tumori della Provincia di Rieti sarà gestito congiuntamente dal Consorzio Universitario Sabina Universitas e dall Azienda USL Rieti come evidenziato dall organigramma a pagina 1 e tutta l attività supervisionata dal Prof. Maurizio Sorice (Dipartimento di Medicina Sperimentale - Sapienza). Il finanziamento necessario all attivazione e al funzionamento del Registro, è garantito, nell entità e nelle modalità esplicitate nel piano finanziario (paragrafo 8). 5.1 posizionamento del server del registro tumori e proprietà Il server contenente il software e i database sarà installato presso la UOC di Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute dell Azienda USL Rieti che si farà carico della sicurezza e dell integrità del server. Il software risiederà su piattaforma web per permettere l accesso agli operatori del Registro da qualsiasi postazione per l espletamento delle attività previste per ognuno di essi. Software, server ed hardware del Registro Tumori sono di proprietà del Consorzio Universitario Sabina Universitas, che ne prevede l utilizzo limitatamente alla durata del presente progetto. - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 14 di 28

15 5.2 Prima installazione del programma del registro tumori e inserimento dei database. La prima installazione sarà effettuata alla presenza dell Ing. Fortunato Bianconi, che si occupa dello sviluppo software gestionale del Registro Tumori Umbro di Popolazione, che installerà il programma e inserirà i dati dei database forniti dalla AUSL di Rieti a partire da quelli relativi all anno 2008 (per problemi tecnici per l anagrafe assistiti il riferimento temporale di partenza verrà deciso in fase operativa). 5.3 Corso di preparazione all uso del software Al fine di poter utilizzare al meglio il software gestionale sarà predisposto un corso di formazione per il personale che lavorerà nell ambito del Registro Tumori. 5.4 Decodifica ed analisi dei dati degli anni dell Anatomia patologica In considerazione del fatto che i dati in possesso dell Anatomia Patologica rappresentano il flusso informativo di base per la realizzazione di un registro tumori è necessario che tali dati siano il più possibile completi e conformi alle direttive impartite dall AIRTUM. Da un attenta analisi effettuata presso i database dell Anatomia Patologica è emerso che tale flusso risulta mancante di alcuni parametri fondamentali per essere utilizzabili ai fini preposti. In particolare, dal 2008 ad oggi non sono presenti: codifica con il sistema internazionale SNOMED ; codice fiscale. - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 15 di 28

16 Il Direttore del Registro Tumori sentito il Direttore della UOC Anatomia Patologica individuerà una professionalità, non dipendente AUSL, che sotto la supervisione del Direttore della UOC di Anatomia Patologica, si farà carico di realizzare la conversione di tali diagnosi per gli anni precedentemente indicati. L onere economico di tale lavoro sarà a carico del gestore economicoamministrativo del registro tumori, ovvero il Consorzio Universitario Sabina Universitas, che stipulerà un apposito contratto di prestazione professionale con la persona individuata. 5.5 Organizzazione del Registro a regime Le attività del Consorzio Sabina Universitas : Il Consorzio Universitario Sabina Universitas, attraverso il personale del Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale gestisce il Registro tumori congiuntamente all Azienda USL Rieti; - si occupa delle attività di rilevazione, codifica e data entry necessarie nella fase di alimentazione del Registro e di pulizia dei flussi; - effettua verifiche delle cartelle cliniche cartacee e su altri documenti cartacei originali in presenza di eventuali incongruenze che si potranno creare nell analisi dei flussi ; - realizza analisi statistico-epidemiologiche congiuntamente all Azienda USL Rieti; - produce, congiuntamente ad AUSL ed ALCLI, rapporti periodici sulle patologie oncologiche in Provincia per la diffusione delle informazioni ottenute dal Registro e dagli studi descrittivi. - offre supporto scientifico in fase di analisi dei dati prodotti anche rispetto ad eventuali dati anomali per i quali è necessario effettuare approfondimenti interpretativi; - offre supporto in fase di elaborazione dei dati anche rispetto ad eventuali dati anomali per i quali è necessario effettuare approfondimenti di - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 16 di 28

17 analisi; - si occupa della gestione economica ed amministrativa di tutte le attività inerenti alla gestione del Registro Tumori della popolazione residente nella Provincia di Rieti; Le attività dell Azienda USL Rieti: L Azienda USL Rieti, attraverso la UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute, garantisce, oltre l alimentazione del Registro con i flussi informativi in proprio possesso, le attività necessarie al funzionamento dello stesso. In particolare: - gestisce il Registro dei tumori congiuntamente al Consorzio Sabina Universitas ; - si occupa delle attività di rilevazione, codifica e data entry necessarie nella fase di alimentazione del Registro e di pulizia dei flussi; - effettua verifiche sulle cartelle cliniche e su altri documenti cartacei originali in presenza di eventuali incongruenze che si potranno creare nell analisi dei flussi; - realizza analisi statistico-epidemiologiche, congiuntamente al Consorzio Sabina Universitas; - produce, congiuntamente al Consorzio Sabina Universitas e all ALCLI, rapporti periodici sulle patologie oncologiche in Provincia per la diffusione delle informazioni ottenute dal Registro e dagli studi descrittivi; - mette a disposizione i flussi necessari per il funzionamento del Registro dei tumori a partire dai database relativi all anno 2008 (per problemi tecnici per l anagrafe assistiti il riferimento temporale di partenza verrà deciso in fase operativa). I database verranno inseriti nel software che gestisce il registro non appena resi disponibili dalla Regione Lazio (ente ufficiale che li certifica e li rende ufficiali) e dagli uffici AUSL - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 17 di 28

18 competenti, con una tempistica che verrà comunque meglio definita nell ambito della convenzione che dovrà essere stipulata tra l Associazione ALCLI Giorgio e Silvia l Azienda USL Rieti ed il Consorzio Universitario Sabina Universitas dopo la condivisione da parte dei tre soggetti interessati dei contenuti del presente studio di fattibilità; - offre supporto epidemiologico in fase di analisi dei dati prodotti anche rispetto ad eventuali dati anomali per i quali è necessario effettuare approfondimenti interpretativi; - offre supporto statistico in fase di elaborazione dei dati anche rispetto ad eventuali dati anomali per i quali è necessario effettuare approfondimenti di analisi; - offre supporto informatico per le attività di pulizia dei flussi, di gestione delle tabelle di programmazione e per tutte le attività di elaborazione dei dati fino all ottenimento del semilavorato pulito dopo le operazioni di link, nonché nelle fasi successive di elaborazione dati; - realizza studi descrittivi inerenti le patologie di interesse epidemiologico utili a considerazioni economico-aziendali, come dappresso meglio specificato nell allegato A Le attività dell ALCLI Giorgio e Silvia : L ALCLI Giorgio e Silvia : - finanzia il progetto per l anno 2013, con l intento di valutare possibili rinnovi di tale contributo per gli anni seccessivi; la somma versata al Consorzio Universtiario Sabina Universitas sarà utilizzata esclusivamente per attività inerenti il Registro tumori come riportato nel piano finanziario; - organizza incontri ed eventi al fine di garantire la massima diffusione dei dati prodotti. - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 18 di 28

19 6. SEDE DI SVOLGIMENTO DEL PROGETTO Considerato che il programma di gestione del registro tumori è un applicativo web l accesso ai database può avvenire in remoto. Va comunque considerato che, essendo il Registro a gestione congiunta AUSL Rieti Consorzio Sabina Universitas, ALCLI Giorgio e Silvia, avrà sede presso le strutture: - Consorzio Universitario Sabina Universitas, presso il Laboratorio di Medicina Sperimentale e Patologia Ambientale - Stanza (29) - Viale dell Elettronica, snc, Rieti - Tel. 0746/201098; - Azienda USL Rieti, presso la UOC Statistica Sanitaria e Determinanti della Salute, viale Matteucci, 9 3 piano - Tel. 0746/ / o nuova sede (Via del Terminillo, 42), Rieti. 7. GESTIONE ECONOMICO AMMINISTRATIVA Polo Universitario di Rieti Società Consortile Sabina Universitas Palazzo Vecchiarelli Via Roma, Rieti Tel. 0746/ Direttore Dott. Daniele Mitolo - Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 19 di 28

20 8. PIANO FINANZIARIO Tempistica SPESE GIA FINANZIATE PER L ATTIVAZIONE DEL PROGETTO IMPORTI GIA FINANZIATI I annualità CONSORZIO UNIVERSITARIO SABINA UNIVERSITAS (Software, hardware, ecc.) PERSONALE A CONTRATTO CONSORZIO SABINA UNIVERSITAS QUOTA PARTE ASL UOC SSDS CONTRIBUTO ALCLI TOTALE SPESE GIA FINANZIATE A REGIME IMPORTI GIA FINANZIATI A regime PERSONALE A CONTRATTO CONSORZIO SABINA UNIVERSITAS QUOTA PARTE ASL UOC SSDS TOTALE Registro tumori della popolazione residente in Provincia di Rieti - Pag. 20 di 28

REGISTRI TUMORI. Cosa sono? La storia

REGISTRI TUMORI. Cosa sono? La storia REGISTRI TUMORI Cosa sono? I Registri tumori sono strutture impegnate nella raccolta di informazioni sui malati di cancro residenti in un determinato territorio. Sono necessari perché in nessuna struttura

Dettagli

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Rete anatomie patologiche

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Rete anatomie patologiche LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Rete anatomie patologiche Rete delle anatomie patologiche regionali: gestione dei referti e condivisione informatizzata delle informazioni Definizione della rete

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 80 del 27-2-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 80 del 27-2-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 80 del 27-2-2015 O G G E T T O Rinnovo convenzione tra l'associazione Vicentina Leucemie e Linfomi (A.Vi.L.L.) - Sezione

Dettagli

REGIONANDO 2000 REGIONE LAZIO ASSESSORATO SALVAGUARDIA E CURA DELLA SALUTE

REGIONANDO 2000 REGIONE LAZIO ASSESSORATO SALVAGUARDIA E CURA DELLA SALUTE REGIONANDO 2000 REGIONE LAZIO ASSESSORATO SALVAGUARDIA E CURA DELLA SALUTE PROGETTO TRIENNALE DI POTENZIAMENTO DELL ASSISTENZA DOMICILIARE NEL LAZIO, ANNI 1998/2000. Premessa Il programma di assistenza

Dettagli

organizzazione della prevenzione e dell assistenza in oncologia.

organizzazione della prevenzione e dell assistenza in oncologia. Testo aggiornato al 15 dicembre 2005 Linee guida del Ministero della sanità 1 febbraio 1996 Gazzetta Ufficiale 20 febbraio 1996, n. 42 Linee guida in applicazione di quanto previsto nel Piano sanitario

Dettagli

Monitoraggio dei consumi di farmaci e dispositivi medici delle Aziende sanitarie regionali.rinnovo della convenzione con IMS Health.

Monitoraggio dei consumi di farmaci e dispositivi medici delle Aziende sanitarie regionali.rinnovo della convenzione con IMS Health. REGIONE PIEMONTE BU37 17/09/2015 Codice A14000 D.D. 14 luglio 2015, n. 465 Monitoraggio dei consumi di farmaci e dispositivi medici delle Aziende sanitarie regionali.rinnovo della convenzione con IMS Health.

Dettagli

Osservatorio Regionale sulla sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro (LR 4/2006)

Osservatorio Regionale sulla sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro (LR 4/2006) Osservatorio Regionale sulla sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro (LR 4/2006) Programma triennale di attività 2008-2010 Il quadro normativo e progettuale della prevenzione nei luoghi di lavoro

Dettagli

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia Direzione Regionale Sanità e Servizi Sociali Centro di Riferimento Oncologico Regionale Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia L esperienza del CRO e il programma di una Rete Oncologica Regionale

Dettagli

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i CONVENZIONE PER L EROGAZIONE DI 15 BORSE DI STUDIO PER GLI STUDENTI DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SCIENZA E TECNICHE DELLA PREVENZIONE E DELLA SICUREZZA A.A. 2015-16 TRA L Università Ca Foscari

Dettagli

Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie " presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico in data 01.03.2009.

Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie  presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico in data 01.03.2009. C U R R I C U L U M P R O F E S S I O N A L E Giorgi Federica nata a Velletri il 05.05.1950. Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie " presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico

Dettagli

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 9 del 11 febbraio 2014

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 9 del 11 febbraio 2014 CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 9 del 11 febbraio 2014 La (di seguito Fondazione Lilly) vuole rispondere all esigenza di incoraggiare la ricerca scientifica in campo biomedico

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Avere cura: un valore, un impegno, una opportunità SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA Pazienti affetti da patologie temporaneamente e/o permanentemente

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore FLERES COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 21 MAGGIO 2012 Norme per l istituzione di strutture di riferimento per il

Dettagli

L anno 2011 il giorno.. del mese di., nelle sede dell Unione Pratiarcati ubicata ad Albignasego in Via Roma n. 224 TRA

L anno 2011 il giorno.. del mese di., nelle sede dell Unione Pratiarcati ubicata ad Albignasego in Via Roma n. 224 TRA CONVENZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DEL SERVIZIO DI GESTIONE GLOBALE DEL CICLO DELLE VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA IVI COMPRESA LA RISCOSSIONE DELLE STESSE. L anno 2011 il giorno.. del mese

Dettagli

atteso che Considerato quanto sopra,

atteso che Considerato quanto sopra, CONVENZIONE TRA L ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE E L ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO PER LA TRASMISSIONE DEI DATI DI CUI ALL ART. 244 DEL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA ED ACCETTAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA ED ACCETTAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA ED ACCETTAZIONE PREMESSA Il presente Regolamento disciplina le modalità di funzionamento del Dipartimento di Emergenza ed Accettazione come previsto

Dettagli

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2005-2007 REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Settore Livelli di Assistenza

Dettagli

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 10 del 22 ottobre 2015

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 10 del 22 ottobre 2015 CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 10 del 22 ottobre 2015 La (di seguito Fondazione Lilly) e la Fondazione Cariplo vogliono rispondere all esigenza di incoraggiare la ricerca

Dettagli

Adesione al progetto "Donare gli organi: una scelta in Comune".

Adesione al progetto Donare gli organi: una scelta in Comune. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 23 11 febbraio 2015 Oggetto : Adesione al progetto "Donare gli organi: una scelta in Comune". Il giorno 11 febbraio

Dettagli

Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di

Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di FORUMPA SANITA' 2001 A.S.L. della Provincia di Milano n 1 Dipartimento ASSI Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di Corsico e

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU42 20/10/2011 Deliberazione della Giunta Regionale 3 ottobre 2011, n. 18-2663 Proseguimento e consolidamento a regime del percorso per la Gestione integrata del diabete di tipo 2 nell'adulto,

Dettagli

Delibera del Direttore Generale n. 527 del 25/06/2014

Delibera del Direttore Generale n. 527 del 25/06/2014 Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 Delibera del

Dettagli

Informatizzazione delle strutture:

Informatizzazione delle strutture: Informatizzazione delle strutture: 9 anni di esperienza e Rete Oncologica Trentina Enzo Galligioni Oncologia Medica, Trento 1 Assistenza sanitaria in Trentino: Peculiarità organizzative Provincia Autonoma

Dettagli

Premesso che: - in tale ambito l INAIL ha predisposto una specifica modulistica per le certificazioni redatte dai medici esterni (cfr. all.

Premesso che: - in tale ambito l INAIL ha predisposto una specifica modulistica per le certificazioni redatte dai medici esterni (cfr. all. ACCORDO PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI NORMATIVI ED ECONOMICI PER LA REDAZIONE DELLE CERTIFICAZIONI RESE A FAVORE DEGLI INFORTUNATI SUL LAVORO E TECNOPATIOCI PRESSO LE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE. Premesso

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato RAISI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato RAISI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 639 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato RAISI Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per i pazienti terminali Presentata

Dettagli

REGIONANDO 2000. REGIONE EMILIA ROMAGNA SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE AZIENDA U.S.L. di CESENA

REGIONANDO 2000. REGIONE EMILIA ROMAGNA SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE AZIENDA U.S.L. di CESENA REGIONANDO 2000 REGIONE EMILIA ROMAGNA SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE AZIENDA U.S.L. di CESENA PROGETTO SALEM PER L ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI STRANIERI IMMIGRATI E AGLI INDIGENTI SENZA FISSA DIMORA

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N 082 DEL 23 FEBBRAIO 2015 CONVENZIONE TRA L AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II,

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N 082 DEL 23 FEBBRAIO 2015 CONVENZIONE TRA L AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II, ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N 082 DEL 23 FEBBRAIO 2015 CONVENZIONE TRA L AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II, PARTITA IVA n. 06909360635, nella persona del Direttore Generale, Prof. Giovanni

Dettagli

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master di I livello Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master 84 1 Titolo MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO

Dettagli

Come premessa alla presentazione appare opportuno precisare che lo scopo finale del progetto è quello di presentare all accreditamento i dati della

Come premessa alla presentazione appare opportuno precisare che lo scopo finale del progetto è quello di presentare all accreditamento i dati della Come premessa alla presentazione appare opportuno precisare che lo scopo finale del progetto è quello di presentare all accreditamento i dati della provincia di Caltanissetta. Per poter essere accreditati

Dettagli

Regione Calabria ASP Catanzaro

Regione Calabria ASP Catanzaro Regione Calabria ASP Catanzaro La Registrazione dei Tumori in Regione Calabria Cosenza, 25-26 febbraio - Teatro Rendano COPERTURA: NORD=42,5% CENTRO=25,5% SUD E ISOLE=16,5% Aree coperte dai Registri di

Dettagli

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI N. 50 PARTECIPANTI AL CORSO DI FORMAZIONE IN TEMA DI VALUTAZIONE E ANALISI DELLE PERFORMANCE DELLE AZIENDE SANITARIE, ISTITUITO DALL AGENZIA NAZIONALE PER I SERVIZI

Dettagli

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE VITERBO

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE VITERBO AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE VITERBO DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N : CS548 DEL : 12/06/2013 STRUTTURA PROPONENTE : U.O.C. ACQUISIZIONE E GESTIONE GIURIDICO-ECONOMICA DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

I Docenti responsabili del Master, almeno tre, sono proposti dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia.

I Docenti responsabili del Master, almeno tre, sono proposti dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in EPIDEMIOLOGIA Art. 1 Attivazione del Master L Università degli Studi de L Aquila attiva, su proposta della Facoltà di Medicina e Chirurgia un Master di 2 livello in Epidemiologia.

Dettagli

Progetto. Mosaico. network di analisi delle terapie e studi epidemiologici

Progetto. Mosaico. network di analisi delle terapie e studi epidemiologici Progetto Mosaico network di analisi delle terapie e studi epidemiologici IMS Health IMS Health è un grande gruppo internazionale leader nel mondo nella fornitura di servizi di informazioni di mercato per

Dettagli

Organizzazione e modalità di funzionamento del Registro Tumori della Regione Piemonte, istituito con Legge Regionale 4/2012

Organizzazione e modalità di funzionamento del Registro Tumori della Regione Piemonte, istituito con Legge Regionale 4/2012 Organizzazione e modalità di funzionamento del Registro Tumori della Regione Piemonte, istituito con Legge Regionale 4/2012 Il Registro Tumori Piemonte (RTP) raccoglie i casi di neoplasia maligna insorti

Dettagli

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER \ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 Art.1 Master universitari REGOLAMENTO MASTER 1. In attuazione dell articolo 1,

Dettagli

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master di I livello MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE (MA 106) 1500 ore 60 CFU A.A. 2011/2012 TITOLO MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA

Dettagli

DIPARTIMENTO ONCOLOGICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA DOCUMENTO DI ANALISI E INDIRIZZO TRIENNALE

DIPARTIMENTO ONCOLOGICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA DOCUMENTO DI ANALISI E INDIRIZZO TRIENNALE DIPARTIMENTO ONCOLOGICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA DOCUMENTO DI ANALISI E INDIRIZZO TRIENNALE INDICE PREMESSA ANALISI DELLE CRITICITA' TERRITORIALI AREE PRIORITARIE DI INTERVENTO NEL RISPETTO DEGLI INDIRIZZI

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

Definizione di scenario Regione FVG a statuto speciale 1.185.000 abitanti il 21% > i 65 anni di età Caratterizzata da una delle più alte incidenza di

Definizione di scenario Regione FVG a statuto speciale 1.185.000 abitanti il 21% > i 65 anni di età Caratterizzata da una delle più alte incidenza di Definizione di scenario Regione FVG a statuto speciale 1.185.000 abitanti il 21% > i 65 anni di età Caratterizzata da una delle più alte incidenza di neoplasia i italia (asr-eu 366,6 escluso ca. cute)

Dettagli

INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali)

INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali) INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali) Gentile Signora / Gentile Signore, desideriamo informarla sulle finalità

Dettagli

PREVENZIONE IN AGRICOLTURA --- 000 ---

PREVENZIONE IN AGRICOLTURA --- 000 --- Allegato n.1 PREVENZIONE IN AGRICOLTURA --- 000 --- DI RICERCA IN MATERIA DI PREVENZIONE IN AGRICOLTURA DENOMINATO Rilevazione Delle Malattie Professionali nelle aree Del Fucino e Valle Peligna ALLEGATO

Dettagli

Coordinatore educativo nei servizi per l infanzia a.a. 2011-2012

Coordinatore educativo nei servizi per l infanzia a.a. 2011-2012 Master di II livello Coordinatore educativo nei servizi per l infanzia a.a. 2011-2012 Obiettivi formativi Il Master si propone come un percorso altamente specializzato, finalizzato a formare professionisti

Dettagli

funzioni: informazione

funzioni: informazione : - LA CARTELLA CLINICA di ricovero, ambulatoriale, di pronto soccorso * LA RICHIESTA * IL RILASCIO * TEMPI DI CONSEGNA - IL CERTIFICATO DI DEGENZA - LA DOCUMENTAZIONE PER IMMAGINI (copie di radiogrammi

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO. tra:

CONTRATTO DI SERVIZIO. tra: In data. 2011 è stipulato il seguente: CONTRATTO DI SERVIZIO tra: l Azienda Unità Sanitaria 11, (successivamente denominata AUSL), Codice Fiscale e Partita IVA 04616830487, con sede legale in Empoli, Via

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE AZIENDALE PER L ATTIVITÀ FISICA ADATTATA

REGOLAMENTO GENERALE AZIENDALE PER L ATTIVITÀ FISICA ADATTATA REGOLAMENTO GENERALE AZIENDALE PER L ATTIVITÀ FISICA ADATTATA Art. 1 Definizione Per Attività Fisica Adattata (d ora in avanti AFA) si intendono programmi di esercizi non sanitari, svolti in gruppo, appositamente

Dettagli

Finanziaria 2006: misure e provvedimenti inerenti al Terzo Settore

Finanziaria 2006: misure e provvedimenti inerenti al Terzo Settore Finanziaria 2006: misure e provvedimenti inerenti al Terzo Settore a cura di Roberta De Pirro - Studio Sciumé e Associati roberta.depirro@sciume.net http://www.sciume.net/ Premessa Dopo un lungo e discusso

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1749/2015 ADOTTATA IN DATA 13/11/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1749/2015 ADOTTATA IN DATA 13/11/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1749/2015 ADOTTATA IN DATA 13/11/2015 OGGETTO: Convenzione con ADMO Regione Lombardia Onlus per la promozione/propaganda della donazione di midollo osseo e cellule staminali emopoietiche.

Dettagli

PIANO ANNUALE DI ATTIVITA 2011 approvato dal CC

PIANO ANNUALE DI ATTIVITA 2011 approvato dal CC PIANO ANNUALE DI ATTIVITA approvato dal CC Vista la delibera costitutiva della ROR (dicembre 2008) e considerate le finalità della rete oncologica come già espresse dal Piano Sanitario Regionale 2009-

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2013/2014

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2013/2014 Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2013/2014 Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Dipartimento di Patologia Umana X MASTER UNIVERSITARIO DI

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE RICERCA MEDICA

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE RICERCA MEDICA SEZIONE RICERCA MEDICA 2015 INDICE Obiettivo... 3 Oggetto... 3 Durata dei progetti... 3 Enti ammissibili... 3 Partnership e rete... 3 Modalità di presentazione delle domande... 4 Contributo e cofinanziamento...

Dettagli

Affari Generali www.aorpapardopiemonte.it email: @aorpapardopiemonte.it

Affari Generali www.aorpapardopiemonte.it email: @aorpapardopiemonte.it REGIONE SICILIANA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO- PIEMONTE Ctr. Papardo 98158 Messina - tel.090-3991 Codice Fiscale e Partita IVA 03051880833 Affari Generali www.aorpapardopiemonte.it email:

Dettagli

Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Abstract del progetto. Obiettivi

Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Abstract del progetto. Obiettivi Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Titolo prodotto: Portabilità Individuale Clinica (P.I.C.) Categoria: e-health Tipologia di prodotto Broadband/Online/WEB (channel): Abstract del progetto

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA REGOLAMENTO CENTRO DI SICUREZZA STRADALE (DISS) (Centro Universitario ai sensi dell art.6 del Regolamento per l Istituzione ed il funzionamento dei Centri Universitari,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. D al bando di ammissione pubblicato in data 15/10/2012 Art. 1 - Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2012/2013, presso la Facoltà di Giurisprudenza, Dipartimento di Giurisprudenza,

Dettagli

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma 1 L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA I Cittadini debbono

Dettagli

Azienda Speciale Servizi alla Persona

Azienda Speciale Servizi alla Persona Azienda Speciale Servizi alla Persona ANZIANI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E DISABILI (S.A.D.) Cosa offre il servizio SAD L'assistenza domiciliare è un tipo di servizio erogato direttamente

Dettagli

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE Titolo 3 - PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO DELLA RETE PEDIATRICA REGIONALE Art. 20 - Art. 21 - Art. 22 - Art. 23 - Art. 24 - Art. 25 - Verso

Dettagli

Consorzio S.I.R. Umbria (L.r. 31 luglio 1998, n.27)

Consorzio S.I.R. Umbria (L.r. 31 luglio 1998, n.27) CONVENZIONE TRA LA REGIONE DELL UMBRIA, LE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI DI PERUGIA E TERNI, I COMUNI DELL UMBRIA LE COMUNITÀ MONTANE DELL UMBRIA PREMESSO CHE: - La legge regionale 31 luglio 1998, n. 27

Dettagli

Protocollo di intesa. tra. L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL) REGIONE LAZIO.

Protocollo di intesa. tra. L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL) REGIONE LAZIO. Protocollo di intesa L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL) tra e REGIONE LAZIO per l erogazione di prestazioni di assistenza sanitaria da parte dell istituto

Dettagli

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda Giovedì 2 ottobre 2008 Obiettivo Il progetto Sistema informativo sanitario

Dettagli

Delibera del Direttore Generale n. 853 del 08/09/2015

Delibera del Direttore Generale n. 853 del 08/09/2015 Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 Delibera del

Dettagli

CONVENZIONE. tra l Università telematica delle Scienze Umane UNISU NICCOLO CUSANO e l Associazione Nazionale dei Consulenti Tributari Italiani - ANCIT

CONVENZIONE. tra l Università telematica delle Scienze Umane UNISU NICCOLO CUSANO e l Associazione Nazionale dei Consulenti Tributari Italiani - ANCIT CONVENZIONE tra l Università telematica delle Scienze Umane UNISU NICCOLO CUSANO e l Associazione Nazionale dei Consulenti Tributari Italiani - ANCIT L UNIVERSITÀ DELLE SCIENZE UMANE UNISU NICCOLO CUSANO,

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER MANIFESTAZIONE INTERESSE

CAPITOLATO TECNICO PER MANIFESTAZIONE INTERESSE CAPITOLATO TECNICO PER MANIFESTAZIONE INTERESSE FORNITURA SOFTWARE GESTIONALE E MANUTENZIONE PER IL CONTROLLO AMMINISTRATIVO/SANITARIO DELLA ASSISTENZA SPECIALISTICA AMBULATORIALE E RICOVERI OSPEDALIERI

Dettagli

Organizzazione dei servizi sanitari. Dr. Silvio Tafuri

Organizzazione dei servizi sanitari. Dr. Silvio Tafuri Organizzazione dei servizi sanitari Dr. Silvio Tafuri Premessa metodologica Classificazione dei sistemi sanitari in base alle fonti di finanziamento: n n n n Sistemi assicurativi Sistemi finanziati dalla

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2 (Allegato 1) SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: GIOVANI AL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE DOVE ANDARE PER cominciare un percorso oncologico, prenotare una visita CENTRO ACCOGLIENZA E SERVIZI (CAS): Ospedale U. Parini, blocco D, piano -1 È la struttura dedicata

Dettagli

MASTER di I Livello MA255 - MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (I EDIZIONE) 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2013/2014 MA255

MASTER di I Livello MA255 - MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (I EDIZIONE) 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2013/2014 MA255 MASTER di I Livello MA255 - MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (I EDIZIONE) 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2013/2014 MA255 www.unipegaso.it Titolo MA255 - MANAGEMENT E COORDINAMENTO

Dettagli

Laurea Magistrale in. SCIENZE PEDAGOGICHE (classe LM-85) Anno Accademico 2014-2015. Bando per l accesso

Laurea Magistrale in. SCIENZE PEDAGOGICHE (classe LM-85) Anno Accademico 2014-2015. Bando per l accesso AREA SOCIETA Laurea Magistrale in SCIENZE PEDAGOGICHE (classe LM-85) Anno Accademico 2014-2015 Bando per l accesso Per immatricolarsi a questa laurea magistrale, TUTTI gli studenti interessati devono preventivamente

Dettagli

Master di I livello MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (MA 102) 1500 ore 60 CFU A.A. 2011/2012

Master di I livello MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (MA 102) 1500 ore 60 CFU A.A. 2011/2012 Master di I livello MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (MA 102) 1500 ore 60 CFU A.A. 2011/2012 TITOLO MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE OBIETTIVI FORMATIVI Con

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO Reg. Inc. n. Pordenone, lì CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO INFORMATICO ALL ATTIVITÀ DI ESTRAPOLAZIONE, ELABORAZIONE E MONITORAGGIO STATISTICO

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MISURACA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MISURACA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 572 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MISURACA Modifiche alla legge 16 marzo 1987, n. 115, recante disposizioni per la prevenzione

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

Area Persone Anziane. Servizio di assistenza domiciliare sociale per anziani LIVEAS

Area Persone Anziane. Servizio di assistenza domiciliare sociale per anziani LIVEAS Area Persone Anziane Num. Scheda 1 TITOLO AZIONE o o Servizio di assistenza domiciliare sociale per anziani LIVEAS OBIETTIVI Scopo del servizio è permettere agli anziani, parzialmente o totalmente non

Dettagli

Legge Regionale 13 novembre 2009 n. 40 Disciplina delle Associazioni di Promozione Sociale ( B. U. REGIONE BASILICATA N. 51 bis del 16 novembre 2009)

Legge Regionale 13 novembre 2009 n. 40 Disciplina delle Associazioni di Promozione Sociale ( B. U. REGIONE BASILICATA N. 51 bis del 16 novembre 2009) Legge Regionale 13 novembre 2009 n. 40 Disciplina delle Associazioni di Promozione Sociale ( B. U. REGIONE BASILICATA N. 51 bis del 16 novembre 2009) Articolo 1 Finalità e oggetto della legge 1. La Regione,

Dettagli

LILT - Bando di ricerca sanitaria 2015 Programma 5 per mille anno 2013 INDIZIONE

LILT - Bando di ricerca sanitaria 2015 Programma 5 per mille anno 2013 INDIZIONE 1. Premesse LILT - Bando di ricerca sanitaria 2015 Programma 5 per mille anno 2013 INDIZIONE Il Programma Nazionale della Ricerca 2011-13 (PNR) evidenzia come le patologie legate allo stile di vita ed

Dettagli

Management e coordinamento delle professioni sanitarie (MA-02)

Management e coordinamento delle professioni sanitarie (MA-02) Master di I livello (1500 ore 60 CFU) Anno Accademico 2010/2011 Management e coordinamento delle professioni sanitarie (MA-02) Titolo Management e coordinamento delle professioni sanitarie MA 02 Finalità

Dettagli

Presa visione del Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di

Presa visione del Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI D INSEGNAMENTO DELLE DISCIPLINE DEI CORSI DI LAUREA PER L ANNO ACCADEMICO 2013-2014

Dettagli

Informazioni personali. Esperienza professionale C U R R I C U L U M V I T A E

Informazioni personali. Esperienza professionale C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E Informazioni personali Nome e Cognome Elena Cambi Telefono e fax Tel. 050 883912 Fax 050 883919 E-mail elena.cambi@sssup.it Cittadinanza Esperienza professionale Italiana

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA PREMESSA Il presente Regolamento disciplina le modalità di funzionamento del Dipartimento di Chirurgia come previsto dall art. 8.3 dell Atto

Dettagli

Art. 1 Campo di applicazione

Art. 1 Campo di applicazione REGOLAMENTO Per l individuazione dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) nell ASL Frosinone e la definizione delle modalità di esercizio dell attività per l espletamento del mandato Art.

Dettagli

LA LAMPADA DI ALADINO Associazione Onlus per l assistenza globale al malato oncologico

LA LAMPADA DI ALADINO Associazione Onlus per l assistenza globale al malato oncologico Chi siamo Associazione nata a Brugherio nel 2000 da un gruppo di persone che ha vissuto l esperienza del tumore, convinti della necessità di dare risposta alle molteplici e complesse problematiche che

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE

DECRETO DEL DIRETTORE DECRETO DEL DIRETTORE N. 173 DEL 29/07/2014 OGGETTO: Gestione dei benefici per la frequenza di master universitari per giovani oriundi veneti residenti all estero. Approvazione Accordo di Collaborazione.

Dettagli

MASTER di I Livello MA312 - MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE 2ª EDIZIONE. 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA312

MASTER di I Livello MA312 - MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE 2ª EDIZIONE. 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA312 MASTER di I Livello 2ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA312 Pagina 1/7 Titolo MA312 - MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE Edizione 2ª EDIZIONE Area SANITÀ Categoria

Dettagli

tutto quanto sopra premesso e considerato, tra:

tutto quanto sopra premesso e considerato, tra: Protocollo d intesa tra la Regione Piemonte e la Direzione Investigativa Antimafia - Centro Operativo di Torino per le modalità di fruizione di dati informativi concernenti il ciclo di esecuzione dei contratti

Dettagli

L INFERMIERE DI FAMIGLIA. Giornata internazionale dell infermiere STAR BENE INSIEME PER STAR BENE

L INFERMIERE DI FAMIGLIA. Giornata internazionale dell infermiere STAR BENE INSIEME PER STAR BENE L INFERMIERE DI FAMIGLIA Giornata internazionale dell infermiere STAR BENE INSIEME PER STAR BENE Uno degli obiettivi di oggi RILEGGERE LO SVILUPPO DELL ASSISTENZA INFERMIERISTICA TERRITORIALE DAL PUNTO

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA

PROTOCOLLO D INTESA TRA PROTOCOLLO D INTESA TRA L ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO DIREZIONE REGIONALE PER LA TOSCANA (d ora in avanti INAIL) con sede in Firenze, via Bufalini n. 7, rappresentato

Dettagli

L'anno 2012 il giorno del mese di in

L'anno 2012 il giorno del mese di in Allegato A alla Deliberazione n. 349 del 28/11/2012 CONVENZIONE TRA L AZIENDA SANITARIA LOCALE CN1 DI CUNEO ED IL COMUNE DI PER LA TRASMISSIONE DEI DATI RELATIVI AGLI ARCHIVI ANAGRAFICI L'anno 2012 il

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Tra

PROTOCOLLO D INTESA. Tra ALLEGATO A PROTOCOLLO D INTESA Tra Poste Italiane S.p.A. con sede legale in Roma, Viale Europa 190, rappresentata dall Ing. Massimo Sarmi, (omissis) nella sua qualità di Amministratore Delegato di Poste

Dettagli

Finanziamento di Progetti di Ricerca in Oncologia. Bando interno per l anno 2013

Finanziamento di Progetti di Ricerca in Oncologia. Bando interno per l anno 2013 < Finanziamento di Progetti di Ricerca in Oncologia Bando interno per l anno 2013 La Direzione Scientifica emana per l anno 2013 un bando interno per finanziare mediante il budget della Ricerca Corrente

Dettagli

CONVENZIONE DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE NELLA MATERIA TRIBUTARIA

CONVENZIONE DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE NELLA MATERIA TRIBUTARIA CONVENZIONE DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE NELLA MATERIA TRIBUTARIA tra Agenzia delle Entrate Direzione Regionale della Liguria, rappresentata dal Direttore Regionale, Alberta De Sensi e Università

Dettagli

Estensione e Miglioramento del Programma per lo Screening Oncologico del Cancro della Cervice Uterina.

Estensione e Miglioramento del Programma per lo Screening Oncologico del Cancro della Cervice Uterina. Regione Abruzzo - Assessorato alla Sanità Piano Nazionale della Prevenzione 200 2007 (Intesa Stato Regioni 23 Marzo 200) Legge 138 del 2004 art. 2 bis Estensione e Miglioramento del Programma per lo Screening

Dettagli

MASTER di I Livello MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL'AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MASTER di I Livello MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL'AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE MASTER di I Livello MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL'AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA372 Pagina 1/7 Titolo MANAGEMENT PER LE FUNZIONI

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITA DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA Aggiornamento delle Linee guida per la metodologia

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 647/2015 ADOTTATA IN DATA 23/04/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 647/2015 ADOTTATA IN DATA 23/04/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 647/2015 ADOTTATA IN DATA 23/04/2015 OGGETTO: Convenzione con l Università degli studi di Milano Bicocca per la messa a disposizione di strutture a fini didattici a favore del master universitario

Dettagli

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n 65 del 29 novembre 2004 pubblicata

Dettagli

MA132 - MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL'AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE (I

MA132 - MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL'AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE (I MASTER di I Livello MA132 - MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL'AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE (I edizione) 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2012/2013 MA132 www.unipegaso.it Titolo MA132

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CHIAVACCI, BRUNALE, DAMERI. Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per pazienti terminali

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CHIAVACCI, BRUNALE, DAMERI. Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per pazienti terminali Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5951 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI CHIAVACCI, BRUNALE, DAMERI Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per pazienti

Dettagli

Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero

Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero La neoplasia del collo dell utero a livello mondiale rappresenta ancora il secondo tumore maligno della donna, con circa 500.000 nuovi casi stimati

Dettagli