Novità software Unico 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Novità software Unico 2015"

Transcript

1 Novità software Unico 2015 Elenco argomenti : Trasferimento valori contabili Alcune precisazioni operative Gestioni IVS Gestione Cooperative Gestione ZFU Ricalcolo rate non stampate Gestione manuale quadro A e B Irap Incremento base occupazionale Irap Credito imposta ACE Visto di Conformità Stabilimenti di produzione in Sicilia Gestione IMU / TASI 1

2 Trasferimento valori contabili Studi Settore Per i nuovi Studi attivi dal 2014 è stato eliminato il rigo F15 (spese di produzione servizi) ed è stato unificato con il rigo F14 Trasferimento valori contabili Studi Settore I conti che confluivano nel rigo F15 li troveremo trasferiti nel rigo F14 2

3 Trasferimento valori contabili Studi Settore Nuovo modello di personalizzazione SE per la gestione degli studi evoluti. Le modifiche fatte al modello SE aggiornano ST e viceversa Trasferimento valori contabili Studi Settore Nulla è cambiato per gli studi antecedenti al

4 Trasferimento valori contabili Studi Settore All interno del quadro T degli elementi extracontabili degli studi di settore è prevista la funzione di importazioni valori dagli anni precedenti Trasferimento valori contabili Quadro F I ricavi delle società di persone e di capitali che esercitano attività di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili sono tassabili al 25% 4

5 Trasferimento valori contabili Quadro F Dal dettaglio conti possiamo verificare l imponibilità al 25%. Si ricorda che anche i ricavi di attività di agriturismo seguono lo stesso criterio Trasferimento valori contabili Quadro F I ricavi lordi li troveremo nelle variazioni in diminuzione 5

6 Trasferimento valori contabili Quadro F L automatismo viene attivato con il collegamento del conto (58/05/185 Ricavi energia Fotovoltaica), al nuovo codice di personalizzazione 707 Trasferimento valori contabili Quadro G In contabilità semplificata, nel quadro G rigo 2 si espone il ricavo lordo 6

7 Trasferimento valori contabili Quadro G La rettifica del ricavo sarà poi effettuata nel rigo 22 Trasferimento valori contabili - Parametri Nei parametri nel rigo P23 viene riportato il ricavo lordo 7

8 Trasferimento valori contabili - Parametri Nelle altre componenti negative P42 saranno abbattuti i ricavi Trasferimento valori contabili - IRAP Da quest anno ritornano le deduzioni per gli incrementi occupazionali in aggiunta alle deduzioni art. 11 e a quelle per apprendisti, disabili, ricerca e sviluppo o 1850 euro fino ad un massimo di 5 dipendenti 8

9 Trasferimento valori contabili - IRAP Per tutti coloro che utilizzano le paghe, preventivamente l operazione di trasferimento (TRA7XX), dovrà essere eseguito il comando STIRAP così da riportare i dati in automatico Trasferimento valori contabili - IRAP Per agevolare la gestione del rigo IS5 è stato introdotto un prospetto per il calcolo. Il prospetto non viene compilato dal trasferimento dei dati dalle Paghe 9

10 Alcune precisazioni operative Nuovo Forfait Nuovo Regime Forfettario Legge 190/2014 (No IVA, No Studi, No Parametri, No Spesometro, No Black list) Coefficiente forfettario di redditività (40-86%) Imposta sostitutiva del 15% Alcune precisazioni operative Nuovo Forfait Nella situazione contabile MSITS abbiamo già predisposto il calcolo dell utile fiscale 10

11 Alcune precisazioni operative Tremonti quater Ai fini della gestione della Tremonti quater, si ricorda di attivare l apposito indicatore Alcune precisazioni operative Tremonti quater Per agevolare e velocizzare la modifica del flag «Legge art.18 DL 91/2014» è possibile richiamare l utility UPCESP 11

12 Alcune precisazioni operative Tremonti quater Per questo periodo d imposta devono essere presi in considerazione i beni che vanno dal 1/6/2014 al 31/12/2014 e poi confrontati con la media degli anni Il credito di imposta da dividere in tre quote annuali, si potrà utilizzare dal primo gennaio 2016 ovvero dal secondo periodo di imposta successivo a quello di riferimento. Gestione IVS Utilizzo crediti Fino alla gestione Unico 2014 i crediti venivano chiusi con un utilizzo esterno in fase di CONRED 12

13 Gestione IVS Utilizzo crediti Fino alla gestione Unico 2014, di conseguenza, l utilizzo effettivo veniva riportato all interno del quadro RM Gestione IVS Utilizzo crediti Dal Modello Unico 2015 i crediti possono essere utilizzati anche dopo aver eseguito il programma di conversione 13

14 Gestione IVS Utilizzo crediti In unico 2015, in ogni caso pur non avendo congelato l utilizzo del credito in F24, viene comunque riportato il valore nel relativo rigo RM9 Gestione IVS Utilizzo crediti Tramite il Tasto F2 è possibile verificare il dettaglio degli utilizzi effettuati. 14

15 Gestione IVS Utilizzo crediti Eventuali altri utilizzi del credito nel corso dell anno 2015 successivi alla conversione verranno presi automaticamente in considerazione dall Unico 2015 Gestione IVS Utilizzo crediti Il rigo RM9 rimane invariato in quanto il valore confluirà nell Unico 2016; nel dettaglio è comunque visibile l utilizzo del credito effettuato 15

16 Gestione IVS Utilizzo crediti Tramite la nuova funzione Crediti Ivs presente nella gestione prospetti / Crediti già utilizzati, è possibile visualizzare il dettaglio Gestione IVS Utilizzo crediti Impresa fam. In caso di impresa familiare in presenza di un credito titolare \ collaboratore troveremo i due righi 16

17 Gestione IVS Utilizzo crediti Impresa fam. Anche per l impresa familiare eventuali altri utilizzi del credito nel corso dell anno 2015 successivi alla conversione verranno presi automaticamente in considerazione dall Unico 2015 Gestione IVS Utilizzo crediti Impresa fam. Alla conferma del quadro N del titolare dell impresa familiare, viene aggiornato il quadro RM del collaboratore. Qualora la dichiarazione del collaboratore fosse già chiusa, il programma segnala il mancato aggiornamento 17

18 Gestione IVS Cambio composiz. Imp. Fam. Nel caso in Unico 2015 cambi la composizione dell impresa familiare ad esempio annullando un collaboratore, il programma sarà comunque in grado di aggiornare correttamente gli utilizzi nel quadro RM, verificando la composizione nell Unico 2014 Gestione IVS Cambio composiz. Imp. Fam. Anche nel caso di cambio composizione dell impresa familiare nell Unico 2015 eventuali altri utilizzi del credito nel corso dell anno 2015 successivi alla conversione verranno presi automaticamente in considerazione dall Unico 2015 in relazione alla composizione originale dell impresa presente in Unico

19 Gestione IVS Cambio composiz. Imp. Fam. Pur se il collaboratore è stato eliminato nell anno 2015, il quadro RM viene comunque aggiornato nella fase di compilazione del quadro N del titolare, come si può verificare dalla funzione di dettaglio Gestione IVS Iscrizione / Cancellazione All interno della gestione anagrafica sono stati inseriti i nuovi campi riferiti alla data iscrizione/cancellazione della posizione INPS 19

20 Gestione IVS Iscrizione / Cancellazione Come nell esempio la data di iscrizione nel 2014, ha automaticamente aggiornato il prospetto dei contributi previdenziali in considerazione del periodo effettivo Gestione IVS Iscrizione / Cancellazione Nel caso di iscrizione avvenuta nel corso del 2015 il programma di generazione delle rate fisse (IVSRATE) ne terrà conto ai fini del relativo calcolo 20

21 Gestione IVS Iscrizione / Cancellazione In fase di generazione (IVSRATE) possiamo verificare il calcolo effettuato per il periodo effettivo Gestione IVS Iscrizione / Cancellazione Anche nel caso di iscrizione nel 2015 del collaboratore, sarà gestito in automatico il calcolo IVSRATE come nel caso del titolare 21

22 Gestione IVS Iscrizione / Cancellazione E necessario gestire il flag «collaboratore anno successivo» per inibire i calcoli dell impresa familiare nell anno (In fase di CONRED UNICO 2016 il flag verrà eliminato automaticamente) Gestione IVS Iscrizione / Cancellazione In fase di generazione (IVSRATE) possiamo verificare il calcolo effettuato includendo anche la quota del collaboratore iscritto nel

23 Gestione IVS Iscrizione / Cancellazione In caso di cancellazione nell anno 2014, il programma ne terrà conto ai fini del calcolo IVS Gestione IVS Iscrizione / Cancellazione Nell esempio viene calcolato un periodo ridotto e non vengono generati acconti 23

24 Gestione IVS Iscrizione / Cancellazione Nel caso di cancellazione nell anno 2015 il programma ne terrà conto ai fini della generazione degli acconti per l anno 2015 Gestione IVS Iscrizione / Cancellazione All interno della gestione prospetti IVS è possibile verificare il calcolo ragguagliato dell acconto. Anche il programma IVS rate effettuerà lo stesso calcolo ragguagliato 24

25 Gestione IVS Cambio posizione 2014 La 2 posizione per artigiani e commercianti si attiva solo in presenza di una data di cancellazione Gestione IVS Cambio posizione 2014 La presenza delle due posizione attiva le due Sezioni all interno del quadro R 25

26 Gestione IVS Cambio posizione 2014 La posizione cancellata, verrà calcolata in relazione al periodo effettivo, senza calcolo degli acconti Gestione IVS Cambio posizione 2014 La nuova posizione INPS verrà calcolata in base alla data di iscrizione e di conseguenza si calcolerà anche l acconto 26

27 Gestione IVS Cambio posizione 2014 Il reddito riportato all interno delle sezioni è sempre totale. Il valore deve essere manualmente scomputato fra le due posizioni (artigiano/commercianti) dall utente Gestione IVS Cambio posizione 2014 In ogni caso alla chiusura del Quadro N il programma ne darà segnalazione 27

28 Gestione IVS Cambio posizione 2015 Nel caso di cambio di posizione nel corso dell anno 2015, indicando le opportune informazioni in anagrafica, verrà gestito automaticamente il calcolo delle rate fisse Gestione IVS Cambio posizione 2015 Nel quadro R dell unico 2015 si verifica che il calcolo degli acconti per la posizione cessata viene ragguagliata al periodo 28

29 Gestione IVS Cambio posizione 2015 Nella fase di calcolo del quadro N, il programma segnala la doppia posizione e chiede di verificare il calcolo dell acconto generato. Gestione IVS Cambio posizione 2015 Il programma IVSRATE provvede a generare gli importi in base ai nuovi dati di iscrizione 29

30 Gestione IVS Cambio sede INPS Se il contribuente cambia sede INPS nel corso dell anno 2014 è bene sempre gestire la data di iscrizione e cancellazione Gestione IVS Cambio sede INPS All interno del quadro R si attivano due sezioni che identificano le due sedi nei due diversi periodi 30

31 Gestione IVS Cambio sede INPS Nella sezione artigiani abbiamo i dati riferiti alla prima sede e non sono previsti i calcoli per gli acconti Gestione IVS Cambio sede INPS Nella sezione commercianti si ha invece l esposizione dei dati della seconda sede, con il relativo calcolo degli acconti 31

32 Gestione IVS Passaggio collaboratore/titolare nel 2014 Anche nel caso di passaggio da collaboratore a titolare, possiamo automatizzare il tutto operando opportunamente nei dati delle due posizioni in gestione anagrafica Gestione IVS Passaggio collaboratore/titolare nel 2014 Di conseguenza nel collaboratore viene compilato il prospetto IVS proporzionalmente al periodo di competenza 32

33 Gestione IVS Passaggio collaboratore/titolare nel 2014 Il calcolo degli acconti viene effettuato per l intero periodo Gestione IVS Passaggio collaboratore/titolare nel 2014 Nella sezione del collaboratore, all interno del dichiarazione del Titolare, viene riportato il reddito ed il periodo utile al calcolo per competenza e non verranno calcolati acconti 33

34 Gestione IVS Passaggio collaboratore/titolare nel 2015 Qualora il passaggio da collaboratore a titolare avviene nell anno 2015, possiamo comunque automatizzare il tutto operando sempre nei dati delle due posizioni in gestione anagrafica Gestione IVS Passaggio collaboratore/titolare nel 2015 Il calcolo del prospetto IVS del collaboratore nella dichiarazione del titolare, ai fini del saldo avviene per l intero anno. 34

35 Gestione IVS Passaggio collaboratore/titolare nel 2015 L acconto viene invece ragguagliato al periodo effettivo Gestione IVS Passaggio collaboratore/titolare nel 2015 Il calcolo dell IVSRATE verrà gestito con il cambio da collaboratore a titolare verranno quindi generate due posizione INPS 35

36 Gestione IVS - Farmacisti Per la gestione automatica dei Farmacisti iscritti all ENPAF, è stato inserito un nuovo flag in anagrafica dichiarante. Se barrato verrà effettuato il calcolo dei contributi relativi alla sezione commercianti solo per i collaboratori, inibendo la gestione del prospetto IVS per il titolare Gestione IVS Forfettari Legge 190/2014 Ai fini della gestione del nuovo regime forfettario, legge 190/2014, il nuovo flag «Forfettari 2015» permette di evitare il calcolo dei contributi IVS sul minimale escludendo quindi la funzione di calcolo in IVSRATE 36

37 Gestione IVS Nuove funzioni di dettaglio Per una migliore esposizione dei crediti è stata completamente rivista la maschera degli altri utilizzi Gestione IVS Nuove funzioni di dettaglio Anche il prospetto di dettaglio delle rate fisse è stato rivisto ai fini di una migliore esposizione del dato 37

38 Gestione Cooperative Ai fini di rendere automatico il calcolo della tassazione e del riporto delle perdite, è stato introdotto un apposito flag in anagrafica dichiarante Gestione Cooperative Indicando in anagrafica che trattasi di cooperativa, nel quadro d impresa, relativamente ai righi RF4 e RF5 viene visualizzato un doppio campo ad uso interno che espone il risultato ANTE- IMPOSTE 38

39 Gestione Cooperative In base al calcolo automatico effettuato dal programma sulla base dei valori del quadro F, nel prospetto Coop-IRES viene determinate l imposta da stanziare in Bilancio. Per rendere effettivo il conteggio l operatore dovrà bloccare il prospetto così che l IRES calcolata confluirà nel rigo RF16 Gestione Cooperative Dopo aver bloccato il prospetto Coop-IRES, viene visualizzato l utile netto e l imposta dovrà essere registrata in contabilità dall operatore senza necessita di rieseguire il trasferimento dei dati contabili (TRA760) 39

40 Gestione Cooperative Successivamente tramite la gestione del prospetto «Coop Variazioni» vengono rilevate le variazioni in diminuzione che saranno riportate direttamente nel quadro d impresa con il blocco del prospetto da parte dell operatore. Gestione Cooperative La variazione viene poi verificata nel rigo RF55 codice 19 «Variazioni in diminuzioni per ristorni» 40

41 Gestione Cooperative Nel caso in cui si sia provveduto già al calcolo IRES e quindi il risultato indicato nel rigo RF4/5 sia già comprensivo delle imposte, può essere bypassata la compilazione del primo prospetto barrando il campo Ires stanziata, il prospetto Ires non sarà gestibile mentre sarà attivo il prospetto variazioni e la compilazione sarà la stessa dell esempio precedente. Gestione Cooperative La gestione del prospetto Coop-Ires, in questo caso, viene disabilitata. 41

42 Gestione Cooperative Nel caso le imposte son o state già determinate e si è barrata la casella Ires stanziata nella testata del quadro d impresa, nella gestione del prospetto Coop-Variazione è indispensabile indicare manualmente l utile lordo. Anche in questo caso il prospetto va bloccato per rendere definitive le variazioni Gestione Cooperative Prospetto perdite I soggetti che fruiscono di un regime di esenzione dell utile possono riportare le perdite soltanto in misura pari all ammontare che eccede l utile che non ha concorso alla formazione del reddito negli esercizi precedenti fino al A tal fine all interno del prospetto perdite è stata prevista una gestione particolare riservata alle cooperative, che si attiva selezionando la funzione prospetto coop. 42

43 Gestione Cooperative Prospetto perdite Il prospetto Coop risulta compilato solo per l anno Sarà necessario inserire manualmente le annualità precedenti Gestione Cooperative Prospetto perdite Il prospetto delle perdite cooperative viene compilato automaticamente a partire dall anno 2014; per la compilazione manuale degli anni precedenti è necessario indicare le prime tre colonne : utile netto/perdita fiscale/utile det. anno 43

44 Gestione Cooperative Ricordiamo che il prospetto generale delle perdite viene riportato dalla conversione (CONRED) se inserito negli anni precedenti Gestione ZFU Si ricorda la compilazione manuale del reddito ZFU per singola zona 44

45 Gestione ZFU Nel caso in cui il reddito sia inferiore al reddito esente ZFU, nel quadro N verrà comunque riportato quest ultimo. Gestione ZFU La differenza per il maggior reddito esente da ZFU, verrà riportata come perdita trasferibile ai soci 45

46 Gestione ZFU Nella fase di chiusura del quadro N è possibile verificare il dettag del reddito esente ZFU per singolo socio Gestione ZFU All interno del quadro H del socio è stato aggiunto il prospetto di dettaglio del reddito esente da ZFU 46

47 Gestione ZFU Il prospetto ZFU nel quadro RS del socio verrà di conseguenza aggiornato in automatico Gestione ZFU Alla conferma del quadro N del socio la maggiore agevolazione viene riportata come eccedenza di versamento nel quadro X 47

48 Gestione ZFU All interno del prospetto versamenti è stata aggiunta la nuova funzione di dettaglio «crediti ZFU» Gestione ZFU All interno del prospetto versamenti troveremo solo l eccedenza 48

49 Gestione ZFU L eccedenza viene riportata come un normale credito in F24 Ricalcolo rate non stampate Maggior debito E stata aggiunta la funzione ricalcolo rate anche in Unico PF 49

50 Ricalcolo rate non stampate Maggior debito Nel caso di maggior reddito vengono determinati gli importi da ravvedere, visualizzabili nell apposito prospetto di dettaglio Ricalcolo rate non stampate Maggior debito Alla chiusura della dichiarazione verranno automaticamente generati i tributi da ravvedere con l apposita funzione in F24 50

51 Ricalcolo rate non stampate Maggior credito Nel caso di eccedenza di versamento, il programma ne darà opportuna segnalazione Ricalcolo rate non stampate Maggior credito L eccedenza di versamento viene riportata automaticamente nell apposita colonna del quadro RX 51

52 Ricalcolo rate non stampate Maggior credito Dal riepilogo versamenti è possibile verificare la differenza in eccesso per singolo tributo Ricalcolo rate non stampate Maggior credito Eccedenze di versamento che possiamo poi recuperare in F24 52

53 Gestione manuale Quadro A e B Per impostare la gestione manuale del Quadro A e B su tutte le dichiarazioni, è possibile attivare l apposito flag in tabella generale. Si consiglia di lasciare questo parametro ad «S» (gestione quadro A e B collegato al GESIMM) e utilizzare nell eventualità il parametro previsto in anagrafica dichiarante Gestione manuale Quadro A e B Ai fini della gestione manuale del quadro A e B scollegata da GESIMM, è possibile impostare il nuovo parametro previsto in anagrafica 53

54 Gestione manuale Quadro A e B Scorrendo sui singoli campi del modello, saranno attive, a seconda dei casi, funzioni aggiuntive come nel caso dei canoni Gestione manuale Quadro A e B Con la funzione di Riparto Affitto è possibile procedere al calcolo di ripartizione del canone di locazione fra gli immobili locati con unico contratto 54

55 Irap Deduzione incremento occupazionale Nel quadro IS, prospetto incremento base occupazionale, è possibile accedere alla funzione di dettaglio del singolo dipendente. Il prospetto è automatico nel caso si gestiscono le paghe (comando STIRAP) Irap Credito Imposta ACE Nel caso si voglia trasformare l eccedenza riportabile ai fini ACE come credito IRAP, l operatore dovrà indicarne manualmente l importo 55

56 Irap Credito Imposta ACE Il credito effettivo calcolato sulla base dell eccedenza trasformata in credito IRAP, viene riportata nel quadro IS Irap Credito Imposta ACE Il credito, recuperabile in 5 anni, viene riportato nel quadro IR ad abbattimento dell imposta di periodo 56

57 Irap Credito Imposta ACE Nel caso in cui il credito sia superiore all imposta, il residuo verrà visualizzato nel quadro IS e riportato nella dichiarazione successiva Visto di Conformità Come da modello, in anagrafica sono state previste le diverse tipologie di «Visto». 57

58 Visto di Conformità Lo stesso parametro è previsto all interno della gestione «Collegio Sindacale» Visto di Conformità Come succedeva anche nelle precedenti dichiarazioni, nel caso non sia stato apposto il visto in F24 ne troveremo traccia nella storia del credito. 58

59 Visto di Conformità Nel caso di apposizione tardiva del visto è possibile barrare l apposita nuova casella in anagrafica dichiarante Visto di Conformità L attivazione del parametro «visto tardivo Unico» farà si che alla successiva chiusura della dichiarazione verrà aggiornato il credito in F24 ai fini della modalità di utilizzo 59

60 Stabilimenti di produzione in Sicilia Aggiunto il nuovo flag in anagrafica dichiarante Stabilimenti di produzione in Sicilia Se in anagrafica è stato barrato il flag «Stabilimenti produzione Sicilia», l operatore dovrà indicare la relativa % di reddito. 60

61 Stabilimenti di produzione in Sicilia Alla conferma della quadro di riepilogo, verranno evidenziati eventuali tributi regione Sicilia Stabilimenti di produzione in Sicilia Nella gestione versamenti è possibile visualizzare i nuovi tributi per la regione Sicilia che verranno conseguentemente trasferiti in F24 61

62 Gestione IMU / TASI Nella gestione delle aliquote IMU/TASI è stato aggiunto il nuovo parametro per il calcolo degli acconti Gestione IMU / TASI Nella gestione IMU è stata aggiunta la tabella delle aliquote parametriche che già veniva utilizzata per la TASI 62

63 Gestione IMU / TASI Tramite l indicazione del nuovo parametro «F» è possibile specificare l applicazione della detrazione unicamente per i figli Gestione IMU / TASI Nuovo flag per la definizione «ex Comune Montani» 63

64 Gestione IMU / TASI Collina Svantaggiata All interno della gestione anagrafica viene riportata la dicitura «Collina Svantaggiata» nei comuni sui quali abbiamo attivato il flag «zona collinare svantaggiata» Gestione IMU / TASI Coll. Svant. CD/IAP Se il dichiarante è un CD/IAP, per le zone «Colline svantaggiati» viene applicata la detrazione di 200 in relazione alla % di conduzione 64

65 Gestione IMU / TASI Cambio residenza All interno della gestione Familiari ai fini Tasi, è stata aggiunta la possibilità di gestire il cambio del comune residenza in corso d anno, per detrazioni figli differenti Gestione IMU / TASI Detrazioni manuali Tramite la sezione «Detraz. Manuali» è possibile rettificare l importo calcolato 65

66 Gestione IMU / TASI Singoli tributi in F24 Possibilità di aggiornare i tributi per singolo Comune Grazie per l attenzione! 05/05/

AVVERTENZE. Viene inoltre attivato il comando IVSRATE. IMPORTANTE

AVVERTENZE. Viene inoltre attivato il comando IVSRATE. IMPORTANTE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. REDDITI - RELEASE Versione 2013.1.0 Applicativo:

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE M.TC.02 Rev.00 del 03/09/2002 1 di 96 Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. REDDITI

Dettagli

Per inserire un nuovo terreno premere invio su Nuovo immobile. Le videate di gestione sono le seguenti:

Per inserire un nuovo terreno premere invio su Nuovo immobile. Le videate di gestione sono le seguenti: TERRENI Il riferimento al manuale è il menù DR capitolo Terreni e Fabbricati Entrando nel quadro viene visualizzata una finestra in cui sono elencati i terreni inseriti (limite massimo 975 terreni per

Dettagli

SALDI D IMPOSTA 2014 E ACCONTI 2015

SALDI D IMPOSTA 2014 E ACCONTI 2015 STUDIO PASSARELLI Rag. Adriano Commercialista - Revisore Contabile Tributi Lavoro - Società Circolare informativa per la clientela del 21 maggio 2015 SALDI D IMPOSTA 2014 E ACCONTI 2015 In questa Circolare

Dettagli

Dichiarazioni Fiscali 2014

Dichiarazioni Fiscali 2014 Nota Operativa Dichiarazioni Fiscali 2014 18 aprile 2014 PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE Il prospetto di liquidazione è costituito da un wizard che permette di gestire l esposizione dei debiti/crediti risultanti

Dettagli

Note Operative UNICO PERSONE FISICHE

Note Operative UNICO PERSONE FISICHE Note Operative UNICO PERSONE FISICHE RELEASE 13.00 04.04.2013 Sintesi delle operazione da effettuare: Soddisfare eventuali prerequisiti (paragrafo 2) Installare l'aggiornamento mod. SOF\MD300-02 pag. 1

Dettagli

Note di Rilascio Utente Fix 09.40.10

Note di Rilascio Utente Fix 09.40.10 OSRA SOFTWARE FISCALE-LAVORO-AZIENDA Note di Rilascio Utente Fix 09.40.10 CONTENUTI - StudioNeXt - 28/05/2009 1. MODULO ICAD... 1 Prospetto AI Ammortamenti non deducibili e riassorbimento IRAP... 1 Prospetto

Dettagli

IL NUOVO REGIME DEI MINIMI A CONFRONTO

IL NUOVO REGIME DEI MINIMI A CONFRONTO IL NUOVO REGIME DEI MINIMI A CONFRONTO Dal prossimo anno il nuovo regime dei minimi sarà scontato, con l'imposta sostitutiva che si ridurrà al 5%, ma saranno poche le persone fisiche che lo potranno applicare.

Dettagli

Fiscal News N. 170. Il Quadro RS e le ZFU nel Modello Unico SC. La circolare di aggiornamento professionale 20.06.2014

Fiscal News N. 170. Il Quadro RS e le ZFU nel Modello Unico SC. La circolare di aggiornamento professionale 20.06.2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 170 20.06.2014 Il Quadro RS e le ZFU nel Modello Unico SC Tra le novità ospitate dal quadro RS del Modello Unico SC vi è l agevolazione per le

Dettagli

Tomassetti & Partners

Tomassetti & Partners CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 12 DEL 5.11.2013 ARGOMENTO: ACCONTI DI NOVEMBRE 2013 Entro il 2.12.2013 i contribuenti sono tenuti al versamento degli acconti Irpef, Ires, Irap, Ivie e Ivafe, Ivs (per artigiani

Dettagli

GUIDA ALL'ACCONTO DELLE IMPOSTE DI NOVEMBRE 2013 : ANALISI ED APPROFONDIMENTI

GUIDA ALL'ACCONTO DELLE IMPOSTE DI NOVEMBRE 2013 : ANALISI ED APPROFONDIMENTI GUIDA ALL'ACCONTO DELLE IMPOSTE DI NOVEMBRE 2013 : ANALISI ED APPROFONDIMENTI a cura di Celeste Vivenzi Entro il prossimo 02/12/2013 (il 30/11 cade di sabato) va versata la 2 o unica rata degli acconti

Dettagli

IN SCADENZA AL PRIMO DICEMBRE 2014 SECONDO ACCONTO IN MATERIA DI IMPOSTE E DI CONTRIBUTI IVS /GESTIONE SEPARATA

IN SCADENZA AL PRIMO DICEMBRE 2014 SECONDO ACCONTO IN MATERIA DI IMPOSTE E DI CONTRIBUTI IVS /GESTIONE SEPARATA a cura di Celeste Vivenzi IN SCADENZA AL PRIMO DICEMBRE 2014 SECONDO ACCONTO IN MATERIA DI IMPOSTE E DI CONTRIBUTI IVS /GESTIONE SEPARATA IL Premessa generale Entro il prossimo 01 Dicembre 2014 ( il 30

Dettagli

Avviamento 730 Mercoledì 16 Maggio ore 9.15. Con.Te Mercoledì 16 Maggio ore 15.15. TeamPortal Martedì 21 Maggio ore 15.15

Avviamento 730 Mercoledì 16 Maggio ore 9.15. Con.Te Mercoledì 16 Maggio ore 15.15. TeamPortal Martedì 21 Maggio ore 15.15 Prossimi incontri Avviamento 730 Mercoledì 16 Maggio ore 9.15 Con.Te Mercoledì 16 Maggio ore 15.15 TeamPortal Martedì 21 Maggio ore 15.15 Tutti gli incontri si terranno presso la nostra sede Richieste

Dettagli

EVENTUALI STAMPE PRODOTTE DURANTE L AGGIORNAMENTO

EVENTUALI STAMPE PRODOTTE DURANTE L AGGIORNAMENTO Centralino Tel.0422-7053 (r.a.) Assistenza Contabilità Tel.0422-705471 (r.a.) Commerciali Tel.0422-705472 (r.a.) Fax Redditi 0422-841377 E-mail contabtv@dataservices.it Internet www.dataservices.it Roncade,

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. REDDITI - RELEASE Versione 2014.1.0 Applicativo:

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

GB Software Dichiarazioni e Comunicazioni Fiscali Studio

GB Software Dichiarazioni e Comunicazioni Fiscali Studio In collaborazione con Presenta: GB Software Dichiarazioni e Comunicazioni Fiscali Studio Con il GB Software Dichiarazioni e Comunicazioni Fiscali per Commercialisti Il Software GB Dichiarazioni Fiscali

Dettagli

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

C.I.V.A. di Negri Daniela e C. s.a.s.

C.I.V.A. di Negri Daniela e C. s.a.s. Sede Operativa: Via Isonzo n 24 20900 Monza - Milano Tel 039/2848474 Fax 039/2845933 C.I.V.A. di Negri Daniela e C. s.a.s. Sede Legale: Via Copernico n 14/b 20092 Cinisello Balsamo - Milano Rev. REVISIONE

Dettagli

UNICO PERSONE FISICHE - GESTIONE INPS/CIPAG

UNICO PERSONE FISICHE - GESTIONE INPS/CIPAG UNICO PERSONE FISICHE - GESTIONE INPS/CIPAG GESTIONE INPS/CIPAG Il calcolo dei contributi INPS (IVS artigiani/commercianti e Inps professionisti) e Cipag necessari per la compilazione del quadro RR e dei

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 07/06/2013

Direzione Centrale Entrate. Roma, 07/06/2013 Direzione Centrale Entrate Roma, 07/06/2013 Circolare n. 88 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Il risultato della dichiarazione dei redditi

Il risultato della dichiarazione dei redditi Il risultato della dichiarazione dei redditi Capitolo 12 12.1 CONCETTI GENERALI 12.2 IRPEF : CALCOLO IMPOSTA LORDA 12.3 IRPEF : DALL IMPOSTA LORDA ALL IMPOSTA NETTA : LE DETRAZIONI 12.4 IRPEF : DALL IMPOSTA

Dettagli

Novità software Unico 2013

Novità software Unico 2013 Novità software Unico 2013 CONRED Nuovo unico comando di conversione per UNICO PF/SP/SC Per semplificare l'operatività e velocizzare l'elaborazione gli ex comandi di conversione CONV7XX sono stati unificati

Dettagli

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le principali novità di quest anno Cedolare secca sulle locazioni Immobili di interesse storico-artistico

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

QUADRO RS - Prospetti vari

QUADRO RS - Prospetti vari QUADRO - Prospetti vari Il presente quadro rappresenta un completamento del quadro RF; esso raggruppa, infatti, una serie di prospetti che risultano complementari ai dati relativi al reddito in esso indicati.

Dettagli

NOVITA DICHIARATIVI FISCALI 2015 SOCIETA DI CAPITALI

NOVITA DICHIARATIVI FISCALI 2015 SOCIETA DI CAPITALI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO NOVITA DICHIARATIVI FISCALI 2015 SOCIETA DI CAPITALI GIOVE GIUSEPPE Commissione Di Diritto Tributario Nazionale Milano 15 aprile 2015 - Corso Europa n. 15

Dettagli

Indice circolari Fiscali 2011

Indice circolari Fiscali 2011 1 N ARGOMENTO 001 LA FINANZIARIA 2011 002 DECRETO MILLEPROROGHE 003 MONITORAGGIO DELLA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA 2010 004 ACCERTAMENTO PARZIALE DAL 2011 005 COMPENSAZIONI DAL 2011 TUTTOESEMPI 006 FATTURA

Dettagli

Note di Rilascio Utente Release 10.60.00

Note di Rilascio Utente Release 10.60.00 22/07/2010 Note di Rilascio Utente Release 10.60.00 CONTENUTI - StudioNeXt - 1. DELEGA F24... 2 Stampa autorizzazione pagamenti... 2 2. ALTRI ADEMPIMENTI... 2 Comunicazione delle operazioni con soggetti

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore

730, Unico 2015 e Studi di settore 730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 1 30.03.2015 Le novità del Modello 730/2015 Precompilato, termini e quadri Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 Con il Provvedimento

Dettagli

Unico 2014 novità reddito d impresa e lavoro autonomo. Il punto sulle società non operative. Francesco Scuderi Pierangela Maugeri

Unico 2014 novità reddito d impresa e lavoro autonomo. Il punto sulle società non operative. Francesco Scuderi Pierangela Maugeri Unico 2014 novità reddito d impresa e lavoro autonomo. Il punto sulle società non operative Francesco Scuderi Pierangela Maugeri Con il provvedimento 31.1.2014 pubblicato sul sito internet dell Agenzia

Dettagli

DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI

DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI IMPOSTE E TASSE IMPOSTE DIRETTE SOMMARIO schema di sintesi approfondimenti video FISCO del 23.10.2013 n. 0376-775130 www.ratiofad.it DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI D.L. 4.06.2013,

Dettagli

Novità modello 730/2013 e modello Unico Persone Fisiche2013 (Fascicolo1) Roma, 26 marzo 2013

Novità modello 730/2013 e modello Unico Persone Fisiche2013 (Fascicolo1) Roma, 26 marzo 2013 Novità modello 730/2013 e modello Unico Persone Fisiche2013 (Fascicolo1) Roma, 26 marzo 2013 RAPPORTO TRA IMU E IRPEF EFFETTI SUI REDDITI DEI TERRENI E DEI FABBRICATI RAPPORTO IMU -IRPEF REDDITI FONDIARI

Dettagli

genzia ntrate UNICO Società di persone

genzia ntrate UNICO Società di persone genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Società di persone INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO SOCIETÀ DI PERSONE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014

Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014 STUDIO INTERPROFESSIONALE 20121 Milano, Via Pozzone 1 21047 Saronno (VA), Vicolo del Caldo 30 * 6902 Lugano Paradiso - CH, V. San Salvatore 10 P.O. Box 461 Tel. 02.967.043.82 - Fax 02.967.026.50 www.interprofessionale.net

Dettagli

IL QUADRO LM NUOVI MINIMI DEL MOD. UNICO 2013 PF

IL QUADRO LM NUOVI MINIMI DEL MOD. UNICO 2013 PF INFORMATIVA N. 111 26 APRILE 2013 DICHIARAZIONI IL QUADRO LM NUOVI MINIMI DEL MOD. UNICO 2013 PF Art. 27, DL n. 98/2011 Circolare Agenzia Entrate 30.5.2012, n. 17/E Istruzioni mod. UNICO 2013 PF Informativa

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 33/2014 del 15/5/2014 ARGOMENTO: PROROGA VERSAMENTI DI UNICO 2014 Gentile Cliente, con la presente desideriamo informarla che, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITA 2014

LA LEGGE DI STABILITA 2014 Numero circolare 1 Data 20/01/2014 LA LEGGE DI STABILITA 2014 Abstract: Rif.to normativo: Recentemente è stata pubblicata sulla G.U. la Finanziaria 2014, c.d. Legge di stabilità 2014, che tra le principali

Dettagli

IL FISCO PER LA CRESCITA, MENO TASSE E ADEMPIMENTI, PIU «COMPLIANCE» in collaborazione con l Agenzia delle Entrate Direzione Regionale del Piemonte

IL FISCO PER LA CRESCITA, MENO TASSE E ADEMPIMENTI, PIU «COMPLIANCE» in collaborazione con l Agenzia delle Entrate Direzione Regionale del Piemonte 1 IL FISCO PER LA CRESCITA, MENO TASSE E ADEMPIMENTI, PIU «COMPLIANCE» in collaborazione con l Agenzia delle Entrate Direzione Regionale del Piemonte IL NUOVO REGIME AGEVOLATO PER I CONTRIBUENTI DI MINORI

Dettagli

GESTIONE DELEGA F24. Gestione tabelle generali Anagrafica di Studio:

GESTIONE DELEGA F24. Gestione tabelle generali Anagrafica di Studio: GESTIONE DELEGA F24 Gestione tabelle generali Anagrafica di Studio: Nel folder 2_altri dati presente all interno dell anagrafica dello Studio, selezionando il tasto funzione a lato del campo Banca d appoggio

Dettagli

Regime fiscale agevolato per autonomi

Regime fiscale agevolato per autonomi 1 REGIME FORFETARIO PER AUTONOMI Regime fiscale agevolato per autonomi L art. 1, c. 54 89, della legge di stabilità 2015 disciplina il nuovo regime fiscale agevolato per autonomi, destinato agli esercenti

Dettagli

Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia Largo Re Umberto, 104 - Tel. 011 50.28.20 - Fax 011 50.31.53-10128 TORINO. CIRCOLARE n.

Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia Largo Re Umberto, 104 - Tel. 011 50.28.20 - Fax 011 50.31.53-10128 TORINO. CIRCOLARE n. S.U.S.O. Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia Largo Re Umberto, 104 - Tel. 011 50.28.20 - Fax 011 50.31.53-10128 TORINO CIRCOLARE n. 1/2014 La presente per informare i signori Associati sulle

Dettagli

NOVITA APRILE 2008 1.1. DETRAZIONI D IMPOSTA TFR DA 01 APRILE 2008... 3 1.2. DETRAZIONE PER CANONI DI LOCAZIONE... 7

NOVITA APRILE 2008 1.1. DETRAZIONI D IMPOSTA TFR DA 01 APRILE 2008... 3 1.2. DETRAZIONE PER CANONI DI LOCAZIONE... 7 NOVITA APRILE 2008 SOMMARIO 1. DETRAZIONI 3 1.1. DETRAZIONI D IMPOSTA TFR DA 01 APRILE 2008... 3 1.1.1 PREMESSA... 3 1.1.2 DECORRENZA... 3 1.1.3 CALCOLO DETRAZIONI... 3 1.1.4 ACCONTO TFR... 5 1.1.5 INDENNITA

Dettagli

Note di Rilascio Utente Versione 11.50.10 - Tutti gli Applicativi

Note di Rilascio Utente Versione 11.50.10 - Tutti gli Applicativi Note di Rilascio Utente Versione 11.50.10 - Tutti gli Applicativi INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO Eseguire il salvataggio degli archivi prima di procedere con l aggiornamento. La Fix 11.50.10 può essere utilizzata

Dettagli

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

Guida rapida all uso del prodotto

Guida rapida all uso del prodotto Filosofia e metodologia di lavoro 17 Guida rapida all uso del prodotto Il capitolo espone in maniera semplice e pratica l uso normale dell applicativo StudioXp, leggendolo vi renderete conto immediatamente

Dettagli

La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013

La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013 La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013 Modello 730: provvedimento di approvazione del 15 gennaio 2014; provvedimento di modifica del 10 marzo 2014. Modello UNICO Persone

Dettagli

GECOM MULTI Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2007.1.7 (Update) Data di rilascio: 03.12.2007

GECOM MULTI Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2007.1.7 (Update) Data di rilascio: 03.12.2007 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: GECOM MULTI Oggetto:

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

GESTIONE IRAP IMPOSTAZIONI ANAGRAFICA AZIENDA. In azienda sono presenti alcune informazioni utili alla determinazione del calcolo Irap:

GESTIONE IRAP IMPOSTAZIONI ANAGRAFICA AZIENDA. In azienda sono presenti alcune informazioni utili alla determinazione del calcolo Irap: GESTIONE IRAP La stampa dei dati Irap e l export verso altri applicativi si eseguono dal menù principale accedendo alla sezione Elaborazioni annuali/ Gestione Irap (come da immagine sottostante) o lanciando

Dettagli

Ad uso degli Uffici 50&Più Caaf e strutture convenzionate Anno IX - N. 1 / 2014

Ad uso degli Uffici 50&Più Caaf e strutture convenzionate Anno IX - N. 1 / 2014 ORIENTAMENTI FISCALI Ad uso degli Uffici 50&Più Caaf e strutture convenzionate Anno IX - N. 1 / 2014 Mod. CUD 2014: dati rilevanti per la compilazione del mod. 730/2014 Dichiarazione congiunta: i contribuenti

Dettagli

I L N U O V O R E G I M E F O R F E T A R I O D I D E T E R M I N A Z I O N E D E L R E D D I T O

I L N U O V O R E G I M E F O R F E T A R I O D I D E T E R M I N A Z I O N E D E L R E D D I T O I L N U O V O R E G I M E F O R F E T A R I O D I D E T E R M I N A Z I O N E D E L R E D D I T O MONOGRAFIA IL NUOVO REGIME DI DETERMINAZIONE FORFETARIO DEL REDDITO INDICE 1.1 QUADRO NORMATIVO 3 1.2 IL

Dettagli

LE NOVITÀ DEL MOD. UNICO 2015 PF (FASCICOLO 1)

LE NOVITÀ DEL MOD. UNICO 2015 PF (FASCICOLO 1) INFORMATIVA N. 082 17 MARZO 2015 DICHIARAZIONI LE NOVITÀ DEL MOD. UNICO 2015 PF (FASCICOLO 1) Provvedimento Agenzia Entrate 30.1.2015 Istruzioni mod. UNICO 2015 PF Con la presente Informativa si illustrano

Dettagli

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*)

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*) Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*) 18 Luglio 2012 SCADE IL 31 LUGLIO 2012 IL

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale SEEK & PARTNERS SpA - Via Jacopo Linussio, - PORDENONE - CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 0/0/0 FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI DEL CONTRIBUENTE STATO CIVILE RESIDENZA ANAGRAFICA

Dettagli

Gecom 770 Gestione 770/2015

Gecom 770 Gestione 770/2015 Gecom 770 Gestione 770/2015 Istruzioni operative 770/2015 2/100 INDICE Premessa... 4 Novità del modello 770/2015 Semplificato... 5 Comunicazione dati lavoro dipendente, assimilati ed assistenza fiscale...

Dettagli

CESEDA studio associato. Circolare numero 2 del 17 gennaio 2014 IN BREVE

CESEDA studio associato. Circolare numero 2 del 17 gennaio 2014 IN BREVE CESEDA studio associato Circolare numero 2 del 17 gennaio 2014 IN BREVE Compensazione del credito IVA dal 16 gennaio 2014 Nuovi limiti alle compensazioni d imposta (imposte sui redditi, IRAP, ritenute

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA 3/2013

CIRCOLARE INFORMATIVA 3/2013 D E T R A Z I O N I E D E D U Z I O N I D I M P O S T A N E L M O D E L L O 7 3 0 E D U N I C O P F 2 0 1 3 T A S S A Z I O N E R E D D I T I D A T E R R E N I E F A B B R I C A T I CIRCOLARE INFORMATIVA

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2012. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003

SEMPLIFICATO. Anno 2012. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 SEMPLIFICATO 0 Anno 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. del D.Lgs. n. 9 del 00 Il D.Lgs. 0 giugno 00, n. 9, Codice in materia di protezione dei dati personali, prevede un

Dettagli

SCADENZARIO MESE DI AGOSTO 2012

SCADENZARIO MESE DI AGOSTO 2012 SCADENZARIO MESE DI AGOSTO 2012 01/08/2012 Contenzioso Dal 1 agosto 2012 (e fino al 15 settembre 2012) inizia il periodo di sospensione feriale dei termini processuali per le giurisdizioni ordinarie, amministrative

Dettagli

Gecom Paghe PASSAGGIO D ANNO 2013 / 2014. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2014.00.00 )

Gecom Paghe PASSAGGIO D ANNO 2013 / 2014. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2014.00.00 ) Gecom Paghe PASSAGGIO D ANNO ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2014.00.00 ) 2 / 18 INDICE Operazioni di passaggio d anno... 3 AZZERA eseguito solo per alcune aziende... 4 Dettaglio operazioni di chiusura / apertura

Dettagli

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014 CASI DI ESONERO È esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati nella prima colonna, se si sono verificate le condizioni descritte nella

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 29 aprile 2015 E-MAIL: segreteria2@studiocastelli.com CIRCOLARE N 2/2015 SOMMARIO: 1) Scadenze importanti (pag. 1) 2) Dichiarazioni fiscali per l anno 2015

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2014. Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 d.lgs. n. 196/2003)

SEMPLIFICATO. Anno 2014. Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 d.lgs. n. 196/2003) SEMPLIFICATO 0 Anno 0 Informativa sul trattamento dei dati personali (art. d.lgs. n. 9/00) Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega come utilizza i dati raccolti e quali sono i diritti riconosciuti

Dettagli

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241311A_A1

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241311A_A1 Sommario VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO... 2 SEGNALAZIONI \ CORREZIONI... 3 USP Quadro IRS Riporto codice credito 62 ( tributo 6817 )... 3 USP Quadro RA Terreno concesso in affitto a giovani

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE VARIABILI IRES ANNO D IMPOSTA 2012

DEFINIZIONE DELLE VARIABILI IRES ANNO D IMPOSTA 2012 DEFINIZIONE DELLE VARIABILI IRES ANNO D IMPOSTA 2012 Società di capitali Enti non commerciali IRES Società di capitali Di seguito è riportata la definizione e la modalità di calcolo delle singole variabili

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 7. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione.

Oggetto: Informativa n. 7. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Alle ditte Clienti Loro sedi Collecchio, 15/06/2015 Oggetto: Informativa n. 7. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a:. Regimi agevolati utilizzabili

Dettagli

INDICE LE FINALITA E GLI ASPETTI GENERALI IL RAVVEDIMENTO OPEROSO NELLE IMPOSTE DIRETTE:LE TIPOLOGIE DI VIOLAZIONI

INDICE LE FINALITA E GLI ASPETTI GENERALI IL RAVVEDIMENTO OPEROSO NELLE IMPOSTE DIRETTE:LE TIPOLOGIE DI VIOLAZIONI INDICE LE FINALITA E GLI ASPETTI GENERALI IL RAVVEDIMENTO OPEROSO NELLE IMPOSTE DIRETTE:LE TIPOLOGIE DI VIOLAZIONI IL RAVVEDIMENTO OPEROSO E IL MODELLO 770 IL MODELLO F24 E CODICI TRIBUTO MAGGIORMENTE

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

CREDITI d IMPOSTA COMPENSAZIONE e VISTO di CONFORMITÀ

CREDITI d IMPOSTA COMPENSAZIONE e VISTO di CONFORMITÀ Circolare informativa per la clientela n. 23/2014 del 17 luglio 2014 CREDITI d IMPOSTA COMPENSAZIONE e VISTO di CONFORMITÀ In questa Circolare 1. Iva 2. Altre imposte In linea generale, i crediti che trovano

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 4 novità legislative e tributarie di immediato interesse ed applicazione;

Oggetto: Informativa n. 4 novità legislative e tributarie di immediato interesse ed applicazione; Alle ditte Clienti Loro sedi Parma, 21 febbraio 2014 Oggetto: Informativa n. 4 novità legislative e tributarie di immediato interesse ed applicazione; Contrasto indebiti rimborsi modello 730 Deducibilità

Dettagli

CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI

CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI Anno IV, n. 1 GENNAIO 2014 I N D I C E LEGGE DI STABILITà n. 147/2013... 3 Canoni di locazione Immobili abitativi... 3 Aumento detrazione Irpef lavoro dipendente...

Dettagli

Gecom Paghe. Conguaglio risultanze 730. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.1.0 )

Gecom Paghe. Conguaglio risultanze 730. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.1.0 ) Gecom Paghe Conguaglio risultanze 730 ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.1.0 ) CONG730 2015 2/47 INDICE Conguagli del sostituto d imposta per risultanze modello 730... 3 Modalità e termini... 3 Conguagli

Dettagli

LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CM UNICO/2012. Premessa Normativa

LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CM UNICO/2012. Premessa Normativa LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CM UNICO/2012 Premessa Normativa Questo regime è disciplinato dalla legge 244-2007 e vi possono accedere i Contribuenti persone fisiche in possesso dei seguenti requisiti:-hanno

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO Sezione seconda - Determinazione del contributo Determinazione del contributo DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO Per determinare il contributo dovuto per un determinato periodo d imposta l INPS deve fornire

Dettagli

MODELLO 730-3 redditi 2014

MODELLO 730-3 redditi 2014 07-07-0 MODELLO 70- redditi RE-00-00000077 prospetto di liquidazione relativo all'assistenza fiscale prestata DICHIARAZIONE Ufficio: UFFICIO VIA BISMANTOVA Pr. Archiv.: 77 PRECOMPILATA 70 rettificativo

Dettagli

PERDITE D'ESERCIZIO SOCIETA' DI COMODO

PERDITE D'ESERCIZIO SOCIETA' DI COMODO PERDITE D'ESERCIZIO E SOCIETA' DI COMODO Dott. Andrea Fidanza 09 maggio 2012 Le perdite d'esercizio SOGGETTI INTERESSATI (IN GENERALE): LAVORATORI AUTONOMI IMPRENDITORI INDIVIDUALI SOCIETA' DI PERSONE

Dettagli

LE MANOVRE DELL ANNO 2012. Riassunto delle principali novità introdotte nel corso del 2012.

LE MANOVRE DELL ANNO 2012. Riassunto delle principali novità introdotte nel corso del 2012. Milano, 28 gennaio 2013 LE MANOVRE DELL ANNO 2012 Riassunto delle principali novità introdotte nel corso del 2012. D.L. 16 del 02/03/2012, convertito in Legge 26/04/2012 n. 44 Deducibilità dei costi periodici

Dettagli

genzia ntrate UNICO MINI 2014 Periodo d imposta 2013 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

genzia ntrate UNICO MINI 2014 Periodo d imposta 2013 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE genzia ntrate UNICO MINI 2014 Periodo d imposta 2013 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE È UNA VERSIONE SEMPLIFICATA DEL MODELLO UNICO PERSONE FISICHE, IDEATA PER AGEVOLARE I CONTRIBUENTI CHE SI TROVANO N ELLE

Dettagli

FISCALITA PER IL GIOVANE MEDICO

FISCALITA PER IL GIOVANE MEDICO FISCALITA PER IL GIOVANE MEDICO INTRODUZIONE Il Medico o l Odontoiatra che intende esercitare la libera professione è tenuto ad osservare gli adempimenti fiscali previsti per legge: denuncia di inizio

Dettagli

LEGGIMI UTENTE. versione 2013D1

LEGGIMI UTENTE. versione 2013D1 LEGGIMI UTENTE versione 2013D1 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE BANCA DATI ALIQUOTE IMU FORNITE DA PASSEPARTOUT Passepartout ha inserito, per coloro che intendono avere un agevolazione nella codifica delle

Dettagli

REGIME FISCALE AGEVOLATO PER AUTONOMI o NUOVO REGIME FORFETARIO

REGIME FISCALE AGEVOLATO PER AUTONOMI o NUOVO REGIME FORFETARIO REGIME FISCALE AGEVOLATO PER AUTONOMI o NUOVO REGIME FORFETARIO REGIME FORFETARIO PER AUTONOMI L art. 1 co. 54-89 della legge di stabilità 2015 disciplina il nuovo regime fiscale agevolato per autonomi,

Dettagli

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici CIRCOLARE gennaio 2014: La Legge di Stabilità e le altre novità fiscali Vi riepiloghiamo le principali e più rilevanti novità introdotte in materia fiscale dalla Legge 27.12.2013 n 147 (Legge di Stabilità

Dettagli

Compensazione credito IVA

Compensazione credito IVA 1 Normativa...2 Credito annuale IVA: procedura applicativa...4 Credito IVA automatico...4 Credito IVA manuale...6 1. Progressivi IVA...7 2. F24...8 Utilizzo del credito IVA in F24...10 Compensazione verticale...10

Dettagli

Gecom Paghe STIRAP 2015. Stampa deduzioni IRAP. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.0.8 )

Gecom Paghe STIRAP 2015. Stampa deduzioni IRAP. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.0.8 ) Gecom Paghe STIRAP 2015 Stampa deduzioni IRAP ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.0.8 ) STIRAP 2015 2 / 26 INDICE Stampa deduzioni IRAP... 3 STIRAP... 3 Operazioni preliminari... 3 Utenti che eseguono per

Dettagli

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Luglio 2013

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Luglio 2013 Informativa per la clientela di studio Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Luglio 2013 Gentile Cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento

Dettagli

Circolare n. 11/2014: Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014

Circolare n. 11/2014: Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014 PERNI & DORENTI PARTNERS AVV. OLIVIERO PERNI DOTT. LUCA DORENTI OF COUNSEL AVV. ROBERTO GRUTTADAURIA DOTT. MARCO GASPARI DOTT.SSA BARBARA BONSIGNORI AVV. VALERIA PAGANI DOTT. PIETRO COLUZZI DOTT. LUCA

Dettagli

TRASMISSIONE TELEMATICA MESSAGGI DEL SOFTWARE DI CONTROLLO DI ENTRATEL PER UNICO PF 2004 VERSIONE 1.0.6 DEL 07/10/2004 E STUDI DI SETTORE VERSIONE 1

TRASMISSIONE TELEMATICA MESSAGGI DEL SOFTWARE DI CONTROLLO DI ENTRATEL PER UNICO PF 2004 VERSIONE 1.0.6 DEL 07/10/2004 E STUDI DI SETTORE VERSIONE 1 TRASMISSIONE TELEMATICA MESSAGGI DEL SOFTWARE DI CONTROLLO DI ENTRATEL PER UNICO PF 2004 VERSIONE 1.0.6 DEL 07/10/2004 E STUDI DI SETTORE VERSIONE 1.0.2 DEL 07/10/2004 RILASCIATO DALLA SOGEI AGENZIA DELLE

Dettagli

Breve sintesi delle regole introdotte con il D.L. n. 78/09 sull'utilizzo in compensazione dei crediti iva.

Breve sintesi delle regole introdotte con il D.L. n. 78/09 sull'utilizzo in compensazione dei crediti iva. Fiscale Tributario A TUTTE LE AZIENDE ASSOCIATE Verona, 11 gennaio 2013 Prot. n. 6/13 LB/mm Circ. n. 6/FT/2-13 Oggetto: 1) SCADE IL 1 MARZO L OPZIONE IRAP PER IL TRIENNIO 2013/15 2) REGOLE PER IL CORRETTO

Dettagli

BOZZA INTERNET. Riservato alla Banca o alla Poste italiane Spa N. Protocollo CODICE FISCALE

BOZZA INTERNET. Riservato alla Banca o alla Poste italiane Spa N. Protocollo CODICE FISCALE Bozza Internet 7/0/004 Riservato alla Banca o alla Poste italiane Spa N. Protocollo PERSONE FISICHE 005 genzia ntrate Periodo d imposta 004 Data di presentazione COGNOME CODICE FISCALE NOME UNI EURO Prima

Dettagli

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 2 2014 dell Ufficio

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale Conforme al provvedimento Agenzia Entrate del /0/0 e successive modificazioni Modello Grafico realizzato da Namirial S.p.a. Via Caduti sul lavoro, Senigallia (AN) *MSSMCRRF0E* Mod. N. MODELLO 0/0 redditi

Dettagli

Nuovo regime forfetario 2015. in corso di approvazione. Dal 01/01/2015 vengono abrogati i seguenti regimi fiscali:

Nuovo regime forfetario 2015. in corso di approvazione. Dal 01/01/2015 vengono abrogati i seguenti regimi fiscali: Nuovo regime forfetario 2015 in corso di approvazione Premessa Come anticipato nel corso nell ultimo seminario APOS a Tabiano Bagni, sono in arrivo alcune novità fiscali. La Legge di Stabilità 2015, in

Dettagli

SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI:

SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI: SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI: PROCEDURA INTEGRATA GESTIONE CONDOMINIO RENT MANAGER SERVIZIO DI ASSISTENZA CLIENTI GESTIONE DELLA FISCALITA (770,UNICO, CERTIFICAZIONE COMPENSI, F24, DICHIARAZIONI 36/41%,

Dettagli

MODELLO 730/2015: PRECOMPILATO E ORDINARIO NOVITÀ

MODELLO 730/2015: PRECOMPILATO E ORDINARIO NOVITÀ MODELLO 730/2015: PRECOMPILATO E ORDINARIO NOVITÀ 1. Modello 730 precompilato 2. Modello 730 ordinario 3. Quadri del Modello 730/2015 4. Novità del Modello 730/2015 Il Provvedimento Agenzia Entrate 15.1.2015

Dettagli

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile Circolare di gennaio 14 Santa Lucia di Piave, lì 7 gennaio 14 Oggetto: : Finanziaria 2014 prima parte È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Finanziaria 2014 (Legge 27.12.2013, n. 147) c.d. «Legge

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Fiscal News N. 146. La gestione degli immobili esteri in UNICO 2014. La circolare di aggiornamento professionale 21.05.2014.

Fiscal News N. 146. La gestione degli immobili esteri in UNICO 2014. La circolare di aggiornamento professionale 21.05.2014. Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 146 21.05.2014 La gestione degli immobili esteri in UNICO 2014 Quadro RL e RW Categoria: Unico Sottocategoria: Persone fisiche La proprietà o

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2014

LEGGE DI STABILITA 2014 LEGGE DI STABILITA 2014 Forlì, 9 gennaio 2014 Prot. n. 6/2014 La legge di stabilità per il 2014, n. 147 del 27 dicembre 2013, ha introdotto alcune modifiche in materia di: Detrazioni e deduzioni Irpef;

Dettagli