RELAZIONE SULL ATTIVITÀ GESTIONALE SVOLTA ALL E.R.S.U. DI URBINO ANNO 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE SULL ATTIVITÀ GESTIONALE SVOLTA ALL E.R.S.U. DI URBINO ANNO 2014"

Transcript

1 RELAZIONE SULL ATTIVITÀ GESTIONALE SVOLTA ALL E.R.S.U. DI URBINO ANNO Marzo

2 RELAZIONE SULL ATTIVITA GESTIONALE SVOLTA ALL E.R.S.U. DI URBINO NELL ANNO 2014 LINEE GUIDA per l anno 2014 date dal Piano Regionale sul DSU 2013/ assicurare la rimozione degli ostacoli di ordine economico e sociale che di fatto limitano l uguaglianza dei cittadini nell accesso agli studi universitari; in particolare per consentire ai capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, di raggiungere i gradi più elevati degli studi in attuazione del disposto di cui agli artt. 3 e 34 della Costituzione italiana; - garantire l uniformità su tutto il territorio marchigiano del trattamento per l attribuzione dei benefici in materia di diritto agli studi universitari, in conformità ai principi informatori della legge 2 dicembre 1991 n. 390 e relativo DPCM attuativo; - realizzare un integrazione tra i sistemi e le procedure per la concessione dei benefici erogati dagli ERSU e dalle rispettive Università e Istituzioni per l Alta Formazione Artistica e Musicale, per un economia di spesa; - perseguire una graduale riqualificazione della spesa del Diritto allo Studio Universitario, attraverso una più efficiente gestione dei servizi destinati agli studenti anche con una diversificazione del pasto che tenga conto delle mutate esigenze alimentari e con una politica comune degli acquisti protesa a salvaguardare la qualità dei prodotti e l economia della spesa nella gestione diretta accanto a quella in service. OBIETTIVI GENERALI dati dal Consiglio di Amministrazione dell ERSU di Urbino: 1) Ampia informativa su tutti i servizi offerti dall ERSU e tipologie degli stessi, con particolare riferimento agli alloggi ed alla ristorazione rivolta a tutti gli studenti e ad altri attori interessati al mondo universitario, per assicurare e garantire la rimozione di ostacoli di carattere economico e sociale. 2) Lavori riguardanti il servizio abitativo: Collaborazione con la Regione al piano di ristrutturazione ed adeguamento alle normative sulla sicurezza del Collegio Tridente, attivando inoltre, compatibilmente con le risorse proprie 2

3 dell ente, lavori di manutenzione indispensabili per la normale fruizione delle strutture da parte dell utenza studentesca; Procedere all adeguamento alle normative sulla sicurezza delle strutture collegiali di proprietà dell Università, con le modalità previste dal Codice Civile qualora l Università stessa non vi provveda da subito, vista l urgenza; Adozione di scelte rivolte ad assicurare la continuità del servizio abitativo che garantiscano le disponibilità esistenti, anche mediante il reperimento di ulteriori nuovi posti in strutture cittadine. 3) Utilizzo delle strutture abitative e di ristorazione al massimo delle loro potenzialità, attraverso l aumento del turismo studentesco nazionale ed internazionale, e con l incentivazione di convegni e congressi, ponendo l attenzione all adeguamento degli ambienti abitativi e di studio, nonchè al personale a ciò dedicato, al fine di migliorare l accoglienza. 4) Sostegno all Urbino International Center, per l attivazione di scambi con Università straniere. 5) Consolidamento del Sistema Informativo dell Ente focalizzato primariamente su: Ottimizzazione della rete dati e fonia Standardizzazione e automazione degli scambi dati tra Ersu e Università, Regione ed INPS Adeguamento parco macchine interno Adeguamenti e migliorie riguardanti i programmi dell area contabile/magazzini Distribuzione di servizi interattivi tramite totem informativi Nuovi servizi telematici per semplificare il rapporto degli studenti con l Ente Progettazione nuovo sito internet dell Ente per garantire compatibilità con i dispositivi mobili e distribuzione app mobile Ottimizzazione copertura WiFi 6) Graduale riqualificazione della spesa relativa ai servizi offerti agli studenti, mantenendo la loro qualità. 7) Miglioramento della politica degli acquisti protesa alla salvaguardia della qualità dei prodotti ed all economia della spesa di gestione. 8) Prosecuzione del progetto di collaborazione Studenti - Docenti e Tutor Amministrazione ERSU all interno delle strutture collegiali, con lo scopo di rendere più partecipativa la vita all interno delle strutture e con l ulteriore obiettivo di attivare iniziative culturali/ricreative che rispondano alle esigenze dell utenza studentesca e di progetti educativi destinati alla crescita intellettuale, professionale e umana degli studenti, tracciandone le attività e lo stato di avanzamento dei lavori rispetto al precedente anno. 9) Prosecuzione dell adeguamento degli ambienti di lavoro alle normative sulla Sicurezza. 10) Prosecuzione negli interventi attuativi per il contenimento della spesa energetica e verifica di nuove tecnologie energetiche di possibile installazione, volte ad assicurare un contenimento della spesa. 11) Pieno rispetto nelle strutture abitative e ristorative della raccolta differenziata; sensibilizzazione degli studenti e di altri ospiti alla sua completa attuazione. 12) Monitoraggio sulla soddisfazione degli studenti per la qualità dei servizi mediante schede o questionari, anche on-line. Utilizzo degli studenti tutor per la distribuzione e la raccolta dei questionari/scheda. 3

4 13) Filiera corta per prodotti alimentari con lo scopo di privilegiare il consumo di generi alimentari e non, prodotti direttamente sul territorio o reperiti in base al principio del minor numero di passaggi tra produttore e consumatore. 14) Ulteriore razionalizzazione e riqualificazione del personale dipendente. 15) Intensificazione dei controlli per il pieno rispetto della normativa anti-fumo in tutte le strutture dell Ente. 16) Collaborazione con la Regione, la Provincia, la Comunità Montana, alla promozione di attività di marketing territoriale, locale, culturale ed aziendale, tramite una piattaforma web trasversale con lo scopo di attirare il maggior numero di clienti mettendo a loro disposizione i servizi di cui l ERSU è gestore, con riferimento al D.C.E. al quale l ERSU ha aderito. Ai sensi dell art.15, comma 8 della L.R. Marche n. 38/96 e successive modifiche ed integrazioni, si sottopone all attenzione del Presidente e dei Consiglieri la presente Relazione sull attività gestionale svolta da questo E.R.S.U. nell anno Tutti gli uffici dell Ente hanno rivolto il loro impegno preliminarmente all espletamento dei compiti legati ai fini istituzionali, prestando la dovuta attenzione ai cambiamenti ed aggiornamenti normativi che sono derivati dalle opportune sedi legislative ed operando nel rispetto di una corretta ed economica gestione delle risorse assegnate, oltre che nel rispetto dell imparzialità dell azione amministrativa. Sempre una particolare attenzione è stata posta al miglioramento della qualità dei servizi erogati all utenza studentesca ed all efficienza dell attività amministrativa, indirizzata verso la crescita delle capacità manageriali dei dirigenti e dei responsabili. LINEE GUIDA L osservanza delle Linee guida dettate dal Piano Regionale per il DSU 2013/2014 ha costituito il percorso di tutta l attività dell ERSU. Prima di illustrare l attività che è stata strumento per il raggiungimento degli obiettivi assegnati dal Consiglio di Amministrazione, si vuole porre l attenzione sulla sintesi del lavoro svolto dall Ente in relazione appunto ai dettati delle Linee guida : 4

5 Diritto allo Studio L aggiornamento e approfondimento delle conoscenze della normativa vigente in materia di Diritto allo Studio, con una particolare attenzione rivolta al Piano Regionale Annuale, sono state oggetto di approfondita attenzione da parte dell ERSU, al fine di individuare le eventuali variazioni da apportare ai bandi di concorso per la concessione dei benefici. Per l anno 2014 il Piano Regionale Annuale per il Diritto allo Studio è stato pubblicato con DGR n. 102 del 4/6/2014. Il Piano ha mantenuto tutte le novità introdotte già da tre Anni Accademici, es.: con il fondo integrativo dello Stato saranno concesse le borse di studio comprensive anche della parte in contanti; con i fondi derivanti dall introito annuo della tassa regionale per il diritto allo studio e dal finanziamento della Regione, si deve provvedere alla maggior copertura degli studenti che sono rimasti idonei dopo la concessione delle borse di studio con l importo derivante dal Fondo integrativo dello Stato, procedendo, ove necessario, alla riduzione della quota in denaro; obbligatorietà del consumo del primo pasto per gli studenti pendolari e del secondo per i fuori sede e diversi parametri per la definizione dello studente fuori sede (tempi di percorrenza con mezzi pubblici) che puntualmente è stato riportato nei bandi di concorso per la concessione di borse di studio e degli altri benefici. In particolare la diversificazione della tipologia di borse di studio (borsa in contanti e servizi / borsa di soli servizi), ha comportato l elaborazione di nuove tabelle con relativi importi borse; la modifica nella definizione di studenti fuori sede ha richiesto uno studio approfondito delle distanze chilometriche percorribili con mezzi pubblici tra i comuni di residenza degli studenti e le diverse sedi universitarie (Urbino, Pesaro, Fano). In data 25/06/2014 sono stati approvati con deliberazione del Consiglio di Amministrazione i bandi di concorso per la concessione dei previsti benefici per l anno accademico 2014/2015 (borse di studio e contributi ERASMUS; servizio alloggio; servizio mensa; Bando di concorso per l assegnazione dei posti letto riservati agli studenti diversamente abili) e nei termini stabiliti sono stati messi a disposizione di tutti gli studenti, pubblicandoli integralmente nel sito internet dell E.R.S.U. Per la gestione informatica delle domande sono intervenuti nuovi aggiornamenti al programma consistenti soprattutto nella realizzazione del software relativo alla domanda on-line e nel conseguente aggiornamento del programma di gestione DPCM/ABADAS, per renderlo conforme alle scelte operate dalla regione con il Piano annuale e nella realizzazione di alcune funzioni ritenute necessarie per migliorare l operatività dell intero sistema. Passaggio dalla domanda on- line al modello unico regionale. Nell ottica di uniformità di trattamento a livello regionale di tutti gli studenti, per la presentazione delle domande di borsa di studio, alloggio e mensa, il Consiglio di Amministrazione dell Ente ha deliberato, l adesione al progetto che prevede l utilizzo di un'unica piattaforma informatizzata per gli ERSU marchigiani. 5

6 Per l accesso alla domanda on line unica regionale è stato previsto anche un nuovo sistema di registrazione; è stata resa obbligatoria l autenticazione con il sistema previsto dalla Regione Marche denominato Cohesion 2. A tal fine l ERSU è stato nominato Ente Certificatore (RLA) e come tale autorizzato al rilascio delle credenziali (username, password e PIN) necessarie per l autenticazione al sistema Cohesion 2. Tutti i dipendenti assegnati all Ufficio Diritto alla Studio hanno partecipato ad un corso di formazione, tenutosi presso i competenti uffici della regione Marche, per essere informati sulle modalità operative per il rilascio delle credenziali. Per facilitare la procedura di autenticazione e accesso alla nuova domanda online è stata realizzata una breve guida ad uso dello studente pubblicata sul portale dell ERSU di Urbino. Nelle fasi di realizzazione e implementazione del progetto, l ufficio è stato coinvolto nell analisi di confronto tra la domanda on line già in uso all ERSU di Urbino con quella proposta dalla regione Marche con l obiettivo di apportare, dove è stato possibile, le modifiche che potevano agevolare lo studente in fase di inserimento dati e garantire contestualmente la compatibilità delle procedure di acquisizione dei dati con gli attuali software di produzione delle graduatorie delle borse di studio e di gestione dei servizi. Le richieste/proposte di modifiche sono state formulate tenendo conto anche di tanti anni di esperienza che l ERSU di Urbino ha maturato nell ambito on line delle domande benefici. L analisi e le proposte di modifica hanno riguardato in particolare: le avvertenze sulle sanzioni per false dichiarazioni; la pagina dell anagrafica, la pagina scelta benefici, la pagina relativa alla carriera scolastica, con l aggiornamento di tutti i dipartimenti, corsi dell Università degli studi di Urbino, Accademia, Isia e Conservatorio, il Codice ERSU fondamentale per l ERSU di Urbino per la gestione dei servizi; la trascrizione degli estremi relativi al documento di riconoscimento, la pagina relativa alla richiesta del contributo ERASMUS, la pagina del merito, la pagina relativa alla dichiarazione ISEE/ISEEU ISPEE/ISPEEU, la pagina relativa alla richiesta di alloggio, adeguamento e implementazione delle tabelle (Comuni, dipartimenti, corsi di laurea, ecc.), la formulazione di una utility per il controllo in tempo reale delle domande/dati dichiarati dallo studente. In collaborazione con la ditta ABACO di Pesaro sono state analizzate le modalità di importazione dei dati dalla domanda on line sul software di gestione ABADAS attualmente utilizzato dall ERSU di Urbino e il protocollo automatico delle domande con il sistema Paleo. Prima della pubblicazione sul sito sono stati effettuati numerosi test e collaudo dell affidabilità del programma relativo alla domanda on line, anche in presenza di un elevato numero di accessi al programma stesso e alla protocollazione automatica. L Ufficio periodicamente ha inviato agli addetti al SIS tutte le novità riguardanti i Link di competenza (bandi, pagamenti, news ecc.) al fine di tenere sempre aggiornato il sito WEB. Il rapporto di collaborazione con l Università finalizzato alla trasmissione dei dati relativi alla carriera dello studente, è di fondamentale importanza per l accertamento della veridicità di quanto dichiarato dagli studenti con l autocertificazione. Tale attività costituisce un presupposto indispensabile per una corretta 6

7 pubblicazione delle graduatorie nei tempi previsti dai bandi e per l attivazione dei servizi in tempo utile dall inizio dell anno accademico. Con riferimento al software di gestione dei dati denominato ABADAS, anche, nel corso dell anno 2014 è stata controllata la funzionalità tecnica della procedura di importazione dei dati dal data base dell Università e sono stati comparati i dati dichiarati dallo studente con quelli provenienti dal data base dell Università. Dopo la pubblicazione della graduatoria definitiva, in collaborazione con l Università degli Studi sono stati eseguiti i controlli sui dati relativi all iscrizione ed al merito scolastico, alcuni studenti sono stati esclusi dalla borsa di studio per non essersi iscritti nei tempi previsti dal bando di concorso. Entro le date previste dai relativi bandi di concorso per borsa di studio (03/09/2014 per gli studenti che si iscrivono al primo anno ed agli anni successivi al primo di un corso di una laurea triennale, specialistica/ magistrale o a ciclo unico e il 03/12/14 per gli studenti che si iscrivono al primo anno dei corsi di specializzazione e dottorato di ricerca) sono state presentate domande di borsa di Studio di cui n compilate e trasmesse esclusivamente on line senza l invio del cartaceo e n compilate on line e successivamente seguite dalla spedizione della domanda cartacea. Con la determina N. 164 del 19/09/2014 sono state pubblicate la graduatorie provvisorie delle borse di studio sulla base dei fondi quantificati per l anno precedente. Entro i termini previsti dal bando di concorso sono state presentate 133 istanze di riesame inerenti, la maggior parte, la condizione di merito, di cui 91 accolti (Det.176 del 17/10/2014) e 42 respinti (Det.177 del 17/10/2014). Con la determina n. 191 del 31/10/14 sono state pubblicate le graduatorie definitive. I fondi disponibili per la concessione delle borse di studio per l anno accademico 2014/2015, calcolati sulla base dei fondi storici a.a. 2013/14, sono stati quantificati in ,86, escluse le riserve previste dal bando di concorso. A seguito dell elaborazione delle graduatorie sono risultati vincitori di borsa di studio 1260 studenti e 771 sono rimasti idonei-non beneficiari. Il numero elevato degli studenti rimasti idonei non beneficiari per mancanza di fondi ha sollevato la protesta degli studenti stessi i quali si sono costituiti in Assemblea permanente per il diritto allo studio. Dopo vari incontri e manifestazioni di protesta gli stessi hanno presentato al Consiglio di Amministrazione un documento in cui si chiedeva all ERSU ed alla Regione Marche l adempimento dei propri compiti istituzionali, e cioè garantire l uguaglianza sostanziale degli studenti attraverso l erogazione totale delle borse di studio. Il Consiglio di Amministrazione con Delibera n. 65 del 09/10/2014 si faceva interprete delle sollecitazioni degli studenti chiedendo alla Regione Marche un finanziamento straordinario, per consentire all Ente di concedere la borsa di studio per l anno accademico 2014/2015 a tutti gli studenti rimasti idonei per mancanza dei fondi. 7

8 Raggiunto l accordo tra lo Stato e le Regioni per il riparto del Fondo Integrativo dello Stato per l anno 2014 e valutato l importo spettante alla Regione Marche, in data 10/12/2014, con prot. n , è stata trasmessa dalla Regione stessa all ERSU di Urbino l ipotesi di riparto del fondo integrativo statale anno 2014 tra gli ERSU delle Marche. A seguito dell esame dei conteggi relativi all ipotesi di riparto il Consiglio di Amministrazione ha deliberato in data 17/12/2014, n. 76, l assestamento delle graduatorie definitive delle borse di studio nonostante la mancanza di ufficialità del riparto tra le regioni: a tutt oggi deve essere adottato il relativo DPCM che consentirà al decreto regionale, emanato sotto condizione, di esplicare i suoi effetti per quanto riguarda il riparto tra gli Enti per diritto allo studio (ERSU). Le somme complessivamente ripartite sono state quantificate in ,31, escluse le riserve previste dal bando. Per la formulazione delle graduatorie si è tenuto conto del principio stabilito dall art. 15, comma 3, della deliberazione n. 102 del 10/06/14 della Regione Marche, in base al quale i fondi regionali concorrono, dopo l utilizzo della quota statale del Fondo di Intervento Integrativo per borse di studio universitarie, alla maggiore copertura possibile degli idonei operando, ove necessario, anche la riduzione della quota in denaro. Pertanto con il Fondo Integrativo dello Stato sono state concesse le borse di studio comprensive anche della parte in contanti a 1084 beneficiari e con i fondi regionali (fondi derivanti dall introito annuo della tassa regionale per il diritto allo studio, per l iscrizione all albo professionale e dalle risorse regionali sul capitolo specifico per borse di studio per studenti universitari) sono state attribuite le borse di studio in servizi ed il 50% della quota in contanti ad ulteriori 900 beneficiari, poiché la disponibilità finanziaria non è stata comunque sufficiente a coprire per intero gli importi in contanti previsti dall art. 12 del bando di concorso. I nuovi fondi hanno così permesso la copertura totale degli aventi i requisiti per un totale di 1984 borse concesse per l a.a. 2014/15; sono rimasti esclusi 483 studenti poiché non erano in possesso dei requisiti previsti dal bando di concorso. Tutti gli studenti regolarmente iscritti ai corsi di laurea dell Università degli Studi, dell Accademia di Belle Arti, dell ISIA, e Conservatorio G. Rossini e altri utenti aventi titolo in base agli atti convenzionali, complessivamente circa utenti, sono stati abilitati ad usufruire del servizio mensa. Sono state valutate richieste di alloggio. Per l inizio dei corsi (mese di Ottobre 2014) sono stati assegnati complessivamente, comprese le rinunce, n posti alloggio (compresi Pesaro). Nel numero complessivo dei posti attribuiti sono compresi 13 alloggi assegnati agli studenti diversamente abili, n. 325 a pagamento, di cui n. 53 alloggi a studenti laureandi. Per comunicare con l utenza sono stati utilizzati gli SMS e le con notevole risparmio di tempo e della spesa telefonica. 8

9 Nei termini prescritti dal bando di concorso e del piano regionale, è stato predisposto l atto, (determina n 215/14), per il pagamento della prima rata equivalente al 50% della parte in contanti della borsa di studio agli studenti dichiarati vincitori, con le risorse derivanti dal Fondo integrativo Statale; sul programma DPCM sono state generate le scadenze con i relativi importi ed è stato trasmesso all Ufficio Attività Finanziaria un file TXT per la predisposizione dei mandati di pagamento. Per gli studenti iscritti per l anno accademico 2013/14 al primo anno di corso, è stato predisposto il modello di autocertificazione con il quale hanno potuto attestare il raggiungimento dei crediti necessari per il pagamento della seconda rata della borsa di studio; tale attività ha consentito, quindi, agli uffici preposti di effettuare il pagamento con un congruo anticipo rispetto al termine fissato dal bando del 10/08/2014. La spesa complessiva relativa alla concessione delle borse di studio per l anno accademico 2014/2015 compresi i servizi, è stata di ,94, (alla data del 31/12/2014). Per l anno accademico 2013/14 con determina n. 231 del 23/12/2014 sono state revocate per mancanza merito n. 71 borse di studio per una somma complessiva di ,82 Le revoche, in oggetto si riferiscono agli studenti iscritti al primo anno di corso nell anno accademico 2013/2014 che alla data del 30/11/2014 non hanno maturato i crediti necessari per il mantenimento del beneficio. Gli importi da recuperare (contante e servizi) a seguito del provvedimento di revoca sono stati quantificati in Gli studenti che non hanno provveduto al rimborso di quanto dovuto, nei termini stabiliti dalla determina di revoca sono stati inviati all Ufficio legale dell Ente al fine di adottare i relativi provvedimenti di recupero. Con determina n. 224 del 15/12/2014 sono stati effettuati i conguagli per un importo di 5.374,55, per tutti gli studenti risultati vincitori con assegnazioni successive alla graduatoria definitiva nell a.a. 2013/14. Per l anno accademico 2014/2015 è proseguito il progetto relativo alle collaborazioni part-time degli studenti. Il D. Lgs 68/2012 consente agli enti per diritto allo studio di disciplinare con propri regolamenti le forme di collaborazione degli studenti ad attività connesse ai servizi, resi anche dai collegi non statali legalmente riconosciuti, con esclusione di quelle inerenti alle attività di docenza, allo svolgimento degli esami, nonché all'assunzione di responsabilità amministrative. In ogni caso le collaborazioni attivate in base al bando di concorso approvato dall Ente, non configurano in alcun modo un rapporto di lavoro subordinato e non danno luogo ad alcuna valutazione ai fini dei pubblici concorsi; non possono in nessun caso interferire con il normale svolgimento dell attività didattica cui lo studente è tenuto. Finora questo servizio, gestito dall Università, era riservavo ai soli iscritti presso le facoltà dell Università degli studi di Urbino; l Ersu ha ritenuto di dover ampliare, dall anno solare 2014, 9

10 questa nuova esperienza, dando la possibilità a tutti gli studenti iscritti sia all Università che ai corsi dell ISIA, dell Accademia di Belle Arti, e del Conservatorio Rossini di Pesaro. Con la pubblicazione della determina n. 24 del 28/1/2014, relativa alla Pubblicazione delle graduatorie per il conferimento agli studenti di collaborazioni a tempo parziale nei servizi dell ERSU di Urbino, è stata data piena attuazione al servizio Part-time. Hanno partecipato alle selezioni gli studenti iscritti in regolare corso di studio più un anno fuori corso. In base alle specifiche necessità dell Ente sono stati individuati n. 7 settori di competenza. In applicazione di quanto programmato sono state attivate le procedure per la selezione relative alle sette aree previste dal bando, alle quali potevano partecipare tutti gli studenti iscritti ai corsi di laurea non solo dell Università degli Studi (attivati a seguito delle leggi di riforma degli ordinamenti didattici - Decreto MURST 3 novembre 1999, n. 509, Decreto MIUR 22 ottobre 2004, n. 270), ma anche ai corsi di laurea dell ISIA dell Accademia di Belle Arti, e del Conservatorio Rossini di Pesaro. Per le aree Informatica, finanziaria e linguistica sono stati predisposti dei test a risposta multipla ed è stato organizzato, con un insegnante di lingua madre inglese, un colloquio per verificare l idoneità degli studenti a svolgere collaborazioni presso determinati Uffici dell Ente. Sono pervenute n. 456 domande e dopo la selezione sono risultati idonei n. 417 studenti. I risultati dei test sono stati riportati nei verbali e controfirmati dai membri delle commissioni che hanno presieduto le prove. Successivamente con determina n. 24 del 28/01/2014 è stata elaborata una graduatoria per ogni area di competenza (suddivisa tra anni successivi e primo anno) sulla base di criteri di merito e della condizione economica. Sono sempre in funzione gli sportelli informativi dell E.R.S.U. di Urbino presso le sedi decentrate dell Università degli Studi di Pesaro e Fano, con lo scopo di fornire l assistenza agli studenti iscritti ai corsi di laurea dell Università degli Studi di Urbino e del Conservatorio Rossini, affinché usufruiscano degli stessi servizi e con le stesse modalità previste per gli iscritti ai corsi di laurea della sede centrale di Urbino, specialmente nei periodi di consegna delle domande benefici nonché per far fronte a tutte le necessità di front-office: informazioni, consegna tessere studenti, invio domande benefici, vendita di buoni pasto per usufruire del servizio mensa e controllo della gestione, affrontati e risolti tutta una serie di problemi in merito all assegnazione degli alloggi. L art. 14 del bando di concorso stabilisce che l Ente rimborsa la quota mensa a tutti gli studenti beneficiari di borsa di studio iscritti ai corsi delle sedi distaccate dell Università degli Studi di Pesaro e Fano e Conservatorio G.Rossini di Pesaro. L art. 14 del bando di concorso determina, inoltre, che gli studenti fuori sede beneficiari di borsa di studio, non alloggiati presso le strutture abitative dell Ente per mancanza di posti liberi, 10

11 situazione che si verifica presso la sede distaccata di Fano, dovranno presentare entro la data del 15 Ottobre 2014 copia del contratto di affitto stipulato con il locatore per il periodo non inferiore a 10 mesi al fine di ottenere la liquidazione della quota alloggio della borsa stessa. Gli studenti iscritti nella sede universitaria di Fano, dopo verifica della presentazione di un contratto a titolo oneroso per almeno 10 mesi, sono stati rimborsati della quota alloggio prevista dalla borsa di studio (Determina 215 del 09/12/2014). L attività svolta dall Ufficio di Pesaro, dimostra che il medesimo è un punto di riferimento importante per tutti gli studenti iscritti ai corsi di laurea delle sedi universitarie decentrate. L attività svolta presso le due sedi ha riscosso un giudizio positivo anche tra il corpo docente. E stato concesso un contributo denominato Fondo di Solidarietà agli studenti che si trovano in disagiate condizioni economiche. Per l anno accademico 2013/2014 con diversi atti (Delibere n. 40 del 28/04/14 -Determine n. 134 del 05/08/2014), sono stati concessi n. 46 contributi straordinari, a studenti vari, per una spesa complessiva di di ,50. Nella determina di concessione di contributi straordinari è previsto un contributo straordinario agli studenti diversamente abili che non hanno ottenuto la borsa di studio. La concessione in oggetto è vincolata al possesso dei requisiti di reddito e/o patrimonio richiesti per la borsa di studio e ad un requisito di merito minimo. Per l anno accademico 2013/2014 sono stati mantenuti, inoltre, n. 4 computer portatile e mantenuti attivi n. 9 collegamenti Internet nelle rispettive camere. Presso il Collegio La Vela sono gestite n. 9 camere, con relativi bagni, per studenti disabili in carrozzina e una saletta multimediale con quattro postazioni internet a fianco della portineria. Con la determina n. 32 del 13/02/2014 per l a.a. 2013/14 è stata integrata la borsa di studio a n. 6 studenti diversamente abili per l acquisto di protesi e supporti che agevolino l attività didattica per un importo complessivo di ,81. Con delibera n. 52, del 25/06/14, il Consiglio di Amministrazione dell E.R.S.U. di Urbino ha approvato, per l anno accademico 2014/15, il bando di concorso per la concessione degli alloggi agli studenti diversamente abili iscritti all Università degli Studi, dell Accademia di Belle Arti, dell ISIA di Urbino e del Conservatorio G. Rossini di Pesaro. Con determina n. 178 del 17/10/2014 è stato liquidato a n. 9 studenti partecipanti al programma ERASMUS/SOCRATES il saldo (30%) del contributo per l a.a. 2013/14. La spesa sostenuta è stata pari a ,00 Sempre per il programma ERASMUS/SOCRATES, in base alla normativa stabilita dal bando di concorso sono state valutate tutte le nuove richieste di contributo presentate dagli studenti beneficiari di borsa di studio. Per l anno accademico 2014/15 sono stati concessi n. 8 contributi Erasmus. Con determina n. 218 del 08/12/2014 è stato liquidato l anticipo (70%) del contributo 11

12 relativamente all anno accademico 2014/15. La spesa sostenuta relativa all anticipo 70% del contributo è stata pari a ,00. Con determina n. 219 del 10/12/2014 sono state quantificate le somme contanti spettanti a ciascuno studente per i servizi non goduti gratuitamente in conto borsa in quanto partecipanti al programma ERASMUS. Il rimborso dei servizi non goduti in conto borsa è stato pari a ,13. Il servizio per gli Accertamenti Fiscali consiste nel controllo delle autocertificazioni prodotte dagli studenti, in particolare per gli aspetti relativi alla condizione economica ed alla composizione del nucleo familiare, ricorrendo al metodo della verifica con controlli annuali a campione su almeno il 40% degli studenti beneficiari dei servizi e degli interventi non destinati alla generalità degli studenti. Nelle more della graduatoria definitiva sono stati svolti con la banca dati dell INPS gli accertamenti sui valori ISEE dichiarati dagli studenti idonei alla borsa di studio nelle graduatorie provvisorie. In relazione ad alcune note trasmesse alla regione Marche da altri Enti per il Diritto allo studio Universitario (ERSU), circa le modalità di applicazione della normativa vigente in materia di accertamenti sulla condizione economico patrimoniale degli studenti, beneficiari delle prestazioni sociali agevolate non dirette alla generalità degli studenti, L ERSU di Urbino ha trasmesso all Ufficio competente della regione Marche una relazione con la quale si evidenziava la necessità di un analisi dei testi normativi vigenti per decretare una corretta interpretazione dei testi stessi e stabilire, conseguentemente, una uniformità di comportamento su tutto il territorio regionale. La Regione in data 23 gennaio 2013 ha trasmesso a questo Ente il proprio parere in ordine agli accertamenti sulla condizione economico/patrimoniale dello studente e la conseguente applicazione delle sanzioni amministrative in caso di dichiarazioni mendaci. Nel corso dell anno 2014, inoltre, sono state revocate n. 4 borse di studio a seguiti di accertamenti fiscali, per un importo di ,88 e sono in corso i procedimenti per altri atti di revoca della borsa di studio. Anche nei confronti di tutti gli studenti iscritti al primo anno di corso, ai quali è stata concessa la borsa di studio, sono stati effettuati i controlli del numero degli esami richiesti per il mantenimento della stessa ed agli studenti che non hanno conseguito il merito richiesto è stato revocato il beneficio. Con tale provvedimento è stato quantificato il valore dei servizi effettivamente fruiti e le somme eventualmente percepite che ogni studente deve rimborsare. Per l anno accademico 2013/14 con determina n. 231 del 23/12/2014 sono state revocate per mancanza merito n. 71 borse di studio per una somma complessiva di ,82. Le revoche in oggetto si riferiscono appunto agli studenti iscritti al primo anno di corso nell anno accademico 2013/2014, che alla data del 30/11/2014 non hanno maturato i crediti necessari per il mantenimento del beneficio. Gli importi già usufruiti e da recuperare (contante e servizi) a seguito 12

13 del provvedimento di revoca sono stati quantificati in I nominativi degli studenti che non hanno provveduto al rimborso di quanto dovuto nei termini stabiliti dalla determina di revoca, sono stati inviati all Ufficio legale dell Ente al fine di adottare i relativi provvedimenti di recupero. Con la Procura della Repubblica di Urbino ci sono stati continui contatti per l invio di chiarimenti e documenti per il trattamento delle pratiche pendenti presso la Procura stessa. Servizio Ristorazione e Servizio Alloggi. Servizio Ristorazione. Nel corso dell anno 2014 l organizzazione del servizio ha mantenuto le caratteristiche già attivate da due anni a questa parte, gradite dagli studenti ed utili all ente per una razionalizzazione del personale e dei costi. Alla Ristorazione del Tridente sono rimaste attive una linea di distribuzione per il pasto tradizionale ed una per il Cibus (pasto veloce), aperte a pranzo e a cena dal lunedì al venerdì, mentre il sabato e la domenica è stata attiva la sola linea del tradizionale; alla Ristorazione Duca, per l ora del pranzo, sono state aperte due linee per il pasto tradizionale ed una per il Cibus, mentre per il turno serale è stato inserito un menù della linea tradizionale ridotto, comprendente due primi e due secondi ripresi dal menù del pranzo sia della linea tradizionale che della linea Cibus, consentendo così di mantenere aperta la mensa la sera con un numero minimale di personale. I sabati e le domeniche la mensa Duca è stata chiusa sempre dal momento che vengono richiesti meno pasti per il calo del flusso dei pendolari nel fine settimana quando le lezioni sono sospese e l utenza è stata dirottata alla mensa Tridente, consentendo così un maggiore utilizzo della stessa ed un maggior risparmio per l ente. Presso le ristorazioni di Urbino sono stati erogati complessivamente n pasti registrando un incremento rispetto all anno 2013 in cui sono stati erogati n pasti. Anche per l a.a 2013/2014 ai vincitori di borsa di studio sono stati attribuiti due pasti al giorno gratuiti. I pasti da asporto sono stati n registrando un incremento medio dell 2,28% circa rispetto all anno precedente (al Campus l incremento è stato del 23,5%, al Tridente del 4,00% mentre al Duca c è stata una flessione del 4%) e confermando una maggior incidenza nel turno serale e presso la Ristorazione Tridente. Le mense sono state aperte complessivamente per 344 giorni. Nel periodo estivo al fine di consentire in maniera ottimale l attività convegnistica concentrata prevalentemente nel mese di Luglio è stata attuata una programmazione delle ferie del personale articolata in tre turni di 21 giorni ciascuno a decorrere dal 4 Luglio e fino al 5 settembre 2014, garantendo in tal modo un congruo periodo di riposo al personale e al tempo stesso una dotazione organica sufficientemente adeguata alle necessità del servizio. 13

14 Il servizio ristorazione ed il servizio bar presso il Campus Scientifico, affidati dal mese di ottobre 2011 alla ditta che ha vinto l appalto ha confermato l elevato gradimento da parte dell utenza: sono stati erogati complessivamente n pasti di cui completi e ridotti per una spesa complessiva di ,56 + IVA. con determina n 100 del sono stati stabiliti i nuovi prezzi del pasto decurtandoli della spesa per l energia elettrica a partire dall inizio della convenzione. Nell anno 2014 le tariffe del pasto sono rimaste invariate rispetto all anno precedente:. 5,00 per il pasto completo ed. 2,60 per il Cibus per gli studenti,. 10,00 per il pasto completo ed. 6,00 per il Cibus per i docenti,. 11,00 per il pasto completo ed. 6,50 per il pasto Cibus per i convenzionati; è stata mantenuta la possibilità di abbonamento pasti prepagati per i docenti: 15 pasti Cibus ad. 50,00-10 pasti completi ad. 80,00 e 5 pasti ridotti ad. 35,00: complessivamente sono stati venduti n 84 abbonamenti Cibus per un ricavo di ,00 e n 58 abbonamenti per pasti completi con un ricavo di ,00. Al bar del Tridente è proseguita la gestione da parte della Ditta incaricata a seguito di gara; il gradimento da parte dell utenza è andato aumentando nel corso dell anno ed il servizio è stato modulato per quanto riguarda gli orari di apertura in base alle esigenze evidenziate. Il servizio di colazioni comprese nella tariffa del pernottamento, attivo presso il Collegio del Colle e presso il Collegio Internazionale è proseguito per tutto l anno registrando un notevole gradimento tra gli ospiti delle due strutture; la tariffa, compresa nel pernottamento. nel periodo estivo è stato attivato, come consuetudine negli ultimi anni, il servizio di colazioni all inglese in concomitanza dell attività convegnistica e della presenza di studenti stranieri. Nel 2014 sono state erogate n colazioni agli studenti e n colazioni ai docenti, n colazioni a utenti diversi in occasione di convegni, per complessive colazioni. L attività convegnistica e gli interventi correlati, di volta in volta richiesti nel corso dell anno, sono stati garantiti secondo il calendario e gli ordini di servizio e sono stati effettuati, come in passato, sia presso le strutture dell ente che all esterno: in questo caso gli interventi sono stati effettuati dalla Ditta vincitrice dell appalto al Campus, con il coordinamento del servizio ristorazione. Tenuto conto della maggior affluenza, in particolare al Duca, nel turno del mattino e della modifica apportata al menù serale della suddetta struttura, la distribuzione del personale è stata caratterizzata da un rafforzamento dell organico dei turni del mattino ed una costante verifica delle situazioni quotidiane per un ottimale utilizzo delle risorse umane, calibrato sulle esigenze di volta in volta rilevate. Allo scopo di uniformare i servizi delle due mense è stata messa in atto una rotazione del personale tra le due strutture a partire dai Capo cuoco compreso il personale di cassa e ciò ha permesso di mettere in evidenza differenze di metodologia ed organizzazione del lavoro che si è cercato di eliminare. 14

15 Come più sopra accennato per ovviare alla carenza di organico e soprattutto alle file che si creavano al self nelle giornate di sabato e domenica causando anche prolungamenti di orario, con delibera n 63 del è stato approvato il bando per la formazione di una graduatoria tra gli studenti iscritti per l a.a. 2013/2014 ai corsi universitari da utilizzare part-time per l attività di distribuzione pasti per massimo di 200 ore ciascuno ad. 7,50 l ora: complessivamente nell anno 2014 sono stati utilizzati n 10 studenti per una spesa complessiva di ,00: l esperienza si è rivelata certamente valida per gli studenti, piuttosto complicata nella organizzazione, tenendo conto dei limiti nelle mansioni e negli orari che la situazione imponeva, per il servizio. E continuato da parte del personale l impegno nell incentivare la raccolta differenziata da parte dell utenza, facilitata con l installazione nelle mense di compattatori per la raccolta del compostabile (organico, piatti posate, bicchieri e tovaglioli) e di altri contenitori per la raccolta delle altre tipologie di rifiuti (vetro, plastica, lattine). Sono state predisposte postazioni informatiche per i capo cuochi necessarie sia per l elaborazione della spesa settimanale, per il controllo delle giacenze e per le registrazioni previste dal manuale di corretta prassi igienica. Per quanto concerne i monetizzatori la ditta fornitrice ha provveduto ad aggiornarli a seguito della emissione delle nuove banconote da. 5,00; complessivamente tramite i monetizzatori situati presso le Ristorazioni Duca e Tridente sono stati incassati ,00 mentre l incasso complessivo effettuato direttamente dal personale di cassa (compreso il Campus Scientifico) ammonta ad ,90. Nell espletamento delle gare per l assegnazione delle forniture di materie prime alimentari per l anno 2015 sono stati elaborati capitolati tecnici, in collaborazione con il Servizio Acquisti e Gare, ponendo particolare attenzione ai prodotti locali, tipici e di produzione biologica con l intento di migliorare la qualità dei prodotti e contenere la spesa, in sintonia con gli obiettivi del Green Public Procurement. Come negli anni passati è stata garantita la massima collaborazione con il Servizio Magazzino per la verifica delle merci al momento della consegna da parte dei fornitori. E stata rinnovata la convenzione con l Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell Umbria e delle Marche per la consulenza per la corretta applicazione della prassi igienica; anche nel 2014 l attività ha compreso le verifiche periodiche con i relativi esami di laboratorio, l attività formativa, la revisione del manuale e analisi richieste su alcuni prodotti per accertarne la conformità. Con l Istituto è stato effettuato inoltre uno studio sulla shelf life dei cibi cotti con il metodo cook and chill secondo il metodo tradizionale e applicando la cottura sotto vuoto e/o a basse temperature, metodologie applicate nel sistema di cottura centralizzata. 15

16 Servizio alloggi. Nell anno 2014 i collegi universitari (esclusi collegio Colle foresteria e collegio Internazionale), hanno fornito pernotttamenti, con un incremento di (pari al %) rispetto ai i del 2013 : tale cifra comprende la normale attività didattica della Università degli studi di Urbino, i pernottamenti relativi ai Convegni (colle escluso), alle Partnership, nonché di quelli riferiti ai partecipanti al corso estivo per stranieri, organizzato dalla nostra Università. Il miglior andamento dei pernottamenti rispetto al 2013 trova conferma nella occupazione di oltre il 96% nel periodo ottobre/giugno con punte del 99% e 100% nei collegi Serpentine e Casa della Studentessa; lo stesso collegio del Campus, pur dislocato fuori città, da qualche anno conferma una buona occupazione di posti letto, mai al di sotto dell 85% sempre nel periodo ottobre/giugno. Larga parte delle presenze sono dovute agli studenti beneficiari di borsa di studio, in numero superiore rispetto all anno precedente in quanto tutti coloro che ne avevano i requisiti di merito e di reddito, sono stati soddisfatti; tutto ciò non ha impedito comunque di assegnare anche molti posti letto a pagamento. La segreteria studenti è stata molto impegnata per soddisfare le varie assegnazioni dei posti letto, rispondendo sempre con prontezza e positivamente a tutte le richieste pervenute. Da sottolineare che il giorno di ingresso in collegio per i nuovi beneficiari del nuovo anno accademico è stato fissato nella giornata di domenica 5 ottobre 2014 con orario no-stop fino alle ore al fine di permettere ai famigliari di accompagnare i propri figli a Urbino in una giornata festiva. Istituzione Servizio TUTOR. Per migliorare ed agevolare l accoglienza, la conoscenza del Regolamento, l accompagnamento e l integrazione degli studenti, a cominciare dalle matricole, è stata mantenuta la figura dello studente Tutor. Il Tutor rappresenta un punto di riferimento a cui lo studente può rivolgersi in qualsiasi momento, all interno della sua residenza universitaria. Dal momento che gli studenti alloggiano in varie strutture residenziali, sono stati istituiti cinque Tutor all interno dei collegi situati al colle dei Cappuccini di Urbino. Gli studenti Tutor hanno mantenuto un costante collegamento con il responsabile degli alloggi e stabilito anche una stretta collaborazione con il docente Tutor che risiedeva al collegio del Colle. Nell arco dell anno sono state svolte 15 manifestazioni (alcune delle quali a scansione periodica con tematiche diverse) che si sono svolte alternativamente nelle aule esterne del collegio del Tridente e nel teatro del collegio della Vela. Da ricordare la proiezione di film e relativo dibattito in occasione della Giornata della Memoria, della Festa della Donna, rassegne cinematografiche a tema, presentazioni di libri e infine la proiezione di incontri di calcio come la finale di Champion League e i Mondiali di Calcio. In particolare va sottolineato come le manifestazioni svolte alla Vela hanno trovato un unanime consenso da parte degli studenti disabili, tutti alloggiati in questo collegio. 16

17 Nel 2014, le strutture ricettive, hanno ospitato n. 26 disabili ai quali è stata garantito, per particolari esigenze e necessità degli stessi, un più frequente intervento anche del personale amministrativo del settore Segreteria studenti, oltre che di quello di portineria e di pulizie. Al fine di migliorare il soggiorno a tali studenti, alloggiati all ottavo livello del collegio della Vela, si è provveduto all allargamento delle porte di alcune stanze (comprese quelle dei servizi igienici) affinché all interno delle stesse fosse più agevole muoversi con la sedia a rotelle; inoltre, per permettere loro di avere un proprio spazio per lo studio privo di barriere architettoniche è stata appositamente risistemata una parte della superficie del soggiorno sempre dell ottavo livello. Per una migliore ed effettiva applicazione del Regolamento interno delle Strutture abitative, da parte degli ospiti alloggiati nonché per un adeguata tenuta dell arredo ed una reale conoscenza delle norme della vita comunitaria, specialmente da parte di ospiti stranieri (Erasmus e convegnisti), è stato istituito un controllo periodico e/o quotidiano delle camere e degli spazi comuni. Attraverso il personale amministrativo dei collegi sono stati effettuati controlli finalizzati soprattutto a un corretto smaltimento dei rifiuti attraverso la raccolta differenziata e al controllo del divieto di fumo. In particolare dai questionari distribuiti agli studenti è emerso come il 90% di loro sia uso a fare la raccolta differenziata e in effetti tale dato è stato poi confermato dall assenza di sanzioni amministrative nel 2014 nei confronti degli studenti che non provvedevano al regolare smaltimento dei rifiuti, a differenza del 2013 dove le sanzioni non erano certamente mancate. Tenuto conto dell esperienza degli anni passati che aveva confermato la tendenza di alcuni studenti stranieri partecipanti al progetto Erasmus ad essere particolarmente esuberanti nelle ore notturne e poco puntuali nei pagamenti, dal nuovo anno accademico, ottemperando ad una delibera consigliare è stato imposto, per l assegnazione delle stanze, un intransigente divisione per blocco al fine di evitare che si formassero intere aree di studenti stranieri; anche per il problema dei pagamenti è stato imposto loro un versamento anticipato pari a tre mensilità di alloggio. Al momento queste decisioni si dimostrano estremamente efficaci. Nel corso del 2014 è stata effettuata una costante e continua opera di controllo e vigilanza affinché gli ospiti alloggiati rispettassero il regolamento dei collegi universitari, in particolare per la corretta tenuta dei beni e attrezzature in loro dotazione, il rispetto delle normali norme di vita comunitaria ed il corretto smaltimento dei rifiuti: anche in questa direzione sono andati i controlli effettuati tramite il personale dell Ente ed il Servizio di Vigilanza notturna. Alla data del 31 dicembre 2013 restavano da riscuotere ,31 relativi a rette alloggio arretrate. Attraverso un intervento capillare, tramite comunicazioni orali e scritte, è stata recuperata parte dei crediti vantati e alla data del 31 dicembre 2014 i crediti da riscuotere ammontavano a ,06: il recupero è stato per ora pari ad 8.500,00 circa ( - 13%). Allo scopo di contenere dove possibile le spese di gestione è continuata, al pari del 2013, la mancata consegna della nostra biancheria agli studenti, informandoli ovviamente preventivamente 17

18 che l Ente non avrebbe fornito la biancheria da camera. Le portinerie sono state comunque dotate di nuovi cuscini che potevano essere acquistati da chi ne faceva richiesta al costo di 5 euro cadauno e a tale proposito nel corso del 2014 sono stati incassati circa 300,00. Sempre nell ottica del contenimento dei costi, nel periodo estivo, tenuto conto degli ospiti alloggiati, sono stati chiusi la Casa della Studentessa, il collegio della Vela e il Campus Scientifico per essere riaperti nella seconda metà di settembre 2014, in concomitanza del ritorno dei nostri studenti e dei nuovi arrivi degli studenti Erasmus. Inoltre, sempre nell ottica del contenimento dei costi, è stato abolito nel 2014 il servizio di vigilanza della sala studio del Collegio Internazionale che nell anno 2013 aveva impegnato 8 studenti part- time con un costo complessivo di ; la sorveglianza è stata comunque garantita grazie alla disponibilità del personale di portineria di tale collegio permettendo cosi il citato risparmio. Nel corso del 2014 le richieste di spazi provenienti dagli studenti sono state ben 175, contro le 162 del 2013 e tra queste, alcune anche per più periodi. Le istanze sono state per attività teatrali, per assemblee studentesche, per conferenze, per incontri sindacali, per spettacoli, per buffet di compleanno e di laurea, per attività associative, ricreative e cineforum, manifestazioni degli studenti tutor, lezioni universitarie. I suddetti spazi, grazie alla preziosa collaborazione del personale delle pulizie, sono poi sempre stati puliti e resi disponibili per gli impegni successivi. Il personale amministrativo e talvolta anche quello di portineria hanno accompagnato anche vari gruppi, organizzatori di convegni e scolaresche nell ambito della attività di Orientamento che erano in visita ai collegi. Con lo scopo di migliorare la viabilità del traffico automobilistico (soprattutto nelle ore notturne) nelle strade interne dei collegi, si è provveduto al controllo degli accessi di tutti i mezzi, attraverso la messa la messa in opera di barre di chiusura e cancelli; in particolare in determinati punti è stato consentito l accesso ai soli mezzi di servizio evitando il congestionamento del traffico che in alcuni casi aveva impedito un regolare e pronto accesso ai mezzi di soccorso, ma soprattutto si è andati incontro ad alcuni suggerimenti che erano venuti dalle forze dell ordine che avevano segnalato che nel corso della notte in certe zone sarebbe stato opportuno impedire la sosta e l accesso al traffico automobilistico. Da osservare che tutti gli ingressi autorizzati sono comunque registrati da un server. Unitamente allo sportello sicurezza dell Ente, sono state effettuate 4 prove di evacuazione generale all interno dei collegi, in cui hanno preso parte gli studenti, il personale di pulizia, di portinera e amministrativo. Al fine di garantire le dovute condizioni igienico/sanitarie dei collegi universitari, oltre all opera del nostro personale per quanto riguarda camere, servizi igienici e spazi comuni, sono state effettuate principalmente nel periodo estivo, tagli di erba, pulizia dei canali di scarico, delle pilette nei terrazzi e nei camminamenti, pulizia a fondo di tutte le scale e spazi comuni; al collegio della Vela è stato effettuato il taglio di tutte le piante infestanti, procedendo anche ad un capillare intervento di 18

19 pulitura del sottobosco: va ricordato che il proliferare di queste piante aveva di fatto coperto intere zone dell area alloggi impedendo un corretto soleggiamento della struttura nelle ore diurne, che favoriva per contro il generarsi di umidità all interno delle camere. Sempre nel periodo estivo, considerato che le strutture collegiali sono in aperta campagna, vi è il rischio che animali (piccoli rettili, topi, insetti vari ecc..) possano nidificare e per tale motivo sono state effettuate le dovute derattizzazioni e disinfestazioni: tutto questo ovviamente a tutela degli ospiti alloggiati. Prosecuzione dei servizi Diritto allo Studio alle sedi distaccate di Pesaro e Fano. A Pesaro sono stati occupati sempre i posti letto in Via Petrucci, nella struttura abitativa che l Ente mette a disposizione degli studenti e che consiste in alcuni appartamenti, in parte acquistati dall Ente (n.37) e in parte presi in locazione (n.16), per un totale di 53 posti. I posti letto sono sempre stati occupati per l intero anno accademico da studenti frequentanti i corsi universitari presso quella città ma anche da ospiti occasionali durante il periodo estivo del In particolare nel periodo estivo, gli alloggi sono stati interamente occupati in parte da studenti italiani e stranieri già ospiti dei Collegi nel corso dell anno accademico; alcuni di questi erano paganti, in maggior parte studenti in foresteria e, in base ad una Convenzione sottoscritta con il Comune di Pesaro, dai partecipanti al Rossini Opera Festival (attori e figuranti), anche essi paganti, procurando all ente un beneficio economico che ha contribuito a migliorare lo standard qualitativo delle strutture. E attivo il sistema di video sorveglianza all interno delle strutture abitative, oltre a quattro telecamere negli spazi comuni. Ciò garantisce una maggior sicurezza agli studenti e permette al personale preposto di vigilare l accesso alla struttura. Presso la sede di Pesaro Studi a Pesaro, L E.R.S.U. di Urbino ha un ufficio identificato in Pesaro Studi Fano Ateneo, con lo scopo di fornire l assistenza agli studenti iscritti ai corsi di laurea dell Università degli Studi di Urbino, che lo stesso Ateneo ha attivato a Pesaro e a Fano, e del Conservatorio Rossini, con sede a Pesaro. Dall anno 2014, per motivi di razionalizzazione e contenimento costi, l ERSU ha attivo solo l ufficio di Pesaro e non più anche presso la sede universitaria di Fano. La dotazione organica dell ufficio è sempre di due unità lavorative, la cui presenza ha dato la possibilità di ampliare l orario di apertura al pubblico dell ufficio e di migliorare la gestione degli alloggi e quella del Servizio Ristorazione, rispettivamente, aumentando i controlli sia nei confronti degli ospiti sia per quanto concerne la manutenzione delle strutture e degli impianti tecnici, monitorando l attività svolta dai gestori dei ristoranti convenzionati. 19

20 In merito al Servizio Ristorazione, l Ente, nell anno 2014, ha attivato due Convenzioni con due esercizi commerciali, rispettivamente, uno a Pesaro e uno a Fano, in base alle quali gli stessi esercizi commerciali erogano pasti agli studenti iscritti all Università degli Studi di Urbino iscritti ai corsi di Pesaro e Fano e al Conservatorio Rossini di Pesaro. Per quanto concerne gli alloggi, è stata potenziata la rete wireless all interno delle strutture abitative al fine di fornire agli ospiti una migliore connessione Internet per scopi accademici e/o lavorativi. Su richiesta dell Ente sono stati eseguiti, a carico della proprietà degli immobili, alcuni lavori di sanificazione e ristrutturazione che hanno interessato gli immobili presi in locazione, con lo scopo di garantire un ambiente igienicamente sano e mantenere uno standard qualitativo costante. Sono state svolte tutte le necessarie attività finalizzate alla costante occupazione delle strutture abitative anche nel periodo extra attività accademica, nella fattispecie nei mesi di Luglio e Agosto (partecipanti al R.O.F. e foresteria ). All ufficio sono stati affidati i seguenti incarichi: 1) Sportello front-office in merito ai servizi che l Ente mette a disposizione degli studenti, nella fattispecie le provvidenze, in denaro e in servizi, gli alloggi e il servizio ristorazione; 2) Gestione dei cinquantatre (n.53) posti letto in appartamenti siti a Pesaro, di cui ventotto (n.37) nell immobile di proprietà dell Ente, Via Petrucci 39, e venticinque (n.16) negli immobili presi in locazione, Via Petrucci nn.43, 45, 49 e 51: 3) Gestione Servizio Ristorazione, che consiste nella distribuzione di pasti (pranzo e cena) agli studenti e agli ospiti convenzionati presso i due ristoranti convenzionati, rispettivamente uno a Pesaro e uno a Fano. Anche a Pesaro, per quanto riguarda lo sportello front office, gli addetti sono attrezzati per fornire tutte le indicazioni relative alle provvidenze: circa le forme di assistenza che l Ente mette a disposizione degli studenti (Borse di Studio, Contributi Straordinari ecc.); circa le condizioni di reddito e di merito richieste per poterne usufruire; consulenza e supporto circa la corretta compilazione delle domande on line ; contatti con le competenti Segreterie dell Università degli Studi di Urbino; collaborazione con i colleghi del Servizio Gestione Provvidenze per Studenti; Sugli Alloggi: informazioni circa le modalità (condizioni di reddito e di merito) richieste per poter usufruire del posto alloggio; consulenza e supporto circa la corretta compilazione delle domande on line ; Sul Servizio Ristorazione: informazioni circa le modalità richieste per poterne usufruire; nsulenza e supporto circa la corretta compilazione delle domande on line ; preparazione e distribuzione delle tessere servizi; collaborazione con i colleghi del Servizio Ristorazione. 20

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio Regione Toscana Bando di concorso a.a. 2014/2015 Borse di studio Posti alloggio Luglio 2014 Pubblicazione a cura del Servizio Comunicazione Impaginazione a cura di: Leda Lazzerini Redazione testo: Servizi

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 Prot. N 41920 N. Repertorio 3115/2015 Titolo V Classe 5 Fascicolo Milano, 30 giugno 2015 VISTI gli

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI..

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI.. Corso di laurea.... C.L. specialistica/magistrale... Curriculum/Indirizzo... Matricola.. Marca da bollo da 16,00 se non assolta in modo virtuale AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO, SERVIZIO ABITATIVO E PREMIO DI LAUREA. ANNO ACCADEMICO 2014/15

BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO, SERVIZIO ABITATIVO E PREMIO DI LAUREA. ANNO ACCADEMICO 2014/15 BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO, SERVIZIO ABITATIVO E PREMIO DI LAUREA. ANNO ACCADEMICO 2014/15 2 BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO, SERVIZIO ABITATIVO E PREMIO DI LAUREA A.A. 2014/15

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

Guida ai Bandi a.a. 2014/2015

Guida ai Bandi a.a. 2014/2015 DIPARTIMENTO DI ITALIANISTICA Guida ai Bandi a.a. 2014/2015 Disegni di Oretta Giorgi Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori dell Emilia Romagna Comunicare con l Azienda I bandi di concorso

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

IL RETTORE. il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; VISTO

IL RETTORE. il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; VISTO Università della Calabria - Amministrazione Centrale D.R. n.1072 del 10/07/2015 IL RETTORE il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; il decreto del 6 febbraio

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

2 - ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO

2 - ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO 2 - ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO 1. Devo iscrivermi al secondo anno (anni successivi, anni fuori corso) del Corso di Laurea in Giurisprudenza, come devo fare? Nei termini stabiliti dall Ateneo

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

800723999 Area riservata per gli studenti urp@laziodisu.i www.laziodisu.it www.tornosubito.laziodisu.it www.regione.lazio.it

800723999 Area riservata per gli studenti urp@laziodisu.i www.laziodisu.it www.tornosubito.laziodisu.it www.regione.lazio.it Bando unico dei concorsi a.a. 2014/2015 1 Gentile studente, il Bando unico che segue registra significative modifiche e novità rispetto agli anni precedenti. Frutto di un percorso di ascolto promosso da

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

DELLA REGIONE DELL UMBRIA

DELLA REGIONE DELL UMBRIA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 59 del 27 dicembre 2006 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013.

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013. REGIONE AUTONOMA DELLA LA SARDEGNA L Assessore Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività di informazione e promozione del PSR 2007/2013. Dotazione finanziaria Il fabbisogno

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Pagina1 Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Per i figli e gli orfani dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione utenti

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL.

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL. VERBALE DI RIUNIONE II giorno 18 febbraio 2005 la Banca di Roma S.p.A. e la Rappresentanza Sindacale Aziendale UGL Credito dell'unità Produttiva Riscossione Tributi della Provincia di Frosinone si sono

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO E CORSI SINGOLI INDICE TITOLO I - IMMATRICOLAZIONI,

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLEGATO A PARTE RISERVATA ALL UFFICIO AL DIRIGENTE DATA Direzione Risorse Umane e Organizzazione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRENTO PROT. N Via Verdi, 6-38100 TRENTO SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E PROVE

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

FAQs pubblicate sul portale OAM il 20 maggio 2013

FAQs pubblicate sul portale OAM il 20 maggio 2013 FAQs pubblicate sul portale OAM il 20 maggio 2013 RECUPERO CREDITI L agente in attività finanziaria può svolgere l attività di ristrutturazione e recupero dei crediti? Si. L art. 128-quaterdecies del TUB

Dettagli