Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27 CO.GE.PA.PI Matera, 3 giugno 2011 Sala della Mediateca 2 Perito Agrario 3/2011 Si è svolto, in una sala, colma di professionisti, l incontro dibattito la cui organizzazione è stata affidata al nascente coordinamento CO.GE.PA.Pl. di Matera ed ha investito l intera Area Sud d Italia. I Presidenti Provinciali Dino Urgo, Emanuele Genchi e Giovanni Cotrufo hanno profuso ogni energia nella organizzazione cui hanno prontamente risposto i rispettivi Presidenti Nazionali, Jogna, Bottaro e Savoldi che, puntualmente, hanno aderito all incontro e fornito le forbite argomentazioni sulla improcrastinabile necessità di normare il futuro delle Professioni Tecniche alla luce della nuova organizzazione scolastica ed universitaria. I Presidenti Provinciali, convinti assertori della bontà delle argomentazioni le hanno fatte proprie, ed hanno invitato la platea a meditare sulla riforma e ad operare con ogni elemento utile perché la stessa, stante la necessità di, continuare a dare un futuro alle professioni che rischiano di scomparire dal pianeta professionistico, veda la concretizzazione nella corrente legislatura. A conclusione del vivace dibattito, e sentite le relazioni dei responsabili esponenziali delle Categorie è stato approvato, all unanimità, Documento Comune con il quale impegnano i rispettivi Consigli Nazionali ad operare congiuntamente ed incisivamente sulla indifferibile riforma delle professioni attraverso la nascita di un Albo unico valido ad accogliere i nuovi professionisti e quelli provenienti dagli attuali Albi dei Geometri, Periti Agrari e Periti Industriali.

28 CO.GE.PA.PI Il giorno 3 giugno dell anno 2011 nella città di Matera, si sono riuniti gli esponenti dei Consigli Nazionali dei Geometri, Periti Agrari e Periti Industriali, per illustrare lo stato dell arte, della riforma delle professioni. Si tratta di un percorso definito congiuntamente che trova concreta attuazione nei testi delle proposte di legge di iniziativa parlamentare. Questa ampia condivisione è stata confermata nel serrato confronto dibattito con i Presidenti dei Collegi Provinciali dell Area Sud delle tre Categorie che hanno partecipato numerosi all incontro. Al termine, condividendo la necessità di rappresentare in maniera netta l indifferibilità della riforma delle professioni, specie in considerazione dell evoluzione dei percorsi formativi già attuata Ascoltate le relazioni, esaminati gli interventi, i Presidenti dei Collegi presenti ritengono di accogliere pienamente le tesi dei Consigli Nazionali ed invitano gli stessi a perseverare nell azione fin qui intrapresa sostenendo la riforma delle professione nei contenuti e nell impostazione illustrata e approvata con le rappresentanze territoriali Ordine del giorno della riunione Proposta di documento comune dalle riforme dell istruzione tecnica, i convenuti hanno ritenuto di sottoscrivere un documento comune sui risultati dei dibattito. dell Area Sud del Co.Ge.Pa.Pi. I Presidenti dei Collegi fanno voti affinché i rispettivi Consigli Nazionali operino congiuntamente per giungere all ormai indifferibile riforma delle professioni, creando le condizioni per la nascita di un Albo unico che accolga sia i nuovi professionisti dell area tecnica formati in coerenza con la normativa europea sulle professioni intellettuali sia i professionisti provenienti dai tre esistenti Albi dei Geometri, dei Periti Agrari e dei Periti Industriali. Auspicano che il Parlamento, sollecitato dai Consigli Nazionali, possa approvare nell arco dell attuale legislatura il disegno di legge attualmente all esame della Commissione Giustizia. Perito Agrario 3/2011 3

RINNOVO DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

RINNOVO DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI RINNOVO DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI OBIETTIVI E PROPOSTE dell Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bergamo Nello svolgimento dei compiti istituzionali di garanzia pubblica e di rappresentanza

Dettagli

Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati presso il Ministero della Giustizia

Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati presso il Ministero della Giustizia Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati presso il Ministero della Giustizia Prot.n. 4823/09 Roma, 29 luglio 2009 Ai Collegi Provinciali dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati.

Dettagli

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI REGOLAMENTO Regolamento Forum dei Giovani Pag. 1 di 8 ART.1 Istituzione Il Consiglio Comunale della Città di Pollena Trocchia riconosciuto: l importanza

Dettagli

n.3 il perito agrario Paesaggio ed ambiente Fabbricati nascosti Cogepapi a Matera ITS Vigneti e Vini Conciliazione

n.3 il perito agrario Paesaggio ed ambiente Fabbricati nascosti Cogepapi a Matera ITS Vigneti e Vini Conciliazione il perito agrario n.3 Paesaggio ed ambiente Cogepapi a Matera Vigneti e Vini Fabbricati nascosti ITS Conciliazione il perito agrario 3 4 6 8 13 14 17 18 EDITORIALE Cui prodest? di Andrea Bottaro TERRITORIO

Dettagli

ATTUAZIONE DEGLI INDIRIZZI EMERSI DAL CONGRESSO STRAORDINARIO ANDARE OLTRE PROGETTO CNPI-UNIVERSITA

ATTUAZIONE DEGLI INDIRIZZI EMERSI DAL CONGRESSO STRAORDINARIO ANDARE OLTRE PROGETTO CNPI-UNIVERSITA CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI P R E S S O I L M I N I S T E R O D E L L A G I U S T I Z I A ATTUAZIONE DEGLI INDIRIZZI EMERSI DAL CONGRESSO STRAORDINARIO

Dettagli

Le proposte del CINI per la Riforma della cooperazione allo sviluppo italiana.

Le proposte del CINI per la Riforma della cooperazione allo sviluppo italiana. Le proposte del CINI per la Riforma della cooperazione allo sviluppo italiana. Premessa Con il presente documento, le Organizzazioni aderenti al CINI Coordinamento Italiano Network Internazionali - desiderano

Dettagli

Le Istituzioni firmatarie del presente accordo:

Le Istituzioni firmatarie del presente accordo: ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ANDREA GRITTI Via L.A. Muratori n.7-30173 Venezia Mestre Tel. 041.5350505 Fax 041.5350557 Cod. Mecc. VEIS018005 Cod.Fisc. 94016590278 e-mail: segreteria@istitutogritti.it

Dettagli

ACCORDO DI RETE TRA ISTITUZIONI SCOLASTICHE PER LA SICUREZZA

ACCORDO DI RETE TRA ISTITUZIONI SCOLASTICHE PER LA SICUREZZA I.P.I.A. Andrea BRUSTOLON ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO Via San Lorenzo, 19-32100 BELLUNO Scuola Capofila ACCORDO DI RETE TRA ISTITUZIONI SCOLASTICHE PER LA SICUREZZA PREMESSO

Dettagli

DOCUMENTO INGEGNERI DIPENDENTI

DOCUMENTO INGEGNERI DIPENDENTI DOCUMENTO INGEGNERI DIPENDENTI ASSEMBLEA PRESIDENTI DEL 7 SETTEMBRE 2010 CONGRESSO NAZIONALE DEGLI ORDINI PROVINCIALI A TORINO GLI INGEGNERI IN ITALIA L evoluzione dell ingegneria negli ultimi decenni,

Dettagli

Considerato che gli studenti stranieri con difficoltà di integrazione sono da ritenersi a tutti gli effetti in situazione di svantaggio;

Considerato che gli studenti stranieri con difficoltà di integrazione sono da ritenersi a tutti gli effetti in situazione di svantaggio; DELIBERAZIONE GIUNTA PROVINCIALE Prot. 0088129/2004 DEL 27/7/2004 Oggetto: Adesione al Protocollo d'intesa "Scuole e nuove culture" avente fine di promuovere un piano interistituzionale di interventi per

Dettagli

A.N.F. ASSOCIAZIONE NAZIONALE FORENSE SEDE DI ROMA. Statuto della Sede Romana dell Associazione Nazionale Forense

A.N.F. ASSOCIAZIONE NAZIONALE FORENSE SEDE DI ROMA. Statuto della Sede Romana dell Associazione Nazionale Forense A.N.F. ASSOCIAZIONE NAZIONALE FORENSE SEDE DI ROMA Statuto della Sede Romana dell Associazione Nazionale Forense Art. 1 Disposizioni generali E costituita in Roma, con sede legale presso il Tribunale Civile,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA ANZIANI

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA ANZIANI COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d Oro al Merito Civile REGOLAMENTO DELLA CONSULTA ANZIANI Approvato in data con deliberazione consiliare n. 1. E istituita la Consulta Anziani. Art. 1 ISTITUZIONE

Dettagli

Le novità normative in tema di rapporto di lavoro pubblico: il D.Lgs. 150/2009

Le novità normative in tema di rapporto di lavoro pubblico: il D.Lgs. 150/2009 Le novità normative in tema di rapporto di lavoro pubblico: il D.Lgs. 150/2009 Parma, Sala aurea C.C.I.A.A., Via Verdi 2 Gaetano Palombelli La riforma del lavoro pubblico nel contesto della riforma istituzionale

Dettagli

STATUTO. TITOLO I Denominazione Sede Durata

STATUTO. TITOLO I Denominazione Sede Durata STATUTO TITOLO I Denominazione Sede Durata Articolo 1- Denominazione È costituita un associazione avente le caratteristiche di organizzazione non lucrativa di unità sociale (ONLUS) ai sensi e per gli effetti

Dettagli

L anno duemiladodici, il giorno 22 del mese di Ottobre, alle ore 17.15, presso la sede dell Ordine, su convocazione del Presidente, si è riunito il

L anno duemiladodici, il giorno 22 del mese di Ottobre, alle ore 17.15, presso la sede dell Ordine, su convocazione del Presidente, si è riunito il L anno duemiladodici, il giorno 22 del mese di Ottobre, alle ore 17.15, presso la sede dell Ordine, su convocazione del Presidente, si è riunito il Consiglio per discutere e/o deliberare il seguente O.d.g.:

Dettagli

Progetto Venezia per l altraeconomia

Progetto Venezia per l altraeconomia Progetto Venezia per l altraeconomia Obiettivo del progetto è la costruzione e promozione di una Rete di Economia Solidale (RES) veneziana, che raduni intorno ad un Tavolo permanente per l altraeconomia,

Dettagli

STATUTO. Allegato B. Forum del Terzo Settore della provincia di Piacenza. Art. 3)

STATUTO. Allegato B. Forum del Terzo Settore della provincia di Piacenza. Art. 3) Allegato B Forum del Terzo Settore della provincia di Piacenza STATUTO Art. 1) Il Forum del Terzo Settore della Provincia di Piacenza è un associazione, con durata illimitata e senza fini di lucro, fra

Dettagli

Associazione Italiana Medici per l Ambiente (AIMPA) ISDE Italia REGOLAMENTO INTERNO Approvato (Campobasso, 4/06/2011)

Associazione Italiana Medici per l Ambiente (AIMPA) ISDE Italia REGOLAMENTO INTERNO Approvato (Campobasso, 4/06/2011) Associazione Italiana Medici per l Ambiente (AIMPA) ISDE Italia REGOLAMENTO INTERNO Approvato (Campobasso, 4/06/2011) SEZIONI PROVINCIALI e SUBPROVINCIALI Aspetti costitutivi, funzioni e responsabilità

Dettagli

Istituto Paritario Minerva. Progetto Educativo di Istituto (P.E.I)

Istituto Paritario Minerva. Progetto Educativo di Istituto (P.E.I) Istituto Paritario Minerva Progetto Educativo di Istituto (P.E.I) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PREMESSA La legge 62 del 10 Marzo 2000, recante Norme sulla parità scolastica e disposizioni sul diritto allo

Dettagli

Prot. 9540/6.11 Firenze, 2 Novembre 2015

Prot. 9540/6.11 Firenze, 2 Novembre 2015 Prot. 90/6.11 Firenze, 2 Novembre 201 Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti di Istruzione Secondaria di II grado della Regione Toscana LORO SEDI Oggetto: Elezioni di secondo livello dei rappresentanti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI. Parte I

REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI. Parte I 1 REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DEL SEGRETARIO E ASSEMBLEA DELLA FEDERAZIONE, E DEI SEGRETARI E DEI COMITATI DIRETTIVI DEI CIRCOLI DELLA CITTA DI ROMA E DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI Parte

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Regolamento della Commissione Contratti della Camera di Commercio di Ancona

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Regolamento della Commissione Contratti della Camera di Commercio di Ancona CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA Regolamento della Commissione Contratti della Camera di Commercio di Ancona Approvato con Deliberazione del Consiglio camerale n. 17 del 30 giugno 2014 Sezione I Principi

Dettagli

PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 310 OGGETTO

PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 310 OGGETTO Proposta di deliberazione prot. N 102792 del 09/11/2010 IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 310 OGGETTO NUOVA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA

Dettagli

1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori

1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori 1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori La Mission e la Vision dell Istituto sono state definite chiaramente all interno dello staff di presidenza, condivise

Dettagli

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA Art. 1 ( Scuola Civica di Musica ) E costituita nel Comune di Villacidro la Scuola Civica di Musica nella forma di cui all art. 114 del D. Lgs.vo n. 267 del 18 Agosto

Dettagli

ACCORDO DI RETE SICURSCUOLAVERONA

ACCORDO DI RETE SICURSCUOLAVERONA ACCORDO DI RETE SICURSCUOLAVERONA PREMESSO CHE l art. 7 del D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275 prevede la facoltà per le istituzioni scolastiche di promuovere accordi di rete per il raggiungimento delle proprie

Dettagli

********************** VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

********************** VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE COMUNE DI PARELLA Provincia di Torino ********************** VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 35 Del 15/10/2014 Oggetto: APPROVAZIONE PROTOCOLLO D'INTESA PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

REGIONE PIEMONTE CONSORZIO INTERCOMUNALE SOCIO ASSISTENZIALE VALLE DI SUSA

REGIONE PIEMONTE CONSORZIO INTERCOMUNALE SOCIO ASSISTENZIALE VALLE DI SUSA REGIONE PIEMONTE CONSORZIO INTERCOMUNALE SOCIO ASSISTENZIALE VALLE DI SUSA ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL CON.I.S.A. VALLE DI SUSA N. 9/2010 OGGETTO: SERVIZIO

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO L'ANFITEATRO MORENICO DI IVREA. PAESAGGIO E CULTURA" VERSO EXPO 2015

OGGETTO: APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO L'ANFITEATRO MORENICO DI IVREA. PAESAGGIO E CULTURA VERSO EXPO 2015 OGGETTO: APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO L'ANFITEATRO MORENICO DI IVREA. PAESAGGIO E CULTURA" VERSO EXPO 2015 LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO che: la Regione Piemonte ha

Dettagli

REGOLAMENTO CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA

REGOLAMENTO CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d Oro al Merito Civile REGOLAMENTO CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA Approvato in data con deliberazione consiliare n. Premesso che la Legge 5 Febbraio 1992 n.

Dettagli

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI PREMESSA La presente premessa costituisce parte integrante del regolamento. Alcuni anni fa, in un momento in cui la realtà giovanile ha cominciato a prendere maggiormente

Dettagli

Con grande tempestività il

Con grande tempestività il GEOMETRI: IL FUTURO IN GIOCO Vittorio Meddi Il parere dei geometri del Lazio sui punti focali per il futuro della professione: iscrizione all Albo dei pubblici dipendenti e nuove strategie per la definizione

Dettagli

COMUNE DI CONSELICE Provincia di Ravenna REGOLAMENTO DELLE CONSULTE COMUNALI E DEI FORUM TEMATICI

COMUNE DI CONSELICE Provincia di Ravenna REGOLAMENTO DELLE CONSULTE COMUNALI E DEI FORUM TEMATICI COMUNE DI CONSELICE Provincia di Ravenna REGOLAMENTO DELLE CONSULTE COMUNALI E DEI FORUM TEMATICI Approvato con delibera di C.C. n. 30 del 27/4/2010 Modificato con delibera di C.C. n. 42 del 27/9/2011

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

COMUNE DI CAMPEGINE PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

COMUNE DI CAMPEGINE PROVINCIA DI REGGIO EMILIA COMUNE DI CAMPEGINE PROVINCIA DI REGGIO EMILIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ******************************************************* ORIGINALE N. 36 DEL 30/07/2013 OGGETTO: ESAME ED APPROVAZIONE

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA. PER ALUNNI DISABILI e REGOLAMENTO GLH. dell'i.c.di Belgioioso

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA. PER ALUNNI DISABILI e REGOLAMENTO GLH. dell'i.c.di Belgioioso 11/11/12 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILI e REGOLAMENTO GLH dell'i.c.di Belgioioso 1 FINALITA Il presente documento contiene criteri, principi e indicazioni riguardanti le procedure e le pratiche

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA PROVINCIA DI CREMONA, IAL LOMBARDIA, FONDAZIONE ENAIP LOMBARDIA, CENTRI DI

PROTOCOLLO D INTESA TRA PROVINCIA DI CREMONA, IAL LOMBARDIA, FONDAZIONE ENAIP LOMBARDIA, CENTRI DI Prot. n. 43367 PROTOCOLLO D INTESA TRA PROVINCIA DI CREMONA, IAL LOMBARDIA, FONDAZIONE ENAIP LOMBARDIA, CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PROVINCIALI DI CREMONA E CREMA, SCUOLA EDILE CREMONESE, CONSORZIO

Dettagli

TESTO ESAMINATO ED APPROVATO, ALL UNANIMITA, DALLA I COMMISSIONE NELLA SEDUTA DEL 22 FEBBRAIO 2012

TESTO ESAMINATO ED APPROVATO, ALL UNANIMITA, DALLA I COMMISSIONE NELLA SEDUTA DEL 22 FEBBRAIO 2012 TESTO ESAMINATO ED APPROVATO, ALL UNANIMITA, DALLA I COMMISSIONE NELLA SEDUTA DEL 22 FEBBRAIO 2012. PARERE DI COMPATIBILITA ESPRESSO, ALL UNANIMITA, DALLA II COMMISSIONE NELLA SEDUTA DEL 28 FEBBRAIO 2012.

Dettagli

Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati

Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati presso il Ministero della Giustizia Regolamento della formazione continua del Perito Agrario per l'eccellenza nell'esercizio della libera

Dettagli

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA. Scuola primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VITTORIO LOCCHI

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA. Scuola primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VITTORIO LOCCHI PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA Scuola primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VITTORIO LOCCHI L istituto comprensivo V. Locchi ha predisposto il seguente Patto educativo, per la Scuola Primaria, finalizzato

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO IN MATERIA DI COOPERAZIONE ECONOMICA

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO IN MATERIA DI COOPERAZIONE ECONOMICA ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO IN MATERIA DI COOPERAZIONE ECONOMICA Il Governo della Repubblica Italiana e il Governo della Repubblica di San

Dettagli

STATUTO DEL COORDINAMENTO REGIONALE DEL LAZIO DELLA LEGA ITALIANA XONTRO I DISTURBI D ANSIA, D AGORAFOBIA E DA ATTACCHI DI PANICO

STATUTO DEL COORDINAMENTO REGIONALE DEL LAZIO DELLA LEGA ITALIANA XONTRO I DISTURBI D ANSIA, D AGORAFOBIA E DA ATTACCHI DI PANICO STATUTO DEL COORDINAMENTO REGIONALE DEL LAZIO DELLA LEGA ITALIANA XONTRO I DISTURBI D ANSIA, D AGORAFOBIA E DA ATTACCHI DI PANICO Art. 1 Costituzione 1. Viste le norme dello statuto della Lega Italiana

Dettagli

Allegato A dell Atto Costitutivo redatto a Parma il giorno 19 febbraio 2011

Allegato A dell Atto Costitutivo redatto a Parma il giorno 19 febbraio 2011 Allegato A dell Atto Costitutivo redatto a Parma il giorno 19 febbraio 2011 Statuto della Sezione Regionale dell Emilia-Romagna della Lidap onlus Art. 1 Costituzione 1. Viste le norme dello statuto della

Dettagli

Progetto Percorsi sicuri casa-scuola Schema per la redazione della Relazione finale

Progetto Percorsi sicuri casa-scuola Schema per la redazione della Relazione finale Progetto Percorsi sicuri casa-scuola Schema per la redazione della Relazione finale A. PARTE DESCRITTIVA Si richiede la conferma / aggiornamento dei dati riportati nelle analoghe caselle della scheda di

Dettagli

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli)

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) COPIA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 25 del 25.02.2013 OGGETTO : Partecipazione Avviso Pubblico Prevenzione e Contrasto ai Reati di Usura

Dettagli

BOLLETTINO DELLE GIUNTE E DELLE COMMISSIONI PARLAMENTARI

BOLLETTINO DELLE GIUNTE E DELLE COMMISSIONI PARLAMENTARI CAMERA DEI DEPUTATI 562 MERCOLEDÌ 16 NOVEMBRE 2011 XVI LEGISLATURA BOLLETTINO DELLE GIUNTE E DELLE COMMISSIONI PARLAMENTARI INDICE COMMISSIONE PARLAMENTARE PER L INDIRIZZO GENERALE E LA VIGILANZA DEI SERVIZI

Dettagli

Regolamento Consulta Comunale dell Associazionismo e del Volontariato

Regolamento Consulta Comunale dell Associazionismo e del Volontariato Regolamento Consulta Comunale dell Associazionismo e del Volontariato Premessa Il Comune di Monte Urano riconosce, nelle numerose Associazioni e organismi di volontariato che senza fini di lucro operano

Dettagli

LE ATTENZIONI NEI CONFRONTI DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI O IN SITUAZIONE DI SVANTAGGIO

LE ATTENZIONI NEI CONFRONTI DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI O IN SITUAZIONE DI SVANTAGGIO LE ATTENZIONI NEI CONFRONTI DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI O IN SITUAZIONE DI SVANTAGGIO In ogni grado di scuola dell'istituto sono presenti alunni diversamente abili e/o in situazione di svantaggio socioculturale

Dettagli

Allegato A alla deliberazione di C.C. n. 1 del 28.01.2006 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE COORDINAMENTO PROVINCIALE BERGAMASCO ENTI LOCALI PER LA PACE

Allegato A alla deliberazione di C.C. n. 1 del 28.01.2006 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE COORDINAMENTO PROVINCIALE BERGAMASCO ENTI LOCALI PER LA PACE Allegato A alla deliberazione di C.C. n. 1 del 28.01.2006 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE COORDINAMENTO PROVINCIALE BERGAMASCO ENTI LOCALI PER LA PACE Premessa L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa

Dettagli

TRE STRADE PER CAMBIARE. La professione e il welfare

TRE STRADE PER CAMBIARE. La professione e il welfare 2014 26 SETTEMBRE > TORINO 03 OTTOBRE > VENEZIA-MESTRE 04 OTTOBRE > AREZZO 09 OTTOBRE > RAGUSA 15 OTTOBRE > NUORO 24 OTTOBRE > LAMEZIA TERME TRE STRADE PER CAMBIARE. La professione e il welfare CNPI Consiglio

Dettagli

Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati presso il Ministero della Giustizia

Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati presso il Ministero della Giustizia Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati presso il Ministero della Giustizia Prot.n. 5467 Roma, 28 ottobre 2009 Ai Collegi Provinciali dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati.

Dettagli

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell'ordinamento locale Roma, 14 Ottobre 2013 Tempio di Adriano Sala Convegni Piazza di Pietra Ore 9.30/14.00 DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE 2

Dettagli

S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A

S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 3030 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa del senatore CARELLA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 29 GENNAIO 1998 Norme per l istituzione

Dettagli

IL PRINCIPIO DELLA PROGRAMMAZIONE. Prof. Riccardo Mussari

IL PRINCIPIO DELLA PROGRAMMAZIONE. Prof. Riccardo Mussari IL PRINCIPIO DELLA PROGRAMMAZIONE Prof. Riccardo Mussari INDICE Il principio della programmazione I documenti della programmazione: DUP PEG Il principio della programmazione La programmazione nella riforma

Dettagli

STATUTO dell Associazione Centro di Formazione e di Iniziativa sulla Cooperazione e l Etica d Impresa Titolo I - Denominazione, sede, scopo, durata.

STATUTO dell Associazione Centro di Formazione e di Iniziativa sulla Cooperazione e l Etica d Impresa Titolo I - Denominazione, sede, scopo, durata. STATUTO dell Associazione Centro di Formazione e di Iniziativa sulla Cooperazione e l Etica d Impresa Titolo I - Denominazione, sede, scopo, durata. Art. 1 - Costituzione e sede. E costituita l Associazione

Dettagli

A relazione dell'assessore Cirio: Premesso che:

A relazione dell'assessore Cirio: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU7 13/02/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 10 febbraio 2014, n. 16-7094 L.R.28/07, art.21. Approvazione dello schema di convenzione tra la Regione Piemonte, l'ufficio Scolastico

Dettagli

A Matera geometri, periti agrari e periti industriali rilanciano la proposta per l'istituzione dell'albo delle professioni tecniche di primo livello

A Matera geometri, periti agrari e periti industriali rilanciano la proposta per l'istituzione dell'albo delle professioni tecniche di primo livello Oss e rvat o r i o de i Pe r i t i In d u s t r i a l i su Fo r m a z i o n e, In d u s t r i a, Cu lt u r a di Im p r e s a, Università, Ma n ag e m e n t politica Gli Ordini discutono di misure contro

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANFFAS BRESCIA ONLUS

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANFFAS BRESCIA ONLUS STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANFFAS BRESCIA ONLUS Titolo Primo: Sede, fini e risorse economiche Art.1 - COSTITUZIONE Art. 2 SEDE Art. 3 FINALITA E ATTIVITA' Art. 3.1 ADESIONE ALL ANFFAS NAZIONALE Art. 4 RISORSE

Dettagli

di seguito indicate anche semplicemente come le Parti, PREMESSI

di seguito indicate anche semplicemente come le Parti, PREMESSI ACCORDO DI PROGRAMMA FRA GLI ENTI PARTECIPANTI ALLA COSTITUZIONE DI UN CENTRO SERVIZI TERRITORIALE NELLA PROVINCIA DI TORINO PER L INCLUSIONE DEI PICCOLI COMUNI NELL ATTUAZIONE DELL E-GOVERNMENT La Regione

Dettagli

STATUTO. Unione per la difesa dei diritti dei Malati Anziani Non Autosufficienti (Associazione Umana) Costituzione - Denominazione - Sede

STATUTO. Unione per la difesa dei diritti dei Malati Anziani Non Autosufficienti (Associazione Umana) Costituzione - Denominazione - Sede STATUTO Unione per la difesa dei diritti dei Malati Anziani Non Autosufficienti (Associazione Umana) Allegato all Atto Costitutivo Costituzione - Denominazione - Sede Art. 1. È costituita con sede a Perugia,

Dettagli

Associazione Nazionale Scuola Italiana STATUTO

Associazione Nazionale Scuola Italiana STATUTO Associazione Nazionale Scuola Italiana STATUTO 3 4 Capo I Natura e scopi dell A.N.S.I. Art. 1 È costituita l Associazione Nazionale Scuola Italiana (A.N.S.I.) con sede centrale in Roma. Art. 2 L A.N.S.I.

Dettagli

I. Partenariato. II. Verifica

I. Partenariato. II. Verifica Lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Raggiungere gli obiettivi Comunicato della Conferenza dei Ministri dell Istruzione Superiore, Bergen, 19-20 Maggio 2005 Noi, Ministri dell Istruzione Superiore

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE GEOMETRI

CONSIGLIO NAZIONALE GEOMETRI CONSIGLIO NAZIONALE GEOMETRI PRESSO MINISTERO DELLA GIUSTIZIA (Gazzetta Ufficiale n. 53 del 5 marzo 2007) Regolamento per la formazione continua SOMMARIO Introduzione Pagina 3 Titolo I Disposizioni generali

Dettagli

Comune di Boscotrecase Provincia di Napoli

Comune di Boscotrecase Provincia di Napoli Comune di Boscotrecase Provincia di Napoli COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 118 del 16/07/2008 OGGETTO: Approvazione schema di convenzione per l'accoglimento di studenti dell'università

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE MILANISTI IN AZIONE. TITOLO I Costituzione, sede, durata. Art. 1 1.1. È costituita l Associazione denominata MILANISTI IN AZIONE.

STATUTO ASSOCIAZIONE MILANISTI IN AZIONE. TITOLO I Costituzione, sede, durata. Art. 1 1.1. È costituita l Associazione denominata MILANISTI IN AZIONE. STATUTO ASSOCIAZIONE MILANISTI IN AZIONE TITOLO I Costituzione, sede, durata Art. 1 1.1. È costituita l Associazione denominata MILANISTI IN AZIONE. Art. 2 2.1. L Associazione ha sede a ( omissis ) Potranno

Dettagli

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*)

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) Claudio SCAJOLA È la prima volta che ho l occasione di incontrare tutti i Prefetti della Repubblica e ritengo

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunitaria

Deliberazione della Giunta Comunitaria Deliberazione della Giunta Comunitaria N 48 Reg. Data 17/09/2012 OGGETTO: SERVIZIO PUBBLICO DI CONSULTAZIONE TELEMATICA CATASTALE PRESSO LO SPORTELLO CATASTALE DECENTRATO DI QUESTA COMUNITA MONTANA.APPROVAZIONE

Dettagli

Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI

Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI PRESIDENTE: (Art. 22 del Regolamento della Struttura di Base) 1. convoca la Presidenza almeno una

Dettagli

116] Basilicata Regione Notizie

116] Basilicata Regione Notizie 112 116] Basilicata Regione Notizie Basilicata Regione Notizie[116 LA CARTA DI MATERA UN IMPEGNO COMUNE PER CONSOLIDARE LE ATTIVITÀ DI CONTROLLO E VALUTAZIONE NELLE ASSEMBLEE LEGISLATIVE DOCUMENTO APPROVATO

Dettagli

REPORT 1/2015 AL 30 NOVEMBRE 2015

REPORT 1/2015 AL 30 NOVEMBRE 2015 AL 30 NOVEMBRE 2015 Indice 1. Convenzione Como Acqua / SOT 2. Processo di aggregazione/fusione 3. Convenzione per l affidamento del servizio idrico: aggiornamento 4. L ingresso di nuovi Comuni Soci in

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ARCHÉ. È costituita l Associazione denominata Arché O.N.L.U.S., con sede legale in Milano. Il Consiglio

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ARCHÉ. È costituita l Associazione denominata Arché O.N.L.U.S., con sede legale in Milano. Il Consiglio I. COSTITUZIONE, FINALITÀ, MODALITÀ STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ARCHÉ Art. 1 COSTITUZIONE È costituita l Associazione denominata Arché O.N.L.U.S., con sede legale in Milano. Il Consiglio Direttivo ha la

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

$UWLFROR$OWULSRVVLELOLGLULWWLD]LRQDELOL

$UWLFROR$OWULSRVVLELOLGLULWWLD]LRQDELOL &219(1=,21( (8523($ 68//(6(5&,=,2 '(, ',5,77, '(, 0,125, $GRWWDWD GDO &RQVLJOLRG(XURSDD6WUDVEXUJRLOJHQQDLRWUDGX]LRQHQRQXIILFLDOH 3UHDPEROR Gli Stati membri del Consiglio d Europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

STATUTO della Federazione Italiana dei Biotecnologi. Art. 1 Denominazione - Sede - Durata

STATUTO della Federazione Italiana dei Biotecnologi. Art. 1 Denominazione - Sede - Durata STATUTO della Federazione Italiana dei Biotecnologi Art. 1 Denominazione - Sede - Durata 1.1- E' costituita un'associazione denominata: FIBio (Federazione Italiana dei Biotecnologi) 1.2- L'associazione

Dettagli

LA SOCIETA EUROPEA Procedura di costituzione e struttura organizzativa

LA SOCIETA EUROPEA Procedura di costituzione e struttura organizzativa LA SOCIETA EUROPEA Procedura di costituzione e struttura organizzativa Di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. Normativa di riferimento. 3. La società europea e la delega nazionale. 4. Le procedure

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Servizio Regolamento Didattico di Ateneo e Certificazione dell Offerta Formativa DECRETO Rep. n. 1623/2008 - Prot. n. 33873 Anno 2007 Tit. III

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE

COMMISSIONE PARLAMENTARE Mercoledì 16 novembre 2011 2 Commissione bicamerale COMMISSIONE PARLAMENTARE per l indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi SOTTOCOMMISSIONE PERMANENTE PER L ACCESSO S O M M A R I

Dettagli

LM73 Scienze Forestali e Ambientali Rapporto di Riesame Anno 2015

LM73 Scienze Forestali e Ambientali Rapporto di Riesame Anno 2015 LM73 Scienze Forestali e Ambientali Rapporto di Riesame Anno 2015 SCUOLA DI SCIENZE AGRARIE, FORESTALI, ALIMENTARI ED AMBIENTALI (SAFE) Denominazione del Corso di Studio: Scienze Forestali e Ambientali

Dettagli

Welfare e Sanita' Relatore: On. Ferdinando Aiello. Il diritto all'esistenza ( con tutte le tutele socio - economiche )

Welfare e Sanita' Relatore: On. Ferdinando Aiello. Il diritto all'esistenza ( con tutte le tutele socio - economiche ) Sessione pomeridiana tavolo n.1 Welfare e Sanita' Relatore: On. Ferdinando Aiello Discussant: Dott. Massimo Misiti Aspetto dicotomico che possiamo assumere a sintesi e obiettivo del tavolo e' la declinizione

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIZIONE LA VOCE DEL SILENZIO

STATUTO DELL ASSOCIZIONE LA VOCE DEL SILENZIO STATUTO DELL ASSOCIZIONE LA VOCE DEL SILENZIO - Ragione sociale La Voce del Silenzio è una Associazione di impegno culturale e sociale, costituita nella forma di Associazione libera ai sensi della legge

Dettagli

COORDINAMENTO DELLE REGIONI E P.A. PER IL LAVORO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE

COORDINAMENTO DELLE REGIONI E P.A. PER IL LAVORO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE COORDINAMENTO DELLE REGIONI E P.A. PER IL LAVORO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE Roma, 2 luglio 2003 OSSERVAZIONI DELLE REGIONI E PROVINCE AUTONOME SULLO SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO APPROVATO DAL CONSIGLIO

Dettagli

IMMIGRAZIONE: ANDARE OLTRE L EMERGENZA PER GARANTIRE UNA NUOVA STAGIONE DI DIRITTI FONDAMENTALI, DI TOLLERANZA E D INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI

IMMIGRAZIONE: ANDARE OLTRE L EMERGENZA PER GARANTIRE UNA NUOVA STAGIONE DI DIRITTI FONDAMENTALI, DI TOLLERANZA E D INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI IMMIGRAZIONE: ANDARE OLTRE L EMERGENZA PER GARANTIRE UNA NUOVA STAGIONE DI DIRITTI FONDAMENTALI, DI TOLLERANZA E D INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI Dell attuale situazione migratoria in Italia ed in Calabria,

Dettagli

statuto Testo approvato dalla XXXI Assemblea Generale congressuale Roma, 1 dicembre 2004

statuto Testo approvato dalla XXXI Assemblea Generale congressuale Roma, 1 dicembre 2004 statuto Testo approvato dalla XXXI Assemblea Generale congressuale Roma, 1 dicembre 2004 Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE È costituita dal 1908 l Unione delle Province d Italia (U.P.I.). Essa ha sede in Roma.

Dettagli

COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA

COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA COPIA Proposta n. 23033 Impegno n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 117 del 10/10/2012 Oggetto: APPROVAZIONE PROTOCOLLO D'INTESA PER

Dettagli

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea C A R T A D E L L E O N G D I S V I L U P P O Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea 1 CARTA DELLE ONG DI SVILUPPO Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto

Dettagli

COMUNE DI IGLESIAS REGOLAMENTO SULLA CONSULTA DEI GIOVANI

COMUNE DI IGLESIAS REGOLAMENTO SULLA CONSULTA DEI GIOVANI COMUNE DI IGLESIAS REGOLAMENTO SULLA CONSULTA DEI GIOVANI TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 - Costituzione, sede e durata Il Comune di Iglesias attiva, ai sensi dell art. 11, dello Statuto, la Consulta

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

Comune di Tradate Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Comune di Tradate Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Comune di Tradate Verbale di deliberazione della Giunta Comunale N. 227 Registro Deliberazioni OGGETTO: erogazione di contributi ad associazioni di volontariato per il finanziamento di progetti sociali

Dettagli

VÉÅâÇx w féååt ixáâä tçt cüéä Çv t w atñéä

VÉÅâÇx w féååt ixáâä tçt cüéä Çv t w atñéä ORIGINALE VÉÅâÇx w féååt ixáâä tçt cüéä Çv t w atñéä Regolamento per il funzionamento del Comitato distrettuale di coordinamento delle Politiche Giovanili Distretto n. 33 Approvato con delibera di C.C.

Dettagli

Coordinamento delle Associazioni di Volontariato e dei Gruppi Comunali di Protezione Civile Provincia di

Coordinamento delle Associazioni di Volontariato e dei Gruppi Comunali di Protezione Civile Provincia di Allegato B Coordinamento delle Associazioni di Volontariato e dei Gruppi Comunali di Protezione Civile Provincia di SCHEMA DI STATUTO ART.1 DENOMINAZIONE È costituito, nello spirito della Costituzione

Dettagli

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo REGIONE LOMBARDIA 38 Con la nascita del CCV-Lombardia, il volontariato PC della Regione compie un importante salto di qualità,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DELLA COMUNITA N. 38

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DELLA COMUNITA N. 38 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DELLA COMUNITA N. 38 Oggetto: Mozione ad oggetto: Costituzione di un gruppo di lavoro per la trattazione delle problematiche inerenti le politiche per la salute.

Dettagli

Che cosa c è oltre? Le decisioni del Congresso straordinario, l agenda del Consiglio nazionale, la terra al di là del ponte

Che cosa c è oltre? Le decisioni del Congresso straordinario, l agenda del Consiglio nazionale, la terra al di là del ponte Che cosa c è oltre? Le decisioni del Congresso straordinario, l agenda del Consiglio nazionale, la terra al di là del ponte Milano, 3 luglio 2015 Assemblea Nord Ovest 15.11.2014: il fischio d inizio SÌ

Dettagli

COMUNE di RIPARBELLA Provincia di Pisa

COMUNE di RIPARBELLA Provincia di Pisa COMUNE di RIPARBELLA Provincia di Pisa VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Seduta del 14 Febbraio 2014 Verbale n. 10 OGGETTO: Approvazione Convenzione di tirocinio con l Istituto Superiore di

Dettagli

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA CONFORME Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ Codice n. 10965 Data: 19/05/2011 GC N. 163 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ACCORDO TRA IL COMUNE DI CINISELLO

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883 740 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883 Legge regionale n. 33/2006 Norme per lo Sviluppo dello Sport per Tutti Articolo 5 - Approvazione Protocollo d intesa e Convenzione tra

Dettagli

Statuto dell Associazione Gruppo Volontari di Protezione Civile USFIM Ut Sementem Feceris Ita Metes STATUTO COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE SEDE

Statuto dell Associazione Gruppo Volontari di Protezione Civile USFIM Ut Sementem Feceris Ita Metes STATUTO COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE SEDE Statuto dell Associazione Gruppo Volontari di Protezione Civile USFIM Ut Sementem Feceris Ita Metes Allegato alla lettera A all Atto Costitutivo STATUTO COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE SEDE Art. 1. E' costituita

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/9

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/9 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/9 PROTOCOLLO OPERATIVO PER L'ADOZIONE NAZIONALE ED INTERNAZIONALE 2008 ATTUAZIONE DELL'ART. 39 BIS COMMA 1 LETT. C) LEGGE 184/83 CON MODIFICHE

Dettagli