IL SISTEMA DEI PROFILI PROFESSIONALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL SISTEMA DEI PROFILI PROFESSIONALI"

Transcript

1 Direzione Generale Servizio Organizzazione, Formazione e Sistema premiante IL SISTEMA DEI PROFILI PROFESSIONALI alla Provincia di Monza e della Brianza - Profili professionali - Criteri - Il sistema dei profili Tabella riepilogativa - Tabella di conversione - Le schede dei profili Approvato con deliberazione di Giunta Provinciale n. 169 del 26/11/2012

2

3 PROFILI PROFESSIONALI La Provincia di Monza e della Brianza ha attuato un processo di revisione dei profili professionali con l obiettivo di renderli coerenti con le necessità funzionali dell Ente. Superando la logica mansionistica, ha voluto delineare nuovi confini del lavoro incentrati sulla professionalità delle persone e sui risultati da raggiungere. La definizione dei profili professionali non è stata difatti effettuata in via astratta, ma basata su una concreta ed attenta analisi condivisa con le direzioni dell Ente. I principi di base in relazione ai quali sono stati individuati i profili professionali riguardano: a) l arricchimento professionale dei lavoratori mediante una pluralità di possibili alternative; b) la semplificazione della gestione del personale finalizzata al miglioramento degli obiettivi dell ente. Per la specificità del ruolo legata all iscrizione ad appositi albi, sono stati previsti i profili di esperto legale - Avvocato e specialista/esperto di comunicazione. Pertanto la costruzione dei nuovi profili professionali, definiti in modo coerente con l organizzazione del lavoro interna (con le logiche sottese al CCNL del Nuovo ordinamento professionale), costituirà la base di riferimento necessaria per poter successivamente procedere ad attivare politiche attive per una sempre migliore gestione delle risorse umane. L elemento che maggiormente caratterizza il nuovo sistema di classificazione riguarda il fatto che il modello contiene le competenze professionali proprie del profilo. La gestione per competenze focalizza l attenzione sulla persona e sulle sue capacità e conoscenze. In questo senso il lavoro è inteso in modo dinamico ed evolutivo. Il vantaggio di un approccio basato sulle competenze comporta il fatto che vi potrà essere maggiore flessibilità gestionale in virtù del bilanciamento di elementi di tipo individuale ed elementi di tipo organizzativo. MODELLO GENERALE E prevista una strutturazione dei profili in funzione della famiglia professionale che rappresenta un aggregato più ampio degli stessi. Le voci che compongono il profilo professionale sono le seguenti: ATTIVITA L attività descrive le possibili funzioni del ruolo all interno dell organizzazione. In questa parte sono illustrate le principali aree di attività che il titolare del profilo esprime o rispetto alle quali contribuisce con la sua attività lavorativa al funzionamento dell ente. RESPONSABILITA E RISULTATI In questa voce sono definite le principali responsabilità attribuite al profilo professionale e i risultati che dovrà raggiungere. RELAZIONI All interno sono descritte le principali relazioni attribuite e la tipologia delle stesse. CONOSCENZE PROFESSIONALI Si indica l insieme di conoscenze professionali e tecniche che permettono di svolgere le funzioni attribuite alla persona. COMPORTAMENTI DI CONTESTO E ORIENTAMENTI I comportamenti di contesto identificano l insieme di capacità ed atteggiamenti che si mettono in atto per realizzare la performance. Ad esempio: sono ricomprese attività come la collaborazione con i colleghi, la formazione, le capacità relazionali, tutti i comportamenti che migliorano le condizioni organizzative e favoriscono il raggiungimento dei risultati.

4

5 Provincia di Monza e della Brianza FAM. 1. AMMINISTRATIVA E DI SUPPORTO (A) SISTEMA DEI PROFILI PROFESSIONALI 2. VIGILANZA (V) 3. TECNICA E AUSILIARIA (T) A Addetto tecnico e ausiliario B1 B3 C Operatore amministrativocontabile Collaboratore amministrativocontabile Assistente amministrativocontabile Assistente informatico Assistente di Polizia Provinciale Operatore tecnico e ausiliario Collaboratore tecnico e ausiliario Assistente tecnico D1 Specialista amministrativocontabile Specialista di comunicazione Specialista di Polizia Provinciale Specialista tecnico Specialista ambientale Specialista informatico Esperto amministrativocontabile Esperto di Polizia Provinciale Esperto tecnico D3 Esperto legale - Avvocato Esperto di comunicazione Esperto ambientale Esperto informatico

6 Provincia di Monza e della Brianza TABELLA DI CONVERSIONE PROFILI ESISTENTI NEI NUOVI PROFILI MB Le Famiglie Professionali individuate : 1. AMMINISTRATIVA E DI SUPPORTO (A) 2. VIGILANZA (V) 3. TECNICA E AUSILIARIA (T) Nota: L'attribuzione del nuovo profilo professionale verrà effettuata dalla Direzione Generale, mediante atto a contenuto ricognitivo, in funzione delle competenze e del ruolo ricoperto all'interno dell'organizzazione dai dipendenti. Cat. A ADDETTI FAM. Profili da convertire Nuovi profili T Addetto ai servizi ausiliari e di supporto Addetto tecnico e ausiliario Cat. B1 - OPERATORI FAM. Profili da convertire Nuovi profili A Operatore ai servizi amministrativi Operatore amministrativo - contabile Operatore socio- assistenziale - T Operatore ai servizi ausiliari e di supporto Operatore tecnico manutentivo Operatore tecnico e ausiliario Cat. B3 - COLLABORATORI FAM. Profili da convertire Nuovi profili A Collaboratore ai servizi amministrativi Collaboratore amministrativo - contabile Collaboratore socio-educativo - T Collaboratore ai servizi ausiliari e di supporto Collaboratore tecnico manutentivo Collaboratore tecnico e ausiliario

7 Provincia di Monza e della Brianza Cat. C - ASSISTENTI FAM. Profili da convertire Nuovi profili A Assistente ai servizi amministrativi e contabili Assistente amministrativo-contabile Assistente informatico Assistente informatico Assistente socio educativo - V Assistente di polizia provinciale Assistente di Polizia Provinciale Assistente ai servizi ausiliari e di supporto Assistente tecnico-manutentivo T Assistente tecnico infrastrutture e territorio Assistente tecnico industriale Assistente tecnico-ambientale Assistente tecnico Cat. D1 - SPECIALISTI FAM. Profili da convertire Nuovi profili A Specialista sviluppo organizzazione e controllo Specialista economico-finanziario Specialista amministrativo e di supporto Specialista amministrativo-legale Specialista di comunicazione Specialista amministrativo-contabile Specialista di comunicazione Specialista analisi e progettazione di sistemi Specialista in organizzazioni di reti Specialista formazione e orientamento Specialista culturale Specialista socio-assistenziale Specialista informatico V Specialista di polizia provinciale Specialista di Polizia Provinciale Specialista dei servizi ausiliari e di supporto Specialista di pianificazione tecnica T Specialista tecnico delle infrastrutture Specialista tecnico Specialista tecnico trasporti e mobilità Specialista tecnico ambientale Specialista ambientale

8 Provincia di Monza e della Brianza Cat. D3 - ESPERTI FAM. Profili da convertire Nuovi profili Esperto sviluppo organizzazione e controllo Esperto economico-finanziario Esperto amministrativo-contabile A Esperto amministrativo e di supporto Esperto legale Esperto legale - Avvocato Esperto di comunicazione Esperto di comunicazione Esperto analisi e progettazione di sistemi Esperto in organizzazione di reti Esperto di processi formativi e di orientamento Esperto promotore culturale Esperto socio-assistenziale Esperto informatico V Esperto di polizia provinciale Esperto di Polizia Provinciale Esperto di pianificazione tecnica T Esperto tecnico delle infrastrutture Esperto tecnico Esperto tecnico trasporti e mobilità Esperto tecnico ambientale Esperto ambientale

9 LE SCHEDE DEI PROFILI PROFESSIONALI Categoria giuridica Famiglia professionale Scheda profilo Pagina A T Addetto tecnico e ausiliario 11 B1 A Operatore amministrativo-contabile 13 B1 T Operatore tecnico e ausiliario 15 B3 A Collaboratore amministrativo-contabile 17 B3 T Collaboratore tecnico e ausiliario 19 C A Assistente amministrativo-contabile 21 C A Assistente informatico 23 C V Assistente di Polizia Provinciale 25 C T Assistente tecnico 27 D1 A Specialista amministrativo-contabile 29 D1 A Specialista di comunicazione 31 D1 A Specialista informatico 33 D1 V Specialista di Polizia Provinciale 35 D1 T Specialista tecnico 37 D1 T Specialista ambientale 39 D3 A Esperto amministrativo-contabile 41 D3 A Esperto legale - Avvocato 43 D3 A Esperto di comunicazione 45 D3 A Esperto informatico 47 D3 V Esperto di Polizia Provinciale 49 D3 T Esperto tecnico 51 D3 T Esperto ambientale 53

10

11 DESCRIZIONE DEL PROFILO FAMIGLIA PROFESSIONALE: Tecnica e ausiliaria PROFILO PROFESSIONALE: Addetto tecnico e ausiliario CATEGORIA: A ATTIVITA Svolge attività di carattere ausiliario, di tipo operativo, manuale e manutentivo la cui esecuzione comporta l uso di strumenti di lavoro e la loro ordinaria manutenzione; può svolgere attività di pulizia, custodia e sorveglianza di locali e uffici, portierato e ricevimento del pubblico; movimentazione corrispondenza interna ed esterna e trasporto di materiali di diversa natura; può condurre automezzi o macchine semplici e svolge ogni attività di supporto necessaria alla corretta e celere operatività dell ente. RESPONSABILITA E RISULTATI Ambito di autonomia limitato alla esecuzione dei compiti affidati e al rapporto di dipendenza. Responsabilità sui compiti operativi attribuiti Risultati connessi alla corretta esecuzione dei compiti affidati. RELAZIONI Interne di tipo semplice, anche tra più soggetti interagenti. Relazioni esterne di tipo semplice e di natura diretta con gli utenti 11

12 COMPETENZE Conoscenze professionali Conoscenze semplici di tipo tecnico operativo riferite all ambito di lavoro. Conoscenza della logistica dell ente e dei soggetti operanti all interno Capacità di utilizzo delle apparecchiature e degli strumenti di lavoro Comportamenti di contesto e orientamenti Adeguata accuratezza nello svolgimento del lavoro Capacità relazionali di base Capacità di risolvere problemi semplici di tipo operativo Affidabilità Flessibilità operativa REQUISITI PER L ACCESSO DALL ESTERNO Scuola dell obbligo. Eventuali requisiti aggiuntivi richiesti, connessi alla posizione da ricoprire, previsti dalle norme o dai regolamenti provinciali. 12

13 DESCRIZIONE DEL PROFILO FAMIGLIA PROFESSIONALE: Amministrativa e di supporto PROFILO PROFESSIONALE: Operatore amministrativo e contabile CATEGORIA: B1 ATTIVITA Svolge compiti di carattere esecutivo a supporto delle attività amministrative, contabili e di segreteria, anche mediante l'utilizzo di strumenti informatici e attrezzature varie. A titolo esplicativo può svolgere le seguenti attività: tenuta della contabilità a livello di ordinaria gestione; gestione della posta in partenza, della protocollazione e archiviazione di atti, ricevere e trasmettere telefonate; presidiare parti specifiche di carattere operativo dei processi amministrativi all interno di direttive specifiche di indirizzo o di procedure definite; di informazione al pubblico e di front office agli utenti attraverso l utilizzo di attrezzature di vario genere; collaborare alla gestione degli archivi e degli schedari, all assistenza alle sedute degli organi, comitati, commissioni e riunioni; ogni altra attività richiesta dal ruolo rivestito. RESPONSABILITA E RISULTATI Ambito di autonomia relativo alla esecuzione dei compiti affidati e al rapporto di dipendenza. Responsabilità sulle attività operative attribuite. Responsabilità nella gestione efficiente delle risorse affidate. Risultati connessi alla corretta realizzazione di attività lavorative semplici. RELAZIONI Interne di tipo semplice anche tra più soggetti interagenti. Relazioni esterne di tipo semplice nonché di natura diretta con gli utenti 13

14 COMPETENZE Conoscenze professionali Conoscenza di base e di tipo operativo: dei processi di lavoro dell unità organizzativa di appartenenza; dei processi e delle metodologie di elaborazione, organizzazione e controllo di dati ed informazioni, mediante l'impiego di apparecchiature informatiche; di carattere economico e contabile; delle discipline specialistiche e tecniche relative alla tipologia dei servizi erogati dall unità di appartenenza; di utilizzo degli strumenti necessari al corretto svolgimento dell attività; dell 'impiego di apparecchiature informatiche. Comportamenti di contesto e orientamenti Adeguata accuratezza nello svolgimento del lavoro Capacità relazionali di base Capacità elementari di trasferire conoscenze tecniche Orientamento al lavoro di gruppo Capacità di risolvere problemi semplici di tipo operativo Spirito di osservazione Affidabilità Flessibilità operativa REQUISITI PER L ACCESSO DALL ESTERNO Scuola dell obbligo. Eventuali requisiti aggiuntivi richiesti, connessi alla posizione da ricoprire, previsti dalle norme o dai regolamenti provinciali. REQUISITI PER L ACCESSO DALL INTERNO Si demanda alle fonti normative regolamentari dell ente. 14

15 DESCRIZIONE DEL PROFILO FAMIGLIA PROFESSIONALE: Tecnica e ausiliaria PROFILO PROFESSIONALE: Operatore tecnico e ausiliario CATEGORIA: B1 ATTIVITA Svolge attività di tipo tecnico/operativo, di manutenzione e di supporto nei diversi settori di attività anche mediante l utilizzo di strumenti informatici, attrezzature/strumenti specifici e mezzi di trasporto, garantendo la loro ordinaria manutenzione. A titolo esplicativo può svolgere le seguenti attività: di manutenzione di beni e di strumenti tecnici; di custodia e sorveglianza di uffici e beni; di carico e scarico di magazzino e consegna documenti o merci; di riparazione di apparecchiature e strumenti; di tipo tecnico e operaio in ambito stradale; di tipo tecnico connesse alla gestione sistemi idraulici e corsi d acqua, discariche e impianti fognari; controllo e verifica di funzionamento di impianti, strumentazioni tecniche ed attrezzature di diverso tipo; centralinista ogni altra attività richiesta dal ruolo rivestito. RESPONSABILITA E RISULTATI Ambito di autonomia relativo alla esecuzione dei compiti affidati e al rapporto di dipendenza. Responsabilità sulle attività operative attribuite Responsabilità nella gestione efficiente delle risorse affidate. Risultati connessi alla corretta realizzazione di attività lavorative semplici. RELAZIONI Interne di tipo semplice e tecnico, anche tra più soggetti interagenti. Relazioni esterne di tipo semplice e con connotazione tecnica, nonché di natura diretta con gli utenti 15

16 COMPETENZE Conoscenze professionali Conoscenza di base e di tipo operativo: dei processi di lavoro dell unità organizzativa di appartenenza; delle discipline specialistiche e tecniche relative alla tipologia dei servizi erogati dall unità di appartenenza; della logistica dell ente e dei soggetti operanti all interno; dell impiego di apparecchiature informatiche. Deve possedere adeguate di capacità di utilizzo degli strumenti tecnici ed automezzi necessari al corretto svolgimento dell attività ed abilità manuali connesse all esecuzione di compiti di tipo operativo e manutentivo. Comportamenti di contesto e orientamenti Accuratezza adeguata nello svolgimento del lavoro Capacità relazionali di base Capacità di trasferire conoscenze tecniche Capacità di risolvere problemi semplici di tipo tecnico e operativo Affidabilità Spirito di osservazione Flessibilità operativa Orientamento al lavoro di gruppo REQUISITI PER L ACCESSO DALL ESTERNO Scuola dell obbligo. Eventuali requisiti aggiuntivi richiesti, connessi alla posizione da ricoprire, previsti dalle norme o dai regolamenti provinciali. REQUISITI PER L ACCESSO DALL INTERNO Si demanda alle fonti normative regolamentari dell ente. 16

17 DESCRIZIONE DEL PROFILO FAMIGLIA PROFESSIONALE: Amministrativa e di supporto PROFILO PROFESSIONALE: Collaboratore amministrativo e contabile CATEGORIA: B3 ATTIVITA Principali funzioni svolte all interno dell organizzazione: ogni attività di supporto relativa a processi amministrativi o processi operativi, organizzativi, e di gestione delle attività dell ente, all interno dei diversi servizi, mediante l utilizzo di apparecchiature informatiche; attività di carattere contabile, amministrativa anche di tipo istruttorio, acquisisce ed elabora elementi informativi e ricognitivi per la preparazione e redazione di atti e documenti; presidia parti specifiche di carattere operativo dei processi all interno di direttive specifiche di indirizzo o di procedure. valuta nel merito i singoli casi concreti ed applica le istruzioni operative; collabora inoltre alla gestione della posta, anche elettronica, in arrivo e partenza, alla gestione degli archivi e degli schedari, all assistenza alle sedute degli organi, organismi, comitati e commissioni della Provincia e all organizzazione di riunioni; può svolgere attività di informazione al pubblico e di front office agli utenti attraverso l utilizzo di attrezzature di vario genere; ogni altra attività richiesta dal ruolo rivestito. RESPONSABILITA E RISULTATI Ambito di autonomia operativa all interno di istruzioni e prescrizioni di massima Responsabilità per la corretta esecuzione dell'attività direttamente svolta. Responsabilità nella gestione efficiente delle risorse affidate. Risultati connessi alla corretta realizzazione di attività lavorative. RELAZIONI Interne di tipo semplice anche tra più soggetti interagenti. Relazioni esterne di tipo semplice nonché di natura diretta con gli utenti. 17

18 COMPETENZE Conoscenze professionali Conoscenza adeguata relativa a: processi di lavoro dell unità organizzativa di appartenenza; processi e delle metodologie di elaborazione, organizzazione e controllo di dati ed informazioni, mediante l'impiego di apparecchiature informatiche; utilizzo degli strumenti necessari al corretto svolgimento dell attività. Conoscenze di base: di tipo giuridico-amministrativo e contabile, con particolare riguardo agli ambiti di competenza e con riferimento a concrete situazioni di lavoro; di discipline specialistiche e tecniche relative alla tipologia dei servizi erogati dall unità di appartenenza; di tecniche di comunicazione. Comportamenti di contesto e orientamenti Accuratezza evoluta nello svolgimento del lavoro Iniziativa Capacità relazionali di base Capacità di trasferire conoscenze tecniche Orientamento al lavoro di gruppo Capacità di risolvere problemi semplici di tipo operativo Spirito di osservazione Affidabilità Flessibilità operativa REQUISITI PER L ACCESSO DALL ESTERNO Diploma di qualificazione o attestati professionali o diploma di scuola media superiore in relazione alla posizione da ricoprire. Eventuali requisiti aggiuntivi richiesti, connessi alla posizione da ricoprire, previsti dalle norme o dai regolamenti provinciali. REQUISITI PER L ACCESSO DALL INTERNO Si demanda alle fonti normative regolamentari dell ente. 18

19 DESCRIZIONE DEL PROFILO FAMIGLIA PROFESSIONALE: Tecnica e ausiliaria PROFILO PROFESSIONALE: Collaboratore tecnico e ausiliario CATEGORIA: B3 ATTIVITA Principali funzioni svolte all interno dell organizzazione: attività di collaborazione e supporto nel campo tecnico, manutentivo e progettuale nei diversi settori di attività; attività di assistenza e ausilio di tipo tecnico e operativo, nell ambito delle direttive procedurali, a supporto dell attività degli uffici; realizza l installazione, la conduzione e la riparazione di impianti anche complessi o che richiedono specifica abilitazione o patente; individua e compie gli interventi necessari per la manutenzione del patrimonio mediante l utilizzo di apparecchiature tecniche, automezzi e/o apparecchiature informatiche; esegue interventi specializzati in relazione alle proprie competenze tecniche; assicura il presidio e la sorveglianza interna dei locali, la custodia e gestione delle cose e degli oggetti affidati e la gestione delle relazioni con il pubblico; può condurre veicoli per il trasporto di persone o cose; cura la gestione del materiale e delle attrezzature secondo le procedure di magazzino previste, nonché la conduzione tecnica degli strumenti assegnati, operando secondo i piani di lavoro stabiliti; ogni altra attività richiesta dal ruolo rivestito. RESPONSABILITA E RISULTATI Ambito di autonomia operativa all interno di istruzioni e prescrizioni di massima. Responsabilità per la corretta esecuzione dell'attività direttamente svolta. Responsabilità nella gestione efficiente delle risorse affidate. Risultati connessi alla corretta realizzazione di attività lavorative. RELAZIONI Interne di tipo semplice anche tra più soggetti interagenti. Relazioni esterne di tipo semplice nonché di natura diretta con gli utenti. 19

20 COMPETENZE Conoscenze professionali Conoscenza adeguata relativa a: processi di lavoro dell unità organizzativa di appartenenza; processi e delle metodologie di elaborazione, organizzazione e controllo di dati ed informazioni, mediante l'impiego di apparecchiature informatiche. Conoscenze di base: di discipline specialistiche e tecniche relative alla tipologia dei servizi erogati dall unità di appartenenza; di logistica dell ente e dei soggetti operanti all interno; di tecniche di comunicazione. Deve possedere adeguate di capacità di utilizzo degli strumenti tecnici ed automezzi necessari al corretto svolgimento dell attività ed abilità manuali connesse all esecuzione di compiti di tipo operativo e manutentivo. Comportamenti di contesto e orientamenti Accuratezza evoluta nello svolgimento del lavoro Iniziativa Capacità relazionali di base Capacità di trasferire conoscenze tecniche Orientamento al lavoro di gruppo Capacità di risolvere problemi semplici di tipo operativo Spirito di osservazione Affidabilità Flessibilità operativa REQUISITI PER L ACCESSO DALL ESTERNO Diploma di qualificazione o attestati professionali o diploma di scuola media superiore in relazione alla posizione da ricoprire. Eventuali requisiti aggiuntivi richiesti, connessi alla posizione da ricoprire, previsti dalle norme o dai regolamenti provinciali. REQUISITI PER L ACCESSO DALL INTERNO Si demanda alle fonti normative regolamentari dell ente. 20

21 DESCRIZIONE DEL PROFILO FAMIGLIA PROFESSIONALE: Amministrativa e di supporto PROFILO PROFESSIONALE: Assistente amministrativo e contabile. CATEGORIA: C ATTIVITA Svolge attività di carattere amministrativo, contabile e di erogazione di servizi interni ed esterni all ente che comportano l uso di dati/informazioni complesse e l applicazione di norme e predisposizione di atti e provvedimenti. In particolare: predispone atti e documenti di diversa natura attraverso l utilizzo di strumenti informatici, videoscrittura e fogli elettronici; cura la gestione di archivi e banche dati; raccoglie, gestisce ed elabora dati e informazioni anche di natura complessa; svolge attività di ricerca e studio in ambito normativo e contabile; può predisporre documenti e svolgere attività connesse alle diverse fasi di istruzione, predisposizione e redazione di documenti, atti e provvedimenti amministrativi relativi ai processi amministrativi, di supporto, contabile, tecnico, economali e degli acquisti; può svolgere servizi di comunicazione e di front office con l utenza finale interna ed esterna; può svolgere attività di organizzazione, conservazione, gestione e archiviazione del patrimonio documentale dell ente; ogni altra attività richiesta dal ruolo rivestito. RESPONSABILITA E RISULTATI Autonomia gestionale e tecnico professionale e di giudizio all interno di un quadro di scelte tecniche e di indirizzo dell ente. Responsabilità e gestione dei processi e attività di competenza, dei risultati delle attività svolte direttamente o dal personale coordinato, e degli obiettivi assegnati. Responsabilità sulle risorse gestite e sull efficienza economica e sulla qualità dei processi di competenza. Garanzia della gestione dei reports complessivi dei processi di competenza. RELAZIONI Relazioni interne di media complessità; prevalentemente di tipo professionale, costanti rapporti con tutte le unità dell ente al fine di garantire servizi adeguati. Relazioni esterne di tipo professionale di media complessità, anche con l utenza finale con orientamento all assistenza e all esigenza del cliente esterno. 21

22 COMPETENZE Conoscenze professionali Conoscenze specifiche relative a: procedure di tipo giuridico-amministrativo e contabile, con particolare riguardo agli ambiti di competenza e con riferimento a concrete situazioni di lavoro; attività svolte nell'unità organizzativa di appartenenza. Conoscenze adeguate relative a: fondamenti di diritto privato, diritto pubblico, normativa degli Enti locali del settore di competenza; contabilità economica, finanza pubblica, contabilità analitica; processi e metodologie di elaborazione, organizzazione e controllo di dati e informazioni, tecniche di comunicazione, marketing; strumenti informatici e telematici necessari allo svolgimento delle attività, delle procedure dell unità organizzativa di competenza. Conoscenza di base di almeno una lingua straniera (inglese francese); Comportamenti di contesto e orientamenti Elevata capacità di iniziativa Adeguato orientamento alle esigenze dell utenza finale Orientamento al risultato dei servizi erogati in termini di efficienza, efficacia e qualità Evoluta capacità di programmazione e controllo delle attività lavorative Elevata capacità di gestione di progetti anche complessi Capacità di risolvere problemi di tipo tecnico e di prospettare soluzioni alternative Evolute capacità relazionali di tipo tecnico professionale anche negoziale Elevato orientamento al lavoro di gruppo Capacità di stabilire positivi rapporti con i colleghi / collaboratori e interlocutori funzionali e di trasferire e diffondere conoscenze Orientamento all innovazione REQUISITI PER L ACCESSO DALL ESTERNO Diploma di scuola media superiore ed eventuali requisiti aggiuntivi richiesti, connessi alla posizione da ricoprire, previsti dalle norme o dai regolamenti provinciali. REQUISITI PER L ACCESSO DALL INTERNO Si demanda alle fonti normative regolamentari dell ente. 22

23 DESCRIZIONE DEL PROFILO FAMIGLIA PROFESSIONALE: Amministrativa e di supporto PROFILO PROFESSIONALE: Assistente informatico CATEGORIA: C ATTIVITA Assicura la gestione, lo sviluppo e l implementazione di programmi e di sistemi informatici e l assistenza hardware e software agli utenti. In particolare: svolge attività tecniche nei processi relativi ai sistemi di elaborazione e di reti di telecomunicazioni attraverso la conduzione gestionale dei sistemi e la rilevazione ed eventuale rimozione di malfunzionamenti hardware e software; realizza e aggiorna i programmi, installa e personalizza prodotti e soluzioni applicative e ne gestisce le configurazioni; collabora alla gestione della rete locale, nonché dei sistemi di elaborazione e delle applicazioni informatiche in uso; gestisce l amministrazione degli utenti e delle sicurezze della rete, conservazione ripristino e mantenimento degli archivi e dati; garantisce un corretto uso di tutti i programmi; assicura l assistenza tecnica e l addestramento agli utenti. collabora allo sviluppo di nuove applicazioni informatiche utilizzando sia ambienti groupware che DB relazionali, sia linguaggi di programmazione evoluti e/o visuali; predispone gli atti amministrativi relativi ai processi di competenza; svolge ogni altra attività richiesta dal ruolo rivestito. RESPONSABILITA E RISULTATI Autonomia nella gestione delle specifiche attività di competenza. Responsabilità di risultato relative alle attività svolte, con una significativa ampiezza delle soluzioni possibili sulla base di alternative tecniche. Responsabilità nella gestione efficiente delle risorse affidate. Proposizione di soluzioni operative nella realizzazione delle attività di competenza. Garantire un flusso continuo e preciso di informazioni/dati relativi e alle attività svolte. RELAZIONI Relazioni interne di media complessità; prevalentemente di tipo tecnico professionale, costanti rapporti con tutte le unità dell ente al fine di garantire servizi tecnici adeguati. Relazioni esterne di tipo tecnico e professionale di media complessità. 23

24 COMPETENZE Conoscenze professionali Conoscenze specifiche relative a: pacchetti applicativi per l automazione d ufficio (office automation); dei prodotti per sistemi di comunicazioni su reti telematiche (Intranet e Internet); della configurazione di un sistema di personal computer; dei sistemi operativi in esercizio e tecnologie delle reti locali; attività svolte nell'unità organizzativa di appartenenza Conoscenze adeguate relative a: nozioni principali di hardware; principali sistemi operativi e di sistemi di telecomunicazioni; principali architetture di rete; linguaggi di programmazione evoluti o visuali; gestione dei dati; diagnostica di reti di comunicazione e della loro interconnessione; sicurezza di reti e applicazioni; gestione progetti nelle attività di competenza, capacità di individuare soluzioni a processi di natura organizzativa attraverso l ausilio di applicazioni informatiche e telematiche fondamenti di diritto privato, diritto pubblico, normativa degli Enti Locali del settore di competenza procedure (anche amministrative) dell unità organizzativa di competenza Conoscenza di base di almeno una lingua straniera (inglese francese) Comportamenti di contesto e orientamenti Orientamento alla qualità del lavoro Orientamento alle esigenze dell utenza finale Capacità di analisi e precisione Adeguata capacità di iniziativa Elevata flessibilità operativa Capacità di risolvere problemi di natura tecnico-specialistica Adattamento ai cambiamenti organizzativi Orientamento al lavoro di gruppo Adeguate capacità relazionali di tipo professionale REQUISITI PER L ACCESSO DALL ESTERNO Diploma di scuola media superiore ed eventuali requisiti aggiuntivi richiesti, connessi alla posizione da ricoprire, previsti dalle norme o dai regolamenti provinciali. REQUISITI PER L ACCESSO DALL INTERNO Si demanda alle fonti normative regolamentari dell ente. 24

25 DESCRIZIONE DEL PROFILO FAMIGLIA PROFESSIONALE: Vigilanza PROFILO PROFESSIONALE: Assistente di Polizia Provinciale. CATEGORIA: C ATTIVITA Svolge attività di prevenzione e vigilanza nelle materie che leggi, regolamenti e provvedimenti amministrativi attribuiscono alle competenze della polizia provinciale. In particolare: svolge ogni attività volta alla prevenzione, rilevazione e repressione di comportamenti ed atti compiuti in violazione a leggi, regolamenti e provvedimenti amministrativi, ogni altro compito di istituto e se necessario, ogni incombenza di supporto logistico amministrativo alle attività operative; quando è in servizio riveste, nell ambito territoriale della provincia, la qualità di agente di polizia giudiziaria a competenza generale, svolgendo ogni attività ad essa connessa; riveste inoltre, nell ambito territoriale dell ente, e nei limiti delle proprie attribuzioni, la qualità di agente di pubblica sicurezza, conferita da apposito decreto prefettizio e svolge ogni attività ad essa connessa; può coordinare e controllare personale nell esecuzione delle attività, fornendo istruzioni nelle aree operative di competenza e svolgendo funzioni di coordinamento della pattuglia. gestisce procedure complete e predispone atti amministrativi e/o atti di polizia giudiziaria relativamente ai processi di competenza utilizza veicoli, attrezzi, strumenti tecnici ed informatici anche complessi a disposizione dell unità organizzativa di assegnazione. svolge ogni altra attività richiesta dal ruolo rivestito. RESPONSABILITA E RISULTATI Autonomia nella gestione delle specifiche attività di competenza. Responsabilità di risultato relative alle attività svolte, con ampiezza delle soluzioni possibili sulla base di modelli predefiniti secondo l ambito di riferimento Responsabilità nella gestione efficiente delle risorse affidate. Proposizione di soluzioni operative nella realizzazione delle attività di competenza. Garanzia di un flusso continuo e preciso di informazioni/dati relativi e alle attività svolte. RELAZIONI Autonomia nella gestione delle specifiche attività di competenza. Responsabilità di risultato relative alle attività svolte, con ampiezza delle soluzioni possibili sulla base di modelli predefiniti secondo l ambito di riferimento Responsabilità nella gestione efficiente delle risorse affidate. Proposizione di soluzioni operative nella realizzazione delle attività di competenza. Garanzia di un flusso continuo e preciso di informazioni/dati relativi e alle attività svolte. 25

PROFILI PROFESSIONALI

PROFILI PROFESSIONALI Allegato D Regolamento in materia di Ordinamento Generale degli Uffici e dei Servizi PROFILI PROFESSIONALI Approvato con Deliberazione G.C. n. 2 del 04.01.2000 e successivamente modificato con G.C. n.

Dettagli

ALLEGATO C) COMUNE DI NUORO PROFILI E DECLARATORIA. Allegato alla Deliberazione della Giunta Comunale n del

ALLEGATO C) COMUNE DI NUORO PROFILI E DECLARATORIA. Allegato alla Deliberazione della Giunta Comunale n del ALLEGATO C) COMUNE DI NUORO PROFILI E DECLARATORIA Allegato alla Deliberazione della Giunta Comunale n del CATEGORIA A (ex II e III livello) PROFILI ACCORPATI PROFILI - Custode/Usciere - Operaio Comune

Dettagli

GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE PROFILI PROFESSIONALI

GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE PROFILI PROFESSIONALI GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE PROFILI PROFESSIONALI Comune di Comune di Comune di Comune di ESEMPLIFICAZIONE DEI PROFILI PROFESSIONALI ED EQUIVALENZA DELLE MANSIONI NEL CCNL DI COMPARTO QUADRO

Dettagli

Allegato F alla DGC n. 2/2014. COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari PROFILI PROFESSIONALI

Allegato F alla DGC n. 2/2014. COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari PROFILI PROFESSIONALI Allegato F alla DGC n. 2/2014 COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari PROFILI PROFESSIONALI Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 2 del 16.01.2014 1 CATEGORIA A VECCHI PROFILI NUOVI PROFILI

Dettagli

COMUNE DI PAGANI Provincia di Salerno

COMUNE DI PAGANI Provincia di Salerno COMUNE DI PAGANI Provincia di Salerno Allegato E alla deliberazione di Giunta Comunale n. 95 del 16.06.2010 Oggetto: Profili professionali dell Ente Comune di Pagani Declaratoria delle caratteristiche

Dettagli

Allegato A al CCNL 2006/2009 comparto Ministeri

Allegato A al CCNL 2006/2009 comparto Ministeri Allegato A al CCNL 2006/2009 comparto Ministeri AREA FUNZIONALE PRIMA ( ex A1 e A1S ) Appartengono a questa Area funzionale i lavoratori che svolgono attività ausiliarie, ovvero lavoratori che svolgono

Dettagli

PROFILI PROFESSIONALI E RELATIVE DECLARATORIE. Allegato A

PROFILI PROFESSIONALI E RELATIVE DECLARATORIE. Allegato A PROFILI PROFESSIONALI E RELATIVE DECLARATORIE Allegato A CATEGORIA A PROFILI PROFESSIONALI 1. Ausiliario Socio-Scolastico 2. Commesso Operatore 3. Operaio Qualificato DECLARATORIE Appartengono a questa

Dettagli

Ministero della Giustizia Dipartimento per la Giustizia Minorile ORDINAMENTO PROFESSIONALE

Ministero della Giustizia Dipartimento per la Giustizia Minorile ORDINAMENTO PROFESSIONALE Allegato E (DGM) Ministero della Giustizia Dipartimento per la Giustizia Minorile ORDINAMENTO PROFESSIONALE del personale non dirigenziale del Dipartimento per la Giustizia Minorile (SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE)

Dettagli

COMUNE di N U O R O TITOLI DI STUDIO E MATERIE D ESAME PER L ACCESSO. a cura del Settore Personale

COMUNE di N U O R O TITOLI DI STUDIO E MATERIE D ESAME PER L ACCESSO. a cura del Settore Personale COMUNE di N U O R O TITOLI DI STUDIO E MATERIE D ESAME PER L ACCESSO a cura del Settore Personale Qualifica Funzionale Servizio e/o Capo Settore Gabinetto del Sindaco Dirigente Dirigenza Tutti i diplomi

Dettagli

DOTAZIONE ORGANICA E ARTICOLAZIONE UFFICI

DOTAZIONE ORGANICA E ARTICOLAZIONE UFFICI SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO DOTAZIONE ORGANICA E ARTICOLAZIONE UFFICI Esperto di gestione economico attività di ricerca, studio ed elaborazione di dati in funzione della programmazione economico finanziaria

Dettagli

Ministero della Giustizia Dipartimento dell Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi ORDINAMENTO PROFESSIONALE

Ministero della Giustizia Dipartimento dell Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi ORDINAMENTO PROFESSIONALE Allegato A (DOG) Ministero della Giustizia Dipartimento dell Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi ORDINAMENTO PROFESSIONALE del personale non dirigenziale dell Amministrazione Giudiziaria

Dettagli

CATEGORIA B3 Connotazioni delle attività comuni ai diversi profili di categoria

CATEGORIA B3 Connotazioni delle attività comuni ai diversi profili di categoria CATEGORIA B3 Connotazioni delle attività comuni ai diversi profili di categoria Ha buone conoscenze mono-specialistiche acquisibili attraverso la scuola dell obbligo accompagnate da corsi di formazione

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail BELLI KATIA Nazionalità italiana Data di nascita 23.01.1969 VIALE PICENO, 60 20129 - MILANO 02_7740.5452

Dettagli

ORDINAMENTO PROFILI PROFESSIONALI

ORDINAMENTO PROFILI PROFESSIONALI COMUNE DI FIRENZE Direzione Organizzazione ORDINAMENTO PROFILI PROFESSIONALI Delibera n. 812 del 4.7.2000 Modificata con delibere di Giunta: n. 236 del 13.3.2001 n.1335 del 27.12.2001 n. 1089 del 3.12.2002

Dettagli

ALLEGATO N (rif.art.205) PROFILI PROFESSIONALI CARATTERISTICHE DEI PROFILI. DELL OBBLIGO con procedure predeterminate acquisibili

ALLEGATO N (rif.art.205) PROFILI PROFESSIONALI CARATTERISTICHE DEI PROFILI. DELL OBBLIGO con procedure predeterminate acquisibili ALLEGATO N (rif.art.205) PROFESSIONALI ELENCO CATEGORIE, PROFESSIONALI E AREE DI ATTIVITA DECLARATORIA DELLE CATEGORIE CARATTERISTICHE DEI CONTENUTI DEI 1. CATEGORIA A Operatore Appartengono alla PROFESSIONALITA

Dettagli

GABINETTO DELLA PRESIDENZA

GABINETTO DELLA PRESIDENZA FUNZIONIGRAMMA GABINETTO DELLA PRESIDENZA GABINETTO DELLA PRESIDENZA Comunicazione e URP Servizi culturali e Valorizzazione Beni del Territorio Unità Operativa Comunicazione e URP Supporto alle attività

Dettagli

ALLEGATO 2. Sistema di misurazione e valutazione della Performance. Progressioni economiche orizzontali

ALLEGATO 2. Sistema di misurazione e valutazione della Performance. Progressioni economiche orizzontali ALLEGATO 2 Sistema di misurazione e valutazione della Performance Progressioni economiche orizzontali. Sommario ALLEGATO 2...1 1.1. Il sistema di classificazione del personale...3 1.2. Progressione economica

Dettagli

Città di Eraclea. Provincia di Venezia

Città di Eraclea. Provincia di Venezia Città di Eraclea Provincia di Venezia PROGRAMMA E PROVE D ESAME DEI CONCORSI PER L ACCESSO AGLI IMPIEGHI NOTA INTRODUTTIVA La descrizione delle materie per le prove d esame ha valore esemplificativo. Può

Dettagli

AGENZIA REGIONALE DI SANITÀ TOSCANA DECRETO DEL DIRETTORE IL DIRETTORE

AGENZIA REGIONALE DI SANITÀ TOSCANA DECRETO DEL DIRETTORE IL DIRETTORE AGENZIA REGIONALE DI SANITÀ TOSCANA DECRETO DEL DIRETTORE n. 10 del 05/05/2008 Oggetto: Approvazione profili professionali del personale dipendente dell Agenzia. IL DIRETTORE Vista la legge regionale 24

Dettagli

RUOLO AZIENDALE DEI 28 PROFILI PROFESSIONALI APPARTENENTI ALLE CATEGORIE A B C D.

RUOLO AZIENDALE DEI 28 PROFILI PROFESSIONALI APPARTENENTI ALLE CATEGORIE A B C D. RUOLO AZIENDALE DEI 28 PROFILI PROFESSIONALI APPARTENENTI ALLE CATEGORIE A B C D. CATEGORIA A OPERATORE Assicura lo svolgimento di attività prevalentemente esecutive o di carattere tecnico manuali (trasporto

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE Unità direttiva Segreteria di Direzione ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE a) assistenza agli organi dell Agenzia b) istruttoria preliminare

Dettagli

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

Operatore amministrativo-segretariale. Standard della Figura nazionale

Operatore amministrativo-segretariale. Standard della Figura nazionale Operatore amministrativo-segretariale Standard della Figura nazionale 109 Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche di riferimento: ATECO

Dettagli

Operatore amministrativo-segretariale. Standard formativo minimo regionale

Operatore amministrativo-segretariale. Standard formativo minimo regionale Operatore amministrativo-segretariale Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura professionale Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate economiche di riferimento:

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MAINO CLAUDIO Indirizzo Telefono Fax +39 011.3130.561 E-mail c.maino@atc.torino.it Nazionalità Italiana Data

Dettagli

Profilo Ragioniere con diploma di Perito Commerciale

Profilo Ragioniere con diploma di Perito Commerciale Profilo Ragioniere con diploma di Perito Commerciale il corso di studi mira a formare diplomati in grado di ricoprire figure professionali polivalenti in cui si possano coniugare in modo equilibrato una

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - ADDETTO UFFICIO TECNICO

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 17. OPERATORE AMMINISTRATIVO-SEGRETARIALE. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 17. OPERATORE AMMINISTRATIVO-SEGRETARIALE. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 17. OPERATORE AMMINISTRATIVO-SEGRETARIALE Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 4. Impiegati 4.1.1.4

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome CELONI CLAUDIO Indirizzo N.C. 1, piazza Napoleone,55100 Lucca Telefono 0583-417290 Fax 0583-417930 E-mail

Dettagli

OPERATORE AI SERVIZI DI IMPRESA

OPERATORE AI SERVIZI DI IMPRESA AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO SERVIZI COMMERCIALI Denominazione della figura OPERATORE AI SERVIZI DI IMPRESA Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 4. Impiegati

Dettagli

REQUISITI PER LA PROGRESSIONE VERTICALE

REQUISITI PER LA PROGRESSIONE VERTICALE Allegato P (rif. artt. 215-216) REQUISITI PER LA PROGRESSIONE VERTICALE A Requisiti per la progressione verticale per le singole categorie 1. I requisiti richiesti per la progressione verticale sono: a)

Dettagli

Patrizia Moggia. patrizia.moggia@consiglio.regione.lombardia.it

Patrizia Moggia. patrizia.moggia@consiglio.regione.lombardia.it C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Patrizia Moggia Data di nascita 28/08/1964 Qualifica ISTRUTTORE DIRETTIVO Amministrazione CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA Incarico attuale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI Cagliari, 29 febbraio 2012 UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI DIREZIONE PER IL PERSONALE Settore concorsi T.A.A. Pubblicato sul sito d Ateneo in data 29.02.2012 Scadenza invio domande 20.03.2012 AI DIRETTORI

Dettagli

f a c o l t à d i INGEGNERIA

f a c o l t à d i INGEGNERIA f a c o l t à d i INGEGNERIA UNIVERSITÀ politecnica delle marche facoltà di Via Brecce Bianche, 12 60131 Tel. 071 2204778 INGEGNERIA Per informazioni più approfondite relative alla didattica dei singoli

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO Provincia di Trapani

COMUNE DI ALCAMO Provincia di Trapani COMUNE DI ALCAMO Provincia di Trapani ALLEGATO D Al Regolamento degli Uffici e dei Servizi MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI PREMESSA Il presente mansionario ha natura esemplificativa e puramente indicativa.

Dettagli

Nome Leonardo Golia Indirizzo Via Vittime del 9 luglio, 2 93100 Caltanissetta Telefono Mobile +393351366136 Fax E-mail leonardo.golia@ingpec.

Nome Leonardo Golia Indirizzo Via Vittime del 9 luglio, 2 93100 Caltanissetta Telefono Mobile +393351366136 Fax E-mail leonardo.golia@ingpec. C U R R I C U L U M V I T A E E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome Leonardo Golia Indirizzo Via Vittime del 9 luglio, 2 93100 Caltanissetta Telefono Mobile +393351366136 Fax E-mail leonardo.golia@ingpec.eu

Dettagli

Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici

Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici Figure professionali: addetto conduzione impianti addetto impianti sistemi automatizzati colatore fonditore laminatore verniciatore stampatore

Dettagli

MANSIONARIO DELL AGENZIA FORMATIVA ALL.03

MANSIONARIO DELL AGENZIA FORMATIVA ALL.03 MANSIONARIO DELL AGENZIA FORMATIVA ALL.03 Pagina 1 di 7 DATA I EMISSIONE: 12/01/2008 Resp. Redazione RGSQ Resp. Verifica RGSQ Resp. Approvazione DIR REVISIONI DATA MODIFICHE RESP. VERIFICA GESTIONE SISTEMA

Dettagli

DENOMINAZIONE DEL CORSO: QUALIFICA E INDIRIZZI

DENOMINAZIONE DEL CORSO: QUALIFICA E INDIRIZZI NOTE ESPLICATIVE: DENOMINAZIONE DEL CORSO: QUALIFICA E INDIRIZZI 1. La presente tabella indica i codici, le denominazioni e le durate (se definite) di ogni qualifica / specializzazione / frequenza / patente

Dettagli

Operatore amministrativo-segretariale informatica gestionale Standard formativo minimo regionale

Operatore amministrativo-segretariale informatica gestionale Standard formativo minimo regionale Allegato B) PROFILI DI OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE INFORMATICA GESTIONALE, OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE PAGHE E CONTRIBUTI, OPERATORE RIPARATORE VEICOLI A MOTORE MANUTENZIONE AEROMOBILI

Dettagli

Prot. n. 9744 Teramo li 30 agosto 2005

Prot. n. 9744 Teramo li 30 agosto 2005 Prot. n. 9744 Teramo li 30 agosto 2005 Ai Direttori Amministrativi delle Università LORO SEDI e, p.c. Alle OO.SS ed alle R.S.U. di Ateneo SEDE Oggetto: Trasferimenti di personale del Comparto Università

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - TECNICO CONDUZIONE CANTIERE: gestione tecnico amministrativa

Dettagli

Operatore dei sistemi e dei servizi logistici. Standard della Figura nazionale

Operatore dei sistemi e dei servizi logistici. Standard della Figura nazionale Operatore dei sistemi e dei servizi logistici Standard della Figura nazionale 122 Denominazione della figura OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVIZI LOGISTICI Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT

Dettagli

RTS SMILE Puglia (Capofila),Enfap Puglia, Ial Puglia, Formedil Bari, Formedil Foggia

RTS SMILE Puglia (Capofila),Enfap Puglia, Ial Puglia, Formedil Bari, Formedil Foggia SOGGETTO ATTUATORE RTS SMILE Puglia (Capofila),Enfap Puglia, Ial Puglia, Formedil Bari, Formedil Foggia DESTINATARI Lavoratori occupati in imprese che hanno aderito a Fondimpresa prima dell avvio dell

Dettagli

IL DIRETTORE DEL SETTORE GESTIONE DEL PERSONALE

IL DIRETTORE DEL SETTORE GESTIONE DEL PERSONALE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE INFORMATICO CATEGORIA C, POSIZIONE ECONOMICA 1 IL DIRETTORE DEL SETTORE GESTIONE DEL

Dettagli

MORETTO GIUSEPPE VIA SAVONAROLA 16/N (LOCALITÀ BORSEA) 45100 ROVIGO. gmoretto@alice.it moretto@consvipo.it

MORETTO GIUSEPPE VIA SAVONAROLA 16/N (LOCALITÀ BORSEA) 45100 ROVIGO. gmoretto@alice.it moretto@consvipo.it F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome Indirizzo MORETTO GIUSEPPE VIA SAVONAROLA 16/N (LOCALITÀ BORSEA) 45100 ROVIGO Telefono 0425 475045

Dettagli

1 / BA-BR-LE-TR ADDETTO AMMINISTRATIVO

1 / BA-BR-LE-TR ADDETTO AMMINISTRATIVO Rif. 1 / BA-BR-LE-TR ADDETTO AMMINISTRATIVO Acquedotto Pugliese Spa ricerca addetti alla gestione pratiche amministrative. Il candidato ideale è in possesso di diploma di istruzione secondaria superiore

Dettagli

SOMMARIO SUPPORTI AGGIUNTIVI A TARGET SPECIFICI...11 DISABILI...11 STRANIERI...11

SOMMARIO SUPPORTI AGGIUNTIVI A TARGET SPECIFICI...11 DISABILI...11 STRANIERI...11 Allegato A alla DGP n del Provincia di Pistoia Dipartimento Lavoro e Politiche Sociali Servizio Lavoro PIANO PROVINCIALE PER LA FORMAZIONE ESTERNA DELL APPRENDISTATO 2008-2010 Manuale di indirizzo per

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEL PERSONALE DEI LIVELLI. Manuale

LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEL PERSONALE DEI LIVELLI. Manuale LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEL PERSONALE DEI LIVELLI LA VALUTAZIONE CCNL 31.03.1999 ART. 6 Sistema di valutazione 1. In ogni ente sono adottate metodologie permanenti per la valutazione delle prestazioni

Dettagli

CANTIERE 2015/16 COMPUTO METRICO E SCRITTURE CONTABILI DI CANTIERE ANALISI COSTI E PREVENTIVAZIONE LAVORI (BASE)

CANTIERE 2015/16 COMPUTO METRICO E SCRITTURE CONTABILI DI CANTIERE ANALISI COSTI E PREVENTIVAZIONE LAVORI (BASE) 2015/16 CRESCITA PROFESSIONALE Ottobre 2015 - Settembre 2016 Il primo obiettivo di un vero professionista è quello di migliorarsi constantemente e di crescere in linea con l evoluzione del proprio settore.

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. Il 2005, in Roma. premesso che:

VERBALE DI ACCORDO. Il 2005, in Roma. premesso che: VERBALE DI ACCORDO Il 2005, in Roma ABI e.. premesso che: il d. lgs. n. 276 del 10 settembre 2003 ha introdotto una nuova disciplina dell apprendistato, regolando all art. 49, la fattispecie dell apprendistato

Dettagli

PROFILI PROFESSIONALI ( SEDE SALVETTI ) TERZO ANNO DI QUALIFICA OPERATORE DELLA GESTIONE AZIENDALE

PROFILI PROFESSIONALI ( SEDE SALVETTI ) TERZO ANNO DI QUALIFICA OPERATORE DELLA GESTIONE AZIENDALE PROFILI PROFESSIONALI ( SEDE SALVETTI ) TERZO ANNO DI QUALIFICA OPERATORE DELLA GESTIONE AZIENDALE L operatore della gestione aziendale è in possesso di una valida cultura i base e di una preparazione

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI DI RACCOLTA E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI DI RACCOLTA E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SETTORE AMBIENTE TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI DI RACCOLTA E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI DI RACCOLTA E SMALTIMENTO DEI

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DELLE DIREZIONI REGIONALI DI ANCONA, BOLZANO, CAGLIARI, PALERMO E REGGIO CALABRIA 1 DELL AGENZIA DELLE DOGANE

ORGANIZZAZIONE DELLE DIREZIONI REGIONALI DI ANCONA, BOLZANO, CAGLIARI, PALERMO E REGGIO CALABRIA 1 DELL AGENZIA DELLE DOGANE Prot. n. 496/UD ORGANIZZAZIONE DELLE DIREZIONI REGIONALI DI ANCONA, BOLZANO, CAGLIARI, PALERMO E REGGIO CALABRIA 1 DELL AGENZIA DELLE DOGANE Modificata ed integrata con determinazioni direttoriali prot.

Dettagli

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI TIPOLOGIA DESCRIZIONE esemplificativa Limite importo per affid. diretto Limite importo per procedura di cottimo fiduciario

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIA VALLE D AOSTA, 44 85010 PIGNOLA (PZ) Telefono 0971 42.05.75 - Cell. 328 26.12.935 Fax 0971 66.89.54 E-mail alessandro.pino@regione.basilicata.it

Dettagli

G. FORTUNATO-S. SCOCA

G. FORTUNATO-S. SCOCA ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE G. FORTUNATO-S. SCOCA Sedi associate: ITC. G. FORTUNATO - CORSO SIRIO IPSSCT S. SCOCA I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (I e FP) La Riforma degli Istituti

Dettagli

ELENCO NAZIONALE DELLE ULTERIORI ARTICOLAZIONI DELLE AREE DI INDIRIZZO DEI PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI IN OPZIONI

ELENCO NAZIONALE DELLE ULTERIORI ARTICOLAZIONI DELLE AREE DI INDIRIZZO DEI PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI IN OPZIONI A LLEGATO B ELENCO NAZIONALE DELLE ULTERIORI ARTICOLAZIONI DELLE AREE DI INDIRIZZO DEI PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI IN OPZIONI ALLEGATO B1 Indirizzo: Manutenzione e assistenza tecnica - Opzione:

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 dicembre 2011, n. 235

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 dicembre 2011, n. 235 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 dicembre 2011, n. 235 Regolamento recante la disciplina sull'organizzazione e la dotazione delle risorse umane e strumentali per il funzionamento dell'agenzia

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELLA PROVINCIA DI ROMA

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELLA PROVINCIA DI ROMA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELLA PROVINCIA DI ROMA Via Ruggero di Lauria, 28 00192 Roma SELEZIONE PER SOLI ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE CON

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO (Convenzione stipulata in data )

PROGETTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO (Convenzione stipulata in data ) PROGETTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO (Convenzione stipulata in data ) NOMINATIVO DEL TIROCINANTE DATA E LUOGO DI NASCITA RESIDENZA TELEFONO CODICE FISCALE ATTUALE CONDIZIONE ( segnare con una x la casella

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail Nazionalità GUARESCHI, FRANCA Data di nascita ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da

Dettagli

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI TIPOLOGIA DESCRIZIONE esemplificativa Limite importo per affid. diretto Limite importo per gara ufficiosa Col.1 Col.2 Col.3

Dettagli

OSA Operatore Socio Assistenziale 600 ore (60 ore AULA + 240 ore FAD + 300 ore TIROCINIO)

OSA Operatore Socio Assistenziale 600 ore (60 ore AULA + 240 ore FAD + 300 ore TIROCINIO) CATALOGO FORMAZIONE Abilità personali CORSO Durata Costo OSA Operatore Socio Assistenziale 600 ore (60 ore AULA + 240 ore FAD + 300 ore TIROCINIO) OSS Operatore Socio Sanitario 1000 ore (330 ore AULA +

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TURISMO TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER

Dettagli

Master in Regolazione dell attività e dei mercati finanziari

Master in Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Master in Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Organizzazione dei Sistemi Informativi e outsourcing Insieme di strumenti automatici, manuali, procedure, risorse umane, flussi informativi,

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA NUOVO ORDINAMENTO

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA NUOVO ORDINAMENTO ORGANIZZAZIONE DIDATTICA NUOVO ORDINAMENTO ISTRUZIONE PROFESSIONALE - PERCORSO QUINQUENNALE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO INDIRIZZO MANUTENZIONE EASSISTENZA TECNICA a) Opzione Apparati, impianti e servizi

Dettagli

DOCUMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE DI MODENA

DOCUMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE DI MODENA DOCUMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE DI MODENA (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale N 242 del 26/04/2011) INDICE CAPO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO (Convenzione stipulata in data )

PROGETTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO (Convenzione stipulata in data ) PROGETTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO (Convenzione stipulata in data ) NOMINATIVO DEL TIROCINANTE DATA E LUOGO DI NASCITA RESIDENZA TELEFONO CODICE FISCALE ATTUALE CONDIZIONE ( segnare con una x la casella

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE COORDINAMENTO E SVILUPPO. Coordinatore, Responsabile della Direzione Tecnica Coordinamento e Sviluppo

DIREZIONE CENTRALE COORDINAMENTO E SVILUPPO. Coordinatore, Responsabile della Direzione Tecnica Coordinamento e Sviluppo INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome CHRISTIANO COSTANTINI Luogo e data di Nascita VITTORIO VENETO (TV) 16/07/1951 Indirizzo ufficio Via C. Baseggio, 5-30174 Mestre Venezia Telefono ufficio 041 29077819

Dettagli

m.mastropasqua@ao-garibaldi.ct.it

m.mastropasqua@ao-garibaldi.ct.it F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Informazioni personali Nome Indirizzo Via Giacomo Leopardi 126, 95127 Catania, Italia Telefono 335 121 0274 Fax E-mail m.mastropasqua@ao-garibaldi.ct.it

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: DURATA: 7 MESI 4/5 lezioni a settimana turni serali o mattutini

PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: DURATA: 7 MESI 4/5 lezioni a settimana turni serali o mattutini PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: TECNICO DELLA GESTIONE DELLA CONTABILITA E FORMULAZIONE DEL BILANCIO AGENZIA FORMATIVA: New Training School S.r.l. Sede: via Peretti 1, scala

Dettagli

ANTONIO TALONE. a.talone@provincia.roma.it

ANTONIO TALONE. a.talone@provincia.roma.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANTONIO TALONE Telefono 0667667159 Fax 0667667157 E-mail a.talone@provincia.roma.it Nazionalità ITALIANA Data di nascita 08/01/1967 ESPERIENZA LAVORATIVA Nome

Dettagli

SERVIZIO DI COORDINAMENTO TECNICO ED AMMINISTRATIVO (Servizio di livello dirigenziale)

SERVIZIO DI COORDINAMENTO TECNICO ED AMMINISTRATIVO (Servizio di livello dirigenziale) UFFICIO ORGANO PER LA SICUREZZA L Ufficio, alle dirette dipendenze del Direttore generale dell APAT, garantisce gli adempimenti previsti dalla normativa vigente in materia di sicurezza per la tutela del

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO (Convenzione stipulata in data )

PROGETTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO (Convenzione stipulata in data ) PROGETTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO (Convenzione stipulata in data ) NOMINATIVO DEL TIROCINANTE DATA E LUOGO DI NASCITA RESIDENZA TELEFONO CODICE FISCALE ATTUALE CONDIZIONE ( segnare con una x la casella

Dettagli

SETTORE ECONOMICO Indirizzo: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING (ex Ragioneria) articolazione: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING

SETTORE ECONOMICO Indirizzo: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING (ex Ragioneria) articolazione: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING SETTORE ECONOMICO Indirizzo: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING (ex Ragioneria) articolazione: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Diploma di Ragioniere, Perito in Amministrazione, Finanza e Marketing

Dettagli

COMPETENZE DI CONTESTO (Capacità)

COMPETENZE DI CONTESTO (Capacità) DENOMINAZIONE POSIZIONE: CODICE POSIZIONE: TIPO DI POSIZIONE: STRUTTURA ORGANIZZATIVA DI APPARTENENZA: AREA SETTORIALE DI APPARTENENZA: FAMIGLIA PROFESSIONALE DI APPARTENENZA: GRADUAZIONE POSIZIONE: FINALITÀ

Dettagli

ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013

ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013 COMUNE DI BORGETTO PROVINCIA DI PALERMO ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013 SINDACO SEGRETARIO COMUNALE GIUNTA MUNICIPALE AREA 1^ AREA 2^ AREA 3^ AREA 4^

Dettagli

PIANO DI FORMAZIONE 2011/2012

PIANO DI FORMAZIONE 2011/2012 A. ATTIVITA FORMATIVA MANAGERIALE PER DIRIGENTI/POSIZIONI ORGANIZZATIVE/ALTE PROFESSIONALITA' - Coaching individuale. - Capacità di sviluppare integrazione, partecipazione e ascolto. Capacità di infondere

Dettagli

Comune di Rimini. Allegato alla deliberazione di C.C. n. 203 del 16/12/99

Comune di Rimini. Allegato alla deliberazione di C.C. n. 203 del 16/12/99 Comune di Rimini Allegato alla deliberazione di C.C. n. 203 del 16/12/99 Regolamento del Servizio Pubblico Globale di Gestione del Territorio del Comune di Rimini. Regolamento servizio pubblico globale.doc

Dettagli

luciabigini@gmail.com

luciabigini@gmail.com CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome LUCIA BIGINI Indirizzo MASSA Via F.lli Rosselli n. 60 Telefono 0585252817 Fax E-mail luciabigini@gmail.com Nazionalità italiana Data di nascita 5 dicembre 1956

Dettagli

BANDO ALLEGATO 2 Offerta Tecnica

BANDO ALLEGATO 2 Offerta Tecnica BANDO ALLEGATO 2 Offerta Tecnica Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA PRESCRIZIONI TECNICHE Modalità di esecuzione e descrizione del Servizio Il Servizio integrato oggetto del

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Marina Garzuglia Data di nascita 11/11/1963 Coordinatore Tecnico D2

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Marina Garzuglia Data di nascita 11/11/1963 Coordinatore Tecnico D2 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Marina Garzuglia Data di nascita 11/11/1963 Qualifica Amministrazione Coordinatore Tecnico D2 Comune di Terni Incarico attuale Responsabile dei procedimenti Edilizi presso lo

Dettagli

Quesito 1. Risposta 1. a) le società in A.T.I. con i seguenti requisiti possono partecipare?

Quesito 1. Risposta 1. a) le società in A.T.I. con i seguenti requisiti possono partecipare? Quesito 1 a) le società in A.T.I. con i seguenti requisiti possono partecipare? Società Requisiti Società Capogruppo nell ultimo triennio (2006/2007/2008) in ciascuno degli anni almeno un fatturato pari

Dettagli

Scheda figura professionale prima release - 15 giugno 2009

Scheda figura professionale prima release - 15 giugno 2009 Scheda figura professionale prima release - 15 giugno 2009 Denominazione Figura Settore di riferimento trasversale 372 addetto alle operazioni ed alle procedure amministrative Ambito di attività amministrazione

Dettagli

Nel 2012 il Moretto confluisce con l'itis Castelli nel nuovo Istituto di Istruzione Superiore Benedetto Castelli.

Nel 2012 il Moretto confluisce con l'itis Castelli nel nuovo Istituto di Istruzione Superiore Benedetto Castelli. Istituto di Istruzione Superiore "Benedetto Castelli" IPSIA MORETTO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013-2014 Diploma Statale Manutenzione e Assistenza Impiantistica Industriale e Civile Qualifica Regionale / Europea

Dettagli

CORSO DI LAUREA E DI LAUREA SPECIALISTICA. IN INGEGNERIA GESTIONALE (www.ingegneria.unical.it/cdl/ges) (www.ingegneria.unical.

CORSO DI LAUREA E DI LAUREA SPECIALISTICA. IN INGEGNERIA GESTIONALE (www.ingegneria.unical.it/cdl/ges) (www.ingegneria.unical. CORSO DI LAUREA E DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE (www.ingegneria.unical.it/cdl/ges) (www.ingegneria.unical.it/cdls/ges) 1. Informazioni Generali Presidente del Consiglio di Corso di Laurea:

Dettagli

Indirizzo Sede Provincia di Udine, in Udine, P.zza Patriarcato, 3

Indirizzo Sede Provincia di Udine, in Udine, P.zza Patriarcato, 3 Curriculum professionale Informazioni personali Cognome Nome Valter COLUSSA Indirizzo Sede Provincia di Udine, in Udine, P.zza Patriarcato, 3 Esperienza professionale dirigente da giugno 2003 Dal 1.1.2009

Dettagli

INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE

INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE L unione di più esperienze e una struttura di vendita competente e dinamica consentono ad IMPRESA di offrire una forte operatività, mirata alla soluzione delle esigenze del

Dettagli

Unione Lombarda dei comuni Oglio - Ciria

Unione Lombarda dei comuni Oglio - Ciria Deliberazione n 31 Adunanza del 10/04/2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE OGGETTO: PRESA D'ATTO: VERBALE INCONTRO CON IL MEDICO DEL LAVORO DOTT.SSA BOCCASAVIA GRETA PER ESAME PRATICA

Dettagli

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G)

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G) GLI INDIRIZZI DI STUDIO E I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto, sempre attento alle esigenze formative del territorio nel quale opera, ha diversificato, nel corrente anno scolastico, la propria offerta formativa

Dettagli

COMUNE DI PEVERAGNO (Provincia di Cuneo)

COMUNE DI PEVERAGNO (Provincia di Cuneo) COMUNE DI PEVERAGNO (Provincia di Cuneo) SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Misurazione, valutazione e trasparenza della performance organizzativa e individuale (Decreto legislativo

Dettagli

Esemplificazione determinazione del compenso CP. Esemplificazione calcolo compenso CP per prestazione di progettazione preliminare A B C C

Esemplificazione determinazione del compenso CP. Esemplificazione calcolo compenso CP per prestazione di progettazione preliminare A B C C Prestazioni affidate Incidenza Q Esemplificazione determinazione del compenso CP Esemplificazione calcolo compenso CP per prestazione di progettazione preliminare A B C C 1 categoria d opera meccanici

Dettagli

DIRIGENTE CAPO SERVIZIO SETTORE POLIZIA LOCALE E PROTEZIONE CIVILE. CAPO SETTORE ad interim SETTORE COMMERCIO E ATTIVITA' ECONOMICHE

DIRIGENTE CAPO SERVIZIO SETTORE POLIZIA LOCALE E PROTEZIONE CIVILE. CAPO SETTORE ad interim SETTORE COMMERCIO E ATTIVITA' ECONOMICHE INFORMAZIONI PERSONALI Nome FONTOLAN LORENZO Data di nascita 24/09/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio DIRIGENTE CAPO SERVIZIO SETTORE POLIZIA LOCALE E PROTEZIONE

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

! "!! # $! % $ % &!!! '( & )* ' &!! '( +,! "! - $%!!!.! / &!' &% 0 '(!!!! )* $! " &!! 0 '

! !! # $! % $ % &!!! '( & )* ' &!! '( +,! ! - $%!!!.! / &!' &% 0 '(!!!! )* $!  &!! 0 ' " # $ % $ % & '( & )* ' & '( & ' +, " - $%. / & ' &% 0 '( )* $ " & 0 ' -, " - $ 10 2 " + ", &32' &456' - % 6, 2 +, " 524+& ' " 7 8 " $ - # " % 9 & ' ( & ' : " 2 ", " - % )* 0 ; 6: : " # ". / - 0, ) "#

Dettagli

IL DIRETTORE CENTRALE PERSONALE E SISTEMI INFORMATIVI

IL DIRETTORE CENTRALE PERSONALE E SISTEMI INFORMATIVI AVVISO PUBBLICO, PER LA COPERTURA DELLA POSIZIONE DIRIGENZIALE DIRETTORE DEL SETTORE AGRICOLTURA, CON CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 110 D.LGS. N. 267/2000 IL DIRETTORE CENTRALE

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DELLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA. Ai sensi della legge 150/2000

REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DELLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA. Ai sensi della legge 150/2000 REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DELLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA Ai sensi della legge 150/2000 Art 1. Principi generali La Provincia di Forlì - Cesena, attraverso

Dettagli

E. Struttura e organizzazione del sistema

E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E.1 Sistema di gestione L azienda dovrebbe strutturare il SGSL seguendo i contenuti espressi nel presente documento,

Dettagli

CORSO BREVE. Il Collaudo

CORSO BREVE. Il Collaudo Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli CORSO BREVE sulla normativa inerente la PROGETTAZIONE e la REALIZZAZIONE di OPERE PUBBLICHE

Dettagli