CYBER SECURITY IN AMBIENTE AEROSPAZIALE INTEGRATO ED INTEROPERABILE EXECUTIVE S UMMARY

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CYBER SECURITY IN AMBIENTE AEROSPAZIALE INTEGRATO ED INTEROPERABILE EXECUTIVE S UMMARY"

Transcript

1 CYBER SECURITY IN AMBIENTE AEROSPAZIALE INTEGRATO ED INTEROPERABILE EXECUTIVE S UMMARY Quaderni CESMA Nov

2 L ambiente cibernetico è tra i più importanti punti nodali della vita delle società moderne e della loro stabilità economica ed è orfano di ogni organizzazione centrale tesa a governarne gli argini e controllarne lo sviluppo e l uso indiscriminato. In risposta ad uno scenario di crescente complessità e minaccia digitale, gli Stati stanno compiendo importanti sforzi per potenziare le proprie strutture di gestione e di contrasto alle minacce che si evolvono rapidamente a costi irrisori e con crescente difficoltà identificativa. La minaccia è diversificata: da una parte troviamo strumenti di attacco (hardware e/o software) di facile reperibilità (e.g., malware, jammer, tool per denial of service), che basano il loro funzionamento su falle note degli standard e dei protocolli usati per sviluppare sistemi; dall altra attacchi specifici che hanno, generalmente, una probabilità di successo maggiore e che, spesso, si basano su falle non note (vulnerabilità zero-day) del bersaglio, a discapito di una maggiore laboriosità di sviluppo e quindi della necessità di attaccanti altamente specializzati. In questo contesto, l Aeronautica Militare da molti anni investe nel settore cyber mantenendo un forte equilibrio tra lo sviluppo di sistemi d arma digitali (ad esempio nel settore C4ISTaR), l adeguamento delle relative info-strutture, il reclutamento e la formazione di nuovo personale, l addestramento in ambito nazionale e multinazionali dei Reparti interessati e non ultimo la ricerca e l aggiornamento di nuove tecnologie (anche in collaborazione con l Università). Lo sviluppo cibernetico dell AM, è volto alla modernizzazione dei sistemi tecnologici in senso lato, nell alveo della Policy dettata dallo Stato Maggiore Difesa e si inserisce in un disegno strategico più esteso, discendente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Tale sforzo, si traduce in sistemi e servizi nell ambito dell Office Automation ovvero operativo, che offrono capacità e cicli decisionali in tempi indiscutibilmente brevi e in maniera sicura. La cosiddetta Cyber-Dimension oggi rappresenta la spina dorsale delle operazioni militari dalla pianificazione alla condotta alla fase di post condotta: l ambiente aereospaziale, per la peculiarità e la varietà di operazioni dirette ed indirette che svolge e supporta, risulta estremamente vulnerabile e per questo l orientamento a disporre di una capacità di operare nel dominio dello spazio cibernetico è vivamente sentito. Infatti, al momento non è concepibile pensare di conquistare una superiorità/supremazia aerea ed esercitare il complesso delle operazioni di C4IStaR senza un adeguato grado di superiorità/supremazia nell ambiente cibernetico a partire dal segmento Cyber- Security. Infatti, l'importanza della sicurezza dei sistemi informativi è difficilmente sottostimabile; mentre i danni derivanti dal Cyber-Warfare possono essere misurati in milioni di dollari ed in crescita esponenziale, molto più critico appare l'impatto di attacchi Cyber che riescano a superare i Quaderni CESMA Nov

3 confini tra le reti pubbliche e le reti sicure che formano l'infrastruttura tipica di una Forza Armata Network Centrica. Massimizzando l'interdipendenza e la sinergia tra i nodi, i sensori e gli attuatori di una rete, l'approccio Network Centric rende software, reti, comunicazioni e dati bersagli ancora più appetibili del passato, esponendoli ad una vasta gamma di attacchi sempre più sofisticati ed efficaci, scagliati da entità operative scarsamente identificabili in un contesto complessivo dove il framework di leggi e trattati è ancora embrionale ed inadeguato e, le regole d'ingaggio ancora non esistono. Per questo, la transizione al Network Centric Warfare porta con sé un imperativo rinnovato all'aumento della sicurezza dei dati e delle architetture; considerata l'efficacia dell'attuale capacità di risposta tecnico-organizzativa non sviluppata per fronteggiare questo tipo di minacce, appare quanto mai necessaria una strategia Cyber a 360 gradi, che partendo da una serena considerazione delle necessità strategiche del sistema paese, abbia come obiettivo lo sviluppo di una roadmap di crescita delle capacità cibernetiche dell'am (e delle FF.AA. in generale) che guardi con particolare attenzione alla dottrina NCW ed alle necessità di difesa attiva al momento non completamente affrontate. In particolare la nuova strategia di Cyber Defence dovrebbe indirizzare l'intero ciclo di vita degli asset protetti, a partire dalla loro concezione, abbandonando definitivamente l'approccio attuale di applicazione "successiva" della sicurezza e sviluppando una rinnovata capacità di collaborazione tra gli stakeholders operativi e quelli orientati alla sicurezza. Un'iniziativa di questo tipo dovrebbe sviluppare una visione che, partendo da un approccio evoluto al risk management, consideri in maniera coerente gli assetti net-centrici da proteggere, i rischi e le minacce ad essi connessi, prendendo progressivamente in considerazione tutti i livelli architetturali ed i componenti: dai processi operativi alle organizzazioni, dal software embedded nei sistemi alle interfacce di interoperabilità. In base a questa valutazione sarà possibile sviluppare una visione completa dei bisogni in termini di Cyber Security e pianificare iterativamente un'evoluzione completa della strategia di protezione delle info-strutture critiche dagli attacchi Cyber che comprenda obiettivi di sviluppo a breve, medio e lungo termine accelerando l evoluzione ed il deployment di nuove metodologie ed architetture per il testing e la valutazione dell'efficacia della difesa, nuove tecniche di protezione delle reti, dei dati e delle applicazioni software, nonché, in particolare e con estrema attenzione e rilevanza, le necessarie iniziative di formazione e trasmissione della cultura della Cyber Security. L'analisi e la successiva implementazione dovranno massimizzare le sinergie tra tutti gli aventi causa del settore pubblico e privato coinvolgendo in un'ampia partnership FF.AA., Industria, Quaderni CESMA Nov

4 Accademia, Laboratori nazionali ed organismi transnazionali per identificare lo stato dell'arte e le migliori best practice del settore pubblico e privato ed analizzare lo stato presente e futuro delle capacità, le minacce, le vulnerabilità e le conseguenze delle stesse nelle missioni critiche dell'am per identificare i gap critici ed assegnare loro priorità opportune, in termini di indagine e successivamente di implementazione e rischieramento delle misure di primo impatto e contenimento. Successivamente, similmente a quanto accaduto in altri paesi, la copertura completa ed organica dei gap dovrà essere pianificata distinguendo le iniziative Quick Win a breve termine (3-5 anni), quelle a medio termine (entro il 2020) ed a lungo termine (2025+) utilizzando un approccio mission oriented per l'implementazione della Cyber Defense che soddisfi che indirizzi il core delle missioni della Forza Armata (Aria, Spazio, C4ISTaR, Mission Support) mettendo in campo un meccanismo tecnico-organizzativo governabile, in grado di reagire in maniera efficace, ma anche in grado di rispondere in maniera flessibile e di evolversi in funzione del continuo mutamento delle minacce e del progressivo cambiamento delle esigenze del sistema paese. Contestualmente, in ambito Difesa, andrà perfezionata la governance complessiva e l organizzazione interforze preposta ad integrare ed impiegare le capacità delle singole FA, nonché definire ovvero perfezionare il contesto normativo e giuridico di riferimento in virtù di possibili sviluppi in senso attivo dell ambiente cibernetico già all attenzione politica. E necessario, dunque, un accelerazione verso lo sfruttamento delle possibili tecnologie applicate all ambito cibernetico per abbattere definitivamente confini e barriere tecnologiche e raggiungere elevati standard di sicurezza, superiorità e supremazia digitale, flessibilità e velocità di azione e di svolgimento dei processi decisionali, oggi vitali per la pianificazione e condotta di operazioni di qualsiasi natura come anche, attività routinarie di Office Automation. Il dominio cibernetico e digitale facilita l interdipendenza e l allineamento tra operazioni offensive e difensive quasi a farle combaciare ed anche per questo, garantisce ai vari strati gerarchici una indiscussa Situational Awareness e Situational Dominance. La gestione del dominio cibernetico richiede un sistema di Comando e Controllo centralizzato ed esclusivo allo scopo di poter governare attività in cross-domain e deconflittarle dai vari ambiti (classificato, non classificato, NATO, Europeo, rete di Coalizione, Cross Targeting, ecc). L orientamento è, quindi, quello di incrementare e migliorare le misure attive e passive di difesa per negare, ridurre, limitare ed eventualmente valutare l effetto prodotto da attacchi esterni. Tali considerazioni, potrebbero portare il livello di ambizione cibernetica dell AM a valutare ipotesi di sviluppare nel tempo una Organizzazione digitale organica con la trasformazione di varie entità Quaderni CESMA Nov

5 oggi esistenti in un singolo Cyber Command in grado di uniformare, standardizzare e massificare tutti gli strumenti digitali a supporto delle operazioni aeree nei vari scenari ed opzioni proponibili (Crisis response Operations, Non-Art 5, Art. 5, Military Operations Other then War, ecc.); tutto ciò potrebbe essere plausibile alla luce delle capacità di cui l Aeronautica è già in possesso e delle esperienze real world. Il passaggio al consolidamento di una organizzazione cibernetica, e quindi il suo sviluppo ed impiego, deve prevedere la capacità di pianificare e condurre attività nell ambito del ciberspazio ma soprattutto deve essere accettato come cambio di cultura ed approccio alle operazioni convenzionali. Le attuali minacce cyber possono pertanto compromettere la riuscita di una missione poiché possono interferire in maniera malevola e silente sulla connettività dei sistemi di comunicazione, nei servizi di integrazione della rete, nei servizi offerti dalle applicazioni funzionali, andando a modificare o a rendere non più attendibili e/o disponibili le informazioni dei sistemi SIGINT, C2, catene logistiche etc. La trasformazione dello strumento militare dovrebbe basarsi su tre capacità abilitanti: positioning, communication e sensing; senza entrare nel dettaglio tali tecnologie risultano vulnerabili a vari tipi di attacco cyber. GPS, (GLOBAL POSITIONING SYSTEM), GNSS (GLOBAL NAVIGATION SATELLITE SYSTEM), Sistema di navigazione satellitare UE denominato Galileo (Jamming e spoofing con fase vulnerabile durante l acquisizione del segnale), SBAS (Satellite Based Augmentation System), WI-FI (Wireless Fidelity) e WI-MAX (Worldwide Interoperability for Microwave Access - diversi attacchi di spoofing, scrambling, etc.), SATCOM (Jammer intermittenti, vulnerabilità della rete ATM, jamming su BER, etc.), GSM (Global System for Mobile Communications), UMTS (UNIVERSAL MOBILE TELECOMMUNICATIONS SYSTEM) e LTE 4G (LONG TERM EVOLUTION). Reti non strutturate mobili MANET (MOBILE Ad hoc Network - compromissione dei nodi in funzione del cambio dinamico di topologia, etc.). Anche l uso sempre più richiesto di droni, robot e sistemi unmanned nel teatro operativo dovrà tenere in considerazione pertanto della evoluzione delle minacce provenienti dal dominio cibernetico, riducendo fin dall inizio del progetto stesso tutte le possibili vulnerabilità cyber. Infatti tali minacce possono operare sia su reti wireless che su reti cablate, quindi hanno metodi di trasporto e frequenze differenti e utilizzano tecniche di attacco misto (caso dell UAV LM RQ-170). Quaderni CESMA Nov

6 Gli attacchi intenzionali possono avere come bersaglio la rete, i nodi o gli utenti e vengono eseguiti iniettando rumore o bit di informazioni o manipolando i protocolli di comunicazione; ma esistono anche attacchi che sfruttano le radiazioni e lo spettro elettromagnetico per disturbare o compromettere il funzionamento di un sistema, quindi sfruttano tecniche e risorse provenienti dalla Guerra Elettronica. Per questo, la Cyber Intelligence (CYBINT) sta entrando nell ambito SIGINT verso il quale è alla pari di COMINT e ELINT (i nuovi Radar AESA - Active Electronically Scanned Array combinati con dispositivi DRFM - Digital Radio Frequency Memory - saranno pertanto i protagonisti di questo scenario. Non solo, ma una gran parte dei sistemi utilizzati dalle Forze Armate usano lo spettro elettromagnetico in maniera rilevante e quindi potrebbero essere suscettibili alle minacce tipiche di questo ambiente,come l ascolto passivo del canale per intercettazione di pacchetti o eaves-dropping, l identificazione di nodi critici, il traffic analysis nel caso di reti cifrate, le statistiche sull utilizzo del canale, il Man in the Middle, Blackhole, Sinkhole, Wormhole etc. ). Un ulteriore argomento che sta evolvendo è quello relativo agli apparati cifranti che permettono di proteggere la confidenzialità e quindi la segretezza delle informazioni scambiate. Le future comunicazioni sicure saranno realizzate su una rete IP nera (ovvero cifrata) che si appoggerà sulla rete internet commercialmente disponibile al fine di veicolare traffico in sicurezza: gli sforzi andranno nella direzione di rendere interoperabili gli apparati cifranti IP (es. standard NINE della NATO). Le nuove generazioni di cifranti saranno riprogrammabili, quindi invece di contenere il tradizionale singolo algoritmo di cifratura, implementeranno intere suite crittografiche. I futuri sistemi di difesa cyber potrebbero essere self-configuring e self-healing : quindi sistemi che si auto configurano e si auto riparano. E importante che ci sia un approccio cooperativo alla sicurezza, un controllo delle tecnologie dei vendors stranieri, un maggior controllo del trust e della sicurezza dell intera catena logistica, una valutazione accurata degli impatti degli eventi cyber sulle altre infrastrutture critiche oltre che una raccomandazione per i costruttori di sistemi difesa a progettare i futuri sistemi pensando alla sicurezza e alla resistenza ad attacchi cyber sin dal loro concepimento e per tutto il ciclo di vita; realizzare quindi sistemi intrinsecamente sicuri e resilienti al fine di ridurre il danno derivato dalla malevola intrusione. L intero processo di acquisizione delle Forze Armate, dovrà prevedere requisiti chiari e dedicati alla cyber, un ciclo di test continuo e iterativo, una prototipazione rapida con cicli di evoluzione più brevi, modellazione architetturale ad alto livello etc. Quaderni CESMA Nov

7 Uno degli indirizzi operativi contenuti nel Piano Strategico Nazionale, stabilisce la promozione e diffusione della sicurezza informatica, la formazione e l addestramento, divenendo pertanto aspetto fondamentale della linea di difesa nazionale agli attacchi informatici e presente in quasi tutte le Cyber-strategies emanate ad oggi in diversi paesi. La sicurezza informatica inizia con il comportamento responsabile di ogni individuo che opera su sistemi personali e aziendali; pertanto, si pone l esigenza di una attività di promozione della cultura della sicurezza informatica diretta non solo al personale specializzato che opera nel settore, ma ad un più ampio pubblico di privati cittadini, personale delle PA ed imprese. In questo ambito giocano un ruolo fondamentale le Università ed i Centri di Ricerca istituzionalmente preposte alla disseminazione culturale a vari livelli attraverso corsi formativi; differenti per durata,tipologia utenti e ruoli ed ambiti specifici. Al personale di FFAA, oltre a prevedere una formazione per ruoli a seconda dei settori di competenza (forense, sistemistica, architetturale, sicurezza) è necessario rendere permanente il processo di addestramento/aggiornamento del personale attraverso certificazioni (ISC2, ISACA, SANS etc) o Master specialistici. A tale scopo, i corsi basici e specialistici di Cyber Defence, da anni organizzati nella Scuola di Telecomunicazioni Interforze di Chiavari, intendono soddisfare le necessità didattiche e di aggiornamento richiesto. Quaderni CESMA Nov

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture TRASFORMARE LE COMPAGNIE ASSICURATIVE Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture Costruire la compagnia digitale? L approccio DDway alla trasformazione dell IT Un percorso

Dettagli

VULNERABILITY ASSESSMENT E PENETRATION TEST

VULNERABILITY ASSESSMENT E PENETRATION TEST VULNERABILITY ASSESSMENT E PENETRATION TEST Una corretta gestione della sicurezza si basa innanzitutto su un adeguata conoscenza dell attuale livello di protezione dei propri sistemi. Partendo da questo

Dettagli

1. LE MINACCE ALLA SICUREZZA AZIENDALE 2. IL RISCHIO E LA SUA GESTIONE. Sommario

1. LE MINACCE ALLA SICUREZZA AZIENDALE 2. IL RISCHIO E LA SUA GESTIONE. Sommario 1. LE MINACCE ALLA SICUREZZA AZIENDALE 1.1 Introduzione... 19 1.2 Sviluppo tecnologico delle minacce... 19 1.2.1 Outsourcing e re-engineering... 23 1.3 Profili delle minacce... 23 1.3.1 Furto... 24 1.3.2

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

La prossima ondata di innovazione aziendale introdotta da Open Network Environment

La prossima ondata di innovazione aziendale introdotta da Open Network Environment Panoramica della soluzione La prossima ondata di innovazione aziendale introdotta da Open Network Environment Panoramica La crescente importanza dei ruoli assunti da tecnologie come cloud, mobilità, social

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

La Community per la sicurezza nazionale. Rita Forsi MiSE - CERT

La Community per la sicurezza nazionale. Rita Forsi MiSE - CERT La Community per la sicurezza nazionale Rita Forsi MiSE - CERT Contesto Italiano della cyber security D. Lgs. 70/2012 Il decreto prevede l individuazione del CERT Nazionale presso il Ministero dello Sviluppo

Dettagli

Banda ultralarga: 6 miliardi per il nuovo piano

Banda ultralarga: 6 miliardi per il nuovo piano Banda ultralarga: 6 miliardi per il nuovo piano - 5 marzo 2015 - Il Consiglio dei Ministri ha approvato la Strategia italiana per la banda ultralarga e per la crescita digitale 2014-2020. Le due strategie

Dettagli

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA II REPARTO INFORMAZIONI E SICUREZZA CENTRO INTELLIGENCE INTERFORZE

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA II REPARTO INFORMAZIONI E SICUREZZA CENTRO INTELLIGENCE INTERFORZE STATO MAGGIORE DELLA DIFESA II REPARTO INFORMAZIONI E SICUREZZA CENTRO INTELLIGENCE INTERFORZE (NC) Ruolo e prospettive dell intelligence militare per la sicurezza cibernetica e a difesa delle infrastrutture

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI

TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

Un'efficace gestione del rischio per ottenere vantaggi competitivi

Un'efficace gestione del rischio per ottenere vantaggi competitivi Un'efficace gestione del rischio per ottenere vantaggi competitivi Luciano Veronese - RSA Technology Consultant Marco Casazza - RSA Technology Consultant 1 Obiettivi della presentazione Dimostrare come

Dettagli

LA STRATEGIA ITALIANA IN MATERIA

LA STRATEGIA ITALIANA IN MATERIA LA STRATEGIA ITALIANA IN MATERIA DI CYBER SECURITY STEFANO MELE HackInBo 2014 - Bologna 03 MAY 2014 @MeleStefano Avvocato specializzato in Diritto delle Tecnologie, Privacy, Sicurezza ed Intelligence.

Dettagli

XXVII Convegno Nazionale di IT Auditing, Security e Governance Innovazione e Regole: Alleati o Antagonisti?

XXVII Convegno Nazionale di IT Auditing, Security e Governance Innovazione e Regole: Alleati o Antagonisti? XXVII Convegno Nazionale di IT Auditing, Security e Governance Innovazione e Regole: Alleati o Antagonisti? L innovazione applicata ai controlli: il caso della cybersecurity Tommaso Stranieri Partner di

Dettagli

Banche e Sicurezza 2015

Banche e Sicurezza 2015 Banche e Sicurezza 2015 Sicurezza informatica: Compliance normativa e presidio del rischio post circolare 263 Leonardo Maria Rosa Responsabile Ufficio Sicurezza Informatica 5 giugno 2015 Premessa Il percorso

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Servizio Organizzazione e Sistemi Informativi. Sicurezza dell Internet Banking L approccio di Banca Popolare di Sondrio

Servizio Organizzazione e Sistemi Informativi. Sicurezza dell Internet Banking L approccio di Banca Popolare di Sondrio Servizio Organizzazione e Sistemi Informativi Sicurezza dell Internet Banking L approccio di Banca Popolare di Sondrio Marco Tempra Campione d Italia, 18 giugno 2012 Banca Popolare di Sondrio Fondata nel

Dettagli

DIGITAL TRANSFORMATION. Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO

DIGITAL TRANSFORMATION. Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO DIGITAL TRANSFORMATION Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO AL VOSTRO FIANCO NELLA DIGITAL TRANSFORMATION Le nuove tecnologie, tra cui il cloud computing, i social

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

Requisiti di controllo dei fornitori esterni

Requisiti di controllo dei fornitori esterni Requisiti di controllo dei fornitori esterni Sicurezza cibernetica Per fornitori classificati a Basso Rischio Cibernetico Requisito di cibernetica 1 Protezione delle attività e configurazione del sistema

Dettagli

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server La nuova generazione di soluzioni per le piccole imprese Vantaggi per le piccole imprese Progettato per le piccole imprese e commercializzato

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Progetto di Information Security

Progetto di Information Security Progetto di Information Security Pianificare e gestire la sicurezza dei sistemi informativi adottando uno schema di riferimento manageriale che consenta di affrontare le problematiche connesse alla sicurezza

Dettagli

Professional Services per contact center Mitel

Professional Services per contact center Mitel Professional Services per contact center Mitel Una struttura rigorosa per un offerta flessibile Rilevamento Controllo dello stato Requisiti della soluzione Architettura Roadmap strategica Ottimizzazione

Dettagli

Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio

Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio CENTRO STUDI Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni Progetto Confetra Lazio: Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio Roma, maggio 2011 PROGETTO REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DELLA

Dettagli

Fattori critici di successo

Fattori critici di successo CSF e KPI Fattori critici di successo Critical Success Factor (CSF) Definiscono le azioni o gli elementi più importanti per controllare i processi IT Linee guida orientate alla gestione del processo Devono

Dettagli

SISTEMI E RETI 4(2) 4(2) 4(2) caratteristiche funzionali

SISTEMI E RETI 4(2) 4(2) 4(2) caratteristiche funzionali CL AS SE INFORMATICA 6(3) 6(4) - 6(4) SISTEMI E RETI 4(2) 4(2) 4(2) TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI COMPETENZE 3 Essere in grado di sviluppare semplici applicazioni

Dettagli

In un unico gruppo, l espressione professionale di un azienda con solide basi conoscitive e capacità di risposta a tutte le esigenze di un ufficio

In un unico gruppo, l espressione professionale di un azienda con solide basi conoscitive e capacità di risposta a tutte le esigenze di un ufficio In un unico gruppo, l espressione professionale di un azienda con solide basi conoscitive e capacità di risposta a tutte le esigenze di un ufficio evoluto. INDICE DEI CONTENUTI PRESENTAZIONE CONSULENZA

Dettagli

osa si intende per sicurezza Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell Informazione

osa si intende per sicurezza Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell Informazione Sicurezza ICT Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell Informazione 30 laboratori; 164 esperti; 86 esperti della Fondazione Ugo Bordoni; 62 convenzioni con Università ed enti di ricerca;

Dettagli

PROFILO AZIENDALE 2011

PROFILO AZIENDALE 2011 PROFILO AZIENDALE 2011 NET STUDIO Net Studio è un azienda che ha sede in Toscana ma opera in tutta Italia e in altri paesi Europei per realizzare attività di Consulenza, System Integration, Application

Dettagli

Protezione unificata e intelligence contro le minacce avanzate e il furto di dati

Protezione unificata e intelligence contro le minacce avanzate e il furto di dati TRITON APX Protezione unificata e intelligence contro le minacce avanzate e il furto di dati La tua organizzazione deve affrontare un numero sempre maggiore di minacce avanzate che possono condurre a furti

Dettagli

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA L azienda pag. 1 Gli asset strategici pag. 2 L offerta pag. 3 Il management Pradac Informatica pag. 5 Scheda di sintesi pag. 6 Contact: Pradac Informatica Via delle

Dettagli

Vulnerability Assessment relativo al sistema Telecom Italia di autenticazione e autorizzazione basato sul protocollo Radius

Vulnerability Assessment relativo al sistema Telecom Italia di autenticazione e autorizzazione basato sul protocollo Radius Vulnerability Assessment relativo al sistema Telecom Italia di autenticazione e autorizzazione basato sul protocollo Radius L obiettivo del presente progetto consiste nel sostituire il sistema di autenticazione

Dettagli

10 metodi per ottimizzare la rete in modo sicuro

10 metodi per ottimizzare la rete in modo sicuro 10 metodi per ottimizzare la rete in modo sicuro Con l intelligenza applicativa dei firewall di nuova generazione e la serie WAN Acceleration Appliance (WXA) di SonicWALL Sommario Ottimizzazione sicura

Dettagli

Sicurezza per il mondo IT

Sicurezza per il mondo IT Sicurezza per il mondo IT Consulenza cloud computing security Via Oppido Mamertina 61f 00178 Roma Tel. 06 71280301 Fax 06 71287491 www.prsoftware.it Vendita Servizi Formazione Supporto Profilo aziendale

Dettagli

Servizi. General Contractor. Global Service. Impianti Tecnologici e Sicurezza

Servizi. General Contractor. Global Service. Impianti Tecnologici e Sicurezza 1 Chi Siamo ALTIN nasce circa 20 anni fa su intuizione del fondatore Paolo Testadura, come azienda specializzata nello sviluppo di soluzioni, progettazione, realizzazione e gestione di reti di telecomunicazione,

Dettagli

UNIDATA S.P.A. Per la Pubblica Amministrazione. Compatibile con. giovedì 23 febbraio 12

UNIDATA S.P.A. Per la Pubblica Amministrazione. Compatibile con. giovedì 23 febbraio 12 Compatibile con UNIDATA S.P.A. Per la Pubblica Amministrazione CHI È UNIDATA Operatore di Telecomunicazioni e Information Technology con molti anni di esperienza, a vocazione regionale, con proprie infrastrutture

Dettagli

Introduzione. Introduzione

Introduzione. Introduzione Introduzione L uomo sin dalla preistoria ha sempre cercato, per necessità e per comodità, di comunicare con altri individui; con l andare del tempo questa esigenza è cresciuta sempre più, si è passati

Dettagli

Gestire il rischio di processo: una possibile leva di rilancio del modello di business

Gestire il rischio di processo: una possibile leva di rilancio del modello di business Gestire il rischio di processo: una possibile leva di rilancio del modello di business Gianluca Meloni, Davide Brembati In collaborazione con 1 1 Le premesse del Progetto di ricerca Nella presente congiuntura

Dettagli

I METODI DI SVILUPPO STRATEGICO

I METODI DI SVILUPPO STRATEGICO I METODI DI SVILUPPO STRATEGICO I METODI DI SVILUPPO STRATEGICO SVILUPPO ORGANICO (O INTERNO) FUSIONI, ACQUISIZIONI, VENDITE ALLEANZE STRATEGICHE Ragioni di Mergers/Acquisitions Per cambiamenti dell ambiente:

Dettagli

Incident & Vulnerability Management: Integrazione nei processi di un SOC. Fabio Civita. Roma, 13 Maggio 2014 Complesso Monumentale S.

Incident & Vulnerability Management: Integrazione nei processi di un SOC. Fabio Civita. Roma, 13 Maggio 2014 Complesso Monumentale S. Il braccio destro per il business. Incident & Vulnerability Management: Integrazione nei processi di un SOC Roma, 13 Maggio 2014 Complesso Monumentale S.Spirito in Sassia Il braccio destro per il business.

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Cyber Security Architecture in Sogei

Cyber Security Architecture in Sogei Cyber Security Architecture in Sogei P. Schintu 20 Maggio 2015 Cybersecurity Sogei S.p.A. Summit - Sede - Legale Roma, Via 20 M. maggio Carucci n. 2015 99-00143 Roma 1 SOGEI, infrastruttura IT critica

Dettagli

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA VI

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA VI STATO MAGGIORE DELLA DIFESA VI Reparto Sistemi C4I e Trasformazione EUROPEAN COMMISSION Directorate-General for Communications Networks, Content and Technology Going Local Italia L esperienza formativa

Dettagli

Analisi e gestione del rischio. ing. Daniele Perucchini Fondazione Ugo Bordoni dperucchini@fub.it

Analisi e gestione del rischio. ing. Daniele Perucchini Fondazione Ugo Bordoni dperucchini@fub.it Analisi e gestione del rischio ing. Daniele Perucchini Fondazione Ugo Bordoni dperucchini@fub.it ISCOM e infrastrutture critiche www.iscom.gov.it Premessa Prima di iniziare qualsiasi considerazione sull'analisi

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Principio 1 Organizzazione orientata al cliente. Principio 2 Leadership. Principio 3 - Coinvolgimento del personale

Principio 1 Organizzazione orientata al cliente. Principio 2 Leadership. Principio 3 - Coinvolgimento del personale Gli otto princìpi di gestione per la qualità possono fornire ai vertici aziendali una guida per migliorare le prestazioni della propria organizzazione. Questi princìpi, che nascono da esperienze collettive

Dettagli

Il modello di ottimizzazione SAM

Il modello di ottimizzazione SAM Il modello di ottimizzazione control, optimize, grow Il modello di ottimizzazione Il modello di ottimizzazione è allineato con il modello di ottimizzazione dell infrastruttura e fornisce un framework per

Dettagli

Hardware & Software Development

Hardware & Software Development Hardware & Software Development MISSION Realizzare prodotti ad alta innovazione tecnologica e fornire servizi con elevati standard qualitativi 3 AZIENDA ATTIVITÀ Prodotti 4 6 8 10 5 AZIENDA ISER Tech

Dettagli

Associazione Italiana Information Systems Auditors

Associazione Italiana Information Systems Auditors Associazione Italiana Information Systems Auditors Agenda AIEA - ruolo ed obiettivi ISACA - struttura e finalità La certificazione CISA La certificazione CISM 2 A I E A Costituita a Milano nel 1979 Finalità:

Dettagli

L archivio di impresa

L archivio di impresa L archivio di impresa Mariella Guercio Università degli studi di Urbino m.guercio@mclink.it Politecnico di Torino, 25 novembre 2011 premessa L archivistica è una disciplina della complessità, aperta, basata

Dettagli

CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO

CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO Nell ambito del processo di rinnovamento aziendale avviato negli ultimi anni, si inserisce un sempre maggiore impegno nella Ricerca & Sviluppo (R&S) sia come motore

Dettagli

Media mensile 96 3 al giorno

Media mensile 96 3 al giorno Il numero di attacchi gravi di pubblico dominio che sono stati analizzati è cresciuto nel 2013 del 245%. Media mensile 96 3 al giorno Fonte Rapporto 2014 sulla Sicurezza ICT in Italia. IDENTIKIT Prima

Dettagli

Introduzione Il progetto WORKPAD Individuazione delle attuali sfide tecnologiche

Introduzione Il progetto WORKPAD Individuazione delle attuali sfide tecnologiche Il Progetto WORKPAD Migliorare la gestione delle emergenze attraverso la gestione dei processi e la geo-collaborazione Andrea Marrella marrella@dis.uniroma1.it Indice della Presentazione Introduzione Il

Dettagli

Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente

Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente Presented by Paolo Bellofiore Telespazio Roma, 24 marzo 2011 CNR Piazzale A. Moro 7 Tecnologie satellitari Soluzione

Dettagli

Facciamo funzionare il tuo Business. Semplicemente.

Facciamo funzionare il tuo Business. Semplicemente. La Natura è fatta di forme meravigliosamente semplici che nascondono meccanismi di funzionamento incredibilmente articolati. Solo quando si è in grado di trasformare la complessità dei processi tecnologici

Dettagli

MPS: Prevenzione delle frodi Internet Banking Roma, 05 Giugno 2015

MPS: Prevenzione delle frodi Internet Banking Roma, 05 Giugno 2015 MPS: Prevenzione delle frodi Internet Banking Roma, 05 Giugno 2015 1 MPS è una delle principali realtà bancarie italiane con oltre 5 Milioni di Clienti 2 MPS in pillole 3^ Banca Italiana Oltre 5 milioni

Dettagli

Sicuramente www.clusit.it

Sicuramente www.clusit.it Sicuramente www.clusit.it L applicazione degli standard della sicurezza delle informazioni nella piccola e media impresa Claudio Telmon Clusit ctelmon@clusit.it Sicuramente www.clusit.it Associazione no

Dettagli

la Società Chi è Tecnoservice

la Società Chi è Tecnoservice brochure 09/04/2009 11.16 Pagina 1 brochure 09/04/2009 11.16 Pagina 2 la Società Chi è Tecnoservice Nata dall incontro di esperienze decennali in diversi campi dell informatica e della comunicazione TsInformatica

Dettagli

>>>>>>>>>> >>>>>>>>>> La ragione in magazzino. mobile. connect. control

>>>>>>>>>> >>>>>>>>>> La ragione in magazzino. mobile. connect. control La ragione in magazzino Warehouse è la soluzione dedicata alla gestione delle attività di magazzino che integra in un unica piattaforma informatica le tecnologie per l identificazione Automatica dei Dati:

Dettagli

SPECIALIZZAZIONE INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI Articolazione INFORMATICA

SPECIALIZZAZIONE INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI Articolazione INFORMATICA ALLEGATO N.8_e 1 Dipartimento Articolazioni degli insegnamenti anno @ Sistemi e Reti Dipartimento MATERIE TECNICHE dell indirizzo INFORMATICA @ Tecnologie e progettazione di sistemi informatici e di telecomunicazioni

Dettagli

Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Articolazione Informatica

Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Articolazione Informatica Linee guida Secondo ciclo di istruzione Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Quadro orario generale 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Sistemi e reti**

Dettagli

POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE

POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE 1. Che cos è la formazione La formazione è il processo attraverso il quale si educano, si migliorano e si indirizzano le risorse umane affinché personale

Dettagli

L Infrastruttura CBI tra sicurezza ed efficienza

L Infrastruttura CBI tra sicurezza ed efficienza L Infrastruttura CBI tra sicurezza ed efficienza Ivana Gargiulo Project Manager Standard e Architettura Consorzio CBI Milano, 14 ottobre 2013 Luogo, Data Evoluzione e ruolo del Consorzio CBI 1995 2001

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

Il nuovo OS.SI.F: l Osservatorio l sulla sicurezza sul web

Il nuovo OS.SI.F: l Osservatorio l sulla sicurezza sul web Il nuovo OS.SI.F: l Osservatorio l dell ABI sulla sicurezza sul web Banche e Sicurezza 2005 Soluzioni, Strumenti e Metodologie per una nuova strategia di protezionep Convegno ABI - Bancaria Editrice 6-7

Dettagli

VisualTailor. Il software di configurazione tecnico commerciale ad hoc

VisualTailor. Il software di configurazione tecnico commerciale ad hoc VisualTailor Il software di configurazione tecnico commerciale ad hoc devo creare le specifiche per realizzare un prodotto personalizzato su richiesta dei miei clienti!!! Come devo fare????? Visual Tailor

Dettagli

INFORMATION SECURITY. AXXEA Srl Via Francesco Soave, 24 I - 20135 Milano I SERVIZI DI CONSULENZA. www.axxea.it info@axxea.it

INFORMATION SECURITY. AXXEA Srl Via Francesco Soave, 24 I - 20135 Milano I SERVIZI DI CONSULENZA. www.axxea.it info@axxea.it INFORMATION SECURITY I SERVIZI DI CONSULENZA. AXXEA Srl Via Francesco Soave, 24 I - 20135 Milano www.axxea.it info@axxea.it INDICE 1. SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI... 3 1.1 ANALISI DELLO STATO DELL ARTE...

Dettagli

SIRED Sistema informativo di raccolta ed elaborazione dati sul movimento turistico

SIRED Sistema informativo di raccolta ed elaborazione dati sul movimento turistico SIRED Sistema informativo di raccolta ed elaborazione dati sul movimento turistico Il sistema della Regione Autonoma della Sardegna per la raccolta, gestione ed elaborazione di dati statistici sul turismo

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance CUSTOMER SUCCESS STORY Febbraio 2014 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Società: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

SPIKE APPLICATION SECURITY: SICUREZZA DIRETTAMENTE ALL INTERNO DEL CICLO DI VITA DEL SOFTWARE

SPIKE APPLICATION SECURITY: SICUREZZA DIRETTAMENTE ALL INTERNO DEL CICLO DI VITA DEL SOFTWARE SPIKE APPLICATION SECURITY: SICUREZZA DIRETTAMENTE ALL INTERNO DEL CICLO DI VITA DEL SOFTWARE La sicurezza delle applicazioni web si sposta a un livello più complesso man mano che il Web 2.0 prende piede.

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

Telex telecomunicazioni. Soluzioni per le telecomunicazioni e le infrastrutture tecnologiche aziendali

Telex telecomunicazioni. Soluzioni per le telecomunicazioni e le infrastrutture tecnologiche aziendali Telex telecomunicazioni Soluzioni per le telecomunicazioni e le infrastrutture tecnologiche aziendali Agenda 1 azienda 2 organizzazione 3 offerta 4 partner 5 referenze Storia Azienda Nasce 30 anni fa Specializzata

Dettagli

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu 02 L Informatica oggi Dott.ssa Ramona Congiu 1 Introduzione all Informatica Dott.ssa Ramona Congiu 2 Che cos è l Informatica? Con il termine Informatica si indica l insieme dei processi e delle tecnologie

Dettagli

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013. Tavolo tematico: Aerospazio

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013. Tavolo tematico: Aerospazio PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» «Priority

Dettagli

CORPORATE GOVERNANCE. Implementare una corporate governance efficace

CORPORATE GOVERNANCE. Implementare una corporate governance efficace CORPORATE GOVERNANCE Implementare una corporate governance efficace 2 I vertici aziendali affrontano una situazione in evoluzione Stiamo assistendo ad un cambiamento senza precedenti nel mondo della corporate

Dettagli

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti Eurispes Italia SpA Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti COSTITUZIONE E SEDE Nell ambito delle sue attività istituzionali, l Eurispes Italia SpA ha deciso di

Dettagli

EVOLVE. Soluzioni per la gestione delle differenze inventariali e l eccellenza operativa.

EVOLVE. Soluzioni per la gestione delle differenze inventariali e l eccellenza operativa. EVOLVE Soluzioni per la gestione delle differenze inventariali e l eccellenza operativa. EVOLVE evolve la tua eccellenza operativa e migliora la tua redditività I punti vendita sono costretti ad adattarsi

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - TECNICO INFORMATICO SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE CED-EDP

Dettagli

Security Convergence: lo stato dell arte dall inizio del secolo

Security Convergence: lo stato dell arte dall inizio del secolo Security Convergence: lo stato dell arte dall inizio del secolo Milano, 14 dicembre 2011 Chairman of the ASIS International Security Convergence Subcommittee Contenuto della presentazione Agenda Cosa si

Dettagli

Università degli Studi di Milano 16 gennaio 2007. Dipartimento Informatica e Comunicazione aula Beta

Università degli Studi di Milano 16 gennaio 2007. Dipartimento Informatica e Comunicazione aula Beta Università degli Studi di Milano 16 gennaio 2007 Dipartimento Informatica e Comunicazione aula Beta DICo: seminario 16/01/07 Reply Reply è una società di Consulenza, System Integration, Application Management

Dettagli

centrale di allarme VERSA Plus

centrale di allarme VERSA Plus centrale di allarme VERSA Plus sicurezza, funzionalità, comfort www.satel-italia.it VERSA Plus sicurezza e semplicità d uso controllo remoto Soluzione conveniente e di facile installazione centrale con

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

ICT Information &Communication Technology

ICT Information &Communication Technology ICT Information &Communication Technology www.tilak.it Profile Tilak Srl, azienda specializzata in soluzioni in ambito Communication Technology opera nell ambito dei servizi di consulenza, formazione e

Dettagli

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE Introduzione Il perché della ricerca La presenza di prodotti non alimentari nelle diverse formule della distribuzione

Dettagli

Cleis Security nasce:

Cleis Security nasce: Cleis Security s.r.l. Cleis Security nasce: Dall Istituto di Elettronica ed Ingegneria dell Informazione e delle Telecomunicazioni (IEIIT) organo del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), la cui mission

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

SOGEI E L AGENZIA DEL TERRITORIO

SOGEI E L AGENZIA DEL TERRITORIO SOGEI E L AGENZIA DEL TERRITORIO CHI SIAMO Sogei è la società di ICT, a capitale interamente pubblico, partner tecnologico del Ministero dell Economia e delle Finanze italiano. Progettiamo, realizziamo,

Dettagli

Una soluzione di collaborazione completa per aziende di medie dimensioni

Una soluzione di collaborazione completa per aziende di medie dimensioni Una soluzione di collaborazione completa per aziende di medie dimensioni La tua azienda è perfettamente connessa? È questa la sfida cruciale dell attuale panorama aziendale virtuale e mobile, mentre le

Dettagli

MANAGEMENT DELLA SICUREZZA E GOVERNANCE PUBBLICA - MASGOP

MANAGEMENT DELLA SICUREZZA E GOVERNANCE PUBBLICA - MASGOP MANAGEMENT DELLA SICUREZZA E GOVERNANCE PUBBLICA - MASGOP Master di I Livello - A.A. 2015/2016 Premessa Il tema dell innovazione della Pubblica amministrazione italiana richiede oggi, dopo anni di dibattito

Dettagli

U N CASE DI SUCCESSO NEL SETTORE ASSICURATIVO

U N CASE DI SUCCESSO NEL SETTORE ASSICURATIVO U N CASE DI SUCCESSO NEL SETTORE ASSICURATIVO Aditinet Consulting SpA Sede Legale: viale Odone Belluzzi, 57 00128 Roma tel. 06.45439252, fax 06.45439253 Partita IVA e Codice Fiscale: 04137280964 Capitale

Dettagli

Utilizzare la soluzione giusta, semplicemente.

Utilizzare la soluzione giusta, semplicemente. Grandi Aziende Utilizzare la soluzione giusta, semplicemente. Nuove prospettive per la vostra azienda. Sempre in buona compagnia con la nostra gamma di servizi. Consulting Benvenuti al «think tank»! Qui

Dettagli

POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03

POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03 POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03 FIRMA: RIS DATA DI EMISSIONE: 13/3/2015 INDICE INDICE...2 CHANGELOG...3 RIFERIMENTI...3 SCOPO E OBIETTIVI...4 CAMPO DI APPLICAZIONE...4 POLICY...5

Dettagli

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Caso di successo Microsoft Integration SACE BT SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Informazioni generali Settore Istituzioni finanziarie Il Cliente Il Gruppo

Dettagli

Alessandro Musumeci. Consigliere del Ministro per le politiche di innovazione tecnologica. Roma, 9 maggio 2002 Forum della Pubblica Amministrazione

Alessandro Musumeci. Consigliere del Ministro per le politiche di innovazione tecnologica. Roma, 9 maggio 2002 Forum della Pubblica Amministrazione Alessandro Musumeci Consigliere del Ministro per le politiche di innovazione tecnologica Roma, 9 maggio 2002 Forum della Pubblica Amministrazione Agenda Alcuni dati di comparazione fra mondo della scuola

Dettagli

Cyber security e cyber privacy, la sfida dell internet di ogni cosa

Cyber security e cyber privacy, la sfida dell internet di ogni cosa Cyber security e cyber privacy, la sfida dell internet di ogni cosa Prof. Roberto Baldoni, Executive Director Research Center for Cyber Intelligence and Information Security, Università La Sapienza di

Dettagli

Sicurezza, Rischio e Business Continuity Quali sinergie?

Sicurezza, Rischio e Business Continuity Quali sinergie? Sicurezza, Rischio e Business Continuity Quali sinergie? ABI Banche e Sicurezza 2016 John Ramaioli Milano, 27 maggio 2016 Agenda Ø Il contesto normativo ed organizzativo Ø Possibili sinergie Ø Considerazioni

Dettagli

PICCOLA? MEDIA? GRANDE!

PICCOLA? MEDIA? GRANDE! PICCOLA? MEDIA? GRANDE! UNA NUOVA REALTÀ PER LE IMPRESE Il mondo odierno è sempre più guidato dall innovazione, dall importanza delle nuove idee e dallo spirito di iniziativa richiesti dalla moltitudine

Dettagli

Strategic Research & Innovation Agenda - Italia

Strategic Research & Innovation Agenda - Italia Advisory Council for Aviation Research and Innovation in Europe - Italia Strategic Research & Innovation Agenda - Italia Executive Summary Marzo 2014 Realising Europe s vision for aviation Strategic Research

Dettagli