CEPAS srl Viale di Val Fiorita, Roma Tel Fax: Sito internet:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu"

Transcript

1 Viale di Val Fiorita, Roma Tel Fax: Sito internet: PROCEDURA GESTIONALE Pag. 1 di 17 MODALITÀ DI VALUTAZIONE DEI CANDIDATI ALLA CERTIFICAZIONE NEL SETTORE Rev. Generale R.A. Favorito G. Colferai Pagg. 3, 8 R.A. Favorito G. Colferai Rev. Data Motivazioni Convalida Approvazione

2 Pag. 2 di 17 INDICE 1.0 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI 3.0 PROCESSO DI VALUTAZIONE 4.0 ESAME DI CERTIFICAZIONE 4.1 PROFESSIONISTI DELLA AZIENDALE AI SENSI DELLA NORMA UNI 10459: SENIOR MANAGER (rif. SH40) Requisiti di ammissione all esame di certificazione Finalità esame Modalità svolgimento esame Argomenti e Criteri di valutazione dei Professionisti delle Security aziendale Ripetizione esame di certificazione 4.2 MANAGER (rif. SH240) Requisiti di ammissione all esame di certificazione Finalità esame Modalità svolgimento esame Argomenti e Criteri di valutazione dei Security Manager Ripetizione esame di certificazione 4.3 MANAGER IN AMBITO SORVEGLIANZA PRIVATA (rif. SH229) Requisiti di ammissione all esame di certificazione Finalità esame Modalità svolgimento esame Argomenti e Criteri di valutazione dei Security Manager in ambito Sorveglianza Privata Ripetizione esame di certificazione 4.4 ISMS MANAGER / SENIOR MANAGER (rif. SH139) Requisiti di ammissione all esame di certificazione Finalità esame Modalità svolgimento esame Argomenti e Criteri di valutazione degli ISMS Manager / Senior Manager Ripetizione esame di certificazione 4.5 EXPERT (rif. SH208) Requisiti di ammissione all esame di certificazione Finalità esame Modalità svolgimento esame Argomenti e Criteri di valutazione dei Security Expert Ripetizione esame di certificazione 5.0 CERTIFICAZIONE 5.1 Rilascio del certificato 5.2 Passaggio di Registro

3 Pag. 3 di SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE La presente procedura descrive le modalità operative adottate da CEPAS per l attività di valutazione e certificazione dei Manager della sicurezza aziendale, della vigilanza privata e dell Information Security Management System (ISMS) e dei Security Expert. La procedura si applica nei processi di certificazione delle figure professionali specificate che operano nell ambito dei Sistemi di Gestione della Security (Sicurezza aziendale e vigilanza privata) ed evidenzia le responsabilità delle diverse funzioni CEPAS coinvolte. 2.0 RIFERIMENTI Riferimenti CEPAS per la certificazione dei Professionisti della Security Aziendale ai sensi della norma UNI 10459:1995 (Senior Security Manager): - Manuale Qualità CEPAS, sez. 5 (MQ01) - Schema di Certificazione CEPAS: Regolamento Generale CEPAS (RG01), Codice Deontologico (CD01), Prescrizioni per l Uso del Marchio (MC01), Modulo richiesta ammissione esame di certificazione (MD08accr), Scheda Requisiti CEPAS SH40, Tariffario e la presente procedura PG20 Riferimenti normativi per la valutazione: - UNI 10459:1995 *** Riferimenti CEPAS per la certificazione dei Security Manager: - Manuale Qualità CEPAS, sez. 5 (MQ01) - Schema di Certificazione CEPAS: Regolamento Generale CEPAS (RG01), Codice Deontologico (CD01), Prescrizioni per l Uso del Marchio (MC01), Modulo richiesta ammissione esame di certificazione (MD08), Scheda Requisiti CEPAS SH240, Tariffario e la presente procedura PG20 *** Riferimenti CEPAS per la certificazione dei Security Manager in ambito Sorveglianza Privata: - Manuale Qualità CEPAS, sez. 5 (MQ01) - Schema di Certificazione CEPAS: Regolamento Generale CEPAS (RG01), Codice Deontologico (CD01), Prescrizioni per l Uso del Marchio (MC01), Modulo richiesta ammissione esame di certificazione (MD08), Scheda Requisiti CEPAS SH229, Tariffario e la presente procedura PG20 Riferimenti normativi per la valutazione: - Decreto n. 269/ UNI 10459: UNI 10891:2000 *** Riferimenti CEPAS per la certificazione dei ISMS Manager/Senior Manager: - Manuale Qualità CEPAS, sez. 5 (MQ01) - Schema di Certificazione CEPAS: Regolamento Generale CEPAS (RG01), Codice Deontologico (CD01), Prescrizioni per l Uso del Marchio (MC01), Modulo richiesta ammissione esame di certificazione (MD08), Scheda Requisiti CEPAS SH139, Tariffario e la presente procedura PG20 Riferimenti normativi per la valutazione: - UNI CEI ISO/IEC 27001:2006 *** Riferimenti CEPAS per la certificazione dei Security Expert: - Manuale Qualità CEPAS, sez. 5 (MQ01) - Schema di Certificazione CEPAS: Regolamento Generale CEPAS (RG01), Codice Deontologico (CD01), Prescrizioni per l Uso del Marchio (MC01), Modulo richiesta ammissione esame di certificazione (MD08), Scheda Requisiti CEPAS SH208, Tariffario e la presente procedura PG20

4 Pag. 4 di PROCESSO DI VALUTAZIONE La valutazione di idoneità del Candidato, ai fini del rilascio della certificazione CEPAS, avviene attraverso la sequenza, temporale e vincolante, di ciascuna delle seguenti fasi: valutazione della documentazione prodotta dal Candidato eseguita dal Referente CEPAS, che accerta il possesso o meno, da parte dello stesso, dei requisiti di cui alla Scheda SH40 (Professionista della Security Aziendale ai sensi della norma UNI 10459: Senior Security Manager), SH240 (Security Manager), SH229 (Security Manager in ambito Sorveglianza Privata), SH139 (ISMS Manager) o SH208 (Security Expert); nei casi dubbi, il Direttore può inoltre procedere a: - richiesta di informazioni/documenti supplementari al candidato; - accertamento, tramite invio di un Commissario appositamente incaricato, dell attività svolta presso le aziende citate nella documentazione presentata. Il Candidato dichiara espressamente di accettare le condizioni previste dall iter di certificazione CEPAS ai sensi e per gli effetti delle disposizioni di cui all art C.C. ad esito positivo segue: esame di certificazione CEPAS eseguito dalla Commissione di Esame a fronte di parametri e sulla base di strumenti prefissati, di seguito specificati; ad esito positivo segue: valutazione tecnica dei risultati, di cui ai punti sopra indicati, eseguita dal Gruppo di Approvazione Settoriale CEPAS ; ad esito positivo segue: approvazione da parte del Direttore CEPAS ed iscrizione nel Registro; ad esito positivo segue: ratifica da parte del Comitato di Certificazione / Comitato di Schema. Qualora l esito di una qualsiasi delle suddette fasi sia negativo, CEPAS interrompe il processo di valutazione e informa il Candidato. Per procedere nell iter sarà necessario prima risolvere le carenze riscontrate nella singola fase, nei tempi indicati da CEPAS. 4.0 ESAME DI CERTIFICAZIONE 4.1 Professionisti della Security Aziendale ai sensi della norma UNI 10459:1995 (Senior Security Manager) Requisiti di ammissione all esame di certificazione Sono ammessi a sostenere l esame CEPAS per Professionisti della Security Aziendale ai sensi della norma UNI 10459:1995 (Senior Security Manager) tutti coloro che, avendo presentato formale richiesta attraverso il modulo MD08accr, documentano, mediante evidenze oggettive, il possesso dei requisiti minimi previsti dalla Scheda SH40, allegandoli al suddetto modulo: diploma di Istruzione Secondaria Superiore o titolo superiore, attestato di superamento esame di un corso qualificato aggiornato alla normativa vigente (rif.to SH41), curriculum vitae aggiornato, datato e firmato, evidenze oggettive in merito agli anni di esperienza lavorativa continuativa complessiva e specifica nella Security, evidenze oggettive circa il ruolo del candidato (es. organigramma approvato oppure dichiarazione esaustiva dell azienda circa la funzione di Security Manager nel caso di consulenza), autodichiarazione relativa ai requisiti di integrità morale, regolare pagamento delle quote previste per l ammissione agli esami come da tariffario CEPAS. La documentazione completa per la richiesta di certificazione deve essere trasmessa a CEPAS entro 10 giorni lavorativi prima della data d esame.

5 Pag. 5 di Finalità esame L esame ha lo scopo di: o approfondire le informazioni presentate dal Candidato, nell ambito della sua esperienza professionale, valutando l adeguatezza della documentazione presentata e la sua congruenza con il/i settore/i di interesse indicato/i dal Candidato; o accertare il possesso da parte del Candidato della professionalità e della managerialità necessaria per assicurare la tutela del patrimonio aziendale, come definita dalla Norma UNI con particolare riferimento alle seguenti tematiche: Lo scenario di riferimento, la valutazione e la presa in carico dei rischi evoluzione dei rischi: dal rischio fisico al rischio strategico normativa nazionale cogente e volontaria: D.Lgs. 231/01, D.Lgs. 196/03, Decreto n. 269/10, UNI 10459, UNI 10891, conoscenze generali di diritto penale relativamente a reati verso la persona e il patrimonio, nozioni di diritto costituzionale e di diritto e procedura penale, con aspetti normativi relativi all intervento a fronte di reato ed all'uso legittimo delle armi (ad es. L. 397/00) cenni sulla Legge 20 maggio 1970, n. 300 (Statuto dei Lavoratori) la strutturazione della funzione di security e le sue interrelazioni interne ed esterne la collocazione organizzativa, la missione ed il ruolo della funzione di security l intelligence preliminare: analisi del territorio, analisi di azienda, analisi del contesto competitivo, analisi dei fenomeni l analisi dei rischi: individuazione e valutazione l analisi delle vulnerabilità le tipologie di rischi in un approccio integrato di tutela aziendale: ambiente, safety, security l assunzione ed il trasferimento del rischio dalla valutazione dei rischi alla politica d intervento: analisi costi/benefici. il processo decisionale per la scelta delle opzioni di security le tecnologie a supporto dell Homeland security La risposta organizzativa ai rischi di security l impresa e i Sistemi di Gestione integrati (Qualità, Ambiente, Safety, ISMS, SA 8000) le interrelazioni tra Security e Qualità: esame degli elementi d analogia e di differenza dalle scelte strategiche alla pianificazione aziendale della Security il modello di pianificazione: esempi specifici l etica aziendale come strumento per la riduzione del rischio la responsabilità dell'impresa ed il D.Lgs. 231/01 la Security nei contratti esterni - la Security e la normativa del lavoro la formalizzazione e la diffusione delle procedure di Security la Security e la sicurezza privata: la selezione, l utilizzo e la gestione dei servizi di sorveglianza in ottemperanza alla L.101/2008 ed al D.M. 1/12/10 l organizzazione della sicurezza pubblica e privata la sicurezza come sistema integrato: definizione di una Security policy la sicurezza del top management. Sicurezza delle informazioni Norma UNI CEI ISO/IEC la tutela delle informazioni aziendali Riservatezza, Integrità e Disponibilità del patrimonio informativo attacchi informatici regolamentazione prevista dal Codice Penale italiano e Comunitario in materia di Reati Informatici sicurezza dei sistemi d elaborazione isolati: tipologie di attacco, tecniche di difesa HW e SW

6 Pag. 6 di 17 crittografia e firma elettronica la sicurezza dei sistemi di telecomunicazioni la sicurezza dei sistemi di reti pubbliche di comunicazione la sicurezza nel cloud computing Applicazione del Dlgs 196/03 sulla privacy la sicurezza delle basi di dati: autorizzazioni, piani di backup, procedure di disaster recovery e business continuity, meccanismi di tracing e di auditing la sicurezza dei sistemi distribuiti: controllo dell accesso, profili utente, tecniche di tracing e di auditing, firewall e intrusion detection, per l interconnessione con la rete Internet, ecc.. Sicurezza MOBILE La tutela dei sistemi di trasmissione dati (Wireless, VoIP, fibre ottiche, satellite, Internet) Integrazione della RETE WI-FI con i sistemi aziendali di sicurezza Sicurezza dei siti internet La risposta operativa ai rischi di Security Gli strumenti della security aziendale: investigazioni, intelligence, Business Security, etica d'impresa l attuazione del sistema di gestione della Security: contenuti/ raccomandazioni/ responsabilità nella realizzazione delle azioni/ pianificazione/ revisione e aggiornamento periodico la valutazione costi/benefici e la valutazione della performance del servizio di Security il budget della Security: costi operativi/ costi di loss prevention/ costi di loss mitigation convalida delle procedure operative Le nuove tecnologie di sicurezza fisica ed elettronica: barriere elettroniche, controllo accessi, videosorveglianza, sistemi biometrici, scanner, badge, chiavi elettroniche, smart cards, trasponder, RFID, ecc. il crisis management ed il piano di emergenza - esperienze ed esercitazioni D.Lgs 231/01 Responsabilità amministrativa delle società e modelli di organizzazione, gestione e controllo, in rapporto alla security aziendale I processi di Business Ethics come strumenti di riduzione del rischio l auditing: uno strumento di garanzia per la gestione della Security/ il Security auditing e la norma UNI EN ISO Backup dei dati, Disaster Recovery e Business Continuity (ISO 22301:2012) L'outsourcing delle funzioni di security le relazioni istituzionali le prospettive verso la sicurezza del sistema Paese o definire l idoneità allo svolgimento del ruolo richiesto, sulla base della documentazione prodotta L esame è condotto dai Commissari d esame CEPAS, i quali si accertano, attraverso opportune tecniche, che il Candidato possegga i requisiti e le caratteristiche personali utili allo svolgimento delle attività professionali per le quali richiede la certificazione. I Commissari sono responsabili della valutazione delle prove d esame del Candidato e per questo ne rispondono a CEPAS; per tutte le attività di valutazione i Commissari garantiscono indipendenza di giudizio, imparzialità, assenza di conflitto di interessi e riservatezza dei dati Modalità svolgimento esame L esame CEPAS si svolge nelle località e date stabilite, di volta in volta, dal Direttore il quale, con l ausilio del personale dipendente, provvede a comunicarle a ciascun Candidato. Alla sessione d esame CEPAS sono presenti i candidati, la Commissione d esame e il personale CEPAS e, quando previsto, gli ispettori ACCREDIA che possono riservarsi di intervistare i presenti, nel rispetto comunque del programma CEPAS di gestione dell esame.

7 Pag. 7 di 17 Prima dell inizio delle prove d esame, i candidati sono tenuti a: - esibire un documento di identità valido e consegnarne copia a CEPAS, - firmare il foglio presenze, - sottoscrivere copia del Codice Deontologico (CD01) e delle Prescrizioni per l'uso del Marchio (MC01), per accettazione delle procedure dell intero iter di certificazione, - presentare la ricevuta degli avvenuti pagamenti delle quote previste per la partecipazione all esame Argomenti e criteri di valutazione dei Professionisti delle security Aziendale L esame CEPAS si articola così come di seguito dettagliato, in base al punto della SH40 applicabile. Per i Candidati in possesso dei requisiti di cui al punto 1 della Scheda SH40 l esame consiste in 3 prove: 1. Prima prova scritta finalizzata ad accertare le conoscenze e le capacità di progettare e gestire sistemi di organizzazione della security integrata aziendale. Consiste in un caso in cui si richiede di rappresentare organicamente un esempio di struttura di protezione aziendale. Tempo massimo previsto: 70 minuti. 2. Seconda prova scritta consiste nel rispondere a 50 domande, a risposta chiusa, ed è finalizzata ad accertare il possesso, da parte del Candidato, delle conoscenze e delle capacità di interpretazione ed applicazione delle tematiche relative alla Security aziendale, descritte al punto Tempo massimo previsto: 80 minuti. 3. Terza prova consiste in un colloquio con i Commissari CEPAS ed è finalizzata a: - approfondire il livello di conoscenza degli elementi culturali di base di cui alle prove scritte, - approfondire, nell ambito dell esperienza professionale, le informazioni presentate dal Candidato, - valutare l adeguatezza, l estensione ed il grado di aggiornamento delle esperienze specifiche operative, - verificare il modo di gestire i rapporti interpersonali del Candidato, - valutare le caratteristiche personali previste dalla Norma di riferimento (p.to 5.3 della Norma UNI 10459) La Commissione di Esame procede alla valutazione di idoneità del Candidato a fronte dei criteri e dei parametri di seguito specificati. la votazione massima ottenibile è di 100 punti, ed è data dalla sommatoria delle votazioni conseguite dal candidato nelle tre prove d esame: - alla prima prova scritta viene attribuita una votazione massima di 20 punti. - alla seconda prova scritta viene attribuita una votazione massima di 50 punti. - alla terza prova orale viene attribuita una votazione massima di 30 punti. La soglia minima per il superamento dell esame è pari al 70% della sommatoria del massimo punteggio ottenibile nelle prove sostenute dagli stessi (70 punti), tenendo comunque presente che deve essere anche superata la soglia minima fissata per le prove scritte, pari a 48 punti. Pertanto, se il Candidato non supera la soglia minima di 48 punti nelle prove scritte non verrà ammesso alla prova orale e dovrà ripetere l intero esame (scritto e orale). ****** Per i Candidati in possesso dei requisiti di cui al punto 2 della Scheda SH40 l esame consiste in 2 prove: 1. Prima prova scritta. Tempo massimo previsto: 70 minuti 2. Prova orale La Commissione di Esame procede alla valutazione di idoneità del Candidato a fronte dei criteri e dei parametri di seguito specificati: la votazione massima ottenibile è di 50 punti, ed è data dalla sommatoria delle votazioni conseguite dal candidato nelle due prove d esame - alla prima prova scritta viene attribuita una votazione massima di 20 punti. - alla prova orale viene attribuita una votazione massima di 30 punti. La soglia minima per il superamento dell esame è pari al 70% della sommatoria del massimo punteggio ottenibile nelle prove sostenute dagli stessi (50 punti), tenendo comunque presente che deve essere anche superata la soglia minima fissata per le prove scritte, pari a 14 punti. Pertanto, se il Candidato non supera la

8 Pag. 8 di 17 soglia minima di 14 punti nelle prove scritte non verrà ammesso alla prova orale e dovrà ripetere l intero esame (scritto e orale). ****** Durante l intero svolgimento delle prove d esame, il Candidato può consultare esclusivamente la normativa volontaria e cogente di riferimento in versione ufficiale o autorizzata, sempre in maniera individuale. La consultazione di documentazione differente (es. materiale didattico di corsi, interpretazioni della Norma, ecc.) e/o lo scambio di informazioni con altri candidati è causa di interruzione dell esame stesso. Le prove, nel loro insieme, sono finalizzate a verificare le conoscenze, le capacità applicative delle tematiche pertinenti alla Security aziendale da parte dei Candidati ed i requisiti personali degli stessi come richiesto dalla norma UNI I Commissari, al termine dell esame comunicano a ciascun candidato l esito della valutazione delle prove da essi effettuate. Il Personale CEPAS quindi informa il candidato circa le fasi successive previste dallo schema di certificazione. La Commissione d esame, nei casi in cui lo ritenga opportuno, può inoltre richiedere che venga effettuato un supplemento di esame colloquio integrativo ai fini del rilascio/mantenimento della certificazione Ripetizione esame di certificazione Se non vengono superate le soglie minime previste, l esame potrà essere ripetuto trascorsi almeno 6 mesi dalla data dello stesso. Sono ammesse ulteriori ripetizioni dell esame, anche prima dei 6 mesi, previo parere favorevole del Comitato di Certificazione/Schema. Ogni ripetizione comporta il pagamento della quota ripetizione esame prevista dal tariffario vigente MANAGER Requisiti di ammissione all esame di certificazione Sono ammessi a sostenere l esame CEPAS per Security Manager tutti coloro che, avendo presentato formale richiesta attraverso il modulo MD08, documentano, mediante evidenze oggettive, il possesso dei requisiti minimi previsti dalla Scheda SH240, allegandoli al suddetto modulo: diploma di Istruzione Secondaria Superiore o titolo superiore, attestato di superamento esame di un corso qualificato aggiornato alla normativa vigente (rif.to SH41), curriculum vitae aggiornato, datato e firmato, evidenze oggettive in merito agli anni di esperienza lavorativa continuativa complessiva e specifica nella Security, evidenze oggettive circa il ruolo del candidato (es. organigramma approvato oppure dichiarazione esaustiva dell azienda circa la funzione di Security Manager nel caso di consulenza), regolare pagamento delle quote previste per l ammissione agli esami come da tariffario CEPAS. La documentazione completa per la richiesta di certificazione deve essere trasmessa a CEPAS entro 10 giorni lavorativi prima della data d esame Finalità esame L esame ha lo scopo di: o approfondire le informazioni presentate dal Candidato, nell ambito della sua esperienza professionale, valutando l adeguatezza della documentazione presentata e la sua congruenza con il/i settore/i di interesse indicato/i dal Candidato; o accertare il possesso da parte del Candidato della professionalità e della managerialità necessaria per assicurare la tutela del patrimonio aziendale, o definire l idoneità allo svolgimento del ruolo richiesto, sulla base della documentazione prodotta.

9 Pag. 9 di 17 L esame è condotto dai Commissari d esame CEPAS, i quali si accertano, attraverso opportune tecniche, che il Candidato possegga i requisiti e le caratteristiche personali utili allo svolgimento delle attività professionali per le quali richiede la certificazione. I Commissari sono responsabili della valutazione delle prove d esame del Candidato e per questo ne rispondono a CEPAS; per tutte le attività di valutazione i Commissari garantiscono indipendenza di giudizio, imparzialità, assenza di conflitto di interessi e riservatezza dei dati Modalità svolgimento esame L esame CEPAS si svolge nelle località e date stabilite, di volta in volta, dal Direttore il quale, con l ausilio del personale dipendente, provvede a comunicarle a ciascun Candidato. Alla sessione d esame CEPAS sono presenti i candidati, la Commissione d esame e il personale CEPAS. Prima dell inizio delle prove d esame, i candidati sono tenuti a: - esibire un documento di identità valido e consegnarne copia a CEPAS, - firmare il foglio presenze, - sottoscrivere copia del Codice Deontologico (CD01) e delle Prescrizioni per l'uso del Marchio (MC01), per accettazione delle procedure dell intero iter di certificazione, - presentare la ricevuta degli avvenuti pagamenti delle quote previste per la partecipazione all esame Argomenti e criteri di valutazione dei Security Manager L esame CEPAS consiste in 3 prove: 1. Prima prova scritta finalizzata ad accertare le conoscenze e le capacità di progettare e gestire sistemi di organizzazione della security integrata aziendale. Consiste in un caso in cui si richiede di rappresentare organicamente un esempio di struttura di protezione aziendale. Tempo massimo previsto: 70 minuti. 2. Seconda prova scritta consiste nel rispondere a 50 domande, a risposta chiusa, ed è finalizzata ad accertare il possesso, da parte del Candidato, delle conoscenze e delle capacità di interpretazione ed applicazione delle tematiche relative alla Security aziendale, descritte al punto Tempo massimo previsto: 80 minuti. 3. Terza prova consiste in un colloquio con i Commissari CEPAS ed è finalizzata a: - approfondire il livello di conoscenza degli elementi culturali di base di cui alle prove scritte, - approfondire, nell ambito dell esperienza professionale, le informazioni presentate dal Candidato, - valutare l adeguatezza, l estensione ed il grado di aggiornamento delle esperienze specifiche operative, - verificare il modo di gestire i rapporti interpersonali del Candidato, - valutare le caratteristiche personali previste in funzione del ruolo di Security Manager La Commissione di Esame procede alla valutazione di idoneità del Candidato a fronte dei criteri e dei parametri di seguito specificati. la votazione massima ottenibile è di 100 punti, ed è data dalla sommatoria delle votazioni conseguite dal candidato nelle tre prove d esame: - alla prima prova scritta viene attribuita una votazione massima di 20 punti. - alla seconda prova scritta viene attribuita una votazione massima di 50 punti. - alla terza prova orale viene attribuita una votazione massima di 30 punti. La soglia minima per il superamento dell esame è pari al 70% della sommatoria del massimo punteggio ottenibile nelle prove sostenute dagli stessi (70 punti), tenendo comunque presente che deve essere anche superata la soglia minima fissata per le prove scritte, pari a 48 punti. Pertanto, se il Candidato non supera la soglia minima di 48 punti nelle prove scritte non verrà ammesso alla prova orale e dovrà ripetere l intero esame (scritto e orale) Ripetizione esame di certificazione Se non vengono superate le soglie minime previste, l esame potrà essere ripetuto trascorsi almeno 6 mesi dalla data dello stesso. Sono ammesse ulteriori ripetizioni dell esame, anche prima dei 6 mesi, previo parere favorevole del Comitato di Certificazione/Schema. Ogni ripetizione comporta il pagamento della quota ripetizione esame prevista dal tariffario vigente.

10 Pag. 10 di MANAGER IN AMBITO SORVEGLIANZA PRIVATA Requisiti di ammissione esame Sono ammessi a sostenere l esame CEPAS per Security Manager in ambito Sorveglianza Privata tutti coloro che, avendo presentato formale richiesta attraverso il modulo MD08, documentano, mediante evidenze oggettive, il possesso dei requisiti minimi previsti dalla Scheda SH229, allegandoli al suddetto modulo: diploma di Istruzione Secondaria Superiore o titolo superiore, attestato di superamento esame di un corso qualificato aggiornato alla normativa vigente (rif.to SH41), curriculum vitae aggiornato, datato e firmato, evidenze oggettive in merito agli anni di esperienza lavorativa continuativa complessiva e specifica nella Security, evidenze oggettive circa il ruolo del candidato (es. organigramma approvato oppure dichiarazione esaustiva dell azienda circa la funzione di Security Manager in ambito Sorveglianza Privata nel caso di consulenza), autodichiarazione relativa ai requisiti di integrità morale, regolare pagamento delle quote previste per l ammissione agli esami come da tariffario CEPAS. La documentazione completa per la richiesta di certificazione deve essere trasmessa a CEPAS entro 10 giorni lavorativi prima della data d esame Finalità esame L esame ha lo scopo di: o approfondire le informazioni presentate dal Candidato, nell ambito della sua esperienza professionale, valutando l adeguatezza della documentazione presentata e la sua congruenza con il settore di interesse indicato dal Candidato; o accertare il possesso da parte del Candidato della professionalità e della managerialità necessaria per assicurare la Security, sia della propria azienda sia degli obiettivi affidati dal cliente all istituto di sorveglianza (rif.ti Decreto n. 269/10, UNI 10459, UNI 10891). o definire l idoneità allo svolgimento del ruolo richiesto, sulla base della documentazione prodotta. In accordo alla Scheda requisiti CEPAS SH229, verranno approfondite le seguenti tematiche: politiche generali di security e adattamento/attuazione delle stesse nell ambito delle esigenze del cliente organizzazione della security all interno dell istituto di vigilanza, descrizione delle modalità di organizzazione, tecniche operative, definizione e verifica del corretto utilizzo delle procedure e delle norme, con riferimento alla norma UNI studio delle nuove tecnologie (sistemi di rilevazione, di controllo e di segnalazione, telesorveglianza, televigilanza) gestione della situazione di allarme e di emergenza, pianificazione dei dispositivi di emergenza metodi di rilevazione degli incidenti, studi delle cause e delle modalità di evenienza studio e attuazione di procedure e di supporti di sicurezza tecnici e impiantistici, ivi compreso l'uso delle armi norme che regolano l'attività di vigilanza privata e le mansioni di guardia particolare giurata, con riferimento al D.M. 269/10. norme del T.U.L.P.S. in materia di vigilanza privata e decreti collegati prescrizioni emanate dall'autorità di P. S. conoscenze generali di diritto penale relativamente a reati verso la persona e il patrimonio; nozioni di diritto costituzionale e di diritto e procedura penale, con aspetti normativi relativi all intervento a fronte di reato ed all'uso legittimo delle armi (ad es. L. 397/00) cenni sullo statuto dei lavoratori normative in tema di privacy (D. Lgs 196/03 e provvedimenti del Garante) L esame è condotto dai Commissari d esame CEPAS, i quali si accertano, attraverso opportune tecniche, che il Candidato possegga i requisiti e le caratteristiche personali utili allo svolgimento delle attività professionali per le quali richiede la certificazione.

11 Pag. 11 di 17 I Commissari sono responsabili della valutazione delle prove d esame del Candidato e per questo ne rispondono a CEPAS; per tutte le attività di valutazione i Commissari garantiscono indipendenza di giudizio, assenza di conflitto di interessi e riservatezza dei dati Modalità svolgimento esame L esame CEPAS si svolge nelle località e date stabilite, di volta in volta, dal Direttore il quale, con l ausilio del personale dipendente, provvede a comunicarle a ciascun Candidato. Alla sessione d esame CEPAS sono presenti i candidati, la Commissione d esame e il personale CEPAS. Prima dell inizio delle prove d esame, i candidati sono tenuti a: - esibire un documento di identità valido e consegnarne copia a CEPAS, - firmare il foglio presenze, - sottoscrivere copia del Codice Deontologico (CD01) e delle Prescrizioni per l'uso del Marchio (MC01), per accettazione delle procedure dell intero iter di certificazione, - presentare la ricevuta degli avvenuti pagamenti delle quote previste per la partecipazione all esame Argomenti e Criteri di valutazione dei Security Manager in Ambito Sorveglianza Privata L esame CEPAS consiste in 3 prove: 1. La prima prova scritta è finalizzata ad accertare le conoscenze e le capacità di assicurare la Security, sia della propria azienda sia degli obiettivi affidati dal cliente all istituto di sorveglianza e consiste in un caso in cui si richiede di rappresentare organicamente un esempio di struttura di protezione aziendale. Tempo massimo previsto: 70 minuti. 2. La seconda prova scritta consiste nel rispondere a 50 domande, a risposta chiusa, ed è finalizzata ad accertare il possesso, da parte del Candidato, delle conoscenze e delle capacità di interpretazione ed applicazione delle tematiche relative alla Security aziendale, descritte al punto Tempo massimo previsto: 80 minuti. 3. La terza prova consiste in un colloquio con i Commissari CEPAS ed è finalizzata a: - approfondire il livello di conoscenza degli elementi culturali di base di cui alle prove scritte, - approfondire, nell ambito della esperienza professionale, le informazioni presentate dal Candidato, - valutare l adeguatezza, l estensione ed il grado di aggiornamento delle esperienze specifiche operative, - verificare il modo di gestire i rapporti interpersonali del Candidato, - valutare le caratteristiche personali previste dalla Norma di riferimento (p.to 5.3 della Norma UNI 10459). La Commissione di Esame procede alla valutazione di idoneità del Candidato a fronte dei criteri e dei parametri di seguito specificati. la votazione massima ottenibile è di 100 punti, ed è data dalla sommatoria delle votazioni conseguite dal candidato nelle tre prove d esame: - alla prima prova scritta viene attribuita una votazione massima di 20 punti. - alla seconda prova scritta viene attribuita una votazione massima di 50 punti. - alla terza prova orale viene attribuita una votazione massima di 30 punti. La soglia minima per il superamento dell esame è pari al 70% della sommatoria del massimo punteggio ottenibile nelle prove sostenute dagli stessi (70 punti), tenendo comunque presente che deve essere anche superata la soglia minima fissata per le prove scritte, pari a 48 punti. Pertanto, se il Candidato non supera la soglia minima di 48 punti nelle prove scritte non verrà ammesso alla prova orale e dovrà ripetere l intero esame (scritto e orale). ****** Durante l intero svolgimento delle prove d esame, il Candidato può consultare esclusivamente la normativa volontaria e cogente di riferimento in versione ufficiale o autorizzata, sempre in maniera individuale. La consultazione di documentazione differente (es. materiale didattico di corsi, interpretazioni della Norma, ecc.) e/o lo scambio di informazioni con altri candidati è causa di interruzione dell esame stesso. Le 3 prove, nel loro insieme, sono finalizzate a verificare le conoscenze, le capacità applicative delle tematiche pertinenti alla Security in ambito vigilanza privata da parte dei Candidati, ed i requisiti personali degli stessi come richiesto dalle norme.

12 Pag. 12 di 17 I Commissari, al termine dell esame comunicano a ciascun candidato l esito della valutazione delle prove da essi effettuata comprensivo dell esito circa l idoneità al ruolo. Il Personale CEPAS quindi informa il candidato circa le fasi successive previste dallo schema di certificazione. La Commissione d esame, nei casi in cui lo ritenga opportuno, può inoltre richiedere che venga effettuato un supplemento di esame colloquio integrativo ai fini del rilascio/mantenimento della certificazione Ripetizione esame di certificazione Se non vengono superate le soglie minime previste, l esame potrà essere ripetuto trascorsi almeno 6 mesi dalla data dello stesso. Sono ammesse ulteriori ripetizioni dell esame, anche prima dei 6 mesi, previo parere favorevole del Comitato di Certificazione/Schema. Ogni ripetizione comporta il pagamento della quota ripetizione esame prevista dal tariffario vigente. 4.4 ISMS MANAGER / ISMS SENIOR MANAGER Requisiti di ammissione all esame di certificazione Sono ammessi a sostenere l esame CEPAS per ISMS Manager/ Senior ISMS Manager tutti coloro che, avendo presentato formale richiesta attraverso il modulo MD08, documentano, mediante evidenze oggettive, il possesso dei requisiti minimi previsti dalla Scheda SH139, allegandoli al suddetto modulo: diploma di Istruzione Secondaria Superiore o titolo superiore, attestato di superamento esami di un corso per ISMS Manager, curriculum vitae aggiornato, datato e firmato, evidenze oggettive in merito agli anni di esperienza lavorativa continuativa complessiva e specifica nell ISMS, evidenze oggettive circa il ruolo del candidato (es. organigramma approvato), autodichiarazione relativa ai requisiti di integrità morale, regolare pagamento delle quote previste per l ammissione agli esami come da tariffario CEPAS. La documentazione completa per la richiesta di certificazione deve essere trasmessa a CEPAS entro 10 giorni lavorativi prima della data d esame Finalità esame L esame ha lo scopo di: o approfondire le informazioni presentate dal Candidato, nell ambito della sua esperienza professionale, valutando l adeguatezza della documentazione presentata e la sua congruenza con il/i settore/i di interesse indicato/i dal Candidato; o accertare il possesso da parte del Candidato della professionalità e della managerialità necessaria per assicurare la tutela del patrimonio informatico aziendale con particolare riferimento alle seguenti tematiche: Area legale L. 20 maggio 1970, n. 300 (Statuto dei Lavoratori) Aspetti legali relativi ai Decreti legislativi e modificazioni successive: - Privacy: D. Lgs. 196/03, con i vari allegati, tra cui il B sulle misure minime - Diritto di Autore: L. 633/41 - D. Lgs 518/92 - L. 248/00 - Regol. 338/01 (SIAE) - Responsabilità penali delle Persone Giuridiche (pirateria informatica, pedoporno, truffe informatiche ai danni dello stato) D. Lgs. 231/01 - Commercio elettronico, D. Lgs 70/03 - Proprietà Industriale, D. Lgs. 30/05 - Amministrazione Digitale (firma elettronica,p.es.) D. Lgs. 82/05 - Antiterrorismo (pacchetto Pisanu) L. 155/05 - Violazione reti informatiche, L. 547/93 da leggere con il D. Lgs. 196/03 Conoscenze degli aspetti normativi sulla tutela del segreto di Stato Responsabilità Civili, Penali e Amministrative Aspetti contrattuali relativi all Outsourcing connessi alla Security

13 Pag. 13 di 17 Aspetti contrattuali Fornitori, Clienti, Terze Parti Aspetti di diritto e procedura penali connessi alla Security Iniziative di tipo giuridico e assicurativo a protezione del patrimonio informativo aziendale Area tecnologica Elementi base dell ISMS, dei concetti di sistema e delle reti Fondamentali dell Information Security Principali Protocolli per il trasferimento dei dati Modalità di protezione delle informazioni ed elementi di crittografia Firma elettronica, digitale Sicurezza soluzioni Wireless Intranet, VPN, LAN Virus, I-Worms, Programmi pericolosi, Prodotti e tecniche di prevenzione e di contrasto Business Continuity, Disaster Recovery e Crisis Management Penetration tests (cenni) e relativi aspetti legali Applicazione delle soluzioni individuate delle vulnerabilità e delle minacce Applicativi, standard dei prodotti (ISO, UNI) Principali tools di selezione accessi logici utilizzati nei main frame ITSEC (cenni) ISO Parte 1-2 e 3 (cenni) UNI CEI ISO/IEC per ISMS (Information Security Management System) Elementi base dei principali rischi per l'ict Security nei: commercio elettronico, EDI (Elettronic Data Interchange), posta elettronica, operazioni bancarie o di trading remote, sistemi di gestione integrati ERP, sistemi di supporto a e decisioni (DSS), sviluppo e/o acquisto di Sistemi Informativi e di Telecomunicazione, re-ingegnerizzazione dei processi o del relativo sw, gestione della documentazione di sistema. Area management Aspetti organizzativi dell Information Technology Aspetti organizzativi dell Information Security Gestione delle problematiche complesse D. Lgs. 231/2001, sistemi di controllo ed elementi di Corporate Governance Organizzazione della struttura di ISMS Risk Assessment: Risk Analysis e Risk Evaluation Sistemi di misurazione per analisi Costi/Benefici Definizione di Company Policy Definizione delle strategie dell ISMS Modalità di supporto alle attività delle istituzioni deputate Rischi di ICT Security connessi allo sviluppo e/o acquisto di Sistemi Informativi e di Telecomunicazione. Rischi ICT Security connessi con la re-ingegnerizzazione dei processi o del relativo sw Rischi connessi alla gestione della documentazione di sistema o definire l idoneità allo svolgimento del ruolo richiesto, sulla base della documentazione prodotta (Senior ISMS Manager oppure ISMS Manager). L esame è condotto dai Commissari d esame CEPAS, i quali si accertano, attraverso opportune tecniche, che il Candidato possegga i requisiti e le caratteristiche personali utili allo svolgimento delle attività professionali per le quali richiede la certificazione. La Commissione definirà inoltre, in sede d esame, l idoneità allo svolgimento del ruolo richiesto, sulla base della documentazione prodotta (ISMS Senior Manager oppure ISMS Manager). I Commissari sono responsabili della valutazione delle prove d esame del Candidato e per questo ne rispondono a CEPAS; per tutte le attività di valutazione i Commissari garantiscono indipendenza di giudizio, assenza di conflitto di interessi e riservatezza dei dati.

14 Pag. 14 di Modalità svolgimento esame L esame CEPAS si svolge nelle località e date stabilite, di volta in volta, dal Direttore il quale, con l ausilio del personale dipendente, provvede a comunicarle a ciascun Candidato. Alla sessione d esame CEPAS sono presenti i candidati, la Commissione d esame e il personale CEPAS. Prima dell inizio delle prove d esame, i candidati sono tenuti a: - esibire un documento di identità valido e consegnarne copia a CEPAS, - firmare il foglio presenze, - sottoscrivere copia del Codice Deontologico (CD01) e delle Prescrizioni per l'uso del Marchio (MC01), per accettazione delle procedure dell intero iter di certificazione, - presentare la ricevuta degli avvenuti pagamenti delle quote previste per la partecipazione all esame Argomenti e criteri di valutazione degli ISMS Manager / ISMS Senior Manager L esame CEPAS consiste in 3 prove: 1. La prima prova scritta è finalizzata ad accertare le conoscenze e le capacità di progettare e gestire sistemi di organizzazione della ICT security integrata aziendale e consiste in un caso in cui si richiede di sviluppare un progetto di sistema di gestione della sicurezza delle informazioni che risulti in accordo alla norma UNI CEI ISO/IEC Tempo massimo previsto: 70 minuti. 2. La seconda prova scritta consiste nel rispondere a 20 domande, a risposta chiusa, ed è finalizzata ad accertare il possesso, da parte del Candidato, delle conoscenze e delle capacità di interpretazione ed applicazione degli aspetti legali, tecnologici, organizzativi e di audit dei sistemi di gestione per la sicurezza delle informazioni (ISMS), descritte al punto Tempo massimo previsto: 45 minuti. 3. La terza prova consiste in un colloquio con i Commissari CEPAS ed è finalizzata a: - approfondire il livello di conoscenza degli elementi culturali di base di cui alle prove scritte, - approfondire, nell ambito dell esperienza professionale, le informazioni presentate dal Candidato, - valutare l adeguatezza, l estensione ed il grado di aggiornamento delle esperienze specifiche operative, - verificare il modo di gestire i rapporti interpersonali del Candidato, - valutare le caratteristiche personali in funzione del ruolo di ISMS Manager o di ISMS Senior Manager, - valutare la congruenza tra la richiesta di certificazione da parte del Candidato (nel ruolo di ISMS Manager o di ISMS Senior Manager) e lo Schema di Certificazione CEPAS. La Commissione di Esame procede alla valutazione di idoneità del Candidato a fronte dei criteri e dei parametri di seguito specificati: - la votazione massima ottenibile è di 100 punti, ed è data dalla sommatoria delle votazioni conseguite dal candidato nelle tre prove d esame - alla prima prova scritta viene attribuita una votazione massima di 20 punti. - alla seconda prova scritta viene attribuita una votazione massima di 50 punti. - alla terza prova orale viene attribuita una votazione massima di 30 punti. La soglia minima per il superamento dell esame è pari al 70% della sommatoria del massimo punteggio ottenibile nelle prove sostenute dagli stessi (70 punti), tenendo comunque presente che deve essere anche superata la soglia minima fissata per le prove scritte, pari a 48 punti. Pertanto, se il Candidato non supera la soglia minima di 48 punti nelle prove scritte non verrà ammesso alla prova orale e dovrà ripetere l intero esame (scritto e orale). ****** Durante l intero svolgimento delle prove d esame, il Candidato può consultare esclusivamente la normativa volontaria e cogente di riferimento in versione ufficiale o autorizzata, sempre in maniera individuale. La consultazione di documentazione differente (es. materiale didattico di corsi, interpretazioni della Norma, ecc.) e/o lo scambio di informazioni con altri candidati è causa di interruzione dell esame stesso. Le 3 prove, nel loro insieme, sono finalizzate a verificare le conoscenze, le capacità applicative delle tematiche pertinenti alla ISMS aziendale da parte dei Candidati ed i requisiti personali degli stessi.

15 Pag. 15 di 17 I Commissari, al termine dell esame comunicano a ciascun candidato l esito della valutazione delle prove da essi effettuata comprensivo dell esito circa l idoneità al ruolo di ISMS Manager o ISMS Senior Manager. Il Personale CEPAS quindi informa il candidato circa le fasi successive previste dallo schema di certificazione. La Commissione d esame, nei casi in cui lo ritenga opportuno, può inoltre richiedere che venga effettuato un supplemento di esame colloquio integrativo ai fini del rilascio/mantenimento della certificazione Ripetizione esame di certificazione Se non vengono superate le soglie minime previste, l esame potrà essere ripetuto trascorsi almeno 6 mesi dalla data dello stesso. Sono ammesse ulteriori ripetizioni dell esame, anche prima dei 6 mesi, previo parere favorevole del Comitato di Certificazione/Schema. Ogni ripetizione comporta il pagamento della quota prevista dal tariffario vigente. 4.5 EXPERT Requisiti di ammissione all esame di certificazione Sono ammessi a sostenere l esame CEPAS per Security Expert tutti coloro che, avendo presentato formale richiesta attraverso il modulo MD08, documentano, mediante evidenze oggettive, il possesso dei requisiti minimi previsti dalla Scheda SH208, allegandoli al suddetto modulo: diploma di Istruzione Secondaria Superiore o titolo superiore attestato di superamento esame di un corso qualificato aggiornato alla normativa vigente (rif.to SH41), curriculum Vitae aggiornato, datato e firmato evidenze oggettive in merito agli anni di esperienza lavorativa continuativa complessiva e specifica nella Security (almeno 2 anni recenti) regolare pagamento delle quote previste per l ammissione agli esami come da tariffario CEPAS La documentazione completa per la richiesta di certificazione deve essere trasmessa a CEPAS entro 10 giorni lavorativi prima della data d esame Finalità esame L esame ha lo scopo di: o approfondire le informazioni presentate dal Candidato, nell ambito della sua esperienza professionale, valutando l adeguatezza della documentazione presentata e la sua congruenza con il/i settore/i di interesse indicato/i dal Candidato; o accertare il possesso da parte del Candidato della professionalità acquisita per svolgere il ruolo di Security Expert, e in particolare se svolto in ambito aziendale e/o di Istituti di Vigilanza privata; o definire l idoneità allo svolgimento del ruolo richiesto, sulla base della documentazione prodotta. L esame è condotto dai Commissari d esame CEPAS, i quali si accertano, attraverso opportune tecniche, che il Candidato possegga i requisiti e le caratteristiche personali utili allo svolgimento delle attività professionali per le quali richiede la certificazione. I Commissari sono responsabili della valutazione delle prove d esame del Candidato e per questo ne rispondono a CEPAS; per tutte le attività di valutazione i Commissari garantiscono indipendenza di giudizio, assenza di conflitto di interessi e riservatezza dei dati Modalità svolgimento esame L esame CEPAS si svolge nelle località e date stabilite, di volta in volta, dal Direttore il quale, con l ausilio del personale dipendente, provvede a comunicarle a ciascun Candidato. Alla sessione d esame CEPAS sono presenti i candidati, la Commissione d esame e il personale CEPAS. Prima dell inizio delle prove d esame, i candidati sono tenuti a: - esibire un documento di identità valido e consegnarne copia a CEPAS,

16 Pag. 16 di 17 - firmare il foglio presenze, - sottoscrivere copia del Codice Deontologico (CD01) e delle Prescrizioni per l'uso del Marchio (MC01), per accettazione delle procedure dell intero iter di certificazione, - presentare la ricevuta degli avvenuti pagamenti delle quote previste per la partecipazione all esame Argomenti e Criteri di valutazione dei Security Expert L esame CEPAS consiste in 2 prove: 1. La prima prova - scritta - consiste nel rispondere a 30 domande, a risposta chiusa, ed è finalizzata ad accertare il possesso, da parte del Candidato, delle conoscenze e delle capacità di interpretazione ed applicazione delle tematiche relative alla Security aziendale e/o di vigilanza privata, descritte al punto Tempo massimo previsto: 60 minuti. 2. La seconda prova orale - consiste in un colloquio con i Commissari CEPAS ed è finalizzata a: - approfondire il livello di conoscenza degli elementi culturali di base di cui alla prova scritta - approfondire, nell ambito dell esperienza professionale, le informazioni presentate dal Candidato - valutare l adeguatezza, l estensione ed il grado di aggiornamento delle esperienze specifiche operative - verificare il modo di gestire i rapporti interpersonali del Candidato - valutare le caratteristiche personali previste dalla Norma di riferimento - valutare la congruenza tra la richiesta di certificazione da parte del Candidato e lo Schema CEPAS La Commissione di Esame procede alla valutazione di idoneità del Candidato a fronte dei criteri e dei parametri di seguito specificati. la votazione massima ottenibile è di 50 punti, ed è data dalla sommatoria delle votazioni conseguite dal candidato nelle due prove d esame. - alla prima prova scritta viene attribuita una votazione massima di 30 punti. - alla prova orale viene attribuita una votazione massima di 20 punti. La soglia minima per il superamento dell esame è pari al 70% della sommatoria del massimo punteggio ottenibile nelle prove sostenute dagli stessi (50 punti), tenendo comunque presente che deve essere anche superata la soglia minima fissata per le prove scritte, pari a 21 punti. Pertanto, se il Candidato non supera la soglia minima di 21 punti nelle prove scritte non verrà ammesso alla prova orale e dovrà ripetere l intero esame (scritto e orale). ****** Le 2 prove, nel loro insieme, sono finalizzate a verificare le conoscenze, le capacità applicative delle tematiche pertinenti alla Security aziendale e/o di vigilanza privata da parte dei Candidati, ed i requisiti personali degli stessi. Durante l intero svolgimento delle prove d esame, il Candidato può consultare esclusivamente la normativa volontaria e cogente di riferimento in versione ufficiale o autorizzata, sempre in maniera individuale. La consultazione di documentazione differente (es. materiale didattico di corsi, interpretazioni della Norma, ecc.) e/o lo scambio di informazioni con altri candidati è causa di interruzione dell esame stesso. I Commissari, al termine dell esame comunicano a ciascun candidato l esito della valutazione delle prove da essi effettuata comprensivo dell esito. Il Personale CEPAS quindi informa il candidato circa le fasi successive previste dallo schema di certificazione. La Commissione d esame, nei casi in cui lo ritenga opportuno, può inoltre richiedere che venga effettuato un supplemento di esame colloquio integrativo ai fini del rilascio/mantenimento della certificazione Ripetizione esame di certificazione Se non vengono superate le soglie minime previste, l esame potrà essere ripetuto trascorsi almeno 6 mesi dalla data dello stesso. Sono ammesse ulteriori ripetizioni dell esame, anche prima dei 6 mesi, previo parere favorevole del Comitato di Certificazione/Schema. Ogni ripetizione comporta il pagamento della quota ripetizione esame prevista dal tariffario vigente.

17 Pag. 17 di CERTIFICAZIONE Il Candidato in possesso di tutti i requisiti richiesti viene proposto al Gruppo di Approvazione Settoriale e, ad esito positivo, da questo presentato al Direttore CEPAS per l approvazione. Il Direttore, per i candidati ritenuti idonei, rilascia il Certificato, provvede all iscrizione nell apposito Registro e propone la ratifica al Comitato di Certificazione CEPAS. 5.1 Rilascio del certificato Il Direttore, sulla base di tutta la documentazione relativa al Candidato e su eventuali indicazioni fornite dai Gruppi di Approvazione Settoriali, valuta l eventuale necessità di chiedere ulteriori informazioni ai Responsabili delle Aziende presso cui, o per conto delle quali, il Candidato ha svolto attività specifica In tal caso, il Direttore stabilisce anche quali tempi e modalità siano necessari. Ad esito positivo della valutazione e all avvenuto pagamento della tariffa di iscrizione, il Direttore approva l emissione del certificato e comunica il nominativo del Candidato ritenuto idoneo al Comitato di Certificazione/Comitato di Schema che ratifica la certificazione. La notifica dell ottenimento della certificazione, unitamente alle modalità per la consegna di certificato, vengono comunicate al Candidato dal Direttore CEPAS. 5.2 Passaggio di Registro Il personale certificato CEPAS in qualità di Security Manager oppure ISMS Manager può richiedere il rilascio del certificato come Senior Security Manager (rif. SH40) oppure ISMS Senior Manager (rif. SH139), trascorsi almeno 6 mesi dalla prima iscrizione nel Registro. Il personale certificato CEPAS in qualità di Security Expert, può richiedere il rilascio della certificazione come Security Manager (rif. SH240) oppure Security Manager in ambito Sorveglianza Privata (rif. SH229), trascorso almeno 1 anno dalla prima iscrizione nel Registro. La richiesta di passaggio richiede l integrazione della documentazione prodotta per la prima certificazione, sulla base di quanto richiesto dalla Scheda requisiti CEPAS di riferimento, ed il pagamento della quota secondo tariffario. La valutazione di idoneità del Candidato avviene attraverso la sequenza, temporale e vincolante, di ciascuna delle seguenti fasi: valutazione della documentazione prodotta dal Candidato eseguita dal Referente CEPAS, che accerta il possesso o meno, da parte dello stesso, dei requisiti per il passaggio di Registro, di cui alle suddette Schede requisiti; nei casi dubbi, il Direttore può inoltre procedere a: - richiesta di informazioni/documenti supplementari al candidato; - accertamento, tramite invio di un Commissario appositamente incaricato, dell attività svolta presso le aziende citate nella documentazione presentata, - invitare il Candidato per un colloquio di approfondimento. ad esito positivo segue: valutazione di idoneità della documentazione, di cui ai punti sopra indicati, eseguita dal Gruppo di Approvazione Settoriale CEPAS; il Gruppo di Approvazione Settoriale si riserva inoltre di valutare la congruenza tra la documentazione presentata dal Candidato e la proposta di passaggio di registro; ad esito positivo segue: approvazione da parte del Direttore CEPAS e iscrizione nel Registro ad esito positivo segue: ratifica da parte del Comitato di Certificazione / Comitato di Schema CEPAS Qualora l esito di una qualsiasi delle suddette fasi sia negativo e/o il Candidato non corrisponda la quota prevista dal tariffario, CEPAS interrompe il processo di valutazione e informa il Candidato. Per procedere nell iter sarà necessario prima risolvere le carenze riscontrate nella singola fase, nei tempi indicati da CEPAS. CEPAS infine provvederà all aggiornamento dei relativi registri e all emissione del nuovo certificato. Il passaggio di Registro non comporta la variazione della data di scadenza triennale. CEPAS valuta l eventuale opportunità di chiedere l effettuazione di un colloquio tecnico integrativo.

PROCEDURA GESTIONALE MODALITÀ DI VALUTAZIONE DEGLI AUDITOR INTERNI DI SISTEMI DI GESTIONE QUALITA E AMBIENTE

PROCEDURA GESTIONALE MODALITÀ DI VALUTAZIONE DEGLI AUDITOR INTERNI DI SISTEMI DI GESTIONE QUALITA E AMBIENTE Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it PROCEDURA GESTIONALE sigla: PG08 Pag. 1 di 6 0 01.10.2013 CEPAS srl R.A. Favorito

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI PER CONSULENTI DI SISTEMI DI GESTIONE DELLA SECURITY

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI PER CONSULENTI DI SISTEMI DI GESTIONE DELLA SECURITY Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI PER CONSULENTI DI SISTEMI

Dettagli

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu PROCEDURA GESTIONALE sigla: PG45 Pag. 1 di 7 MODALITÀ DI VALUTAZIONE DEGLI ESPERTI

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ISMS MANAGER/SENIOR MANAGER

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ISMS MANAGER/SENIOR MANAGER Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ISMS MANAGER/SENIOR MANAGER

Dettagli

MODALITÀ E CRITERI PER IL RINNOVO DELLA CERTIFICAZIONE NEL SETTORE SECURITY

MODALITÀ E CRITERI PER IL RINNOVO DELLA CERTIFICAZIONE NEL SETTORE SECURITY Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: rinnovo@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu PROCEDURA GESTIONALE sigla: PG21 Pag. 1 di 5 DELLA CERTIFICAZIONE NEL SETTORE 3

Dettagli

CSP- CSE RSPP FSL - FFSL - CTS CTSS*

CSP- CSE RSPP FSL - FFSL - CTS CTSS* PROCEDURA GESTIONALE sigla:pd20 Pag. 1 di 5 DEL CSP- CSE RSPP FSL - FFSL - CTS CTSS* 0 1 emissione Rev. Data Motivazioni Convalida Approvazione Pag. 2 di 5 INDICE 1.0 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2.0

Dettagli

SCHEMA DEI REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE

SCHEMA DEI REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE SCHEMA DEI REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE PER Il presente Schema è stato redatto in conformità alle Norme : UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2004 Sistemi Valutazione della conformità -

Dettagli

Università di Mode. ena e Reggio Emilia. IV ediz. zione. 120 ore - Qualifica: Qualificazione conforme a norma UNI. Venerdì e Sabato mattina

Università di Mode. ena e Reggio Emilia. IV ediz. zione. 120 ore - Qualifica: Qualificazione conforme a norma UNI. Venerdì e Sabato mattina Università di Mode ena e Reggio Emilia Corso di perrfezionamento SECURITY MANAGER IV ediz zione In collaborazione con: Riferimenti legislativi e privacy Sicurezza delle informazioni Analisi e gestione

Dettagli

Figura professionale: Controller e Controller Senior

Figura professionale: Controller e Controller Senior SK31 rev.01 Figura professionale: Controller e Controller Senior rev.01 may 2015 pag. 1 di 1 INDICE SCHEDA REQUISITI (SK31) Capitolo 1 Conoscenze, abilità e competenze associate all attività professionale

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE DELL ENERGIA (S.G.E.)

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE DELL ENERGIA (S.G.E.) Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it sigla: SH 193 Pag. 1 di 5 AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI (S.G.E.) 0 01.10.2013

Dettagli

SCHEMA DI CERTIFICAZIONE

SCHEMA DI CERTIFICAZIONE Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Pag. 1 di 1 PER PROJECT MANAGER 0 17.03.2015 1ª Emissione R.A. Favorito G. Colferai

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ITSMS (IT SERVICE MANAGEMENT SYSTEMS) AUDITOR/RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ITSMS (IT SERVICE MANAGEMENT SYSTEMS) AUDITOR/RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ITSMS (IT SERVICE MANAGEMENT

Dettagli

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu PROCEDURA GESTIONALE sigla: PG01 Pag. 1 di 10 DEL PROCESSO DI QUALIFICAZIONE E DI

Dettagli

Figura professionale: Operatore Olistico

Figura professionale: Operatore Olistico Figura professionale: Operatore Olistico rev.00 aprile 2014 pag. 1 di 9 INDICE SCHEDA REQUISITI (SK26) Capitolo 1 Conoscenze, abilità e competenze associate all attività professionale Pag. 3 Capitolo 2

Dettagli

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE degli ESPERTI IN GESTIONE DELL

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR DI S.G.Q. NEL SETTORE COSTRUZIONI E IMPIANTI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR DI S.G.Q. NEL SETTORE COSTRUZIONI E IMPIANTI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.it sigla: SH84 Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE UNI EN ISO 22000 PACKAGING

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE UNI EN ISO 22000 PACKAGING Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA

SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373- Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR /

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROJECT MANAGER ED I CORSI DI Cod. QI 62 01 00a REGOLAMENTO GENERALE

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROJECT MANAGER ED I CORSI DI Cod. QI 62 01 00a REGOLAMENTO GENERALE STORIA DELLE REVISIONI: REGOLAMENTO GENERALE Rev. 02 Pagina 1 di 7 REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROJECT MANAGER ED I CORSI DI N DATA MOTIVO EMETTE APPROVA 00 2013-03-18 PRIMA EMISSIONE

Dettagli

CEPAS Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it

CEPAS Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 0 12.07.2007 1ª Emissione Presidente Comitato di Certificazione Presidente

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER ESPERTI IN MARKETING & COMUNICAZIONE

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER ESPERTI IN MARKETING & COMUNICAZIONE Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL 1 22.03.2002 Rev. Generale

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI BUONE PRASSI IGIENICHE E PROCEDURE BASATE SU HACCP

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI BUONE PRASSI IGIENICHE E PROCEDURE BASATE SU HACCP Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH55 Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

Figura Professionale del RSPP, CTS,CTSS, CSP e CSE, FSL, FFSL. Schema di certificazione e procedura gestionale (ex PD20) SK24 rev.

Figura Professionale del RSPP, CTS,CTSS, CSP e CSE, FSL, FFSL. Schema di certificazione e procedura gestionale (ex PD20) SK24 rev. Figura Professionale: - Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP) - Consulente Tecnico Della Sicurezza Sul Lavoro (CTS) - Consulente Tecnico Della Sicurezza Sul Lavoro Senior (CTSS) - Coordinatore

Dettagli

GESTIONE DEI REGISTRI PROFESSIONALI AiFOS REGOLAMENTO GENERALE (Legge 14 gennaio 2013 n. 4)

GESTIONE DEI REGISTRI PROFESSIONALI AiFOS REGOLAMENTO GENERALE (Legge 14 gennaio 2013 n. 4) Pagina: 2 di 9 Art. 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1. Premessa 1.2. Riferimenti normativi 1.3. Definizioni e Abbreviazioni L attività di gestione dei registri professionali tenuti da AiFOS descritta

Dettagli

AUDITOR DEI SISTEMI DI GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA

AUDITOR DEI SISTEMI DI GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA ICPrev/BAN-SAFETY AUDITOR Pag. 1/17 BANDO DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI DI AUDITOR DEI SISTEMI DI GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SECONDO LO SCHEMA ICPrev-SAFETY AUDITOR I.C.Prev.

Dettagli

SCHEMA DEI REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DELLA FIGURA DI SECURITY MANAGER JUNIOR SECURITY MANAGER

SCHEMA DEI REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DELLA FIGURA DI SECURITY MANAGER JUNIOR SECURITY MANAGER SCHEMA DEI REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DELLA FIGURA DI Il presente Schema è stato redatto in conformità alle Norme : UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2004 Sistemi Valutazione della conformità - Requisiti generali

Dettagli

Regolamento generale per la certificazione del personale e la qualificazione dei corsi. Indice

Regolamento generale per la certificazione del personale e la qualificazione dei corsi. Indice Indice 1 Scopo e campo di applicazione 2 2 Riferimenti normativi 2 3 Definizioni 2 4 Condizioni generali 3 4.1 Requisiti 3 4.2 Accesso agli schemi di certificazione/qualificazione 3 5 Processo di certificazione

Dettagli

Security Manager. Professionista della Security Aziendale

Security Manager. Professionista della Security Aziendale OBIETTIVI e finalità Il programma del corso è progettato per soddisfare le attuali esigenze del mercato e le più recenti normative che richiedono nuove generazioni di manager e professionisti della Security

Dettagli

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Introduzione alla ISO 27001 La metodologia Quality Solutions Focus on: «L analisi

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI PER ESPERTO TECNICO DI MISURE Specializzazione Misure Meccaniche

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI PER ESPERTO TECNICO DI MISURE Specializzazione Misure Meccaniche Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.it sigla: SH94 Pag. 1 di 7 PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI PER 1 26.09.2002 Rev. Generale

Dettagli

SCHEMA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROFESSIONISTA DELLA SECURITY AZIENDALE

SCHEMA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROFESSIONISTA DELLA SECURITY AZIENDALE Rev. 03 Pagina 1 di 5 a) Titolo di studio(*) formale) b) Esperienza lavorativa in campo specifico (*) informale) c) Formazione specifica non formale) Professionista della Security I livello (operativo,

Dettagli

ICPrev/BAN-COORDSPP Pag. 1/20 BANDO DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI DI COORDINATORE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

ICPrev/BAN-COORDSPP Pag. 1/20 BANDO DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI DI COORDINATORE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE ICPrev/BAN-COORDSPP Pag. 1/20 EDIZIONE DEL 18/11/2008 (Adeguamento del bando con riferimento al D.Lgs. 81/2008) BANDO DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI DI COORDINATORE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE Titolo progetto: Ente: ALDEBRA SPA Indirizzo: VIA LINZ, 13 38121 TRENTO Recapito telefonico: 0461/302400 Indirizzo e-mail: info@aldebra.com Indirizzo

Dettagli

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL DISCIPLINARE DEL CAPO DELLA POLIZIA DEL 24 FEBBRAIO 2015 (NORMA UNI 10459)

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL DISCIPLINARE DEL CAPO DELLA POLIZIA DEL 24 FEBBRAIO 2015 (NORMA UNI 10459) PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL DISCIPLINARE DEL CAPO DELLA POLIZIA DEL 24 FEBBRAIO 2015 (NORMA UNI 10459) INDICE Data di aggiornamento: Articolo 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

TÜV Examination Institute. Schema CDP

TÜV Examination Institute. Schema CDP 1 di 8 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. RIFERIMENTI... 2 3. ACRONIMI... 2 4. REQUISITI... 2 4.1 Profilo... 2 4.2 Istruzione... 3 4.3 Formazione specifica... 3 4.3.1 Formazione specifica

Dettagli

MASTER GESTIONE INTEGRATA

MASTER GESTIONE INTEGRATA MASTER GESTIONE INTEGRATA ESPERTI in SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE: QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA ISO serie 9000, ISO serie 14000, OHSAS 18001, OHSAS 18002, ISO 22000, ISO 27001, Reg. EMAS, ISO 19011,

Dettagli

SCHEMA DEI REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DELLA FIGURA DI SECURITY PROFESSIONAL

SCHEMA DEI REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DELLA FIGURA DI SECURITY PROFESSIONAL SCHEMA DEI REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DELLA FIGURA DI Il presente Schema è stato redatto in conformità alla Norma : UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012 Sistemi Valutazione della conformità Requisiti generali

Dettagli

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail certificazione@cepas.it Sito internet: www.cepas.

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail certificazione@cepas.it Sito internet: www.cepas. Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail certificazione@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Pag. 1 di 10 S P 4 4 2 10.12.2014 Revisione Generale Presidente Comitato di

Dettagli

SCHEMA DEI REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DELLA FIGURA DI ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA ENERGY MANAGER

SCHEMA DEI REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DELLA FIGURA DI ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA ENERGY MANAGER SCHEMA DEI REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DELLA FIGURA DI Il presente Schema è stato redatto in conformità alle Norme : UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2004 Sistemi Valutazione della conformità Requisiti generali

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE Valido dal 2014-07-01

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE Valido dal 2014-07-01 1 di 17 INDICE 1 Generalità e Scopo 2 Campo di applicazione 3 Processo di certificazione 4 Emissione e validità del certificato 5 Registro delle organizzazioni certificate 6 Procedura gestione dei reclami

Dettagli

La Certificazione del Personale. Schema CDP Privacy Officer e Consulente della Privacy

La Certificazione del Personale. Schema CDP Privacy Officer e Consulente della Privacy La Certificazione del Personale Schema CDP Privacy Officer e Consulente della Privacy Slide 1 TÜV Italia: breve presentazione TÜV Italia è un ente indipendente di certificazione, ispezione, testing, collaudi

Dettagli

ZSEIT-4-RG105 4 2015-03-17 3 1 of 11. RAI - BMA FVF / TAP PRIV All in DNV GL Business Assurance Italia

ZSEIT-4-RG105 4 2015-03-17 3 1 of 11. RAI - BMA FVF / TAP PRIV All in DNV GL Business Assurance Italia Document No.: Revision: Date: Replace: Page: 4 2015-03-17 3 1 of 11 Prepared by: Reviewed by: Approved by: Valid for: RAI - BMA FVF / TAP PRIV All in DNV GL Business Assurance Italia Regolamento particolare

Dettagli

Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche: principali novità

Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche: principali novità FLASH REPORT Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche: principali novità Luglio 2013 Il 2 luglio 2013 la Banca d Italia, all esito dell attività di consultazione avviata nel mese di settembre

Dettagli

brave0@virgilio.it / brave076@gmail.com

brave0@virgilio.it / brave076@gmail.com C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome ROSSI ALESSIO Indirizzo 242A, VIA DEL TRULLO, 00148, ROMA, ITALIA Telefono 066572903-3487284184 E-mail brave0@virgilio.it / brave076@gmail.com

Dettagli

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE PER IL PROFESSIONISTA DELLA SECURITY AZIENDALE

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE PER IL PROFESSIONISTA DELLA SECURITY AZIENDALE Corso di formazione anno accademico 2014 2015 CORSO DI FORMAZIONE PER IL PROFESSIONISTA DELLA SECURITY AZIENDALE Corso in fase di qualificazione per la Certificazione Professionista della security aziendale

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEL CONSULENTE TECNICO DELLA SICUREZZA SUL LAVORO (CT)

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEL CONSULENTE TECNICO DELLA SICUREZZA SUL LAVORO (CT) Pag. 1 di 6 LAVORO (CT) CONSULENTE TECNICO SENIOR DELLA SICUREZZA SUL LAVORO (CTSS) 0 04/10/2011 1 emissione Rev. Data Motivazioni Convalida Approvazione Pag. 2 di 6 PROFILI Nella presente scheda si caratterizzano

Dettagli

REGOLAMENTO PARTICOLARE PER LA CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI

REGOLAMENTO PARTICOLARE PER LA CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI 1 OGGETTO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 1 2 TERMINI E DEFINIZIONI... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4 REGOLE PARTICOLARI CERTIFICAZIONE IN ACCORDO ALLE NORME DI RiFERIMENTO... 2 4.1 Referente per DNV GL...

Dettagli

SCHEMA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE PER SAFETY AUDITOR/LEAD AUDITOR

SCHEMA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE PER SAFETY AUDITOR/LEAD AUDITOR Rev. 07 Pagina 1 di 5 Prevede (max 20 partecipanti): ü Minimo n. 2 docenti; ü n. 1 o più Assistenti per la conduzione delle esercitazioni (facoltativi). Individua un Responsabile didattico il quale coordina,

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE SECURITY MANAGEMENT

CORSO DI FORMAZIONE SECURITY MANAGEMENT DESTINATARI DEL CORSO Prerequisiti: CORSO DI FORMAZIONE SECURITY MANAGEMENT UNI 10459:1995 UNI 10891:2000 Livello di Istruzione: Diploma di Laurea Esperienza lavorativa di almeno 4 anni maturata nei seguenti

Dettagli

Company profile 2014

Company profile 2014 Company profile 2014 Chi siamo Digimetrica è una società specializzata in: Sicurezza informatica Networking e gestione di infrastrutture informatiche Outsourcing di soluzioni internet e cloud computing

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AMMINISTRATORE IMMOBILIARE E CONDOMINIALE

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AMMINISTRATORE IMMOBILIARE E CONDOMINIALE Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 0 01.10.2013 CEPAS srl 0 16.12.2002 1ª Emissione Comitato di Certificazione

Dettagli

STT e BS7799: traguardo ed evoluzione in azienda

STT e BS7799: traguardo ed evoluzione in azienda STT e BS7799: traguardo ed evoluzione in azienda Ada Sinigalia Anita Landi XVIII Convegno Nazionale di Information Systems Auditing "25 anni di Audit: l'evoluzione di una professione" Cortona, 20 maggio

Dettagli

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Pag. 1 di 6 1 06.02.2014 Rev. Generale 0 01.10.2013 CEPAS srl Presidente Comitato

Dettagli

ICPrev/BAN-FORM-DOC FORMATORE E DOCENTE CHE OPERA NELL AMBITO DELLA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO E PROTEZIONE DELL AMBIENTE

ICPrev/BAN-FORM-DOC FORMATORE E DOCENTE CHE OPERA NELL AMBITO DELLA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO E PROTEZIONE DELL AMBIENTE Pagina 1 di 10 BANDO DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI FORMATIVO-DIDATTICHE DI UN FORMATORE E DOCENTE CHE OPERA NELL AMBITO DELLA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO E PROTEZIONE DELL AMBIENTE

Dettagli

Copyright KEY INVESTIGATION s.r.l. 2013 - tutti i diritti riservati

Copyright KEY INVESTIGATION s.r.l. 2013 - tutti i diritti riservati KEY INVESTIGATION s.r.l. - Agenzia Investigativa legalmente autorizzata - fornisce, ad aziende e privati, servizi investigativi e di intelligence di alto livello: tali attività vengono svolte su tutto

Dettagli

il presupposto del successo di ogni azienda è il livello di sicurezza del proprio patrimonio informativo e del proprio know-how imprenditoriale.

il presupposto del successo di ogni azienda è il livello di sicurezza del proprio patrimonio informativo e del proprio know-how imprenditoriale. il presupposto del successo di ogni azienda è il livello di sicurezza del proprio patrimonio informativo e del proprio know-how imprenditoriale. BE.iT sa organizziamo L eccellenza Uno dei presupposti fondamentali

Dettagli

SECURITY MANAGER (Sede delle lezioni: Cagliari)

SECURITY MANAGER (Sede delle lezioni: Cagliari) Decreto R. 240/2012 BANDO DI AMMISSIONE CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN SECURITY MANAGER (Sede delle lezioni: Cagliari) Anno Accademico 2012/2013 Quarta edizione I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell Università

Dettagli

ATTESTATO DI QUALIFICA

ATTESTATO DI QUALIFICA PROGETTO COFINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA PSS LINEA ECONOMIA DEL MARE PROGETTO IL GOLFO FA RETE NEL BLU AZIONE FORMATIVA: ADDETTO AI SISTEMI DI GESTIONE INTEGRATA CODICE ISTAT: 2.5.1.2.0 Ente realizzatore:

Dettagli

SCHEMA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE PER FOOD SAFETY AUDITOR / LEAD AUDITOR

SCHEMA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE PER FOOD SAFETY AUDITOR / LEAD AUDITOR Rev. 02 Pagina 1 di 5 Individua un Responsabile didattico Il quale coordina, definisce la struttura dei corsi ed è l interfaccia con l Organismo di Certificazione. Prevede: max 20 partecipanti ü no. 2

Dettagli

Seminario Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale - CEPAS. La certificazione professionale di terza parte

Seminario Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale - CEPAS. La certificazione professionale di terza parte Seminario Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale - CEPAS LE NOVITÀ DEI SISTEMI DI GESTIONE DELLA QUALITÀ IN SANITÀ: I PDTA COME ELEMENTO DI VALUTAZIONE SPERIMENTALE La certificazione professionale di terza

Dettagli

1. LE MINACCE ALLA SICUREZZA AZIENDALE 2. IL RISCHIO E LA SUA GESTIONE. Sommario

1. LE MINACCE ALLA SICUREZZA AZIENDALE 2. IL RISCHIO E LA SUA GESTIONE. Sommario 1. LE MINACCE ALLA SICUREZZA AZIENDALE 1.1 Introduzione... 19 1.2 Sviluppo tecnologico delle minacce... 19 1.2.1 Outsourcing e re-engineering... 23 1.3 Profili delle minacce... 23 1.3.1 Furto... 24 1.3.2

Dettagli

Fornitori d Eccellenza

Fornitori d Eccellenza Fornitori d Eccellenza Dal 1994 Consulenza e Formazione Aziendale www.gestaonline.it Sistemi gestionali Sicurezza sul lavoro Ambiente Modelli 231 Direzione aziendale La nostra missione è quella di aiutare

Dettagli

Continuità operativa - FAQ

Continuità operativa - FAQ Continuità operativa - FAQ Cosa è la Continuità Operativa? La continuità operativa è l insieme di attività volte a minimizzare gli effetti distruttivi, o comunque dannosi, di un evento che ha colpito un

Dettagli

Banche e Sicurezza 2015

Banche e Sicurezza 2015 Banche e Sicurezza 2015 Sicurezza informatica: Compliance normativa e presidio del rischio post circolare 263 Leonardo Maria Rosa Responsabile Ufficio Sicurezza Informatica 5 giugno 2015 Premessa Il percorso

Dettagli

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Company profile Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole Business Consultant S.r.l. Via La Cittadella, 102/G 93100 Caltanissetta

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E IL MANTENIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E IL MANTENIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE CERTIQUALITY S.r.l. Via G. Giardino 4-20123 Milano tel. 02 8069171 - fax 02 86465295 certiquality@certiquality.it www.certiquality.it C.F. e P. IVA Reg. Imprese MI 04591610961 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE

Dettagli

SCHEMA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE/REGISTRAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE PER L EMISSION TRADING. Rev. 03 Data 2009-01-09 Pagina 1 di 5

SCHEMA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE/REGISTRAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE PER L EMISSION TRADING. Rev. 03 Data 2009-01-09 Pagina 1 di 5 Rev. 03 Data 2009-01-09 Pagina 1 di 5 Organizzazione Individua un Responsabile didattico il quale coordina, definisce la struttura dei Corsi ed è l'interfaccia con l'organismo di Certificazione Prevede:

Dettagli

Sessione di Studio AIEA-ATED. La gestione del rischio informatico nel framework dei rischi operativi

Sessione di Studio AIEA-ATED. La gestione del rischio informatico nel framework dei rischi operativi Sessione di Studio AIEA-ATED La gestione del rischio informatico nel framework dei rischi operativi 24 Novembre 2014 Agenda La gestione del rischio operativo nel Gruppo ISP La gestione degli eventi operativi

Dettagli

SCHEDA CERTIFICAZIONE FIGURA PROFESSIONALE EGE - ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA

SCHEDA CERTIFICAZIONE FIGURA PROFESSIONALE EGE - ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA DESCRIZIONE FIGURA PROFESSIONALE DEFINIZIONE Esperto in gestione dell energia (EGE): Soggetto che ha le conoscenze, l'esperienza e la capacità necessarie per gestire l'uso dell'energia in modo efficiente.

Dettagli

25 26 giugno 2014. Achille Sirignano Modelli di Risk Management di Security

25 26 giugno 2014. Achille Sirignano Modelli di Risk Management di Security UNI 10459 Achille Sirignano Security Manager eni S.p.A. A Responsabile Processi e Modelli di Risk Management di Security UNI 10459 1995 Definisce le funzioni essenziali e il profilo del professionista

Dettagli

Certificazione dei Sistemi di Gestione per la Qualità (Norma UNI EN ISO 9001:2008)

Certificazione dei Sistemi di Gestione per la Qualità (Norma UNI EN ISO 9001:2008) di Giampiero Mercuri Responsabile tecnico di certificazione CNIM rubrica Certificazione Certificazione dei Sistemi di Gestione per la Qualità (Norma UNI EN ISO 9001:2008) SECONDA PARTE: lo Stage 2 di Certificazione

Dettagli

PROGRAMMA CORSI PRIVACY 2013

PROGRAMMA CORSI PRIVACY 2013 PROGRAMMA CORSI PRIVACY 2013 1) Modulo per Titolari/Responsabili del Trattamento Obiettivo del corso: fornire una conoscenza approfondita della normativa vigente, al fine di compiere scelte consapevoli

Dettagli

NORMA UNI 10891:2000 D. M. 1 dicembre 2010, n.269

NORMA UNI 10891:2000 D. M. 1 dicembre 2010, n.269 Istituto di vigilanza Indirizzo sede operativa princip Indirizzo legale se non coincidente con la operativa principale (i campi contrassegnati da questo simbolo costituiscono evidenza anche dei Requisiti

Dettagli

DOMANDA DI ADESIONE a SECURTEC

DOMANDA DI ADESIONE a SECURTEC DOMANDA DI ADESIONE a SECURTEC Il sottoscritto (cognome nome)... Codice Fiscale:... Nato a... Prov... il... residente in via/piazza... Città... Prov... CAP... telefono fisso.... fax... cellulare... e-mail...

Dettagli

La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS

La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS 1 Introduzione La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS Ioanis Tsiouras 1 (Rivista ZeroUno, in pubblicazione) I sistemi informativi con le applicazioni basate su Web

Dettagli

Sicurezza le competenze

Sicurezza le competenze Sicurezza le competenze Le oche selvatiche volano in formazione a V, lo fanno perché al battere delle loro ali l aria produce un movimento che aiuta l oca che sta dietro. Volando così, le oche selvatiche

Dettagli

MASTER RISK MANAGEMENT IN

MASTER RISK MANAGEMENT IN MASTER RISK MANAGEMENT IN QUALITA', AMBIENTE, SICUREZZA, ENERGIA XX Edizione SETTEMBRE 2015 Con 3 Corsi 40 ore Riconosciuti Auditor Qualità ISO 9001: 2015 Auditor Ambiente ISO 14001:2015 Auditor Safety

Dettagli

DATI DI COPERTINA E PREMESSA DEL PROGETTO

DATI DI COPERTINA E PREMESSA DEL PROGETTO DATI DI COPERTINA E PREMESSA DEL PROGETTO Attività professionali non regolamentate Professionista della Security Requisiti di conoscenza, abilità e competenza Non-regulated professions Professionals operating

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER IL RICONOSCIMENTO DEI CORSI DI FORMAZIONE

REGOLAMENTO GENERALE PER IL RICONOSCIMENTO DEI CORSI DI FORMAZIONE REGOLAMENTO GENERALE PER IL Data prima emissione Data aggiornamento Edizione Revisione Emesso da RGQ Approvato da Amministratore Unico 31/07/2013 01 00 Rev. 00 Pagina 1 di 14 INDICE 1 PREMESSA 2 SCOPO

Dettagli

Qualification Program in Information Security Management according to ISO/IEC 27002. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009

Qualification Program in Information Security Management according to ISO/IEC 27002. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 Qualification Program in Information Security Management according to ISO/IEC 27002 Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 1 Agenda Presentazione Le norme della serie ISO/IEC 27000 La sicurezza delle

Dettagli

CATALOGO CORSI AREA LEAD AUDITOR/AUDITOR

CATALOGO CORSI AREA LEAD AUDITOR/AUDITOR CATALOGO CORSI AREA LEAD AUDITOR/AUDITOR Anno 2013 Il termine AUDIT deriva dalla parola latina AUDITIO AUDITIONIS e vuol dire ASCOLTARE.Sempre dal latino deriva il termine AUDITOR AUDITORIS e significa

Dettagli

Services Portfolio per gli Istituti Finanziari

Services Portfolio per gli Istituti Finanziari Services Portfolio per gli Istituti Finanziari Servizi di consulenza direzionale e sviluppo sulle tematiche di Security, Compliance e Business Continuity 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEI DOCENTI FORMATORI / DOCENTI - FORMATORI PER LA SICUREZZA

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEI DOCENTI FORMATORI / DOCENTI - FORMATORI PER LA SICUREZZA Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH130 Pag. 1 di 7 BOZZA Motivazione: recepimento D.I. 6/03/2013 Vedere pagg.

Dettagli

La certificazione delle figure professionali in Italia. Qualificazione e certificazione delle competenze per gli operatori nel settore energetico

La certificazione delle figure professionali in Italia. Qualificazione e certificazione delle competenze per gli operatori nel settore energetico ACCREDIA L ente italiano di accreditamento La certificazione delle figure professionali in Italia Qualificazione e certificazione delle competenze per gli operatori nel settore energetico Roma, Filippo

Dettagli

DOCUMENTO DI POLITICA AZIENDALE IN MATERIA DI PRIVACY

DOCUMENTO DI POLITICA AZIENDALE IN MATERIA DI PRIVACY DOCUMENTO DI POLITICA AZIENDALE IN Data Redatto Verificato Approvato Controllato PO Supporto Giuridico alla Direzione Aziendale Dott.ssa Chiara Chiarugi Dir Rete Specialistica Dott. Leonello Guidi Dir

Dettagli

TÜV Italia s.r.l. - TÜV SÜD Group

TÜV Italia s.r.l. - TÜV SÜD Group 1 di 7 INDICE 1. Scopo ed entrata in vigore 2. Campo di applicazione 3. Termini e definizioni 4. Responsabilità 5. Controllo del regolamento 6. Iter di certificazione 6.1 Generalità 6.2 Modalità di svolgimento

Dettagli

ICT RISK MANAGEMENT. Società KAPPA. Introduzione

ICT RISK MANAGEMENT. Società KAPPA. Introduzione ICT RISK MANAGEMENT Società KAPPA Introduzione Carlo Guastone, Convegno AIEA Analisi dei rischi, Verona 26 maggio 2006 APPROCCIO ALLA GESTIONE DEL RISCHIO Definizioni Metodologie per il Risk Management

Dettagli

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: certificazione@cepas.it Sito internet: www.cepas.

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: certificazione@cepas.it Sito internet: www.cepas. Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: certificazione@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: RG03 Pag. 1 di 15 CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA DI PRODOTTO (SERVIZIO/PROCESSO)

Dettagli

Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari n. BANDO DI AMMISSIONE CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN SECURITY MANAGER. Anno Accademico 2014/2015

Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari n. BANDO DI AMMISSIONE CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN SECURITY MANAGER. Anno Accademico 2014/2015 Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari n. BANDO DI AMMISSIONE CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN SECURITY MANAGER Anno Accademico 2014/2015 IL DIRETTORE DI DIPARTIMENTO VISTO lo Statuto dell Università degli

Dettagli

S o c i e t à s p e c i a l i z z a t a i n s e r v i z i d i c o n s u l e n z a e d i S y s t e m I n t e g r a t o r p e r P. A e P. M.

S o c i e t à s p e c i a l i z z a t a i n s e r v i z i d i c o n s u l e n z a e d i S y s t e m I n t e g r a t o r p e r P. A e P. M. S o c i e t à s p e c i a l i z z a t a i n s e r v i z i d i c o n s u l e n z a e d i S y s t e m I n t e g r a t o r p e r P. A e P. M. I C o n s u l e n z a S e t t o r e I T - C o n s u l e n z a

Dettagli

Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader

Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader Certificazione ISO 27001: l'esperienza IBM Certificazione ISO 27001: l'esperienza IBM Il caso di IBM BCRS Perchè certificarsi Il

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Torino. Torino, 17 dicembre 2009

Iniziativa : Sessione di Studio a Torino. Torino, 17 dicembre 2009 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Torino Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

La Certificazione del Personale

La Certificazione del Personale La Certificazione del Personale Slide 1 Certificazione del Personale Cos è la Certificazione del Personale? Valutazione delle conoscenze (formazione) e delle abilità professionali (competenze) del candidato

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

TAVOLI DI LAVORO 231 PROGRAMMA DEI LAVORI. PLENUM Consulting Group S.r.l.

TAVOLI DI LAVORO 231 PROGRAMMA DEI LAVORI. PLENUM Consulting Group S.r.l. TAVOLI DI LAVORO 231 PROGRAMMA DEI LAVORI N. 1559 UNI EN ISO 9001:2008 PLENUM Consulting Group S.r.l. Via San Quintino, 26/A 10121 TORINO -ITALY Tel +39 011 812 47 05 Fax +39 011 812 70 70 E-mail: plenum@plenum.it

Dettagli

SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site

SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site La Tecnologia evolve velocemente ed anche gli esperti IT più competenti hanno bisogno di una formazione costante per tenere il passo Come

Dettagli

LA BUSINESS UNIT SECURITY

LA BUSINESS UNIT SECURITY Security LA BUSINESS UNIT SECURITY FABARIS È UN AZIENDA LEADER NEL CAMPO DELL INNOVATION SECURITY TECHNOLOGY. ATTINGIAMO A RISORSE CON COMPETENZE SPECIALISTICHE E SUPPORTIAMO I NOSTRI CLIENTI AD IMPLEMENTARE

Dettagli

nova systems roma Company Profile Business & Values

nova systems roma Company Profile Business & Values nova systems roma Company Profile Business & Values Indice 1. CHI SIAMO... 3 2. I SERVIZI... 3 3. PARTNERS... 3 4. REFERENZE... 4 4.1. Pubblica Amministrazione... 4 4.2. Settore bancario... 7 4.3. Servizi

Dettagli