L evoluzione dei prodotti e dei servizi finanziari della CDP Domanda online

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L evoluzione dei prodotti e dei servizi finanziari della CDP Domanda online"

Transcript

1 L evoluzione dei prodotti e dei servizi finanziari della CDP Domanda online Roadshow marzo-maggio

2 Indice Pag. Scenario di mercato di riferimento 3 Domanda Online 4 1. Registrazione al servizio Domanda Online e accesso all applicativo 8 2. Compilazione della domanda di prestito Trasmissione della domanda di prestito Monitoraggio Fase interlocutoria Affidamento 37 Contatti 38 2

3 Scenario di mercato di riferimento Enti Locali Principali elementi incidenti sulle potenzialità di ricorso al debito nel 2013 I vincoli del Patto Stabilità Interno limitano l attività di nuovi investimenti degli Enti Locali, impegnati in un arduo percorso di raggiungimento degli obiettivi programmatici assegnati; l applicazione del Patto anche per i Comuni minori (con pop. compresa tra i e abitanti, finora esclusi) e l estensione dei vincoli dello stesso, a partire dal 2014, anche alle Unioni dei comuni (obbligo di associazionismo per l esercizio delle funzioni principali per i comuni con popolazione inferiore ai abitanti) vanno a limitare, per l intero comparto degli Enti Locali, la programmazione di nuovi investimenti per l anno in corso; Le manovre di finanza pubblica, che si sono succedute dal 2011 ad oggi ( D.L. c.d. «Salva Italia», D.L. c.d. «Spending Review», Legge di stabilità 2013), obbligano le amministrazioni locali - a fronte di incertezze in merito alle entrate programmate, particolarmente per i Comuni (IMU, TARSU), - ad agire in modo drastico sul contenimento della spesa, peraltro rigida, rendendo sempre meno sostenibile la capacità di finanziare nuovi investimenti; La possibilità di contrarre nuovo debito nell anno in corso è inoltre fortemente condizionata dalla riduzione dei limiti legali di indebitamento (per gli Enti Locali, 6% nel 2013, 4% dal 2014) e dall obbligo di riduzione progressiva dello stock di debito per gli Enti maggiormente esposti (con modalità rinviate ad un decreto MEF attuativo di prossima emanazione) introdotti dalla Legge di stabilità 2012; La sospensione per il 2013 del riassetto istituzionale delle Province, previsto dal D.L. c.d. «Salva-Italia», disposta dalla L. Stabilità 2013 conseguentemente alla mancata conversione in legge del decreto di riordino delle Province (D.L. 188/2012), induce le medesime ad una tendenziale stasi dell attività di investimento e del connesso ricorso al debito. 3

4 Domanda Online A CHI È RIVOLTA? È un servizio web, ideato da CDP e riservato, al momento, agli Enti Locali (Comuni e Province), finalizzato a semplificare e supportare l ente nella fasi di compilazione e di invio della documentazione necessaria per perfezionare una richiesta di prestito. Domanda Online PER QUALI PRODOTTI? Il servizio attualmente è disponibile per domande di prestito ordinario e prestito flessibile COME TRASMETTERE? Attraverso uno specifico processo di accreditamento, permette di completare l intero iter di richiesta di finanziamento via web 4

5 Ieri L ente ricerca informazioni e normativa nel sito CDP Contatta CDP per avere chiarimenti Scarica la modulistica dal sito CDP Compila la modulistica Invia a CDP tramite fax o posta Limiti e criticità invio di documentazione istruttoria incompleta/errata frequente ricorso della clientela a richieste di supporto telefonico o web invio di documentazione istruttoria non standard scarsa leggibilità da parte dell istruttore ricevente 5

6 Oggi L ente accede a Domanda Online sul sito CDP Compila i moduli richiesti in modo guidato Invia tramite WEB Interazione online con CDP Benefici del canale WEB semplificazione della fase di compilazione in un ambiente guidato e di facile utilizzo produzione di documentazione standard con ridotta possibilità di errore lavorazione immediata della pratica di finanziamento interazione via web con CDP per tutta la durata dell istruttoria di finanziamento risparmi in termini di tempo e spese di spedizione digitalizzazione del processo Conservazione Documentale 6

7 Le fasi della procedura 1 Registrazione al servizio Domanda Online Invio Credenziali (username e password) 2 Accesso all applicativo e compilazione della Domanda 3 Ente Trasmissione della domanda Analisi istruttoria ed eventuale CDP interlocutoria 5 Trasmissione integrazioni richieste Lettera di affidamento, schema 6 contrattuale e delle garanzie Scambio del contratto (via fax) Prossimamente integrale informatizzazione del processo 7

8 1. Registrazione al servizio Domanda Online e accesso all applicativo Registrazione nuovi utenti accedere all homepage del sito e cliccare su AREE RISERVATE cliccare Richiesta di registrazione e compilare il modulo CDP02 compilare e inviare la richiesta seguendo le istruzioni ivi specificate Istruzioni per la registrazione La richiesta dell Ente, correttamente compilata, potrà essere inviata telematicamente a CDP via Posta Elettronica Certificata (PEC) dell'ente all indirizzo di PEC Qualora tale documento non sia firmato digitalmente esso dovrà essere anticipato in copia, accompagnato dalla fotocopia di un valido documento di riconoscimento del soggetto per il quale viene richiesta l abilitazione, all indirizzo di PEC ovvero a mezzo fax al numero All'invio dei documenti in copia dovrà seguire anche l'invio degli originali all indirizzo seguente: Att. Enti Pubblici Registrazione Area Riservata ELPA società per azioni Via Goito, Roma 8

9 1. Registrazione al servizio Domanda Online e accesso all applicativo Come accedere 1) accedere all'area Enti Locali 2) autenticarsi utilizzando le credenziali già in uso per il servizio InCDP (nome utente e password) 3) richiamare la voce Domanda online nel menu Enti Locali 9

10 2. Compilazione della domanda di prestito Primo accesso - Bonifica dei dati Al primo accesso al servizio è richiesto di aggiornare i dati relativi all utente registrato e di modificare la password I dati inseriti saranno utilizzati per inviare la documentazione prodotta e per altre finalità di comunicazione da parte di CDP 10

11 2. Compilazione della domanda di prestito Inserire una nuova domanda La procedura si avvia con una maschera che, oltre a fornire una guida utente e alcune informazioni di base, ospita anche un pulsante per inserire una nuova domanda 11

12 2. Compilazione della domanda di prestito Selezione prodotto Si Per iniziare l iter della domanda è necessario confermare che l Ente debitore coincide con l Ente beneficiario SOLA ESECUZIONE Si Sarà quindi possibile procedere nella scelta del prodotto, del tipo di investimento da realizzare e di altre voci legate alle scelte effettuate 12

13 2. Compilazione della domanda di prestito Documentazione istruttoria richiesta Il sistema rende disponibile un file contenente l elenco della documentazione istruttoria necessaria per la domanda di prestito 13

14 2. Compilazione della domanda di prestito Requisiti minimi per l accesso al credito Prima di procedere con la compilazione guidata della domanda l utente dichiara di possedere le condizioni necessarie per accedere al credito. E sufficiente che l utente non sia in possesso di una sola delle condizioni perché la procedura sia interrotta 14

15 2. Compilazione della domanda di prestito Compilazione guidata La compilazione guidata consente di inserire i dati necessari per produrre la domanda di prestito e le relative attestazioni, compilate ed in formato pdf Si raccomanda la massima cura nel verificare che i dati immessi nei vari moduli siano coerenti con quelli risultanti dai documenti allegati All interno dei moduli da compilare sono previsti dei testi guida per aiutare l utente nella comprensione di ciò che gli viene richiesto, inoltre alcuni campi si valorizzano in modo automatico in base a precedenti selezioni dell utente, rendendo più semplice la loro valorizzazione 15

16 2. Compilazione della domanda di prestito Compilazione guidata I passi necessari per la compilazione sono: o click su uno dei moduli da compilare o valorizzazione di tutti i campi richiesti o click su Salva per validare e salvare i dati inseriti nel modulo correntemente aperto 16

17 2. Compilazione della domanda di prestito Compilazione guidata EP001 Oltre la compilazione dei dati relativi alla domanda di prestito (tipo di intervento, importo richiesto, descrizione dell investimento, scelta del tipo di tasso di interesse e dell inizio e durata dell ammortamento) per il modulo EP001 è necessario inserire i dati relativi al nuovo progetto da finanziare 17

18 2. Compilazione della domanda di prestito EP001 Dettaglio progetti È possibile inserire più progetti finanziabili con lo stesso prestito Nel caso in cui il progetto non sia interamente finanziato con il prestito richiesto sarà necessario compilare le informazioni relative ai mezzi finanziari aggiuntivi 18

19 2. Compilazione della domanda di prestito Compilazione guidata EP009 Il sistema propone la compilazione guidata dei requisiti oggettivi e soggettivi per l accesso al credito, secondo quanto disposto dall art. 203 del TUEL e patto interno di stabilità 19

20 2. Compilazione della domanda di prestito Compilazione guidata EP002 Il sistema calcola in automatico se la capacità di indebitamento dell Ente rientra nei limiti stabiliti dall art. 204 del TUEL per l anno in corso. Viene inoltre fornito, per la quantificazione degli interessi passivi presente mutuo, il tasso settimanale vigente corrispondente alle condizioni di durata e inizio ammortamento specificate dall Ente nel modulo EP001 20

21 2. Compilazione della domanda di prestito Compilazione guidata EP033 L ente dovrà compilare il seguente modulo sulla base di ciò che è riportato nel rendiconto dell anno precedente a quello di richiesta del prestito, ai sensi dell art. 242 comma 1 TUEL (Parametri di deficitarietà strutturale) Nella fase di trasmissione della domanda sarà comunque richiesto all Ente di inviare la certificazione sui Parametri di deficitarietà strutturale estratta dal rendiconto approvato Il presente modulo riguarda l Ente e sarà da compilare soltanto alla prima richiesta online dell anno 21

22 2. Compilazione della domanda di prestito Compilazione guidata EP035 EP036 Sono richieste informazioni sull indebitamento dell Ente Locale e in particolare: EP035 stock di debito al 31 Dicembre dell anno precedente e ripartizione per tipologia tasso (per la quota a carico Ente) EP036 descrizione di eventuali operazioni di indebitamento (mutui, prestiti obbligazionari, etc) con soggetti diversi da CDP I presenti moduli riguardano l Ente e saranno da compilare soltanto alla prima richiesta online dell anno 22

23 2. Compilazione della domanda di prestito Registrazione a DOL Compilazione della domanda di prestito Trasmissione della DOL Utente e/o Responsabile della domanda Utente e/o Responsabile della domanda Responsabile della domanda Il Responsabile della domanda (soggetto che sottoscrive la domanda) Sottoscrive uno specifico modulo di conferma (EP040), in cui dichiara di accettare i termini e le condizioni di utilizzo del servizio di cui al Regolamento per l'utilizzo della DOL pubblicato nell'area riservata del sito CDP Conferma la compilazione dei moduli e trasmette la documentazione istruttoria richiesta (firma elettronica avanzata mediante utilizzo del codice dispositivo per il completamento trasmesso da CDP) 23

24 2. Compilazione della domanda di prestito Individuazione del soggetto dotato dei poteri di sottoscrizione della domanda a) Nel caso in cui il soggetto che sottoscrive la domanda coincida con il Responsabile Finanziario (o con il soggetto dotato dei poteri corrispondenti) le seguenti attestazioni saranno acquisite direttamente da CDP, compilate con i dati già inseriti dall Ente: Capacità di indebitamento (art. 204 TUEL); Condizioni per il ricorso all'indebitamento (art. 203 TUEL) e patto di stabilità interno; Informazioni sull'indebitamento. b) In caso contrario esse dovranno essere sottoscritte dal responsabile finanziario (o dal soggetto che ne possiede i poteri) e quindi caricate e trasmesse attraverso l utilizzo della DOL, con le modalità specificate nel prosieguo. 24

25 2. Compilazione della domanda di prestito Individuazione del soggetto dotato dei poteri di sottoscrizione della domanda a) Se l'utente che sta compilando la domanda e' il soggetto che sottoscrive la domanda stessa, alcuni moduli (ad esempio la domanda stessa) saranno precompilati con i dati anagrafici dell utente attualmente collegato b) In caso contrario essi dovranno essere compilati con i dati del soggetto che sottoscrive la domanda. Il sistema chiederà se il soggetto che sottoscrive la domanda è già registrato e in tal caso sarà necessario selezionare il nominativo dall elenco proposto 25

26 2. Compilazione della domanda di prestito Individuazione del soggetto dotato dei poteri di sottoscrizione della domanda a) Se il soggetto che sottoscrive la domanda non è già registrato, sarà necessario fornire i suoi dati anagrafici e il suo indirizzo mail a cui sarà inviata copia della documentazione prodotta b) Al soggetto individuato sarà richiesto di registrarsi, tramite l apposito modulo di richiesta, e di procedere al caricamento e alla trasmissione della documentazione attraverso l utilizzo dell applicativo 26

27 2. Compilazione della domanda di prestito Trasmissione della richiesta di prestito Trasmissione domanda Lo stato della domanda passerà da Bozza a Completa, il sistema invierà sia all utente sia al soggetto che sottoscrive la domanda una mail contenente la documentazione compilata e le indicazioni sulle modalità di trasmissione della stessa 27

28 3. Trasmissione della domanda di prestito Trasmissione domanda Per proseguire nella compilazione della domanda e nella successiva trasmissione della stessa e' necessario che il soggetto dotato dei poteri di sottoscrizione della domanda ("Responsabile della domanda") compili e sottoscriva il Modulo di conferma, incluso nella documentazione ricevuta tramite mail, in cui dichiara di accettare i termini e le condizioni di utilizzo del servizio di cui al Regolamento per l'utilizzo della DOL pubblicato nell'area riservata del sito CDP Per la trasmissione dei documenti è necessario accedere all Elenco domande, e in corrispondenza della domanda di interesse, scegliere l'operazione "TRASMETTI" 28

29 3. Trasmissione della domanda di prestito Caricamento della documentazione È necessario inserire il numero e la data di protocollo (campi obbligatori) ed allegare la documentazione richiesta (fase di upload) I documenti possono essere allegati agendo sul pulsante di upload file I documenti trasmessi possono consistere in: copia dell originale cartaceo preventivamente scansionato; documenti elettronici firmati digitalmente Tra i documenti da caricare è previsto anche il Modulo di conferma (EP040) ed il relativo allegato (EP041) che il Responsabile della domanda dovrà compilare, stampare, sottoscrivere e scansionare (ovvero sottoscrivere con firma elettronica digitale se disponibile) 29

30 3. Trasmissione della domanda di prestito Richiesta del codice dispositivo Una volta completato il caricamento, il Responsabile dovrà richiedere il Codice dispositivo (PIN) cliccando sull apposito pulsante ( Richiedi Codice dispositivo ) Il codice sarà inviato all indirizzo del Responsabile (tale indirizzo deve essere nell'esclusiva disponibilità del Responsabile della domanda) 30

31 3. Trasmissione della domanda di prestito Trasmissione della documentazione Ricevuto il codice dispositivo, il Responsabile potrà confermare la trasmissione della domanda attraverso l inserimento del Codice ricevuto e la selezione del pulsante Conferma trasmissione L utilizzo del Codice dispositivo inviato da CDP comporterà la sottoscrizione elettronica, attraverso Firma Elettronica Avanzata, di tutti i documenti compilati online e allegati all'interno della piattaforma DOL 31

32 4. Monitoraggio Protocolla ta Protocollata In lavorazione Affidata Concesso In interlocutoria Controllo dello stato della richiesta di finanziamento Alla corretta esecuzione della procedura on-line seguirà l analisi istruttoria degli uffici CDP competenti e in caso di esito positivo, l invio da parte di CDP della lettera di affidamento. Qualora fossero necessari maggiori approfondimenti durante la fase istruttoria,cdp provvederà ad inviare una lettera interlocutoria. 32

33 5. Fase interlocutoria CDP esamina la documentazione trasmessa Invia per mail la nota interlocutoria L ente inoltra le integrazioni richieste Analisi interlocutoria Il funzionario CDP che esamina la domanda di prestito può richiedere, tramite mail una rettifica e/o integrazione della documentazione trasmessa. La risposta da parte dell Ente dovrà essere inoltrata utilizzando il canale WEB. 33

34 5. Fase interlocutoria Nel caso in cui sia richiesto di modificare i moduli e gli allegati precedentemente compilati online, l Ente dovrà selezionare la voce Modifica dal menu Operazioni e procedere alle modifiche richieste. Finché le variazioni non saranno completate, la domanda tornerà in stato BOZZA Dopo aver completato e salvato le modifiche, lo stato della domanda diventerà COMPLETA. Per inviare le integrazioni richieste, l Ente dovrà selezionare la voce Trasmetti dal menù Operazioni. 34

35 5. Fase interlocutoria Per procedere al caricamento della documentazione sarà sufficiente inserire il codice dispositivo utilizzato per la prima trasmissione della domanda. Nel caso di smarrimento del codice assegnato in precedenza è possibile richiederlo selezionando apposito tasto. 35

36 5. Fase interlocutoria : Sollecito e annullamento Sollecito CDP La risposta al sollecito prevede due alternative per l Ente: Sono ancora interessato alla domanda, pertanto, non appena in grado, provvederò a dare riscontro all interlocutoria (in questo caso la domanda ritorna in INTERLOCUTORIA). Non sono più interessato alla domanda, pertanto ne richiedo l annullamento Richiesta di annullamento L Ente ha la possibilità di annullare la domanda trasmessa finché la stessa non è AFFIDATA. Il sistema genererà automaticamente il documento di annullamento e per trasmetterlo l Ente dovrà procedere con le consuete modalità di trasmissione (cliccando sul pulsante Conferma trasmissione ed inserendo il Codice dispositivo). Nel caso in cui l Ente voglia riproporre una domanda annullata sarà necessario inserire una nuova domanda 36

37 6. Affidamento Lettera di affidamento In seguito all esito favorevole dell istruttoria, CDP invierà, tramite , al Responsabile della Domanda: la Lettera di Affidamento; lo schema di proposta contrattuale; lo schema di delegazione di pagamento. La proposta contrattuale e la delegazione di pagamento debitamente sottoscritti (unitamente ai modelli EP040 e EP041 se non sottoscritti digitalmente), dovranno essere inviati a CDP, via fax, seguendo le indicazioni riportate nella Lettera di Affidamento. 37

38 Contatti 38

39 Disclaimer I termini e i contenuti del presente documento ("Presentazione") non costituiscono, da parte di CDP o da parte dei destinatari, alcun impegno od obbligazione legale, espressa o implicita, a negoziare o a concludere alcuna transazione, eccetto per quanto previsto da accordi definitivi e vincolanti, soddisfacenti nella forma e nella sostanza per ciascuna delle suddette parti e condizionatamente al sussistere di un accordo e alla conclusione delle transazioni descritte. Negli accordi definitivi e vincolanti non si include la Presentazione e alcuno dei suoi allegati. Le stime e le valutazioni di carattere finanziario contenute nella Presentazione hanno valore meramente indicativo e non possono essere assunte quali dati significativi ai fini delle deliberazioni che saranno adottate dai clienti. Si segnala inoltre che CDP non si prefigge di fornire consulenza nella Presentazione. I destinatari non devono basare il loro giudizio sulla Presentazione per trarne consulenza, dal momento che la Presentazione è fornita a titolo puramente informativo. CDP raccomanda ai destinatari di effettuare verifiche finanziarie, legali e fiscali indipendenti prima di agire in qualunque modo sulla base delle informazioni contenuti nella Presentazione. 39

Progetto SINTESI. Dominio Provinciale. Guida alla compilazione del form di Accreditamento. -Versione Giugno 2013-

Progetto SINTESI. Dominio Provinciale. Guida alla compilazione del form di Accreditamento. -Versione Giugno 2013- Progetto SINTESI Dominio Provinciale Guida alla compilazione del form di Accreditamento -Versione Giugno 2013- - 1 - Di seguito vengono riportate le indicazioni utili per la compilazione del form di accreditamento

Dettagli

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PER LE AMMINISTRAZIONI E GLI ENTI PUBBLICI Versione 1.1 del 06/12/2013 Sommario Premessa... 3 Passo 1 - Registrazione dell Amministrazione/Ente...

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione dei moduli di Gestione dei Progetti Finanziati del Sistema GEFO Rev. 02 Manuale GeFO Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 4 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua in MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 40 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3. Accreditamento

Dettagli

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo 1. Credenziali di accesso alla piattaforma Ai fini della trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota

Dettagli

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI DI SMOBILIZZO DEL CREDITO CERTIFICATO CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE AMMINISTRAZIONI DEBITRICI Versione 1.1 del 06/12/2013

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Dipartimento Comunicazione Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Sommario 1. Premessa... 3 2. Identificazione al Portale di Roma Capitale tramite documento d identità... 4 2.1 Registrazione

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013 LINEE GUIDA INVIO PRATICA TELEMATICA SPORTELLO CERC - ANNO 2013 1 INDICE 1. FASE PRELIMINARE pag.3 2. PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE pag.4 3. INVIO DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO pag.4 4. CREA MODELLO

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Direzione generale degli affari generali e riforma La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Dematerializzazione dei document i dell Amministrazione Regionale Conferenza stampa dell Assessore Massimo

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria MANUALE D USO 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2.... 4 3. INVIO CERTIFICATO DI MALATTIA... 4 3.1 SELEZIONE...

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE 1. L istanza di riconoscimento dei CFP, deve essere presentata esclusivamente al CNI mediante una compilazione online di apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione

Dettagli

INTERMITTENTI GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL FORM WEB

INTERMITTENTI GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL FORM WEB INTERMITTENTI GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL FORM WEB 1. Introduzione Attraverso la funzionalità Gestione chiamate intermittenti le aziende e i consulenti interessati potranno inviare il modulo di chiamata

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO di VERONA Linee Guida per l invio telematico delle domande di contributo di cui al Regolamento Incentivi alle PMI per l innovazione tecnologica 2013 1 PREMESSA

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Procedura di registrazione

Procedura di registrazione Agentur für die Verfahren und die Aufsicht im Bereich öffentliche Bau-, Dienstleistungs- und Lieferaufträge Agenzia per i procedimenti e la vigilanza in materia di contratti pubblici di lavoro, servizi

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

ACQUISTI DI BENI E SERVIZI IN MEPA E CONSIP

ACQUISTI DI BENI E SERVIZI IN MEPA E CONSIP ACQUISTI DI BENI E SERVIZI IN MEPA E CONSIP Vista la Legge N 228 del 24/12/2012 (entrata in vigore il 01/01/2013) e la circolare n 18/2013 Prot. N. 11054, nell ottica di procedere in modo uniforme all

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Aggiornato al 05 novembre 2012 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l

Dettagli

Accesso all Area di Lavoro

Accesso all Area di Lavoro Accesso all Area di Lavoro Una volta che l Utente ha attivato le sue credenziali d accesso Username e Password può effettuare il login e quindi avere accesso alla propria Area di Lavoro. Gli apparirà la

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati.

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. gestione documentale I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. In qualsiasi momento e da qualsiasi parte del mondo accedendo al portale Arxidoc avete la possibilità di ricercare, condividere

Dettagli

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT Informationssystem für Öffentliche Verträge Manuale CIG Vers. 2012-09 IT AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Informationssystem

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2013 Progetto Istanze On Line ESAMI DI STATO ACQUISIZIONE MODELLO ES-1 ON-LINE 18 Febbraio 2013 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI Firenze, mercoledì 10 Maggio 2011 VERSIONE 1.2 DEL 10 Maggio2011 Pagina 2 di 8 In queste pagine

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua Eventi definitivi MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 18 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3.

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

Guida alla compilazione

Guida alla compilazione Guida alla compilazione 1 Guida alla compilazione... 1 PARTE I REGISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE... 5 LA PRIMA REGISTRAZIONE... 5 ACCESSO AREA RISERVATA (LOGIN)...11 ANAGRAFICA ORGANIZZAZIONE...12 ANAGRAFICA

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

GESTIONE INFORMATICA DOCUMENTALE

GESTIONE INFORMATICA DOCUMENTALE GESTIONE INFORMATICA DOCUMENTALE IRIDE e un sistema integrato ed innovativo di Gestione Documentale. Si presenta come una piattaforma modulare che realizza da un lato il tracciamento e la esecuzione automatica

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE

MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE Pag. 1 di 14 MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE INTRODUZIONE Pag. 2 di 14 INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 PREMESSA... 3 2.... 4 2.1 - HOME PAGE...

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa (intervento 2.B - art. 4, comma 2, lettera b) D.M. 28 dicembre 2012 Agosto 2013 AIEL Annalisa Paniz

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0004509.09-06-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per

Dettagli

Guida al portale produttori

Guida al portale produttori GUIDA AL PORTALE PRODUTTORI 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. GENERALITA... 4 3.1 CREAZIONE E STAMPA DOCUMENTI ALLEGATI... 5 3.2 INOLTRO AL DISTRIBUTORE... 7 4. REGISTRAZIONE AL PORTALE...

Dettagli

Express Import system

Express Import system Express Import system Manuale del destinatario Sistema Express Import di TNT Il sistema Express Import di TNT Le consente di predisporre il ritiro di documenti, pacchi o pallet in 168 paesi con opzione

Dettagli

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Inserimento di un nuovo sms 4 1.2 Rubrica 4 1.3 Ricarica credito 5 PAGINA 3 Capitolo 1:

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di supporto

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

GESTIONE SOGGETTI INCARICATI MANUALE UTENTE VERSIONE 1.0

GESTIONE SOGGETTI INCARICATI MANUALE UTENTE VERSIONE 1.0 09/01/2015 GESTIONE SOGGETTI INCARICATI MANUALE UTENTE VERSIONE 1.0 PAG. 2 DI 16 INDICE 1. INTRODUZIONE 3 2. PREMESSA 4 3. FUNZIONI RELATIVE AGLI INCARICATI 6 3.1 NOMINA DEI GESTORI INCARICATI E DEGLI

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE Protocollo PCT di Reggio Emilia 1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE 1.1 Premessa Per effetto dell art.16 bis, 3 comma, del D.L. n.179/2012, conv. con modifiche nella L. 24.12.2012, n. 228 e dell'art. 44

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - BRESCIA Sportello Telematico CERC PROCEDURA AGGIORNATA 2012 Brescia, 11 dicembre 2012 1 SERVIZIO WEB PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTI

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

La procedura della contrattazione decentrata integrativa. Comparto Regioni e Autonomie locali

La procedura della contrattazione decentrata integrativa. Comparto Regioni e Autonomie locali La procedura della contrattazione decentrata integrativa Comparto Regioni e Autonomie locali Marzo 2013 INDICE 1. Introduzione... 2 2. Le fasi della procedura... 3 3. Nomina delegazione di parte pubblica...

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE I problemi del sistema vigente Lo Sportello Unico per le attività Produttive (SUAP) non ha avuto diffusione su tutto il territorio nazionale e non ha sostituito

Dettagli