L USO DEI FARMACI IN CAMPANIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L USO DEI FARMACI IN CAMPANIA"

Transcript

1 L USO DEI FARMACI IN CAMPANIA RAPPORTO REGIONALE ANNO 2010 CIRFF Centro Interdipartimentale Di Ricerca in Farmacoeconomia e Farmacoutilizzazione 1

2 CIRFF Maria Dezia Bisceglia, Simona Cammarota, Sara Carotenuto, Anna Citarella, Luigi De Luca, Enrica Menditto, Ettore Novellino, Valentina Orlando, Daria Putignano, Salvatore Riegler Settore Farmaceutico Regione Campania Margherita De Florio Francesco Fiorentino Crescenzo Ilardi Si ringraziano tutti i responsabili dei settori farmaceutici delle Aziende Sanitarie Locali che hanno contribuito alla realizzazione del rapporto. 2

3 Indice INTRODUZIONE... 4 SEZIONE 1 METODI Dati utilizzati Controllo di qualità Dati demografici Indicatori di spesa e consumo Provvedimenti regionali adottati nell anno SEZIONE 2 DATI GENERALI DI SPESA E DI CONSUMO SEZIONE 3 ANALISI PER LE CATEGORIE TERAPEUTICHE A MAGGIOR RILEVANZA CLINICA Farmaci per l apparato gastrointestinale e metabolismo (I livello ATC: A) A02 Antiacidi, antimeteorici e antiulcera peptica A10 Antidiabetici Sangue e organi emopoietici (I livello ATC: B) B01 - Antitrombotici Farmaci per l apparato cardiovascolare (I livello ATC C) C01 Terapia cardiaca C02 Antipertensivi C03 Diuretici C07 Betabloccanti C08 Calcio antagonisti C09- Sostanze che agiscono sul sistema renina angiotensina C10 Ipolipidemizzanti Antimicrobici per uso sistemico (I livello ATC J) J01- Antibatterici per uso sistemico Farmaci per il sistema muscolo-scheletrico (I livello ATC M) M01- Antiinfiammatori M05 - Farmaci per il trattamento delle malattie delle ossa Farmaci per il sistema nervoso (I livello ATC: N) N03 Antiepilettici N06 Psicoanalettici Farmaci per l apparato respiratorio (I livello ATC R) R03 Antiasmatici SEZIONE 4 MEDICINALI A BREVETTO SCADUTO APPENDICE

4 INTRODUZIONE In questo ottavo Rapporto Regionale sull uso dei farmaci in Regione Campania, curato dal Centro Interdipartimentale di Ricerca in Farmacoeconomia e Farmacoutilizzazione (C.I.R.F.F.) della Facoltà di Farmacia dell Università degli Studi di Napoli Federico II, viene fornito il quadro della prescrizione farmaceutica territoriale convenzionata a carico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) in Regione Campania nell anno Le premesse che hanno consolidato tale attività, realizzata grazie alla collaborazione con il Settore Farmaceutico dell Assessorato alla Sanità ed i Servizi Farmaceutici delle AA.SS.LL. della Regione Campania, sono l acquisizione di un flusso informativo relativo alle prescrizioni farmaceutiche regionali e la validazione e l analisi sistematica dei dati raccolti. Nel presente rapporto CIRFF, che raccoglie i dati provenienti dalle AA.SS.LL della Regione Campania, viene analizzato l andamento regionale della spesa e dei consumi e viene effettuata un analisi farmacoepidemiologica dettagliata per singola AA.SS.LL. Il Rapporto è suddiviso in quattro sezioni principali: la prima è dedicata alla presentazione della qualità dei dati di prescrizione farmaceutica registrati dalle ricette, dei metodi e degli indicatori utilizzati nelle analisi; la seconda descrive, in termini di spesa e di quantità prescritte, le caratteristiche della prescrizione in Campania oltre che un analisi farmacoepidemiologica dettagliata per singola ASL ; la terza sezione presenta un analisi dettagliata delle categorie terapeutiche di maggiore rilevanza clinica che permette di correlare la prevalenza delle malattie con il corrispondente utilizzo dei farmaci, nonché di porre le basi per un interpretazione dei fattori che possono influenzarne la variabilità. Inoltre per ogni categoria terapeutica è stata ricostruita la serie storica a partire dal 2002 che ha consentito di analizzare le principali componenti della dinamica temporale delle prescrizioni. La quarta sezione riporta le analisi per i medicinali a brevetto scaduto. In appendice è riportata un analisi dettagliata per singola ASL relativa alla spesa e al consumo per categoria terapeutica (ATC IV livello) e relativi principi attivi che rappresentano il 75% del totale della spesa. L insieme delle attività di monitoraggio delle prescrizioni e le analisi condotte a livello regionale e di ASL possono rappresentare, per tutti gli operatori del Servizio Sanitario Regionale impegnati nel settore dei farmaci, un punto di partenza informativo e metodologico, per progettare ulteriori analisi dei dati di prescrizione in ambito locale. Scopo principale del Rapporto è indubbiamente fornire uno strumento che possa rivelarsi utile sia a livello regionale sia locale per l identificazione di aree di potenziale miglioramento. Il rapporto è scaricabile in formato elettronico all indirizzo: 4

5 RISULTATI PRINCIPALI Nel 2010 la spesa farmaceutica lorda a carico dell SSN in Italia è stata pari a milioni di euro mantenendosi pressoché stazionaria rispetto all anno precedente (+0,4%). In Campania la spesa farmaceutica convenzionata lorda è stata pari a milioni di euro registrando una diminuzione del -1,6% rispetto al In termini di spesa lorda pro capite la Campania ha registrato nel 2010 uno scostamento percentuale rispetto alla media nazionale pari al +12% (Fonte dati Osmed). L analisi del trend di spesa farmaceutica convenzionata in Italia e in Campania mostra come nel periodo la spesa si sia ridotta sia a livello nazionale, che a livello regionale, registrando un indice medio di variazione annua (CAGR) pari rispettivamente a -0,17% (Italia) e -0,55% (Campania). Si può osservare, negli anni, non solo un rallentamento dei tassi di crescita, ma anche una riduzione in valore assoluto. Tale riduzione è particolarmente evidente a partire dal 2006 in seguito probabilmente agli interventi sui prezzi dei medicinali varati dall'aifa insieme alle manovre di contenimento della spesa e allo scadere di un numero sempre più elevato di brevetti. Nel 2010 in Regione Campania sono stati spesi per i farmaci erogati in regime di farmaceutica convenzionata milioni di euro in termini di spesa lorda con una spesa pro-capite pari a 198,2 euro. A livello di ASL si osserva una elevata variabilità sia in termini di spesa che di consumo; il valore più elevato di spesa pro-capite si è registrato per Napoli1 Centro (217,2 euro) mentre il più basso nella ASL di Benevento (169,2 euro). Nell analisi, tuttavia, non è considerato l effetto della distribuzione diretta e per conto dei farmaci, fenomeno rilevante in quanto la modalità di distribuzione dei farmaci in duplice via di distribuzione non è omogenea nel territorio campano. Il consumo farmaceutico si mantiene stabile rispetto all anno precedente (+0,02): ogni mille abitanti sono state prescritte 886,5 dosi di farmaco al giorno. Le confezioni di medicinali erogate attraverso le farmacie convenzionate sono state nel 2010 circa 103 milioni (circa 20 confezioni per ogni cittadino campano) registrando un aumento del 3,1%. Scostamento dal valore medio regionale per spesa e consumi: in termini di spesa (lorda pro-capite pesata) e di quantità (DDD/1000abitanti/die) si osserva uno scostamento in negativo per le ASL di Avellino, Benevento, Salerno, Napoli2 Nord. Si rileva uno scostamento in positivo per le ASL Napoli1 Centro e Napoli3 Sud, in quest ultima si osserva un maggiore scostamento in termini di spesa (+8,0%) piuttosto che in termini di consumo (+0,8%). Nell Asl di Caserta si osserva uno scostamento in positivo in termini di quantità a fronte di uno scostamento in termini di spesa quasi nullo. Dall analisi per caratteristiche demografiche, condotta nella popolazione a disposizione, si osserva una ampia variabilità nella distribuzione per età e sesso dei consumi in farmaci tra le varie ASL. Tale variabilità è particolarmente evidente nelle fasce di età più giovani (0-14) e nella popolazione di età superiore ai 65 anni. L età si conferma il principale fattore determinante nell uso dei farmaci. La spesa pro capite e il consumo farmaceutico di un assistibile ultrasessantacinquenne risulta circa 10 volte superiore a quella assorbita da un soggetto di età compresa tra i 15 e 44 anni. A parità di età si evidenzia un maggior consumo negli uomini; le donne consumano più farmaci degli uomini solo nella fascia d età 15 e 44 anni. L analisi del consumo in termini di classi terapeutiche mostra come nel 2010 i farmaci per il sistema cardiovascolare siano stati ancora una volta la categoria più prescritta a carico del SSN, con un aumento 5

6 del numero di DDD/1000 ab die, rispetto al 2009 del +1,7%, a fronte di un calo di spesa del 3,3%. Il maggiore incremento in termini di consumi si osserva per i medicinali per l apparato gastrointestinale (+5,6%) per i quali si registra anche un aumento della spesa (+2,6%). In diminuzione, invece, la prescrizione di antimicrobici (-6,1%). Per i farmaci del sistema nervoso si osserva un aumento in termini di spesa (+5,5%) a fronte di una riduzione nei consumi (-3,3%). A livello di ASL la maggiore variabilità in termini di spesa si osserva per i farmaci cardiovascolari in particolare la spesa pro-capite pesata più elevata si osserva per Napoli1 Centro (75,9 euro) mentre quella più bassa si osserva per Salerno (62,8 euro) per gli antimicrobici sistemici la spesa pro-capite pesata più elevata si osserva per Napoli3 sud (27,2 euro) mentre quella più bassa si osserva per Benevento (17,1 euro); ancora per l apparato respiratorio il valore maggiore di spesa è la Napoli1 centro (21,2 euro), il minore è Salerno (14,5 euro). I sottogruppi terapeutici cui va attribuito il maggiore uso in termini di spesa sono le sostanze che agiscono sul sistema renina-angiotensina (C09), gli antimicrobici sistemici (J01), le sostanze ipolipemizzanti (C10), i farmaci per i disturbi bronco-ostruttivi (R03), e gli antiacidi e gli antiulcera (A02). Il dato è abbastanza omogeneo in tutte le ASL. I principi attivi per cui si è registrata la maggiore spesa a livello regionale sono l atorvastatina, il salmeterolo, la rosuvastatina, l omeprazolo, valsartan e diuretici. In particolare l atorvastatina risulta il primo farmaco in termini di spesa in tutte le ASL. L analisi, in appendice, dei singoli principi attivi, all interno dei gruppi terapeutici (IV livello ATC) che rappresentano il 75% del totale della spesa, permette di valutare l andamento prescrittivo delle diverse molecole all interno di una stessa categoria terapeutica, in generale nella regione e nelle singole ASL. I farmaci equivalenti (incluse le specialità medicinali con brevetto scaduto e gli unbranded) hanno registrato, nell anno 2010, in regione Campania una spesa pari a 449,9 milioni di euro. Il 39,0% sul totale della spesa, pertanto, e il 55,3% sul totale dei consumi, in regione Campania, è attribuibile a farmaci equivalenti. In particolare tra i farmaci equivalenti, a livello regionale, la quota di spesa relativa agli unbranded è stata pari al 14,5%. Nelle AA.SS.LL. si osserva una variabilità nella quota percentuale di spesa su farmaci equivalenti relativa agli unbranded. Si registra, infatti, un minimo nella Benevento, con una quota percentuale di unbranded pari al 12,8% della spesa per farmaci equivalenti ed un massimo nella ASL Salerno con una percentuale pari al 17,1% sul totale della spesa per farmaci equivalenti. I primi venti principi attivi equivalenti rappresentano in Regione Campania il 48,2% del totale della spesa e delle DDD per i farmaci a brevetto scaduto. A livello di ASL tale percentuale oscilla da un minimo del 50,0 % della Napoli1 centro ad un massimo di 56,2% della ASL Benevento. 6

7 SEZIONE 1 METODI Questa parte del rapporto presenta informazioni relative a: 1. fonte dei dati utilizzati ai fini dell elaborazione 2. controllo di qualità dei dati 3. indicatori di spesa e consumo 4. provvedimenti regionali adottati nel

8 1.1 Dati utilizzati A partire dal 2005 è stato generato un database attraverso l acquisizione dei dati provenienti dalle ricette spedite a carico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) dalle farmacie territoriali alle AA.SS.LL. e inviate al C.I.R.F.F. tramite il Settore Farmaceutico Regionale. Tale archivio è stato generato sulla base di un tracciato record concordato con la Regione contenente le seguenti informazioni: - codice sanitario individuale del paziente - codice del medico prescrittore - codice AIC del farmaco acquistato - numero delle confezioni prescritte - data di spedizione e compilazione della prescrizione. Attraverso il linkage con la banca dati del farmaco e delle DDD, fornite rispettivamente da Farmadati e DURG-Italia, il database è stato arricchito con la denominazione e codice ATC del farmaco, con il numero delle unità per confezione e relativo dosaggio, e con il numero di DDD per confezione. Nel presente Rapporto sono stati analizzati i dati di prescrizione farmaceutica territoriale convenzionata relativi alla sette AA.SS.LL campane. I dati presentati provengono dalla lettura mensile delle ricette spedite in farmacia relative all anno 2010, fatta eccezione per la ASL Napoli1 Centro. Per il confronto con l anno precedente è stata utilizzata la banca dati CIRFF relativa alle ASL in esame eccetto che per l ASL Napoli 1 Centro. Sono oggetto di rilevazione tutti i farmaci erogati dalle farmacie, sia private che pubbliche, che dispensano ai residenti della Regione Campania, su presentazione di ricetta medica, nei limiti delle prestazioni erogabili dal SSN. Sono, pertanto, esclusi dal flusso i dati relativi ai farmaci di classe C, nonché i farmaci di classe A acquistati direttamente dai cittadini e i farmaci in duplice via di distribuzione (distribuzione diretta e per conto). I dati relativi allo storico sono stati forniti da IMS Health. Nota metodologica 1. Per quanto riguarda la ASL NA1 Centro i dati della lettura mensile delle ricette spedite in farmacia relative all anno 2010 non sono pervenuti in tempo utile ai fini dell elaborazione e redazione del rapporto. Pertanto i dati di spesa e consumo ed i relativi scostamenti rispetto all anno precedente dell ASL Napoli 1 Centro e della Campania come totale regionale sono stati forniti da IMS Health. L indisponibilità dei dati provenienti dalle ricette per la ASL NA1 Centro ha determinato l esclusione della stessa ASL da tutte le analisi per caratteristiche degli utilizzatori (età e sesso) e dalla procedura di controllo di qualità dei dati. 2. Nel redigere i Rapporti regionali annuali vengono compiute sistematicamente delle operazioni di aggiornamento dei dati presenti nel database CIRFF che possono comportare delle lievi differenze nei valori di spesa e consumo pubblicati nelle precedenti edizioni. La scelta metodologica è quella di produrre, contestualmente alle elaborazioni di riferimento dell anno di interesse, anche gli eventuali aggiornamenti dei dati relativi agli anni precedenti in modo da consentire una lettura auto-consistente del Rapporto. A tal proposito si evidenzia che per la ASL Napoli2 nord non sono stati calcolati gli scostamenti percentuali rispetto all anno precedente a causa di un inconsistenza del dato relativo all anno

9 1.2 Controllo di qualità Particolare attenzione viene rivolta al tipo di controlli necessari a garantire una buona qualità dell informazione. Per verificarne l affidabilità, i dati acquisiti da ciascuna ASL sono stati validati attraverso l applicazione di diverse procedure di controllo: controllo formale del tracciato (verifica del formato, lunghezza e schema di codifica dei campi) controllo del codice del farmaco e dell importo lordo (incrocio tra la banca dati delle prescrizioni generata e la banca dati dei farmaci fornita da Farmadati) controllo formale del codice fiscale scarti dei record inconsistenti (a fronte delle verifiche precedenti) inserimento dei campi calcolati ( es. importo lordo corretto, DDD) arricchimento dei record con attributi che identificano la bontà del singolo campo cui si riferiscono eliminazione dei record duplicati. La quota di ricette in cui il codice fiscale dell assistibile e/o il codice del farmaco è assente o non coerente è stata pertanto esclusa dall analisi. In Tabella 1 è riportata, per ciascuna ASL, la quota di ricette validate, secondo le procedure di controllo sopraindicate, e utilizzate nelle analisi. La differenza tra il dato delle DCRU e quello del monitoraggio è attribuibile al mancato appaiamento tra il codice del farmaco e la banca dati farmaco o ad errore formale nel codice fiscale degli assistibili. Tabella 1A. Controllo di qualità dei dati ASL N. ricette (A) Linkage database Codice del farmaco Linkage database Codice Fiscale Linkage database Codice Fiscale e Codice Farmaco (B) % B/A* Avellino ,9 Benevento ,9 Caserta ,8 Napoli 1 Centro Napoli 2 Nord ,8 Napoli 3 Sud ,9 Salerno ,9 * Percentuale di ricette utilizzate nelle analisi Tabella 1B. Dati provenienti dalle DCRU ASL Spesa lorda N. Ricette Avellino Benevento Caserta Napoli 1 Centro Napoli 2 Nord Napoli 3 Sud Salerno Campania

10 1.3 Dati demografici I dati demografici, utilizzati per i denominatori di spesa e consumo, provengono dal sito internet dell ISTAT. I valori utilizzati, aggiornati al 1 gennaio 2010, sono stati normalizzati (popolazione aggiustata) in proporzione alla quota di ricette validate per ciascuna ASL, riportate in Tabella 1. Per l analisi della variabilità prescrittiva tra le varie AA.SS.LL, la popolazione assistibile normalizzata è stata pesata al fine di minimizzare differenze presenti in termini di distribuzione per età e sesso (popolazione aggiustata pesata). A tale scopo è stato utilizzato il sistema di pesi predisposto dal Dipartimento della programmazione del Ministero della Salute per la ripartizione della quota capitaria del Fondo Sanitario Nazionale (Tabella 2). In Tabella 3 è riportata la popolazione residente, aggiustata e aggiustata pesata per singola ASL. Tabella 2. Sistema di pesi predisposto dal Dipartimento della Programmazione del Ministero della Salute Fasce di età >74 Maschi Femmine Peso Tabella 3. Popolazione residente al 1 gennaio dati ISTAT ASL RESIDENTE AGGIUSTATA AGGIUSTATA* PESATA Avellino Benevento Caserta Napoli 1 Centro ** Napoli 2 Nord Napoli 3 Sud Salerno Campania popolazione aggiustata in base alla percentuale di ricette validate * popolazione usata come denominatore nelle analisi **popolazione pesata 10

11 1.4 Indicatori di spesa e consumo Le analisi sono state condotte in termini di quantità dei farmaci prescritti, spesa lorda SSN e utilizzatori che hanno ricevuto, nel periodo di osservazione considerato, almeno una prescrizione farmaceutica. I farmaci sono stati raggruppati in base al sistema di classificazione internazionale ATC (Anatomica Terapeutica Chimica). I volumi di prescrizione sono stati misurati in termini di DDD (Defined Daily Dose o dose definita giornaliera), che rappresentano la dose media di un farmaco assunta giornalmente da un paziente adulto, con riferimento all indicazione terapeutica principale del farmaco stesso. Si tratta dunque di una unità standard e non della dose raccomandata o assunta dal paziente. ATC e DDD sono quelli della lista ufficiale dell OMS del gennaio 2010, curata e distribuita da DURG-Italia. Definizione degli indicatori utilizzati Spesa lorda SSN: spesa per l assistenza farmaceutica convezionata, calcolata utilizzando il prezzo al pubblico (IVA compresa) al netto della quota di comparticepazione del cittadino e al lordo dello sconto alle farmacie praticato dall SSN. Spesa lorda pro capite: totale della spesa farmaceutica suddiviso per il totale di assistibili. Rappresenta un valore grezzo, non standardizzato per età e sesso degli assistibili. Spesa lorda pro capite pesata: totale della spesa farmaceutica suddiviso per il totale di assistibili pesati. Consente di confrontare la spesa riferita a popolazioni di assistibili di diversa composizione per età e sesso. DDD/1000/abitanti die: misura standardizzata del consumo di farmaci sul territorio, corrispondente al numero medio di dosi di farmaco consumate giornalmente da mille abitanti. Il valore delle DDD/1000 abitanti die per un determinato principio attivo è ottenuto nel seguente modo: N totale di DDD consumate nel periodo per principio attivo N giorni nel periodo* (N di abitanti / 1000) Costo medio DDD: indica il costo medio di una DDD ( o di una giornata di terapia). E calcolato come rapporto tra spesa totale e numero complessivo di dosi consumate. Indice medio di variazione annua o Compound Annual Growth Rate (CAGR): viene calcolato attraverso la radice n-esima del tasso percentuale complessivo dove n è il numero di anni del periodo considerato. 1 CAGR = X f X i n -1 dove X f rappresenta l indicatore calcolato nel periodo finale, Xi rappresenta l indicatore calcolato nel periodo iniziale e n rappresenta il numero di anni considerati. 11

12 Quartili: valori che ripartiscono la distribuzione ordinata ( spesa, DDD ) in quattro parti di uguale frequenza: - il primo quartile è quel valore in cui è compreso il 25% dei dati; - il secondo quartile è quel valore in cui è compreso il 50% dei dati, corrisponde perciò alla mediana; - il terzo quartile è quel valore in cui è compreso il 75% dei dati. Z-score: normalizzazione degli indicatori (DDD/1000 ab. Die e costo medio DDD) attorno ad una media uguale a zero esprimendo le componenti in termini di numero di deviazioni standard, è costruito come: dove S i è l indicatore per l ASL i-esima, S M è la media aritmetica dell indicatore e N è uguale al numero di anni considerati Scostamento % dalla media: lo scostamento % dell ASL i dalla media, relativamente ad un indicatore x ( spesa procapite, DDD/1000 ab.die, ) è costruito come: X i - Media Media x 100 dove X i rappresenta l indicatore calcolato nell ASL e Media rappresenta la media degli indicatori calcolati su tutte le AA.SS.LL Rapporto Maschi/Femmine (M/F): rapporto tra la prevalenza d uso dei maschi e la prevalenza d uso delle femmine 12

13 1.5. Provvedimenti regionali adottati nell anno 2010 Rapporto Regionale 2010 Le misure decretate dalla Regione Campania per conseguire il contenimento della spesa farmaceutica territoriale a carico del Servizio Sanitario Regionale possono essere ricondotte principalmente alla rimoludazione del ticket, al potenziamento della distribuzione diretta e per conto e all incentivazione delle prescrizioni dei farmaci con brevetto scaduto. Decreto n 14 del Promozione dell appropriatezza e razionalizzazione d uso dei farmaci di classe ATC C09 In tale decreto è stato definito che: -l obiettivo di incidenza massima della prescrizione di confezioni di sartani sul totale delle confezioni di farmaci che agiscono sul sistema renina Angiotensina non debba superare il 30%; -all interno della categoria dei sartani, l obiettivo di incidenza minima delle confezioni del principio attivo Losartan deve essere pari ad almeno il 50% del totale delle confezioni di sartani non associati e l obiettivo di incidenza minima delle confezioni del principio attivo Losartan in associazione deve essere pari ad almeno il 50% del totale delle confezioni di sartani associati; -all interno della categoria degli ACE-inibitori, i medici dovranno prediligere le molecole a brevetto scaduto; -nel rispetto delle indicazioni terapeutiche approvate dall AIFA, nelle prescrizioni di farmaci che agiscono sul sistema Renina-Angiotensina a pazienti naive ovvero mai trattati, tutti i medici prescrittori devono prediligere i farmaci a brevetto scaduto, utilizzando le specialità medicinali solo nei casi di indicazioni non coperte, di documentata intolleranza o possibile interazione farmacologiche Decreto Commissariale n 44 del Misure di controllo della spesa farmaceutica In tale decreto è stato definito che: -il principio disciplinato dalla DGRC 1883 /08 Promozione dell appropriatezza diagnostica e terapeutica delle dislipidemie e dei farmaci equivalenti nella classe C10AA degli inibitori dell HGM-Coa Reduttasi debba essere applicato nei confronti di tutti i farmaci utilizzati nelle terapie anticolesterolemizzanti che contengono statine, comprese le associazione contenenti statine; -Qualora i MMG e i PLS prescrivano farmaci inibitori di pompa protonica con costo per giorno di terapia superiore al valore stabilito nel DGRC 1880/08 Interventi sulle modalità di prescrizione e dispensazione dei farmaci inibitori di pompa protonica ATC A02BC, dovranno giustificare e documentare la scelta terapeutica inserendo il codice AA nel campo di otto caratteri a disposizione delle Regioni sulla ricetta del SSN. Decreto Commissariale n 51 del Misure di compartecipazione alla spesa farmaceutica In tale decreto è stato definito che: - con decorrenza dal e fino al , per ogni ricetta del SSN contenente prescrizioni farmaceutiche spedita nelle farmacie convenzionate i pazienti non esenti dovranno corrispondere una quota fissa di 2,00, in aggiunta alla compartecipazione prevista dalla DGRC n 2266 del Tale quota di 2,00 è ridotta ad 1,00 per i pazienti delle categorie esenti parziali. I soggetti della categoria esenti totali sono totalmente esentati dalla corresponsione della quota fissa per ricetta prevista da tale decreto. 13

14 SEZIONE 2 DATI GENERALI DI SPESA E DI CONSUMO Questa parte del rapporto presenta elaborazioni relative a: 1. quadro di riferimento nazionale 2. andamento della spesa e dei consumi farmaceutici nella Regione 3. distribuzione della spesa e dei consumi per caratteristiche degli utilizzatori (età e sesso) nella regione e per singola ASL 4. spesa e consumi farmaceutici nelle ASL con relativi confronti 5. categorie e sostanze a maggiore spesa 14

15 Figura 1. Andamento della spesa pro capite negli anni in Italia e Campania Elaborazione su fonte dati OsMed Tabella 4. Consumo farmaceutico SSN nel 2010 suddiviso per AA.SS.LL. (D.R /03/2009) ASL Lorda (mln) Spesa ( ) Ricette Confezioni Pro capite Pro capite pesata Δ% 10/ 09 N Pro capite pesata Δ% 10/ 09 N (mln) Pro capite pesata Δ% 10/ 09 DDD/1000 ab. Die pesate Δ% N 10/ 09 Avellino ,1 197,6 183,0-3, ,0 9,4 1, ,5 16,0-2,9 791,5-2,5 Benevento ,8 186,2 169,2 2, ,3 9,5 2, ,0 15,5 2,9 758,7 3,4 Caserta ,0 191,4 197,3 6, ,4 10,2 3, ,3 17,9 4,6 901,6 3,3 Napoli 1 Centro* Napoli 2 Nord Napoli 3 Sud ,6 226,4 217,2-1,7 - -1, ,4 19,0-0,5 957,0-0, ,4 174,5 196, ,9 10, ,8 18,0-870, ,1 206,0 214,3-7, ,4 10,2-10, ,5 18,7-8,7 893,6-8,2 Salerno ,3 187,7 178,8-1, ,2 9,9 1, ,6 16,1-0,6 802,9-1,4 Campania* ,5 198,2 198,2-1, *Fonte dati IMS Health , 2 17,8 3,1 886,5 0,02 15

16 Figura 2A. Scostamento delle DDD/1000 abitante/die e spesa lorda pro capite (calcolate su popolazione pesata) dal valore medio regionale Figura 2B. Andamento delle DDD/1000 ab die e spesa lorda pro capite per sesso e fasce d età 16

17 Tabella 5. Distribuzione per età e sesso della spesa lorda ASL Avellino Classe di età 0-4 Sesso Popolazione (%) ASL Avellino Spesa lorda ( ) Spesa lorda procapite ( ) % M 2, ,6 44,3 0,5 F 2, ,6 41,1 0,4 T 4, ,1 42,7 0,9 M 4, ,1 39,0 1, F 4, ,9 33,3 0,8 T 9, ,0 36,2 1,8 M 20, ,3 52,9 5, F 20, ,6 60,5 6,2 T 40, ,9 56,7 11,7 M 12, ,2 236,9 15, F 12, ,6 233,1 15,3 T 25, ,7 235,0 30,6 M 4, ,3 515,8 11, F 4, ,9 484,3 12,0 T 9, ,3 499,1 23,3 M 3, ,4 660,1 10, F 4, ,2 580,1 13,3 T 7, ,7 612,9 23,9 M 0, ,6 624,1 2,8 85 F 1, ,2 539,4 5,0 T 2, ,8 566,8 7,8 M 48, ,5 190,1 47,0 Totale F 51, ,0 204,8 53,0 T 100, ,4 197,6 100,0 17

18 Tabella 6. Distribuzione per età e sesso della spesa lorda ASL Benevento Classe di età 0-4 Sesso Popolazione (%) ASL Benevento Spesa lorda ( ) Spesa lorda procapite ( ) % M 2, ,7 32,7 0,4 F 2, ,6 29,8 0,3 T 4, ,3 31,3 0,7 M 5, ,0 28,1 0, F 4, ,4 22,9 0,6 T 9, ,4 25,6 1,3 M 20, ,9 48,7 5, F 19, ,6 57,2 6,1 T 39, ,5 52,9 11,3 M 12, ,7 212,9 14, F 12, ,2 216,4 14,9 T 25, ,9 214,6 29,4 M 4, ,4 468,5 11, F 5, ,8 453,3 12,5 T 9, ,2 460,4 23,9 M 3, ,1 595,5 10, F 4, ,6 540,7 14,2 T 8, ,7 562,9 24,9 M 0, ,7 629,3 3,2 85 F 2, ,0 500,9 5,3 T 2, ,7 542,0 8,5 M 48, ,6 176,5 46,0 Totale F 51, ,2 195,3 54,0 T 100, ,8 186,2 100,0 18

19 Tabella 7. Distribuzione per età e sesso della spesa lorda ASL Caserta Classe di età 0-4 Sesso Popolazione (%) Spesa lorda ( ) ASL Caserta Spesa lorda procapite ( ) M 2, ,6 53,3 0,8 F 2, ,2 46,8 0,6 T 5, ,8 50,1 1,4 M 5, ,2 41,5 1,3 % 5-14 F 5, ,3 31,2 0,9 T 11, ,6 36,5 2,2 M 21, ,8 58,7 6, F 21, ,1 62,6 7,1 T 43, ,9 60,7 13,8 M 12, ,5 259,9 16, F 12, ,9 258,8 17,0 T 24, ,4 259,3 33,4 M 3, ,2 613,5 11, F 4, ,0 578,2 13,1 T 8, ,2 594,5 24,9 M 2, ,1 762,2 8, F 3, ,0 662,1 11,0 T 5, ,1 701,7 19,3 M 0, ,2 723,4 1,8 85 F 1, ,6 569,5 3,1 T 1, ,8 616,7 4,9 M 48, ,8 184,8 47,0 Totale F 51, ,0 197,6 53,0 T 100, ,8 191,4 100,0 19

20 Tabella 8. Distribuzione per età e sesso della spesa lorda ASL Napoli 2 Nord Classe di età 0-4 Sesso Popolazione (%) ASL Napoli 2 Nord Spesa lorda ( ) Spesa lorda procapite ( ) % M 3, ,1 53,2 1,0 F 3, ,8 47,6 0,8 T 6, ,8 50,5 1,8 M 6, ,3 35,8 1, F 6, ,4 30,1 1,1 T 13, ,7 33,0 2,5 M 22, ,3 54,8 7, F 22, ,3 61,1 8,0 T 45, ,6 58,0 15,0 M 11, ,0 258,2 17, F 12, ,1 261,0 18,5 T 24, ,1 259,6 36,1 M 3, ,3 630,7 11, F 3, ,7 627,4 12,8 T 6, ,0 629,0 24,3 M 1, ,9 809,7 6, F 2, ,2 734,4 9,4 T 3, ,1 764,4 16,4 M 0, ,4 840,5 1,3 85 F 0, ,3 674,8 2,6 T 1, ,8 723,0 4,0 M 49, ,4 166,4 46,8 Totale F 51, ,7 182,2 53,2 T 100, ,1 174,5 100,0 20

21 Tabella 9. Distribuzione per età e sesso della spesa lorda ASL Napoli 3 Sud ASL Napoli 3 Sud Classe di età 0-4 Sesso Popolazione (%) Spesa lorda ( ) Spesa lorda procapite ( ) M 2, ,0 53,7 0,8 F 2, ,4 45,5 0,6 T 5, ,4 49,7 1,3 M 6, ,6 40,6 1,2 % 5-14 F 5, ,3 33,7 1,0 T 12, ,9 37,2 2,2 M 21, ,5 63,7 6, F 21, ,2 66,3 7,0 T 43, ,7 65,0 13,6 M 12, ,0 280,9 16, F 12, ,9 274,0 17,1 T 24, ,8 277,3 33,4 M 3, ,3 654,1 11, F 4, ,8 625,5 13,0 T 8, ,2 638,8 24,9 M 2, ,3 820,4 8, F 3, ,6 734,8 10,9 T 5, ,9 769,4 19,1 M 0, ,8 941,3 2,0 85 F 1, ,8 709,2 3,5 T 1, ,6 778,6 5,4 M 48, ,4 199,1 47,0 Totale F 51, ,1 212,1 53,0 T 100, ,5 205,8 100,0 21

22 Tabella 10. Distribuzione per età e sesso della spesa lorda ASL Salerno Classe di età 0-4 Sesso Popolazione (%) Spesa lorda ( ) ASL Salerno Spesa lorda procapite ( ) % M 2, ,6 39,0 0,5 F 2, ,7 34,0 0,4 T 4, ,3 36,5 0,9 M 5, ,5 31,8 0, F 5, ,2 26,5 0,7 T 10, ,7 29,2 1,6 M 20, ,0 54,3 6, F 20, ,3 63,7 7,0 T 41, ,3 59,0 12,9 M 12, ,7 230,4 15, F 13, ,7 228,5 16,2 T 26, ,4 229,5 31,7 M 4, ,0 517,9 11, F 4, ,4 483,9 12,3 T 8, ,4 499,7 23,7 M 2, ,2 661,2 9, F 4, ,6 581,7 12,5 T 6, ,8 614,2 22,4 M 0, ,1 654,0 2,4 85 F 1, ,9 542,9 4,3 T 2, ,0 578,3 6,7 M 48, ,1 180,2 46,6 Totale F 51, ,7 194,9 53,4 T 100, ,7 187,7 100,0 22

23 Tabella 11. Distribuzione per età e sesso delle DDD/1000 abitanti die ASL Avellino Classe di età 0-4 Sesso Popolazione (%) DDD/1000 abitanti die ASL Avellino M 2,2 111,9 0,3 F 2,1 104,5 0,3 T 4,3 108,3 0,5 M 4,9 89,3 0,5 % M/F 1, Totale F 4,7 76,4 0,4 T 9,7 83,0 0,9 M 20,6 170,6 4,1 F 20,1 219,4 5,2 T 40,7 194,7 9,3 M 12, ,8 15,9 F 12,9 981,5 14,9 T 25, ,5 30,7 M 4, ,4 12,2 F 4, ,9 12,5 T 9, ,9 24,6 M 3, ,9 11,0 F 4, ,1 14,2 T 7, ,7 25,2 M 0, ,9 3,0 F 1, ,5 5,7 T 2, ,3 8,7 M 48,9 820,4 46,9 F 51,1 887,7 53,1 T 100,0 854,8 100,0 1,1 0,8 0,9 1,0 1,1 1,2 0,9 23

24 Tabella 12. Distribuzione per età e sesso delle DDD/1000 abitanti die ASL Benevento Classe di età 0-4 Sesso Popolazione (%) DDD/1000 abitanti die ASL Benevento M 2,2 83,6 0,2 F 2,1 74,9 0,2 T 4,2 79,3 0,4 M 5,0 69,9 0,4 % M/F 1, Totale F 4,7 57,1 0,3 T 9,7 63,6 0,7 M 20,0 162,5 3,9 F 19,8 216,9 5,1 T 39,8 189,6 9,0 M 12,6 991,4 15,0 F 12,9 932,2 14,4 T 25,5 961,6 29,4 M 4, ,3 12,3 F 5, ,0 12,6 T 9, ,0 24,9 M 3, ,7 11,3 F 4, ,6 15,0 T 8, ,0 26,3 M 0, ,4 3,4 F 2, ,0 5,9 T 2, ,7 9,3 M 48,5 799,4 46,5 F 51,5 867,8 53,5 T 100,0 834,6 100,0 1,1 0,8 0,9 1,0 1,1 1,2 0,9 24

25 Tabella 13. Distribuzione per età e sesso delle DDD/1000 abitanti die ASL Caserta Classe di età 0-4 Sesso Popolazione (%) DDD/1000 abitanti die ASL Caserta M 2,8 146,3 0,5 F 2,6 131,5 0,4 T 5,4 139,0 0,9 M 5,9 96,6 0,7 % M/F 1, Totale F 5,7 80,7 0,5 T 11,6 88,8 1,2 M 21,7 193,1 4,8 F 21,8 260,1 6,5 T 43,5 226,7 11,3 M 12, ,6 16,9 F 12, ,8 17,0 T 24, ,3 33,9 M 3, ,7 12,6 F 4, ,2 13,8 T 8, ,4 26,4 M 2, ,6 8,7 F 3, ,7 12,1 T 5, ,9 20,8 M 0, ,3 1,9 F 1, ,2 3,7 T 1, ,0 5,5 M 48,7 826,1 46,0 F 51,3 920,5 54,0 T 100,0 874,5 100,0 1,0 0,8 0,9 1,0 1,1 1,3 0,9 25

26 Tabella 14. Distribuzione per età e sesso delle DDD/1000 abitanti die ASL Napoli 2 Nord ASL Napoli 2 Nord Classe di età 0-4 Sesso Popolazione (%) DDD/1000 abitanti die M 3,2 147,1 0,6 F 3,0 135,1 0,5 T 6,2 141,2 1,1 M 6,7 102,9 0,9 % M/F 1, Totale F 6,4 87,3 0,7 T 13,1 95,3 1,6 M 22,3 194,0 5,6 F 22,8 273,9 8,0 T 45,0 234,4 13,6 M 11, ,6 18,3 F 12, ,5 18,4 T 24, ,3 36,8 M 3, ,4 12,2 F 3, ,8 13,2 T 6, ,1 25,5 M 1, ,4 7,1 F 2, ,6 10,1 T 3, ,1 17,2 M 0, ,4 1,3 F 0, ,2 2,9 T 49,0 727,2 46,0 M 51,0 821,0 54,0 F 100,0 775,0 100,0 T 3,2 147,1 0,6 1,0 0,8 0,9 1,0 1,1 1,5 0,9 26

27 Tabella 15. Distribuzione per età e sesso delle DDD/1000 abitanti die ASL Napoli 3 Sud ASL Napoli 3 Sud Classe di età 0-4 Sesso Popolazione (%) DDD/1000 abitanti die M 2,9 143,2 16,7 F 2,7 123,0 14,3 % M/F 1, Totale T 5,6 133,4 15,6 M 6,1 107,9 12,6 F 5,9 90,8 10,6 T 12,0 99,5 11,6 M 21,4 195,2 22,7 F 21,7 261,7 30,5 T 43,0 228,6 26,7 M 12, ,8 140,7 F 12, ,4 132,9 T 24, ,5 136,7 M 3, ,9 340,6 F 4, ,3 318,6 T 8, ,2 328,9 M 2, ,2 411,6 F 3, ,0 386,5 T 5, ,0 396,7 M 0, ,4 441,8 F 1, ,0 379,2 T 1, ,7 397,9 M 48,6 813,8 94,9 F 51,4 899,6 104,9 T 100,0 857,9 100,0 1,1 0,8 0,9 1,0 1,0 1,7 0,9 27

28 Tabella 16. Distribuzione per età e sesso delle DDD/1000 abitanti die ASL Salerno ASL Salerno Classe di età 0-4 Sesso Popolazione (%) DDD/1000 abitanti die M 2,4 99,0 0,3 F 2,3 87,2 0,2 % M/F 1, Totale T 4,7 93,2 0,5 M 5,3 79,5 0,5 F 5,0 67,0 0,4 T 10,3 73,4 0,9 M 20,6 177,5 4,3 F 20,6 237,8 5,8 T 41,2 207,6 10,1 M 12, ,9 16,1 F 13,3 997,3 15,7 T 26, ,8 31,8 M 4, ,5 12,4 F 4, ,4 12,8 T 8, ,9 25,2 M 2, ,5 10,4 F 4, ,8 13,6 T 6, ,4 24,0 M 0, ,6 2,6 F 1, ,2 4,9 T 2, ,4 7,5 M 48,6 808,6 46,6 F 51,4 875,5 53,4 T 100,0 843,0 100,0 1,0 0,8 0,9 1,0 1,1 1,2 0,9 28

29 Tabella 17. ATC I livello - Consumo regionale SSN per categoria terapeutica in ordine decrescente di spesa (Anno 2010) Spesa % Δ% DDD/1000 % ATC 1 Gruppo terapeutico procapite %* %* cum. 10/09 ab. Die cum. ( ) Δ% 10/09 C A J Sistema cardiovascolare Apparato gastrointestinale e metabolismo Antimicrobici generali per uso sistemico 69,9 35,3 35,3-3,3 414,2 46,7 46,7 1,7 27,1 13,7 49,0 2,6 121,0 13,6 60,4 5,6 22,1 11,2 60,1-12,5 82,5 9,3 69,7-6,1 R Sistema respiratorio 19,0 9,6 69,7-1,0 59,6 6,7 76,4-2,9 N Sistema nervoso 18,3 9,2 79,0 5,5 45,6 5,1 81,6-3,3 B M L G H Sangue ed organi emopoietici Sistema muscoloscheletrico Farmaci antineoplastici ed immunomodulatori Sistema genitourinario ed ormoni sessuali Preparati ormonali sistemici.escl.ormoni sessuali e insuline 11,6 5,9 84,8-4,3 42,6 4,8 86,4 2,1 8,5 4,3 89,1 0,4 34,0 3,8 90,2-0,4 6,8 3,4 92,6-4,6 32,5 3,7 93,9-4,8 5,4 2,7 95,3-5,4 29,8 3,4 97,2-11,6 3,1 1,6 96,8-0,4 15,0 1,7 98,9 1,0 S Organi di senso 2,9 1,5 98,3-1,6 5,2 0,6 99,5 2,3 V Vari 2,2 1,1 99, ,6 3,8 0,4 99,9-0,5 D Dermatologici 1,0 0,5 99,9 2,4 0,5 0,1 100,0 0,8 P Farmaci antiparassitari. insetticidi e repellenti 0,1 0,1 100,0 1,3 0,1 <0,1 100,0-4,7 Totale 198,2 100,0 - -1,6 886,5 100,0-0,02 *percentuale calcolata sul totale della spesa e DDD Fonte dati IMS Health 29

30 Tabella 18. Spesa lorda procapite pesata per categoria terapeutica (ATC I livello) e per ASL Anno 2010 ASL A B C D G H J L M N P R S V Tot Avellino 25,7 12,1 65,0 0,9 5,2 3,2 19,1 6,5 7,1 17,1 0,1 15,5 2,0 3,5 183,0 Benevento 23,6 10,1 58,5 1,0 4,0 2,8 17,1 5,9 8,4 19,3 0,1 14,5 2,2 1,7 169,2 Caserta 26,9 10,0 70,3 1,2 5,2 3,3 22,9 5,0 8,7 18,7 0,1 18,4 2,3 4,4 197,3 Napoli 1 Centro* 30,1 17,9 75,9 1,1 5,6 3,4 21,7 7,7 8,6 17,8 0,1 21,2 4,1 1,8 217,2 Napoli 2 Nord 27,7 8,9 67,3 1,2 4,7 2,8 24,2 6,0 8,2 16,5 0,1 19,8 2,7 6,1 196,1 Napoli 3 Sud 28,8 13,4 70,5 1,0 5,9 3,3 27,2 7,9 9,2 18,2 0,1 20,4 2,6 5,8 214,3 Salerno 25,7 9,2 62,8 0,9 5,6 2,7 18,5 7,0 7,4 19,3 0,1 14,5 2,8 2,3 178,8 Campania* 27,1 11,6 69,9 1,0 5,4 3,1 22,1 6,8 8,5 18,3 0,1 19,0 2,9 2,2 198,2 *Fonte dati IMS Health Tabella 19. Percentuale della spesa lorda procapite pesata per categoria terapeutica (ATC I livello) e per ASL Anno 2010 ASL A B C D G H J L M N P R S V Tot Avellino 14,0 6,6 35,5 0,5 2,8 1,7 10,4 3,6 3,9 9,4 <0,1 8,5 1,1 1,9 100,0 Benevento 13,9 6,0 34,6 0,6 2,4 1,7 10,1 3,5 5,0 11,4 0,1 8,6 1,3 1,0 100,0 Caserta 13,6 5,0 35,6 0,6 2,6 1,7 11,6 2,5 4,4 9,5 0,1 9,3 1,2 2,2 100,0 Napoli 1 Centro* 13,9 8,2 35,0 0,5 2,6 1,6 10,0 3,6 4,0 8,2 0,1 9,8 1,9 0,8 100,0 Napoli 2 Nord 14,1 4,5 34,3 0,6 2,4 1,4 12,3 3,0 4,2 8,4 0,1 10,1 1,4 3,1 100,0 Napoli 3 Sud 13,4 6,2 32,9 0,5 2,8 1,5 12,7 3,7 4,3 8,5 0,1 9,5 1,2 2,7 100,0 Salerno 14,4 5,1 35,1 0,5 3,1 1,5 10,3 3,9 4,1 10,8 0,1 8,1 1,6 1,3 100,0 Campania* 13,7 5,9 35,3 0,5 2,7 1,6 11,2 3,4 4,3 9,2 0,1 9,6 1,5 1,1 100,0 *Fonte dati IMS Health **percentuale calcolata sul totale della spesa 30

31 Tabella 20. DDD/1000 ab. Die pesate per categoria terapeutica (ATC I Livello) e per ASL Anno 2010 ASL A B C D G H J L M N P R S V Tot Avellino 113,7 77,0 376,1 4,1 30,7 27,4 25,6 3,5 38,7 39,2 0,4 44,6 10,4 0,1 791,5 Benevento 111,1 70,2 353,8 5,6 26,1 26,1 22,3 3,4 40,7 39,3 0,4 48,6 10,9 0,1 758,7 Caserta 120,8 84,4 429,0 5,4 34,5 32,1 30,8 2,9 44,0 46,3 0,4 58,6 12,3 0,1 901,6 Napoli 1 Centro* 131,1 84,0 455,3 6,0 36,4 33,4 28,4 4,3 49,3 42,2 0,5 64,9 21,2 0,1 957,0 Napoli 2 Nord 120,4 79,6 391,2 6,6 33,8 34,0 33,8 3,3 46,7 40,1 0,6 66,9 13,7 0,1 870,9 Napoli 3 Sud 122,0 83,9 403,0 4,7 37,2 35,5 33,8 4,0 48,8 41,8 0,5 64,5 13,8 0,1 893,6 Salerno 112,1 75,3 382,3 3,9 31,1 28,0 25,3 4,2 37,3 42,8 0,5 44,8 15,2 0,1 802,9 Campania 121,0 82,5 414,2 5,2 34,0 32,5 29,8 3,8 45,6 42,6 0,5 59,6 15,0 0,1 886,5 *Fonte dati IMS Health Tabella 21. Percentuale delle DDD/1000 ab. Die pesate per categoria terapeutica (ATC I Livello) e per ASL Anno 2010 ASL A B C D G H J L M N P R S V Tot Avellino 14,4 9,7 47,5 0,5 3,9 3,5 3,2 0,4 4,9 5,0 <0,1 5,6 1,3 < 0,1 100,0 Benevento 14,6 9,3 46,6 0,7 3,4 3,4 2,9 0,5 5,4 5,2 0,1 6,4 1,4 < 0,1 100,0 Caserta 13,4 9,4 47,6 0,6 3,8 3,6 3,4 0,3 4,9 5,1 <0,1 6,5 1,4 < 0,1 100,0 Napoli 1 Centro Napoli 2 Nord Napoli 3 Sud 13,7 8,8 47,6 0,6 3,8 3,5 3,0 0,5 5,2 4,4 0,1 6,8 2,2 < 0,1 100,0 13,8 9,1 44,9 0,8 3,9 3,9 3,9 0,4 5,4 4,6 0,1 7,7 1,6 < 0,1 100,0 13,7 9,4 45,1 0,5 4,2 4,0 3,8 0,5 5,5 4,7 0,1 7,2 1,5 < 0,1 100,0 Salerno 14,0 9,4 47,6 0,5 3,9 3,5 3,1 0,5 4,7 5,3 0,1 5,6 1,9 < 0,1 100,0 Campania* 13,6 9,3 46,7 0,6 3,8 3,7 3,4 0,4 5,1 4,8 0,1 6,7 1,7 < 0,1 100,0 *Fonte dati IMS Health **percentuale calcolata sul totale della spesa 31

32 Tabella 22. I primi 20 gruppi terapeutici in termini di spesa lorda Campania Anno 2010 Rango C09 ATC Gruppo terapeutico Spesa pro capite %* Δ% 10/09 Sostanze ad azione sul sistema renina angiotensina DDD/1000 ab die %* Δ% 10/09 31,7 16,0-6,2 193,5 21,8 2,9 2 C10 Ipolipidemizzanti 20,9 10,6 8,3 56,2 6,3 10,8 3 J01 Antibatterici per uso sistemico 19,3 9,7-14,0 28,6 3,2-12,0 4 R03 5 A02 Farmaci per disturbi ostruttivi delle vie respiratorie Antiacidi, antimeteorici, antiulcera peptica 17,2 8,7-0,6 44,7 5,0-4,8 12,3 6,2 4,3 56,0 6,3 11,8 6 A10 Farmaci usati nel diabete 9,7 4,9 1,0 51,3 5,8 0,3 7 B01 Antitrombotici 7,5 3,8 0,5 65,8 7,4-6,0 8 C08 Calcio-antagonisti 6,3 3,2-15,2 58,4 6,6-1,5 9 N03 Antiepilettici 6,2 3,1 7,0 10,1 1,1 1,0 10 N06 Psicoanalettici 5,9 3,0 1,5 24,3 2,7 1,8 11 C07 Betabloccanti 4,6 2,3-9,0 40,2 4,5 3,3 12 M01 Farmaci antiinfiammatori ed antireumatici 4,4 2,2-5,9 31,8 3,6-6,3 13 L02 Terapia endocrina 4,2 2,1-2,4 2,8 0,3-0,4 14 M05 Farmaci usati nel trattamento delle malattie delle ossa 3,9 2,0 8,5 8,8 1,0 6,1 15 G04 Urologici 3,8 1,9-1,9 22,9 2,6 4,3 16 C01 Terapia cardiaca 3,8 1,9-4,2 34,4 3,9-8,5 17 S01 Oftalmologici 2,9 1,5-1,6 15,0 1,7 1,0 18 A07 Antidiarroici, antinfiammatori ed antimicrobici intestinali 2,9 1,4 1,2 4,9 0,5 4,5 19 N04 Antiparkinsoniani 2,8 1,4 13,3 3,5 0,4 9,5 20 N02 Analgesici 2,1 1,0 15,0 2,0 0,2 10,1 Totale 172,2 86,9-2,2 755,2 85,2 0,6 *percentuale calcolata sul totale della spesa e delle DDD Fonte dati IMS Health 32

33 Tabella 23. I primi 20 gruppi terapeutici in termini di spesa lorda ASL Avellino Anno 2010 Rango C09 ATC Gruppo terapeutico Spesa pro capite %* Δ% 10/09 Sostanze ad azione sul sistema renina-angiotensina DDD/1000 ab die %* Δ% 10/09 30,3 16,6-11,2 173,9 22,0 0,2 2 C10 Ipolipidemizzanti 18,7 10,2 2,2 50,7 6,4 5,8 3 J01 Antibatterici per uso sistemico 16,8 9,2-13,0 24,7 3,1-11,3 4 R03 5 A02 Farmaci per disturbi ostruttivi delle vie respiratorie Farmaci per disturbi correlati all'acidita' 14,4 7,9-9,5 35,9 4,5-11,9 12,5 6,8 4,5 53,5 6,8 12,7 6 A10 Farmaci usati nel diabete 9,1 5,0-10,0 47,9 6,0-3,2 7 B01 Antitrombotici 8,6 4,7 6,0 63,8 8,1-10,3 8 C08 Calcio-antagonisti 5,7 3,1-17,1 51,8 6,5-3,5 9 N06 Psicoanalettici 5,5 3,0-0,2 21,3 2,7-0,7 10 N03 Antiepilettici 5,5 3,0 0,5 9,4 1,2-2,2 11 C07 Betabloccanti 4,3 2,3-14,5 38,6 4,9-0,3 12 L02 Terapia endocrina 3,7 2,0 1,0 2,5 0,3 1,3 13 G04 Urologici 3,7 2,0-5,4 22,3 2,8 1,8 14 M01 Farmaci antiinfiammatori ed antireumatici 3,6 2,0-10,6 24,3 3,1-8,4 15 C01 Terapia cardiaca 3,5 1,9 2,4 28,5 3,6-7,0 16 M05 Farmaci per il trattamento delle malattie delle ossa 3,2 1,7 3,2 7,2 0,9 3,0 17 N04 Antiparkinsoniani 2,9 1,6 3,0 3,8 0,5 7,1 18 A07 Antidiarroici, antinfiammatori ed antimicrobici intestinali 2,2 1,2 1,9 3,9 0,5 6,3 19 N02 Analgesici 2,1 1,2 10,9 2,2 0,3 12,0 20 S01 Oftalmologici 2,0 1,1-2,5 10,4 1,3 1,0 Totale 158,1 86,4-5,6 676,6 85,5-1,9 *percentuale calcolata sul totale della spesa e delle DDD 33

34 Tabella 24. I primi 20 gruppi terapeutici in termini di spesa lorda ASL Benevento Anno 2010 Rango C09 ATC Gruppo terapeutico Spesa pro capite %* Δ% 10/09 Sostanze ad azione sul sistema renina-angiotensina DDD/1000 ab die %* Δ% 10/09 28,0 16,6-5,2 167,7 22,1 4,6 2 J01 Antibatterici per uso sistemico 15,0 8,8-9,0 21,3 2,8-5,4 3 C10 Ipolipidemizzanti 14,7 8,7 11,3 39,0 5,1 14,6 4 R03 Antiasmatici 13,3 7,9 2,2 39,3 5,2 0,6 5 A02 Antiacidi, antimeteorici, antiulcera 13,3 7,8 8,5 56,9 7,5 17,0 6 B01 Antitrombotici 7,7 4,6 6,4 57,6 7,6-3,5 7 N03 Antiepilettici 7,4 4,4 7,0 10,3 1,4 2,4 8 A10 Farmaci usati nel diabete 6,7 4,0 8,4 43,7 5,8 4,5 9 C08 Calcio-antagonisti 5,4 3,2-10,4 49,1 6,5 1,5 10 N06 Psicoanalettici 5,4 3,2 4,4 20,5 2,7 4,0 11 M01 Farmaci antiinfiammatori ed antireumatici 4,2 2,5-2,5 26,0 3,4 0,7 12 C01 Terapia cardiaca 3,9 2,3-3,0 34,9 4,6-6,3 13 M05 Farmaci per il trattamento delle malattie delle ossa 3,9 2,3 13,1 8,8 1,2 12,1 14 C07 Betabloccanti 3,9 2,3-8,0 31,2 4,1 7,7 15 L02 Terapia endocrina 3,8 2,2 1,1 2,5 0,3 5,3 16 N04 Antiparkinsoniani 3,5 2,0 15,1 4,2 0,6 14,2 17 G04 Urologici 2,9 1,7 1,5 18,0 2,4 8,4 18 N02 Analgesici 2,4 1,4 13,6 2,3 0,3 11,6 19 S01 Oftalmologici 2,2 1,3 3,0 10,9 1,4 4,9 20 A07 Antidiarroici, antinfiammatori ed antimicrobici intestinali 1,8 1,1 0,2 3,1 0,4 2,6 Totale 149,6 88,4 1,1 647,3 85,3 4,0 *percentuale calcolata sul totale della spesa e delle DDD 34

35 Tabella 25. I primi 20 gruppi terapeutici in termini di spesa lorda ASL Caserta Anno 2010 Rango C09 ATC Gruppo terapeutico Spesa pro capite %* Δ% 10/09 Sostanze ad azione sul sistema renina-angiotensina DDD/1000 ab die %* Δ% 10/09 32,1 16,3 0,5 200,8 22,3 5,7 2 C10 Ipolipidemizzanti 20,0 10,1 16,4 56,0 6,2 16,6 3 J01 Antibatterici per uso sistemico 19,9 10,1-9,0 29,5 3,3-10,1 4 R03 5 A02 Farmaci per disturbi ostruttivi delle vie respiratorie Farmaci per disturbi correlati all'acidita' 16,6 8,4 7,2 44,3 4,9-0,3 12,3 6,3 11,1 53,2 5,9 16,3 6 A10 Farmaci usati nel diabete 9,6 4,9 8,8 54,0 6,0 2,6 7 N06 Psicoanalettici 6,9 3,5 7,2 28,2 3,1 2,8 8 C08 Calcio-antagonisti 6,6 3,3-12,4 61,3 6,8 1,0 9 N03 Antiepilettici 5,7 2,9 10,8 9,6 1,1 0,6 10 B01 Antitrombotici 5,1 2,6 5,6 67,3 7,5-3,4 11 C07 Betabloccanti 5,0 2,5-4,4 43,6 4,8 5,5 12 M01 13 M05 Farmaci antiinfiammatori ed antireumatici Farmaci per il trattamento delle malattie delle ossa 4,3 2,2 2,8 30,0 3,3 0,6 4,1 2,1 18,0 8,8 1,0 11,7 14 G04 Urologici 3,6 1,8 4,3 22,5 2,5 8,9 15 C01 Terapia cardiaca 3,5 1,8 0,4 32,2 3,6-5,9 16 L02 Terapia endocrina 2,8 1,4 3,0 2,1 0,2 4,4 17 N04 Antiparkinsoniani 2,7 1,4 20,9 3,5 0,4 13,8 18 A07 Antidiarroici, antinfiammatori ed antimicrobici intestinali 2,5 1,3 9,3 4,3 0,5 8,3 19 N02 Analgesici 2,3 1,2 24,1 2,1 0,2 12,3 20 S01 Oftalmologici 2,3 1,2 4,9 12,3 1,4 4,4 Totale 168,2 85,2 4,0 765,7 84,9 3,8 *percentuale calcolata sul totale della spesa e delle DDD 35

36 Tabella 26. I primi 20 gruppi terapeutici in termini di spesa lorda ASL Napoli 1 Centro Anno 2009 Rango C09 ATC Gruppo terapeutico Spesa pro capite %* Δ% 10/09 Sostanze ad azione sul sistema renina angiotensina DDD/1000 ab die %* Δ% 10/09 32,9 15,1-6,9 211,5 22,1 3,1 2 C10 Ipolipidemizzanti 23,9 11,0 6,6 62,2 6,5 9,0 3 R03 Antiasmatici 19,2 8,8-1,6 48,8 5,1-6,3 4 J01 Antibatterici per uso sistemico 18,6 8,5-16,0 27,2 2,8-13,4 5 A02 Antiacidi, antimeteorici, antiulcera 14,5 6,7 2,9 66,5 6,9 10,4 6 A10 Farmaci usati nel diabete 9,8 4,5 1,0 50,6 5,3 0,4 7 B01 Antitrombotici 8,2 3,8-1,2 67,5 7,1-6,8 8 B02 Antiemorragici 7,5 3,4 22,9 0,3 0,0-39,1 9 C08 Calcio-antagonisti 6,8 3,1-15,0 64,9 6,8-1,9 10 N03 Antiepilettici 6,2 2,9 7,9 10,3 1,1 2,3 11 N06 Psicoanalettici 5,8 2,7 1,3 24,1 2,5 2,0 12 L02 Terapia endocrina 5,0 2,3-2,0 3,3 0,3-1,0 13 C07 Betabloccanti 4,9 2,3-8,6 43,7 4,6 3,0 14 C01 Terapia cardiaca 4,7 2,2-3,7 43,3 4,5-7,4 15 M01 Farmaci antiinfiammatori ed antireumatici 4,6 2,1-7,3 36,8 3,8-7,9 16 G04 Urologici 4,3 2,0-1,3 25,3 2,6 4,4 17 S01 Oftalmologici 4,1 1,9-4,3 21,2 2,2-0,2 18 M05 19 A07 Farmaci per il trattamento delle malattie delle ossa Antidiarroici, antinfiammatori ed antimicrobici intestinali 3,7 1,7 4,3 8,4 0,9 2,4 3,3 1,5-0,5 5,4 0,6 3,7 20 N04 Antiparkinsoniani 2,6 1,2 10,9 3,3 0,3 5,2 Totale 190,6 87,8-2,4 824,5 86,2 0,1 *percentuale calcolata sul totale della spesa e delle DDD Fonte dati IMS Health 36

37 Tabella 27. I primi 20 gruppi terapeutici in termini di spesa lorda ASL Napoli 2 Nord Anno 2010 Rango C09 ATC Gruppo terapeutico Spesa pro capite %* Δ% 10/09 Sostanze ad azione sul sistema renina-angiotensina DDD/1000 ab die %* Δ% 10/09 29,9 15,3-183,0 21,0-2 C10 Ipolipidemizzanti 21,4 10,9-55,4 6,4-3 J01 Antibatterici per uso sistemico 21,1 10,8-32,6 3,7-4 R03 5 A02 Farmaci per disturbi ostruttivi delle vie respiratorie Farmaci per disturbi correlati all'acidita' 17,3 8,8-47,0 5,4-12,8 6,5-56,0 6,4-6 A10 Farmaci usati nel diabete 9,4 4,8-50,5 5,8-7 B01 Antitrombotici 7,0 3,6-59,7 6,9-8 N03 Antiepilettici 6,2 3,2-10,1 1,2-9 C08 Calcio-antagonisti 5,7 2,9-52,7 6,1-10 N06 Psicoanalettici 5,2 2,7-22,7 2,6-11 M01 Farmaci antiinfiammatori ed antireumatici 4,7 2,4-35,6 4,1-12 C07 Betabloccanti 4,4 2,2-38,7 4,4-13 C01 Terapia cardiaca 3,7 1,9-34,3 3,9-14 L02 Terapia endocrina 3,4 1,8-2,4 0,3-15 M05 Farmaci per il trattamento delle malattie delle ossa 3,3 1,7-7,3 0,8-16 G04 Urologici 3,3 1,7-20,6 2,4-17 A07 Antidiarroici, antinfiammatori ed antimicrobici intestinali 3,0 1,5-5,0 0,6-18 S01 Oftalmologici 2,7 1,4-13,7 1,6-19 R06 Antistaminici per uso sistemico 2,5 1,3-19,9 2,3-20 N04 Antiparkinsoniani 2,3 1,2-2,9 0,3 - Totale 169,3 86, ,1 - *percentuale calcolata sul totale della spesa e delle DDD 37

Settore Farmaceutico Regione Campania. Margherita De Florio Angela Loreto Crescenzo Ilardi Francesco Fiorentino. Aziende Sanitarie Locali

Settore Farmaceutico Regione Campania. Margherita De Florio Angela Loreto Crescenzo Ilardi Francesco Fiorentino. Aziende Sanitarie Locali CIRFF Lorenzo Giovanni Mantovani, Simona Cammarota, Anna Citarella, Simona de Portu, Enrica Menditto, Sabato Montella, Giovanni Stefanini, Ettore Novellino Settore Farmaceutico Regione Campania Margherita

Dettagli

LE 5 CATEGORIE DI FARMACI PIÙ PRESCRITTE NEL 2012

LE 5 CATEGORIE DI FARMACI PIÙ PRESCRITTE NEL 2012 LE 5 CATEGORIE DI FARMACI PIÙ PRESCRITTE NEL 2012 I farmaci per il sistema cardiovascolare al primo posto per consumo e spesa pubblica, le statine rimangono la categoria a maggior spesa, mentre gli ACE-inibitori

Dettagli

Settore Farmaceutico Regione Campania. Margherita De Florio Crescenzo Ilardi Francesco Fiorentino. Aziende Sanitarie Locali

Settore Farmaceutico Regione Campania. Margherita De Florio Crescenzo Ilardi Francesco Fiorentino. Aziende Sanitarie Locali CIRFF Lorenzo Giovanni Mantovani, Simona Cammarota, Anna Citarella, Simona de Portu, Enrica Menditto, Sabato Montella, Salvatore Riegler, Ettore Novellino Settore Farmaceutico Regione Campania Margherita

Dettagli

Farmaci e Sostenibilita Economica alla luce della L.O.E. Dott. G. Monaco Direttore Responsabile ASLNA1 Centro DSB 29

Farmaci e Sostenibilita Economica alla luce della L.O.E. Dott. G. Monaco Direttore Responsabile ASLNA1 Centro DSB 29 Farmaci e Sostenibilita Economica alla luce della L.O.E. Dott. G. Monaco Direttore Responsabile ASLNA1 Centro DSB 29 Rapporto Osmed (pubbl. 05.07.2012) 26.3 miliardi di Mercato farmaceutico complessivo

Dettagli

Presentazione: Indicatori di appropriatezza prescrittiva

Presentazione: Indicatori di appropriatezza prescrittiva Presentazione: Indicatori di appropriatezza prescrittiva Relatore: Luisa Anna Adele Muscolo Data: 24 ottobre 2015, XXXVI SIFO - Catania Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa

Dettagli

L uso dei Farmaci in Italia: Rapporto Nazionale

L uso dei Farmaci in Italia: Rapporto Nazionale L uso dei Farmaci in Italia: Rapporto Nazionale (Periodo Gennaio-Settembre 2014) Luca Pani DG@aifa.gov.it Dichiarazione di trasparenza/interessi* Interessi nell industria farmaceutica NO Attualmente Precedenti

Dettagli

Rapporto sulla prescrizione farmaceutica

Rapporto sulla prescrizione farmaceutica Rapporto sulla prescrizione farmaceutica REGIONE LAZIO Anno 2007 Roberto Da Cas (ISS), Massimo Fava (Regione Lazio), Marcello Giuliani (Regione Lazio), Letizia Orzella (ASP), Luigi Pasquale (Consorzio

Dettagli

Settore Farmaceutico Regione Campania. Margherita De Florio Crescenzo Ilardi Francesco Fiorentino. Aziende Sanitarie Locali

Settore Farmaceutico Regione Campania. Margherita De Florio Crescenzo Ilardi Francesco Fiorentino. Aziende Sanitarie Locali RAPPORTO REGIONALE ANNO 2007 CIRFF Lorenzo Giovanni Mantovani, Simona Cammarota, Anna Citarella, Simona de Portu, Irene Iodice, Enrica Menditto, Sabato Montella, Salvatore Riegler, Ettore Novellino Settore

Dettagli

La gestione della distribuzione dei farmaci a RSA/RP convenzionate

La gestione della distribuzione dei farmaci a RSA/RP convenzionate La gestione della distribuzione dei farmaci a RSA/RP convenzionate D.ssa S. Antonelli Dipartimento Attività farmaceutiche S.C. FARMACIA OSPEDALIERA Presidio Ospedaliero Metropolitano Ospedale Villa Scassi

Dettagli

n. 17 del 25 Marzo 2013 DECRETO n. 27 del 15.03.2013 rif. lettera g)

n. 17 del 25 Marzo 2013 DECRETO n. 27 del 15.03.2013 rif. lettera g) DECRETO n. 27 del 15.03.2013 rif. lettera g) Oggetto: misure di incentivazione della prescrizione di farmaci a brevetto scaduto e dei farmaci biosimilari PREMESSO che: con delibera del Consiglio dei Ministri

Dettagli

e di aderenza al trattamento Aas4 Friuli centrale

e di aderenza al trattamento Aas4 Friuli centrale L USO DEI FARMACI IN ITALIA (OSMED 2014) Rapporto Nazionale, Anno 2014 Profili di utilizzazione dei medicinali e di aderenza al trattamento Aas4 Friuli centrale Lucrezia Marcuzzo: Soc assistenza farmaceutica

Dettagli

MONITORAGGIO DEGLI EVENTI AVVERSI IN PEDIATRIA: PROGETTO MEAP

MONITORAGGIO DEGLI EVENTI AVVERSI IN PEDIATRIA: PROGETTO MEAP Centro di Farmacovigilanza e Farmacoepidemiologia, Dpt Medicina Sperimentale, sez. Farmacologia L. Donatelli, Seconda Universitá di Napoli MONITORAGGIO DEGLI EVENTI AVVERSI IN PEDIATRIA: PROGETTO MEAP

Dettagli

Farmaci generici e qualità della cura Dati di una Provincia della Regione. Dr.ssa Olivia Leoni

Farmaci generici e qualità della cura Dati di una Provincia della Regione. Dr.ssa Olivia Leoni Farmaci generici e qualità della cura Dati di una Provincia della Regione Dr.ssa Olivia Leoni Medico Resp UOSVD Farmacoeconomia, appropriatezza prescrittiva, percorsi di cura (Dipartimento PAC, ASL Varese)

Dettagli

L USO DEGLI ANTIPSICOTICI

L USO DEGLI ANTIPSICOTICI L USO DEGLI ANTIPSICOTICI NELLA REGIONE VENETO Valentina Fantelli Settore Farmaceutico Regionale Mestre - Venezia, 22 ottobre 2014 Area Sanità e Sociale Sezione Attuazione Programmazione Sanitaria Governance

Dettagli

Farmaci. Rapporto Osmed 2013. Spesa complessiva cresciuta del 2,3%. Sale il tetto,... l'ospedaliera sfora ancora: +20,5%. Per la territoriale +0,5%

Farmaci. Rapporto Osmed 2013. Spesa complessiva cresciuta del 2,3%. Sale il tetto,... l'ospedaliera sfora ancora: +20,5%. Per la territoriale +0,5% Pagina 1 di 5 ilfarmacistaonline.it Martedì 14 LUGLIO 2014 Farmaci. Rapporto Osmed 2013. Spesa complessiva cresciuta del 2,3%. Sale il tetto, ma l'ospedaliera sfora ancora: +20,5%. Per la territoriale

Dettagli

SPESA FARMACEUTICA INTRODUZIONE AL CAPITOLO QUARTO. SIC Sanità in cifre

SPESA FARMACEUTICA INTRODUZIONE AL CAPITOLO QUARTO. SIC Sanità in cifre INTRODUZIONE AL CAPITOLO QUARTO A cura di Prof. Achille P. Caputi Università degli Studi di Messina Dott. Gianluca Trifirò Università degli Studi di Messina La spesa farmaceutica rappresenta una delle

Dettagli

OSMED 2013: SCHEDA DI SINTESI

OSMED 2013: SCHEDA DI SINTESI OSMED 2013: SCHEDA DI SINTESI Nel 2013 ogni italiano ha consumato in media 1,7 dosi di farmaci al giorno (1.679 dosi al giorno ogni 1.000 abitanti). Il 70,4% di questi farmaci è stato erogato a carico

Dettagli

Farmaceutica territoriale

Farmaceutica territoriale Allegato A OBIETTIVI DI APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA ANNO 2014 1)Farmaci presenti nelle Liste di trasparenza Farmaceutica territoriale 1.1 L incidenza dei farmaci presenti nelle Liste di Trasparenza deve

Dettagli

istituzione e costante aggiornamento del Prontuario Terapeutico Regionale (Decreto n. 9 del 13.2.2012);

istituzione e costante aggiornamento del Prontuario Terapeutico Regionale (Decreto n. 9 del 13.2.2012); Oggetto: Interventi per il contenimento della spesa farmaceutica ospedaliera e territoriale, dei dispositivi medici, dell assistenza integrativa e protesica. L Assessore riferisce che la Regione Sardegna

Dettagli

Regione Campania ASL Caserta. Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta. Direzione Generale

Regione Campania ASL Caserta. Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta. Direzione Generale Regione Campania ASL Caserta Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Direzione Generale Servizio Controllo di Gestione e Sistema Informativo ASL Caserta Dir Prevenzione Corruzione e Trasparenza (Dir.Dr. Michele

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ. Prescrizione farmaceutica in Umbria. Analisi dei dati relativi al 2011

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ. Prescrizione farmaceutica in Umbria. Analisi dei dati relativi al 2011 ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Prescrizione farmaceutica in Umbria. Analisi dei dati relativi al 211 Roberto Da Cas (a), Paola Ruggeri (a), Mariangela Rossi (b), Giampaolo Bucaneve (c), Emilio Duca (d),

Dettagli

L uso dei Farmaci in Italia. Rapporto nazionale anno 2009

L uso dei Farmaci in Italia. Rapporto nazionale anno 2009 L uso dei Farmaci in Italia Rapporto nazionale anno 2009 Roma, luglio 2010 Il rapporto è disponibile consultando il sito web Prima edizione: luglio 2010 Il Pensiero Scientifico Editore Via San Giovanni

Dettagli

Riflessioni sulle Statine Verso la personalizzazione della terapia?

Riflessioni sulle Statine Verso la personalizzazione della terapia? Dialoghi in Farmacologia Medica Brescia, 13 Novembre 2007 Riflessioni sulle Statine Verso la personalizzazione della terapia? Dr.ssa Annamaria Indelicato Direttore Sanitario ASL di BRESCIA Euro Andamento

Dettagli

Monitoraggio dell uso dei farmaci sul territorio

Monitoraggio dell uso dei farmaci sul territorio 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Lo scopo del presente documento è quello di descrivere lo standard tecnico relativo alla definizione delle specifiche tecniche e dei requisiti minimi per la gestione dei

Dettagli

SPESA FARMACEUTICA INTRODUZIONE AL CAPITOLO QUARTO. SIC Sanità in cifre

SPESA FARMACEUTICA INTRODUZIONE AL CAPITOLO QUARTO. SIC Sanità in cifre ITRODUZIOE AL CAPITOLO QUARTO A cura di Prof. Achille P. Caputi Università degli Studi di Messina Dott. Gianluca Trifirò Università degli Studi di Messina Ciò che non si può misurare, non si può valutare

Dettagli

L uso dei Farmaci in Italia. Rapporto Nazionale gennaio - settembre 2012

L uso dei Farmaci in Italia. Rapporto Nazionale gennaio - settembre 2012 L uso dei Farmaci in Italia Rapporto Nazionale gennaio - settembre 2012 L uso dei Farmaci in Italia Rapporto Nazionale gennaio - settembre 2012 Roma, gennaio 2013 Agenzia Italiana del Farmaco Direttore

Dettagli

Condizioni e limitazioni per la prescrivibilità dei farmaci a carico del SSN

Condizioni e limitazioni per la prescrivibilità dei farmaci a carico del SSN REGIONE ABRUZZO GIUNTA REGIONALE 1. Ricettari S.S.N. Condizioni e limitazioni per la prescrivibilità dei farmaci a carico del SSN ALLEGATO A bis 1.1. Ogni Medico prescrittore del SSN, convenzionato o dipendente

Dettagli

DECRETO n. 133 del 10.10.2012 rif. lettera g)

DECRETO n. 133 del 10.10.2012 rif. lettera g) DECRETO n. 133 del 10.10.2012 rif. lettera g) Oggetto: - Piano di contenimento della spesa farmaceutica- Determinazione AIFA 06.06.2011 Modifica Nota 13 Promozione dell'appropriatezza diagnostica e terapeutica

Dettagli

Monitoraggio dei consumi di farmaci e dispositivi medici delle Aziende sanitarie regionali.rinnovo della convenzione con IMS Health.

Monitoraggio dei consumi di farmaci e dispositivi medici delle Aziende sanitarie regionali.rinnovo della convenzione con IMS Health. REGIONE PIEMONTE BU37 17/09/2015 Codice A14000 D.D. 14 luglio 2015, n. 465 Monitoraggio dei consumi di farmaci e dispositivi medici delle Aziende sanitarie regionali.rinnovo della convenzione con IMS Health.

Dettagli

LEGGE 29 NOVEMBRE 2007 N. 222 ART. 5 COMMA 1 E 2. NOTA SULLA METODOLOGIA APPLICATIVA

LEGGE 29 NOVEMBRE 2007 N. 222 ART. 5 COMMA 1 E 2. NOTA SULLA METODOLOGIA APPLICATIVA LEGGE 29 NOVEMBRE 2007 N. 222 ART. 5 COMMA 1 E 2. NOTA SULLA METODOLOGIA APPLICATIVA PREMESSA L articolo 5 della legge 29 novembre 2007, n. 222 prevede al comma 1 che: l onere a carico del SSN per l assistenza

Dettagli

Settore Farmaceutico Regione Campania. Margherita De Florio Crescenzo Ilardi Francesco Fiorentino. Aziende Sanitarie Locali

Settore Farmaceutico Regione Campania. Margherita De Florio Crescenzo Ilardi Francesco Fiorentino. Aziende Sanitarie Locali RAPPORTO REGIONALE ANNO 2008 CIRFF Lorenzo Giovanni Mantovani, Simona Cammarota, Anna Citarella, Luigi De Luca, Simona de Portu, Irene Iodice, Enrica Menditto, Daria Putignano, Salvatore Riegler, Ettore

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SINTETICA OBIETTIVI ECONOMICI DGRV N. 2525/2014

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SINTETICA OBIETTIVI ECONOMICI DGRV N. 2525/2014 ALLEGATO N. 2 RELAZIONE ILLUSTRATIVA SINTETICA OBIETTIVI ECONOMICI DGRV N. 2525/2014 PREVENTIVO 2015 Azienda sanitaria: AULSS 21 - Legnago AZIENDA ULSS 21 49 10/04/2015 OBIETTIVI D.1 DGR 2525 DEL 23/12/2014

Dettagli

Un analisi in dettaglio dei dati OsMed: nuovi e vecchi problemi

Un analisi in dettaglio dei dati OsMed: nuovi e vecchi problemi Un analisi in dettaglio dei dati OsMed: nuovi e vecchi problemi Anna Maria Marata Lucia Magnano Roma 5 luglio 2012 Composizione % della spesa farmaceutica M 663 3.157 432 1.978 1.249 554 2.722 1.378 541

Dettagli

L uso dei Farmaci in Italia. Rapporto nazionale anno 2010

L uso dei Farmaci in Italia. Rapporto nazionale anno 2010 L uso dei Farmaci in Italia Rapporto nazionale anno 2010 Roma, luglio 2011 Il rapporto è disponibile consultando il sito web Prima edizione: luglio 2011 Il Pensiero Scientifico Editore Via San Giovanni

Dettagli

Carmen Vitali Responsabile U.O. Area Farmaco e PMC AV1 Fano. Palmieri Giorgia Specializzanda SSFO Camerino

Carmen Vitali Responsabile U.O. Area Farmaco e PMC AV1 Fano. Palmieri Giorgia Specializzanda SSFO Camerino Analisi sulla gestione del paziente asmatico in medicina generale e dell aderenza alle indicazioni delle linee guida GINA: l esperienza della Area Vasta 1 Fano Asur Marche Carmen Vitali Responsabile U.O.

Dettagli

Accesso ai farmaci innovativi e controllo della spesa a livello regionale

Accesso ai farmaci innovativi e controllo della spesa a livello regionale FARMACI INNOVATIVI Qualità efficacia appropriatezza 9 ottobre 2009 Camera dei Deputati Palazzo Marini (Roma) Accesso ai farmaci innovativi e controllo della spesa a livello regionale Stefania Melena Direzione

Dettagli

Agenzia Italiana del Farmaco

Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco LA SPERIMENTAZIONE CLINICA DEI MEDICINALI IN ITALIA 8 Rapporto Nazionale 2009 Osservatorio Nazionale Sperimentazione Clinica LA SPERIMENTAZIONE CLINICA DEI MEDICINALI IN ITALIA

Dettagli

2.2.2 Appropriatezza della prescrizione farmaceutica (Accordo regionale artt. 16, 17, 18, 21, 22, 23)

2.2.2 Appropriatezza della prescrizione farmaceutica (Accordo regionale artt. 16, 17, 18, 21, 22, 23) 2.2.2 Appropriatezza della prescrizione farmaceutica (Accordo regionale artt. 16, 17, 18, 21, 22, 23) a) IMPEGNO DELLA ASL-RME L Azienda Sanitaria Locale RME nel suo ruolo istituzionale si impegna a diffondere

Dettagli

Studio delle interazioni tra farmaci nella popolazione pediatrica e negli anziani in politerapia nelle ASL lombarde

Studio delle interazioni tra farmaci nella popolazione pediatrica e negli anziani in politerapia nelle ASL lombarde Studio delle interazioni tra farmaci nella popolazione pediatrica e negli anziani in politerapia nelle ASL lombarde Dr Giovanni Alberto Fioni Risk Manager ASL Monza e Brianza Conferenza Appropriatezza

Dettagli

C A R D I O P A T I A I S C H E M I C A : R I D U R R E I L R I S C H I O. Riassunto

C A R D I O P A T I A I S C H E M I C A : R I D U R R E I L R I S C H I O. Riassunto Riassunto 1 Introduzione 1.1 Premessa 1.2 Spesa sanitaria e cardiopatia ischemica 1.3 Fattori di rischio coronarico come causa di cardiopatia ischemica 1.3.1 Prospettive future 1.3.2 Nutrizione e malattie

Dettagli

CAPITOLO III. Ricerca e Sviluppo nel settore del farmaco

CAPITOLO III. Ricerca e Sviluppo nel settore del farmaco CAPITOLO III Ricerca e Sviluppo nel settore del farmaco RICERCA E SVILUPPO NEL SETTORE DEL FARMACO Dati ed evoluzione temporale Nel 2009 le imprese del farmaco hanno investito in Ricerca e Sviluppo 1.220

Dettagli

in commercio rilasciata dal Ministero della Sanità.

in commercio rilasciata dal Ministero della Sanità. 3614 quantità o la giacenza di magazzino oltre la quale si rende necessario ordinare le voci di interesse. La definizione di entrambi i parametri dovrà essere curata da farmacisti che integreranno nelle

Dettagli

La normativa relativa alle sperimentazioni cliniche spontanee

La normativa relativa alle sperimentazioni cliniche spontanee Congresso Nazionale SIF Rimini 14 Ottobre 2009 La normativa relativa alle sperimentazioni cliniche spontanee Carlo Tomino - AIFA Uno sguardo alla ricerca clinica nazionale (sui farmaci) Qualche elemento

Dettagli

Mod. B - copia pag. 3 Dgr n. del

Mod. B - copia pag. 3 Dgr n. del OGGETTO: Attivazione dell applicativo regionale informatizzato per la prescrizione, la dispensazione e il monitoraggio dell ormone della crescita (GH). NOTA PER LA TRASPARENZA: il presente provvedimento

Dettagli

L ESPERIENZA DELLA DISTRIBUZIONE DIRETTA NELL ASL2 SAVONESE

L ESPERIENZA DELLA DISTRIBUZIONE DIRETTA NELL ASL2 SAVONESE Genova, 24 maggio 2013 L ESPERIENZA DELLA DISTRIBUZIONE DIRETTA NELL ASL2 SAVONESE Dott.ssa Simona Genta FATTORI CHE INFLUISCONO SULLA SPESA FARMACEUTICA ANALISI DEI CONSUMI FATTORI CHE RIDUCONO LA SPESA

Dettagli

Capitolo 4 La mortalità per tumori

Capitolo 4 La mortalità per tumori Capitolo 4 La mortalità per tumori Introduzione I tumori causano circa un terzo dei decessi tra i residenti nella regione Veneto. ei maschi il numero di decessi per tumore è superiore a quello per disturbi

Dettagli

Assetti di Governance dei Servizi Territoriali. Le cure primarie: Il caso della ASL di L Aquila

Assetti di Governance dei Servizi Territoriali. Le cure primarie: Il caso della ASL di L Aquila Assetti di Governance dei Servizi Territoriali Le cure primarie: Il caso della Introduzione Profilo Aziendale Indice Il Governo dei servizi territoriali: la scelta dell Il modello di Programmazione e Controllo

Dettagli

STATINE E RISCHIO CARDIOVASCOLARE NELLA POPOLAZIONE DIABETICA DELLA REALTA VENETA

STATINE E RISCHIO CARDIOVASCOLARE NELLA POPOLAZIONE DIABETICA DELLA REALTA VENETA OS S ERVATORIO ARNO DIAB ETE 10 ANNI DI PRESCRIZIONI DI FARMACI ANTIDIABETICI STATINE E RISCHIO CARDIOVASCOLARE NELLA POPOLAZIONE DIABETICA DELLA REALTA VENETA Annalisa Ferrarese Azienda ULSS 18 Rovigo

Dettagli

DETERMINAZIONE. recepimento del protocollo "Linee di indirizzo per la prescrizione degli Inibitori di Pompa Protonica (IPP)". Estensore DENARO RITA

DETERMINAZIONE. recepimento del protocollo Linee di indirizzo per la prescrizione degli Inibitori di Pompa Protonica (IPP). Estensore DENARO RITA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: SALUTE E INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA POLITICA DEL FARMACO DETERMINAZIONE N. G07095 del 10/06/2015 Proposta n. 8974 del 08/06/2015 Oggetto: recepimento del protocollo

Dettagli

L uso dei Farmaci in Italia

L uso dei Farmaci in Italia ISTITVTO SVPERIORE DI SANITÀ L uso dei Farmaci in Italia Rapporto nazionale anno 2006 OSSERVATORIO NAZIONALE SULL IMPIEGO DEI MEDICINALI L uso dei Farmaci in Italia Rapporto nazionale anno 2006 Roma,

Dettagli

13 Rapporto sulle Retribuzioni in Italia

13 Rapporto sulle Retribuzioni in Italia Febbraio 2012 13 Rapporto sulle Retribuzioni in Italia Il 13 Rapporto sulle retribuzioni in Italia 2012 fornisce nel dettaglio le informazioni sul mercato delle professioni ed offre una rappresentazione

Dettagli

ASL di Bergamo. Alberto Zucchi Servizio Epidemiologico Aziendale Dip. PAC ASL di Bergamo

ASL di Bergamo. Alberto Zucchi Servizio Epidemiologico Aziendale Dip. PAC ASL di Bergamo ASL di Bergamo Università degli Studi di Milano Fondazione Irccs Ca Granda, Ospedale Maggiore Policlinico Studio epidemiologico sullo stato di salute dei residenti dei Comuni interessati dalle rotte dell

Dettagli

n. 79 del 24 Novembre 2014 DECRETO n. 141 del 31.10.2014 Rif. lettera s)

n. 79 del 24 Novembre 2014 DECRETO n. 141 del 31.10.2014 Rif. lettera s) DECRETO n. 141 del 31.10.2014 Rif. lettera s) Oggetto: Rimodulazione delle misure regionali di compartecipazione alla spesa sanitaria.. PREMESSO che: a) con delibera del Consiglio dei Ministri in data

Dettagli

L epidemiologia del diabete senile

L epidemiologia del diabete senile L anziano diabetico Dall epidemiologia alla gestione multidimensionale L epidemiologia del diabete senile Paolo Spolaore Verona, 26 ottobre 2007 La popolazione nel Veneto 0 50000 100000 150000 200000 250000

Dettagli

Il Direttore della Direzione Regionale Programmazione Sanitaria -Risorse Umane e Sanitarie

Il Direttore della Direzione Regionale Programmazione Sanitaria -Risorse Umane e Sanitarie Oggetto: Aggiornamento della determinazione 1875 del Modalità di erogazione dei farmaci classificati in regime di rimborsabilità in fascia H e in regime di fornitura OSP2, così come modificata dalla determinazione

Dettagli

L USO DEI FARMACI IN ITALIA

L USO DEI FARMACI IN ITALIA MINISTERO DELLA SALUTE Direzione Generale della Valutazione dei Medicinali e della Farmacovigilanza L USO DEI FARMACI IN ITALIA - RAPPORTO - I SEMESTRE 2001 L USO DEI FARMACI IN ITALIA RAPPORTO I SEMESTRE

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Farmacia

Corso di Laurea Magistrale in Farmacia Universita degli Studi di Milano Corso di Laurea Magistrale in Farmacia Aspetti di economia e marketing dei medicinali e medicinali generici - Modulo: Medicinali generici Prof. Andrea Gazzaniga Il Mercato

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 28 DEL 26 GIUGNO 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 28 DEL 26 GIUGNO 2006 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 6 giugno 2006 - Deliberazione N. 737 - Area Generale di Coordinamento N. 20 - Assistenza Sanitaria - Regolamentazione farmaci di fascia H: modalita di prescrizione

Dettagli

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI 1. Gap PIL pro-capite Italia vs. altri Paesi europei Valori %, anni 2000-2012

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 19 maggio 2011, n. 1111

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 19 maggio 2011, n. 1111 17466 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 91 del 10-06-2011 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 19 maggio 2011, n. 1111 Approvazione dei percorsi per la diagnosi e la cura delle bronco-pneumopatie

Dettagli

MONITORAGGIO FARMACEUTICO. La farmacoepidemiologia delle incretine nella Asl BAT

MONITORAGGIO FARMACEUTICO. La farmacoepidemiologia delle incretine nella Asl BAT MONITORAGGIO FARMACEUTICO La farmacoepidemiologia delle incretine nella Asl BAT Rosa Maria Paola Antifora* Arianna Mazzone* I farmaci analoghi del GLP-1 e inibitori delle DPP-4 sono stati sviluppati al

Dettagli

Anno 2013 Unità Organizzativa Governo della Prevenzione e Tutela Sanitaria Direzione Generale Salute

Anno 2013 Unità Organizzativa Governo della Prevenzione e Tutela Sanitaria Direzione Generale Salute Incidenti domestici in Lombardia: quadro di contesto Anno 2013 Unità Organizzativa Governo della Prevenzione e Tutela Sanitaria Direzione Generale Salute La Prevenzione degli infortuni domestici in Regione

Dettagli

OBIETTIVI PRESCRIZIONE FARMACI EQUIVALENTI anno 2012

OBIETTIVI PRESCRIZIONE FARMACI EQUIVALENTI anno 2012 ALLEGATO 1 OBIETTIVI PRESCRIZIONE FARMACI EQUIVALENTI anno 2012 A cura del Servizio Assistenza Farmaceutica e Trasfusionale. La relazione sviluppa i seguenti punti: Definizione degli obiettivi da assegnare

Dettagli

Dinamiche di erogazione, accesso al farmaco ed appropriatezza prescrittiva in psichiatria

Dinamiche di erogazione, accesso al farmaco ed appropriatezza prescrittiva in psichiatria Dinamiche di erogazione, accesso al farmaco ed appropriatezza prescrittiva in psichiatria Dott. Adriano Cristinziano Direttore UOC Farmacia A.O. Ospedali dei Colli - Napoli Premessa Centralità del farmaco

Dettagli

IL PRESIDENTE In Qualità di Commissario ad Àcta

IL PRESIDENTE In Qualità di Commissario ad Àcta Lazio Decreto Commissario ad Acta n. 45/2009 Promozione dell appropriatezza diagnostica e terapeutica nelle dislipidemie e dei farmaci equivalenti nelle classi C10AA e C10BA degli inibitori del HGM-CoA

Dettagli

Introduzione e metodi

Introduzione e metodi Introduzione e metodi Rosa Gini Agenzia regionale di sanità della Toscana Introduzione Appropriatezza Utilizzare i farmaci solo quando servono elimina il costo associato a terapie inutili Utilizzare i

Dettagli

PROGRAMMA DELL EVENTO FORMATIVO

PROGRAMMA DELL EVENTO FORMATIVO PROGRAMMA DELL EVENTO FORMATIVO FARMACOVIGILANZA NELLA DISPENSAZIONE DEI FARMACI PER LA TERAPIA DELLE PRINCIPALI PATOLOGIE DEL SISTEMA CARDIOVASCOLARE. Ente Organizzatore: Dipartimento di Farmacologia

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 53 DEL 22 DICEMBRE 2008

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 53 DEL 22 DICEMBRE 2008 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 26 novembre 2008 - Deliberazione N. 1883 - Area Generale di Coordinamento N. 20 - Assistenza Sanitaria Piano di contenimento della spesa farmaceutica- Promozione

Dettagli

Corso: Statistica e Metodologia Epidemiologica 1

Corso: Statistica e Metodologia Epidemiologica 1 Università degli Studi di Padova Scuola di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia - A.A. 2014-15 Corso: Statistica e Metodologia Epidemiologica 1 Docenti: prof.ssa Anna Chiara Frigo

Dettagli

Toscana: la Regione che ha la spesa più alta di farmaci generici. Ma resta la Regione che consuma più antidepressivi

Toscana: la Regione che ha la spesa più alta di farmaci generici. Ma resta la Regione che consuma più antidepressivi COMUNICATO STAMPA ROMA, APRILE 2013 Toscana: la Regione che ha la spesa più alta di farmaci generici Ma resta la Regione che consuma più antidepressivi La Toscana è la Regione che ha la spesa più elevata

Dettagli

Epidemiologia regionale della malattia diabetica San Bonifacio, 17 maggio settembre 2014

Epidemiologia regionale della malattia diabetica San Bonifacio, 17 maggio settembre 2014 Epidemiologia regionale della malattia diabetica San Bonifacio, 17 maggio settembre 2014 Sistema Epidemiologico Regionale-SER http://www.ser-veneto.it Fonti informative per la prevalenza del Diabete Mellito

Dettagli

Situazione a livello regionale

Situazione a livello regionale Situazione a livello regionale Ignota la prevalenza complessiva delle malattie rare, la distribuzione per patologia e l impatto di utilizzo delle risorse fisiche e finanziarie Studio Regione Lombardia,

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU42 20/10/2011 Deliberazione della Giunta Regionale 3 ottobre 2011, n. 18-2663 Proseguimento e consolidamento a regime del percorso per la Gestione integrata del diabete di tipo 2 nell'adulto,

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SULL IMPIEGO. L uso dei farmaci in Italia DEI MEDICINALI gennaio - settembre 2006-2 -

OSSERVATORIO NAZIONALE SULL IMPIEGO. L uso dei farmaci in Italia DEI MEDICINALI gennaio - settembre 2006-2 - - 1 - OSSERVATORIO NAZIONALE SULL IMPIEGO DEI MEDICINALI gennaio - settembre 2006-2 - OSSERVATORIO NAZIONALE SULL IMPIEGO DEI MEDICINALI gennaio - settembre 2006 L uso dei Farmaci in Italia Rapporto Nazionale

Dettagli

LA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA PER SPECIALISTICA E FARMACI NELLE REGIONI ITALIANE

LA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA PER SPECIALISTICA E FARMACI NELLE REGIONI ITALIANE VENETO LA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA PER SPECIALISTICA E FARMACI NELLE REGIONI ITALIANE [ fonte: Agenas Novembre 2013 e ricerche aggiornate a Giugno 2014] Dipartimento Contrattazione Sociale

Dettagli

Regione Puglia Assessorato alle Politiche della Salute

Regione Puglia Assessorato alle Politiche della Salute Regione Puglia Assessorato alle Politiche della Salute SINTESI RELAZIONE SULLO STATO DI SALUTE DELLA POPOLAZIONE PUGLIESE Bari, 20 luglio 2007 La Legge Regionale 25/2006, disegnando in un quadro organico

Dettagli

RAPPORTO FARMACOVIGILANZA 2013 REGIONE PIEMONTE

RAPPORTO FARMACOVIGILANZA 2013 REGIONE PIEMONTE RAPPORTO FARMACOVIGILANZA 2013 REGIONE PIEMONTE A cura del Settore Regionale Farmaceutica Ospedaliera e Territoriale e del Centro Regionale di Documentazione sul Farmaco ASL TO2 In Italia nel 2013 sono

Dettagli

Dott. Fulvio Ferrante Coordinatore Area Farmaceutica AUSL Frosinone

Dott. Fulvio Ferrante Coordinatore Area Farmaceutica AUSL Frosinone Dott. Fulvio Ferrante Coordinatore Area Farmaceutica AUSL Frosinone L appropriatezza definisce un intervento sanitario (preventivo, diagnostico, terapeutico, riabilitativo) correlato al bisogno del paziente

Dettagli

Metodologia di calcolo del pay-back 5% - 2013

Metodologia di calcolo del pay-back 5% - 2013 Metodologia di calcolo del pay-back 5% - 2013 Vista la proroga al 31 dicembre 2013 emanata ai sensi del D.P.C.M. 26 giugno 2013, dei termini previsti all art.9, comma 1, del D.L. 31 dicembre 2007, n.248,

Dettagli

Progetto. Mosaico. network di analisi delle terapie e studi epidemiologici

Progetto. Mosaico. network di analisi delle terapie e studi epidemiologici Progetto Mosaico network di analisi delle terapie e studi epidemiologici IMS Health IMS Health è un grande gruppo internazionale leader nel mondo nella fornitura di servizi di informazioni di mercato per

Dettagli

REGIONANDO 2000 REGIONE LAZIO ASSESSORATO SALVAGUARDIA E CURA DELLA SALUTE

REGIONANDO 2000 REGIONE LAZIO ASSESSORATO SALVAGUARDIA E CURA DELLA SALUTE REGIONANDO 2000 REGIONE LAZIO ASSESSORATO SALVAGUARDIA E CURA DELLA SALUTE PROGETTO TRIENNALE DI POTENZIAMENTO DELL ASSISTENZA DOMICILIARE NEL LAZIO, ANNI 1998/2000. Premessa Il programma di assistenza

Dettagli

STATO DELL AMBIENTE E ASPETTI SANITARI CORRELATI NELLA PROVINCIA DI BERGAMO CAPITOLO 1 IL CONTESTO DI RIFERIMENTO. Paragrafo 1.

STATO DELL AMBIENTE E ASPETTI SANITARI CORRELATI NELLA PROVINCIA DI BERGAMO CAPITOLO 1 IL CONTESTO DI RIFERIMENTO. Paragrafo 1. STATO DELL AMBIENTE E ASPETTI SANITARI CORRELATI NELLA PROVINCIA DI BERGAMO CAPITOLO 1 IL CONTESTO DI RIFERIMENTO Paragrafo 1.2 ASPETTI SANITARI Novembre 2003 1.2.1 DEMOGRAFIA Il contesto demografico Il

Dettagli

APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA

APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA L 80% degli eventi cardiovascolari che insorgono prima dei 75 anni è prevenibile Nel 2011 diminuisce del -3,1% l aderenza alle terapie per l ipertensione: i liguri i meno assidui;

Dettagli

Osservatorio Epidemiologico Regionale. Il Registro del diabete tipo 1 in età pediatrica in Sardegna

Osservatorio Epidemiologico Regionale. Il Registro del diabete tipo 1 in età pediatrica in Sardegna Direzione generale della Sanità Servizio Sistema informativo, Osservatorio epidemiologico umano, controllo di qualità e gestione del rischio Osservatorio Epidemiologico Regionale Il Registro del diabete

Dettagli

2 Stato di salute. A - Mortalità generale e per causa

2 Stato di salute. A - Mortalità generale e per causa 2 Stato di salute A - Mortalità generale e per causa L analisi dei dati di mortalità costituisce ancora uno strumento importante per la comprensione dello stato di salute di una popolazione, in quanto

Dettagli

Prescrizione di farmaci e variabilità fra le regioni italiane: riflessioni su appropriatezza ed uso delle risorse

Prescrizione di farmaci e variabilità fra le regioni italiane: riflessioni su appropriatezza ed uso delle risorse RASSEGNA Prescrizione di farmaci e variabilità fra le regioni italiane: riflessioni su appropriatezza ed uso delle risorse Concetta Bonfiglio, Paolo Morabito, Achille P. Caputi Dipartimento Clinico e Sperimentale

Dettagli

La prevenzione dell ictus nel paziente con fibrillazione atriale

La prevenzione dell ictus nel paziente con fibrillazione atriale http://www.aslromaa.it/auslrma/ farmaanotizie Periodico mensile di informazione della ASL ROMA A su argomenti di farmacoepidemiologia/farmacoeconomia/farmacovigilanza Marzo 2012 anno 3 n 3 La prevenzione

Dettagli

Temi dal 1997. 1) Farmaci antipertensivi: aspetti chimico-farmaceutici, farmacologici e normativi

Temi dal 1997. 1) Farmaci antipertensivi: aspetti chimico-farmaceutici, farmacologici e normativi Temi dal 1997 1997 1) Farmaci antipertensivi: aspetti chimico-farmaceutici, farmacologici e normativi 2) Farmaci mucoliti e antitussivi: aspetti chimico-farmaceutici, farmacologici e normativi 3) Formulazione

Dettagli

Staff - assistenza farmaceutica territoriale

Staff - assistenza farmaceutica territoriale INFORMAZIONI PERSONALI Nome Genovesi Maria Antonietta Data di nascita 31/03/1953 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio farmacista dirigente I livello AZIENDA SANITARIA

Dettagli

Sistema Edotto. Area Applicativa Assistenza Farmaceutica

Sistema Edotto. Area Applicativa Assistenza Farmaceutica Sistema Edotto Area Applicativa Assistenza Farmaceutica Istruzioni operative relative agli obblighi informativi (D.M. 31/7/2007, D.M. 4/2/2009, somministrazione di farmaci, mobilità sanitaria). Versione

Dettagli

LA GESTIONE DELLE FORNITURE DEL FARMACO OSSIGENO IN AMBITO DOMICILIARE E DEI SERVIZI CONNESSI ALL OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE

LA GESTIONE DELLE FORNITURE DEL FARMACO OSSIGENO IN AMBITO DOMICILIARE E DEI SERVIZI CONNESSI ALL OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE LA GESTIONE DELLE FORNITURE DEL FARMACO OSSIGENO IN AMBITO DOMICILIARE E DEI SERVIZI CONNESSI ALL OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE La proposta di Assogastecnici Gruppo Gas Medicinali OTTOBRE 2010 PREMESSA Con

Dettagli

Osservatorio delle Cure Primarie come strumento di valutazione della qualità dell assistenza primaria

Osservatorio delle Cure Primarie come strumento di valutazione della qualità dell assistenza primaria Osservatorio delle Cure Primarie come strumento di valutazione della qualità dell assistenza primaria Longo F, Compagni A, Armeni P, Donatini A, Brambilla A Si ringraziano Stefano Sforza, Antonella Sidoli,

Dettagli

9.973.397 16.186 1.623 6.844 (42,3%)

9.973.397 16.186 1.623 6.844 (42,3%) REGIONE LOMBARDIA CENTRO REGIONALE PER LA FARMACOVIGILANZA Dati sulla segnalazione spontanea in Lombardia nel 2014 Nel corso del 2014 sono state inserite nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza (RNF),

Dettagli

CONTO ECONOMICO TRIMESTRALE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE

CONTO ECONOMICO TRIMESTRALE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE 9 gennaio 2014 III trimestre 2013 CONTO ECONOMICO TRIMESTRALE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE Indebitamento, saldo primario, saldo corrente, entrate totali, uscite totali Nel terzo trimestre 2013 l indebitamento

Dettagli

Centro Servizi Regionale

Centro Servizi Regionale Centro Servizi Regionale Consuntivo 2005 2008 ( 1 semestre) Agosto 2008 Sommario Descrizione del Servizio... 3 I vantaggi... 4 Tipologia delle richieste gestite... 5 Risultati dell analisi del Servizio

Dettagli

MORTALITA dal 1971 al 2006 NEL COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO

MORTALITA dal 1971 al 2006 NEL COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO MORTALITA dal 1971 al 26 NEL COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Fonte dei dati: Registro di Mortalità Regionale toscano [dati presentati il 27 maggio,28] 1 Mortalità generale Andamento temporale 1971-26 I

Dettagli

Le Note AIFA sono strumenti di indirizzo volti a definire gli ambiti di rimborsabilità, senza interferire con la libertà di prescrizione.

Le Note AIFA sono strumenti di indirizzo volti a definire gli ambiti di rimborsabilità, senza interferire con la libertà di prescrizione. LA GESTIONE NORMATIVA DEI MEDICINALI 21 parte 1 Ai sensi della Legge n. 149/2005, il farmacista al quale venga presentata una ricetta medica che contenga la prescrizione di un farmaco di classe c) soggetto

Dettagli

Sintesi relazione conclusiva del progetto

Sintesi relazione conclusiva del progetto Sintesi relazione conclusiva del progetto Valutazione della performance dei Servizi del Dipartimento delle Dipendenze della ASL della Provincia di Milano 1 Lo svolgimento del progetto di ricerca Valutazione

Dettagli

Appropriatezza prescrittiva e responsabilità medico - legale Cosenza 04/05 dicembre 2013

Appropriatezza prescrittiva e responsabilità medico - legale Cosenza 04/05 dicembre 2013 Appropriatezza prescrittiva e responsabilità medico - legale Cosenza 04/05 dicembre 2013 Direttore U.O.C., D.ssa Luciana Florio Area Farmaceutica Territoriale - Distretto Tirreno Nasce da una serie di

Dettagli

Procedura operativa per la gestione della terapia farmacologica

Procedura operativa per la gestione della terapia farmacologica Procedura operativa per la gestione della terapia farmacologica Prescrizione: La responsabilità della corretta prescrizione è attribuita a: Medici di Medicina Generale che svolgono le visite domiciliari

Dettagli