Architetture del Software e dei Dati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Architetture del Software e dei Dati"

Transcript

1 Architetture del Software e dei Dati A.A. 2014/2015 Sistema osservazione situazione idrogeologica del territorio e segnalazione emergenze Cerri Giacomo Ingoglia Cinzia Rossi Matteo

2 Testo del problema Il sistema deve supportare: l acquisizione in tempo reale di dati idrometrici DI (livello dei corsi d acqua) attraverso opportuni sensori. La struttura della rete idrica, la localizzazione dei sensori e le serie storiche dei livelli osservati sono archiviati in una Base Dati della Rete Idrica (BRI), che fa parte del progetto; l acquisizione di segnalazioni di emergenze gravi SEG (esondazione in atto o a forte rischio) da parte di operatori a campo; l acquisizione di previsioni meteo sul medio termine relative a una Regione accedendo a una Base Dati Meteo (BDM) esterna pre esistente. Si assuma che BDM fornisca previsioni per ogni ora delle prossime 36 ore, articolate per celle spaziali di dimensione 10X10 Km;

3 Testo del problema Il sistema deve supportare: l identificazione di situazioni di emergenza potenziali SEP a medio termine (alcune ore), attraverso l incrocio delle informazioni BDM e DI. Le situazioni di emergenza potenziali devono essere rese visibili agli operatori di un Centro di Supervisione, ai Responsabili Territoriali della Protezione Civile e, in forma sintetica, a tutta la popolazione interessata; la pianificazione degli spostamenti delle Squadre di Emergenza in base alle informazioni SEP. La pianificazione degli spostamenti delle squadre deve essere notificata ai Responsabili Territoriali della Protezione Civile e alle Squadre di Emergenza coinvolte. La allocazione sul territorio delle squadre di emergenza deve essere memorizzata in una Base Dati Segnalazioni di Emergenza (BSE), che fa parte del progetto; la notifica di emergenze gravi (SEG) alle Squadre di Emergenza più prossime.

4 Assunzioni Assumiamo che: il sistema è formato da un centro di supervisione che monitora una regione, divisa in n-zone idrografiche. Ogni zona è divisa in n-bacini fluviali per ognuno dei quali è stato definito un livello di criticità idrogeologica; la suddivisione in zone è basata su caratteristiche omogenee di natura idrografica e metereologica; il sistema monitora canali artificiali, falde acquifere sotterranee e fiumi di media portata in territorio italiano; ad ogni bacino fluviale sono collegati n-sensori di misurazione del livello dell acqua ad ultrasuoni; un generico sensore rileva ogni minuto il livello dell acqua per produrre ogni ora la media dei dati prelevati;

5 Assunzioni Assumiamo che: lo scostamento è un dato calcolato sulla base della differenza tra il livello d acqua medio e il livello di criticità idrogeologica. Se negativo o uguale a 0, esso implica un elevato fattore di rischio per livello di criticità idrogeologica si intende la soglia di guardia oltre la quale è necessario verificare lo stato di emergenza il livello di criticità idrogeologica è inversamente proporzionale al livello di gravità di una potenziale emergenza il centro di supervisione, attraverso i dati derivanti dalle osservazioni metereologiche e sulla base dei dati prelevati dai sensori, comunica stati di emergenza

6 Assunzioni Assumiamo che: ad ogni zona è associato uno o più operatori a campo che verificano l effettiva entità di un emergenza nel caso di emergenza grave, un operatore invia una notifica nelle squadre di emergenza prossime nel caso di emergenza potenziale viene generato, dagli operatori del centro di supervisione, un programma di intervento composto da una serie di attività assegnate alle squadre di emergenza ad ogni zona idrografica è associato un responsabile territoriale che si occupa di fornire alla popolazione un report sintetico dei dati relativi alle emergenze potenziali

7 Architettura del problema Use Case Diagram & Class Diagram

8

9

10 Architettura del problema Activity Diagrams

11 REGISTRA DATI IDROMETRICI

12 VERIFICA LIVELLO CRITICITÀ

13 VERIFICA EMERGENZA

14 PROGRAMMA INTERVENTI

15 OPEN DATA

16 Architettura logica Component Diagrams

17 GESTORE SENSORE & GESTORE CALCOLO DATI IDROMETRICI

18 GESTORE LIVELLO CRITICITÀ & GESTORE VERIFICA EMERGENZA

19 GESTORE VERIFICA EMERGENZA & NOTIFICHE

20 GESTORE PROGRAMMA INTERVENTI & NOTIFICHE

21 GESTORE OPEN DATA

22 Architettura concreta Sequence Diagrams

23 SEQUENZA RACCOLTA DATO IDROMETRICO

24 SEQUENZA VERIFICA DELLE CRITICITÀ

25 SEQUENZA VERIFICA EMERGENZA

26 SEQUENZA PROGRAMMA INTERVENTI

27 SEQUENZA GENERAZIONE OPEN DATA

28 Architettura concreta Deployment

29 PROPOSTA 1

30 PROPOSTA 2

31 LA NOSTRA SCELTA: PROPOSTA 2 Vantaggi Il carico di lavoro è ben distribuito a seconda del contesto delle operazioni Evita il singolo punto di guasto, distribuendo le operazioni tra i diversi componenti Riduce la potenza di calcolo richiesta per ogni componente di elaborazione Sgrava il nodo centrale dall inserimento e tenuta dello storico delle rilevazioni Svantaggi Maggiori costi di realizzazione

32 Architettura concreta Tecnologie Hardware e Software È stata presa in considerazione la scelta tecnologica in Cloud rispetto a dei server fisici proprietari, per garantire scalabilità senza interventi sull hardware

33 SERVER + STORAGE IN CLOUD Nome: DigitalOcean VPS Piano: $ 80 / mese Specifiche: 8 GB RAM 4 Core CPU 5 TB BW Nome: Amazon S3 Piano: (Fino a 1 TB) $ per GB / mese Supporto: Hard Disk meccanico

34 SERVER + STORAGE IN CLOUD COSTI Spesa iniziale di setup Nessun costo di installazione Nessun costo di configurazione (Installazione automatica del OS scelto) Minime conoscenza per il setup del Web Server e dei moduli applicativi Spesa mensile $ 80 per la droplet di DigitalOcean $ 32.4 per lo storage (Nel caso di saturazione del TB)

35 SENSORE IDROMETRICO VEGAPULS Nome: VEGAPULS Prezzo: $ 300 per unità (modello base) Specifiche Misurazione livello e altezza acqua ad ultrasuoni Funzionamento senza usura e manutenzione Impermeabile con protezione IP 66/68 2 bar

36 UNITÀ ARITMETICA VEGAMET Nome: VEGAMET 391 Prezzo: $ 99.8 per unità Specifiche Plug&Play con il sensore VEGAPULS Web Server integrato per invio di dati idrometrici Unità di calcolo integrata per elaborazione dei dati

37 Architettura concreta Tecnologie di comunicazione

38 UMTS PRO Ottima tecnologia in mobilità Costi contenuti Tecnologia ampiamente diffusa e apprezzata CONTRO Possibile caduta del segnale

39 Wi-Fi PRO Velocità di connessione (~ ADSL) Affidabilità del segnale di rete Semplicità di setup e connessione Assenza di cavi CONTRO Possibile congestione di rete

40 PROTOCOLLO DI COMUNICAZIONE TCP / IP PRO Standard di comunicazione in rete Massima interoperabilità Astrae dall architettura Hardware CONTRO Nessuno degno di nota nel nostro dominio applicativo

41 Architettura concreta Device mobile

42 iphone 4S Nome: iphone 4S Sistema Operativo: ios 8.3 Compatibilità: Wi-Fi e UMTS Prezzo: $ 230

43 Architettura dati Schemi locali logici

44 BRI - BASE DATI RETE IDRICA Zona_idrografica (id_zona, regione, zip_code, nome_zona) Bacino_fluviale (nome, id_zona, ordine_classificazione, livello_criticita_idrogeologica) Sensore (id_sensore, coordinatexy) Dato_idrometrico (id_dato, livello_acqua_medio, id_sensore) Rilevazione_idrogeologica (id_rilevazione, id_dato, nome, id_zona, ora_rilevazione) Storico_rilevazioni (id_storico, ora_rilevazione, livello_acqua_medio, id_dato)

45 BDM - BASE DATI METEO Regione (id_regione, nome) Zona (id_zona, zip_code, nome_zona, id_regione) Bollettino (id_zona, id_dato_meteo, data_rilascio, descrizione) Dato_meteo (id_dato_meteo, data_rilevazione, ora_rilevazione, temperatura, pioggia, umidità, vento, visibilità)

46 Architettura dati Schemi locali concettuali Gli schemi locali concettuali di BDM e BRI sono stati ricavati a seguito di un attività di reverse engeenering sui rispettivi schemi locali logici.

47 BRI BASE DATI RETE IDRICA

48 BDM - BASE DATI METEO

49 Architettura dati Eterogeneità e Corrispondenze Interschema

50 Si sceglie una integrazione di tipo EII (Enterprise Information Integration) utilizzando l approccio Virtual Integration E / CI S1 S2 Concetto 1 Concetto 2 Tipo Integrato E BRI BDM Bacino_fluviale (nome) Regione (nome) Omonimia Bacino_fluviale (nome_bacino) E BRI BDM Storico_rilevazioni (ora_rilevazione) Dato_meteo (ora_rilevazione) Diverso dominio di definizione Storico_rilevazioni (ora_aquisizione) E BRI BDM Rilevazione_idrogeologica (ora_rilevazione) Dato_meteo (ora_rilevazione) Diverso dominio di definizione Rilevazione_idrogeologica (ora_aquisizione) E BRI BDM Zona_idrografica (regione) Regione Attributo e Entità Zona_idrografica (regione) CI BRI BDM Zona_idrografica Zona Schema level Is-a Zona Zona_idrografica CI BRI BDM Zona_idrografica (id_zona) Regione (id_regione) Schema level Aggregation rel Zona_idrografica (id_zona, nome_zona, id_regione) La colonna Integrato riporta le soluzioni adotatte per risolvere i problemi di integrazione e rappresentare al meglio lo schema totale

51 Architettura dati Integrazione concettuale degli schemi

52

53 SCHEMA LOGICO INTEGRATO Zona_idrografica (nome_zona, id_regione, zip_code) Bacino_fluviale (nome_bacino, nome_zona, id_regione, ordine_classificazione, livello_criticita_idrogeologica) Sensore (id_sensore, coordinatexy) Dato_idrometrico (id_dato, livello_acqua_medio, id_sensore) Rilevazione_idrogeologica (id_rilevazione, id_dato, nome_bacino, nome_zona, id_regione, ora_acquisizione) Storico_rilevazioni (id_storico, ora_acquisizione, livello_acqua_medio, id_dato) Regione (id_regione, nome_regione) Bollettino (nome_zona, id_regione, id_dato_meteo, data_rilascio, descrizione) Dato_meteo (id_dato_meteo, data_rilevazione, ora_rilevazione, temperatura, pioggia, umidita, vento, visibilita)

54 MAPPING GAV CREATE VIEW Regione(id_regione, nome_regione) AS (SELECT id_regione, nome AS nome_regione FROM BDM.Regione) CREATE VIEW Bollettino(nome_zona, id_regione, id_dato_meteo, data_rilascio, descrizione) AS (SELECT nome_zona, id_regione, id_dato_meteo, data_rilascio, descrizione FROM BDM.Bollettino JOIN BDM.Zona ON Bollettino.id_zona = Zona.id_zona) CREATE VIEW Dato_meteo(id_dato_meteo, data_rilevazione, ora_rilevazione, temperatura, pioggia, umidita, vento, visibilita) AS (SELECT id_dato_meteo, data_rilevazione, ora_rilevazione, temperatura, pioggia, umidita, vento, visibilita FROM BDM.Dato_meteo)

55 MAPPING GAV CREATE VIEW Zona_idrografica(nome_zona, id_regione, zip_code) AS (SELECT nome_zona, id_regione, zip_code FROM BDM.Zona RIGHT OUTER JOIN BRI.Zona_idrografica ON Zona.id_zona = Zona_idrografica.id_zona) CREATE VIEW Bacino_fluviale(nome_bacino, nome_zona, id_regione, ordine_classificazione, livello_criticita_idrogeologica) AS (SELECT nome AS nome_bacino, nome_zona, id_regione, ordine_classificazione, livello_criticita_idrogeologica FROM BRI.Bacino_fluviale) CREATE VIEW Sensore(id_sensore, coordinatexy) AS (SELECT id_sensore, coordinatexy FROM BRI.Sensore)

56 MAPPING GAV CREATE VIEW Dato_idrometrico(id_dato, livello_acqua_medio, id_sensore) AS (SELECT id_dato, livello_acqua_medio, id_sensore FROM BRI.Dato_idrometrico) CREATE VIEW Rilevazione_idrogeologica(id_rilevazione, id_dato, nome_bacino, nome_zona, id_regione, ora_acquisizione) AS (SELECT id_rilevazione, id_dato, nome AS nome_bacino, nome_zona, id_regione, ora_rilevazione AS ora_acquisizione FROM BRI.Rilevazione_idrogeologica JOIN BDM.Zona ON Rilevazione_idrogeologica.id_zona = Zona.id_zona) CREATE VIEW Storico_rilevazioni(id_storico, ora_acquisizione, livello_acqua_medio, id_dato) AS (SELECT id_storico, ora_rilevazione AS ora_acquisizione, livello_acqua_medio, id_dato FROM BRI.Storico_rilevazioni)

57 QUERY Selezionare Bacino fluviale e rispettiva Zona idrografica per cui il livello medio dell acqua misurato sia superiore a 2,5 metri SELECT nome_zona, nome_bacino, livello_acqua_medio FROM Rilevazione_idrogeologica JOIN Dato_idrometrico ON Rilevazione_idrogeologica.id_dato = Dato_idrometrico.id_dato WHERE livello_acqua_medio > 2.5

58 UNFOLDING V1 SELECT nome_zona, nome_bacino, livello_acqua_medio FROM (SELECT id_rilevazione, id_dato, nome AS nome_bacino, nome_zona, id_regione, ora_rilevazione AS ora_acquisizione FROM BRI.Rilevazione_idrogeologica JOIN BDM.Zona ON Rilevazione_idrogeologica.id_zona = Zona.id_zona) JOIN (SELECT id_dato, livello_acqua_medio, id_sensore FROM BRI.Dato_idrometrico) ON Rilevazione_idrogeologica.id_dato = Dato_idrometrico.id_dato WHERE livello_acqua_medio > 2.5

59 UNFOLDING V2 SELECT nome_zona, nome AS nome_bacino, livello_acqua_medio FROM BRI.Rilevazione_idrogeologica JOIN BDM.Zona ON Rilevazione_idrogeologica.id_zona = Zona.id_zona JOIN BRI.Dato_idrometrico ON Rilevazione_idrogeologica.id_dato = Dato_idrometrico.id_dato WHERE livello_acqua_medio > 2.5

60 OPEN DATA Il formato scelto per la realizzazione di documenti open fruibili su larga scala è JSON un formato appositamente realizzato per lo scambio di informazioni in applicazioni Client / Server. Grazie alla sua semplicità è ampiamente utilizzato in applicazioni dinamiche che, tramite API accedono a tali dati. Il suo punto di forza risiede nella velocità con cui le informazioni vengono processate (parsate) dall applicazione che ne fa utilizzo. Una qualsiasi applicazione in grado di ricevere e processare file JSON può facilmente associarne i dati al relativo markup: Ad esempio un portale realizzato da terze parti per la visualizzazione di informazioni sulle situazioni di emergenza relative ad una zona geografica può prelevare i dati in formato open e renderli fruibili alla popolazione. Un altro esempio di utilizzo potrebbe riguardare l analisi statistica dei dati idrometrici correlati alle informazioni metereologiche.

61 OPEN DATA FORMATTAZIONE " report-sep ": [ { " ora_aquisizione " : " :14:07 " " nome_bacino " : " Naviglio della Martesana " " zip_code " : " " " nome_zona " : " Milano NE " " nome_regione " : " Lombardia " " livello_acqua_medio " : " 2.5 metri " } {... } ] Le informazioni fornite in formato open non includono dati personali o sensibili, onde evitare problemi con la Privacy

62 OPEN DATA LICENZA Italian Open Data License 2.0 È concesso Consultare, estrarre, scaricare, copiare, pubblicare, distribuire e trasmettere le informazioni; Creare un lavoro derivato, attraverso la combinazione con altre informazioni, includendole in un prodotto o sviluppando un applicazione informatica che le utilizzi come base dati. È obbligatorio Indicare la fonte delle informazioni e il nome del soggetto che fornisce il dato, includendo, se possibile, un link alla licenza.

Architetture del software e dei dati - Appello 25/02/2015 Simone Stella - matr. 750709

Architetture del software e dei dati - Appello 25/02/2015 Simone Stella - matr. 750709 Architetture del software e dei dati - Appello 25/02/2015 Simone Stella - matr. 750709 Si deve realizzare un sistema per l osservazione della situazione idrogeologica del territorio e per la segnalazione

Dettagli

GESTIONE EMERGENZE IDROGEOLOGICHE

GESTIONE EMERGENZE IDROGEOLOGICHE GESTIONE EMERGENZE IDROGEOLOGICHE Progetto di Catalano Marco (748011) Bassani Elias (748203) Crippa Francesco (748284) TESTO DEL PROBLEMA Si deve realizzare un sistema per l osservazione della situazione

Dettagli

Progetto di Architettura del Software e dei Dati. Andrea Metelli 745753 Stefano Vittori 749976 Simone Rossato 747072

Progetto di Architettura del Software e dei Dati. Andrea Metelli 745753 Stefano Vittori 749976 Simone Rossato 747072 Progetto di Architettura del Software e dei Dati Andrea Metelli 745753 Stefano Vittori 749976 Simone Rossato 747072 Appello del 25/02/2015 Testo del problema (1) Si deve realizzare un sistema per l osservazione

Dettagli

SISTEMA PER IL TURISMO GASTRONOMICO

SISTEMA PER IL TURISMO GASTRONOMICO SISTEMA PER IL TURISMO GASTRONOMICO Roberta Brivio, Antonio Grandinetti, Luca Manoni, Nicola Zarrilli TESTO DEL PROBLEMA Il sistema STG deve essere accessibile sia da PC sia da terminale mobile (smartphone

Dettagli

Architetture software e dei dati. Secci Stefano matr 756610 Magno Giuseppe matr 712568 Valenziano Simone matr 735660

Architetture software e dei dati. Secci Stefano matr 756610 Magno Giuseppe matr 712568 Valenziano Simone matr 735660 Architetture software e dei dati Secci Stefano matr 756610 Magno Giuseppe matr 712568 Valenziano Simone matr 735660 INTRODUZIONE Analisi del problema Abstract Definizione di un sistema di gestione delle

Dettagli

Architetture del Software e dei Dati Appello 12/02/2014

Architetture del Software e dei Dati Appello 12/02/2014 Architetture del Software e dei Dati Appello 12/02/2014 726298 Meroni Luca 703311 Racchetti Luca 726492 Sacilotto Gianluca Analisi del problema Scatt i Studio della descrizione del problema Campo Tennis

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015. Ripasso programmazione ad oggetti. Basi di dati: premesse introduttive

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015. Ripasso programmazione ad oggetti. Basi di dati: premesse introduttive SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015 ASSE DISCIPLINA DOCENTE MATEMATICO INFORMATICA Cattani Barbara monoennio CLASSE: quinta CORSO D SEZIONE LICEO SCIENZE APPLICATE

Dettagli

PRESENTAZIONE GENERALE

PRESENTAZIONE GENERALE PRESENTAZIONE GENERALE Il sito è stato ideato ed istituito per rendere visibile a tutti, specialmente ai soggetti operanti nella protezione civile, la situazione idrometeorologica rilevata dalle stazioni

Dettagli

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014 Corso: Informatica+ Andrea Cremonini Lezione del 20/10/2014 1 Cosa è un computer? Un elaboratore di dati e immagini Uno smartphone Il decoder di Sky Una console di gioco siamo circondati! andrea.cremon

Dettagli

Informatica. Ing. Pierpaolo Vittorini pierpaolo.vittorini@cc.univaq.it. Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Medicina e Chirurgia

Informatica. Ing. Pierpaolo Vittorini pierpaolo.vittorini@cc.univaq.it. Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Medicina e Chirurgia pierpaolo.vittorini@cc.univaq.it Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Medicina e Chirurgia 2 ottobre 2007 L architettura del calcolatore Concetti iniziali L architettura del calcolatore Con il

Dettagli

Rilheva. La soluzione per il monitoraggio

Rilheva. La soluzione per il monitoraggio Rilheva. La soluzione per il monitoraggio non presidiato. Vemer-Siber Group S.p.A. - Sede Commerciale di Brugherio - Via Belvedere, 11-20047 Brugherio (MI) Tel. 039 20901 - Fax 039 2090222 - www.vemersiber.it

Dettagli

PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE. I principali vantaggi dei kit ēko Pro Series

PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE. I principali vantaggi dei kit ēko Pro Series La tecnologia del monitoraggio ambientale ēko Pro Series PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE ēkopro Starter Kit [ek2110] include: ēko Pro Series è un sistema wireless per rilevamento ambientale e agricolo,

Dettagli

Videoregistratori Digitali GAMS LIBRA EV

Videoregistratori Digitali GAMS LIBRA EV activity detector e da ingressi digitali. LIBRA EV, la nuova generazione Entry Level di videoregistratori digitali GAMS Made in Italy., Evoluzione nelle prestazioni, nelle caratteristiche, nella robustezza

Dettagli

USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000

USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000 VERITAS StorageCentral 1 USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000 1. Panoramica di StorageCentral...3 2. StorageCentral riduce il costo totale di proprietà per lo storage di Windows...3 3. Panoramica

Dettagli

Sistema di monitoraggio domotico per anziani e disabili

Sistema di monitoraggio domotico per anziani e disabili Sistema di monitoraggio domotico per anziani e disabili mycmon è un sistema di monitoraggio che che aiuta gli anziani ed i disabili a vivere soli e in sicurezza, grazie al monitoraggio remoto da parte

Dettagli

Libra EV. videoregistrazione digitale. Principali caratteristiche. Videoregistratori Digitali GAMS

Libra EV. videoregistrazione digitale. Principali caratteristiche. Videoregistratori Digitali GAMS LIBRA EV, la nuova generazione Entry Level di videoregistratori digitali GAMS Made in Italy., Evoluzione nelle prestazioni, nelle caratteristiche, nella robustezza e nella semplicità d uso., Evoluzione

Dettagli

C Cloud computing Cloud storage. Prof. Maurizio Naldi

C Cloud computing Cloud storage. Prof. Maurizio Naldi C Cloud computing Cloud storage Prof. Maurizio Naldi Cos è il Cloud Computing? Con cloud computing si indica un insieme di tecnologie che permettono, tipicamente sotto forma di un servizio, di memorizzare/

Dettagli

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE.

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. INFORMATICA Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. APPLICAZIONI WEB L architettura di riferimento è quella ampiamente diffusa ed

Dettagli

REQUIREMENTS. http://www.liveboxcloud.com

REQUIREMENTS. http://www.liveboxcloud.com 2014 REQUIREMENTS http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

Allegato Tecnico Server Virtuale

Allegato Tecnico Server Virtuale Allegato Tecnico Server Virtuale Nota di lettura 1 Descrizione del servizio 1.1 Definizioni e acronimi 1.2 SERVER VIRTUALE Conversione tra diversi sistemi hypervisor 1.3 Attivazione del servizio Configurazione

Dettagli

Il Sistema Operativo. Introduzione di programmi di utilità. Elementi di Informatica Docente: Giorgio Fumera

Il Sistema Operativo. Introduzione di programmi di utilità. Elementi di Informatica Docente: Giorgio Fumera CPU Memoria principale Il Sistema Operativo Elementi di Informatica Docente: Giorgio Fumera Corso di Laurea in Edilizia Facoltà di Architettura A.A. 2009/2010 ALU Unità di controllo Registri A indirizzi

Dettagli

SISTEMA DI TELECONTROLLO PER LA GESTIONE DELLA FLOTTA

SISTEMA DI TELECONTROLLO PER LA GESTIONE DELLA FLOTTA SISTEMA DI TELECONTROLLO PER LA GESTIONE DELLA FLOTTA INTRODUZIONE Al fine di migliorare il servizio di trasporto pubblico è necessario dotarsi di sistemi tecnologici avanzati di supporto alla gestione

Dettagli

NetCrunch 6. Server per il controllo della rete aziendale. Controlla

NetCrunch 6. Server per il controllo della rete aziendale. Controlla AdRem NetCrunch 6 Server per il controllo della rete aziendale Con NetCrunch puoi tenere sotto controllo ogni applicazione, servizio, server e apparato critico della tua azienda. Documenta Esplora la topologia

Dettagli

Settore Idrologia (monitoraggio acque)

Settore Idrologia (monitoraggio acque) Settore Idrologia (monitoraggio acque) Applicazione Potenziale cliente Prodotto Foto applicazione Monitoraggio livello idrometrico acque sotterranee, falde freatiche, pozzi, piezometri all interno di tombini,

Dettagli

REQUIREMENTS. http://www.liveboxcloud.com

REQUIREMENTS. http://www.liveboxcloud.com 2014 REQUIREMENTS http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

REQUIREMENTS LIVEBOX. http://www.liveboxcloud.com

REQUIREMENTS LIVEBOX. http://www.liveboxcloud.com 2014 REQUIREMENTS LIVEBOX http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita

Dettagli

www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software

www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software WEB-BASED MANAGEMENT SOFTWARE C-Light è l applicazione per la gestione locale (intranet) e remota (internet) di ogni impianto d automazione integrabile

Dettagli

Vs Suite di Encryption

Vs Suite di Encryption Vs Suite di Encryption Introduzione Data at Rest Con il termine Data at Rest si intende qualsiasi tipo di dato, memorizzato in forma di documento elettronico (fogli di calcolo, documenti di testo, ecc.

Dettagli

Tecnico Hardware & Sistemistica

Tecnico Hardware & Sistemistica Tecnico Hardware & Sistemistica Modulo 1 - Hardware (6 ore) Modulo 2 - Software (8 ore) Modulo 3 - Reti LAN e WLAN (12 ore) Modulo 4 - Backup (4 ore) Modulo 5 - Cloud Computing (4 ore) Modulo 6 - Server

Dettagli

InterNet: rete di reti

InterNet: rete di reti Internet e il web: introduzione rapida 1 InterNet: rete di reti Una rete è costituita da diversi computer collegati fra di loro allo scopo di: Comunicare Condividere risorse Ogni computer della rete può,

Dettagli

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata COD. PROD. D.6.3 1 Indice Considerazioni sulla virtualizzazione... 3 Vantaggi della virtualizzazione:... 3 Piattaforma di virtualizzazione...

Dettagli

Sicurezza e virtualizzazione per il cloud

Sicurezza e virtualizzazione per il cloud Sicurezza e virtualizzazione per il cloud Con il cloud gli utenti arrivano ovunque, ma la protezione dei dati no. GARL sviluppa prodotti di sicurezza informatica e servizi di virtualizzazione focalizzati

Dettagli

Mobile-Commerce Libero e gratuito

Mobile-Commerce Libero e gratuito Mobile-Commerce Libero e gratuito Likella è libera e gratuita sia per i retailer che intendono utilizzarne i servizi sia per i loro clienti che ne andranno a beneficiare. L iscrizione, l apertura di uno

Dettagli

www.epsilon-italia.ititalia.it

www.epsilon-italia.ititalia.it Provincia di Cosenza Settore Programmazione e Gestione Territoriale SIPITEC2 - Sistema Informativo Territoriale per la Gestione del P.T.C.P. www.epsilon-italia.ititalia.it MACRO ARGOMENTI Che cos è un

Dettagli

Installation Guide. Pagina 1

Installation Guide. Pagina 1 Installation Guide Pagina 1 Introduzione Questo manuale illustra la procedura di Set up e prima installazione dell ambiente Tempest e del configuratore IVR. Questo manuale si riferisce alla sola procedura

Dettagli

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 SISTEMA DI ALLARME Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 i s o p l u s IPS-DIGITAL-CU IPS-DIGITAL-NiCr IPS-DIGITAL-Software IPS-DIGITAL-Mobil IPS-DIGITAL isoplus Support

Dettagli

PANORAMA. Panorama consente la gestione centralizzata di policy e dispositivi attraverso una rete di firewall di nuova generazione Palo Alto Networks.

PANORAMA. Panorama consente la gestione centralizzata di policy e dispositivi attraverso una rete di firewall di nuova generazione Palo Alto Networks. PANORAMA consente la gestione centralizzata di policy e dispositivi attraverso una rete di firewall di nuova generazione Palo Alto Networks. Interfaccia Web HTTPS SSL Grafici di riepilogo delle applicazioni

Dettagli

PRINCIPIO BASE DI FUNZIONAMENTO

PRINCIPIO BASE DI FUNZIONAMENTO Il sistema di supervisione permette di analizzare e controllare l insieme dei dati dell applicazione fotovoltaica utilizzando infrastrutture informatiche standard (PC con collegamento ad Internet). Complemento

Dettagli

IBM iseries Soluzioni integrate per xseries

IBM iseries Soluzioni integrate per xseries Soluzioni innovative per l integrazione dei server Intel IBM iseries Soluzioni integrate per xseries La famiglia iseries, il cui modello più recente è l _` i5, offre due soluzioni che forniscono alternative

Dettagli

Systems Manager Gestione dei dispositivi mobili via cloud

Systems Manager Gestione dei dispositivi mobili via cloud Systems Manager Gestione dei dispositivi mobili via cloud Panoramica Systems Manager di Meraki offre funzioni via etere basate su cloud per la gestione, la diagnostica e il monitoraggio dei dispositivi

Dettagli

DATABASE RELAZIONALI

DATABASE RELAZIONALI 1 di 54 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI DISCIPLINE STORICHE ETTORE LEPORE DATABASE RELAZIONALI Dott. Simone Sammartino Istituto per l Ambiente l Marino Costiero I.A.M.C. C.N.R.

Dettagli

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Il progetto si pone l obiettivo di rilanciare la manutenzione diffusa del territorio montano attraverso l analisi delle basi informatiche

Dettagli

La posta elettronica in cloud

La posta elettronica in cloud La posta elettronica in cloud www.kinetica.it Cosa significa avere la posta elettronica in cloud? I tuoi archivi di posta non sono residenti su un computer o un server della tua rete, ma su un server di

Dettagli

SUNGUARD ENERGY TOUCH

SUNGUARD ENERGY TOUCH SUNGUARD ENERGY TOUCH Sistema di monitoraggio per sistemi fotovoltaici www.aros-solar.com Power Warning EVO Alarm SunGuard Energy Touch Il SunGuard Energy Touch è un sistema di monitoraggio per impianti

Dettagli

Platform. Il futuro del telecontrollo diventa semplice

Platform. Il futuro del telecontrollo diventa semplice Platform Il futuro del telecontrollo diventa semplice È tutto sotto controllo. Anche quello che non vedi È come esserci. Anche se non ci sei. Appena qualcosa è cambiato, Rilheva lo sa. E tu sei il primo

Dettagli

Manuale LiveBox WEB ADMIN. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB ADMIN. http://www.liveboxcloud.com 2014 Manuale LiveBox WEB ADMIN http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa

Dettagli

Monitoraggio e Controllo Impianti Fotovoltaici. Luglio 2012

Monitoraggio e Controllo Impianti Fotovoltaici. Luglio 2012 Monitoraggio e Controllo Impianti Fotovoltaici Alleantia realizza, attraverso tecnologie software e hardware open source, molto innovative in ambito industriale, prodotti per la supervisione, comando e

Dettagli

Manuale utente. ver 1.0 del 31/10/2011

Manuale utente. ver 1.0 del 31/10/2011 Manuale utente ver 1.0 del 31/10/2011 Sommario 1. Il Servizio... 2 2. Requisiti minimi... 2 3. L architettura... 2 4. Creazione del profilo... 3 5. Aggiunta di un nuovo dispositivo... 3 5.1. Installazione

Dettagli

Sistema di monitoraggio remoto per impianti fotovoltaici

Sistema di monitoraggio remoto per impianti fotovoltaici Sistema di monitoraggio remoto per impianti fotovoltaici Powered by 1 INFORMAZIONI GENERALI AMPERYA EYES Amperya EYES è la nuova soluzione di telecontrollo creata da Amperya per la supervisione di tutti

Dettagli

Valutazione del sistema di storage EMC CLARiiON AX4

Valutazione del sistema di storage EMC CLARiiON AX4 Valutazione del sistema di storage EMC CLARiiON AX4 Relazione preparata sotto contratto con EMC Introduzione EMC Corporation ha incaricato Demartek di eseguire una valutazione pratica del nuovo sistema

Dettagli

Manuale LiveBox WEB ADMIN. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB ADMIN. http://www.liveboxcloud.com 2014 Manuale LiveBox WEB ADMIN http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa

Dettagli

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s.

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s. Programma svolto di Informatica classe VC S.I.A a.s. 2014/2015 MODULO 1 I SISTEMI OPERATIVI U.D. 1 Organizzazione dei Sistemi Operativi U.D. 2 Struttura e funzionamento di un Sistema Operativo U.D. 3 Tipi

Dettagli

Promelit Eox. Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit Eox.

Promelit Eox. Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit Eox. Promelit Eox Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit Eox. Grandi prestazioni, affidabilità, flessibilità totale: i sistemi di videosorveglianza della gamma Promelit

Dettagli

PACCHETTI SOFTWARE E WEB

PACCHETTI SOFTWARE E WEB PACCHETTI SOFTWARE E WEB Windows XP e formattazione PC e istallazione Windows 7 o Windows 8 Dallo scorso 9 aprile Windows XP non è più supportato né da Microsoft né, di conseguenza, dai produttori di software.

Dettagli

Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia

Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia Roma, 5 ottobre 2010 ing. Giovanni Peruggini Banca d Italia - Area Risorse Informatiche e Rilevazioni Statistiche La Banca d Italia Banca Centrale della

Dettagli

CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP

CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP DISPENSA LEZIONE 1 Autore D. Mondello Transazione di dati in una richiesta di sito web Quando viene effettuata la richiesta di un sito Internet su un browser, tramite

Dettagli

REALIZZAZIONE SALA CED

REALIZZAZIONE SALA CED REALIZZAZIONE SALA CED CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Realizzazione sala CED 2 Specifiche minime dell intervento 1. REALIZZAZIONE SALA CED L obiettivo dell appalto è realizzare una Server Farm di ultima

Dettagli

la Soluzione di Cloud Computing di

la Soluzione di Cloud Computing di la Soluzione di Cloud Computing di Cos è Ospit@ Virtuale Virtuale L Offerta di Hosting di Impresa Semplice, capace di ospitare tutte le applicazioni di proprietà dei clienti in grado di adattarsi nel tempo

Dettagli

Net@VirtualCloud. Netcube Italia Srl. Il Cloud Computing. In collaborazione con

Net@VirtualCloud. Netcube Italia Srl. Il Cloud Computing. In collaborazione con Il Cloud Computing In collaborazione con Cos è Net@VirtualCloud L Offerta Net@VirtualCloud di Netcube Italia, basata su Server Farm certificate* e con sede in Italia, è capace di ospitare tutte le applicazioni

Dettagli

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15 Xpress I440I04_15 Software di configurazione e controllo remoto MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 3 3 SETUP... 3 4 PASSWORD... 4 5 HOME PAGE... 4 6 CANALE...

Dettagli

inebula CONNECT Milano, 22/04/2015 Stefano Della Valle VP inebula inebula Connect 22 aprile 2015

inebula CONNECT Milano, 22/04/2015 Stefano Della Valle VP inebula inebula Connect 22 aprile 2015 inebula CONNECT Milano, 22/04/2015 Stefano Della Valle VP inebula Internet of Everythings Entro il 2020 il numero gli oggetti collegati alla rete raggiungerà il livello di 25 MLD di unità con una crescita

Dettagli

Infrastrutture e Architetture di sistema

Infrastrutture e Architetture di sistema Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi B2_1 V1.1 Infrastrutture e Architetture di sistema Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L

P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L L O D E L T E R R I T O R I O I N D I C E 5 S O

Dettagli

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com 2015 Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi

Dettagli

Lomellin@ Solutions One

Lomellin@ Solutions One La soluzione Web Hosting Lomellin@ Solutions One Hosting Caratteristiche Piano servizi HOSTING : Piano HOSTING ENTRY LEVEL Nome a Dominio Incluso nel prezzo Dimensione Spazio Web 500 Mb Sottodomini attivabili

Dettagli

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Automazione industriale dispense del corso 2. Introduzione al controllo logico Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Modello CIM Un moderno sistema di produzione è conforme al modello CIM (Computer Integrated

Dettagli

Visione laterale della stazione meteorologica wireless DCF 4CastPC. Visione posteriore della stazione meteorologica wireless DCF 4CastPC

Visione laterale della stazione meteorologica wireless DCF 4CastPC. Visione posteriore della stazione meteorologica wireless DCF 4CastPC Stazione meteorologica wireless DCF con previsione di tempo per 4 giorni 4CastPC stazione meteorologica wireless DFC con sensori per la direzione e la velocità del vento, temperatura, umidità relativa

Dettagli

Soluzioni di Storage Grandi prestazioni Avanzate funzionalità Ampia capacità

Soluzioni di Storage Grandi prestazioni Avanzate funzionalità Ampia capacità Soluzioni di Storage Grandi prestazioni Avanzate funzionalità Ampia capacità Smart IT Piccole dimensioni Semplice utilizzo Massima scalabilità Gli Storage NETGEAR si differenziano per la facile installazione,

Dettagli

SOFTWARE CLOUD PER LA GESTIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE. Rev.009 03-2014

SOFTWARE CLOUD PER LA GESTIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE. Rev.009 03-2014 SOFTWARE CLOUD PER LA GESTIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE Rev.009 03-2014 Indice Cos è QSA.net Aspetti tecnici Perché QSA.net Configurazioni e funzioni Destinatari Perché Cloud Cos è QSA.net? Uno strumento

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 Architettura delle reti di telecomunicazioni e contesto infrastrutturale regionale 1 Indice Architettura delle reti di Telecomunicazioni Banda Larga nella

Dettagli

SOFTWARE SOLUTIONS. Listino 2013

SOFTWARE SOLUTIONS. Listino 2013 SOFTWARE SOLUTIONS Listino 2013 ARTECO-SERVER Small Business fino a 32 canali 2 licenze canale incluse 3 connessioni utenti MAX multi sito analisi motion SMALL BUSINESS AS-SB ARTECO-SERVER SB - Licenza

Dettagli

Telecontrollo con soluzione PLC GPRS Manager per le reti di Pubblica Utilità.

Telecontrollo con soluzione PLC GPRS Manager per le reti di Pubblica Utilità. Relatore: Ing. Recchia Simone Responsabile Tecnico Panasonic Electric Works Italia Telecontrollo con soluzione PLC Manager per le reti di Pubblica Utilità. Case history di un automazione distribuita per

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE quinta ANNO SCOLASTICO 2012/2013

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE quinta ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE quinta ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Modulo A: Basi di dati e linguaggio SQL La produzione del software; Il controllo do qualità; La metodologia; Modellazione dei dati; Il modello

Dettagli

Telecontrollo con soluzione PLC GPRS Manager per le reti di Pubblica Utilità.

Telecontrollo con soluzione PLC GPRS Manager per le reti di Pubblica Utilità. Relatore: Ing. Recchia Simone Responsabile Tecnico Panasonic Electric Works Italia Telecontrollo con soluzione PLC Manager per le reti di Pubblica Utilità. Case history di un automazione distribuita per

Dettagli

Una delle cose che si apprezza maggiormente del prodotto è proprio la facilità di gestione e la pulizia dell interfaccia.

Una delle cose che si apprezza maggiormente del prodotto è proprio la facilità di gestione e la pulizia dell interfaccia. Nella breve presentazione che segue vedremo le caratteristiche salienti del prodotto Quick- EDD/Open. Innanzi tutto vediamo di definire ciò che non è: non si tratta di un prodotto per il continuos backup

Dettagli

AICA - Workshop 01/03/2011

AICA - Workshop 01/03/2011 AICA - Workshop La Mappa di un sistema di BI I tre elementi che hanno "cambiato il gioco": Maturazione degli ETL open source La semplificazione di Amazon EC2 L'arrivo dei DB Colonnari Nel dettaglio Cos'è

Dettagli

Progetto di Applicazioni Software

Progetto di Applicazioni Software Progetto di Applicazioni Software Antonella Poggi Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Anno Accademico 2008/2009 Questi lucidi sono stati prodotti sulla

Dettagli

What s App? APP MOBILE PORTALE B2B CALL CENTER

What s App? APP MOBILE PORTALE B2B CALL CENTER What s App? APP MOBILE PORTALE B2B CALL CENTER S A L E S F O R C E A U T O M A T I O N Non una semplice App. Un sistema completo B2B. Shock_sales é un unico strumento per gestire l intera attività commerciale

Dettagli

Nuove implementazioni La nuova release del TsGate apporta al protocollo numerose migliorie, sia generali che specifiche per ogni singolo modulo.

Nuove implementazioni La nuova release del TsGate apporta al protocollo numerose migliorie, sia generali che specifiche per ogni singolo modulo. Pro COMMERCIALE (La farmacia può decidere di accettare o meno l allineamento commerciale di un prodotto) ACCETTARE IL PRODOTTO SOSTI- TUTIVO (La farmacia può decidere di accettare o meno il prodotto sostitutivo)

Dettagli

Il Data Base. La banca Dati DB_TRUST

Il Data Base. La banca Dati DB_TRUST Il Data Base Massimo Cappelletto, Aurelie Cimolino, Alberto Cisotto 2 Il Progetto Europeo TRUST è incentrato sullo studio di misure di adattamento nella gestione ed utilizzazione delle acque sotterranee

Dettagli

"Cloud Business Solutions" di INTESA Descrizione del Servizio SMART SALES

Cloud Business Solutions di INTESA Descrizione del Servizio SMART SALES "Cloud Business Solutions" di INTESA Descrizione del Servizio SMART SALES 1. Accesso ai Servizi Il Portale INTESA, le informazioni riguardanti l'utilizzo da parte del Cliente del Servizio Cloud le informazioni

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER: TECNICO DELLE ATTIVITA' DI PROGETTAZIONE, SVILUPPO E AGGIORNAMENTO DI SITI WEB

CORSO DI FORMAZIONE PER: TECNICO DELLE ATTIVITA' DI PROGETTAZIONE, SVILUPPO E AGGIORNAMENTO DI SITI WEB Avviso Pubblico PROV-BR 02/2013 PO FSE 2007/2013 ASSE II OCCUPABILITA' Formazione per Inserimento-Reinserimento Lavorativo Approvato con D.D. n.85 del 24/01/2014, pubblicata sul BURP n. 17 del 06/02/2014

Dettagli

il software disponibile in CLOUD COMPUTING... un salto nel futuro, con i fatti.

il software disponibile in CLOUD COMPUTING... un salto nel futuro, con i fatti. il software disponibile in CLOUD COMPUTING... un salto nel futuro, con i fatti. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO SHERPAWEB IN CLOUD COMPUTING Esakon per occuparsi al meglio di ICT (Information Communications Technology,

Dettagli

D.I.S.COLUD. Distributed Information Store in Cloud

D.I.S.COLUD. Distributed Information Store in Cloud D.I.S.COLUD Distributed Information Store in Cloud Proponent Ing. Sebastiano Amato Email: samato@beelastic.com Website: www.beelastic.com Tel: +39.393.73.24.316 Mi sono laureato in Ing. Informatica presso

Dettagli

Strumenti per la produttività individuale Livello 1

Strumenti per la produttività individuale Livello 1 Strumenti per la produttività individuale Livello 1 Il corso mira a chiarire il ruolo sempre maggiore che l utilizzo, sia pure a livello elementare, di personal computer connessi in rete e del relativo

Dettagli

CORSI DI INFORMATICA. Catalogo corsi Anno 2010/2011. www.marcopuccio.com formazione@marcopuccio.com

CORSI DI INFORMATICA. Catalogo corsi Anno 2010/2011. www.marcopuccio.com formazione@marcopuccio.com CORSI DI INFORMATICA Catalogo corsi Anno 2010/2011 www.marcopuccio.com formazione@marcopuccio.com Tipologie di corsi organizzati I corsi organizzati si suddividono in tre tipologie, ognuna studiata per

Dettagli

Sensore di livello radar per la gestione delle acque

Sensore di livello radar per la gestione delle acque Sensore di livello radar per la gestione delle acque Funzionamento affidabile in tutte le condizioni Il nuovo sensore radar VEGAPULS WL 61 è ideale per tutte le applicazioni di misura di altezza, livello,

Dettagli

2014 WiSNAM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati. Stampa Marzo 2014 v2.2-01 luglio 2014. Il portale delle Energie Verdi

2014 WiSNAM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati. Stampa Marzo 2014 v2.2-01 luglio 2014. Il portale delle Energie Verdi 2014 WiSNAM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati. Stampa Marzo 2014 v2.2-01 luglio 2014 Il portale delle Energie Verdi Monitoraggio e gestione impianti, energie rinnovabili Gekonet è il portale web

Dettagli

Alcatel-Lucent OmniVista TM 4760 Sistema di gestione della rete

Alcatel-Lucent OmniVista TM 4760 Sistema di gestione della rete Alcatel-Lucent OmniVista TM 4760 Sistema di gestione della rete Sistemi di gestione della rete I responsabili delle telecomunicazioni richiedono strumenti flessibili di gestione della rete per poter essere

Dettagli

L INFORMAZIONE METEOROLOGICA AD AMBITO LOCALE

L INFORMAZIONE METEOROLOGICA AD AMBITO LOCALE Scheda Progetto L INFORMAZIONE METEOROLOGICA AD AMBITO LOCALE Stazione di monitoraggio meteo e webcam MONITORAGGIO METEOROLOGICO Dati meteo in diretta dalle località di interesse, visualizzati on-line

Dettagli

Presentazione del sistema Adcon Telemetry

Presentazione del sistema Adcon Telemetry Presentazione del sistema Adcon Telemetry 1. Premessa Lo scopo del monitoraggio è quello di automatizzare i processi, nei vari campi di applicazione, mediante sistemi di controllo, di trasmissione, raccolta

Dettagli

SYNERGY. Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO

SYNERGY. Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO SYNERGY Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 4 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 4 3 SETUP... 4 4 ACCESSO A SYNERGY E UTENTI... 5 4.1 Utenti... 5 4.2

Dettagli

SOLUZIONE DI PROTOCOLLO INFORMATICO E DI GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI

SOLUZIONE DI PROTOCOLLO INFORMATICO E DI GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI Sede amministrativa Via E. Ramarini, 7 00015 Monterotondo Scalo Roma Tel. + 39 06 90.60.181 Fax. + 39 06.90.69.208 info@bucap.it www.bucap.it Sede legale Via Innocenzo XI, 8 00165 Roma Se d SOLUZIONE DI

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Lezione 6 a.a. 2010/2011 Francesco Fontanella La Complessità del Hardware Il modello di Von Neumann è uno schema di principio. Attualmente in commercio esistono: diversi

Dettagli

icaro x PMI ICT Paolo Nesi (UNIFI, DISIT Lab) Feb 2015

icaro x PMI ICT Paolo Nesi (UNIFI, DISIT Lab) Feb 2015 icaro x PMI ICT Paolo Nesi (UNIFI, DISIT Lab) Feb 2015 IaaS, Infrastructure as a Service: Business: vendita di host a consumo Contesto IaaS/PaaS Gestione: limitata al parco degli Host vari Gestori Monitoraggio

Dettagli

SoBox per Business Mobile Telephony Management Gestione della Telefonia Mobile Aziendale

SoBox per Business Mobile Telephony Management Gestione della Telefonia Mobile Aziendale DATASHEET SoBox release 7 The core of your Business Mobile Telephony Management SoBox per Business Mobile Telephony Management Gestione della Telefonia Mobile Aziendale» Possibilità di gestire aziende

Dettagli

Indice documento. 1. Introduzione 1 1 2 2 2 3 3 3 4 4 4-8 9 9 9 9 10 10-12 13 14 14-15 15 15-16 16-17 17-18 18

Indice documento. 1. Introduzione 1 1 2 2 2 3 3 3 4 4 4-8 9 9 9 9 10 10-12 13 14 14-15 15 15-16 16-17 17-18 18 Indice documento 1. Introduzione a. Il portale web-cloud b. Cloud Drive c. Portale Local-Storage d. Vantaggi e svantaggi del cloud backup del local backup 2. Allacciamento a. CTera C200 b. CTera CloudPlug

Dettagli

INDICE INDICE... 1 DESCRIZIONE... 2 CARATTERISTICHE DI PRODOTTO... 2 PANNELLO FRONTALE... 3 PANNELLO RETRO... 5 CARATTERISTICHE TECNICHE...

INDICE INDICE... 1 DESCRIZIONE... 2 CARATTERISTICHE DI PRODOTTO... 2 PANNELLO FRONTALE... 3 PANNELLO RETRO... 5 CARATTERISTICHE TECNICHE... Manuale Generale INDICE INDICE... 1 DESCRIZIONE... 2 CARATTERISTICHE DI PRODOTTO... 2 PANNELLO FRONTALE... 3 PANNELLO RETRO... 5 CARATTERISTICHE TECNICHE... 7 Novembre 2005 1 DESCRIZIONE I Video Codec

Dettagli

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Programma del corso Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Sistemi operativi di rete (locale) In una LAN si vogliono condividere

Dettagli

PBI Passepartout Business Intelligence

PBI Passepartout Business Intelligence PBI Passepartout Business Intelligence TARGET DEL MODULO Il prodotto, disponibile come modulo aggiuntivo per il software gestionale Passepartout Mexal, è rivolto alle Medie imprese che vogliono ottenere,

Dettagli