DIBt. Tel.: Fax:

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIBt. Tel.: +49 30 78730-0 Fax: +49 30 78730-320 E-mail: dibt@dibt.de"

Transcript

1 Omologazione generale di applicazione ai fini della sicurezza costruttiva Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni ENTE DI DIRITTO PUBBLICO Istituto di omologazione per prodotti edili e tipologie costruttive Ente di prova in materia di tecnologia edile Membro dell Organizzazione europea per il benestare tecnico EOTA e dell Unione europea per l omologazione tecnica nell edilizia UEAtc Tel.: Fax: Data: N. prot.: 25 giugno 2009 II /09 Traduzione dell originale tedesco non verificata dall Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni Numero omologazione: Validità fino al: 31 maggio 2014 Richiedente: BASF Aktiengesellschaft Ludwigshafen Oggetto dell omologazione: Lastre di polistirene espanso estruso rigido Styrodur 3035 CS Styrodur 4000 CS Styrodur 5000 CS da impiegarsi come isolante perimetrale in presenza di falda acquifera Questa omologazione generale di applicazione ai fini della sicurezza costruttiva regola l applicabilità del prodotto indicato come oggetto dell omologazione secondo la norma armonizzata DIN EN 13164: Con la presente l oggetto di omologazione sopra menzionato viene omologato dall ispettorato edile. Questa omologazione generale dell ispettorato edile comprende otto pagine. La presente omologazione generale dell ispettorato edile sostituisce l omologazione N. del 25 luglio [Timbro:] Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni Deutsches Institut für Bautechnik Istituto promosso da federazione e regioni Kolonnenstraße 30 L D Berlin tel.: fax:

2 Pagina 2 di 8 25 giugno 2009 I. DISPOSIZIONI GENERALI 1 L omologazione generale di applicazione ai fini della sicurezza costruttiva attesta l utilizzabilità e/o l applicabilità dell oggetto dell omologazione nei termini delle leggi statali vigenti sulle costruzioni. 2 L omologazione generale di applicazione ai fini della sicurezza costruttiva non sostituisce le autorizzazioni, i permessi e le licenze che la legge prescrive per i progetti di costruzione. 3 L omologazione generale di applicazione ai fini della sicurezza costruttiva è concessa senza intervenire con il diritto di terzi, in particolare con i diritti di proprietà. 4 Il produttore e il distributore dell oggetto omologato, senza interferire con le altre regole di cui al punto Disposizioni particolari, devono mettere a disposizione dell utente o applicatore dell oggetto omologato copia dell omologazione generale dell ispettorato edile con la raccomandazione di renderla disponibile sul luogo di impiego. Su richiesta occorre fornire alle autorità coinvolte copie dell omologazione generale dell ispettorato edile. 5 L omologazione generale di applicazione ai fini della sicurezza costruttiva può essere riprodotta esclusivamente in forma integrale. Per pubblicarne degli estratti occorre il consenso dell Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni. Testi e illustrazioni del materiale promozionale non devono contraddire l omologazione generale dell ispettorato edile. Le traduzioni dell omologazione generale dell ispettorato edile devono contenere la dicitura Traduzione dell originale tedesco non verificata dall Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni. 6 L omologazione generale di applicazione ai fini della sicurezza costruttiva è revocabile. Le disposizioni dell omologazione generale di applicazione ai fini della sicurezza costruttiva possono essere successivamente integrate e modificate, in particolare qualora nuove conoscenze tecniche lo rendessero necessario. [Timbro:] Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni

3 Pagina 3 di 8 25 giugno 2009 II. DISPOSIZIONI PARTICOLARI 1 Oggetto dell omologazione e campo di applicazione 1.1 Oggetto dell omologazione L omologazione generale di applicazione ai fini della sicurezza costruttiva è valida per l impiego di materiali isolanti in polistirene espanso estruso (XPS) realizzati in fabbrica con pelle di estrusione e marcatura CE secondo la norma DIN EN (in seguito indicati come lastre di polistirene espanso estruso). Per l estrusione delle lastre si impiega un espandente composto da biossido di carbonio (CO 2 ), etanolo e isobutano. Le lastre di polistirene estruso sono fabbricate negli stabilimenti di: Ludwigshafen, Germania e Schwarzheide, Germania. Le lastre di polistirene estruso sono denominate: Styrodur 3035 CS Styrodur 4000 CS oppure Styrodur 5000 CS. 1.2 Campo di applicazione Le lastre di polistirene estruso possono essere utilizzate come isolanti termici delle pareti controterra e dei pavimenti delle cantine (elementi costruttivi staticamente non portanti) costituiti da calcestruzzo (o materiali minerali pesanti) in aree (falde acquifere) costantemente o per periodi prolungati soggette a continua pressione da parte dell acqua, e consentono una immersione massima dei pannelli nell acqua fino a 3,5 metri. Un impiego del sistema di isolamento termico sotto le fondazioni non è ammesso. 2 Disposizioni per il prodotto da costruzione 2.1 Caratteristiche e composizione Generale Le lastre di polistirene estruso devono soddisfare i requisiti previsti per i tipi di utilizzo PW dh e PB dh della norma DIN , Tabella 5, unitamente alla norma DIN EN , così come le seguenti caratteristiche. I pannelli di polistirene estruso devono soddisfare i requisiti previsti dalla norma DIN EN , paragrafo 4.2, per tutte le destinazioni d uso Caratteristiche geometriche Lo spessore della lastra di polistirene estruso deve essere compreso tra 40 mm e 180 mm. La lastra di polistirene estruso deve presentare bordi appositamente sagomati (ad esempio incastro a battente) Stabilità dimensionale in condizioni specifiche di temperatura e umidità La stabilità dimensionale è definita secondo la norma DIN EN , paragrafo DIN EN 13164: : DIN EN 13164/A1: : Materiali termoisolanti per gli edifici; Prodotti realizzati in fabbrica a base di polistirene estruso (XPS), Specifica: EN 13164:2001/A1:2004//Rettifica 1: (edizione tedesca) DIN : : Protezione termica e risparmio energetico in edilizia: requisiti per l utilizzo di isolanti termici; Parte 10: Isolanti termici realizzati in fabbrica

4 Pagina 4 di 8 25 giugno Deformazione a definite condizioni di sollecitazione a compressione e temperatura La deformazione a definite condizioni di sollecitazione a compressione e sollecitazione termica deve essere accertata secondo la norma DIN EN , paragrafo Occorre soddisfare le condizioni di prova e i requisiti previsti dal livello DLT(2) Sollecitazione di compressione al 10% di schiacciamento Il valore singolo della resistenza a compressione e/o la sollecitazione di compressione al 10% di schiacciamento (σ 10 ) in un test eseguito secondo la norma DIN EN , paragrafo 4.2.5, deve corrispondere almeno ai valori riportati nella Tabella Assorbimento d acqua in immersione totale sul lungo periodo L assorbimento d acqua W lt in caso di immersione totale per lunghi periodi deve corrispondere durante la prova secondo la norma DIN EN , paragrafo , al livello WL(T)0, Assorbimento d acqua per diffusione L assorbimento d acqua W dv per diffusione deve corrispondere durante la prova secondo la norma DIN EN , paragrafo , al livello WD(V) Resistenza a gelo-disgelo Per dimostrare la resistenza ai cicli di gelo-disgelo nel test previsto dalla Norma DIN EN , paragrafo 4.3.7, occorre attenersi ai requisiti previsti dal livello FT Reazione al fuoco Le lastre di polistirene estruso devono soddisfare i requisiti dei materiali da costruzione difficilmente infiammabili (classe dei materiali da costruzione DIN 4102-B1) secondo la norma DIN , sezione 6.1. Le prove di comportamento al fuoco devono essere condotte secondo la norma DIN in corrispondenza con la norma DIN La media della massa volumica apparente dei pannelli di polistirene estruso, determinata nell ambito del test di reazione al fuoco secondo la norma DIN EN , deve corrispondere almeno ai valori riportati nella Tabella 1. I singoli valori non possono risultare inferiori di oltre il 10% rispetto alla media e non possono superare un valore di 49 Kg/m³ Conduttività termica In sede di produzione ciascun valore della conduttività termica λ i nei test secondo la norma DIN EN 13164, paragrafo 4.2.1, non deve superare i limiti rispettivamente stabiliti della conduttività termica λ LIMITE riportati nella Tabella 1. Il test deve essere eseguito sui provini invecchiati tenendo conto delle disposizioni dell appendice C della norma DIN EN Composizione La composizione depositata presso l Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni deve rimanere invariata. Cambiamenti possono essere introdotti previa approvazione dell Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni DIN : : Comportamento al fuoco di materiali da costruzione ed elementi di edificio; parte 1: materiali da costruzione; terminologia, requisiti e prove DIN : : Comportamento al fuoco di materiali da costruzione ed elementi di edificio; parte 16: esecuzione di prove in ambiente chiuso DIN EN 1602: : Materiali termoisolanti per l edilizia; determinazione della massa volumica apparente; EN 1602:1996 (edizione tedesca)

5 Pagina 5 di 8 25 giugno 2009 Tabella 1: Requisiti richiesti Tipo di pannello Denominazione Spessore dei pannelli di polistirene estruso (mm) Conduttività termica λ LIMITE (valore massimo) (W/(m K)) Resistenza a compressione e/o sollecitazione di compressione al 10% di schiacciamento (resistenza nominale σ N ) (valore minimo) (KPa) Massa volumica apparente (media, valore minimo) (Kg/m³) Classe materiali da costruzione in base alla DIN Styrodur 3035 CS > ,0338 0,0357 0,0376 0, Livello CS(10\Y) B1 Styrodur 4000 CS > ,0338 0,0357 0, Livello CS(10\Y) B1 Styrodur 5000 CS > ,0338 0,0357 0, Livello CS(10\Y) B1 2.2 Produzione, denominazione e marchio Produzione Nella produzione delle lastre di polistirene estruso dovranno essere rispettate le disposizioni della sezione Denominazione Le lastre di polistirene estruso devono avere la seguente denominazione: Styrodur 3035 CS XPS DIN EN T1-CS(10/Y)300-DS(TH)-DLT(2)5-WL(T)0,7- WD(V)3-FT2 oppure Styrodur 4000 CS XPS DIN EN T1-CS(10/Y)500-DS(TH)-DLT(2)5-WL(T)0,7- WD(V)3-FT2 oppure Styrodur 5000 CS XPS DIN EN T1-CS(10/Y)700-DS(TH)-DLT(2)5-WL(T)0,7- WD(V)3-FT Marchio Il materiale da costruzione, il suo imballaggio o le etichette che vi sono applicate, oltre alla marcatura secondo la norma DIN EN , devono essere contrassegnati dal produttore anche con il marchio di conformità (marchio Ü) secondo le disposizioni statali vigenti. La marcatura può avvenire solo dopo che sono stati soddisfatti i requisiti della Sezione 2.3. Il marchio deve inoltre contenere quanto segue in forma chiaramente leggibile: Da utilizzare come isolante perimetrale in acqua in pressione secondo l omologazione dell ispettorato edile N : - valore di dimensionamento della conduttività termica λ - classe materiali da costruzione DIN 4102-B1 (difficilmente infiammabile)

6 Pagina 6 di 8 25 giugno Attestato di conformità Generalità L attestazione della conformità dei materiali da costruzione alle disposizioni di questa omologazione generale dell ispettorato edile deve avvenire con un certificato di conformità per ciascun stabilimento, emesso sulla base di un controllo interno della produzione e un regolare controllo esterno che comprende un collaudo presso il produttore dei prodotti da costruzione eseguito nei termini delle disposizioni seguenti. Per il conferimento dei certificati di conformità e per i controlli esterni, compresi quelli sui prodotti, il produttore deve ricorrere ad un organismo di certificazione e ad un organismo di vigilanza riconosciuti per questo compito. L organismo di certificazione è tenuto a trasmettere una copia dei certificati di conformità rilasciati all Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni Controlli interni allo stabilimento Nell ambito dei controlli della produzione interni allo stabilimento valgono le disposizioni corrispondenti della Norma DIN EN così come le disposizioni aggiuntive del piano di verifica e controllo previste dall Istituto Tedesco per la tecnica delle costruzioni, che sono parte integrante della presente omologazione generale dell ispettorato edile. Per il controllo della reazione al fuoco valgono le disposizioni previste dalle Direttive per la certificazione di conformità di materiali da costruzione difficilmente infiammabili (Classe materiali da costruzione DIN 4102-B1) secondo l omologazione generale dell ispettorato edile 6 nella versione al momento in vigore Controllo esterno In ciascun stabilimento i controlli interni della produzione ed il rispetto della marcatura devono essere regolarmente verificati da un controllo esterno con una frequenza minima di due volte l anno. Per le verifiche, i controlli e le valutazioni previsti dal controllo esterno valgono le disposizioni del piano di verifica e controllo previste dall Istituto Tedesco per la tecnica delle costruzioni, che sono parte integrante della presente omologazione generale dell ispettorato edile. Per il controllo della reazione al fuoco valgono le disposizioni previste dalle Direttive per la certificazione di conformità di materiali da costruzione difficilmente infiammabili (Classe materiali da costruzione DIN 4102-B1) secondo l omologazione generale dell ispettorato edile 7 nella versione al momento in vigore. I risultati della certificazione e del controllo esterno devono essere conservati per almeno cinque anni. L autorità di certificazione e/o l autorità di vigilanza è tenuta a presentarli all Istituto tedesco di tecnica delle costruzioni e, se richiesti, ai funzionari dirigenti dell ispettorato edile. 3 Disposizioni in materia di progettazione e dimensionamento 3.1 Progettazione Applicazione in presenza di falde acquifere Nella posa in opera delle lastre di polistirene estruso in presenza di falde acquifere occorre dimostrare il controllo del galleggiamento. La spinta del galleggiamento non può essere scaricata su una impermeabilizzazione bituminosa dell edificio. 6 Ultima pubblicazione in Comunicati [dell Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni] del 1 aprile 1997.

7 Pagina 7 di 8 25 giugno Impermeabilizzazione L edificio e le sue componenti, sulle quali va collocato il sistema termoisolante, devono essere protetti da una impermeabilizzazione adeguata alla sollecitazione dell acqua, ad esempio quella prevista dalla norma DIN Dimensionamento Bisogna tener conto dei seguenti dati per la certificazione delle proprietà fisiche dell edificio Conduttività termica Per il calcolo teorico dell isolamento termico delle lastre di polistirene estruso, discostandosi dalla norma DIN , paragrafo 5.3.3, ci si può attenere alle disposizioni della presente omologazione generale dell ispettorato edile, anche se le lastre sono collocate all esterno dell impermeabilizzazione in caso di sollecitazione per acqua in pressione ed infiltrazione di acqua stagnante. Per il calcolo teorico dell isolamento termico delle lastre di polistirene estruso in condizioni di utilizzo in applicazione con presenza di falda (con pressione più o meno costante nel tempo) devono essere adottati i seguenti valori di dimensionamento della conduttività termica: Tabella 2: Spessore dei pannelli estrusi (mm) > Valore di dimensionamento della conduttività termica (W/(m K)) 0,037 0,039 0,041 0,043 Per spessore del pannello di polistirene estruso si intende lo spessore nominale Comportamento al fuoco Le lastre di polistirene estruso, una volta montate (a seguito del riempimento dello scavo), soddisfano i requisiti dei materiali da costruzione difficilmente infiammabili (classe materiali da costruzione DIN 4102-B1) secondo la norma DIN Disposizioni per l esecuzione 4.1 Posa, fissaggio Le lastre di polistirene estruso possono essere disposte all esterno dell impermeabilizzazione della costruzione in zone con presenza di acqua in pressione costante o per lunghi periodi. Le lastre di polistirene estruso vanno disposte sfalsate in uno strato unico, ben affiancate e in prossimità della parete devono aderire bene al fondo sottostante. Vanno evitati i giunti incrociati. Quando le lastre di polistirene estruso vengono disposte sotto il pavimento degli scantinati tra lo strato termoisolante e il pavimento dello scantinato deve essere previsto uno strato protettivo, ad esempio un foglio in PE. Vanno utilizzati solo lastre di polistirene estruso che presentano bordi appositamente sagomati (ad esempio con battente). Deve essere garantita la sicurezza permanente delle lastre rispetto alla spinta di galleggiamento, come prevede il paragrafo DIN 18195: DIN : : Impermeabilizzazioni in edilizia (nella rispettiva edizione vigente) Protezione termica e risparmio energetico in edilizia: parte 2: Requisiti minimi in materia di protezione termica

8 Pagina 8 di 8 25 giugno 2009 Le lastre di polistirene estruso vanno fissate alle pareti esterne da isolare in modo da impedire le infiltrazioni di acqua nel sistema di isolamento termico. A questo scopo le lastre vanno incollate sul fondo con un collante, indicato dal richiedente l omologazione, da applicare su tutta la superficie della lastra. I bordi delle lastre vanno protetti da infiltrazioni d acqua applicando con la spatola dell adesivo o del mastice idoneo. Vanno osservate le indicazioni del richiedente per l esecuzione dei lavori e la disposizione delle lastre. 4.2 Riempimento Per il riempimento dello scavo di fondazione andrà utilizzato terreno di riempimento (con una miscela uniforme di sabbia e ghiaia) a strati sufficientemente compatti da non mettere a repentaglio l isolamento termico danneggiando i pannelli di polistirene estruso. Nel caso in cui venga danneggiato un pannello, occorre applicare uno strato protettivo prima di riempire. 4.3 Raccordi Nel basamento e in superficie i pannelli di polistirene estruso vanno protetti da danni meccanici e dai raggi ultravioletti. La zona di raccordo dell isolamento perimetrale in prossimità delle pareti al di sopra della superficie va realizzata con adeguati accorgimenti costruttivi in modo da evitare l insorgere di ponti termici non consentiti. Fechner Autenticato [Firma: ill.] [Timbro:] Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni

Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni

Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni Ufficio di diritto pubblico 10829 Berlino, 14 marzo 2008 Kolonnensttrasse 30 L Tel. 030 78730 287 Fax. 030 78730 320 Uff:II 54-54-1.23.15-231/07 Certificato

Dettagli

Materiali isolanti GEMA

Materiali isolanti GEMA Scheda Prodotto: ST11.350.05 Data ultimo agg.: 24 febbraio 2014 Materiali isolanti GEMA Classificazione 11 Materiali isolanti 11.350 Polistirolo estruso 11.350.05 Gema Indice scheda 1.0 Descrizione pagina

Dettagli

Styrodur C, l XPS senza CFC, HCFC e HFC. Semplicemente ecologico. Isolamento termico il metodo più efficace per proteggere l ambiente e risparmiare.

Styrodur C, l XPS senza CFC, HCFC e HFC. Semplicemente ecologico. Isolamento termico il metodo più efficace per proteggere l ambiente e risparmiare. Styrodur C, l XPS senza CFC, HCFC e HFC. Semplicemente ecologico. Isolamento termico il metodo più efficace per proteggere l ambiente e risparmiare. L isolamento termico ottimale ottenibile con Styrodur

Dettagli

Styrodur C Isolamento perimetrale controterra

Styrodur C Isolamento perimetrale controterra L Europa isola in verde Styrodur C Isolamento perimetrale controterra 1 Styrodur C 3 2 L isolamento perimetrale 4 3 Vantaggi dell isolamento perimetrale 5 3.1 Buoni motivi per scegliere una cantina 6 4

Dettagli

Dow - Soluzioni per l Edilizia. Isolamento termico sotto fondamenta

Dow - Soluzioni per l Edilizia. Isolamento termico sotto fondamenta Dow - Soluzioni per l Edilizia Isolamento termico sotto fondamenta con FLOORMATE Versione aggiornata Novembre 2011 In Europa numerosi edifici vengono costruiti oggi su fondamenta poggianti su lastre di

Dettagli

Pannelli isolanti Akustic SD30 e SD20

Pannelli isolanti Akustic SD30 e SD20 Akustic SD30 e SD20 TECEradiant - Pannello preformato AKUSTIC Descrizione: pannello preformato termoacustico per abbattimento rumore da calpestio, in polistirene espanso sinterizzato, doppia densità, conforme

Dettagli

Scheda tecnica Sto GK800 A+

Scheda tecnica Sto GK800 A+ Lastre isolanti preformate in polistirene espanso sinterizzato secondo EN 13163:2013 contenenti particelle di grafite. Prodotto a marchio CE. Identificazione tecnica X31 KTR. Caratteristiche Funzione è

Dettagli

Agosto 2010 ASP Dagmersellen. Memoriale. Desolidarizzazioni. di pavimenti in piastrelle e materiale lapideo all'interno di stabili.

Agosto 2010 ASP Dagmersellen. Memoriale. Desolidarizzazioni. di pavimenti in piastrelle e materiale lapideo all'interno di stabili. Agosto 2010 ASP Dagmersellen Memoriale Desolidarizzazioni di pavimenti in piastrelle e materiale lapideo all'interno di stabili Pagina 1 Gli autori di questo memoriale sono: Arpagaus Reto Graber Daniel

Dettagli

Resistenza al fuoco di tetti a falda in legno

Resistenza al fuoco di tetti a falda in legno Resistenza al fuoco di tetti a falda in legno Prove di comportamento al fuoco di strutture edilizia isolate con schiume poliuretaniche Protezione passiva dal rischio incendi Come è noto per la valutazione

Dettagli

INCOLLAGGIO E FISSAGGI MECCANICI

INCOLLAGGIO E FISSAGGI MECCANICI INCOLLAGGIO E FISSAGGI MECCANICI F verticale: Le forze dovute al peso proprio vengono trasportate nel supporto dal collante. F orizzontale = depressione dovuta al carico da vento F verticale = Massa (peso

Dettagli

PANNELLI TERMOISOLANTI PER COPERTURE CIVILI

PANNELLI TERMOISOLANTI PER COPERTURE CIVILI AIREX mod. 1 AIREX mod. 1 - NEW REXPOL AIREX mod. 1 è costituito da un pannello superiore di compensato, composto da scaglie di legno tipo OSB incollate, trattato con resine fenoliche, accoppiato rigidamente

Dettagli

Per una base della muratura asciutta. Schöck Novomur.

Per una base della muratura asciutta. Schöck Novomur. Per una base della muratura asciutta. Schöck Novomur. Ponti termici al piede della muratura. Elevato rischio di danni strutturali. I ponti termici sono zone localizzate dell involucro edilizio, in corrispondenza

Dettagli

l ideale in intercapedine www.poron.it DIVISIONE EDILIZIA SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO IN INTERCAPEDINE NeoTA 031 NeoSB/SL 031

l ideale in intercapedine www.poron.it DIVISIONE EDILIZIA SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO IN INTERCAPEDINE NeoTA 031 NeoSB/SL 031 SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO IN INTERCAPEDINE NeoTA 031 NeoSB/SL 031 DIVISIONE EDILIZIA l ideale in intercapedine LASTRA STAMPATA BATTENTATA stampata con incastro M/F sul lato lungo per isolamento termico

Dettagli

Linee Guida e Marchio di Controllo Qualità

Linee Guida e Marchio di Controllo Qualità Poliuretani espansi in opera Linee Guida e Marchio di Controllo Qualità ANPE - Gruppo di Lavoro Applicazioni in Opera Introduzione Il poliuretano espanso rigido applicato in opera, o in situ secondo la

Dettagli

Isolamento perimetrale controterra

Isolamento perimetrale controterra Isolamento perimetrale controterra Parete, pavimento, platea di fondazione, falda www.styrodur.it Sommario 1 Fiducia pluriennale nello Styrodur 3 2 Buoni motivi per scegliere una cantina 4 3 Isolamento

Dettagli

MISTRAL. sistema isolante per coperture ventilate

MISTRAL. sistema isolante per coperture ventilate MISTRAL sistema isolante per coperture ventilate Sistema isolante per coperture ventilate MISTRAL PU Principali applicazioni Coperture a falda ventilate Marcatura CE Sistema isolante per la realizzazione

Dettagli

ISOLEX 300 LBD ISOLEX 300 LBB ISOLEX 300 LMF

ISOLEX 300 LBD ISOLEX 300 LBB ISOLEX 300 LMF ISOLEX 300 LBD Lastra tipo ISOLEX 300 LBD in polistirene estruso con pelle superficiale liscia delle dimensioni mm 1250x600 con bordo a spigolo vivo, realizzata da azienda certificata UNI EN ISO 9001:2008

Dettagli

Il materiale BASE FOAMGLAS PERISAVE e FOAMGLAS FLOOR BOARD

Il materiale BASE FOAMGLAS PERISAVE e FOAMGLAS FLOOR BOARD Il materiale BASE FOAMGLAS PERISAVE e FOAMGLAS FLOOR BOARD L elemento combinabile per l isolamento termico e casseratura nei basamenti isolati FOAMGLAS Il risparmio: ELIMINA la cassaforma www.foamglas.it

Dettagli

Sistema a nocche I.3. In questo tipo di riscaldamento a pavimento i tubi scaldanti vengono posati sulla lastra portante trà le nocche fissatubo

Sistema a nocche I.3. In questo tipo di riscaldamento a pavimento i tubi scaldanti vengono posati sulla lastra portante trà le nocche fissatubo Sistema a nocche I.3 In questo tipo di riscaldamento a pavimento i tubi scaldanti vengono posati sulla lastra portante trà le nocche fissatubo Molti impianti di riscaldamento a pavimento vengono eseguiti

Dettagli

ISOPLAN. sistema isolante e impermeabilizzante

ISOPLAN. sistema isolante e impermeabilizzante ISOPLAN sistema isolante e impermeabilizzante ISOPLAN PU Coperture piane con manto a vista Coperture piane zavorrate o pavimentate Coperture carrabili Sistema termoisolante e impermeabilizzante costituito

Dettagli

Elyfoam. Il pannello termoisolante in polistirene.

Elyfoam. Il pannello termoisolante in polistirene. Elyfoam. Il pannello termoisolante in polistirene. www.brianzaplastica.it 100% Cyan Pantone Process Cyan 60% Cyan Pantone 2915 100% Cyan Il pannello termoisolante in polistirene. Le lastre Elyfoam sono

Dettagli

Aelle-S 190 STH Capitolato

Aelle-S 190 STH Capitolato 77 136 190 1/5 AELLE-S 190 STH Descrizione del sistema I serramenti dovranno essere realizzati con il sistema METRA AELLE-S190STH. I profilati saranno in lega di alluminio UNI EN AW 6060 (UNI EN 573-3

Dettagli

SISTEMI DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO A PAVIMENTO PANNELLO ISOLANTE THERMOCONCEPT RIBASSATO SCHEDA TECNICA

SISTEMI DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO A PAVIMENTO PANNELLO ISOLANTE THERMOCONCEPT RIBASSATO SCHEDA TECNICA PANNELLO ISOLANTE SCHEDA TECNICA UNI EN 13163 PANNELLO ISOLANTE CARATTERISTICHE TECNICHE Il pannello Ribassato nasce dalla migliore tecnologia di stampaggio e accoppiamento a caldo del polistirene espanso.

Dettagli

condizioni per la posa su massetto riscaldante

condizioni per la posa su massetto riscaldante condizioni per la posa su massetto riscaldante Parchettificio Toscano s.r.l. - 56024 Corazzano - S. Miniato (PI) Italia - Tel. (0039) 0571 46.29.26 Fax (0039) 0571 46.29.39 info@parchettificiotoscano.it

Dettagli

STIREN X LASTRE ISOLANTI IN POLISTIRENE ESTRUSO PER OGNI PROBLEMA DI ISOLAMENTO TERMICO

STIREN X LASTRE ISOLANTI IN POLISTIRENE ESTRUSO PER OGNI PROBLEMA DI ISOLAMENTO TERMICO STIREN X LASTRE ISOLANTI IN POLISTIRENE ESTRUSO PER OGNI PROBLEMA DI ISOLAMENTO TERMICO EFFICIENZA ENERGETICA VERSATILITÀ DI APPLICAZIONE RISPARMIO SULLA BOLLETTA RIDUZIONE delle EMISSIONI DI CO2 e dell

Dettagli

L Europa isola in verde. Styrodur C. Isolamento termico dei soffitti

L Europa isola in verde. Styrodur C. Isolamento termico dei soffitti L Europa isola in verde Styrodur C Isolamento termico dei soffitti 1 Styrodur C 3 2 Isolamento dei soffitti 4 3 Indicazioni di impiego 4 3.1 Palestre 4 3.2 Magazzini di frutta e ortaggi 4 3.3 Depositi

Dettagli

Styrodur C Ristrutturazione e risanamento

Styrodur C Ristrutturazione e risanamento L Europa isola in verde Styrodur C Ristrutturazione e risanamento 1 Styrodur C 3 2 Risanare e ristrutturare con Styrodur C 4 3 Risanamento di tetti piani 4 3.1 Tetto-plus con Styrodur C 4 3.2 Descrizione

Dettagli

il tecnologico sottotegola www.poron.it SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO IN COPERTURA Porontek 030

il tecnologico sottotegola www.poron.it SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO IN COPERTURA Porontek 030 SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO IN COPERTURA DI EDVIS IL ION IZ E IA Porontek 030 il tecnologico sottotegola PANNELLO SOTTOTEGOLA per isolamento termico microventilato di coperture a falde accoppiato a lamina

Dettagli

Styrodur. Quasi 50 anni di fiducia nel termoisolante Styrodur. Il bilancio di CO 2 di Styrodur C. Quasi 50 anni

Styrodur. Quasi 50 anni di fiducia nel termoisolante Styrodur. Il bilancio di CO 2 di Styrodur C. Quasi 50 anni C Quasi 50 anni Styrodur Quasi 50 anni di fiducia nel termoisolante Styrodur BASF ha creato Styrodur C da quasi 50 anni. Oggi, Styrodur è sinonimo di XPS in Europa. Styrodur C è il materiale espanso rigido

Dettagli

ISOLAMENTO A CAPPOTTO

ISOLAMENTO A CAPPOTTO ISOLAMENTO A CAPPOTTO 13 aprile 2011 Via IV Novembre GRANDATE COMO tel. 031/564656 fax 031/564666 www.isolmec.com mail info@isolmec.com resp. ufficio tecnico Roberto Filippetto 339/8935863 areatecnica@isolmec.com

Dettagli

CIRFIBER ECO CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: CARATTERISTICHE FISICHE MECCANICHE:

CIRFIBER ECO CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: CARATTERISTICHE FISICHE MECCANICHE: CIRFIBER ECO Pannello fonoassorbente in fibra di poliestere rigenerata. CAMPO DI UTILIZZO: CIRFIBER ECO è un prodotto specifico per l isolamento acustico di pareti e soffitti. Il materiale si presenta

Dettagli

Benestare Tecnico Europeo ETA-13/0549

Benestare Tecnico Europeo ETA-13/0549 Autorizzato e notificato conformemente all'articolo 10 della direttiva del Consiglio del 21 dicembre 1988 in materia di armonizzazione delle disposizioni legislative e amministrative degli Stati membri

Dettagli

RELAZIONE TECNICA OGGETTO: PROGETTO: 1057. timbro e firma

RELAZIONE TECNICA OGGETTO: PROGETTO: 1057. timbro e firma RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Ristrutturazione edilizia maggiore del 25% della superficie disperdente dell edificio scolastico, scuole medie, sito in Via Donizetti 9, 24020, Torre Boldone (BG). PROGETTO:

Dettagli

Verifica Coefficiente di trasmittanza termica

Verifica Coefficiente di trasmittanza termica Verifica Coefficiente di trasmittanza termica Rapporto di prova 422 31533/1i Il presente documento è una traduzione del rapporto di prova n. 422 31533/1 del 5 luglio 2006 Committente Prodotto Alcoa Trasformazioni

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE OPERANTE NELLA POSA DI SISTEMI A CAPPOTTO PER L ISOLAMENTO TERMICO ESTERNO DEGLI EDIFICI

REGOLAMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE OPERANTE NELLA POSA DI SISTEMI A CAPPOTTO PER L ISOLAMENTO TERMICO ESTERNO DEGLI EDIFICI REGOLAMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE OPERANTE NELLA POSA DI SISTEMI A CAPPOTTO PER L ISOLAMENTO TERMICO ESTERNO DEGLI EDIFICI PS DOC 02 PITC - 03/03/10 Pagina 1 di 6 INDICE 1. SCOPO

Dettagli

Campi d applicazione dei sistemi di controsoffitti autoportanti Rigips

Campi d applicazione dei sistemi di controsoffitti autoportanti Rigips Sistema di controsoffitto autoportante senza requisiti antincendio Il sistema di controsoffitti autoportanti offre all esecutore un alternativa particolarmente interessante ai sistemi di controsoffitti

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS

CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS Il pannello di vetro cellulare POLYDROS si ottiene partendo dalla polvere di vetro, la quale, mediante un processo termico-chimico, si trasforma in

Dettagli

DomoKap Il sistema termoisolante a cappotto

DomoKap Il sistema termoisolante a cappotto DomoKap Il sistema termoisolante a cappotto Flessibile Semplice da posare Resistente Delta Servizi S.a.s. Sistema termoisolante a cappotto DomoKap Delta Servizi S.a.S Settore Edilizia presenta un sistema

Dettagli

ESEMPI DI APPLICAZIONI

ESEMPI DI APPLICAZIONI RISCALDAMENTO IN FIBRA DI CARBONIO ESEMPI DI APPLICAZIONI MATERASSINO SOTTO IL MASSETTO E PAVIMENTO L installazione sotto il massetto, grazie all inerzia termica dello stesso, consente di mantenere la

Dettagli

ISOLAMENTO TERMICO DELLE PARETI

ISOLAMENTO TERMICO DELLE PARETI ISOLAMENTO TERMICO DELLE PARETI 5 6 L isolamento termico delle pareti perimetrali degli edifici, rappresenta uno degli interventi più importanti da prevedere in sede di progettazione, allo scopo di: ridurre

Dettagli

SCELTA DEI MATERIALI DA COSTRUZIONE CLASSE III CAT a.s. 2014-2015 L1 1 CONCETTO DI QUALITA Un edificio è di qualità se risponde agli scopi per i quali è stato costruito. Passato: Presente: Il riferimento

Dettagli

L'originale rotolo con doghe a taglio termico accoppiate con membrane bituminose e packaging brevettato. REXROLL XPS

L'originale rotolo con doghe a taglio termico accoppiate con membrane bituminose e packaging brevettato. REXROLL XPS P A N N E L L A C C O P P A T REXROLL L'originale rotolo con doghe a taglio termico accoppiate con membrane bituminose e packaging brevettato. Rexroll è provvisto di cimosa laterale di sovrapposizione

Dettagli

Rotolo isolante ultra-takk della SCHÜTZ

Rotolo isolante ultra-takk della SCHÜTZ Soluzioni speciali I.2.2 Rotolo isolante ultra-takk della SCHÜTZ L ultra-takk è una valida alternativa nel caso di grandi superfici sulle quali va montato un riscaldamento a pavimento. Srotolare a posare:

Dettagli

MANUALE TECNICO MURATURA ARMATA

MANUALE TECNICO MURATURA ARMATA MANUALE TECNICO MURATURA ARMATA INTRODUZIONE Il recente D.M. 14.1.2008 (N.T.C.), ha confermato ed ulteriormente migliorato le regole di progettazione per costruire in muratura armata, introdotte a livello

Dettagli

FIBRANgeo BP-ETICS. Utilizzo e specifiche d installazione del cappotto termico esterno su supporto in legno

FIBRANgeo BP-ETICS. Utilizzo e specifiche d installazione del cappotto termico esterno su supporto in legno FIBRANgeo BP-ETICS Utilizzo e specifiche d installazione del cappotto termico esterno su supporto in legno Luglio 2015 Sistema a cappotto esterno con FIBRANgeo BP-ETICS su supporto in legno Specifiche

Dettagli

LASTRE ARMATE YTONG PER SOLAI E TETTI

LASTRE ARMATE YTONG PER SOLAI E TETTI LASTRE ARMATE YTONG PER SOLAI E TETTI Le lastre Ytong, sono elementi armati autoportanti che permettono di realizzare solai e tetti di edifici residenziali, con una velocità di posa insuperabile rispetto

Dettagli

La marcatura CE per le pietre naturali

La marcatura CE per le pietre naturali La marcatura CE per le pietre naturali Volargne,, 28-11-2006 Clara Miramonti Funzionario Tecnico Divisione Costruzioni UNI Norme europee armonizzate sui prodotti di pietra per pavimentazioni esterne 21

Dettagli

I cappotti ad elevato spessore: la corretta posa in opera. CONVEGNO AIPE - MADE 2011 6 Ottobre 2011

I cappotti ad elevato spessore: la corretta posa in opera. CONVEGNO AIPE - MADE 2011 6 Ottobre 2011 I cappotti ad elevato spessore: la corretta posa in opera. CONVEGNO AIPE - MADE 2011 6 Ottobre 2011 Che cosa vuol dire IPERISOLAMENTO DISPERSIONI TERMICHE DELL INVOLUCRO minime unbeheizt unbeheizt WSVO

Dettagli

Isolamento termico in applicazioni sotto carico

Isolamento termico in applicazioni sotto carico Isolamento termico in applicazioni sotto carico www.styrodur.it 1 Sommario 1 Styrodur 3 2 Vantaggi di Styrodur 4 3 Applicazioni soggette a compressione 4 4 Istruzioni per l uso 5 4.1 Styrodur sotto piastre

Dettagli

Sistemi a pavimento radiante 0541IT gennaio 2013

Sistemi a pavimento radiante 0541IT gennaio 2013 Componenti SISTEMA A PAVIMENTO RADIANTE A SECCO Descrizione Sistema a pavimento radiante in esecuzione a secco, senza l impiego di malta cementizia come strato di supporto della finitura superficiale e

Dettagli

eurothex ThermoPlus HI-performance Sistema Sistema ad alta efficienza energetica

eurothex ThermoPlus HI-performance Sistema Sistema ad alta efficienza energetica eurothex HI-performance ad alta efficienza energetica Un sistema di riscaldamento e raffrescamento ad alta efficenza energetica Thermoplus è un sistema di riscaldamento e raffrescamento a pavimento ad

Dettagli

SPACE NUOVI SISTEMI RADIANTI. space

SPACE NUOVI SISTEMI RADIANTI. space SPACE NUOVI SISTEMI RADIANTI space SPACE Il sistema di riscaldamento radiante a pavimento LOEX SPACE, è studiato e progettato appositamente per l ottenimento del massimo comfort in stabilimenti produttivi,

Dettagli

PARETI A SECCO DIVISORIE IL PRODOTTO IDEALE PER L ISOLAMENTO TERMICO ED ACUSTICO DELLE PARETI IN GESSO RIVESTITO EDILIZIA ED ACUSTICO NELL

PARETI A SECCO DIVISORIE IL PRODOTTO IDEALE PER L ISOLAMENTO TERMICO ED ACUSTICO DELLE PARETI IN GESSO RIVESTITO EDILIZIA ED ACUSTICO NELL COMFORT TERMICO ED ACUSTICO NE EDIIZIA ARETI DIVISORIE A SECCO I RODOTTO IDEAE ER ISOAMENTO TERMICO ED ACUSTICO DEE ARETI IN GESSO RIVESTITO 2 Eurosystem e Europan I prodotti ideali per l isolamento termico

Dettagli

Isolamento termico dei tetti

Isolamento termico dei tetti Isolamento termico dei tetti www.styrodur.it 1 Sommario 1 3 2 Il tetto piano 4 2.1 Tipi di tetto piano e definizioni 6 3 Vantaggi del sistema a tetto rovescio 7 3.1 Vantaggi di Styrodur nei tetti rovesci

Dettagli

Styrodur da 50 anni l isolante di provata efficacia che guarda al futuro

Styrodur da 50 anni l isolante di provata efficacia che guarda al futuro Styrodur da 50 anni l isolante di provata efficacia che guarda al futuro www.styrodur.it INDICE 3 Styrodur dal 1964 l isolante di provata efficacia che guarda al futuro 12 Efficienza energetica un contributo

Dettagli

i rapporti di classificazione Dossier/16034 Chiusure tagliafuoco e tagliafumo 416 NUOVAFINESTRA www.guidafinestra.it

i rapporti di classificazione Dossier/16034 Chiusure tagliafuoco e tagliafumo 416 NUOVAFINESTRA www.guidafinestra.it 68 Dossier/16034 Chiusure tagliafuoco e taglia El2-C5-Sa: tutto chiaro? La nuova norma di prodotto per porte e finestre con proprietà tagliafuoco e taglia EN 16034 entra in vigore a partire dal 01.12.2015,

Dettagli

Sistema Antisfondellamento

Sistema Antisfondellamento Sistema Antisfondellamento 10/2010 Perchè la sicurezza non è una materia opzionale Sistema Antisfondellamento Il Sistema innovativo per la soluzione del fenomeno dello sfondellamento Knauf con esperienza

Dettagli

Estratto della. Norma UNI TS 11278

Estratto della. Norma UNI TS 11278 Estratto della Norma UNI TS 11278 Estratto della NORMA UNI TS 11278 Maggio 2008 Camini/canali da fumo/condotti/canne fumarie metallici. Scelta e corretto utilizzo in funzione del tipo di applicazione e

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO LOEX HOME

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO LOEX HOME HOME ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO LOEX HOME RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE INDICE 1. Note per le istruzioni di montaggio 2. Sicurezza

Dettagli

La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection

La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection FERMACELL Firepanel A1 La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection Firepanel A1 La nuova lastra incombustibile di FERMACELL La lastra FERMACELL Firepanel A1 rappresenta una novità assoluta

Dettagli

La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection

La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection FERMACELL Firepanel A1 La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection Firepanel A1 La nuova lastra incombustibile di FERMACELL La lastra FERMACELL Firepanel A1 rappresenta una novità assoluta

Dettagli

CIRFONIC hp CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: SPECIFICHE APPLICATIVE COGENTI:

CIRFONIC hp CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: SPECIFICHE APPLICATIVE COGENTI: CIRFONIC hp Manto in agglomerato poliuretanico espanso flessibile con pellicola in polietilene CAMPO DI UTILIZZO: CIRFONIC HP è un prodotto specifico per l isolamento acustico del rumore di calpestio,

Dettagli

HENCO SOFFITTO RAPID-ALU

HENCO SOFFITTO RAPID-ALU HENCO SOFFITTO RAPID-ALU PSH-RAC Descrizione: Il sistema di riscaldamento e raffrescamento a parete o a soffitto RAPID-ALU è costituito da un pannello in cartongesso, avente spessore 15 mm, il pannello

Dettagli

Coperture prefabbricate e preisolate

Coperture prefabbricate e preisolate settembre 2010 Coperture prefabbricate e preisolate Cristiano Signori Passione e razionalità per la prefabbricazione La società Truzzi di Poggio Rusco (Mantova), da 50 anni nel settore della prefabbricazione,

Dettagli

Presidenza del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Servizio Tecnico Centrale

Presidenza del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Servizio Tecnico Centrale Presidenza del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Servizio Tecnico Centrale Linee Guida per la certificazione dell idoneità tecnica all impiego di materiali e prodotti innovativi in legno per uso

Dettagli

2. Inquadramento Legislativo e Normativo pag. 3

2. Inquadramento Legislativo e Normativo pag. 3 INDICE GENERALE: 1. Introduzione pag. 3 2. Inquadramento Legislativo e Normativo pag. 3 3. Stratigrafia del divisorio di copertura e caratteristiche tecniche dei prodotti pag. 5 4. Calcolo della trasmittanza

Dettagli

OVER-FOIL 311 Over-foil 311 è un isolante termico e acustico riflettente. per pareti e coperture, nonchè una perfetta barriera. all acqua e al vapore.

OVER-FOIL 311 Over-foil 311 è un isolante termico e acustico riflettente. per pareti e coperture, nonchè una perfetta barriera. all acqua e al vapore. Over-foil 311 è un isolante termico e acustico riflettente per pareti e coperture, nonchè una perfetta barriera all acqua e al vapore. L isolamento è un problema... RISOLTO! Over-foil 311 è un innovativo

Dettagli

Isolamento su misura per coperture. Casi pratici e riferimenti normativi

Isolamento su misura per coperture. Casi pratici e riferimenti normativi Isolamento su misura per coperture Casi pratici e riferimenti normativi Castelnuovo del Garda - 21 marzo 2013 Ing. Cristiano Signori Isolparma S.r.l. dal 2002 si è sviluppata avendo come obiettivo primario

Dettagli

Rev mar13 PANNELLI RADIAL-TOP

Rev mar13 PANNELLI RADIAL-TOP Rev mar13 PANNELLI RADIAL-TOP Pannelli coibentati modulari per sistemi di riscaldamento/raffrescamento con tubazione già inserita.applicabile a parete, soffitto e controsoffitto. Il sistema è particolarmente

Dettagli

RISANAMENTO DELLE MURATURE UMIDE

RISANAMENTO DELLE MURATURE UMIDE 192 RISANAMENTO DELLE MURATURE UMIDE 193 IL DEGRADO DELLA MURATURA Si manifesta con esfoliazione superficiale delle pitture, distacchi e disgregazioni dell intonaco soprastante e/o formazione di muschi,

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE (rev. 20140217) 1. Prima dell installazione deve essere verificata l idoneità tecnica del suolo dal punto di vista strutturale, eventuali

Dettagli

Comunicato Stampa. Costruire il futuro con PAVATEX DIFFUTHERM. Edificio residenziale e commerciale Kalkbreite, Zurigo

Comunicato Stampa. Costruire il futuro con PAVATEX DIFFUTHERM. Edificio residenziale e commerciale Kalkbreite, Zurigo Comunicato Stampa Friburgo, Settembre 2013 Edificio residenziale e commerciale Kalkbreite, Zurigo Costruire il futuro con PAVATEX DIFFUTHERM Sistema costruttivo ibrido secondo lo standard Minergie-P-ECO

Dettagli

Dimensioni. Dati tecnici. Dati generali Funzione di un elemento di commutazione Contatto NC NAMUR Distanza di comando misura s n 2 mm

Dimensioni. Dati tecnici. Dati generali Funzione di un elemento di commutazione Contatto NC NAMUR Distanza di comando misura s n 2 mm Dimensioni M12x1 4 17 32 35 0102 LED Codifica PEPPERL+FUCHS NCB2-12GM35-N0 Caratteristiche Linea comfort 2 mm allineato Applicabile fino a SIL 2 secondo IEC 61508 Allacciamento Schema elettrico N / N0

Dettagli

Passaporto delle prestazioni del prodotto Schüco Sistemi scorrevoli in alluminio

Passaporto delle prestazioni del prodotto Schüco Sistemi scorrevoli in alluminio Passaporto delle prestazioni del prodotto Schüco Sistemi scorrevoli in alluminio Secondo la EN 35- : 2006-03 MB00780_DE-00 Valido fino al 3.2.202 Riferimenti normativi EN 35- (2006-03) Finestre e porte

Dettagli

Prospetto informativo Lastre Knauf

Prospetto informativo Lastre Knauf Prospetto informativo Definizione Le sono costituite da un nucleo di gesso di cui le superfici e bordi longitudinali sono rivestiti di speciale cartone perfettamente aderente. Sono prodotte in varie versioni,

Dettagli

PROMEMORIA PER I DIRETTORI LAVORI

PROMEMORIA PER I DIRETTORI LAVORI PROMEMORIA PER I DIRETTORI LAVORI Il D.M. del 14/01/08 Nuove Norme Tecniche per le costruzioni e la C.M. applicativa n. 617 del 02/02/09 entrati in vigore il 01/07/09 hanno introdotto profonde innovazioni

Dettagli

Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL

Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL Schede tecniche FERMACELL Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL Sollecitazione dell umidità Campi di utilizzo Secondo la sollecitazione di umidità cui è sottoposto un elemento costruttivo,

Dettagli

Pareti e rivestimenti ERACLIT

Pareti e rivestimenti ERACLIT 32 Le pareti ed i rivestimenti antirumore ed antincendio ERACLIT rappresentano uno dei sistemi più interessanti e completi presenti sul mercato, in quanto: non hanno limitazioni di altezza e sono di grande

Dettagli

Presidenza del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Servizio Tecnico Centrale

Presidenza del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Servizio Tecnico Centrale Presidenza del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Servizio Tecnico Centrale PROCEDURA PER IL RILASCIO, DA PARTE DEL SERVIZIO TECNICO CENTRALE, DEL CERTIFICATO DI IDONEITÀ TECNICA ALL IMPIEGO, DI CUI

Dettagli

FASCICOLO TECNICO DI PRODOTTO

FASCICOLO TECNICO DI PRODOTTO pagina 1 di 6 FASCICOLO TECNICO DI PRODOTTO ESAPOL 0109-35, 0109-45 e 0109-60 e ESTAN 37 Sistemi formulati pronti all uso per la realizzazione in situ di manti termoisolanti in poliuretano rigido espanso

Dettagli

Qualità e certificazioni

Qualità e certificazioni 13 Qualità e certificazioni 13.1 La certificazione di qualità La qualità è intesa come l insieme delle caratteristiche di un entità materiale (prodotto) o immateriale (servizio) che le conferiscono la

Dettagli

sistema euromax Eurotherm SpA Pillhof 91 I-39010 Frangarto BZ Tel. 0471 63 55 00 Fax 0471 63 55 1 1 mail@eurotherm.info www.eurotherm.

sistema euromax Eurotherm SpA Pillhof 91 I-39010 Frangarto BZ Tel. 0471 63 55 00 Fax 0471 63 55 1 1 mail@eurotherm.info www.eurotherm. sistema euromax Eurotherm SpA Pillhof 91 I-39010 Frangarto BZ Tel. 0471 63 55 00 Fax 0471 63 55 1 1 mail@eurotherm.info www.eurotherm.info sistema euromax Alta resistenza nel minimo spessore Il sistema

Dettagli

Massetti-specifiche tecniche e prescrizioni

Massetti-specifiche tecniche e prescrizioni Massetti-specifiche tecniche e prescrizioni 2 3 Riscaldamento a pavimento ciclo di preaccensione Operazione prevista dalle norme UNI 11371 e 1264.4 oltre al Manuale IL PARQUET Affinchè il risultato finale

Dettagli

1. PROCEDURE PER IL RILASCIO DEL BENESTARE ALLA SINGOLA INSTALLAZIONE

1. PROCEDURE PER IL RILASCIO DEL BENESTARE ALLA SINGOLA INSTALLAZIONE ALL. A 1. PROCEDURE PER IL RILASCIO DEL BENESTARE ALLA SINGOLA INSTALLAZIONE Per ottenere il rilascio del benestare alla singola installazione di un sipario di sicurezza, il produttore deve inoltrare al

Dettagli

SCHEMA. Mandato CEN M/120 - Prodotti metallici per impiego strutturale e loro accessori

SCHEMA. Mandato CEN M/120 - Prodotti metallici per impiego strutturale e loro accessori SCHEMA per la certificazione del controllo della produzione in fabbrica ai fini della marcatura CE di componenti per strutture di acciaio e d alluminio cui alla norma UNI EN 1090-1:2012 0 STORIA Edizione

Dettagli

TAU S.r.l. Linee guida per le automazioni, secondo le nuove norme europee EN 13241-1, EN 12445 ed EN 12453

TAU S.r.l. Linee guida per le automazioni, secondo le nuove norme europee EN 13241-1, EN 12445 ed EN 12453 TAU S.r.l. Linee guida per le automazioni, secondo le nuove norme europee EN 13241-1, EN 12445 ed EN 12453 Dal 31 maggio 2001, gli impianti per cancelli automatici ad uso promiscuo (carrabile-pedonale)

Dettagli

Il tipo di consegna dei componenti viene concordato con il competente settore commerciale

Il tipo di consegna dei componenti viene concordato con il competente settore commerciale Informazioni Tecniche Elastospray 1622/1 Pag 1 /3 Versione 01 Edizione 29/10/14 Utilizzo Sistema poliuretanico rigido a celle chiuse per l isolamento termico interno ed esterno di edifici industriali,

Dettagli

Styrodur, da 50 anni l isolante di provata efficacia che guarda al futuro

Styrodur, da 50 anni l isolante di provata efficacia che guarda al futuro Styrodur, da 50 anni l isolante di provata efficacia che guarda al futuro www.styrodur.com STYRODUR, dal 1964 l isolante di provata efficacia che guarda al futuro INDICE 3 Styrodur, dal 1964 l isolante

Dettagli

PAVIMENTO SPESSORATO ICON OUTDOOR FLORIM

PAVIMENTO SPESSORATO ICON OUTDOOR FLORIM PAVIMENTO SPESSORATO ICON OUTDOOR FLORIM Nuova soluzione in gres porcellanato spessorato per l arredo esterno. Lastre in gres fine porcellanato colorato a spessore di 2 cm ottenute da atomizzazione di

Dettagli

Polistirene espanso macinato a granulometria variabile. Polistirene espanso macinato a granulometria variabile,

Polistirene espanso macinato a granulometria variabile. Polistirene espanso macinato a granulometria variabile, Massetti leggeri Perliking : Polistirene macinato e perla vergine per massetti in CLS leggero Tipo PKM Polistirene espanso macinato a granulometria variabile PKM/ADD Polistirene espanso macinato a granulometria

Dettagli

Dichiarazione di fine lavori - Richiesta certificato di agibilità (artt 24 e 25 D.P.R. 06.06.N.380)

Dichiarazione di fine lavori - Richiesta certificato di agibilità (artt 24 e 25 D.P.R. 06.06.N.380) Comune di MULAZZANO Marca da bollo da 14,62 Dichiarazione di fine lavori - Richiesta certificato di agibilità (artt 24 e 25 D.P.R. 06.06.N.380) All Ufficio Tecnico Il sottoscritto titolare della concessione

Dettagli

head Soluzioni STYROFOAM Isolamento termico delle coperture piane

head Soluzioni STYROFOAM Isolamento termico delle coperture piane head Soluzioni STYROFOAM Isolamento termico delle coperture piane Indice Introduzione.................02 Perché isolare termicamente i tetti piani -I tetti piani tradizionali -I tetti piani alla rovescia.......02

Dettagli

Corriacqua Advantix Basic parete

Corriacqua Advantix Basic parete Corriacqua Advantix Basic parete Modello 4980.30 03.2/2011 A 520549 Modell 4980.30 B C Modell Art.-Nr. 4964.95 619 121 KD 2 Modell 4980.30 KE 21 22 23 24 Modell 4980.30 E 25 쎻 26 쎻 27 쎻 28 쎻 햲 햳 햴 햵 햶

Dettagli

Silicato isolstyle per edilizia/bioedilizia. Pareti fredde, umidità, muffa...

Silicato isolstyle per edilizia/bioedilizia. Pareti fredde, umidità, muffa... Pareti fredde, umidità, muffa... Con le lastre in silicato di calcio isolstyle è possibile risolvere definitivamente questi problemi! Le lastre in sono molto leggere, (1) 6 kg/m2 e si posano facilmente

Dettagli

Isolamento acustico anticalpestio

Isolamento acustico anticalpestio Isolamento acustico anticalpestio Isolanti anticalpestio in polietilene espanso reticolato Pavitema Rex è una gamma di isolanti anticalpestio in polietilene espanso reticolato nata per rispondere alla

Dettagli

C9. COLLAUDO STATICO C9.1 PRESCRIZIONI GENERALI

C9. COLLAUDO STATICO C9.1 PRESCRIZIONI GENERALI C9. COLLAUDO STATICO C9.1 PRESCRIZIONI GENERALI Il Cap.9 delle NTC detta disposizioni minime per l esecuzione del collaudo statico, atto a verificare il comportamento e le prestazioni delle parti di opera

Dettagli

La certificazione del professionista: ultimo atto della marcatura CE e della corretta installazione dei prodotti. Rimini 10 aprile 2015

La certificazione del professionista: ultimo atto della marcatura CE e della corretta installazione dei prodotti. Rimini 10 aprile 2015 La certificazione del professionista: ultimo atto della marcatura CE e della corretta installazione dei prodotti Rimini 10 aprile 2015 DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA SCIA DM 12 08 2014 e modulistica di

Dettagli

MARCATURA CE CONGLOMERATI BITUMINOSI

MARCATURA CE CONGLOMERATI BITUMINOSI MARCATURA CE CONGLOMERATI BITUMINOSI COS E LA MARCATURA CE? La marcatura CE, é il principale indicatore della conformità di un prodotto alle normative UE e ne consente la libera commercializzazione entro

Dettagli

CHE COSA CAMBIA CON LA NUOVA NORMA EUROPEA PER PROFILI IN PVC UNI EN 12608

CHE COSA CAMBIA CON LA NUOVA NORMA EUROPEA PER PROFILI IN PVC UNI EN 12608 COSTRUIRE SERRAMENTI IN PVC CHE COSA CAMBIA CON LA NUOVA NORMA EUROPEA PER PROFILI IN PVC UNI EN 12608 1 La norma europea rivolta alla definizione delle caratteristiche dei profili in PVC per finestre

Dettagli

Schede tecniche e linee guida per l installazione

Schede tecniche e linee guida per l installazione Schede tecniche e linee guida per l installazione 43 Intumex RS10 - Collare tagliafuoco Generalità Intumex RS10 è un tagliafuoco per tubazioni in plastica realizzato in acciaio inossidabile vericiato a

Dettagli