DUEMILA ANNI MA NON LI DIMOSTRA!! Vita, opere e miracoli della pubblicità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DUEMILA ANNI MA NON LI DIMOSTRA!! Vita, opere e miracoli della pubblicità"

Transcript

1 DUEMILA ANNI MA NON LI DIMOSTRA!! Vita, opere e miracoli della pubblicità Anche Dio crede nella pubblicità, infatti ha messo campane in ognuna delle sue chiese. Sacha Guitry Attore, regista e sceneggiatore francese ( ) S ebebbene stia attraversando in questa epoca il suo periodo di maggiore diffusione, la pubblicità nasce in tempi molto remoti, per esigenze esclusivamente commerciali, ma già da allora è un esempio di come la creatività e l arguzia dell uomo possano essere impiegate per spingere le ruote del sistema compravendita. Sebbene con metodi diversi e con minore insistenza rispetto ad oggi, la pubblicità ha influenzato i gusti del consumatore già nella vita quotidiana degli antichi romani: gli scavi archeologici di Pompei (spopolata e distrutta a seguito di una tremenda eruzione vulcanica nel 79 d.c.) hanno riportato alla luce esempi eloquenti di questo genere. Sulle mura degli edifici, compaiono, difatti, numerose scritte del tipo: Caecilius Balbus bonus panem facit (=Cecilio Balbo fa buon pane) o anche esempi di propaganda politica: Suffragamini Lucretio Rufo a Fusco et Lucio (=Votate Lucrezio Rufo da Fusco e Lucio ). Un po' sgrammaticato questo menu (tabula lusoria) di un'osteria pompeiana che offre per cena pollo, pesci, prosciutto di coscia, pavone, cacciagione Questa pittura parietale pompeiana raffigura la conversazione tra due commensali: "Io sto proprio bene qui", dice l'uno. "E' proprio così!", risponde l'altro.

2 In età medievale, una forma di pubblicità è rappresentata dalle insegne di arti o corporazioni, associazioni di artigiani, come anche medici e speziali, sviluppatesi al tempo dei Comuni, finalizzate a prevenire frodi imitazioni, a controllare la qualità delle merci, a regolamentare i prezzi e la quantità di prodotti da rivendere nei mercati. Infine, le corporazioni assistevano gli orfani e le vedove degli artigiani, mantenevano i colleghi malati, facevano elemosine. Bisognerà attendere in seguito per altri esempi di pubblicità, come quello apparso nel 1630 su un quotidiano dell epoca, dove era stato stampato a lettere maiuscole il nome di un prodotto. Timidi tentativi che verranno rafforzati con l avvento della II Rivoluzione Industriale, quando inizieranno ad apparire i primi manifesti per le strade delle città, su insegne ben visibili o sulle stesse facciate degli edifici, mentre diventano sempre più frequenti, al contempo, pagine e immagini di propaganda su giornali e riviste. Nel Novecento, oltretutto, la propaganda politica diverrà il cavallo di battaglia delle grandi politiche americane ed europee, sostenute da regimi totalitari come quello mussoliniano, social nazionalista e sovietico, per inculcare ideologie non di rado distorte e sollevare le masse nelle grandi imprese della nazione. Negli anni 60, poi, la pop art incoraggerà l avanzata della pubblicità, come del resto in passato l influenza del moto futurista era stata a dir poco decisiva. Nasce nel 1957 Carosello, spettacolo televisivo serale che catturerà letteralmente il piccolo schermo. Un programma teatrale semplice e infantile, costruito letteralmente dalla pubblicità e per la pubblicità: a commissionare i brevi sketch industrie e agenzie che intendevano segnalarsi e farsi spazio nei commerci e negli affari. La forza esercitata dagli spot sulle grandi masse raggiungerà un potere tanto incisivo da trasformare la pubblicità in una vera rampa di lancio addirittura per la politica. Basti pensare che negli anni 80 salirà alla Casa Bianca un consumato pubblicitario, ovvero Ronald Regan, attore peraltro in alcuni film western e sponsor di note sigarette.

3 Quanto alle tecniche di pubblicizzazione, più che evidente la loro evoluzione. Se nell antica Roma consistevano in semplici iscrizioni parietali messe ben in vista nei luoghi pubblici, con la nascita di quotidiani, giornali e riviste nacquero gli annunci. Comunque, fino alla Seconda Rivoluzione Industriale e per tutta la metà del 1900, fino all avvento della fotografia a colori e della tv, la pubblicità poté esprimersi solo via cartacea, o tramite le stazioni radio dell epoca. Essendo mancanti strumenti come schermi, computer e strumenti in generale per sofisticate rielaborazioni digitali, i primi manifesti furono caratterizzati da una certa semplicità, e curati da veri e propri artisti, commissionati da aziende e proprietari, specialmente di teatri, locali pubblici nel circuito della bella vita. Simile influsso fu presente in misura marcata negli ambienti parigini e londinesi, dove gli artisti emergenti avevano abbandonato gli ameni paesaggi di campagna per dedicare la loro tele agli ambienti vivi e frizzanti della città. Furono utilizzate inizialmente tinte forti, pure, a valorizzare lo schema appena delineatosi di slogan-visual, immagini e parole efficaci per veicolare messaggi pratici e valoriali. Tutt oggi, sembrano essere stati sfruttati tutti i mezzi di comunicazione possibili: tv, radio, cinema, ma anche il frequentatissimo World Wide Web, un vera giungla di spot e offerte che spesso nasconde sgradevoli sorprese. Senza poi contare cartelloni, manifesti, fiancate di treni, autobus, tram, persino la scia di aeroplani o addirittura prodotti che ne raccomandano altri. E per legittimare un sistema non privo di riscontri culturali ma non sempre politically correct, ci si è inventati anche un santo protettore, il predicatore San Bernardino da Siena ( ), che diffondeva (e dunque pubblicizzava) la sua fede in Cristo con monogrammi (quasi logo ante litteram) e parole di ispirazione divina. Anche i pubblicitari, in fondo, hanno un anima (da vendere)!

4 Non tutte le pubblicità del tempo vantavano però un buon genio creativo, come questo manifesto di inizio secolo, della ditta Gucci (all epoca solo una modesta bottega fiorentina), che non lascia spazio a immagini suggestive o frasi ad effetto. Serviva più che altro a segnalare l esistenza dell attività e ad elogiarne i prodotti. L unico elemento decorativo è la cornicetta a quadrettini intorno alle scritte, che richiama molto le cuciture di abiti, borse, cinture ecc., con cui la Gucci sarebbe divenuta in seguito una vera leader del settore. <<Anche l occhio vuole la sua parte>>: questa è un altra delle fini strategie persuasive utilizzate in passato e ancora oggi per inculcare nella mente del consumatore l idea di positività associata ad un prodotto. Nella foto uno spot per la Peroni, che sfrutta l immagine di una immaginaria coppia di sposini, giovane e attraente, in cui chiunque vorrebbe immedesimarsi. L autore sceglie poi il luogo adatto per un boccale di birra ghiacciata, la spiaggia, e ne approfitta per mettere in risalto le forme dei due. Dato che il maggior numero di acquirenti era ed è maschile, in primo piano è posta la ragazza, che lascia intravedere gambe lunghe ed eleganti, volto gentile, vita snella e corpo slanciato, tipico stereotipo di donna ideale, secondo l immaginario collettivo di quegli anni, che qualsiasi maschio desidera corteggiare. Sulla destra, un giovane altrettanto atletico e in forma, che rispecchia l ideale comunemente condiviso di simpatia e virilità. E infine, ma non da ultimo, lo slogan Di Birra in Birra di bene in meglio!, a sottolineare come il prodotto, sano, gradevole e naturale, può regalarci davvero un sorso di felicità. Così è, se vi piace!

5 Negli anni '10 la nota ditta di cioccolateria Milka si faceva pubblicità così. Il colore lilla veniva già utilizzato in combinazione con altre tinte altrettanto luminose e delicate. In questa pubblicità non compaiono un vero body-copy, nè un lungo testo al fine di descriverne al meglio le caratteristiche, eppure si riesce a illustrare perfettamente ciò che si vuol comunicare. Le poche parole scritte esprimono la naturalezza degli ingredienti. Due donne indossano costumi tipici di quegli anni intonati al colore utilizzato per la pubblicità. Il paesaggio di montagna comunica un senso di naturale purezza e le mucche, da sempre simbolo principale della "Milka", stanno a simboleggiare la freschezza e la genuinità degli ingredienti utilizzati per un prodotto particolarmente amato! E degli stessi anni quest altra pubblicità di sicuro singolare, particolare, quella delle note sigarette "Lucky Strike". Anche in questo caso non abbiamo body-copy, non un testo che ne specifichi gli effetti o le descriva, bensì uno slogan d'effetto: FOREVER AND EVER (= sempre e per sempre), accompagnato dall'immagine di due sposi felici, che simboleggiano, anche attraverso gli anelli di fumo, un legame che fumoso non è. Da notare come il fumo, all epoca, non venga demonizzato per i suoi effetti nocivi, a differenza delle odierne pubblicità (dovremo dire al negativo ), che invitano a un consumo limitato, laddove la pubblicizzazione non ne sia severamente vietata.

6 Il testo del si serve del tanto amato nome di Carosello al fine di pubblicizzare e vendere l'olio di oliva "Bertolli". Un disegno simpatico e carino di "Olivella",con in mano una bottiglia di olio, domina la scena. Non sono presenti body-copy né testi prolissi, come a volte si può trovare in alcune pubblicità, ma uno slogan efficace, sebbene elementare, chesembra rivolgersi alle fresche spose innamorate. Da notare, inoltre, i colori: sul nero intenso dello sfondo spiccano il bianco del disegno e il giallo dello schermo del televisiore e della bottiglia di olio in rilievo. Un ultimo dettaglio è la scritta del sito di Carosello posta sotto il "televisore", quasi fosse una garanzia dell'utilità e della buona qualità del prodotto, diffuso in tutto il mondo. Davvero splendidi i manifesti pubblicitar i anni '20 all'insegna di romantiche atmosfere vintage. E il caso di questa pubblicità di una marca di champagne, priva di testo, centrata sulla sola immagine della donna avvolta da un morbido drappo, che sembra esaltare in un moto di danza la pregiata bevanda. Il colore giallo, in risalto sul nero, e la forma avvolgente del mantello rendono la sagoma della ballerina simile a un morbido pulcino, il cui occhio, a ben osservare, è la testa, al contempo, della sensuale gitana! inconfondibile naturalmente la bottiglia

7 In questa pubblicità degli anni '20 un pagliaccio in calzamaglia rossa a pois, solleva una bottiglia di "Campari bitter" probabilmente all'arancia, poichè il corpo del personaggio è avvolto dalla buccia di questo frutto, quasi fosse un festone a spirale. Niente slogan nè body-copy, soltanto due semplici parole "Campari Bitter"! Sempre e dovunque Campari, per prendere il volo

8 Ecco come, negli anni '30, venivano pubblicizzati i sigari. Sembra quasi una banconota con il volto e mezzo busto di un "signore importante", probabilmente un personaggio della cultura, che fa da testimonial a questi sigari. Ciò che caratterizza questa pubblicità è la figura sbiadita, che rende tutto ciò più retrò, oserei quasi dire "magico". Da notare le immagini in secondo piano (esper imenti di Marconi, nave che allude all'emigrazione), quasi a valorizzare, con il riferimento a svolte epocali, l importanza di un prodotto di prestigio e qualità! Nella immagine, tratta da un giornale americano, si offre un esempio delle eleganti e insieme funzionali tipologie degli orologi dell'epoca. La marca "Rolex, in assoluto la migliore sul mercato, è famosa per la fattura dei suoi orologi, il maggior numero dei quali realizzati in oro. La preziosità del prodotto è rimarcata dallo slogan, ma anche dalla corona del marchio, oltre che alle due carte francesi. La pubblicità era già allora regolamentata da leggi e restrizioni: per evitare pubblicità occulta, le due carte non sono complete e mancano lettere e simboli alla figura rovesciate come alle due f igure reali.

9 La pubblicità, sempre perseguendo scopi commerciali, arrivò ad influenzare profondamente l etica del tempo. Una delle tante idee sdoganate fu quella della nudità femminile, fino agli anni 50 sempre rigorosamente tenuta nascosta da un pensiero ancora estremamente puritano e bigotto. Notando l attrazione del pubblico maschile verso pubblicità con testimonial giovani ed attraenti, le industrie calcarono la mano, volendo arrivare a mostrare la nudità, seppure non totalmente Ed eccoci arrivati agli anni '40! Con un simpatico Calimero, il pulcino che invano aspira a non essere più nero, la ditta di sapone e detergente Lanza ha dato vita a una campagna pubblicitar ia, alla fine degli anni '40, apprezzata per più decenni da adulti e piccini. In un mondo di fantasia anche i piccoli aiutano in casa con un prodotto di sicura efficacia!

10 Lo sfondo suggestivo con le fasi lunari racchiude il prezioso orologio, associato per la forma e il colore brillante ad una lunanel suo pieno fulgore. Mancano body-copy e slogan, si rinuncia anche al testo: il nome del prodotto e l elegante design catturano da soli l attenzione del lettore. ANNI ' in ogni sfumatura...quando la pubblicità era criminale! Esempio di disvalore anche in campo pubblicitario, il testo su riportato ha suscitato diverse polemiche per via dello slogan di certo discutibile (...perchè l'innocenza è più sexy di quello che pensi ). Istigazione, dunque, alla pedofilia dietro la tenerea immagine di una bimba con il suo orsacchiotto. Negli stessi anni, del resto, non mancarono pubblicità che giustif icavano e quasi incoraggiavano la violenza sulle donne, che consigliavano sigar ette e proponevano per i neonati pappine e coca-cola!

11 CREDERE, OBBEDIRE. Anche la manipolazione delle informazioni e il controllo dei mezzi di informazioni ha un merito importante: far credere alla popolazione ciò che vuole è fondamentale per ottenere consensi e fiducia alle votazioni: la manipolazione attuata dai Ministri della Propaganda è tanto profonda da portare a una vera e propria distorsione della verità: ciò che è positivo viene accresciuto fino all esagerazione; quel ch è negativo omesso o etichettato come disinformazione ; ciò che può causare malcontento reso inverosimile. E quanto accadde, come è noto, al tempo della Grande guerra, quando le parole sconfitta ritirata d emergenza resa che segnarono tutte le operazioni dal 1940 al 1945 nell esercito italiano, furono sostituite con ripiegamento di forze, momenti di incertezza, ritardi inevitabili e molti altri diversivi, oltre al tradizionale niente di nuovo sul fronte. Di fronte all autarchia, punizione riservata all Italia nel 1936 (per la campagna d Etiopia) e successivamente al Terzo Reich (per l invasione della Cecoslovacchia), si escogitarono i metodi più disparati pur di non perdere affidabilità agli occhi di italiani e tedeschi. In Italia, si incoraggiano le risorse della penisola, si ricorre a nuove materie: non esportando formaggi, dal latte in esubero e quindi dalla caseina si ricavò il lanital (un tipo di lana). Dalla ginestra e dai fiocchi di canapa si ottenne un omonimo del cotone, il cafioc. Dalla canapa si otteneva già abbondantemente fibra per sacchi e lenzuola (a dir la verità un poco ruvidi). Non esportando vino, questo fu trasformato in alcool (anche con altri zuccherini) e i motori funzionavano discretamente con questo combustibile. Un altro tessuto molto noto durante il periodo autarchico fu l orbace. La gente lo identifica anziché nel tessuto, spesso e volentieri nella foggia e colore di quelle che allora erano le camicie nere (di servizio) invernali dei gerarchi. L orbace è un tessuto molto antico: si dice che San Francesco arrivò in Sardegna quando mancavano una decina d anni alla sua morte, avvenuta nel 1226, indossando un saio d orbace. Un indumento certamente tipico delle tradizioni contadine italiane e particolarmente adatto ai climi freddi. Con questo tessuto furono confezionati il vestiario dei soldati romani, dei chierici nel periodo medioevale, i pastrani degli ufficiali della marina italiana del secolo scorso. L'orbace si otteneva selezionando i peli migliori, durante il processo di cardatura: in questa fase venivano separati i peli più lunghi, da riservare a questo particolare tessuto, e attorcigliati una sola volta mentre i peli meno lunghi erano riservati alla trama.

12 La propaganda trascina le masse anche nei grandi obiettivi delle nazioni, come la crescita demografica, le riforme industriali in Germania e Russia, quelle agricole in Italia. Si incoraggia la popolazione a crearsi una famiglia e procreare, per dare alla nazione più figli e quindi un numero maggiore di operai, contadini, e non ultimo soldati. In Germania, poi, Hitler è a capo, con i massimi dirigenti delle SS (Squadre Speciali) e della Gestapo (polizia politica), della persecuzione ebrea. Mentre l esercito e le forze speciali faranno irruzione in città e paesini di campagna per scovare le comunità ebraiche e deportarle, la popolazione è spinta con la propaganda antisemita a denunciare coloro che si oppongono al governo o chi degli ebrei cerca rifugio dai tedeschi. Il Ministro della Propaganda tedesco Joseph Goebbels interviene su qualsiasi mezzo: industria cinematografica (celebri film come Sϋss l ebreo), giornali (vengono finanziati quelli che si proclamano antisemiti e ne vengono fondati alcuni della stessa opinione), operazioni di volantinaggio diffamatorio, radio. Vignette e articoli contro gli ebrei sono dappertutto. Diviene anche un vero best-seller, con più di copie vendute, Mein Kampf (La mia battaglia), saggio politico scritto dal cancelliere tedesco durante la sua permanenza forzata in carcere, per un fallito colpo di stato alla Cancelleria nel Il saggio, la cui ristampa oggi è vietata ed è visto come il libro nero della Germania postbellica, esprimeva le intenzioni politiche di Hitler, la sue smania di conquista dello Spazio Vitale e la sua persecuzione contro gli ebrei. Il saggio verrà poi espatriato e venduto a case editrici francesi e britanniche, in versione ridotta, comunque, eliminando i passi scomodi in cui si additava i due componenti delle Nazioni Unite come nemici da sopprimere al più presto, per accedere alla conquista dell Europa. I capitoli censurati, poi integrati clandestinamente in una nuova versione integrale, crearono molto scalpore e svelarono un volto nuovo della politica nazista: eliminare la concorrenza. Nei loro manifesti, poi, compare una simbologia che prende spunto da una passato più o meno recente: La Germania di Adolf Hitler si rifà al mito dell Impero Romano, emblema di ordine, disciplina, conquista ed

13 espansione, combinandoli con il glorioso passato medioevale della Germania, quello dell Impero Carolingio, con fondatore Carlo Magno, e in particolar modo Hitler nutre profonda stima e ammirazione verso il sovrano Federico Barbarossa, fondatore del Primo Reich (primo impero) proponendo il proprio governo come generatore del Terzo e ultimo. Ciò spiega simboli molto presenti in manifesti e luoghi politici, come l aquila reale, simbolo dell Impero Romano, e alcuni manifesti che raffigurano soldati con corazze di epoca medioevale. L Italia di Benito Mussolini, altro appassionato di storia ed emulatore dell Impero Romano, mette in luce le antiche usanze e simboli, come il passo all oca (poi scopertosi non affatto proprio delle legioni romane) l aquila reale (introdotta pure al centro della bandiera italiana) e il celebre fascio, da cui appunto fascismo : una scura intrecciata tra salici e tenuti legati in un solo fascio: nell antica Roma erano utilizzati per punire atti di insubordinazioni: i salici per le frustate, la scure per le esecuzioni capitali. In Russia, vivi ancora gli ideali del socialismo, che fanno comparire ritratti e foto di Lenin. Il più famoso di tutti i manifesti è quello che recita Lenin è vissuto, Lenin vive, Lenin vivrà, tratto da una famosa poesia del tempo. COMBATTERE! La propaganda, infine, non si arresterà neppure di fronte alla guerra ma anzi troverà in essa nuova linfa vitale. Pieni della loro fiducia e della loro superiorità, i Ministeri della Guerra promettono una guerra facile, lampo, e tutti credono ciecamente alla loro vittoria schiacciante sul nemico: una bella avventura come viene definita, dalla durata massima di un estate. I soldati scrivono al momento della partenza: Sarò di ritorno per Natale. Quella bella avventura durerà invece quattro anni, verranno falciati 9 milioni di soldati da gas, trincee, mitragliatrici, lanciafiamme, una epidemia di febbre spagnola; cadranno 3 grandi imperi, e un altro capitolo di storia si concluderà. Nella II Guerra Mondiale, la carneficina è addirittura peggiore, e di molto: una guerra che ora copre ogni superficie e colpisce non solo eserciti decima l Europa privandola di quasi 47 milioni tra uomini e donne di ogni età. Prima e durante il consumarsi di questi tragici eventi si era combattuta un altra guerra senza esclusione di colpi: quella propagandistica. Nei periodi precedenti alla Grande Guerra ( ) comparivano presso le ambasciate e i luoghi pubblici manifesti e cartelloni che chiamavano i cittadini alla guerra. Nel 1914, in un celebre manifesto, Lord Kitchener di Khartoum, ministro alle politiche belliche britanniche, diceva, faccia severa, dito puntato che sembra uscire dalla carta stampata e baffi arricciati all insù Britons wants You. Nel 1915, sarebbe stato affisso un altro manifesto, questa volta meno incoraggiate e che quasi invita a riflette: l immagine mostra un padre con due suoi figlioli, uno dei quali gli domanda: Babbo, cosa hai fatto tu nella Grande Guerra?. Un segno evidente di come uno stato, che ormai profondeva tutti i suoi sforzi nella guerra, avvertiva un bisogno sempre crescente di soldati sul fronte, e sprone dunque i civili ancora in patria ad arruolarsi. Le ricompense? Gloria e l onore di morire per la propria patria nel più cruento dei modi. In Germania, spinta del Kaiser Guglielmo II, la propaganda è altrettanto efferata, e sprona a prender parte a uno dei più grandi avvenimenti storici della Germania: lo stesso Kaiser posa talvolta allegro talvolta fiero in pose per volantini e striscioni, mentre Berlino è febbricitante. Anche negli Stati Uniti il

14 clima è lo stesso: costretta a intervenire nel 1917 per proteggere i propri interessi commerciali, mette in campo la figura immaginaria dello Zio Tom, uomo dall aspetto fiero e incorruttibile, il cui stile è tutto un programma: a cominciare dal cilindro a stelle e strisce sul capo. Anch egli punta il dito e invita a non demordere: la guerra è alla porte e l America vuole Te. È un eccezionale trovata di James Montgomery Flagg. Non solo per riempire i ranghi, ma anche per tutta un altra serie di motivi viene impiegata la propaganda, a cominciare dalla produzione bellica: si invita gli operai a sudare sette camice tra polvere da sparo, canne di fucile e proiettili per rifornire gli eserciti e mai come nei periodi di guerra si tiene tanto alle donne: vengono elogiate e considerate indispensabili per l economia dei paesi: sono la nuova classe operaia quando gli uomini sono al fronte. Viene inoltre diffuso un forte clima di odio contro il nemico: nella II Guerra Mondiale in America appaiono manifesti dove un braccio fasciato con la svastica pugnala una Bibbia, con sotto scritto This is the enemy (questo è il nemico) oppure Hitler e i suoi collaboratori che allungano le mani artigliate sulla nazione che intendono conquistare. Nei territori già assoggettati, invece, la politica è differente: non si vende odio, ma amore e benevolenza, come l ingannevole stratagemma escogitato dal governo del Terzo Reich, che consisteva in un manifesto con raffigurato un soldato tedesco che tiene tra le braccia un bambino in fasce. La scritta recita Siamo vostri amici. Tutto ciò nella devastata Francia dopo la Campagna militare del maggio-giugno Terminati i due conflitti mondiali, incomincerà il lungo periodo, dagli anni 50 fino al 1989, della Guerra Fredda, che viene combattuta senza esclusione di colpi, non sul campo di battaglia, ma su quello diplomatico: è una guerra di nervi combattuta con le minacce del nucleare. La propaganda svolge un ruolo fondamentale, potremmo dire primario : per tecnologie belliche U.R.S.S. e U.S.A. impiegano cifre esorbitanti e il mondo trema a sentire i passi di questi due giganti, ma è tra i consensi che si duella veramente. Entrambi i blocchi attuano campagne diffamatorie contro il nemico; elogiano il proprio sistema economico, disprezzano quello del nemico; elargiscono grandi somme di danaro per finanziamenti e alleanze con L Europa e l Asia; mettono in guardia la popolazione perché non lasci inosservati fatti sospetti.

15 Per elogiare la propria situazione economica, sia l America sia il Blocco Russo regalano al mondo intero un immagine quasi paradisiaca del proprio paese: gli States sono il paese del guadagno facile, delle grandi opportunità e di un sistema che non fa acqua: il capitalismo. Un celebre manifesto dell epoca mostra due sposini novelli che si accampano per un lauto pic-nic in un luogo dove vi è perfetta sintonia tra naturale e artificiale. Mentre una modernissima monorotaia sfreccia bianca e rossa vicino a un massiccio roccioso, i passeggeri e la coppia si scambiano sguardi amichevoli e sorrisi reciproci, mentre il maschio, abbigliato alla moda e dal fisico palestrato dice orgogliosamente in un vignetta Si potrebbe stare meglio?. Manca solo Capitan America, nato dalla fantasia di un fumettista americano nel 1956, che certo sfrecciava in cielo nella sua calzamaglia a stelle e strisce, per garantire pace e tranquillità alla sua gente. Carmine Iuorio Martina Pizzirusso Vincenzo De Vito Diletta Fischetti (Supervisione: Lucia Mattera)

I TOTALITARISMI FASCISMO, NAZISMO, STALINISMO

I TOTALITARISMI FASCISMO, NAZISMO, STALINISMO I TOTALITARISMI FASCISMO, NAZISMO, STALINISMO IL FASCISMO IL FASCISMO IL FASCISMO IL FASCISMO IL NAZISMO IL NAZISMO IL NAZISMO LO STALINISMO LO STALINISMO IL TOTALITARISMO: è un regime che non si limita

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

Il Fascismo in Italia (1922-1936)

Il Fascismo in Italia (1922-1936) Il Fascismo in Italia (1922-1936) Le fasi del fascismo 1. Fase legalitaria (1922-1924) I Fascisti fanno parte di un governo di coalizione. Termina con le elezioni del 1924 e l uccisione di Matteotti. 2.

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

Al Comitato Olimpico Internazionale - International Olympic Committee (IOC)

Al Comitato Olimpico Internazionale - International Olympic Committee (IOC) Roland Lang Presidente Al Comitato Olimpico Internazionale - International Olympic Committee (IOC) Ai Comitati Olimpici nazionali National Olympic Committees (NOCs) Terlan, luglio 2013 Protesta contro

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

La Bibbia è contro il sesso

La Bibbia è contro il sesso mito 5 La Bibbia è contro il sesso L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. Woody Allen Facendone un peccato il Cristianesimo ha fatto molto

Dettagli

Nazismo Repubblica di Weimar Hindenburg 1929 Partito Nazionalsocialista 1923 Mein Kampf pangermanesimo Reich millenario

Nazismo Repubblica di Weimar Hindenburg 1929 Partito Nazionalsocialista 1923 Mein Kampf pangermanesimo Reich millenario Dopo la sconfitta della Prima guerra mondiale, nel 1918 in Germania viene proclamata la Repubblica di Weimar. La Germania è condannata a pagare ingenti danni di guerra ai vincitori e per questo la situazione

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

Recensioni e Pensieri

Recensioni e Pensieri Recensioni e Pensieri Allegato al numero di Maggio 2014 SCORRE LA NOTIZIA I.C.S Federico II di Svevia Mascalucia Progetto Giornalismo e Scrittura creativa a cura della Prof.ssa Barbarossa Lucia 1 Bianca

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale Il 1 settembre 1939 Hitler attacca la Polonia con il pretesto di occupare il corridoio di Danzica video A questo punto Francia e Inghilterra, decise a non permettere ulteriori

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici La voce de "Gli Amici" Testo più grande Cerca domenica 2 maggio 2004 Home page News Newsletter Disabili mentali: amici senza limiti Handicap e Vangelo Pagina precedente Gli Amici La mostra di pittura Scarica

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Contiene tre tipi di letteratura: Apocalisse: «Rivelazione (αποκαλυψις) di Gesù Cristo, che Dio gli diede per mostrare ai suoi servi le cose che devono avvenire tra

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA 1 - IO NELLA CLASSE 1. Presentarsi nella propria particolarità 2. Capire che ognuno ha un posto 3. Comprendere che in classe non si è soli Presentazione degli insegnanti

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

IL NAZISMO LE PREMESSE:

IL NAZISMO LE PREMESSE: IL NAZISMO LE PREMESSE: Dopo la Guerra la Germania si trovò in una condizione peggiore dell'italia. Le condizioni di Pace avevano cercato di umiliare la Nazione che era ritenuta responsabile della guerra,

Dettagli

La Giornata Internazionale della Pace

La Giornata Internazionale della Pace La Giornata Internazionale della Pace La Giornata Internazionale della Pace viene celebrata il 21 settembre di ogni anno. Le seguenti proposte di lavoro riguardano i diversi gradi di scolarità, qui indicati

Dettagli

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori FRATELLI D'ITALIA spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori Di seguito vi proponiamo una serie di tematiche, presenti nello spettacolo teatrale, che possono

Dettagli

PUBBLICITÀ CON GIUDIZIO

PUBBLICITÀ CON GIUDIZIO PUBBLICITÀ CON GIUDIZIO 40 ANNI DI PUBBLICITÀ VISTA DAL GIURÌ Campagne valutate, sospese, ritirate In occasione della Giornata della donna, 8 marzo 2008, la Città di Torino, attraverso il Settore Pari

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO IL CORPO IN MOVIMENTO Prendere coscienza della propria identità Scoprire le diversità Apprendere le prime regole di vita sociale Osservare l ambiente che lo circonda Ascoltare le narrazioni

Dettagli

Santi medievali in guerra.

Santi medievali in guerra. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO Dipartimento di Scienze della Comunicazione e Discipline Umanistiche Corso di Laurea in Storia dell Arte Santi medievali in guerra. Giovanna, Giorgio e Francesco

Dettagli

14 consigli per essere un perfetto gentleman cattolico

14 consigli per essere un perfetto gentleman cattolico Riprendiamo sul nostro sito il testo pubblicato il 4 novembre 2015 dal sito www.aleteia.org Restiamo a disposizione per l immediata rimozione se la presenza sul nostro sito non fosse gradita a qualcuno

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Dopo la 1^ guerra mondiale in Italia vi furono gravi crisi politiche e sociali. Nel cosiddetto biennio rosso i braccianti agricoli e gli operai delle

Dopo la 1^ guerra mondiale in Italia vi furono gravi crisi politiche e sociali. Nel cosiddetto biennio rosso i braccianti agricoli e gli operai delle FASCISMO Dopo la 1^ guerra mondiale in Italia vi furono gravi crisi politiche e sociali. Nel cosiddetto biennio rosso i braccianti agricoli e gli operai delle industrie scesero in sciopero per il rinnovo

Dettagli

La repubblica di Weimar

La repubblica di Weimar Hitler e il nazismo La repubblica di Weimar Mentre gli eserciti degli imperi centrali stavano perdendo la guerra, in Germania vi fu una rivoluzione che portò nel novembre 1918 al crollo dell impero (il

Dettagli

Cosa i libri ci raccontano

Cosa i libri ci raccontano Cosa i libri ci raccontano Molto spesso, quando apriamo un libro, non abbiamo voglia di leggerlo a causa delle troppe parole inserite in modo casuale nelle infinite pagine. Attraverso i libri portati per

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

Storia del campo di concentramento di Mauthausen

Storia del campo di concentramento di Mauthausen Hans Maršálek Storia del campo di concentramento di Mauthausen Documentazione 9. Sono sano sto bene 65 9. Sono sano sto bene A certi prigionieri era permesso, una volta al mese, di scrivere una lettera

Dettagli

PRIMA GUERRA MONDIALE

PRIMA GUERRA MONDIALE Capitolo 4L A PRIMA GUERRA MONDIALE Il mondo durante la Prima Guerra Mondiale Alle origini del conflitto Nel 1914 l Europa era percorsa da molteplici tensioni e da rivalità profonde tra gli Stati, che

Dettagli

I cinesi, i cinesi, i cinesi

I cinesi, i cinesi, i cinesi I cinesi, i cinesi, i cinesi Si fa un gran parlare dei cinesi. Stanno invadendo tutto, dicono. Naturalmente da un punto di vista economico. Si sono adeguati al mercato globale, hanno accettato le regole

Dettagli

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore Il nazismo al potere La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo Lezioni d'autore Dal sito: www.biography.com La Repubblica di Weimar (1919-1933) 3 ottobre 1918: Il Reich tedesco-prussiano

Dettagli

IL LINGUAGGIO DELLA PUBBLICITA

IL LINGUAGGIO DELLA PUBBLICITA IL LINGUAGGIO DELLA PUBBLICITA 1. Leggi l articolo e scegli la parola giusta tra quelle fornite per riempire gli spazi. Tutti i giorni i messaggi pubblicitari ci prendono d assalto. Ovunque guardiamo,

Dettagli

PROGRAMMA D ESAME STORIA E GEOGRAFIA Classe III A

PROGRAMMA D ESAME STORIA E GEOGRAFIA Classe III A Scuola Media Seghetti Figlie del sacro Cuore di Gesù Piazza Cittadella, 10 VERONA PROGRAMMA D ESAME E Classe III A ANNO SCOLASTICO 2012-2013 Prof.ssa Ruffo Laura DIRITTI UMANI E VIOLAZIONI, LIBERTÀ, FORME

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE

CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE 1 CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE La passione per la storia risale ai primi anni della mia vita e ora, che ho dieci anni, continuo ad avere interesse per tutto ciò

Dettagli

sostantivo Sostantivi in -o e in -a Sostantivi in -e > libri > ragazzi > tavoli libro ragazzo tavolo > penne > ragazze > pizze penna ragazza pizza

sostantivo Sostantivi in -o e in -a Sostantivi in -e > libri > ragazzi > tavoli libro ragazzo tavolo > penne > ragazze > pizze penna ragazza pizza Sostantivi in -o e in -a libro ragazzo tavolo penna ragazza pizza > libri > ragazzi > tavoli > penne > ragazze > pizze Normalmente i sostantivi in -o sono maschili. Il dei sostantivi in -o è -i. Normalmente

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1 La prima Guerra Mondiale IV F La prima guerra mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile

Dettagli

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città.

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città. magazine free press Firenze Urban Lifestyle è un magazine freepress che nasce dalla volontà di dare energia alla forza intrinseca della città di Firenze. La nostra redazione vuole dar voce a realtà e situazioni

Dettagli

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Storia contemporanea n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Anno Accademico 2011/2012 1 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo:

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo: 01 Perchè si ha il ascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra Nel dopoguerra (alla fine della prima Guerra Mondiale, che si chiama anche Grande Guerra) l Italia si trova in una situazione difficile. In

Dettagli

...Dove non c era che legno, noi lasciammo asfalto e marmo.

...Dove non c era che legno, noi lasciammo asfalto e marmo. ...Dove non c era che legno, noi lasciammo asfalto e marmo. Proprio come all inizio del principato augusteo l Africa che si presentava agli occhi dei visitatori europei ed ai nostri occhi di occupanti

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale dura dal 1939 al 1945 ed è una guerra totale, cioè coinvolge tutto il mondo. da un lato i regimi nazifascisti, gli STATI DELL ASSE, cioè Germania,

Dettagli

Il Social media e I Top brands nel mercato del Fashion. Uno sguardo alle performance in ambito Social media dei migliori marchi della moda

Il Social media e I Top brands nel mercato del Fashion. Uno sguardo alle performance in ambito Social media dei migliori marchi della moda Il Social media e I Top brands nel mercato del Fashion Uno sguardo alle performance in ambito Social media dei migliori marchi della moda Lo studio L Italia e la moda vanno insieme come un cavallo e la

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

Cap. 1 - Il Risorgimento : creare l'italia (1815-1870)

Cap. 1 - Il Risorgimento : creare l'italia (1815-1870) Il Risorgimento : creare l'italia 1 Cap. 1 - Il Risorgimento : creare l'italia (1815-1870) Introduzione : Momento centrale della storia italiana perché è il momento della nascita ufficiale di un paese

Dettagli

NUOVA EVANGELIZZAZIONE NELLA SOCIETA GLOBALIZZATA. TESTIMONIANZA Predicare dai tetti Sua Eccellenza Rev.ma Mons. Antonio Riboldi Vescovo

NUOVA EVANGELIZZAZIONE NELLA SOCIETA GLOBALIZZATA. TESTIMONIANZA Predicare dai tetti Sua Eccellenza Rev.ma Mons. Antonio Riboldi Vescovo NUOVA EVANGELIZZAZIONE NELLA SOCIETA GLOBALIZZATA TESTIMONIANZA Predicare dai tetti Sua Eccellenza Rev.ma Mons. Antonio Riboldi Vescovo Che sia urgente 1 evangelizzazione ad ogni uomo che è sulla terra,

Dettagli

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi 6-8 anni Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi Diocesi di Ferrara-Comacchio Hanno collaborato: Debora Curulli, Manuela Pisa, Ottavia Persanti, Elena Sambo, don Enrico Garbuio Finito di stampare:

Dettagli

Raccontare la Grande Guerra per immagini

Raccontare la Grande Guerra per immagini Raccontare la Grande Guerra per immagini 19 ottobre 2011 Dr. Marco Mondini ISIG- FBK mondini@fbk.eu I testi e i dati contenuti nella presentazione sono da considerarsi proprietà intellettuale dell autore.

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE LA SECONDA GUERRA MONDIALE 1 SETTEMBRE 1939 - GERMANIA INVADE POLONIA Il 1 settembre 1939 l esercito tedesco invade la Polonia. La Gran Bretagna e la Francia dichiarano guerra alla Germania. I generali

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONCORSO A.N.P.I. IC S.P. DAMIANO Scuola secondaria di 1 grado Classe: 3^C Insegnante: Anita Vitali Discipline: Italiano e Storia Abbiamo colto l occasione offerta da questo concorso per affrontare lo

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

Il GPS di Dio Schema riassuntivo del messaggio e domande per i Piccoli Gruppi

Il GPS di Dio Schema riassuntivo del messaggio e domande per i Piccoli Gruppi Il GPS di Dio Schema riassuntivo del messaggio e domande per i Piccoli Gruppi Matteo 5:6 Beati quelli che sono affamati e assetati di giustizia, perché saranno saziati. Giovanni 10:27 Le mie pecore ascoltano

Dettagli

La prima Guerra Mondiale

La prima Guerra Mondiale La prima Guerra Mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile Lo stato e la censura La

Dettagli

GIORNATA INTERNAZIONALE DIRITTI INFANZIA E ADOLESCENZA 20 NOVEMBRE 2014 BRIEF CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE

GIORNATA INTERNAZIONALE DIRITTI INFANZIA E ADOLESCENZA 20 NOVEMBRE 2014 BRIEF CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE GIORNATA INTERNAZIONALE DIRITTI INFANZIA E ADOLESCENZA 20 NOVEMBRE 2014 BRIEF CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE PREMESSA Il 20 novembre 1989 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato la Convenzione

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

PROGETTO LUDICO - DIDATTICO OLYMPIC VILLAGE 2014

PROGETTO LUDICO - DIDATTICO OLYMPIC VILLAGE 2014 Olympic Village, un percorso ludico-didattico che ha come tema l origine dei Giochi Olimpici e la Magna Grecia. Il progetto propone un viaggio indietro nel tempo di migliaia di anni alla scoperta della

Dettagli

La cultura globalizzata. Chiedigli la marca.

La cultura globalizzata. Chiedigli la marca. La cultura globalizzata. Chiedigli la marca. Uno degli aspetti più evidenti della cosiddetta globalizzazione è la diffusione di culture, mode, modi di vivere e pensare, oggetti uguali in tutto il mondo.

Dettagli

MODELO DE CORRECCIÓN

MODELO DE CORRECCIÓN ESCUELAS OFICIALES DE IDIOMAS DEL PRINCIPADO DE ASTURIAS PRUEBA ESPECÍFICA DE CERTIFICACIÓN DE NIVEL BÁSICO DE ITALIANO SEPTIEMBRE 2013 COMPRENSIÓN ORAL MODELO DE CORRECCIÓN HOJA DE RESPUESTAS EJERCICIO

Dettagli

«Lui mi camminava appresso per chilometri senza darmi tregua: era venuto a consegnare delle bottiglie alla fabbrica della birra che le raccoglieva,

«Lui mi camminava appresso per chilometri senza darmi tregua: era venuto a consegnare delle bottiglie alla fabbrica della birra che le raccoglieva, «Lui mi camminava appresso per chilometri senza darmi tregua: era venuto a consegnare delle bottiglie alla fabbrica della birra che le raccoglieva, per poi ricomprarsene altre piene grazie ai soldi così

Dettagli

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

Storia contemporanea

Storia contemporanea Storia contemporanea Prof. Roberto Chiarini http://rchiarinisc.ariel.ctu.unimi.it Anno Accademico 2008/2009 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

SCHEDA 2 (per operatori) 1. IN CHIESA. Qualche nota per la comprensione del testo

SCHEDA 2 (per operatori) 1. IN CHIESA. Qualche nota per la comprensione del testo SCHEDA 2 (per operatori) 1. IN CHIESA Dal vangelo secondo Matteo (Mt 7,21.24-29) In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

Lidia e Rolando Lidia aveva appena 15 anni quando ha conosciuto Rolando, che di anni ne aveva 21. Rolando era un appassionato giocatore di calcio e lei una tifosa, si sono incontrati dunque ad un campo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI LA STORIA DEI DIRITTI UMANI IL DOCUMENTO CHE SEGNA UNA TAPPA FONDAMENTALE NELL AFFERMAZIONE DEI DIRITTI UMANI È LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL UOMO SIGLATA NEL 1948. OGNI DIRITTO PROCLAMATO

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

KUALID CHE NON RIUSCIVA A SOGNARE

KUALID CHE NON RIUSCIVA A SOGNARE dagli 11 anni KUALID CHE NON RIUSCIVA A SOGNARE VAURO SENESI Serie Rossa n 80 Pagine: 272 Codice: 978-88-566-3712-0 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTORE Giornalista e vignettista satirico, Vauro Senesi

Dettagli

ESEMPIO DELLA PROVA DI ITALIANO DI FINE AGOSTO 2005

ESEMPIO DELLA PROVA DI ITALIANO DI FINE AGOSTO 2005 ESEMPIO DELLA PROVA DI ITALIANO DI FINE AGOSTO 2005 Storie lunghe un binario E Tickets il titolo del film che Olmi, Kiarostami e Loach hanno firmato insieme. Lo hanno presentato al Festival del Cinema

Dettagli

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (dalle INDICAZIONI NAZIONALI) IL SE E L ALTRO: Il bambino gioca

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Social media marketing. Spunti per un discorso con i Giornalisti nell Erba #nonsolochat

Social media marketing. Spunti per un discorso con i Giornalisti nell Erba #nonsolochat Social media marketing Spunti per un discorso con i Giornalisti nell Erba #nonsolochat Il marketing [Wikipedia] Il marketing viene definito come quel processo sociale e manageriale diretto a soddisfare

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

L immaginario tecnologico 2

L immaginario tecnologico 2 L immaginario tecnologico 2 Storia dell Informatica e della Comunicazione Digitale Federico Gobbo federico.gobbo@uninsubria.it Università dell Insubria, Varese CC Alcuni diritti riservati. A.A. 2009-10

Dettagli

Progetto di Tesi: FIAT 500 CLUB ITALIA. Istituto d Arte Applicata e Design / Advertising&Graphic Design A.S. 2011-2012.

Progetto di Tesi: FIAT 500 CLUB ITALIA. Istituto d Arte Applicata e Design / Advertising&Graphic Design A.S. 2011-2012. Progetto di Tesi: FIAT 500 CLUB ITALIA Istituto d Arte Applicata e Design / Advertising&Graphic Design A.S. 2011-2012 Curletto Davide Breve introduzione sul Fiat 500 Club Italia e il Museo della 500 Dante

Dettagli

PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014

PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014 PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014 Carissimi Educatori, come anticipato prima di Natale con alcune informazioni sulla Festa diocesana della Pace del 16 febbraio 2014, vi proponiamo

Dettagli

I media. Sport, media e genere.

I media. Sport, media e genere. INTRODUZIONE Nell anno 2012/2013 la nostra scuola, il Liceo Marconi di Foggia, ci ha offerto la possibilità di partecipare ad un corso formativo al fine di ampliare la nostra conoscenza su quello che è

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

L ITALIA A FUMETTI E LA SECONDA GUERRA MONDIALE

L ITALIA A FUMETTI E LA SECONDA GUERRA MONDIALE L ITALIA A FUMETTI E LA SECONDA GUERRA MONDIALE CHI LEGGE FUMETTI NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI E ANCHE UN COLLEZIONISTA IN QUANTO RIPONE CON CURA I PROPRI LIBRETTI SUGLI SCAFFALI, ORDINATAMENTE PER NUMERO.

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli