RELAZIONE TECNICA Allegata alla Notifica - ex D.G.R. N.411 DEL 21/04/2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE TECNICA Allegata alla Notifica - ex D.G.R. N.411 DEL 21/04/2011"

Transcript

1 Titolare/Leg.Rappresentante della Ditta Sede legale via/piazza n. Sede operativa via/piazza n. Tel Insegna TIPOLOGIA ATTIVITA commercio in sede fissa: esercizi di vicinato medie strutture grandi strutture laboratori artigianali con annessa vendita: panetteria pasticceria gelateria con somministrazione gastronomia/rosticceria (compresi i kebab) pizzeria da asporto friggitoria da asporto altro ristorazione pubblica: bar bar con preparazione ristorante ristorazione collettiva: mensa aziendale preparazione mensa scolastica consumo in loco mensa di comunità veicolazione centro cottura somministrazione di pasti veicolati agriturismo con preparazione alimenti bed & breakfast/affittacamere vendita su aree pubbliche di mediante: banchi rimovibili automezzi/rimorchi deposito all ingrosso di alimenti da conservare a T ambiente a T controllata trasporto alimenti (specificare) produzione primaria (specificare) altro LAVORAZIONI PARTICOLARI congelamento materie prime o semilavorati per utilizzo interno confezionamento sottovuoto confezionamento in atmosfera protettiva trasporto alimenti conto proprio mediante automezzi contenitori preincarto per take away bonifica del pesce da consumare crudo mediante congelamento trattamento dell acqua somministrata (filtrazione, ecc.) specificare 1

2 Breve descrizione dell attività: TIPO DI CONDUZIONE artigianale industriale Personale addetto n I LOCALI, in numero di sono dotati delle seguenti caratteristiche igienico-sanitarie (per ciascun locale pertinente all esercizio specificare le seguenti caratteristiche: ubicazione, superficie, altezza, aerazione, pavimentazione, pareti, dispositivi di protezione dall ingresso di roditori e insetti, ecc.). La disposizione dei locali e la loro destinazione d uso sarà quella indicata nell allegata planimetria in scala 1/, aggiornata, datata e firmata dal sottoscritto. DISPENSA/DEPOSITO MATERIE PRIME Dispositivi di protezione da insetti e roditori: 2

3 LABORATORIO DI PRODUZIONE/CUCINA Dispositivi di protezione da insetti e roditori Pavimento lavabile con pozzetto sifonato Zoccoli a sguscio, angoli e spigoli arrotondati Pareti lavabili e disinfettabili Piani di lavoro lavabili e disinfettabili Lavello/i per lavaggio alimenti Lavello/i per lavaggio stoviglie Acqua calda e fredda Rubinetteria con comando a pedale Contenitori per rifiuti con apertura a pedale Sistema aspirazione fumi/odori LABORATORIO DI CONFEZIONAMENTO Dispositivi di protezione da insetti e roditori: DEPOSITO PRODOTTI FINITI Dispositivi di protezione da insetti e roditori: 3

4 DEPOSITO IMBALLAGGI Dispositivi di protezione da insetti e roditori: SALA DI SOMMINISTRAZIONE E/O VENDITA Dispositivi di protezione da insetti e roditori: SERVIZI IGIENICI DEL PERSONALE Antibagno con porta a chiusura automatica: Aerazione naturale: Aerazione artificiale con estrattore in grado di assicurare almeno 5 ricambi d aria/ora: Divisione per sesso: WC n Lavandini n Acqua calda e fredda Rubinetti a comando non manuale: Erogatori di sapone liquido: 4

5 Asciugamani monouso od elettrici: SERVIZI IGIENICI PER IL PUBBLICO Ubicazione: all interno dell esercizio, non comunicanti direttamente con i locali di lavorazione, deposito o vendita: se NO specificare: Aerazione naturale: Aerazione artificiale con estrattore in grado di assicurare almeno 5 ricambi d aria/ora: Divisione per sesso: WC n Lavandini n Acqua calda e fredda Erogatori di sapone liquido: Asciugamani monouso od elettrici: Rubinetti a comando non manuale: SPOGLIATOIO Locale/zona N in planimetria* Superficie mq. Altezza mt. Divisione per sesso Armadietto a doppio scomparto per ogni singolo addetto LOCALE O ARMADIO PER LA DETENZIONE DEI PRODOTTI PER LE PULIZIE/SANIFICAZIONE ARMADIO posizionato nel 5

6 Altri locali Superficie finestrata mq. Dispositivi di protezione da insetti e roditori: APPROVVIGIONAMENTO IDRICO Acquedotto Pozzo/sorgente privati*: estremi Concessione Provincia impianti di disinfezione dell acqua NO SI specificare vasche/serbatoi di accumulo *Allegare l ultimo referto d analisi. SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI Servizio comunale Altro: SMALTIMENTO DEI RIFIUTI LIQUIDI Fognatura comunale Altro: Data Firma del dichiarante 6

MODULO A RELAZIONE TECNICA Allegata alla Notifica - ex D.G.R. N.21-1278 DEL 23/12/2010).

MODULO A RELAZIONE TECNICA Allegata alla Notifica - ex D.G.R. N.21-1278 DEL 23/12/2010). DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Igiene Alimenti e Nutrizione MODULO A RELAZIONE TECNICA Allegata alla Notifica - ex D.G.R. N.21-1278 DEL 23/12/2010). Il Titolare/Leg.Rappresentante della Ditta Con sede operativa

Dettagli

RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLA NOTIFICA AI SENSI DELL ART. 6 Reg. CE 852/2004 ATTIVITA SIAN DICHIARA

RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLA NOTIFICA AI SENSI DELL ART. 6 Reg. CE 852/2004 ATTIVITA SIAN DICHIARA RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLA NOTIFICA AI SENSI DELL ART. 6 Reg. CE 852/2004 ATTIVITA SIAN Il titolare/leg. Rappresentante della Ditta con sede operativa Comune di: Via n. tel. CONSAPEVOLE CHE, ai sensi

Dettagli

RELAZIONE DI DESCRIZIONE DEI LOCALI-IMPIANTI E DELLE ATTREZZATURE (stabilimenti di produzione, preparazione confezionamento, depositi all'ingrosso)

RELAZIONE DI DESCRIZIONE DEI LOCALI-IMPIANTI E DELLE ATTREZZATURE (stabilimenti di produzione, preparazione confezionamento, depositi all'ingrosso) RELAZIONE DI DESCRIZIONE DEI LOCALI-IMPIANTI E DELLE ATTREZZATURE (stabilimenti di produzione, preparazione confezionamento, depositi all'ingrosso) Allegato 2 PAG. 1 ALLEGATO alla domanda di autorizzazione

Dettagli

Relazione tecnica allegata alla notifica del

Relazione tecnica allegata alla notifica del Relazione tecnica allegata alla notifica del La presente relazione tecnica si riferisce all esercizio di Elenco delle attività Altro : Produzione primaria Commercio al minuto (escluse carni e pesce) Fiere,

Dettagli

S C R I V E R E I N S T A M P A T E L L O

S C R I V E R E I N S T A M P A T E L L O ALL.2 All ufficio Dipartimento di Prevenzione della ASL di e p.c. Al Comune di NOTIFICA UNITA D IMPRESA DEL SETTORE ALIMENTARE CON PROCEDURA DI DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (Art.

Dettagli

MODULO RACCOLTA DATI MANUALE HACCP - DA INVIARE COMPILATO MEZZO FAX ALLO 0421 220222 O A info@centrosicurlavoro.com

MODULO RACCOLTA DATI MANUALE HACCP - DA INVIARE COMPILATO MEZZO FAX ALLO 0421 220222 O A info@centrosicurlavoro.com INFORMAZIONI GENERALI Ragione Sociale *: Partita IVA* : Indirizzo *: Codice Fiscale* : CAP*: Città* : Prov*: Nome Commerciale (es. nome presente sull insegna) Legale rappresentante*: Responsabile HACCP*:

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA DEI LOCALI, IMPIANTI, ATTREZZATURE E DEL CICLO DI LAVORAZIONE

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA DEI LOCALI, IMPIANTI, ATTREZZATURE E DEL CICLO DI LAVORAZIONE RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA DEI LOCALI, IMPIANTI, ATTREZZATURE E DEL CICLO DI LAVORAZIONE da presentarsi contestualmente all allegato 2 alla DGR n 21-1278 del 23/12/10 Notifica di inizio o variazione

Dettagli

CANILI PRIVATI E PENSIONI PER CANI (Tipologia dei locali e condizioni minime obbligatorie)

CANILI PRIVATI E PENSIONI PER CANI (Tipologia dei locali e condizioni minime obbligatorie) CANILI PRIVATI E PENSIONI PER CANI (Tipologia dei locali e condizioni minime obbligatorie) A. REPARTO RICOVERO CANI B. REPARTO ISOLAMENTO (PER CANI AMMALATI O SOSPETTI O DI NUOVA INTRODUZIONE) C. AREA

Dettagli

1. Dati generali dell intervento

1. Dati generali dell intervento ALLEGATO F 6 Ulteriori Locali - Notifica Igienico- Sanitaria per alimenti (Reg. CE n 852/2004) 1. Dati generali dell intervento 1.1 Ubicazione intervento (Indicare il Comune e l indirizzo inseriti nel

Dettagli

2. Specifiche relative all attività

2. Specifiche relative all attività Spazio per la vidimazione da parte del SUAP ALLEGATO E - 1 Notifica Igienico-Sanitaria per alimenti destinati al consumo umano (Reg. CE n 852/2004 - n 853/2004) perseguito 1. Dati generali dell intervento

Dettagli

Alimenti e bevande - notifica ai sensi del reg CE 852/2004

Alimenti e bevande - notifica ai sensi del reg CE 852/2004 Alimenti e bevande - notifica ai sensi del reg CE 852/2004 Spett.le SPORTELLO UNICO ASSOCIATO Comuni di Monteriggioni e Castellina in Chianti Marca da bollo NON DOVUTA Il Sottoscritto: Cognome Nome Data

Dettagli

in occasione di: Precisare in quale occasione si intende svolgere l attività (feste, sagre o altre riunioni straordinarie di persone)

in occasione di: Precisare in quale occasione si intende svolgere l attività (feste, sagre o altre riunioni straordinarie di persone) \ Da presentarsi in TRE COPIE presso l Ufficio Protocollo del Comune di Santu Lussurgiu Viale Azuni n. 62 PARTE RISERVATA AL COMUNE Trasmessa copia al Dipartimento di Prevenzione dell Azienda USL n. 5

Dettagli

INDICE NORMATIVA DI RIFERIMENTO

INDICE NORMATIVA DI RIFERIMENTO Premessa: Le indicazioni di seguito riportate non vogliono essere una aggiunta al complesso sistema di norme vigenti, ma uno strumento utile a chi vuole intraprendere e/o modificare significativamente

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione

AZIENDA USL ROMA H Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione VERBALE DI SOPRALLUOGO PER LA VERIFICA DELLE ATTIVITA DEL SETTORE ALIMENTARE SOGGETTE A REGISTRAZIONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 852/2004 (esclusa produzione primaria) D.I.A. N del ATTIVITA : Reg.

Dettagli

Alimenti e bevande notifica ai sensi del reg CE 852/2004

Alimenti e bevande notifica ai sensi del reg CE 852/2004 Alimenti e bevande notifica ai sensi del reg CE 852/2004 Spett.le SPORTELLO UNICO ASSOCIATO Comuni di Monteriggioni e Castellina in Chianti ( 4 copie in carta semplice comprensive degli allegati + Domanda

Dettagli

DENUNCIA D INIZIO ATTIVITA

DENUNCIA D INIZIO ATTIVITA DENUNCIA D INIZIO ATTIVITA A EFFICACIA IMMEDIATA in materia di igiene dei prodotti alimentari MANIFESTAZIONI TEMPORANEE Registrazione-Regolamento CE n 852/04 art. 6-DPGR n.40/r/06 COMUNE DI QUADRO A Il

Dettagli

NOTIFICA UNITA D IMPRESA DEL SETTORE ALIMENTARE CON PROCEDURA DI DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (art. 6 del Reg.

NOTIFICA UNITA D IMPRESA DEL SETTORE ALIMENTARE CON PROCEDURA DI DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (art. 6 del Reg. MOD 2 1 l Dipartimento Prevenzione della S FOGGI Di SN SEVERO e p.c. l Comune di SN GIOVNNI ROTONDO NOTIFIC UNIT D IMPRES DE SETTORE IMENTRE CON PROCEDUR DI DENUNCI INIZIO TTIVIT I FINI DE REGISTRZIONE

Dettagli

normativa nazionale/comunitaria regolamenti locali contaminazione degli alimenti durante le fasi di lavorazione o contaminazioni crociate

normativa nazionale/comunitaria regolamenti locali contaminazione degli alimenti durante le fasi di lavorazione o contaminazioni crociate CUCINE PROFESSIONALI Normativa di riferimento in materia di igiene caratteristiche e dotazione delle aree in funzione delle lavorazioni normativa nazionale/comunitaria regolamenti locali M.C.Valerio -

Dettagli

Ristorazione collettiva ed assistenziale

Ristorazione collettiva ed assistenziale Ristorazione collettiva ed assistenziale DEFINIZIONE Sono considerate attività di ristorazione collettiva la preparazione e/o la somministrazione di pasti in: Mense di Ospedali e Case di Cura; Case di

Dettagli

Corso Base Formazione/Informazione. Sicurezza alimentare per OSA delle associazioni sociali, culturali, sportive e le organizzazioni di volontariato

Corso Base Formazione/Informazione. Sicurezza alimentare per OSA delle associazioni sociali, culturali, sportive e le organizzazioni di volontariato Corso Base Formazione/Informazione Sicurezza alimentare per OSA delle associazioni sociali, culturali, sportive e le organizzazioni di volontariato Provincia di Bologna Via Zamboni, 13 Bologna 30 Novembre

Dettagli

Ristorante Pizzeria - Trattoria

Ristorante Pizzeria - Trattoria Relazione Tecnica (ai sensi della delibera di Giunta Regionale n. 970/07 Recepimento dei Regolamenti CE 852/2004 e 853/2004 ed ai sensi della Determina n. 9746 del 26/07/2007 del Responsabile Servizio

Dettagli

SCIA Segnalazione Certificata di Inizio Attività - Notifica Registrazione Sanitaria (ai sensi del Regolamento CE n. 852/853/854 del 2004)

SCIA Segnalazione Certificata di Inizio Attività - Notifica Registrazione Sanitaria (ai sensi del Regolamento CE n. 852/853/854 del 2004) Al Dipartimento di Prevenzione Azienda USL di Frosinone S.S Ispezione degli alimenti di o.a Distretto per il tramite dello SUAP in forma Associata della XIV Comunità Montana Valle di Comino SCIA Segnalazione

Dettagli

Luogo di nascita: Comune.. Provincia (..) Stato... Residenza: Via/Piazza N... C.A.P. Comune Provincia (..)

Luogo di nascita: Comune.. Provincia (..) Stato... Residenza: Via/Piazza N... C.A.P. Comune Provincia (..) ALLEGATO 1 Spazio per apporre il timbro di protocollo Data Prot. Al Dipartimento di Prevenzione ASL 1 Imperiese I - Oggetto: Notifica di inizio attività ai fini della registrazione (art. 6 Reg. CE 852/2004)

Dettagli

TABELLA. Legenda. Albergo. Locale Parametro Requisito Note. Cucina altezza media m 3 minima (*) superficie minima. mq 20 fino a 50 p.t.

TABELLA. Legenda. Albergo. Locale Parametro Requisito Note. Cucina altezza media m 3 minima (*) superficie minima. mq 20 fino a 50 p.t. TABELLA Legenda inf. = inferiore l = litri m = metri lineari mc = metri cubi min. = minimo mq = metri quadrati p.l. = posto letto/posti letto p.p.s. = pasti per servizio p.t. = posto tavola/posti tavola

Dettagli

MODELLO A1. 1. Operatore del settore alimentare. Data. Al Dipartimento Sanità Pubblica Azienda USL di Bologna

MODELLO A1. 1. Operatore del settore alimentare. Data. Al Dipartimento Sanità Pubblica Azienda USL di Bologna MODELLO A1 Data Al Dipartimento Sanità Pubblica Azienda USL di Bologna Oggetto: Notifica ai fini della registrazione ai sensi art. 6 reg. CE 852/2004 e della determina della Regione Emilia Romagna n. 9223

Dettagli

Al Responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell Azienda per i Servizi Sanitari n.1 Triestina via de Ralli, 3 34128 TRIESTE

Al Responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell Azienda per i Servizi Sanitari n.1 Triestina via de Ralli, 3 34128 TRIESTE Al Responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell Azienda per i Servizi Sanitari n.1 Triestina via de Ralli, 3 34128 TRIESTE per conoscenza al Comune di. Oggetto: comunicazione manifestazione temporanea

Dettagli

Applicazione di un sistema H.A.C.C.P.: conflitti e criticità per una corretta applicazione. geom. Paolo Foti Galleria Meravigli, 21 maggio 2015

Applicazione di un sistema H.A.C.C.P.: conflitti e criticità per una corretta applicazione. geom. Paolo Foti Galleria Meravigli, 21 maggio 2015 Applicazione di un sistema H.A.C.C.P.: conflitti e criticità per una corretta applicazione geom. Paolo Foti Galleria Meravigli, 21 maggio 2015 Il Sistema H.A.C.C.P. Il Sistema H.A.C.C.P., applicabile ad

Dettagli

Modulo notifica attività alimentare soggetta a registrazione (art.6 Reg. CE 852/2004) aggiornato al 1.3.2011

Modulo notifica attività alimentare soggetta a registrazione (art.6 Reg. CE 852/2004) aggiornato al 1.3.2011 Modulo notifica attività alimentare soggetta a registrazione (art.6 Reg. CE 852/2004) aggiornato al 1.3.2011 Spazio riservato al Comune per il protocollo A.S.L. Salerno (ex ASL Sa 2) - Dipartimento di

Dettagli

Comune di Agerola Provincia di Napoli --------

Comune di Agerola Provincia di Napoli -------- 1 Comune di Agerola Provincia di Napoli -------- SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA PER SCUOLE MATERNE REQUISITI CENTRO COTTURA ALLEGATO C LOCALI: I locali devono essere distinti l uno dall altro in funzione

Dettagli

Modello A. 1. Operatore del settore alimentare. Timbro protocollo ufficio ricevente. Data. Al SUAP del Comune di

Modello A. 1. Operatore del settore alimentare. Timbro protocollo ufficio ricevente. Data. Al SUAP del Comune di Modello A Timbro protocollo ufficio ricevente Data Al SUAP del Comune di Oggetto: Dichiarazione di inizio attività (D.I.A.) ai sensi art. 6 reg. CE 852/2004 e della determina della Regione Emilia Romagna

Dettagli

1. Operatore del settore alimentare

1. Operatore del settore alimentare Spazio per apporre il timbro di protocollo Allegato 2 alla D.G.R. 79-7605 del 26/11/2007 Data Prot. Al Comune di.. Oggetto: Denuncia di inizio attività (D.I.A.) ai sensi art. 6 Reg. CE 852/2004 (da presentare

Dettagli

Dotazioni minime strutturali

Dotazioni minime strutturali Cagliari, ASLCagI lari e Requisiti degli ambienti da adibirsi a stabilimenti per la ristorazione pubblica Ristorazione pubblica: tutte le forme di ristorazione che si svolgono in esercizi di somministrazione

Dettagli

COGNOME: NOME: cittadinanza: nato a ( ) il / / residente nel comune di ( ) CAP via/piazza n codice fiscale tel. fax e-mail

COGNOME: NOME: cittadinanza: nato a ( ) il / / residente nel comune di ( ) CAP via/piazza n codice fiscale tel. fax e-mail Al Responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell Azienda per l Assistenza Sanitaria n.1 Triestina via de Ralli, 3 34128 TRIESTE per conoscenza al Comune di. triplice copia Oggetto: comunicazione manifestazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE

REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 51 DEL 27.06.97 REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE 1.

Dettagli

COMMERCIO AL MINUTO, ALL INGROSSO, AL DETTAGLIO DI CARNI FRESCHE E PRODOTTI ITTICI (MOD. A1 A1 BIS DISTRIBUTORI - A1 TER)

COMMERCIO AL MINUTO, ALL INGROSSO, AL DETTAGLIO DI CARNI FRESCHE E PRODOTTI ITTICI (MOD. A1 A1 BIS DISTRIBUTORI - A1 TER) RELAZIONE TECNICA da allegare a NOTIFICA/COMUNICAZIONE con modelli A1 A1 BIS DISTRIBUTORI A1 TER Denominazione della Ditta Sede legale Indirizzo dell attività Descrizione dettagliata dell attività svolta:

Dettagli

P r sagr g e, fi f e i re r, fe f ste paesa s ne, ecc c. si int endon o o tut ut e quell l e manif ni e f sta st zi z oni

P r sagr g e, fi f e i re r, fe f ste paesa s ne, ecc c. si int endon o o tut ut e quell l e manif ni e f sta st zi z oni Grosseto, 03 dicembre 2015 Per sagre, fiere, feste paesane, ecc. si intendono tutte quelle manifestazioni temporanee aperte al pubblico, in cui, per periodi limitati, in occasione di eventi sportivi, religiosi,

Dettagli

Luogo di nascita: Comune Provincia Stato

Luogo di nascita: Comune Provincia Stato Allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del Comune di OSTRA NOTIFICA INIZIO ATTIVITÀ SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (ART. 6 DEL REGOLAMENTO CE N. 852/2004 E DELLA D.G.R.

Dettagli

DIPARTIMENTO PREVENZIONE VETERINARIO U.O.C. IGIENE DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE REQUISITI NECESSARI PER STRUTTURE DA ADIBIRE A: PESCHERIA

DIPARTIMENTO PREVENZIONE VETERINARIO U.O.C. IGIENE DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE REQUISITI NECESSARI PER STRUTTURE DA ADIBIRE A: PESCHERIA DIPARTIMENTO PREVENZIONE VETERINARIO U.O.C. IGIENE DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE REQUISITI NECESSARI PER STRUTTURE DA ADIBIRE A: PESCHERIA PREMESSA Con l entrata in vigore della Legge Regionale n.

Dettagli

LABORATORIO PRODUZIONE ALIMENTI: GASTRONOMIE RISTORANTI - PIZZERIE

LABORATORIO PRODUZIONE ALIMENTI: GASTRONOMIE RISTORANTI - PIZZERIE LABORATORIO PRODUZIONE ALIMENTI: GASTRONOMIE RISTORANTI - PIZZERIE Gli esercizi di produzione possono iniziare l attività con notifica di Inizio Attività ai sensi dell articolo 6 Regolamento CE 852/2004

Dettagli

Comune di. Luogo di nascita: Comune Provincia Stato

Comune di. Luogo di nascita: Comune Provincia Stato Al Dipartimento di Prevenzione della ZT n dell ASUR Allegato 2 Al Comune di NOTIFICA INIZIO ATTIVITA SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (ART. 6 DEL REGOLAMENTO CE N. 852/2004 E DELLA D.G.R.

Dettagli

ALLEGATO G: LABORATORIO DI PRODUZIONE PASTICCERIA FRESCA

ALLEGATO G: LABORATORIO DI PRODUZIONE PASTICCERIA FRESCA ALLEGATO G: LABORATORIO DI PRODUZIONE PASTICCERIA FRESCA REQUISITI NECESSARI PER STRUTTURE DA ADIBIRE A: LABORATORIO PRODUZIONE PASTICCERIA FRESCA PREMESSA Con l entrata in vigore il 07 aprile 2007 della

Dettagli

RELAZIONE TECNICA sezione 1

RELAZIONE TECNICA sezione 1 RELAZIONE TECNICA sezione 1 Identificazione dello stabilimento (esercizio) Ragione sociale Sede operativa CAP via/piazza Numero addetti previsti Tipologia di attività Lavorazioni particolari Macelleria:

Dettagli

Attività di commercio e di allevamento di animali da compagnia convenzionali (cani, gatti, furetti ) e di animali esotici

Attività di commercio e di allevamento di animali da compagnia convenzionali (cani, gatti, furetti ) e di animali esotici Servizio per le attività veterinarie Attività di commercio e di allevamento di animali da compagnia convenzionali (cani, gatti, furetti ) e di animali esotici Presentazione e riferimenti normativi: Per

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE

SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE Dir. DB2000 Sett. DB2017 Allegato n. 3 di 3 Pag. 1 ALLEGATO 3 SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE All ASL. e p.c. Al Comune di. _l_ sottoscritt in qualità di Nat a

Dettagli

COMUNICA. che presso i locali o negli spazi (stands) posti in Radda in Chianti / Gaiole in Chianti Via/Piazza/Loc...

COMUNICA. che presso i locali o negli spazi (stands) posti in Radda in Chianti / Gaiole in Chianti Via/Piazza/Loc... SERVIZIO ASSOCIATO COMUNI DI RADDA E GAIOLE IN CHIANTI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ PER SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE DI CUI AGLI ARTT. 42 e 45 DELLA L.R. 28/2005 l SOTTOSCRITT

Dettagli

RICHIESTA DI RILASCIO DI AUTORIZZAZIONE SANITARIA PER BAR E RISTORANTE (Igiene Pubblica)

RICHIESTA DI RILASCIO DI AUTORIZZAZIONE SANITARIA PER BAR E RISTORANTE (Igiene Pubblica) Marca da bollo Al Signor SINDACO DEL COMUNE di RICHIESTA DI RILASCIO DI AUTORIZZAZIONE SANITARIA PER BAR E RISTORANTE (Igiene Pubblica) Il sottoscritto Cognome Nome Codice fiscale Data di nascita Cittadinanza

Dettagli

OGGETTO: D.I.A. Sanitaria MANIFESTAZIONI TEMPORANEE (REG. CE/852/2004). L SOTTOSCRITT... NATO A IL... RESIDENTE A VIA... C.F. / P.IVA...

OGGETTO: D.I.A. Sanitaria MANIFESTAZIONI TEMPORANEE (REG. CE/852/2004). L SOTTOSCRITT... NATO A IL... RESIDENTE A VIA... C.F. / P.IVA... Al Signor Sindaco del Comune di ALPIGNANO UFFICIO POLIZIA AMMINISTRATIVA OGGETTO: D.I.A. Sanitaria MANIFESTAZIONI TEMPORANEE (REG. CE/852/2004). L SOTTOSCRITT... NATO A IL... RESIDENTE A VIA... C.F. /

Dettagli

4. acqua potabile, calda e fredda, erogata con comando non azionabile a mano nè a

4. acqua potabile, calda e fredda, erogata con comando non azionabile a mano nè a DIRETTIVA INTERASSESSORIALE DELL ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE DI CONCERTO CON L ASSESSORATO DELL IGIENE, SANITA E ASSISTENZA SOCIALE 5 aprile 2000, prot. n. 6369. Disciplina delle

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE (Deliberazione del Consiglio comunale n. 18 del 20.03.2006)

REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE (Deliberazione del Consiglio comunale n. 18 del 20.03.2006) REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE (Deliberazione del Consiglio comunale n. 18 del 20.03.2006) TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Principi Art. 2 - Definizioni Art. 3

Dettagli

DIPARTIMENTO PREVENZIONE VETERINARIO U.O.C. IGIENE DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE REQUISITI NECESSARI PER STRUTTURE DA ADIBIRE A:

DIPARTIMENTO PREVENZIONE VETERINARIO U.O.C. IGIENE DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE REQUISITI NECESSARI PER STRUTTURE DA ADIBIRE A: DIPARTIMENTO PREVENZIONE VETERINARIO U.O.C. IGIENE DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE REQUISITI NECESSARI PER STRUTTURE DA ADIBIRE A: LABORATORIO PRODUZIONE SALUMI PER LA VENDITA AL CONSUMATORE FINALE PREMESSA

Dettagli

IL DIRIGENTE. determina

IL DIRIGENTE. determina REGIONE PIEMONTE BU14 03/04/2014 Codice DB2017 D.D. 31 dicembre 2013, n. 1121 Disciplina dei complessi recettivi extra alberghieri per la preparazione e somministrazione di alimenti e bevande. Premesso

Dettagli

Comune di Follonica. Comunale di Igiene in materia di alimenti e bevande REGOLAMENTO

Comune di Follonica. Comunale di Igiene in materia di alimenti e bevande REGOLAMENTO Comune di Follonica Comunale di Igiene in materia di alimenti e bevande REGOLAMENTO REGOLAMENTO DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE =============================================================

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A. differita) PER FESTE TEMPORANEE

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A. differita) PER FESTE TEMPORANEE Da presentare in triplice copia al Comune dove si effettua la manifestazione. Copia della presente dovrà essere trattenuta dal richiedente con timbro e data del ricevimento. DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA

Dettagli

Al Comune di GROTTAMMARE (ART. 6 DEL REGOLAMENTO CE N. 852/2004 E DELLA D.G.R. N. 2232 DEL 28-12-2009) Luogo di nascita: Comune Provincia Stato

Al Comune di GROTTAMMARE (ART. 6 DEL REGOLAMENTO CE N. 852/2004 E DELLA D.G.R. N. 2232 DEL 28-12-2009) Luogo di nascita: Comune Provincia Stato 1 (modello x manifestazioni temporanee) Al Dipartimento di Prevenzione della ZT n 12 dell ASUR Al Comune di GROTTAMMARE di SAN BENEDETTO DEL TRONTO NOTIFICA INIZIO ATTIVITA SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA

Dettagli

Attività di produzione primaria: (Riquadro 2)

Attività di produzione primaria: (Riquadro 2) Denuncia di inizio attività ai fini della registrazione ai sensi dell art. 6 del Regolamento CE n. 852/2004 e dell art. 10 della Delibera del Presidente della Giunta Regionale Toscana n. 40/R del 01/ agosto

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PER LABORATORI DI PRODUZIONE LATTIERO CASEARI

SCHEDA INFORMATIVA PER LABORATORI DI PRODUZIONE LATTIERO CASEARI SCHEDA INFORMATIVA PER LABORATORI DI PRODUZIONE LATTIERO CASEARI 1 FINALITÀ DELL INTERVENTO: NUOVA ATTIVITÀ RISTRUTTURAZIONE ATTIVITÀ ESISTENTE RICONVERSIONE O AGGIUNTA TIPOLOGIA ATTIVITÀ ESISTENTE Trattasi

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE ALLEGATO A REQUISITI DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE ALLEGATO A REQUISITI DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Principi Art. 2 - Definizioni Art. 3 - Ambito di applicazione Art. 4 - Igiene del personale ed autocontrollo

Dettagli

Dir. DB2000 Sett. DB20.17 Allegato n. 1 di 5 Pag. 1. Oggetto: Notifica relativa alle attività Registrate ai sensi dell art. 6 Reg.

Dir. DB2000 Sett. DB20.17 Allegato n. 1 di 5 Pag. 1. Oggetto: Notifica relativa alle attività Registrate ai sensi dell art. 6 Reg. Dir. DB2000 Sett. DB20.17 Allegato n. 1 di 5 Pag. 1 Spazio per apporre il timbro di protocollo Dat Allegato 1 alla DD n. del Data Prot. Oggetto: Notifica relativa alle attività Registrate ai sensi dell

Dettagli

Scheda tecnica caffetteria

Scheda tecnica caffetteria BIBLIOTECANOVA CAFFETTERIA Il servizio di Caffetteria avrà in dotazione i seguenti locali e spazi esterni: A) LOCALE CAFFETTERIA - BAR RISTORO composto da un locale ubicato al piano terreno del padiglione

Dettagli

COMUNE DI NORMA REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE

COMUNE DI NORMA REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE COMUNE DI NORMA PROVINCI DI LATINA REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 22 del 19/02/2011 1 Titolo

Dettagli

MODULO DI RACCOLTA DATI MANUALE DI CORRETTA PRASSI IGIENICA HACCP

MODULO DI RACCOLTA DATI MANUALE DI CORRETTA PRASSI IGIENICA HACCP MODULO DI RACCOLTA DATI MANUALE DI CORRETTA PRASSI IGIENICA HACCP Per richiedere un preventivo per la stesura del manuale di corretta prassi igienica è necessario inserire le informazioni richieste nel

Dettagli

1. AMBITI E ORGANI DI VIGILANZA. 2. PROVVEDIMENTI DELL'AUTORITÀ SANITARIA. 3. IRREGOLARITÀ DELLE MERCI

1. AMBITI E ORGANI DI VIGILANZA. 2. PROVVEDIMENTI DELL'AUTORITÀ SANITARIA. 3. IRREGOLARITÀ DELLE MERCI 1. AMBITI E ORGANI DI VIGILANZA. I Servizi o Unità Operative di Igiene Pubblica e Veterinaria, per quanto di competenza, esercitano ai fini igienico-sanitari la vigilanza ed il controllo sulla produzione

Dettagli

Linee di indirizzo igienicosanitario. per attività nel campo degli alimenti e bevande

Linee di indirizzo igienicosanitario. per attività nel campo degli alimenti e bevande REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SANITA SERVIZIO IGIENE PUBBLICA E VETERINARIA Linee di indirizzo igienicosanitario per attività nel campo degli alimenti e bevande INDICE Premessa pag 3 1. Requisiti igienico-sanitari

Dettagli

ALLEGATO N: STRUTTURE DA ADIBIRE A RISTORANTE

ALLEGATO N: STRUTTURE DA ADIBIRE A RISTORANTE ALLEGATO N: STRUTTURE DA ADIBIRE A RISTORANTE REQUISITI NECESSARI PER STRUTTURE DA ADIBIRE A RISTORANTE PREMESSA Con l entrata in vigore il 07 aprile 2007 della Legge Regionale n 8 del 02.04.2007, in Lombardia,

Dettagli

Cittadinanza Sesso M F Codice Fiscale _. Residenza: Comune Provincia. Via/Piazza N C.A.P. Tel. Cell

Cittadinanza Sesso M F Codice Fiscale _. Residenza: Comune Provincia. Via/Piazza N C.A.P. Tel. Cell ATTIVITA DI PRODUZIONE TRASFORMAZIONE, SOMMINISTRAZIONE, VENDITA DI ALIMENTI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ai sensi dell art. 6 del Reg. Europeo 852/2004 AL SERVIZIO IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE

Dettagli

ALLEGATO B: DEPOSITO ALL INGROSSO PRODOTTI ALIMENTARI

ALLEGATO B: DEPOSITO ALL INGROSSO PRODOTTI ALIMENTARI ALLEGATO B: DEPOSITO ALL INGROSSO PRODOTTI ALIMENTARI REQUISITI GENERALI PER STRUTTURE DA ADIBIRE A DEPOSITO ALL INGROSSO PRODOTTI ALIMENTARI PREMESSA Con l entrata in vigore il 07 aprile 2007 della Legge

Dettagli

Comune di Montepulciano Provincia di Siena

Comune di Montepulciano Provincia di Siena Comune di Montepulciano Provincia di Siena REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA di ALIMENTI BEVANDE E STRUTTURE RICETTIVE Approvato con deliberazione C.C. n. 34 del 08.04.2014 www.comune.montepulciano.si.it

Dettagli

NOTIFICA INIZIO ATTIVITA SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE

NOTIFICA INIZIO ATTIVITA SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di Porto San Giorgio via Vittorio Veneto, 5-63822 PEC:protocollo@pec-comune.portosangiorgio.fm.it NOTIFICA INIZIO ATTIVITA SETTORE ALIMENTARE

Dettagli

COMUNE DI CARPI Settore A8 SPORTELLO UNICO - Commercio e Attività Economiche Via S. Manicardi 41 41012 CARPI (Modena)

COMUNE DI CARPI Settore A8 SPORTELLO UNICO - Commercio e Attività Economiche Via S. Manicardi 41 41012 CARPI (Modena) COMUNE DI CARPI Settore A8 SPORTELLO UNICO - Commercio e Attività Economiche Via S. Manicardi 41 41012 CARPI (Modena) DICHIARAZIONE INIZIO ATTIVITA ai sensi dell art. 6 del Regolamento ce 852/2004 e della

Dettagli

Spazio per apporre il timbro di protocollo

Spazio per apporre il timbro di protocollo Modello DIA semplice/differita Mod. 2 Spazio per apporre il timbro di protocollo Data Prot. [ ] Consegna a mano ufficio protocollo [ ] Posta raccomandata [ ] Consegna a mano altro ufficio preposto Al Comune

Dettagli

Dir. DA2001 Sett. DA2001 Allegato n. 1 di 1 Pagina

Dir. DA2001 Sett. DA2001 Allegato n. 1 di 1 Pagina 1 REGOLAMENTO REGIONALE RECANTE: NUOVE NORME PER LA DISCIPLINA DELLA PREPARAZIONE E SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE, RELATIVAMENTE ALL ATTIVITÀ DI BAR, PICCOLA RISTORAZIONE E RISTORAZIONE TRADIZIONALE.

Dettagli

Luogo di nascita: Comune Provincia Stato

Luogo di nascita: Comune Provincia Stato 1 Al Dipartimento di Prevenzione della ZT n dell ASUR Al Comune di DENUNCIA INIZIO ATTIVITA SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (ART. 6 DEL REGOLAMENTO CE N. 852/2004 E DELLA D.G.R. N. 339 DEL

Dettagli

COMUNE DI BIELLA SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE ****************************************************** ATTIVITA DI ACCONCIATORE - ESTETISTA

COMUNE DI BIELLA SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE ****************************************************** ATTIVITA DI ACCONCIATORE - ESTETISTA COMUNE DI BIELLA SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE ****************************************************** ATTIVITA DI ACCONCIATORE - ESTETISTA Legge 4 gennaio 1990, n. 1 Legge n. 174/2005 D.Lgs. n. 59/2010

Dettagli

Oggetto: Denuncia di Inizio attività (D.I.A.) ai sensi dell art. 6 del Reg. (CE) 852/2004 (Allegato B DDR n. 140 del 5.3.2008)

Oggetto: Denuncia di Inizio attività (D.I.A.) ai sensi dell art. 6 del Reg. (CE) 852/2004 (Allegato B DDR n. 140 del 5.3.2008) Pag. 1 di 7 Al Sig. Direttore UOC Veterinaria Area B (Igiene degli Alimenti di Origine Animale) Az.ULSS n.12 Dipartimento di Prevenzione P.le San Lorenzo Giustiniani, 11/d 30174 Zelarino Venezia (VE) Modello

Dettagli

Luogo di nascita: Comune Provincia Stato

Luogo di nascita: Comune Provincia Stato Al Dipartimento di Prevenzione della ZT n dell ASUR Marche Al Comune di NOTIFICA INIZIO ATTIVITA SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (ART. 6 DEL REGOLAMENTO CE N. 852/2004 E DELLA D.G.R. N.

Dettagli

REQUISITI IGIENICO SANITARI PER L ATTIVITÀ DI VENDITA E LAVORAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI

REQUISITI IGIENICO SANITARI PER L ATTIVITÀ DI VENDITA E LAVORAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI Dipartimento di Prevenzione S.S. Tutela Igienico Sanitaria Alimenti di Origine Animale REQUISITI IGIENICO SANITARI PER L ATTIVITÀ DI VENDITA E LAVORAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI REQUISITI IGIENICO SANITARI

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H. Borgo Garibaldi, n 12 - Albano Laziale (Roma) 06 / 93275330 fax 93275317

AZIENDA USL ROMA H. Borgo Garibaldi, n 12 - Albano Laziale (Roma) 06 / 93275330 fax 93275317 VERBALE DI SOPRALLUOGO PER LA VERIFICA DELLE ATTIVITA DEL SETTORE ALIMENTARE SOGGETTE A REGISTRAZIONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 852/2004 FARMACIE ATTIVITA : Reg. n DATI IDENTIFICATIVI : DITTA RAGIONE

Dettagli

DISTRETTO DI. OGGETTO: Domanda di Autorizzazione Sanitaria ai sensi dell art. 2 della legge 30/04/1962 n 283. Il/la sottoscritto/a. Residente in.(.

DISTRETTO DI. OGGETTO: Domanda di Autorizzazione Sanitaria ai sensi dell art. 2 della legge 30/04/1962 n 283. Il/la sottoscritto/a. Residente in.(. mod. AS30A Marca da Bollo AL DIRETTORE GENERALE DELL AZIENDA SANITARIA DELLA PROVINCIA DI LECCO Corso Carlo Alberto 120 23900 LECCO - DISTRETTO DI. OGGETTO: Domanda di Autorizzazione Sanitaria ai sensi

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione Struttura Complessa di Igiene e Sanità Pubblica. Tecnico della Prevenzione Arnaldi Roberta

Dipartimento di Prevenzione Struttura Complessa di Igiene e Sanità Pubblica. Tecnico della Prevenzione Arnaldi Roberta Dipartimento di Prevenzione Struttura Complessa di Igiene e Sanità Pubblica Tecnico della Prevenzione Arnaldi Roberta Tatuaggi, piercing e trucco permanente Quali sono i riferimenti normativi riguardanti

Dettagli

Al Comune di Pescara Servizio S.U.A.P. Sportello Unico per le Attività Produttive, Commercio ed Artigianato Piazza Duca d Aosta n.

Al Comune di Pescara Servizio S.U.A.P. Sportello Unico per le Attività Produttive, Commercio ed Artigianato Piazza Duca d Aosta n. timbro protocollo responsabile del procedimento data ricezione prot. gen. n. del prot. SUAP n parte da compilarsi esclusivamente a cura del Comune data modulistica: SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA Mod. SOT1

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE D IGIENE

REGOLAMENTO COMUNALE D IGIENE COMUNE DI CARMIGNANO (Prov. di Prato) REGOLAMENTO COMUNALE D IGIENE in materia di alimenti e bevande INDICE TITOLI I: Disposizioni Generali Art. 1 Campo di applicazione Art. 2 Definizione Art. 3 Autocontrollo

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e Nutrizione

Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e Nutrizione A cura dei Medici di Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione della ASL di Carbonia: Gian Mauro Vinci, Gabriella Carta, Cesare Gradoli, Gabriella Pitzalis,. Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli

Dettagli

ALLEGATO E: LABORATORIO DI PANIFICAZIONE

ALLEGATO E: LABORATORIO DI PANIFICAZIONE ALLEGATO E: LABORATORIO DI PANIFICAZIONE REQUISITI NECESSARI PER STRUTTURE DA ADIBIRE A: LABORATORIO di PANIFICAZIONE PREMESSA Con l entrata in vigore il 07 aprile 2007 della Legge Regionale n 8 del 02.04.2007,

Dettagli

Comune di Torrita di Siena Provincia di Siena REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI, BEVANDE E STRUTTURE RICETTIVE

Comune di Torrita di Siena Provincia di Siena REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI, BEVANDE E STRUTTURE RICETTIVE Comune di Torrita di Siena Provincia di Siena REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI, BEVANDE E STRUTTURE RICETTIVE Approvato con Delibera Consiglio Comunale n. 32 del 28 giugno 2007 INDICE

Dettagli

TITOLO VIII - VIGILANZA SULLE ATTIVITÀ SANITARIE IN MATERIA DI IGIENE, SANITÀ PUBBLICA E TUTELA AMBIENTALE

TITOLO VIII - VIGILANZA SULLE ATTIVITÀ SANITARIE IN MATERIA DI IGIENE, SANITÀ PUBBLICA E TUTELA AMBIENTALE TITOLO VIII - VIGILANZA SULLE ATTIVITÀ SANITARIE IN MATERIA DI IGIENE, SANITÀ PUBBLICA E TUTELA AMBIENTALE CAPO I - ESERCIZIO DELLE PROFESSIONI SANITARIE, DELLE PROFESSIONI SANITARIE AUSILIARIE Art. 189

Dettagli

DICHIARAZIONE INIZIO ATTIVITA SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (Art. 6 Regolamento CE n. 852/04 e D.G.R. n. 275 del 16.05.

DICHIARAZIONE INIZIO ATTIVITA SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (Art. 6 Regolamento CE n. 852/04 e D.G.R. n. 275 del 16.05. Al Direttore del Dipartimento di Prevenzione dell Azienda USL per il tramite del Comune di DICHIARAZIONE INIZIO ATTIVITA SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (Art. 6 Regolamento CE n. 852/04

Dettagli

Allegato G. A) Requisiti-tipo locale di vendita alimenti

Allegato G. A) Requisiti-tipo locale di vendita alimenti Allegato G REQUISITI FUNZIONALI E IMPIANTISTICI DEI LOCALI DEGLI ESERCIZI DI PRODUZIONE, PREPARAZIONE, DEPOSITO, TRASPORTO, VENDITA E SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE. (Artt. 194, 195, 196, 198,

Dettagli

Luogo di nascita: Comune Provincia Stato

Luogo di nascita: Comune Provincia Stato 1 Al Dipartimento di Prevenzione della ZT n dell ASUR Al Comune di DENUNCIA INIZIO ATTIVITA SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (ART. 6 DEL REGOLAMENTO CE N. 852/2004 E DELLA D.G.R. N. 339 DEL

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome:

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome: AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

SCIA- SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ. NOTIFICA REGISTRAZIONE SANITARIA (ai sensi del Regolamento CE n.

SCIA- SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ. NOTIFICA REGISTRAZIONE SANITARIA (ai sensi del Regolamento CE n. Al DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE AZIENDA USL DI PROSINONE S.S. Ispezione degli alimenti di o.a. Distretto per il tramite del COMUNE di SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE (SUAP) NUOVA ATTIVITÀ SCIA-

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 2 13.8.2004 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 33 SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 3 agosto 2004, n. 46/R Regolamento di attuazione della

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DA ALLEGARE ALLA NOTIFICA SANITARIA

RELAZIONE TECNICA DA ALLEGARE ALLA NOTIFICA SANITARIA RELAZIONE TECNICA DA ALLEGARE ALLA NOTIFICA SANITARIA Il sottoscritto/a nato/a a il di nazionalità residente a Via Codice fiscale Tel. in qualità di della ditta/società con sede legale in Via Codice fiscale

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PER RICHIESTE DI CONCESSIONE EDILIZIA, AUTORIZZAZIONE E PER NOTIFICA DI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI

SCHEDA INFORMATIVA PER RICHIESTE DI CONCESSIONE EDILIZIA, AUTORIZZAZIONE E PER NOTIFICA DI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI 1 ALLA A.S.P. DI DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Per il tramite del SUAP del Comune di SCHEDA INFORMATIVA PER RICHIESTE DI CONCESSIONE EDILIZIA, AUTORIZZAZIONE E PER NOTIFICA DI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI Ditta

Dettagli

TITOLO IV - TUTELA IGIENICA DI ALIMENTI BEVANDE - PRODOTTI FITOSANITARI

TITOLO IV - TUTELA IGIENICA DI ALIMENTI BEVANDE - PRODOTTI FITOSANITARI TITOLO IV - TUTELA IGIENICA DI ALIMENTI BEVANDE - PRODOTTI FITOSANITARI CAPO I - VIGILANZA, ISPEZIONI, CONTROLLI, ACCERTAMENTI Art. 89 Vigilanza. 1. Il Servizio d Igiene Pubblica ed il Servizio Veterinario,

Dettagli

DELIBERE REGIONALI SULLA SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE HACCP Situazione aggiornata ad ottobre 2000

DELIBERE REGIONALI SULLA SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE HACCP Situazione aggiornata ad ottobre 2000 DELIBERE REGIONALI SULLA SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE HACCP Situazione aggiornata ad ottobre 2000 L' articolo 10, comma 5, della legge 21 dicembre 1999 n. 526 " Legge comunitaria per il 1999 ", prevede

Dettagli

STANDARD IGIENIC0/ EDILIZI DI RIFERIMENTO PER LE ATTIVITA DI PRODUZIONE, PREPARAZIONE, SOMMINISTRAZIONE, DEPOSITO E VENDITA DI ALIMENTI E BEVANDE

STANDARD IGIENIC0/ EDILIZI DI RIFERIMENTO PER LE ATTIVITA DI PRODUZIONE, PREPARAZIONE, SOMMINISTRAZIONE, DEPOSITO E VENDITA DI ALIMENTI E BEVANDE DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SOS Dpt Igiene Alimenti e Nutrizione V.le Tre Martiri, 89-45100 Rovigo 0425393763/64 0425394708 E-mail: sian.ro@azisanrovigo.it 1^ VERSIONE SETTEMBRE 2008 STANDARD IGIENIC0/

Dettagli

COMUNE DI CASOLE D ELSA

COMUNE DI CASOLE D ELSA COMUNE DI CASOLE D ELSA Provincia di Siena Servizio Attività Economiche e Turismo REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE IN MATERIA DI ALIMENTI E BEVANDE E DELLE STRUTTURE RICETTIVE DELIBERA C.C. n. 16 del 29/03/2006

Dettagli

REGOLAMENTO DI IGIENE IN MATERIA di ALIMENTI BEVANDE E STRUTTURE RICETTIVE

REGOLAMENTO DI IGIENE IN MATERIA di ALIMENTI BEVANDE E STRUTTURE RICETTIVE AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI SIENA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO - COORDINAMENTO PROVINCIALE S.U.A.P. REGOLAMENTO DI IGIENE IN MATERIA di ALIMENTI BEVANDE E STRUTTURE RICETTIVE Aggiornamento 2012 1. Stesura

Dettagli

Requisiti Minimi Igienico-Sanitari per le Attività di somministrazione e vendita di Prodotti Alimentari

Requisiti Minimi Igienico-Sanitari per le Attività di somministrazione e vendita di Prodotti Alimentari REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI VIBO VALENTIA Via Dante Alighieri - 89900 Vibo Valentia Part. IVA n 02866420793 DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Direttore dott. Cesare Pasqua Via D. Alighieri-

Dettagli

D.I.A. SEMPLICE (l'attività inizia il giorno dichiarato purché successivo alla data di presentazione della notifica)

D.I.A. SEMPLICE (l'attività inizia il giorno dichiarato purché successivo alla data di presentazione della notifica) TUTTI I SETTORI ALIMENTARI (ESCLUSO IL TRASPORTO ALIMENTI) DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' (D.I.A.) SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE ART. 6 REGOLAMENTO CE N. 852/04 E D.G.R. N. 275 DEL 16.05.2006)

Dettagli