REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L UTILIZZO DI AREE DESTINATE A CIRCHI EQUESTRI, SPETTACOLI VIAGGIANTI E PARCHI DIVERTIMENTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L UTILIZZO DI AREE DESTINATE A CIRCHI EQUESTRI, SPETTACOLI VIAGGIANTI E PARCHI DIVERTIMENTO"

Transcript

1 REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L UTILIZZO DI AREE DESTINATE A CIRCHI EQUESTRI, SPETTACOLI VIAGGIANTI E PARCHI DIVERTIMENTO Allegato alla Deliberazione del Commissario Prefettizio n. 30 del 28 marzo 2008 In vigore dal 1 maggio

2 REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L UTILIZZO DI AREE DESTINATE A CIRCHI EQUESTRI, SPETTACOLI VIAGGIANTI E PARCHI DIVERTIMENTO (LEGGE , N. 337) Titolo I Art. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente regolamento, emanato ai sensi dell art. 9, comma 5, della legge , n. 337, disciplina le modalità di concessione delle aree idonee all installazione di circhi, delle attività dello spettacolo viaggiante e dei parchi di divertimento, individuabili ai sensi dello stesso art. 9, comma A tale scopo ed in attuazione dell articolo 9 della citata legge, il Comune di San Cesareo con il presente Regolamento individua i seguenti siti: - spazio dell ex compendio CO.TRA.L compreso tra la farmacia comunale e Via del Carzolese (come meglio identificato nell allegata planimetria sub B ), per quanto concerne esclusivamente spettacoli viaggianti e parchi divertimento. - Area compresa tra Via Maremmana III^ e Via di Campo Gillaro (zona ex CPO) (come meglio identificato nell allegata planimetria sub C ),, per quanto concerne i circhi equestri. - Piazza Giulio Cesare e Area La Villetta per gli spettacoli viaggianti ed i parchi divertimento che non occupano più di 20 mq e solo in coincidenza di feste, sagre e manifestazioni di pubblico richiamo. Art. 2 Competenza generali 1. I procedimenti di cui al presente regolamento richiedono l adozione di atti e provvedimenti di competenza di vari e diversi Settori Organizzativi. 2. In particolare, le competenza sono così ripartite: a) Settore II Urp -, che si occupa di ricevere le domande e di attivare i procedimenti richiesti svolgendo attività di impulso presso gli uffici interessati al fine di ottenere tutti i nulla-osta e le licenze richieste. Si occupa anche del rilascio del provvedimento definitivo comprensivo di tutti i pareri, nullaosta e licenze; b) Settore VI Ufficio gestione e manutenzione del patrimonio -, che si occupa di verificare, mediante rilascio di apposito nulla-osta, l idoneità della richiesta sotto il profilo della disponibilità e della idoneità all uso, tenendo conto delle strutture da allestire; c) Settore VIII Ufficio Commercio cui spetta la competenza a verificare il rispetto dei requisiti di cui ai successivi artt. 3, comma 3, ed 8, comma 5, nonché a concedere le relative licenze. 2

3 d) Settore IV Ufficio Tributi -, cui spetta la competenza ad autorizzare le occupazioni del suolo pubblico mediante l emanazione dei relativi provvedimenti autorizzatori; e) Settore VII Polizia locale cui spetta il compito di rilasciare il nulla-osta in materia di viabilità oltre che tutti i compiti connessi alle funzioni di controllo del rispetto delle disposizioni del presente Regolamento da parte degli operatori. 3. In sede di prima attuazione del presente Regolamento, il Responsabile dell Urp procede a predisporre un modello unico di richiesta, da mettere a disposizione degli operatori e degli uffici interessati, sul quale devono apporsi gli esiti di tutti i subprocedimenti di competenza dei vari Uffici che intervengono nel procedimento. 4. Le fasi del procedimento in esame vengono meglio descritte nell allegato A al presente Regolamento. 5. In ogni caso, fermo restando il rispetto dei principi stabiliti dal presente Regolamento, l amministrazione potrà adottare modalità procedimentali integrative in sede di conferenza di servizio dei Responsabili dei Settori Organizzativi interessati dalla materia al fine di migliorare la gestione dei procedimenti concessori. Titolo II C I R C H I Art. 3 Richieste di aree - 1. Le richieste devono essere compilate su apposito modulo comunale ed indirizzate al Comune di San Cesareo Ufficio relazioni con il Pubblico - almeno 45 giorni prima della data di inizio dell attività, firmate dai richiedenti in possesso della licenza annuale rilasciata, ai sensi dell art. 69 del T.U.L.P.S. n. 773/1931, dal Comune di residenza o di sede legale (in caso di società). 2. Le domande che pervengono dopo il termine di cui al comma 1 del presente articolo saranno considerate fuori termine e quindi archiviate. Della data farà fede il timbro del protocollo comunale. 3. La domanda, in bollo, deve recare, a pena di inammissibilità, gli estremi della licenza, le generalità complete del titolare o legale rappresentante, il codice fiscale e/o partita iva, la residenza o sede legale, eventuale recapito alternativo, la delimitazione specifica dello spazio da occupare ed il periodo per cui si richiede la concessione, compreso quello occorrente per il montaggio e smontaggio del circo, la copia della polizza assicurativa per responsabilità civile verso terzi, la certificazione di collaudo annuale effettuata da tecnico abilitato sulla idoneità delle strutture portanti, degli apparati meccanici, idraulici ed elettrici, ai sensi del Decreto del Ministero dell Interno 19/08/1996. La domanda deve inoltre indicare, a pena di inammissibilità: il numero dei dipendenti, le dimensioni del tendone, il numero dei posti e la denominazione del circo 3

4 prevista nella licenza. Alla domanda va, infine, allegata, a pena di inammissibilità, la copia del relativo contratto di fornitura di energia elettrica per il circo da autorizzare in San Cesareo oppure apposita autodichiarazione, nei modi e nelle forme di legge, in cui il richiedente dichiara di fornirsi autonomamente di energia elettrica (es. possesso di gruppi elettrogeni ecc.). 4. il Responsabile del Settore VIII^, competente in materia, provvede a rilasciare la relativa licenza a dare spettacoli circensi in tendone dopo aver effettuato adeguata istruttoria sulla documentazione che deve essere contenuta nella richiesta di cui al precedente comma 3 e dopo l avvenuto rilascio del nulla osta alla concessione dell area da parte del Responsabile del Settore VI. 5. Anche per le occupazioni di suolo privato dovrà essere presentata domanda al Comune allegando l autorizzazione del proprietario dell area interessata Art. 4 - Concessione delle aree - 1. L utilizzo delle aree individuate dal presente regolamento viene autorizzato a seguito dell esito positivo dei subprocedimenti di cui all allegato A al presente regolamento, nei termini ivi previsti. 2. Il provvedimento finale viene rilasciato previa verifica dell assolvimento degli obblighi tributari presso il competente ufficio comunale, in relazione allo spazio utilizzato ed alla durata. 3. Accordata una concessione non se ne potrà rilasciare una seconda se non successivamente alla fine della durata della prima. Art. 5 - Cauzione - Almeno 5 giorni prima dell inizio dell attività, il titolare o legale rappresentante del circo dovrà versare, a garanzia dei danni che può subìre il suolo pubblico per effetto dell occupazione e delle operazioni di pulizia dell area, un apposita cauzione, dell importo di 1.000,00 (mille/00), mediante polizza fideiussoria, o polizza assicurativa o ancora depositando un assegno circolare presso l Ufficio economato. Art. 6 - Concomitanza di domande - 1. Nel caso di più domande che riguardino lo stesso periodo verrà concessa l area al circo con più addetti. A parità di addetti sarà preferito il circo di più recente costituzione. Per recente costituzione si intende un circo in possesso di autorizzazione da meno di tre anni. 2. Nel caso che più circhi con il medesimo numero di addetti, nessuno dei quali sia di recente costituzione, richiedano lo stesso periodo, verrà data priorità al circo assente nel Comune da più tempo, in modo da garantire il rispetto del generale principio di rotazione. 3. In via residuale, si applicherà il criterio della priorità di presentazione delle domande. 4

5 TITOLO III^ SPETTACOLI VIAGGIANTI E PARCHI DIVERTIMENTI Art. 7 - Domanda di concessione - 1. Le richieste di concessione di aree devono essere indirizzate al Comune almeno 30 giorni prima della data di inizio dell attività firmate dai richiedenti in possesso della licenza annuale di cui all art. 69 del T.U.L.P.S. n. 773/1931 rilasciata dal Comune di residenza o di sede legale (in caso di società). Le domande che pervengono dopo il termine indicato al periodo precedente del presente articolo saranno considerate fuori termine e quindi archiviate. Della data farà fede il timbro del protocollo comunale. 2. La domanda, in bollo, deve recare, a pena di inammissibilità, gli estremi della licenza, le generalità complete del titolare o legale rappresentante, il codice fiscale e/o partita iva, la residenza o sede legale, eventuale recapito alternativo, la delimitazione specifica dello spazio da occupare ed il periodo per cui si richiede la concessione, compreso quello occorrente per il montaggio e smontaggio delle attrezzature. La domanda deve inoltre indicare, a pena di inammissibilità, la denominazione dell attrazione prevista nella licenza, la copia della polizza assicurativa per responsabilità civile verso terzi, la certificazione di collaudo annuale effettuata da tecnico abilitato sulla idoneità delle strutture portanti, degli apparati meccanici, idraulici ed elettrici, ai sensi del Decreto del Ministero dell Interno 19/08/1996. Alla domanda va, infine, allegata, a pena di inammissibilità, la copia del relativo contratto di fornitura di energia elettrica per lo spettacolo da autorizzare in San Cesareo oppure apposita autodichiarazione, nei modi e nelle forme di legge, in cui il richiedente dichiara di fornirsi autonomamente di energia elettrica (es. possesso di gruppi elettrogeni ecc.). 3. Il Responsabile del Settore VIII^, competente in materia, provvede a rilasciare la relativa licenza a dare spettacoli viaggianti dopo aver effettuato adeguata istruttoria sulla documentazione che deve essere contenuta nella richiesta di cui al precedente comma 2 e dopo l avvenuto rilascio del nulla osta alla concessione dell area da parte del Responsabile del Settore VI. 4. Anche per le occupazioni di suolo privato dovrà essere presentata domanda al Comune allegando l autorizzazione del proprietario dell area interessata. Art. 8 Disposizioni sulle aree - 1. L utilizzo delle aree individuate dal presente regolamento viene autorizzato a seguito dell esito positivo dei subprocedimenti di cui all allegato A al presente regolamento, nei termini ivi previsti. 5

6 2. La concessione viene rilasciata previa verifica dell assolvimento degli obblighi tributari presso il competente ufficio comunale, in relazione allo spazio utilizzato ed alla durata. 3. Le concessioni sono rilasciate per un periodo massimo di 15 giorni. E sse sono inoltre rilasciate allo stesso operatore a non meno di 60 giorni l una dall altra. 4. In occasioni di feste, sagre o altre riunioni particolari di persone possono rilasciarsi, fino ad esaurimento degli spazi nelle aree individuate, più concessioni. Art. 9 - Cauzioni - Almeno 5 gironi prima dell inizio dell attività, il titolare della concessione dell area dovrà versare, a garanzia dei danni che può subìre il suolo pubblico per effetto dell occupazione e delle operazioni di pulizia dell area, una cauzione, mediante polizza fideiussoria, o polizza assicurativa o mediante deposito di apposito assegno circolare presso l Ufficio economato, nelle seguenti misure: - 100,00 (cento/00) per spettacoli viaggianti di modeste dimensioni che non occupano più di 20 mq (es. giostrine per bambini); - 250,00 (duecentocinquanta/00) per spettacoli viaggianti che occupano dai 31 ai 60 mq; - 500,00 (Cinquecento/00) per spettacoli viaggianti che occupano più di 60 mq. Art Concomitanza di domande - Nel caso di più domande di spettacoli viaggianti che riguardino lo stesso periodo, verrà data priorità al richiedente che risulti assente nel Comune da più tempo in modo da garantire il rispetto del generale principio di rotazione. TITOLO IV^ DISPOSIZIONI COMUNI E FINALI Art Disposizioni igieniche e di sicurezza - Le concessioni sono subordinate ai seguenti obblighi: a) divieto assoluto di subconcessione; b) l uso di altoparlanti e impianti di amplificazione è consentito solo a basso volume; c) l attività serale potrà essere protratta secondo le prescrizioni dell autorità di Pubblica Sicurezza; d) Il Comune declina ogni responsabilità in caso di danni verso terzi per diritti e ragioni degli stessi. Eventuali inadempienze saranno segnalate al Dipartimento dello Spettacolo del Ministero per i Beni e le attività Culturali, al Comune che ha rilasciato la licenza 6

7 annuale e, per conoscenza, all Associazione di categoria maggiormente rappresentativa. Art. 12 -Sgombero dell area - 1. Allo scadere del termine della concessione il titolare della concessione dispone di 24 ore di tempo per lo sgombero dell area, che dovrà essere lasciata in perfetto ordine e pulizia pena l incameramento definitivo della cauzione, che avviene con apposita determinazione dirigenziale da parte del Responsabile del Settore competente per materia. 2. Il Comando di polizia locale provvede a verificare il rispetto della disposizione di cui al comma 1 redigendo apposito verbale da trasmettere sia al Settore VI, ove si rilevino eventuali danni al patrimonio, che all ufficio economato. 3. Il concessionario risponderà degli eventuali danni al suolo pubblico con l incorporazione della cauzione in proporzione al danno valutato dal Responsabile del Settore VI^ - Ufficio Patrimonio -, fermo restando il recupero delle eventuali spese ulteriormente necessarie in caso di insufficienza della somma versata. 4. Il Responsabile del Settore in cui è incardinato l ufficio economato procede all incameramento della cauzione a seguito dell esito delle verifiche di cui a precedenti commi 2 e 3. Constatato invece il rispetto delle disposizioni di cui al comma 1 si provvederà alla restituzione della cauzione versata. Art Revoca 1. L amministrazione, in caso di sopravvenute esigenze di pubblico interesse o di gravi inadempimenti della concessionaria dell area, può revocare la concessione con provvedimento del Settore VI Ufficio Patrimonio il quale procede alla revoca del precedente nullaosta rilasciato, atto presupposto della concessione finale, dopo aver sentito la Giunta comunale che deve esprimersi con apposita delibera di indirizzo contenente le motivazioni di pubblico interesse o delle inadempienze accertate. 2. A tale scopo, ciascun Responsabile interessato per materia segnala alla Giunta comunale eventuali inadempienze che possono dar luogo alla revoca del provvedimento finale. Art Obblighi per l occupazione del suolo pubblico - I concessionari sono tenuti a versare il canone per l occupazione del suolo pubblico in attuazione del vigente regolamento comunale e con l applicazione di tutte le riduzioni di legge, dovendosi escludere qualsiasi aumento tariffario in occasione di fiere, mostre o festeggiamenti così come previsto dall art. 10 della legge n. 337 del

8 Art. 15 Affissioni 1. Oltre gli appositi spazi, i manifesti pubblicitari di varie dimensioni potranno essere collocati su tabelloni pubblicitari di varia grandezza in piazzole, giardini, plance poste su pali, ecc. 2. Tutto il materiale pubblicitario, e relativi sostegni, dovrà essere rimosso entro le 24 ore successive la termine dell attività. L inosservanza di detta norma, o l effettuazione di affissione indiscriminata, comporta la non restituzione della cauzione, o parte di essa, a seconda dell entità dell infrazione. 3. Il Comando di polizia locale, cui deve attribuirsi la competenza generale ad esercitare le forme di prevenzione e repressione di tutte le forme di affissioni abusive sul territorio comunale, provvede ad effettuare, con cadenza settimanale, assidue ed omogenee azioni di controllo ed a comminare le relative sanzioni. Il Comandante della polizia locale mensilmente invia al Sindaco ed al Direttore generale un report riepilogativo delle attività intraprese indicando anche le zone di intervento. Art. 16 Aggiornamento elenco aree - L elenco delle aree disponibili deve essere aggiornato almeno una volta all anno a cura del Responsabile del Settore VI^ - Ufficio Patrimonio -. Art. 17 Sanzioni - 1. L esercizio abusive dell attività di spettacolo viaggiante è sanzionata ai sensi dell articolo 666 del codice penale, come modificato dall articolo 49 del decreto legislativo 30/12/1999, n Tutte le violazioni al presente regolamento per le quali non sia altrimenti disposto dalla legge sono punite con la sanzione amministrativa compresa tra 166,00 (centossessantasei/00) ed 500,00 (Cinquecento/00), ai sensi dell articolo 7bis del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e del vigente Regolamento comunale sull applicazione delle sanzioni amministrative approvato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 15 del 25/01/2005, assunta con i poteri del Consiglio comunale. Resta ferma l applicazione della legge 689/ Al rispetto di tali prescrizioni provvede il Comando di polizia locale. Art Disposizioni finali - 1. Per quanto non espressamente previsto nel presente regolamento e nei provvedimenti ad esso collegati si fa rinvio alla normativa vigente ed, in quanto applicabili, alle norme consuetudinarie riconosciute sia dal Comune che dalle organizzazioni di categoria degli operatori. 8

9 2. Le disposizioni comunali in contrasto con il presente regolamento devono ritenersi abrogate per effetto dell entrata in vigore di quest ultimo. 9

10 ALLEGATO A CRONOPROGRAMMA DEI SUBPROCEDIMENTI Entro tre giorni dal ricevimento della richiesta di concessione dell area, l Urp, dopo aver verificato l ammissibilità della richiesta quanto al rispetto dei termini di cui all articolo 3, comma 1, e 7, comma 1, trasmette copia della stessa a tutti gli Uffici interessati dal procedimento. Entro tre giorni (lavorativi) dal ricevimento della richiesta, il Responsabile del Settore VI rilascia (o denega motivatamente) il nullaosta che autorizza la concessione delle aree avendone verificato la effettiva disponibilità e l idoneità all uso, tenendo conto della tipologia delle strutture che il richiedente intende allestire. Il modulo unico, di cui all articolo 2, comma 3 del presente regolamento, munito del relativo nulla osta, viene trasmesso nello stesso arco temporale di tre giorni al Settore VII per il prosieguo dell iter. In caso di diniego, il Responsabile del Settore VI ne trasmette copia all Urp. Entro tre giorni (lavorativi) dall avvenuto ricevimento della pratica, il Responsabile del Settore VII provvede al rilascio del relativo nulla osta in materia di viabilità ed a trasmettere il modulo unico al Settore VIII per il prosieguo dell iter. In caso di diniego del nulla osta per motivi di viabilità, il Responsabile del Settore VII ne trasmette copia all Urp. Entro 7 giorni (lavorativi) dall avvenuto ricevimento della pratica, il Responsabile del Settore VIII procede agli atti di sua competenza, meglio descritti negli articoli 3, comma 3, e 7, comma 3, del presente regolamento. Ultimata positivamente l istruttoria in merito alla richiesta di licenza, il Responsabile del Settore VIII ne dà comunicazione al Responsabile del Settore IV il quale, entro tre giorni dal ricevimento della detta comunicazione di esito positivo dell istruttoria, procede agli atti di sua competenza necessari all assolvimento degli obblighi tributari da parte dei richiedenti. La licenza, che deve rilasciarsi a condizione dell avvenuto pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico, viene trasmessa all Urp congiuntamente al modulo unico, munito dell autorizzazione del Responsabile del Settore IV per il prosieguo dell iter. Nel caso invece che le attività istruttorie compiute dal Responsabile del Settore VIII dessero esito negativo, quest ultimo trasmette il proprio diniego all Urp. Concluso l iter procedimentale, l Urp provvede al rilascio del modulo unico che costituisce il provvedimento concessorio finale in cui sono riportati tutti gli esiti dei subprocedimenti amministrativi di competenza dei vari uffici ed a cui viene, altresì, allegata la licenza agli spettacoli di competenza del Settore VIII. Il ritiro del provvedimento finale, corredato della relativa licenza, da parte del richiedente è condizionato al contestuale deposito presso l Urp delle polizze di cui agli articoli 5 e 9. 10

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DEI CIRCHI EQUESTRI, DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO E DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI (Legge 18 marzo 1968, n.

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DEI CIRCHI EQUESTRI, DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO E DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI (Legge 18 marzo 1968, n. COMUNE DI FARA GERA D ADDA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DEI CIRCHI EQUESTRI, DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO E DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI (Legge 18 marzo 1968, n. 337) Approvato

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DELLE AREE A FAVORE DEGLI ESERCENTI LE ATTIVITA DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE E CIRCENSE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DELLE AREE A FAVORE DEGLI ESERCENTI LE ATTIVITA DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE E CIRCENSE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DELLE AREE A FAVORE DEGLI ESERCENTI LE ATTIVITA DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE E CIRCENSE approvato con delibera di C.C. n. 54 del 02.07.1998 Art. 1 Norme generali

Dettagli

2 - Il carattere della mobilità dell attrezzatura non è escluso dalla circostanza che la medesima sia collegata al suolo in modo non precario.

2 - Il carattere della mobilità dell attrezzatura non è escluso dalla circostanza che la medesima sia collegata al suolo in modo non precario. 1 Regolamento per la concessione delle aree disponibili per l installazione dei Circhi, delle Attività dello spettacolo viaggiante e dei Parchi di divertimento. ART. 1 - SCOPO DEL REGOLAMENTO 1- Il presente

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO REGOLAMENTO

COMUNE DI BRUGHERIO REGOLAMENTO COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MILANO) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE AREE COMUNALI ALLE ATTIVITA DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE E AI PARCHI DI DIVERTIMENTO AI SENSI DELL ART. 9-5 COMMA- DELLA LEGGE

Dettagli

Regolamento comunale per l assegnazione delle aree agli spettacoli viaggianti,circhi e simili

Regolamento comunale per l assegnazione delle aree agli spettacoli viaggianti,circhi e simili Regolamento comunale per l assegnazione delle aree agli spettacoli viaggianti,circhi e simili [Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 141 del 26/11/2009] ART.1 FINALITA 1. Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E LA SOSTA DI CIRCHI, LUNA PARK E SPETTACOLI VIAGGIANTI IN GENERE SUL

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E LA SOSTA DI CIRCHI, LUNA PARK E SPETTACOLI VIAGGIANTI IN GENERE SUL REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E LA SOSTA DI CIRCHI, LUNA PARK E SPETTACOLI VIAGGIANTI IN GENERE SUL TERRITORIO COMUNALE. Approvato con deliberazione di C.C. n. 66 del 30.11.1999. Comune di Cusano Milanino

Dettagli

Via G. Matteotti, 154 cap. 40018 San Pietro in Casale BO) WWW.COMUNE.SAN-PIETRO-IN-CASALE.BO.IT

Via G. Matteotti, 154 cap. 40018 San Pietro in Casale BO) WWW.COMUNE.SAN-PIETRO-IN-CASALE.BO.IT Comune di San Pietro in Casale Via G. Matteotti, 154 cap. 40018 San Pietro in Casale BO) WWW.COMUNE.SAN-PIETRO-IN-CASALE.BO.IT Regolamento per la concessione delle aree disponibili per la installazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE AREE DISPONIBILI PER LA INSTALLAZIONE DEI CIRCHI E DELLE ATTIVITÀ DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE AREE DISPONIBILI PER LA INSTALLAZIONE DEI CIRCHI E DELLE ATTIVITÀ DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE. COMUNE DI TORINO DI SANGRO C.A.P. 66020 PROVINCIA DI CHIETI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE AREE DISPONIBILI PER LA INSTALLAZIONE DEI CIRCHI E DELLE ATTIVITÀ DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE. INDICE SOMMARIO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DI ATTIVITA DI SPETTACOLO VIAGGIANTE PRESSO AREE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DI ATTIVITA DI SPETTACOLO VIAGGIANTE PRESSO AREE COMUNALI ALLEGATO B) ALLA DELIBERAZIONE DI C.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 5.3.2012 N. 45/86570 P.G. COMUNE DI BRESCIA REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DI ATTIVITA DI SPETTACOLO VIAGGIANTE PRESSO

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DELL AREA PER LA INSTALLAZIONE DI CIRCHI ED ATTENDAMENTO ANIMALI AL SEGUITO

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DELL AREA PER LA INSTALLAZIONE DI CIRCHI ED ATTENDAMENTO ANIMALI AL SEGUITO DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DELL AREA PER LA INSTALLAZIONE DI CIRCHI ED ATTENDAMENTO ANIMALI AL SEGUITO Art. 1 : Disposizioni generali Si definiscono ATTIVITA CIRCENSI quelle previste dalla legge 18

Dettagli

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI SERVIZIO RELATIVA ALL AREA DI PARCHEGGIO PUBBLICO DI PIAZZA SASSI. Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente

Dettagli

SEGNALAZIONE UNICA PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ NELL AMBITO DI SAGRE, FIERE, FESTE E ALTRE MANIFESTAZIONI A CARATTERE TEMPORANEO

SEGNALAZIONE UNICA PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ NELL AMBITO DI SAGRE, FIERE, FESTE E ALTRE MANIFESTAZIONI A CARATTERE TEMPORANEO SEGNALAZIONE UNICA PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ NELL AMBITO DI SAGRE, FIERE, FESTE E ALTRE MANIFESTAZIONI A CARATTERE TEMPORANEO Il sottoscritto Cognome Nome Nato a il Residente a via n. CAP Tel. C.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI AREE COMUNALI AI CIRCHI EQUESTRI, AGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI E AI PARCHI DI DIVERTIMENTO

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI AREE COMUNALI AI CIRCHI EQUESTRI, AGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI E AI PARCHI DI DIVERTIMENTO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI AREE COMUNALI AI CIRCHI EQUESTRI, AGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI E AI PARCHI DI DIVERTIMENTO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 133 del 20.11.1968, esecutiva

Dettagli

(PROVINCIA DI ROMA) MANIFESTAZIONE OCCASIONALE DI PUBBLICO SPETTACOLO DOMANDA NUOVA AUTORIZZAZIONE

(PROVINCIA DI ROMA) MANIFESTAZIONE OCCASIONALE DI PUBBLICO SPETTACOLO DOMANDA NUOVA AUTORIZZAZIONE CITTÀ DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA) Marca Bollo 16,00 AL S.U.A.P. Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di Fiumicino MANIFESTAZIONE OCCASIONALE DI PUBBLICO SPETTACOLO DOMANDA NUOVA AUTORIZZAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI SPETTACOLI VIAGGIANTI

REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI SPETTACOLI VIAGGIANTI (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI SPETTACOLI VIAGGIANTI ELABORAZIONE: UFFICIO PROGRAMMAZIONE ECONOMICA UFFICIO POLIZIA MUNICIPALE SOMMARIO: PARTE I REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI AREE

Dettagli

COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115

COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115 COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115 Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. del 1 ART. 1 Oggetto 1.1. II presente

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO. Regolamento per la concessione a terzi del CENTRO CONGRESSI della PORTA DEL PARCO

COMUNE DI GAVORRANO. Regolamento per la concessione a terzi del CENTRO CONGRESSI della PORTA DEL PARCO COMUNE DI GAVORRANO Regolamento per la concessione a terzi del CENTRO CONGRESSI della PORTA DEL PARCO Adottato con deliberazione consiliare n. 17 del 22/04/2009 ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento

Dettagli

PROVINCIA DI TARANTO

PROVINCIA DI TARANTO PROVINCIA DI TARANTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED ATTREZZATURE SCOLASTICHE DI COMPETENZA DELLA PROVINCIA DI TARANTO Art. 1 I Consigli d istituto sono tenuti, per legge, alla programmazione

Dettagli

ASSOCIAZIONE TURISTICA PROLOCO DI MACELLO. Via Parrocchiale, 24. 10060 MACELLO (TO) (Per recapiti telefonici si veda la rubrica telefonica allegata)

ASSOCIAZIONE TURISTICA PROLOCO DI MACELLO. Via Parrocchiale, 24. 10060 MACELLO (TO) (Per recapiti telefonici si veda la rubrica telefonica allegata) ASSOCIAZIONE TURISTICA PROLOCO DI MACELLO Via Parrocchiale, 24. 10060 MACELLO (TO) Email: prolocomacello@gmail.com (Per recapiti telefonici si veda la rubrica telefonica allegata) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE

Dettagli

ALLEGATO A ALLA DELIBERA C.C. N. DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE MANIFESTAZIONI DI PUBBLICO SPETTACOLO ALL APERTO

ALLEGATO A ALLA DELIBERA C.C. N. DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE MANIFESTAZIONI DI PUBBLICO SPETTACOLO ALL APERTO ALLEGATO A ALLA DELIBERA C.C. N. DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE MANIFESTAZIONI DI PUBBLICO SPETTACOLO ALL APERTO INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DI PIAZZALE ROMA LA PISTA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DI PIAZZALE ROMA LA PISTA Comune di Castelnuovo di Val di Cecina Provincia Di Pisa REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DI PIAZZALE ROMA LA PISTA Approvato con atto di Consiglio Comunale n. 090 del 22.12.2009

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE Art. 1. PRINCIPI GENERALI E FINALITA 1) Il presente regolamento ha lo scopo di salvaguardare le strutture e identificare chiaramente le modalità per l utilizzo

Dettagli

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Monza e Brianza

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Monza e Brianza COMUNE DI LAZZATE Provincia di Monza e Brianza Regolamento per la concessione in uso di beni mobili comunali Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 23 del 21.05.2003 Integrato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA SAGRA DEI PRODOTTI TIPICI LOCALI

REGOLAMENTO PER LA SAGRA DEI PRODOTTI TIPICI LOCALI Comune di CUSANO MUTRI Provincia di Benevento REGOLAMENTO PER LA SAGRA DEI PRODOTTI TIPICI LOCALI 1 Art. 1 Il Comune di Cusano Mutri in collaborazione con la Pro Loco Cusanese organizza, annualmente, nel

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 51 del 29/09/2008

Dettagli

DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA CIRCENSI, DI SPETTACOLO VIAGGIANTE E DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO

DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA CIRCENSI, DI SPETTACOLO VIAGGIANTE E DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO PROVINCIA DI MILANO DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA CIRCENSI, DI SPETTACOLO VIAGGIANTE E DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO Legge 18 marzo 1968 n. 337 Redatto da: Dr. Gualtiero Tonella Collaborazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di SAN GIOVANNI LIPIONI (Provincia di CHIETI) Via Roma, 35-66050 SAN GIOVANNI LIPIONI (CH) * Codice Fiscale e Partita IVA: 00249220690 Telefono e Fax: 0873/952231-0873/952244 * Indirizzo E Mail:

Dettagli

COMUNE DI PORDENONE DIRETTIVA PER IL SERVIZIO ISPETTIVO CONTROLLO IMPIANTI SPORTIVI DI PROPRIETA COMUNALE MODALITA ATTUAZIONE SERVIZIO

COMUNE DI PORDENONE DIRETTIVA PER IL SERVIZIO ISPETTIVO CONTROLLO IMPIANTI SPORTIVI DI PROPRIETA COMUNALE MODALITA ATTUAZIONE SERVIZIO COMUNE DI PORDENONE DIRETTIVA PER IL SERVIZIO ISPETTIVO CONTROLLO IMPIANTI SPORTIVI DI PROPRIETA COMUNALE MODALITA ATTUAZIONE SERVIZIO Direttiva approvata con deliberazione della Giunta comunale n. 381

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DI MANIFESTAZIONI OCCASIONALI DI PUBBLICO SPETTACOLO O TRATTENIMENTO ALL APERTO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DI MANIFESTAZIONI OCCASIONALI DI PUBBLICO SPETTACOLO O TRATTENIMENTO ALL APERTO COMUNE DI MONTE SAN SAVINO Corso Sangallo 38 52048 Monte San Savino Telefono: 0575 8177220 Fax: 0575 843076 Web: www.citymonte.it E-mail: commercio@citymonte.it C.F. e P.I. 00272160516 REGOLAMENTO COMUNALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 14.9.2006 INDICE DEGLI

Dettagli

COMUNE DI MALETTO. (PROVINCIA REG.LE DI CATANIA) Cod. Fisc. e Partita I.V.A. : 00 445 110877 UFFICIO TECNICO COMUNALE BOZZA

COMUNE DI MALETTO. (PROVINCIA REG.LE DI CATANIA) Cod. Fisc. e Partita I.V.A. : 00 445 110877 UFFICIO TECNICO COMUNALE BOZZA COMUNE DI MALETTO (PROVINCIA REG.LE DI CATANIA) Cod. Fisc. e Partita I.V.A. : 00 445 110877 Tel./ (095)7720618 UFFICIO TECNICO COMUNALE BOZZA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI AREE PUBBLICHE DA DESTINARE

Dettagli

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 52 del 29/09/2008

Dettagli

Città di Novi Ligure

Città di Novi Ligure Città di Novi Ligure REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL TEATRO CIVICO PAOLO GIACOMETTI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 37 in data 5/6/2006. Articolo 1 Finalità Il Comune si avvale

Dettagli

COMUNE DI VALENZA Provincia di Alessandria. REGOLAMENTO di MOBILITA ESTERNA

COMUNE DI VALENZA Provincia di Alessandria. REGOLAMENTO di MOBILITA ESTERNA COMUNE DI VALENZA Provincia di Alessandria REGOLAMENTO di MOBILITA ESTERNA TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Oggetto del regolamento TITOLO II MOBILITA ESTERNA Articolo 2 Le assunzioni tramite

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA.

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA. DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA. Art. 1 Oggetto del Disciplinare Il presente disciplinare regola l uso dei locali di proprietà

Dettagli

DOMANDA PER RILASCIO DI LICENZA TEMPORANEA PERMANENTE ESERCIZIO:

DOMANDA PER RILASCIO DI LICENZA TEMPORANEA PERMANENTE ESERCIZIO: Bollo 14,62 AL SINDACO DEL COMUNE DI FOLLONICA Comando Polizia Municipale Ufficio Polizia Amministrativa Via Roma, 81 58022 FOLLONICA Grosseto DOMANDA PER RILASCIO DI LICENZA TEMPORANEA PERMANENTE ESERCIZIO:

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

COMUNE di CASELETTE Provincia di TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

COMUNE di CASELETTE Provincia di TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE di CASELETTE Provincia di TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI CAPO I NORME GENERALI ART. 1 ISTITUZIONE DEL SERVIZIO 1. E istituito, in tutto il

Dettagli

! "# & '(( *+,-./0&,1 2-3-4+,.-/56 21 & 7. Sala Parrocchiale_Regolamento Uso Pagina 1 di 5

! # & '(( *+,-./0&,1 2-3-4+,.-/56 21 & 7. Sala Parrocchiale_Regolamento Uso Pagina 1 di 5 ! "# $ %&!! "'(() & '(( *+,-./0&,1 2-3-4+,.-/56 21 & 7 Sala Parrocchiale_Regolamento Uso Pagina 1 di 5 - Articolo 1 - Oggetto del regolamento e destinazione d uso della Sala Parrocchiale 1. La Parrocchia

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MANIFESTAZIONE TEMPORANEA - art. 68 T.U.L.P.S.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MANIFESTAZIONE TEMPORANEA - art. 68 T.U.L.P.S. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MANIFESTAZIONE TEMPORANEA - art. 68 T.U.L.P.S. Al COMUNE di CAPURSO Largo S. Francesco 22 SERVIZIO S.U.A.P. Il sottoscritto nato a il residente a Via n. Tel

Dettagli

Cognome Nome. Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Residenza: Comune di CAP (Prov. ) Eventuale recapito postale diverso dalla residenza

Cognome Nome. Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Residenza: Comune di CAP (Prov. ) Eventuale recapito postale diverso dalla residenza BOLLO DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE PER GESTIONE DI ATTRAZIONI DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE DURANTE LO SVOLGIMENTO DEL LUNA PARK INVERNALE (ART. 68 E 69 TULPS) DA PRESENTARE ENTRO E NON OLTRE IL 7 GENNAIO 2014

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI (Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 20/05/2015) Art. 1 Individuazione dei locali L Amministrazione Comunale,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ATTRAZIONI DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE

REGOLAMENTO PER LE ATTRAZIONI DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE Provincia di Verona COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO Legge 18 marzo 1968 n. 337 REGOLAMENTO PER LE ATTRAZIONI DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE I N D I C E Art. 1 - Oggetto CAPO I OGGETTO CAPO II ATTRAZIONI E

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PER IL PATROCINIO LEGALE AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PER IL PATROCINIO LEGALE AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE COMUNE DI POLISTENA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PER IL PATROCINIO LEGALE AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE IL RESPONSABILE

Dettagli

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI SALE E LOCALI APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 38 DEL 29 LUGLIO 2002 \\Srv2\Ufficio\REGOLAMENTI E CONVENZIONI\regolamenti per sito\reg. USO

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURA COMUNALE PARCO DEL GAGGIO

REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURA COMUNALE PARCO DEL GAGGIO COMUNE DI PODENZANA REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURA COMUNALE PARCO DEL GAGGIO APPROVAZIONE DELIBERA C.C. N. 3 DEL 09/04/2014 Il Parco del Gaggio è dotato di una struttura polivalente composta da n. 6 immobili,

Dettagli

COMUNE DI PAGNO PROVINCIA DI CUNEO REGIONE PIEMONTE

COMUNE DI PAGNO PROVINCIA DI CUNEO REGIONE PIEMONTE COMUNE DI PAGNO PROVINCIA DI CUNEO REGIONE PIEMONTE Regolamento per la concessione in uso dei locali comunali - Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n.3 in data 17 febbraio 2009, divenuta

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari Tel.080/5548739 Fax 080/5548742 E-Mail: baps060001@istruzione.it - C.F.80016760722 PREMESSO Che l art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI. ART. 1 - CAMPO DI APPLICAZIONE - Il presente regolamento disciplina l uso dei seguenti immobili di proprietà comunale:

Dettagli

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 COMUNE DI AVIO Provincia di Trento Rep. n. - Atti Privati soggetti a registrazione schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 omissis Tutto ciò premesso

Dettagli

COMUNE DI CASALNUOVO DI NAPOLI Provincia di Napoli -------------------- SERVIZI ELETTORALI

COMUNE DI CASALNUOVO DI NAPOLI Provincia di Napoli -------------------- SERVIZI ELETTORALI COMUNE DI CASALNUOVO DI NAPOLI Provincia di Napoli -------------------- SERVIZI ELETTORALI Prot. n. 302 del 25.03.2015 DIRETTIVA PER LA DISCIPLINA DELLA PROPAGANDA ELETTORALE E DELL USO DI SPAZI, AREE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI ATTREZZATURE DI PROPRIETA COMUNALE A TERZI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI ATTREZZATURE DI PROPRIETA COMUNALE A TERZI COMUNE DI MELE Provincia di Genova REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI ATTREZZATURE DI PROPRIETA COMUNALE A TERZI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.33 del 28

Dettagli

RICHIESTA DI INSTALLAZIONE di ATTRAZIONE dello SPETTACOLO VIAGGIANTE

RICHIESTA DI INSTALLAZIONE di ATTRAZIONE dello SPETTACOLO VIAGGIANTE Bollo RICHIESTA DI INSTALLAZIONE di ATTRAZIONE dello SPETTACOLO VIAGGIANTE Data di Protocollo (avvio del procedimento) RICHIESTA di INSTALLAZIONE ATTIVITA SPETTACOLARE ATTRAZIONE E TRATTENIMENTO R i c

Dettagli

TESTO COORDINATO. Indice

TESTO COORDINATO. Indice TESTO COORDINATO DIRETTIVE TECNICHE PER L ACCREDITAMENTO DEI SOGGETTI FORMATORI CHE GESTISCONO I CORSI DI FORMAZIONE PER LO SVOLGIMENTO DIRETTO DA PARTE DEL DATORE DI LAVORO DEI COMPITI DI PREVENZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI C I T T A D I F E R M O Via Mazzini, 4 63900 Fermo Tel. 0734.2841 Fax 0734.224170 Codice fiscale e partita iva 00334990447 - Sito web: www.comune.fermo.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI,

Dettagli

COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO DELLE SALE GIOCHI.

COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO DELLE SALE GIOCHI. COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO DELLE SALE GIOCHI. approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 15 del 26 febbraio

Dettagli

Comune di Grisignano di Zocco

Comune di Grisignano di Zocco Comune di Grisignano di Zocco Provincia di Vicenza Regolamento per l installazione e la sosta di circhi, luna park e spettacoli viaggianti in genere sul territorio comunale SOMMARIO ART. 1 INDIVIDUAZIONE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI IN REGISTRO SCRITTURE PRIVATE N REP. N. L anno duemila, il giorno del mese di, in Novate Milanese presso e

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE

REGOLAMENTO AZIENDALE REGOLAMENTO AZIENDALE Utilizzo Sale Convegni e Riunioni Approvato con delibera N. del Articolo 1-Scopi e ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina la concessione in uso e l utilizzazione

Dettagli

DENUNCIA L INIZIO DELL ATTITA Ai sensi dell art.19 della Legge n 241/90

DENUNCIA L INIZIO DELL ATTITA Ai sensi dell art.19 della Legge n 241/90 AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI Oggetto: Denuncia di Manifestazione occasionale di pubblico spettacolo / somministrazione temporanea di alimenti e bevande in occasione di festa, fiera, sagra, altra manifestazione

Dettagli

il/i giorno/i/periodo, dalle ore alle ore consistente in (allegare programma oppure descrivere dettagliatamente nello spazio di seguito

il/i giorno/i/periodo, dalle ore alle ore consistente in (allegare programma oppure descrivere dettagliatamente nello spazio di seguito COMUNE DI GALLIATE C.A.P. 28066 PROVINCIA DI NOVARA Piazza Martiri della Libertà, 24 Tel. 0321/800700 Fax 0321/800725 Sito internet:www.comune.galliate.no.it SETTORE POLIZIA LOCALE Piazza Vittorio Veneto,

Dettagli

Allegato nr. 1: MODULISTICA RICHIESTA DI PERMESSI PER ATTIVITA ED EVENTI BOLLO

Allegato nr. 1: MODULISTICA RICHIESTA DI PERMESSI PER ATTIVITA ED EVENTI BOLLO BOLLO RICHIESTA DI LICENZA PER ATTIVITA DI SPETTACOLI E/O DI TRATTENIMENTI PUBBLICI TEMPORANEI O PERMANENTI (Articoli 68, 69 e 80 del R. D. 18 giugno, n. 773, Attività imprenditoriali ) Al Comune di Calolziocorte

Dettagli

Comune di Rovereto Provincia di Trento

Comune di Rovereto Provincia di Trento Comune di Rovereto Provincia di Trento REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI AREE PER L INSTALLAZIONE DI CIRCHI EQUESTRI, DELLE ATTIVITA DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE E DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO Approvato

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ESERCIZIO DI SALE GIOCHI E FUNZIONAMENTO DI ALTRI GIOCHI LECITI ALL INTERNO DEI PUBBLICI ESERCIZI

REGOLAMENTO PER L'ESERCIZIO DI SALE GIOCHI E FUNZIONAMENTO DI ALTRI GIOCHI LECITI ALL INTERNO DEI PUBBLICI ESERCIZI REGOLAMENTO PER L'ESERCIZIO DI SALE GIOCHI E FUNZIONAMENTO DI ALTRI GIOCHI LECITI ALL INTERNO DEI PUBBLICI ESERCIZI Art. 1 LICENZA D'ESERCIZIO La licenza per l esercizio di sale pubbliche o per altre giochi

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE CONCESSIONI DI AREE PUBBLICHE PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE E DEGLI SPETTACOLI CIRCENSI

REGOLAMENTO SULLE CONCESSIONI DI AREE PUBBLICHE PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE E DEGLI SPETTACOLI CIRCENSI COMUNE DELLA SPEZIA Servizio Economia e Politiche del Lavoro REGOLAMENTO SULLE CONCESSIONI DI AREE PUBBLICHE PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE E DEGLI SPETTACOLI CIRCENSI SOMMARIO

Dettagli

CITTA DI SAN MAURO TORINESE

CITTA DI SAN MAURO TORINESE ALLEGATO DELIB. C.C. n. / 2010 CITTA DI SAN MAURO TORINESE REGOLAMENTO FIERA DEI CORPI SANTI 1) Richiami normativi. D. legislativo 114/98 riforma della disciplina del commercio a norma dell articolo 4

Dettagli

COMUNE DI ARESE Provincia di Milano

COMUNE DI ARESE Provincia di Milano COMUNE DI ARESE Provincia di Milano 2010 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI FINANZIAMENTI AI PRIVATI PER IL RIFACIMENTO DELLE COPERTURE IN ETERNIT DEGLI EDIFICI E L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI

Dettagli

L.R. 2/1985, artt. 1 e 2 B.U.R. 1/12/2010, n. 48. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 19 novembre 2010, n. 0251/Pres.

L.R. 2/1985, artt. 1 e 2 B.U.R. 1/12/2010, n. 48. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 19 novembre 2010, n. 0251/Pres. L.R. 2/1985, artt. 1 e 2 B.U.R. 1/12/2010, n. 48 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 19 novembre 2010, n. 0251/Pres. Regolamento per la concessione dei finanziamenti per interventi straordinari di disinfestazione

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI UFFICIO TRASPORTI

PROVINCIA DI BRINDISI UFFICIO TRASPORTI Approvato con determinazione dirigenziale n. 1162 del 27 giugno 2012 PROVINCIA DI BRINDISI UFFICIO TRASPORTI D.Lgs. 395/2000 REGOLAMENTO CE N. 1071/2009 - BANDO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria ALLEGATO ALLA DELIBERA N 1233/2010 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI PER DIRITTO ALLO STUDIO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI CASARGO PROVINCIA DI LECCO Via Roma N.1/A 23831 Casargo (LC) Tel. N.0341/840.123 Fax N.0341/840.673 segreteria@comune.casargo.lc.it www.comune.casargo.lc.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA

Dettagli

COMUNE di VILLORBA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI BENI MOBILI DI PROPRIETA' COMUNALE. (Provincia di Treviso) entrato in vigore il 20 dicembre 2005

COMUNE di VILLORBA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI BENI MOBILI DI PROPRIETA' COMUNALE. (Provincia di Treviso) entrato in vigore il 20 dicembre 2005 COMUNE di VILLORBA (Provincia di Treviso) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI BENI MOBILI DI PROPRIETA' COMUNALE entrato in vigore il 20 dicembre 2005 Approvato con deliberazione di C.C. n 53 del 23.11.2005

Dettagli

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA POLIVALENTE PALAINCONTRO IN VIA A. MORO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 16 del 21.06.2007

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI AREE PUBBLICHE PER ATTIVITA CIRCENSI, SPETTACOLI VIAGGIANTI E MANIFESTAZIONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI AREE PUBBLICHE PER ATTIVITA CIRCENSI, SPETTACOLI VIAGGIANTI E MANIFESTAZIONI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI AREE PUBBLICHE PER ATTIVITA CIRCENSI, SPETTACOLI VIAGGIANTI E MANIFESTAZIONI Art.1 Oggetto del Regolamento...2 Art.2 Definizioni...2 Art. 3 - Elenco delle aree

Dettagli

COGNOME (1) NOME (2) Cittadinanza (3) nato/a (4) il (69) / / residente nel comune di Messina C a p via/piazza n. tel. fax e-mail C.

COGNOME (1) NOME (2) Cittadinanza (3) nato/a (4) il (69) / / residente nel comune di Messina C a p via/piazza n. tel. fax e-mail C. Scheda 3 SPV Barrare la casella interna ATTIVITA DI SPETTACOLO VIAGGIANTE D.M. 18/5/2007 Marca da bollo DOMANDA DI REGISTRAZIONE E ASSEGNAZIONE CODICE IDENTIFICATIVO PER NUOVA ATTIVITA Al Dipartimento

Dettagli

BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA

BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA 1. Oggetto e finalità utilizzo palestra scolastica. a)

Dettagli

C O M U N E D I C A L O S S O

C O M U N E D I C A L O S S O C O M U N E D I C A L O S S O Provincia di Asti Regolamento generale per l utilizzo del salone del Teatro Comunale e della sala del Centro Culturale S. Martino INDICE Articolo 1 - Proprietà e responsabilità

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DELLE SALE DI RIUNIONE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DELLE SALE DI RIUNIONE COMUNITÀ MONTANA DEL PINEROLESE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DELLE SALE DI RIUNIONE Approvato con deliberazione di Giunta Esecutiva n. 144 del 28 novembre 2011 Articolo 1 Oggetto 1. Il

Dettagli

COMUNE DI FORMIA (Provincia di Latina)

COMUNE DI FORMIA (Provincia di Latina) COMUNE DI FORMIA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI SALE COMUNALI Articolo 1 (Oggetto del regolamento) Il presente regolamento individua i criteri generali per la

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DI SPETTACOLO VIAGGIANTE E CIRCHI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DI SPETTACOLO VIAGGIANTE E CIRCHI CITTÀ DI IMOLA MEDAGLIA D ORO AL VALORE MILITARE PER ATTIVITA PARTIGIANA SERVIZIO INTERVENTI ECONOMICI REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DI SPETTACOLO VIAGGIANTE E CIRCHI Approvato con

Dettagli

Oggetto: Regolamento per il rilascio di licenze per sale gioco. IL CONSIGLIO COMUNALE

Oggetto: Regolamento per il rilascio di licenze per sale gioco. IL CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: Regolamento per il rilascio di licenze per sale gioco. IL CONSIGLIO COMUNALE Vista la relazione del Direttore del Settore dei Servizi Istituzionali e comunicazioni che è parte integrante del presente

Dettagli

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Oggetto del disciplinare

Art. 1 Finalità. Art. 2 Oggetto del disciplinare Disciplinare per la concessione in uso gratuito alle autoscuole e/o centri di istruzione della provincia di Agrigento di autovettura multiadattata, di proprietà dell ente, per le esercitazioni pratiche

Dettagli

C O M U N E D I A S C I A N O PROVINCIA DI SIENA U.O. SERVIZI AL CITTADINO

C O M U N E D I A S C I A N O PROVINCIA DI SIENA U.O. SERVIZI AL CITTADINO C O M U N E D I A S C I A N O PROVINCIA DI SIENA U.O. SERVIZI AL CITTADINO Tel 0577-714509 Fax 0577-719517 Domanda di autorizzazione allo svolgimento di pubblico spettacolo/manifestazioni a carattere temporaneo

Dettagli

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO.pag 3 Art. 2 INDIVIDUAZIONE DEGLI IMMOBILI.. pag. 3 Art. 3 UTILIZZO DEGLI

Dettagli

l sottoscritt nat a il residente a in via n. codice fiscale P.IVA in qualità di organizzatore della manifestazione per conto di, CHIEDE

l sottoscritt nat a il residente a in via n. codice fiscale P.IVA in qualità di organizzatore della manifestazione per conto di, CHIEDE Marca da bollo RICHIESTA RILASCIO LICENZA DI PUBBLICA SICUREZZA PER LO SVOLGIMENTO DI MANIFESTAZIONI SPETTACOLI TRATTENIMENTI (che non richiedono l'intervento della Commissione Provinciale di Vigilanza

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA V Servizio Staff del Presidente LE CIMINIERE. DETERMINAZIONE n.11 del 16.6.2011

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA V Servizio Staff del Presidente LE CIMINIERE. DETERMINAZIONE n.11 del 16.6.2011 PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA V Servizio Staff del Presidente LE CIMINIERE DETERMINAZIONE n.11 del 16.6.2011 Oggetto: Avviso pubblico per la selezione di iniziative fieristiche da svolgersi, nell anno

Dettagli

, (per la rimozione di coperture pari a 30 /m 2 ) (per amianto in matrice friabile pari al 50% del costo)

, (per la rimozione di coperture pari a 30 /m 2 ) (per amianto in matrice friabile pari al 50% del costo) Allegato 1 CRITERI, MODALITÀ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI CONTRIBUTO REGIONALE PER LA BONIFICA DI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO PER GLI ANNI 2009 E 2010 (art. 4 della L.R. 30/2008) FINALITÀ

Dettagli

Regolamento per il Servizio di Volontariato di Difesa Ambientale e controllo, deposito, gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti

Regolamento per il Servizio di Volontariato di Difesa Ambientale e controllo, deposito, gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti Comune di Monteforte Irpino PROVINCIA DI AVELLINO Settore Ambiente Regolamento per il Servizio di Volontariato di Difesa Ambientale e controllo, deposito, gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti ^^^^

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO AD ENTI ED ASSOCIAZIONI DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO AD ENTI ED ASSOCIAZIONI DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI OULX REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO AD ENTI ED ASSOCIAZIONI DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE approvato con deliberazione C.C. n. 48 del 17.11.1997 modificato con deliberazione C.C. n.

Dettagli

Sportello Unico Attività Produttive SUAP REGISTRAZIONE E ASSEGNAZIONE CODICE IDENTIFICATIVO PER ATTIVITA DI SPETTACOLO VIAGGIANTE D.M.

Sportello Unico Attività Produttive SUAP REGISTRAZIONE E ASSEGNAZIONE CODICE IDENTIFICATIVO PER ATTIVITA DI SPETTACOLO VIAGGIANTE D.M. Sportello Unico Attività Produttive PROTOCOLLO Marca da bollo SUAP Numero di pratica / SUAP Sportello Unico Attività Produttive REGISTRAZIONE E ASSEGNAZIONE CODICE IDENTIFICATIVO PER ATTIVITA DI SPETTACOLO

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO ECONOMATO

REGOLAMENTO SERVIZIO ECONOMATO REGOLAMENTO SERVIZIO ECONOMATO (ART. 153, comma 7 d.lgs. 18 agosto 2000 n. 267 e successive modificazioni e integrazioni) Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. del INDICE ANALITICO CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli

COMUNE DI PALAIA. Eccezionalmente l uso può essere concesso per manifestazioni che si tengono al di fuori del territorio comunale.

COMUNE DI PALAIA. Eccezionalmente l uso può essere concesso per manifestazioni che si tengono al di fuori del territorio comunale. COMUNE DI PALAIA DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DI ATTREZZATURE COMUNALI (SEDIE E TAVOLI) PER L ORGANIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONI E SPETTACOLI INDICE Art. 1 Oggetto. Art. 2 Modalità di concessione

Dettagli

Il Sindaco sottopone alla Giunta Comunale l allegata proposta di delibera avente per oggetto:

Il Sindaco sottopone alla Giunta Comunale l allegata proposta di delibera avente per oggetto: Il Sindaco sottopone alla Giunta Comunale l allegata proposta di delibera avente per oggetto: APPROVAZIONE DEI CRITERI, DELLE TARIFFE DI LOCAZIONE E MODALITA DI CONCESSIONE D USO DELLA SALA DEL CAMINO

Dettagli

DOMANDA DI INSTALLAZIONE DI ATTREZZATURE DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE. RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PER SPETTACOLO VIAGGIANTE (Art.

DOMANDA DI INSTALLAZIONE DI ATTREZZATURE DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE. RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PER SPETTACOLO VIAGGIANTE (Art. Bollo ( 14,62) DOMANDA DI INSTALLAZIONE DI ATTREZZATURE DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE Al Comune di Seravezza Ufficio SUAP RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PER SPETTACOLO VIAGGIANTE (Art. 68, 69 TULPS) Il richiedente

Dettagli

PROVINCIA DI TRIESTE AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture

PROVINCIA DI TRIESTE AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture PROVINCIA DI TRIESTE AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA DISCIPLINA DEI CRITERI E DELLE MODALITÀ DI CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

Dettagli

il seguente Regolamento contenente le modalità e criteri per la concessione in uso temporaneo e precario delle palestre scolastiche.

il seguente Regolamento contenente le modalità e criteri per la concessione in uso temporaneo e precario delle palestre scolastiche. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 Grado "Pascoli - Giovinazzi " Via Mazzini n. 25 - Tel. 099.849.11.43

Dettagli

C O M U N E DI M A L FA PROV. DI MESSINA ISOLA DI SALINA - EOLIE

C O M U N E DI M A L FA PROV. DI MESSINA ISOLA DI SALINA - EOLIE C O M U N E DI M A L FA PROV. DI MESSINA ISOLA DI SALINA - EOLIE REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA DENOMINATA STRUTTURA POLIFUNZIONALE SITA A MALFA IN VIA ROMA PIAZZA IMMACOLATA - PER SCOPI DIVERSI. C O

Dettagli

Comune di Zoagli COPIA

Comune di Zoagli COPIA Comune di Zoagli COPIA Registro Generale n. 197 DETERMINAZIONE AREA AMMINISTRATIVA N. 70 DEL 30-05-2015 Rep. n. 360 del 03-06-2015 Ufficio: AMMINISTRAZIONE Oggetto: AVVISO PUBBLICO PER CONCESSIONE IN COMODATO

Dettagli