INDICE. COGEN CE-ASEAN Fase III INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PROGETTI DIMOSTRATIVI SU SCALA REALE 2

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. COGEN CE-ASEAN Fase III INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PROGETTI DIMOSTRATIVI SU SCALA REALE 2"

Transcript

1 INDICE COGEN CE-ASEAN Fase III INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PROGETTI DIMOSTRATIVI SU SCALA REALE 2 ASEAN-UE (AUNP) INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PER IL PROGRAMMA DI RETI UNIVERSITARIE 4 DAPHNE INVITO RISTRETTO A PRESENTARE PROPOSTE MISURE PREVENTIVE DIRETTE A COMBATTERE LA VIOLENZA CONTRO I BAMBINI, GLI ADOLESCENTI E LE DONNE 6 LINEA DI BILANCIO A-3029 INVITO RISTRETTO A PRESENTARE PROPOSTE PER IL SOSTEGNO DI ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI NON GOVERNATIVE PER LA GIOVENTU 8 CARDS INVITO A PRESENTARE PROPOSTE STABILIZZAZIONE DEMOCRATICA SOSTEGNO AI MEZZI DI INFORMAZIONE LIBERI E INDIPENDENTI NEI BALCANI OCCIDENTALI 10 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE STABILIZZAZIONE DEMOCRATICA SOSTEGNO ALLO STATO DI DIRITTO, ALLA BUONA GESTIONE DEGLI AFFARI PUBBLICI, ALLA RESPONSABILITA PUBBLICA E ALLA LIBERTA DI OPINIONE 11 PARITA TRA UOMINI E DONNE ( ) INVITO A PRESENTARE PROPOSTE 12 PROGRAMMA IMPRESA E IMPRENDITORIALITA INVITO A PRESENTARE CANDIDATURE PER L ESTENSIONE E IL PARZIALE RINNOVAMENTO DELLA RETE EURO INFO CENTRE (EIC) 13 INTERREG III INVITO A PRESENTARE PROPOSTE INTERREG III C COOPERAZIONE INTERREGIONALE ANNO EUROPEO DELL EDUCAZIONE ATTRAVERSO LO SPORT SCHEDA DEL NUOVO PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ATTRAVERSO LO SPORT PER IL Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 1

2 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE Programma COGEN CE-ASEAN Fase III (COGEN 3) Progetti dimostrativi su scala reale (FSDP) 2002 Oggetto: Obiettivo del presente invito a presentare proposte è di promuovere la cooperazione economica tra i Paesi Ue e i Paesi ASEAN tramite la produzione di tecnologie di cogenerazione (ovvero produzione combinata di energia elettrica e/o meccanica e di energia termica a partire dalla stessa fonte di energia primaria) che siano pulite ed efficienti. Vengono in particolare sostenuti progetti dimostrativi su scala reale. Azioni: Saranno sostenuti progetti dimostrativi su scala reale che si basino unicamente sul sistema della cogenerazione. Dovranno essere utilizzati i combustibili appartenenti alle tre categorie principali di biomassa, gas e carbone, ovvero: - biomassa e biogas - gas naturale e gas di petrolio liquefatto (GPL) - carbone, lignite o torba Beneficiari: Enti ed organizzazioni no-profit del settore pubblico e privato con sede nell Ue o nei Paesi ASEAN, ad esempio associazioni professionali e federazioni industriali. I progetti devono essere attuati in uno dei Paesi ASEAN (Associazione delle nazioni del Sud-Est asiatico comprendente: Brunei, Indonesia, Malesia, Filippine, Singapore, Thailandia e Vietnam). Il programma si applica anche alla realizzazione di partenariati tra un utilizzatore finale dei Paesi ASEAN ed uno o più fornitori di impianti di cogenerazione. Il partenariato deve consistere almeno in una relazione contrattuale acquirente-venditore appositamente sottoscritta per la realizzazione del progetto proposto. L impianto ammissibile al contributo finanziario deve essere fornito da un fornitore di impianti di cogenerazione dell Unione europea. Il fornitore di impianti viene definito come una persona fisica o giuridica stabilita in uno degli Stati membri dell Ue. Contributo: Il contributo comunitario può coprire fino al 15% dei costi totali ammissibili per un massimo di Euro. Scadenza: 11 febbraio 2003, ore (ora della Thailandia). Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 2

3 Fonte: GUCE C 275 del 12/11/02 Informazioni: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 3

4 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE per il programma di reti universitarie ASEAN-UE (AUNP) Oggetto: Azioni: Il presente programma ed il relativo invito a presentare proposte si pongono l obiettivo di rafforzare la cooperazione nel settore dell istruzione superiore tra l Unione europea e i Paesi dell ASEAN nonché di promuovere l integrazione regionale tra gli stessi Paesi dell ASEAN. I progetti dovranno essere inerenti ad una delle seguenti attività: - progetti di partenariato tra istituti di istruzione superiore degli stati membri dell Unione europea e dei paesi ASEAN partecipanti - attività accademiche comuni quali l elaborazione di programmi di studio e corsi comuni e l elaborazione di materiale didattico - aggiornamento delle competenze degli studenti di corsi post-universitari, del personale insegnante e amministrativo degli istituti di istruzione superiore mediante azioni di formazione in patria e all estero nonché di scambio di esperienze - sostegno al reciproco accesso all istruzione superiore - sostegno alla mutua comprensione e al reciproco riconoscimento dei programmi di studio, accordi sul trasferimento di crediti formativi ed il reciproco riconoscimento dei titoli di studio - collaborazioni nel campo della ricerca applicata incentrate su settori di studio di interesse reciproco tra Ue-ASEAN con la conseguente condivisione dei risultati delle ricerche e delle relative pubblicazioni - diffusione di informazioni sui sistemi di istruzione superiore dell Unione europea e dell ASEAN - azioni di sensibilizzazione relative alle opportunità offerte dal settore dell istruzione superiore e sviluppo di legami che evolvano verso relazioni di cooperazione economica reciprocamente vantaggiose. Contributo: I contributi possono coprire fino all 80% dei costi ammissibili e sono compresi tra e Euro. Beneficiari: Istituti di istruzione superiore, senza fini di lucro. Aree geografiche: UE, ASEAN (Associazione delle Nazioni del Sud-Est asiatico: Brunei, Indonesia, Malesia, Filippine, Singapore, Thailandia e Vietnam. I progetti devono prevedere il coinvolgimento di 4 partner di cui due con sede in territorio Ue e due in altri due stati ASEAN. Il Paese proponente il progetto può avere sede indifferentemente in territorio europeo o asiatico. Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 4

5 Fonte: GUCE C 276 del 13/11/02 Scadenza: 27 febbraio 2003, ore (ora dell Europa centrale) Informazioni: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 5

6 PROGRAMMA DAPHNE Misure preventive dirette a combattere la violenza contro i bambini, gli adolescenti e le donne Invito a presentare proposte 2003 Oggetto: Azioni: Obiettivo dell invito in oggetto è di sovvenzionare misure che possano prevenire e combattere la violenza nei confronti dei bambini, degli adolescenti e delle donne in particolare tramite il potenziamento della cooperazione tra gli organismi e le autorità attive nella lotta contro la violenza nei confronti delle donne e dei minori nonché tramite la sensibilizzazione dei cittadini relativamente a questa forma di violenza. I progetti finanziabili dovranno riguardare le seguenti azioni: 1. Creazioni di reti pluridisciplinari, scambio di informazioni e di migliori prassi, cooperazione a livello comunitario - sostegno alla creazione e al potenziamento di reti pluridisciplinari, promozione e sostegno della cooperazione tra le ONG e le varie organizzazioni e organismi pubblici a livello nazionale regionale e locale - promozione e scambio delle migliori pratiche compresi progetti pilota a livello comunitario, in materia di prevenzione della violenza nei confronti di donne, bambini e adolescenti Le reti svolgono attività connesse con i problemi della violenza e contribuiscono a: - definire un quadro comune per analizzare i fattori della violenza, delle sue forme nonché delle possibili cause e conseguenze - stabilire l impatto che le varie forme di violenza hanno sulle vittime in modo da proporre una risposta adeguata - valutare l effettiva efficacia che le varie forme di violenza hanno 2. Azioni transnazionali finalizzate alla sensibilizzazione dei cittadini: - sostegno a campagne informative e di attività volte ad accresecere la consapevolezza della popolazione e dei mezzi di informazione - Sviluppo di una fonte di informazione a livello comunitario in grado di assistere ed informare le ONG e gli enti pubblici con i dati divulgabili raccolti da fonti governative, non governative e universitarie inerenti il settore della violenza - Studi sulla violenza e gli abusi sessuali e sugli strumenti per prevenirli allo scopo di fornire adeguate risposte al fenomeno - Potenziamento delle capacità di riconoscere e denunciare la violenza, affrontarne e gestirne le conseguenze Obiettivi specifici per il 2003: Il programma Daphne darà priorità alle proposte di progetto che: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 6

7 - promuovano il finanziamento di proposte dirette ad utilizzare, adeguare e trasferire i risultati esistenti ad altre arre geografiche, in lingue diverse - lo sviluppo di indicatori per misurare l ampiezza del fenomeno nonché l impatto sulle vittime e sulla società ( a titolo esemplificativo: aggressione fisica, violenza sessuale, abuso emotivo, comportamento impositivo e minaccioso, molestie e persecuzioni, violenza virtuale, discriminazioni, emarginazione, tratta di persone, ecc ) - studi, ricerche ed altri interventi che riguardino bambini di strada - studi, ricerche ed altri interventi inerenti l impatto della violenza sulla salute delle vittime Potrebbero inoltre essere approfonditi i seguenti settori: - ricerche sul lavoro domestico, i matrimoni fittizi, le adozioni e le altre forme di tratta - studi e raccomandazioni riguardanti la valutazione dell impatto qualitativo e quantitativo sui beneficiari dei progetti a breve termine - esame delle cause, della natura, delle vittime della violenza nell UE. Contributo: Beneficiari: Il contributo finanziario per i progetti non potrà superare l 80% dei costi ammissibili ed è compreso tra e Euro per progetto. Potranno presentare progetti le istituzioni pubbliche o private (comprese le autorità pubbliche a livello municipale) e le organizzazioni attive nel settore della prevenzione della violenza e della protezione dei bambini, degli adolescenti e delle donne. Paesi ammissibili: i 15 Paesi membri dell Ue e i Paesi EFTA/SEE, cioè l Islanda, il Lichtenstein e la Norvegia. Possono partecipare anche organizzazioni di stati candidati all adesione, ma senza ottenere un finanziamento economico da parte della Commissione europea. Fonte: GUCE C 280 del 16/11/02 Scadenza: 10 febbraio 2002 Informazione: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 7

8 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE per il sostegno di organizzazioni internazionali non governative per la gioventù Oggetto: Azioni: Obiettivo dell invito in oggetto è di incoraggiare, a livello europeo, lo sviluppo delle organizzazioni internazionali non governative per la gioventù e promuovere attività di interesse europeo che coinvolgano direttamente i giovani o di cui essi siano destinatari. Verranno finanziati progetti che riguardino: 1. Scambi di giovani e servizio di volontariato 2. Programmi educativi e corsi di formazione non formali 3. Seminari, conferenze, incontri, dibattiti 4. Attività culturali di vario tipo quali stage e workshop teatrali e musicali, festival, campi estivi, ecc 5. Infopoint, webside, pubblicazioni, ecc Contributo: Beneficiari: Il contributo finanziario da parte della Commissione europea potrà coprire fino ad un massimo del 50% delle spese ammissibili e la sovvenzione accordata non potrà superare Euro. Per poter beneficiare del contributo comunitario le organizzazioni dovranno essere: - internazionali - non governative - senza fini di lucro - giovanili o di più ampia portata ma che possiedano una sezione dedicata esclusivamente ai giovani - che abbiano organizzazioni attive, in qualità di membri, in almeno otto tra i seguenti Paesi: UE: Austria, Belgio, Danimarca, Germania, Spagna, Portogallo, Francia, Italia, Svezia, Regno Unito, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Finlandia, Grecia. EFTA membri del SEE: Islanda, Liechtenstein, Norvegia Paesi candidati: Bulgaria, Cipro, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Repubblica ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Turchia. Fonte: GUCE C 280 del 16/11/02 Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 8

9 Scadenza: 31 dicembre 2002 Informazioni: (versione francese) (versione inglese) Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 9

10 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE per il programma regionale CARDS Sensibilizzazione democratica Sostegno ai mezzi di informazione liberi e indipendenti nei Balcani occidentali OGGETTO: Il presente invito a presentare proposte intende favorire la creazione di un contesto in cui mezzi di informazione indipendenti e professionali possano svolgere correttamente il loro lavoro. AZIONI: Il contributo finanziario potrà essere concesso se perseguiti i seguenti obiettivi: - promuovere l indipendenza editoriale - sostenere le organizzazioni, le associazioni professionali e di categoria - sostenere il giornalismo locale e le capacità di formazione alla gestione - promuovere l attuazione di un quadro normativo che sia conforme alle norme europee - promuovere la cooperazione regionale tra le organizzazioni dei mezzi di informazione. BENEFICIARI: Organizzazioni non profit quali: associazioni professionali, sindacati, scuole e università pubbliche di formazione al giornalismo, media centers, ecc Le organizzazioni dovranno avere la sede centrale in uno dei Paesi ammessi a partecipare al programma CARDS (Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Repubblica federale di Jugoslavia ed ex Repubblica di Macedonia) o nell Unione europea. CONTRIBUTO: SCADENZA: Il contributo può essere erogato nella misura dell 80% dei costi complessivi del progetto per un valore minimo di e un valore massimo di Euro. 24 febbraio 2003, ore (Ora dell Europa centrale) FONTE: GUCE C 283 del 20/11/02 INFORMAZIONI: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 10

11 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE per il programma CARDS di stabilizzazione democratica Sostegno allo Stato di diritto, alla buona gestione degli affari pubblici, alla responsabilità pubblica e alla libertà di opinione nei Balcani occidentali OGGETTO: Il bando in oggetto si prefigge come obiettivo il raggiungimento delle condizioni di uno Stato di diritto nei Balcani occidentali. AZIONI: Il contributo finanziario potrà essere concesso per attività volte al sostegno allo Stato di diritto, alla buona gestione degli affari pubblici, alla responsabilità pubblica e alla libertà di opinione nei Balcani occidentali. BENEFICIARI: Organizzazioni senza fini di lucro la cui sede centrale sia situata nell Unione europea o in uno dei Paesi ammissibili a partecipare al programma CARDS (Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Repubblica federale di Jugoslavia ed ex Repubblica di Macedonia) o nell Unione europea. CONTRIBUTO: Il contributo può essere erogato nella misura dell 80% dei costi complessivi del progetto per un valore minimo di e un valore massimo di Euro. SCADENZA: 28 febbraio 2003, ore FONTE: GUCE C 291 del 26/11/02 INFORMAZIONI: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 11

12 BANDO DI GARA APERTO - INVITO A PRESENTARE PROPOSTE VP/2002/6 DG Occupazione e affari sociali Attuazione della decisione del Consiglio del 20 dicembre 2000 relativa al programma concernente la strategia comunitaria in materia di parità tra donne e uomini ( ) OGGETTO: Il Programma in oggetto si pone come obiettivo lo sviluppo della capacità dei soggetti di promuovere in modo efficace la parità tra gli uomini e le donne, in particolare attraverso il sostegno allo scambio di informazioni e buone prassi e al lavoro in rete a livello comunitario. AZIONI: Le azioni finanziabili riguardano lo scambio transnazionale volto a promuovere la parità tra la donne e gli uomini che coinvolgano una serie di soggetti provenienti da almeno tre Stati membri dell Unione europea o da Paesi dello Spazio economico europeo (Norvegia, Islanda, Liechtenstein) o da Paesi candidati che abbiano deciso di partecipare alla parte 3 del programma nel 2003 e comportino un trasferimento di informazioni, esperienze acquisite e buone prassi. BENEFICIARI: ONG a livello europeo, parti sociali a livello europeo, reti transnazionali di enti regionali o locali, reti trasnazionali di organizzazioni che intendono promuovere la parità di genere. CONTRIBUTO: Il contributo può essere erogato nella misura dell 80% dei costi complessivi del progetto. La sovvenzione minima ammonterà a Euro e quella massima a Euro. SCADENZA: 14 marzo 2003 FONTE: GUCE C 291 del 26/11/02 INFORMAZIONI: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 12

13 INVITO A PRESENTARE CANDIDATURE Estensione e parziale rinnovamento della rete Euro Info Centre OGGETTO: La Commissione europea, con il presente invito a presentare candidature, intende allargare la rete degli Euro Info Centre (EIC) ai Paesi candidati, con l apertura di nuovi centri, e per sostituire quelli non più attivi negli Stati membri. I centri EIC devono essere specializzati nella erogazione di servizi quali informazioni, assistenza e consulenza di interesse per le imprese e in particolare devono: - fornire alle imprese locali informazioni, consulenze e assistenza sui programmi, le iniziative e la legislazione dell Ue - fornire informazioni in materia di contributi, prestiti, programmi, regolamenti, ecc dell Ue - organizzare eventi diversi (seminari, riunioni, missioni, ecc ) destinati all informazione delle imprese della regione - stabilire contatti permanenti con altre organizzazioni regionali pubbliche o private e con tutte le altre reti nazionali o comunitarie operanti nella regione, che forniscono servizi di sostegno alle imprese. CONTRIBUTO: I centri da aprirsi nei Paesi candidati verranno finanziati con un contributo annuale di Euro in aggiunta ad un contributo supplementare di Euro per il personale degli EIC che partecipa ai programmi e alle attività di formazione, per l acquisizione di prodotti informatici e la realizzazione di strumenti promozionali. I centri con sede negli Stati membri dell Ue potranno ricevere unicamente il contributo annuale di Euro. SCADENZA: 24 gennaio 2003 FONTE: GUCE C 281 del 19/11/02 INFORMAZIONI: Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 13

14 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE INTERREG III C Cooperazione interregionale OGGETTO: AZIONI: Il bando in oggetto si prefigge di stimolare lo scambio e la diffusione delle esperienze effettuate e finanziate con Fondi strutturali (obiettivi 1 e 2), con le iniziative di sviluppo urbano e con i programmi delle Azioni innovative regionali. Le azioni finanziabili riguardano: A. Operazioni quadro regionali Le regioni interessate dovranno definire una strategia comune per promuovere e diffondere le esperienze. Le operazioni quadro regionali dovranno vertere su una ristretta gamma di temi che verranno implementati secondo l approccio strategico comune definito dalle regioni coinvolte. B. Singoli progetti Sono finalizzati allo scambio di esperienze e di metodologie tra le regioni che decidono di cooperare tra loro. I singoli progetti dovranno avere come obiettivo la realizzazione di risultati concreti in modo che siano fattivamente applicabili da tutti i membri coinvolti nel progetto. C. Costruzione di reti Si possono creare reti tra le regioni dell Ue e i Paesi Terzi allo scopo di scambiare buone prassi inerenti la realizzazione di progetti. Tematiche di cooperazione - attività finanziate dagli obiettivi 1 e 2 dei Fondi strutturali - attività finanziate da altri programmi Interreg - sviluppo urbano - i tre temi previsti dalle azioni innovative regionali: economia regionale fondata sulla conoscenza e sulla innovazione tecnologica, l e-europaregio: società dell informazione e sviluppo regionale, identità regionale e sviluppo sostenibile - temi legati allo sviluppo regionale quali: società dell informazione, turismo, PMI, cultura e occupazione, ambiente, imprenditorialità, ricerca e sviluppo tecnologico, RST, soluzioni per le calamità naturali e i disastri ecologico provocati dall uomo, ecc - operazioni su regioni confinanti con i Paesi candidati ad aderire all Unione. Le operazioni quadro possono ricomprendere più tematiche di cooperazione; mentre i singoli progetti e le reti devono focalizzarsi su una sola delle tematiche. Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 14

15 CONTRIBUTO: Il FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale) finanzia il 50% dei costi ammissibili, il cofinanziamento nazionale ammonta al 35% ed è a carico dei proponenti. In particalare: A. Per le Operazioni quadro regionali il contributo comunitario varia tra e Euro (il leader non può ricevere più del 40% del finanziamento totale) B. Per i Singoli progetti il contributo comunitario varia tra e Euro (il leader non può ricevere più del 40% del finanziamento a meno che non si tratti di operazioni in regioni confinanti con i Paesi in via di adesione, per le quali tale percentuale può essere più elevata) C. Per le Reti il contributo comunitario varia tra e Euro. BENEFICIARI: A. Operazioni quadro regionali: Regioni, autorità regionali di livello geografico inferiore purchè operante su mandato della propria regione, organismi pubblici equivalenti di livello regionale B. e C. Singoli Progetti e Reti: enti pubblici ed altri organismi equivalenti Aree geografiche: i 15 Paesi dell Ue; Paesi PECO (Bulgaria, Ungheria, Polonia, Repubblica ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Estonia, Lettonia, Lituania); Paesi Terzi Mediterranei (Algeria, Cipro, Egitto, Giordania, Israele, Libano, Malta, Marocco, Siria, Territorio di Palestina, Tunisia e Turchia); CSI (Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Federazione Russa, Georgia, Kazakhstan, Kirgizistan, Moldavia, Mongolia, Tagiskistan, Turkmenistan, Ucraina, Uzbekistan). STRUMENTI DI ATTUAZIONE: La cooperazione interregionale si suddivide in quattro programmi che corrispondono a quattro diverse aree geografiche (nord, sud, est, ovest). L Italia è ricompresa in due programmi e precisamente nelle seguenti zone: Zona sud: Piemonte, Lombardia, Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campagna, Sardegna, Basilicata, Calabria, Sicilia e Valle d Aosta Zona est: Friuli-Venezia-Giuglia, Veneto, Trentino-Alto Adige, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia. Le regioni che rientrino in queste zone possono presentare un progetto come leader. Il progetto deve essere presentato agli organismi di gestione della zona geografica a cui appartiene il leader proponente. Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 15

16 SCADENZA: 10 gennaio 2003 INFORMAZIONI: (per reperire informazioni su tutti i 4 programmi Interreg III C) (per scaricare tutta la documentazione necessaria alla presentazione di un progetto) Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 16

17 A BREVE UN NUOVO PROGRAMMA: 2004 Anno europeo dell educazione attraverso lo sport SCHEDA Oggetto: Azioni: A breve sarà istituito il programma : 2004 Anno europeo di educazione attraverso lo sport. Attualmente, infatti, l iniziativa è ancora in fase di proposta. Gli obiettivi del programma possono essere sintetizzati come di seguito: - sensibilizzare gli istituti educativi e le organizzazioni sportive sulla necessità di lavorare assieme allo scopo di sviluppare l educazione attraverso lo sport - sensibilizzare ai valori che lo sport può comunicare in particolare ai giovani in quanto consente loro di sviluppare capacità di impegnarsi sia individualmente che in gruppo - promuovere la mobilità degli studenti attraverso l organizzazione di incontri sportivi e multiculturali nell ambito delle attività scolastiche - stimolare lo scambio di buone pratiche sul ruolo che lo sport può svolgere nei sistemi educativi soprattutto per favorire gruppi maggiormente svantaggiati - prendere in considerazione i problemi inerenti all istruzione di giovani che aspirino a seguire carriere sportive. A. Azioni a livello comunitario 1. Riunioni e manifestazioni di portata comunitaria 2. Campagne informative e promozionali quali: - predisposizione di un logo e di uno slogan in occasione dell Anno europeo di educazione attraverso lo sport - realizzazione di una campagna informativa a livello comunitario per diffondere i valori educativi dello sport - iniziative per la diffusione di informazioni relative all Anno europeo di educazione attraverso lo sport - organizzazione di concorsi europei a scopo educativo relativamente alla tematica sportiva 3. Altre azioni: - realizzazione di un database on-line finalizzato alla divulgazione di buone prassi sull impiego dello sport come strumento educativo - realizzazione di indagini e studi per valutare l impatto dell Anno europeo dell educazione attraverso lo sport B. Azioni a livello nazionale, regionale e/o locale - manifestazioni inerenti all Anno europeo - campagne informative e diffusione di esempi di buone prassi differenti da quelle realizzate a livello comunitario - organizzazione di premi e concorsi che mettano in risalto l importanza dell educazione attraverso lo sport - indagini e studi differenti rispetto a quelli messi in atto a livello comunitario Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 17

18 C. Azioni che no beneficiano di un contributo comunitario Potranno essere realizzate alcune iniziative che contribuiscono a sviluppare obiettivi del programma in oggetto da parte di organismi pubblici o privati. Tali iniziative non beneficiano del contributo comunitario, ma avranno l appoggio morale della Commissione. Strumenti di attuazione: Beneficiari: Contributo: Le Azioni relative alla sezione A, sono direttamente gestite dalla Commissione europea; mentre quelle relative all azione B sono gestite dagli Stati membri, a tale scopo ogni singolo Stato nazionale designa un organismo nazionale di coordinamento che poi provvede esso stesso a presentare alla Commissione le domande di sovvenzione. Autorità nazionali e regionali, organizzazioni sportive, istituti di insegnamento e di formazione, mass-media, organizzazioni giovanili, ONG. Per le azioni intraprese a livello comunitario il contributo sarà fino ad un massimo dell 80% delle spese ammissibili (tranne le attività di studio e di indagine di cui al punto A/3 che verranno interamente coperti da contratti di appalto). Per le azioni svolte a livello nazionale il contributo comunitario coprirà fino ad un massimo del 50% dei costi complessivi. Scadenza: Il programma sarà attivo per il periodo Fonte: Informazioni: COM (2001) 584 def. del 16/10/2001 (Proposta di decisione) GUCE C 275 del 12/11/2002 (Posizione comune) Commissione europea Direzione generale Istruzione e Cultura Sportello Europa Via Boccaleone, Ferrara 18

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento

Dettagli

PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE

PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE Pubblicato il Bando per la presentazione di proposte relativo al Programma Socrates a sostegno del settore dell'istruzione Obiettivi

Dettagli

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency Gioventù in Azione 2007-2013 2013 Gioventù in Azione è: Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile

Dettagli

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: 2020: i fondi a gestione diretta per la cultura EUROPA PER I CITTADINI

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: 2020: i fondi a gestione diretta per la cultura EUROPA PER I CITTADINI Al servizio di gente unica Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-: : i fondi a gestione diretta per la cultura EUROPA PER I CITTADINI EUROPA PER I CITTADINI 2014- Obiettivo generale:

Dettagli

Gioventù in Azione 2007-2013

Gioventù in Azione 2007-2013 Gioventù in Azione 2007-2013 Gioventù in Azione Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile Opera nel

Dettagli

Gioventù in Azione 2007-2013 2013 Gioventù in Azione è: Un programma a comunitario o per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale e le iniziative locali Opera nel campo dell

Dettagli

Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali

Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali Firenze, 18 dicembre 2012 Prot. n. 127477 - Ai Presidi di Facoltà - Ai Direttori di Dipartimento e p.c. Ai Segretari Amministrativi

Dettagli

Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016

Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016 Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016 Il Programma Erasmus+ permette di vivere esperienze culturali all'estero, di conoscere nuovi sistemi di istruzione superiore e di incontrare giovani di altri

Dettagli

Europa per i cittadini 2007-2013

Europa per i cittadini 2007-2013 Europa per i cittadini 2007-2013 Il Programma ha come scopo primario la promozione della cittadinanza europea attiva, ovvero il coinvolgimento diretto dei cittadini e delle organizzazioni della società

Dettagli

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli

Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze

Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze Dal 2007-2013 al 2014-2020 Programmi esistenti fino al LIFELONG LEARNING PROGRAMME Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.)

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) dott.ssa Cinzia Bricca Direttore Centrale Accertamenti e Controlli Agenzia delle Dogane Milano 25 marzo

Dettagli

Programma «Europa per i Cittadini 2014-2020»

Programma «Europa per i Cittadini 2014-2020» Programma «Europa per i Cittadini 2014-2020» Firenze - maggio 2016 Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point MIBACT Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Il Programma Europa per i

Dettagli

EUROPEAID: Europa e USA: conoscere l Europa 2015-2017. Horizon 2020: Europa in un mondo che cambia: società inclusive, innovative e riflessive

EUROPEAID: Europa e USA: conoscere l Europa 2015-2017. Horizon 2020: Europa in un mondo che cambia: società inclusive, innovative e riflessive EUROPEAID: Europa e USA: conoscere l Europa 2015-2017 EuropeAid/136813/DD/ACT/US Descrizione: La Commissione europea Delegazione USA ha lanciato un bando che ha l obiettivo di promuovere, all interno delle

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Assessorato Attività Economiche Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA 22.9.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 286/23 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA Invito a presentare proposte Programma Cultura (2007-2013) Implementazione del programma:

Dettagli

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015 LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego Laura Robustini EURES Adviser 04 Marzo 2015 IL LAVORO IN EUROPA EURES promuove la mobilità geografica ed occupazionale sostenendo i

Dettagli

Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato

Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato Dott.ssa Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point Lucca, 25 febbraio 2012 Anno Europeo del Volontariato Volontariato: Libera scelta Libera

Dettagli

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le

Dettagli

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011 Gioventù in Azione 2007-20132013 INIZIATIVE GIOVANI Agenzia Nazionale per i Giovani Priorità ed obiettivi del programma Obiettivi Cittadinanza attiva Solidarietà e tolleranza tra i giovani Comprensione

Dettagli

«DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA 2014-2020 ( 439.473.000)

«DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA 2014-2020 ( 439.473.000) «DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA 2014-2020 ( 439.473.000) COME NASCE? Il programma subentra a tre programmi che sono stati operativi nel periodo 2007-2013, ovvero i programmi specifici Daphne III e

Dettagli

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05 Tendenze nazionali nel Processo di Bologna Comunicato stampa In occasione della Conferenza dei Ministri dell'istruzione superiore di Bergen

Dettagli

Studio Professionale AM Consulting

Studio Professionale AM Consulting La seguente scheda fornisce solo alcune informazioni di carattere generale e non è da considerarsi esaustiva, si rimandano gli approfondimenti a un momento successivo con le parti interessate. SALUTE 2008-2013

Dettagli

2. Iniziative comunitarie per agevolare l accesso ai finanziamenti - BERS. BANCA EUROPEA per la RICOSTRUZIONE e lo SVILUPPO

2. Iniziative comunitarie per agevolare l accesso ai finanziamenti - BERS. BANCA EUROPEA per la RICOSTRUZIONE e lo SVILUPPO BANCA EUROPEA per la RICOSTRUZIONE e lo SVILUPPO P R E M E S S A La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo è stata creata nel 1991. Con sede a Londra, la BERS è un istituzione internazionale

Dettagli

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE Investire nell azione per il clima, investire in LIFE UNA PANORAMICA DEL NUOVO SOTTOPROGRAMMA LIFE AZIONE PER IL CLIMA 2014-2020 istock Azione per il clima Cos è il nuovo sottoprogramma LIFE Azione per

Dettagli

Convenzione del Consiglio d Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica.

Convenzione del Consiglio d Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica. Convenzione del Consiglio d Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica. Premessa Il Dipartimento per le pari opportunità ha tra le sue competenze

Dettagli

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Antonella Buja Coordinatrice Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena Le diverse tipologie

Dettagli

ERASMUS+ Presentazione a cura di Lucia Di Cecca Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone

ERASMUS+ Presentazione a cura di Lucia Di Cecca Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone Presentazione a cura di Lucia Di Cecca Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone 1 Erasmus da Rotterdam (1466-1536) Grande umanista olandese Insegnò in numerose università europee Acronimo per

Dettagli

COSME 2014-2020. Fonte GUCE/GUUE L 347/33 del 20/12/2013. Ente Erogatore Commissione europea

COSME 2014-2020. Fonte GUCE/GUUE L 347/33 del 20/12/2013. Ente Erogatore Commissione europea COSME 2014-2020 Titolo Regolamento (UE) N. 1287/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio dell`11 dicembre 2013 che istituisce un programma per la competitività delle imprese e le piccole e le medie

Dettagli

EUROPA 2020. Una strategia per una crescita Intelligente Sostenibile Inclusiva. Eurosportello-Unioncamere. del Veneto

EUROPA 2020. Una strategia per una crescita Intelligente Sostenibile Inclusiva. Eurosportello-Unioncamere. del Veneto EUROPA 2020 Una strategia per una crescita Intelligente Sostenibile Inclusiva Eurosportello-Unioncamere del Veneto Cos è è? Una comunicazione della Commissione Europea (Com. 2020 del 3 marzo 2010), adottata

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 14.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 74/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 240/2014 DELLA COMMISSIONE del 7 gennaio 2014 recante un codice europeo di condotta

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC

PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC Finalità: Obiettivo generale Migliorare, attraverso la cooperazione interregionale l efficacia dello sviluppo di politiche regionali nelle aree innovative, l economia della

Dettagli

AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE. Formazione oltre i confini per crescere insieme

AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE. Formazione oltre i confini per crescere insieme AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE Formazione oltre i confini per crescere insieme SELEZIONE CANDIDATURE PAESE SELEZIONE CANDIDATURE FORMAZIONE FRANCIA 12 3 Formazione Esabac 3 Formazione

Dettagli

Convenzione europea sull equivalenza dei periodi di studi universitari

Convenzione europea sull equivalenza dei periodi di studi universitari Traduzione 1 Convenzione europea sull equivalenza dei periodi di studi universitari 0.414.31 Conclusa a Parigi il 15 dicembre 1956 Approvata dall Assemblea federale il 6 marzo 1991 2 Istrumento di ratificazione

Dettagli

Approcci e pratiche nazionali ed europee di validazione: indagine Isfol 2010-2011

Approcci e pratiche nazionali ed europee di validazione: indagine Isfol 2010-2011 Approcci e pratiche nazionali ed europee di validazione: indagine Isfol 2010-2011 Roma 12 Dicembre 2011 Elisabetta Perulli e.perulli@isfol.it Il senso di questo lavoro: Costruire un quadro (e magari una

Dettagli

Finanziamenti per i gemellaggi Lecce, 14 ottobre 2011. Dott.ssa Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point

Finanziamenti per i gemellaggi Lecce, 14 ottobre 2011. Dott.ssa Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point Finanziamenti per i gemellaggi Lecce, 14 ottobre 2011 Dott.ssa Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point Come preparare un buon progetto Idoneità dell applicant e dei parnter Validità della rete di partenariato

Dettagli

PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013

PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013 PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013 Il Background del Programma LLP Dichiarazione di Bologna (1999): costruzione di uno spazio europeo dell istruzione superiore Consiglio di Lisbona (2000):

Dettagli

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il trattato UE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Articolo 149 Contribuire allo sviluppo della qualità dell istruzione

Dettagli

La certificazione AEO, un biglietto da visita per gli operatori doganali

La certificazione AEO, un biglietto da visita per gli operatori doganali La certificazione AEO, un biglietto da visita per gli operatori doganali Roma 19 marzo2009 Dott. Giovanni MOSCA - Ufficio tecnologie e supporto dell attività di verifica Passi necessari per divenire un

Dettagli

L.L.P. Erasmus Students Placement

L.L.P. Erasmus Students Placement L.L.P. Erasmus Students Placement BANDO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI N. 77 MENSILITA a.a. 2011/2012 DR Reg. 968 del 21 giugno 11 Art. 1 Opportunità di tirocinio 1. Il programma Erasmus dall a.a.

Dettagli

Università degli Studi di Perugia DR n. 2323

Università degli Studi di Perugia DR n. 2323 Università degli Studi di Perugia DR n. 2323 Il Rettore Oggetto: Avviso di selezione per l attribuzione di n. 30 contributi di mobilità per attività di Training (Staff mobility for training) Programma

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS

LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS Ufficio Ricerca e Relazioni Internazionali Settore Relazioni Internazionali Via Nazario Sauro n. 85-85100 Potenza Tel +39 0971 202158-202194 - Fax. + 39 0971 202197

Dettagli

DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre

DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre Commission européenne Comunicato stampa L autonomia scolastica in Europa Politiche e modalità attuative

Dettagli

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene:

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene: FONDO SOCIALE EUROPEO IN ROMANIA Il Fondo Sociale Europeo (FSE) è lo strumento principale tramite il quale l Unione Europea finanzia gli obiettivi strategici delle politiche di occupazione. Da 50 anni,

Dettagli

ALLEGATO III REGOLE FINANZIARIE E CONTRATTUALI

ALLEGATO III REGOLE FINANZIARIE E CONTRATTUALI ALLEGATO III REGOLE FINANZIARIE E CONTRATTUALI I. INTRODUZIONE Il presente Allegato integra le regole relative all uso del contributo nell ambito delle differenti categorie di spesa applicabile al Progetto

Dettagli

ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE

ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE parte riservata: CODICE data Alla Direzione Patrimonio Immobiliare Appalti Ufficio Acquisti richiedente struttura RITENUTE l inserimento Si chiede cortesemente di provvedere

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti!

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! I programmi comunitari 2014-2020 Modalità Strumenti Programmi UE Gestione diretta a finanziamento diretto 4 Strumenti geografici IPA ENI PI DCI Assistenza

Dettagli

Conservatorio di Musica G. Verdi di Como BANDO DI CONCORSO PER BORSE DI MOBILITA DEL PERSONALE DOCENTE E AMMINISTRATIVO

Conservatorio di Musica G. Verdi di Como BANDO DI CONCORSO PER BORSE DI MOBILITA DEL PERSONALE DOCENTE E AMMINISTRATIVO Prot. n. 291c23b del 27.01.2015 Conservatorio di Musica G. Verdi di Como ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE BANDO DI CONCORSO PER BORSE DI MOBILITA DEL PERSONALE DOCENTE E AMMINISTRATIVO premessa PROGRAMMA

Dettagli

PROGRAMMA GIOVENTU IN AZIONE 2007-2013

PROGRAMMA GIOVENTU IN AZIONE 2007-2013 1 PROGRAMMA GIOVENTU IN AZIONE 2007-2013 Gioventù in Azione è il programma istituito dall Unione Europea appositamente per i giovani: l obiettivo è di infondere nei giovani europei un senso di cittadinanza

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

VANTAGGI IMPRESE ESTERE

VANTAGGI IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE è il servizio Cerved Group che consente di ottenere le più complete informazioni commerciali e finanziarie sulle imprese operanti in paesi europei ed extra-europei, ottimizzando

Dettagli

Youth in Action Programma 2007-2013 EACEA

Youth in Action Programma 2007-2013 EACEA Un programma europeo per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile E lo strumento di attuazione del Libro Bianco sulla gioventù

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA C 333/12 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 10.12.2010 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA Invito a presentare proposte EAC/57/10 Programma «Gioventù in azione» 2007-2013 (2010/C

Dettagli

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI?

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Il piano di investimenti per l Europa consisterà in un pacchetto di misure volte a sbloccare almeno 315 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati

Dettagli

PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS

PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS . p.1/10 Università della Calabria PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS Dr. Antonio Fuduli (Corso di Laurea in Informatica) Dr. Gennaro Infante (Corso di Laurea in Matematica) . p.2/10 Lifelong Learning

Dettagli

LISTA REFERENTI-PAESE PER LE BORSE DI STUDIO A STUDENTI STRANIERI & IRE. Aggiornamento del 4 giugno 2012

LISTA REFERENTI-PAESE PER LE BORSE DI STUDIO A STUDENTI STRANIERI & IRE. Aggiornamento del 4 giugno 2012 LISTA REFERENTI-PAESE PER LE BORSE DI STUDIO A STUDENTI STRANIERI & IRE. Aggiornamento del 4 giugno 2012 Uff. VII, DGSP, M.A.E. - Roma Tel. 06 3691 + Int. personale - Fax 06 3691 3790 dgsp7@esteri.it N.B.

Dettagli

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio,

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio, Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio per motivi di lavoro studio o vacanza è diventato più semplice grazie alla tessera sanitaria europea

Dettagli

5. ORGANIZZAZIONE DELLA MOBILITA STUDENTI, DOCENTI E STAFF TRAINING (OM) 5.1 Scopo e ammissibilità delle attività OM pag. 24

5. ORGANIZZAZIONE DELLA MOBILITA STUDENTI, DOCENTI E STAFF TRAINING (OM) 5.1 Scopo e ammissibilità delle attività OM pag. 24 ALLEGATO VI HANDBOOK ERASMUS A.A. 2008/2009 Estratto della Guida per le Agenzie Nazionali per l implementazione del Programma LLP, dell Invito a presentare proposte 2008 e della Guida del Candidato INDICE

Dettagli

Programma Erasmus+ Azione KA 1 a.s. 2015/2016

Programma Erasmus+ Azione KA 1 a.s. 2015/2016 Programma Erasmus+ Azione KA 1 a.s. 2015/2016 Erasmus+ 2015/16 Documenti ufficiali e Moduli Regolamento Ue 1288/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio Invito a presentare proposte in Erasmus+ 2015

Dettagli

Il processo di costruzione delle infrastrutture dei pagamenti in EuroMed

Il processo di costruzione delle infrastrutture dei pagamenti in EuroMed SPIN - Roma, 13 giugno 2005 Il processo di costruzione delle infrastrutture dei pagamenti in EuroMed Renzo Vanetti, Amministratore Delegato 2 Lisbona/Barcellona: lo stesso concetto di cooperazione Lisbona

Dettagli

PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS

PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS p. 1/10 Università della Calabria PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS Dr. Antonio Fuduli (Corso di Laurea in Informatica) Dr. Gennaro Infante (Corso di Laurea in Matematica) p. 2/10 Lifelong Learning

Dettagli

L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi

L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi Stati membri dell Unione europea Paesi candidati Dott.ssa Stefania Zanna La ricerca: investire nella società della conoscenza Spesa per ricerca e sviluppo

Dettagli

22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43

22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43 22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43 IV (Atti adottati prima del 1 o dicembre 2009, in applicazione del trattato CE, del trattato UE e del trattato Euratom) DECISIONE DEL CONSIGLIO

Dettagli

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online INFO ITALIA Il presente listino è valido dal Marzo 0. Le tariffe indicate si intendono al netto d IVA e inclusivi dei diritti di segreteria

Dettagli

Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni

Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni Numero 29/2014 Pagina 1 di 8 Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni Numero : 29/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : DICHIARAZIONI

Dettagli

Università degli Studi di Perugia DR n. 345. Il Rettore

Università degli Studi di Perugia DR n. 345. Il Rettore Università degli Studi di Perugia DR n. 345 Il Rettore Oggetto: Avviso di selezione per l attribuzione di n. 10 contributi di mobilità per docenza (Staff mobility for teaching) Programma Erasmus+ A.A.

Dettagli

Tre diversi sistemi per proteggere l innovazione in Europa. Quale adottare?

Tre diversi sistemi per proteggere l innovazione in Europa. Quale adottare? 1 Tre diversi sistemi per proteggere l innovazione in Europa. Quale adottare? Roberto Dini Torino, 13 Maggio 2014 2 Brevetto Unitario e Tribunale Unificato dei Brevetti Regolamento(EU) No. 1257/2012 del

Dettagli

Settore: Giovani Nome bando: Programma gioventù in azione Destinatari:

Settore: Giovani Nome bando: Programma gioventù in azione Destinatari: Settore: Giovani Nome bando: Programma gioventù in azione Destinatari: organizzazioni senza scopo di lucro o non governative. organismi pubblici locali e/o regionali. gruppi giovanili informali. enti attivi

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI TIROCINI ALL ESTERO CON BORSA ERASMUS TRAINEESHIP A.A. 2014-2015

BANDO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI TIROCINI ALL ESTERO CON BORSA ERASMUS TRAINEESHIP A.A. 2014-2015 BANDO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI TIROCINI ALL ESTERO CON BORSA ERASMUS TRAINEESHIP A.A. 2014-2015 Art. 1 Descrizione opportunità di tirocinio La borsa Erasmus traineeship permette agli studenti

Dettagli

Luciano Camagni. Condirettore Generale Credito Valtellinese

Luciano Camagni. Condirettore Generale Credito Valtellinese Luciano Camagni Condirettore Generale Credito Valtellinese LA S PA S PA: area in cui i cittadini, le imprese e gli altri operatori economici sono in grado di eseguire e ricevere, indipendentemente dalla

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA 28.10.2014 C 382/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA INVO A PRESENTARE PROPOSTE EACEA/31/2014 Programma Erasmus+, azione chiave 3: sostegno alle riforme delle politiche Cooperazione

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

- i costi di viaggio; - i costi di soggiorno (vitto, alloggio, trasporti urbani, comunicazione, assicurazione del viaggio).

- i costi di viaggio; - i costi di soggiorno (vitto, alloggio, trasporti urbani, comunicazione, assicurazione del viaggio). ESTRATTO DELL ALLEGATO VI HANDBOOK ERASMUS A.A. 2008/2009 Estratto della Guida per le Agenzie Nazionali per l implementazione del Programma LLP, dell Invito a presentare proposte 2008 e della Guida del

Dettagli

econsulenza NeWS a cura della Divisione Politiche Comunitarie Informativa su bandi e finanziamenti europei e nazionali Bandi Europei

econsulenza NeWS a cura della Divisione Politiche Comunitarie Informativa su bandi e finanziamenti europei e nazionali Bandi Europei 1 econsulenza NeWS a cura della Divisione Politiche Comunitarie 24 Giugno 2010 N. 06/10 Informativa su bandi e finanziamenti europei e nazionali Bandi Europei 1. Commissione Europea Invito a presentare

Dettagli

Programma di mobilità ERASMUS + PER STUDIO. Rocco S., University of Reading, Inghilterra, a.a. 2014/2015

Programma di mobilità ERASMUS + PER STUDIO. Rocco S., University of Reading, Inghilterra, a.a. 2014/2015 Programma di mobilità ERASMUS + PER STUDIO Rocco S., University of Reading, Inghilterra, a.a. 2014/2015 Quali opportunità con Erasmus+ per studio? Francesca P., Universität zu Köln, Colonia, Germania,

Dettagli

Turismo sanitario come opportunità per la promozione della rete delle strutture sanitarie

Turismo sanitario come opportunità per la promozione della rete delle strutture sanitarie PROGETTO MATTONE INTERNAZIONALE WORKSHOP Le sinergie nell Unione Europea tra servizi sanitari nazionali e politiche del turismo Venezia, 14 aprile 2014 Turismo sanitario come opportunità per la promozione

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento

Dettagli

Cultura e Tempo Libero

Cultura e Tempo Libero Cultura e Tempo Libero Corso in Statistica Sociale Anno Accademico 2012-13 Anna Freni Sterrantino Sommario Definizione e introduzione Le indagini multiscopo Spesa in attività culturali Confronti con i

Dettagli

ATTO DI CANDIDATURA. Posizione professionale attuale

ATTO DI CANDIDATURA. Posizione professionale attuale LOGO MLPS/MIUR ALLEGATO B N di Protocollo ATTO DI CANDIDATURA ESPERTI INDIPENDENTI NEL QUADRO DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME: NOME(I): DATA DI NASCITA (GG/MM/AAAA): / /

Dettagli

I NUOVI PROGRAMMI EUROPEI NELLE POLITICHE DI WELFARE. Milano, 11 Febbraio 2014

I NUOVI PROGRAMMI EUROPEI NELLE POLITICHE DI WELFARE. Milano, 11 Febbraio 2014 I NUOVI EUROPEI NELLE POLITICHE DI WELFARE Milano, 11 Febbraio 2014 CONTESTO DI RIFERIMENTO Nel marzo 2010 la Commissione Europea (CE) lancia la strategia EUROPA 2020 per una crescita intelligente, sostenibile

Dettagli

INTERREG IVC Programma della Direzione Generale Politica regionale

INTERREG IVC Programma della Direzione Generale Politica regionale INTERREG IVC Programma della Direzione Generale Politica regionale Area tematica Politica regionale Obiettivi Il programma rientra nell'obiettivo Cooperazione territoriale dei Fondi Strutturali 2007-2013

Dettagli

LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva

LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva Descrizione generale Il Programma Leonardo da Vinci si propone di collegare le politiche alle pratiche nel campo dell istruzione e formazione

Dettagli

TAVOLA MOVIMENTO CLIENTI NEGLI ESERCIZI RICETTIVI PER PAESE DI RESIDENZA, CATEGORIE E TIPOLOGIE DI ESERCIZI Anno 2015

TAVOLA MOVIMENTO CLIENTI NEGLI ESERCIZI RICETTIVI PER PAESE DI RESIDENZA, CATEGORIE E TIPOLOGIE DI ESERCIZI Anno 2015 Esercizi Alberghieri Alberghi 1 stella Alberghi 2 stelle Alberghi 3 stelle e 3 stelle sup. Alberghi 4, 4 sup. e 5 stelle Residenze Turistico Alberghiere Alberghieri ITALIA 92,2 97,8 93,1 56,7 130,8 86,5

Dettagli

Verona, 02/12/2015 Prot. n.4965/f3 A tutto il personale docente e tecnico amministrativo

Verona, 02/12/2015 Prot. n.4965/f3 A tutto il personale docente e tecnico amministrativo Verona, 02/12/2015 Prot. n.4965/f3 A tutto il personale docente e tecnico amministrativo Albo di Istituto Sito istituzionale Accademia Oggetto: Bando Erasmus+ Mobilità del personale per docenza o per formazione

Dettagli

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione From the Lifelong Learnig Programme to Erasmus for All Investing in high quality education and training Istituto di Istruzione Superiore Crescenzi Pacinotti di Bologna 24 maggio 2013 Il contributo del

Dettagli

Agenzia Nazionale LLP Italia Sistema di Gestione Qualità Certificato UNI EN ISO 9001:2000 - CSICERT N SQ062274

Agenzia Nazionale LLP Italia Sistema di Gestione Qualità Certificato UNI EN ISO 9001:2000 - CSICERT N SQ062274 Programma di Apprendimento Permanente Allegato all Invito Generale a presentare proposte 2007 Disposizioni finanziarie e importi dei contributi comunitari definiti dall Agenzia LLP Italia 1. Comenius Partenariati

Dettagli

Iniziative specifiche di animazione e promozione di legami stabili con gli italiani all estero per lo sviluppo integrato del Mezzogiorno

Iniziative specifiche di animazione e promozione di legami stabili con gli italiani all estero per lo sviluppo integrato del Mezzogiorno FORUM P.A. 2006 Seminario di riflessione LE AZIONI DI SISTEMA TRA CAPACITY BUILDING E COOPERAZIONE A RETE La cooperazione a rete nell Azione di Sistema del MAE Direzione Generale Italiani all Estero e

Dettagli

CARTA GIOVANI EUROPEA

CARTA GIOVANI EUROPEA CARTA GIOVANI EUROPEA 2011 CHE COS E? una tessera personale e nominativa rilasciata dall Associazione di promozione sociale Carta Giovani, fondata nel 1991 - unico membro italiano della EYCA - European

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER N. 1 BORSA DI STUDIO PER ATTIVITA FREE MOVER 2014/2015

BANDO DI CONCORSO PER N. 1 BORSA DI STUDIO PER ATTIVITA FREE MOVER 2014/2015 DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL FARMACO IL DIRETTORE Largo Donegani 2/3 28100 Novara NO Tel. 0321 375 602- Fax 0321 375 621 BANDO DI CONCORSO PER N. 1 BORSA DI STUDIO PER ATTIVITA FREE MOVER 2014/2015 Art.

Dettagli

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota *

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota * Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina Paese /non richiesto Nota * 1. Austria Visto non richiesto per un soggiorno 2. Afghanistan DP titolari di passaporti diplomatici SP titolari di

Dettagli

Cosa è il Volontariato?

Cosa è il Volontariato? VOLONTARIATO Cosa è il Volontariato? Attività all'interno di una organizzazione strutturata Aree di intervento: ambiente, arte, cultura, conservazione del patrimonio culturale, disabilità, disagio sociale,

Dettagli

CONSULTAZIONE SUL TRASFERIMENTO TRANSFRONTALIERO DELLA SEDE SOCIALE - Consultazione della DG MARKT

CONSULTAZIONE SUL TRASFERIMENTO TRANSFRONTALIERO DELLA SEDE SOCIALE - Consultazione della DG MARKT CONSULTAZIONE SUL TRASFERIMENTO TRANSFRONTALIERO DELLA SEDE SOCIALE - Consultazione della DG MARKT Introduzione Avvertenza preliminare: Il documento che segue è stato redatto dai servizi della direzione

Dettagli

Riunione Informativa Programma Erasmus+ Studio A.A. 2015-2016. Bologna, 4 febbraio 2015

Riunione Informativa Programma Erasmus+ Studio A.A. 2015-2016. Bologna, 4 febbraio 2015 Riunione Informativa Programma Erasmus+ Studio A.A. 2015-2016 Bologna, 4 febbraio 2015 Finalità Il programma Erasmus+ Studio 2014-2020 consente agli studenti di trascorrere un periodo di studi da tre a

Dettagli

Che cos è l impresa simulata?

Che cos è l impresa simulata? Che cos è l impresa simulata? E una metodologia didattica che intende riprodurre all interno di un corso di studi il concreto modo di operare di un azienda negli aspetti che riguardano: l organizzazione

Dettagli

TIPOLOGIE DI ISTITUZIONI E CODICI FUNZIONE

TIPOLOGIE DI ISTITUZIONI E CODICI FUNZIONE ALLEGATO n. 1 TIPOLOGIE DI ISTITUZIONI E CODICI FUNZIONE Il personale docente e ATA (limitatamente a direttori dei servizi generali e amministrativi e assistenti amministrativi) può partecipare alle prove

Dettagli

Approfondimento su Schengen

Approfondimento su Schengen Approfondimento su Schengen INFORMAZIONI SUL DIRITTO COMUNITARIO INTRODUZIONE Le disposizioni dell accordo di Schengen prevedono l abolizione dei controlli alle frontiere interne degli Stati membri facenti

Dettagli

DECISIONE N. 1719/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL CONSIGLIO. Gioventù Azione 2007-2013

DECISIONE N. 1719/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL CONSIGLIO. Gioventù Azione 2007-2013 DECISIONE N. 1719/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL CONSIGLIO Gioventù in Azione 2007-2013 GIOVENTU IN AZIONE 2007 2007-20132013 è un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 anni promuove la mobilità

Dettagli

IL PROGRAMMA ERASMUS PLUS. Le opportunità per gli enti locali

IL PROGRAMMA ERASMUS PLUS. Le opportunità per gli enti locali IL PROGRAMMA ERASMUS PLUS Le opportunità per gli enti locali Dal 2007-2013 al 2014-2020 Programmi esistenti LIFELONG LEARNING PROGRAMME Comenius Erasmus Leonardo Grundtvig Trasversale Jean Monnet PROGRAMMI

Dettagli

ORIZZONTI SCUOLA. I PROGRAMMI DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2000 2006 Istruzione, formazione e gioventù

ORIZZONTI SCUOLA. I PROGRAMMI DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2000 2006 Istruzione, formazione e gioventù I PROGRAMMI DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2000 2006 Istruzione, formazione e gioventù Una nuova generazione di programmi e azioni in seguito all impulso impartito dalla direzione generale dell istruzione

Dettagli