LA FUNZIONE DEGLI ALIMENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA FUNZIONE DEGLI ALIMENTI"

Transcript

1 LA FUNZIONE DEGLI ALIMENTI PERCORSO PLURIDISCIPLINARE IN CUI SONO COINVOLTE LE SEGUENTI DISCIPLINE: SCIENZE TECNOLOGIA GEOGRAFIA DESTINATARI: Classi seconde della Scuola Secondaria di primo grado IL CONTESTO: il progetto nasce da un indagine sulle abitudini alimentari degli adolescenti in cui emerge da un lato un'alimentazione squilibrata (carente o eccessiva nei suoi principi nutrizionali) e dall'altro modelli di comportamenti errati condizionati spesso da campagne pubblicitarie insidiose. RILEVAZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI: Segnalazione da parte del Ministero della Salute (indirettamente dall'asl locale) dei problemi legati alla cattiva alimentazione dei ragazzi Crescita del numero di ragazzi in sovrappeso Scarsa conoscenza delle proprietà degli alimenti Scarsa conoscenza delle tradizioni alimentari di altri popoli a cura di Mariagrazia Triberti 1

2 1 STEP :Approccio all'argomento L'approccio didattico utilizzato è quello della didattica per problemi. Si inizia con un "problem posing"partendo dalla formulazione di domande che emergono da esperienze ed osservazioni dirette degli studenti: PERCHE' SI MANGIA? CHE COSA CONTENGONO GLI ALIMENTI? L'ALIMENTAZIONE DI OGGI E' CAMBIATA RISPETTO A ANNI FA? CHE COSA SIGNIFICA PER TE LA PAROLA DIETA? Seguono situazioni di "problem solving" ognuno verrà alla lavagna e annoterà una sua risposta a cura di Mariagrazia Triberti 2

3 a cura di Mariagrazia Triberti 3

4 a cura di Mariagrazia Triberti 4

5 a cura di Mariagrazia Triberti 5

6 SI SCEGLIERA' TRA UNA ROSA DI DOMANDE QUELLE PIU' SIGNIFICATIVE ED ESSENZIALI CHE GUIDANO ALLA SCOPERTA DELL'ARGOMENTO FORMULANDOLE NEL TIPO: Quali alimenti occorre mangiare per una corretta alimentazione? Come vengono digeriti ed assimilati gli alimenti all'interno del nostro organismo? Come si può rappresentare un corretto modello alimentare? Come si possono sfatare dubbi e misconcetti, false credenze e pubblicità ingannevoli? Come si deve leggere l'etichetta di un prodotto alimentare e quali informazioni utili ci può dare? a cura di Mariagrazia Triberti 6

7 2 STEP :INSEGNAMENTO ED APPRENDIMENTO DEI CONCETTI TECNOLOGIA: ANALISI DI UNA ETICHETTA ALIMENTARE TUTTI I PRODOTTI ALIMENTARI MESSI IN VENDITA DEVONO ESSERE PROVVISTI DI UNA ETICHETTA INFORMATIVACHE SERVA DA UN LATO AD INFORMARE IL CONSUMATORE SULLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO CHE ACQUISTERA' MA ANCHE A PUBBLICIZZARE IL PRODOTTO RENDENDOLO IMMEDIATAMENTE RICONOSCVIBILE AL CONSUMATORE L'ETICHETTA E' DUNQUE UNA SPECIE DI CARTA DI IDENTITA' DEL PRODOTTO E NON PUO' ESSERE COMPOSTA ARBITRARIAMENTE MA SECONDO PRECISE DISPOSIZIONI DI LEGGE DEVE CONTENERE ALCUNE INDICAZIONI OBBLIGATORIE: LA DENOMINAZIONE DI VENDITA DEL PRODOTTO: cioè il nome con cui il prodotto alimentare viene posto in vendita L'ELENCO DEGLI INGREDIENTI: cioè tutte le sostanze, compresi gli additivi e i coloranti, utilizzati nella preparazione del prodotto, in ordine decrescente di peso. IL TERMINE MINIMO DI CONSERVAZIONE:cioè la data fino alla quale il prodotto di mantiene in adeguate condizioni di conservazione. Esso viene indicato con la dicitura :" da consumarsi entro il..." per i prodotti altamente deperibili e con la dicitura :" da consumarsi preferibilmente entro il..." negli altri casi IL QUANTITATIVO NETTO: in unità di peso per quelli secchi (gr) e in volume per quelli liquidi ( l, cl, o ml) IL NOME E LA RAGIONE SOCIALE, O IL MARCHIO DEPOSITATO, E LA SEDE DEL FABBRICANTE o del confezionatore o di un venditore autorizzato nella UE LA SEDE DELLO STABILIMENTO: di fabbricazione o di confezionamento per i prodotti fabbricati o confezionati in Italia e venduti sul territorio nazionale LE ISTRUZIONI PER L'USO : se necessario LE MODALITA' DI CONSERVAZIONE : se necessario per gli alimenti altamente deperibili IL LOTTO DI PRODUZIONE: per favorire la rapida rintracciabilità del prodotto in caso di anomalie nella produzione ( il lotto può non essere indicato quando la data di scadenza indica anche il mese e il giorno. a cura di Mariagrazia Triberti 7

8 Le_Etichette_Alimentari.ppt a cura di Mariagrazia Triberti 8

9 YouTube Etichette carni.mht a cura di Mariagrazia Triberti 9

10 INFORMAZIONI NON OBBLIGATORIE LE INDICAZIONI NUTRIZIONALI: sono obbligatorie solo per prodotti DIETETICI Quello che deve essere riportato è una dichiarazione relativa: al valore energetico alla quantità dei seguenti nutrienti: proteine, carboidrati, lipidi, fibra alimentare, vitamine e sali minerali UNA ETICHETTA ALIMENTARE NON DEVE indurre in errore l'acquirente sulle caratteristiche del prodotto spingere ad attribuire al prodotto proprieta' atte a prevenire e curare malattie vantare come qualità esclusive le caratteristiche che sono comuni a tutti gli alimenti analoghi. a cura di Mariagrazia Triberti 10

11 ANALISI DELLE FONTI APPROCCIO PRATICO In questa fase ciascun alunno avrà a disposizione etichette di prodotti alimentari da analizzare e avrà modo di interpretare e decodificare messaggi pubblicitari a volte ingannevoli, sviluppando criticità IN ACCORDO CON I RAGAZZI SONO STATE ANALIZZATE ETICHETTE DI PRODOTTI ALIMENTARI MAGGIORMENTE CONSUMATI INGREDIENTI: acqua zucchero (10,8 g) per 100 ml di bevanda anidride carbonica colorante E 150 acidificante acido fosforico aromi caffeina VALORE ENERGETICO Kcal 42 per 100 ml COMMENTO DELL'ETICHETTA La quantità di zucchero è notevole e le calorie fornite da questa bevanda sono esclusivamente apportate dal saccarosio,sono perciò calorie vuote che non danno alcuna sazietà. In più c'è la presenza di coloranti e aromi che se pur permessi per legge certamente non sono un toccasana per la nostra salute. Considerando quindi che una lattina di coca cola (330 ml) apporta 139 Kcal meglio bere una spremuta d'arancia (33 Kcal per 100 ml) che in più apporta vit C vit A potassio, ferro, calcio e fosforo. a cura di Mariagrazia Triberti 11

12 INGREDIENTI PATATE OLIO DI SEMI DI SOLITO GIRASOLE O SOIA SALE Kcal per 100 g 542 PUBBLICITA' INGANNEVOLE A PRIMA VISTA SEMBRA CHE LE PATATINE SIANO UN ALIMENTO SALUTARE POICHE' OFFRONO UN RAPPORTO DI SALI MINERALI QUALI IL SODIO E IL POTASSIO OTTIMALE IN REALTA' DALLA TABELLA NUTRIZIONALE SI PUO' OSSERVARE CHE: PER 100 g DI PRODOTTO CI SONO 32 g DI GRASSI 57 g DI CARBOIDRATI 1,2 g DI SODIO commento Se le patatine sono proprio irresistibili cerchiamo di consumarle solo ogni tanto in occasioni particolari, in tal modo l'assunzione di oli micidiali è limitata, e se la nostra alimentazione è comunque bene integrata da frutta e verdura i danni causati da 50 g scarsi di patatine a settimana saranno sicuramente neutralizzati. a cura di Mariagrazia Triberti 12

13 La Red Bull viene prodotta in Austria ed esportata in moltissimi paesi ma rimane attualmente vietata in Danimarca, Norvegia e Francia e Canada. Perché? Che cosa c è dietro (anzi,dentro ) questa ormai diffusissima bevanda? Analizziamo nel dettaglio i componenti per 100 g di prodotto: 26,30 g di zucchero (saccarosio e glucosio): è una percentuale altissima di zuccheri in quanto rappresenta ben il 30% sul totale. 100 mg di taurina (dal latino taurus, toro, dato che è stata scoperta nella bile dei testicoli del toro ma la Red Bull afferma sia sintetica): La taurina è un amminoacido e svolge un ruolo fondamentale nella sintesi degli acidi biliari; questi acidi, prodotti nel fegato ed incorporati nella bile, derivano dal colesterolo e ne facilitano l eliminazione Le dosi consigliate sono da 2 a 8 grammi al giorno da assumere attraverso la normale alimentazione. Un iperdosaggio di taurina può portare a problemi gastrointestinale ed ipertensione 600 mg di glucoronolattone questo elemento è un tipo particolare di zucchero che viene prodotto naturalmente nell uomo attraverso il metabolismo del glucosio nel fegato. Molti studi hanno dimostrato un effetto positivo verso il mantenimento della memoria e della concentrazione simile all azione di antidepressivi o stimolanti. Proprio per questo alte dosi di questo carboidrato inducono un eccitazione del sistema nervoso e non sono raccomandabili. 30 mg di vitamine (niacina, vitamina B6, acido pantotenico, vitamine B12): le vitamine costituiscono degli importanti elementi per il nostro organismo indispensabili per il mantenimento del ricambio cellulare, come disintossicanti (tipo la niacina), per un corretto funzionamento del sistema nervoso e per mantenere in ottima salute cute e capelli. Essendo vitamine idrosolubili se assunte in l eccesso vengono espulse naturalmente dall organismo. 80 mg di caffeina: la caffeina ha parecchi effetti sull organismo umano. Alcuni di essi sono molto conosciuti: leggero aumento della pressione arteriosa, eccitabilità Le conclusioni sono presto fatte: la Red bull, per le sostanze in essa contenute, si caratterizza più come FARMACO che come semplice bevanda da supermercato: aumenta le prestazioni mentali, migliora la concentrazione e diminuisce la sonnolenza durante la guida ma può anche essere responsabile di episodi maniacali simili a chi ha assunto dosi di droghe o alcool a cura di Mariagrazia Triberti 13

14 IL Mc MUFFIN DI Mc DONALD'S 48 % di grasso 12 % di proteine 32 % di carboidrati 8 % di fibre COMMENTO NON E' SICURAMENTE UN L'ESEMPIO DI UN PASTO BILANCIATO, SE PERO' UN GIORNO CI TROVIAMO CON AMICI AL Mc QUELLO E VOGLIAMO CONSUMARE UN PASTO FELICE ALLA SERA CERCHEREMO DI MANGIARE UN BEL MINESTRONE DI VERDURE E IL DANNO COSTITUITO DAL PRANZO NON SARA' CERTO TROPPO GRAVE. DEVE QUINDI COSTITUIRE L'ECCEZIONE E NON LA REGOLA a cura di Mariagrazia Triberti 14

15 COMMENTO Si tratta di alimenti certamente molto invitanti ma anche molto calorici e soprattutto ricchi di zuccheri semplici e grassi saturi che intasano le nostre arterie. Perciò ad una merendina confezionata cerchiamo di alternare un piccolo panino con prosciutto o formaggio, uno yogurt, un gelato alla frutta. VARIANDO COSI'L'ALIMENTAZIONE CERTAMENTE NE GIOVERA' LA NOSTRA SALUTE E SI SCOPRIRANNO ANCHE NUOVI SAPORI BISCOTTI MERENDINE INGREDIENTI in generale: zucchero sciroppo di glucosio grasso vegetale (può essere idrogenato margarine o non idrogenato) latte scremato in polvere farina di frumento uova emulsionanti (mono e digliceridi degli acidi grassi di origine vegetale o animale) agenti lievitanti (carbonati, difosfati ecc.) aromi coloranti Kcal variano da 350 A 550 per 100 gr a cura di Mariagrazia Triberti 15

16 INGREDIENTI: ZUCCHERO SCIROPPO DI GLUCOSIO ( da 70 g a 92 g per 100 g di prodotto) aromi coloranti Kcal per 100 g COMMENTO SONO ESCLUSIVAMENTE A BASE DI ZUCCHERI CON AGGIUNTA DI COLORANTI E AROMI QUASI SEMPRE ARTIFICIALI. APPORTANO MOLTISSIME CALORIE MA NON DANNO ALCUNA SAZIETA', SONO CALORIE VUOTE UNA CARAMELLA TIRA L'ALTRA E SI FA PRESTO A MANGIARNE 100 g CHE APPORTANO BEN QUASI 400 Kcal TANTE QUANTE UN PIATTO DI SPAGHETTI CON SUGO DI POMODORO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! MEDITATE RAGAZZI MEDITATE!!!!!!! a cura di Mariagrazia Triberti 16

17 pubblicità ingannevoli.doc a cura di Mariagrazia Triberti 17

18 3 STEP : RIELABORAZIONE ED ULTERIORE APPROFONDIMENTO DEI CONCETTI APPRESI Aranciate, cole, gassose e simili: apportano tante calorie sotto forma di zucchero tanto che ci sono persone obese solo perché che ne bevono grandi quantità. Sono inoltre gasate più o meno fortemente, favorendo l insorgenza di una malattia seria come la gastrite. Praticamente sempre contengono conservanti che vanno ad intaccare la nostra flora batterica intestinale (fanno il contrario dello yogurt). Fino a pochi anni fa contenevano coloranti cancerogeni, mentre adesso la cosa è quantomeno migliorata, anche se alcuni tipi sono sulla lista dei sospetti da parte di molti scienziati. Merendine, salatini e simili: autentici pacchi rifilateci dalla moderna industria alimentare. Sono quasi sempre alimenti pessimi. Tanto per incominciare possiamo dire che il termine merendina ci porta alla mente qualcosa di dolce, che associamo allo zucchero. FALSO. La cosa di gran lunga peggiore delle merendine e simili non è lo zucchero, ma i pessimi grassi che vi sono presenti, non solo saturi, ma spesso anche idrogenati I prodotti con la scritta grassi idrogenati vanno lasciati sugli scaffali. Ma più in generale nulla di quello che è dolce o salato PRECONFEZIONATO va mangiato. Le torte facciamocele in casa. Quelle che ci piacciono di più. È un affare di salute. Fast food: sarebbe più opportuni chiamarlo killer food. Paninacci infami, spesso pieni di zucchero (si, proprio zucchero nell impasto del pane per aumentare la sensazione di piacevolezza nei giovani), con carne rossa zeppa di grassi e pure della peggiore qualità, con magari una foglia d insalata verde giusto per acquietare la coscienza, patatine fritte che hanno qualcosa di extasyante e il tutto condito da mezzo litro di una qualche cola di turno.. Al bar, l unica cosa veramente buona da ordinare è una spremuta fresca d arancia.. a cura di Mariagrazia Triberti 18

19 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DEL PROGETTO.doc 4 E 5 STEP :VALUTAZIONE DELL'INSEGNANTE E AUTOVALUTAZIONE INDIVIDUALE DEI SINGOLI STUDENTI L insegnante effettuerà attività di monitoraggio e di osservazione diretta degli atteggiamenti e dei modi di affrontare le attività mediante un proprio diario di bordo. Infine sarà effettuata una valutazione finale per ogni singolo studente Gli studenti saranno interrogati oralmente o saranno somministrati loro questionari scritti a risposta aperta o test a risposta chiusa. Si chiederà agli studenti di riflettere su: quali siano gli errori che commettono nella loro alimentazione e quali conseguenze potrebbero avere sulla loro salute, come potrebbero correggere e migliorare la loro alimentazione quali sono i misconcetti e i dubbi che sono riusciti finalmente a sfatare imparando a leggere le etichette degli alimenti come potrebbero rivedere la propria dieta con un pensiero rivolto a chi ha fame e che per questo ha anche bisogno di noi. SARA' SOMMINISTRATA INFINE UNA GRIGLIA DI VALUTAZIONE DEL PROGETTO a cura di Mariagrazia Triberti 19

20 Allegati Additivi alimentari.doc Le_Etichette_Alimentari.ppt etichetta olio.jpg ETICHETTE PARTICOLARI.doc pubblicità ingannevoli.doc YouTube Etichette carni.mht YouTube Etichette alimenti.mht YouTube Etichette a confronto.mht GRIGLIA DI VALUTAZIONE DEL PROGETTO.doc

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro,

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro, I nutrienti I gruppi alimentari NEL NOSTRO VIVER COMUNE, NON RAGIONIAMO CON NUTRIENTI MA CON ALIMENTI: SONO PERTANTO STATI RAGGRUPPATI GLI ALIMENTI SECONDO CARATTERISTICHE NUTRITIVE IN COMUNE. GRUPPO N

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

Cibo spazzatura: malattie e obesità Sala Alessi Palazzo Marino 16 marzo 2011 GIUSEPPE LANDONIO Cibo spazzatura (junk food o trashfood) Si definisce cibo spazzatura qualsiasi alimento o bevanda ad alto

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

DAL SEME ALLA TAVOLA INTERPRETAZIONE DELLE ETICHETTE ALIMENTARI DEI PRODOTTI CONFEZIONATI. Taira Monge e Laura Donatini. Lunedì 26 gennaio 2015

DAL SEME ALLA TAVOLA INTERPRETAZIONE DELLE ETICHETTE ALIMENTARI DEI PRODOTTI CONFEZIONATI. Taira Monge e Laura Donatini. Lunedì 26 gennaio 2015 TORINO Un Associazione per Amica DAL SEME ALLA TAVOLA INTERPRETAZIONE DELLE ETICHETTE ALIMENTARI DEI PRODOTTI CONFEZIONATI Taira Monge e Laura Donatini Lunedì 26 gennaio 2015 COSA ABBIAMO IMPARATO NELLA

Dettagli

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI!

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! Paese, 13 marzo 2013 dott.ssa Laura Martinelli dietista sportiva www.alimentazionesportivamartinelli.com ARGOMENTI L alimentazione dei bambini in Italia Elementi di dietetica

Dettagli

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv. FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.it Progetto pilota Linee

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

Le etichette alimentari

Le etichette alimentari Le etichette alimentari Le etichette riportate sulle confezioni dei prodotti alimentari aiutano a compiere una scelta informata su ciò che consumeremo L etichettatura dei prodotti alimentari destinati

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo

Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo Cagliari, mercoledì 30 novembre 2011 METTI IL FORMAGGIO SARDO NELLA TUA DIETA Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo Giovanna Maria Ghiani Specialista in Scienza

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

ALIMENTAZIONE e NUOTO

ALIMENTAZIONE e NUOTO MICROELEMENTI ALIMENTAZIONE e NUOTO ZUCCHERI: costituiscono la fonte energetica, che permette all uomo di muoversi. Sono di due tipi : a. SEMPLICI, si trovano nella zuccheriera, nella, nel miele e sono

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

Dietista dott.ssa Raimonda Muraro Ass2 Isontina

Dietista dott.ssa Raimonda Muraro Ass2 Isontina Dietista dott.ssa Raimonda Muraro Ass2 Isontina Il Regolamento (UE) 1169/2011 è entrato in vigore il 13 dicembre 2011 e verrà applicato in modo graduale, tramite tappe intermedie. Il testo unico raccoglie

Dettagli

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Relatore: Prof. Vincenzo Gerbi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Di.S.A.F.A.

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo!

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Prof. Augusto Santi Alimentazione e giovani sportivi IERI E OGGI Cent anni fa: giochi di movimento, pane e acqua Oggi: giochi al computer e merendine

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

L'Alimentazione (principi alimentari e consigli) Una Sana Alimentazione Ogni essere vivente introduce cibo nell'organismo: questo processo prende il nome di ALIMENTAZIONE. Introdurre cibo nel nostro corpo

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari È una iniziativa Diversity & Inclusion Sandoz Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Introduzione: Le malattie cardiovascolari

Dettagli

3. Consigli e strategie

3. Consigli e strategie Dipartimento delle Professioni Sanitarie Guida al percorso di assistenza nutrizionale in riabilitazione cardiologica Servizio Dietetico Responsabile: Dr.ssa Maria Luisa Masini 3. Consigli e strategie Raccomandazioni

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina ALIMENTAZIONE Matilde Pastina I macronutrienti COSA SONO I MACRONUTRIENTI I macronutrienti sono princìpi alimentari che devono essere introdotti in grandi quantità, poiché rappresentano la più importante

Dettagli

Gli aspetti tecnici e le linee guida per la conformità delle etichette alimentari. Giovanna Rufo Milano, 18 novembre 2013

Gli aspetti tecnici e le linee guida per la conformità delle etichette alimentari. Giovanna Rufo Milano, 18 novembre 2013 Gli aspetti tecnici e le linee guida per la conformità delle etichette alimentari Giovanna Rufo Milano, 18 novembre 2013 CHI SIAMO AIDEPI, Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane,

Dettagli

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni DIABETE E CIBO Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni I nutrienti della dieta I nutrienti essenziali: PROTEINE

Dettagli

Salute, Benessere, Carattere. Guida la tua vita! Il mio benessere? Una questione di stile!

Salute, Benessere, Carattere. Guida la tua vita! Il mio benessere? Una questione di stile! ri-esco Salute, Benessere, Carattere. Guida la tua vita! Il mio benessere? Una questione di stile! Esistono molti modi di alimentarsi, e un solo modo di nutrirsi STATO NUTRIZIONALE Adattato da: Bedogni

Dettagli

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze.

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze. I L I P I D I ASPETTI GENERALI I Lipidi o grassi sono la riserva energetica del nostro organismo; nel corpo umano costituiscono mediamente il 17% del peso corporeo dove formano il tessuto adiposo. In generale

Dettagli

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti.

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. IL VIAGGIO DEL CIBO Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. Dalla bocca passano nello stomaco e da qui all intestino per poi venire

Dettagli

L ALIMENTAZIONE. DANIELA BASOSI Scuola Secondaria inferiore - Classe terza 8 Maggio 2011

L ALIMENTAZIONE. DANIELA BASOSI Scuola Secondaria inferiore - Classe terza 8 Maggio 2011 L ALIMENTAZIONE DANIELA BASOSI Scuola Secondaria inferiore - Classe terza 8 Maggio 2011 Un approccio operativo ai concetti di alimentazione e di nutrizione. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Ricostruire lo scopo

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Fantavolando PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE: CRESCERE BENE

Fantavolando PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE: CRESCERE BENE Fantavolando PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE: CRESCERE BENE Premessa: Studi recenti hanno messo in luce come, anche in Italia, stia ormai emergendo il problema dell obesità infantile. Come è noto si

Dettagli

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

BIOMOLECOLE (IN ALIMENTAZIONE SONO CLASSIFICATE TRA I MACRONUTRIENTI)

BIOMOLECOLE (IN ALIMENTAZIONE SONO CLASSIFICATE TRA I MACRONUTRIENTI) BIOMOLECOLE (IN ALIMENTAZIONE SONO CLASSIFICATE TRA I MACRONUTRIENTI) Sono i composti chimici dei viventi. Sono formate da Carbonio (C), Idrogeno (H), Ossigeno (O), Azoto (N), Fosforo (P) e Zolfo (S).

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali DIPARTIMENTO SANITA PUBBLICA VETERINARIA, NUTRIZIONE E SICUREZZA ALIMENTI DIREZIONE GENERALE SICUREZZA ALIMENTI E NUTRIZIONE Elementi informativi

Dettagli

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD ASL LECCO - GRUPPI DI CAMMINO 2008 L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD Estratto dalle LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA predisposte dall Istituto

Dettagli

GR 2 Control Fiber Supplement. 84 tavolette

GR 2 Control Fiber Supplement. 84 tavolette GR 2 Control Fiber Supplement 84 tavolette Contiene glucomannano (dalla farina di Konjak) che, in acqua, è in grado di aumentare di 50 volte il proprio peso, più altre 5 fonti di fibra alimentare. La sua

Dettagli

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa CLORELLA Contenuto 1 8 0 c o m p r e s s e d a 5 0 0 m g d i Chlorella Pyrenoidosa frantumata Clorella Bio con marchio di produzione Biologica della Comunità Europea Indicazioni Disintossicante, stai di

Dettagli

alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ

alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ NUTRIENTI (O PRINCIPI NUTRITIVI): PROTEINE LIPIDI CARBOIDRATI VITAMINE ACQUA MINERALI CON FUNZIONE: PLASTICA ENERGETICA BIOREGOLATRICE PROTEINE LUNGHE CATENE DI

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

Progetto Expo 2015. Questionario on-line

Progetto Expo 2015. Questionario on-line a.s. 2014.15 Progetto Expo 2015 Questionario on-line Questionario di indagine sul livello di informazione e consapevolezza in merito all alimentazione Indice Introduzione Prima sezione: Conosci le tue

Dettagli

GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA

GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA PROGETTO SCUOLA MELAROSSA GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA con la supervisione del professor Pietro A. Migliaccio Presidente di SISA, Società Italiana di Scienza dell Alimentazione e la collaborazione

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH ...Sentiamo parlare sempre piú spesso di FIBRE: - Quale é il loro ruolo nell organismo? - Quale é la quantitá consigliata? - Quante bisogna mangiarne giornalmente? Vuoi aumentare energia e benessere? Prova

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

COMMISSIONE EUROPEA COME

COMMISSIONE EUROPEA COME COMMISSIONE EUROPEA Come leggere Fiocchi di riso e di grano integrale, arricchiti di vitamine (B1, B2, B3, B6, acido folico, B12, C) e ferro Peso netto: DA CONSUMARSI PREFERIBILMENTE ENTRO Cereal Lite

Dettagli

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute Titolo: Diabete e alimentazione Relatore: Giovanna Foschini Data 19 marzo 2014 Sede Sala Piccolotto UN PO DI STORIA Un po' di storia... Papiro di Ebers (1550 a.c.)

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE

EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE Dott.ssa Luce Ghigo Medico Chirurgo Convenzionato S.S.N. Medicina di Gruppo - Medico di R.S.A. Piani Alimentari e Terapia del Sovrappeso 1 Se è vero che le esigenze nutrizionali

Dettagli

COSA SONO I NUTRIENTI?

COSA SONO I NUTRIENTI? 1. DAGLI ALIMENTI AI NUTRIENTI Gli alimenti che mangiamo vengono digeriti e scomposti in elementi più semplici, i nutrienti, che vengono riversati nel flusso sanguigno per essere distribuiti a tutte le

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO )

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) OBIETTIVI del SIAN: sicurezza alimentare prevenzione delle malattie correlate all alimentazione promuovere comportamenti utili per la

Dettagli

1. Obesità. Per valutare la distribuzione del grasso corporeo, si può utilizzare il rapporto vita.

1. Obesità. Per valutare la distribuzione del grasso corporeo, si può utilizzare il rapporto vita. 2%(6,7 1. Obesità L incidenza del sovrappeso e/o dell obesità è andata aumentando dal dopoguerra in tutti i paesi industrializzati per l abbondanza e la disponibilità di cibi raffinati da un lato e la

Dettagli

La dieta della Manager Assistant

La dieta della Manager Assistant La dieta della Manager Assistant TUTTI I GIORNI COLAZIONE - 1 vasetto di yogurt oppure 1 tazza di latte parzialmente scremato oppure 1 cappuccino - 3 biscotti secchi oppure 4 fette biscottate oppure 1

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE. Più gusto con lo spuntino giusto

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE. Più gusto con lo spuntino giusto PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE Più gusto con lo spuntino giusto La fase iniziale: perché mangiamo? Quali sono i principi nutritivi degli alimenti? Insieme all assistente sanitaria Patrizia abbiamo ripreso

Dettagli

MINISTERO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

MINISTERO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MINISTERO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DIREZIONE GENERALE PER L ARMONIZZAZIONE DEL MERCATO E LA TUTELA DEI CONSUMATORI L etichetta di panettone, pandoro, colomba, savoiardo, amaretto e amaretto morbido NOVITÀ

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il servizio di refezione scolastica del Comune di Poggibonsi è affidato all azienda di Ristorazione Cir- Food, Divisione Eudania. Per la preparazione

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

I corretti messaggi nutrizionali per i bambini che praticano attività sportiva. 1 dicembre 2014 Dott.ssa Elisa Reginato, medico nutrizionista

I corretti messaggi nutrizionali per i bambini che praticano attività sportiva. 1 dicembre 2014 Dott.ssa Elisa Reginato, medico nutrizionista I corretti messaggi nutrizionali per i bambini che praticano attività sportiva 1 dicembre 2014 Dott.ssa Elisa Reginato, medico nutrizionista Ippocrate diceva. Se fossimo in grado di fornire a ciascuno

Dettagli

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti LO SPORT E SERVITO CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti ALIMENTO - DEFINIZIONE Per alimento si intende qualsiasi sostanza utilizzabile dal nostro organismo ai fini dell accrescimento,

Dettagli

L ETICHETTA ALIMENTARE. Carta d identità del prodotto

L ETICHETTA ALIMENTARE. Carta d identità del prodotto L ETICHETTA ALIMENTARE Carta d identità del prodotto Alcune informazioni sono obbligatorie e regolamentate per legge e sono molto utili per la sicurezza alimentare Altre sono facoltative o complementari

Dettagli

IL RISCHIO CARDIOVASCOLARE

IL RISCHIO CARDIOVASCOLARE IL RISCHIO CARDIOVASCOLARE Perché rivolgersi al Medico di Famiglia? COME LO MISURIAMO? Con mezzi molto semplici, in ambulatorio 1 COME LO MISURIAMO? Uno sfingomanometro per misurare la pressione COME LO

Dettagli

GRASSI ANIMALI O VEGETALI?

GRASSI ANIMALI O VEGETALI? GRASSI ANIMALI O VEGETALI? I grassi industriali sono, da una parte, il burro e i grassi animali e, dall altra, gli oli vegetali (d oliva, di girasole, di sesamo, di mais, etc.). La scelta fra queste due

Dettagli

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI La prima colazione A tavola: La prima colazione permette di migliorare l attenzione e la concentrazione, quindi il rendimento scolastico. Inizia la tua giornata

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea La nuova piramide della dieta mediterranea moderna proposta dall INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) presenta

Dettagli

Colazione e merende. Anno scolastico 2014-2015

Colazione e merende. Anno scolastico 2014-2015 Serata genitori Colazione e merende Anno scolastico 2014-2015 2015 Breve richiamo Un alimentazione equilibrata: permette di coprire i fabbisogni nutrizionali specifici per ogni fascia d età. prevede il

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

TABELLE DIETETICHE PER LA REFEZIONE SCOLASTICA

TABELLE DIETETICHE PER LA REFEZIONE SCOLASTICA Lotto n. 1 Allegato B TABELLE DIETETICHE PER LA REFEZIONE SCOLASTICA Fasce d età considerate Scuola dell infanzia ANNI 2,5-5,5 Scuola elementare 5,5-10,5 Scuola media * 10,5-14,5 * Nella fascia di età

Dettagli

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi.

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. Perché mangiamo L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. L energia è necessaria per ogni attività del nostro corpo:

Dettagli

A cosa serve l energia che prendiamo dagli alimenti?

A cosa serve l energia che prendiamo dagli alimenti? UNA DIETA EQUILIBRATA MIGLIORA LA VITA CONSIGLI PER UN ALIMENTAZIONE CONSAPEVOLE ALOMAR (Associazione Lombarda Malati Reumatici) Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti SS Igiene Nutrizione Milano,

Dettagli

UN APPROCCIO COMPLETAMENTE NATURALE PER GESTIRE LA FAME E IL PESO? CanDiet. La soluzione!

UN APPROCCIO COMPLETAMENTE NATURALE PER GESTIRE LA FAME E IL PESO? CanDiet. La soluzione! UN APPROCCIO COMPLETAMENTE NATURALE PER GESTIRE LA FAME E IL PESO? CanDiet La soluzione! Conviene far studi sui regimi (alimentari) più opportuni per gli uomini ancora in salute. Ippocrate Il secondo millennio

Dettagli

Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI

Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI Al fine di comporre correttamente la propria dieta è bene conoscere le qualità dei principali alimenti che in base alle loro principali caratteristiche nutrizionali

Dettagli

an r PROFESSIONAL BARNIES per mantenere il cane e il gatto sempre in forma FolderBarniesCrocchetteBiscotti150x210.indd 1

an r PROFESSIONAL BARNIES per mantenere il cane e il gatto sempre in forma FolderBarniesCrocchetteBiscotti150x210.indd 1 an r um esu rce PROFESSIONAL BARNIES per mantenere il cane e il gatto sempre in forma FolderBarniesCrocchetteBiscotti150x210.indd 1 07/10/15 11:46 Confezioni da: 400gr, 800gr, 4kg e 14 kg. Confezioni da:

Dettagli

PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA

PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA NOI E IL CIBO Per crescere servono calorie e principi nutritivi e la nutrizione della prima parte della vita influisce sull

Dettagli

100 gr carote. 100 gr zucchine. 100 gr finocchio. 10 gr sale. Olio evo gr 10. Succo limone n 1.

100 gr carote. 100 gr zucchine. 100 gr finocchio. 10 gr sale. Olio evo gr 10. Succo limone n 1. il progetto è stato sviluppato da 5 alunni di seconda, in un arco temporale di circa 2 mesi. I ragazzi dopo aver appreso le nozioni base sulle farine alternative e i loro valori nutrizionali (prodotti

Dettagli

L etichettatura inerente i prodotti del settore cerealicolo. Aspetti specifici e nutrizionali

L etichettatura inerente i prodotti del settore cerealicolo. Aspetti specifici e nutrizionali Torino 27 marzo 2013 Laura Bersani L etichettatura inerente i prodotti del settore cerealicolo. Aspetti specifici e nutrizionali REQUISITI OBBLIGATORI PER L ETICHETTATURA DEI PRODOTTI ALIMENTARI PRECONFEZIONATI

Dettagli

Biologo Nutrizionista Ricercatrice Dipartimento oncologia sperimentale IEO Milano XXXII. Giornata Mondiale dell Alimentazione Formia, 16 ottobre 2013

Biologo Nutrizionista Ricercatrice Dipartimento oncologia sperimentale IEO Milano XXXII. Giornata Mondiale dell Alimentazione Formia, 16 ottobre 2013 XXXII Giornata Mondiale dell Alimentazione Formia, 16 ottobre 2013 Biologo Nutrizionista Ricercatrice Dipartimento oncologia sperimentale IEO Milano SmartFood: progetto di ricerca e divulgazione scientifica

Dettagli

Schema della dieta ipoproteica 1

Schema della dieta ipoproteica 1 Schema della dieta ipoproteica 1 Consigli generali: 1. Consumare settimanalmente come secondi piatti: Carne Pesce (fresco e surgelato) Formaggio fresco Prosciutto cotto al naturale Uova Legumi (freschi

Dettagli

IL MODELLO ALIMENTARE DELLA DIETA MEDITERRANEA Il termine Dieta deriva dal greco diaita ovvero stile di vita inteso come l insieme delle pratiche,

IL MODELLO ALIMENTARE DELLA DIETA MEDITERRANEA Il termine Dieta deriva dal greco diaita ovvero stile di vita inteso come l insieme delle pratiche, IL MODELLO ALIMENTARE DELLA DIETA MEDITERRANEA Il termine Dieta deriva dal greco diaita ovvero stile di vita inteso come l insieme delle pratiche, delle conoscenze, delle abilità, dei saperi e delle tradizioni

Dettagli

www.alberodeigelati.it

www.alberodeigelati.it www.alberodeigelati.it presenta La Dieta del Gelato a cura di Dott. Claudio Tomella, Medico - Chirurgo specialista in scienza dell alimentazione, nutrizione, medicina anti-aging Presidente Olosmedica COLAZIONE

Dettagli

Alimentazione Equilibrata

Alimentazione Equilibrata Gli standard nutrizionali Alimentazione Equilibrata Per soddisfare in modo ottimale il fabbisogno dietetico dei propri cittadini, molti paesi del mondo hanno elaborato e messo a disposizione delle collettività

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA: Come alimentarsi per star bene? http://www.inran.it/inran_lineeguida.pdf

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA: Come alimentarsi per star bene? http://www.inran.it/inran_lineeguida.pdf LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA: Come alimentarsi per star bene? http://www.inran.it/inran_lineeguida.pdf La scelta degli alimenti e basata su molteplici fattori : storia, cultura, ambiente

Dettagli

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE 1-2 e 8-9 maggio 2010 GUIDA PER UNO stile di vita SALUTARE ATTIVITÁ FISICA QUOTIDIANA Ogni giorno almeno 6 volte a settimana: 30 minuti di PASSEGGIATA Per migliorare lo stile di vita: parcheggiare più

Dettagli

Io so cosa sto consumando

Io so cosa sto consumando LICEO ECONOMICO SOCIALE CASTELLI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CASTELLI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO IMMACOLATA Io so cosa sto consumando Noi ragazzi dell'istituto Immacolata della classe 3B abbiamo

Dettagli

Spaghetti alla bolognese

Spaghetti alla bolognese Spaghetti alla bolognese Proteine di soia, spaghetti (23,8%), cipolla disidratata (7%), zucchero, pomodoro in polvere (6,8%), amido, olio di semi di girasole, sale, aroma, fibra di pisello, funghi disidratati

Dettagli

DIVEZZAMENTO PRANZO MERENDA

DIVEZZAMENTO PRANZO MERENDA DIVEZZAMENTO Dal 5-6 mese è consigliabile introdurre alimenti diversi dal latte nella dieta del bambino (divezzamento). Tuttavia il latte, resta il cardine dell'alimentazione del bambino fino a tutto il

Dettagli

VANTAGGI Tutti i frappè sono senza lattosio senza glutine senza zuccheri aggiunti

VANTAGGI Tutti i frappè sono senza lattosio senza glutine senza zuccheri aggiunti Nuova composizione VANTAGGI Tutti i frappè sono senza lattosio senza glutine senza zuccheri aggiunti Tutte le zuppe sono senza lattosio senza glutine (solo la zuppa di patate) Un alto valore biologico

Dettagli

Una sana alimentazione per una sana sanità:

Una sana alimentazione per una sana sanità: CESENA 27 SETTEMBRE 2012 Una sana alimentazione per una sana sanità: l impatto di una corretta alimentazione sulla spesa sanitaria Roberto Copparoni Ministero della salute Direzione Generale per l igiene

Dettagli

Luigi Gratton Vice President, Education Nutrition Advisory Board. Prodotti Potenti = Nutrizione Potente2

Luigi Gratton Vice President, Education Nutrition Advisory Board. Prodotti Potenti = Nutrizione Potente2 Luigi Gratton Vice President, Education Nutrition Advisory Board Prodotti Potenti = Nutrizione Potente2 Un Team Forte Ricerca d avanguardia e passione illimitata -David Heber La forza della Scienza grazie

Dettagli

ENERGIA CONCENTRATA NEI TUOI MUSCOLI.

ENERGIA CONCENTRATA NEI TUOI MUSCOLI. CARBOIDRATI. I carboidrati rappresentano la principale fonte di energia delle cellule. Essi fungono da combustibile di pronto e facile impiego e di maggior rendimento. I CARBOIDRATI possono essere divisi

Dettagli