La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa"

Transcript

1 La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa Corso di finanziamenti di impresa a.a Dott.ssa Diletta Tancini

2 Agenda Dall ultima lezione L analisi quantitativa L analisi di bilancio La riclassificazione dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico La determinazione degli indicatori di bilancio L analisi per flussi L analisi prospettica La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 2

3 Agenda Dall ultima lezione L analisi quantitativa L analisi di bilancio La riclassificazione dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico La determinazione degli indicatori di bilancio L analisi per flussi L analisi prospettica La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 3

4 Procedura fidi Istruttoria di Fido Delibera Erogazione Amministrazione degli affidamenti La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 4

5 Istruttoria di fido È l insieme di indagini, ricerche, analisi ed elaborazioni tese a fornire elementi di valutazione ai competenti organi della banca per la formulazione di un giudizio sulla richiesta di affidamento inoltrata dalla clientela. Richiesta di affidamento Fase di analisi Giudizio (= valutazione di sintesi del merito creditizio) Concessione del credito La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 5

6 La fase di analisi Verifica degli aspetti formali Analisi qualitativa Analisi quantitativa Analisi andamentale IL CASO DELLA CLIENTELA IMPRESE La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 6

7 Agenda Dall ultima lezione L analisi quantitativa L analisi di bilancio La riclassificazione dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico La determinazione degli indicatori di bilancio L analisi per flussi L analisi prospettica La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 7

8 L analisi quantitativa Mira a completare il profilo globale dell impresa per evidenziare le scelte aziendali in ordine al fabbisogno ed alle misure di copertura finanziaria tramite: 1. l osservazione della solidità patrimoniale, 2. l analisi dell equilibrio equilibrio finanziario, 3. l analisi della dinamica della redditività. Alcune domande Equilibrio della struttura patrimoniale e finanziaria Adeguato livello di redditività Costanza nel tempo della redditività Redditività aziendale in linea con l andamento del settore La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 8

9 L analisi quantitativa La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 9

10 L analisi quantitativa: il bilancio Il bilancio è il principale strumento di informazione: è volto ad esprimere i risultati economici e reddituali, finanziari e patrimoniali della gestione trascorsa fornisce informazioni di supporto al processo decisionale interno é un documento obbligatorio per legge che fornisce informazioni elaborate da coloro che dall esterno evidenziano esigenze conoscitive È un modello quantitativo della gestione e della struttura aziendale La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 10

11 L analisi quantitativa: il bilancio Nello Stato Patrimoniale fissa la situazione, alla data di bilancio, delle componenti attive e passive del patrimonio della societàene indica il lorosaldo (patrimonionetto) Nel Conto economico indica i ricavi realizzati e i costi sostenuti nel corso dell esercizio e, come differenzatrairicavieicosti,l utileconseguitoola perdita subita. Nella Nota Integrativa fornisce le informazioni, i chiarimenti ed i dettagli necessari per la corretta e migliore comprensione dei primi due documenti del bilancio. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 11

12 Agenda Dall ultima lezione L analisi quantitativa L analisi di bilancio La riclassificazione dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico La determinazione degli indicatori di bilancio L analisi per flussi L analisi prospettica La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 12

13 L analisi di bilancio L analisi di bilancio è lo studiodel bilancio di esercizio e dei dati da questo ricavabili e una tecnica di confronto di dati tratti da più bilanci di esercizio, comparati nel tempo (per la stessa impresa) o nello spazio (per diverse imprese) La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 13

14 L analisi di bilancio Finalità: 1. Comprendere l andamento della gestione globale dell impresa 2. Diagnosticare lo stato di salute dell impresa 3. Migliorare la visibilità sul futuro destino dell impresa LO SCOPO È LEGGERE LA GESTIONE ATTRAVERSO IL BILANCIO negli aspetti di: SOLIDITÀ PATRIMONIALE REDDITIVITÀ LIQUIDITÀ La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 14

15 L analisi di bilancio SOLIDITÀ PATRIMONIALE attitudine a mantenere una posizione di equilibrio strutturale, necessaria al mantenimento in vita dell impresa nel lungo periodo REDDITIVITÀ capacità di generare nel tempo una remunerazione soddisfacente del capitale investito LIQUIDITÀ attitudine a fronteggiare gli impegni a breve con le risorse disponibili nel breve La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 15

16 L analisi di bilancio Metodologia: La riclassificazione dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico L analisi dei flussi finanziari La determinazione degli indici di bilancio La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 16

17 Agenda Dall ultima lezione L analisi quantitativa L analisi di bilancio La riclassificazione dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico La determinazione degli indicatori di bilancio L analisi per flussi L analisi prospettica La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 17

18 La riclassificazione dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico L analisi di bilancio presuppone una: RICLASSIFICAZIONE (= una diversa aggregazione delle principali voci di Stato Patrimoniale e di Conto Economico) Ha lo scopo di ricomporre i dati di bilancio sulla base di regole precise e definite in funzione della lettura che di queidatisivuolefare. Atalfine,idativengonoriorganizzatiinmododaottenere degli aggregati con un significato superiore rispetto alla normale rappresentazione civilistica. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 18

19 La riclassificazione dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico Solitamente si utilizza PER LO STATO PATRIMONIALE PER IL CONTO ECONOMICO UNA LOGICA DI RICLASSIFICAZIONE SECONDO IL CRITERIO FINANZIARIO UNA LOGICA DI RICLASSIFICAZIONE A VALORE AGGIUNTO La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 19

20 La riclassificazione dello Stato Patrimoniale RICLASSIFICAZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE SECONDO IL CRITERIO FINANZIARIO Le Attività e le Passività vengono analizzate secondo il profilo monetario in funzione della loro liquidità o esigibilità Attività Future entrate Passività Future uscite La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 20

21 La riclassificazione dello Stato Patrimoniale CAPITALE INVESTITO CAPITALE ACQUISITO IMPIEGHI FONTI ATTIVO IMMOBILIZZATO Immobiliz. Immateriali Immobiliz. Materiali Immobiliz. Finanziarie ATTIVO CIRCOLANTE Liquidità Immediate Liquidità differite Disponibilità (Magazzino ) PATRIMONIO NETTO PASSIVITA CONSOLIDATE PASSIVITA CORRENTI La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 21

22 La riclassificazione dello Stato Patrimoniale La riclassificazione dell attivo e del passivo permette già di esprimere considerazioni di primo interesse per l analisi di bilancio quanto alla coerenza qualitativa e quantitativa della struttura delle fonti con quella degli impieghi. La struttura finanziaria è il complesso e coordinato insieme degli impieghi di capitale e delle fonti di finanziamento a disposizione dell impresa per lo svolgimento della gestione. Alla base di una sana ed equilibrata gestione finanziaria dell impresa, vi è la necessità di garantire una corretta corrispondenza temporale tra fonti e impieghi, ovvero è opportuno FINANZIARE GLI INVESTIMENTI CORRENTI CON FINANZIAMENTI A BREVE TERMINE E GLI IMPIEGHI CONSOLIDATI CON FONTI DI FINANZIAMENTO A MEDIA-LUNGA SCADENZA. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 22

23 La riclassificazione dello Stato Patrimoniale PRINCIPIO DELL OMOGENEITA TRA FONTI E IMPIEGHI Si riferisceallacorrispondenzatranaturadell impiegoe della fonte deputata alla sua copertura. Indica la necessità che gli impieghi e le rispettive fonti abbiano lo stesso orizzonte temporale. Tale corrispondenza temporale è necessaria per evitare possibili situazioni di squilibrio finanziario. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 23

24 La riclassificazione dello Stato Patrimoniale La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 24

25 La riclassificazione dello Stato Patrimoniale La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 25

26 La riclassificazione dello Stato Patrimoniale Qualsiasi diversa configurazione di assetto deve essere valutata con attenzione poiché può determinare effetti di rilievo sui profili patrimoniali e sulle conseguenti perfomance economiche. Nell ipotesi in cui l azienda abbia finanziato con debiti a breve una massa di investimenti a medio e lungo termine, la rischiosità dello squilibrio può essere colta immaginando le negative conseguenze di una richiesta di immediato rientro delle esposizioni bancarie o di un mutamento dei tassi. Nell ipotesi in cui l impresa abbia finanziato non solo l attivo fisso ma anche parte di quello corrente con finanziamenti a lungo, tenuto conto che tali forme di finanziamento prevedono procedure complesse e vincoli di garanzie, la configurazione non appare quale naturale evoluzione dei profili gestionali ed operativi. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 26

27 La riclassificazione dello Stato Patrimoniale L esame dell operatore bancario sull aggregato del capitale immobilizzato tenderà ad accertare la proprietà degli immobilizzi tecnici in capo all impresa, l adeguatezza alle necessità della gestione, l eventuale obsolescenza o il grado di sfruttamento degli stessi, la congruità e la finalità degli investimenti finanziari nel contesto aziendale, i riflessi sulla gestione degli immobilizzi commerciali Tale esame può naturalmente offrire elementi per la definizione di interventi di credito di medio-lungo termine o per operazioni di leasing. sull aggregato del capitale circolante tenderà ad accertare: quanto al magazzino, la congruità rispetto al fatturato, all ammontare degli acquisti e ai debiti verso fornitori e la sua rotazione espressa in giorni, nonché la composizione qualitativa delle giacenze; quanto ai crediti, la relativa composizione quali-quantitativa o le caratteristiche della clientela, la congruità rispetto alle vendite e l andamento. L osservazione di tale aggregato sarà utile ai fini, anche, della determinazione di forme tecniche del credito da concedere per acquisto di merci ovvero per mobilizzare i crediti. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 27

28 La riclassificazione dello Stato Patrimoniale In merito alle voci dei debiti l addetto bancario esaminerà la relativa congruità ed economicità in relazione all'attività dell impresa ed al rigiro finanziario con termini di raffronto sul fatturato o sull'ammontare degli acquisti e verificherà i dati dell indebitamento bancario con le rilevazioni delle Centrali dei Rischi. Non si dovrà trascurare l analisi della voce relativa ai finanziamenti dei soci. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 28

29 La riclassificazione dello Stato Patrimoniale Esempio: ATTIVO PASSIVO ATTIVO IMMOBILIZZATO PATRIMONIO NETTO ATTIVO CIRCOLANTE PASSIVITÀ CONSOLIDATE Liquidità immediate PASSIVITÀ CORRENTI Liquidità differite Disponibilità TOTALE TOTALE La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 29

30 La riclassificazione del Conto Economico RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO A VALORE AGGIUNTO Iricaviedicostivengono: raggruppati in categorie omogenee per ottenere la conoscenza dei redditi di area; scritti in forma scalare per ottenere la conoscenza di margini parziali. In questo modo è possibile comprendere il processo formativo del reddito, che, partendo dai risultati parziali delle diverse aree gestionali, permette di arrivare a conoscere il reddito netto generato dall attività aziendale. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 30

31 La riclassificazione del Conto Economico Ricavi delle vendite e delle prestazioni +/- Variazione rimanenze prodotti in lavorazione, semilavorati e finiti +/- Variazione lavori in corso su ordinazione + Incrementi immobilizzazioni per lavori interni VALORE DELLA PRODUZIONE - Acquisti materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci +/- Variazione rimanenze materie prime, sussidiarie, di consumo e merci -Costi per servizi e per godimento beni di terzi VALORE AGGIUNTO -Costo per il personale MARGINE OPERATIVO LORDO (MOL o EBITDA) - Ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni REDDITO OPERATIVO - della gestione caratteristica (EBIT) +/- Risultato della gestione finanziaria (+/- Proventi e oneri finanziari) REDDITO CORRENTE - della gestione ordinaria +/- Risultato della gestione straordinaria (+/- Proventi e oneri straordinari) REDDITO ANTE IMPOSTE - Imposte sul reddito REDDITO NETTO La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 31

32 La riclassificazione del Conto Economico Distinguiamo quindi all interno del CE: - Gestione caratteristica: complesso dei ricavi e dei costi attinenti all attività economica tipica d impresa attraverso l approvvigionamento dei diversi fattori produttivi, lo svolgimento del processo di trasformazione ed il naturale collocamento dei prodotti sul mercato. - Gestione non caratteristica - Area finanziaria: effetti economici dell attività volta al reperimento dei mezzi finanziari necessari all attività e all impiego di quelli eventualmente in eccesso; - Area straordinaria: proventi e oneri irripetibili che, per le proprie caratteristiche, sono estranei all attività normale dell azienda; - Area tributaria: risultanze della gestione fiscale, che viene di norma alimentata dalle sole componenti di natura tributaria. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 32

33 La riclassificazione del Conto Economico I margini calcolati nella Riclassificazione del CE VALORE DELLA PRODUZIONE Indica il risultato derivante dalla reale attività caratteristica dell azienda, senza le variazioni dipendenti da fattori esterni o di gestione aziendale VALORE AGGIUNTO Deriva dalla differenza tra il valore della produzione ed i fattori esterni che direttamente entrano a far parte di questa; è un primo risultato economico (intermedio) che segnala l ammontare residuo a disposizione dell azienda per remunerare i fattori immessi nei processi produttivi, quelli connessi al lavoro prestato da dipendenti, al capitale investito - attraverso gli ammortamenti, al capitale raccolto a titolodicredito-attraversogliinteressi-oatitolodirischio-attraversoi dividendi, ed ai servizi sociali ottenuti- attraverso le imposte. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 33

34 La riclassificazione del Conto Economico MARGINE OPERATIVO LORDO (EBITDA) ÈdatodalValoreAggiuntoalnettodeicostidelpersonale. Può essere considerato un primo indicatore di risultato operativo. Il rapporto MOL/Valore della produzione è un indicatore di redditività del valore della produzione, con riferimento alla redditività netta dei costi di produzione diretti e dei costi del personale. REDDITO OPERATIVO (EBIT) È dato dal MOL al netto di ammortamenti, svalutazioni e accantonamenti. Esprime la redditività che l azienda è in grado di conseguire esclusivamente tramite l attività caratteristica, senza considerare gli effetti della gestione finanziaria, straordinaria e fiscale. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 34

35 La riclassificazione del Conto Economico REDDITO CORRENTE/LORDO È dato dal Reddito Operativo al netto del risultato della gestione finanziaria dell azienda. REDDITO ANTE IMPOSTE È influenzato dal saldo della gestione straordinaria. REDDITO NETTO Èil redditoalnettodelleimposteedevecorrispondere al risultato d esercizio del bilancio civilistico. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 35

36 La riclassificazione del Conto Economico Esempio: Valore della produzione Costi della produzione VALORE AGGIUNTO Costo per il personale MARGINE OPERATIVO LORDO (MOL o EBITDA) Ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni REDDITO OPERATIVO (EBIT) /- Risultato della gestione finanziaria REDDITO CORRENTE /- Risultato della gestione straordinaria REDDITO ANTE IMPOSTE Imposte sul reddito REDDITO NETTO La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 36

37 Agenda Dall ultima lezione L analisi quantitativa L analisi di bilancio La riclassificazione dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico La determinazione degli indicatori di bilancio L analisi per flussi L analisi prospettica La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 37

38 La determinazione degli indicatori di bilancio Cosa si intende per indicatori di bilancio? Indicatore è un termine generico per indicare qualsiasi grandezza in grado di fornire un informazione utile all interpretazione della situazione aziendale. Sono essenzialmente: aggregati: somma algebrica tra più grandezze; margini: differenza tra due grandezze o aggregati; indici: rapporto tra due grandezze o aggregati. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 38

39 La determinazione degli indicatori di bilancio L interpretazione del bilancio si esprime attraverso una serie di indicatori, ognuno dei quali è in grado di fornire la lettura puntuale di un segmento specifico della situazione aziendale Il valore segnaletico degli indicatori deriva dal confronto dei valori assunti nel tempo e nello spazio (confronti con altre imprese appartenenti allo stesso settore) La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 39

40 La determinazione degli indicatori di bilancio Indicatori di Struttura finanziaria Indicatori di Liquidità e capitale circolante Indicatori di Redditività Esistono anche Indicatori di Sviluppo Indicatori di Produttività La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 40

41 Gli indicatori di struttura finanziaria (1 di 2) 1. Incidenza Capitale netto su Capitale Investito 2. Rapporto di indebitamento 3. Indice di solidità patrimoniale 4. Indice di copertura delle immobilizzazioni 5. Rapporto Risultato operativo e Oneri finanziari 6. Rapporto M.O.L. e Oneri finanziari La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 41

42 Gli indicatori di struttura finanziaria (2 di 2) 7. Costo finanziamento di terzi 8. Incidenza Oneri finanziari su Ricavi della gestione caratteristica 9.Incidenza Debiti totali su Ricavi della gestione caratteristica 10. Incidenza Debiti a breve su Ricavi della gestione caratteristica 11. Cash Flow La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 42

43 Gli indicatori di struttura finanziaria 1. Incidenza Capitale netto su Capitale Investito Èdatoda: Patrimonio Netto Totale Capitale Investito Indica: il grado di solidità patrimoniale dell azienda in termini di rapporto tra il capitale proprio ed il totale dell attivo dello Stato Patrimoniale. I valori di riferimento differiscono notevolmente a seconda della tipologia dell analisi/valutazione (investimento o merito creditizio). La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 43

44 Gli indicatori di struttura finanziaria 1. Incidenza Capitale netto su Capitale Investito Nell ambito della definizione del merito creditizio, si indicano i seguenti valori di riferimento: Ottimo > 25-30% Buono > 15-20% Sufficiente > 8-10% Critico < 8% La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 44

45 Gli indicatori di struttura finanziaria 2. Rapporto di indebitamento Èdatoda: Passività totali Patrimonio netto Indica: il cosidetto leverage, ovvero quante volte l'impresa è indebitata rispetto al capitale proprio; consente di interpretare la crescita del rischio finanziario dell impresa e di misurare insieme all aliquota d imposta il vantaggio fiscale dell indebitamento. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 45

46 Gli indicatori di struttura finanziaria 2. Rapporto di indebitamento Se il rapporto è pari a 1, significa che l azienda non ha debiti perché tutti i finanziamenti sono rappresentati dal solo capitale proprio. Questo è un valore ottimo: significa che l azienda copre le sue esigenze finanziarie senza chiedere niente a nessuno(esternamente). SeilLEVERAGEassumeunvalorecompresotra1e3,significa che il capitale proprio può anche essere minore dell indebitamento, ma siamo in una situazione abbastanza normale, poiché l azienda è strutturalmente indebitata. Quando, invece, il LEVERAGE assume un valore maggiore di 3, allora significa che i debiti sono sicuramente maggiori del capitale proprio e che la l azienda risulta sottocapitalizzata. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 46

47 Gli indicatori di struttura finanziaria 3. Indice di solidità patrimoniale Èdatoda: Indica: Patrimonio Netto Immobilizzazioni nette la capacità dell impresa di coprire con mezzi propri le attività immobilizzate. Un indice > 1 segnala uno stato di ottimo equilibrio patrimoniale; Un indice < 1 deve essere compensato, ai fini di un corretto equilibrio, da altre fonti a medio termine (fondo TFR, altri fondiedebitiam/ltermine). La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 47

48 Gli indicatori di struttura finanziaria 3. Indice di solidità patrimoniale I valori di riferimento: Situazione soddisfacente > 0,70 Struttura finanziaria da monitorare 0,50 0,70 Situazione critica 0,33 0,50 Situazione molto critica < 0,33 La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 48

49 Gli indicatori di struttura finanziaria 4. Indice di copertura delle immobilizzazioni Èdatoda: Indica: (Patrimonio Netto + Debiti a m/l) Immobilizzazioni nette la capacità dell impresa di coprire le attività immobilizzate con fonti durevoli. Setaleindiceassumeunvaloreugualeomaggioredi1significache gli investimenti immobilizzati sono stati finanziati da capitale proprio e di terzi a medio-lungo termine; seassumeunvaloreinferiorea1alloral impresahacontrattoperla copertura dell attivo immobilizzato anche debiti a breve (passività circolanti) creando un squilibrio temporale nella liquidità dell impresa. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 49

50 Gli indicatori di struttura finanziaria 4. Indice di copertura delle immobilizzazioni I valori di riferimento: Solidità buona e struttura equilibrata > 1,50 Situazione da monitorare 1,00 1,50 Situazione di squilibrio < 1 La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 50

51 Gli indicatori di struttura finanziaria 5. Rapporto Risultato operativo e Oneri finanziari Èdatoda: Indica: Risultato operativo (EBIT) Oneri finanziari una misura della copertura reddituale degli oneri finanziari più restrittiva di EBITDA/OF. Possiamo leggerlo come Ovvero come prodotto tra: EBIT/OF = EBIT/V * V/PFN * OF/PFN EBIT/V un indice di redditività delle vendite V/PFN un indicatore di indebitamento (rapportato alle vendite) OF/PFN l onere finanziario del debito La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 51

52 Gli indicatori di struttura finanziaria 5. Rapporto Risultato operativo e Oneri finanziari Il pregio dell indicatore sta nell analizzare congiuntamente il profilo finanziario (sostenibilità del debito) con la dimensione patrimoniale (ammontare del debito) ed economica (livello dei tassi e dei margini operativi). Se l indicatore Ebit/OF fosse pari a 3: l impresa avrebbe a disposizione 3 euro di margini per pagare 1 euro di oneri finanziari. Ma quanto sarebbero tollerabili innalzamenti del debito; peggioramenti dei margini operativi; aumenti del tasso medio di interesse? La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 52

53 Gli indicatori di struttura finanziaria 5. Rapporto Risultato operativo e Oneri finanziari Che probabilità ci sono, in prospettiva, di compromettere la solvibilità dell impresa? In generale, se l indicatore è basso, l analista deve scoprire, sulla base di altri indicatori, quali sono le aree in cui ha origine il problema. In altri termini, se EBIT / OF è basso e tende a diminuire. è la redditività operativa (margine) che è bassa/calante? o è la gestione finanziaria che è appesantita? È elevato il debito o il costo del denaro? La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 53

54 Gli indicatori di struttura finanziaria 6. Rapporto M.O.L. e Oneri finanziari Èdatoda: Margine Operativo Lordo (EBITDA) Oneri finanziari Indica: quante volte gli utili della gestione caratteristica coprono i costi di servizio del debito. Ferme restando differenze tra settore e settore, un rapporto inferiore a 4-5 denota situazioni che meritano ulteriori approfondimenti. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 54

55 Gli indicatori di struttura finanziaria 7. Costo del finanziamento di terzi Èdatoda: Interessi passivi totali Mezzi di terzi Indica: il peso % del totale degli interessi passivi sull ammontare delle passività da terzi. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 55

56 Gli indicatori di struttura finanziaria 8. Incidenza Oneri finanziari su Ricavi della gestione caratteristica Èdatoda: Indica: Interessi passivi totali Ricavi della gestione caratteristica la misura dell incidenza del costo dell indebitamento finanziario sul volume di affari. Qualche anno fa veniva considerato il 5% quale valore limite ; con tassi di interesse più bassi si dovrebbe considerare un valore soglia il livello del 3-4%, considerandosi dunque buoni livelli compresi tra l 1 e il 2% del fatturato. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 56

57 Gli indicatori di struttura finanziaria 9. Incidenza Debiti totali su Ricavi della gestione caratteristica Èdatoda: Totale passività Ricavi della gestione caratteristica Indica: l incidenza% delle passività sul volume di affari. Il rapporto deve mantenersi su valori molto bassi: se raggiungeosuperailvaloredi1,lasituazioneècritica. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 57

58 Gli indicatori di struttura finanziaria 10. Incidenza Debiti a breve su Ricavi della gestione caratteristica Èdatoda: Indica: Debiti a breve Ricavi della gestione caratteristica l incidenza % dei debiti a breve termine sul volume di affari. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 58

59 Gli indicatori di struttura finanziaria 11. CashFlow Èdatoda: Utile di esercizio + Ammortamenti + Accantonamenti Indica: le variazioni intervenute, in un determinato periodo, nella liquidità di una azienda per effetto della gestione. Esso corrisponde alla somma algebrica delle variazioni, positive e negative, del conto cassa e dei conti bancari e postali verificatesi nell'esercizio. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 59

60 Gli indicatori di struttura finanziaria 11. CashFlow Può essere calcolato come differenza tra ricavi e costi monetari di esercizio. Alternativamente sommando all'utile (o alla perdita) di esercizio l'ammontare dei costi non monetari e sottraendovi l'ammontare di ricavi non monetari. Se il cash flow è positivo, esso rappresenta la disponibilità finanziaria ottenuta dall'impresa nel periodo di gestione. Tale disponibilità di risorse liquide può essere utilizzata, oltre che per far fronte ai debiti a breve, anche per sostituire i beni capitali consumati nel corso della produzione (ammortamenti) o per realizzare investimenti futuri. Se il cash flow è negativo, risulta evidente che nel corso della gestione in esame, si è verificata una situazione di assorbimento di mezzi finanziari. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 60

61 Gli indicatori di liquidità e capitale circolante 1. Indice di liquidità 2. Indice di liquidità secca 3. Durata media dei crediti clienti 4. Durata media dei debiti fornitori 5. Durata media delle rimanenze 6. Ciclo monetario La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 61

62 Gli indicatori di liquidità e capitale circolante 1. Indice di liquidità o di disponibilità(current ratio) Èdatoda: Attività a breve Passività a breve Indica: la capacità dell impresa di fronteggiare i debiti a breve attraverso le proprie attività correnti, ovvero l utilizzo del capitale circolante. Rappresenta a) una misura della liquidità dell impresa b) unmarginedisicurezzapericreditoriabrevecontroirischidi aumenti incostanti nel tempo dei flussi di capitale circolante La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 62

63 Gli indicatori di liquidità e capitale circolante 1. Indice di liquidità o di disponibilità(current ratio) I valori di riferimento: Ottimo > 1,40 Buono > 1,20 Sufficiente > 1,10 Critico < 1,10-1 PROBLEMA!!! Presenza tra le attività del MAGAZZINO (che spesso è poco liquidabile) La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 63

64 Gli indicatori di liquidità e capitale circolante 2. Indice di liquidità secca (o primaria o acid test o quick ratio) Èdatoda: Indica: Totale Attività liquide Passività a breve il rapporto tra l attivo liquido (ovvero l attivo circolante con esclusione del magazzino) ed il passivo a breve. Esprime la quota di impegni con scadenza nel breve termine che l impresa sarebbe in grado di fronteggiare con le proprie risorse liquide. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 64

65 Gli indicatori di liquidità e capitale circolante 2. Indice di liquidità secca (o primaria o acid test o quick ratio) Se l indice è pari ad 1, o comunque prossimo all unità, evidenzia una situazione finanziaria equilibrata, dal momentochevièesattaequivalenzatradebitiabreve temine e disponibilità di risorse coerenti per soddisfarli. L azienda può fronteggiare tranquillamente gli impegni a breve, senza tenere conto del magazzino, che per sua natura, pur essendo considerato elemento del capitale circolante, può assumere una valenza minore in termini di liquidità. La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa 65

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario Gli indici di bilancio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie

Dettagli

Principali indici di bilancio

Principali indici di bilancio Principali indici di bilancio Descrizione Il processo di valutazione del merito creditizio tiene conto di una serie di indici economici e patrimoniali. L analisi deve sempre essere effettuata su un arco

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. 1.2 Riclassificazione e Analisi di Bilancio per Indici

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. 1.2 Riclassificazione e Analisi di Bilancio per Indici UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Economia ed Organizzazione Aziendale (7,5 CFU) Allievi Meccanici prof. Michele Meoli 1.2 Riclassificazione e Analisi di Bilancio per Indici Sommario della lezione

Dettagli

L analisi del bilancio di esercizio

L analisi del bilancio di esercizio L analisi del bilancio di esercizio 1 Le Fasi A. Raccolta dei dati di bilancio B. Riclassificazione del bilancio C. Determinazione ed utilizzo di uno schema di analisi D. Interpretazione dei risultati

Dettagli

Le analisi di bilancio per indici

Le analisi di bilancio per indici Riclassificazione e interpretazione Le analisi di bilancio per indici di Silvia Tommaso - Università della Calabria Obiettivo delle analisi di bilancio è quello di ottenere informazioni adeguate a prendere

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE. Dott. Fabio CIGNA

NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE. Dott. Fabio CIGNA NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE INDICATORI FINANZIARI DI RISULTATO Dott. Fabio CIGNA Gli indicatori di risultato finanziari: Stato Patrimoniale e Conto Economico riclassificati Analisi degli indicatori

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

Calcolo e commento dei principali indici di bilancio

Calcolo e commento dei principali indici di bilancio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 10 Calcolo e commento dei principali indici di bilancio Antonia Mente COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Interpretare i sistemi aziendali nei loro

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario La riclassificazione del bilancio d esercizio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it Il bilancio pubblico Il Bilancio è il documento contabile in cui trovano rappresentazione

Dettagli

La riclassificazione del bilancio d esercizio

La riclassificazione del bilancio d esercizio La riclassificazione del bilancio d esercizio Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani), Mc Graw-Hill 2001, cap. 4 1 Il bilancio pubblico. Il sistema informativo di bilancio secondo

Dettagli

1. Analisi di Bilancio

1. Analisi di Bilancio ANALISI DI BILANCIO 1. Analisi di Bilancio 1.1. La riclassificazione dei prospetti di bilancio: lo Stato Patrimoniale I dati di Stato Patrimoniale sono stati riclassificati con l obiettivo di sottoporli

Dettagli

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali Capitolo 8 Analisi per flussi 1. Considerazioni generali Il rendiconto finanziario è un prospetto che raggruppa, in relazione a determinati scopi di formazione, le variazioni (flussi) intervenute nella

Dettagli

L ANALISI PER INDICI

L ANALISI PER INDICI L ANALISI PER INDICI 1. Gli indici di bilancio Dopo aver riclassificato il bilancio d esercizio è possibile calcolare partendo dai dati dello Stato Patrimoniale e del Conto economico alcuni indicatori,

Dettagli

La valutazione di affidabilità creditizia: ESERCITAZIONE

La valutazione di affidabilità creditizia: ESERCITAZIONE La valutazione di affidabilità creditizia: ESERCITAZIONE Corso di finanziamenti di impresa a.a. 2014-2015 Dott.ssa Diletta Tancini diletta.tancini@yahoo.it Agenda Premessa Il caso dell impresa ALFA S.R.L.

Dettagli

Indici di Bilancio. Formazione per Consiglieri di Amministrazione CFT. Firenze 12 Novembre 2013. Indici di Bilancio: Leonardo Caponetti 1

Indici di Bilancio. Formazione per Consiglieri di Amministrazione CFT. Firenze 12 Novembre 2013. Indici di Bilancio: Leonardo Caponetti 1 Indici di Bilancio Formazione per Consiglieri di Amministrazione CFT Firenze 12 Novembre 2013 Indici di Bilancio: Leonardo Caponetti 1 INDICE Obiettivi dell Analisi Fasi per la determinazione degli Indici

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo

L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo Partendo dal bilancio di verifica della società TWENTY SpA si effettui un analisi delle tre dimensioni della: - Liquidità - Solidità - Redditività STATO PATRIMONIALE

Dettagli

Strumenti per il controllo economico e finanziario dell impresa: gestione delle problematiche e soluzioni

Strumenti per il controllo economico e finanziario dell impresa: gestione delle problematiche e soluzioni Strumenti per il controllo economico e finanziario dell impresa: gestione delle problematiche e soluzioni Dott. Claudio Orsini Arcadia Consulting Srl Bologna Finanza d impresa e Consulenza di direzione

Dettagli

IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET

IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET Il sistema di pianificazione aziendale integrato. 1. Scenari ambientali, previsionali generali, bilanci passati Riferimenti ambientali Posizionamento strategico

Dettagli

ENTRIAMO IN AZIENDA 3

ENTRIAMO IN AZIENDA 3 ENTRIAMO IN AZIENDA 3 Imprese industriali sistema informativo di bilancio e imposizione fiscale TOMO 1 IL SISTEMA INFORMATIVO DI BILANCIO M O BILANCIO D U L O 3 BILANCIO D ESERCIZIO ANALISI PER INDICI

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ GENERALE E

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ GENERALE E WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ GENERALE E IL BILANCIO D ESERCIZIO A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO LE NOZIONI DI CONTABILITÀ GENERALE E BILANCIO

Dettagli

La valutazione del rischio d impresa mediante l analisi di bilancio

La valutazione del rischio d impresa mediante l analisi di bilancio La valutazione del rischio d impresa mediante l analisi di bilancio di Silvia Tommaso (*) Si propone una simulazione di analisi quantitativa attraverso l esame dei prospetti di stato patrimoniale e conto

Dettagli

Stato patrimoniale al 31/12/n

Stato patrimoniale al 31/12/n Tema d esame Gestione economica delle imprese ristorative, analisi di bilancio e fonti di finanziamento di Grazia BATARRA ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE ECONOMICHE (Classe 5 a IP Tecnico servizi ristorativi)

Dettagli

MODELLI DI VALUTAZIONE PER LE PMI

MODELLI DI VALUTAZIONE PER LE PMI MODELLI DI VALUTAZIONE PER LE PMI Al fine di ottenere un rating sempre più rispondente alla concreta realtà aziendale l impresa può adottare correttivi in grado di modificare la PD. Se la netta specificazione

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

L analisi di bilancio a mezzo indici

L analisi di bilancio a mezzo indici Università Politecnica delle Marche L analisi di bilancio a mezzo indici 1 Trova riflesso Le operazioni di gestione sono rilevate nella loro espressione quantitativo-monetaria porta alla formazione Nei

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO (ADB) www.adb.opendotcom.it adb@opendotcom.it

ANALISI DI BILANCIO (ADB) www.adb.opendotcom.it adb@opendotcom.it ANALISI DI BILANCIO (ADB) www.adb.opendotcom.it adb@opendotcom.it Analisi di Bilancio Per Analisi di Bilancio (ADB) si intende un processo logico che parte dai dati di un bilancio certo preciso ed attendibile:

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO SITUAZIONE SITUAZIONE FINANZIARIA E PATRIMONIALE FINANZIARIA ELASTICITA DEGLI INVESTIMENTI MARGINI

ANALISI DI BILANCIO SITUAZIONE SITUAZIONE FINANZIARIA E PATRIMONIALE FINANZIARIA ELASTICITA DEGLI INVESTIMENTI MARGINI ANALISI DI BILANCIO INDICI FINANZIARI INDICI DI ROTAZIONE E DURATA SITUAZIONE ECONOMICA SITUAZIONE ANALISI DINAMICA SITUAZIONE E R.O.E. INDEBITAMENTO FINANZIARIO INDICI DI REDDITIVITA SOLIDITA MARGINI

Dettagli

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO La riclassificazione del bilancio Lo schema di bilancio attualmente utilizzato nell'unione Europea non soddisfa interamente le esigenze degli analisti. E'

Dettagli

ANALISI ANDAMENTO ECONOMICO

ANALISI ANDAMENTO ECONOMICO ANALISI ANDAMENTO ECONOMICO per passare all analisi del fabbisogno e della copertura finanziaria occorre terminare l analisi economica. i ricavi sono stati previsti nel dossier mercato alcuni costi sono

Dettagli

Firenze 20-21-27 aprile 2011

Firenze 20-21-27 aprile 2011 Il controllo di gestione per le IMPRESE ALBERGHIERE Terza giornata Dalla pianificazione al Controllo La gestione finanziaria Firenze 20-21-27 aprile 2011 GLI OBIETTIVI DELL INCONTRO 1. Definire il Concetto

Dettagli

ROERO VERDE Società Consortile a Responsabilità Limitata Bilancio al 31/12/2013

ROERO VERDE Società Consortile a Responsabilità Limitata Bilancio al 31/12/2013 ROERO VERDE Società Consortile a Responsabilità Limitata Bilancio al 31/12/ ROERO VERDE soc. consortile a Responsabilità Limitata Sede legale: P.zza Marconi, 8 SOMMARIVA PERNO (CN) Iscritta al Registro

Dettagli

INDICI DI BILANCIO. Lo stato patrimoniale, riclassificato, assume la forma che schematizziamo di seguito:

INDICI DI BILANCIO. Lo stato patrimoniale, riclassificato, assume la forma che schematizziamo di seguito: INDICI DI BILANCIO L analisi per indici del bilancio consiste nel calcolare, partendo dai dati dello Stato patrimoniale e del Conto economico, opportunamente revisionati e riclassificati, indici (quozienti,

Dettagli

Analisi di bilancio per indici

Analisi di bilancio per indici Analisi di bilancio per indici Al 31/12/n la Carrubba spa, svolgente attività industriale, presenta la seguente situazione contabile finale: SITUAZIONE PATRIMONIALE Software 20.000,00 Fondo ammortamento

Dettagli

Riclassificazione del bilancio e analisi con indici

Riclassificazione del bilancio e analisi con indici Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 23 Riclassificazione del bilancio e analisi con indici Risultati attesi Saper fare: riclassificare lo Stato patrimoniale e il Conto economico;

Dettagli

L analisi di bilancio. Gli indici

L analisi di bilancio. Gli indici L analisi di bilancio Gli indici L analisi nel tempo e nello spazio L analisi di bilancio mediante indici deve sempre basarsi su confronti critici: Nel tempo: occorre osservare una serie storica di indici

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott.ssa Elisa Sartori

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott.ssa Elisa Sartori ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott.ssa Elisa Sartori Ricercatore in Economia Aziendale presso l IRDCEC Importanza dell ANALISI di BILANCIO Fonti normative Rapporti con

Dettagli

fac simile di Relazione Illustrativa ad un BUSINESS PLAN Periodo n I dati contenuti nei prospetti sono casuali

fac simile di Relazione Illustrativa ad un BUSINESS PLAN Periodo n I dati contenuti nei prospetti sono casuali fac simile di Relazione Illustrativa ad un BUSINESS PLAN Periodo n I dati contenuti nei prospetti sono casuali INDICE ELABORATO 1) Illustrazione delle ipotesi alla base del Business Plan 2) Analisi sintetica

Dettagli

Attivo anno n+1 anno n Passivo anno n+1 anno n A) Crediti verso i soci per versamenti ancora dovuti. - - A) Patrimonio netto

Attivo anno n+1 anno n Passivo anno n+1 anno n A) Crediti verso i soci per versamenti ancora dovuti. - - A) Patrimonio netto ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Analisi di bilancio per indici di Lucia BARALE Materie: Economia aziendale (Classe 5 a IGEA) La verifica consente di valutare le conoscenze e le abilità acquisite dagli studenti sulla

Dettagli

Dott. Fabio Cigna. www.adb.opendotcom.it adb@opendotcom.it

Dott. Fabio Cigna. www.adb.opendotcom.it adb@opendotcom.it ANALISI DI BILANCIO (ADB) Dott. Fabio Cigna www.adb.opendotcom.it adb@opendotcom.it : finalità e metodologie Riclassificazioni Riclassificazione di Stato Patrimoniale Funzionale Riclassificazione di Stato

Dettagli

Indici di Bilancio. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo. Milano-Bicocca University All rights reserved

Indici di Bilancio. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo. Milano-Bicocca University All rights reserved Indici di Bilancio Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo Milano-Bicocca University All rights reserved Milano, marzo 2012 Gli indici di bilancio I dati desumibili dal bilancio possono essere trasformati

Dettagli

PRIMA PARTE Dalla Relazione sulla gestione al bilancio di Alfa spa al 31/12/2014 si desumono le seguenti informazioni:

PRIMA PARTE Dalla Relazione sulla gestione al bilancio di Alfa spa al 31/12/2014 si desumono le seguenti informazioni: Svolgimento a cura di Lucia Barale Pag. 1 a 13 Esame di Stato 2015 Istituto Tecnico - Settore economico Indirizzi: Amministrazione, Finanza e Marketing e Articolazione Sistemi informativi aziendali Svolgimento

Dettagli

ALFA BETA SRL. Report Sintetico

ALFA BETA SRL. Report Sintetico Report Sintetico Trend su base biennale dei principali indici di bilancio Confronto con trend della media di settore registrata nel medesimo periodo Legenda: Anno 1 (2008) > Data inizio: 01/01/2008 - Data

Dettagli

Esame di Stato 2013 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale

Esame di Stato 2013 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Esame di Stato 2013 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale (nell'indirizzo Giuridico

Dettagli

Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali

Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali Traccia di Economia aziendale di Emanuele Perucci Il candidato, dopo aver sinteticamente illustrato le varie forme di finanziamento

Dettagli

TAVOLA DEI PRINCIPALI INDICI DI BILANCIO

TAVOLA DEI PRINCIPALI INDICI DI BILANCIO SOMMARIO ANALISI STRUTTURALE ANALISI PER INDICI TAVOLA DEI PRINCIPALI INDICI DI BILANCIO Disposizioni varie Negli ultimi anni un numero sempre maggiore di operatori, interni e esterni all'azienda, ha rivolto

Dettagli

= 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 0,93 % 1,55 % (40,00) %

= 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 0,93 % 1,55 % (40,00) % ALBA S.R.L. Sede legale: VIA ROSA JEMMA N. 118 BATTIPAGLIA (SA) Iscritta al Registro Imprese di SALERNO C.F. e numero iscrizione 04863070654 Iscritta al R.E.A. di SALERNO n. 399875 Capitale Sociale sottoscritto

Dettagli

Analisi di bilancio - Grafici LA REDDITIVITA'

Analisi di bilancio - Grafici LA REDDITIVITA' Analisi di bilancio - Grafici LA REDDITIVITA' Margine Operativo Lordo ( MOL ) Il margine operativo lordo indica la capacità dell'azienda di generare reddito con la gestione caratteristica. 8 E' un dato

Dettagli

LA LETTURA DEL BILANCIO ANALISI E INDICI DI BILANCIO

LA LETTURA DEL BILANCIO ANALISI E INDICI DI BILANCIO LA LETTURA DEL BILANCIO ANALISI E INDICI DI BILANCIO Prof R Bauer Strumenti di analisi e lettura del bilancio: L analisi di bilancio può essere condotta con : A) la riclassificazione degli schemi di bilancio;

Dettagli

Gli indici di bilancio per le analisi finanziarie

Gli indici di bilancio per le analisi finanziarie Gli indici di bilancio per le analisi finanziarie Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) Mc Graw-Hill 2001, cap. 5 1 GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze

Dettagli

L analisi dei flussi finanziari. 1. I flussi finanziari 1/5

L analisi dei flussi finanziari. 1. I flussi finanziari 1/5 focus modulo 4 lezione 50 La gestione finanziaria La correlazione tra investimenti e finanziamenti L analisi dei flussi finanziari 1. I flussi finanziari I flussi finanziari che hanno origine dall attività

Dettagli

LE GUIDE DI BANCOPASS. L analisi di bilancio per indici

LE GUIDE DI BANCOPASS. L analisi di bilancio per indici LE GUIDE DI BANCOPASS L analisi di bilancio per indici 2 Sommario 1. L analisi di bilancio... 3 Che cos è l analisi di bilancio?... 3 Qual è la finalità?... 3 Chi può fare l analisi di bilancio?... 3 Quali

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO

L ANALISI DI BILANCIO L ANALISI DI BILANCIO Teoria e caso su Personal Computer Prof. Massimo Saita Direttore Istituto di Economia, Amministrazione e Politica Aziendale Facoltà di Economia Università degli Studi di Milano-Bicocca

Dettagli

Analisi di bilancio 2007-2008

Analisi di bilancio 2007-2008 Analisi di bilancio 2007-2008 1 L analisi di bilancio Svilupperemo l analisi di bilancio sulla base di un sistema integrato di indicatori Obiettivo 1) 1) Valutare andamento dell impresa nel nel suo suo

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema di Economia aziendale proposto negli Istituti Tecnici è incentrato sulla crisi finanziaria ed è articolato in una parte obbligatoria e tre percorsi alternativi

Dettagli

LA RELAZIONE SULLA GESTIONE E GLI INDICATORI DI RISULTATO FINANZIARI. Roma, 2 marzo 2010 Prof. Fabrizio Di Lazzaro

LA RELAZIONE SULLA GESTIONE E GLI INDICATORI DI RISULTATO FINANZIARI. Roma, 2 marzo 2010 Prof. Fabrizio Di Lazzaro LA RELAZIONE SULLA GESTIONE E GLI INDICATORI DI RISULTATO FINANZIARI Roma, 2 marzo 2010 Prof. Fabrizio Di Lazzaro Direttiva 2003/51/CE D.Lgs. 32/2007 Le società di capitali italiane sono tenute a seguire

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE ECAPITAL 2016 PERCORSO DI FORMAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL PIANO ECONOMICO-FINANZIARIO DOTT. CARLO SCIDA Guida alla compilazione del Business Plan ASPETTI GENERALI L orizzonte temporale previsto

Dettagli

A cosa serve l l analisi analisi di di bilancio bilancio?

A cosa serve l l analisi analisi di di bilancio bilancio? A cosa serve l analisi di bilancio? Potenzialità informative Patrimoniale Percezione della rigidità/elasticità degli impieghi Percezione del grado di indebitamento Grado di finanziamento immobilizzazioni

Dettagli

Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale

Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale (nell'indirizzo Giuridico

Dettagli

IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE

IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE Newsletter Phedro settembre 2007 IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE IL BUDGET ECONOMICO Il budget economico deriva dal consolidamento dei budget settoriali e dei costi programmati per il successivo

Dettagli

ALFA BETA SRL. Report Analitico. - Riclassificazione finanziaria Stato Patrimoniale - Riclassificazione Conto Economico a Valore aggiunto

ALFA BETA SRL. Report Analitico. - Riclassificazione finanziaria Stato Patrimoniale - Riclassificazione Conto Economico a Valore aggiunto Report Analitico RICLASSIFICAZIONI - Riclassificazione finanziaria Stato Patrimoniale - Riclassificazione Conto Economico a Valore aggiunto PROFILI DI ANALISI PER INDICI - A) Analisi dello sviluppo, dei

Dettagli

Analisi finanziaria: indici di bilancio

Analisi finanziaria: indici di bilancio Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Analisi finanziaria: indici di bilancio Capitolo 4 degli argomenti 1. I quozienti nelle analisi finanziarie A. Equilibrio finanziario

Dettagli

L ECONOMICITÀ AZIENDALE

L ECONOMICITÀ AZIENDALE L ECONOMICITÀ AZIENDALE IMPRESA tende alla sopravvivenza (autonoma) nel tempo 1 a condizione: Equilibrio economico Risorse consumo (utilizzazione) Collocamento l azienda deve conseguire in volume di ricavi

Dettagli

= 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 41,40 % 10,72 % 286,19 %

= 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 41,40 % 10,72 % 286,19 % BETA SRL Indici di bilancio Bilancio abbreviato al 31/12/ Indici e margini di redditività ROE = 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 41,40 10,72 286,19 L'indice misura la redditività

Dettagli

GLI SCHEMI DI RICLASSIFICAZIONE

GLI SCHEMI DI RICLASSIFICAZIONE GLI SCHEMI DI RICLASSIFICAZIONE Si differenziano soprattutto per il trattamento delle poste patrimoniali. Il criterio della liquidità/esigibilità: attività in ordine di liquidità decrescente, passività

Dettagli

L analisi delle performance economiche e finanziarie delle imprese turistiche

L analisi delle performance economiche e finanziarie delle imprese turistiche L analisi delle performance economiche e finanziarie delle imprese turistiche da Marketing e performance delle imprese turistiche (Pencarelli, 2001) Annalisa Sentuti -1- Indice 1. Aspetti generali 2. La

Dettagli

Il bilancio per non addetti

Il bilancio per non addetti Il bilancio per non addetti Analisi di bilancio Relazione del Dr. Luca De Stefani info@studiodestefani.com Analisi di bilancio Il bilancio d esercizio non Å sufficiente ad esprimere tutte le informazioni

Dettagli

Analisi di Bilancio per flussi

Analisi di Bilancio per flussi Analisi di Bilancio per flussi Premessa L analisi della situazione economica, patrimoniale e finanziaria dell azienda attraverso il bilancio si conclude con l analisi dei movimenti di risorse finanziarie

Dettagli

7. Dalla Crisi di Wallstreet al Bilancio

7. Dalla Crisi di Wallstreet al Bilancio 7. Dalla Crisi di Wallstreet al Bilancio 7.1 Introduzione Una delle conseguenze più rilevanti sotto il profilo economico, del primo conflitto mondiale, è stata la crisi di Wallstreet; la quale trova fondamento

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali Professore a contratto Dottore di ricerca in Economia Aziendale

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 41 13.11.2013 Analisi di bilancio Analisi per indici, per margini e rendiconto finanziario Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie In moltissimi

Dettagli

Il bilancio di esercizio: dott. prof. Donato Toma Studio Toma - NDC Campobasso, 19 luglio 2008

Il bilancio di esercizio: dott. prof. Donato Toma Studio Toma - NDC Campobasso, 19 luglio 2008 Il bilancio di esercizio: approccio di base alla sua analisi dott. prof. Donato Toma Studio Toma - NDC Campobasso, 19 luglio 2008 Il Bilancio di esercizio PRINCIPI CONTABILI, CRITERI DI VALUTAZIONE ED

Dettagli

Dinamica dei flussi finanziari

Dinamica dei flussi finanziari Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Dinamica dei flussi finanziari Capitolo 4 Indice degli argomenti 1. Il modello a quattro aree 2. Flusso di cassa della gestione corrente

Dettagli

Aspetto economico. operativa operativa. Indice di redditività globale Reddito Netto Patrimonio Netto. Grado ind.to ROI TIGEC 2 10% 30%

Aspetto economico. operativa operativa. Indice di redditività globale Reddito Netto Patrimonio Netto. Grado ind.to ROI TIGEC 2 10% 30% Aspetto finanziario Aspetto economico Grado Grado di di indebitamento indebitamento Cap. Cap. Investito Investito Patr. Patr.. Netto Netto Indice Indice di di redditività redditività operativa operativa

Dettagli

Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir. tire e da indici

Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir. tire e da indici Tracce di temi 2010 Scuola Duemila 1 Traccia n. 1 Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir tire e da indici Olivia Leone Il candidato illustri brevemente quali sono i principali vincoli da

Dettagli

La funzione dell analisi di bilancio nell assegnazione del rating alle imprese secondo l accordo Basilea 2

La funzione dell analisi di bilancio nell assegnazione del rating alle imprese secondo l accordo Basilea 2 La funzione dell analisi di bilancio nell assegnazione del rating alle imprese secondo l accordo Basilea 2 e nel contenuto obbligatorio della relazione sulla gestione accompagnatoria al bilancio di esercizio

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario La dinamica finanziaria Il Rendiconto Finanziario Analisi Economico-Finanziaria delle P.M.I. Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it La divergenza fra risultato

Dettagli

Riclassificazione del bilancio

Riclassificazione del bilancio Riclassificazione del bilancio 02 2015-2016 Vedere sussidio didattico sul bilancio SIGNIFICATO DI RICLASSIFICAZIONE DEI DOCUMENTI DEL BILANCIO raggruppare i valori presenti nei documenti di bilancio in

Dettagli

Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali

Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali Esame di Stato anno scolastico 2014/2015 Svolgimento seconda prova di Economia aziendale La

Dettagli

Riclassificazione di bilancio

Riclassificazione di bilancio Riclassificazione di bilancio Riclassificazione di bilancio a. Cos è b. Finalità c. Criteri 2 1 a. Cos è Operazione di predisposizione dei dati di bilancio per l analisi economico-finanziaria e patrimoniale

Dettagli

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf Temi in preparazione alla maturità Analisi di bilancio, bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, decisioni aziendali, portafoglio sbf di Rossana MANELLI ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIA:

Dettagli

Svolgimento Tema di Economia d azienda

Svolgimento Tema di Economia d azienda Svolgimento a cura di Lucia Barale Pag. 1 a 10 Esame di Stato 2015 Indirizzi: Tecnico della Gestione Aziendale ad Indirizzo Linguistico Tecnico della Gestione Aziendale ad Indirizzo Informatico Svolgimento

Dettagli

L analisi finanziaria

L analisi finanziaria L analisi finanziaria Sebastiano Di Diego - Fabrizio Micozzi 1 L analisi dei flussi Profili generali 1 Le ragioni per uno studio dei flussi (1) Le riclassificazioni di dati economici e patrimoniali e lo

Dettagli

I soggetti interessati all analisi (alcuni esempi)

I soggetti interessati all analisi (alcuni esempi) Finalità dell analisi di bilancio Obiettivo principale Diagnosticare in tempi rapidi lo stato di salute di un impresa (redditività, solvibilità, solidità) Per formulare giudizi sull evoluzione delle performance

Dettagli

CORSO DI RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA LETTERE A- D

CORSO DI RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA LETTERE A- D CORSO DI RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA LETTERE A- D PROF. FRANCESCO CAPALBO A.A. 2012/2013 ANALISI DI BILANCIO Le slide sono destinate ad uso esclusivo degli studenti che hanno seguito le lezioni dell

Dettagli

Risultati ed andamento della gestione

Risultati ed andamento della gestione Risultati ed andamento della gestione L esercizio 2011 si chiude con un risultato economico positivo, in quanto la distribuzione dei dividendi di Equitalia Nord ha consentito - insieme ai benefici fiscali

Dettagli

RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO

RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO Lo schema del conto del patrimonio previsto dal D.P.R n. 194/96 è strutturato a sezioni divise e contrapposte e presenta un impostazione in cui le attività sono

Dettagli

Contiene le coperture finanziarie necessarie per l acquisizione delle risorse produttive, con l eventuale avanzo o disavanzo finanziario.

Contiene le coperture finanziarie necessarie per l acquisizione delle risorse produttive, con l eventuale avanzo o disavanzo finanziario. Il processo di formulazione del budget dell impresa si conclude con il consolidamento dei singoli budget settoriali in un unico bilancio previsionale (MASTER BUDGET), che si compone dei seguenti documenti

Dettagli

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio Riclassificazione del bilancio Vedere sussidio didattico sul bilancio RAGIONI DELLA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE raggruppare i valori delle attività e delle passività in poche

Dettagli

CALCOLO DEGLI INDICI NELL ANALISI DI BILANCIO

CALCOLO DEGLI INDICI NELL ANALISI DI BILANCIO CALCOLO DEGLI NELL ANALISI DI BILANCIO SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI PRINCIPALI CASO-GUIDA SULLA TECNICA DI CALCOLO DEGLI Principio di revisione n. 570 La valutazione dello stato di salute della società oggetto

Dettagli

I modulo - Bilancio ed indicatori -

I modulo - Bilancio ed indicatori - I modulo - Bilancio ed indicatori - sommario INTRODUZIONE INTRODUZIONE Basics Basicssul sul bilancio bilancio Il Il bilancio bilancio XYZ XYZ e le le riclassificazioni riclassificazionidegli degli schemi

Dettagli

Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello

Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello Abstract La relazione sulla gestione costituisce uno dei principali documenti allegati al bilancio d esercizio, il

Dettagli

L ANALISI PER INDICI

L ANALISI PER INDICI Obiettivo dell analisi per indici è la valutazione delle scelte dell imprenditore attraverso la misurazione degli effetti economici, finanziari e patrimoniale prodotti dalle stesse. La corretta misurazione

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività:

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività: Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sulla scomposizione del reddito di esercizio nei risultati parziali generati

Dettagli

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE TERZA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE TERZA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE TERZA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali Professore a contratto Dottore di ricerca in Economia Aziendale

Dettagli

L inquadramento teorico

L inquadramento teorico I preventivi economicofinanziari L inquadramento teorico Università di Pisa Le previsioni economiche: i ricavi di vendita Solitamente la prima variabile ad essere stimata corrisponde ai ricavi di vendita

Dettagli

La gestione finanziaria dell impresa

La gestione finanziaria dell impresa La gestione finanziaria dell impresa di Emanuele Perucci Traccia di economia aziendale Il candidato, dopo aver illustrato il problema della scelta delle fonti di finanziamento in relazione al fabbisogno

Dettagli