Descrizione Sintetica degli Strumenti. Descrizione: Emittente:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Descrizione Sintetica degli Strumenti. Descrizione: Emittente:"

Transcript

1 Nota di Sintesi La presente Nota di Sintesi deve essere letta come introduzione al Prospetto. Qualsiasi decisione d investimento negli strument ifinanziari (gli "Strumenti") dovrà basarsi sull esame complessivo del Prospetto, compresa la documentazione ivi inclusa per riferimento, gli eventuali documenti integrativi e le Condizioni Definitive. Gli Emittenti non potranno essere soggetti a responsabilità civile esclusivamente sulla base della presente sintesi, compresa ogni sua traduzione, salvo che questa non sia fuorviante, inesatta o incompatibile se letta congiuntamente alle altre parti del Prospetto. Laddove venga intentata davanti a un tribunale di uno Stato Membro dell Unione europea una causa relativa alle informazioni contenute nel presente Prospetto, l attore potrà essere tenuto, in conformità alle leggi nazionali dello Stato Membro ove viene intentata la causa, a sostenere i costi della traduzione del Prospetto precedentemente all inizio del procedimento legale. Descrizione Sintetica degli Strumenti Descrizione: Emittente: Arranger/Dealer: Distribuzione: Banca Principale Incaricata dei Pagamenti e dell Emissione: Programma di Emissione continuativa di Titoli di Debito Bayerische Hypo- und Vereinsbank AG (tramite la sua Direzione generale o una delle filiali estere). Bayerische Hypo- und Vereinsbank AG e qualsiasi altro Dealer nominato dall Emittente relativamente a una più tranches oppure all intero Programma (i "Dealer"). L Emittente potrà di volta in volta revocare la nomina di un Dealer operante nell ambito del Programma. Collocamento privato od offerta pubblica, con o senza un sindacato di collocamento. Bayerische Hypo- und Vereinsbank AG (per gli Strumenti depositati presso Clearstream di Francoforte); Citibank, N.A., Sede di Londra (per tutti gli altri Strumenti). Ammontare: Euro (o il suo equivalente in altre valute) contemporaneamente in circolazione. In qualsiasi momento l Emittente avrà facoltà di aumentare l ammontare del Programma. Valute: Scadenze: Aspetti Regolamentari: Prezzo d Emissione: Forma degli Strumenti: Subordinatamente a qualsiasi applicabile limitazione legale o regolamentare, le valute o le unità valutarie che l Emittente avrà facoltà di stabilire, comprese a mero titolo d esempio l Euro, la Sterlina, il Franco svizzero, il Dollaro statunitense e lo Yen, nonché e qualsiasi altra valuta o unità valutaria purché nel rispetto di tutte le disposizioni di legge o regolamentari. Qualsiasi scadenza stabilita dall Emittente e indicata nelle pertinenti Condizioni Definitive, subordinatamente alle scadenze minime o massime di volta in volta consentite o prescritte dalla competente Banca centrale (o da altro organismo equipollente) oppure da qualsiasi legge o regolamento applicabile alla pertinente Valuta Specificata o all Emittente. I tagli e la distribuzione degli Strumenti con scadenza inferiore a un anno, i cui proventi siano accettati nel Regno Unito, sono soggetti ad alcune limitazioni. Si consulti il paragrafo "Aspetti Regolamentari". Qualsiasi emissione di Strumenti denominata in una valuta alla quale si applichino particolari leggi, regolamenti, criteri guida e disposizioni della Banca centrale sarà effettuata solo in circostanze di volta in volta conformi a dette leggi, regolamenti, criteri guida e disposizioni della Banca centrale. Fatta salva la suddetta regola generale: inoltre, qualsiasi emissione di Strumenti denominati in Sterline sarà effettuata conformemente alle disposizioni, di volta in volta applicabili, della Bank of England e della Financial Services Authority. Gli Strumenti possono essere emessi in forma interamente o parzialmente liberata, a un prezzo d emissione pari al valore nominale oppure con uno sconto o con un sovrapprezzo sul valore nominale. Gli Strumenti saranno emessi solo al portatore. Gli Strumenti emessi alla stessa data e identici sotto tutti gli aspetti (compresa l ammissione al listino)

2 Pfandbriefe: Descrizione delle Notes: costituiranno una "Tranche". Qualora esplicitamente previsto, una Tranche di Strumenti costituirà un unica serie fungibile (una "Serie") unitamente a una o più successive Tranche o Strumenti (i) di cui sia esplicitamente stabilita l unificazione in modo da costituire un unica Serie e (ii) che abbiano identiche caratteristiche sotto tutti gli aspetti (compresa l ammissione al listino), eccetto tuttavia le rispettive date di emissione, l inizio del periodo di calcolo degli interessi e/o i prezzi d emissione. Le Notes (le "TEFRA C Notes"), alle quali si applichino le disposizioni della norma detta U.S. Treas. Reg (c) (2) (i) (C) (le "TEFRA C Rules"), saranno rappresentate da una Note globale permanente al portatore, il cui importo in linea capitale sarà pari al capitale di dette Notes (la "Note Globale Permanente"). Le Notes (le "TEFRA D Notes") alle quali si applichino le disposizioni della norma U.S. Treas. Reg (c) (2) (i) (D) (le "TEFRA D Rules") inizialmente saranno sempre rappresentate da una Note temporanea globale, che sarà sostituita da Notes rappresentate da una o più Notes globali permanenti non prima di 40 e non oltre 180 giorni dopo rispetto alla conclusione della distribuzione delle Notes comprese nella relativa Tranche, previa attestazione che non vi è alcun beneficiario economico statunitense, da fornirsi compilando il modulo di volta in volta disponibile presso una sede appositamente indicata della Banca Incaricata dell Emissione dei Titoli e della Banca Agente Principale. Le Notes alle quali non si applichino né le TEFRA C Rules né le TEFRA D Rules, nonché i Certificati e i Warrant, saranno rispettivamente rappresentati da una Note Globale Permanente, da un Certificato Globale Permanente o da un Warrant Globale Permanente. Le Notes Globali Permanenti, i Certificati Globali Permanenti e i Warrant Globali Permanenti non saranno sostituiti da Notes definitive, da Certificati definitivi o da Warrant definitivi né da Notes collettive, da Certificati collettivi o da Warrant collettivi (salvo qualora si tratti di Notes indicizzate a Eventi Creditizi (Credit-Linked Notes), come più avanti precisato). L Emittente può emettere Notes sotto forma di Pfandbriefe Ipotecari (Hypothekenpfandbriefe) o di Pfandbriefe del Settore Pubblico (Öffentliche Pfandbriefe). I Pfandbriefe Ipotecari e del Settore Pubblico sono garantiti o coperti da pool separati di prestiti ipotecari (nel caso di Pfandbriefe Ipotecari) o di prestiti pubblici (nel caso di Pfandbriefe del Settore Pubblico), i cui criteri di adeguatezza sono stabiliti dalla Legge Tedesca sulle Ipoteche Bancarie e verificati da un amministratore indipendente. Il 19 luglio 2005, la Legge sui Pfandbriefe (Pfandbriefgesetz) è entrata in vigore sostituendo, inter alia, la Legge sulle Ipoteche Bancarie. Con decorrenza dal 19 luglio 2005, l emissione di Notes sotto forma di Pfandbriefe Ipotecari e di Pfandbriefe del Settore Pubblico è disciplinata dalla Legge sui Pfandbriefe. La Legge sui Pfandbriefe mantiene in vigore gli attuali principi fondamentali e le caratteristiche delle emissioni di Pfandbriefe. Le pertinenti Condizioni Definitive e/o i Termini e Condizioni delle Notes preciseranno se saranno corrisposti degli interessi e le relative modalità di pagamento, nonché il metodo di calcolo degli importi da rimborsare e le date di rimborso delle Notes. Le Notes potranno essere fruttifere d interesse a tasso fisso o variabile ("Notes Fruttifere d Interesse") oppure non fruttifere d interesse ("Notes a Cedola Zero"). I tassi d interesse variabili saranno calcolati facendo riferimento a un tasso d interesse o a una formula o a un Valore di Riferimento (come precisato più avanti). Le Notes possono essere rimborsate pagando un importo fisso ("Notes a Rimborso Fisso") o facendo riferimento a un tasso d interesse o a una formula o a un Valore di Riferimento (come precisato più avanti) ("Notes Strutturate"). Le Notes Strutturate saranno rimborsate o con il pagamento di un importo in contanti indicizzato a un Valore di Riferimento ("Notes Strutturate con

3 Descrizione dei Certificati: Descrizione dei Warrant: Notes a Tasso Fisso: Notes a Tasso Variabile: Rimborso in Contanti") o mediante consegna fisica del pertinente Valore di Riferimento ("Notes Strutturate con Consegna del Valore di Riferimento"). Qualora previsto dalle pertinenti Condizioni Definitive, l Emittente può avere facoltà di rimborsare anticipatamente le Notes oppure gli Obbligazionisti possono avere facoltà di chiedere il rimborso anticipato delle Notes. L Emittente o l Obbligazionista possono avere facoltà di decidere se il rimborso delle Notes debba avvenire con il pagamento di contanti o con la consegna fisica di un Valore di Riferimento. I Valori di Riferimento possono essere rappresentati da azioni, obbligazioni (compresi i certificati indicizzati), quote di fondi (comprese le quote di fondi negoziati in Borsa [i cosiddetti ETF] e di hedge fund), valute, merci o altri valori (anche non consegnabili fisicamente) come gli indici o i tassi d interesse. Le Notes possono essere collegate sia a singoli Valori di Riferimento sia a Valori di Riferimento riuniti in un paniere. Le azioni, le obbligazioni (compresi i certificati indicizzati) e le quote di fondi negoziati in Borsa (ETF) possono essere consegnate fisicamente ai sensi delle pertinenti Condizioni Definitive e dei Termini e Condizioni. Possono essere emesse Notes con una o più delle suddette caratteristiche, come Notes Strutturate Fruttifere d Interesse con Consegna del Valore di Riferimento, Notes Strutturate Fruttifere d Interesse con Rimborso in Contanti, Notes Fruttifere d Interesse con Ammontare Rimborsato Fisso (collettivamente le "Notes Fruttifere d Interesse") nonché Notes Strutturate a Cedola Zero con Consegna del Valore di Riferimento, Notes Strutturate a Cedola Zero con Rimborso in Contanti e Notes a Cedola Zero con Ammontare Rimborsato Fisso (collettivamente, le "Notes a Cedola Zero"). I Certificati saranno fruttiferi d interesse o infruttiferi d interesse, rimborsabili mediante pagamento di una determinato ammontare o tramite consegna di azioni, obbligazioni, quote di fondi o altri valori alla data indicata nelle pertinenti Condizioni Definitive. Nel caso di Certificati a Sconto il pagamento è limitato a un importo rimborsato fisso, anche qualora il prezzo o il valore utilizzato per il calcolo dell importo da rimborsare superi tale importo rimborsato fisso. Se così stabilito nelle pertinenti Condizioni Definitive, l Emittente può avere facoltà di rimborsare i Certificati prima della scadenza o di differirne la scadenza per determinati periodi. Inoltre i Certificati possono essere emessi come Certificati Aperti senza data di scadenza prefissata, che tuttavia, se così stabilito nelle pertinenti Condizioni Definitive, conferiscono al titolare la facoltà di ottenere il rimborso esercitando il diritto d estinzione. I Warrant saranno infruttiferi d interesse e conferiranno ai rispettivi titolari il diritto, se esercitato, di chiedere all Emittente il pagamento di un importo calcolato in base a una formula stabilita dall Emittente o concordata tra l Emittente e uno o più eventuali Dealer interessati, se così stabilito nelle pertinenti Condizioni Definitive. Queste Notes (compresi i Pfandbriefe) possono essere emesse sotto forma di Notes a Tasso Fisso fruttifere d interesse fino a scadenza, che sarà pagabile posticipatamente in base ai tassi e alla data (o alle date) indicati nelle pertinenti Condizioni Definitive. Le Notes (compresi i Pfandbriefe) possono essere emesse sotto forma di Notes a Tasso Variabile, fruttifere d interesse a un tasso così calcolato (e rettificato applicando le maggiorazioni eventualmente previste): - sulla stessa base del tasso variabile previsto da uno swap figurativo di tassi d interesse nella pertinente Valuta Specificata, regolato da un contratto comprendente le Definizioni ISDA 2000 (pubblicate dalla International Swaps and Derivatives Association, Inc., come di volta in volta modificate, aggiornate o sostituite), oppure - in base al tasso di riferimento pubblicato su una pagina a schermo, concordata tra le parti, di un servizio di quotazioni commerciali, oppure - in base agli altri parametri stabiliti nelle pertinenti Condizioni Definitive. Le

4 Notes a Cedola Zero: Notes indicizzate a Tassi: Strumenti indicizzati ad Azioni: Strumenti indicizzati a Obbligazioni: Strumenti indicizzati a Indici: Strumenti indicizzati a Fondi: Notes indicizzate a Eventi Creditizi (Credit- Linked Notes): Notes e Certificati indicizzati a Valute: Notes e Certificati indicizzati a Merci: Notes e Certificati indicizzati a Tassi d Interesse: Notes e Certificati indicizzati all Inflazione: Notes a Tasso Variabile possono anche prevedere un tasso d interesse massimo, un tasso d interesse minimo o ambedue. Gli interessi delle Notes a Tasso Variabile saranno pagabili in base ai parametri e alle date di pagamento degli interessi previsti dalle pertinenti Condizioni Definitive. Le Notes a Cedola Zero, che possono essere offerte e vendute con uno sconto sul capitale, non frutteranno interessi se non in caso di mora. I pagamenti interesse e capitali delle Notes possono essere indicizzati a un tasso di riferimento fisso o variabile o ad altri tassi calcolati a uno o più date, come stabilito nei pertinenti Termini e Condizioni e/o nelle Condizioni Definitive. I pagamenti di interessi di Notes e Certificati, nonché i rimborsi di Strumenti effettuati mediante il pagamento di un determinato ammontare o la consegna di azioni, possono essere indicizzati al prezzo di negoziazione di azioni o al valore di un paniere di azioni o al valore delle azioni contenute in un paniere di azioni a una o più date, come stabilito nei pertinenti Termini e Condizioni e/o nelle Condizioni Definitive. I pagamenti di interessi relativi a Notes e Certificati, nonché i rimborsi di Strumenti effettuati mediante il pagamento di un determinato ammontare o la consegna di obbligazioni, possono essere indicizzati al prezzo di negoziazione di obbligazioni o al valore di un paniere di obbligazioni a una o più date, come stabilito nei pertinenti Termini e Condizioni e/o nelle Condizioni Definitive. I pagamenti di interessi relativi a Notes e Certificati, nonché i rimborsi di Strumenti effettuati mediante il pagamento di un determinato ammontare o la consegna di certificati essi stessi indicizzati a uno o più indici, possono essere indicizzati al valore di un indice o al valore di un paniere di indici o al valore degli indici contenuti in un paniere di indici a una o più date, come stabilito nei pertinenti Termini e Condizioni e/o nelle Condizioni Definitive. I pagamenti di interessi relativi a Notes, nonché i rimborsi di Strumenti effettuati mediante il pagamento di un determinato ammontare o la consegna di quote di fondi, possono essere indicizzati al prezzo di negoziazione o al valore patrimoniale netto di un fondo o di un paniere o portafoglio di fondi (compresi gli hedge fund) a una o più date, come stabilito nei pertinenti Termini e Condizioni e/o nelle Condizioni Definitive. I pagamenti di interessi e capitale relativi a Credit-Linked Notes possono essere indicizzati al giudizio di affidabilità creditizia di uno o più asset e/o entità, come stabilito nei pertinenti Termini e Condizioni e/o nelle Condizioni Definitive. I pagamenti di interessi relativi a Notes nonché i pagamenti di capitale di Notes e Certificati possono essere indicizzati al tasso di cambio di una o più valute rispetto a una o più altre valute a una o più date, come stabilito nei pertinenti Termini e Condizioni e/o nelle Condizioni Definitive. I pagamenti di interessi relativi a Notes nonché i pagamenti di capitale di Notes e Certificati possono essere indicizzati ai prezzi di una o più merci negoziate in determinate borse merci o quotati da determinate organismi a una o più date, come stabilito nei pertinenti Termini e Condizioni e/o nelle Condizioni Definitive. Notes e Certificati possono basarsi sul valore di tassi d interesse o di indici di più tassi d interesse, conferendo così ai titolari il diritto di incassare gli importi dei rimborsi sulla base del valore di detti tassi d interesse o indici a una o più date, come stabilito nei pertinenti Termini e Condizioni e/o nelle Condizioni Definitive. Notes e Certificati possono basarsi su un Indice dell inflazione, conferendo così ai titolari il diritto di incassare gli importi dei rimborsi sulla base del valore di un indice dell inflazione sottostante a una o più date, come stabilito nei pertinenti Termini e Condizioni e/o nelle Condizioni Definitive.

5 Altri Strumenti: Rimborsi: Tagli delle Notes: Gli Strumenti possono consistere in qualsiasi altro tipo di titolo, compresi quelli risultanti da combinazioni delle suddette caratteristiche che saranno concordate tra l Emittente e uno o più eventuali Dealer interessati. Le condizioni che regolano tali Strumenti saranno indicate nei pertinenti Termini e Condizioni e/o nelle Condizioni Definitive. Le pertinenti Condizioni Definitive preciseranno o il divieto di rimborsare le Notes prima della scadenza stabilita (eccettuati i previsti pagamenti periodici indicati più avanti o quelli dovuti per ragioni fiscali o dopo un Evento d Inadempienza) o la rimborsabilità delle Notes alla data o alle date indicate prima della scadenza prevista, al prezzo o ai prezzi e alle condizioni indicate dalle pertinenti Condizioni Definitive, a discrezione dell Emittente e/o dei titolari degli Strumenti (i "Titolari degli Strumenti"), dandone notifica irrevocabile, con un preavviso non superiore a 60 e non inferiore a 30 giorni (o comunque con gli altri periodi di preavviso eventualmente indicati nelle pertinenti Condizioni Definitive), ai Titolari degli Strumenti o all Emittente, a seconda dei casi. Le Condizioni Definitive possono prevedere la rimborsabilità delle Notes in due o più pagamenti, il cui ammontare e le cui date saranno indicati nelle pertinenti Condizioni Definitive. In nessun caso i Pfandbriefe potranno essere rimborsati prima della scadenza stabilita per ragioni fiscali o per volontà dei titolari. I Certificati possono essere rimborsabili prima della scadenza a discrezione dell Emittente, oppure alla scadenza stabilita. La data di scadenza prevista potrà, se così indicato nei pertinenti Termini e Condizioni e/o nelle Condizioni Definitive, essere differita dall Emittente inviandone notifica ai rispettivi titolari conformemente alle condizioni previste dai pertinenti Termini e Condizioni e/o dalle Condizioni Definitive. I Certificati Aperti possono essere rimborsati, alle date previste dai pertinenti Termini e Condizioni e/o nelle Condizioni Definitive, previo esercizio del relativo diritto d estinzione. I tagli sono quelli decisi dall Emittente e indicati nelle pertinenti Condizioni Definitive e, inoltre, quelli di volta in volta consentiti o prescritti dalla competente Banca centrale (o da altro organismo equiparato) oppure da qualsivoglia legge o regolamento applicabile alla pertinente Valuta Specificata. In caso di Strumenti emessi con scadenza inferiore a un anno e qualora (a) i proventi delle rispettive emissioni siano percepiti dall Emittente nel Regno Unito, oppure qualora (b) le rispettive emissioni sia effettuate da un ufficio operativo dell Emittente nel Regno Unito, tali Strumenti: (i) dovranno prevedere un valore minimo di rimborso di GBP (o il suo equivalente in altre valute) ed essere emessi solo a favore di persone le cui attività ordinarie prevedano da parte loro l acquisto, la detenzione, la gestione o la cessione di investimenti (in qualità di mandante o di agente) per finalità connesse alle rispettive attività professionali, oppure di persone che si possa ragionevolmente prevedere che acquisiranno, deterranno, gestiranno o cederanno tali investimenti (in qualità di mandante o di agente) per finalità connesse alle rispettive attività professionali; ovvero (ii) dovranno essere emessi in altre circostanze non configurabili come una violazione dell articolo 19 del Financial Services and Markets Act (Legge sui servizi e mercati finanziari) da parte dell Emittente. Regime Fiscale: Tutti i pagamenti di interessi e capitale degli Strumenti dovranno essere effettuati dall Emittente senza alcuna deduzione o ritenuta, in pagamento o in acconto, di qualsiasi imposta, dazio o onere di ente pubblico, presenti o futuri e di qualsiasi tipo, richiesti o riscossi dalla o nella Repubblica federale tedesca ("Germania") e, nel caso di Strumenti emessi tramite una filiale estera di HypoVereinsbank, nel paese in cui opera tale filiale, salvo qualora detta deduzione o ritenuta sia obbligatoria per legge. In tal caso, l Emittente pagherà quegli importi supplementari che saranno eventualmente necessari per garantire che gli Obbligazionisti percepiscano integralmente gli importi

6 Status degli Strumenti: Clausola di divieto di costituzione di Garanzie Reali (Negative Pledge): Inadempienza Incrociata: Quotazione: Clearing: previsti dagli Strumenti, con le eccezioni d uso. I Pfandbriefe non prevedono l obbligo dell Emittente di pagare tali importi supplementari in caso di deduzioni o di ritenute di imposte o di dazi dai pagamenti di capitale e interessi, come sopra indicato. Anche per Certificati e Warrant non è previsto l obbligo dell Emittente di pagare tali importi supplementari in caso di deduzioni o ritenute di imposte o di dazi dai pagamenti di capitale e interessi, come sopra indicato. Qualora si tratti di Notes non subordinate (Notes), come previsto a seconda dei casi nelle Condizioni Definitive o nei Termini e Condizioni, le Notes costituiranno obbligazioni dirette, incondizionate, non garantite e non subordinate dell Emittente e usufruiranno di una priorità almeno pari a quella dei diritti di tutti gli altri creditori non garantiti, eccettuate i diritti esplicitamente privilegiati dalla legge. I Pfandbriefe costituiranno obbligazioni non subordinate dell Emittente e usufruiranno di pari priorità tra di esse nonché (i) nel caso di Pfandbriefe del Settore Pubblico, di una priorità almeno pari a quella delle altre obbligazioni dell Emittente emesse come Pfandbriefe del Settore Pubblico e (ii) nel caso di Pfandbriefe Ipotecari, di priorità almeno pari a quella di tutte le altre obbligazioni dell Emittente emesse come Pfandbriefe Ipotecari. I Pfandbriefe tuttavia sono garantiti da pool separati di prestiti pubblici (nel caso di Pfandbriefe del Settore Pubblico) o di prestiti ipotecari (nel caso di Pfandbriefe Ipotecari). Certificati e Warrants costituiranno obbligazioni dirette, incondizionate, non garantite e non subordinate dell Emittente e usufruiranno di una priorità almeno pari a quella dei diritti di tutti gli altri creditori non garantiti, eccettuati i diritti espressamente privilegiati dalla legge. Qualora si tratti di Notes subordinate, come previsto a seconda dei casi nelle Condizioni Definitive o nei termini e Condizioni (Notes), (i) le Notes costituiranno obbligazioni dirette, incondizionate, non garantite e subordinate dell Emittente e usufruiranno di una priorità almeno pari a quella dei diritti di tutti gli altri suoi creditori non garantiti e subordinati e (ii) i diritti derivanti dalle Notes sono subordinati ai diritti di tutti gli altri creditori non subordinati dell Emittente, come indicato nella Condizione 4 dei Termini e Condizioni. Nessuna. Nessuna È stata presentata domanda di ammissione delle Notes alla quotazione e alla negoziazione nel mercato regolamentato della Borsa Valori di Lussemburgo. Gli Strumenti possono essere ammessi alla quotazione e alla negoziazione in qualsiasi borsa valori interna o esterna all Area Economica Europea ("AEE"). L Emittente ha facoltà di stabilire se gli Strumenti emessi saranno quotati o meno (come indicato nelle pertinenti Condizioni Definitive). Le Credit-Linked Notes saranno quotate conformemente alle disposizioni di un prospetto d emissione, di un prospetto integrativo o delle Condizioni Definitive. La compensazione degli Strumenti può avvenire o tramite Euroclear Bank, S.A./N.V. in veste di operatore del sistema Euroclear ("Euroclear"), o tramite Clearstream Banking société anonyme, Luxembourg ("Clearstream, Luxembourg") oppure Clearstream Banking AG, Frankfurt am Main ("Clearstream, Frankfurt"), e/o mediante qualsiasi altra stanza di compensazione. Qualora non diversamente specificato nelle pertinenti Condizioni Definitive, ed eccettuate le Credit-Linked Notes, gli Strumenti che saranno emessi

7 nell ambito del Programma hanno ottenuto i seguenti giudizi da Fitch Ratings Ltd. ("Fitch"), Moody s Investors Service Ltd. ("Moody s") e Standard & Poor s Ratings Services ("S&P"): Tipo di Strumento Fitch Moody s S&P Pfandbriefe del Settore Pubblico AAA Aa1 AAA Pfandbriefe Ipotecari AAA Aa1 nessun rating Notes Privilegiate a Lungo Termine A A2 A (orientamento negativo dal 28/10/2005) Rating: Notes Subordinate A- A3 A- Notes a Breve Termine F1 P-1 A-1 (orientamento negativo dal 28/10/2005) Legge Regolatrice: Restrizioni alla Vendita: Gli Strumenti che saranno emessi nell ambito del Programma potranno ottenere o non ottenere dei rating. A un emissione di Strumenti potrebbe essere attribuito un rating diverso da quello assegnato al Programma. Un rating non equivale a una raccomandazione di acquistare, vendere o tenere in portafoglio dei titoli e può essere sospeso, declassato o ritirato in qualsiasi momento dall agenzia che l ha assegnato. Gli Strumenti (escluse le Credit Linked Notes, che saranno disciplinate dalla legislazione inglese) saranno regolati dalla legge tedesca e interpretati conformemente alla medesima. Sono in vigore alcune limitazioni alla vendita per quanto riguarda gli Stati Uniti, il Regno Unito, l Area Economica Europea, l Italia, l Austria e il Giappone, ma altre limitazioni potranno essere imposte alle offerte e alle vendite di particolari emissioni di Strumenti. A tale proposito si consulti il successivo paragrafo "Sottoscrizioni e Vendita". Descrizione Sintetica dei fattori di Rischio Rischi attinenti agli Strumenti I potenziali investitori negli Strumenti sono esposti ad alcuni rischi correlati alle varie caratteristiche dei diversi tipi di Strumenti. Descriveremo qui di seguito alcuni rischi attinenti agli Strumenti. La distribuzione degli Strumenti potrebbe essere limitata; inoltre attualmente non è operante un attivo mercato per la loro negoziazione, né vi è garanzia dello sviluppo o della liquidità di un mercato ove negoziare tali Strumenti. L ammontare del capitale e/o degli interessi eventualmente pagabili dall Emittente potrebbe essere notevolmente inferiore al prezzo di emissione oppure, a seconda dei casi, al prezzo d acquisto investito degli Strumenti dall Obbligazionista, oppure potrebbe perfino essere pari a zero, nel qual caso l Obbligazionista perderebbe l intero investimento. L Emittente potrebbe avere facoltà di rimborsare tutti gli Strumenti in circolazione qualora egli fosse obbligato ad aumentare gli importi pagabili in relazione a qualsiasi Strumento per effetto di qualsivoglia ritenuta o deduzione, in pagamento o in acconto, di qualsiasi imposta presente o futura. Inoltre gli Strumenti possono essere rimborsabili, a discrezione dell Emittente, in alcune altre circostanze. Poiché gli Strumenti Globali Temporanei e/o Permanenti sono depositati da o per conto di Euroclear e/o Clearstream di Lussemburgo o Clearstream di Francoforte o altre idonee stanze di compensazione, gli investitori dovranno avvalersi delle procedure di questi istituti per quanto riguarda i trasferimenti, i pagamenti e le comunicazioni con l Emittente.

8 I potenziali investitori devono essere consapevoli che i pagamenti di capitale e/o interessi, salvo il caso di interessi a tasso fisso, possono essere indicizzati a parametri di varia natura tra i quali indici, titoli azionari, merci e altri valori, oppure possono essere limitati agli importi che saranno consegnati all Emittente da terzi. Pertanto il rischio d inadempienza riguardo a tali pagamenti di interessi dipende dal rischio specificamente attinente al tipo di Valore di Riferimento utilizzato. I potenziali investitori negli Strumenti devono essere consapevoli che l investimento negli Strumenti può comportare rischi di tasso di cambio e devono pertanto verificare l opportunità di investire negli Strumenti nelle proprie particolari situazioni. Il valore di mercato degli Strumenti sarà influenzato dall affidabilità creditizia dell Emittente e da numerosi altri fattori tra i quali, a mero titolo d esempio, il livello dei rispettivi valori di riferimento o di indici e prospettive, interessi di mercato e tassi di rendimento nonché il tempo mancante alla data di scadenza degli Strumenti. Il prezzo al quale un Obbligazionista potrà vendere gli Strumenti prima della scadenza potrà essere inferiore, anche in misura notevole, al prezzo d emissione o al prezzo d acquisto da lui stesso precedentemente pagato. L ammontare del capitale e/o degli eventuali interessi pagabili dall Emittente in relazione a Credit-Linked Notes potrebbe essere notevolmente inferiore al prezzo d acquisto investito dall Obbligazionista e potrebbe perfino essere pari a zero, nel qual caso il Titolare dello Strumento perderebbe l intero suo investimento. Rischi attinenti a Bayerische Hypo- und Vereinsbank AG Gli investimenti negli Strumenti comportano taluni rischi legati all Emittente e alla pertinente Tranche di Strumenti. Sebbene tutti questi fattori di rischio dipendano da circostanze che potrebbero anche non verificarsi, i potenziali investitori devono essere consapevoli che i rischi derivanti dall investimento negli Strumenti potrebbero, tra l altro, (i) ridurre la capacità dell Emittente di adempiere le obbligazioni impostegli dagli Strumenti emessi nell ambito del Programma e/o (ii) causare l instabilità del valore di mercato delle pertinenti Tranche di Strumenti e/o deprimerlo, cosicché tale valore di mercato risulterà inferiore alle aspettative (finanziaria o di altra natura) che l investitore aveva al momento di investire negli Strumenti. I potenziali investitori devono valutare, tra l altro, i fattori descritti nel successivo paragrafo "Fattori di Rischio", che illustra taluni rischi attinenti all investimento in Strumenti emessi nell ambito del Programma in relazione all Emittente. Pertanto spetterà a ciascun potenziale investitore negli Strumenti appurare, in base alle proprie personali analisi e alle consulenze professionali da lui ritenute appropriate nelle varie circostanze, la piena compatibilità dell acquisto degli Strumenti con le proprie esigenze, obiettivi e situazioni finanziarie (oppure, qualora egli acquisti gli Strumenti in qualità di fiduciario, con quelle del beneficiario) e che tale acquisto ottemperi a, e sia pienamente compatibile con, tutte le politiche d investimento, i criteri guida e le limitazioni a lui applicabili (indipendentemente dal fatto che l acquisto degli Strumenti avvenga per proprio conto o in qualità di fiduciario) e inoltre costituisca per lui (oppure, qualora egli acquisti gli Strumenti in qualità di fiduciario, per il beneficiario) un investimento adeguato, opportuno e idoneo nonostante tutti i rischi inerenti all investimento negli Strumenti o alla loro detenzione. Rischi Correlati alla Business Combination tra il Gruppo UniCredit e il gruppo HVB Difficoltà impreviste derivanti dalla Business Combination tra il Gruppo UniCredit e il gruppo HVB potrebbero esercitare effetti sostanzialmente negativi sugli affari, sulla situazione finanziaria e sui risultati operativi del Gruppo Unicredit e del Gruppo HVB. Il risultato della business combination sarà l integrazione di due grandi gruppi bancari precedentemente gestiti e operanti separatamente e persino in concorrenza. Tale complessa integrazione comporta particolari difficoltà, che esporranno il gruppo combinato e il Gruppo HVB a taluni rischi, tra i quali: Le incertezze relative alla realizzazione delle sinergie. Sebbene HypoVereinsbank preveda che la business combination consentirà la creazione di sinergie, l integrazione di due grandi gruppi bancari con sedi in paesi diversi e con differenti retroterra culturali, culture aziendali, lingue di lavoro, strutture retributive e contesti giuridici, entrambi operanti in ampie aree geografiche, comporta rilevanti difficoltà di gestione. Non può esservi alcuna garanzia che tale integrazione e le sinergie sperate saranno realizzate con la rapidità o nella misura attualmente previste.

9 La complessità dell armonizzazione tra i sistemi informatici del Gruppo Unicredit e del Gruppo HVB. L armonizzazione dei sistemi informatici del Gruppo Unicredit e del Gruppo HVB è finalizzata alla creazione di un unica architettura informatica in tutto il gruppo combinato, ma comporta particolari rischi e difficoltà per il Gruppo HVB. La complessa integrazione tra i sistemi di gestione dei rischi del Gruppo Unicredit e del Gruppo HVB. Attualmente il Gruppo Unicredit e il Gruppo HVB utilizzano metodi diversi di misurazione e gestione dei rischi. È probabile che l integrazione dei due sistemi di gestione dei rischi dopo la business combination aumenti il rischio di inefficienza o di carenze dei sistemi di gestione dei rischi del gruppo combinato, particolarmente nella fase iniziale dell integrazione. L'utilizzo di dirigenti nella risoluzione delle problematiche dell integrazione. L integrazione del Gruppo Unicredit e del Gruppo HVB richiederà molto tempo e notevole sollecitudine da parte dei dirigenti del gruppo combinato. Se le problematiche dell integrazione distoglieranno l attenzione dei dirigenti dalle loro altre responsabilità, le attività del Gruppo HVB potranno esserne negativamente influenzate. L'esigenza di efficaci comunicazioni con i partner e i clienti. Per il gruppo combinato sarà indispensabile comunicare efficacemente con i partner e i clienti per rendere fruibile l offerta di una gamma più ampia di prodotti e servizi e farne comprendere i meriti rispetto alle altre. L insuccesso di tale opera di comunicazione potrebbe avere come conseguenza l incapacità di cogliere opportunità commerciali e la perdita di affari e di clienti già acquisiti del Gruppo HVB. La possibile perdita di personale essenziale. Il nuovo gruppo dovrà fare affidamento sugli alti dirigenti del Gruppo Unicredit e del Gruppo HVB per portare a termine con successo l integrazione tra i due gruppi e attuare la strategia comune. In caso allontanamento di personale essenziale del gruppo combinato, sarà più difficile portare a termine rapidamente l integrazione e beneficiare così dei diversi punti di forza del Gruppo Unicredit e del Gruppo HVB. Il Gruppo Unicredit è sottoposto alla vigilanza della Banca d Italia, le cui direttive in futuro potrebbero influenzare negativamente i risultati del Gruppo HVB. Rischi attinenti alla ristrutturazione del gruppo/rischi di integrazione Il trasferimento all inizio del 2007 degli investimenti in Bank Austria Creditanstalt e altre unità nell Europa centrale e orientale ha prodotto significativi utili da vendite. Con gli utili derivanti da tali operazioni la banca è in grado di spingere ulteriormente la propria crescita, sia organica che tramite nuove acquisizioni, nel mercato bancario tedesco, accedere a mercati nelle regioni del nord Europa analoghi a quelli dell Europa occidentale, espandere le proprie competenze in aree specilistiche di nicchia, ottimizzare il proprio patrimonio di vigilanza e procedere al riacquisto di strumenti ibridi ogni qualvolta ciò sia ritenuto economicamente opportuno; ad ogni modo, come sempre la ricerca di nuovi impeghi equivalenti comporta dei rischi. Implicazioni Tributarie Riporti a Nuovo di perdite Fiscali. L utilizzo di consistenti riporti a nuovo di perdite fiscali (particolarmente da parte di HypoVereinsbank) dipenderà da talune condizioni che dovranno essere adempiute dopo l avvenuto trasferimento delle azioni di HypoVereinsbank a UniCredit S.p.A. Normativa Tedesca sulla Sottocapitalizzazione (Thin Capitalization Rules). Dopo l acquisizione delle azioni di HypoVereinsbank da parte di UniCredit S.p.A., ai sensi della Normativa sulla Sottocapitalizzazione HypoVereinsbank ha un azionista rilevante e ricade pertanto nell ambito di applicazione di tale normativa. Soggettività Tributaria di Cessioni di Immobili. Per effetto del trasferimento di azioni di HypoVereinsbank a UniCredit S.p.A. (in particolar modo, per effetto dell aumento della partecipazione azionaria di UniCredit S.p.A. in HypoVereinsbank al 95%), saranno attribuite a quest ultima le soggettività tributarie di alcune cessioni di immobili di proprietà di HypoVereinsbank o di sue società controllate in Germania. Tuttavia, per una parte degli immobili di proprietà, l esatto ammontare delle soggettività tributarie per cessioni, non può essere in questa fase determinato. Ciascuna delle situazioni precedentemente illustrate potrebbe esercitare un effetto sostanzialmente negativo sugli affari, sulla situazione finanziaria e sui risultati operativi del Gruppo HVB. Non può esservi alcuna garanzia che il processo d integrazione si concluderà con successo e che il gruppo

10 combinato sarà amministrato e gestito con la stessa efficienza con cui il Gruppo Unicredit e il Gruppo HVB sono stati rispettivamente amministrati e gestiti in passato. Descrizione Sintetica di Bayerische Hypo- und Vereinsbank AG. Bayerische Hypo- und Vereinsbank Aktiengesellschaft ("HypoVereinsbank") è stata costituita nel 1998 con la fusione tra Bayerische Vereinsbank Aktiengesellschaft e Bayerische Hypotheken- und Wechsel- Bank Aktiengesellschaft. HypoVereinsbank è la società capogruppo del Gruppo HVB, con sede a Monaco di Baviera. Dal novembre 2005, la maggioranza azionaria del Gruppo HVB è detenuta da UniCredito Italiano S.p.A. ( UniCredit ). Il 23 gennaio 2007, il Consiglio di Amministrazione di UniCredit ha approvato una delibera per iniziare la procedura di squeeze-out in HypoVereinsbank. Onde avviare le relative procedure, UniCredit ha inviato richiesta formale al consiglio di gestione di HypoVereinsbank. UniCredit attualmente detiene il 95% del capitale sociale di HypoVereinsbank, consentendo l'avvio di tale procedura secondo quanto previsto dalla normativa tedesca. Il 9 gennaio 2007, HypoVereinsbank ha ceduto a UniCredit la propria partecipazione azionaria in Bank Austria Creditanstalt AG ( BA-CA ) per un controvalore totale di circa EUR 12,5 miliardi. Il 10 gennaio 2007, HypoVereinsbank ha ceduto a BA-CA la propria partecipazione azionaria in HVB Latvia per un controvalore totale di EUR 35 milioni, oltre all aumento di capitale di HVB Bank Latvia di circa EUR 40 milioni, sottoscritto da HypoVereinsbank nell agosto La partecipazione azionaria di HypoVereinsbank in International Moskow Bank, per un ammontare pari al 70,26%, oltre alle opzioni per un ulteriore 4,81%, sono stati in seguito ceduti a BA-CA l 11 gennaio 2007 per un controvalore di complessivi EUR 1,015 milioni. A sostegno dei successivi sviluppi di HypoVereinsbank, il Consiglio di Amministrazione di UniCredit ha approvato tra l altro l utilizzo dei profitti di HypoVereinsbank derivanti dalla cessione delle relative attività in Austria ed Europa Centrale e Orientale per rafforzare in modo significativo la situazione di capitale di HypoVereinsbank, in modo da consentire l ulteriore sviluppo delle relative attività attraverso una crescita organica, o tramite acquisizioni sia nel mercato chiave, la Germania, sia in altri paesi Europei nei quali il Gruppo UniCredit non è ancora adeguatamente rappresentato (in modo particolare, l area Scandinava ed il Benelux). Il Gruppo HVB offre una gamma completa di prodotti bancari e finanziari a un ampia tipologia di clienti dei settori retail, corporate e pubblico. A seguito dell integrazione nel Gruppo UniCredit, le attività del Gruppo HVB sono state riorganizzate nelle seguenti divisioni: Retail, Wealth Management, Corporates & Commercial Real Estate Financing e Markets & Investment Banking.

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE

NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE Le note di sintesi sono composte dagli elementi informativi richiesti dalla normativa applicabile noti come "Elementi". Detti Elementi

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Giugno 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese.

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

Finanza per la crescita: corporate bond e strumenti alternativi. kpmg.com/it

Finanza per la crescita: corporate bond e strumenti alternativi. kpmg.com/it Finanza per la crescita: corporate bond e strumenti alternativi kpmg.com/it Indice 1 Lo scenario di riferimento 4 2 Le opportunità del Decreto Sviluppo 2012 6 Obiettivi e finalità generali Strumenti di

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000»

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000» Sede legale e amministrativa: Via Venti Settembre, 30 00187 Roma Tel. 06.4771.1 Fax 06. 4771.5952 Sito internet: www.dexia-crediop.it n iscrizione all Albo delle Banche: 5288 Capogruppo del Gruppo bancario

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi -

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - di Mario Gabbrielli, Davide D Affronto, Rossana Bellina, Paolo Chiappa

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. "BANCO POPOLARE Società Cooperativa

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. BANCO POPOLARE Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle Obbligazioni BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216 da emettersi nell ambito del programma di offerta e/o

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Parte 2: Primo pilastro Requisiti patrimoniali minimi

Parte 2: Primo pilastro Requisiti patrimoniali minimi Parte 2: Primo pilastro Requisiti patrimoniali minimi I. Calcolo dei requisiti patrimoniali minimi 40. In questa Parte vengono esposte le modalità di calcolo dei requisiti patrimoniali minimi complessivi

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA Perché la Banca d Italia detiene le riserve ufficiali del Paese? La proprietà delle riserve ufficiali è assegnata per legge alla Banca d Italia. La Banca d Italia

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO Regolamento del fondo comune di investimento immobiliare chiuso riservato ad investitori qualificati PATRIMONIO UNO promosso da Patrimonio

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC Seconda Appendice al Prospetto informativo La presente Seconda Appendice costituisce parte integrante e deve essere letta contestualmente al prospetto informativo, datato 17

Dettagli

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE tra FLO-CERT GMBH E RAGIONE SOCIALE DEL CLIENTE PARTI (1) FLO-CERT GmbH, società legalmente costituita e registrata a Bonn, Germania con il numero 12937, con sede legale in

Dettagli