Tel./Fax

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tel./Fax 081.760.72.23 e-mail: athena@na.camcom.it"

Transcript

1 COME FARE PER.. ITER BUROCRATICO PER LA CREAZIONE D IMPRESA Tel./Fax

2 . AVVIARE UN ATTIVITA ARTIGIANALE GUIDA PRATICA La normativa che definisce le caratteristiche per essere considerati imprenditori artigiani è la Legge n 443 del 8 agosto 1985 "Legge quadro per l'artigianato" che ha sostituito la prima legge di settore la n 860 del 25 luglio La nuova norma, oltre a determinare i requisiti oggettivi (dell'impresa) e soggettivi (dell'imprenditore), demanda alle Regioni la promulgazione di leggi che, nel rispetto di quanto previsto dalla norma nazionale, disciplinino il comparto nell'ambito del proprio territorio. Va in proposito ricordato che l'artigianato è materia di decentramento, in quanto compreso nell'"elenco" di cui all'art. 117 della Costituzione. Ai sensi della Legge Quadro l impresa artigiana è l impresa che, esercitata dall imprenditore artigiano, ha lo scopo prevalente di un attività di produzione di beni o di prestazione di servizi e l imprenditore artigiano "colui che esercita personalmente, professionalmente e in qualità di titolare l'impresa artigiana assumendone la piena responsabilità con tutti gli oneri e i rischi inerenti la sua direzione e gestione e svolgendo in misura prevalente il proprio lavoro, anche manuale nel processo produttivo". Per l'esercizio di alcune attività è necessario avere un'apposita qualifica professionale (esempio: barbiere, parrucchiere uomo-donna, estetista, elettricista, antennista, idraulico, autotrasportatore, ottico, odontotecnico, autoriparatore, carrozziere, elettrauto, gommista, ecc.) e inoltre in alcuni casi (esempio: impiantistica, acconciatura, estetica riparazione autoveicoli, imprese di pulizia, ecc.) gli imprenditori devono essere in possesso di requisiti di moralità e di professionalità previsti da leggi. L'impresa artigiana può essere costituita in forma individuale, in forma di società o cooperativa, mentre sono escluse le imprese costituite in società per azioni. L imprenditore artigiano che possiede i requisiti di cui alla Legge 443/85 (impresa individuale, impresa familiare, SNC, SAS, SRL Unipersonale) ha l obbligo di iscriversi all Albo delle Imprese Artigiane; le SRL hanno, invece, la facoltà di iscriversi. Tale iscrizione comporta il versamento obbligatorio dei contributi previdenziali, ma anche diverse agevolazioni di natura creditizia e contributiva. Se l impresa intende costituirsi in forma societaria dovrà stipulare l atto costitutivo ed iscriverlo al Registro Imprese e solo successivamente procedere con l iscrizione all albo delle imprese artigiane. Le attività d impresa vengono svolte o in un laboratorio, o in modo ambulante o presso la residenza del titolare. Se per l esercizio dell attività si utilizza un locale, occorre verificare con l ASL competente il rispetto dei requisiti igienico sanitari previsti per la specifica attività che si vuole svolgere. Licenze o autorizzazioni sono necessarie soltanto per alcune attività disciplinate da leggi specifiche quali: l acconciatura, l estetica, le attività del settore alimentare, le autorimesse, i taxi, la lavorazione o il commercio di preziosi, il commercio, etc. Adempimenti obbligatori per l avvio di una attività artigiana INAIL E GLI INFORTUNI SUL LAVORO Tel./Fax

3 L'imprenditore artigiano, in applicazione del D.P.R.1124 DEL 30/6/65, è obbligatoriamente soggetto alla assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. L'Istituto preposto alla gestione di questa assicurazione obbligatoria è l'i.n.a.i.l.. Alla copertura assicurativa, sono soggetti pure i soci, i collaboratori e i dipendenti dell'artigiano. La denuncia d'iscrizione, deve essere presentata contestualmente all'inizio dell'attività. Per quanto riguarda le eventuali comunicazioni di variazione o di cessazione dell'attività, queste devono essere presentate entro 30 giorni dall'evento. L'iscrizione all'i.n.a.i.l. fa sorgere l'obbligo del pagamento di un premio assicurativo, commisurato al grado di rischio dell'attività svolta. A fronte del premio pagato, l'istituto eroga prestazioni economiche in caso di infortunio sul lavoro. E' fatto obbligo al titolare della posizione assicurativa di denunciare entro 24 ore dal suo verificarsi, gli infortuni sul lavoro, che prevedano una inabilità temporanea superiore ai tre giorni. Tale comunicazione deve essere fatta anche presso la locale sede di Pubblica Sicurezza. Registri Paghe, Matricola, Infortuni. Il Decreto 547/55 prevede l'obbligatorietà della tenuta del registro infortuni, paghe e matricola per le aziende che occupano personale dipendente. Nel caso in cui l'impresa non occupi personale dipendente, ma sia formata da almeno 2 o più unità lavorative (es: titolare e collaboratore, o 2 o più soci lavoranti) deve obbligatoriamente avere il solo registro infortuni. IVA Per iniziare l'attività l'imprenditore deve munirsi di partita I.V.A.. Per ottenerla deve presentare all'ufficio delle Entrate un apposito modello entro 30 giorni dalla data d'inizio attività. Importante è la scelta del regime fiscale che può essere "semplificato" o "ordinario". La partita I.V.A., con apposita procedura, può essere richiesta anche direttamente presso gli Uffici della Camera di Commercio, contemporaneamente alla denuncia di inizio attività. Con il regime semplificato sono obbligatori i registri I.V.A e il Libro dei Cespiti Ammortizzabili. Con il regime ordinario, oltre ai registri previsti per il regime semplificato è necessario avere anche il libro Giornale ed il Libro Inventari. REGISTRO IMPRESE Tutti coloro che esercitano una delle attività previste dall'art del codice civile, compresi i piccoli imprenditori, sono tenuti a farne denuncia alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e agricoltura della provincia dove si trova la sede dell'impresa e presso le Camere di Commercio dove si trovano sedi secondarie o altre unità locali. Per le imprese individuali l'obbligo della denuncia spetta al titolare entro il termine di 30 giorni dall'inizio dell'attività. Per le società, il termine dei 30 giorni decorre dalla data di registrazione dell'atto costitutivo. ALBO IMPRESE ARTIGIANE La domanda di iscrizione all'albo Imprese Artigiane, deve essere inoltrata dall'interessato entro 30 giorni dall'inizio della attività lavorativa, o comunque dal momento in cui l'impresa e l'imprenditore sono in possesso dei requisiti oggettivi e soggettivi indicati nella legge 443/85. Questa deve essere presentata, in applicazione della Legge 63/93 istitutiva degli sportelli polifunzionali, presso uno di questi ultimi, che sono autorizzati a ricevere anche le domande di modifica e cessazione di attività (Commissione Provinciale per l'artigianato). La domanda di iscrizione deve essere esaminata entro 60 giorni dalla data di presentazione previo accertamento comunale che deve avvenire entro 30 giorni dalla richiesta spedita dalla Segreteria dell'albo. In mancanza di comunicazioni da parte della Commissione Provinciale per l'artigianato, entro il termine di 60 giorni, l'azienda è comunque iscritta all'albo professionale a partire dal 61 giorno. 3

4 La domanda di iscrizione all'albo delle imprese artigiane, redatta su apposito modello e indirizzata alla Commissione Provinciale dell'artigianato, viene presentata al comune dove ha sede l'impresa. Il comune, espletati gli accertamenti previsti dalla normativa vigente, provvede a trasmettere l'istanza alla Commissione. La predetta domanda in bollo e a firma del titolare o dei soci, nel caso di società, deve essere accompagnata dalla seguente documentazione: Diritto di segreteria di da versare sul c/c postale n intestato a CCIAA di Napoli-causale "Iscrizione Albo Artigiani"; il Diritto di Segreteria previsto per l'iscrizione all'albo per le imprese di cui alle leggi: 82/94-122/92-46/90-D.M. n 221/03,deve essere maggiorato di 9.00 per le ditte individuali e di per le società. E' consentito effettuare un unico versamento su c/c postale n intestato a C.C.I.A.A. di Napoli, causale iscrizione Albo Imprese Artigiane (Indicare la legge di riferimento); Tassa di concessione Regionale di sul c/c postale n intestato a Regione Campania Servizio Tesoreria-causale "Iscrizione Albo Artigiani" - Tassa abolita ai sensi dell'art. 16 Legge Regionale del n. 1. Copia dell'atto costitutivo e di eventuali verbali di modifica (per le società); Copia della dichiarazione di inizio attività presentata all'ufficio I.V.A.; Copia del documento autorizzativo o di idoneità dei locali rilasciato dalla competente amministrazione per le imprese che svolgono attività con sede-laboratorio in locali diversi dalla propria abitazione; Ricevuta versamento di su c/c postale n.8003 per Tassa Concessione Governativa-Roma per le imprese di cui alle leggi:82/94-122/92-46/90-d.m. n 221/03 Documentazione comprovante il possesso del requisito tecnico-professionale di cui alla legge 46/90 (imprese di installazione impianti), L.122/92 (imprese autoriparatrici) L.82/94 (imprese di pulizia), D.M. 221/03 (imprese di facchinaggio). Diploma di qualifica rilasciato da Istituto Tecnico di Stato (odontotecnici,ottici,ortopedici); Certificato di iscrizione all'albo Autotrasportatori con indicazione del preposto-copia libretto di circolazione, patente e autorizzazione al trasporto c/terzi (attività di trasporto merci per conto terzi); Copia libretto di circolazione, patente e concessione comunale (attività di trasporto persone). L'iscrizione all'albo Imprese Artigiane, fa nascere automaticamente l'obbligo del versamento dei contributi previdenziali. Con l'entrata in vigore della Legge 233 del luglio 90 è stato stabilito un importo minimo imponibile su cui calcolare i contributi previdenziali, variabile di anno in anno, al disotto del quale non è possibile effettuare il versamento dei contributi di pensione. I versamenti vengono effettuati in 4 rate. A questi, nel caso di reddito superiore al limite minimo previsto bisogna aggiungere ulteriori versamenti a titolo di acconto. L'obbligo assicurativo grava sul titolare dell'azienda, sia per i propri contributi che per quelli dei familiari collaboratori. Normativa di riferimento e siti utili Legge quadro n.443 dell' Legge n.133 del Legge Regionale n.11 del Legge n.46 del Decreto Presidente della Repubblica 447/91 (regolamento 46/90) Decreto Presidente della Repubblica 392/94 (inizio attività impiantisti) Legge n.122 del Decreto Presidente della Repubblica 394/94 (inizio attività autoriparatori) Decreto Presidente della Repubblica 558/99 ((abolizione RI autoriparazioni) 4

5 Legge 25/96 (integrazioni normativa impiantisti e autoriparatori) Legge n.1142 del (barbieri e parrucchieri) Legge n. 161/63 (parrucchieri) Legge n. 1 del Legge n.82 del D.M. n. 274 del Legge 57/2001 (Srl pluripersonali) creaimpresa/index.htm 5

Come aprire un'attività di idraulica. Classe III A TER UDA di Storia - Diritto - Economia Politica

Come aprire un'attività di idraulica. Classe III A TER UDA di Storia - Diritto - Economia Politica Come aprire un'attività di idraulica Classe III A TER UDA di Storia - Diritto - Economia Politica La normativa che precisa le caratteristiche per essere considerati imprenditori artigiani è la Legge 8

Dettagli

SERVIZIO DI PROMOZIONE E SVILUPPO DELL AUTOIMRENDITORIA GIOVANILE E FEMMINILE GUIDA ALLA FORMA GIURIDICA DITTA INDIVIDUALE IMPRESA FAMIGLIARE

SERVIZIO DI PROMOZIONE E SVILUPPO DELL AUTOIMRENDITORIA GIOVANILE E FEMMINILE GUIDA ALLA FORMA GIURIDICA DITTA INDIVIDUALE IMPRESA FAMIGLIARE SERVIZIO DI PROMOZIONE E SVILUPPO DELL AUTOIMRENDITORIA GIOVANILE E FEMMINILE GUIDA ALLA FORMA GIURIDICA DITTA INDIVIDUALE IMPRESA FAMIGLIARE Guida alla scelta della forma giuridica Mod. D/i Impresa individuale

Dettagli

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PRESSO L ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PRESSO L ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PRESSO L ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE MODELLI DOCUMENTAZIONE DIRITTI IMPOSTA DI BOLLO Sommario: - 1. Norme di carattere generale. 2. Le domande di iscrizione. 2.1. L iscrizione di

Dettagli

CAMERA COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CATANIA

CAMERA COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CATANIA SCIA/IMP CAMERA COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CATANIA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' DI IMPIANTISTICA (SCIA) (D.M. n. 37 del 21.01.2008-D.P.R. n. 558/99 -L. 30/07/2010

Dettagli

LE FORME SOCIETARIE 1

LE FORME SOCIETARIE 1 LE FORME SOCIETARIE 1 DITTA INDIVIDUALE. LA DITTA INDIVIDUALE È UNA DELLE FORME PIÙ SEMPLICI PER AVVIARE UN'ATTIVITÀ IN PROPRIO. SI DISTINGUE DALLA LIBERA PROFESSIONE PERCHÉ L'OGGETTO DEL LAVORO NON DERIVA

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI INSTALLAZIONE, AMPLIAMENTO, TRASFORMAZIONE, MANUTENZIONE DI IMPIANTI 1 (D.M. n. 37 del 22.1.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI INSTALLAZIONE, AMPLIAMENTO, TRASFORMAZIONE, MANUTENZIONE DI IMPIANTI 1 (D.M. n. 37 del 22.1. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI INSTALLAZIONE, AMPLIAMENTO, TRASFORMAZIONE, MANUTENZIONE DI IMPIANTI 1 (D.M. n. 37 del 22.1.2008) al Registro delle Imprese o all Albo delle Imprese Artigiane

Dettagli

Allegato alla denuncia di: Iscrizione Modificazione (1) Registro delle Imprese Albo imprese artigiane

Allegato alla denuncia di: Iscrizione Modificazione (1) Registro delle Imprese Albo imprese artigiane Denuncia inizio attività di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione (L. 25/1/1994 n. 82; D.M. 7/7/1997 n. 274; DPR 14/12/1999 n.558) Allegato alla denuncia di: Iscrizione

Dettagli

METTERSI IN PROPRIO: FORME GIURIDICHE ED ADEMPIMENTI SCHEDE SINOTTICHE. (A cura di: Ezio Casavola)

METTERSI IN PROPRIO: FORME GIURIDICHE ED ADEMPIMENTI SCHEDE SINOTTICHE. (A cura di: Ezio Casavola) METTERSI IN PROPRIO METTERSI IN PROPRIO: FORME GIURIDICHE ED ADEMPIMENTI SCHEDE SINOTTICHE (A cura di: Ezio Casavola) L. 1 DISCIPLINA DELLE ATTIVITA COMMERCIALI FINO AL 1942: CODICE DI COMMERCIO, CHE REGOLAVA

Dettagli

Le medesime attività non possono svolgersi in forma ambulante.

Le medesime attività non possono svolgersi in forma ambulante. L. 14 febbraio 1963, n. 161 (1). Disciplina dell'attività di barbiere, parrucchiere ed affini (2) (3). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 9 marzo 1963, n. 66. (2) Per la professione di estetista, vedi ora

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Modifiche e cancellazione dell impresa individuale

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Modifiche e cancellazione dell impresa individuale CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA Modifiche e cancellazione dell impresa individuale Guida a cura del Registro delle Imprese di Ancona Per informazioni registro.imprese@an.camcom.it versione 2 del 10 gennaio

Dettagli

MARCA DA BOLLO REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO 17, 00144 ROMA

MARCA DA BOLLO REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO 17, 00144 ROMA MOD. Art/A 1-07-2002 15:17 Pagina 1 Numero ALBO MARCA DA BOLLO Mod. ART/A ISCRIZIONE DI DITTA INDIVIDUALE REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' DI INSTALLAZIONE IMPIANTI

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' DI INSTALLAZIONE IMPIANTI INIZIO ATTIVITA' INSTALLAZIONE IMPIANTI REV. 2 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' DI INSTALLAZIONE IMPIANTI ( D.M 37/2008- Art. 19 legge 241/1990) Il sottoscritto nato a Prov. Stato il Residente

Dettagli

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE STELLA - TURGNANO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Comune di

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE STELLA - TURGNANO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Comune di NON SERVE MARCA DA BOLLO ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE STELLA - TURGNANO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Comune di Il sottoscritto: COMUNICAZIONI VARIE ESTETISTA, ACCONCIATORA, TATUAGGIO, PIERCING, TINTOLAVANDERIA

Dettagli

ATTIVITA DI AUTORIPARAZIONE (Legge n. 122 del 5.2.1992 - D.P.R. n. 558 del 14.12.1999) (modulo SCIA aggiornato al 24 novembre 2010)

ATTIVITA DI AUTORIPARAZIONE (Legge n. 122 del 5.2.1992 - D.P.R. n. 558 del 14.12.1999) (modulo SCIA aggiornato al 24 novembre 2010) ATTIVITA DI AUTORIPARAZIONE (Legge n. 122 del 5.2.1992 - D.P.R. n. 558 del 14.12.1999) (modulo SCIA aggiornato al 24 novembre 2010) SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Questo modello va

Dettagli

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TORINO

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TORINO Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TORINO Documento n. T 84096493 estratto dal Registro Imprese in data 26/05/2011 Visura ordinaria societa' di persone Denominazione: FUTUR ELETTRICA

Dettagli

0574/534439 417 (Ing. F.Agostini Dott. C.Renzi) Fax. 0574/534281 e-mail: motorizzazione@provincia.prato.it; fagostini@provincia.prato.

0574/534439 417 (Ing. F.Agostini Dott. C.Renzi) Fax. 0574/534281 e-mail: motorizzazione@provincia.prato.it; fagostini@provincia.prato. Amministrazione Trasparente Servizi erogati - Carta dei servizi e Standard di qualità art.32 c.1 D.Lgs.33/2013 > Iscrizione Albo Autotrasportatori di cose per conto di terzi > Licenze per l autotrasporto

Dettagli

ISCRIZIONE all Albo Autotrasportatori di cose per conto di terzi SUPERIORE a 1,5 tonnellate di massa complessiva

ISCRIZIONE all Albo Autotrasportatori di cose per conto di terzi SUPERIORE a 1,5 tonnellate di massa complessiva ISCRIZIONE all Albo Autotrasportatori di cose per conto di terzi SUPERIORE a 1,5 tonnellate di massa complessiva Mod. 03 Marca da bollo di 14,62 Provincia di Monza e della Brianza Settore Avvocatura Provinciale,

Dettagli

ALBO IMPRESE ARTIGIANE COMUNICAZIONE UNICA (MODALITA SEMPLIFICATA)

ALBO IMPRESE ARTIGIANE COMUNICAZIONE UNICA (MODALITA SEMPLIFICATA) ALBO IMPRESE ARTIGIANE COMUNICAZIONE UNICA (MODALITA SEMPLIFICATA) DITTA INDIVIDUALE Modalità Operative Sommario Modalità semplificata Pag. 2 Iscrizione ditta individuale Albo Imprese Artigiane e Registro

Dettagli

Fare impresa. Avviare un attività artigiana

Fare impresa. Avviare un attività artigiana Fare impresa Avviare un attività artigiana Si è ritenuto utile tracciare un quadro che riassuma non solo gli obblighi e le incombenze che gravano su un impresa nel momento di avvio dell attività, ma anche

Dettagli

Descrizione: Intervento per realizzazione struttura e avvio attività di tipo artigianale per la lavorazione del

Descrizione: Intervento per realizzazione struttura e avvio attività di tipo artigianale per la lavorazione del Attività: LAVORAZIONE DEI METALLI Codice: 043 : Intervento per realizzazione struttura e avvio attività di tipo artigianale per la lavorazione del metallo e suoi derivati. L'attività artigianale deve essere

Dettagli

INSTALLAZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI

INSTALLAZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI INSTALLAZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI Breve descrizione Requisiti Dichiarazione di conformità Iter amministrativo Riferimenti normativi Breve descrizione Rientrano nelle attività di impiantistica elettrica

Dettagli

GUIDA ALLA BOLLATURA E VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI

GUIDA ALLA BOLLATURA E VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI GUIDA ALLA BOLLATURA E VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI L'Ufficio Registro Imprese effettua la bollatura dei libri sociali e dei registri previsti da leggi speciali, a meno che la legge stessa non indichi

Dettagli

Il sottoscritto Cittadinanza Nato a il Prov. Residente in Via n Cap. Cod. Fisc. Tel. in qualità di:

Il sottoscritto Cittadinanza Nato a il Prov. Residente in Via n Cap. Cod. Fisc. Tel. in qualità di: SCIA/PUL CAMERA COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CATANIA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' DI PULIZIE DISINFEZIONE - DISINFESTAZIONE- DERATTIZZAZIONE - SANIFICAZIONE (SCIA) (Legge

Dettagli

Ministero delle Attività Produttive

Ministero delle Attività Produttive Ministero delle Attività Produttive Ufficio B4 registro delle imprese Via Sallustiana n. 53, 00187 - Roma * * * Tel. 06484480 Dr. Marco Maceroni Tel. 0647055306 Dr.ssa Isabella Raganelli Fax 06483691 RICONOSCIMENTO

Dettagli

Commissione Provinciale per l Artigianato c/o la

Commissione Provinciale per l Artigianato c/o la Commissione Provinciale per l Artigianato c/o la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Benevento SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE,

Dettagli

Albo Imprese Artigiane

Albo Imprese Artigiane REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEL TURISMO, ARTIGIANATO E COMMERCIO Commissione Provinciale per l Artigianato c/o Camera di Commercio I. A.A. Via Carducci, 11/b Oristano Albo Imprese Artigiane

Dettagli

MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II

MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II SOGGETTI BENEFICARI Questa agevolazione è rivolta a persone che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società

Dettagli

Procedure Pagina 1 di 8 PROCEDURE AMMINISTRATIVE PER L AVVIO DI UNA IMPRESA INDIVIDUALE

Procedure Pagina 1 di 8 PROCEDURE AMMINISTRATIVE PER L AVVIO DI UNA IMPRESA INDIVIDUALE Procedure Pagina 1 di 8 PROCEDURE AMMINISTRATIVE PER L AVVIO DI UNA IMPRESA INDIVIDUALE Il codice civile (art. 2082) stabilisce che è imprenditore chi esercita professionalmente un attività economica organizzata

Dettagli

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PER LA VENDITA AL DETTAGLIO SU AREA PUBBLICA ;

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PER LA VENDITA AL DETTAGLIO SU AREA PUBBLICA ; C O M UNE DI ROVERBELLA SETTORE TECNICO Servizio Attività Commerciali e Produttive Provincia di Mantova Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918233 Fax 0376/694515 e-mail: attivitaproduttive@comuneroverbella.191.it

Dettagli

Camera di Commercio. Industria Artigianato ed

Camera di Commercio. Industria Artigianato ed Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura Caltanissetta ! " #$ #% & ' & #' #$ %% $# ' ' ( #$ ' & ' #$ ' & # #% '&' #% ( $ # & ' & #' #$ )!' ' * $ ' $ & ' '#!' ' +$ & &$ &," & - $ $ %./0

Dettagli

PRIME LINEE GUIDA SULLE MODALITA DI INTEGRAZIONE TRA SCIA E COMUNICA. AI SENSI DELL ART. 5 comma 2 DEL DPR 160/2010

PRIME LINEE GUIDA SULLE MODALITA DI INTEGRAZIONE TRA SCIA E COMUNICA. AI SENSI DELL ART. 5 comma 2 DEL DPR 160/2010 PRIME LINEE GUIDA SULLE MODALITA DI INTEGRAZIONE TRA SCIA E COMUNICA AI SENSI DELL ART. 5 comma 2 DEL DPR 160/2010 A cura del sistema provinciale dei SUAP della provincia di Ravenna in accordo con la CCIAA

Dettagli

AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO

AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO Gli agenti e rappresentanti di commercio, pur operando nel settore commercio, non possono definirsi commercianti bensì ausiliari del commercio, in quanto agiscono in

Dettagli

AVVIO DELL IMPRESA. Aprire una impresa consiste nell'avviare un'attività economica, organizzata e professionale A scopo di lucro

AVVIO DELL IMPRESA. Aprire una impresa consiste nell'avviare un'attività economica, organizzata e professionale A scopo di lucro AVVIO DELL IMPRESA Aprire una impresa consiste nell'avviare un'attività economica, organizzata e professionale A scopo di lucro Passi da compiere Business Plan. Redigere un business plan per delimitare

Dettagli

luogo di nascita provincia o stato estero di nascita data di nascita comune di residenza provincia o stato estero di residenza C.A.P.

luogo di nascita provincia o stato estero di nascita data di nascita comune di residenza provincia o stato estero di residenza C.A.P. Al Comune di Rovigo Sezione Commercio Piazza Vittorio Emanuele II, n. 1 45100 ROVIGO Dichiarazione Inizio Attività di Acconciatore (ai sensi art. 19 legge 7/8/1990, n. 241 e sm.i. così modificato art.

Dettagli

Iscrizione all Albo Nazionale degli Autotrasportatori di cose per conto di terzi

Iscrizione all Albo Nazionale degli Autotrasportatori di cose per conto di terzi RICHIESTA Mod. 01 Iscrizione all Albo Nazionale degli Autotrasportatori di cose per conto di terzi Marca da bollo di 14,62 Provincia di Monza e della Brianza Settore Infrastrutture, Interventi Strategici,

Dettagli

I POSSIBILI PERCORSI

I POSSIBILI PERCORSI I POSSIBILI PERCORSI Percorso A - Ditta individuale Cosa Quando Dove Note 1. Non è più prevista l iscrizione del titolare al REC (per qualsiasi attività commerciale compresa la somministrazione di alimenti

Dettagli

Oggetto: Segnalazione certificata di inizio attività Attività professionale di tinto lavanderia

Oggetto: Segnalazione certificata di inizio attività Attività professionale di tinto lavanderia ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE STELLA - TURGNANO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Comune di Oggetto: Segnalazione certificata di inizio attività Attività professionale di tinto lavanderia In caso di attività

Dettagli

Comune di Roccamonfina

Comune di Roccamonfina Comune di Roccamonfina Provincia di Caserta Prot. 403 / 64 - UT AREA TECNICA AVVISO PUBBLICO AGGIORNAMENTO ELENCO DITTE E IMPRESE DI FIDUCIA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI SERVIZI FORNITURE IL RESPONSABILE

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) ATTIVITA DI ACCONCIATORE E/O ESTETISTA

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) ATTIVITA DI ACCONCIATORE E/O ESTETISTA CODICE PRATICA *CODICE FISCALE*-GGMMAAAA-HH:MM Mod. Comunale (Modello 0050 Versione 005-2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) ATTIVITA DI ACCONCIATORE E/O ESTETISTA Allo Sportello Unico

Dettagli

L'ASSICURAZIONE INPS PER GLI ARTIGIANI

L'ASSICURAZIONE INPS PER GLI ARTIGIANI L'ASSICURAZIONE INPS PER GLI ARTIGIANI L'assicurazione, nata nel 1956 contro la malattia, dal 1959 è obbligatoria anche per la pensione. Dalla stessa data è stata quindi istituita, presso l'inps, la gestione

Dettagli

Il Ministro delle Attività Produttive

Il Ministro delle Attività Produttive Il Ministro delle Attività Produttive Modifica dei modelli di certificati tipo inerenti Registro delle imprese approvati con D.M. 7.2.1996, previsti dall art. 24 del D.P.R. 7.12.1995 n. 581. Visto l art.

Dettagli

QUESITI TRASPORTO MERCI

QUESITI TRASPORTO MERCI 1 L ART. 15 DELLA LEGGE 298/74 DISCIPLINA IN MATERIA DI FUSIONI E TRASFORMAZIONI DI IMPRESE. QUALE CASO NON E PREVISTO? 1 - TRASFORMAZIONE DI IMPRESE INDIVIDUALI IN SOCIETA DI CAPITALI. 2 - CONFERIMENTO

Dettagli

Istruzioni di compilazione

Istruzioni di compilazione Modulo Z : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 26 T.U. Immigrazione e art.

Dettagli

ACCONCIATORE DESCRIZIONE

ACCONCIATORE DESCRIZIONE ACCONCIATORE DESCRIZIONE Con la legge n. 174/05 (pubblicata in G.U. del 02/09/2005) è disciplinata l'attività di acconciatore, figura che si sostituisce a quella di parrucchiere per uomo/donna e a quella

Dettagli

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale Domanda per il rilascio di licenza per l'autotrasporto di cose in conto proprio Alla PROVINCIA DI TRIESTE AREA AMBIENTE E MOBILITÀ U.O. Trasporti e Motorizzazione Via Giuseppe Mazzini, 14 34121 Trieste

Dettagli

COSTITUZIONE DI UNA COOPERATIVA Adempimenti e costi

COSTITUZIONE DI UNA COOPERATIVA Adempimenti e costi COSTITUZIONE DI UNA COOPERATIVA Adempimenti e costi A cura di Consulenza e Cooperazione Società Cooperativa info@consulenzaecooperazione.it conscocoop@legalmail.it Riproduzione riservata L idea d impresa

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI 1 - UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE - CERTIFICATO DI ISCRIZIONE NELLA SEZIONE ORDINARIA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI 1 - UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE - CERTIFICATO DI ISCRIZIONE NELLA SEZIONE ORDINARIA Protocollo ALLEGATO A ( art.1, comma 1) data emissione CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI 1 - UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE - CERTIFICATO DI ISCRIZIONE NELLA SEZIONE ORDINARIA Codice

Dettagli

Indicare n. tel. / posta elettronica @. di chi presenta il modello. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CROTONE

Indicare n. tel. / posta elettronica @. di chi presenta il modello. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CROTONE Indicare n. tel. / posta elettronica @. di chi presenta il modello. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CROTONE SCIA (Segnalazione certificata di inizio di attività relativa agli

Dettagli

La/il sottoscritta/o nata/o a prov. il e residente in prov. via n. cap. cittadinanza codice fiscale in qualità di: al n. e al n. del R.E.A.

La/il sottoscritta/o nata/o a prov. il e residente in prov. via n. cap. cittadinanza codice fiscale in qualità di: al n. e al n. del R.E.A. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E DI SANIFI- CAZIONE disciplinate dalla legge 25.1.1994, n. 82, dal D.M. 7.7.1997 n. 274 e dall art.

Dettagli

S.C.I.A. E COMUNICA CONTESTUALI (art. 25, comma 3, d.lgs. 59/2010 e art. 5, comma 2, d.p.r. 160/2010)

S.C.I.A. E COMUNICA CONTESTUALI (art. 25, comma 3, d.lgs. 59/2010 e art. 5, comma 2, d.p.r. 160/2010) 1 S.C.I.A. E COMUNICA CONTESTUALI (art. 25, comma 3, d.lgs. 59/2010 e art. 5, comma 2, d.p.r. 160/2010) P R E M E S S A Come è noto dal 30 settembre 2011 sono operative tutte le disposizioni contenute

Dettagli

A/ ESTREMI DELLA DOMANDA/DENUNCIA

A/ ESTREMI DELLA DOMANDA/DENUNCIA MODULO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E., ed altri soggetti giuridici; attivita dell impresa AVVERTENZE GENERALI Soggetti

Dettagli

"APPALTO SERVIZIO DI PRESTITO INTERBIBLIOTECARIO DI BRIANZABIBLIOTECHE"

APPALTO SERVIZIO DI PRESTITO INTERBIBLIOTECARIO DI BRIANZABIBLIOTECHE Modello Dich.PIB Al Comune di Monza "APPALTO SERVIZIO DI PRESTITO INTERBIBLIOTECARIO DI BRIANZABIBLIOTECHE" Base d asta: - Importo annuo 105.000,00 + I.V.A. Il sottoscritto nato a il residente nel Comune

Dettagli

Ufficio competente alla ricezione del modulo E quello della sede legale dell impresa.

Ufficio competente alla ricezione del modulo E quello della sede legale dell impresa. MODULO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E., ed altri soggetti giuridici; attivita dell impresa AVVERTENZE GENERALI Soggetti

Dettagli

CAMPO DI APPLICAZIONE

CAMPO DI APPLICAZIONE Campo di applicazione - CAMPO DI APPLICAZIONE NORMATIVA DI RIFERIMENTO Articoli da 1742 a 1752 del Codice civile; Legge 3 maggio 1985, n. 204 Disciplina dell attività di agente e rappresentante di commercio

Dettagli

Al signor SINDACO del Comune di

Al signor SINDACO del Comune di giunta regionale Prima di consegnare il modulo, munirsi di fotocopia da far timbrare per ricevuta dall Ufficio Protocollo e conservare per gli usi successivi Al signor SINDACO del Comune di. Oggetto: Segnalazione

Dettagli

Comune di Rovigo Frazione di... C.A.P I_I_I_I_I_I. Indirizzo (Via, Piazza )... numero civico I_I_I_I_I_I

Comune di Rovigo Frazione di... C.A.P I_I_I_I_I_I. Indirizzo (Via, Piazza )... numero civico I_I_I_I_I_I Al Comune di Rovigo Sezione Commercio Piazza Vittorio Emanuele II, n. 1 45100 ROVIGO Dichiarazione Inizio Attività Artigianale di Estetista (ai sensi art. 19 legge 7/8/1990, n. 241 così modificato art.

Dettagli

ATTENZIONE. Allo Sportello Unico per l Immigrazione competente

ATTENZIONE. Allo Sportello Unico per l Immigrazione competente Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 39, comma 9, del DPR. n. 39499 e successive

Dettagli

DENUNCIA DICHIARA. IMPIANTISTICA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (L. 46/90 art. 1 L. 25/96 artt. 4 e 6) Numero di protocollo

DENUNCIA DICHIARA. IMPIANTISTICA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (L. 46/90 art. 1 L. 25/96 artt. 4 e 6) Numero di protocollo IMPIANTISTICA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (L. 46/90 art. 1 L. 25/96 artt. 4 e 6) Numero di protocollo Il/La sottoscritto/a Cognome Nome nato/a a (Prov. ) il residente in (Prov. ) Via C.A.P. Codice fiscale

Dettagli

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott.

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott. La scelta della forma giuridica e la governance Dott. Paolo Bolzonella L avvio di un attività domande frequenti Come si fa ad avviare un impresa? Quale tipo di impresa scegliere? Quali requisiti occorrono?

Dettagli

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI LATINA GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI Aggiornata al 26 luglio 2010 A cura del dott. Luciano Ciccaglione VIDIMAZIONE OBBLIGATORIA

Dettagli

Quale tipo di società scegliere per il proprio business

Quale tipo di società scegliere per il proprio business Quale tipo di società scegliere per il proprio business È possibile scegliere la forma giuridica più conveniente all interno di queste quattro categorie: 1) Impresa individuale 2) Società di persone 3)

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

I REGIMI FISCALI E CONTABILI IL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI

I REGIMI FISCALI E CONTABILI IL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI I REGIMI FISCALI E CONTABILI IL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI I regimi contabili e fiscali per imprese e professionisti Regime ordinario artt. 14-16 DPR 600/73 Regime semplificato art. 18 DPR 600/73 Regime

Dettagli

MODELLO PER LE ATTIVITA DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE E RELATIVE ISTRUZIONI (31 LUGLIO 2009)

MODELLO PER LE ATTIVITA DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE E RELATIVE ISTRUZIONI (31 LUGLIO 2009) MODELLO PER LE ATTIVITA DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE E RELATIVE ISTRUZIONI (31 LUGLIO 2009) Alla Camera di commercio Industria artigianato e agricoltura di

Dettagli

BREVE GUIDA PER LE SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO : ISCRIZIONE NELLA SEZIONE SPECIALE DEL REGISTRO DELLE IMPRESE LE SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO

BREVE GUIDA PER LE SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO : ISCRIZIONE NELLA SEZIONE SPECIALE DEL REGISTRO DELLE IMPRESE LE SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO BREVE GUIDA PER LE SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO : ISCRIZIONE NELLA SEZIONE SPECIALE DEL REGISTRO DELLE IMPRESE LE SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO 1. Le Società di mutuo soccorso Natura giuridica La legge 15 aprile

Dettagli

Mini Guida per L'Aspirante Commerciante Online

Mini Guida per L'Aspirante Commerciante Online Mini Guida per L'Aspirante Commerciante Online Le domande generali per fare luce in modo semplice su cosa fare e come fare per aprire una attività di commercio online, Partita Iva etc... Per aprire un

Dettagli

CORSO COMUNICA APPLICATIVO STAR WEB

CORSO COMUNICA APPLICATIVO STAR WEB CORSO COMUNICA APPLICATIVO STAR WEB Novembre 2011 SOTTOSCRIZIONE DELLE PRATICHE TELEMATICHE AL REGISTRO IMPRESE E AL REA Soggetto legittimato alla presentazione delle istanze trasmesse per via telematica:

Dettagli

Pratiche amministrative legate all inizio attività. Maria Loreta Raso

Pratiche amministrative legate all inizio attività. Maria Loreta Raso Pratiche amministrative legate all inizio attività Maria Loreta Raso 1 L iniziativa economica privata è libera art. 41, comma1, Cost. 2 Chi è imprenditore Chi esercita professionalmente un attività economica

Dettagli

Sommario. Preambolo. Preambolo. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga la seguente legge: Articolo 1. (Ambito di applicazione)

Sommario. Preambolo. Preambolo. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga la seguente legge: Articolo 1. (Ambito di applicazione) Legge 05-03-1990, n. 46 - Norme per la sicurezza degli impianti Sommario, Preambolo, Art.1, Art.2, Art.3, Art.4, Art.5, Art.6, Art.7, Art.8, Art.9, Art.10, Art.11, Art.12, Art.13, Art.14, Art.15, Art.16,

Dettagli

IMPRESE DI PULIZIA. Normativa di riferimento: Legge 25 gennaio 1994 n. 82 e successive modifiche o integrazioni. Decreto 7 luglio 1997 n. 274.

IMPRESE DI PULIZIA. Normativa di riferimento: Legge 25 gennaio 1994 n. 82 e successive modifiche o integrazioni. Decreto 7 luglio 1997 n. 274. IMPRESE DI PULIZIA Normativa di riferimento: Legge 25 gennaio 1994 n. 82 e successive modifiche o integrazioni. Decreto 7 luglio 1997 n. 274. Le attività di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione

Dettagli

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l Innovazione Servizio Attività Economiche Consumatori Ufficio attività artigianali

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l Innovazione Servizio Attività Economiche Consumatori Ufficio attività artigianali INVIO COMUNICAZIONI TELEMATICHE ALL'ALBO PROVINCIALE DELLE IMPRESE ARTIGIANE: TABELLA RIEPILOGATIVA DEI DIRITTI DI SEGRETERIA ED IMPOSTA DI BOLLO PER COMUNICAZIONI DI ISCRIZIONE, MODIFICA E CANCELLAZIONE.

Dettagli

Ufficio competente alla ricezione del modulo E quello della sede legale dell impresa.

Ufficio competente alla ricezione del modulo E quello della sede legale dell impresa. MODULO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E., ed altri soggetti giuridici AVVERTENZE GENERALI Soggetti utilizzatori del

Dettagli

LE FORME GIURIDICHE. IL LAVORO IMPRENDITORIALE (Art. 2082 cod. Civ.)

LE FORME GIURIDICHE. IL LAVORO IMPRENDITORIALE (Art. 2082 cod. Civ.) LE FORME GIURIDICHE Per Forma giuridica si intende la tipologia giuridica del soggetto cui farà capo l attività e le norme ad essa conseguenti. IL LAVORO IMPRENDITORIALE (Art. 2082 cod. Civ.) Il Codice

Dettagli

PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE e SANIFICAZIONE (LEGGE 25 gennaio 1994 n. 82)

PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE e SANIFICAZIONE (LEGGE 25 gennaio 1994 n. 82) Il presente modello va trattato esclusivamente con modalità informatiche e compilato negli appositi campi modulo. Terminata la compilazione, il file dovrà essere convertito nel formato standard per la

Dettagli

Istruzioni di compilazione

Istruzioni di compilazione Modulo LS2 : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi degli articoli 26 e 9 T.U. Immigrazione

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA ESTETISTA, PARRUCCHIERE MISTO, TATUAGGIO, PIERCING

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA ESTETISTA, PARRUCCHIERE MISTO, TATUAGGIO, PIERCING MOD. DIART Spazio riservato al Comune N. reg. data Al Comune di Ufficio DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA ESTETISTA, PARRUCCHIERE MISTO, TATUAGGIO, PIERCING Io sottoscritta/o cognome e nome Sesso: M F codice

Dettagli

Soci, familiari coadiuvanti,amministr atori. Bastia Umbra, 27 Gennaio 2012 Dott. Roberto Vinciarelli

Soci, familiari coadiuvanti,amministr atori. Bastia Umbra, 27 Gennaio 2012 Dott. Roberto Vinciarelli Soci, familiari coadiuvanti,amministr atori Bastia Umbra, 27 Gennaio 2012 Dott. Roberto Vinciarelli -La Legge 443/85 e la Gestione speciale artigiani. Di - Roberto Vinciarelli Imprenditore artigiano-art

Dettagli

Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Catania

Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Catania Dalla pianificazione dell investimento all avvio dell attività imprenditoriale INVENTALAVORO JOB 2011 Catania, Le Ciminiere 14, 15, 16 dicembre 2011 LA PIANIFICAZIONE DELL INVESTIMENTO La creazione di

Dettagli

Scheda informativa del modulo B3

Scheda informativa del modulo B3 IN QUALI CASI PUOI UTILIZZARE QUESTO MODULO? - Spacci interni di vendita: esercizio dell attività - Vendita al domicilio del consumatore: esercizio dell attività - Vendita per mezzo di apparecchi automatici:

Dettagli

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale Domanda d iscrizione all Albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l autotrasporto di cose per conto di terzi - sezione speciale riservata alle cooperative a proprietà divisa e ai

Dettagli

Ruolo degli agenti e rappresentanti di commercio

Ruolo degli agenti e rappresentanti di commercio Ruolo degli agenti e rappresentanti di commercio SOPPRESSIONE RUOLO - RECEPIMENTO DIRETTIVA SERVIZI Il decreto legislativo 26.03.2010 n. 59 (recepimento della "direttiva servizi" CE 123/06) ha soppresso

Dettagli

PRESENTA ai sensi dell art. 19 L. 241/90 e succ. modificazioni

PRESENTA ai sensi dell art. 19 L. 241/90 e succ. modificazioni SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE (L. 25/1/1994 N. 82; D.M. 7/7/1997 N. 274) al Registro delle Imprese o all Albo delle

Dettagli

DIRETTIVE GENERALI PER L ATTUAZIONE DELLE PROCEDURE DI SEMPLIFICAZIONE PER L ISCRIZIONE, MODIFICA E CANCELLAZIONE DALL ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE

DIRETTIVE GENERALI PER L ATTUAZIONE DELLE PROCEDURE DI SEMPLIFICAZIONE PER L ISCRIZIONE, MODIFICA E CANCELLAZIONE DALL ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE ALLEGATO A DIRETTIVE GENERALI PER L ATTUAZIONE DELLE PROCEDURE DI SEMPLIFICAZIONE PER L ISCRIZIONE, MODIFICA E CANCELLAZIONE DALL ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE L articolo 28 1 della legge regionale n. 1

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI 1 - UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE - CERTIFICATO DI ISCRIZIONE NELLA SEZIONE ORDINARIA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI 1 - UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE - CERTIFICATO DI ISCRIZIONE NELLA SEZIONE ORDINARIA Protocollo ALLEGATO A (art.1 c.1) data emissione CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI 1 - UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE - CERTIFICATO DI ISCRIZIONE NELLA SEZIONE ORDINARIA Codice fiscale

Dettagli

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI LATINA GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI Aggiornata al 01/02/2014 Ha curato particolarmente la stesura e l aggiornamento della presente

Dettagli

MODELLO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E.

MODELLO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E. MODELLO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E. Avvertenze Generali Si raccomanda di indicare nell apposito spazio, in alto

Dettagli

MODELLO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E.

MODELLO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E. MODELLO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E. Avvertenze Generali Si raccomanda di indicare nell apposito spazio, in alto

Dettagli

SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER IL REGISTRO DELLE IMPRESE

SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER IL REGISTRO DELLE IMPRESE SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER IL REGISTRO DELLE IMPRESE versione aggiornata a ottobre 2013 Pag. 1 di 7 LE SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO L'art. 23 del Decreto Crescita 2.0 (D.L. n. 179

Dettagli

Nel rimanere a Vostra disposizione per eventuali chiarimenti, porgiamo i più distinti saluti.

Nel rimanere a Vostra disposizione per eventuali chiarimenti, porgiamo i più distinti saluti. DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 28 febbraio 2013 Oggetto: Circolare n. 5/2013 del 28 febbraio

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo Z2 : Domanda di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 26 T.U. Immigrazione e dell'art. 39, comma 9, del D.P.R. n. 394/99 e successive modifiche

Dettagli

La scelta della forma giuridica

La scelta della forma giuridica La scelta della forma giuridica Classe quarta A IGEA Prof. Luigi Trojano 1 Introduzione Quando si intraprende una attività aziendale, il primo passo da compiere è quello relativo alla scelta se avviare

Dettagli

Sicurezza degli impianti negli edifici: nuove regole

Sicurezza degli impianti negli edifici: nuove regole D.M. 22 GENNAIO 2008 N 37 Regolamento concernente l attuazione dell articolo 11-quaterdecies, comma 13, lettera a) della legge n.248 del 2 dicembre 2005, recante riordino delle disposizioni in materia

Dettagli

UFFICIO ALBO IMPRESE ARTIGIANE. Istruzioni per la compilazione dei modelli di segnalazione certificata di inizio attività:

UFFICIO ALBO IMPRESE ARTIGIANE. Istruzioni per la compilazione dei modelli di segnalazione certificata di inizio attività: UFFICIO ALBO IMPRESE ARTIGIANE Istruzioni per la compilazione dei modelli di segnalazione certificata di inizio attività: IMPRESE DI AUTORIPARAZIONE (L. 122 del 5.2.1992 modificata con L. 224/2012) MAGGIO

Dettagli

FAC-SIMILE PER LA REDAZIONE DELLA DOMANDA DI SUBAPPALTO

FAC-SIMILE PER LA REDAZIONE DELLA DOMANDA DI SUBAPPALTO FAC-SIMILE PER LA REDAZIONE DELLA DOMANDA DI SUBAPPALTO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE Al fine di evitare la presentazione di richieste irregolari o incomplete, s invita l appaltatore ad avvalersi del

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO BANDO COMUNALE DI CONCORSO PUBBLICO PER SOLI TITOLI PER L ASSEGNAZIONE DI N.2 AUTORIZZAZIONI PER L ESERCIZIO DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE MEDIANTE AUTOVETTURA (NCC) IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Dettagli

Tuttocamere - Manuale Fedra Plus

Tuttocamere - Manuale Fedra Plus 11. Modello I2 1. Soggetti utilizzatori Il modello I2 va utilizzato per: 1. richiedere l'iscrizione nel Registro delle imprese (sezione ordinaria o sezione speciale) delle modificazioni relative ai dati

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

COMUNICAZIONE ANTIMAFIA (ex art. 87 D.Lgs. 06/09/2011, n. 159, modificato dal D.Lgs. 15/11/2012, n.218)

COMUNICAZIONE ANTIMAFIA (ex art. 87 D.Lgs. 06/09/2011, n. 159, modificato dal D.Lgs. 15/11/2012, n.218) COMUNICAZIONE ANTIMAFIA (ex art. 87 D.Lgs. 06/09/2011, n. 159, modificato dal D.Lgs. 15/11/2012, n.218) La comunicazione antimafia consiste nell'attestazione della sussistenza o meno di una delle cause

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE Al SENSI DELLA LEGGE 8/8/1985 N. 443 E DELL ART. 6 DELLA L.R. 18/2/1986 N.

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE Al SENSI DELLA LEGGE 8/8/1985 N. 443 E DELL ART. 6 DELLA L.R. 18/2/1986 N. REGIONE SICILIA ART/1 SOC. COMMISSIONE PROVINCIALE PER L'ARTIGIANATO c/o Camera di Commercio di Agrigento Parte riservata all Ufficio DECISIONE DELLA COMMISSIONE Accolta.. Respinta.. Sospesa.. COMUNE DI

Dettagli

Corso Teorico Pratico di Paghe e Contributi L I.N.P.S. DIPENDENTI

Corso Teorico Pratico di Paghe e Contributi L I.N.P.S. DIPENDENTI Corso Teorico Pratico di Paghe e Contributi A cura di Rag. Macrì Patrizia L I.N.P.S. DIPENDENTI PREMESSA L iscrizione presso l I.n.p.s. (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) si rende obbligatoria

Dettagli