Il manuale per i manager in Cina

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il manuale per i manager in Cina"

Transcript

1 Numero 123 aprile 2012 Da Dezan Shira & Associates Il manuale per i manager in Cina IN QUESTO NUMERO: Responsabilità del rappresentante legale Obblighi e responsabilità delle posizioni chiave nelle società a partecipazione straniera Obblighi IRPEF per la dirigenza e personale senior Dezan Shira & Associates Apre nuove sedi negli Stati Uniti e a Singapore Scannerizzate questo QR code con il vostro smartphone per visitare China Briefing News Disponibile in diverse linguevvb

2 Benvenuti al numero di aprile di China Briefing Decidere chi dovrà ricoprire i ruoli strategici in una società a partecipazione straniera (Foreign Invested Enterprise o FIE) in Cina è spesso fonte di grossi dubbi. Molti professionisti, naturalmente, desiderano sapere a che cosa si stanno esponendo prima di firmare un contratto di assunzione. Quali responsabilità e quali eventuali obblighi legali si stanno assumendo? È raccomandabile considerare attentamente questi aspetti, visti anche i casi recenti in cui alcuni espatriati sono finiti nella black list dell Amministrazione per l industria e il commercio (Administration for Industry and Commerce o AIC) e/o sono rimasti intrappolati in Cina a causa dei procedimenti legali a carico delle società. L obiettivo di questo numero di China Briefing, Il manuale per i manager in Cina, mira proprio a fare un po di chiarezza sull argomento. Vi preghiamo di notare che questo numero di China Briefing ha solo uno scopo informativo e non sostituisce una consulenza legale. Cordiali saluti, Alberto Vettoretti, Managing Partner, Dezan Shira & Associates, Editore Asia Briefing Tutto il materiale e i contenuti sono protetti da 2012 Asia Briefing Ltd. Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale è permessa senza il consenso dell'editore. Business Intelligence in Asia Dai nostri studi di consulenza Dezan Shira & Associates INDIA BRIEFING MONGOLIA BRIEFING VIETNAM BRIEFING Usate il vostro smartphone per leggere il codice QR e scaricare le applicazioni mobile di Asia Briefing. Dezan Shira & Associates Apre nuove sedi negli Stati Uniti e a Singapore Dezan Shira & Associates è fiera di annunciare l apertura delle nuove sedi negli Stati uniti (Charlotte, North Carolina) e a Singapore Questi nuovi uffici consolidano la nostra presenza internazionale e rendono possibile un servizio migliore ai clienti interessati ad investire in Asia. Ad oggi, Dezan Shira & Associates opera tramite ventidue uffici propri in cinque continenti, di cui undici in Cina, cinque in India, due in Vietnam, ad Hong Kong, in Italia, negli Stati Uniti e a Singapore. Stati Uniti 700 East Morehead Street, #400 Charlotte, NC Telefono: Fax: Singapore 55 Market Street, #1014, Level 10 Singapore Tel: Fax:

3 Responsabilità del rappresentante legale [A cura di Eunice Ku e Alberto Vettoretti, Dezan Shira & Associates] Per ogni società costituita in Cina, sia straniera che locale, è necessario designare un rappresentante legale, ovvero il soggetto che esercita i poteri e si assume le responsabilità della stessa. Il rappresentante legale è, per la definizione del suo ruolo, una delle figure più influenti in una società. Tale potere comporta notevoli responsabilità e, se un singolo individuo in una società a partecipazione straniera in Cina deve essere ritenuto responsabile delle azioni intraprese da quest ultima, tale individuo ne è con tutta probabilità il rappresentante legale. L idoneità del soggetto a ricoprire l incarico di rappresentante legale varia a seconda del tipo di società a partecipazione straniera (FIE). In una società a totale partecipazione straniera (Wholly Foreign Owned Enterprise o WFOE), il presidente del consiglio di amministrazione (o il direttore esecutivo in mancanza di un CDA) o il general manager agiscono da rappresentante legale della società. In una joint venture (JV), il rappresentante legale può essere il presidente del consiglio di amministrazione o il general manager. Nella pratica, tuttavia, le autorità locali potrebbero non accettare che il general manager sia allo stesso tempo il rappresentante legale, a causa di un conflitto tra le disposizioni del diritto societario e quelle delle regolamentazioni per le joint venture in Cina. Il nome del rappresentante legale é dichiarato nella licenza commerciale (business licence) e negli atti costitutivi della società. Dal momento che la firma del rappresentante Candidati alla posizione di rappresentante legale Direttore esecutivo Presidente del consiglio di amministrazione General manager WFOE JV Se un singolo individuo in una società a partecipazione straniera deve essere ritenuto responsabile delle azioni intraprese da quest ultima, tale individuo ne è con tutta probabilità il rappresentante legale. legale è autorizzata dalla società, questa deve essere registrata presso l Amministrazione per l Industria e il Commercio (AIC). Alla luce delle notevoli responsabilità a carico del rappresentante legale in una FIE, si potrà notare che a questi non è richiesto di risiedere in Cina e nemmeno di recarvisi. Il rappresentante legale, piuttosto, può autorizzare altre persone in Cina (attraverso una procura autenticata) ad agire in sua vece e a utilizzare il timbro del rappresentante legale stesso. In normali circostanze, il rappresentante legale di una società non può essere il rappresentante legale di un altra società. Qualora, in circostanze speciali, un soggetto abbia la necessità di ricoprire il ruolo di rappresentante legale in due società contemporaneamente, queste ultime devono essere affiliate, associate, o avere investimenti comuni, e il soggetto deve ricevere l approvazione del governo o del dipartimento responsabile della registrazione. Obblighi Il rappresentante legale assolve obblighi doppi: quelli relativi ad un alta posizione dirigenziale e quelli propri del rappresentante legale stesso. I primi saranno discussi nell articolo successivo, mentre discuteremo qui di seguito i secondi. Gli obblighi specifici del rappresentante legale derivano da una moltitudine di leggi e regolamentazioni. Tra i più importanti obblighi troviamo quelli dettati dal codice civile, dal diritto fallimentare delle imprese China Briefing 3

4 Responsabilità del rappresentante legale (Enterprise Bankruptcy Law) e dalle disposizioni dell AIC. Codice civile Il rappresentante legale costituisce persona giuridica nei contenziosi. Questi può essere soggetto a multe, detenzione, sanzioni amministrative, responsabilità penale in base ai principi generali del diritto civile della Repubblica popolare cinese del 1986, qualora l impresa: 1. Svolga attività commerciali al di fuori di quelle specificate nell oggetto sociale approvato e registrato presso l AIC o dal relativo ufficio locale; 2. Dissimuli la situazione reale all AIC o al relativo ufficio locale o alle autorità tributarie; 3. Sia coinvolta in frodi; 4. Prelevi fondi od occulti beni per sottrarsi agli oneri dovuti; 5. Non effettui la registrazione e non c o munichi immediatamente u n cambiamento o la cessazione dell attività, procurando ad una parte coinvolta una perdita sostanziale; o 6. Sia coinvolta in altre attività proibite per legge, procurando danni agli interessi dello Stato o della comunità. Secondo il codice civile, non è necessario che il rappresentante legale sia coinvolto in prima persona, o sia a conoscenza, delle suddette azioni. Ne consegue che questi possa trovarsi a essere sanzionato qualora la società intraprenda una delle suddette azioni, indipendentemente dal fatto che ne sia responsabile in prima persona. La corte del popolo cinese può anche ordinare la detenzione del rappresentante legale fino a un periodo massimo di quindici giorni. Questo tipo di detenzione è considerato, secondo il diritto cinese, una sanzione civile o amministrativa piuttosto che una sanzione penale. Obblighi derivanti dal diritto fallimentare In base al diritto fallimentare per le imprese (Enterprise Bankruptcy Law) del 2007, il rappresentante legale della società debitrice e il soggetto che ne è direttamente responsabile saranno tenuti a corrispondere il risarcimento, qualora l impresa debitrice compia una delle seguenti azioni, intaccando in tal modo gli interessi dei propri creditori: 1. Ceda proprietà a titolo gratuito; 2. Svolga operazioni commerciali a prezzi chiaramente non congrui; 3. Offra garanzie immobiliari per debiti non garantiti; 4. Estingua debiti non ancora maturati; 5. Rinunci a dei crediti; 6. Paghi alcuni creditori nonostante l insufficienza dei mezzi per far fronte ai propri debiti; 7. Occulti o ceda dei beni per evitare il pagamento dei debiti; oppure 8. Fabbrichi o riconosca passività inesistenti. Obblighi verso l Administration of Industry and Commerce (AIC) Le disposizioni riguardanti la registrazione delle società con lo status di persona legale del 1988 (The Regulations of the PRC Concerning the Administration of the Registration of Enterprises with the Status of Legal Persons 1988, abbreviato in Registration Regulations ) si rifanno in certa misura agli obblighi già espressi. In tal senso, una società può essere sanzionata dall AIC con un avvertimento, con l imposizione di una multa, con la confisca del reddito generato illegalmente, con l ordine di sospendere l attività fino alla rettifica o alla confisca dei beni, oppure con la revoca della licenza commerciale, qualora la società: 1. Dissimuli la realtà dei fatti o commetta frodi durante la registrazione dell attività o intraprenda la stessa senza approvazione o previa registrazione; 2. Rettifichi qualsiasi voce principale di registrazione senza autorizzazione o intraprenda attività che sconfinino dall oggetto sociale approvato e registrato; 3. Non cancelli la registrazione secondo le disposizioni o non presenti la relazione di ispezione annuale ovvero non ne segua le procedure; 4. Falsifichi, alteri, affitti, presti, ceda, venda o duplichi senza autorizzazione la licenza commerciale (o la copia) di un impresa con personalità giuridica; 5. Ceda, sposti o celi i propri beni al fine di evadere gli obblighi fiscali sugli stessi; 6. Sia coinvolta in attività commerciali illegali. Nell evenienza che una delle suddette situazioni porti alla revoca della licenza commerciale della società, al rappresentante legale non sarà permesso svolgere questa sua funzione per tre anni dalla data di revoca della licenza stessa (ad eccezione dei casi in cui questi non sia stato in grado di svolgere normalmente le proprie funzioni e i propri poteri durante l ispezione annuale). Requisiti per la nomina a rappresentante legale U n s o g g e t to n o n p u ò a gire d a rappresentante legale nel caso in cui: 1. Non abbia capacità di una buona condotta civile o ne abbia una limitata capacità; 2. Stia subendo una condanna penale o gli sia imposto un provvedimento penale coercitivo; 3. Sia ricercato dalla pubblica sicurezza o dalle autorità per la sicurezza dello Stato; 4. Sia stato: a. Condannato penalmente per appropriazione indebita, corruzione o frode finanziaria, o per aver turbato l ordine dell economia socialista di mercato, e non siano trascorsi più di cinque anni dal termine dell imposizione penale; o sia stato b. Condannato penalmente per altri crimini, e non siano trascorsi più di tre anni dal termine dell imposizione penale; o sia stato b. Privato dei diritti politici per aver commesso un crimine, e non siano trascorsi più di cinque anni dal termine dell imposizione penale; 5. S i a i l r a p p r e s e n t a n t e l e g a l e, l amministratore o il manager direttamente responsabile della liquidazione per bancarotta di un impresa dovuta a cattiva gestione, e non siano trascorsi più di tre anni dal completamento della liquidazione per bancarotta; 6. Sia il rappresentante legale di una impresa la cui licenza commerciale è stata revocata per violazione della legge, e per la quale è responsabile in prima persona, e non siano trascorsi più di tre anni dalla data di revoca della licenza stessa; 7. A b b i a a c a r i c o u n a q u a n t i t à considerevole di debiti personali che non sono ancora stati pagati; oppure 8. Siano in essere altre circostanze prescritte dalla legge o dal consiglio di Stato. 4 China Briefing

5 La black list L amministrazione statale per l industria e il commercio (State Administration of Industry and Commerce o SAIC) è l ente governativo, gestito direttamente dal consiglio di Stato, che coordina le amministrazioni locali per l industria e il commercio (AIC). Tra le varie funzioni e responsabilità di SAIC e AIC, troviamo quelle relative agli investitori stranieri: (i) Controllo della registrazione e supervisione delle imprese, compreso il sanzionamento delle attività senza licenza; (ii) Gestione della registrazione della protezione dei diritti di proprietà intellettuale, comprese indagini, sanzioni e controversie ad esse relative; (iii) Implementazione delle leggi anti-trust, comprese indagini e sanzioni per competizione scorretta, corruzione commerciale, contrabbando e altre attività economiche illegali; (iv) Classificazione delle imprese secondo l affidabilità creditizia e pubblicazione delle informazioni di registrazione di base; (v) Supervisione del commercio di prodotti alimentari; e (vi) Supervisione delle attività pubblicitarie commerciali. La black list dell AIC fa parte del sistema informativo di supervisione della credibilità delle aziende, scambiato tra gli uffici dell AIC e non disponibile al pubblico. Le imprese, nello specifico, sono classificate in quattro categorie (A, B, C, D) in base alla loro affidabilità creditizia. Qualora il nome di una persona in qualità di personale senior sia legato ad una società nelle categorie B, C, o D, questi potrebbe, in seguito, non poter ricoprire altre posizioni strategiche in nuove società a partecipazione straniera. Nonostante nei criteri dell AIC non si stabiliscano le conseguenze per quegli individui che non agiscono da rappresentanti legali, vale la pena notare che, durante la costituzione di una società, i nomi delle persone nelle key positions sono registrati presso l AIC. Molte persone sono ignare che i loro nomi si trovino nella cosiddetta black list fino al momento della richiesta di registrazione di una nuova FIE. Categorizzazione della credibilità di un impresa secondo l AIC Categoria Credibilità dell'impresa Criteri di credibilità Trattamento A Finanziariamente affidabile Tutto il capitale registrato versato; Contratti rispettati al 100%; e Nessuna violazione delle disposizioni e delle regolamentazioni amministrative dell AIC nell anno. Diritto ad alcuni trattamenti preferenziali quali ad esempio l'esenzione dall'ispezione annuale in talune circostanze. B Rischio di perdita di affidabilità creditizia Contratti non rispettati al 100% ma nessuna attività fraudolenta; Sanzioni inferiori a RMB imposte per violazione delle disposizioni e delle regolamentazioni amministrative dell AIC; oppure Altri criter Un ispezione dettagliata sarà intrapresa durante la verifica annuale e le violazioni riscontrate saranno rese pubbliche. C Non affidabile Condotta fraudolenta nell esecuzione dei contratti; Sanzioni superiori a RMB imposte per violazione delle disposizioni e delle regolamentazioni amministrative dell AIC; oppure Ordine di sospensione delle attività per rettifica in essere; oppure Altri criteri La normale ispezione sarà rafforzata, verranno condotte verifiche ad hoc e le violazioni riscontrate saranno rese pubbliche. D Perdita grave di affidabilità creditizia Grave violazione della legge e/o ordine di revoca delle licenze commerciali. Il rappresentante legale, per tre anni a partire dalla data di revoca della licenza commerciale, non potrà agire da amministratore, supervisore o membro della dirigenza di una società. Fonte: AIC Guidelines [2003] Number 131

6 Obblighi e responsabilità per le posizioni chiave nelle FIE [A cura di Eunice Ku e Alberto Vettoretti, Dezan Shira & Associates] Key positions in base al tipo di società a partecipazione straniera Candidati alla posizione di rappresentante legale WFOE JV Azionista/i Azionista/i Opzione 2 Opzione 2 Direttore esecutivo Consiglio di Amministrazione Presidente General Manager 2 Supervisore/i 1 Consiglio di Amministrazione Presidente Vice-presidente General Manager 2 Supervisore/i 1 1 Un supervisore o un membro del consiglio dei supervisori non può essere un amministratore o un membro della dirigenza. Le società più grandi sono obbligate ad avere un consiglio dei supervisori composto dai rappresentanti degli azionisti e dai rappresentanti del personale. 2 Il general manager può anche essere un amministratore o un direttore esecutivo Per le joint venture possono essere nominati, in aggiunta al general manager, un numero di vice general managers, cui ci si riferisce con il termine collettivo management office Oltre ai requisiti comuni a tutti i rappresentanti legali (o ai chief representative per i RO), le key posistions in una società a partecipazione straniera (FIE) in Cina variano secondo la struttura e la dimensione dell impresa. In una società a totale partecipazione straniera (WFOE) o in una joint venture (JV), la posizione di rappresentante legale é condivisa con un altra key position. Abbiamo già discusso gli obblighi e le responsabilità del rappresentante legale nell articolo precedente, andiamo qui a discutere le altre posizioni chiave di una FIE in Cina, con i loro obblighi e le loro potenziali responsabilità legali così come sono definite dalla normativa cinese. Il diritto societario cinese del 2006 presenta gli obblighi principali e le potenziali responsabilità legali delle key positions nelle società a responsabilità limitata in Cina (incluse WFOE e JV), quelle derivanti dal codice civile, dal diritto penale, dal diritto tributario, ecc. Per gli uffici di rappresentanza, le RO Regulations, entrate in vigore il primo marzo 2011, dettano doveri e potenziali responsabilità legali. In ogni caso, i ruoli e le responsabilità dei soggetti che detengono key positions non sono in alcun modo limitati da quanto definito dalla normativa cinese. Bisogna tenere a mente, infatti, che la società locale è la sussidiaria una società straniera e quindi è sottoposta sia alla normativa cinese sia alla normativa del Paese in cui la società madre è registrata. Per questo motivo, gli stranieri e le società estere operanti in Cina devono anche essere consapevoli delle relative stipule su regolamentazioni internazionali, come ad esempio quelle sulla corruzione negli USA (cioè il U.S. Foreign Corrupt Practices Act). Key positions in base al tipo di società a partecipazione straniera In una società a totale partecipazione straniera (WFOE), gli azionisti, ovvero coloro che contribuiscono al capitale, detengono l autorità maggiore. In una WFOE possiamo avere un direttore esecutivo o un consiglio di amministrazione. Il direttore esecutivo (o il consiglio di amministrazione) stabilisce il programma delle operazioni societarie in base alle decisioni degli azionisti. In una joint venture, il consiglio di amministrazione detiene l autorità maggiore. Un consiglio di amministrazione dovrebbe avere non meno di tre consiglieri nominati dalle parti della joint venture, con una proporzione 6 China Briefing

7 Obblighi e responsabilità per le posizioni chiave nelle FIE tra consiglieri cinesi e stranieri stabilita dalle due parti. In Cina troviamo due tipi di joint venture: cooperative joint venture (CJV) ed equity joint venture (EJV). Nelle cooperative joint venture, presidente e vicepresidente del consiglio direttivo devono essere designati da parti diverse. Il diritto societario prevede inoltre che WFOE e joint venture abbiano almeno un supervisore che verifichi gli obblighi societari assolti dagli amministratori e dai membri della dirigenza. Amministratori e membri della dirigenza non possono agire contemporaneamente da supervisori, per evitare l insorgere di conflitti d interesse. Una piccola società con un limitato numero di azionisti può avere uno o due supervisori. Nelle società più grandi, il consiglio dei supervisori deve essere composto da non meno di tre membri. Il consiglio dei supervisori deve rappresentare gli azionisti e non meno di un terzo dei suoi membri deve rappresentare il personale e i lavoratori della società. La proporzione deve essere stabilita nel dettaglio dallo statuto societario. Il consiglio dei supervisori deve avere un presidente eletto da più della metà del consiglio. Sia le WFOE sia le joint venture, infine, devono avere di un general manager responsabile delle attività quotidiane della società. Il direttore esecutivo, o un membro del consiglio di amministrazione, può agire contemporaneamente da general manager. Per le joint venture, può essere nominato un numero di vice general managers, cui ci si riferisce con il termine collettivo management office. Un membro del consiglio di amministrazione può mantenere contemporaneamente la posizione di general manager, vice general manager, o qualsiasi altra posizione dirigenziale, che include anche quella di direttore finanziario (CFO) e qualsiasi altra posizione prevista dallo statuto societario. Obblighi a seconda del ruolo Andiamo a descrivere di seguito le competenze e gli obblighi delle key positions in una società a partecipazione straniera: Azionisti Supervisori Amministratori Dirigenza Azionisti L assemblea degli azionisti, che è allargata a tutti gli azionisti, esercita le seguenti funzioni e poteri in base al diritto societario: 1. Decisioni sulla strategia operativa e sul piano d investimenti della società; 2. E l e z i o n e o s o s t i t u z i o n e d e g l i amministratori e dei supervisori che non rappresentano il personale e i lavoratori, decisioni in materia di retribuzione degli amministratori e dei supervisori; 3. Verifica e approvazione di: a. R e l a z i o n i d e l c o n s i g l i o d i amministrazione; b. Relazioni del consiglio dei supervisori o dei supervisori; c. P i a n o f i n a n z i a r i o a n n u a l e e rendicontazione contabile della società; 4. Verifica e approvazione dei piani societari per la distribuzione dei profitti e ripianamento delle perdite; 5. Approvazione delle delibere su: a. Aumento o riduzione del capitale registrato della società; b. Emissione di obbligazioni societarie; c. Fusione, divisione, scioglimento, liquidazione o trasformazione della società; 6. Modifiche dello statuto societario; e 7. Altre funzioni e poteri stabiliti nello statuto societario. Le riunioni dell assemblea degli azionisti si dividono in ordinarie (convocate sul calendario stabilito dallo statuto societario, anche chiamate riunione generale annuale ) e riunioni occasionali (convocate su proposta degli azionisti che rappresentano un decimo o più degli aventi diritto al voto, da un terzo o più degli amministratori, dal consiglio dei supervisori, o dai supervisori della società sprovvista del consiglio dei supervisori). Supervisori La durata del mandato di un supervisore è di tre anni e questi può, se rieletto dopo il primo termine, rimanere in carica per più mandati. Il supervisore, come il rappresentante legale, non ha l obbligo di risiedere in Cina e nemmeno di recarvisi. Un supervisore è autorizzato a presenziare le riunioni del consiglio di amministrazione senza diritto di voto, ad indagare o presentare le proposte concernenti questioni per cui il consiglio di amministrazione ha già adottato o dovrà adottare delle risoluzioni. Qualora il consiglio dei supervisori o il supervisore di una società riscontri anomalie nelle operazioni della società, può condurre un indagine su dette operazioni; e, ove necessario, incaricare uno studio contabile o altre figure professionali a supporto di tale indagine, le cui spese saranno sostenute dalla società. Qualora l assemblea degli azionisti richieda la presenza dei supervisori, degli amministratori o della dirigenza, i primi devono presenziare senza diritto di voto e rispondere alle interrogazioni degli azionisti. Gli amministratori o i membri della dirigenza devono fornire in tutta onestà le informazioni e i dati al consiglio dei supervisori o ai supervisori, senza ostacolare l esercizio delle funzioni e dei poteri dei supervisori o del consiglio dei supervisori. Amministratori Una piccola società, con un limitato numero di azionisti, può avere un direttore esecutivo al posto di un consiglio di amministrazione. Le funzioni e i poteri del direttore esecutivo devono essere stabiliti nello statuto societario. Per le società più grandi, è necessaria in Cina la costituzione di un consiglio di amministrazione, che deve rendere conto all assemblea degli azionisti, composto da tre a tredici membri. Il consiglio di amministrazione deve avere un presidente e può avere un vice presidente, le cui modalità di nomina sono stabilite nello statuto societario. Dirigenza La dirigenza include le figure del general manager, vice general manager, direttore finanziario (CFO) e qualsiasi altra posizione prevista dallo statuto societario. La precedente tabella descrive gli obblighi del general manager in base al diritto societario. Qualora lo statuto societario stabilisca diversamente funzioni e poteri del general manager, prevarranno le disposizioni dello statuto societario. Obblighi e responsabilità del personale dirigente, diverso dal general manager, saranno determinati soltanto nello statuto societario, che sarà vincolante per la società, gli azionisti, gli amministratori, i supervisori e i dirigenti stessi. Responsabilità La maggior parte delle responsabilità di una società ricade sulle spalle del rappresentante legale (tema dell articolo seguente). Tuttavia, anche le altre key positions sono responsabili per (e naturalmente verso) la società. China Briefing 7

8 Obblighi e responsabilità per le posizioni chiave nelle FIE Supervisore/i (consiglio dei supervisori) 1. Verifica delle attività finanziarie della società; 2. Supervisione degli amministratori e della dirigenza nel rispetto dell espletamento degli obblighi assegnati dalla società agli stessi, proposta di rimozione degli amministratori e dei dirigenti che violano leggi, disposizioni amministrative o lo statuto societario; 3. Richiesta agli amministratori e alla dirigenza di correggere le azioni dannose agli interessi della società; 4. Convocazione ad hoc dell assemblea degli azionisti e presidenza della stessa, qualora il consiglio di amministrazione non assolva al compito di convocazione, e presidenza di tale assemblea come previsto dal diritto societario; 5. Promozione di mozioni durante l assemblea degli azionisti; 6. Avvio di procedimenti legali contro amministratori e dirigenza; e 7. L esercizio di altre funzioni e altri poteri stabiliti dallo statuto societario. Obblighi delle key positions In base al diritto societario Direttore esecutivo (Consiglio di amministrazione) 1. Convocazione di riunioni degli azionisti e relazione agli stessi del lavoro del consiglio; 2. Attuazione delle risoluzioni degli azionisti; 3 Decisioni sui piani operativi e i programmi d investimento della società; 4. Elaborazione dei piani per la società: a. Budget finanziario annuale; b. Distribuzione dei profitti annuali o recupero delle perdite; c. Aumento o riduzione del capitale registrato ed emissione di obbligazioni; e d. Fusione con altri soggetti giuridici, divisione, scioglimento, liquidazione della società o altri cambiamenti alla sua struttura organizzativa; 5. Definizione della struttura gestionale interna della società; 6. Nomina o licenziamento del general manager e sua liquidazione; nomina o licenziamento del vice general manager, del direttore finanziario, e rispettive liquidazioni (su indicazione del general manager); 7. Elaborazione dei piani basilari di gestione della società; e 8. Altri obblighi e altre responsabilità come determinati dallo statuto societario General manager Il general manager deve presenziare alle riunioni del consiglio di amministrazione senza diritto di voto e deve espletare le funzioni e i poteri come di seguito elencati: 1. Responsabilità della produzione, dell attività e della gestione della società e implementazione delle risoluzioni del consiglio di amministrazione; 2. Implementazione del piano operativo annuale e del piano d investimenti della società; 3. Stesura dei piani di costituzione degli organi amministrativi interni della società; 4. Stesura dei piani basilari di gestione della società; 5. Elaborazione dei regolamenti specifici della società; 6. Indicazione per l assunzione o il licenziamento del/dei vice general manager e del direttore finanziario della società; 7. Assunzione o licenziamento del personale dirigenziale, escluso quello su cui decide il consiglio di amministrazione; e 8. L esercizio di altre funzioni e altri poteri garantiti dal consiglio di amministrazione. Competenze per l accettazione di una key position In base all articolo 147 del diritto societario, un soggetto che entri in una sola delle seguenti casistiche non può essere nominato supervisore, amministratore, general manager o membro della dirigenza: 1. Non abbia capacità di buona condotta civile o ne abbia una limitata capacità; 2. Sia stato condannato per qualsiasi reato penale riguardante abuso d ufficio, corruzione, peculato, appropriazione indebita o turbamento dell economia di mercato socialista e non siano trascorsi cinque anni dall estinzione della condanna, sia stato privato dei diritti politici a causa di un qualsiasi reato e non siano ancora trascorsi cinque anni dall estinzione della condanna; 3. Sia stato l amministratore, il direttore di stabilimento, o un dirigente di una società o di un impresa che ha dichiarato bancarotta ed è stata liquidata in circostanze di cui egli era personalmente responsabile e non siano ancora trascorsi tre anni dalla dichiarazione di bancarotta e dalla liquidazione; 4. Sia stato il rappresentante legale di una società o di un impresa cui è stata revocata la licenza commerciale e cui sia stata imposta la chiusura delle attività a causa di una qualsiasi violazione della normativa, in circostanze in cui tale rappresentante legale fosse personalmente responsabile della revoca della licenza commerciale e non siano ancora trascorsi tre anni dalla data di revoca; o 5. Abbia un importante quantità di debiti insoluti. Qualsiasi elezione o nomina di un supervisore, un direttore, o altra figura dirigenziale, compiuta in violazione delle disposizioni dell art. 147, sarà invalidata. Qualsiasi supervisore, o direttore, o altra figura dirigenziale, la cui nomina possa violare le precedenti disposizioni, sarà rimosso dall incarico. 8 China Briefing

9 Obblighi e responsabilità per le posizioni chiave nelle FIE Sono incluse: Responsabilità da reati penali Responsabilità per liquidazione Responsabilità verso la società Responsabilità da reati penali Qualora una violazione delle norme del diritto societario porti a un reato penale, le relative responsabilità possono ricadere sull amministratore, sulla dirigenza e/o sul rappresentante legale. Le sanzioni possono essere imposte, nello specifico, ai dirigenti della società che ne erano direttamente incaricati e/o ne erano direttamente responsabili per la società al momento del fatto illecito. Il diritto penale non chiarisce chi ha t i t o l o d i d i r i g e n t e direttamente incaricato o dirigente direttamente responsabile, pertanto non è chiaro se l azionista, l a m m i n i s t r a t o r e, l a d i r i g e n z a e / o i l r a p p r e s e n t a n t e legale siano soggetti a r e s p o n s a b i l i t à penale. I reati, ai sensi del diritto societario, includono corruzione, appropriamento indebito e sottrazione indebita di fondi. Qualsiasi amministratore, supervisore o impiegato di una società o di altro tipo d impresa che tragga vantaggio della sua posizione per richiedere o accettare una somma di denaro di entità considerevole è colpevole del crimine di corruzione commerciale. Qualora la somma richiesta o accettata sia compresa tra e RMB o più, questa sarà considerata modica, mentre una somma pari o superiore a RMB sarà considerata cospicua. Qualsiasi amministratore, supervisore o impiegato di una società o di altro tipo d impresa che tragga vantaggio della sua posizione per dirottare un entità considerevole di beni appartenenti alla società o ad altra impresa è colpevole del crimine di appropriamento indebito. Per appropriamento indebito s intende la presa di controllo illegale di beni appartenenti alla società o altro tipo di impresa, attraverso appropriazione indebita, furto, frode o metodi simili. L appropriazione indebita di beni appartenenti a una società o altro tipo d impresa sarà considerata modica se il valore di tali beni è compreso tra e RMB o più, cospicua se il valore di tali beni è pari o superiore a RMB. Qualsiasi amministratore, supervisore, o impiegato di una società o di altro tipo d impresa, che traggano vantaggio dalla loro posizione per appropriarsi illecitamente di fondi appartenenti alla società o ad altro tipo d impresa per uso personale o per terzi sono, qualora l ammontare dei fondi sia di entità considerevole e non sia restituito entro tre mesi, colpevoli del crimine di sottrazione e/o appropriazione illecita di fondi; sono colpevoli dello stesso crimine quando un entità considerevole di tali fondi è restituita entro tre mesi, ma è stata utilizzata per attività lucrose o illegali. Secondo il diritto societario, il dirigente direttamente incaricato (vale a dire anche il rappresentante legale) è ugualmente responsabile qualora: La società dirami al pubblico relazioni finanziarie o contabili false o ingannevoli, in tal caso il dirigente direttamente incaricato, assieme alle altre figure direttamente responsabili, può essere soggetto a sanzioni variabili tra a RMB; o La società in liquidazione occulti beni, riporti informazioni false o distribuisca gli utili prima del pagamento dei debiti, in tal caso il dirigente direttamente incaricato, assieme alle altre figure direttamente responsabili, può essere soggetto a sanzioni variabili tra a RMB. In circostanze tali da richiamare la responsabilità penale, il rappresentante legale e/o il soggetto direttamente responsabile saranno di norma interrogati e posti sotto indagine dall ufficio di polizia (Public Security Bureau o PSB). Responsabilità da liquidazione (superamento dello schermo societario e della responsabilità limitata) In circostanze normali, una società di capitali è considerata un soggetto giuridico separato e gli amministratori e gli azionisti non sono responsabili per i debiti della stessa. Tuttavia, la normativa cinese individua alcune circostanze in cui le autorità giudiziarie possono superare lo schermo societario (pierce the corporate veil), ovvero possono ritenere gli investitori di una società a responsabilità limitata responsabili per la stessa oltre il capitale registrato sottoscritto, per proteggere i creditori contro la frode e le pratiche sleali. Una delle menzionate circostanze si presenta quando il ritardo nella liquidazione delle obbligazioni degli azionisti si traduce in una perdita significativa di beni, di libri contabili, di documenti sostanziali o altro e nell impossibilità di attuare la relativa liquidazione, in tal caso gli amministratori e l azionista di maggioranza (il soggetto che detiene più della metà delle azioni della società) saranno responsabili in solido per i debiti della società. Responsabilità verso la società Il diritto societario è particolarmente preciso sulle responsabilità del supervisore, dell amministratore e della dirigenza verso la società. Il diritto societario prevede che supervisori, amministratori e dirigenza debbano assumersi l obbligo di fedeltà e diligenza verso la società. Questi non possono avvantaggiarsi delle loro funzioni e poteri per accettare tangenti o percepire altri redditi illeciti, e non devono appropriarsi illegalmente del patrimonio della società. Qualora chi occupi una key position violi le leggi, le disposizioni amministrative o lo statuto societario, nell espletare i propri obblighi verso la società, e causi così perdite alla stessa, sarà tenuto a corrispondere un risarcimento. In base al diritto f a l l i m e n t a r e p e r l e imprese del 2007, il personale che venga meno all obbligo di fedeltà e diligenza verso la società causando il fallimento della stessa, dovrà assumersene la responsabilità civile secondo la legge. China Briefing 9

10 Obblighi e responsabilità per le posizioni chiave nelle FIE Inoltre, sarà loro proibito di agire da amministratori, supervisori o dirigenti di qualsiasi impresa, nei tre anni successivi alla data di conclusione del processo fallimentare. In base al diritto societario, si proibisce inoltre all amministratore o alla dirigenza di compiere le seguenti azioni, per le quali saranno tenuti a risarcire la società, in caso di danni agli interessi della stessa: Concedere in prestito i fondi della società o impegnare il patrimonio della società per garantire i debiti di terzi senza l approvazione degli azionisti o del consiglio di amministrazione; Stipulare contratti o intraprendere attività della società senza l approvazione degli azionisti o del consiglio di amministrazione; Sottrarre opportunità commerciali alla società o dedicarsi allo stesso tipo di attività della società a proprio vantaggio o per il vantaggio di altri, sfruttando la propria autorità senza l approvazione del consiglio di amministrazione; Accettare commissioni da terzi per le loro transazioni con la società; Rivelare informazioni confidenziali della società senza autorizzazione; o Rompere il proprio vincolo fiduciario verso la società. Nel caso in cui l amministratore o un dirigente violi una qualsiasi delle sopra menzionate prescrizioni, tutti i proventi illegittimi devono essere restituiti alla società. Qualsiasi azionista della società, inoltre, ha diritto di intraprendere, o di richiedere al supervisore o al consiglio di amministrazione della società di intraprendere, procedimenti legali in merito. Un azionista può anche sporgere una querela di sua iniziativa, qualora: Il supervisore (o il consiglio dei supervisori) rifiuti di prendere provvedimenti o non intenti una causa entro 30 giorni dalla querela; o La situazione sia così urgente da causare un danno irreversibile nel caso in cui non si agisca immediatamente. Ci sono alcuni pochi casi, in pratica, in cui gli azionisti o i supervisori invocano responsabilità civili o penali contro un amministratore o un membro della dirigenza. Per maggiori informazioni su società a partecipazione estera in Cina, vi preghiamo di visitare il sito contattare Dezan Shira & Associates a Key positions negli uffici di rappresentanza Il chief representative può essere generalmente considerato l equivalente del rappresentante legale nell ufficio di rappresentanza (Representative Office o RO). Le norme per i RO ( RO Regulations ), entrate in vigore il primo marzo 2011, sono piuttosto generiche nella definizione del ruolo e della responsabilità del chief representative. Queste stabiliscono soltanto che un RO deve designare un chief representative per la firma dei documenti di registrazione e deve osservare le disposizioni di legge e i regolamenti amministrativi per entrata e uscita, residenza, assunzione, oneri tributari e registrazione della valuta estera. Chief Representative Altro/i rappresentante/i L equivalente del rappresentante legale Un soggetto rientrante in una qualsiasi delle seguenti categorie non può agire da chief representative: 1. Un individuo cui sono state imposte sanzioni penali per danni alla sicurezza nazionale o agli interessi pubblici della Cina; 2. Un individuo che è stato chief representative o rappresentante di una organizzazione la cui registrazione permanente è stata cancellata o il cui certificato di registrazione è stato revocato in base alle disposizioni di legge, o a cui è stata imposta la chiusura degli uffici in base alle disposizioni di legge, a cause di attività illegali, compresi danni alla sicurezza nazionale o agli interessi pubblici della Cina, e non siano trascorsi più di cinque anni dalla data di tale cancellazione, revoca o ordine di chiusura; 3. Altre circostanze definite dall AIC (Administration of Industry and Commerce). Oltre al chief representative, un ufficio di rappresentanza può nominare anche altri rappresentanti. È spesso più semplice per i rappresentanti, in genere, ottenere i permessi di lavoro rispetto agli altri dipendenti. Ogni ufficio di rappresentanza può assumere al massimo quattro dipendenti stranieri, inclusi il chief representative e gli altri rappresentanti. Tuttavia, ogni società può avere più di un ufficio di rappresentanza in Cina, con quattro dipendenti stranieri per ognuno di essi. 10 China Briefing

11 Responsabilità IRPEF per i dirigenti La responsabilità per l imposta sui redditi delle persone fisiche (di seguito IRPEF), relativa ad amministratori o membri della dirigenza, inclusi general manager e vice manager, supervisori, soggetti in posizioni funzionali ed altri soggetti in posizioni di livello manageriale, collettivamente detti dirigenza, dipende, in Cina, da alcuni fattori, ovvero: Il luogo in cui il datore di lavoro corrisponde la retribuzione Il periodo trascorso dai membri dalla dirigenza in Cina; e Il luogo in cui è originato il reddito. Reddito corrisposto dal datore di lavoro in Cina For income paid entirely by the employer in China, regardless of whether the income is derived in China or overseas and the period in which the senior personnel is in China, the senior personnel is liable for IIT for the entire duration of time that they hold a senior personnel position. Income Paid by the Employer Overseas Per i redditi corrisposti interamente dal datore di lavoro in Cina, indipendentemente dal fatto che tale reddito sia originato in Cina o all estero e al periodo di tempo trascorso dal dipendente in Cina, il personale dirigenziale è soggetto al pagamento IRPEF per tutta la durata dell incarico. <90/183 giorni Qualora il dirigente di una società abbia trascorso in Cina più di 90 giorni (o 183 giorni in caso di trattati contro la doppia imposizione) cumulativi o consecutivi in un anno, il suo reddito è esente dal pagamento IRPEF. >90/183 giorni ma 5 anni Qualora il dirigente di una società abbia trascorso in Cina non più di 90/183 giorni Obblighi fiscali in base alla fonte del reddito e al tempo trascorso in Cina Tempo trascorso in Cina <90/183 giorni >90/183 giorni ma 5 anni > 5 anni cumulativi o consecutivi ma non più di cinque anni, il suo reddito originato in Cina e pagato dal datore di lavoro all estero è soggetto a IRPEF. > 5 anni Qualora il dirigente di una società abbia trascorso in Cina più di cinque anni, e ne trascorre in Cina un altro intero nel sesto anno, il suo reddito ovunque originato (global salary) sarà soggetto a IRPEF. Reddito corrisposto dal datore di lavoro in Cina e all estero Per il reddito pagato in parte dal datore di lavoro in Cina e in parte dal datore di lavoro all estero, e nel caso in cui il dipendente trascorra un determinato numero di giorni lavorativi all estero in un mese, la parte di reddito pagata dal datore di lavoro estero sarà esente dall IRPEF per il numero di giorni in cui il dipendente ha lavorato all estero (si prega di fare riferimento alla tabella sottostante per la formula di calcolo). Tuttavia, in alcuni Paesi che hanno clausole particolari nei loro trattati con la Cina contro Reddito originato in Cina corrisposto dal datore di lavoro Reddito originato fuori dalla Cina corrisposto dal datore di lavoro in Cina all'estero in Cina all'estero la doppia imposizione fiscale, le regole possono variare leggermente. Obblighi tributari per i chief representative degli uffici di rappresentanza I chief representative, in genere, si distinguono in chief representative a tempo pieno e part time. Un chief representative a tempo pieno deve calcolare le imposte del suo pacchetto retributivo su base mensile, senza ripartizione temporale. L IRPEF di un chief rappresentative part time si calcola in base al salario totale ricevuto sia dal quartier generale che dall organizzazione locale. L imposta ha una ripartizione temporale, ovvero il reddito originato dal tempo trascorso all estero è esentasse e il chief rappresentative deve pagare solamente l IRPEF per il tempo trascorso in Cina. Per beneficiare dello status di chief rappresentative part time, il contratto di assunzione deve specificare che la posizione è part time. Per il reddito pagato in parte dal datore di lavoro in Cina e in parte dal datore di lavoro all'estero, e nel caso in cui il dipendente trascorra un determinato numero di giorni lavorativi all'estero in un mese, la formula per calcolare l'imposta mensile dovuta è la seguente: Imposta mensile dovuta = [(Salario III )* aliquota - QD)] * (1- Salario II / Salario III * Giorno II / Giorno III) Salario II = Reddito corrisposto dal datore di lavoro all'estero Salario III = Reddito corrisposto dal datore di lavoro in Cina + reddito corrisposto dal datore di lavoro all estero Giorno II = numero di giorni lavorativi all estero Giorno III = numero di giorni nel mese China Briefing QD = deduzione concessa 11

12 Quando si ha bisogno di entrambi nel proprio business. Consulenza sugli investimenti in Cina Registrazione societaria, due diligence, consulenza legale, pianificazione fiscale, contabilità, gestione libri paga, revisione contabile e compliance aziendale Beijing: Dalian: Qingdao: Tianjin: Shanghai: Hangzhou: Ningbo: Suzhou: Guangzhou: Zhongshan: Shenzhen: Hong Kong: Scannerizzate questo QR code con il vostro smartphone per visitare Dezan Shira & Associates China India Vietnam Singapore 12 China Briefing Vent anni di Eccellenza

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

«Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni.

«Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni. «Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni.» Code of Conduct Comunicazione del CEO «Ogni società, grande o

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN Le presenti condizioni generali hanno lo scopo di disciplinare l utilizzo dei Marchi di proprietà della società: Gefran S.p.A. con sede in

Dettagli

La Normativa del Lavoro in Cina

La Normativa del Lavoro in Cina La Normativa del Lavoro in Cina di Giovanni Pisacane g.pisacane@greatwayadvisory.com www.greatwaylimited.com Corriere Asia Publishing Ltd. www.corriereasia.com quaderni e approfondimenti LA NORMATIVA DEL

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Codice Etico Rev. 03 Versione del 21/01/2013 Approvato della Giunta Esecutiva del 18/02/2013 Ratificato del Consiglio Direttivo entro il

Dettagli

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION I. SCOPO POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION La corruzione è proibita dalle leggi di quasi tutte le giurisdizioni al mondo. Danaher Corporation ( Danaher ) si impegna a rispettare le leggi

Dettagli

Termini e condizioni generali di acquisto

Termini e condizioni generali di acquisto TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CONDIZIONI DEL CONTRATTO L ordine di acquisto o il contratto, insieme con questi Termini e Condizioni Generali ( TCG ) e gli eventuali documenti allegati e

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015)

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) Il testo inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l'ambiente, all'interno del quale vengono

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTA la

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.2008) TITOLO

Dettagli

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere).

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere). Breve percorso sulla Magistratura La Magistratura La funzione giurisdizionale è la funzione dello stato diretta all applicazione delle norme giuridiche per la risoluzione delle controverse tra cittadini

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

Art. 3. Codice disciplinare

Art. 3. Codice disciplinare Art. 3 Codice disciplinare 1. Nel rispetto del principio di gradualità e proporzionalità delle sanzioni in relazione alla gravità della mancanza, e in conformità a quanto previsto dall art. 55 del D.Lgs.n.165

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

La nuova legge sul lavoro della R.P.C.

La nuova legge sul lavoro della R.P.C. DIREZIONE EDITORIALE Marco Conti e Augusto Bordini REVISIONE EDITORIALE Dario Cacciatore La nuova legge sul lavoro della R.P.C. Di Simone Montagnani La nuova legge sul lavoro emanata dal congresso del

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE)

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) Regolamento (CEE) n. 2137/85 del Consiglio del 25 luglio 1985 Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) EPC Med - GEIE Via P.pe di Villafranca 91, 90141 Palermo tel: +39(0)91.6251684

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

:-) Fare la cosa giusta! Inizia con il leggere la cosa giusta. Philips General Business Principles, La tua guida per agire con integrità

:-) Fare la cosa giusta! Inizia con il leggere la cosa giusta. Philips General Business Principles, La tua guida per agire con integrità General Business Principles Fare la cosa giusta! Inizia con il leggere la cosa giusta :-) Philips General Business Principles, La tua guida per agire con integrità pww.gbp.philips.com June 2014 Abbiamo

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Legge 15 dicembre 1990, n. 386, come modificata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507. Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Art. 1. Emissione di assegno senza autorizzazione

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA Le presenti Linee Guida si applicano ad ogni amministratore, direttore, dipendente a tempo pieno o parziale, docente, esterno

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Aspetti critici e rimedi Avv. Giovanni Indirli Senior attorney +32 2 5515961 gindirli@mayerbrown.com 21 Maggio 2010 Mayer Brown is a

Dettagli

Linee guida di condotta aziendale

Linee guida di condotta aziendale Linee guida di condotta aziendale INTEGRITÀ RISPETTO FIDUCIA RICERCA DELL ECCELLENZA CLIENTI DIPENDENTI PARTNER COMMERCIALI FORNITORI AZIONISTI COMMUNITÀ AMBIENTE SOMMARIO Linee guida di condotta aziendale

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Decreto Legislativo 19 novembre 2004, n. 297

Decreto Legislativo 19 novembre 2004, n. 297 Decreto Legislativo 19 novembre 2004, n. 297 "Disposizioni sanzionatorie in applicazione del regolamento (CEE) n. 2081/92, relativo alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni di

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l.

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l. Certification International (UK) Limited [CI UK] è un Organismo di Certificazione accreditato UKAS che fornisce i propri servizi di certificazione attraverso una rete di uffici di rappresentanza in tutto

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Circolare Informativa n 57/2013

Circolare Informativa n 57/2013 Circolare Informativa n 57/2013 TRATTAMENTO FISCALE E CONTRIBUTIVO DELLE SOMME EROGATE A SEGUITO DI TRANSAZIONE Pagina 1 di 9 INDICE Premessa pag.3 1) La transazione: aspetti giuridici pag. 3 2) Forme

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

Il vostro Consiglio dei Governatori

Il vostro Consiglio dei Governatori Il vostro Consiglio dei Governatori Il Consiglio dei governatori è l'organo preposto alla guida del distretto e, come di seguito indicato, fornisce supporto di carattere amministrativo al multidistretto,

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

donare&ricevere Guida rapida alle norme sulla donazione + dai - versi!

donare&ricevere Guida rapida alle norme sulla donazione + dai - versi! Guida rapida alle norme sulla donazione + dai - versi! DONARE AL VOLONTARIATO Vantaggi e opportunità per imprese e persone!l attuale normativa, dopo l approvazione anche della legge Le Organizzazioni di

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli