Anche quest anno la Redazione del giornalino Noi della Musco riparte con una nuova edizione, ricca di contenuti attuali e accattivanti.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anche quest anno la Redazione del giornalino Noi della Musco riparte con una nuova edizione, ricca di contenuti attuali e accattivanti."

Transcript

1

2 Anche quest anno la Redazione del giornalino Noi della Musco riparte con una nuova edizione, ricca di contenuti attuali e accattivanti. Il primo numero è dedicato alla Pubblicità, esaminata sotto diversi punti di vista. Questo lavoro ci ha fatto riflettere e discutere in classe, con i nostri docenti, su come la pubblicità possa influenzare la vita di tutti noi, giovani e adulti. Il giornalino è ricco di contenuti e di immagini pubblicitarie attuali e catturate dal passato, suscitando una certa nostalgia in chi ricorda e rivive alcuni bei momenti della propria esistenza.

3 CHE COS E LA PUBBLICITA? La pubblicità è una forma di comunicazione QUAL E IL SUO SCOPO?. Presentare al pubblico determinati prodotti PERCHE? QUALI SONO I CANALI PIU UTILIZZATI PER FARE PUBBLICITA? PER OTTENERE LA PREFERENZA NEI LORO CONFRONTI E INCREMANTARNE COSI LE VENDITE TELEVISIONE STAMPA COMPUTER POSTA CLASSE I D 1

4 QUALI SONO LE FUNZIONI DI UN MESSAGGIO PUBBLICITARIO? INFORMARE e PERSUADERE!!! FARE SCATTARE UNA MOTIVAZIONE D ACQUISTO CREARE NOTORIETA STIMOLARE L ACQUISTO DEL PRODOTTO 4

5 COME E FATTO UN MESSAGGIO PUBBLICITARIO? IL MESSAGGIO PUBBLICITARIO E COSTITUITO DA TRE ELEMENTI FONDAMENTALI: LE IMMAGINI: possono essere costituite da fotografie o disegni LE PAROLE compaiono in varie forme: titolo, slogan IL MARCHIO è un elemento fondamentale perché permette di identificare il prodotto GLI ELEMENTI CARATTERIZZANTI DI UN IMMAGINE PUBBLICITARIA SONO: 1.TITOLO 2.IMMAGINE PRINCIPALE 3.IMMAGINE DEL PRODOTTO 4. BASELINE 5.TESTO DI ACCOMPAGNAMENTO 6.MARCHIO AZIENDALE IL LINGUAGGIO DELLA PUBBLICITA LA PUBBLICITA, COME TUTTE LE ATTIVITA, HA UN SUO LINGUAGGIO TECNICO AGENZIA DI PUBBLICITA : società che produce pubblicità ART DIRECTOR: il grafico che si occupa dell immagine COPYWRITER: l inventore dei testi DIRETTORE CREATIVO: l ideatore della campagna promozionale ESPERTI DI MERCATO O DI MARKETING: coloro che studiano i potenziali acquirenti BODY-COPY: il testo che illustra le caratteristiche del prodotto o avvertenze d uso TARGET: il bersaglio, il gruppo di potenziali acquirenti destinatari della campagna BASE-LINE: frase breve e molto incisiva che conclude il testo o sottolinea una particolare caratteristica del prodotto che si vuole far ricordare SLOGAN: breve frase che deve imprimersi nella memoria, facendo ricordare il prodotto GIUSEPPE LITRICO, II E 3

6 Come tutti noi sappiamo, e abbiamo notato, ogni giorno la televisione ci assilla con la pubblicità. Gli spot pubblicitari hanno lo scopo di far conoscere un determinato prodotto, ma non sempre si fa un buon affare acquistando quell articolo. Accade infatti che, spesso e volentieri le pubblicità siano ingannevoli, sicuramente vi chiederete il significato di ciò, quindi, facciamo un esempio. Avete presente quando pubblicizzano quelle creme speciali che assicurano il ringiovanimento della pelle? In realtà dopo il loro uso le signore non si risveglieranno belle come miss ma come sempre o forse il loro aspetto sarà peggiorato da un allergia. Quindi è sempre meglio informarsi prima di acquistare qualsiasi cosa, anche la più banale e soprattutto non fidarsi delle loro immagini troppo accattivanti. Tutto questo succede anche se dal 29 aprile 2005 è in vigore la legge numero 49 del 6 aprile 2005 contenente le "Modifiche all'articolo 7 del decreto legislativo 25 gennaio 1992, numero 74, in materia di messaggi pubblicitari ingannevoli diffusi attraverso mezzi di comunicazione" che sanziona con multe salate chi promuove prodotti i cui requisiti non rispondono alla realtà. Ylenia Sciuto, Chiara Zappalà, Chiara Silicato III A 4

7 La pubblicità fa ricorso all erotismo, all esotismo, al fascino delle donne (ma anche degli uomini), in un oggetto di culto per vendere un prodotto. Questi temi dominanti della pubblicità vanno ben oltre al fine originario di informare dell esistenza di un prodotto o di un servizio. Per imprimere nella memoria, lo spot, si fa uso delle tecniche di ripetizioni martellanti inducendo assuefazione sul consumatore, il quale viene invitato ad assumere dosi sempre più potenti o più sofisticate di ILLUSIONI. Giuseppe Gulotta,II C L Ikea è stato fondato nel 1943 dallo Svedese Ingvar Komprad.A 17 anni ricevette dal padre un premio per l impegno nello studio,e lo usò per dar vita alla sua attività. All inizio vendette penne,borse ecc. Nel 1946 si ingrandì tanto che cominciò a disegnare mobili e quando riuscirono a realizzarli ci fu pure il mobilio da commercio. Despar è stato fondato nel 1932 da Adrian Van Well nei paesi Bassi a Zalter. Despar è diffuso in Africa, Estremo orientale, Sud America, Australia, Italia e Mosca. Oggi è la più grande azienda di alimentari. Belluso Samuele,Monteleone Alessio Kevin Laudani II C Carrefour è il più grande ipermercato in termine di reddito. Carrefour è presente in 30 paesi principalmente nell Unione Europea,Brasile,Argenti na,nord,america e Asia. Il primo supermercato Carrefour aprì nel 1959 ad Enna e in Francia ed è stato creato da Marcel Faurmer e Lousis Aeffarey. 5

8 Carosello è il nome di una trasmissione della televisione italiana andata in onda sul Programma Nazionale della RAI (Radiotelevisione Italiana) dal 3 Febbraio 1957 all 1 Gennaio 1977 che veniva trasmessa quotidianamente dalle 20,50 alle 21,00. Consisteva in una serie di filmati (spesso Sketch comici sullo stile del teatro leggero) seguiti da messaggi pubblicitari. Tra questi messaggi ricordiamo i più famosi come quello del detersivo AVA accompagnato dalla frase : AVA come LAVA! e dove figurava il personaggio animato del pulcino Calimero; poi seguiva quello del caffè Paulista accompagnato dai personaggi del Caballero e di Carmensita, e così via. Questo tipo di pubblicità ebbe un enorme successo, e Carosello rimase per molti anni fra le trasmissioni televisive più amate, venendo a rappresentare un tipico appuntamento della famiglia italiana, tanto che ancora oggi la frase a letto dopo il Carosello!... è rimasta parte del linguaggio parlato. Il suo enorme successo fu dovuto all innovazione della réclame, inserendola in un contesto che aveva il pregio di renderla gradevole al pubblico poiché gli spot erano diretti, semplici e si riferivano spesso a luoghi comuni della cultura popolare. Rispetto alla pubblicità moderna, la più lampante differenza rimane il tentativo della RAI di integrare le novità di una nascente società dei consumi in un contesto legato alla tradizione nazionale popolare. In seguito definito, da una certa cultura, diseducativo, poco pratico e dispendioso, nel giorno di Capodanno del 1977, andò in onda l ultima puntata di Carosello. Classi V^ D e V^ C Le Insegnanti: Di Vita Mirella Termine Claudia 8

9 Il giornalista Vance Packard fu il primo a parlare dei messaggi subliminali (1957) quando pubblicò il suo libro I persuasori occulti. Lo scopo dei messaggi subliminali è quello di invogliare i consumatori ad acquistare un determinato prodotto; essi si possono manifestare non solo con la scrittura ma anche attraverso il suono. Nei primi anni 60 si è verificato nei cinema statunitensi come flash pubblicitari di pochi secondi. In realtà è possibile che il video contenga un film nel film una sequenza di colori e di audio che entrano nelle sfere sensoriali. Certi studiosi hanno trovato dei messaggi subliminali di vari tipi anche nella musica: promozionali, commerciali, umoristici ma anche satanici che istigano al suicidio e omicidio. La Disney negli ultimi tempi ha fatto molto scalpore e ribrezzo per i suoi cartoni animati contenenti molti messaggi subliminali sessuali e satanici destinati alla visione dei bambini. Abbiamo fatto varie ricerche su questo argomento e facendo molta attenzione abbiamo scoperto che questi cartoni (che dovrebbero essere innocenti) contengono immagini pedopornografiche, sessuali e sataniche. Noi pensiamo che questi fatti siano non opportuni per un pubblico così piccolo e fragile, istigandolo a crescere con un idea non adatta sul sesso. Chiara Zappalà, Chiara Silicato, Ylenia Sciuto. III A In un giorno come tutti gli altri, due amici si incontrano davanti alla cassa di un supermercato.. Gaia: Ehilà David! Da quanto tempo! Come stai? David: Oi! Bene grazie, e tu? Gaia: Non mi lamento..oh, cosa vedo! Stai comprando lo shampoo Zeorx? D. : Esatto! Penso che sia lo Shampoo migliore al momento! G. Ma scherzi? Io uso il Parmarita, che è completamente diverso dallo Zeorx, te lo consiglio! D. Io invece ti dico che lo Zeorx è assolutamente il migliore, rende i capelli lisci come seta e combatte contro la forfora! G: Beh, a dirla tutta il Palmarita rende i capelli molto morbidi, luminosi e ripara le doppie punte! Che ne pensi? Hai cambiato idea? D. Mh..non sono molto convinto, lo shampoo che compri tu sembra abbastanza buono, ma non credo possa competere con lo Zeorx.. G: Oh! È il mio turno! Beh, domani ti cercherò per telefono così parleremo dell effetto avuto dopo aver fatto una doccia! A presto D: Ci sto mia cara, a domani! Chiara Zappala, Chiara Silicato, Ylenia Sciuto III A Ernesto D amico, Simone Platania, Alessio Monteleone II C 7

10 Il marketing studia le leggi della produzione, distribuzione, vendita di un certo numero di prodotti che il mercato richiede o è potenzialmente pronto ad accettare allo scopo di produrre un profitto d azienda. Possiamo distinguere due diversi tipi di marketing: Il marketing operativo ha il compito di rispettare tutte le scelte che l azienda fa per raggiungere degli obiettivi, invece il marketing strategico è quell attività che programma un impresa per ottenere la collaborazione degli operatori del mercato. Il marketing comprende inoltre delle aree: il marketing che viene definito come un processo popolare ed il marketing management che consiste nel programmare e controllare i progetti con i mercati per realizzare o- biettivi aziendali. Quest ultimo mira soprattutto all offerta di prodotti che secondo gli studiosi di marketing potrebbero riscuotere grande successo sui mercati nazionali. Durante gli ultimi vent anni il marketing ha avuto un forte sviluppo ed esso è diventato argomento di ricerca. In conclusione, abbiamo il noto marketing territoriale la cui attività ha valenza economica e sociale. La sua principale esigenza è quella di produrre un importante cambiamento sul territorio ed il suo significato non deve essere frainteso come una comune attività di natura promozionale. Ylenia Sciuto, Chiara Zappalà, Chiara Silicato. III A 8

11 DAGLI ANNI SETTANTA, ACCANTO ALLA PUBBLICITA COMMERCIALE, SE NE E AFFERMATA UNA DI TIPO SOCIALE PER SENSIBILIZZARE I CIT- TADINI AI GRANDI TEMI DI INTERESSE GENERALE E DI SOLIDARIETA AL FINE DI SOLLECITARNE L IMPEGNO SOCIALE. LA PUBBLICITA PROGRESSO HA LO SCOPO DI PORRE LA PUBBLICITA AL SERVIZIO DELLA SOCIETA, PER CONTRIBUIRE ALLA SOLUZIONE DI PROBLEMI MORA- LI, CIVILI ED EDUCATIVI. NASCE COSI UNA NUOVA CATEGORIA DELLA COMU- NICAZIONE, SVINCOLATA DALLA PRESENZA DEL PRODOTTO E DALL INVITO AL CONSUMO. QUESTI SONO I CRITERI CHE PRE- SIEDONO ALLA SCELTA DEL TE- MA DELLA CAMPAGNA: 1. IL TEMA DEVE AVERE INTERES- SE NAZIONALE 2. LA CAMPAGNA NON DEVE AVE- RE ASSOLUTAMENTE CARATTERE COMMERCIALE TUTTI COLORO CHE LAVORA- NO PER LA PUBBLICITA PRO- GRESSO LO FANNO VOLONTA- RIAMENTE E GRATUITAMEN- TE. SONO FRA I MIGLIORI PRO- FESSIONISTI DEL MERCATO CHE METTONO A DISPOSIZIO- NE IL LORO LAVORO. CLASSE I F 9

12 Se rispetti l andatura, non avrai nessuna frattura. AGATA D ARRIGO Guida con cura, allaccia la cintura e rispetta l andatura. AGATA D ARRIGO Chi non rispetta le regole stradali, può andare incontro ad incidenti mortali. VINCENZO ZUCCHERO Chi guida forte va incontro alla morte. ORAZIO MONTAGNA Attenti a quel vecchietto e guidate con rispetto. ERIKA MONTEGRANDE Guida con attenzione e attenta al pedone. AGATA D ARRIGO Chi non ha il casco può sbattere la testa su un sasso. MANUEL AMATO Chi rispetta la regola stradale non si farà mai male. ERIKA MON- TEGRANDE, VINCENZO ZUCCHERO, CHRISTO- PHER CATA- NIA. CLASSE V B 10

13 Se ti allacci la cintura non avrai più paura. ANTONELLA FALCO, FEDERICA CARBONE Stai attenta ai segnali stradali se non vuoi avere incidenti mortali. ANTONELLA FALCO, FEDERICA CARBONE, FILIPPO CATANIA. Chi va col motorino non deve parlare al telefonino. VINCENZO ZUCCHERO, CHRISTOPHER Se vuoi avere una vita felice guarda il semaforo con i suoi colori ed ascolta i rumori. AGATA D ARRIGO Quando guidi, attento devi stare, altrimenti un botto puoi fare. ADRIAN ARDIZZONE, ALBINI ANGELO Guida con prudenza e allaccia la cintura se segui l andatura e non avrai paura. AGATA D ARRIGO Se il divieto di sosta tu vedrai posteggiare non potrai. ANGELO PAPPALARDO La cintura di sicurezza ti dà la salvezza. ALESSIA PAPPALARDO CLASSE V B 11

14 TUTTI INSIEME SALVIAMO IL NOSTRO AMBIENTE DALL INQUINAMENTO E DAL DISSESTO GEOLOGICO. SALVATORE MASCALI GIOVANNI SCIUTO: non costruire le case vicino al vulcano. Riflessione dell alunna: Dalila Petrosino L uomo moderno non osserva più le caratteristiche del territorio e spesso per interessi egoistici ha tagliato gli alberi e ha costruito case anche sui pendii delle montagne o vicino ai fiumi, trasformando il letto di un fiume in strada. Tutto ciò, ha causato con l arrivo di piogge abbondanti, catastrofe economiche e perdite di vite umane. Le notizie degli ultimi giorni devono far riflettere tutti: autorità responsabili e cittadini a salvaguardare l ambiente e salvare il nostro patrimonio naturale. DAMIANO GANGI: non versare sostanze chimiche perché la natura muore. CRISTIAN DI BENEDETTO: mangiate tanta frutta. Fa bene all intestino ve lo dice Pino DESIRE SPATICCHIA: il pesce è importante evitiamo di inquinare il mare. CLASSE V A DESIRE MANGANARO: Non costruire case vicino ai fiumi 14

15 FRANCESCO DI SIMONE: MANGIA L ARANCIA! CON LA VITAMINA C NON PRENDI MAI IL RAFFREDDORE!!! MARIKA VITALE: NON GETTARE NEI BOSCHI LE CICCHE DI SI- GARETTE PERCHE PROVOCANO INCENDI E DISTRUGGONO L AMBIENTE. MORENA MIRABILE: non si buttano oggetti nel parco NOEMI LEONE DANILO PRATO: salviamo la natura non buttiamo rifiuti nel fiume. MELINA LA MANNA: gran parte degli oggetti che buttiamo via meritano di essere scartati. Sono facilmente riutilizzabili per nuovi scopi. SOSTIENI IL RICICLAGGIO MICHAREL CASTELLI: UNA CASA ABBANDONATA CLASSE V A IOLANDA MASCALI: Rispetta l ambiente Non lasciare rifiuti nel prato. 15

16 CLASSE II D Fumare in gravidanza fa male al bambino Francesco Messina I F VIETATO FUMARE Giuseppe Pulvirenti II F IL FUMO UCCIDE Giuseppe Pulvirenti II F Pierluigi Polino II F Il fumo danneggia la salute Vincenzo Indelicato I F Vincenzo e Francesco 14

17 La scuola per me è un diritto Maria Giulia Illuminato La scuola è importante; ti aiuta ad avere un lavoro in futuro Vai a scuola e non ti fermare Martina Giuffrida Se leggi impari a capire il mondo Manuel Consolo Alessia Arena Mario Nicolosi Lo studio è un diritto Vuoi un futuro migliore? Vincenzo Indelicato Vai a scuola CLASSE I F Rosy Marletta La scuola ti aiuta La scuola è un bene di tutti Noemi Mirabile Rispetta l obbligo scolastico Anna Messina La scuola insegna tante cose importanti Francesco Giannetto Dalila Gianguzzo La scuola ti aiuta a conoscere tanti amici Alessio Russo L istruzione è come un amica Alessia Di Benedetto A scuola facciamo amicizia e studiamo Giuseppe Spoto Andare a scuola aiuta a crescere Francesco Messina La scuola ti dà un altra svolta per il tuo futuro Manuel La Rosa 15

18 La pubblicità ha invaso molti spazi della nostra vita e si inserisce in essi in vari modi. La televisione è uno dei luoghi privilegiati per presentare messaggi pubblicitari. Per realizzarli sono necessarie una serie di figure professionali fra le quali spiccano il musicista e il tecnico del suono. E' indubbio che la musica ha una funzione fondamentale. Se il motivo è accattivante e orecchiabile il brano ritorna in mente con facilità, richiama alla mente il prodotto e soprattutto il desiderio di possederlo. Ma può anche aiutare a creare un'atmosfera particolare intorno al prodotto, dandogli caratteristiche precise. Se si vuole dare un'idea di dinamismo, giovinezza si sceglieranno preferibilmente musiche rock, molto ritmate se si vuole dare un'idea di genuinità e natura la musica sarà più lineare e melodica, semplice e orecchiabile. Si può utilizzare musica già esistente del repertorio classico, leggero, jazz, rock. Potremmo citare Il mattino di Grieg, la romanza di Beethoven, Libertango di Piazzola, Così come sei di Allevi. Oppure musica originale scritta appositamente per quel prodotto. La musica della pubblicità si chiama Jingle, motivo breve e facilmente memorizzabile. Esso può concludersi con un Headline (codino) parte finale del brano che deve rimanere impressa. Fra i motivi creati per la pubblicità un grande successo ha avuto il brano di Vangelis abbinato ad una famosa marca di pasta: il carattere sereno del tema musicale richiamava l idea di famiglia, di cose semplici e di prodotti genuini. Abbiamo fatto in classe l esperienza di costruire una pubblicità partendo da un brano musicale. Abbiamo notato che le caratteristiche di esso (melodia, ritmo, agogica, dinamica) ci orientavano tutti più o meno verso le stesse conclusioni Ne abbiamo definito l immagine e il destinatario e siamo arrivati al prodotto Brano P. SLEDGE, When a man loves a woman Immagine Coppia di innamorati Destinatario Donne eleganti Prodotto Anello di valore D. BRUBECK, Take five Velocità, dinamismo Giovani Moto da cross BEACH BOYS, Barbra Ann E. ELEGAR, Pomp and circumstances Allegria, gioco Bambini, giovani Scarpe da sport Imponenza, serietà Direttori d azienda Occhiali da vista Scarpe da calcio Gigan. Per il giocatore che vuole essere un campione Luigi Gigante Giovanni Longo CLASSE I E Per una vista d aquila Danilo Spadaro Oggi sono proprio rombante Giusy Ragonese 16

19 L'importanza della pubblicità nel mondo odierno cresce ogni giorno di più. Così come gli strumenti di comunicazione sociale esercitano un'enorme influenza in ogni campo, la pubblicità, servendosi dei media quali suoi veicoli, si rivela nel mondo contemporaneo forza pervasiva e potente che influisce sulla mentalità e il comportamento. Così si evince la responsabilità che hanno i media nel promuovere l'autentico e integrale sviluppo delle persone e nel favorire il benessere della società. Infatti l'informazione attraverso i mass-media è al servizio del bene comune. La società ha diritto ad un'informazione fondata sulla verità, la libertà, la giustizia e la solidarietà. Nella società attuale la pubblicità influisce profondamente su come la gente vede la vita, il mondo e se stessa, specie per quanto riguarda i suoi valori e i suoi criteri di giudizio e di comportamento. Il campo della pubblicità è estremamente vasto e vario. Certo, in termini generali, la pubblicità è semplicemente un pubblico annuncio inteso a fornire informazioni e a suscitare interesse ed una certa reazione. Ciò vuol dire che la pubblicità ha due scopi fondamentali: informare e persuadere; e, sebbene questi scopi siano distinguibili, molto spesso sono entrambi simultaneamente presenti. La pubblicità non è la stessa cosa del marketing (il complesso delle funzioni commerciali coinvolte nel trasferimento di beni dai produttori ai consumatori) o delle relazioni pubbliche (lo sforzo sistematico di creare nel pubblico un'impressione favorevole o una "immagine" di certe persone, gruppi o enti). In molti casi essa è tuttavia una tecnica o uno strumento utilizzato da uno dei due o da entrambi. La pubblicità può essere molto semplice, un fenomeno locale persino di quartiere, o può essere molto complessa, implicando ricerche assai accurate e campagne multimediali che coprono il globo. Differisce a seconda di quello che è il pubblico cui mira, così che, per esempio, una pubblicità diretta ai bambini solleva alcune questioni tecniche e morali significativamente diverse da quelle sollevate da una pubblicità diretta ad adulti ben informati. Nella pubblicità non solo entrano in gioco molti media e differenti tecniche, ma la stessa pubblicità è di molti tipi diversi: la pubblicità commerciale per prodotti e servizi; la pubblicità di pubblica utilità a favore di varie istituzioni, programmi e cause; e, un fenomeno oggi di crescente importanza, la pubblicità politica nell'interesse di partiti e candidati. CLASSE II E 17

20 La pubblicità nel mondo contemporaneo è onnipresente, cosicché, nessuno oggi può sfuggire alla sua influenza. Persino coloro che non sono personalmente esposti alla pubblicità nelle sue varie forme si confrontano con una società, con una cultura, con altre persone, soggette, nel bene o nel male, a messaggi e tecniche pubblicitarie di ogni genere. Alcuni critici considerano questa situazione in termini invariabilmente negativi. Condannano la pubblicità come una perdita di tempo, di talento e di denaro, un'attività essenzialmente parassitaria. In quest'ottica, non solo la pubblicità non ha in sè alcun valore, ma la sua influenza è assolutamente nociva e fonte di corruzione per gli individui e la società. C'è del vero nelle critiche. Ma la pubblicità ha anche una rilevante potenzialità per il bene e talvolta esso si realizza. Effetti benefici della pubblicità per l'economia La pubblicità può giocare un ruolo importante nel processo che permette ad un sistema economico, ispirato da norme morali e rispondente al bene comune, di contribuire allo sviluppo umano. Essa si rivela un necessario rodaggio al funzionamento delle moderne economie di mercato che oggi esistono o stanno emergendo in molte parti del mondo e che, se conformi ai principi morali fondati sullo sviluppo integrale della persona umana e la preoccupazione per il bene comune, sembrano essere attualmente lo strumento più efficace per collocare le risorse e rispondere efficacemente ai bisogni di natura socio-economica. In un sistema di questo genere, la pubblicità può essere un utile strumento per sostenere una concorrenza onesta ed eticamente responsabile che contribuisce alla crescita economica, al servizio di un autentico sviluppo dell'umanità. Così può diventare un sano ed efficace strumento per l'aiuto reciproco tra gli uomini. La pubblicità così realizza diversi obiettivi: informa le persone circa la disponibilità dei nuovi prodotti e servizi ragionevolmente desiderabili e circa i miglioramenti apportati a quelli già esistenti sul mercato; aiuta a prendere decisioni come si conviene a consumatori informati e avveduti, contribuendo al rendimento e al calo dei prezzi; stimola il progresso economico attraverso lo sviluppo degli affari e del commercio. Tutto ciò può favorire la creazione di nuovi posti di lavoro, l'aumento dei redditi e un livello di vita più dignitoso e più umano per tutti; può, inoltre agevolare il finanziamento di pubblicazioni, programmi e produzioni, in grado di offrire informazione, intrattenimento e ispirazione alle popolazioni di tutto il mondo. Non vi è nulla di intrinsecamente buono o di intrinsecamente cattivo nella pubblicità. È un mezzo, uno strumento: se ne può fare un retto uso o un cattivo uso. Se può avere, e talvolta ha, effetti positivi come quelli appena illustrati, può avere anche, e spesso ha, un impatto negativo, dannoso sugli individui e la società. I pubblicitari che reclamizzino prodotti e servizi nocivi o del tutto inutili, che vantino false qualità delle merci in vendita, o che sfruttino le tendenze più basse dell'uomo, danneggiano la società umana e finiscono col perdere essi stessi in credibilità e reputazione. Ma recano pregiudizio alle persone ed alle famiglie anche i pubblicitari che creino bisogni fittizi, o che continuino ad inculcare l'acquisto di beni voluttuari, privando così gli acquirenti dei mezzi per provvedere alle loro necessità primarie. Inoltre occorre che essi evitino gli annunci pubblicitari che spudoratamente sfruttino a scopo di lucro richiami erotico sessuali, o che ricorrano alle tecniche dell'inconscio che attentino alla libertà degli acquirenti. Effetti dannosi della pubblicità per l'economia La pubblicità tradisce il suo ruolo di fonte di informazione quando travisa e nasconde fatti pertinenti. Talvolta la funzione informativa dei media può essere sovvertita anche dalla pressione esercitata dai pubblicitari sulle pubblicazioni o sui programmi perché non trattino questioni che potrebbero rivelarsi imbarazzanti o scomode. Il più delle volte la pubblicità viene usata tuttavia non solamente per informare ma per persuadere e stimolare, per convincere le persone ad agire in un certo modo: acquistare certi prodotti o servizi, sostenere certe istituzioni e così via. È qui che si possono verificare particolari abusi. La pratica della pubblicità legata alla marca può sollevare seri problemi. Spesso ci sono solo delle differenze trascurabili tra prodotti simili di marche diverse, e la pubblicità può tentare di indurre le persone a decidere sulla base di motivi irrazionali (fedeltà alla marca, prestigio, moda, sex appeal, ecc.), invece di illustrare le differenze nella qualità e n e l p r e z z o d e l p r o d o t t o q u a l i b a s i p e r u n a s c e l t a r a z i o n a l e. CLASSE II E 18

21 NOI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA VORREMMO PUBBLICIZZARE I NOSTRI PRODOTTI NATALIZI (ALBERI REALIZZATI IN CARTONCINO O CON BOTTIGLIE DI PLASTICA) (Presepi realizzati con diversi materiali) 19

22 (Abbiamo Realizzato addobbi natalizi con carta riciclata) (abbiamo realizzato tanti manufatti con le forme diverse di pasta) 20

23 I.S.S.V.I.R. QUESTO GIORNALINO È STATO REALIZZATO CON I FINANZIAMENTI DEL PROGETTO VIVERE LA SCUOLA I.C.S. XXV A. MUSCO REGIONE SICILIANA Dipartimento Regionale dell Istruzione e della Formazione Professionale P.O. OBIETTIVO CONVERGENZA , 2013, F.S.E. REGIONE SICILIANA D.D.G. N 4019 del 27/10/2010 Investiamo per il Vostro Futuro ASSE IV CAPITALE UMANO Vivere la Scuola 2007.IT.051PO.003/IV/I2F/9.2.5/0625

24 I.C.S. ANGELO MUSCO V.le G. da Verrazzano, CATANIA Tel Fax Sito: Cod. Mecc. CTIC881002

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Ascolta e comprende testi orali "diretti" o "trasmessi" dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo.

Ascolta e comprende testi orali diretti o trasmessi dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo. Classe seconda scuola primaria G.Giacosa Caluso Insegnanti: Actis Oreglia Luigina, Praolini Cristiana Tematiche trasversali ( didattica per competenze-competenze digitali) Progetto didattico secondo il

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli MUSICA E IMMAGINE musica e cinema musica e TV musica e pubblicità Copyright Mirco Riccò Panciroli musica e cinema musica e cinema La colonna sonora colonna sonora Parlato inciso in varie lingue nelle sale

Dettagli

Saper usare correttamente le ricerche di mercato è la linea di confine che separa i bravi professionisti del marketing da chi improvvisa.

Saper usare correttamente le ricerche di mercato è la linea di confine che separa i bravi professionisti del marketing da chi improvvisa. 1. Il confine tra dilettanti e professionisti Saper usare correttamente le ricerche di mercato è la linea di confine che separa i bravi professionisti del marketing da chi improvvisa. Le ricerche di mercato,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

IL METODO CA. PA. LE. S.: CApire, PArlare, LEggere, Scrivere

IL METODO CA. PA. LE. S.: CApire, PArlare, LEggere, Scrivere IL METODO CA. PA. LE. S.: CApire, PArlare, LEggere, Scrivere Paola Casi paola.casi@italianoperme.it Il percorso naturale di acquisizione di una lingua madre per un bambino piccolo segue le tappe indicate

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. LEOPARDI Scuola Primaria N. Stigliani. Se c è di mezzo la pubblicità

ISTITUTO COMPRENSIVO G. LEOPARDI Scuola Primaria N. Stigliani. Se c è di mezzo la pubblicità ISTITUTO COMPRENSIVO G. LEOPARDI Scuola Primaria N. Stigliani Se c è di mezzo la pubblicità Classi quarte A e B Ins. Caterina Genovese Dai comandi e divieti alle regole P e r c o r s o d i E d u c a z

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

ARTE E COMUNICAZIONE VISIVA LA PUBBLICITA

ARTE E COMUNICAZIONE VISIVA LA PUBBLICITA ARTE E COMUNICAZIONE VISIVA LA PUBBLICITA Prof. Antonio Fosca Docente di Arte e Immagine I.C. di Balsorano (AQ) - Scuola Secondaria di I Grado La pubblicità è l arte di convincere i consumatori La pubblicità

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1 ANNO ACCADEMICO 2013-2014 COGNOME NOME MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO TEMPO MASSIMO PER LA CONSEGNA DELLA PROVA: 90 MINUTI 1.Inserisci gli articoli determinativi corretti.

Dettagli

Biologica. Una Guida per Azionisti, Agricoltori, Trasformatori e Distributori. Contatti. www.organic-farming.europa.eu

Biologica. Una Guida per Azionisti, Agricoltori, Trasformatori e Distributori. Contatti. www.organic-farming.europa.eu Commissione europea Agricoltura e Sviluppo rurale Contatti Servizi audiovisivi della Commissione Europea http://ec.europa.eu/avservices/home/index_en.cfm. Sito web sull agricoltura biologica della Commissione

Dettagli

D Illustrare la natura e le conseguenze del peccato. D Apprezzare l'opera di Cristo per togliere il peccato dell'uomo.

D Illustrare la natura e le conseguenze del peccato. D Apprezzare l'opera di Cristo per togliere il peccato dell'uomo. 'II peccato Immaginate che un caro amico vi regali un palazzo pieno di splendidi oggetti. È tutto vostro e potete godervelo! In cambio Egli vi chiede una sola cosa: "Per piacere, non gettarti dal torrione

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

LE DETERMINANTI DEL COMPORTAMENTO DI CONSUMO E DI ACQUISTO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA: I RISULTATI DELLA RICERCA

LE DETERMINANTI DEL COMPORTAMENTO DI CONSUMO E DI ACQUISTO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA: I RISULTATI DELLA RICERCA ADEM LAB- UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA LE DETERMINANTI DEL COMPORTAMENTO DI CONSUMO E DI ACQUISTO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA: I RISULTATI DELLA RICERCA Silvia Bellini Università degli Studi di

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

A) Accenni al fatto che avete frequentato la stessa Università, subito, mentre vi presentate

A) Accenni al fatto che avete frequentato la stessa Università, subito, mentre vi presentate Rispondi al questionario per scoprire quanto sei incisivo nella PERSUASIONE! Per te 10 domande selezionate dal Prof. Robert Cialdini, cattedra di Psicologia e Marketing presso l Università dell Arizona,

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progetti e Laboratori a.s. 2015/16

Scuola dell Infanzia Progetti e Laboratori a.s. 2015/16 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

SOMMARIO. Scopri che albero sei. In quale figura ti identifichi meglio: una pianta solitaria o un albero di bosco?...pag. 19

SOMMARIO. Scopri che albero sei. In quale figura ti identifichi meglio: una pianta solitaria o un albero di bosco?...pag. 19 SOMMARIO Introduzione Gli alberi, antenati maestosi e sacri, specchio di noi stessi...pag. 7 Scopri che albero sei Primo passo In quale figura ti identifichi meglio: una pianta solitaria o un albero di

Dettagli

LA STORIA SIAMO NOI. Il tempo passa e le cose cambiano.

LA STORIA SIAMO NOI. Il tempo passa e le cose cambiano. SCHEDE infanzia - 2 3-10-2007 16:33 Pagina 1 1 Il tempo passa e le cose cambiano. Quali cambiamenti notiamo in noi e nel mondo che ci circonda? Ad esempio, riusciamo ancora a mettere gli abiti e le scarpine

Dettagli

Questa non è una lezione

Questa non è una lezione Questa non è una lezione Sono appunti, idee su Internet tra rischi e opportunità. Che vuol dire non dobbiamo stare a guardare? È il Web 2.0... i cui attori siete voi Chi vi ha insegnato ad attraversare

Dettagli

Italiano Test d ingresso

Italiano Test d ingresso Nome: Nazione: Nr. di telefono / E-mail : Come é venuto/a a conoscenza della F+U? Italiano Test d ingresso 1. Rispondere alle domande Come si chiama?. Di che nazionalità è?.. Ha già studiato l italiano?...

Dettagli

HA - A. Domani andrò pranzo dalla zia, invece stasera resterò casa. cena perchè la mamma preparato la torta per dolce.

HA - A. Domani andrò pranzo dalla zia, invece stasera resterò casa. cena perchè la mamma preparato la torta per dolce. HA - A Ricorda: HA verbo indica possedere, agire o sentire A preposizione risponde alle domande A chi? A fare cosa? Dove? Come? Quando? Completa le frasi con HA oppure con A Domani andrò pranzo dalla zia,

Dettagli

DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE

DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE di Daniela Morandi Prefazione di Barry Sears. Con la partecipazione di Claudio Belotti Copyright 2012 Good Mood ISBN 978-88-6277-409-3 Prefazione del dottor Barry

Dettagli

*LICEO LINGUISTICO *LICEO DELLE SCIENZE UMANE *opzione ECONOMICO-SOCIALE

*LICEO LINGUISTICO *LICEO DELLE SCIENZE UMANE *opzione ECONOMICO-SOCIALE ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE S. GIOVANNI BOSCO *LICEO LINGUISTICO *LICEO DELLE SCIENZE UMANE *opzione ECONOMICO-SOCIALE Viale dei Mille 12 /a Tel. O577-909037 53034 COLLE DI VAL D ELSA ( SI

Dettagli

LE PAROLE DELLA PUBBLICITÀ. La comunicazione per la salute: stili e strategie. Intervento a cura di Giulia Calaprice 27 novembre 2014

LE PAROLE DELLA PUBBLICITÀ. La comunicazione per la salute: stili e strategie. Intervento a cura di Giulia Calaprice 27 novembre 2014 LE PAROLE DELLA PUBBLICITÀ. La comunicazione per la salute: stili e strategie. Intervento a cura di Giulia Calaprice 27 novembre 2014 A CHE CI SERVE LA PUBBLICITÀ? Oltre a interrompere un film, la pubblicità

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA SCUOLA PRIMARIA ALDA COSTA FERRARA CLASSE IV A A.S. 2014/15 PARTECIPIAMO AL CONCORSO Luciana Albieri Edizione2015 Associazione Dammi la Mano SON TUTTE BELLE LE FAMIGLIE

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i bambini Gentili Insegnanti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

Scoprendo il mito musicale. Una ricerca sull impatto della musica negli spazi pubblici.

Scoprendo il mito musicale. Una ricerca sull impatto della musica negli spazi pubblici. Scoprendo il mito musicale. Una ricerca sull impatto della musica negli spazi pubblici... Come il design interno è parte dell esperienza in un negozio, la musica è diventata un importante strumento competitivo

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 COPYWRITER

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 COPYWRITER COPYWRITER 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

I N D I C E. 1. Trasforma Le Tue Passioni In Un Brand Di Valore. 4. L'Importanza dei Social Network per il Tuo Brand

I N D I C E. 1. Trasforma Le Tue Passioni In Un Brand Di Valore. 4. L'Importanza dei Social Network per il Tuo Brand I N D I C E 1. Trasforma Le Tue Passioni In Un Brand Di Valore 2. Crea il Tuo Blog Con Wordpress 3. Blogging: Come Puoi Fare la Differenza e Catturare L'Attenzione del Lettore? 4. L'Importanza dei Social

Dettagli

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA SIAMO TUTTI AMICI Fermani Roberta Nocelli Rita - Grassi Katia Bambini di 2 anni e mezzo e 3 anni Sezioni D e E Il progetto Accoglienza

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

Expo Milano 2015 Nutrire il pianeta, energia per la vita il tema della sostenibilità in forma cartografi ca

Expo Milano 2015 Nutrire il pianeta, energia per la vita il tema della sostenibilità in forma cartografi ca la GuiDa L Educazione al Consumo Consapevole è un progetto nazionale che Coop rivolge agli insegnanti, agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado e alle famiglie con l obiettivo di promuovere una

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

TV e INTERNET i minori e i mezzi di comunicazione. Novara 10 novembre 2007

TV e INTERNET i minori e i mezzi di comunicazione. Novara 10 novembre 2007 TV e INTERNET i minori e i mezzi di comunicazione Novara 10 novembre 2007 Chi c è in casa? i libri, il giornale (1450 in Germania - 1600 in Inghilterra nasce il primo quotidiano), la fotografia ( 1827

Dettagli

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3)

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) 1. Completa il testo con gli articoli e le desinenze dei nomi e degli aggettivi. Le tendenze alimentari italiane. Quali sono le mode alimentari

Dettagli

Il nostro percorso...verso la scelta giusta!

Il nostro percorso...verso la scelta giusta! Il nostro percorso......verso la scelta giusta! Questo testo è nato dalle relazioni che la nostra prof di lettere ci ha assegnato come verifica finale del lavoro; descrive il percorso che abbiamo seguito,

Dettagli

Communication mix - Advertising

Communication mix - Advertising Economia e Tecnica della Comunicazione Aziendale Communication mix - Advertising Lezione 11 Pubblicità Qualunque forma di presentazione e promozione non personale di idee, beni o servizi svolta dietro

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

Le 7 Strategie di un Sito Vincente

Le 7 Strategie di un Sito Vincente Le 7 Strategie di un Sito Vincente Il Sito Vetrina è il modo più diffuso di realizzare un sito web. Fino a 10 anni fa, gli unici che potevano realizzare un sito internet di questo tipo erano i Web Master

Dettagli

CODICE ETICO. DI ACI Informatica SPA

CODICE ETICO. DI ACI Informatica SPA CODICE ETICO DI ACI Informatica SPA Versione 2 approvata dal Consiglio di Amministrazione di ACI Informatica S.p.A. il 16/11/2009. I riferimenti del Codice Etico a ACI Informatica o Società o Azienda si

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1 GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1 I 18 Segreti per Avere Successo nel Multi-Level Marketing 2 Titolo NETWORK MARKETING 3X Autore Giacomo Bruno Editore Bruno Editore Sito internet http://www.brunoeditore.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

L ambiente L ambiente è tutto ciò che ci circonda ed è un bene prezioso che abbiamo ricevuto in dono. L ambiente è la Terra, la montagna,l acqua e

L ambiente L ambiente è tutto ciò che ci circonda ed è un bene prezioso che abbiamo ricevuto in dono. L ambiente è la Terra, la montagna,l acqua e L ambiente L ambiente è tutto ciò che ci circonda ed è un bene prezioso che abbiamo ricevuto in dono. L ambiente è la Terra, la montagna,l acqua e anche l Uomo. Grazie agli alberi e al processo della fotosintesi

Dettagli

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi Breve corso di educazione stradale per i ragazzi L importanza delle regole Perché esistono le regole? Perché se non esistessero regnerebbe il caos totale. Le regole sono necessarie perché senza esse nulla

Dettagli

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario MACARIOPOLI O POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario La Terra sembra essere divisa in due parti Una di queste

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

I 5 errori più frequenti

I 5 errori più frequenti I 5 errori più frequenti degli ottici su di Mauro Gamberini In questo report scoprirai: i 5 errori più frequenti commessi dagli Ottici su FB Qual è l errore principale e perché non commetterlo i 5 motivi

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Edizioni il Molo www.edizioniilmolo.it info@edizioniilmolo.it. A tutti i bambini che diverranno amici di Natalino

Edizioni il Molo www.edizioniilmolo.it info@edizioniilmolo.it. A tutti i bambini che diverranno amici di Natalino Edizioni il Molo www.edizioniilmolo.it info@edizioniilmolo.it A tutti i bambini che diverranno amici di Natalino Prima Edizione Edizioni il Molo, 2014 Via Bertacca, 207-55054 Massarosa (LU) Tel e Fax 0584.93107

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 SPEDIRE UNA LETTERA A.: Con queste telefonate internazionali spendo un sacco di soldi. B.: A.: B.: A.: B.: A.: B.: Perché non scrivi una lettera? Così hai la possibilità di dire tutto quello che vuoi.

Dettagli

Modulo 3. Stili a confronto

Modulo 3. Stili a confronto Modulo 3 Stili a confronto FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di incrementare nei ragazzi la conoscenza di sé attraverso l auto-consapevolezza dei propri stili di apprendimento e di lavoro, e di

Dettagli

Tanti nuovi amici. Funzioni comunicative Lessico Morfosintassi

Tanti nuovi amici. Funzioni comunicative Lessico Morfosintassi Funzioni comunicative Lessico Morfosintassi Comprendere e scrivere un breve post Comprendere e raccontare esperienze personali Parlare dei propri progetti futuri Consolidamento e sviluppo del lessico presentato

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

IL LINGUAGGIO PUBBLICITARIO

IL LINGUAGGIO PUBBLICITARIO IL LINGUAGGIO PUBBLICITARIO Annunziata Gemma PREMESSA La pubblicità è una forma di comunicazione che ha lo scopo di indurre i potenziali acquirenti alla scelta di un prodotto o di un servizio o ad accrescere

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo bambini

Livello CILS A1 Modulo bambini Livello CILS A1 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

di Teresa Tardia Marketing e Vendite >> Marketing e management www.intesasanpaoloimprese.com

di Teresa Tardia Marketing e Vendite >> Marketing e management www.intesasanpaoloimprese.com IL RUOLO DELLA RADIO E DELLA TV LOCALE PER LE PICCOLE IMPRESE di Teresa Tardia Marketing e Vendite >> Marketing e management Sommario Introduzione...3 Le caratteristiche dei media...5 Le caratteristiche

Dettagli

Progetto SEM www.progettosem.com

Progetto SEM www.progettosem.com Un Business Inusuale con un Potenziale Guadagno a SEI CIFRE con sole 10 Vendite! Introduzione a Progetto S.E.M. Ciao e grazie per aver scaricato questo ebook Quando iniziai a dedicarmi a tempo pieno nel

Dettagli

inclinazione del terreno ostacoli voluminosi

inclinazione del terreno ostacoli voluminosi Unità 7 Macchine agricole e infortuni CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi scritti sulla sicurezza in agricoltura le parole relative alla sicurezza in agricoltura e all uso delle macchine

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

PUBBLICITÁ PROGRESSO Il sinonimo di pubblicità sociale.

PUBBLICITÁ PROGRESSO Il sinonimo di pubblicità sociale. 1 PUBBLICITÁ PROGRESSO Il sinonimo di pubblicità sociale. 4 1 CHI È PUBBLICITÁ PROGRESSO La Fondazione Pubblicità Progresso è un organismo istituzionale senza fini di lucro. Il suo scopo è di contribuire

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Progettazione e realizzazione di un annuncio pubblicitario a mezzo stampa (annunci in giornali o riviste).

Progettazione e realizzazione di un annuncio pubblicitario a mezzo stampa (annunci in giornali o riviste). Progettazione e realizzazione di un annuncio pubblicitario a mezzo stampa (annunci in giornali o riviste). campagna pubblicitaria Serie di messaggi pubblicitari che, attraverso uno o più media, mirano

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry I NONNI Obiettivo: riconoscere il sentimento che ci lega ai nonni. Attività: ascolto e comprensione di racconti, conversazioni guidate. Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry Quando Roberto

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Come creare una CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE in solo 10 minuti e dal sicuro successo, attraverso un OGGETTO personalizzato!

Come creare una CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE in solo 10 minuti e dal sicuro successo, attraverso un OGGETTO personalizzato! Come creare una CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE in solo 10 minuti e dal sicuro successo, attraverso un OGGETTO personalizzato! Realizzato da Luca Giovannetti, responsabile marketing di Europromo La società Europromo

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Il Broker Il blog per l Intermediario Assicurativo RISULTATI DELLA RICERCA: Sei un intermediario 2.0?

Il Broker Il blog per l Intermediario Assicurativo RISULTATI DELLA RICERCA: Sei un intermediario 2.0? Il Broker Il blog per l Intermediario Assicurativo RISULTATI DELLA RICERCA: Sei un intermediario 2.0? A) CONSIDERAZIONI PRELIMINARI: LA RICERCA E IL TARGET 1. Il campione analizzato La ricerca, svolta

Dettagli

INVASIONE DI FALSE BORSE GRIFFATE MA 1 SU 4 NON CI RINUNCIA

INVASIONE DI FALSE BORSE GRIFFATE MA 1 SU 4 NON CI RINUNCIA INVASIONE DI FALSE BORSE GRIFFATE MA 1 SU 4 NON CI RINUNCIA ROMA - Alla borsa griffata 'taroccata' non rinuncia un consumatore italiano su quattro. Emerge da un'indagine Confcommercio- Format. Oltre alle

Dettagli