SENIORES TELECOM ALATEL sommario n. 41

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SENIORES TELECOM ALATEL sommario n. 41"

Transcript

1

2 SENIORES TELECOM ALATEL sommario n. 41 Periodico d informazione per i Soci SENIORES TELECOM - ALATEL/LAZIO Direttore Editoriale Guglielmo Carretti Capo Redattore Luciano Stoppa Comitato di Redazione Francesco Abet, Aldo Baldazzi, Virio Berti, Renato Cardinali, Carlo Carissimi, Guglielmo Carretti, Enrico Casini, Giancarlo Cocco, Umberto Corradini, Domenico Fiorini,Franco Fontana, Giuseppe Gargano,Francesco Gioffreda, Cesare Lucarelli, Amalia Madonna, Roberto Malasoma, Manuela Mottironi, Pier Paolo Musicarelli, Gian Carlo Pasquini, Franco Pettorini, Luciano Stoppa, Marco Turbati. Sede SENIORES TELECOM ALATEL LAZIO Via Cristoforo Colombo, Roma Tel fax (0-24) (dal lunedì al venerdì ore 9-12) Sito: per versamenti: conto corrente postale numero intestato a: ALATEL - Associazione Lavoratori Seniores Gruppo Telecom Italia s.p.a. oppure Bonifico bancario sul c/c Unicredit Banca di Roma codice IBAN IT 20 Q Bonifico sul c/c postale Alatel Lazio IBAN IT 15 C Fotografie: C. Carissimi, G. Carretti, C. Esposito A. Madonna, A. Movizzo, P.P. Musicarelli, L. Passero, F. Pettorini, L. Stoppa, P. Zaccaria Impaginazione e grafica Edizioni Manfredi Stampa Edizioni Manfredi Via Gaetano Mazzoni, 39A Roma tel./fax Finito di stampare nel mese di Maggio incipit Cari Soci 2 insanità Assilt 4 ineuropa Galleria dei Soci 10 inincontro L incontro delle telefoniste 11 indifficoltà Spunti per prevenire i rischi nella rete 13 infilatelia L uomo e lo spazio 17 intelecom Facilitazioni telefoniche 18 indiritto Gocce legislative 19 inprevidenza Gocce previdenziali 20 insieme Arpino Palazzo della Cancelleria Spettacolo di primavera 22 insolidarietà L altra metà del cielo Attenti ai Selfie Sticks 24 interritorio Palazzo Doria Pamphili 26 inolivetti Adriano Olivetti 27 inbanda Il piano Banda Ultra Larga 28 ineuropa Rapporto Eurostat 1 DI COPERTINA La luna e il Colosseo 3 DI COPERTINA In Memento 4 DI COPERTINA Foto attività

3 Cari Soci, siamo nel pieno dell attività del 2015: mentre si stanno svolgendo quelle programmate per il 1 sono state già definite quelle relative al 2 semestre dell anno (il relativo Comunicato è già in partenza). Tra queste, ricordo, è prevista la visita all EXPO di Milano, evento di livello mondiale che fa onore all Italia; l Alatel Lazio sarà presente e questo mi rende fin da adesso particolarmente contento e orgoglioso. Inoltre, sul finire di ottobre, un altro avvenimento interesserà l Alatel nel suo complesso: mentre scriviamo, la Presidenza Nazionale ha in cantiere l organizzazione di una Convention di tutte le strutture Alatel (alla quale, peraltro, possono partecipare anche i Soci) per mettere a punto gli obbiettivi comuni per il prossimo futuro. Come vedete, quindi, la nostra Associazione presenta una vivacità e una dinamicità che fa onore a tutti coloro che, volontari, si adoperano per attuare programmi interessanti sotto ogni aspetto affinché i Soci possano sentirsi sempre più e sempre meglio parte integrante di un gruppo. Moltissimi di Voi, e ne siamo contenti, hanno aderito alle facilitazioni telefoniche che la Telecom ha voluto riservare ai pensionati iscritti all Alatel e altrettanti di Voi partecipano alle nostre attività che hanno come temi visite ai Musei, a Monumenti, a Città, a Borghi storici e così via per approfondire la conoscenza del territorio che ci circonda. Quindi Vi aspetto e nel contempo, mi permetto ricordare a qualche distratto di mettersi in regola con la quota associativa. Grazie e cari saluti, dal vostro incipit 1 Presidente Gian Carlo Pasquini CONTRIBUTO DI SOLIDARIETÀ TELEFONICI Informiamo che i ricorsi instaurati dall Alatel Lazio avverso il noto contributo di solidarietà telefonici (applicato dal e previsto sino al ) stanno proseguendo nel loro iter giudiziario. Infatti 28 di questi ricorsi - dopo una prima udienza di febbraio u.s.. - sono stati aggiornati al 9 luglio p.v. per la decisione; una parte sono stati discussi nell udienza del 29 aprile e rinviati al 5 ottobre 2015; per gli altri è stata fissata l udienza il 16 luglio p.v.-

4 2 insanità L. Stoppa Associazione per l assistenza sanitaria integrativa ai lavoratori delle aziende del Gruppo Telecom Italia L ASSILT (Associazione per l Assistenza Sanitaria Integrativa ai Lavoratori della Telecom) si è costituita il attraverso un accordo tra l allora SIP e le Organizzazioni Sindacali per costituire un associazione strutturalmente ed amministrativamente autonoma finalizzata all integrazione delle prestazioni fornite dal SSN, alla prevenzione ed alla educazione sanitaria. Vi aderiscono i lavoratori del gruppo Telecom Italia ed i loro familiari a carico non aventi diritto ad altra forma di assistenza integrativa, i pensionati ed i loro familiari sempre a carico. L Associazione non ha fini di lucro e persegue lo scopo di erogare a favore degli associati prestazioni integrative di quelle fornite dal SSN, ivi comprese, in concorso con le strutture sanitarie pubbliche, la effettuazione di ricerche, indagini conoscitive ed interventi di prevenzione sanitaria a tutela della salute e della integrità fisica degli associati. Di questa importante Associazione cui sono iscritti la maggior parte dei nostri Soci Alatel Lazio, abbiamo voluto conoscere qualche dato relativamente alla sua imponente gestione e quindi ci siamo rivolti al Dott. Marco Antolini, responsabile nel settore HS di questa struttura; lo abbiamo incontrato nel suo studio di Roma Via del Pellegrino ove affluiscono e vengono lavorate le pratiche di rimborso. In un colloquio molto cordiale come può essere un incontro tra colleghi di antica data, gli abbiamo chiesto quanto segue: Dottor Antolini, cosa vuol dire occuparsi del service amministrativo per ASSILT e ASSIDA? In primo luogo, significa puntare a fornire un servizio efficiente e di qualità ai due Enti ed agli Associati: in particolare, per ASSIDA assicuriamo la lavorazione amministrativa delle richieste di rimborso, mentre per ASSILT ci occupiamo anche delle attività di risposta al Numero Verde , del presidio degli sportelli e delle attività di controllo affidateci dall Associazione. Può darci qualche dato? Nel 2014 abbiamo complessivamente processato oltre richieste di rimborso indirizzate ai due Enti, per un totale di oltre 71 milioni di rimborsi erogati. Abbiamo garantito quasi contatti telefonici ai soci Assilt, dando informazioni sulla normativa dei rimborsi e sulle richieste di rimborso inviate, assistendo altresì gli associati nella soluzione di eventuali problemi inerenti il rapporto associativo; la stessa attività è stata svolta presso gli sportelli fisici, nelle 10 principali città dove siamo presenti con le nostre persone. Infine, abbiamo assicurato tutti i controlli previsti dal Contratto di Servizio, oltre quelli che autonomamente poniamo in essere per garantire i crescenti livelli di qualità e sicurezza delle nostre lavorazioni Sono numeri importanti. Impegnativi, direi. Ma abbiamo l orgoglio di confermare, se possibile migliorandoli, i risultati raggiunti: ad esempio, rimborsiamo le pratiche Assilt mediamente in 16 giorni ed abbiamo dei tempi medi di attesa al Numero Verde inferiori ai 2 minuti. Ha qualche consiglio da dare ai nostri lettori iscritti all Assilt? Si, per cominciare, suggerirei ai soci pensionati di approfittare dell apertura pomeridiana (martedì e giovedì dalle 14,30 alle 16) per chiamare il Numero Verde: si tratta di un servizio esclusivamente dedicato a loro, poco affollato, che consente di avere accesso pressoché immediato all operatore. Anche al mattino dopo le 11 abbiamo ugualmente bassi tempi di attesa.

5 Un altro consiglio è quello di abbandonare l invio di pratiche in modalità cartacea alla Casella Postale: l utilizzo del sistema Fax Server, magari con l aiuto di amici che già lo utilizzano o di persone di fiducia, consente di avere i rimborsi in tempi più rapidi ed a noi una gestione più efficiente del processo. Altrettanto importante è dotarsi di un indirizzo di posta elettronica, in modo da agevolare la comunicazione con l Associazione. Infine, un cenno alle domande di rimborso non evadibili Argomento molto importante; sono infatti ancora molto numerose le richieste di rimborso che vengono restituite per carenza documentale o perché riguardano spese sanitarie non rimborsabili a termini di Regolamento; quindi un consiglio fraterno a tutti: leggete attentamente il Regolamento prima di inviare le richieste e, nel dubbio, il Numero Verde ( ) è sempre disponibile per aiutare gli associati nel trovare le giuste indicazioni. *** Il colloquio è terminato e congedandoci dal Dott. Antolini,oltre al nostro grazie per la disponibilità dimostrata, gli rivolgiamo infiniti auguri per il suo lavoro in un settore così importante per la salute degli Associati. 3 MARCO ANTOLINI - Assunto in SIP, nel 1985 si occupa inizialmente di Sviluppo Risorse, per poi ricoprire dal 1992 la responsabilità della Selezione. Nel 1995 viene trasferito a Napoli come responsabile di Gestione Risorse Umane per la Campania-Basilicata. Dal 1996 al 2005 è in TIM, dove ricopre diversi incarichi di responsabilità sia nel Marketing sia nell ambito delle Risorse Umane, da ultimo come responsabile del Personale per il Nord-Est a Padova. Con la fusione TIM-Telecom, passa ad operare a Bologna, occupandosi fino al 2009 di Gestione Risorse Umane Sales e Customer Services per le regioni del Nord-Est e Centro-Nord.Nel 2010 partecipa alla start-up di HR Services, dove tuttora è responsabile della Service Unit ASSILT e ASSIDA La relazione del Convegno è pubblicata su Esperienza

6 4 ineuropa G. Carretti GALLERIA DEI SOCI (ricordo del loro lavoro) NELLE TELECOMUNICAZIONI IN GIRO PER IL MONDO E I RIFLESSI SULLA FAMIGLIA (Antonio Moscia) Al nostro Convegno di Pomezia, a gennaio scorso, il dr. Antonio MOSCIA era circondato da colleghi che lo salutavano cordialmente; ne erano parecchi perché Moscia è stato uno dei più attivi globetrotters del nostro settore avendo girato molte delle sedi della nostra Azienda. Personalmente chi scrive ha anche dei punti in comune con lui avendo cambiato un po di posti di lavoro - non come lui - ed essendomi laureato come lui mentre avevo già in atto il rapporto di lavoro ed avevo messo su famiglia. Ci siamo fatti raccontare da lui quanti e quali cambiamenti di lavoro gli sono capitati: Sono entrato in TETI a quasi 21 anni, nel 1959, ed ho lavorato nell Area Tecnica Rete Esercizio come Assistente, poi nel 1969 mi sono laureato in Economia e Commercio cosa che ha favorito la carriera Beh, nel 1971 sono stato nominato Direttore dell Agenzia di Rieti fino al 1975 quando sono passato a quella di Viterbo, fino al rientro nella Direzione Esercizio della IV Zona nel 1980 come Vice Direttore e Responsabile dell Esercizio Rete, con una parentesi nel 1983 quando ho partecipato al corso per Dirigenti a Fontainebleau. E da qui un incarico particolarmente impegnativo Si, nel 1985 arrivò l incarico di Direttore dell Agenzia Roma Nord, quella che comprendeva praticamente il Centro di Roma con tutti i problemi che quell area comportava; ma nel 1988 cominciai ad allargare il raggio dei movimenti andando a fare il Responsabile dell Area Mercato nella Direzione Regionale Puglia, poi nel 1993 lo stesso incarico nella Direzione Regionale Toscana fino all impegno notevole di Direttore Regionale in Calabria. E poi il cambio addirittura di emisfero Si, dal 1990 la STET prima e Telecom Italia poi, allargarono la propria attività fuori dal territorio nazionale, iniziando con Telecom Argentina e passando poi a varie compartecipazioni nelle TLC nell America Latina. Ed io mi ritrovai nel 1997 come Vice Direttore Generale della ENTELPHONE, in Cile. Il che vuol dire esperienze completamente nuove e diverse; quali sono quelle più rimembrabili? Ma di quelle di lavoro ci sarebbe molto da raccontare però voglio sottolineare le condizioni che hanno influito in modo notevole sulla mia famiglia, in modo particolarissimo sulla vita di mio figlio Lorenzo, con risvolti che potrebbero essere raccontati in un film. E proprio lui, mio figlio, ha raccontato come, dopo che gli avevo regalato il viaggio per andare a passare un periodo di vacanza all isola di Pasqua,(*) aveva eletto quel posto a luogo dell anima, dove era voluto tornare in modo anche avventuroso, dove aveva trovato amicizie e motivazioni, dove la sua passione per la fotografia aveva registrato e fissato le immagini di momenti irripetibili trascorsi tra quelle inspiegabili opere statuarie che sono i Moai, dove Lorenzo era stato accettato e cooptato dai locali anche nella ricostruzione di reperti della loro storia. Esperienze raccontate in un libro - All ombra dei Moai - dove Lorenzo ha fermato i suoi ricordi e le immagini raccolte in modo da raccontare anche l anima dei suoi amici rimasti nell altra parte del mondo, dove è inverno quando qui è estate, dove anche le stelle sono diverse,

7 dove tutto è più lontano di qualsiasi altra parte del mondo (ved.foto).* Dove avete sentito mai un corollario di questo tipo ad una intensa vita di lavoro, un racconto che potrebbe costituire una rendita anche per il giovane che si è trovato a vivere una vita mai pensata in un luogo mai immaginato con persone di un ambiente completamente imprevedibile, ma che poi è rimasto amareggiato dal ritorno nel primo ambiente che si è rivelato avaro nel proporgli un minimo lavoro che almeno potesse permettergli un tranquillo proseguimento con la sua giovane famiglia utilizzando la sua non comune vena artistica. (*) L Isola di Pasqua appartiene al Cile, dal quale dista 3600 km, è raggiungibile in aereo da Valparaiso con un volo di circa 5 ore. E l isola abitata più distante da tutto nel mondo; è stata resa famosa dal film RAPA NUI che è il nome dell isola in lingua locale. I MESTIERI INVISIBILI 5 IL TECNICO GIUNTISTA (Luciano Scarfò) Sul primo numero 2014 di questo giornale era riportata una notizia: la fondazione Telecom Italia aveva lanciato, nel 2012, un bando sui luoghi ed i mestieri cosiddetti invisibili affinchè fossero apprezzati ancora oggi e quindi non dimenticati. Il primo di questi mestieri di cui si è scritto sul nostro giornale, è stato quello del tecnico giuntista di cavi telefonici in un articolo, ampio e completo, che ho letto con una certa emozione e molta nostalgia. A proposito di nostalgia e di ricordi viene alla mente la figura del tecnico giuntista addetto alla manutenzione dei cavi interurbani del Lazio, non tanto per le piccole differenze tecniche di cui tener conto nell esecuzione dei lavori, quanto per le situazioni ambientali, ed a volte impreviste, nelle quali i lavori dovevano essere effettuati. Quindi, soprattutto, per due motivi: Cavi interurbani, tutti attestati nella centrale di S. Maria in Via, a Roma, raggiungevano su palificazioni od interrati lungo strade ma anche in campagne semideserte, le località di destinazione finali, come Tivoli, Rocca di Papa, Monte Cavo, Anzio, Palestrina ed altre ancora. Il tecnico giuntista della rete interurbana interveniva su cavi di tipo diverso: si passava da cavi in rame da 9/10 di mm. ai cavi in rame da 13/10 di mm.(residuati bellici) ed ed evidentemente,era necessario tener conto di queste differenze sia nelle operazioni di calcolo per la localizzazione di guasti dalla stazione di misura, sia nelle operazioni di giunzione da eseguire, oltre che con la tecnica dello spiralino, anche con la saldatura di ogni singolo filo con attrezzature e sistemi diversi. Naturalmente la preparazione tecnica di base e le conoscenze specifiche della rete telefonica erano le stesse per tutti i tecnici giuntisti, in qualunque ambito prestassero la loro opera, urbano od interurbano, così come erano gli stessi, per tutti, alcuni valori fondamentali quali: la totale dedizione al lavoro, lo spirito di sacrificio ed il vanto di appartenere alla classe considerata da tutti la aristocrazia operaia.

8 Tuttavia, mentre gli interventi da effettuare su cavi con strutture particolari, erano possibili adottando tecniche diverse ed una diversa organizzazione del lavoro, rimanevano sempre imprevedibili gli accadimenti in cui ci si poteva trovare coinvolti nelle aperte campagne, lungo confini di proprietà o tra i filari di vigneti dove i cavi arar, residuati bellici, erano stati posati a suo tempo. altro con la vettura di servizio - la famosa 600 multipla targata Roma guidata dall assistente che, per la stanchezza accumulata, si accorgeva, solamente all arrivo a Roma, di aver effettuato il percorso Anzio-Roma tutto in terza marcia: il motore era fumante ma una fontanella ed un cappello utilizzato come recipiente hanno permesso alla vettura di completare il giro portando tutti a destinazione. 6 Qualcuno di questi si affaccia alla memoria: nel corso di un intervento per la riparazione di un guasto su un cavo interrato in aperta campagna: si stava scavando per accedere al cavo quando il proprietario del terreno, intervenuto sul posto, pretendeva che quei lavori fossero immediatamente sospesi: il suo telefono era funzionante e ciò provava che il guasto era da ricercare altrove. Ne seguì una discussione e si era in attesa dell intervento dei carabinieri, quando giunse qualcuno ad informare il proprietario che il suo telefono era andato fuori servizio; in quello stesso momento fu permesso ai tecnici di continuare con ogni libertà il proprio lavoro fino al completo ripristino del servizio: la successiva riappacificazione tra le parti avvenne con strette di mano di fronte ad un gradevole spuntino offerto dal rabbonito utente. Poteva anche succedere che la riparazione di un guasto, molto lontano da Roma, si protraesse ben oltre la mezzanotte ed a quell ora era necessario accompagnare i componenti della squadra alle proprie abitazioni, qualcuno con il furgone in dotazione e qualche Qualche volta le situazioni cui succedeva di assistere potevano essere anche simpatiche così come è accaduto nelle campagne di Zagarolo. In quell occasione, in una bella mattinata di sole, la squadra dei giuntisti ha ricevuto la visita del proprio capo servizio, un ingegnere che non sopportava sentir dire parolacce. Il caso però gli ha fatto incontrare un gruppo di ragazzini che giocavano, rincorrendosi, su un bel prato verde e, ad uno di loro, era sfuggita una parolaccia; immediatamente è stato ripreso da quel signore dai capelli bianchi che lo ha condotto. assieme ad i suoi amici, ai margini del prato che dava su una profonda vallata ed a tutti ha fatto notare la bellezza della natura circostante che lui - il ragazzino - aveva offeso con la sua parolaccia. A quel punto tutti erano ammutoliti ed interdetti per le parole dette da quel signore sconosciuto, ma il ragazzino della parolaccia, improvvisamente e nel silenzio più assoluto, lo ha guardato dal basso in alto e, farfugliando una seconda parolaccia, è scappato via seguito dai suoi coetanei. GARBATELLA - ALATEL - ADELIO E IO (P.Paolo Musicarelli) FATTI E TESTIMONIANZE DI VITA TELEFONICA (Giugno 1944) PREMESSA: Io sono tuttofarepocofare dell ufficio dell ALATEL-LAZIO; Adelio CANALI è il mio caro compagno di banco delle superiori, autore del libro LA TERRAZZA SULLA GARBATELLA ricordi (Edup editore; Roma 2008 ) libro che mi ha ispirato e spinto a questo scritto e di cui spingo tutti voi, cari lettori,alla lettura, per la realtà degli eventi e dei personaggi tra i quali spicca la figura del padre, MARCELLO, fiero partigiano combattente per la libertà dai nazisti.

9 Da quando il Presidente Giancarlo Pasquini mi ha invitato, tramite il Segretario Aldo Baldazzi, a dare una mano nei solleciti dei pagamenti della quota associativa (sapevano che dopo la pensione avevo fatto l assicuratore e quindi espertissimo in solleciti di pagamento), durante il percorso per raggiungere il non vicino ufficio, ripensavo ai momenti trascorsi, una vita fa, a casa di Adelio nato e cresciuto alla Garbatella. L ubicazione di ALATEL-LAZIO, appunto alla Garbatella, suscita in me, ogni volta, il ricordo di un allegro, numeroso e rumoroso incontro con Adelio e i suoi simpatici amici, ragazzi e ragazze del luogo. Questo, all epoca, inizio anni 50, aveva per me un fascino particolare: grandissimi palazzi/alveari, chiamati alberghi, dove le famiglie vivevano in marcata comunione in quanto le abitazioni, affacciando su ballatoi lunghissimi, consentivano agli abitanti di incontrarsi con facilità e di familiarizzare. I motivi di tali situazioni li potete trovare su internet o su guide di Roma; ve li risparmio, ma le differenze con il mio quartiere così borghese e perbene erano così marcate, le situazioni tanto diverse, da rendere l incontro con Adelio particolarmente interessante e, come si dice oggi, intrigante. Infatti qui potevo vedere quantità di ragazzi e ragazze che giocano in strada senza alcuna presenza adulta, in totale libertà, oltre che a pallone, a strani giochi - piastrelle, sottomuro, tre-tre giù- giù - per me sconosciuti. Dalle mie parti invece si gioca a palla prigioniera, a cerchietti a corda, a bandiera e mai in strada ma solo in parrocchia o in cortile o al giardino dove ci conducevano mamme o fantesche: qui invece la vita è bella! Né sorveglianti né limiti di luoghi e di recinti. Ecco il motivo del fascino! La mia presenza non passava però inosservata: sguardi minacciosi dei ragazzi nei confronti dello sconosciuto signorino con i costosi pantaloni alla zuava, ed occhiate assassine delle fanciulle, malvestiti ma senza che ci facciano alcun caso. Adelio mi veniva sempre incontro, alla fermata del tram n 5, informato dalle grida che da un ballatoio all altro segnalavano l arrivo in zona di un estraneo ed averlo accanto rendeva meno dura l accoglienza di cui sopra. Pensate, cari amici, che sto parlando del luogo in cui è stato costruito l edificio nostra sede, delle sue immediate adiacenze, all epoca prati appena interrotti dalle rovine cespugliose della cisterna romana meritoriamente restaurata dalla SIP e di qualche baracca di poveracci senza casa. Passavamo molte ore a chiacchierare con i suoi amici che, dopo la diffidenza iniziale, si erano decisi ad accogliermi nel gruppo. Un po di ostilità mi veniva chiaramente esternata dalle ragazze che pensavano le snobassi per via della mia provenienza dai quartieri alti, una in particolare, che mi piaceva tanto, dichiarò di non gradire confidenze con un ragazzo che non fuma. Se avesse saputo quante sigarette ho fumato da adulto! Pian piano, entrando in confidenza con l ambiente, sono venuto a conoscenza di quanto gli abitanti di questo quartiere si erano adoperati con grande solidarietà per affrontare le enormi difficoltà conseguenti all 8 settembre del 43, per mancanza di alimenti e delle materie prime, necessarie ai numerosi artigiani, per i loro piccoli lavori che garantivano però gli indispensabili mezzi di sopravvivenza. Ho saputo degli atti di valore a favore dei tanti militari sbandati e degli appartenenti alla Resistenza, intensamente svolta da giovani e anziani a rischio della propria vita; ho saputo della pericolosa ricerca delle armi abbandonate dall esercito o rubate a nazisti ubriachi, per destinarle ai numerosissimi partigiani garbatellini. Ho ascoltato racconti di episodi di guerra partigiana svolti all interno della città pagando grossi prezzi di sangu - fosse ardeatine - e subendo crudele tortura nelle carceri di via Tasso. Passavamo il tempo libero anche al cinema e sui campi di calcio. La domenica il padre di Adelio, tecnico dell azienda elettrica, aveva trovato il modo di alimentare un vecchio grammofono che ci permetteva di ballare in terrazza. Vino e biscotti erano il rinfresco molto apprezzato dagli anziani che venivano a trovarci sempre affettuosamente accolti dal poliedrico Papà Marcello che, a sera, ci faceva assistere al cinema domestico con una vecchia cine-presa vecchi film muti. Ma era tutto bello, originale fantasioso imprevedibile. Con Adelio ci divertivamo anche a sbirciare con un potente binocolo militare, abbandonato dai tedeschi in fuga, le educande di un collegio distante ma ben visibili con lo strumento. Era il nostro divertimento proibito. Nella foto (ved. in calce) che accompagna queste righe si vede Adelio che, con il famoso 7

10 8 binocolo, guarda, in direzione della Cristoforo Colombo (di cui si iniziava a tracciare il percorso) forse le ragazze del collegio? O chissà cosa? Ho raccontato solo alcuni dei tantissimi episodi della mia frequentazione dell ex modesto quartiere, ora divenuto in gran parte zona di classe di Roma, e tanto avrei da raccontare con dovizia di particolari. Sono stato particolarmente contento di ripercorrere per merito dell ubicazione dell ufficio di ALATEL- LAZIO (molto distante da casa mia) le strade della mia adolescenza, che conosco e che ho percorso tutte, rinate dopo la distruzione dei bombardamenti che colpirono duramente il quartiere. Nel libro di Adelio, che, come ho detto, ha causato questo racconto, vi sono descritti numerosi episodi di vita ordinaria e di vita eroica della popolazione. La mia cara nipote Cristina, che abita da poco in zona (via Pigafetta), mi racconta della straordinaria solidarietà che lega gli abitanti del quartiere, solidarietà che ha origini vecchie ma salde e che resiste a dispetto degli egoismi di cui siamo generalmente circondati. Se ne volete sapere di più, leggete questo libro cari colleghi. Una copia è disponibile in sede anche per brevi prestiti, altre copie si possono acquistare presso un edicola della zona. Quale? Non lo so, però se lo chiedete ad un abitante della Garbatella sono certo che vi aiuterà a trovarla, e,allora BUONA LETTURA! (e fatemi sapere che ne pensate) chi starà guardando l autore?... SORPRESA (Rodolfo Vladovich) Frugando recentemente fra le carte del mio rapporto i lavoro telefonico, mi sono ritrovato fra le mani una busta a finestra datata , indirizzata al sottoscritto, presso l ufficio all epoca da me occupato nella Direzione Regionale del Lazio. Ho riaperto con curiosità il plico e voilà è uscita fuori la mia tessera di iscrizione all ANLA n 4403 con effetto 1 gennaio 1979, unitamente allo Statuto datato Non nascondo che ho provato una certa soddisfazione nel constatare che avendo compiuto i 25 anni di servizio (necessari allora per l iscrizione all Associazione) il 1 settembre 1978, l adesione del sottoscritto risultò quanto mai tempestiva. (nella foto: alla premiazione dei 25 anni). Con il ritrovamento non ho potuto fare a meno di rileggere il capitolo dedicato dallo Statuto alle finalità dell Associazione che evidenzia parole come: disponibilità, esperienza ed equilibrio, solidarietà ed armonia d intenti, assistenza morale e materiale, nell Azienda e per l Azienda nelle sue articolazioni, rivolte verso il personale in genere ed ai colleghi. A tal punto, per una verifica circa la coerenza delle mie azioni con tali finalità, ho

11 voluto richiamare alla memoria tutte quelle iniziative da me portate avanti nel tempo libero (o quasi), meritevoli di citazione, in tutto l arco di 35 anni di servizio e 27 di pensione, con o senza il patrocinio delle Associazioni o del Circolo presenti in Azienda: - Nel 1953 ho fatto parte di uno spettacolo teatrale in Roma a beneficio di 200 degenti presso l Ospedale Celio, poi di un migliaio di dipendenti telefonici al Teatro Orione. - Il 9 maggio 1955 ho donato il sangue per un collega gravemente ferito. Le mie donazioni sono proseguite a favore del nostro Gruppo fino al 1989, col conseguimento di un attestato di benemerenza. - Alla fine degli anni 50 ho formato con altri colleghi una squadra di Volley TE.TI. con partecipazione decennale a campionati federali. - Negli anni 60 mi sono attivato per l organizzazione di una mini olimpiade, svoltasi presso i migliori impianti sportivi della Capitale, fra le quattro rappresentative regionali della TE.TI. - Ho fornito assistenza e partecipato come SIP 4a Zona, sempre negli anni 60, alle gare sportive interzonali svoltesi a Livorno. - Negli anni 70 sono stato impegnato per la realizzazione di due tornei di calcio fra rappresentative dei vari settori SIP 4a Zona della Capitale. - Numerose volte mi sono offerto ed ho accompagnato i figli dei lavoratori alle località di soggiorno aziendali, marine e montane. - Ho fornito in più sedute al personale operaio di rete e di centrale ogni informazione per la corretta interpretazione degli articoli del Contratto Nazionale di Lavoro di categoria. - Innumerevoli sono stati i miei interventi per l istruzione di quel personale di ogni livello in predicato per l assunzione di specifici incarichi nell ambito della gestione e amministrazione del personale. - Dopo il collocamento in pensione nel 1990, mi sono dedicato alla realizzazione di concerti di musica classica con la partecipazione di giovani talenti figli di dipendenti o di pensionati. - Ho poi ripreso la mia attività teatrale, stavolta con compiti assai complessi, per la messa in scena dal 1991 al 2013 di 40 rappresentazioni. Spero che non sia finita! 9 Abbiamo il piacere di comunicare che il 1 maggio u.s. sono stati insigniti della STELLA AL MERITO DEL LAVORO ANTONIO D AMICO e FRANCESCO RUSSANO Soci dell Alatel Lazio ai quali inviamo vive congratulazioni.

12 inincontro una telefonista L INCONTRO DELLE TELEFONISTE 10 Drin drin rispondo a una telefonata; è la collega Dei Giudici (che opera in seno all Alatel Lazio) che mi comunica che l Alatel ha organizzato per giovedì 14 maggio una rimpatriata tra noi telefoniste. Meraviglioso! - dico e mi auguro di poter rivedere più colleghe possibili. Il luogo è nei pressi di P.za Cavour: Bene! - dico, è una zona centrale e quindi non ci sarà difficoltà a raggiungerla con i mezzi pubblici. Quindi contenta sono andata a questo incontro. È come me l aspettavo; è stata una simpatica rimpatriata che già lo scorso anno aveva avuto un anticipo, ma questa volta l Alatel Lazio ha voluto esaudire un nostro desiderio: un incontro unico, tutte insieme.. Molte non si vedevano dalla data del pensionamento e quindi qualche incertezza nel rammentare i nomi ci é stata, ma poi una atmosfera allegra ha preso il sopravvento e quindi si sono rincorse tra noi molte normali domande: Cosa fai ora? I figli come stanno e I nipoti - Quanti ne hai? - Un vivace e simpatico interrogatorio che sta a significare la volontà ed il piacere di ricordare i tempi nei quali si era l una accanto all altra nel tavolo di lavoro. Sono esperienze emotivamente cariche ed interessanti, perché è bello ritrovare le persone con cui si è condiviso un pezzo importante della vita. Si leggeva sul volto di tutte un pensiero: le rimpatriate fanno bene e ci ringiovaniscono.. Il saluto portato dal Presidente dell Alatel Lazio (il dr. Gian Carlo Pasquini) ci ha quasi commosso per il suo caloroso e materno ricordo del nostro lavoro. Altrettanto apprezzato l intervento della sig.a Raggi, nostra mitica Capo Sala, che ha ricordato con molto affetto l operosità e l impegno con cui veniva svolto il lavoro in cuffia e l amicizia che ha sempre contrassegnato le operatrici di commutazione; graditi anche i saluti portati dai Sigg. Verlicchi e Musicarelli che a suo tempo avevano operato in seno alla struttura centrale del Traffico e che hanno ricordato qualche episodio del passato. Franco Abet ha poi rammentato quanto viene fatto in tema di comunicazione (con sms - e news) sollecitando tutte a dare all Alatel il numero del proprio cellulare e della onde consentire la velocizzazione delle notizie. Ha chiuso Luciano Stoppa (Vice Presidente Alatel Lazio) che ha letto una breve poesia da lui composta su questo incontro (la poesia la troverete sul sito). Un brindisi augurale ha chiuso questo incontro.

13 SPUNTI PER PREVENIRE I RISCHI DELLA RETE RIFLESSIONI DEL DOTT. MARCELLO PISTILLI (SOCIO DI ALATEL - SPILLE D'ORO OLIVETTI) M. Pistilli indifficoltà La rete Internet rispecchia il mondo reale, quindi dobbiamo avere la stessa cura e operare con la medesima diffidenza che poniamo nell accettare le notizie. Dobbiamo essere consapevoli che solo se evitiamo di cadere nelle trappole, che soggetti non etici ci propongono, rendiamo la navigazione Internet priva di pericoli. Molto di quello pubblicato in internet corrisponde a verità ma diverse notizie sono pubblicate solo al fine di attirare la nostra attenzione e la rapidità nella diffusione delle informazioni rende più facili gli errori di analisi. Necessita usare la massima accortezza e la sana diffidenza, giacché si possono incontrare soggetti non etici intenzionati a carpire la nostra fiducia. Non ultimo infettare l apparato con cui si naviga in rete. Occorre quindi usare il buon senso e valutare le informazioni nel contesto e alla nostra fiducia nel blog, forum o sito ove stiamo navigando. Nulla di più di quello che facciamo nella vita reale: non prendiamo per buona una notizia comunque, la valutiamo secondo la fonte, sia essa un media o una persona. Nella navigazione in rete dobbiamo usare un analogo parametro. Una sana diffidenza ci può aiutare. Recentemente è circolata in rete la seguente notizia Francesco Totti trovato morto nella sua abitazione : in realtà il capitano della Roma stava benissimo, mentre questo è solo il contenuto fraudolento di una mail che un pirata informatico ha inviato a vari indirizzi di posta elettronica. In pratica, cliccando sul collegamento o sull immagine della notizia (falsamente intestata al sito repubblica.it), si scaricava un pericoloso virus informatico. Molti sono i siti che gestiscono le notizie usando una lente deformante così da rileggere i fatti in questa maniera: mescolano dati fasulli costruendoci storie verosimili ma false che rimbalzando tra siti, blog e social si ammantano di una verità artefatta e pericolosa. Si deve controllare l autenticità e la buona fede sulla correttezza o sulla logica interna di qualsiasi informazione immessa in rete, dal messaggino del soggetto noto e famoso, ai documenti accreditati a note aziende o istituzioni. Internet ha portato alla ribalta il dilettante contro l esperto; il medico e l ipocondriaco autodidatta hanno lo stesso peso e grado di attendibilità. Inoltre un tono aggressivo polarizza maggiormente l attenzione acquisendo maggiore attendibilità. L anonimato del web porta anche ad acuire l irresponsabilità delle parole scritte, di chi lancia il sasso e nasconde la mano! Uno dei settori più accreditati in rete sono i blog siano essi di cucina, scuola, prodotti, politici, viaggi, alberghieri, etc., di essi ci fidiamo se dobbiamo scegliere una nuova ricetta o l itinerario per un viaggio, ebbene proprio in seno agli alberghi recentemente si è rilevato che non sempre quanto riportato è veritiero e i commenti che gli ospiti lasciano sul portale alle volte non sono sinceri. Sui social forum si torna al passa parola, ai consigli di una volta e alle recensioni lasciate sulle pubblicazioni di settore. Quello che cambia è la facilità con cui si può intervenire e la scrittura compulsiva che alle volte viene fuori senza raziocinio. 11 L informazione oggi è così: ci sono notizie false pubblicate per errore o poca attenzione e cura; quelle pubblicate per ricerca di sensazionalismo o allarmismo; quelle pubblicate per faziosità politica; quelle pubblicate per uso di fonti inaffidabili senza verifiche; quelle pubblicate sapendo che sono false, ma i lettori le assorbono e le assumono come vere. Niente di nuovo, l importante anche qui è essere consapevoli, perché se nella realtà le notizie possono venire da uno o due soggetti che alla fine ben conosciamo, in rete è tutto diverso. Innanzitutto il numero e la quantità di soggetti sale e la fonte non sempre è così chiara. A questo occorre aggiungere che la rete ha creato una nuova figura, che in inglese ha nome So-

14 12 cial Influencer, in grado di aggregare e influenzare potenziali compratori, elettori, decisori, ecc., in rete e in particolare sui social media. Il suo obiettivo è di far accettare un prodotto, un idea ecc. Questo per dire che non sempre l oggetto che è indicato è il migliore o la notizia è proprio quella vera, questa potrebbe essere vista da un angolatura non falsa ma utile a certi fini. Nel mondo reale, alle volte, non riusciamo a individuare la pizzeria perché essa sta nella traversa superata prima o 100 metri più avanti, così la notizia che ci interessa può essere oltre la 20 posizione di Google, quando noi ci siamo fermati a considerare le prime 10 righe della ricerca. Un errata disposizione dei parametri della ricerca influenza i risultati, alle volte è colpa nostra se non siamo in grado di trovare quello che cerchiamo, ma non sempre è così. questo mondo fittizio si acquisiscono informazioni filtrate, personalizzate e che isolano sempre più dal mondo reale, chiudendo il soggetto nel rassicurante frammento di realtà che si è costruito. Gli algoritmi sono finiti anche all attenzione della commissione di vigilanza Europea perché i risultati delle ricerche non hanno tutti la stessa rilevanza: sono penalizzati servizi e prodotti che non sottostanno agli indirizzi aziendali di Google (società non abbonate alla pubblicità o di aziende concorrenti della medesima Google). L essere su Facebook o Twitter ci pone anche come produttori d informazioni e questo dà responsabilità, maggiormente se quello che scriviamo è in risposta a altro messaggio. Siti importanti, Google e Amazon in testa, utilizzano algoritmi che determinano cosa vediamo e cosa leggiamo in rete. Essi non sono sinonimo di semplificazione, perché ci indirizzano verso contenuti specifici non universali ma indirizzati matematicamente dai creatori dell algoritmo. Inoltre, se si compie la medesima ricerca Google su due PC differenti, ci saranno risposte con proposte distinte. Questo accade perché l algoritmo di Google è influenzato dalle ricerche precedenti attuate da quei PC. La base degli algoritmi è sulla raccolta di dati personali degli utenti che sono poi usati per creare vantaggi economici altrimenti non possibili. Questo oltre a evidenti problemi di privacy del soggetto che sta navigando, ha rilevanti conseguenze sulla percezione della realtà che ci circonda. Si è immersi in un mondo fittizio, adatto a ciò che l algoritmo rileva della nostra personalità, inclinazioni e attese. La nostra visione del mondo rischia di essere distorta. In La vera battaglia è la difesa della nostra reputazione. In rete è molto difficile mantenerla, sia per le persone, sia per le aziende. La reputazione si guadagna e si difende, momento per momento, azione per azione, non è un diritto acquisito. In molte aziende esiste, infatti, un soggetto, che risponde al nome di Reputation Manager, il gestore della reputazione che opera per: Creazione e gestione dell identità digitale sul web: costruzione di un ottima presenza e identità online, valorizzazione dei contenuti rilevanti e positivi sui motori di ricerca, costruzione di un profilo professionale adeguato. Tutto bene se non fosse che le notizie possono anche essere, come nella vita reale, manipolate ad arte. Come pure possono essere mistificazioni della realtà al fine di contaminarci psicologicamente. In rete, dobbiamo comportarci come nella vita reale: analizzare e allargare le fonti al fine di valutare l attendibilità dell informazione. MARCELLO PISTILLI - Ha ricoperto in seno a varie società del gruppo Olivetti diverse tappe professionali quali: analista programmatore e responsabile del servizio sistemistico di Roma. Tra l altro è stato consulente tecnico presso il tribunale di Roma e docente informatico presso l Istituto Romano Formazione Imprendi5toriale.

15 L UOMO E LO SPAZIO F. Roscini infilatelia L uomo ha sempre sognato di volare. Affascinato dallo spazio che lo sovrasta l ha sempre guardato con meraviglia, con fede, a volte con superstizione ed ammirazione. L uomo primitivo, nei rari momenti di tregua della quotidiana dura lotta contro la natura e gli animali che lo insidiavano, volse certamente gli occhi al cielo, a seguire le spirali, le brusche impennate ed il rapido volo degli uccelli. Ammirato ed incuriosito cercò di capire perché fosse, ad essi, così facile librarsi a piacimento nell aria. Tutto questo viene raccontato con francobolli, cartoline, lettere e altro materiale filatelico che contribuiscono in modo fantastico alla descrizione di questa grande storia. LA PREISTORIA DEL VOLO Volo è leggenda Fin dall antichità sono innumerevoli i miti e le leggende che parlano di personaggi che tentarono di volare o che riuscirono parzialmente nell impresa. 13 Nella Mitologia Greca molti Dei hanno il dono del volo; la più famosa di queste antiche leggende narra di DEDALO, un abile artigiano, che fatto prigioniero dal Re MINOSSE, per aver aiutato TESEO ad uccidere il MINOTAURO, riuscì a fabbricare delle ali di piume e cera per fuggire insieme a suo figlio ICARO dalla prigionia nell Isola di CRETA. Questa meravigliosa avventura si evolve nei secoli che seguono, migliorando le conoscenze delle varie generazioni che con passione e studi, tentativi andati a male e miglioramenti tecnici, porteranno l uomo a raggiungere il suo sogno.

16 14 La leggenda racconta che, malgrado le raccomandazioni di DEDALO al figlio, di non volare troppo in alto, ICARO pieno di orgoglio non ascoltò i consigli del padre salì talmente vicino al sole che la cera si sciolse e precipitò in mare nei pressi dell Isola di SAMO. Il Dio greco ERMES (MERCURIO per i Romani), era anche il messaggero di ZEUS (GIOVE), aveva come attributi il caduceo, il cappello a larghe tese e i sandali alati che gli permettevano di volare e svolgere il compito di messaggero. Siamo in un epoca in cui la realtà si confonde con la leggenda e ciò che è sogno o parto della fantasia viene narrato per avvenuto. Apporto di studiosi e scienziati Il più antico studio sulla possibilità del volo umano con riferimento ai movimenti degli uccelli, risale ad ARISTOTELE ( a. C.) che fu maestro di ALESSANDRO MAGNO ( a. C.) al quale fu attribuito un volo con un carro sollevato da otto grifoni, leggenda che in arte venne ricordata con un bassorilievo di SAN MARCO a VENEZIA, nel mosaico della Cattedrale di OTRANTO e sulla facciata di S. Domenico a NARNI. OVIDIO (13 a. C d. C.) nelle Metamorfosi racconta che PERSEO figlio di ZEUS, aiutato dagli Dei, riuscì a uccidere la MEDUSA per poi fuggire grazie ai suoi sandali alati.

17 I tentativi erano sempre più numerosi e si altalenavano fra l empirismo e la genialità ma mietevano vittime tra pionieri coraggiosi e un po pazzi. Tutto questo stava per avere una svolta perché stava scendendo in campo un uomo che sa staccarsi dalla fantasia per affrontare gli studi su una base prettamente scientifica si tratta del grande genio Universale LEONARDO DA VINCI ( ). 15 Dopo questo periodo, l uomo sembra cadere nell indifferenza verso il problema che tanto aveva eccitato la sua fantasia. Passano ben dieci secoli di silenzio, ma ciò che poteva sembrare la fine di una grande idea non era altro che la lunga notte del Medioevo. Studi sul volo degli uccelli furono ripresi nel XIII secolo dal filosofo inglese Ruggero Bacone, uno dei fondatori del metodo scientifico moderno, convinto che gli uomini fossero in grado di costruire meccanismi azionati da ali battenti. Egli intuì l insufficienza della forza muscolare umana; si rese conto della consistenza dell aria e definì con buona precisione il meccanismo della portanza aerodinamica. Enunciò inoltre le idee del paracadute e dell elicottero associando la vite (applicata da ARCHIMEDE già nel III secolo a.c.) all aria considerata densa.

18 16 Da lui prende così vita il pensiero del il più pesante dell aria, come dimostrano i suoi disegni di macchine volanti, nei quali sono mirabilmente concepiti e studiati, fondati su calcoli matematici, i problemi aeromeccanica del volo. Non v è dubbio che gli studi di LEONARDO dettero una svolta importante all affermazione del il più pesante dell aria e un grande aiuto ai suoi successori. ISAAC NEWTON, considerato con GALILEI il padre della scienza moderna. Pose le basi della Meccanica, elaborò la teoria della Gravitazione universale ed inventò il telescopio riflettore. Successivamente furono molto importanti le scoperte di scienziati come: GALILEO GALILEI, che contribuì a conoscere l universo e come fisico enunciò il Principio di inerzia, quello della relatività dei modi, della composizione dei movimenti e la resistenza dei materiali. Una nota del Ministero del Tesoro comunica che, nel corso del 2015, è stata prevista l emissione di due monete commemorative da 2 euro "a circolazione ordinaria". Si tratta di monete che ogni paese aderente all`euro ha la facoltà di emettere personalizzando una facciata con temi di interesse nazionale diversi ogni anno. Le monete commemorative per l`italia quest`anno saranno dedicate a Dante Alighieri, di cui ricorre il 750 anniversario della nascita, e all`expo 2015 che si terrà a Milano e che avrà come tema "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita". Le monete commemorative circoleranno in tutti gli Stati membri insieme alla moneta ordinaria del valore di 2 euro.

19 intelecom 17

20 indiritto Luciano Stoppa GOCCE LEGISLATIVE Continuiamo la rubrica che apre le finestre sulle più recenti e principali leggi, sentenze, decreti o quant altro possa interessare i nostri Soci ed il loro ambiente familiare, condominiale, lavorativo, economico, ecc. Non possiamo qui pubblicare per intero le normative, per cui ci limitiamo a darne il succo con alcuni riferimenti (es.: n della G.U.- estremi della Sentenza, del Decreto, della Circolare, ecc.) utili per chi voglia ricercare ed approfondire maggiormente l argomento. VERANDA SUL TERRAZZO La veranda adibita a camera da letto e costruita su una porzione di terrazzo al piano attico di un condominio va demolita quando arrechi un danno al decoro architettonico dell edificio. (Cassazione sez. civile n 2109 del 5/2/2015) 18 INFORTUNI SUL LAVORO Anche l assicurazione a tutela degli infortuni e malattie professionali prevede l istituto della revisione, ma questa non può agire illimitatamente. Infatti trascorso il termine decennale per l infortunio (e quindicennale per le malattie professionali) ogni ulteriore modifica dei postumi è irrilevante, poiché agisce la norma della presunzione assicurativa di immodificabilità dei postumi. NUDA PROPRIETÀ E USUFRUTTO La ripartizione delle spese tra nudo proprietario e usufruttuario è regolata dagli art e 1005 del codice civile. In grande sintesi possiamo dire che le spese attinenti alla amministrazione e manutenzione ordinaria spettano all usufruttuario, mentre al nudo proprietario spettano le spese necessarie alla stabilità dell edificio. Però la recente legge sul condominio (la n 220/2012), innovando l art. 67 delle disposizioni di attuazione del codice civile, ha previsto che il nudo proprietario e l usufruttuario rispondono solidalmente verso l amministratore LA PIPÌ DEI CANI I proprietari di cani che portano a passeggio i propri animali devono «ridurre il più possibile il rischio che questi possano lordare i beni di proprietà di terzi quali i muri di affaccio degli stabili o i mezzi di locomozione ivi parcheggiatifl. A chiarirlo è stata la Corte di Cassazione con la sentenza n. 7082/2015 con la quale precisa anche il comportamento da tenere per chi conduce il proprio animale sulla pubblica via ed in particolare sull argomento dice:... deve intervenire coscienziosamente per rimediare allo imbrattamento... e nell impossibilità di vietare al cane di fare pipì è bene portarsi dietro una bottiglietta d acqua per ripulire l urina. DIVIETO DI SOSTA SULLE STRISCE BLU Una circolare ministeriale n del 22 marzo 2010 ha confermato ciò che dice anche la legge: cioè non si può essere multati per divieto di sosta ai sensi del Codice della Strada, allorché, pagata la sosta ed esposto regolarmente il relativo contrasssegno di avvenuto pagamento, si arrivi in ritardo e il tempo indicato è scaduto. Al massimo, il Comune deve chiedere un'integrazione del pagamento.

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

Newsletter N. 6/2014

Newsletter N. 6/2014 Consiglio Regionale Lazio Newsletter N. 6/2014 Cari amici, siamo giunti alla fine del primo semestre, arrivano le vacanze e con esse la stagione ideale per rilassarci: al mare, in montagna, in campagna

Dettagli

Il gruppo delle famiglie compie 10 anni: Congratulazioni!!!

Il gruppo delle famiglie compie 10 anni: Congratulazioni!!! Il è parte dell Area Rimettere le Ali del Borgo Ragazzi Don Bosco, insieme alla Casa Famiglia, al Centro diurno, al Centro di ascolto psico-educativo SOS Ascolto Giovani. Dal 2002 si occupa di sensibilizzare,

Dettagli

Ritengo che il vero motivo sia molto più grave: questi sono soggetti che si sono sempre aggirati

Ritengo che il vero motivo sia molto più grave: questi sono soggetti che si sono sempre aggirati 1 ANNO 3, NUMERO 11 MARZO 2014 Editoriale Ma tutto questo vir(t)uale non ci farà male alla salute? A cura di Silvia Bertolotti Se non sei su Facebook non esisti. Questa affermazione, che ho sentito qualche

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 . DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 MOTIVAZIONI La consapevolezza che nei bambini della scuola dell infanzia sia necessario diffondere la

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

Sondaggio Telecom sul mercato seniores.

Sondaggio Telecom sul mercato seniores. Consiglio Regionale Lazio Newsletter N. 11/2014 Cari associati, abbiamo rilevato che talvolta alcuni di noi, distratti dalle pressanti incombenze quotidiane, dimenticano di comunicare all ALATEL le variazioni

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 1 Parlami del cuore, raccontami una storia una filastrocca che si impari a memoria. Scaccia

Dettagli

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Registro 6 COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Consigli per gestire contenuti e pubblico creando un magazine di successo TIPS&TRICKS DI SIMONE SBARBATI INDEX 3 5 8 13 15 Introduzione Senza nome resta (sempre)

Dettagli

CA' NOSTRA NEWS NOTIZIE DA CA' NOSTRA "DALLAS BUYERS CLUB"

CA' NOSTRA NEWS NOTIZIE DA CA' NOSTRA DALLAS BUYERS CLUB CA' NOSTRA NEWS Numero 11, maggio 2016 Giornalisti: Giorgio, Bruno, Bruno, Elia, Mimmo, Roberto, Luigi, Evaristo, Julie, Leonardo e Andrea Redattrice: Federica NOTIZIE DA CA' NOSTRA " " Una penna e un

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE

1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE 1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE Si dicono un sacco di cose brutte sulle sigarette, ma la verità è che si fuma perché è piacevole. È piacevole aspirare il fumo con calma, è piacevole sentirlo impossessarsi dei

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

W P E VIAGGIO FOTOGRAFICO CHERNOBYL, LA ZONA PROIBITA 26 SETTEMBRE - 3 OTTOBRE. Struttura del Viaggio fotografico

W P E VIAGGIO FOTOGRAFICO CHERNOBYL, LA ZONA PROIBITA 26 SETTEMBRE - 3 OTTOBRE. Struttura del Viaggio fotografico W P E VIAGGIO FOTOGRAFICO CHERNOBYL, LA ZONA PROIBITA 26 SETTEMBRE - 3 OTTOBRE Questo workshop fotografico ci porterà all interno della zona di esclusione di Chernobyl, un luogo entrato tragicamente nella

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città.

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città. magazine free press Firenze Urban Lifestyle è un magazine freepress che nasce dalla volontà di dare energia alla forza intrinseca della città di Firenze. La nostra redazione vuole dar voce a realtà e situazioni

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

Meglio prevenire che curare.

Meglio prevenire che curare. Cari membri, Delcampe.net comprende oggi alcune migliaia di utenti. Questo numero si ingrandisce sempre di più e conoscerà molto probabilmente una crescita fulminea appena saranno messi in linea i siti

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti Presentazione Diventare genitori è sicuramente un immenso dono di Dio, da accogliere con partecipazione e buona volontà. Purtroppo nessuno insegna ad una coppia di neo-genitori come educare i propri figli;

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci

LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci MILENA GABANELLI IN STUDIO La buona notizia di oggi è sulla scuola. Gli studenti che quest'anno sono entrati in classe sono 7milioni e 806 mila. La scuola è obbligatoria

Dettagli

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe Nei giorni 11 e 12 aprile sono andata in gita scolastica a Venezia. Prima di questo viaggio, nel mio immaginario, Venezia era una città triste,

Dettagli

NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015

NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015 NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015 IN QUESTO NUMERO l Lettera del Presidente l Il nuovo Presidente del Fondo Giuseppe Pierro, eletto dai consiglieri durante la riunione del

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

Non sapevo veramente cosa aspettarmi Pensavo sarebbe stato qualcosa di simile a quello che avevo fatto a casa mia a Briarwood. Pensavo di trovare famiglie senza casa, gente povera, e senso di isolamento.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4 ECCOCI Sommario Alle famiglie 1 Pronti...partenza...via... 2 Tempo di nuove conoscenze al CSE Una vacanza speciale 4 Sempre più creativi... insieme Tappi e non solo 6 Prossimi appuntamenti 7 Recapiti 8

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

idealfoto wedding & fashion photographers

idealfoto wedding & fashion photographers Cari Sposi, in questo documento troverete le domande che spesso ci vengono poste, relative al servizio fotografico di matrimonio. E importante che leggiate perchè vi daranno alcune informazioni molto utili

Dettagli

Prima che la storia cominci

Prima che la storia cominci 1 Prima che la storia cominci Non so da dove sia scaturita questa mia voglia di scrivere storie. So che mi piace ascoltare le narrazioni degli altri e poi ripensare quelle storie fra me e me, agitarle,

Dettagli

I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO

I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO DI STEFANO TRONCA WWW.STEFANOTRONCA.COM QUESTO E-BOOK È UNA CREAZIONE DI STEFANO TRONCA. TUTTI I DIRITTI RISERVATI Ciao sono Stefano! La mia vita di blogger

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui.

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. E un grande momento questo perché si mette a tema l educazione e questo tema per me che sono un imprenditore è quello centrale della

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF Comitato Unicef Emilia Romagna Comitato Unicef Bologna LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF presso la Casa Circondariale di Bologna Le testimonianze delle detenute e delle volontarie Le detenute: B. O. (Romania)

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014

Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014 Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014 FEBBRAIO Sabato 15, ore 16 - Ponte coperto (lato città) MARZO Sabato 8, ore 16 - piazza S. Michele (basilica) PAVIA, CAPITALE DI REGNO

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

Trascrizione dell intervento del presidente Boeri all Assemblea Generale di Unindustria Treviso del 10 ottobre 2015

Trascrizione dell intervento del presidente Boeri all Assemblea Generale di Unindustria Treviso del 10 ottobre 2015 Trascrizione dell intervento del presidente Boeri all Assemblea Generale di Unindustria Treviso del 10 ottobre 2015 Mi faccia dire innanzitutto, che è davvero molto bello entrare in questa gigantesca tensostruttura

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

GUIDA DELL ACQUIRENTE :

GUIDA DELL ACQUIRENTE : GUIDA DELL ACQUIRENTE : Nuovo acquirente su Delcampe? Ecco come cominciare con delle buone basi : 1 a tappa : Iscrivervi a) L iscrizione è gratuita b) La procedura di iscrizione c) Aprire una sessione

Dettagli

campo dell osso - gioco e natura -

campo dell osso - gioco e natura - campo dell osso - gioco e natura - ci presentiamo Campo dell Osso - Gioco e Natura è un campo per ragazzi dai 6 ai 13 anni, che parte da un innovativo ambito progettuale pensato per far trascorrere ai

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 3 3 Ad Emmaus si canta che è una bellezza S O M M A R I O In Prima 1 Caro amico 2 ti scrivo Eventi 3 Articolo 4 Fashion Lavelli 5 LA SETTIMANA SCORSA

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Saluti alle autorità Presidente dott. Silvagni Segretario di stato alla cultura Segretario

Dettagli

Newsletter N. 10/2015

Newsletter N. 10/2015 Consiglio direttivo Lazio Newsletter N. 10/2015 Carissimi, come annunciato, la nostra struttura regionale, il 21 Ottobre a Milano parteciperà alla prima manifestazione nazionale dell'alatel. Vi informeremo

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO 1 Argomento FASE STORICA 1 FASE : La prima colonia marina di Ostia nacque nel 1916, su progetto dell'architetto

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

Uscita didattica del 29 Aprile 2013 al Castello di San Pelagio(Due Carrare) Museo del Volo

Uscita didattica del 29 Aprile 2013 al Castello di San Pelagio(Due Carrare) Museo del Volo Uscita didattica del 29 Aprile 2013 al Castello di San Pelagio(Due Carrare) Museo del Volo La scuola dell infanzia S.G.B De La Salle di Conselve Lunedì 29 Aprile 2013 si è recata al Castello di San Pelagio

Dettagli

&& ( ) &&% & * ( $$ ** ** $ * ' $ ' && +,&& )

&& ( ) &&% & * ( $$ ** ** $ * ' $ ' && +,&& ) Venerdì 1 giugno 2007 Anno VII Circolare di informazione di ASSOARTISTI - Confesercenti Via Nazionale, 60 00184 Roma Tel. 06/47251 Fax 06/4746556 Sito: www.assoartisti.it - E-mail assoartisti@confesercenti.it

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Sulle Ali di Hermes LA NUOVA REDAZIONE I MOTIVI DELLA NOSTRA SCELTA. MEGA INTERVISTA ALLA REDAZIONE continua... Siamo nuovamente qui!!!

Sulle Ali di Hermes LA NUOVA REDAZIONE I MOTIVI DELLA NOSTRA SCELTA. MEGA INTERVISTA ALLA REDAZIONE continua... Siamo nuovamente qui!!! Sulle Ali di Hermes Siamo nuovamente qui!!! Gennaio 2014 LA NUOVA REDAZIONE Anno n 5 Sommario: La nuova REDA- ZIONE Mega intervista alla REDAZIONE Intervista a Gelsomina Giornata dei Diritti nella scuola

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. ( Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. ( Section I Listening and Responding) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers ( Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text FE Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato. Che serata magnifica!

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

Un racconto che ci racconta

Un racconto che ci racconta Book Un racconto che ci racconta About anthos tra memoria e futuro Formazione e comunicazione attraverso ricerca, elaborazione e contaminazione tra saperi, finalizzate al potenziamento delle risorse. Ogni

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi

DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi Ci sono date nella nostra vita che difficilmente ci scorderemo, la mia è quella dell 11 settembre 2011. Tanti presupposti di questa esperienza

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Report tratto da: Fare Soldi Online con Blog e MiniSiti Puoi distribuire gratuitamente questo ebook a chiunque. Puoi inserire i tuoi link affiliato. I segreti dei Blog

Dettagli

MIGRANTI. La classe I B. incontra la professoressa Giovanna Cipollari (CVM) docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti. Progetto di intercultura

MIGRANTI. La classe I B. incontra la professoressa Giovanna Cipollari (CVM) docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti. Progetto di intercultura MIGRANTI La classe I B incontra la professoressa Giovanna Cipollari (CVM) docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti Progetto di intercultura Essere giovani nella società globale: in viaggio da me a

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

BIBLIOTECA VAGABONDA

BIBLIOTECA VAGABONDA BIBLIOTECA VAGABONDA OSSERVAZIONI E VALUTAZIONI PROGETTO PEDAGOGICO per le SCUOLE SPECIALI promosso da Media e Ragazzi Ticino e Grigioni italiano a cura di Valentina Petrini 1 - Descrizione del progetto

Dettagli