Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio)"

Transcript

1 Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr Distributri di carburanti liquidi per auttrazine (benzina, gasli) Sistema di alimentazine: TT, TN-S, Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire a 1000 V in crrente alternata e a 1500 V in crrente cntinua"; Nrma CEI (CEI EN ) "Cstruzini elettriche per atmsfere esplsive per presenza di gas - Parte 10: classificazine dei lughi periclsi ; Guida CEI "Cstruzini elettriche per atmsfere ptenzialmente esplsive per la presenza di gas - Guida all'applicazine della nrma EN (CEI 31-30) - Classificazine dei lughi periclsi"; Guida CEI 31-35/A "Cstruzini elettriche per atmsfere ptenzialmente esplsive per la presenza di gas - Guida all'applicazine della nrma EN (CEI 31-30) - Classificazine dei lughi periclsi - Esempi di applicazine" (esempi GD-7); Nrma CEI (CEI EN ) " Cstruzini elettriche per atmsfere esplsive per presenza di gas - Parte 14: Impianti elettrici nei lughi cn pericl di esplsine per la presenza di gas (diversi dalle miniere)"; Nrma CEI (CEI EN ) " Atmsfere esplsive - Parte 17: Verifica e manutenzine degli impianti elettrici"; Nrma CEI Impianti di prduzine, trasmissine e distribuzine di energia elettrica - Linee in cav ; Nrma CEI 64-2/A Impianti elettrici nei lughi cn pericl di esplsine Appendice C (Nn più in vigre. Valida sl cme cnsultazine); UNI EN Stazini di servizi - Parte 1: Requisiti di sicurezza per la cstruzine e prestazini dei distributri di carburante e delle unità di pmpaggi remte ; Principali dispsizini legislative: DM 31 lugli 1934 Apprvazine delle nrme di sicurezza per la lavrazine, l immagazzinament, l impieg la vendita di li minerali, e per il trasprt degli li stessi e successive mdificazini ; DPR 27 ttbre 1971 n.1269 Nrme per l'esecuzine dell'art. 16 del decret-legge 26 ttbre 1970, n. 745, cnvertit in legge, cn mdificazini, cn la legge 18 dicembre 1970, n. 1034, riguardante la disciplina dei distributri autmatici di carburante per auttrazine ; Circlare Minister dell Intern n. 73 del 29 lugli 1971 Impianti termici ad li cmbustibile a gasli. Dispsizini ai fini della prevenzine incendi ; Le infrmazini cntenute nel presente dcument sn tutelati dal diritt d autre e pssn essere usati sl in cnfrmità alle nrme vigenti. In particlare Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic si riserva tutti i diritti sulla scheda e su tutti i relativi cntenuti. Il materiale e i cntenuti presentati nel sn stati attentamente vagliati e analizzati, e sn stati elabrati cn la massima cura. In gni cas errri, inesattezze e missini sn pssibili. Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic declina qualsiasi respnsabilità per errri ed missini eventualmente presenti nel sit.

2 Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr Circlare Minister dell Intern n. 10 del 10 febbrai 1969 Distributri stradali di carburante ; Circlare Minister dell Intern 12 dicembre 1974, n /4113 Distributri di carburanti sttstanti ad elettrdtti ; Circlare Minister del Lavr 27 ttbre 1979, n.80 Prtezine cntr scariche atmsferiche impianti distributri di carburanti ; Legge 4/11/97, n. 413 "Misure urgenti per la prevenzine dell'inquinament atmsferic da benzene"; DM 12/09/03 Apprvazine della regla tecnica di prevenzine incendi per l'installazine e l'esercizi di depsiti di gasli per auttrazine ad us privat, di capacità gemetrica nn superire a 9 m3, in cntenitridistributri rimvibili per il rifrniment di autmezzi destinati all'attività di auttrasprt ; DM 8 marz 1985 "Direttive sulle misure più urgenti ed essenziali di prevenzine incendi ai fini del rilasci del nullasta prvvisri di cui alla legge 7 dicembre 1984, n. 818"; DM 16 febbrai 1982 "Mdificazini del decret ministeriale 27 settembre 1965, cncernente la determinazine delle attività sggette alle visite di prevenzine incendi"; DPR 23 marz 1998, n. 126 Reglament recante nrme per l'attuazine della direttiva 94/9/CE in materia di apparecchi e sistemi di prtezine destinati ad essere utilizzati in atmsfera ptenzialmente esplsiva ; Dlgs 12 giugn 2003, n. 233 Attuazine della direttiva 1999/92/CE relativa alle prescrizini minime per il miglirament della tutela della sicurezza e della salute dei lavratri espsti al rischi di atmsfere esplsive ; DPR 689/59 "Determinazine delle aziende e lavrazini sggette, ai fini della prevenzine degli incendi, al cntrll del Cmand dei Vigili del fuc"; Dlgs 81/08 Test unic sulla salute e sicurezza sul lavr ; D.P.R. 392/94 "Reglament recante la disciplina del prcediment di ricnsciment delle imprese ai fini dell'installazine, ampliament e trasfrmazine degli impianti nel rispett delle nrme di sicurezza" D.P.R. 558/99 "Reglament recante nrme per la semplificazine della disciplina in materia di registr delle imprese, nnché per la semplificazine dei prcedimenti relativi alla denuncia di inizi di attività e per la dmanda di iscrizine all'alb delle imprese artigiane al registr delle imprese per particlari categrie di attività sggette alla verifica di determinati requisiti tecnici"; DM 37/08 Reglament cncernente l'attuazine dell'articl 11- quaterdecies, cmma 13, lettera a) della legge n. 248 del 2 dicembre 2005, recante rirdin delle dispsizini in materia di attività di installazine degli impianti all'intern degli edifici. Le infrmazini cntenute nel presente dcument sn tutelati dal diritt d autre e pssn essere usati sl in cnfrmità alle nrme vigenti. In particlare Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic si riserva tutti i diritti sulla scheda e su tutti i relativi cntenuti. Il materiale e i cntenuti presentati nel sn stati attentamente vagliati e analizzati, e sn stati elabrati cn la massima cura. In gni cas errri, inesattezze e missini sn pssibili. Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic declina qualsiasi respnsabilità per errri ed missini eventualmente presenti nel sit.

3 Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr Direttive applicabili: Direttiva "ATEX" 94/9/CE (DPR 126/1998); Direttiva 99/92/CE (Dlgs 233/03 e successiv Dlgs 81/08) Installazine: Nnstante in genere l intera area di distribuzine di carburante si estenda all estern, vi sn vari lcali quali la sala del gestre, un fficina, un magazzin, un bagn, etc. che sn interni ad edifici e quindi sggetti al DM 37/08. Per quest mtiv per l installazine ccrre una impresa abilitata alla realizzazine degli impianti di cui all'art. 1 cmma 2 a) del DM 37/08 e iscritta nell'alb prvinciale delle imprese artigiane. Necessità di prgett: Si se il distributre è alimentat in Media Tensine cn sistema TN; Si se la ptenza cntrattuale supera i 6 kw (art. 5 cmma 2 c del DM 37/08); Si se il distributre viene classificat cn pericl di esplsine e/ a maggir rischi in cas di incendi (vedi classificazine dei lcali); N, nel rar cas in cui il distributre si estenda tutt all estern e nn abbia nessun cllegament ad un impiant intern (né attravers l'alimentazine, né attravers l'impiant di terra). In quest cas allra ad ess nn si applica il DM 37/08 e cnseguentemente nn è necessari nemmen il prgett Dichiarazine di cnfrmità: Si, a parte la situazine prima cnsiderata di impiant pst cmpletamente all estern, nel qual cas nn si applica il DM 37/08 e nn è richiesta la dichiarazine di cnfrmità. Classificazine dei lcali: Un distributre di carburante può essere classificat, ai fini dei requisiti degli impianti elettrici in tre mdi differenti: cme lug cn pericl di esplsine, cme ambiente a maggir rischi in cas di incendi cme lcale rdinari. Le infrmazini cntenute nel presente dcument sn tutelati dal diritt d autre e pssn essere usati sl in cnfrmità alle nrme vigenti. In particlare Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic si riserva tutti i diritti sulla scheda e su tutti i relativi cntenuti. Il materiale e i cntenuti presentati nel sn stati attentamente vagliati e analizzati, e sn stati elabrati cn la massima cura. In gni cas errri, inesattezze e missini sn pssibili. Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic declina qualsiasi respnsabilità per errri ed missini eventualmente presenti nel sit.

4 Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr Le tre classificazini in genere si svrappngn, nel sens che cesistn zne cn pericl di esplsine (per la presenza di liquidi infiammabili cme le benzine per auttrazine), cn lughi a maggir rischi in cas di incendi (per la presenza di materiale cmbustibile cme il gasli per auttrazine) e cn parti da cnsiderare rdinarie (cme il lcale del gestre, l eventuale bar, il magazzin, il bagn, etc.); In un distributre vengn effettuate perazini di travas di carburanti liquidi infiammabili (benzine) e cmbustibili (gasli) da autbtti a serbati interrati e di trasferiment degli stessi carburanti alle clnnine di ergazine. Il sl fatt che ci sian liquidi infiammabili ed esistan delle srgenti di emissine, bbliga ad effettuare la classificazine in zne del lcale. Se tale classificazine prta all individuazine di almen una zna periclsa (0, 1, 2) il distributre viene classificat cme lug cn pericl di esplsine; Il distributre è a maggir rischi in cas di incendi se si verifica un dei seguenti due casi: Il distributre erga anche gasli, ltre alle benzine. Ricrdiam che il gasli è un liquid cmbustibile (temperatura di infiammabilità circa 80 C) e nn infiammabile (liquid cn temperatura di infiammabilità inferire ai 65 C). Di cnseguenza può prtare all individuazine di lughi a maggir rischi in cas d incendi (e nn a pericl esplsine) nel cas la classe antincendi dei cmpartimenti cnsiderati (serbati interrati, cllettri di aspirazine ed ergatri) è pari superire a 30; Il distributre rientra nel seguente cas previst dal DM 16/2/82: Impianti fissi di distribuzine di benzina, gasli e miscele per auttrazine a us pubblic e privat cn senza stazine di servizi (attività 18); Nel cas in cui il distributre venisse classificat cme lug cn pericl di esplsine, ciò nn cmprterebbe autmaticamente la realizzazine di un impiant Ex, in quant se nessuna apparecchiatura elettrica venisse installata all intern delle zne 0, 1, 2, l impiant verrebbe realizzat cn cmpnenti rdinari seguend la sla nrma generale impianti CEI Quindi l impiant sarebbe rdinari, ma ci sarebbe cmunque l bblig di prgett a causa del fatt che la classificazine delle aree del lcale ha prtat all individuazine di zne periclse. Le infrmazini cntenute nel presente dcument sn tutelati dal diritt d autre e pssn essere usati sl in cnfrmità alle nrme vigenti. In particlare Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic si riserva tutti i diritti sulla scheda e su tutti i relativi cntenuti. Il materiale e i cntenuti presentati nel sn stati attentamente vagliati e analizzati, e sn stati elabrati cn la massima cura. In gni cas errri, inesattezze e missini sn pssibili. Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic declina qualsiasi respnsabilità per errri ed missini eventualmente presenti nel sit.

5 Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr Nte sul lcale: Definizini e interpretazini Il DM 31/07/34 classifica i carburanti in tre categrie: Categria A: Liquidi i cui vapri pssn dare lug a scppi (liquidi aventi temperatura di infiammabilità inferire a 21 C cme le benzine e il petrli greggi); Categria B: Liquidi infiammabili (liquidi aventi temperatura di infiammabilità cmpresa tra i 21 C e i 65 C cme l alcl etilic); Categria C: Liquidi cmbustibili (liquidi aventi temperatura di infiammabilità tra i 65 C e i 125 C); Per la vendita in aree pubbliche, nelle stazini di rifrniment e nelle stazini di servizi, di carburanti di categria A, B e C, si debbn usare esclusivamente mezzi cstituiti da clnne di distribuzine fissate al sul, cn serbati interrati per il cnteniment del carburante (Circlare 10/02/69, n.10); Affinché avvenga un'esplsine ccrre la cntempranea presenza di tre elementi: Cmbustibile : è cstituit da gas, vapri nebbie; Cmburente : l'ssigen presente nell'aria (nella cncentrazine del 21%), in altre sstanze nrmalmente all stat gasss; Innesc : che può essere prvcat da due rdini di fattri, elettric (arc, ad esempi prvcat dall'apertura di cntatti, scintilla, ad esempi prvcata da una scarica elettrstatica, ma anche da un'altra miriade di pssibilità anche meccaniche cme attriti, saldature, etc.) e termic (ciè temperature eccessive prvcate da fiamme anche ad esempi da resistenze elettriche per riscaldament); Legge 4 nvembre 1997, n. 413, art. 4.2 e 4.3: tutte le pmpe di distribuzine delle benzine press gli impianti di distribuzine dei carburanti devn essere dtate di dispsitivi di recuper dei vapri di benzina; Lug pericls: lug in cui è può essere presente un atmsfera esplsiva per la presenza di gas, in quantità tale da richiedere prvvedimenti particlari per la realizzazine e l installazine delle apparecchiature. I lughi periclsi vengn classificati secnd la seguente tabella: Le infrmazini cntenute nel presente dcument sn tutelati dal diritt d autre e pssn essere usati sl in cnfrmità alle nrme vigenti. In particlare Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic si riserva tutti i diritti sulla scheda e su tutti i relativi cntenuti. Il materiale e i cntenuti presentati nel sn stati attentamente vagliati e analizzati, e sn stati elabrati cn la massima cura. In gni cas errri, inesattezze e missini sn pssibili. Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic declina qualsiasi respnsabilità per errri ed missini eventualmente presenti nel sit.

6 Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr Ripartizine delle aree a rischi di esplsine per la presenza di gas, vapri nebbie - secnd direttiva 99/92/CE ZONA 0 ZONA 1 ZONA 2 Area in cui è presente in permanenza per lunghi peridi spess un'atmsfera esplsiva cnsistente in una miscela di aria e di sstanze infiammabili stt frma di gas, vapre nebbia. Area in cui durante le nrmali attività è prbabile la frmazine di un'atmsfera esplsiva cnsistente in una miscela di aria e di sstanze infiammabili stt frma di gas, vapre nebbia. Area in cui durante le nrmali attività nn è prbabile la frmazine di un'atmsfera esplsiva cnsistente in una miscela di aria e di sstanze infiammabili stt frma di gas, vapre nebbia e, qualra si verifichi, sia unicamente di breve durata. Srgenti di emissine di un gas: Punt lug dal quale può essere emess un gas, un vapre un liquid infiammabile nell atmsfera, cn mdalità tali da riginare un atmsfera esplsiva. Le srgenti di emissine vengn suddivise nei tre gradi seguenti, in funzine dell rdine decrescente di periclsità: Srgente di emissine di grad cntinu: emissine cntinua che può avvenire per lunghi peridi (es. superficie di liquid infiammabile espsta direttamente all'atmsfera); Srgente di emissine di prim grad: emissine che può avvenire peridicamente d ccasinalmente durante il funzinament nrmale (es. apertura di un serbati per il caricament di un liquid infiammabile); Srgente di emissine di secnd grad: emissine che nn è prevista durante il funzinament nrmale e che se avviene è pssibile sl pc frequentemente e per brevi peridi (es. valvle manuali che nel funzinament nrmale nn emettn sstanze infiammabili); Prtata di emissine: quantità di gas vapre infiammabile emessa nell unità di temp dalla srgente di emissine; Limite inferire di espldibilità (LEL): cncentrazine in aria di gas vapre infiammabile al di stt della quale l atmsfera nn è esplsiva (>= 0,7% per le benzine); Limite superire di espldibilità (UEL): cncentrazine in aria di gas vapre infiammabile al di spra della quale l atmsfera nn è esplsiva (5,9% per le benzine); Liquid infiammabile: liquid in grad di prdurre vapre infiammabile in una qualsiasi cndizine perativa prevedibile; Gas vapre infiammabile: gas vapre che, se miscelat cn l aria in determinate prprzini, rigina un atmsfera esplsiva per la presenza di gas; Le infrmazini cntenute nel presente dcument sn tutelati dal diritt d autre e pssn essere usati sl in cnfrmità alle nrme vigenti. In particlare Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic si riserva tutti i diritti sulla scheda e su tutti i relativi cntenuti. Il materiale e i cntenuti presentati nel sn stati attentamente vagliati e analizzati, e sn stati elabrati cn la massima cura. In gni cas errri, inesattezze e missini sn pssibili. Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic declina qualsiasi respnsabilità per errri ed missini eventualmente presenti nel sit.

7 Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr Temperatura di infiammabilità: la più bassa temperatura di un liquid alla quale, in cndizini specifiche nrmalizzate, ess emette vapri in quantità sufficiente a frmare cn l aria una miscela infiammabile (< 0 C per le benzine); Tensine di vapre: pressine esercitata quand un slid un liquid è in equilibri cn i sui stessi vapri. La tensine di vapre varia in funzine della temperatura e del tip di sstanza ( Pa a 40 C per le benzine); Temperatura di accensine: minima temperatura di una superficie riscaldata alla quale, in cndizini specificate, avviene l accensine di una sstanza infiammabile all stat di gas in miscela cn aria (280 C per le benzine); Tabella della classificazine in zne in base al grad di emissine della srgente e al grad di ventilazine dell'ambiente (CEI EN ): Grad della emissine Cntinu Prim Grad della ventilazine Alt Medi Bass Dispnibilità della ventilazine Buna Adeguata Scarsa Buna Adeguata Scarsa Buna, Adeguata scarsa Lug nn pericls Lug nn pericls Zna 2 Zna 1 Zna 0 Zna 2 Zna 2 Zna 1 Zna 0 circndata da Zna 2 Zna 1 circndata da Zna 2 Zna 0 circndata da Zna 1 Zna 1 circndata da Zna 2 Zna 0 Zna 1 Zna 0 Secnd Lug nn pericls Lug nn pericls Zna 2 Zna 2 Zna 2 Zna 2 Zna 1 Zna 0 Le infrmazini cntenute nel presente dcument sn tutelati dal diritt d autre e pssn essere usati sl in cnfrmità alle nrme vigenti. In particlare Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic si riserva tutti i diritti sulla scheda e su tutti i relativi cntenuti. Il materiale e i cntenuti presentati nel sn stati attentamente vagliati e analizzati, e sn stati elabrati cn la massima cura. In gni cas errri, inesattezze e missini sn pssibili. Vltimum Italia s.r.l. a sci Unic declina qualsiasi respnsabilità per errri ed missini eventualmente presenti nel sit.

Falegnameria (Scheda)

Falegnameria (Scheda) Ultim aggirnament: 1 feb. 2007 Falegnameria Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire a 1000 V in crrente alternata

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Illuminazine stradale Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Illuminazine e sicurezza gallerie Ultim aggirnament: 1 nv. 2006 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

Luoghi per processi di verniciatura (cabina o reparto verniciatura, smaltatura, laccatura, etc.)

Luoghi per processi di verniciatura (cabina o reparto verniciatura, smaltatura, laccatura, etc.) Lughi per prcessi di Ultim aggirnament: 1 mar. 2009 Lughi per prcessi di (cabina repart, smaltatura, laccatura, etc.) Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici

Dettagli

ASCENSORI E MONTACARICHI

ASCENSORI E MONTACARICHI Ascensri e mntacarichi Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 ASCENSORI E MONTACARICHI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire

Dettagli

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari:

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari: Prescrizini Particlari e Verifiche Ultim aggirnament: dicembre 2008 Prescrizini particlari: Nelle cabine elettriche d'utente MT/BT ccrre installare il cmand di emergenza se l'attività alimentata dalla

Dettagli

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.)

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.) CENTRALE TERMICA A GAS METANO O (riscaldament, prduzine acqua calda, grandi cucine, frni da pane, etc.) Sistema di alimentazine: TT Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impianto elettrico (prima parte)

Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impianto elettrico (prima parte) Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impiant elettric (prima parte) Pubblicat il 21/01/2008 Aggirnat al: 21/01/2008 di Gianluigi Saveri 1 Generalità Le strutture

Dettagli

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche)

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche) Ascensri e mntacarichi (Prescrizini particlari e verifiche) Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 Prescrizini particlari Cmand di emergenza (vedi scheda "Cmand di emergenza"): In base al DM 8/3/85 il cmand di

Dettagli

AUTOFFICINE, CARROZZERIA, ELETTRAUTO e GOMMISTA

AUTOFFICINE, CARROZZERIA, ELETTRAUTO e GOMMISTA Autfficine, carrzzeria, elettraut e gmmista Ultim aggirnament: 1 set. 2008 AUTOFFICINE, CARROZZERIA, ELETTRAUTO e GOMMISTA Sistema di alimentazine: TT Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici

Dettagli

Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua";

Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua; Centrale termica ad li cmbustibile gasli Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 CENTRALE TERMICA AD OLIO COMBUSTIBILE, GASOLIO O COMBUSTIBILE LIQUIDO DI ORIGINE VEGETALE (riscaldament, prduzine acqua calda, grandi

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI Impianti ftvltaici Ultim aggirnament: 1 nv. 2007 IMPIANTI FOTOVOLTAICI Sistema di alimentazine: In quest cas nn si tratta di alimentazine, ma di prduzine. Il generatre ftvltaic dvrebbe, preferibilmente,

Dettagli

Sistema di alimentazione: L alimentazione elettrica al motore di una pompa antincendio può avvenire in tre differenti modi:

Sistema di alimentazione: L alimentazione elettrica al motore di una pompa antincendio può avvenire in tre differenti modi: Alimentazine delle pmpe antincendi Ultim aggirnament: 1 gen. 2008 ALIMENTAZIONE DELLE POMPE ANTINCENDIO Sistema di alimentazine: L alimentazine elettrica al mtre di una pmpa antincendi può avvenire in

Dettagli

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n,

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n, Spett.le Amministrazine Cmunale di Salò Oggett: Dichiarazine attestante la tiplgia di intervent in relazine a quant dispst dal punt 9.2 delle Dispsizini inerenti all efficienza energetica allegate alla

Dettagli

IMPIANTI FISSI DI RIVELAZIONE AUTOMATICA, SEGNALAZIONE MANUALE E ALLARME INCENDIO

IMPIANTI FISSI DI RIVELAZIONE AUTOMATICA, SEGNALAZIONE MANUALE E ALLARME INCENDIO Impianti rivelazine incendi Ultim aggirnament: 1 mag. 2008 IMPIANTI FISSI DI RIVELAZIONE AUTOMATICA, SEGNALAZIONE MANUALE E ALLARME INCENDIO Sistema di alimentazine: TT, TN-S; Nrme di riferiment: Nrma

Dettagli

IMPIANTI FISSI DI RIVELAZIONE AUTOMATICA, SEGNALAZIONE MANUALE E ALLARME INCENDIO

IMPIANTI FISSI DI RIVELAZIONE AUTOMATICA, SEGNALAZIONE MANUALE E ALLARME INCENDIO Impianti rivelazine incendi Ultim aggirnament: 1 mag. 2007 IMPIANTI FISSI DI RIVELAZIONE AUTOMATICA, SEGNALAZIONE MANUALE E ALLARME INCENDIO Sistema di alimentazine: TT, TN-S; Nrme di riferiment: Nrma

Dettagli

Distributori di gas naturale compresso (metano) per autotrazione

Distributori di gas naturale compresso (metano) per autotrazione Distributori di gas naturale compresso (metano) per autotrazione Sistema di alimentazione: TT, TN-S, Norme di riferimento: o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore

Dettagli

o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua";

o Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua; DIFFUSIONE SONORA PER L EMERGENZA Sistema di alimentazine: Preferibilmente IT dppi islament separazine elettrica all scp di nn interrmpere l alimentazine al prim guast a terra. Nn sn cmunque esclusi i

Dettagli

o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua";

o Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua; Distributori di GPL per autotrazione Sistema di alimentazione: TT, TN-S, Norme di riferimento: o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata

Dettagli

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT Allegat B AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT SCHEDA INFORMATIVA PER LA NOTIFICA RELATIVA A COSTRUZIONE, AMPLIAMENTO O RISTRUTTURAZIONE DI EDIFICI O LOCALI DA ADIBIRE AD

Dettagli

Distributore benzina gasolio (Prescrizioni Particolari e Verifiche)

Distributore benzina gasolio (Prescrizioni Particolari e Verifiche) Distributre benzina gasli (Prescrizini Particlari e Verifiche) Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 Prescrizini particlari Occrre installare il cmand di emergenza (vedi scheda "Cmand di emergenza") per tre mtivazini:

Dettagli

Verifica impianti elettrici EX. Normativa Soggetti Procedure. Certifico Srl - IT

Verifica impianti elettrici EX. Normativa Soggetti Procedure. Certifico Srl - IT Verifica impianti elettrici EX Nrmativa Sggetti Prcedure Certific Srl - IT Smmari La verifica degli impianti EX Legislazine e Nrme Tecniche Premessa... 3 1. Classificazine EX... 4 2. Sintesi legislativa

Dettagli

Guida agli impianti di rilevazione incendi

Guida agli impianti di rilevazione incendi Guida agli impianti di rilevazine incendi Pubblicat il 11/10/2007 Aggirnat al: 08/01/2008 di Gianfranc Ceresini 10. Dispsizine e suddivisine in zne degli impianti autmatici Un impiant autmatic di rivelazine

Dettagli

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto A VV. M AURIZIO I ORIO 20122 Milan, Crs di Prta Vittria, 17 Tel. +39. 335.13.21.041 ; +39. 348.25.19.305 ; +39.02 36593383 ; Fax +39.02 36594845 : +30.0373 779119 Indirizzi e-mail : avv.maurizi.iri@fastpiu.it

Dettagli

Guida all alimentazione delle pompe antincendio

Guida all alimentazione delle pompe antincendio Guida all alimentazine delle pmpe antincendi (secnda parte) Guida all alimentazine delle pmpe antincendi Pubblicat il 11/10/2007 Aggirnat al: 09/01/2008 di Gianfranc Ceresini 1 Prgettazine e installazine

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA COMUNE DI MILANO Settre Edilizia Sclastica GRUPPO 4 - ZONA 8 - SCUOLA N 7486 -------- RELAZIONE DESCRITTIVA DELLE OPERE DA REALIZZARE PER L ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI ANTINCENDIO E ADDUZIONE GAS NELLA

Dettagli

PROVINCIA DI BIELLA. Ambiente e Agricoltura - DT Impegno n. DETERMINAZIONE N. 1239 IN DATA 13-05-2011

PROVINCIA DI BIELLA. Ambiente e Agricoltura - DT Impegno n. DETERMINAZIONE N. 1239 IN DATA 13-05-2011 PROVINCIA DI BIELLA Ambiente e Agricltura - DT Impegn n. Dirigente / Resp. P.O.: SARACCO GIORGIO DETERMINAZIONE N. 1239 IN DATA 13-05-2011 Oggett: ATTIVITÀ DI STOCCAGGIO DI OLI MINERALI di cui all art.

Dettagli

Evoluzione delle propulsioni Implicazioni su Qualità, Affidabilità e Sicurezza

Evoluzione delle propulsioni Implicazioni su Qualità, Affidabilità e Sicurezza Evluzine delle prpulsini 22 aprile 2015 Analisi dei rischi di un impiant innvativ Dual Fuel (LNG-Diesel) per l alimentazine di autmezzi a cicl diesel Elena Stefana PhD student Prgett di Ricerca PROGETTO

Dettagli

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori,

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori, Sede Operativa: Viale Svezia 20 35020 Pnte San Niclò (PD) Tel. 049/8033033 Fax 049/8591204 www.idramanagement.cm inf@idramanagement.cm Oggett: dcument di valutazine dei rischi pubblicate le prcedure standardizzate

Dettagli

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o 1 TUTELA DELL ARIA impianti industriali inquinament atmsferic (cause antrpiche) veicli a mtre impianti termici inquinament acustic Inquinament dell aria inquinament elettrmagnetic Elettrdtti Impianti radielettrici

Dettagli

ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA

ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 50 kw p SCOPO L scp della presente specifica è quell di

Dettagli

Impianti per l applicazione delle vernici inpolvere

Impianti per l applicazione delle vernici inpolvere Impianti per l applicazine delle vernici inplvere Gianluigi Barni Gema Eurpa Lay ut tipic dell impiant Lay ut tipic dell impiant Per la prduzine di piccle serie spess è sufficiente una cabina per l applicazine

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d us e manutenzine Archivi Cmpattabile TECROLL Dcument generic riferit al prdtt Tecnrll. Per dettagli specifici riferiti ad gni singl impiant persnalizzat cntattare l Uffici Tecnic de La Tecnica

Dettagli

4 Classificazione e definizione dei rischi lavorativi

4 Classificazione e definizione dei rischi lavorativi 4 Classificazine e definizine dei rischi lavrativi I rischi presenti negli ambienti di lavr, pssn essere divisi in tre grandi categrie riprtate in Tabella RISCHI PER LA SICUREZZA (Rischi di natura infrtunistica

Dettagli

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione Panramica sulla Direttiva attrezzature in pressine La Direttiva Attrezzature in pressine, cmunemente detta PED dalla denminazine inglese Pressure Equipment Directive, è una direttiva di prdtt (rif. 97/23/CE)

Dettagli

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I Cmmessa: ASPSIENA090915AI\PROGETTO File: RAI011015_0 Data: 27/10/2015 ASP AZIENDA PUBBLICA SERVIZI ALLA PERSONA CITTA DI SIENA STRUTTURA CAMPANSI VIA CAMPANSI N 18 - SIENA (SI) RELAZIONE TECNICA LAVORI

Dettagli

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv pubblicata sul sit www.autrita.energia.it in data 20 marz 2008 Delibera ARG/elt 33/08 Cndizini tecniche per la cnnessine alle reti di distribuzine dell energia elettrica a tensine nminale superire ad 1

Dettagli

Gruppi di Continuità (UPS)

Gruppi di Continuità (UPS) Gruppi di Cntinuità (UPS) Generalità Il grupp di cntinuità frnisce una alimentazine di riserva che supplisce alla mancanza dell alimentazine nrmale, senza alcuna interruzine (n break). Si dicn gruppi rtanti

Dettagli

Titolo I Definizioni. ART. 1 (Campo di applicazione e definizione dei soggetti)

Titolo I Definizioni. ART. 1 (Campo di applicazione e definizione dei soggetti) Reglament per la sicurezza e la salute dei lavratri sul lug di lavr della Scula Nrmale Superire emanat cn D.D. n.168 del 29 marz 2006 e affiss all Alb Ufficiale in data 29 marz 2006 Titl I Definizini ART.

Dettagli

Alimentazione delle pompe antincendio (Prescrizioni particolari e verifiche)

Alimentazione delle pompe antincendio (Prescrizioni particolari e verifiche) Prescrizini particlari Circuiti di alimentazine delle elettrpmpe: Occrre distinguere fra i due tipi di alimentazine idrica: Alimentazine idrica di tip rdinari (singl secnd EN 12845) : Alimentazine in bassa

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE SICUREZZA DELLE MACCHINE dal 08 ottobre al 19 novembre 2014 (9.00-13.00/14.00-18.00)

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE SICUREZZA DELLE MACCHINE dal 08 ottobre al 19 novembre 2014 (9.00-13.00/14.00-18.00) CORSO DI SPECIALIZZAZIONE SICUREZZA DELLE MACCHINE dal 08 ttbre al 19 nvembre 2014 (9.00-13.00/14.00-18.00) PREMESSA La cnscenza e la crretta applicazine delle nrme crrelate alla sicurezza delle macchine

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE

PIANO DI MANUTENZIONE APPLICAZIONE: IRIDE Servizi GRUPPI ELETTROGENI PIANO DI MANUTENZIONE RESPONSABILE CONTROLLO ED APPROVAZIONE Mansine: Respnsabile C&I RESPONSABILE ATTUAZIONE Mansine: Respnsabile IEC FCD/1 aggirnat il 01

Dettagli

... La sottoscritta..., con sede legale in (ragione sociale)..., capitale sociale. Euro.. interamente versato; iscritta al Tribunale di...

... La sottoscritta..., con sede legale in (ragione sociale)..., capitale sociale. Euro.. interamente versato; iscritta al Tribunale di... BOLLO DA 16,00 Mdell 2INST (Aggirnat il 28.9.2015) Al Cmune di Milan Settre Parcheggi e Sprtell Unic per la Mbilità c/ Uffici Prtcll Via Beccaria, 19 20122 MILANO MI OGGETTO: Richiesta di installare un

Dettagli

Prot.3350/a10 Del 15/12/2015 Al Personale Docente e A.T.A. della scuola

Prot.3350/a10 Del 15/12/2015 Al Personale Docente e A.T.A. della scuola MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ORSA MAGGIORE 00144 Rma Via dell Orsa Maggire, 112 Municipi IX Sede Amministrativa

Dettagli

CINEMA TEATRO SALA CONCERTI DISCOTECA AUDITORIUM ARENA e simili

CINEMA TEATRO SALA CONCERTI DISCOTECA AUDITORIUM ARENA e simili Cinema - teatr Ultim aggirnament: 1 ag. 2008 CINEMA TEATRO SALA CONCERTI DISCOTECA AUDITORIUM ARENA e simili Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri

Dettagli

1. REQUISITI PER BENEFICIARE DEI VOUCHER 2. CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DEI VOUCHER SETTIMANALI

1. REQUISITI PER BENEFICIARE DEI VOUCHER 2. CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DEI VOUCHER SETTIMANALI Allegat C alla delibera di Giunta Cmunale n ----- del ------- CRITERI E MODALITA DI ASSEGNAZIONE ALLE FAMIGLIE DI 100 VOUCHER SETTIMANALI A PARZIALE COPERTURA DEL COSTO PER LA FREQUENZA AI CENTRI ESTIVI

Dettagli

C O M U N E D I M I R A Provincia di Venezia

C O M U N E D I M I R A Provincia di Venezia ORIGINALE C O M U N E D I M I R A Prvincia di Venezia Lavri Pubblici\\Edilizia pubblica e prgettazine realizzazine Infrastrutture, D. Lgs 81/2008 DETERMINAZIONE DI IMPEGNO N 1938 Del 12/10/2012 Oggett:

Dettagli

Guida agli incentivi in conto energia per gli impianti fotovoltaici - prima parte -

Guida agli incentivi in conto energia per gli impianti fotovoltaici - prima parte - Guida agli incentivi in cnt energia per gli impianti ftvltaici (prima parte) Guida agli incentivi in cnt energia per gli impianti ftvltaici - prima parte - Pubblicat il: 20/03/2006 Aggirnat al: 20/03/2006

Dettagli

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO PROGETTO I - CAST Integrazine delle ICT nella catena del valre delle imprese del sistema Tessile Abbigliament AVVISO Dispnibilità della piattafrma tecnlgica di scambi dcumentale Pagina 1 di 7 1. PREMESSA

Dettagli

Decreto del Presidente della Repubblica 1 agosto 2011 n. 151. S ETTORE RICERCA, CERTIFICAZIONE E V ERIFICA Servizio Prevenzione e Protezione

Decreto del Presidente della Repubblica 1 agosto 2011 n. 151. S ETTORE RICERCA, CERTIFICAZIONE E V ERIFICA Servizio Prevenzione e Protezione Decret del Presidente della Repubblica 1 agst 2011 n. 151 I STITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI I NFORTUNI SUL L AVORO S ETTORE RICERCA, CERTIFICAZIONE E V ERIFICA Servizi Prevenzine e Prtezine

Dettagli

Verifiche periodiche negli edifici residenziali dei paesi Europei

Verifiche periodiche negli edifici residenziali dei paesi Europei Verifiche peridiche negli edifici residenziali dei paesi Eurpei Verifiche peridiche negli edifici residenziali dei paesi Eurpei Pubblicat il: 09/11/2006 Aggirnat al: 09/11/2006 di Gianfranc Ceresini 1.

Dettagli

piano generale di smaltimento delle acque (PGA)

piano generale di smaltimento delle acque (PGA) Abteilung 29 - Landesagentur für Umwelt Amt 29.4 - Amt für Gewässerschutz Ripartizine 29 - Agenzia prvinciale per l'ambiente Uffici 29.4 - Uffici Tutela acque Linee guida per l elabrazine del pian generale

Dettagli

SCHEDA «E»: SINTESI NON TECNICA 1

SCHEDA «E»: SINTESI NON TECNICA 1 1 La Scietà IM.EC TECNOLOGIE ECOLOGICHE s.r.l. perante nel settre della gestine dei rifiuti, cn sede perativa e legale in Via dell Arte, 85 00144 ROMA, ha sviluppat un prgett per la realizzazine di una

Dettagli

AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI

AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI C O M U N E D I SABBIO CHIESE P R O V I N C I A D I B R E S C I A via Caduti 1, 25070 SABBIO CHIESE (BS) AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI ----------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Prot. A00DRAB 2688 L Aquila, 24.02.2011 REGIONE ABRUZZO AI GESTORI DELLE SCUOLE PARITARIE DI OGNI ORDINE E GRADO DELLA REGIONE ABRUZZO

Prot. A00DRAB 2688 L Aquila, 24.02.2011 REGIONE ABRUZZO AI GESTORI DELLE SCUOLE PARITARIE DI OGNI ORDINE E GRADO DELLA REGIONE ABRUZZO Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO DIREZIONE GENERALE - L AQUILA Uffici di Vigilanza e Crdinament delle Scule nn Statali, Paritarie e nn

Dettagli

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (Art. 26, D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81) OGGETTO: Prcedura

Dettagli

Procedura operativa per l'organizzazione del servizio alternativo di fornitura gas mediante carri bombolai

Procedura operativa per l'organizzazione del servizio alternativo di fornitura gas mediante carri bombolai Prcedura perativa per l'rganizzazine del servizi alternativ di frnitura gas mediante carri bmblai La presente prcedura descrive le mdalità di attivazine e di ergazine del servizi alternativ di frnitura

Dettagli

airpointer in breve ANALIZZATORE COMPATTO PER IL MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA airpointer

airpointer in breve ANALIZZATORE COMPATTO PER IL MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA airpointer airpinter Analizzatre cmpatt per la misura di SO2/H2S, NOx, CO, O3 Il sistema airpinter appartiene ai sistemi di mnitraggi di nuva generazine ed ffre agli utenti un pprtunità unica: disprre di misure di

Dettagli

R.IE01. PROGETTO DEFINITIVO settembre 2011. Università degli Studi di Bari "ALDO MORO" MACROAREA TECNICA P.za Umberto I, 1-70124 Bari

R.IE01. PROGETTO DEFINITIVO settembre 2011. Università degli Studi di Bari ALDO MORO MACROAREA TECNICA P.za Umberto I, 1-70124 Bari Università degli Studi di Bari "ALDO MORO" MACROAREA TECNICA P.za Umbert I, 1-70124 Bari PROGETTO DI ADEGUAMENTO ALLE NORME DI PREVENZIONE INCENDI E SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE DEL PALAZZO

Dettagli

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi La valutazine dei rischi per la sicurezza e per la salute degli peratri di un servizi veterinari: l esperienza della ASL RM B * e della ASL RM C #. Relatri: * Dr. Rme Di Giuseppe - # Dr. Palmerin Mascitta

Dettagli

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27 M I N I S T E R O D E L L I S T R U Z I O N E D E L L U N I V E R S I T À E D E L L A R I C E R C A U F F I C I O S C O L A S T I C O R E G I O N A L E P E R I L L A Z I O L I C E O S T A T A L E C L A

Dettagli

in conformità al D.M. 30/11/1983

in conformità al D.M. 30/11/1983 A P P A R E C C H I AT U R E D I P R E S S U R I Z Z A Z I O N E F I LT R I A P R O V A D I F U M O in cnfrmità al D.M. 30/11/1983 Le apparecchiature sn certificate C/O l Istitut Girdan SPA, Labratri Autrizzat

Dettagli

1. AI FINI DELL ESERCIZIO DELL ATTIVITA DICHIARA

1. AI FINI DELL ESERCIZIO DELL ATTIVITA DICHIARA Da far pervenire 30 GIORNI prima della manifestazine MODELLO 6 A.P. Al COMUNE DI TORINO DI SANGRO Piazza Dnat Iezzi 15 66020 TORINO DI SANGRO (CH) Pec: prtcll@cmunetrindisangr.legalmail.it Fax 0873.913175

Dettagli

all interno del quale la sottoscritta svolge il ruolo di mandataria o responsabile del consorzio. D I C H I A R A

all interno del quale la sottoscritta svolge il ruolo di mandataria o responsabile del consorzio. D I C H I A R A ALLEGATO 1 DICHIARAZIONE ED ISTANZA DI PARTECIPAZIONE PER CONCORRENTI SINGOLI, SOCIETA MANDATARIE (IN CASO DI R.T.I.) O SOCIETA RESPONSABILI DEL CONSORZIO resa ai sensi degli articli 38, 46 e 47 D.P.R.

Dettagli

IEC : , paragrafo selection of cable glands. EN : , paragrafo selection of cable glands

IEC : , paragrafo selection of cable glands. EN : , paragrafo selection of cable glands Marz 2017 Aggirnament sul criteri dimensinale per la prgettazine delle custdie in esecuzine Ex d e Ex de ad us Quadri : il nuv criteri di ingress/uscita cavi Le nrmative che reglan i criteri di installazine

Dettagli

c h i e d e o nuova autorizzazione per noleggio da rimessa con conducente o sostituzione automezzo o autorizzazione per subingresso a

c h i e d e o nuova autorizzazione per noleggio da rimessa con conducente o sostituzione automezzo o autorizzazione per subingresso a Md. DNO 4443 AL COMUNE di BUCINE Impsta di bll OGGETTO: TRASPORTI Dmanda autrizzazine per il servizi di nleggi da rimessa cn cnducente. Il sttscritt nat a il residente a Via/P.zza/Fraz. n. Cdice fisc.

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE. Settore LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE

DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE. Settore LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE COP IA COMUNE DI SANTO STEFANO BELBO Prvincia di Cune DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE Settre LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE N. 33 del 30/05/2012 Il Respnsabile del Servizi: Gem. Luigi BIESTRO

Dettagli

Guida pratica al diritto d accesso

Guida pratica al diritto d accesso PREMESSA Il Cmune di Perugia garantisce il diritt ai cittadini di accedere agli atti amministrativi del Cmune stess, al fine di assicurare la trasparenza e l'imparziale svlgiment dell'attività amministrativa.

Dettagli

1 - PREMESSA. 2 2 PRINCIPALI LEGGI DI RIFERIMENTO UTILIZZATE. 3 3 PROGETTO DEFINITIVO ESECUTIVO.

1 - PREMESSA. 2 2 PRINCIPALI LEGGI DI RIFERIMENTO UTILIZZATE. 3 3 PROGETTO DEFINITIVO ESECUTIVO. SOMMARIO 1 - PREMESSA... 2 2 PRINCIPALI LEGGI DI RIFERIMENTO UTILIZZATE... 3 3 PROGETTO DEFINITIVO ESECUTIVO... 4 4 CARATTERISTICHE DELL EDIFICIO E PROBLEMATICHE DI SICUREZZA... 5 4.1 - Descrizine generale

Dettagli

Prot. n. A00DRAB 365 L Aquila, 16.01.2013. OGGETTO: Riconoscimento della parità scolastica - Indicazioni operative. Anno scolastico 2013/2014.

Prot. n. A00DRAB 365 L Aquila, 16.01.2013. OGGETTO: Riconoscimento della parità scolastica - Indicazioni operative. Anno scolastico 2013/2014. Respnsabile del prcediment: Agnese Giusti - Tel:. 0862/574220 e-mail: agnese.giusti@istruzine.it Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca Uffici Sclastic Reginale per l Abruzz Direzine

Dettagli

IMPIANTI SPORTIVI (Stadio, Palazzo dello sport, Centro polisportivo, Piscina, Campo da gioco, Palestra, Campo da corse, etc.)

IMPIANTI SPORTIVI (Stadio, Palazzo dello sport, Centro polisportivo, Piscina, Campo da gioco, Palestra, Campo da corse, etc.) Impianti sprtivi Ultim aggirnament: 1 ag. 2008 IMPIANTI SPORTIVI (Stadi, Palazz dell sprt, Centr plisprtiv, Piscina, Camp da gic, Palestra, Camp da crse, etc.) Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment:

Dettagli

atmoblock plus, turboblock plus

atmoblock plus, turboblock plus Per l utente atmblok plus, turbblok plus VM/VMW T 4/-5 VM/VMW T 8/-5 VMW T 4/-5B VMW T 8/-5B VM/VMW T 4/-5 VM/VMW T 8/-5 VM/VMW T 3/-5 VMW T 4/-5B VMW T 8/-5B VMW T 3/-5B T Smmari; nfrmazini generali Smmari

Dettagli

INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DI GIOCHI LECITI (art. 86, comma 1, del R.D. 18/6/1931 n. 773 e ss. mm*)

INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DI GIOCHI LECITI (art. 86, comma 1, del R.D. 18/6/1931 n. 773 e ss. mm*) Al Cmune di CASTELFRANCO EMILIA tit.... prt. n del / / Respnsabile del prcediment Cm.te Plizia Municipale S. C. I. A. INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DI GIOCHI LECITI (art. 86, cmma 1, del R.D. 18/6/1931 n.

Dettagli

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA TRA

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA TRA ALLEGATO A) SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA TRA [ ] C.F. 80017210727, cn sede in [ ], Via [ ], in persna del legale rappresentante pr tempre dtt. [ ] (di seguit, anche sl Operatre) E L Istitut di Servizi

Dettagli

Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici.

Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici. Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici. 16 dicembre 2015 Cn l'appsizine della marcatura CE il "fabbricante"

Dettagli

IL RISCHIO DI CADUTA DAI TETTI PER LAVORI DI RIMOZIONE DEL MANTO DI COPERTURA e lavori di manutenzione

IL RISCHIO DI CADUTA DAI TETTI PER LAVORI DI RIMOZIONE DEL MANTO DI COPERTURA e lavori di manutenzione DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO Servizi Prevenzine e Sicurezza negli Ambienti di Lavr Respnsabile: dtt. Girgi Luzzana via Brg Palazz 130 24125 Bergam Ingress 9 C, clre blu 035 2270 599 / 598 - fax 035

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE)

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) ANAGRAFICA (cme da art. 5, c. 1, lett. a), del D.P.R.

Dettagli

IL RISCHIO DI CADUTA DAI TETTI PER LAVORI DI RIMOZIONE DEL MANTO DI COPERTURA e lavori di manutenzione

IL RISCHIO DI CADUTA DAI TETTI PER LAVORI DI RIMOZIONE DEL MANTO DI COPERTURA e lavori di manutenzione IL RISCHIO DI CADUTA DAI TETTI PER LAVORI DI RIMOZIONE DEL MANTO DI COPERTURA e lavri di manutenzine Le cadute dall alt determinan spess infrtuni gravi cn lesini permanenti e, in alcuni casi, la mrte.

Dettagli

MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

MATERIALI CONTENENTI AMIANTO Cmune di Terruggia Servizi Tecnic Via Marcni, 9 15030 Terruggia (AL) Tel.0142.401400 Fax 0142.401471 e-mail: tecnic@cmune.terruggia.al.it C.F. 00458160066 MATERIALI CONTENENTI AMIANTO Elenc nn esaustiv

Dettagli

DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI

DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI Bll (nn dvut dalle ONLUS) Al Cmune di Mntecchi Emilia DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI Il sttscritt Cgnme Nme Cdice

Dettagli

BANDO DI GARA PER VISITE GUIDATE E SOGGIORNI STUDIO CIG. ZD20D4DC3A

BANDO DI GARA PER VISITE GUIDATE E SOGGIORNI STUDIO CIG. ZD20D4DC3A ISTITUTO COMPRENSIVO VARESE 3 A. VIDOLETTI VIA MANIN, 3-21100 - VARESE Tel. 0332 / 225213 - fax 0332 / 224558 E mail ic.vidletti@liber.it www.icvarese3-vidletti.it Prt n. 128 C/14 Varese, 13/1/2014 BANDO

Dettagli

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 -

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 - SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. DESCRIZIONE DELLE SEZIONI IMPIANTISTICHE... 3 3. RESPONSABILITÀ E COMPETENZE... 5 3.1. COMPETENZE DEL RESPONSABILE DEL... 5 4 IL MONITORAGGIO E CONTROLLO AMBIENTALI... 6 5

Dettagli

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI 1 SCOPO DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI IDENTIFICARE I PERICOLI VALUTARE I RISCHI STABILIRE LE MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE CONTROLLARE

Dettagli

COMUNE DI CASSANO ALL IONIO (Prov. di Cosenza)

COMUNE DI CASSANO ALL IONIO (Prov. di Cosenza) COMUNE DI CASSANO ALL IONIO (Prv. di Csenza) SETTORE AMBIENTE E SERVIZI INTEGRATI Appalt integrat per SERVIZI DI IGIENE URBANA e gestine discarica COMUNALE del di Cassan All Ini DOCUMENTO DI VALUTAZIONE

Dettagli

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello :

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello : Data Inizi : Nn Specificat Termine : Nn Specificat Grupp : Cst : 3000 EUR Lcatin : Viterb, Rma, Latina Livell : Crs ASPP-RSPP mdul Atec B (dal B1 al B9) Crs prfessinalizzante per la figura esterna di Respnsabili

Dettagli

Protocollo operativo delle macellazioni per uso familiare

Protocollo operativo delle macellazioni per uso familiare Dipartiment di Prevenzine Servizi Igiene degli Alimenti di Origine Animale Via Blgna 9 09025 SANLURI VS - tel.070/9359502 - fax 070/9359504 Direttre del Servizi: Dr. ssa Maria Givanna Pitzus Prtcll perativ

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE RELAZIONE SUI MATERIALI

PROGETTO PRELIMINARE RELAZIONE SUI MATERIALI Via di San Salvi 12 50135 Firenze tel. 055 62.631 fax 055 62.63.700 Ospedale Santa Maria Annunziata Intervent di ristrutturazine edilizia per l installazine di una apparecchiatura per la Risnanza Magnetica

Dettagli

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA PROGETTO DI NUOVA REALIZZAZIONE IMPIANTO DI RECUPERO RIFIUTI INERTI DEL COMPARTO EDILE SCAVI MEC S.R.L. Via dell Industria, 27 Smmacampagna

Dettagli

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167)

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Test unic dell apprendistat (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Cntratti cllettivi nazinali del lavr (CCNL) Accrd del 23 aprile 2012 tra Regine del Venet e Parti Sciali per la frmazine degli apprendisti

Dettagli

Seconda edizione della norma CEI EN (CEI 31-30)

Seconda edizione della norma CEI EN (CEI 31-30) Secnda edizine della nrma CEI EN 60079-10 (CEI 31-30) Secnda edizine della nrma CEI EN 60079-10 (CEI 31-30) Pubblicat il: 09/12/2004 Aggirnat al: 09/12/2004 di Gianfranc Ceresini La secnda edizine della

Dettagli

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro Sistema di Gestine della Salute e della Sicurezza sul Lavr versine 1.0 - settembre 2009 1 REVISIONE Prima stesura Versine 1.0 DATA REVISIONE REDAZIONE APPROVAZIONE DATA APPROVAZIONE Revisine 1 2 PREMESSA

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 124 del 27/08/2015 DOCUMENTO FIRMATO DIGITALMENTE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 124 del 27/08/2015 OGGETTO: PROVVEDIMENTI IN MERITO ALLA DELIBERAZIONE DELL'ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Dettagli

IL RESPONSABILE DELL AREA TECNICA

IL RESPONSABILE DELL AREA TECNICA OGGETTO: AVVISO PER ACQUISIZIONE DISPONIBILITA A SVOLGERE LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PER LE ATTIVITA RELATIVE A LAVORI DI PULIZIA E GIARDINAGGIO, MANUTENZIONE DI EDIFICI, STRADE, PARCHI E MONUMENTI

Dettagli

Progetto di norma CEI C.930

Progetto di norma CEI C.930 Prgett di nrma CEI C.930 Pubblicat il: 05/12/2005 Aggirnat al: 05/12/2005 di Gianfranc Ceresini Prgett di nrma che mdifica tre sezini (e mezz) della CEI 64-8/7 Saune, campeggi, camper (e cavi LS0H). É

Dettagli

Il/la sottoscritto/a. nato/a a (prov. ) il C.F./P.Iva. residente in (prov. ), via/piazza n. Tel. cell. e-mail. in nome e per conto della società

Il/la sottoscritto/a. nato/a a (prov. ) il C.F./P.Iva. residente in (prov. ), via/piazza n. Tel. cell. e-mail. in nome e per conto della società COMUNE DI BARBERINO DI MUGELLO SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO Uffici Edilizia Privata (spazi riservat all uffici Prtcll) COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI di attività libera PER ISTALLAZIONE DI IMPIANTI ENERGIE

Dettagli

Resistività del terreno espressa in Ωm.

Resistività del terreno espressa in Ωm. Resistività del terren espressa in Ωm. L'impiant cmprenderà: un dispersre, un cnduttre di terra, un cnduttre di prtezine, un cllettre principale di terra, cnduttri di equiptenzialità. Dispersre L impiant

Dettagli

La certificazione energetica degli edifici

La certificazione energetica degli edifici La certificazine energetica degli edifici Che cs è la certificazine energetica? si definisce certificazine energetica il cmpless delle perazini svlte da un tecnic abilitat per il rilasci dell attestat

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE SISTEMA INFORMATIVI ASSOCIATI --- SIA Determinazine dirigenziale Registr Generale N. 170 del 11/03/2015 Registr del Settre N. 30 del 09/03/2015 Oggett: Acquist del servizi di access ai dati del

Dettagli

DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA

DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA PRIVACY IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA ALLE DISPOSIZIONI DELL ALLEGATO B AL D. LGS. N. 196/2003 CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI

Dettagli

INDICE. 3. Inverter PVI-10.0/12.5-OUTD-IT prodotti a partire dalla settimana 26/2012 (S/N 989541)

INDICE. 3. Inverter PVI-10.0/12.5-OUTD-IT prodotti a partire dalla settimana 26/2012 (S/N 989541) Attuazine delle mdifiche e prcedure di adeguament degli inverter Pwer-One alle nuve dispsizini in materia di cnnessine alla rete: adeguament degli inverter alla Nrma CEI 0-21 ed all allegat A70 del cdice

Dettagli