LA COMPILAZIONE AI FINI FISCALI E STATISTICI DEGLI ELENCHI INTRASTAT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA COMPILAZIONE AI FINI FISCALI E STATISTICI DEGLI ELENCHI INTRASTAT"

Transcript

1 Periodico quindicinale FE n giugno 2013 LA COMPILAZIONE AI FINI FISCALI E STATISTICI DEGLI ELENCHI INTRASTAT ABSTRACT Gli elenchi riepilogativi degli acquisti e delle cessioni di beni richiedono la compilazione di campi sia di natura fiscale sia statistica. Le informazioni statistiche devono essere rese dai soggetti tenuti a presentare i modelli con periodicità mensile. Esaminiamo di seguito le informazioni da fornire negli elenchi relativi ai beni. LA COMPILAZIONE DEGLI ELENCHI INTRASTAT I dati degli elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari di beni sono utilizzati sia a fini fiscali, per il controllo della corretta applicazione delle regole fiscali, sia a fini statistici, per il monitoraggio statistico degli scambi di beni tra i diversi Stati membri della Comunità. Gli elenchi INTRASTAT riferiti alle prestazioni di servizi rese o ricevute, contengono invece dati di natura esclusivamente fiscale. Pertanto, quando si segnalano operazioni che hanno una valenza fiscale (ad esempio, l acquisto di un bene), è necessario fornire anche le informazioni, ad esempio il modo di trasporto, che servono per l elaborazione dei dati statistici. Inoltre, in taluni casi l indicazione delle informazioni di natura statistica è necessaria anche per le operazioni che non sono considerate cessioni o acquisti di beni ai fini fiscali (ad esempio, l invio in un altro Stato membro di merce destinata a subire una lavorazione). Al fine di agevolare i soggetti che hanno scambi intracomunitari di entità limitata, sono state introdotte alcune soglie, il cui mancato superamento comporta l esclusione dall obbligo di rendere le informazioni statistiche. Nell ordinamento italiano tali soglie sono state collegate alla periodicità di presentazione degli elenchi e all entità delle spedizioni (mod. INTRA 1) e degli arrivi (mod. INTRA 2) intracomunitari. In particolare i soggetti tenuti alla presentazione degli elenchi con cadenza trimestrale, non devono compilare la parte statistica degli elenchi, né segnalare le operazioni a soli fini statistici; i soggetti tenuti alla presentazione con cadenza mensile, oltre che compilare le colonne statistiche, quando dichiarano le operazioni di natura fiscale, devono segnalare anche le operazioni a soli fini statistici. Invece i soggetti mensili per opzione non devono compilare la parte statistica degli elenchi, né segnalare le operazioni a soli fini statistici. Soggetti mensili Tenuti alla compilazione dei campi di natura fiscale e di natura statistica. Soggetti trimestrali Tenuti soltanto alla compilazione dei campi di natura fiscale. RIPRODUZIONE VIETATA PAG. 1 di 5

2 Riepiloghiamo di seguito la valenza fiscale e statistica dei singoli campi. PERIODICITÀ ELENCO RIEPILOGO OPERAZIONI CESSIONI DI BENI ACQUISTI DI BENI Ai fini fiscali e statistici Tutte le colonne (da 1 a 13) Tutte le colonne (da 1 a 15) Mensile Ai soli fini fiscali Colonne da 1 a 6 * Colonne da 1 a 7 ** Ai soli fini statistici Colonna 1 e da 5 a 13 Colonna 1 e da 6 a 15 Trimestrale Ai fini fiscali Colonne da 1 a 6 * Colonne da 1 a 7 ** Ai fini statistici === === * La colonna 5 è obbligatoria solo in caso di operazioni triangolari; la compilazione della colonna 6 è facoltativa. ** La colonna 6 è obbligatoria solo in caso di operazioni triangolari; la compilazione della colonna 7 è facoltativa. COMPILAZIONE DELLA PARTE FISCALE E STATISTICA Come sopra anticipato, i soggetti tenuti alla presentazione mensile dei modelli INTRASTAT che si riferiscono ai beni, sono obbligati a compilare sia le colonne della parte fiscale, sia quelle della parte statistica. Tuttavia, tra i dati concernenti la parte statistica, ve ne sono alcuni che devono essere compilati soltanto se il contribuente mensile ha superato, nell anno precedente, il seguente volume di spedizioni e di arrivi. DESCRIZIONE CAMPO CAMPO MOD. INTRA 1-BIS CAMPO MOD. INTRA 2-BIS SOGLIA DI ESONERO Valore statistico Colonna 9 Colonna 10 INTRA 1-bis INTRA 2-bis Condizioni di consegna Colonna 10 Colonna 11 Modo di trasporto Colonna 11 Colonna 12 Spedizioni fino a 20 milioni Arrivi fino a 20 milioni In caso di inizio dell attività di scambio intracomunitario di beni, il riferimento è al volume di arrivi e spedizioni che si presume di realizzare nell anno in corso. La soglia di 20 milioni, deve essere calcolata separatamente per ciascuna tipologia di elenco (cessioni e acquisti di beni). Inoltre, nel computo del valore delle spedizioni e degli arrivi deve essere considerato, oltre al volume delle cessioni e degli acquisti con rilevanza fiscale, anche il valore statistico delle spedizioni e degli arrivi a titolo non traslativo della proprietà (ad esempio, beni inviati in c/lavorazione, invii del prodotto che deriva da una lavorazione, ecc.). In caso di operazioni riepilogate soltanto ai fini statistici (ad esempio, le lavorazioni), anche i soggetti mensili che non superano le predette soglie, sono comunque tenuti alla compilazione della colonna valore statistico. COMPILAZIONE DELLA SOLA PARTE FISCALE Al ricorrere di talune particolari operazioni è necessario compilare la sola parte fiscale degli elenchi a prescindere dalla periodicità di presentazione. RIPRODUZIONE VIETATA PAG. 2 di 5

3 Ad esempio, nell ipotesi di cessioni di beni verso operatori di San Marino, è necessario compilare soltanto le colonne da 1 a 4 del mod. INTRA 1-bis. Si ricorda che l obbligo di riepilogare le cessioni di beni verso San Marino, ricorre solo se il cedente effettua anche cessioni intracomunitarie verso altri Paesi membri (anche se nel periodo di riferimento non ha effettuato alcuna cessione intracomunitaria). Gli acquisti di beni da San Marino, invece, non devono essere mai riepilogati. Esempio 1 Cessione di beni del valore di a un operatore sammarinese. Il cedente italiano emette fattura non imponibile IVA ex art. 71, DPR 633/1972. L operazione è riepilogata nella c.d. comunicazione black list e, poiché il fornitore italiano effettua anche cessioni intracomunitarie, anche nel mod. INTRA 1-bis. L obbligo di compilazione dei soli campi di natura fiscale ricorre anche nelle ipotesi di triangolazioni comunitarie in cui la merce non entra nel territorio dello Stato. In questo caso le operazioni di acquisto e di vendita degli stessi beni devono essere riepilogate negli elenchi soltanto ai fini fiscali (colonne da 1 a 6 del mod. INTRA 2-bis, colonne da 1 a 5 del mod. INTRA 1-bis). Nel campo natura della transazione va indicata la lettera A per segnalare che trattasi di operazione triangolare. Esempio 2 IT acquista beni da DE per e li vende a FR per l importo di IT incarica DE di consegnare direttamente la merce a FR. L operatore italiano presenta i modelli INTRA con cadenza mensile e nell anno precedente ha superato la soglia di 20 milioni di arrivi e spedizioni. IT riceve la fattura del fornitore DE, la integra senza applicare l imposta ai sensi dell art. 40, c. 2, DL 331/1993, ed effettua la doppia registrazione. Emette poi fattura non imponibile ex art. 41, DL 331/1993, nei confronti di FR, designandolo espressamente in fattura come responsabile del pagamento dell imposta quale destinatario della cessione. Nonostante la periodicità mensile, IT non compila la parte statistica (colonne da 8 a 15) del mod. INTRA 2-bis, poiché la merce non è transitata per il territorio nazionale. Non è compilata neppure la colonna 7 ( nomenclatura combinata ) giacché trattasi di dato non obbligatorio quando la compilazione del modello avviene ai soli fini fiscali. Nella colonna 6 ( natura della transazione ) è indicata la lettera A per segnalare l operazione triangolare. Stante la periodicità mensile, IT non compila la parte statistica (colonne da 7 a 13) del mod. INTRA 1-bis, poiché la merce non è transitata per il territorio nazionale. Non è compilata neppure la colonna 6 ( nomenclatura combinata ) giacché trattasi di dato non obbligatorio quando la compilazione del modello avviene ai soli fini fiscali. Nella colonna 5 ( natura della transazione ) è indicata la lettera A per segnalare l operazione triangolare. RIPRODUZIONE VIETATA PAG. 3 di 5

4 La necessità di compilare i campi di natura fiscale riguarda anche l ipotesi in cui la merce è venduta a un cliente comunitario e, su incarico dello stesso, è consegnata a un altro operatore italiano per essere sottoposta a lavorazioni. In questo caso, il cedente italiano è tenuto a compilare il mod. INTRA 1-bis ai fini solo fiscali (con riferimento al periodo di registrazione della fattura di vendita) poiché la movimentazione statistica dei beni nel Paese di destinazione sarà segnalata dal prestatore italiano (solo se soggetto mensile). COMPILAZIONE DELLA SOLA PARTE STATISTICA L art. 6, DM , precisa quali informazioni statistiche devono essere rese negli elenchi: dati relativi alle spedizioni di beni inviati o ricevuti per una lavorazione; dati relativi agli scambi intracomunitari di navi ed aeromobili, di energia elettrica, di gas, di merci acquisite o cedute come soccorsi di urgenza in regioni sinistrate; installazioni di beni eseguite in Italia da parte di un fornitore estero; scambi di beni soggetti al regime del margine effettuati con soggetti passivi residenti in altri Stati membri. I soggetti tenuti alla presentazione mensile, esclusi quelli per opzione, devono quindi compilare le sezioni statistiche dei modelli INTRA 1-bis e INTRA 2-bis, per comunicare le movimentazioni intracomunitarie (arrivi e spedizioni) dei beni in conto lavorazione. Nella pratica può anche ricorrere l ipotesi di un soggetto tenuto alla compilazione della parte statistica solo in entrata o solo in uscita. Si pensi, ad esempio, a un contribuente tenuto alla presentazione mensile dei modelli concernenti le cessioni, e alla presentazione trimestrale dei modelli relativi agli acquisti. Al ricorrere di tale ipotesi lo stesso soggetto: 1) compila la parte statistica per il materiale inviato in conto lavorazione verso altri Paesi comunitari e per i prodotti resi dalle lavorazioni eseguite in Italia; 2) non è tenuto a compilare il modello, né per il rientro dei prodotti compensatori ottenuti dalle lavorazioni eseguite in altri Stati comunitari, né per il materiale che riceve in vista di una lavorazione da eseguire in Italia. La compilazione delle sole informazioni di natura statistica è richiesta anche nell ipotesi in cui l operatore italiano acquisti beni che sono poi installati, montati o assiemati in Italia da parte del fornitore comunitario. In tal caso il soggetto italiano deve compilare la parte statistica del modello con riguardo al momento di trasferimento dei beni nel territorio nazionale. Nella parte statistica vanno riepilogati anche i dati statistici relativi agli scambi intracomunitari di energia elettrica e gas, alle merci acquistate o cedute come soccorsi d urgenza in regioni sinistrate, nonché la movimentazione di alcuni particolari beni (navi, aeromobili, veicoli spaziali, merci fornite o provenienti da impianti in alto mare, prodotti del mare). RIPRODUZIONE VIETATA PAG. 4 di 5

5 MERCI ECLUSE DALLA RILEVAZIONE STATISTICA Per espressa previsione legislativa sono escluse dalla rilevazione statistica nelle sezioni dedicate ai beni, le merci indicate nell allegato XI del Provvedimento MERCI ESCLUSE DALLA RILEVAZIONE STATISTICA a) Oro detto monetario. b) c) d) Strumenti di pagamento aventi corso legale e valori, compresi pagamenti per servizi quali l affrancatura, le imposte o i canoni. Merci destinate a un uso temporaneo o restituite dopo tale uso (ad esempio locazioni, mutui, leasing operativi), alle seguenti condizioni: 1) non è prevista né è stata effettuata alcuna lavorazione; 2) la durata prevista per l uso temporaneo non è stata o non sarà superiore a 24 mesi; 3) la cessione o l acquisto non sono da dichiarare come una cessione o un acquisto ai fini IVA. Merci che circolano tra: - uno Stato membro e le sue zone franche territoriali in altri Stati membri, e - lo Stato membro di accoglienza e le zone franche territoriali in altri Stati membri o di organizzazioni internazionali. Le zone franche territoriali comprendono le ambasciate e le forze armate nazionali, stazionate al di fuori del territorio del Paese di origine. e) Beni che veicolano informazioni personalizzate, software compreso. f) Software scaricato da Internet. g) h) i) Beni forniti a titolo gratuito che non siano oggetto di transazioni commerciali, purché siano movimentati unicamente al fine di predisporre o favorire una transazione commerciale successiva, illustrando le caratteristiche di beni e servizi, ad esempio: - materiale pubblicitario; - campioni commerciali. Beni destinati a essere riparati e restituiti in seguito alla riparazione, nonché i pezzi di ricambio associati e i pezzi difettosi sostituiti. La riparazione di un bene consiste nel ripristino della sua funzione o condizione originaria. L obiettivo dell operazione è semplicemente mantenere i beni in condizioni di funzionamento e può comportare lavori di ricostruzione o miglioria, ma non modifica in alcun modo la natura dei beni. Mezzi di trasporto che si spostano durante il loro funzionamento, compresi i mezzi di lancio di veicoli spaziali al momento del lancio. Pertanto, anche se le operazioni aventi a oggetto i beni elencati dalla tabella sono da segnalare per la parte fiscale, le informazioni di natura esclusivamente statistica non devono comunque essere segnalate. Le esclusioni previste dall elenco non si estendono agli elenchi riferiti ai servizi intracomunitari. Ad esempio, il software scaricato da Internet rientra tra le prestazioni di servizi generici di cui all art. 7-ter, DPR 633/1972, e va quindi dichiarato negli elenchi dei servizi. RIPRODUZIONE VIETATA PAG. 5 di 5

Circolare n. 8. del 15 marzo 2010

Circolare n. 8. del 15 marzo 2010 Via Principe Amedeo 11 10123 Torino c.f. e p.iva 06944680013 Tel. 011 8126939 Fax. 011 8122079 Email: info@studiobgr.it www.studiobgr.it Circolare n. 8 del 15 marzo 2010 Modelli INTRASTAT - Recepimento

Dettagli

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 S T U D I O C O M M E R C I A L I S T A dott. sa Ausilia RUBIANO Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Giudice Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 MODELLI INTRASTAT: NOVITA. Con il

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

LE OPERAZIONI CON SAN MARINO: NOVITA E CONFERME

LE OPERAZIONI CON SAN MARINO: NOVITA E CONFERME Circolare N. 72 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 15 ottobre 2010 LE OPERAZIONI CON SAN MARINO: NOVITA E CONFERME Le nuove regole concernenti la territorialità IVA delle prestazioni di servizi,

Dettagli

NUOVE REGOLE COMUNITARIE SULLA TERRITORIALITA DELL IVA

NUOVE REGOLE COMUNITARIE SULLA TERRITORIALITA DELL IVA NUOVE REGOLE COMUNITARIE SULLA TERRITORIALITA DELL IVA Le risposte pubblicate dalla stampa specializzata Confindustria Genova - Martedì 4 maggio 2010 D Come deve comportarsi una società italiana che abbia

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI

INDICE CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI INDICE CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI 1. Quadro generale e riferimenti normativi...9 2. I soggetti obbligati alla presentazione degli elenchi Intrastat... 12 3. La struttura degli elenchi... 13 3.1 Frontespizio

Dettagli

CIRCOLARE 36/E 21.06.2010

CIRCOLARE 36/E 21.06.2010 CIRCOLARE 36/E 21.06.2010 SIMONE DEL NEVO 24.06.2010 Studio Del Nevo I CHIARIMENTI Assumono rilevanza intrastat solo le prestazioni di servizio generiche disciplinate dall articolo 7 ter DPR 633/72: CICLO

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI

INDICE CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI INDICE CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI 1. Quadro generale e riferimenti normativi... 11 2. I soggetti obbligati alla presentazione degli elenchi Intrastat... 16 3. La struttura degli elenchi... 17 3.1

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2010: ULTERIORI CHIARIMENTI DALL AGENZIA

ELENCHI INTRASTAT 2010: ULTERIORI CHIARIMENTI DALL AGENZIA Circolare N. 63 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 14 settembre 2010 ELENCHI INTRASTAT 2010: ULTERIORI CHIARIMENTI DALL AGENZIA Con Circolare n. 43/E/2010, l Agenzia delle Entrate risponde ad alcuni

Dettagli

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 News di approfondimento N. 25 16 Ottobre 13 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Nella Circolare n. 36/2010 sono forniti dei chiarimenti in relazione alle riparazioni di beni.

Nella Circolare n. 36/2010 sono forniti dei chiarimenti in relazione alle riparazioni di beni. Sezione prima - Aspetti generali Operazioni soggette a rilevazione ed esclusioni Operazioni soggette a rilevazione ed esclusioni Dal 1 gennaio 2010, oggetto di riepilogo negli appositi Modelli, non sono

Dettagli

COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND

COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND Circolare N. 51 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 10 luglio 2009 COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND Al sussistere di determinate condizioni, i soggetti che operano abitualmente con l estero

Dettagli

3. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI

3. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI SOMMARIO 1. IL TERRITORIO DELL UNIONE EUROPEA 1.1. I paesi dell Unione Europea... 3 1.1.1. Ingresso di nuovi Stati nell Unione Europea: disposizioni transitorie... 3 1.2. Lo status di operatore comunitario...

Dettagli

NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT

NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT EMISSIONE DELLA FATTURA PER I SERVIZI EXTRATERRITORIALI - MODALITA D INTEGRAZIONE DELLE FATTURE ESTERE PER I SERVIZI GENERICI RESI AD OPERATORI

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI INTRASTAT

GLI ADEMPIMENTI INTRASTAT GLI ADEMPIMENTI INTRASTAT L anno 2008 non ha apportato sostanziali modifiche sia alle modalità sia ai termini di presentazione delle dichiarazioni intrastat. Pertanto con la presente trattazione ci limitiamo

Dettagli

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente OGGETTO: Circolare 11.2015 Seregno, 23 marzo 2015 LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente L art. 21 D.L. 78/2010 ha previsto l obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti

Dettagli

I MODELLI INTRA. Modelli INTRA 2010: novità

I MODELLI INTRA. Modelli INTRA 2010: novità I MODELLI INTRA Bologna, 2 Ottobre 2014 D.ssa Nadia Gentina Modelli INTRA 2010: novità La disciplina comunitaria relativa alle dichiarazioni Intrastat è stata recentemente aggiornata dalle direttive: 2008/8/CE

Dettagli

29 ottobre 1993, n. 427) in modo distinto a seconda della residenza fiscale del cedente e del cessionario.

29 ottobre 1993, n. 427) in modo distinto a seconda della residenza fiscale del cedente e del cessionario. Operazioni intracomunitarie e internazionali La disciplina IVA delle «vendite a distanza» in ambito intracomunitario La disciplina Iva delle «vendite a distanza», per tali intendendosi le vendite in base

Dettagli

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013 Circolare n. 33 del 10 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

2. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI

2. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI SOMMARIO 1. IL TERRITORIO DELL UNIONE EUROPEA 1.1. I Paesi dell Unione Europea... 3 1.2. Lo status di operatore comunitario... 3 1.2.1. La verifica dello status di operatore comunitario... 4 1.2.2. Acquisizione

Dettagli

Informativa Studio Fantinello Carlo

Informativa Studio Fantinello Carlo Informativa Studio Fantinello Carlo n. 16 del 24.03.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Lo spesometro: dati 2014 da inviare entro il 10/20 aprile 2015 Gentile Cliente, con la stesura del presente

Dettagli

11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre

11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre Primo Corso Base di Contabilità Bilancio e Diritto Tributario 2011 11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre Territorialità art.

Dettagli

TRATTAMENTO IVA DELLE OPERAZIONI TRIANGOLARI NELLA DISCIPLINA DEGLI SCAMBI INTRAUE

TRATTAMENTO IVA DELLE OPERAZIONI TRIANGOLARI NELLA DISCIPLINA DEGLI SCAMBI INTRAUE TRATTAMENTO IVA DLE OPERAZIONI TRIANGOLARI NLA DISCIPLINA DEGLI SCAMBI INTRAUE La casistica proposta dalle circolari n. 13/1993 e n. 145/1998, attualizzata alla luce delle riforme del 2010 e del 2013 Legenda

Dettagli

Circolare n. 34. del 21 ottobre 2013

Circolare n. 34. del 21 ottobre 2013 Circolare n. 34 del 21 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2010: NUOVI CHIARIMENTI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE PARTE SECONDA

ELENCHI INTRASTAT 2010: NUOVI CHIARIMENTI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE PARTE SECONDA Circolare N. 51 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 2 luglio 2010 ELENCHI INTRASTAT 2010: NUOVI CHIARIMENTI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE PARTE SECONDA Con Circolare n. 36/E/2010, l Agenzia delle Entrate

Dettagli

Contributo di approfondimento

Contributo di approfondimento Commissione studio Area Tributaria Contributo di approfondimento SPESOMETRO 2013 Dott. Marco Pezzola Dott. Roberto Maggi Pagina 1 Premessa Con il provvedimento n. 2013/94908 del 2 agosto 2013 sono state

Dettagli

STUDIO CIGANOTTO CINELLI MANGIONE DOTTORI COMMERCIALISTI. Spesometro per l anno 2014

STUDIO CIGANOTTO CINELLI MANGIONE DOTTORI COMMERCIALISTI. Spesometro per l anno 2014 A tutti i clienti, loro indirizzi mail Circolare n. 3/2015 del 24 marzo 2015. Spesometro per l anno 2014 Sono obbligati alla comunicazione di cui all'art. 21 del DL 78/2010 (c.d. "spesometro") tutti i

Dettagli

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Spesometro 2015 (operaziionii 2014), da trasmettere entro iill 10/20 dii apriille 2015 L art. 21 del D.L. n. 78 del 31 maggio 2010 ha introdotto l obbligo, per i soggetti

Dettagli

3. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI

3. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI SOMMARIO 1. IL TERRITORIO DELL UNIONE EUROPEA 1.1. I Paesi dell Unione Europea... 3 1.1.1. Ingresso di nuovi Stati nell Unione Europea: disposizioni transitorie... 3 1.2. Lo status di operatore comunitario...

Dettagli

CIRCOLARE DI STUDIO 11/2016

CIRCOLARE DI STUDIO 11/2016 OGGETTO: Spesometro 2016 CIRCOLARE DI STUDIO 11/2016 Parma, 24 marzo 2016 L'obbligo, introdotto dal D.L. 78/2010, di comunicare telematicamente all Agenzia delle Entrate le operazioni rilevanti IVA (cessioni/acquisti

Dettagli

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI Via Icilio n 7 00153 ROMA - Tel. 06.57060221 Email: consulenzafiscale@onb.

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI Via Icilio n 7 00153 ROMA - Tel. 06.57060221 Email: consulenzafiscale@onb. Informativa - ONB Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione - Modello

Dettagli

RIVOLUZIONE IVA NEI SERVIZI CON L ESTERO

RIVOLUZIONE IVA NEI SERVIZI CON L ESTERO Circolare N. 05 Area: PROFESSIONAL Periodico quindicinale 4 marzo 2010 RIVOLUZIONE IVA NEI SERVIZI CON L ESTERO La Direttiva comunitaria n. 2008/8/CE (c.d. Direttiva Servizi ) ha profondamente modificato

Dettagli

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE RISOLUZIONE N.447/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 novembre 2008 Oggetto: Interpello Art. 11, legge 27.07.2000, n. 212. ALFA SA. Utilizzo del numero identificativo IVA in Italia da

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 29/2013

NOTA INFORMATIVA N. 29/2013 Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale in quiescenza CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI ELISABETTA UBINI RITA MAGGI PIAZZA CITTADELLA 6 37122

Dettagli

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA L art. 21 del DL 31.5.2010 n. 78 (conv. L. 30.7.2010 n. 122) ha introdotto l obbligo, per i soggetti passivi IVA, di comunicare in via telematica all Agenzia delle Entrate le

Dettagli

Presupposti imponibilità scambi comunitari

Presupposti imponibilità scambi comunitari Presupposti imponibilità scambi comunitari Presupposto Oggettivo: Onerosità dell operazione e acquisizione della proprietà o di altro diritto reale sul bene; Presupposto Soggettivo: gli operatori che intervengono

Dettagli

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI COMMERCIALISTI

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI COMMERCIALISTI FULVIO BONELLI LUCIA BERNARDI ROSETTA AGOSTINO ROSSANA CIRIGLIANO ANNA QUAI Torino, lì 24 ottobre 2013 Ai signori Clienti Loro indirizzi email Questa circolare ha la finalità di informare i clienti che

Dettagli

Allegato XI. Titolo I AVVERTENZE GENERALI

Allegato XI. Titolo I AVVERTENZE GENERALI Titolo I ISTRUZIONI PER L'USO E LA COMPILAZIONE DEGLI ELENCHI RIEPILOGATIVI DELLE CESSIONI E DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI E DEI SERVIZI RESI E RICEVUTI AVVERTENZE GENERALI 1 Allegato XI 1. Gli

Dettagli

Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013

Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013 Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di

Dettagli

SPESOMETRO: dal 1 luglio l obbligo di comunicazione delle operazioni di importo superiore a 3.600

SPESOMETRO: dal 1 luglio l obbligo di comunicazione delle operazioni di importo superiore a 3.600 STUDIO BAMPO Dott. MARIO BAMPO Dott. GIANCARLO DE BONA Dott. ALESSANDRO BAMPO Dott. FEDERICA MONTI Dott. SABRINA TORMEN Dott. MATTEO MERLIN Dott. MASSIMO COMIS Belluno, lì 11 luglio 2011 Circolare n. 13-2011

Dettagli

Circolare n. 13-2010. Milano, 30 Giugno 2010. Egregi Signori Clienti ELENCHI INTRASTAT

Circolare n. 13-2010. Milano, 30 Giugno 2010. Egregi Signori Clienti ELENCHI INTRASTAT Milano, 30 Giugno 2010 Egregi Signori Clienti Circolare n. 13-2010 ELENCHI INTRASTAT L'Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 36/E del 21 giugno 2010 ha fornito importanti chiarimenti sulla disciplina

Dettagli

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE Bergamo, marzo 2015 CIRCOLARE N. 15/Consulenza aziendale OGGETTO: Elenco clienti-fornitori La comunicazione dell elenco clienti-fornitori (c.d. spesometro ) per l anno 2014 dovrà essere presentata entro

Dettagli

Scolari & Partners T a x a n d l e g a l

Scolari & Partners T a x a n d l e g a l A tutti i Signori Clienti loro sedi Saronno, 18 Marzo 2010 Oggetto: Circolare del 18.03.2010 Argomento nr. 1) AL VIA LE NUOVE REGOLE IVA SULLA TASSAZIONE DEI SERVIZI NEI RAPPORTI CON L ESTERO Dal 1 gennaio

Dettagli

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 17/2015

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 17/2015 Como, 3.4.2015 INFORMATIVA N. 17/2015 Spesometro e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria Modello di comunicazione polivalente relativo al 2014 INDICE 1 SPESOMETRO... pag. 2 1.1 AMBITO SOGGETTIVO...

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA Spesometro 2013 La soluzione Magico per adempiere tale obbligo. MULTIMEDIA POINT s.r.l. Via Monte Rosa 2 I-22079 Villa Guardia (CO) Tel. +39 031 563

Dettagli

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE A seguito dell ingresso di Romania e Bulgaria nell Unione europea a decorrere dall 1.1.2007, le operazioni poste in essere con operatori residenti in tali Stati sono qualificate

Dettagli

SPESOMETRO ANNO 2013

SPESOMETRO ANNO 2013 Tipologia: FISCO Protocollo: 2005414 Data: 28.03.2014 Oggetto: spesometro anno 2013 SPESOMETRO ANNO 2013 Gentile Associato, come noto, l art. 21 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 ha previsto l obbligo

Dettagli

Il 19 novembre sono state pubblicate sul sito dell Agenzia le FAQ 2013

Il 19 novembre sono state pubblicate sul sito dell Agenzia le FAQ 2013 Fiscal Flash La notizia in breve N. 293 20.11.2013 L Agenzia fornisce i primi chiarimenti sulla comunicazione polivalente Il 19 novembre sono state pubblicate sul sito dell Agenzia le FAQ 2013 Categoria:

Dettagli

CONSIGNMENT STOCK AGREEMENT

CONSIGNMENT STOCK AGREEMENT Periodico quindicinale FE n. 09 9 agosto 2012 ABSTRACT CONSIGNMENT STOCK AGREEMENT Il consignment stock agreement è una forma contrattuale di origine anglosassone che si è andata sempre più sviluppando

Dettagli

Bolzano, lì 22/03/2010. OGGETTO: Nuovo regime dei modelli INTRASTAT

Bolzano, lì 22/03/2010. OGGETTO: Nuovo regime dei modelli INTRASTAT Wirtschaftsprüfer Dottori Commercialisti Dr. Hugo Endrizzi Dr. Elmar Weis Dr. Friedrich Alber Dr. Bernd Wiedenhofer Arbeitsrechtsberater Consulente del Lavoro Dr. Georg Innerhofer Rechtskanzlei Studio

Dettagli

Imposta Valore Aggiunto Territorialità

Imposta Valore Aggiunto Territorialità Imposta Valore Aggiunto Territorialità Intervento Salvatore Fichera Dirigente Agenzia delle Entrate www.salvatorefichera.it Università di Brescia 14 ottobre 2010 1 Concetti preliminari Caratteristiche

Dettagli

Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013

Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013 Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013 SPESOMETRO OPERAZIONI CON PARADISI FISCALI CONTRATTI DI LEASING, LOCAZIONE E NOLEGGIO E ALTRE COMUNICAZIONI ALL ANAGRAFE TRIBUTARIA NUOVE MODALITÀ E TERMINI DI EFFETTUAZIONE

Dettagli

LE NUOVE REGOLE PER GLI ACQUISTI/CESSIONI UE E LA PRESENTAZIONE DEI MODD. INTRA

LE NUOVE REGOLE PER GLI ACQUISTI/CESSIONI UE E LA PRESENTAZIONE DEI MODD. INTRA INFORMATIVA N. 075 19 MARZO 2013 IVA LE NUOVE REGOLE PER GLI ACQUISTI/CESSIONI UE E LA PRESENTAZIONE DEI MODD. INTRA Art. 1, commi da 324 a 330, Legge n. 228/2012 DM 22.2.2010 Artt. 39, 46, 47 e 50, DL

Dettagli

L'INVIO DELLE DICHIARAZIONI D'INTENTO PER IL 2016

L'INVIO DELLE DICHIARAZIONI D'INTENTO PER IL 2016 L'INVIO DELLE DICHIARAZIONI D'INTENTO PER IL 2016 Come noto, agli esportatori abituali è concessa la possibilità di acquistare / importare beni e servizi senza applicazione dell IVA nel limite del plafond

Dettagli

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015 Dott. Rag. Giorgio Palmeri Rag. Tiberio Frascari Dott. Fabio Ceroni Dott. Carlo Bacchetta Dott. Mariangela Frascari Dott. Marta Lambertucci Dott. Lorenzo Nadalini Dott. Simone Pizzi Rag. Marinella Quartieri

Dettagli

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente OGGETTO: Circolare 9.2016 Seregno, 29 marzo 2016 LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente È in scadenza, nel prossimo mese di aprile, la comunicazione delle operazioni rilevanti

Dettagli

Il commento. Modello INTRASTAT - Il punto della situazione

Il commento. Modello INTRASTAT - Il punto della situazione Modello INTRASTAT - Il punto della situazione Il commento Negli scambi intracomunitari di beni riveste una particolare importanza la compilazione dei modelli Intrastat. Le regole di compilazione e di presentazione

Dettagli

La Lente sul Fisco. Federico Ballan Francesca Marzia Leonardo Pietrobon Lara Salmistraro Laura Zanolin. Susanna Monte Michela Vigorelli

La Lente sul Fisco. Federico Ballan Francesca Marzia Leonardo Pietrobon Lara Salmistraro Laura Zanolin. Susanna Monte Michela Vigorelli La Lente sul Fisco Coordinatore Scientifico Direttore Responsabile Area Servizi Fiscali Comitato di Redazione Servizi di segreteria Sandro Cerato Antonella Gemelli Michele Bana Federico Ballan Francesca

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc - 00169 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc - 00169 Roma Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc - 00169 Roma VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD Modulo Versione Run Time ebridge 02.43.00 Modulo Base 01.85.01 Modulo Base Contabile 02.08.02 Contabilità

Dettagli

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE SOGGETTI OBBLIGATI ED ESCLUSI

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE SOGGETTI OBBLIGATI ED ESCLUSI Bergamo, marzo 2014 CIRCOLARE N. 9/Consulenza aziendale OGGETTO: Elenco clienti-fornitori La comunicazione dell elenco clienti-fornitori (c.d. spesometro ) costituisce un adempimento da considerarsi a

Dettagli

NUOVA TERRITORIALITÀ IVA DAL 2010. Forlì, 26 febbraio 2010

NUOVA TERRITORIALITÀ IVA DAL 2010. Forlì, 26 febbraio 2010 NUOVA TERRITORIALITÀ IVA DAL 2010 Forlì, 26 febbraio 2010 La situazione normativa ad oggi Forlì 26 febbraio 2010 3 STATO DELLA NORMATIVA - Direttiva 2008/8CE del 12 febbraio 2008 (territorialità) - Direttiva

Dettagli

INDICE. Prefazione... pag. 11 PARTE PRIMA. CAPITOLO PRIMO IL SISTEMA DELL IVA COMUNITARIA 1. I principi dell Iva comunitaria... pag.

INDICE. Prefazione... pag. 11 PARTE PRIMA. CAPITOLO PRIMO IL SISTEMA DELL IVA COMUNITARIA 1. I principi dell Iva comunitaria... pag. INDICE Prefazione... pag. 11 PARTE PRIMA CAPITOLO PRIMO IL SISTEMA DELL IVA COMUNITARIA 1. I principi dell Iva comunitaria... pag. 15 CAPITOLO SECONDO IL TERRITORIO COMUNITARIO 1. La Comunità europea...

Dettagli

Spesometro. Comunicazione operazioni IVA - anno 2012. Metodo Evolus Bassano del Grappa, 30 ottobre 2013

Spesometro. Comunicazione operazioni IVA - anno 2012. Metodo Evolus Bassano del Grappa, 30 ottobre 2013 Spesometro Comunicazione operazioni IVA - anno 2012 Metodo Evolus Bassano del Grappa, 30 ottobre 2013 Riferimenti normativi - DL N. 78 del 31/05/2010 Art.21. - DL N. 16 del 02/03/2012 (semplificazioni).

Dettagli

STUDIO DUCOLI Dottori Commercialisti Revisori Legali BRENO

STUDIO DUCOLI Dottori Commercialisti Revisori Legali BRENO STUDIO DUCOLI Dottori Commercialisti Revisori Legali BRENO Spesometro e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Modello di comunicazione polivalente relativo al 2014 1 2 1 SPESOMETRO L art. 21 del

Dettagli

Regime dei minimi e «nuovo» forfait

Regime dei minimi e «nuovo» forfait Regime dei minimi e «nuovo» forfait Elementi di criticità e profili Iva Nicola Forte Latina, 4 maggio 2015 1 I due regimi Il confronto Dal confronto effettuato tra il regime dei minimi ed il nuovo forfait

Dettagli

DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI

DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI Dott. M A U R O R O V I D A 16128 GENOVA - Via Corsica 2/18 Dott. F R A N C E S C A R A P E T T I Telef.: +39 010 876.641 Fax: +39 010 874.399 Dott. L U C A

Dettagli

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Vicenza, Gennaio 2012 Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI

PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI Commercialisti Associati Revisori Legali Largo Caleotto, 1-23900 LECCO (LC) Tel. 0 3 4 1 / 3 6 4 0 2 2 - Fax 0 3 4 1 / 2 8 7 0 4 2 Gent. Sig.ra / Egr. Sig. Spett. le Ditta

Dettagli

LA NUOVA TERRITORIALITA IVA DELLE PRESTAZIONI DI E-COMMERCE

LA NUOVA TERRITORIALITA IVA DELLE PRESTAZIONI DI E-COMMERCE Circolare N. 70 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 8 ottobre 2010 LA NUOVA TERRITORIALITA IVA DELLE PRESTAZIONI DI E-COMMERCE Per commercio elettronico diretto sono da intendersi le operazioni

Dettagli

CONVEGNO La nuova normativa in materia IVA intracomunitaria e gli adempimenti Intrastat. Confcommercio, 14 aprile 2010

CONVEGNO La nuova normativa in materia IVA intracomunitaria e gli adempimenti Intrastat. Confcommercio, 14 aprile 2010 CONVEGNO La nuova normativa in materia IVA intracomunitaria e gli adempimenti Intrastat Confcommercio, 14 aprile 2010 L art. 7 del DPR n. 633 del 1972 è stato sostituito dal 1 gennaio 2010 dal D.Lgs. n.18

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

LE OPERAZIONI CON I PAESI UE. Dott.ssa Nadia Gentina

LE OPERAZIONI CON I PAESI UE. Dott.ssa Nadia Gentina Dott.ssa Nadia Gentina SERVIZI GENERICI SERVIZI «SPOT» Ultimazione servizio: la ricezione della può considerarsi prova dell avvenuta ultimazione, salvo prova contraria (circ. 35/E/2012); acconto: è rilevante;

Dettagli

Oggetto: Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2012

Oggetto: Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2012 Vicenza, 23 Gennaio 2013 Oggetto: Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2012 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

LA NUOVA FATTURA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA

LA NUOVA FATTURA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA Art. 1, commi 324-335, Legge 24 dicembre 2012, n. 228 (recepimento direttiva 2010/45/Ue del 13 luglio 2010) a cura di Franco Ricca 1 Nazionalità della fattura

Dettagli

Gli acquisti intracomunitari * Benedetto Santacroce **, Alessandro Fruscione **, Roberto Moscati ***, Isidoro Volo ***

Gli acquisti intracomunitari * Benedetto Santacroce **, Alessandro Fruscione **, Roberto Moscati ***, Isidoro Volo *** Gli acquisti intracomunitari * Benedetto Santacroce **, Alessandro Fruscione **, Roberto Moscati ***, Isidoro Volo *** 1. Premessa Dal 1 gennaio 1993 il mercato unico europeo è divenuto una realtà e il

Dettagli

IVA INTRACOMUNITARIA

IVA INTRACOMUNITARIA IVA INTRACOMUNITARIA D.L. 30 Agosto 1993, n. 331 Convertito dalla Legge 29 Ottobre 1993, n. 427 Dlgs. 11 Febbraio 2010, n. 18 G.U. 19 Febbraio 2010, n. 41 25 ottobre 2010 L ACQUISTO INTRACOMUNITARIO Gli

Dettagli

Modello INTRASTAT: modalità di compilazione e casistiche operative

Modello INTRASTAT: modalità di compilazione e casistiche operative Modello INTRASTAT: modalità di compilazione e casistiche operative a cura di Marco Politano Torino Martedì, 08 novembre 2011 Modelli Intrastat Elenco riepilogativo delle cessioni intracomunitarie di beni

Dettagli

NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI

NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI L art. 21, DL n. 78/2010, al fine di contrastare l evasione fiscale e le frodi in materia di IVA, ha introdotto un nuovo adempimento, quello di comunicare telematicamente

Dettagli

Ricordiamo tuttavia che le prestazioni accessorie vengono attratte dall operazione principale (es. addebito spese di trasporto su cessione di beni).

Ricordiamo tuttavia che le prestazioni accessorie vengono attratte dall operazione principale (es. addebito spese di trasporto su cessione di beni). 09 febbraio 2012 INTRASTAT: Periodicità degli elenchi e termini di presentazione Con la presente comunicazione si intende fornire un quadro completo dei principali adempimenti in materia di compilazione

Dettagli

Quale documentazione attesta la vendita on line

Quale documentazione attesta la vendita on line Conferenza organizzata dall Associazione ICT Dott.Com Quale documentazione attesta la vendita on line Direzione Regionale del Piemonte a cura di Sandra Migliaccio Ufficio Fiscalità Generale 1 22 novembre

Dettagli

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce 2014-01-02 19:54:35 Il presente lavoro è tratto dalle guide: Imprese ed e-commerce. Marketing, aspetti legali e fiscali. e Il commercio elettronico

Dettagli

Anno 2010 N. RF 121. La Nuova Redazione Fiscale

Anno 2010 N. RF 121. La Nuova Redazione Fiscale ODCEC VASTO Anno 2010 N. RF 121 La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 5 OGGETTO SANATORIA - INTRASTAT CORRETTIVO E INTEGRATIVO RIFERIMENTI D.LGS 18/2010 CM 5/2010 E 14/2010 INFO FISCO

Dettagli

COMUNICAZIONE POLIVALENTE. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Nota Agenzia Entrate 19.11.2013, n.

COMUNICAZIONE POLIVALENTE. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Nota Agenzia Entrate 19.11.2013, n. COMUNICAZIONE POLIVALENTE Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Nota Agenzia Entrate 19.11.2013, n. 94908 Dott.ssa Silvia Ferraro Torino, 20 marzo 2015 INDICE Scadenze

Dettagli

SPESOMETRO 2014. Nella tabella seguente riportiamo i dati utili per la predisposizione della Comunicazione: Dati utili all adempimento

SPESOMETRO 2014. Nella tabella seguente riportiamo i dati utili per la predisposizione della Comunicazione: Dati utili all adempimento Comunicazione del 27/03/2014 SPESOMETRO 2014 Gentili Clienti, il 10 aprile 2014, per i soggetti che effettuano la liquidazione IVA mensile e il 22 aprile 2014, per gli altri soggetti, scade il termine

Dettagli

INDICE. CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI...pag. 11

INDICE. CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI...pag. 11 INDICE CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI...pag. 11 1. Quadro generale e riferimenti normativi...pag. 11 2. I soggetti obbligati alla presentazione degli elenchi Intrastat...pag. 15 3. La struttura degli

Dettagli

Anno 2013 N. RF235. La Nuova Redazione Fiscale SPESOMETRO - APPROVATO IL NUOVO MODELLO POLIVALENTE

Anno 2013 N. RF235. La Nuova Redazione Fiscale SPESOMETRO - APPROVATO IL NUOVO MODELLO POLIVALENTE Anno 2013 N. RF235 www.redazionefiscale.it ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale Pag. 1 / 11 OGGETTO SPESOMETRO - APPROVATO IL NUOVO MODELLO POLIVALENTE RIFERIMENTI COMUNICAZIONE SITO WEB ENTRATE; PROVV.

Dettagli

CONFETRA. Le nuove regole IVA sulla territorialità dei servizi di trasporto. Cesare Rossi Agenzia Entrate Direzione Centrale Normativa Ufficio IVA

CONFETRA. Le nuove regole IVA sulla territorialità dei servizi di trasporto. Cesare Rossi Agenzia Entrate Direzione Centrale Normativa Ufficio IVA CONFETRA Le nuove regole IVA sulla territorialità dei servizi di trasporto Cesare Rossi Agenzia Entrate Direzione Centrale Normativa Ufficio IVA 1 Roma, 15 marzo 2010 1 Norme e prassi: evoluzione Direttiva

Dettagli

Padova, 30 Settembre 2013. Spett.li Signori Clienti. Oggetto: CIRCOLARE INFORMATIVA n. 11/2013 L AUMENTO DELL ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22%

Padova, 30 Settembre 2013. Spett.li Signori Clienti. Oggetto: CIRCOLARE INFORMATIVA n. 11/2013 L AUMENTO DELL ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Dott. Francesco Ferri de Lazara Dott. Enrico Grigolin Avv. Filippo Lo Presti Avv. Vincenza Valeria Cicero Avv. Marianovella Gianfreda Dott. Giulia Zanardi Dott. Luca Lombardo Padova, 30 Settembre 2013

Dettagli

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE CESSIONI ACQUISTI NON IMPONIBILI IMPONIBILI CESSIONI INTRACOMUNITARIE Costituiscono cessioni intracomunitarie: le cessioni a titolo oneroso di beni,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica Prot. n. 18978/RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica VISTA la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28

Dettagli

CIRCOLARE n. 14 del 30/10/2013. COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (cd. SPESOMETRO )

CIRCOLARE n. 14 del 30/10/2013. COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (cd. SPESOMETRO ) CIRCOLARE n. 14 del 30/10/2013 COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (cd. SPESOMETRO ) INDICE 1. PREMESSA 1.1. Nuovo modello polivalente 1.1.1 Disciplina transitoria 2. SOGGETTI OBBLIGATI

Dettagli

- 10/04/2015 per i contribuenti iva mensili; - 20/04/2015 per tutti gli altri contribuenti.

- 10/04/2015 per i contribuenti iva mensili; - 20/04/2015 per tutti gli altri contribuenti. INFORMATIVA N. 5 / 2015 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: COMUNICAZIONE ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) ANNO 2014 Riferimenti Legislativi: Art. 21, D.L. n. 78/2010; Provvedimento Agenzia

Dettagli

RISOLUZIONE N. 200/E

RISOLUZIONE N. 200/E RISOLUZIONE N. 200/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 02 agosto 2007 Oggetto: Istanza d interpello Art. 11, legge 27.07.2000, n. 212. Con l interpello specificato in oggetto, concernente

Dettagli

AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22%

AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Numero circolare 2/2013 Data 8/10/2013 Redattore Davide David AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Abstract: Rif.to normativi: Dal 1.10.2013 l aliquota IVA ordinaria è aumentata dal 21% al 22%. La nuova

Dettagli

LE NOVITA IVA 2013. Studio Del Nevo srl

LE NOVITA IVA 2013. Studio Del Nevo srl LE NOVITA IVA 2013 Studio Del Nevo srl FONTE NORMATIVA Recepimento della Direttiva 2010/45/UE Obiettivi: Standardizzare ed uniformare i 27 Paesi della UE in ambito fiscale Ridurre i costi amministrativi

Dettagli

Milano, 30 Marzo 2010

Milano, 30 Marzo 2010 Milano, 30 Marzo 2010 Circolare 2/2010 Gentile cliente, trasmettiamo la seguente circolare riguardo alle nuove regole dei modelli intracee da presentare a partire dal 01 Gennaio 2010. A) NOVITÀ NELL INVIO

Dettagli

Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014

Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014 Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014 Raccolta dati e richiesta documentazione Oggetto: Richiesta dati e documentazione per la predisposizione della Comunicazione e dichiarazione annuale IVA/2015

Dettagli

Dott. Rag. MORATELLI Pietro

Dott. Rag. MORATELLI Pietro Spett.li clienti Loro sedi Bolzano, 17/10/2013 OGGETTO: Invio Spesometro 2012 A pag. 6 Comunicazioni Importanti per i Clienti della Società INFOSERVICE DATI SRL L art. 21 del D.L. n. 78/2010 (poi modificato

Dettagli

NOVITA IVA 2013 DL 179 del 20 ottobre 2012 Legge 288/2012 artt. 324-335. pagina 1 di 30

NOVITA IVA 2013 DL 179 del 20 ottobre 2012 Legge 288/2012 artt. 324-335. pagina 1 di 30 NOVITA IVA 2013 DL 179 del 20 ottobre 2012 Legge 288/2012 artt. 324-335 pagina 1 di 30 DPR 633/72 Art. 4 7 10 13 16 17 Argomento Enti pubblici e pubblica autorità (adeguamento sentenze Corte UE) D.L. 179/2012

Dettagli