Ansaldo Sistemi Industriali s Technology Matters. Quarterly Newsletter for Customers and Community Members

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ansaldo Sistemi Industriali s Technology Matters. Quarterly Newsletter for Customers and Community Members"

Transcript

1 Year 2 March 2010 Ansaldo Sistemi Industriali s Technology Matters Quarterly Newsletter for Customers and Community Members

2 CONTENTS INDICE INNOVATION Network Connection System for Fuel Cells Federico Magrin Sistema di connessione alla rete per celle a combustibile A white paper on automation systems Sergio Murgia Un white paper sui sistemi di automazione in flat products per prodotti piani INTEGRITY System for high speed centrifugal Manuele Pattano Sistema per banco prova di carico load test bench centrifugo ad alta velocità 14 A message is meaningless unless it can be delivered to the person it was intended to reach. This newsletter is a new effort to reach our customers and community, to improve awareness of who we are, not only as a company but also as a unique group of individuals who work together. It is our hope that this newsletter will stimulate a vital dialogue within our community of customers, colleagues and friends fostering a positive exchange of ideas for the mutual benefit of all involved. The Corporate Marketing Team The Pieter Schelte project Ettore Merli Il progetto Pieter Schelte Ansaldo Sistemi Industriali investing Corrado Dato Ansaldo Sistemi Industriali punta alla in Russian Pipeline Modernization Market modernizzazione del mercato russo delle Pipeline Ansaldo Sistemi Industriali Elena Ercoli La presenza fieristica trade fair attendance di Ansaldo Sistemi Industriali When a wreck can change a life Carla Osana Un rottame che può cambiare la vita 18 Trofeo Scansapaletti Nicolò Cadinetti 18 Trofeo Scansapaletti Il significato di un messaggio ha valore soltanto se percepito correttamente dal destinatario a cui era rivolto. Indirizzata ai nostri clienti e alla società in generale, questa newsletter si pone l obiettivo di farci conoscere meglio non solo come azienda ma anche come un gruppo affiatato di persone che lavorano insieme. Vorremmo che questa newsletter diventi veicolo di comunicazione che stimoli il dialogo tra i nostri clienti, colleghi ed amici e promuova uno scambio positivo e proficuo di idee. Marketing Corporate INTELLECT The Italian maritime republics: Kaila Haines Le repubbliche marinare italiane: international companies imprese multinazionali Native views: Thailand Chiara Zollia Diario di viaggio: Thailandia 28 32

3 Federico Magrin Network Connection System for Fuel Cells Now and in the future the objective, at an international level, is to expand the use of all renewable sources of energy which permit a reduced environmental impact with maximum reduction in CO2 and other greenhouse gases and reduced dependence on fossil fuels. It is for this reason that in recent years increasing attention has been paid, in addition to photovoltaic and wind power, to researching and testing the use of hydrogen as an alternative fuel. The devices designed to extract electricity from hydrogen are called Fuel Cells. They are electrochemical devices which transform chemical energy (derived from the reaction between Hydrogen H2 and Oxygen O) into direct current electrical energy. Their operating principle is very close to that of the battery but because they consume external substances, they are capable of working without interruption as long as their electrodes are supplied with fuel (H2) and oxygen (air). Fuel (H 2 ) Water (H 2 O) Heat. FUEL... Oxygen (O) Electricity The significant benefits of this type of technology seem to include: double the efficiency compared to internal combustion engines possible use for cogeneration producing electricity and heat with overall efficiency in excess of 80% in addition to hydrogen, can use primary fuels such as methane, methanol, biomass gas, refuse gas or gas produced from synthesis INNOVATION reduced environmental impact both in terms of gaseous emissions and acoustic impact, which makes fuel cells suitable for installation in residential as well as industrial sites. reduced maintenance, having no moving parts. Ansaldo Sistemi Industriali SpA, which has traditionally engaged in technological innovation for its products in order to satisfy all types of market demand, has taken up its place in the Fuel Cells market with special enthusiasm, working with enterprises such as Ansaldo Fuel Cells, Nuvera Fuel Cells and ENI Research Centre. Ansaldo Sistemi Industriali SpA can to date count among its successes equipment with power ratings varying from tens of KW to hundreds of KW with the prospect of reaching and even exceeding one MW in the future. Pride of place should certainly go to the Ansaldo Fuel Cells ENEL project, in 2009, to which Ansaldo Sistemi Industriali SpA contributed with the supply of electrical equipment to operate a 0.5MW cogeneration system equipped with MCFC (molten carbonate fuel cells). MCFC #1 2 stack in serie MCFC #2 2 stack in serie Protezione Precarica (eventuale) Booster 1 Booster 2 DC Chopper AC EPU AC DC Inverter Trafo e filtri CONTROLLO (PCS) SISTEMA DI CONTROLLO (DCS) In this case, as shown in the block diagram, the equipment includes the following macro-components: isolators for the cell side power accumulation and filter units Booster DC/DC Converters inverter unit known as the Active Front End and the associated filter to reduce to a minimum harmonic distortions to the ENEL network filters to reduce harmonic distortions to a minimum and three-phase transformer for galvanic separation from the ENEL network braking unit with IGBT modulation device (our GTBU unit) and dissipation resistance battery micro turbine inverter unit (GIM), which transforms the flow of exhaust gases from the chemical processes within the cells into additional electrical energy. internal PLC for system control/management and interface with the plant DCS unit. Quadro Power Center GIM Sistema di connessione alla rete per celle a combustibile Oggi e nel futuro l obiettivo, a livello mondiale, è di espandere l uso di tutte quelle fonti rinnovabili di energia che permettano di ottenere minore impatto ambientale con massima riduzione delle emissioni di CO2 e di altri gas serra e minore dipendenza dai combustibili fossili. E a tale scopo che negli ultimi anni si sta prestando sempre più attenzione, oltre che a settori come Fotovoltaico ed Eolico, anche alla ricerca e sperimentazione dell idrogeno come combustibile alternativo. I dispositivi progettati per permettere di estrapolare dall idrogeno energia elettrica vengono denominati Fuel Cells (ovvero celle a combustibile ). Sono dispositivi elettrochimici che trasformano energia chimica (derivante da una reazione tra idrogeno H2 ed ossigeno O) in energia elettrica a corrente continua. Il loro principio di funzionamento si avvicina molto a quello delle batterie ma, consumando sostanze esterne, sono in grado di funzionare senza interruzioni finché ai suoi elettrodi vengono forniti combustibile (H2) e ossigeno (aria). I vantaggi sostanziali per questo tipo di tecnologia appaiono essere: efficienza doppia rispetto ai motori a combustione interna possibilità di operare in cogenerazione producendo energia elettrica e calore con rendimenti complessivi superiori all 80% possibilità di impiego, oltre all idrogeno, di combustibili primari come metano, metanolo, gas da biomasse, gas da discarica o gas di sintesi ridotto impatto ambientale sia in termini di emissioni gassose che acustiche. Ciò rende le Fuel Cells adatte per un installazione anche in siti residenziali minore manutenzione, essendo priva di organi in movimento Ansaldo Sistemi Industriali SpA, tradizionalmente impegnata nell innovazione tecnologica dei propri prodotti al fine di soddisfare qualsiasi genere di esigenze del mercato, si è inserita nel mercato delle Fuel Cells con particolare interesse instaurando rapporti di collaborazione con aziende quali ad esempio Ansaldo Fuel Cells, Nuvera Fuel Cells, Centro Ricerche ENI. Ansaldo Sistemi Industriali SpA ad oggi può contare tra le proprie referenze impianti di potenza variabile da qualche decina ad alcune centinaia di KW con prospettive future per raggiungere e addirittura superare il MW. Tra tutti va sicuramente evidenziato il progetto di Ansaldo Fuel Cells per ENEL, anno 2009, al quale Ansaldo Sistemi Industriali SpA ha partecipato con la fornitura di un apparecchiatura elettrica per la gestione di un sistema di cogenerazione da 0.5MW equipaggiato con celle tipo MCFC (molten carbonate fuel cells). 2 3

4 A very important control characteristic of the whole system which should be noted is that in addition to being able to track the voltage/current curve of the cells, it can automatically manage in abnormal conditions (such as network failure) the change to and operation of the plant in ISLAND mode: that is, the system is self sufficient and can power the plant equipment and auxiliaries even in the absence of the overall electrical network, using the micro turbine cogeneration system (GIM). Any excess energy is dissipated via an IGBT modulation device (GTBU) on a resistive load (EPU). Another interesting aspect is the modularity which may expand in line with user needs. Special attention has been given to reducing bulk which has resulted in electrical boards with a high degree of fill. This was made possible by the specific de- Federico Magrin sign of each individual component to reduce volume and the use of meticulous assembly techniques. In conclusion it is clear that the world of fuel cells is constantly developing. To date it remains a niche market, due above all to the high cost of hydrogen H2, and one which is perhaps not well known, but considering the wide range of potential fields in which Fuel Cells can be used (naval, military, biomass plant, hospitals, shopping centres etc.) it is expected that this market will become increasingly dynamic in the next few years with a consequent decrease in installation costs and costs of hydrogen supply. Ansaldo Sistemi Industriali SpA, strengthened by the high level of experience and expertise acquired in the last few years, is ready to take on the challenges presented by this promising market. Nella fattispecie, come evidenziato nello schema a blocchi, l impianto comprende i seguenti macro-componenti: organi di sezionamento della potenza lato celle unità di accumulo e filtraggio convertitori Booster DC/DC unità inverter denominata Active Front End e relativo filtraggio per ridurre al minimo le distorsioni armoniche verso la rete ENEL filtri per ridurre al minimo le distorsioni armoniche e trasformatore trifase per separazione galvanica dalla rete ENEL unità di frenatura realizzata con dispositivo di modulazione ad IGBT (ns. unità GTBU) e batteria di resistenze di dissipazione unità inverter di comando della microturbina (GIM), la quale sostanzialmente trasforma in energia elettrica addizionale il flusso di gas esausti derivanti dai processi chimici interni alle celle unità PLC interna per controllo/gestione del sistema, e interfaccia con unità DCS d impianto Da notare una caratteristica molto importante dell intero sistema, legata al controllo, che oltre ad essere in grado di seguire la curva tensione/corrente delle celle, ha la capacità di saper gestire automaticamente in condizioni anomale (mancanza rete, ) il passaggio e l esercizio dell impianto in modalità ISOLA: ovvero il sistema è in grado di autosostenersi e di alimentare le utenze e gli ausiliari d impianto anche in assenza della rete elettrica prevalente, sfruttando anche la presenza del sistema cogenerativo a microturbina (GIM). L eventuale energia in esubero viene dissipata mediante un dispositivo di modulazione a IGBT (denominato GTBU) su un carico resistivo (EPU). Altra interessante peculiarità è certamente la modularità, che può crescere a seconda della domanda dell utente. Particolare attenzione è stata posta alla riduzione ingombri che ha avuto come risultato la realizzazione di quadri elettrici con elevato fattore di riempimento. Questo è stato possibile attraverso la progettazione specifica su ogni singolo componente finalizzata al contenimento dei volumi, e a tecniche di assemblaggio minuziose. Per concludere è chiaro che il mondo delle celle a combustibile è in continua evoluzione. Ad oggi è ancora un mercato di nicchia, dovuto soprattutto agli elevati costi dell idrogeno H2, e forse non completamente conosciuto, ma considerati i potenziali bacini d utenza ai quali le Fuel Cells sicuramente potranno far riferimento (applicazioni in campo navale, militare, impianti a biomasse, ospedali, centri commerciali, ) ci si aspetta una progressiva maggiore dinamicità di questo mercato negli anni immediatamente futuri con una conseguente flessione sui costi d installazione e di approvvigionamento dell idrogeno. INNOVATION Ansaldo Sistemi Industriali SpA, forte dell alto valore delle competenze acquisite in questi ultimi anni, è pronta ad affrontare le sfide che questo promettente mercato proporrà. 4 5

5 Sergio Murgia A white paper on automation systems in flat products A technical white paper is aimed to promote a specific company s solution and to describe how a certain technology works; a white paper has been written and recently printed by the Industrial Systems & Automation Genoa Unit and is available in a nice edition. It presents the functions and technologies at the root of our success in providing state of the art, dependable and accurate automation systems for the metal industry and it describes, we believe, the results which have been achieved by our Company due to the power of three: Innovation, Intellect, Integrity. Flat products, in the metal industry, comprise coils and plates and are produced through rolling mills; these plants can be basically grouped into hot or cold rolling mills. Large pieces of metal (slabs) are heated up in hot rolling mills and then deformed between rolls to form thinner cross sections; the products are then sent directly to final users or can be rolled again in cold rolling mills to further reduce the thickness and to impart desired surface finishes, metallurgical properties and flatness to the final products. Both of them are complex processes which demand to take into account a number of technological constraints in order to obtain a final product with the optimal metallurgical properties the market requires. This white paper, along with the description of the most important automation functions for hot rolling as well as cold rolling, shows also pictures of some of the rolling mills in which these functions have been implemented by ASI. INNOVATION These include (to name a few) : TKAST (Terni, Italy), ILVA (Italy), IPSCO (Mobile, AL USA), IPSCO (Montpelier, IA USA), SSI (Bang Saphan, Thailand), TISC Plate Mill (Tianjin, PRC), SIDMED (Sagunto, Spain), Heng Tong Group (Tang Shan, PRC) and several other mills in PRC and Middle East. Others projects were under commissioning or in engineering phase for the time being so could not be included in this white paper. Among them it is worth mentioning Yichang Three Gorges (Quantong, PRC). This is a brand new plant in which we have got orders for five tandem mills and for the related finishing lines as well. This important order is particularly remarkable in a moment of market crisis like this one. In a very simplified and schematic way, our automation systems for flat products can be depicted as shown in Fig. 2. Slab Data Plate/Coil Target Production Programs Level 3 Level 2 Slab Coil References to level 1 Level 1 Commands to Actuators Feedback Autoadaptive Mathematical Models HOT ROLLING PLANT Feedback COLD ROLLING PLANT HSM Steckel Plate Tandem Single Stand Obviously, it is not possible to give in this brief review even a rough explanation of the automation functions described in the 40 pages of the white paper. However, with the aim to provide a brief introduction to the matters that have been treated, it can be helpful to mention here that three chapters describe the rolling dedicated automation functions: Process Control, Technological controls in hot rolling mills and Technological controls in cold rolling mills. The following two chapters illustrate ASTRO! The Real Time Simulator and ARTICS ASI Real Time Integrated Control System. PROCESS CONTROL Mill Setup The mill setup is the most important function in the process control: it calculates the schedule for rolling the high quality product required nowadays by our customers, Coil Fig. 2 - ASI Automation System at-a-glance Quality Data Reports Measures for Model Adaption Thin Coil Plate Un white paper sui sistemi di automazione per prodotti piani Un white paper tecnico ha lo scopo di promuovere una specifica soluzione di una società e di descrivere come funziona una certa tecnologia; la Business Unit Industrial Systems & Automation ha recentemente pubblicato un white paper, ora disponibile in una piacevole edizione. Questa pubblicazione presenta le funzioni e tecnologie che stanno alla radice del nostro successo nel fornire sistemi di automazione siderurgica allo stato dell arte, affidabili e accurati e siamo convinti che descriva i risultati raggiunti dalla nostra Società in virtù del power of three: Innovazione, Intelletto, Integrità. In siderurgia, i prodotti piani comprendono i nastri e le lamiere e provengono dagli impianti di laminazione, che possono essere a caldo o a freddo. Nei laminatoi a caldo, grandi pezzi di metallo (bramme) sono riscaldati e pressati tra cilindri in modo da essere assottigliati; i prodotti così realizzati possono essere inviati direttamente all utilizzatore oppure vengono nuovamente laminati in impianti a freddo per ridurre ulteriormente lo spessore e conferire al prodotto finito le finiture superficiali, le proprietà metallurgiche e la planarità richieste. Entrambi questi impianti realizzano processi complessi che richiedono di tenere in considerazione alcuni limiti tecnologici per ottenere il prodotto finale con quelle ottime caratteristiche metallurgiche che il mercato richiede. Il white paper, assieme alla descrizione delle più importanti funzioni di automazione di impianti sia a caldo che a freddo, mostra anche fotografie di alcuni laminatoi in cui tali funzioni sono state implementate da Ansaldo Sistemi Industriali (ASI). Giusto per fare qualche nome: TKAST (Terni, Italy), ILVA (Italy), IPSCO (Mobile, AL USA), IPSCO (Montpelier, IA USA), SSI (Bang Saphan, Thailand), TISC Plate Mill (Tianjin, PRC), SIDMED (Sagunto, Spain), Heng Tong Group (Tang Shan, PRC) e parecchi altri laminatoi in Cina e Medio Oriente. Altri progetti erano in fase di sviluppo o di messa in servizio al momento della preparazione dell articolo, per cui non è stato possibile includerli. Tra di questi, è degno di nota Yichang Three Gorges (Quantong, PRC); si tratta di un nuovo impianto in cui abbiamo ottenuto ordini per cinque laminatoi a freddo e le relative linee di finitura. Si tratta di un importante ordine particolarmente rilevante in un momento di crisi dei mercati come l attuale. La Fig. 2 mostra in maniera molto semplificata e schematica i nostri sistemi di automazione per prodotti piani. Naturalmente, in questa breve recensione, non è possibile far altro che illustrare velocemente quanto descritto nelle 40 pagine del white paper. Tuttavia, allo scopo di presentare gli argomenti trattati, può essere d aiuto dire che i primi tre capitoli sono dedicati alle funzioni di automazione: Process Control, Technological controls in hot rolling mills e Technological controls in cold rolling mills. Gli altri due capitoli illustrano ASTRO! The Real Time Simulator e AR- TICS ASI Real Time Integrated Control System. 6 7

6 Sergio Murgia taking into account mill constraints, energy consumption, equipment deterioration and plant productivity, and bases on rolling strategies, mathematical models and model adaption. The setup calculations cover all the most common types of hot and cold rolling mills (see table 1) and are discussed in more details in the white paper. Hot Rolling hot strip mil reversing and continuous roughing mill single and double stand plate mill steckel mill Cold Rolling coil-to-coil tanden mill continuous tandem mill 2-stand reversing mill reversing and not reversing single stand mill cluster mill Basic Functions Our systems take particular care to track the piece from entry into the mill to the time the coil or plate is produced and exits the plant, both for running correctly the setup calculation and for acquiring hundreds or thousands of process values and piece measurements able to perfectly qualify each rolled piece (e.g., thickness, width or flatness profiles along the whole coil length, that can reach thousands of meters in cold mills; a new coil is indicatively rolled every 3/10 minutes in high productivity hot/cold rolling mills); all the data are stored into an historical data base, available for process analysis and quality reporting. TECHNOLOGICAL CONTROLS IN HOT ROLLING MILLS Thickness control The thickness of the final product, whether it be a coil or a plate, is usually the most important requirement for each steel user; ASI s experience matured in more than 40 years in rolling mill automation offers a stable, accurate and reliable system for customers plants and guarantees high performance for all thickness ranges down to 1 mm thick hot rolled strip. It is worth mentioning in this review how our automation system was decisive to reduce the thickness from 1.2 to 1 mm after having added a new stand to a 6-stand hot strip mill (Fig. 5). Fig. 5 - Measures of thickness and width for the first 1.0 mm coil rolled in a 7-stand hot strip mill (SSI Bang Saphan, Thailand) Shape control The shape of a rolled strip is characterized by its transverse section profile (crown) and by its flatness; shape control is becoming more and more important because of increasing demand for quality on the steel market and a number of elements, present in our automation, contribute to get the results: a correct shape setup, a reliable roll profile evaluation with a same reliable online flatness control, a feedforward compensating changes in rolling force. Hydraulic looper control Constant tension is strongly recommended in the interstand of a hot strip mill because too high a tension can cause strip necking or breakage, while reduction of tension can lead to the formation of folds; the looper is the mechanical device for dealing with these phenomena. Today hydraulic loopers, driven by a hydraulic motor, with enhanced promptness and maintainability, are normally installed in the most modern plants and we supply the necessary position control, interstand tension evaluation and control, loop control, developed also with the aid of an accurate engineering simulation of the different phenomena. Water cooling The metallurgical properties of a strip or plate are partly dependent on how it is cooled after having been rolled and reduced to the desired thickness and width. This is why controlling the temperature at the hot mill exit requires the same reliability and accuracy as in thickness, flatness or width controls. ASI s systems cover both coiling temperature control for strips and accelerated cooling for plates, even Fig Measures of thickness and width for the first 1.0 mm coil rolled in a 7-stand hot strip mill (SSI-Bang Saphan, Thailand) CONTROLLO DI PROCESSO Calcolo della Scheda di Laminazione Il calcolo della scheda di laminazione è la funzione più importante del Controllo di Processo: una buon calcolo di scheda consente di laminare i prodotti di alta qualità richiesti oggi dai nostri clienti tenendo in considerazione i limiti tecnologici, il consumo di energia, l usura delle macchine e la produttività dell impianto e il suo calcolo si basa su strategie di laminazione e modelli matematici con relativo adattamento. I nostri modelli sono in grado di coprire tutti i più comuni tipi di laminatoi a caldo e a freddo (v. tabella 1) e sono discussi in dettaglio nel white paper. Tabella 1 I vari tipi di laminatoi in cui installiamo i nostri sistemi di automazione Funzioni di Base I nostri sistemi prestano particolare cura ad inseguire ciascun pezzo da quando entra nell impianto a quando il nastro o la lamiera è prodotta ed esce dall impianto, sia per lanciare correttamente il calcolo della scheda di laminazione che per acquisire le centinaia o migliaia di variabili di processo e misure di pezzo capaci di qualificare perfettamente ciascun pezzo laminato (p. es., profili di spessore, larghezza o planarità lungo l intera lunghezza di un nastro, che può raggiungere migliaia di metri nei laminatoi a freddo; e un nuovo nastro è laminato, indicativamente, ogni 3/10 minuti in laminatoi a caldo/freddo ad alta produttività); tutti i dati vengono memorizzati in un data base storico disponibile per analisi del processo e rapporti di qualità. CONTROLLI TECNOLOGICI NEI LAMINATOI A CALDO Controllo di Spessore Lo spessore del prodotto finale, sia esso un nastro o una lamiera, è normalmente il requisito più importante per tutti gli utilizzatori di acciaio; ASI, che ha maturato più di 40 anni di esperienza nell automazione di laminatoi, offre un sistema stabile, accurato ed affidabile per gli impianti dei propri clienti e garantisce elevate prestazioni in tutti gli intervalli di spessore, fino a raggiungere un minimo di 1 mm nel nastro laminato a caldo. Va ricordato, in questa recensione, quanto il nostro sistema di automazione sia stato decisivo per ridurre lo spessore minimo da 1.2 a 1 mm dopo l aggiunta di una nuova gabbia ad un laminatoio a 6 gabbie (Fig. 5). Fig. 5 Misure di spessore e di larghezza per il primo nastro da 1 mm prodotto in un laminatoio a caldo a 7 gabbie (SSI Bang Saphan, Thailand) Controllo di Forma La forma di un nastro è caratterizzata dal suo profilo in sezione (bombatura) e dalla sua planarità; il controllo di forma sta diventando sempre più importante per la crescente richiesta di qualità nel mercato dell acciaio e i risultati desiderati vengono ottenuti grazie a vari elementi presenti nella nostra automazione: un corretto calcolo della scheda di laminazione volta alla forma, una valutazione affidabile del profilo dei cilindri con un altrettanto affidabile controllo di planarità on-line, una correzione che compensi i cambiamenti nella forza di laminazione. Controllo del Tendiansa Idraulico È fortemente raccomandato che il tiro sul nastro negli spazi intergabbia di un laminatoio a caldo sia costante perché un tiro troppo alto può causare il restringimento o la rottura del nastro mentre un tiro basso può portare alla formazione di pieghe; il tendiansa è il dispositivo meccanico che contrasta questi fenomeni. Oggi i tendiansa idraulici, mossi da un motore idraulico che presenta grande prontezza e manutenibilità, sono normalmente installati negli impianti più moderni e noi forniamo il necessario controllo di posizione, il calcolo e il controllo del tiro intergabbia e il controllo d ansa, sviluppati anche grazie ad una accurata simulazione ingegneristica dei differenti fenomeni. Raffreddamento ad Acqua Le proprietà metallurgiche di un nastro o di una lamiera dipendono anche dal modo in cui vengono raffreddati una volta laminati e ridotti allo spessore e larghezza desiderati. Ecco perché il controllo della temperatura del nastro in un laminatoio a caldo richiede la stessa affidabilità ed accuratezza dei controlli di spessore, planarità o larghezza. I sistemi di ASI coprono sia il controllo di temperatura per nastri che il raffreddamento accelerato per le lamiere, anche se abbiamo sviluppato due diversi approcci dovuti alle differenze intrinseche dei due processi. Controllo dell Aspo Avvolgitore L aspo avvolgitore è l ultimo elemento che agisce sull acciaio prima che finisca la trasformazione da bramma a nastro in un laminatoio a caldo: deve quindi sostenere e mantenere le caratteristiche che il nastro ha ricevuto durante la laminazione e richiede un sistema di automazione ad alte prestazioni, quale il nostro è. Controllo di Larghezza La larghezza di un nastro che arriva all utilizzatore finale va definita fin dall inizio del processo di laminazione: e il nostro sistema di automazione è in grado di ottenere il valore desiderato con la necessaria accuratezza agendo dove i fenomeni di dog-bone, allargamento e strizione si producono maggiormente, cioè durante la fase di sbozzatura. Controllo della Spianatrice per Lamiere La qualità finale di una lamiera dipende in larga misura dalla sua planarità: molte sono le misure adottate durante la laminazione e il raffreddamento, ma la planarità della lamiera può essere ulteriormente migliorata e, comunque, uniformata per mezzo del processo di spianatura applicabile sia a lamiere ancora calde o già raffreddate. La spianatrice effettua una delicata azione sulla qualità finale della lamiera e il nostro pacchetto, che include sia modello matematico che regolazione di livello 1, è in grado di ottenere il massimo da questa macchina. INNOVATION 8 9

7 Sergio Murgia though different approaches have been developed due to the intrinsic differences between the two processes. Down coiler control The down coiler is the last item of equipment acting on the steel before it finishes its transformation from slab to strip in a hot strip mill: it must support and maintain the strip qualities achieved during rolling and requires a performing automation system, like our. Width control The width of a strip arriving to the final customer has to be defined at the very beginning of the rolling process: indeed, it can be achieved by our automation system with the necessary accuracy during the roughing phase, where phenomena of dog-bone, spread and necking greatly occur. Plate leveler control The final quality of a hot rolled plate depends largely on its flatness: in spite of all the countermeasures adopted during rolling and cooling, plate flatness may be further increased and, in all cases, uniformed by means of the leveling process which may be applied to hot or cold plates. The leveler performs a delicate job on the final quality of the plate and our package, including mathematical model and level 1 regulation, is capable of getting the most from a leveler. TECHNOLOGICAL CONTROLS IN COLD ROLLING MILLS Thickness and tension control Final coil characteristics such as thickness and flatness are the most important requirements of every steel user; many years of experience in cold rolling plants qualifies ASI to supply the reliable, highly accurate systems required by users and the steel market in general; automatic tension control (ATC) for regulating the interstand tensions and automatic gauge control (AGC) based on mass flow calculation allow to get the desired strip thickness with great precision. Automatic flatness control Strip flatness is another very important final product characteristic to which the market is extremely sensitive and ASI has developed a high performance system to satisfy every end user of both steel and aluminum products: it acts on bending and differential gap of rolls and on roll selective cooling. Temper and skin pass mills ASI s automation experience includes all aspects of rolling flat products, even those which sometimes do not get the attention they deserve, such as tempering and skin-pass processes; indeed, these mills often act on a valuable part of the rolled product, at the very end of the rolling chain, just before delivery to the final user. Basically, the tempering process adjusts the mechanical properties of the material to the ones required by particular final products; this is done by applying a slight reduction for smoothing the upper yield point of the stress-strain curve. ASI s systems include both dedicated mathematical models and effective automatic elongation control necessary in these very low reductions mills. CONTROLLI TECNOLOGICI NEI LAMINATOI A FREDDO Controllo di Spessore e di Tiro Caratteristiche finali del nastro come spessore e planarità sono i requisiti più importanti per ciascun utilizzatore di acciaio; molti anni di esperienza negli impianti di laminazione a caldo qualificano ASI per fornire quei sistemi affidabili e altamente accurati che sono richiesti dagli utilizzatori e dal mercato dell acciaio in generale; il controllo automatico di tiro (ATC), per regolare i tiri intergabbia, ed il controllo automatico di spessore (AGC), basato sul calcolo di mass flow, permettono di ottenere con grande precisione un nastro con lo spessore desiderato. Controllo Automatico di Planarità La planarità del nastro è un altra caratteristica molto importante del prodotto finale a cui il mercato dell acciaio è estremamente sensibile, e ASI ha sviluppato un sistema ad alte prestazioni per soddisfare ogni cliente finale sia per nastri di acciaio che di alluminio: questo sistema agisce sul bending, sulla posizione differenziale dei cilindri e sul raffreddamento selettivo dei cilindri. Laminatoi Temper e Skin Pass L esperienza di ASI include tutti gli aspetti della laminazione di prodotti piani, compresi quelli che a volte non hanno l attenzione che meritano, come i processi di tempering e skin pass; in effetti, questi impianti accrescono il valore del nastro agendo proprio alla fine della catena di laminazione e appena prima della consegna all utilizzatore finale. Sostanzialmente, il processo di tempering affina le proprietà meccaniche del materiale fino a quelle richieste da particolari prodotti finali; e ciò è fatto applicando una lieve riduzione per ammorbidire la cima della curva di snervamento del materiale. I sistemi di ASI includono sia modelli matematici dedicati che un efficace controllo di allungamento, necessari in questi laminatoi a bassissima riduzione. Controllo di Eccentricità In una gabbia, sia di impianto a caldo che a freddo, si possono manifestare fenomeni di ovalizzazione sui cilindri di lavoro e, soprattutto, di eccentricità sui cilindri di appoggio, dovuti, per esempio, a lievi inaccuratezze in fase di rettifica o ad usura asimmetrica delle guarniture; ciò significa che i cilindri, durante la rotazione, provocano lievi differenze di apertura e disturbano così lo spessore finale del pezzo laminato. Il controllo di ASI rileva continuamente se c è eccentricità mediante analisi di Fourier sulla misura di forza e calcola un segnale di correzione da applicare al controllo di posizione per compensarla. ASTRO! I sistemi di automazione come quelli fin qui illustrati richiedono una fase di test il più possibile affidabile e completa prima di essere usati sull impianto; l addestramento del personale del cliente finale ha pure grande importanza per ridurre i tempi necessari a familiarizzare col nuovo sistema; e un fornitore di automazione come ASI deve essere in grado di presentare e promuovere al meglio le proprie soluzioni ed il proprio know-how. La simulazione in tempo reale è la risposta a questi punti ed è un fattore chiave in ASI da ormai 15 anni. ASTRO! è la n-esima funzione di automazione ASI, in grado di simulare l impianto da controllare e di chiudere il loop di controllo (v. Fig. 6) già durante lo sviluppo, prima della messa in servizio, a scopo di test e di addestramento; l articolo illustra sia i dispositivi simulati che le configurazioni possibili. ARTICS Nato nei primi anni 90, ARTICS (ASI Real Time Integrated Control System) è la soluzione per sistemi di automazione per controllo di processo e per l acquisizione in tempo reale di dati da remoto, estremamente utile per controllare equipaggiamenti e processi meccanici ed elettrici. In breve, ARTICS integra e semplifica parecchi passaggi nei processi di automazione. I dispositivi di input/output del sistema si interfacciano direttamente coi drives, con l automazione di base, con le funzioni di acquisizione dati, con le funzioni di controllo di processo e con i tecnici. Le applicazioni di automazione di ASI nei processi di laminazione piana spesso richiedono grandissima potenza di calcolo in tempi di ciclo estremamente ridotti: p. es., basti considerare il controllo dei posizionatori idraulici, che deve poter girare a 2 ms, o l enorme quantità di calcoli richiesta in un ciclo di tempo dal controllo di eccentricità o da quello di planarità! Qualunque attento lettore può facilmente riconoscere le forze guida di Intelletto ed Innovazione che stanno dietro a questo white paper, benché esso sia principalmente rivolto a specialisti del metals e a coloro che lavorano nei laminatoi e li dirigono. Ma scrivere questo white paper è stato possibile in virtù del duro lavoro, dell impegno e della dedizione (cioè, Integrità) dei nostri colleghi che (ora come in passato) hanno partecipato allo sviluppo e alla messa in servizio di impianti di laminazione in tutto il mondo. Ed è con Intelletto, Innovazione ed Integrità che dobbiamo sforzarci costantemente per mantenere i nostri sistemi di automazione aggiornati così da garantire la qualità del prodotto finale e la soddisfazione del cliente, in tutte le condizioni di laminazione. Automation systems in flat products è disponibile in formato PDF sulla Intranet ASI. Chi desidera ricevere una copia cartacea può contattare l autore o l ufficio commerciale di Genova. INNOVATION 10 11

8 Sergio Murgia Eccentricity control A stand, whether it is in a cold tandem mill or in a hot strip mill, may present some ovalization phenomena on work rolls and, especially, eccentricity phenomena on back-up rolls, due to, e.g., slight inaccuracies during roll grinding or asymmetric bearing wear in the chocks; this means that the rolls, during rotation, cause slightly different gaps affecting the final thickness of the rolled piece. ASI s control continuously detects if eccentricity is present by means of Fourier analysis on measured force and calculates a correction signal to be applied to hydraulic gap control to compensate for it. ASTRO! Automation systems as up to here illustrated require a testing phase as reliable and complete as possible before it is used in the plant; training of the final customer s personnel has great importance as well, to decrease the amount of time necessary to familiarize them with the new system; and a supplier of automation, as ASI is, must absolutely be able to present and promote its solutions and know-how at the best. Real time simulation is the answer to these points and has been being a key factor in ASI for 15 years. ASTRO! is the nth ASI s automation function able to simulate the plant to be controlled and to close the loop (see Fig. 6) already during development, before commissioning, for testing and training purposes; the white paper illustrates both the simulated devices and the possible configurations. Measures and Events In short, ARTICS integrates and simplifies several steps in the automation processes. The system s input/output devices interface directly with drives, basic automation, data acquisition functions, process control functions and the engineer. ASI automation applications in flat rolling process often require highly demanding calculation power in extremely reduced cycle times: e.g., it is enough to consider the hydraulic gap control, which must be able to run at least every 2 ms, or the large amount of calculation required for eccentricity control or automatic flatness control at each cycle time! The driving forces of Intellect and Innovation behind the white paper, although it is mainly addressed to the metals specialists and to those who manage and operate rolling mills, can be easily recognized by any attentive reader. But it has been possible to write this white paper because of the hard work, commitment and dedication (i.e. Integrity) of our people who (now as well in the past) have participated to the development and start up of rolling mills around the world. And it is with Intellect, Innovation and Integrity that we have to strive constantly to keep our automation systems up to date as a way of guaranteeing final product quality and customer satisfaction under all rolling plant conditions. Level 2 Autoadaptive Mathematical Models References Level 1 REG ASTRO! Piece - to - piece Adaption Fig. 6 ASTRO! closes the loop Industrial Automation Suite ARTICS ASI Real Time Integrated Control System (ARTICS), born in early 1990s, is an automation system solution for process control and gathering real-time data from remote locations to help control mechanical and electrical equipment and processes in the plant. Automation systems in flat products is available in PDF format in ASI s Intranet. Who want to receive the printed edition can contact the author or the Genova commercial office. INNOVATION 12 13

9 Manuele Pattano System for high speed centrifugal load test bench Ansaldo Sistemi Industriali Spa (ASI) has just completed the final internal tests on the two 5 MW high speed systems (13,000 rpm) for test room applications. This is just one of the innovations produced by our research and development engineers. Ansaldo Sistemi Industriali Spa will supply the customer with a complete system: switchgear, PWM drive (transformer included), high speed motor and vibration monitoring system. The supplied converters are composed of input diodes rectifiers and output IGBT Inverter. Each input rectifier is connected to a dedicated secondary winding of a step down phase shift input insulation power transformer. This system, supplied at 6000V, (via the input transformer), drives a 6000V ASI HSCR500Y2 motor with a power rating of 5MW at 13,000 rpm. The area made available at our Monfalcone site has made it possible for the customer to attend the testing of the complete system. The drives, designed and manufactured in our Milan factory, were transferred to Monfalcone to be connected to the motor and the other components in order to allow the client to attend the system test and see the system in operation, its functionalities and performances. Designing a high speed electric motor requires a high level of mechanical and electrical know-how. Designing a variable frequency drive system for such applications is a significant challenge, which our research and development department is prepared to take on. Ansaldo Sistemi Industriali Spa has a competitive advantage, having available in house full system capacity, that is, the know-how required to design both the Converter and the motor. Our expertise on drives means that we can take into consideration all the system requirements in order to guarantee the best performance for the machine driven by the Variable Frequency Drive. Our automation expertise allows us to ensure the required performance of the system. The sophisticated algorithms used to control speed and torque give rise to reduced peaks in current and low ripple on the shaft, thus reducing mechanical stress and stress on electrical components. Project Characteristics High Speed Motor type HSCR500Y2 IC86W, IM7312 IP kW, 6000V, rpm Driven by PWM Drive FOVC Control Type, Output 6000V, 700A cl.1 at 40 C, Water Cooled. Ansaldo Sistemi Industriali s Scope of Supply 2x 6KV Switchgears 2x Induction motor type HSCR500Y2 5MW rpm 6KV 2x PWM Drive along with necessary Step Down Power transformer 1x Vibration monitoring System Sistema per banco prova di carico centrifugo ad alta velocità Ansaldo Sistemi Industriali ha recentemente ultimato presso la sede di Monfalcone, tutti i collaudi previsti sui due sistemi ad alta velocità ( giri per minuto), ciascuno da 5MW per applicazioni di sala prove. Durante il mese di Aprile, i sistemi verranno spediti al cliente. Ciascuno dei sistemi, è composto da un quadro di media, da una azionamento PWM (inclusivo di trasformatore di ingresso), un motore da 5MW rpm ed un sistema di controllo delle vibrazioni. I convertitori forniti sono composti da ponti a diodi in ingresso e da una sezione di uscita ad IGBT (Inverter). Ogni ponte raddrizzatore è alimentato da un secondario di trasformatore. Questo sistema, alimentato a 6000V (tramite il trasformatore di ingresso), piloterà un motore a 6000V Ansaldo HSCR500Y2 con potenza di 5MW a giri. Gli spazi messi a disposizioni nel nostro stabilimento di Monfalcone hanno permesso al cliente di presenziare alle prove del sistema complete. Gli azionamenti, progettati e costruiti nella fabbrica di Milano, sono stati trasferiti a Monfalcone per essere collegati ai motori da pilotare nonchè alle altre parti dello scopo di fornitura; in modo da poter dare la possibilità al cliente di presenziare ad un test di sistema visionandone le funzionalità. Progettare un motore elettrico ad alta velocità implica profonde conoscenze meccaniche ed elettriche. Progettare un azionamento a frequenza variabile per tali applicazioni richiede la necessaria preparazione. Il nostro reparto di ricerca e sviluppo è dotato della necessaria esperienza. Uno dei vantaggi del nostro cliente è stato quello di poter contare su una unica interfaccia che si è preoccupata di studiare e realizzare l intero sistema Azionamento e Motore con le caratteristiche necessarie a soddisfarne i requisiti. Le necessarie competenze sia di design meccanico legate alla progettazione del motore, che di progettazione elettrica legata all elettronica di potenza ed al controllo, sono infatti disponibili all interno del medesimo fornitore. I nostri ingegneri, esperti di controllo prendono in esame tutti i requisiti del sistema al fine di realizzare azionamenti a frequenza variabile con le caratteristiche necessarie a soddisfare i requisiti. Gli algoritmi sofisticati di controllo della velocità e della coppia, danno come risultato minori picchi di corrente e bassi ripple sull albero, riducendone così le sollecitazioni meccaniche ed elettriche. Caratteristiche del progetto Motori ad alta velocità con altezza d asse 500, tipo HSCR500Y2 IC86W, IM7312 IP kW, 6000V, rpm Azionato da PWM con controllo FOC, uscita 6000V, 700A cl.1 at 40 C, raffreddato ad acqua. 14 INTEGRITY Cosa abbiamo fornito 2x 6KV Celle di media 2x motore ad induzione HSCR500Y2 2x Azionamento PWM completo di trasformatore di ingresso di potenza 1x Sistema di monitoraggio delle vibrazioni 15

10 Ettore Merli The Pieter Schelte project In January 2008 Ansaldo Sistemi Industriali proudly signed a contract with Imtech Marine & Offshore BV for the Pieter Schelte project. The scope of supply is for 12 converters Silcovert SVGN 10K0 DFE 24P + braking chopper, with degree of protection IP54 for azimuth thrusters propellers for dynamic positioning and for vessel propulsion. The converters have been designed, constructed and tested in compliance with Lloyd s Register Classification. The Pieter Schelte project is a single hull ship but with a double bow of the Swiss-based Allseas Group. The vessel is able to perform the transport, installation and decommissioning of large offshore oil and gas platforms, thanks to the slot between the two bows and the tilting lift beam in the stern. The vessel will also be able to lay pipes up to 68 inches diameter, including coating, with a pipeline tension capacity of 2000 t thank to a 170 m long stinger, which is suspended in the slot between the bow sections of the vessel. One of the vessel s main strengths is that it is able to perform all these activities even in hostile areas such as the North Sea thanks to its 12 thrusters and its dynamic position capacity. The platform topside, that can be entirely pre-fabricated onshore, is lifted in a single-lift operation at the bow of the vessel by using 8 horizontal lifting beams while the jacket is moved by two tilting lift beams and located in the stern of the vessel. At the end of the construction, it will be the world s largest pipelay vessel with the highest lifting capacity, able to sail with a maximum transit speed of 14 knots. INTEGRITY Please see the attached table regarding its dimensions and characteristics: Length 382 m Width 117 m Bow slot dimensions 122 x 52 m Topsides lift capacity t Jacket lift capacity t Stinger length 170 m Total installed power 95 MW Outside pipes diameter from 6" to 68" The detailed design of the vessel approaches its completion and Allseas is now evaluating the offers from different shipyards able to built a ship of such dimensions. The vessel is planned to be completed in As we have already said Ansaldo Sistemi Industriali will supply the 12 special converters for thrusters supply. We designed them in compliance with the requirements for the marine applications, such as the mechanical structure in special execution (including a higher thickness of the structure and panels), the painting also inside the converter as protection against corrosive environment and reinforced fasteners to avoid the effect of the possible vibrations. To ensure more resistance to vibration and make the installation of converters easier a new solution has been designed and following this we dediced to install the anti-vibration supports, instead of outside between the converter and the counterbasement, inside the converter just next to the control system and to other components that can be very sensitive to vibration like the electronic board of the crow-bar rack. The control system was mounted on a panel which is then mounted on antivibration pads and also the crow-bar rack is mounted on antivibration pads. Il progetto Pieter Schelte La commessa di Ansaldo Sistemi Industriali per il progetto Pieter Schelte, inizia nel Gennaio 2008 a seguito di un ordine della Società Imtech Marine & Offshore BV. L ordine è relativo alla fornitura di 12 quadri convertitori Silcovert SVGN 10K0 DFE 24P + chopper di frenatura, con grado di protezione IP54 per l alimentazione dei motori delle eliche thruster azimutali per il posizionamento dinamico e per la propulsione della nave. I convertitori sono progettati costruiti e testati in accordo alle normative Lloyd s Register. Il progetto Pieter Schelte del Gruppo Allseas, avente sede in Svizzera, riguarda la realizzazione di una nave a scafo singolo con una doppia prua. La nave è in grado di effettuare il trasporto nonché la relativa installazione e decommissioning di intere piattaforme marine per estrazione di gas e petrolio utilizzando lo spazio fra le due prue e le travi di sollevamento ribaltabili poste a poppa. La nave sarà inoltre in grado di posare tubi fino a 68 pollici di diametro incluso il rivestimento con una capacità di tensione di circa 2000 t, mediante un braccio lungo 170 metri alloggiato nello spazio fra le due prue. Uno dei punti di forza della nave riguarda il fatto che grazie ai 12 thruster e al posizionamento dinamico tutte queste attività possono essere compiute agevolmente anche in mari generalmente agitati come i mari del Nord dell Europa. La parte superiore della piattaforma, che può così essere costruita interamente a terra, viene sollevata e alloggiata in un unico pezzo nello spazio fra le due prue della nave mediante 8 travi orizzontali di sollevamento mentre la struttura immersa viene sollevata da 2 travi di sollevamento ribaltabili in un unica operazione e alloggiata a poppa. Al termine della costruzione la nave sarà la più grande posatubi del mondo e con la più alta capacità di sollevamento, in grado di navigare alla velocità massima di 14 nodi. Nella tabella sono indicate le dimensioni e caratteristiche: Lunghezza 382 m Larghezza 117 m Dimensione dello slot anteriore 122 x 52 m Capacità di sollevamento (anteriore) 48,000 t Capacità di sollevamento (posteriore) 25,000 t Lunghezza del braccio posatubi 170 m Potenza totale installata 95 MW Diametro esterno dei tubi da 6 a 68 Attualmente è in completamento la fase di progettazione di dettaglio e Allseas sta esaminando le possibili offerte da parte dei cantieri navali in grado di costruire una nave di quelle dimensioni. Il completamento della costruzione è previsto per il

11 Ettore Merli Before its implementation, these solution have been qualified by means of specific vibration test, performed in accordance with Lloyd's Register regulations. The tests concerned the power module, the control system panel and crow-bar rack. In order to satisfy the EMC requirements in terms of compatibility and emissions we revised the position of components inside the auxiliary and control cabinet. The control cabinet has been segregated by rest of the converter with a special EMC gasket installed on the internal part of the door. Again specific EMC tests have been performed to qualify this solution before its implementation. In order to satisfy the most stringent IP54 requirements concerning the degree of protection and considering the maximum ambient temperature of 50 C degrees, we designed a special water-air heat exchanger certified according to Lloyd's Register Classification, able to remove the power losses generated inside the converter. The IP54 protection does not allow any opening to drive the heated air out of the converter, so the heat exchanger cools the heated air and puts it back into circulation by using forced air path inside the converter itself. In addition, to ensure an high life-cycle service of the components and to avoid the fan to work always at full speed, we decided to control its rotation depending on the need for heat exchange. A system of special sensor can detect any water leakage inside the heat exchanger and a special filter (mazing filter) prevents that the water gets in touch with the electric components in particular in the medium voltage sections. The main constraints for the heat exchanger were that it was compact and suitable to the position already identified for power modules. Furthermore it is designed to be used also for the industrial applications. In this case the structure is the same, but the installation of the internal components is easier since it is not necessary for the heat exchanger to meet specific requirements in terms of resistance to vibration. The delivery and return system of the main stainless steel pipes for the internal cooling circuit and its distribution to the power modules and to other devices with flexible pipes and fast joints Parker, have been designed by using our experience for SVTN for marine applications. This solution has been applied in order to provide a standardization of applicative solutions even among different products and to reinforce our experience and knowledge in other projects. All the above technical solutions has been improved to be applied also to a converter with higher power like SVGN 12K0. Regarding the schedule of our project we have fully tested 5 converters that are waiting for the final inspection by the Customer. Then they will be packed and shipped to Netherlands where Allseas is storing all the electrical components waiting to deliver them to the yard. Other 3 converters will be tested during the first week of March. The complete delivery to the Customer of the all the 12 converters is scheduled by the end of April Come già detto Ansaldo Sistemi Industriali fornisce i 12 quadri convertitori per alimentazione dei thrusters. La progettazione dei quadri è stata effettuata implementando tutti quei requisiti necessari per l ambiente marine quali la carpenteria in esecuzione speciale con maggiore spessore della struttura e dei pannelli, la verniciatura anche all interno come protezione rispetto all ambiente corrosivo e il rinforzo dei fissaggi per tenere conto delle possibili vibrazioni trasmesse dalla struttura della nave. Per garantire la resistenza alle vibrazioni e rendere più semplice l installazione dei quadri convertitori è stata elaborata una nuova soluzione in base alla quale si è deciso di montare i supporti antivibranti non all esterno fra il quadro e il contro basamento, ma all interno, in corrispondenza di quei componenti identificati come i più sensibili alle vibrazioni quali il sistema di controllo ed il rack crow-bar. Il sistema di controllo è montato su un pannello a sua volta montato su antivibranti e anche il rack crow-bar è montato su antivibranti. Tutte queste scelte tecniche sono state validate prima dell implementazione mediante specifiche prove di vibrazione, effettuate secondo le normative Lloyd s, che hanno interessato il modulo di potenza, il pannello del sistema di controllo ed il rack crow-bar. Per soddisfare il requisito in termini di compatibilità ed emissione EMC è stato rivisto il posizionamento dei componenti negli scomparti ausiliari e di controllo, quest ultimo è stato segregato dal resto del quadro anche utilizzando una speciale guarnizione EMC installata all interno della porta. Anche in questo caso sono state effettuate specifiche prove EMC per validare queste soluzioni prima dell implementazione. Una parte molto impegnativa della progettazione è stata dedicata al soddisfacimento della richiesta del grado di protezione IP54, anche tenendo conto della possibile temperatura ambiente massima di 50 gradi centigradi. Per questo è stato necessario ideare uno speciale scambiatore acqua-aria, certificato secondo le normative Lloyd s, in grado di rimuovere le perdite che si generano all interno del quadro convertitore. Lo scambiatore raffredda l aria e la rimette in circolo mediante un percorso forzato, dato che, in virtù del grado di protezione IP54, non esistono aperture da cui sia possibile espellere l aria riscaldata. Per garantire un elevata vita utile dei componenti e per evitare che il ventilatore giri sempre al massimo della velocità, si è deciso di controllarne la rotazione in funzione della necessità di scambio termico. Particolare attenzione è stata data alle possibili perdite di acqua all interno dello scambiatore, infatti un sistema di sensori permette di rilevare ogni perdita e una speciale tecnologia di filtro a labirinto impedisce che, in caso di perdite, l acqua venga proiettata sui componenti di potenza nella zona a media tensione. Per quanto riguarda lo scambiatore, i principali vincoli sono stati che fosse compatto come dimensioni e che si adattasse al posizionamento già identificato per i moduli di potenza. Infine, lo scambiatore è stato progettato per essere impiegato anche per il settore industriale, in questo caso nella stessa struttura vengono fissati i componenti in modo più semplice, in quanto lo scambiatore non deve soddisfare particolari richieste in termini di resistenza alle vibrazioni. In un ottica di standardizzazione delle soluzioni applicative anche fra prodotti diversi, e per sfruttare al meglio le esperienze acquisite in altri progetti, il sistema di mandata e ritorno delle tubazioni in acciaio inox di raffreddamento per il circuito interno e la relativa distribuzione ai moduli di potenza e agli altri dispositivi con tubi flessibili e innesti rapidi Parker, è stata realizzata facendo riferimento a quanto già impiegato per il quadro SVTN per ambiente marine. È importante notare che tutte le scelte tecniche sono state fatte mantenendo la possibilità di applicarle anche alla taglia superiore del quadro SVGN, il 12K0. Per quanto riguarda la pianificazione del progetto al momento sono stati completamente testati 5 quadri convertitori che sono in attesa dell ispezione finale da parte del Cliente. I quadri verranno quindi imballati e spediti in Olanda dove Allseas sta immagazzinando tutti i componenti elettrici in attesa di inviarli al cantiere. Altri 3 quadri convertitori verranno collaudati nella prima settimana di marzo. Il completamento della consegna dei 12 quadri al cliente è previsto entro la fine del mese di aprile. INTEGRITY 18 19

12 Corrado Dato Ansaldo Sistemi Industriali investing in Russian Pipeline Modernization Market Demand on pipeline infrastructure is growing and it s no longer enough to operate using traditional gas-driven compressors. The modernization process of pumping stations will adopt new electrically-driven compression to compensate the losses due to the aging of compressors. Operating economics are driving pipeline operators toward the use of higher capacity electric motors for compression and, at the same time, are reducing the number of compressor stations along the pipeline. 6,10 or 13 kv electric motors in the 6,000-12,000 kw range are becoming commonplace at very large compressor stations. One advantage of these electrically driven compressors is the ability to increase pipeline operating pressures and throughput. This leads to lower unit costs. Flow control is more flexible and precise because the motor speed can be optimally adapted to the process thanks to VFD technology. To tackle this emerging market, Ansaldo Sistemi Industriali has signed some important agreements with Russian companies which operate in the field of construction, modernization, technical revamping and installation of Gas transportation systems. Through this cooperation Ansaldo Sistemi Industriali will develop the best technical solutions to improve the effi- INTEGRITY ciency of gas infrastructure, keeping pumping stations efficiently operated and monitored to ensure minimum downtime and meeting environmental quality standards in Russia. Ansaldo Sistemi Industriali brings to the collaboration: Supply of equipment for process automation and control Synchronous and asynchronous electric motors ( AC / DC ) Solutions and equipment for LNG applications Variable Frequency Drive and Soft starter controllers for synchronous and asynchronous electric motors LV and HV energy distribution systems and turn key transformer stations Power Quality systems, SVC, Industrial Power Rectifiers Integrated digital units and systems for protection, regulation and control of the substations and distribution networks Ansaldo Sistemi Industriali punta alla modernizzazione del mercato russo delle Pipeline La domanda di gasdotti è in costante aumento e non sarà più sufficiente l utilizzo dei compressori a gas tradizionali. Il processo di ammodernamento delle stazioni di pompaggio richiede l adozione di nuovi compressori ad azionamento elettrico in modo da compensare le perdite legate all utilizzo di compressori ormai obsoleti. Gli indicatori economici spingono gli operatori verso l uso di motori elettrici per la compressione in quanto dotati di una maggior potenza e, allo stesso tempo, verso la riduzione del numero di centrali di compressione lungo il gasdotto. I motori elettrici da 6, 10 o 13 kv nella gamma 6,000-12,000 kw stanno diventando sempre più comuni nelle grandi centrali di compressione. Un vantaggio di questi compressori elettrici è la capacità di aumentare la pressione all interno del gasdotto e quindi la sua capacità produttiva con una conseguente diminuzione dei costi unitari. Grazie alla tecnologia VFD il controllo di flusso è più flessibile e preciso poiché la velocità del motore può essere adattata in modo ottimale al processo in corso. Per affrontare questo mercato emergente, Ansaldo Sistemi Industriali ha firmato alcuni importanti accordi con società russe che operano nel settore della costruzione, modernizzazione, revamping tecnico e l'installazione di sistemi di trasporto del gas. Attraverso queste collaborazioni Ansaldo Sistemi Industriali metterà a punto le migliori soluzioni tecniche per migliorare l'efficienza delle infrastrutture oil&gas, mantenendo le stazioni di pompaggio perfettamente funzionanti e monitorate al fine di garantire tempi minimi di inattività e consentire di soddisfare gli standard di qualità ambientale richiesti. Gli accordi stipulati prevedono che Ansaldo Sistemi Industriali si occuperà di fornire: Sistemi per l'automazione di processo e di controllo Motori elettrici sincroni e asincroni (AC/DC) Soluzioni e sistemi per applicazioni LNG Variable Frequency Drive e Softstarter per motori elettrici sincroni e asincroni Sistemi di distribuzione dell'energia BT e AT e stazioni di trasformazione chiavi in mano Sistemi Power Quality, SVC, Industrial Power Rectifiers Unità digitale integrata e sistemi di protezione, regolamentazione e controllo delle sottostazioni e reti di distribuzione

13 Elena Ercoli Ansaldo Sistemi Industriali trade fair attendance This year we shall be attending the following trade fairs: CIPPE, Beijing, 22/3-24/03 Alpitec, Bolzano, 13-15/04 LNG 16, Algeria, 18-21/04 SolarExpo, Verona, 05 7/05 Metallurgy Expo, Beijing, 11-14/05 Energy & Electrotechniks, St.-Petersburg, /05 Renewable Energy Conference, Hanoi, 13/05 Power Gen Europe, Amsterdam, 08-10/06 Neftegaz, Moscow, 21/06-25/06 International Refining Conference, Rome, 21-23/06 SMM, Hamburg, 07-10/09 IEAS, Bucharest, 14-17/09 SolarMed, Paris, 15-17/09 PCIC, San Antonio, Texas, 20-22/09 Turbomachinery Symposium, Houston, Texas, 04-7/10 Kioge, Almaty, Kazakhstan, 05-8/10 STAHL, Dusseldorf 11-12/10 Miac, Lucca, 13-15/10 ILAFA, Buenos Aires, 24/26-10 ADIPEC, Abu Dhabi 01-4/11 OSEA, Singapore, 30/11-03/12 Many of these fairs also provide an opportunity to meet and debate with sector operators alongside experts and academics on the state of the art in terms of technology and the latest market trends: an excellent chance to keep up to date and show off our know-how. La presenza fieristica di Ansaldo Sistemi Industriali Anche quest anno Ansaldo Sistemi Industriali ha deciso di puntare sulla partecipazione ad alcune fiere nel mondo per intensificare il proprio business. Le fiere infatti rappresentano uno dei principali strumenti di comunicazione per entrare in contatto con nuovi potenziali clienti e migliorare l immagine. L obiettivo principale di questi eventi è il consolidamento dell immagine aziendale nei confronti di tutti colori con i quali l impresa si relaziona quotidianamente: clienti, collaboratori, dipendenti, fornitori, partner. Si tratta di un valore immateriale nell immediato, ma di grande rilevanza nel medio termine per l affermazione e il rafforzamento dell impresa nel proprio mercato. L offerta di eventi fieristici è in costante evoluzione e muta con il mutare delle tendenze e delle dinamiche dei mercati. Inoltre, la rilevanza economica che le fiere hanno assunto nell ultimo decennio e l impatto sulle strutture locali hanno contribuito alla crescita esponenziale di questi eventi. In questo scenario diventa quindi inevitabile operare una scelta per determinare le fiere di reale interesse e importanza per l azienda. Per individuare tra tante offerte quella che si ritiene più adatta ai propri obiettivi è necessario analizzare e confrontare i contenuti delle varie proposte attraverso i resoconti dettagliati delle edizioni precedenti e/o il feedback diretto dei nostri Area Managers e di chi ha partecipato come visitatore. Once again this year we at Ansaldo Sistemi Industriali Spa have decided to focus on attending a number of international trade fairs with the aim of strengthening our business. In fact, trade fairs represent one of our main communication routes for contacting new potential clients, improving the company image and advertising innovations. The target of these events is to strengthen the company image with its stakeholders: customers, collaborators, employees, suppliers and partners. In the medium term these events yield considerable value in terms of asserting and reinforcing our market presence. The range of trade fair events on offer is constantly being developed and changes in line with market trends and dynamics. In addition, the economic importance assumed by fairs in the last ten years, the level of company and public participation and the impact on local infrastructures have all contributed to an exponential growth in the number of events. Inevitably therefore, a choice must be made, identifying only those fairs of real interest and importance to the company. In order to choose the fairs which most closely meet our objectives from the myriad on offer, we have to analyse and compare the various events proposed using the detailed reports from previous fairs and/or direct feedback from our Area Managers and people who attended as visitors. On some occasions attendance at a fair provides an opening to test a new market, evaluating at first hand the public response and the behaviour of the competition. It often provides an excellent chance to get in contact with professionals from other countries, thus establishing a direct link between the company and potential customers for orders from abroad. Finally, trade fairs also provide an opportunity to strengthen the more important relationships: a way of building loyalty and developing new partnership possibilities. A volte la partecipazione ad una fiera è l'occasione per testare un nuovo mercato, valutando da vicino la risposta del pubblico e il comportamento della concorrenza. Si tratta spesso di un'ottima opportunità per mettersi in contatto con le realtà dei professionisti in terra straniera, stabilendo così un filo diretto tra l'azienda e potenziali committenti di ordini dall'estero. Infine, la fiera è anche un opportunità per rafforzare le relazioni più importanti: è un modo per consolidare la fedeltà e sviluppare nuove possibilità di collaborazione. Molte di queste fiere ospitano anche occasioni di incontro e di dibattito tra gli operatori del settore con la presenza di autorità e studiosi che si confrontano sullo stato dell arte delle tecnologie e sulle nuove tendenze del mercato. Un ottima occasione per restare aggiornati e per presentare il nostro know-how. Trovate nella colonna a fianco in inglese l elenco delle fiere alle quali parteciperemo quest anno. INTEGRITY 22 23

14 24 When a wreck can change a life Prologue In one of the lonelier corners of our Monfalcone plant, there used to be a tractor, which was used to tow the carts used for moving motors. Every now and then, when passing by, I would resolve to get it scrapped now that it had been replaced by a modern diesel truck. It was in fact an old tractor which was showing its age, and maybe more, and being slowly devoured by rust. Joshua Joshua is a young man from Ghana who works for the cooperative which does the cleaning at our Monfalcone plant: he is conscientious and diligent and takes his job seriously; a real worker who has won everybody over with his ever present smile and politeness. Carla Osana As time has gone by I have been pleased to see the progress he has made: from initially being responsible for the manual cleaning to then operating the fork lift truck and the sweeper and finally being put in charge of the work when the manager is not there. Joshua does not speak much Italian, but he speaks good English and perhaps that is why we started to say hello and exchange a few friendly words. One day he came to knock on the door of my office, visibly embarrassed but determined to ask me something which had been on his mind for some time. - I ve noticed that no one has used the tractor for a long time and it is getting ruined out in the rain he said, all in one breath, smiling to conceal his shyness. - And what do you want to do with it? - I asked, still not having understood. - I wanted to ask if you would sell it, then I could buy it and send it to Ghana, where I come from he replied proudly. - But it s a wreck! I replied. - No, I ve looked at it and it can be mended, and then I can get going with my plan he replied in a confident manner. In the space of a few minutes I came to understand what Joshua was thinking and how important the tractor was for him: his dream was to return to Ghana as soon as possible, but working in Italy for a few years INTEGRITY was not enough; he would go home as poor as he had left. This was why he had thought up his plan: to work in Italy, save as much money as possible and at the same time start a business in Ghana which would allow him to live a decent life on his return. Fully engaged by his enthusiasm and his plan, I made sure that the tractor was given to him and Joshua started organising its shipment by sea straight away. Other colleagues who had heard about it did some work to remove the modifications made to the tractor (it had been ballasted to help with the towing) and to check that at least the engine was working to avoid Joshua spending all his savings on shipping a useless wreck. Finally, the tractor arrived in Joshua s village in Ghana, where it was repaired, completely repainted, registered and given a numberplate. The economy in the area around Joshua s village is based on cocoa cultivation. His family thus use the tractor to transport cocoa, timber and anything else which the other inhabitants need, and have already improved their living standards as a result. With the help of the income obtained using the tractor, Joshua has taken out a loan and bought a cocoa plantation. By keeping on with his saving, he intends to buy another one in about five year s time. He will then be able to return to Ghana, confident of being able to provide a decent living without anxiety for himself and all his family. We have gained great satisfaction from being able to help him realise not only a dream, but also a significant entrepreneurial project, born from the determination and initiative of a simple but practical person like Joshua. I think we should all be proud of what we ve done! Good luck, Joshua! Un rottame che può cambiare la vita In un angolo del nostro stabilimento di Monfalcone giaceva un trattore, usato a suo tempo per trainare i carri per la movimentazione dei motori. Passando da quelle parti, mi ripromettevo di farlo rottamare ora che era stato sostituito da un moderno carrello diesel. Era infatti un vecchio trattore che mostrava tutti i suoi anni, forse anche di più, e che la ruggine stava divorando pian piano. Joshua Joshua è un giovane ghanese, che lavora per la cooperativa incaricata delle pulizie nello stabilimento di Monfalcone: è una persona scrupolosa e attenta che sa fare il suo dovere; un vero lavoratore che con il suo immancabile sorriso e la sua cortesia ha conquistato l apprezzamento di tutti. Con il passare del tempo ho notato con piacere i suoi progressi: dapprima addetto alle pulizie manuali, poi anche operatore con il carrello elevatore e la macchina spazzatrice e infine anche responsabile dei lavori in assenza del suo capo. Joshua parla poco l italiano, ma conosce bene l inglese, ed è forse per questo che abbiamo iniziato a salutarci ed a scambiare qualche parola cordiale. Un giorno venne a bussare alla porta del mio ufficio, visibilmente imbarazzato, ma deciso a chiedermi quella cosa che da tanto tempo stava frullando nella sua mente. - Ho visto che il trattore non lo usa più nessuno da tanto tempo e sotto la pioggia si sta rovinando mi disse tutto d un fiato, nascondendo la timidezza con il suo sorriso. - E tu cosa ci vuoi fare? chiesi io senza ancora capire. - Volevo chiedere se lo vendete, io lo comprerei per spedirlo in Ghana, al mio paese mi rispose pieno di orgoglio. - Ma è un rottame! risposi io. - No, ho guardato e si può aggiustare, e posso partire con il mio progetto ribatté sicuro. Nel giro di qualche minuto avevo capito cosa Joshua aveva in mente e l importanza che il trattore aveva per lui: il suo sogno è quello di tornare in Ghana. Per questo ha elaborato il suo progetto: lavorare in Italia, risparmiare molto ed avviare parallelamente un attività in Ghana che gli permetta di vivere dignitosamente una volta tornato. Pienamente coinvolta dal suo entusiasmo e dal suo progetto, mi attivai affinché il trattore gli venisse regalato e Joshua iniziò subito ad organizzare la spedizione via nave. Altri colleghi, venuti a conoscenza dei fatti, lavorarono per togliere le modifiche fatte al trattore (era stato zavorrato per poter effettuare i traini) e verificare che almeno il motore funzionasse. Finalmente il trattore arrivò in Ghana: qui venne riparato, completamente riverniciato, immatricolato e targato. Il paese di Joshua si trova in una zona dove l economia si basa sulla coltivazione del cacao. La sua famiglia quindi usa il trattore per trasportare cacao, legname e qualsiasi altra cosa gli altri abitanti abbiano bisogno. Certo del reddito ottenuto con l utilizzo del trattore, Joshua ha contratto un debito e comprato una piantagione di cacao. Continuando a risparmiare, egli conta di comprare, tra cinque anni circa, un altra piantagione. Sarà allora che potrà tornare in Ghana, certo di garantire una vita dignitosa e tranquilla per se e per tutta la sua famiglia. A noi resta la grande soddisfazione di aver contribuito a realizzare non solo un sogno, ma anche un progetto imprenditoriale importante, nato dalla volontà e dall iniziativa di un ragazzo semplice, ma concreto come Joshua. Credo che tutti noi possiamo essere orgogliosi di ciò che abbiamo fatto!.buona fortuna Joshua! 25

15 Nicolò Cadinetti 18 Trofeo Scansapaletti 18 Trofeo Scansapaletti Lo scorso 27 Febbraio si è svolto il Trofeo Scansapaletti, una gara di slalom gigante amatoriale organizzato dal Gruppo Impianti a Fune di Ansaldo Sistemi Industriali Spa (ASI). La gara, aperta a tutti i dipendenti ASI, a familiari ed amici, si è svolta a Cavalese (Trento) sulla pista Costabella, costruita con impianti ASI. It is also a fun moment to relax in contact with nature away from everyday problems: not just a recreational ski race but an opportunity to rediscover the importance of living in groups and the joys of life. Alla più che quarantennale esperienza nel settore dei sistemi di automazione per gli impianti a fune, si associa la tradizione dello sci come occasione di incontro e di divertimento, il trofeo infatti è ormai giunto alla sua 18 edizione. Il grande sforzo fisico è stato alleviato da un punto ristoro ben fornito organizzato da ex colleghi e persone in pensione, giunti per preparare panini, offrire da bere e sostenere colleghi e amici. Last 27th February the Ropeway group of Ansaldo Sistemi Industriali Spa (ASI) organized the Scansapaletti Race, a giant slalom race opened to all ASI employees, their families and friends. The race was held in Cavalese (Trento) Costabella skirun, built with ASI systems, on of the numerous solutions that Ansaldo Sistemi Industriali Spa provided in more than forty years of experience in the field of ropeway automation systems. The Race is a tradition and an opportunity to meet and have fun: the race is now in its 18th edition. The great physical effort was raised by a well-stocked refreshment point, organized by former colleagues and retired persons who prepared sandwiches, offered drinks and supported their colleagues and friends. The great merit is for the organizers and those people who worked beside the race such as photographers, cinema operators and chefs who were at the service of athletes. This event turned the labor relations in a relax moment, it was a beautiful day with great fun thanks also to the sunshine and mild temperatures. there were two types of races: the first one for adults and the second one for children from 8 years old; the level of this second competition was very high: the participants fought with grit and enthusiasm. The adults fought with the same spirit, the competitiveness, even lived in an atmosphere of friendship, emerged in downhill: some athletes demonstrated excellent technique and a strong determination. Scansapaletti Race is one of the corporate initiatives that Ansaldo Sistemi Industriali SpA successfully organizes every year, it is an aggregation moment where all the working problems are compensated, a moment that strengthen ASI membership and which can provide new friendships and successful partnerships that helps success at work. We are waiting for the next competition in 2011 and meanwhile we would like to show you some photos of the event. Il merito principale va agli organizzatori e a tutti quelli che hanno lavorato ai margini della gara: dai fotografi agli operatori cinematografici, agli chef che si sono messi al servizio degli atleti. L atmosfera gioiosa ha trasformato per un giorno i rapporti di lavoro in un momento di relax, è stata una giornata bellissima e molto divertente grazie anche al sole splendente e alla temperatura mite. Oltre alla gara per adulti, era prevista una gara Baby per ragazzi dagli 8 anni in su, il cui livello di competizione è risultato molto alto: i partecipanti si sono battuti con grinta ed entusiasmo, senza regalare nulla agli avversari. Stessa grinta anche nello slalom gigante per adulti la cui competitività, seppur vissuta in un atmosfera di amicizia e fraternità, è emersa con forza nelle discese: non sono mancati atleti che hanno dimostrato di possedere un ottima tecnica e una forte determinazione. Il Trofeo Scansapaletti è una delle iniziative interne che Ansaldo Sistemi Industriali Spa organizza ogni anno con successo, è un momento di aggregazione dove tutti i problemi di lavoro vengono spianati, un momento in cui si rafforza la coesione aziendale e dal quale possono nascere nuove amicizie e collaborazioni vincenti che danno i propri risultati positivi anche sul lavoro. Si tratta inoltre di un momento di svago, per stare in compagnia a contatto con la natura e staccare dai problemi quotidiani: non è una semplice gara di sci amatoriale ma l'occasione per riscoprire l'importanza del vivere in gruppo e delle piccole gioie della vita; divertirsi per stare bene è un ottima filosofia di vita. INTEGRITY In attesa di della prossima competizione 2011 vi mostriamo in queste pagine alcuni momenti salienti della giornata

16 Kaila Haines THE ITALIAN MARITIME REPUBLICS: THE BIRTH OF MULTINATIONAL COMMERCE 2010 marks an important milestone in the growth of Ansaldo Sistemi Industriali as we move from being an Italian company operating abroad to a global player. Italy boasts a long tradition of foreign trade and market development. In this and in the next issues of Technology Matters we will feature the four Maritime Republics - Amalfi, Pisa, Genoa and Venice illustrating their role in economic development and mapping their international endeavours as well as looking at the influence that they had in the development of modern day commerce, particularly in the Mediterranean Basin. According to Wikipedia, the definition Maritime Republic can be traced back to the early 1800s when it was used to describe several coastal cities "that in the Middle Ages, after the tenth century, were characterized by political autonomy based on economic prosperity stemming from their maritime activities." To be classified as a Maritime Republic required the following traits: "independence (usually in the form of an Oligarchic Republic), possession of a currency that was accepted throughout the Mediterranean, participation in the Crusades, owning a fleet, possession of Fondaci (a sort of warehouse) and hosting a consuls of nationes that took care the commercial interests in the Mediterranean harbours." (to understand the role of the consuls we can compare them to modern day Area Managers). Venice, Genoa, Pisa and Amalfi were, without a doubt, the most famous Republics but Ancona, Gaeta, the Dalmatian Republic of Ragusa, Trani and Noli also belonged to this category. The birth of the Maritime Republics is generally considered to be the beginning of European expansion towards the Orient, however it would be more correct to state that the Republics represent the origins of modern capitalism through the introduction of a new commercial and financial system. First of all, the merchants from the Italian maritime Republics used INTELLECT coins minted in gold (a practice that had been in disuse for centuries) and began to develop new foreign exchange transactions and accounting introducing the concept of shared risk through financing. The concepts of venture capital that they introduced are still relevant today. In addition to innovations in market mechanisms, the Republics stimulated market development by investing heavily in technological advances in navigation, an essential support for the growth of mercantile wealth. (The equivalent of today's investments in research and development) Amalfi - one of the first maritime republics Amalfi was the first maritime Republic to achieve prestige by developing extensive trade with Byzantium and Egypt. Amalfi ships roved the seas along with the Venetian ones long before the other maritime Republics came into exis- Le repubbliche marinare italiane: imprese multinazionali Il 2010 segna un importante tappa nella crescita di Ansaldo Sistemi Industriali da società italiana operante all estero a global player. L Italia vanta una lunga tradizione di commercio con l estero. In questa e nelle prossime edizioni di Technology Matters presenteremo le quattro repubbliche marinare Amalfi, Pisa, Genova e Venezia illustrando il loro ruolo nello sviluppo economico dell epoca tracciando poi i loro rapporti con l estero e l influenza che questi ultimi hanno avuto sullo sviluppo delle attività commerciali, in particolare nel Mediterraneo, ma non solo. Secondo Wikipedia, la definizione di repubbliche marinare nasce nel 1800 per descrivere alcune città costiere che nel medioevo, dopo il X secolo, godettero di un autonomia politica basata su una prosperità economica dovuta alle loro attività marittime. Per essere considerata una Repubblica Marinara occorreva possedere le seguenti caratteristiche: godere di indipendenza (governo autonomo sotto forma di repubblica oligarchica), avere una propria moneta accettata in tutto il Mediterraneo, aver partecipato alle crociate, possedere una flotta di navi, avere fondaci, consoli delle nationes che ne curassero gli interessi commerciali nei porti mediterranei. (Oggi possiamo paragonare i consoli ai nostri Area Manager). Oltre alle Repubbliche più note Venezia, Genova, Pisa e Amalfi si possono ricordare anche Ancona, Gaeta, la repubblica dalmata di Ragusa, Trani e Noli. La storia delle repubbliche marinare viene generalmente considerato come l avvio dell espansione europea verso Oriente, ma le repubbliche marinare rappresentano anche le origini del moderno capitalismo, inteso come sistema mercantile e finanziario. I mercanti delle repubbliche marinare italiane utilizzarono monete, coniate in oro, in disuso da secoli, misero a punto nuove operazioni di cambio e di contabilità. Stabilirono modalità di collaborazione e lavoro tutt ora pertinenti. Vennero inoltre incentivati i progressi tecnologici nella navigazione, supporto fondamentale per la crescita della ricchezza mercantile. (L equivalente degli investimenti in ricerca e sviluppo odierni)

17 Kaila Haines tence. Amalfi merchants took the trade monopoly in the Mediterranean sea away from the Arabs and in the 10th century were able to establish mercantile bases throughout Southern Italy and the Middle East. Among the most important proofs of Amalfi s importance are the Amalfian Laws, a code that established the rules of maritime trade which remained valid throughout the Middle Ages. In particular, the code clearly defined the rules for the division of profit between the shareholders of a company. The modern concept of company, an organization in which profits are distributed among investors in proportion to the invested capital arose from this regulation of financial transactions and is still the basis of modern capitalism. conquest by the Normans, the city-state declined rapidly and was replaced in its role as the main commercial hub of the Campania Region by Naples. Towards a prosperous future The relevance in studying the past derives from knowing that other men in other times faced similar challenges to those we face today. Their successes and failures teach us that our actions guide our growth and, often, fortune smiles on the audacious. In fact, more than the succession of historical events in their rise and fall, the maritime Republics will be remembered for the spirit of adventure that characterized their activities and the development that followed. During their voyages the maritime Republics collected ideas and news from far away countries that stimulated new thoughts giving rise to one of the most prosperous periods in human history: the Renaissance. A major opportunity in the transition from an Italian company operating abroad to multinational will stem from our offices abroad as their roles shift from territorial outpost to stronghold in our strategy for the future which, with the right commitment should be just as prosperous. Amalfi - una delle prime repubbliche marinare Amalfi raggiunse per prima un ruolo importante grazie alle sue intese commerciali sviluppate con Bisanzio e con l Egitto. Le navi amalfitane solcavano i mari insieme a quelle veneziane quando le altre repubbliche ancora non esistevano. I mercanti amalfitani sottrassero agli Arabi il monopolio dei commerci mediterranei e fondarono nel X secolo basi mercantili nell Italia meridionale ed in Medio Oriente. Tra le testimonianze più importanti della grandezza di Amalfi ritroviamo le Tavole Amalfitane, un codice che raccoglieva le norme del diritto marittimo e rimasto valido per tutto il medioevo. Il codice prevedeva la regolamentazione della spartizione degli utili tra i soci di un impresa. Da qui si sviluppò successivamente il moderno concetto di compagnia, ovvero un organizzazione in cui i profitti vengono distribuiti tra gli investitori proporzionalmente ai capitali investiti; tale concetto è tuttora la base del capitalismo moderno. Nonostante il suo ruolo importante nello sviluppo del commercio tra occidente e oriente, la città campana non occupò mai vasti territori e la sua storia finì improvvisamente nel 1131 con l arrivo dei Normanni nel Meridione. Dopo l invasione dei Normanni, Amalfi venne sostituita nel suo ruolo di principale molo mercantile campano da Napoli. Verso un futuro fiorente Sapere che altri uomini in altri tempi hanno affrontato sfide simili a quelle che affrontiamo noi oggi è un grande conforto che deriva dal passato. I loro successi ed insuccessi ci insegnano che sono le nostre azioni a guidare i nostri percorsi e che spesso la fortuna aiuta gli audaci. Infatti, più che per gli eventi storici, le repubbliche marinare saranno ricordate per loro spirito di avventura e lo sviluppo che ne è conseguito. Nei porti delle repubbliche non arrivarono solo merci preziose introvabili in Europa, ma anche idee e notizie su paesi lontani che stimolarono nuovi pensieri alla base del successivo periodo più fiorente nella storia dell umanità: il Rinascimento. Ne deriva che una delle principali opportunità nel passaggio da società italiana operante all estero a multinazionale, sarà data dalle nostre sedi all estero - che dovranno essere viste non più come avamposti territoriali ma come roccaforti della nostra strategia per il futuro che, con il giusto impegno, sarà altrettanto fiorente. Despite its important role in the development of trade between East and West, Amalfi never occupied vast territories and its history ended abruptly in 1131 with the arrival of the Normans in southern Italy. After the INTELLECT 30 31

18 Chiara Zollia NATIVE VIEWS: THAILAND Bangkok, with its 8 million inhabitants, may be described as a chaotic metropolis which is brimming with energy and cultural treasures, capital of the wonderful Thailand, a place which has conserved obvious traces of its historical and artistic past and which offers ancient ruins, temples, abandoned cities, divine beaches and enchanting islands. The extremely hospitable Thais are tolerant and open to all types of behaviour, but religion and the monarchy are untouchable cornerstones of the culture. Monks in orange robes and golden, marble and stone Buddha statues are to be seen everywhere. There are numerous temples where you can admire Thai religious architecture and a visit to Wat Phra Kaew and the Royal Palace is a must, with its elegant green and orange roof tiles which stand out against the humid sky, mosaic covered pillars and marble pediments, or to Wat Pho (the Temple of the Reclining Buddha) or then again to Wat Arun, which dominates the landscape from the river bank. For food lovers too, Thailand is certainly a great place to try out the spicy and simply delicious cuisine. One cannot help but taste all the snacks on offer from the stalls on every street corner at all times of day and night. INTELLECT Just as it is impossible to resist the charm of a trip on a long boat along the canals of the Chao Phraya river, skirted by elegantly decaying dwellings balanced in natural equilibrium over the water, or an evening in the famous Patpong quarter, with its strip clubs and shops full of counterfeit goods. Although it has, according to the Thais, become a tourist trap, the floating market of Damnoen Saduak, where you can admire hundreds of picturesque wooden boats selling delicious local products, is certainly not lacking in attraction. And for sea lovers, Phuket is unmissable. Known by the tourist industry as the Pearl of the South, Phuket is the biggest of the Thai islands, the richest province in the country and the one most visited. Situated on the western coast of Southern Thailand, it has a varied landscape including wide beaches, cliffs, hills, forests and tropical vegetation. Finally, you cannot miss a trip to the smaller Phi Phi Islands, with their divine postcard-like views. The coastline is very varied, with rocks, long stretches of sand, chalk cliffs and green hills. The beaches are very beautiful and together with the tropical vegetation produce a relaxing and pleasant atmosphere. You can choose whether to bask on the beach and sample a juicy pineapple, go diving and snorkelling to enjoy the wonderful coral or the variety and colour of the many, many fish or hire a canoe and visit the half submerged caves. DIARIO DI VIAGGIO: THAILANDIA Bangkok con i suoi 8 milioni di abitanti si potrebbe definire una metropoli caotica ma piena di energia e di tesori culturali, capitale della splendida Thailandia, un luogo che conserva evidenti tracce del passato storico e artistico e offre antiche rovine, templi, città abbandonate, paradisiache spiagge e isole incantate. I thailandesi, estremamente ospitali, sono tolleranti e aperti a ogni tipo di comportamento, ma la religione e la monarchia sono intoccabili. Ovunque si vedono monaci in abito arancione e statue del Buddha d'oro, di marmo o di pietra. Moltissimi sono i templi dove si può ammirare l'architettura religiosa Thai ed è d'obbligo una visita al Wat Phra Kaew e al Palazzo Reale, con le raffinate tegole color verde e arancione che trafiggono il cielo umido, i pilastri ricoperti di mosaici e i frontoni in marmo, o al Wat Pho, il tempio del Buddha disteso, o ancora al Wat Arun, che domina il paesaggio sulle rive del fiume. Anche per gli amanti del cibo la Thailandia è sicuramente un'ottima meta dove poter assaporare una cucina piccante e saporita e semplicemente squisita. Non si può fare a meno di assaggiare tutti gli spuntini offerti dalle bancarelle ad ogni angolo delle strade e a qualsiasi ora del giorno e della notte. Così come non si può resistere al fascino di un giro su una barca a coda lunga per visitare i canali del fiume Chao Phraya, costeggiati da eleganti e fatiscenti abitazioni in naturale equilibrio sull'acqua o trascorrere la serata nel famoso quartiere Patpong, con i suoi strip club e i suoi negozi di oggetti contraffatti. Benché diventato, a detta dei Thailandesi molto turistico, non è sicuramente privo di fascino il mercato galleggiante di Damnoen Saduak, dove si possono ammirare centinaia di pittoresche barche di legno che offrono squisiti prodotti locali. E per gli amanti del mare, una tappa irrinunciabile è rappresentata da Phuket. Definita dall'industria turistica 'la Perla del Sud', Phuket è la più grande delle isole thailandesi, la provincia più ricca del paese e la più visitata. Situata lungo la costa occidentale della Thailandia meridionale, presenta un territorio vario con ampie spiaggie, scogliere, colline, foreste e vegetazione tropicale. Infine non si può perdere una gita nelle più piccole Phi Phi Islands, che offrono paradisiaci paesaggi da cartolina. La costa è molto diversificata: rocce, lunghe distese di sabbia, scogliere calcaree, colline verdi. Le spiagge sono molto belle e unite alla vegetazione tropicale creano un'atmosfera rilassante e piacevole. Si può scegliere se crogiolarsi sulla spiaggia gustando un succoso ananas, fare immersioni e snorkeling per apprezzare i meravigliosi coralli o la varietà e i colori dei numerosissimi pesci, o ancora noleggiare una canoa e visitare le grotte semi sommerse

19 BRAIN Keep training with... GIOCHI PER LA MENTE CHALLENGE 1. When the phone rings, I always let it ring at least three times. But never more than four. My sister, who has a mania to count everything, told me that today the phone rang 17 times. I answered all the times and I did not make any telephone call. How many times did I lifted up the phone? 2. Complete the multiplication: some figures have been deleted by mistake _ x _ = _ _ In 1989 the CEO of Pippo company noted that his company has just reached fifty years of activity and at that time the company age was equal to the triple of the sum of his year of birth. When was the manager born and when is he 100 years old? Sudoku (A) Sudoku (B) Quando suona il telefono, gli lascio sempre fare almeno tre squilli. Mai però più di quattro. Mia sorella, che ha la mania di contare ogni cosa, mi ha detto che oggi il telefono ha fatto 17 squilli. Io ho risposto tutte le volte e non ho fatto nessuna telefonata. Quante volte ho sollevato la cornetta del telefono? 2. Completate la moltiplicazione: alcune cifre sono state cancellate per errore. _ x _ = _ _ Nel 1989, il direttore dell azienda Pippo notò che la sua azienda aveva da poco compiuto cinquanta anni e che in quel momento l età dell azienda risultava uguale al triplo della somma dell anno di nascita del Direttore. Quando è nato il Direttore e quando compierà 100 anni? INTELLECT 34 35

20 Keep training with... RISPOSTE ANSWERS 1. Remember that 3 x 6 = 18. If the phone always rang three times (the minimum), we would have 18 rings for 6 calls. Then the number of calls must be less than 6. Please note also that 4 x 4 = 16. If the phone always rung 4 times (the maximum), we would have a total of 16 rings (not 17!). The number of calls of the day should therefore be higher than 4. There is only one number higher than 4 and smaller than 6: it is 5! x 338 = Sudoku (A) - Solution Ricordiamo che è 3 x 6 = 18. Se il telefono avesse suonato ogni volta con tre squilli (il numero minimo), avremmo avuto 18 squilli per 6 chiamate. Allora il numero di chiamate del giorno deve essere inferiore a 6. Adesso ricordiamo che 4 x 4 = 16. Se ogni volta il telefono avesse squillato 4 volte (numero massimo), avremmo avuto complessivamente 16 squilli (e non 17!). Il numero delle chiamate della giornata deve essere dunque maggiore di 4. Esiste un solo numero maggiore di 4 e minore di 6: 5! x 338 = Il direttore è nato nel 1935 e oggi ha 75 anni quindi compierà 100 anni nel The CEO was born in 1935 and today he is 75 years old, he will be 100 years old in Sudoku (B) - Solution INTELLECT 36 37

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

GENERAL CATALOGUE CATALOGO GENERALE LV & MV solutions for electrical distribution Soluzioni BT e MT per distribuzione elettrica

GENERAL CATALOGUE CATALOGO GENERALE LV & MV solutions for electrical distribution Soluzioni BT e MT per distribuzione elettrica Advanced solutions for: UTILITY DISTRIBUTION TERTIARY RENEWABLE ENERGY INDUSTRY Soluzioni avanzate per: DISTRIBUZIONE ELETTRICA TERZIARIO ENERGIE RINNOVABILI INDUSTRIA The company T.M. born in year 2001,

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms Campo di selezione - 50 Hz Selection chart - 50 Hz 2950 rpm 1475 rpm Campo

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing.

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing. Delta PATENT PENDING Sistema di apertura per ante a ribalta senza alcun ingombro all interno del mobile. Lift system for doors with vertical opening: cabinet interior completely fittingless. Delta Centro

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting 2014 Componenti per illuminazione LED Components for LED lighting Legenda Scheda Prodotto Product sheet legend 1 6 3 7 4 10 5 2 8 9 13 11 15 14 12 16 1673/A 17 2P+T MORSETTO Corpo in poliammide Corpo serrafilo

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

BOLLETTINO TECNICO TECHNICAL BULLETIN BT 010 MODULAZIONE DI FREQUENZA CON INVERTER FREQUENCY VARIATION WITH INVERTER

BOLLETTINO TECNICO TECHNICAL BULLETIN BT 010 MODULAZIONE DI FREQUENZA CON INVERTER FREQUENCY VARIATION WITH INVERTER BOLLETTINO TECNICO TECHNICAL BULLETIN BT 010 MODULAZIONE DI FREQUENZA CON INVERTER FREQUENCY VARIATION WITH INVERTER Indice / Table of contents / Inhaltsverzeichnis Sommario / Summary Generalità / General

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCO PROF SE 2 SeccoProf, SeccoProf EL, SeccoUltra, SeccoMust Tolgono l umidità dappertutto Removing humidity everywhere Un intera gamma professionale

Dettagli

M16FA655A - Mark V. Manuale dell Utente - User Manual SIN.NT.002.8. Regolatore di Tensione per Generatori Sincroni Trifase

M16FA655A - Mark V. Manuale dell Utente - User Manual SIN.NT.002.8. Regolatore di Tensione per Generatori Sincroni Trifase M16FA655A - Mark V Manuale dell Utente - User Manual Regolatore di Tensione per Generatori Sincroni Trifase Automatic Voltage Regulator for Three-phase Synchronous Generators (Issued: 09.2010) SIN.NT.002.8

Dettagli

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm valvole 8 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 8 mm Valvole a spola 3/2-5/2-5/3 con attacchi filettati G/8 3/2-5/2-5/3 spool valves with G/8 threaded ports Spessore della valvola:

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

La soluzione completa per l irrigazione The real, complete solution for irrigation

La soluzione completa per l irrigazione The real, complete solution for irrigation La soluzione completa per l irrigazione The real, complete solution for irrigation difendi il made in Italy, scegli un azienda italiana La soluzione completa per l irrigazione Irritec realizza prodotti

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

LA DIFFERENZA È NECTA

LA DIFFERENZA È NECTA LA DIFFERENZA È NECTA SOLUZIONI BREVETTATE PER UNA BEVANDA PERFETTA Gruppo Caffè Z4000 in versione singolo o doppio espresso Tecnologia Sigma per bevande fresh brew Dispositivo Dual Cup per scegliere il

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY TODAY MORE PRESENT IN GERMANY Traditionally strong in offering high technology and reliability products, Duplomatic is a player with the right characteristics to achieve success in highly competitive markets,

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER Price ExWorks Gallarate 60.000,00euro 95 needles, width of quilting 240cm, 64 rotative hooks, Pegasus software, year of production 1999

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE Alessandro Clerici Chairman Gruppo di Studio WEC «World Energy Resources» Senior Corporate Advisor - CESI S.p.A. ATI--MEGALIA Conferenza

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

ITALTRONIC SUPPORT ONE

ITALTRONIC SUPPORT ONE SUPPORT ONE 273 CARATTERISTICHE GENERALI Norme EN 6071 Materiale PA autoestinguente PVC autoestinguente Supporti modulari per schede elettroniche agganciabili su guide DIN (EN 6071) Materiale: Poliammide

Dettagli

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat with cap. 3015001 with cap. 3900001 with connector 3900200 with cable A richiesta disponibile la versione certifi- Version available on request 124

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini ACQUAVIVA

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini ACQUAVIVA design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini 56991/12 Bocca incasso da cm. 12 su piastra Built-in 12 cms. spout on plate 56991/18

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual.

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual. MANUALE CASALINI M10 A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even people who come from the same brand

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW

ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW Technical-scientific seminar on Analysis and design of tall building structures University of Patras 16 May 214 h. 11:-18: ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW OFFICE BUILDING IN MILAN (21-214) Structural

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

2013 SECOND GENERATION CO 2 COMPRESSOR

2013 SECOND GENERATION CO 2 COMPRESSOR CD 2013 SECOND GENERATION CO 2 COMPRESSOR Introduzione / Introduction 3 Gamma completa / Complete range 4 Pesi e rubinetti / Weight and valves 4 Caratteristiche tecniche / Technical data 4 Max corrente

Dettagli

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 CLASSE I - IP20 IT Avvertenze La sicurezza elettrica di questo apparecchio è garantita con l uso appropriato di queste istruzioni. Pertanto

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors ZANZAR SISTEM si congratula con lei per l acquisto della zanzariera Plissè. Questa guida le consentirà di apprezzare i vantaggi di questa zanzariera

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro Caratteristiche costruttive A singolo ordine di alette fisse inclinate 45 a disegno aerodinamico con passo 20 mm e cornice perimetrale di 25 mm. Materiali e Finiture Standard: alluminio anodizzato naturale

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

ATEX CERTIFIED. Iso 9001 - Cert. N 0633 DEX. Pompe per vuoto ad anello liquido monostadio Single stage liquid ring vacuum pumps

ATEX CERTIFIED. Iso 9001 - Cert. N 0633 DEX. Pompe per vuoto ad anello liquido monostadio Single stage liquid ring vacuum pumps Iso 9001 - Cert. N 0633 ATEX CERTIFIED DEX Pompe per vuoto ad anello liquido monostadio Single stage liquid ring vacuum pumps DESCRIZIONE CARATTERISTICHE Le pompe per vuoto ad anello liquido serie DEX

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

INSTRUCTION MANUAL Air-Lock (AL)

INSTRUCTION MANUAL Air-Lock (AL) DESCRIZIONE Il dispositivo pressostatico viene applicato su attuatori pneumatici quando è richiesto l isolamento dell attuatore dai dispositivi di comando (posizionatore o distributori elettropneumatici),

Dettagli

ISTRUZIONI MONTAGGIO PMG ma ASSEMBLY INSTRUCTIONS PMG ma

ISTRUZIONI MONTAGGIO PMG ma ASSEMBLY INSTRUCTIONS PMG ma ISTRUZIONI MONTAGGIO PMG ma ASSEMBLY INSTRUCTIONS PMG ma 1 Elenco parti in fornitura: PMG ma (1) (2) List of components: 1-PMG ma 2-Separatore statore/rotore 3-Tirante Centrale 4-N 6 viti M8 5-Cuffia IP23

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES OPZIONI» otori i versioe flagia;» Coessioi laterali o posteriori;» Albero: cilidrico o scaalato;» Coessioi metriche o BSPP;» Altre caratteristiche speciali OPTIONS» Flage mout;» Side ad rear ports;» Shafts-

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti,

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, Data Center ELMEC Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, alimentazione e condizionamento. Con il nuovo

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli