Caldaie, stufe e termocamini alimentati a Biomasse

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Caldaie, stufe e termocamini alimentati a Biomasse"

Transcript

1 Caldaie, stufe e termocamini alimentati a Biomasse Le caratteristiche tecniche richieste per ottenere il conto termico. Antonietta Serra, responsabile sezione Termotecnica presso Istituto Giordano Spa PREMESSA L utilizzo della legna quale fonte di riscaldamento è profondamente radicato nella cultura italiana: lo dimostrano i 6 milioni di famiglie che tutt oggi, nel nostro Paese, ricorrono al pellet o alla legna da ardere per riscaldare le proprie case. Nonostante risultiamo essere il paese nel mondo con il più alto utilizzo di pellet (un consumo di 3,3 milioni di tonnellate, più 4,7 di cippato e 19,3 di legna da ardere e con 9 milioni di tonnellate di petrolio risparmiate solo nel 2013), gli obiettivi europei di aumentare l efficienza energetica usando per il 27% fonti rinnovabili entro il 2030 sono ancora molto lontani. Per il raggiungimento di tali obiettivi, e con lo scopo di stimolare 60 miliardi di investimenti, sono stati emanati diversi meccanismi tra loro alternativi: Conto termico, Certificati Bianchi e Detrazioni Fiscali. GLI INCENTIVI DEL CONTO TERMICO Il D.M. 28 Dicembre 2012 (Conto termico) incentiva la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e i piccoli interventi di efficienza energetica con uno stanziamento di 900 milioni di euro annui: 700 per privati e imprese e 200 per le amministrazioni pubbliche. L attuazione e la gestione del sistema di incentivazione è a cura del GSE Spa, il quale provvede anche all erogazione degli incentivi. Febbraio

2 A differenza delle detrazioni fiscali, che erogano un incentivo uguale per tutte le tecnologie, il Conto termico premia le prestazioni, spingendo al miglioramento tecnologico. Facciamo presente che proprio in questi giorni si è aperta per il Conto termico una consultazione pubblica su semplificazione e potenziamento. Il documento, disponibile sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, illustra le nuove misure che il Ministero dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministero dell ambiente e della tutela del territorio e del mare, intende attuare al fine di favorire il massimo accesso agli incentivi per imprese, famiglie e pubblica amministrazione. QUALI CARATTERISTICHE DEVONO AVERE I PRODOTTI PER ACCEDERE AL CONTO TERMICO? Stufe a legna: Conformità alla norma UNI EN 13240; emissioni CO non superiori a 1,25 g/nm 3 ; emissioni polveri in atmosfera non superiori a 80 mg/nm 3 (comprensivi della frazione Termocamini a legna: installati esclusivamente in sostituzione di camini aperti; conformità alla norma UNI EN 13229; emissioni CO non superiore a 1,25 g/nm 3 ; emissioni polveri in atmosfera non superiori a 80 mg/nm 3 (comprensivi della frazione Stufe e termocamini a pellet: conformità alla norma UNI EN 14785; emissioni CO non superiore a 0,25 g/nm 3 ; emissioni polveri in atmosfera non superiori a 40 mg/nm 3 (comprensivi della frazione utilizzo di pellet certificato in accordo alla norma UNI EN classe A1 oppure A2 Caldaie a biomasse: Febbraio

3 Approfondiamo in questo contesto le caratteristiche tecniche richieste alla caldaie a biomasse per accedere al conto termico: 1. Conformità alla norma UNI EN 303-5:2012. La norma UNI EN 303-5:2012 riguarda le caldaie per installazione in locale tecnico, alimentate esclusivamente con combustibile solido (ad alimentazione automatica o manuale) e con una potenza termica nominale fino a 500 kw. Si tratta di apparecchi che, contrariamente agli altri ricoperti dal Regolamento sui Prodotti da Costruzione (stufe e termocamini), non hanno come effetto utile il calore trasmesso all ambiente di installazione, ma solo quello trasmesso al fluido vettore (l acqua). 2. Certificazione di un organismo accreditato che attesti la conformità alla norma UNI EN classe 5. L appartenenza della caldaia alla classe 5 prevista dalla norma UNI EN dipende dal rendimento e dalle emissioni in atmosfera, secondo quanto riportato ai paragrafi e della norma sopra citata. Il rendimento deve essere conforme alla formula richiamata anche dal DM 28/12/12 al punto elenco successivo, che deve essere rispettata sia a potenza nominale che a potenza minima. Le emissioni invece devono essere inferiori a quelle riportate in tabella 6 della norma, secondo il tipo di alimentazione e di combustibile (nei casi previsti dal Conto Energia il combustibile potrà essere solamente biomassa) e la potenza della caldaia. Per una caldaia a biomassa i limiti di emissione per poter rientrare nella classe 5, calcolati per un ossigeno di riferimento del 10 %, sono i seguenti: Alimentazione manuale: CO 700 mg/nm 3 ; OGC 30 mg/nm 3 Polveri (particolato primario PP del Decreto) 60 mg/nm 3 Febbraio

4 Alimentazione automatica: CO 500 mg/nm 3 ; OGC 20 mg/nm 3 Polveri (particolato primario PP del Decreto) 40 mg/nm 3. I limiti devono essere rispettati sia a potenza nominale che minima (eccetto per le polveri, che a potenza minima generalmente non vengono misurate). L ottenimento della classificazione in classe 5 prevede il rispetto contemporaneo di tutti i vincoli di rendimento ed emissioni. La conformità alla norma UNI EN 303-5, però, non si esaurisce con i semplici requisiti di rendimento ed emissioni in atmosfera, che sono anzi solo una parte delle richieste della norma, la quale, al paragrafo 4, stabilisce anche tutti i requisiti generali, di costruzione e di sicurezza a cui l apparecchio deve rispondere. L aspetto della sicurezza in particolare è fondamentale e il Produttore deve eseguire una dettagliata analisi dei rischi tenendo conto di tutti i possibili pericoli che il particolare tipo di apparecchio prodotto può presentare e definendo tutte le misure per ridurre/ eliminare il rischio in questione (rif. norme UNI EN ISO e allegato ZA della UNI EN 303-5). 3. rendimento termico utile (%) non inferiore a 87+log(PN) dove PN è la potenza nominale dell apparecchio; è lo stesso requisito di cui sopra calcolato alla potenza nominale. 4. emissioni in atmosfera non superiori a quanto riportato nella Tabella 28 sotto riportata, estratta dalle Regole Applicative pubblicate dal GSE, come certificate da un organismo accreditato; La parte della tabella che interessa gli apparecchi ricoperti dalla UNI EN è rappresentata dalle prime due righe. La percentuale di ossigeno di riferimento per i calcoli è differente da quella considerata dalla norma, tuttavia trasponendo i limiti della norma riportati sopra alla percentuale del 13% si capisce che si tratta a tutti gli effetti di un requisito aggiuntivo, perché i limiti di norma per la classe 5 sono meno stringenti. Febbraio

5 Nota 1: Il calcolo per passare da una percentuale di riferimento di ossigeno all altra si effettua generalmente moltiplicando la concentrazione della specie in esame per il coefficiente (21 O2 di riferimento)/(21 - O2 attuale) Nota 2: Il calcolo del valore di PPBT come sopra richiesto si effettua, partendo dal valore di particolato primario misurato allo scarico della caldaia (PP), secondo la formula seguente: PPBT (mg/nm 3 ) = PP (mg/nm 3 ) + 0,42*OGC (mg/nm 3 ) 5. installazione di un sistema di accumulo termico (per il dimensionamento si vedano le richieste del Decreto qui omesse); 6. impiego di pellet certificato da un organismo accreditato secondo la norma UNI EN classe A1 oppure A2, oppure di altre biomasse combustibili previste tra quelle indicate dal D.Lgs. 152/06, purché siano ugualmente rispettati i limiti di emissione in atmosfera della Tabella 28. Accreditamento Accredia per UNI EN L Istituto Giordano ha recentemente ottenuto l Accreditamento secondo la norma EN ISO/IEC per le prove di potenza termica e rendimento e parte delle verifiche di sicurezza (verifica delle temperature di superficie e prova di pressione prima della produ zione) per le caldaie ricoperte dalla UNI EN e si appoggia a dei Laboratori Accreditati qualificati per la misura delle emissioni in atmosfera. Prove secondo le norme UNI EN 13240, UNI EN 13229, UNI EN L Istituto Giordano è Ente Notificato ai sensi del Regolamento 305/2011/UE per l effettuazione delle prove su stufe e termocamini a biomassa in accordo alle norme sopra riportate. La misura delle emissioni ad oggi non obbligatorie per la marcatura CE viene effettuata, su richiesta, in collaborazione con Laboratori Accreditati qualificati. Febbraio

I nuovi incentivi per la produzione di energia TERMICA

I nuovi incentivi per la produzione di energia TERMICA I nuovi incentivi per la produzione di energia TERMICA Andrea Sgarbossa ENAMA Ente Nazionale Meccanizzazione Agricola andrea.sgarbossa@enama.it Bastia Umbra 6 Aprile 2013 CONTO TERMICO (CT) Pagamento diretto

Dettagli

Il nuovo Conto Termico

Il nuovo Conto Termico FORLENER 2015 PELLET DAY I mercati del pellet Aspetti tecnici e filiere alternative Gli incentivi Il nuovo Conto Termico Gli incentivi Antonio Panvini LINGOTTO FIERE TORINO Sala Verde Sabato 26 settembre

Dettagli

Gruppo UNICALOR caminetti e stufe a biomassa legnosa. Conto Energia Termico Il settore degli apparecchi a legna e pellets

Gruppo UNICALOR caminetti e stufe a biomassa legnosa. Conto Energia Termico Il settore degli apparecchi a legna e pellets Gruppo UNICALOR caminetti e stufe a biomassa legnosa Conto Energia Termico Il settore degli apparecchi a legna e pellets Milano, 10 Gennaio 2012 Cos è il Conto Termico? Un decreto Legislativo che è entrato

Dettagli

CONTO TERMICO 2013 Rev.1 del 11.04.2013 Incentivazione della produzione di energia termica da impianti a fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni Fonti: -D.M. 28 dicembre

Dettagli

ALLEGATO 2 - REQUISITI TECNICI MINIMI DEGLI IMPIANTI

ALLEGATO 2 - REQUISITI TECNICI MINIMI DEGLI IMPIANTI BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI NUCLEI FAMILIARI PER L INSTALLAZIONE NELLA PRIMA CASA DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA DA FONTI RINNOVABILI E DI SISTEMI AD ALTA EFFICIENZA

Dettagli

Tabella 1 - Coefficienti di prestazione minimi per pompe di calore elettriche. Bulbo secco all entrata: -7 (*) 2,7 (*)

Tabella 1 - Coefficienti di prestazione minimi per pompe di calore elettriche. Bulbo secco all entrata: -7 (*) 2,7 (*) ALLEGATO II - Criteri di ammissibilità e calcolo degli incentivi per gli interventi di produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed incremento dell efficienza energetica 1. Criteri di ammissibilità

Dettagli

Conto Termico per apparecchi e caldaie requisiti tecnico-ambientali e premialità

Conto Termico per apparecchi e caldaie requisiti tecnico-ambientali e premialità Conto Termico per apparecchi e caldaie requisiti tecnico-ambientali e premialità Valter Francescato dir. AIEL Verona 08.02.2013 Conto Termico (CT): origini e iter Attuazione del Dlgs 28/2011 linee guida

Dettagli

Porcia, 24 gennaio 2013. Ufficio Marketing

Porcia, 24 gennaio 2013. Ufficio Marketing Ufficio Marketing 2 [IL CONTO TERMICO IN 60 SECONDI] Il Conto Termico, in vigore dal 03.01.2013, incentiva e finanzia la sostituzione di generatori di calore per la climatizzazione invernale con generatori

Dettagli

CONTO TERMICO Decreto 28 dicembre 2012

CONTO TERMICO Decreto 28 dicembre 2012 CONTO TERMICO Decreto 28 dicembre 2012 Nella Gazzetta Ufficiale n 1 del 2 gennaio 2013, supplemento ordinario n 1, è stato pubblicato il Decreto 28 dicembre 2012 del Ministero dello Sviluppo Economico

Dettagli

BIOMASSA: Certificati bianchi e biomassa, un binomio vincente. Giorgio Brentari. Amministratore Brentenergy Srl

BIOMASSA: Certificati bianchi e biomassa, un binomio vincente. Giorgio Brentari. Amministratore Brentenergy Srl BIOMASSA: OPPORTUNITA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE? VENERDI 5 GIUGNO 2015 TAIO (TN), SALA CONVEGNI C.O.CE.A. Certificati bianchi e biomassa, un binomio vincente Giorgio Brentari Amministratore Brentenergy

Dettagli

Stufe, caminetti, caldaie a biomassa: panoramica sulle prestazioni, legislazioni vigenti e sistemi incentivanti

Stufe, caminetti, caldaie a biomassa: panoramica sulle prestazioni, legislazioni vigenti e sistemi incentivanti Stufe, caminetti, caldaie a biomassa: panoramica sulle prestazioni, legislazioni vigenti e sistemi incentivanti 1 Forte evoluzione europea del settore Legislazioni e marchi qualità nazionali BImSchV Stufe

Dettagli

Conto Termico per le imprese agricole requisiti tecnico-ambientali e premialità

Conto Termico per le imprese agricole requisiti tecnico-ambientali e premialità Conto Termico per le imprese agricole requisiti tecnico-ambientali e premialità Valter Francescato dir. AIEL Piazzola sul Brenta (PD) 21.06.2013 SOMMARIO Breve presentazione di AIEL e i gruppi di filiera

Dettagli

Informazioni utili sul conto termico

Informazioni utili sul conto termico Informazioni utili sul conto termico Il punto di partenza Nella Gazzetta Ufficiale n 1 del 2 gennaio 2013, supplemento ordinario n 1, è stato pubblicato il Decreto 28 dicembre 2012 del Ministero dello

Dettagli

conto energia termico

conto energia termico conto energia FV FER TO certificati verdi detrazioni fiscali 50% e 65% certificati bianchi o TEE conto energia termico decreto ministeriale 28 dicembre 2012 incentivazione della produzione di energia termica

Dettagli

Allegato II Metodologia di calcolo degli incentivi

Allegato II Metodologia di calcolo degli incentivi Allegato II Metodologia di calcolo degli incentivi 1. Metodologia di calcolo per interventi di piccole dimensioni di incremento dell efficienza energetica di cui all articolo 4, comma 1 1.1 Per gli interventi

Dettagli

14 Aprile 2013. Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni

14 Aprile 2013. Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni 14 Aprile 2013 Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni Cosa dobbiamo sapere sul conto termico Pochi punti ma

Dettagli

14 Aprile 2013. Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni

14 Aprile 2013. Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni 14 Aprile 2013 Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni Cosa dobbiamo sapere sul conto termico Pochi punti ma

Dettagli

DIRETTAMENTE dalle PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI INDIRETTAMENTE tramite ESCO

DIRETTAMENTE dalle PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI INDIRETTAMENTE tramite ESCO INTERVENTO ART. 4, COMMA 1, LETTERA a) Isolamento termico di superfici opache delimitanti il volume climatizzato ES. ISOLAMENTO COPERTURA TRASMITTANZA DA OTTENERE: Zona Climatica E (Polverara): U 0,20

Dettagli

ALLEGATO A SPECIFICHE DELLE TIPOLOGIE E DEI REQUISITI TECNICI MINIMI DEGLI INTERVENTI

ALLEGATO A SPECIFICHE DELLE TIPOLOGIE E DEI REQUISITI TECNICI MINIMI DEGLI INTERVENTI REGIONE BASILICATA AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE ALLEGATO A SPECIFICHE DELLE TIPOLOGIE E DEI REQUISITI TECNICI MINIMI DEGLI INTERVENTI ALLEGATO

Dettagli

20 88,30 25 88,40 30 88,48 35 88,54

20 88,30 25 88,40 30 88,48 35 88,54 La sostituzione della caldaia rientra ai fini del D.M. 28 dicembre 2012 nella tipologia di interventi elencati all art. 4, comma2, lettera b): sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di

Dettagli

CONTO TERMICO I PRODOTTI MEPE FINO A 60 KW CHE PERMETTONO DI OTTENERE L INCENTIVO AGGIORNATO AL 03 NOVEMBRE 2014

CONTO TERMICO I PRODOTTI MEPE FINO A 60 KW CHE PERMETTONO DI OTTENERE L INCENTIVO AGGIORNATO AL 03 NOVEMBRE 2014 CONTO TERMICO I PRODOTTI MEPE FINO A 60 KW CHE PERMETTONO DI OTTENERE L INCENTIVO AGGIORNATO AL 03 NOVEMBRE 2014 IL CONTO TERMICO NOTE ED INFORMAZIONI Dal 03/01/2013 è in vigore il Conto Termico (Decreto

Dettagli

CONTO TERMICO. LE CALDAIE HERZ FINO A 500 KW CHE PERMETTONO DI OTTENERE L INCENTIVO AGGIORNATO AL 08 Luglio 2015

CONTO TERMICO. LE CALDAIE HERZ FINO A 500 KW CHE PERMETTONO DI OTTENERE L INCENTIVO AGGIORNATO AL 08 Luglio 2015 CONTO TERMICO LE CALDAIE HERZ FINO A 500 KW CHE PERMETTONO DI OTTENERE L INCENTIVO AGGIORNATO AL 08 Luglio 2015 Distributore esclusivo Italia Nord-Ovest p. 2 IL CONTO TERMICO NOTE ED INFORMAZIONI Dal 03/01/2013

Dettagli

di Melkus Elisabeth CONTO TERMICO

di Melkus Elisabeth CONTO TERMICO CONTO TERMICO DECRETO del MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 28/12/2012 e PUBBLICATO sulla GAZZETTA UFFICIALE n. 1 del 02/01/2013 Regole Attuative elaborate e pubblicate dal GSE Gestore Servizi Energetici

Dettagli

RM Impianti Via delle case Rosse, 16 Loc. Tuori, 52040, Civitella in Val di Chiana Arezzo Tel.: +390575441292 Fax : +390575441385

RM Impianti Via delle case Rosse, 16 Loc. Tuori, 52040, Civitella in Val di Chiana Arezzo Tel.: +390575441292 Fax : +390575441385 Requisiti necessari per accedere alla detrazione Irpef del 65% per l installazione di caldaia a biomassa REQUISITI GENERALI CHE L IMMOBILE OGGETTO D INTERVENTO DEVE POSSEDERE PER POTER USUFRUIRE DELLE

Dettagli

Il riscaldamento delle serre

Il riscaldamento delle serre Il riscaldamento delle serre Indice 1. Misure di risparmio energetico 2. Perchè passare al riscaldamento con biomassa? 3. Costi energetici a confronto 4. Criteri di corretta progettazione 5. Tipologie

Dettagli

ISTRUZIONI PER. Conto Termico per apparecchi e caldaie a biomassa. Ver. 29 aprile 2013

ISTRUZIONI PER. Conto Termico per apparecchi e caldaie a biomassa. Ver. 29 aprile 2013 ISTRUZIONI PER L USO Conto Termico per apparecchi e caldaie a biomassa Ver. 29 aprile 2013 Sommario: Oggetto dell incentivo: Sostituzioni Beneficiari Requisiti tecnico-ambientali per gli apparecchi domestici

Dettagli

presentazione DOMESTIC soluzioni energetiche CONTO TERMICO

presentazione DOMESTIC soluzioni energetiche CONTO TERMICO presentazione DOMESTIC soluzioni energetiche CONTO TERMICO di cosa si tratta? E il Decreto Ministeriale del 28 Dicembre 2012 che disciplina l incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l incremento

Dettagli

Il Conto Termico per la promozione dell efficienza energetica nei condomini. Ing. Emanuela Peruzzi

Il Conto Termico per la promozione dell efficienza energetica nei condomini. Ing. Emanuela Peruzzi Il Conto Termico per la promozione dell efficienza energetica nei condomini Ing. Emanuela Peruzzi Roma - Smart Energy Expo, 8 luglio 2015 Agenda La Strategia Energetica Nazionale: il ruolo del Conto Termico

Dettagli

Efficientamento e biomasse. Investimenti intelligenti per aumentare la competitività delle imprese

Efficientamento e biomasse. Investimenti intelligenti per aumentare la competitività delle imprese Efficientamento e biomasse nelle serre Abbattere il costo energetico in serra è possibile Con cippato e pellet si risparmia dal 30 al 60% rispetto al gasolio agricolo Il costo di riscaldamento rappresenta

Dettagli

CONTO ENERGIA TERMICO

CONTO ENERGIA TERMICO CONTO ENERGIA TERMICO ALCUNE RIFLESSIONI ED UNA RAPIDA E CHIARA PANORAMICA SUGLI INCENTIVI DEDICATI ALLE STUFE E CALDAIE A PELLET COLA BUONA LETTURA! 3 Esperti del calore M A D E I N I T A L Y www.colastufe.com

Dettagli

Conto Termico: generatori di calore a biomassa

Conto Termico: generatori di calore a biomassa Progetto Tuscia sostenibile: azioni di consolidamento per lo sviluppo del territorio Conto Termico: generatori di calore a biomassa Viterbo, 31 maggio 2013 Prof. Ing. Danilo MONARCA Ing. Leonardo LONGO

Dettagli

LINEE GUIDA DEL NUOVO CONTO TERMICO

LINEE GUIDA DEL NUOVO CONTO TERMICO LINEE GUIDA DEL NUOVO CONTO TERMICO CONTO TERMICO POMPE DI CALORE ELETTRICHE E A GAS A) Requisiti necessari per accedere all'incentivo per pompe di calore elettriche o a gas Sostituzione parziale o integrale

Dettagli

Efficienza Energetica e Innovazione del Sistema Agricolo

Efficienza Energetica e Innovazione del Sistema Agricolo L INDUSTRIA DELL ENERGIA NEL SISTEMA AGRICOLO Efficienza Energetica e Innovazione del Sistema Agricolo Carlo Alberto Campiotti, Corinna Viola, Matteo Scoccianti Servizio Agricoltura (UTEE-AGR) UTEE (Unità

Dettagli

Aura Energy Srl INCENTIVI E TEE PER IL SETTORE AGRICOLO. Torino, 14 Gennaio 2014

Aura Energy Srl INCENTIVI E TEE PER IL SETTORE AGRICOLO. Torino, 14 Gennaio 2014 Aura Energy Srl INCENTIVI E TEE PER IL SETTORE AGRICOLO Torino, 14 Gennaio 2014 1 INDICE 1. CERTIFICATI BIANCHI a. SETTORE AGRICOLO b. SCHEDA TECNICA 39 E c. SCHEDA TECNICA 40E 2. INCENTIVI a. CONTO TERMICO

Dettagli

NOTA Decreto ministeriale 28 dicembre 2012 sugli incentivi per la produzione di energia termica (c.d. conto termico )

NOTA Decreto ministeriale 28 dicembre 2012 sugli incentivi per la produzione di energia termica (c.d. conto termico ) NOTA Decreto ministeriale 28 dicembre 2012 sugli incentivi per la produzione di energia termica (c.d. conto termico ) Con il decreto ministeriale 28 dicembre 2012 sono stati approvati le modalità ed i

Dettagli

Allegato B. Specifiche e requisiti tecnici minimi degli interventi

Allegato B. Specifiche e requisiti tecnici minimi degli interventi AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESONE DI FINANZIAMENTI DI INTERVENTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI ALTERNATIVE DESTINATA ALL AUTOCONSUMO A SERVIZIO DEL SETTORE COMMERCIALE - ARTIGIANALE - INDUSTRIALE -

Dettagli

Requisiti D.M. 28.12.2012

Requisiti D.M. 28.12.2012 Il presente certificato attesta la conformità ai requisiti del Incentivazione della Tipo e modello LENIADENS 28 Potenza nominale (kw) 28 2. Rispetta i requisiti di rendimento di cui al p.to 1.2 lett. a)

Dettagli

CONTO TERMICO. Rif. Generatori di calore a biomassa. (stufe e termocamini)

CONTO TERMICO. Rif. Generatori di calore a biomassa. (stufe e termocamini) CONTO TERMICO Rif. Generatori di calore a biomassa (stufe e termocamini) AMBITO DI APPLICAZIONE Il DM 28/12/12, in vigore dal 03/01/2013, c.d. decreto Conto Termico, prevede l incentivazione di interventi

Dettagli

CONTO TERMICO. per apparecchi domestici

CONTO TERMICO. per apparecchi domestici CONTO TERMICO per apparecchi domestici AGGIORNATO AL: 14/05/2013 COS'È IL CONTO TERMICO (I) Il Decreto 28 dicembre 2012, attuativo dell articolo 28 del D.lgs 28/2011, prevede dei meccanismi di incentivazione

Dettagli

Seminario tecnico sul Conto Termico - D.M. 28 Dicembre 2012

Seminario tecnico sul Conto Termico - D.M. 28 Dicembre 2012 Seminario tecnico sul Conto Termico - D.M. 28 Dicembre 2012 Meccanismo di sostegno per interventi di piccole dimensioni per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e per l incremento dell

Dettagli

Le opportunità dei Certificati Bianchi per gli installatori

Le opportunità dei Certificati Bianchi per gli installatori Applicazione delle Direttive europee in materia di efficienza degli impianti termici Adempimenti e opportunità per gli installatori Lunedì 14 settembre 2015, Modena Le opportunità dei Certificati Bianchi

Dettagli

Massimo Negrin. Workshop Serre

Massimo Negrin. Workshop Serre Gli incentivi per riscaldare le serre con biomasse: la scheda 40E - soluzioni tecnologiche - conformità alla scheda 40E - calcolo di convenienza finanziaria Workshop Serre La struttura organizzativa: associazione

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DEL CONTO ENERGIA TERMICO

GUIDA ALL UTILIZZO DEL CONTO ENERGIA TERMICO ETA Info... il mio sistema di riscaldamento GUIDA ALL UTILIZZO DEL CONTO ENERGIA TERMICO L ambito di applicazione Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (n.1 del 2.1.2013)del Decreto 28 dicembre 2012

Dettagli

Biomasse: dal bosco il riscaldamento sempre più ecologico e sostenibile. Termocucine e termostufe sempre più efficienti per l utilizzo domestico

Biomasse: dal bosco il riscaldamento sempre più ecologico e sostenibile. Termocucine e termostufe sempre più efficienti per l utilizzo domestico Biomasse: dal bosco il riscaldamento sempre più ecologico e sostenibile Termocucine e termostufe sempre più efficienti per l utilizzo domestico a cura dell ing. Roberto Degiampietro Rizzoli S.r.l. Incontro

Dettagli

Allegato I Criteri di ammissibilità degli interventi

Allegato I Criteri di ammissibilità degli interventi Allegato I Criteri di ammissibilità degli interventi Schema DM Conto termico 2.0 14.01.2016 1. Criteri di ammissibilità per interventi di piccole dimensioni di incremento dell efficienza energetica di

Dettagli

Conto Energia Termico. San Paolo d Argon 6 maggio 2013

Conto Energia Termico. San Paolo d Argon 6 maggio 2013 Conto Energia Termico San Paolo d Argon 6 maggio 2013 AGENDA Inquadramento generale Finalità e ambito di applicazione Soggetti ammessi Interventi incentivabili Incentivi Casi studio Pannelli solari termici

Dettagli

Impianti termici per il riscaldamento a biomasse legnose con potenza < 35 kw

Impianti termici per il riscaldamento a biomasse legnose con potenza < 35 kw Impianti termici per il riscaldamento a biomasse legnose con potenza < 35 kw AZIENDE e OPERATORI del Comparto riscaldamento a biomasse. FATTURATO della filiera produzione/commercio/installazione/manutenzione.

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI E CONTO TERMICO

AGEVOLAZIONI FISCALI E CONTO TERMICO AGEVOLAZIONI FISCALI E CONTO TERMICO 2013 AGEVOLAZIONI FISCALI Anno 2013 DETRAZIONE 50 % Per le spese sostenute dal 26 giugno 2013 al 31 dicembre 2013 per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio

Dettagli

Biomassa legnosa locale per un riscaldamento moderno e sostenibile. Termocucine e termostufe sempre più efficienti per l utilizzo domestico

Biomassa legnosa locale per un riscaldamento moderno e sostenibile. Termocucine e termostufe sempre più efficienti per l utilizzo domestico Biomassa legnosa locale per un riscaldamento moderno e sostenibile Termocucine e termostufe sempre più efficienti per l utilizzo domestico a cura dell ing. Roberto Degiampietro Rizzoli S.r.l. Seminario

Dettagli

CRESCERE. Titoli di Efficienza Energetica ed altri incentivi CON EFFICIENZA. Massimo Filippi Matteo Manica

CRESCERE. Titoli di Efficienza Energetica ed altri incentivi CON EFFICIENZA. Massimo Filippi Matteo Manica CRESCERE CON EFFICIENZA Titoli di Efficienza Energetica ed altri incentivi Massimo Filippi Matteo Manica DM 21 dicembre 2015 Contributi alle PMI per diagnosi energetiche e certificazione ISO 50001 Finalità

Dettagli

Guida VELOCE agli incentivi STaTaLi PER PRiVaTi CiTTadiNi CHE installano impianti SOLaRi TERMiCi Su EdiFiCi ESiSTENTi

Guida VELOCE agli incentivi STaTaLi PER PRiVaTi CiTTadiNi CHE installano impianti SOLaRi TERMiCi Su EdiFiCi ESiSTENTi %%%&!???$ %!! $ %!%%&!??! $$!! $?$%%&!?? $ Guida VELOCE agli incentivi STaTaLi PER PRiVaTi CiTTadiNi CHE installano impianti SOLaRi TERMiCi Su EdiFiCi ESiSTENTi Il Conto Energia Termico 2013 D.M. 28/12/2012

Dettagli

Conto Energia Termico

Conto Energia Termico Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Conto Energia Termico A partire dal 2013 è entrato in vigore il Conto Energia Termico Categoria: Agevolazioni Sottocategoria: Varie Il GSE (Gestore

Dettagli

C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO

C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Allegato C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Il decreto legislativo approvato il 7 febbraio 2007 in via definitiva dal Consiglio dei ministri in attuazione della

Dettagli

ETA Info. Guida all utilizzo del Conto Energia Termico. www.eta-italia.it. La passione per la perfezione. L ambito di applicazione

ETA Info. Guida all utilizzo del Conto Energia Termico. www.eta-italia.it. La passione per la perfezione. L ambito di applicazione ETA Info... il mio sistema di riscaldamento Guida all utilizzo del Conto Energia Termico L ambito di applicazione Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (n.1 del 2.1.2013)del Decreto 28 dicembre 2012

Dettagli

Conto Energia Termico 2012

Conto Energia Termico 2012 Studio Bernardi di Andrea Per.Ind. Bernardi Progettazione impianti tecnologici, antincendio e consulenze energetiche Conto Energia Termico 2012 Versione 1 21/11/2012 Via Roma, 223/B 30038 Spinea (VE) -

Dettagli

INCENTIVAZIONE ALLE RINNOVABILI TERMICHE. 22 Febbraio 2013

INCENTIVAZIONE ALLE RINNOVABILI TERMICHE. 22 Febbraio 2013 INCENTIVAZIONE ALLE RINNOVABILI TERMICHE 22 Febbraio 2013 Confronto tra i vari meccanismi di incentivazione I SERVIZI Titoli di Efficienza Energetica I TEE valorizzano il risparmio di energia primaria

Dettagli

Norme tecniche per le biomasse

Norme tecniche per le biomasse La Lombardia verso il 2020: il progetto BioEnerGIS per lo sviluppo di produzione di energia da biomasse Norme tecniche per le biomasse Giovanni Riva Milano, 19 Ottobre 2011 Il ruolo del CTI Ente di normazione

Dettagli

LE PROSPETTIVE DEI CERTIFICATI BIANCHI E DEL NUOVO CONTO ENERGIA TERMICO

LE PROSPETTIVE DEI CERTIFICATI BIANCHI E DEL NUOVO CONTO ENERGIA TERMICO LE PROSPETTIVE DEI CERTIFICATI BIANCHI E DEL NUOVO CONTO ENERGIA TERMICO La normativa di riferimento Ing. Loris Morsucci Ancona, 05/04/2013 IL MECCANISMO DEI CERTIFICATI BIANCHI Politica energetica nazionale

Dettagli

Fac-simile di domanda Spett. Provincia di Mantova SETTORE AMBIENTE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE AUTORITA PORTUALE

Fac-simile di domanda Spett. Provincia di Mantova SETTORE AMBIENTE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE AUTORITA PORTUALE Allegato C Fac-simile di domanda Spett. Provincia di Mantova SETTORE AMBIENTE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE AUTORITA PORTUALE Servizio INQUINAMENTO, PIANO RIFIUTI, Energia Via don Maraglio, 4 46100 Mantova

Dettagli

Oggetto: i nuovi interventi di risparmio energetico e i chiarimenti dell Enea.

Oggetto: i nuovi interventi di risparmio energetico e i chiarimenti dell Enea. Legnano, 24/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: i nuovi interventi di risparmio energetico e i chiarimenti dell Enea. Come noto, a seguito delle modifiche apportate all art. 14, comma 2, DL n. 63/2013

Dettagli

LA DIAGNOSI ENERGETICA e le PRINCIPALI TIPOLOGIE di INTERVENTO negli EDIFICI COMITATO SCIENTIFICO. Ing. Valerio DABOVE Direttore Comitato Scientifico

LA DIAGNOSI ENERGETICA e le PRINCIPALI TIPOLOGIE di INTERVENTO negli EDIFICI COMITATO SCIENTIFICO. Ing. Valerio DABOVE Direttore Comitato Scientifico INCONTRO TAVOLA ROTONDA 14 luglio 2008 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E RISPARMIO ENERGETICO: COME ATTUARE GLI INTERVENTI NEGLI IMMOBILI LA DIAGNOSI ENERGETICA e le PRINCIPALI TIPOLOGIE di INTERVENTO negli

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini: - La detrazione fiscale del 55% per rinnovabili e risparmio energetico nelle abitazioni - Il Conto Energia per il Fotovoltaico - La tariffa omnicomprensiva e i certificati

Dettagli

IL NUOVO CONTO TERMICO

IL NUOVO CONTO TERMICO IL NUOVO CONTO TERMICO Secondo il Decreto Ministeriale del 28/12/2012 G.U. n 1 del 2 gennaio 2013 Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica

Dettagli

Gli apparecchi a biomassa: un eccellenza dell industria italiana. Rimini, 07 Novembre 2013

Gli apparecchi a biomassa: un eccellenza dell industria italiana. Rimini, 07 Novembre 2013 Gli apparecchi a biomassa: un eccellenza dell industria italiana Rimini, 07 Novembre 2013 GS-001 1/4/00-1 Davide Castagna Caminetti e stufe a biomassa ad uso domestico NASCE NEL 2004 PER: RAPPRESENTARE

Dettagli

La filiera Legno-Energia Come valorizzare le risorse di biomassa del nostro territorio Marino Berton Direttore generale AIEL

La filiera Legno-Energia Come valorizzare le risorse di biomassa del nostro territorio Marino Berton Direttore generale AIEL La filiera Legno-Energia Come valorizzare le risorse di biomassa del nostro territorio Direttore generale AIEL Associazione di filiera Associazione di filiera. dal bosco al camino Produzione/distribuzione

Dettagli

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Relatore : Teresa Mauri - Responsabile Servizio Energia RUOLO PROVINCIA La Provincia, mediante

Dettagli

ALLEGATO C SCHEDE TECNICHE DEGLI INTERVENTI

ALLEGATO C SCHEDE TECNICHE DEGLI INTERVENTI REGIONE BASILICATA AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE ALLEGATO C SCHEDE TECNICHE DEGLI INTERVENTI Oggetto: Schede tecniche degli interventi. Il/la

Dettagli

Finanziaria e detrazioni del 55%

Finanziaria e detrazioni del 55% Finanziaria e detrazioni del 55% Le detrazioni del 55% saranno valide fino al 31 dicembre 2012 alle stesse condizioni. In dettaglio ecco cosa prevede la normativa a sostegno degli interventi di risparmio

Dettagli

Per saperne di più contattaci al numero 075.8042496 oppure mob.334.98.95.495 Ing. Beatrice Marconi mob.347.82.08.889 Ing.

Per saperne di più contattaci al numero 075.8042496 oppure mob.334.98.95.495 Ing. Beatrice Marconi mob.347.82.08.889 Ing. Per saperne di più contattaci al numero nu mob.347.82.08.889 347.82.08.889 Ing. Luca Sonno COSA E IL CONTO TERMICO? I costi energetici per il riscaldamento, pesano sul bilancio delle imprese agricole chiamate

Dettagli

Conto Termico 2013. Incentivi per l efficienza e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. Vic Energy

Conto Termico 2013. Incentivi per l efficienza e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. Vic Energy Conto Termico 2013 Incentivi per l efficienza e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili Introduzione Questo decreto nasce con lo scopo di incentivare interventi di piccole dimensioni per

Dettagli

Il Conto Termico 2.0

Il Conto Termico 2.0 Il Conto Termico 2.0 Il Conto Termico 2.0 potenzia e semplifica il meccanismo di sostegno già introdotto dal decreto 28/12/2012, che incentiva interventi per l incremento dell efficienza energetica e la

Dettagli

Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013

Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013 Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013 OBIETTIVI, CAMPO DI APPLICAZIONE E STRATEGIA Impegno preso dagli stati membri dell unione europea. Target raggiungibile tramite

Dettagli

CONTO TERMICO E POMPE DI CALORE

CONTO TERMICO E POMPE DI CALORE CONTO TERMICO E POMPE DI CALORE IN COSA CONSISTE? Consiste in un meccanismo di incentivazione di un elenco di interventi che, intervenendo sul parco edilizio ed impiantistico esistente, mirano all efficientamento

Dettagli

CIRCOLARE N. 107 08.05.2015 ALLE IMPRESE ASSOCIATE

CIRCOLARE N. 107 08.05.2015 ALLE IMPRESE ASSOCIATE INNOVAZIONE E RICERCA CIRCOLARE N. 107 08.05.2015 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Conto termico: dal 20 maggio aperti i Registri per l accesso agli incentivi riguardanti alcune tipologie di intervento

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE POTENZA 21 OTTOBRE 2014

AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE POTENZA 21 OTTOBRE 2014 AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE POTENZA 21 OTTOBRE 2014 SPECIFICHE TECNICHE DEGLI INTERVENTI AGEVOLABILI E PROCEDURE AMMINISTRATIVE Dipartimento

Dettagli

SINTESI DELLE DISPOSIZIONI DI LEGGE riguardanti gli INTERVENTI PER IL RISPARMIO ENERGETICO E LE DETRAZIONI 55%:

SINTESI DELLE DISPOSIZIONI DI LEGGE riguardanti gli INTERVENTI PER IL RISPARMIO ENERGETICO E LE DETRAZIONI 55%: aggiornamento del 13/5/2008 SINTESI DELLE DISPOSIZIONI DI LEGGE riguardanti gli INTERVENTI PER IL RISPARMIO ENERGETICO E LE DETRAZIONI 55%: NORME PRINCIPALI DI RIFERIMENTO: - Legge n. 296/2006 (legge Finanziaria

Dettagli

Originale Ordinanza Sindacale

Originale Ordinanza Sindacale Originale Ordinanza Sindacale N. 13 data 10/03/2014 Classifica VI.9 Oggetto: PROVVEDIMENTI CONTINGENTI 2013-2014 PER LA RIDUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE DEGLI INQUINANTI NELL'AREA AMBIENTE DI CUI ALLA DELIBERAZIONE

Dettagli

Il Quinto Conto Energia

Il Quinto Conto Energia Nota di approfondimento Il Quinto Conto Energia E stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 luglio 2012, n. 159, il decreto 5 luglio 2012, cosiddetto Quinto Conto Energia, che ridefinisce le modalità

Dettagli

AIELplus PROGRAMMA SEMINARI TEORICI

AIELplus PROGRAMMA SEMINARI TEORICI AIELplus PROGRAMMA SEMINARI TEORICI PRIMA GIORNATA (8 ore) TECNOLOGIE e IMPIANTO IDRAULICO mattina 8.30 17.30. Sala Corsi Viessmann, Via Brennero 56 - Balconi di Pescantina (VR). 08.30-10.30 Docente: Mauro

Dettagli

STRUMENTI DI INCENTIVAZIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA: CONTO TERMICO, CERTIFICATI BIANCHI, CAR

STRUMENTI DI INCENTIVAZIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA: CONTO TERMICO, CERTIFICATI BIANCHI, CAR STRUMENTI DI INCENTIVAZIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA: CONTO TERMICO, CERTIFICATI BIANCHI, CAR Fiera Milano 9 maggio 2014 Il ruolo della Cogenerazione ad Alto Rendimento Gabriele Susanna - Direzione

Dettagli

NORMATIVE DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI A BIOMASSA

NORMATIVE DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI A BIOMASSA ETA Info NORMATIVE DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI A BIOMASSA... il mio sistema di riscaldamento 123 7 8 9 4 5 6 1 2 3 0. = BIOMASSE LEGNOSE Le biomasse legnose sono costituite essenzialmente da legno. Esse

Dettagli

Gli apparecchi a biomassa: un eccellenza dell industria italiana

Gli apparecchi a biomassa: un eccellenza dell industria italiana Terza Conferenza Nazionale sulle rinnovabili termiche Gli apparecchi a biomassa: un eccellenza dell industria italiana Roma, 30 Maggio 2012 GS-001 1/4/00-1 Ing. Denis De Marchi Gruppo Unicalor Ceced Italia

Dettagli

CONTO ENERGIA TERMICO

CONTO ENERGIA TERMICO TITOLO INTESTAZIONE PROGETTO (IN MAIUSCOLO) 1 CONTO ENERGIA TERMICO Dal 8 dicembre 01 è possibile usufruire di una serie di incentivi legati ad interventi di miglioramento dell'efficienza energetica di

Dettagli

LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI

LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI Perche fare i controlli? RISPARMIO ENERGETICO Un impianto termico più efficiente consuma meno combustibile a parità di calore prodotto. RISPARMIO ECONOMICO

Dettagli

L energia in casa Efficienza energetica: comfort risparmio ambiente

L energia in casa Efficienza energetica: comfort risparmio ambiente Serata informativa L energia in casa Efficienza energetica: comfort risparmio ambiente Puoi rivolgerti allo Sportello Energia per ottenere informazioni su aspetti tecnici, economici e normativi in materia

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA Entrata in vigore: Il nuovo regime di incentivazione previsto dal V conto energia entrerà in vigore 45 giorni dopo il raggiungimento di un costo indicativo

Dettagli

Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016

Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016 Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016 Il DM 5 luglio 2012, cosiddetto Quinto Conto Energia, ridefinisce le modalità di incentivazione per la produzione di energia

Dettagli

FLEXSTEEL. Canne Fumarie Flessibili Doppia Parete. Canne fumarie in acciaio Inox

FLEXSTEEL. Canne Fumarie Flessibili Doppia Parete. Canne fumarie in acciaio Inox Canne Fumarie Flessibili Doppia Parete Canne fumarie in acciaio Inox Canne fumarie Flessibili Doppia Parete CARATTERISTICHE TECNICHE Diametri interni: da 80 a 400 mm Materiale tubo: 2 Pareti di acciaio

Dettagli

L efficienza energetica negli edifici

L efficienza energetica negli edifici L efficienza energetica negli edifici Il nuovo conto termico (G.U. 02/03/2016): opportunità e obblighi per l efficientamento del patrimonio edilizio della P.A. Giovanni Puglisi Sala Merini, Spazio Oberdan

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA

EFFICIENZA ENERGETICA EFFICIENZA ENERGETICA La strategia italiana per l'efficienza energetica arch. Mario NOCERA GREEN JOBS E NUOVE OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO NELL AMBITODELL EFFICIENZA ENERGETICA: STRUMENTI, INNOVAZIONI E BUONE

Dettagli

contributo degli impianti termici per il riscaldamento a biomasse legnose con potenza < 35 kw Sabato 24 Settembre

contributo degli impianti termici per il riscaldamento a biomasse legnose con potenza < 35 kw Sabato 24 Settembre contributo degli impianti termici per il riscaldamento a biomasse legnose con potenza < 35 kw Sabato 24 Settembre a cura della segretaria nazionale Indicazioni della relazione Bonello Il DM 37/08 riproduce

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI: LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA. Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 (Direttiva 2002/91/CE)

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI: LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA. Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 (Direttiva 2002/91/CE) EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI: LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 (Direttiva 2002/91/CE) La certificazione energetica Domanda di energia nel 2000 nei Paesi UE

Dettagli

DALLA GESTIONE FORESTALE ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA A BIOMASSE UNA STRATEGIA DI FILIERA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE. Marino Berton Direttore Generale

DALLA GESTIONE FORESTALE ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA A BIOMASSE UNA STRATEGIA DI FILIERA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE. Marino Berton Direttore Generale DALLA GESTIONE FORESTALE ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA A BIOMASSE UNA STRATEGIA DI FILIERA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE Marino Berton Direttore Generale Lo sviluppo del settore delle biomasse non può essere

Dettagli

PUNTO ENERGIA _ Industrie o terziario di grandi dimensioni

PUNTO ENERGIA _ Industrie o terziario di grandi dimensioni PUNTO ENERGIA _ Industrie o terziario di grandi dimensioni Incentivazione del risparmio energetico nell industria tramite i Certificati Bianchi Linea Guida per accedere al contributo PREMESSA La legislazione

Dettagli

SERVIZIO ENERGIA TERMOCAMINI INFORMAZIONI ALL UTENTE

SERVIZIO ENERGIA TERMOCAMINI INFORMAZIONI ALL UTENTE COMUNE DI AVELLINO SERVIZIO ENERGIA TERMOCAMINI INFORMAZIONI ALL UTENTE Norme installazione UNI 10683 GENERATORI DI CALORE ALIMENTATI A LEGNA O DA ALTRI BIOCOMBUSTIBILI SOLIDI- REQUISITI DI INSTALLAZIONE.

Dettagli

Le emissioni dalla combustione della legna in piccoli impianti domestici e la qualità dell aria Le politiche a scala di bacino padano

Le emissioni dalla combustione della legna in piccoli impianti domestici e la qualità dell aria Le politiche a scala di bacino padano Le emissioni dalla combustione della legna in piccoli impianti domestici e la qualità dell aria Le politiche a scala di bacino padano Adriano Mussinatto MILANO, 23 maggio 2011 Panoramica sulle iniziative

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA

EFFICIENZA ENERGETICA EFFICIENZA ENERGETICA Focus Detrazioni 65%: Le sostituzioni di impianti di climatizzazione invernale ai sensi del comma 347 arch. Mario NOCERA WORKSHOP L evoluzione degli impianti alla luce dell efficienza

Dettagli

Politiche per la promozione delle fonti rinnovabili termiche: ruolo degli incentivi e obiettivo 2020

Politiche per la promozione delle fonti rinnovabili termiche: ruolo degli incentivi e obiettivo 2020 Politiche per la promozione delle fonti rinnovabili termiche: ruolo degli incentivi e obiettivo 2020 Tommaso Franci Convegno FIPER Biomasse il futuro dell energia e dell ambiente! Il ruolo delle biomasse

Dettagli

Incontro Formativo Modalità applicative del Conto Termico per le caldaie a biomasse

Incontro Formativo Modalità applicative del Conto Termico per le caldaie a biomasse Incontro Formativo Modalità applicative del Conto Termico per le caldaie a biomasse A cura di Valter Francescato, Marino Berton, Annalisa Paniz - AIEL 06.05.2013 Legnaro - Padova Obiettivi Entrare nei

Dettagli

Risparmio energetico ed efficienza energetica. perché l'energia più economica è quella che non si consuma

Risparmio energetico ed efficienza energetica. perché l'energia più economica è quella che non si consuma Risparmio energetico ed efficienza energetica perché l'energia più economica è quella che non si consuma L importanza dell Efficienza Energetica e del Risparmio Energetico Importazioni energetiche 2012

Dettagli