Porsche GT3 ProSlot LA POTENZA NON E NIENTE SE NON C E CONTROLLO. In questo articolo descrivo la preparazione di un Porsche "GT" della Proslot.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Porsche GT3 ProSlot LA POTENZA NON E NIENTE SE NON C E CONTROLLO. In questo articolo descrivo la preparazione di un Porsche "GT" della Proslot."

Transcript

1 Porsche GT3 ProSlot La preparazione di una vettura richiede sia la cura di tutti i singoli componenti, sia il loro assemblaggio. Solo così è possibile raggiungere l'equilibrio tra potenza e controllabilità. LA POTENZA NON E NIENTE SE NON C E CONTROLLO In questo articolo descrivo la preparazione di un Porsche "GT" della Proslot. 1) Telaio La tenuta di strada dipende, in larga massima, dal telaio che deve essere parallelo al suolo e quindi dritto. Una deformazione originale del telaio è facilmente visibile. Tolti i pneumatici e posta la vettura su un piano di riscontro, risulterà evidente se la distanza dal suolo dei cerchioni è uguale oppure una delle ruote è più sollevata. Per correggere l'errore è sufficiente riscaldarlo con un asciugacapelli cercando pian piano di riportarlo dritto. Il riscontro va fatto a telaio freddo.

2 2) Basculamento Il bordo del telaio, a carrozzeria montata, non deve impedire il libero basculamento della carrozzeria. In genere è sufficiente smussare gli spigoli ed eliminare, con una taglierina, le sbavature dello stampo per permettere il libero movimento della carrozzeria rispetto al telaio. Attenzione al regolamento!!!! E vietato limare i passaruote. 3) Vano boccole e culla motore Questa è la parte più delicata e importante della vettura. Il regolamento ANSI non consente nessuna modifica ma soltanto l incollaggio del motore nella sede. Questo evita i movimenti del motore e il conseguente disallineamento fra pignone e corona che genera incredibili vibrazioni tali da far pensare che il modello sia posseduto dal diavolo. Sostituire le boccole in plastica con quelle di ottone della Slot-It, che garantiscono un attrito minore ma che necessitano di maggiore lubrificazione. Fare molta attenzione quando si estraggono le boccole perché la gola che le ospita è molto delicata e si rompe facilmente.

3 4) Vano pick-up Il perno del pick-up deve ruotare liberamente ma senza gioco eccessivo. Infatti la vettura tende ad uscire facilmente di corsia se l'asse della guida perde la sua perpendicolarità al telaio, ovvero al suolo. 4) Avantreno La stabilità della macchina in curva dipende anche dall'appoggio sulle ruote anteriori. Capita che le gomme, in appoggio alla curva, vadano a toccare il telaio e quindi producano attrito e conseguente rallentamento della vettura. In questi casi si può porre rimedio inserendo dei distanziali tra cerchione e mozzo. Alcuni piloti, per rendere più affidabile il comportamento della vettura, rimpiazzano i due semiassi in plastica con un assale unico in metallo. Io personalmente preferisco i semiassi. N.B.: occhio al regolamento 6) Carrozzeria E consigliabile una carrozzeria Polistil. La ragione è il peso minore rispetto a quelle ProSlot.

4 7) Pneumatici Indubbiamente è il componente più critico e può fare la differenza tra una buona vettura ed una superlativa. La scelta può variare tra i nuovi Slot-It e gli intramontabili Ninco, sia slick che scanalati. I pneumatici nuovi hanno poca aderenza che aumenta man mano che si consumano. Per velocizzare questa fase si possono tornire usando strumenti appositamente realizzati per lo scopo, ma costosi. In alternativa si può usare il trapano casalingo limitando il numero di giri al minimo. Questa procedura risulta però difficoltosa in quanto si rischia di vanificare il tutto modificando l assetto del piano di appoggio della gomma. Per chi inizia è sufficiente interporre, fra il retrotreno e il fondo della pista, un foglio di carta vetrata e dare un filo di gas per alcuni secondi. Verificare che non si produca eccessivo attrito altrimenti si corre il rischio di rovinare il motore!!!! E buona norma incollare i pneumatici al cerchio e ammorbidirli spalmandovi di tanto in tanto, almeno ogni 10 giri di pista, una miscela di oli e solventi. 8) Pesi Prima di disporre i pesi bisogna verificare il comportamento della vettura in assenza di zavorra. E buona norma utilizzare pneumatici rodati perché il loro stato influisce enormemente sull assetto ella vettura. In ogni caso considerare quanto segue: Beccheggio: La vettura in fase di accelerazione tende ad impennarsi. Questo può anche generare l effetto Campanello dovuto alla assenza di alimentazione generato dal mancato contatto delle spazzole con le bandelle di alimentazione della pista.

5 Soluzione: Appesantire la parte anteriore del telaio inserendo i pesi, ricopiando la sagoma propria della zona interessata, stando attenti a non eccedere onde evitare un eccessivo attrito tra spazzole e bandelle. Scodinzolo : La vettura in uscita dalla curva, o sul misto, tende a derapare. Questo perché, in curva, la vettura tende a ruotare rispetto al punto di vincolo (pick up) derapando. L'attrito delle ruote, se sufficiente, bilancia questa forza e la vettura compie la traiettoria imposta dai binari. Se però la zavorra è eccessiva, la forza centrifuga è tale che l'attrito comunque è insufficiente e la vettura sbanda fuori controllo. Soluzione : Appesantire il retrotreno inserendo i pesi il più possibile vicino all asse delle ruote. Considerare che il peso più è lontano dall asse e più influisce sul beccheggio. Sfruttare anche la zona centrale davanti al motore. Rollio : La vettura in curva tende a capottare. Questo perché la conformazione della scocca e il suo peso tendono a sollevare il baricentro della vettura diminuendo la resistenza alla forza centrifuga che porta la vettura a compiere una traiettoria di fuga rispetto alla curva. Soluzione : Appesantire le pance laterali della vettura. Slittamento : Tipico fischio che si sente in accelerazione che un orecchio esperto non confonde con il motore. E dovuto allo slittamento dei

6 pneumatici sul fondo che manda fuori giri il motore subito dopo l inizio dell accelerazione in rettilineo. Soluzione : In genere bisogna rodare i pneumatici o ammorbidirli con oli. Eliminato questo fattore può aiutare aumentare il peso, ma ricordiamoci che è solo un pagliattivo. Se con Max 10 gr non si notano cambiamenti cambiare i pneumatici. Alla fine provare il modello in pista ed eventualmente eseguire i ritocchi del caso. Non accontentarsi di pochi giri fra una modifica e l altra, ma aspettare almeno 10 giri cercando di mantenere costanti le variabili quali fondo e pneumatici. In genere la parte della zavorra è quella che porta via più tempo alla preparazione del modello, ma è anche la parte più affascinante perché nessuno prepara lo stesso modello in maniera uguale. I fattori in gioco sono tanti: gomme, fondo, motore, e non per ultimo lo stile di guida. Io in genere preferisco tenere leggere le mie vetture e limitare i danni in curva affidandomi alla guida. 9) L'assemblaggio 1- Le viti di fissaggio carrozzeria-telaio devono essere chiuse solo parzialmente per consentire il libero basculamento della carrozzeria aiutando così il modello a chiudere la curva. 2- Il motore deve essere incollato solidalmente alla sua culla come in figura.

7 3- Prestare molta cura per regolare la lunghezza dei fili elettrici e il loro tragitto. Il telaio della GT3 completamente assemblato I Componenti sostituiti sono stati: MOTORE : CERCHIONI : ASSALI : PNEUMATICI: FILI : BOCCOLE : PIGNONE : CORONA : Slot-It V giri Alluminio Slot-It Acciaio da 3/32 Slot-It Slot-It P1 Con guaina al silicone Slot-It Ottone Slot-It 8 Denti Slot-It Lega 34 denti Slot-It

The DINO files: preparazione Chaparral 2E

The DINO files: preparazione Chaparral 2E The DINO files: preparazione Chaparral 2E Mi sono inizialmente assicurato che sull'auto fosse montato l'alettone racing alleggerito. È riconoscibile dalla caratteristica di avere la parte inferiore cava.

Dettagli

The DINO files: Ford GT40 set-up

The DINO files: Ford GT40 set-up The DINO files: Ford GT40 set-up Rimuoviamo la carrozzeria, ed osserviamo il supporto motore. Adoperando il nuovo assale, con sezione ridotta nella parte centrale, si ha una maggiore luce rispetto alla

Dettagli

Settore Plastica Grande Serie Gruppo 5 Sideways

Settore Plastica Grande Serie Gruppo 5 Sideways Settore Plastica Grande Serie Gruppo 5 Sideways 2014 personalizzato CLUB - SLOT CLUB ACILIA ROMA Le sotto elencate norme COSTITUISCONO REGOLAMENTO DI CATEGORIA SCA ROMA. Definizione e spirito della Categoria:

Dettagli

Regolamento Tecnico Slot it Gruppo C Box Stock Club Revisione 2.1_IT

Regolamento Tecnico Slot it Gruppo C Box Stock Club Revisione 2.1_IT Regolamento Tecnico Slot it Gruppo C Box Stock Club Revisione 2.1_IT Premessa L obiettivo di questo documento è quello di regolamentare le vetture del Gruppo C di Slot it per le gare Gruppo C Box Stock

Dettagli

Settore Plastica Grande Serie GT 2009 LIGHT

Settore Plastica Grande Serie GT 2009 LIGHT Settore Plastica Grande Serie GT 2009 LIGHT Le sottoelencate norme COSTITUISCONO REGOLAMENTO DI CATEGORIA. Definizione e norme generali della Categoria: Si corre con tipo GT Le Mans con una certa libertà

Dettagli

Gruppo C Box Stock Club Gruppo C Box Stock EVO

Gruppo C Box Stock Club Gruppo C Box Stock EVO Regolamento Tecnico Slot it Gruppo C Box Stock Club Gruppo C Box Stock EVO Revisione 2.1_IT Sommario delle revisioni e dell applicabilità Revisione Stato Data di rilascio Applicabilità Modifiche 2.1_IT

Dettagli

Gruppo C Box Stock Club Gruppo C Box Stock EVO

Gruppo C Box Stock Club Gruppo C Box Stock EVO Regolamento Tecnico Slot it Gruppo C Box Stock Club Gruppo C Box Stock EVO Revisione 1.2_IT Sommario delle revisioni e dell applicabilità Revisione Stato Data di rilascio Applicabilità Modifiche 1.0_IT

Dettagli

Settore Plastica Grande Serie Gruppo C Slot it 2009/2010

Settore Plastica Grande Serie Gruppo C Slot it 2009/2010 Settore Plastica Grande Serie Gruppo C Slot it 2009/2010 Le sotto elencate norme COSTITUISCONO REGOLAMENTO DI CATEGORIA. Definizione e spirito della Categoria: Categoria entry level promozionale monomarca,

Dettagli

Regolamento Classic ANSI e nazionale Slot.it 2014 2015

Regolamento Classic ANSI e nazionale Slot.it 2014 2015 Regolamento Classic ANSI e nazionale Slot.it 2014 2015 Premessa - Lo spirito di questo regolamento è duplice, da un lato permettere di utilizzare i modelli con una configurazione più vicina a come escono

Dettagli

Categoria GT & LMP Endurance Slot it 2015. Premessa

Categoria GT & LMP Endurance Slot it 2015. Premessa Revisione 1.0 Premessa I. Questo regolamento comprende la lista esaustiva dei requisiti di conformità per modelli partecipanti alle gare della categoria GT & LMP Endurance Slot it 2015; le modifiche non

Dettagli

Regolamento GT/LMP Slot.it 2014/2015

Regolamento GT/LMP Slot.it 2014/2015 Regolamento /LMP Slot.it 2014/2015 Premessa L'obiettivo del Campionato è quello di correre con componenti di serie e gomme forniti dal VRslot per rendere semplice, veloce ed economica la preparazione della

Dettagli

SLOT.IT GR.C GUIDA ALLA PREPARAZIONE

SLOT.IT GR.C GUIDA ALLA PREPARAZIONE SLOT.IT GR.C GUIDA ALLA PREPARAZIONE ATTREZZI E MATERIALI NECESSARI: Cacciaviti piatti e a stella di piccola misura Chiave a brugola 0,9mm Forbici piccole Lama affilata (cutter o bisturi) Carta vetrata

Dettagli

Campionato Italiano GT Endurance Slot.it 2012. Premessa

Campionato Italiano GT Endurance Slot.it 2012. Premessa Campionato Italiano GT Endurance Slot.it 2012 Revisione 2012.1 Premessa L obiettivo del Campionato è quello di correre con il sistema digitale oxigen, con modelli e componenti di serie Slot it e con motori

Dettagli

Settore Plastica Grande Serie 2 0 1 0-1.4

Settore Plastica Grande Serie 2 0 1 0-1.4 Settore Plastica Grande Serie Gruppo C 2 0 1 0-1.4 Le sottoelencate norme COSTITUISCONO REGOLAMENTO DI CATEGORIA. Definizione e spirit o della Cat egoria: Categoria entry level promozionale monomarca,

Dettagli

1. Modelli omologati:

1. Modelli omologati: ASSOCIAZIONE NUCLEO ARDENTE Trofeo SlotBazar.com 1a edizione città di Diano Marina Domenica 25 luglio 2010 Rev 1.2.0 05/07/10 Premessa Sono vietati eventuali cambiamenti sul modello, non contemplati in

Dettagli

2 0 1 3 / 1 4-1.1 30 Settembre

2 0 1 3 / 1 4-1.1 30 Settembre Settore Plastica Grande Serie Gruppo C 2 0 1 3 / 1 4-1.1 30 Settembre Le sottoelencate norme COSTITUISCONO REGOLAMENTO DI CATEGORIA. Definizione e spirit o della Cat egoria: Categoria entry level promozionale

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO LEGEND 2013

REGOLAMENTO TECNICO LEGEND 2013 REGOLAMENTO TECNICO LEGEND 2013 CATEGORIA LEGEND DEFINIZIONE E SPIRITO DELLA CATEGORIA: Categoria con sostanziali possibilità di preparazione. Si corre con modelli che rappresentano le vetture da rally

Dettagli

MINI ENDURANCE FIA GT

MINI ENDURANCE FIA GT MINI ENDURANCE FIA GT Gare riservate a modelli riproducenti le vetture partecipanti al mondiale FIA GT. Per equiparare i modelli e renderli competitivi allo stesso modo, si è scelto un pacchetto telaio

Dettagli

Campionato Europeo LMP Slot it 2014 Revisione 2014.1

Campionato Europeo LMP Slot it 2014 Revisione 2014.1 Campionato Europeo LMP Slot it 2014 Revisione 2014.1 Premessa La versione in lingua italiana non prevarica la versione inglese che rimane l originale di riferimento I. Questo regolamento comprende la lista

Dettagli

CAMPIONATO INTERCLUB AREZZO-CITTA' DI CASTELLO Regolamento tecnico Gruppo C Slot.it Anno 2013/14 v. 1.1 21 novembre 2013

CAMPIONATO INTERCLUB AREZZO-CITTA' DI CASTELLO Regolamento tecnico Gruppo C Slot.it Anno 2013/14 v. 1.1 21 novembre 2013 CAMPIONATO INTERCLUB AREZZO-CITTA' DI CASTELLO Regolamento tecnico Gruppo C Slot.it Anno 2013/14 v. 1.1 21 novembre 2013 Le sottoelencate norme COSTITUISCONO REGOLAMENTO DI CATEGORIA. Definizione e spirito

Dettagli

REGOLAMENTO Classic Slot.it 2014 Revisione 2014.1

REGOLAMENTO Classic Slot.it 2014 Revisione 2014.1 REGOLAMENTO Classic Slot.it 2014 Revisione 2014.1 Premessa Viene utilizzato il regolamento CLASSIC SLOT.IT con esclusione dei punti riguardanti l impianto luci e piccole modifiche a livello organizzativo.

Dettagli

REGOLAZIONE SOSPENSIONI suspension tuning

REGOLAZIONE SOSPENSIONI suspension tuning REGOLAZIONE SOSPENSIONI suspension tuning Francesco Meneghini 2007 Introduzione Nessuna parte nella regolazione della moto è più critica della messa a punto delle sospensioni. Un impropria messa a punto

Dettagli

2013-14 rev 1.0 10 ottobre 2013

2013-14 rev 1.0 10 ottobre 2013 Settore Plastica Grande Serie Classic 2013-14 rev 1.0 10 ottobre 2013 Le sottoelencate norme COSTITUISCONO REGOLAMENTO DI CATEGORIA. Definizione e spirito della Categoria: Categoria intermedia, monomotore

Dettagli

Smorzamento Degli Ammortizzatori

Smorzamento Degli Ammortizzatori Smorzamento Degli Ammortizzatori Lo smorzamento governa la resistenza al movimento degli ammortizzatori, per mezzo di un pistone interno che si muove a bagno d olio quando l ammortizzatore si comprime

Dettagli

Gare Sponsorizzate da Slot It

Gare Sponsorizzate da Slot It Premessa I. L obiettivo del Campionato è quello di favorire l abilità di guida e gareggiare con componenti il più possibile vicini a quelli di serie; possibilmente i motori e le gomme sono messi a disposizione

Dettagli

Touring Car Setup Guide (tratto dal sito: R/C Car Handling)

Touring Car Setup Guide (tratto dal sito: R/C Car Handling) Touring Car Setup Guide (tratto dal sito: R/C Car Handling) Osservazione: con il segno + si vuole indicare che la regolazione impostata è stata aumentata. Mentre, con il segno la regolazione impostata

Dettagli

CORPO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE DELLA BRIANZA CORSO UTILIZZO GRUPPO ELETTROGENO LOMBARDINI 1.IM 300

CORPO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE DELLA BRIANZA CORSO UTILIZZO GRUPPO ELETTROGENO LOMBARDINI 1.IM 300 CORPO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE DELLA BRIANZA CORSO UTILIZZO GRUPPO ELETTROGENO LOMBARDINI.IM 300 INTRODUZIONE CON QUESTA PICCOLA MA ESAURIENTE GUIDA SI VUOLE METTERE A DISPOSIZIONE DELL UTENTE UNO STRUMENTO

Dettagli

Verifica finale corso di Guida sicura

Verifica finale corso di Guida sicura Verifica finale corso di Guida sicura NOTA BENE: le soluzioni si trovano in fondo al documento 1. Quali sono gli scopi di una buona posizione di guida? (barrare tutte le risposte corrette) A) evitare che

Dettagli

DINAMICA DELL ASSETTO IN UN AUTOMODELLO RC

DINAMICA DELL ASSETTO IN UN AUTOMODELLO RC DINAMICA DELL ASSETTO IN UN AUTOMODELLO RC INDICE 1 ANGOLO DI CAMBER STATICO Pag. 2 1.1 Indicazioni Generali per Avantreno e Retrotreno Pag. 2 1.2 Camber Avantreno Pag. 2 1.3 Camber Retrotreno Pag. 2 2

Dettagli

SETUP PULSANTE SETUP AUTO

SETUP PULSANTE SETUP AUTO SETUP PULSANTE SETUP AUTO GUIDA ALLA PREPARAZIONE -PREMESSA PREMESSA- Nello Slot Racing, cioè la competizione con modelli di auto elettriche che corrono su uno "slot" (fessura) si perseguono due obiettivi

Dettagli

CARRELLO ITALIANO Il carrello sterzante detto Italiano è nato a seguito di una esigenza prettamente italiana dovuta alla situazione in cui versavano le linee ferroviarie agli inizi del 1900. I tracciati

Dettagli

Le sospensioni 22 R.T.A. 152. di Gianpaolo Riva

Le sospensioni 22 R.T.A. 152. di Gianpaolo Riva Le sospensioni di Gianpaolo Riva Sono elementi nascosti alla vista dell automobilista. Assicurano comfort e tenuta di strada e perciò la loro funzione è indispensabile e fondamentale per la sicurezza attiva.

Dettagli

Le Prime e Più Importanti Regolazioni Sull Automodello

Le Prime e Più Importanti Regolazioni Sull Automodello email : barcooff@lycos.it Url : http://utenti.lycos.it/barcooff/ Le Prime e Più Importanti Regolazioni Sull Automodello Angolo Di Camber o Campanatura Con il termine camber, o campanatura, si indica l

Dettagli

TecniKart: Il tuning in pista

TecniKart: Il tuning in pista TecniKart: Il tuning in pista Mettere a punto l'assetto di un kart a volte assomiglia più ad un arte che a una scienza. Le raccomandazioni che riporto in questo articolo sono frutto della mia esperienza

Dettagli

Regolamento Sportivo. completato l ultimo giro intero. 3.8 I punteggi di ogni singola gara vengono assegnati nel seguente

Regolamento Sportivo. completato l ultimo giro intero. 3.8 I punteggi di ogni singola gara vengono assegnati nel seguente Regolamento Sportivo La partecipazione alle gare del Campionato implica l integrale accettazione delle presenti norme. 1 Direzione Gara - Giudici di Gara - Commissione Tecnica 1.1 La DG è responsabile

Dettagli

Diamo un'occhiata ad alcune delle caratteristiche fondamentali della E4: il Modello Elettrico DEFINITIVO!

Diamo un'occhiata ad alcune delle caratteristiche fondamentali della E4: il Modello Elettrico DEFINITIVO! Lo scorso Ottobre 2006, Team Magic ha pubblicato su internet alcune foto del progetto E4, un nuovo modello elettrico, che anche se sempre un progetto, ha catturato le attenzioni del mondo modellistico.

Dettagli

Settore Plastica Grande Serie GT 2 0 1 1-1.5

Settore Plastica Grande Serie GT 2 0 1 1-1.5 Settore Plastica Grande Serie GT 2 0 1 1-1.5 Le sottoelencate norme COSTITUISCONO REGOLAMENTO DI CATEGORIA. Definizione e norme generali della Categoria: Categoria evoluta "open". Si corre con modelli

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie Corso di Meccanica e Meccanizzazione Agricola Organi di propulsione e sostegno Prof. S. Pascuzzi 1 Organi di propulsione e sostegno Organi di propulsione

Dettagli

Movind S.r.l. Macchine speciali e sistemi vibranti per l'industria

Movind S.r.l. Macchine speciali e sistemi vibranti per l'industria Impieghi Test di resistenza Collaudo componenti elettronici Simulazione trasporto merci Emulsionamento Agitazione e miscelazione prodotto Compattazione entro stampi Caratteristiche tecniche principali

Dettagli

STERZATA SENZA SPOSTAMENTO MANI MANI IN POSIZIONE BASE. POSIZIONE SUL SEDILE: TROPPO LONTANA (prospetto) POSIZIONE DI GUIDA: LONTANA (pianta)

STERZATA SENZA SPOSTAMENTO MANI MANI IN POSIZIONE BASE. POSIZIONE SUL SEDILE: TROPPO LONTANA (prospetto) POSIZIONE DI GUIDA: LONTANA (pianta) MANI IN POSIZIONE BASE Posizione base, fondamentale per guidare con qualità e sicurezza: mani sul volante come sul quadrante di un orologio, per indicare le ore 9:15, con i pollici bene ancorati alle razze.

Dettagli

Campionato Europeo Endurance Slot.it 2010 Technical Rules (ITA) Revisione 2010.4 (29/10/2010)

Campionato Europeo Endurance Slot.it 2010 Technical Rules (ITA) Revisione 2010.4 (29/10/2010) Campionato Europeo Endurance Slot.it 2010 Technical Rules (ITA) Revisione 2010.4 (29/10/2010) Premessa Questo regolamento descrive tutte e sole i requisiti di conformità delle auto ammesse a gareggiare

Dettagli

ESTRATTO ATTUATORE CON VITE SENZA FINE PER TRAIETTORIE NON LINEARI E ALZACRISTALLI REALIZZATO CON IL MEDESIMO

ESTRATTO ATTUATORE CON VITE SENZA FINE PER TRAIETTORIE NON LINEARI E ALZACRISTALLI REALIZZATO CON IL MEDESIMO ESTRATTO ATTUATORE CON VITE SENZA FINE PER TRAIETTORIE NON LINEARI E ALZACRISTALLI REALIZZATO CON IL MEDESIMO vittorio.scialla@strumentiperleaziende.com Attuatore per traiettorie non lineari dotato di

Dettagli

Disegno di Macchine. corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana

Disegno di Macchine. corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana Disegno di Macchine corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana Lezione n 4 Componentistica di base: alberi, trasmissione per cinghie e catene, giunti Alberi Appunti

Dettagli

Guida rapida al setup per modelli OFF-Road Molle

Guida rapida al setup per modelli OFF-Road Molle Guida rapida al setup per modelli OFF-Road Molle Più dure Più morbide Auto + reattiva e diretta (ed anche nervosa) Aiutano a saltare + in alto e + in lungo, quindi sono ottime per piste piatte con tanta

Dettagli

REGOLAMENTO COSTRUTTIVO CATEGORIA KART TRADIZIONALE (N5K) (in vigore dal 2015)

REGOLAMENTO COSTRUTTIVO CATEGORIA KART TRADIZIONALE (N5K) (in vigore dal 2015) REGOLAMENTO COSTRUTTIVO CATEGORIA KART TRADIZIONALE (N5K) (in vigore dal 2015) 1 Definizione Sono ammessi nella categoria N5K (Kart) i telai Kart a motore che dispongano o abbiano disposto di omologazione

Dettagli

ITIS OTHOCA ORISTANO I CUSCINETTI VOLVENTI. Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08

ITIS OTHOCA ORISTANO I CUSCINETTI VOLVENTI. Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08 ITIS OTHOCA ORISTANO I CUSCINETTI VOLVENTI Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08 I cuscinetti volventi Il cuscinetto volvente, detto anche cuscinetto a rotolamento, è un elemento posizionato tra il perno di

Dettagli

L AEROMODELLO VELEGGIATORE

L AEROMODELLO VELEGGIATORE Esperti DECS-UIM L AEROMODELLO VELEGGIATORE pagina 1 L AEROMODELLO VELEGGIATORE MOMENTO TEMATICO Osserviamo il volo di un grosso rapace. Con la sua planata con larghi cerchi esso riesce a guadagnare quota

Dettagli

NORME DI COMPORTAMENTO PER I CITTADINI IN CASO DI EVENTO NEVOSO

NORME DI COMPORTAMENTO PER I CITTADINI IN CASO DI EVENTO NEVOSO NORME DI COMPORTAMENTO PER I CITTADINI IN CASO DI EVENTO NEVOSO Le precipitazioni nevose sono eventi atmosferici, non sempre prevedibili, che per le loro caratteristiche provocano disagi e difficoltà su

Dettagli

Tutto ciò che non è specificato è da considerarsi VIETATO!

Tutto ciò che non è specificato è da considerarsi VIETATO! REGOLAMENTO TECNICO NSR GT3 CLUB (versione 1.3) Tutto ciò che non è specificato è da considerarsi VIETATO! 1. Modelli ammessi 1.1 Audi R8 GT3 Corvette C6R GT2 Porsche 997 GT3 Audi R8 GT3 2.3 Alla partenza

Dettagli

I Campionati Club NSR Trofeo Abarth 500 Assetto Corsa e Porsche Supercup

I Campionati Club NSR Trofeo Abarth 500 Assetto Corsa e Porsche Supercup I Campionati Club NSR Trofeo Abarth 500 Assetto Corsa e Porsche Supercup Cos'è il Trofeo Abarth 500 e la Porsche Supercup NSR? E' un campionato che si articola in due fasi; la prima in ambito di Club,

Dettagli

Procedura per la produzione delle vele armo 1,2 e 3 classe 1 Metro

Procedura per la produzione delle vele armo 1,2 e 3 classe 1 Metro Procedura per la produzione delle vele armo 1,2 e 3 classe 1 Metro Introduzione La produzione di vele in conto proprio è l aspirazione d ogni skipper di barche classe 1 metro. Per prima cosa devo dire

Dettagli

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05)

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Sostituzione guarnizione della testa, rovinata a causa di una perdita dell acqua dal tubo inferiore del radiatore (la vettura ha circolato senza liquido

Dettagli

1:8 EP 4WD INFERNO MP9E

1:8 EP 4WD INFERNO MP9E 1:8 EP 4WD INFERNO MP9E caratteristiche tecniche lunghezza: 490 mm; larghezza: 307 mm; altezza: 180 mm; passo: 325 mm; carreggiata ant. e post. 254 mm; rapporto di riduzione: 12,6:1; peso circa.: 3.700

Dettagli

CAMPIONATO GT3.COM 2 0 1 4.AMAZINGSLOT WWW

CAMPIONATO GT3.COM 2 0 1 4.AMAZINGSLOT WWW CAMPIONATO GT3 W W W. A M A Z I N G S L O T. C O M 2 0 1 4 REGOLAMENTO TECNICO NSR GT3 CLUB (versione 5.0 2014) Tutto ciò che non è specificato è da considerarsi VIETATO! 1. Modelli ammessi 1.1 Audi R8

Dettagli

Come ottengo la CORRENTE ELETTRICA

Come ottengo la CORRENTE ELETTRICA COS È L ELETTRICITÀ Come ottengo la CORRENTE ELETTRICA si produce con i generatori di corrente che possono essere chimici, meccanici oppure utilizzare l'energia del sole Generatori meccanici che producono

Dettagli

SETUP DI UN AUTOVEICOLO

SETUP DI UN AUTOVEICOLO Inizio 14.15 Proge&azione di sistemi di trasporto SETUP DI UN AUTOVEICOLO Ing. Mattia Strangi Università degli Studi di Bologna DiparBmento DICAM Ingegneria Civile, Ambientale e dei Materiali www.dicam.unibo.it

Dettagli

Manuale assemblaggio RHB 151

Manuale assemblaggio RHB 151 Manuale assemblaggio RHB 151 Assemblaggio della cassa Parti necessarie per assemblare la carrozzeria. Ripulire con un cutter le sbavature dello stampaggio da tutte le parti. Eventuali bolle possono essere

Dettagli

Regolamento sportivo Campionato Slot.it 2014

Regolamento sportivo Campionato Slot.it 2014 Regolamento sportivo Campionato Slot.it 2014 Slot.it organizza per il 2014 il Campionato Italiano Slot.it. con le seguenti categorie: Gare sprint: Classic, LMP, Group C Endurance digitale oxigen: GT/LMP

Dettagli

Smontaggio pannello porta anteriore destra - LANCIA LYBRA

Smontaggio pannello porta anteriore destra - LANCIA LYBRA Smontaggio pannello porta anteriore destra - LANCIA LYBRA La presente guida si riferisce ad una lancia Lybra 1.8 SW (costruzione ottobre 1999). Il primo passo consiste nel togliere tutte le viti di bloccaggio,

Dettagli

BMW Z4 Super Cup NSR

BMW Z4 Super Cup NSR BMW Z4 Super Cup NSR Gara Endurance a Squadre 12H La Manifestazione Organizzata è un Evento Ufficiale NSR e verrà effettuata all interno dei locali dell Associazione Sportiva Dilettantistica Slot Club

Dettagli

CONTROLLO E UTILIZZO DELL INCHIOSTRO

CONTROLLO E UTILIZZO DELL INCHIOSTRO Conservazione dell inchiostro CONTROLLO E UTILIZZO DELL INCHIOSTRO E opportuno conservare l inchiostro in luogo secco, ventilato e buio con una temperatura compresa tra i 10 e i 25 C (evitare le radiazioni

Dettagli

REGOLAMENTO ITALIANO AUTOMODELLI TIPO dnano

REGOLAMENTO ITALIANO AUTOMODELLI TIPO dnano REGOLAMENTO ITALIANO AUTOMODELLI TIPO dnano Settembre 2011 1 Regolamento Tecnico Categoria STOCK 2WD 1.1 Modelli ammessi: Qualunque modello originale Kyosho dnano. 1.2 Pezzi opzionali ammessi sullo chassis:

Dettagli

come girare veloci IN PIEGA L ASSETTO DA PISTA

come girare veloci IN PIEGA L ASSETTO DA PISTA IN PIEGA L ASSETTO DA PISTA come girare veloci La regolazione della forcella comincia con il precarico molla (sinistra) aumentando quello standard. Allo stesso modo si incrementa il freno in compressione

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO R1 NAZIONALE

REGOLAMENTO TECNICO R1 NAZIONALE Regolamento di Settore REGOLAMENTO TECNICO R1 NAZIONALE 1. Definizione Vetture turismo di grande produzione di serie con almeno 4 posti omologati e rispondente al regolamento di omologazione Gruppo A FIA;

Dettagli

Volano bimassa GUIDA ALLA DIAGNOSI

Volano bimassa GUIDA ALLA DIAGNOSI Volano bimassa GUIDA ALLA DIAGNOSI Il volano bimassa è ormai montato su quasi tutte le diesel e su molte auto a benzina e a differenza di quello classico talvolta manifesta rumorosamente il suo cattivo

Dettagli

1/8 Off Road Brushless.

1/8 Off Road Brushless. 1/8 Off Road Brushless. Regolamento tecnico Sono ammessi alla categoria tutti i modelli tipo Buggy, in scala 1/8 a ruote scoperte, con trasmissione 4wd spinti esclusivamente da un motore elettrico alimentato

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

VenTOSe particolari a SOffieTTO con relativi SuppOrTi

VenTOSe particolari a SOffieTTO con relativi SuppOrTi Le ventose a soffietto hanno la caratteristica di accartocciarsi a contatto della superficie da prendere ed in presenza di vuoto, creando un rapido movimento di sollevamento, indipendentemente dai movimenti

Dettagli

CUSCINETTI SIGILLATI E CONI E SFERE

CUSCINETTI SIGILLATI E CONI E SFERE Le ruote Come possiamo vedere dalla figura, in una ruota distinguiamo: -Il mozzo: è l elemento di fissaggio della ruota al telaio. Al suo interno vi sono dei cuscinetti che permettono la rotazione della

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO PIT-BIKE MINI MOTARD

REGOLAMENTO TECNICO PIT-BIKE MINI MOTARD REGOLAMENTO TECNICO PIT-BIKE MINI MOTARD 1.1 GENERALITA 1.2 CLASSI 1.3 MOTORE 1.4 TELAIO 1.5 ALIMENTAZIONE 1.6 PNEUMATICI 1.7 VERIFICHE TECNICHE BANCO PROVA 1.8 PROCEDURE VERIFICA 1.9 CATEGORIA SPERIMANTALE

Dettagli

VERNICIATURA PINZE FRENI by Antsrp

VERNICIATURA PINZE FRENI by Antsrp VERNICIATURA PINZE FRENI by Antsrp In questa guida verrà spiegato come verniciare le pinze dei freni senza dover smontare la pinza stessa. Se avete la possibilità (e le competenze) per farlo, è preferibile

Dettagli

Capitolo 3. Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare.

Capitolo 3. Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare. Realizzazione meccanica Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare. - 37 - 3.1 Reperibilità dei pezzi La prima

Dettagli

Eseguire le stuccature con colla e polvere di carbone vegetale e non con stucco a gesso perché questo si ritira più del legno.

Eseguire le stuccature con colla e polvere di carbone vegetale e non con stucco a gesso perché questo si ritira più del legno. Quando si deve sostituire un foglio di impiallaccio troppo rovinato bisogna togliere l'impiallacciatura residua ammorbidendo la colla sottostante con ferro da stiro e panno bagnato, e raschiare con una

Dettagli

MANUALE USO E MANUTENZIONE

MANUALE USO E MANUTENZIONE MANUALE USO E MANUTENZIONE Argano manuale con cavo Art. 0070/C ISTRUZIONI ORIGINALI PREMESSA Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione ISTRUZIONI ORIGINALI Prima di iniziare qualsiasi azione

Dettagli

Spalmare poi un velo di colla con un pennellino, schiacciare la foglia di impiallacciatura e pulire con uno

Spalmare poi un velo di colla con un pennellino, schiacciare la foglia di impiallacciatura e pulire con uno Per le parti di impiallacciatura che si staccano, prima di rincollarle, bisogna ripulirle dalla polvere depos Spalmare poi un velo di colla con un pennellino, schiacciare la foglia di impiallacciatura

Dettagli

C A R R E L L O E L E V A T O R E E L E T T R I C O «MANITOU»

C A R R E L L O E L E V A T O R E E L E T T R I C O «MANITOU» C A R R E L L O E L E V A T O R E E L E T T R I C O «MANITOU» Avvertenza: I kit della OPITEC non sono generalmente oggetti a carattere ludico che normalmente si trovano in commercio, ma sono sussidi didattici

Dettagli

SuperMarketline. Soluzioni per Supermercati. Valentini. glass & components. Ita V2.0

SuperMarketline. Soluzioni per Supermercati. Valentini. glass & components. Ita V2.0 SuperMarketline Soluzioni per Supermercati Ita V2.0 SuperMarketline Soluzioni per Supermercati Frigoriferi TN [ 0 /+8 ] Plus Line EcoPlus Line Mono Line G-Force Line Slide Line EcoSlide Line _ Porte VTC

Dettagli

Guida rapida al set-up off-road

Guida rapida al set-up off-road Guida rapida al set-up off-road Gomme le gomme sono il 90% dell'assetto nel bene e nel male Molle Dure Morbide Anteriore Dure Morbide Dure Morbide rendono la macchina più reattiva salta più in alto e lontano

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE Rev. 0 del 16.07.2012 Fi.Met s.r.l. Sede operativa: SP. 231 KM. 80+10070026 MODUGNO (BA) Tel./Fax 080.5354987 Sede legale e amministrativa: Str. Prov. Bari-Modugno KM. 1,570026

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUTENZIONE ED USO. INDICE: AVVERTENZE GENERALI PER LA SICUREZZA...PAG. 2 INSTALLAZIONE GUIDE VERTICALI...PAG. 2 INSTALLAZIONE GRUPPO MOLLE...PAG. 2 INSTALLAZIONE CON VELETTA

Dettagli

Elenco delle parti Il forno è costituito dalle seguenti parti: settore cupola con apertura bocca sinistro. settore cupola con apertura bocca destro

Elenco delle parti Il forno è costituito dalle seguenti parti: settore cupola con apertura bocca sinistro. settore cupola con apertura bocca destro Quote prefabbricato Premessa Con il presente manuale si intende dare delle indicazioni soprattutto a chi non ha mai montato un forno per pizza prima d'ora. Ciò nonostante, specie le indicazioni sulla prima

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

LPRE1405-8A LINEA DI IMBALLAGGIO AUTOMATICO CON CARTONE A MODULO CONTINUO. Oggetto: BOX DOCCIA. PRODOTTO DA IMBALLARE: DIMENSIONI PRODOTTO:

LPRE1405-8A LINEA DI IMBALLAGGIO AUTOMATICO CON CARTONE A MODULO CONTINUO. Oggetto: BOX DOCCIA. PRODOTTO DA IMBALLARE: DIMENSIONI PRODOTTO: Oggetto: LPRE1405-8A LINEA DI IMBALLAGGIO AUTOMATICO CON CARTONE A MODULO CONTINUO. PRODOTTO DA IMBALLARE: BOX DOCCIA. DIMENSIONI PRODOTTO: LUNGHEZZA (X) MIN. 800 MM MAX. 2200 MM LARGHEZZA (Y) MIN. 240

Dettagli

MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI. MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136

MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI. MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136 MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136 AVVERTENZE TECNICHE DI SICUREZZA SULL' ASSISTENZA MANUTENTIVA Questo Manuale d'uso

Dettagli

by Gianluca Bosio - sito: www.gbpesca.it

by Gianluca Bosio - sito: www.gbpesca.it come costruire un artificiale adatto alla pesca a spinning Il risultato sarà un artificiale di 7 cm di lunghezza per uno spessore nel punto massimo di 1,5 cm ed un peso di 12 gr, compreso di ancorette

Dettagli

EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA

EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA Agenda Direttiva 6/2006 Effetto giroscopico La Matrice Scheda di guida Contributi Video dalla Spagna DIRETTIVA 2006/126/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

Dettagli

AMBIENTE. Istruzioni di posa per professionisti

AMBIENTE. Istruzioni di posa per professionisti AMBIENTE Istruzioni di posa per professionisti Indice Travetti 4 Scelta del materiale Posa dei travetti Posa di travetti per terrazzoa senza profilo di finitura (Sit. A) Preparazione dei travetti Preparazione

Dettagli

Corso TEORICO di Guida in Sicurezza dei Mezzi Fuoristrada destinato ai Volontari

Corso TEORICO di Guida in Sicurezza dei Mezzi Fuoristrada destinato ai Volontari Questionario Note Le domande dei questionari sono di tipo differente. Nello specifico, questi sono i tipi di domande: SCELTA MULTIPLA (1 opzione): sono elencate alcune risposte possibili e va scelta quella

Dettagli

L innovativo ed ergonomico sistema portascale per qualsiasi possibile impiego.

L innovativo ed ergonomico sistema portascale per qualsiasi possibile impiego. L innovativo ed ergonomico sistema portascale per qualsiasi possibile impiego. 2 1 2 3 Chiedete ai vostri specialisti Prime Design Europe in tutta Europa ulteriori informazioni sui nostri prodotti vincenti!

Dettagli

FISICA DELLA BICICLETTA

FISICA DELLA BICICLETTA FISICA DELLA BICICLETTA Con immagini scelte dalla 3 SB PREMESSA: LEGGI FISICHE Velocità periferica (tangenziale) del moto circolare uniforme : v = 2πr / T = 2πrf Velocità angolare: ω = θ / t ; per un giro

Dettagli

Manuale di istruzioni Sega a muro EX

Manuale di istruzioni Sega a muro EX Manuale di istruzioni Sega a muro EX Indice 005 10989048 it / 10.05.2010 Congratulazioni! Con TYROLIT Hydrostress avete scelto un apparecchio di sperimentata efficacia costruito secondo standard tecnologici

Dettagli

ACCOPPIAMENTI ALBERO - MOZZO

ACCOPPIAMENTI ALBERO - MOZZO 1 CCOPPIMENTI LBERO - ccoppiare due o più elementi di un qualsiasi complessivo, significa predisporre dei collegamenti in modo da renderli, in qualche maniera, solidali. Ciò si realizza introducendo dei

Dettagli

Pneumatici e aderenza, tutto quello che volevi sapere e non hai mai osato chiedere.

Pneumatici e aderenza, tutto quello che volevi sapere e non hai mai osato chiedere. Repubblica e Cantone Ticino Polizia cantonale www.polizia.ti.ch Sezione approfondimenti Pneumatici e aderenza, tutto quello che volevi sapere e non hai mai osato chiedere. Di Sergente Maggiore Alvaro Franchini,

Dettagli

Guida alla fresatura Spianatura 1/24

Guida alla fresatura Spianatura 1/24 SPIANATURA Guida alla fresatura Spianatura 1/24 SCELTA INSERTO/FRESA Una fresa con un angolo di registrazione inferiore a 90 agevola il deflusso dei trucioli aumentando la resistenza del tagliente. Gli

Dettagli

Il telaio Slot.it per Carrera DTM e le parti Slot.it

Il telaio Slot.it per Carrera DTM e le parti Slot.it Il telaio Slot.it per Carrera DTM e le parti Slot.it Se avete acquistato una stampa 3D di un telaio DTM per i modelli Carrera DTM, o avete intenzione di acquistarlo, trovate di seguito tutte le informazioni

Dettagli

Pensa al rendimento del costo, Pensa HSS SEGATURA

Pensa al rendimento del costo, Pensa HSS SEGATURA Pensa al rendimento del costo, Pensa HSS SEGATURA SOMMARIO SEGA A NASTRO 2 Le basi della sega a nastro 3 HSS e rivestimenti 4 Il concetto bimetallico 5 Affilatura del dente 6 Passo e forme del dente 7

Dettagli

Il mio complesso ALe883 + rimorchiata Le883

Il mio complesso ALe883 + rimorchiata Le883 Il mio complesso ALe883 + rimorchiata Le883 Giorgio Di Modica Foto 242 Convoglio ambientato. Il mito del record di velocità ferroviaria acquisito dall ETR200 nel 39, anno della mia nascita, è sempre stato

Dettagli

MANUALE SET-UP SOSPENSIONI

MANUALE SET-UP SOSPENSIONI MANUALE SET-UP SOSPENSIONI Non sarà una cosa facile trovare l assetto migliore alla tua moto e neppure una cosa di pochi minuti pertanto, consiglio di prendere la cosa con calma e grande disciplina e alla

Dettagli

SICURTOP SERRATURE MULTIPUNTO AD INGRANAGGI SISTEMI DI FERRAMENTA PER PORTE E FINESTRE

SICURTOP SERRATURE MULTIPUNTO AD INGRANAGGI SISTEMI DI FERRAMENTA PER PORTE E FINESTRE SICURTOP SERRATURE MULTIPUNTO AD INGRANAGGI SISTEMI DI FERRAMENTA PER PORTE E FINESTRE Il miglior modo per chiudere la porta SICURTOP è la chiusura ideale per porte d ingresso e porte giardino e può essere

Dettagli

Consigli fondamentali per l uso e la manutenzione dei pneumatici:

Consigli fondamentali per l uso e la manutenzione dei pneumatici: Comunicato stampa Dal 3 al 5 giugno 2008 assicurazioni, scuole guida, società di noleggio auto, forze dell ordine, operatori del settore e giornalisti a scuola a Varano de Melegari (PR). Scopo della manifestazione

Dettagli