X MASTER IN PIANIFICAZIONE TRIBUTARIA INTERNAZIONALE A.A

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "X MASTER IN PIANIFICAZIONE TRIBUTARIA INTERNAZIONALE A.A. 2013-2014"

Transcript

1 MASTER IN PIANIFICAZIONE TRIBUTARIA INTERNAZIONALE X MASTER IN PIANIFICAZIONE TRIBUTARIA INTERNAZIONALE A.A DIRETTORE Prof. Pietro Selicato

2 MODULI DIDATTICI E MATERIE DI INSEGNAMENTO MODULO I) INTRODUZIONE ALLA FISCALITÀ INTERNAZIONALE (13 CFU) Istituzioni di diritto tributario internazionale (3 CFU) Istituzioni di diritto tributario europeo (3 CFU) Politiche fiscali dell Unione Europea (2 CFU) Princìpi contabili internazionali (2 CFU) Evasione ed elusione fiscale internazionale (3 CFU) MODULO II) CONVENZIONI INTERNAZIONALI IN MATERIA FISCALE (6 CFU) La cooperazione internazionale in materia fiscale: generalità (2 CFU) Le convenzioni Modello OCSE (4 CFU) MODULO III) DIRITTO TRIBUTARIO COMPARATO (4 CFU) Metodologie di comparazione fiscale (2 CFU) Applicazioni ai sistemi fiscali di alcuni stranieri (2 CFU) MODULO IV) IMPOSIZIONE DIRETTA DELLE IMPRESE MULTINAZIONALI (8 CFU) MODULO V) IMPOSIZIONE INDIRETTA NEGLI SCAMBI INTERNAZIONALI (6 CFU) Le imposte indirette negli scambi internazionali e intracomunitari (5 CFU) Diritto doganale (1 CFU) MODULO VI) FISCALITÀ DEGLI STRUMENTI FINANZIARI INTERNAZIONALI (4 CFU) Profili economici (2 CFU) Profili giuridici (1 CFU) Profili fiscali (1 CFU) MODULO VII) FISCALITÀ DI PARTICOLARI SETTORI (9 CFU) Profili fiscali del lavoro all estero (3 CFU) Profili fiscali del Trust (2 CFU) Profili fiscali della new economy (2 CFU) Fiscalità del trasporto internazionale (2 CFU) TESINA FINALE (10 CFU) 2

3 A) INTRODUZIONE ALLA FISCALITÁ INTERNAZIONALE Istituzioni di diritto tributario internazionale INTRODUZIONE: - Il diritto tributario internazionale ed europeo (concetti introduttivi, nozione e metodo di studio) IL SISTEMA DELLE FONTI: - La riserva di legge in materia tributaria (i limiti posti dal diritto costituzionale interno e i loro riflessi sul diritto tributario internazionale): a) ambito oggettivo di applicazione (nozione interna di prestazione patrimoniale imposta e raffronti con la nozione di tributo desumibile dalle norme internazionali) b) la gerarchia delle fonti (norme nazionali primarie e secondarie) c) la gerarchia delle fonti (la potestà tributaria degli enti sub-statali) - Le fonti del diritto tributario internazionale: a) norme del diritto tributario interno con valenza transnazionale b) norme del diritto internazionale generale c) norme del diritto internazionale pattizio d) disposizioni tributarie dell ordinamento UE - I rapporti tra le diverse fonti del diritto tributario internazionale: a) l adattamento del diritto internazionale tributario nell ordinamento interno b) la supremazia del diritto UE sul diritto tributario interno c) le convenzioni internazionali in materia tributaria e i loro rapporti con l ordinamento interno d) convenzioni internazionali e diritto UE - L interpretazione delle convenzioni internazionali in materia tributaria: a) l applicazione della Convenzione di Vienna ai trattati in materia tributaria b) la qualificazione delle fattispecie giuridiche c) l interpretazione delle convenzioni Modello OCSE LA TERRITORIALITÀ DELL IMPOSIZIONE: - Il principio di territorialità in senso formale: a) efficacia della legge tributaria nello spazio (limiti territoriali alla supremazia del potere normativo statale) b) estensione territoriale della potestà tributaria (applicazione all estero delle norme tributarie) 3

4 - Il principio di territorialità in senso materiale (criteri di giustificazione del prelievo fiscale sulle fattispecie tributarie transnazionali): a) l imposizione nello Stato della residenza b) l imposizione nello Stato della fonte (c.d. territorialità in senso stretto ) - Le diverse forme di localizzazione all estero delle persone fisiche e delle imprese: a) residenza b) stabile organizzazione c) locus rei sitae d) il problema dei gruppi di società LA DOPPIA IMPOSIZIONE INTERNAZIONALE ED I RELATIVI RIMEDI: - Il fenomeno della doppia imposizione internazionale (distinzione dall analogo fenomeno interno) - I rimedi per eliminare o attenuare la doppia imposizione internazionale (inquadramento): a) l esenzione totale o parziale b) il credito d imposta c) il rimborso delle ritenute alla fonte 4

5 Istituzioni di diritto tributario europeo - L ordinamento giuridico europeo aspetti di rilevanza tributaria: a) Le istituzioni UE e la loro potestà normativa b) La regola dell unanimità nelle decisioni in materia fiscale - Le fonti: a) Il diritto europeo primario (i trattati) b) Gli atti vincolanti del diritto derivato (regolamenti, direttive, decisioni) c) Gli atti di indirizzo (raccomandazioni, pareri, comunicazioni): la c.d. soft law d) Il c.d. Coordinamento fiscale - La teoria evolutiva: a) L applicazione diretta della normativa UE b) La prevalenza della norma di diritto europeo sul diritto interno c) L acquis communautaire - I princípi fondamentali: a) sussidiarietà e proporzionalità b) il divieto di introduzione di tasse di effetto equivalente ai dazi doganali c) il divieto di aiuti di Stato d) il principio di non discriminazione fiscale e) l influenza delle libertà fondamentali sulla normativa fiscale interna f) l influenza dei princìpi generali nell interpretazione del diritto interno g) il principio chi inquina paghi ed i suoi riflessi sul piano fiscale - L armonizzazione fiscale nelle imposte indirette: a) l imposta sulla cifra di affari b) l imposta sui conferimenti di capitale c) le accise - Il processo ravvicinamento delle legislazioni in materia di imposte dirette: a) il regolamento n. 2137/85 sul Gruppo economico di interesse europeo (G.E.I.E.) b) la direttiva n. 90/434/CEE su fusioni, scissioni, apporti e scambi di azioni c) la direttiva n. 90/435/CEE sul regime fiscale dei dividendi di società madri e figlie d) la convenzione n. 90/436/CEE sulla procedura arbitrale in materia di transfer pricing (rinvio al modulo su Convenzioni internazionali in materia fiscale ) e) la Direttiva n. 2003/48/CE sul regime fiscale dei redditi da risparmio f) la Direttiva n. 2003/49/CE sul regime fiscale di interessi e royalties g) le Direttive sulla cooperazione internazionale nell accertamento e nella riscossione dei tributi (rinvio al modulo su Convenzioni internazionali in materia fiscale ) 5

6 - Le risorse coattive dell Unione Europea: a) il bilancio dell Unione Europea ed il sistema delle risorse proprie b) i prelievi agricoli c) i diritti doganali d) l IVA e) le risorse complementari 6

7 Politiche fiscali dell Unione Europea La definizione di politica economica L articolazione della politica economia a) Politica di bilancio - politica della spesa pubblica - politica fiscale b) Politica monetaria c) Politica di regolamentazione del mercato Le competenze dell Ue e degli Stati membri in materia di politica economica Il Fiscal Compact e il Patto di stabilità e di crescita e la conseguente riduzione dell autonomia della politica economica nazionale La politica fiscale dell Unione Europea - Ragioni di una politica europea in ambito fiscale - La base giuridica della politica fiscale dell Ue - Le conseguenze della politica fiscale dell Ue - L articolazione della politica fiscale dell Ue - La cooperazione fiscale tra le autorità fiscali dei Paesi membri Le misure fiscali dell Ue per le imposte dirette a) La tassazione dei redditi da capitali per i privati - tassazione degli interessi da risparmio b) La tassazione delle imprese - regime fiscale per i dividendi distribuiti tra società madri e figlie - regime fiscale per gli interessi e le royalties pagati tra società collegate di Stati Membri diversi - la convenzione per l'eliminazione delle doppie imposizioni in caso di rettifica degli utili fra imprese associate Le misure fiscali dell Ue per le imposte indirette a) Iva - regime generale - regimi particolari (es. prodotti energetici, alcol, oro, antiquariato) - esenzioni (ammissione temporanea, soggetti passivi non residenti, servizi ad alta intensità di lavoro, ecc.) b) Accise - regime generale - regimi particolari (oli minerali, tabacchi, alcol, ecc.) - franchigie (beni personali, mezzi di trasporto, ecc.) c) Altre imposte indirette - imposte indirette sulla raccolta di capitali LE MODALITA DI ACCESSO ALLE REGOLE FISCALI DEI PAESI MEMBRI DELL UE 7

8 Princìpi contabili internazionali BILANCIO E INFORMATIVA ESTERNA D IMPRESA: - Natura e funzione del bilancio d esercizio - La disciplina giuridica del bilancio d esercizio: attualità e prospettive - Il ruolo dei principi contabili: attualità e prospettive LA CLAUSOLA GENERALE DI REDAZIONE DEL BILANCIO: - I principi della chiarezza e della rappresentazione veritiera e corretta - L informazione complementare d impresa - Il sistema delle deroghe STRUTTURA E CONTENUTO DEL BILANCIO: - Stato patrimoniale e conto economico - Nota integrativa - Relazione sulla gestione PRINCÌPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO: - Continuità - Prudenza - Competenza - Costanza I CRITERI DI VALUTAZIONE: - Le immobilizzazioni immateriali - Le immobilizzazioni materiali - Le immobilizzazioni finanziarie - L attivo circolante - I crediti - Le imposte 8

9 Le convenzioni internazionali in materia fiscale LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE IN MATERIA FISCALE: - La cooperazione normativa (rinvio) - La cooperazione giudiziaria (cenni) - La cooperazione amministrativa (fondamenti e caratteri generali) EVOLUZIONE STORICA E TIPOLOGIA DEI TRATTATI FISCALI: - Dai primi accordi ai primi modelli della Società delle Nazioni - Il modello ONU - Il modello USA - Il modello OCSE - Altre convenzioni fiscali, bilaterali e multilaterali PRINCIPI E NORME DI CARATTERE GENERALE: - Finalità - Procedimento (negoziazione e ratifica) - Interpretazione - Rapporti con l ordinamento europeo - Rapporti con l ordinamento italiano ANALISI DELLE DISPOSIZIONI DEL MODELLO OCSE: - Imposte considerate: a) le imposte sui redditi b) le imposte sui patrimoni c) l IRAP - Soggetti interessati: a) gli Stati firmatari b) i residenti c) i nazionali - Trattamento dei singoli redditi: a) redditi d impresa (stabile organizzazione - imprese associate) b) redditi di lavoro autonomo (professionisti - dirigenti, amministratori e sindaci -artisti e sportivi) c) redditi di lavoro subordinato (salari e stipendi pensioni - funzioni pubbliche - professori e ricercatori studenti - funzionari diplomatici e consolari) d) redditi diversi (canoni o royalties - utili di capitale - altri redditi) - Il divieto di discriminazione fiscale - Le norme procedurali: a) procedura amichevole b) scambio di informazioni c) assistenza alla riscossione d) denuncia della convenzione ASPETTI SALIENTI DELLE PRINCIPALI CONVENZIONI STIPULATE DALL ITALIA: - Disamina delle Convenzioni recentemente rinnovate e con caratteristiche peculiari - LA COOPERAZIONE AMMINISTRATIVA (GLI STRUMENTI DEDICATI): - Lo scambio di informazioni tra le Amministrazioni finanziarie (Direttive 77/799/CEE e 2011/16/UE, Accordo Consiglio d Europa/UE, Accordo OCSE del 2002). 9

10 - I TIEA e i FATCA agreements - Gli accordi tipo Rubik - La Voluntary disclosure - Le verifiche fiscali simultanee - La procedura arbitrale in materia di transfer pricing - L assistenza nella riscossione all estero dei crediti tributari 10

11 B) L IMPOSIZIONE INDIRETTA NEGLI SCAMBI INTERNAZIONALI Le imposte indirette negli scambi internazionali e intracomunitari: IL PRINCIPIO DI TERRITORIALITÀ NELL IVA: - La rilevanza della territorialità nel meccanismo di applicazione dell IVA - La stabile organizzazione quale criterio di collegamento ai fini IVA - La territorialità in relazione alle cessioni di beni: regole generali - La territorialità in relazione alle prestazioni di servizi: regole generali - Le principali deroghe L IVA NELLE OPERAZIONI INTERNAZIONALI: - Le operazioni non imponibili nel sistema dell IVA - Le cessioni all esportazione - Le operazioni assimilate alle cessioni all esportazione - I servizi internazionali o connessi agli scambi internazionali - Le operazioni con la Repubblica di San Marino - Le operazioni con la Città del Vaticano LA DISCIPLINA DEGLI SCAMBI INTRACOMUNITARI: - La soppressione delle frontiere fiscali all interno della U.E. - Le operazioni intracomunitarie tra direttive e disciplina nazionale - Gli acquisti intracomunitari - Le cessioni intracomunitarie - Il rappresentante fiscale - Regole peculiari ai fini della fatturazione e della registrazione - Gli elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari - I regimi speciali (vendite di beni usati vendite per corrispondenza) - Il commercio elettronico e la prestazione di servizi mediante mezzi elettronici LE ALTRE IMPOSTE INDIRETTE - Imposta di registro - Direttiva 2008/7/CE del Consiglio, del 12 febbraio 2008, concernente le imposte indirette sulla raccolta di capitali. - La financial transaction TAX (rinvio) - Imposta sulle donazioni 11

12 Diritto doganale FONTI NORMATIVE ED ASPETTI INTRODUTTIVI: - La normativa europea - La normativa nazionale - La rilevanza del diritto doganale nella realizzazione del mercato unico - Il territorio doganale comunitario - La zona di vigilanza doganale, lo spazio ed il circuito doganale I TRIBUTI DOGANALI: - Diritti di confine Iva all importazione - Accise - L obbligazione doganale ed i suoi presupposti CRITERI DI APPLICAZIONE: - La tariffa doganale comune e la classificazione doganale delle merci - Destinazioni doganali e regimi doganali - Depositi franchi e zone franche - Riesportazione, distruzione ed abbandono delle merci PROCEDIMENTO E CONTENZIOSO: - La Dichiarazione doganale ed il Documento unico amministrativo - L istituto della garanzia - L accertamento - Il contenzioso in materia di tributi doganali - La cooperazione amministrativa e la lotta alle frodi - Il sistema sanzionatorio - I servizi all utenza LE RESTITUZIONI ALL ESPORTAZIONE: - L organizzazione comune dei mercati - I settori merceologici interessati - Forme di restituzione - Incidenza delle restituzioni sul bilancio FEOGA LE ACCISE: - Basi giuridiche - Distinzione tra accise armonizzate e non armonizzate - Direttive struttura - Ecocompatibilità e fiscalità 12

13 C) DIRITTO TRIBUTARIO COMPARATO PROFILI METODOLOGICI: a) Cenni introduttivi b) La comparazione nel diritto tributario: cosa, come e perché comparare c) Comparazione e studio del diritto tributario straniero d) Comparazione e linguaggio giuridico e) Comparazione e interpretazione I PRINCIPI FONDAMENTALI DEL PRELIEVO TRIBUTARIO (ANALISI COMPARATA): a) I rapporti tra fisco e costituzione b) La riserva di legge c) Il principio di legalità d) Il principio di uguaglianza tributaria e) Il principio di competenza (accentramento, decentramento, federalismo fiscale) f) Le garanzie del contribuente nel rapporto con l Amministrazione finanziaria ALCUNE APPLICAZIONI DEL DIRITTO TRIBUTARIO COMPARATO: a) Armonizzazione fiscale e comparazione (il caso dell IRAP) b) La tassazione dei gruppi di società (Il Bilancio consolidato) c) Le Controlled Foreign Companies d) La tassazione delle attività illecite e) Gli accertamenti per accordi f) Segreto bancario e accertamento tributario LINEAMENTI DEI PRINCIPALI SISTEMI FISCALI STRANIERI Lineamenti essenziali dei sistemi fiscali dei principali Stati europei ed extraeuropei, con particolare riferimento: - Ai principi fondamentali del prelievo fiscale - Alla struttura dei singoli tributi - Ai sistemi di accertamento - Ai rimedi amministrativi e giurisdizionali - Ai sistemi di riscossione 13

14 D) FISCALITÁ DEGLI STRUMENTI FINANZIARI Profili economici - Il sistema finanziario - I mercati finanziari internazionali ed italiani - Il sistema bancario italiano e internazionale - Gli strumenti finanziari innovativi - I principali contratti derivati: futures e forward, options and swaps - Gli hybrid financial instruments - I fondi comuni di investimento - L elemento fiscale nella gestione finanziaria Profili giuridici - I valori mobiliari fattispecie e disciplina - Gli intermediari finanziari - La vigilanza sui mercati mobiliari e finanziari Profili fiscali - L imposizione sui redditi dei valori mobiliari e sulle transazioni finanziarie analisi delle fattispecie - FTT (Financial Transaction Tax, c.d. Tobin Tax) - Il trattamento fiscale dei principali strumenti derivati - Fondi comuni e imposizione fiscale - Fondi pensione e imposizione fiscale - Le attività finanziarie detenute all estero - L imposizione sugli intermediari finanziari 14

15 E) MODULI DIDATTICI SPECIALISTICI Evasione ed elusione fiscale internazionale PIANIFICAZIONE, ELUSIONE ED EVASIONE FISCALE INTERNAZIONALE: - La concorrenza fiscale tra Stati e la pianificazione fiscale internazionale - Le norme internazionali in materia di concorrenza fiscale nociva - Elusione ed evasione: caratteri e limiti di liceità DISPOSIZIONI INTERNE CONTRO L ELUSIONE E L EVASIONE FISCALE INTERNAZIONALE: - Il trasferimento della residenza delle persone fisiche nei Paesi a bassa fiscalità - I paradisi fiscali - Il trasferimento della residenza delle persone giuridiche all estero ed esterovestizione (in questo modulo o nel successivo?) - Operazioni con imprese residenti all estero - Operazioni con imprese residenti in Paesi a bassa fiscalità - Utili derivanti da imprese estere partecipate ( C.F.C. Controlled Foreign Companies - Dividendi corrisposti da imprese residenti in Paesi a bassa fiscalità - L indeducibilità dei costi black list - L interpello sull applicazione delle norme antielusive L ABUSO DELLE CONVENZIONI INTERNAZIONALI IN MATERIA FISCALE: - Abuso del diritto ed elusione fiscale - Il concetto di abuso nelle convenzioni internazionali e nel diritto europeo - Le diverse fattispecie di abuso PROFILI PENALI DELL EVASIONE FISCALE INTERNAZIONALE - La normativa italiana - Analisi comparata - Studio di casi 15

16 IMPOSIZIONE DIRETTA DELLE IMPRESE MULTINAZIONALI GENERALITÀ: - L impresa multinazionale di gruppo (nozione economica e definizioni legali) - Branches e subsidiaries - Analisi comparata dei diversi sistemi di tassazione dei gruppi in Europa - La Common Consolidated Corporate Tax Base (CCCTB) - Il regime della cooperative compliance - Il rapporto OCSE su Base Erosion and Profit Shifting e il relativo Action plan I CRITERI DI COLLEGAMENTO TERRITORIALE NEI GRUPPI DI IMPRESE: - La tassazione in Italia delle società non residenti - La stabile organizzazione - Le joint ventures - Il G.E.I.E. LA TASSAZIONE DEL REDDITO DEI GRUPPI DI IMPRESE MULTINAZIONALI: - Il sistema della participation exemption e il suo recepimento in Italia - L imputazione per trasparenza (disciplina interna e riflessi internazionali) - La tassazione su basi consolidate (nazionale e mondiale) I C.D. PREZZI DI TRASFERIMENTO: - Fisionomia del fenomeno - La disciplina OCSE ed i suoi rapporti con la normativa interna - La documentazione nazionale - I metodi di determinazione - Processi di Business restructuring implicazioni fiscali - Il c.d. transfer pricing interno. - Strumenti di risoluzione dei conflitti in materia di transfer pricing - L istituto del ruling internazionale e gli APA LE RIORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI DI IMPRESE: - Le riorganizzazioni nel contesto europeo - La Merger Directive e il suo recepimento in Italia - Conferimenti e scambi di partecipazioni transfrontalieri - Fusioni e scissioni transfrontaliere - Trasferimenti di sede LE ALTRE FATTISPECIE REDDITUALI TRANSNAZIONALI RIFERIBILI ALLE IMPRESE: - I dividendi transnazionali - Gli interessi - Le royalties 16

17 Profili fiscali del lavoro all estero - La movimentazione di personale dipendente in Italia e all estero. Profili giuridici e tipologie contrattuali. - Nozioni di base in tema di reddito di lavoro dipendente. L evoluzione normativa della tassazione del reddito di lavoro all estero. - Il regime del D.Lgs. 314/97. Aspetti della sostituzione tributaria. - Ipotesi di pianificazione e problemi applicativi del regime convenzionale. - Le politiche di neutralità fiscale quale elemento di strategia retributiva. - Fringe benefits e attività di lavoro all estero. - T.F.R. - Altre indennità - Problemi della previdenza complementare. - Il regime contributivo: legislazione italiana e accordi internazionali in materia di sicurezza sociale dei lavoratori italiani all estero. - Aspetti della sostituzione tributaria Credito d imposta. - I redditi di collaborazione nei rapporti internazionali. 17

18 Profili fiscali del Trust PROFILI GIURIDICO-INTERNAZIONALI: - I trust: dati strutturali, l istituzione, la segregazione, il trust autodichiarato - Il trust e figure civilistiche (mandato, fondo patrimoniale) - La Convenzione dell'aja del 1985, la legge interna di ratifica 364/89 - Il trust interno - La dottrina italiana sul trust interno - La giurisprudenza italiana in materia di trust interno - La prassi amministrativa - Le finalità dei trust nell esperienza dei trust interni - Alcuni esempi concreti PROFILI FISCALI: - Le imposte dovute sulla costituzione del trust - Il trattamento tributario nelle imposte dirette - Il Trust nei trattati contro le doppie imposizioni - L imposta sul valore aggiunto - L imposta sulle donazioni 18

19 Profili fiscali della new economy LA FISCALITÀ DIRETTA DEL COMMERCIO ELETTRONICO INTERNAZIONALE: - L'individuazione del luogo di imposizione delle attività svolte via Internet: Principio di tassazione mondiale vs. principio di tassazione territoriale nel diritto tributario internazionale; Il concetto di stabile organizzazione e la sua importanza nell ambito del commercio elettronico (art. 5, Modello di Convenzione OCSE); I criteri per la determinazione dell esistenza di una stabile organizzazione di una impresa operante nel settore dell e-commerce; Riflessi tributari dell esistenza o meno della stabile organizzazione; - La qualificazione delle tipologie di reddito generate dal commercio elettronico e relativa imposizione: Analisi del fenomeno della forza di attrazione della stabile organizzazione; Distinzione tra proventi considerabili business income e i proventi considerabili royalties (Art. 7, Art. 12, Modello di Convenzione OCSE); Eventuali riflessioni su casi di commercio elettronico diretto e le implicazioni tributarie del diritto d autore; - Problematiche concernenti l allocazione del reddito e i prezzi di trasferimento: La disciplina interna e internazionale dei prezzi di trasferimento; Come determinare il valore delle operazioni infragruppo; L articolo 7 del Modello di Convenzione OCSE relativamente al commercio elettronico; Individuazioni delle funzioni svolte dalle unità di impresa e valore attribuibile alle stesse; - Ipotesi di pianificazione fiscale del commercio elettronico: La possibilità di delocalizzazione delle attività commerciali mediante il ricorso al commercio elettronico; L utilizzo dei paradisi fiscali per l esercizio delle attività commerciali via Internet; la normativa nazionale di contrasto; Pianificazione in vista di quotazione delle azioni di società operanti nel commercio elettronico; La tassazione indiretta del commercio elettronico: - LA DISCIPLINA IVA APPLICABILE AL COMMERCIO ELETTRONICO: I principi della VI Direttiva CE, la normativa interna e possibile applicazione al commercio elettronico; La qualificazione delle operazioni. Come considerare il commercio elettronico diretto: cessioni di beni o prestazioni di servizi? Riflessi tributari; La Direttiva del febbraio 2002; 19

20 Fiscalità del trasporto internazionale Nozioni di diritto dei trasporti La fiscalità del trasporto terrestre: - La fiscalità dell automobile (orientamenti UE e regimi nazionali) La fiscalità del trasporto marittimo - La tonnage tax - L IVA sulle operazioni effettuate a bordo della nave - Le tasse marittime e portuali La fiscalità del trasporto aereo: - Le convenzioni internazionali contro la doppia imposizione - L IVA sulle prestazioni di trasporto aereo 20

INDICE. Presentazione della Prima edizione... Pag. Presentazione della Seconda edizione...» VII INTRODUZIONE

INDICE. Presentazione della Prima edizione... Pag. Presentazione della Seconda edizione...» VII INTRODUZIONE INDICE Presentazione della Prima edizione... Pag. V Presentazione della Seconda edizione...» VII INTRODUZIONE 1. L evoluzione del diritto tributario internazionale... Pag. XXI 2. La resistenza alle limitazioni

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO 1. Il diritto tributario e le entrate dello Stato... pag. 1 2. Le fonti del diritto...» 6 3. Le fonti

Dettagli

1 Redditi di capitale 3 1.1 Aspetti definitori 4 1.2 Redditi di capitale 5 1.3 Determinazione dei redditi di capitale 6

1 Redditi di capitale 3 1.1 Aspetti definitori 4 1.2 Redditi di capitale 5 1.3 Determinazione dei redditi di capitale 6 Indice Introduzione XV Parte prima PRINCIPI GENERALI 1 Redditi di capitale 3 1.1 Aspetti definitori 4 1.2 Redditi di capitale 5 1.3 Determinazione dei redditi di capitale 6 2 Redditi diversi di natura

Dettagli

Doing Business in San Marino. di Antonio Valentini e Valentina Vannoni

Doing Business in San Marino. di Antonio Valentini e Valentina Vannoni Doing Business in San Marino di Antonio Valentini e Valentina Vannoni A Maria Clara e a Ludovica Prefazione... 13 Capitolo 1- Aspetti generali 1.1 Da modello opaco a modello trasparente... 15 1.2 Il sistema

Dettagli

Indice generale sistematico

Indice generale sistematico Indice generale sistematico Prefazione del Vice Ministro delle Attività Produttive con delega al Commercio estero, on. A. Urso Prefazione del prof. V. Uckmar Prefazione del Rettore dell Istituto Universitario

Dettagli

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6549 - MASTER IN DIRITTO TRIBUTARIO DELL'IMPRESA

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6549 - MASTER IN DIRITTO TRIBUTARIO DELL'IMPRESA CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6549 - MASTER IN DIRITTO TRIBUTARIO DELL'IMPRESA Regione di Presentazione: ID Corso: Organismo di formazione: Tipo organismo: Data invio telematico: Stato corso: ID

Dettagli

INDICE CAPITOLO I QUALIFICAZIONE DEI REDDITI D IMPRESA PRODOTTI ALL ESTERO

INDICE CAPITOLO I QUALIFICAZIONE DEI REDDITI D IMPRESA PRODOTTI ALL ESTERO INDICE CAPITOLO I QUALIFICAZIONE DEI REDDITI D IMPRESA PRODOTTI ALL ESTERO INTRODUZIONE La qualificazione dei redditi prodotti all estero nell ordinamento fiscale italiano 1. La tassazione dei redditi

Dettagli

1. LECITO RISPARMIO D IMPOSTA (tax saving) 2. EVASIONE FISCALE (tax insolvency) 3. ELUSIONE FISCALE (tax avoidance) La prima è chiaramente lecita,

1. LECITO RISPARMIO D IMPOSTA (tax saving) 2. EVASIONE FISCALE (tax insolvency) 3. ELUSIONE FISCALE (tax avoidance) La prima è chiaramente lecita, Modalità per ridurre il carico fiscale 1. LECITO RISPARMIO D IMPOSTA (tax saving) 2. EVASIONE FISCALE (tax insolvency) 3. ELUSIONE FISCALE (tax avoidance) La prima è chiaramente lecita, mentre le altre

Dettagli

Percorsi di formazione 2015

Percorsi di formazione 2015 Percorsi di formazione 2015 Indice dei Corsi Focus 1 Focus 2 Focus 3 Focus 4 Focus 5 Focus 6 Focus 7 Focus 8 Focus 9 Focus 10 Focus 11 Focus 12 La regolazione del rapporto di lavoro - Elementi fondamentali

Dettagli

INDICE. Premessa... pag. 11

INDICE. Premessa... pag. 11 INDICE Premessa... pag. 11 CAPITOLO PRIMO LA CESSIONE DELLE PARTECIPAZIONI NEL REDDITO DI IMPRESA 1. La cessione delle partecipazioni nel reddito d impresa... pag. 13 1.1 I diversi regimi fiscali applicabili

Dettagli

1 La scelta dei soggetti da sottoporre a verifica fiscale» 1 di Vito Caradonna

1 La scelta dei soggetti da sottoporre a verifica fiscale» 1 di Vito Caradonna Indice Prefazione di Giancarlo Pezzuto e Gianfranco Tomassoli pag. xiii 1 La scelta dei soggetti da sottoporre a verifica fiscale» 1 di Vito Caradonna 1.1 Premessa» 2 1.2 Profili giuridici e operativi»

Dettagli

PROFILI DI FISCALITÀ INTERNAZIONALE E PROBLEMATICHE CONNESSE ALLA C.D. DIGITAL ECONOMY

PROFILI DI FISCALITÀ INTERNAZIONALE E PROBLEMATICHE CONNESSE ALLA C.D. DIGITAL ECONOMY PROFILI DI FISCALITÀ INTERNAZIONALE E PROBLEMATICHE CONNESSE ALLA C.D. DIGITAL ECONOMY IL CONTESTO DI RIFERIMENTO Nel periodo 1986/1997 le società italiane, con almeno una partecipazione oltre frontiera,

Dettagli

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1. 1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.2 La dematerializzazione delle azioni 1.1.2.1 Profili fiscali 1.1.3

Dettagli

Il trattamento fiscale dei dividendi transfrontalieri

Il trattamento fiscale dei dividendi transfrontalieri Focus di pratica professionale di Fabio Giommoni Il trattamento fiscale dei dividendi transfrontalieri La recente sentenza della CTR dell'aquila n.390/12, in materia di rimborso delle ritenute sui dividendi

Dettagli

Percorsi di formazione 2014

Percorsi di formazione 2014 Percorsi di formazione 2014 Indice dei Corsi Percorso Formativo Modulo 1 Elementi fondamentali di contabilità generale Modulo 2 Fondamentali dell IVA Modulo 3 Il reddito d impresa - Corso base Modulo 4

Dettagli

UNITA ORGANIZZATIVA COMPLESSA FORMAZIONE POST-LAUREA IL RETTORE

UNITA ORGANIZZATIVA COMPLESSA FORMAZIONE POST-LAUREA IL RETTORE Università della Calabria - Amministrazione Centrale D.R. n.1956 del 13/10/2014 UNITA ORGANIZZATIVA COMPLESSA FORMAZIONE POST-LAUREA IL RETTORE VISTO il proprio decreto 23 marzo 2012 n. 562 con il quale

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA ITALIANA

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA ITALIANA INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA ITALIANA Aspetti pratici, legali e tributari, dei contratti di distribuzione, di licenza di marchi e brevetti, i prezzi di trasferimento e l accertamento fiscale Bologna,

Dettagli

PErcOrsI OPErAtIvI. Guida fiscale alla internazionalizzazione delle imprese. 1 a 2Edizione a 2015 2014. seminari. 7 moduli 7 specialistici

PErcOrsI OPErAtIvI. Guida fiscale alla internazionalizzazione delle imprese. 1 a 2Edizione a 2015 2014. seminari. 7 moduli 7 specialistici PErcOrsI OPErAtIvI di FIscALItà INtErNAzIONALE Guida fiscale alla internazionalizzazione delle imprese seminari specialistici 1 a 2Edizione a 2015 2014 VENEZIA MILANO 7 moduli 7 specialistici dal dal 1315

Dettagli

Manuale di Contabilità Aziendale. di Paolo Montinari

Manuale di Contabilità Aziendale. di Paolo Montinari Manuale di Contabilità Aziendale di Paolo Montinari Indice sistematico Capitolo 1 -La contabilità e il metodo della partita doppia 1.1 La funzione della contabilità... 15 1.2 Il metodo della partita doppia

Dettagli

L INTESTAZIONE FIDUCIARIA

L INTESTAZIONE FIDUCIARIA SOMMARIO Capitolo I L INTESTAZIONE FIDUCIARIA 1. Premessa... 3 2. Il negozio fiduciario... 4 3. L intestazione fiduciaria di beni a favore di società fiduciarie: il mandato fiduciario... 10 4. Le società

Dettagli

15 MASTER TRIBUTARIO PROGRAMMA AULA FISCALITA INTERNAZIONALE

15 MASTER TRIBUTARIO PROGRAMMA AULA FISCALITA INTERNAZIONALE 15 MASTER TRIBUTARIO PROGRAMMA AULA FISCALITA INTERNAZIONALE DATA ARGOMENTO RIFERIMENTI NORMATIVI DOCENTI 20/04 Le fonti del diritto tributario internazionale e le convenzioni contro le doppie imposizioni

Dettagli

Milano, 5 agosto 2015. a cura di Dott. Alessandro Gulisano Avv. Aura Moraglia Dott. Gianpiero Notarangelo IN QUESTO NUMERO

Milano, 5 agosto 2015. a cura di Dott. Alessandro Gulisano Avv. Aura Moraglia Dott. Gianpiero Notarangelo IN QUESTO NUMERO Milano, 5 agosto 2015 a cura di Dott. Alessandro Gulisano Avv. Aura Moraglia Dott. Gianpiero Notarangelo IN QUESTO NUMERO NOTA ILLUSTRATIVA SULLE MODIFICHE CHE VERRANNO INTRODOTTE DAL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

Indice. Prefazione, di Victor Uckmar. Introduzione 1

Indice. Prefazione, di Victor Uckmar. Introduzione 1 Indice Prefazione, di Victor Uckmar xv Introduzione 1 1. I redditi di natura nanziaria nel sistema tributario italiano 9 1. Cenni sull evoluzione del concetto di reddito durante la vigenza dell imposta

Dettagli

INDICE GENERALE. Parte I Premesse. Parte IV Appendice. Indice analitico

INDICE GENERALE. Parte I Premesse. Parte IV Appendice. Indice analitico INDICE GENERALE Parte I Premesse 1. Note introduttive... pag. 14 2. Tavole di concordanza 2.1 DPR n. 633/1972 Dir. n. 2006/112 Reg. 282/2011/UE DL n. 331/93... pag. 16 2.2 DL n. 331/1993 DPR n. 633/1972...

Dettagli

Attività finanziarie

Attività finanziarie Attività finanziarie - Regime sostitutivo per i redditi da capitale e le plusvalenze - Base imponibile - Regimi di imposizione alternativi: Risparmio individuale, risparmio amministrato, risparmio individuale

Dettagli

LA FISCALITA INTERNAZIONALE

LA FISCALITA INTERNAZIONALE LA FISCALITA INTERNAZIONALE Il contesto economico attuale richiede che molti tra coloro che intraprendono una iniziativa economica debbano sapersirelazionare con Paesi diversi aventi contesti e mercati

Dettagli

DIRITTO PRIVATO E DIRITTO COMMERCIALE OPERAZIONI STRAORDINARIE E ALTRE OPERAZIONI PROFESSIONALI TIPICHE DIRITTO TRIBUTARIO

DIRITTO PRIVATO E DIRITTO COMMERCIALE OPERAZIONI STRAORDINARIE E ALTRE OPERAZIONI PROFESSIONALI TIPICHE DIRITTO TRIBUTARIO Programma Analitico DIRITTO PRIVATO E DIRITTO COMMERCIALE OPERAZIONI STRAORDINARIE E ALTRE OPERAZIONI PROFESSIONALI TIPICHE DIRITTO TRIBUTARIO ELEMENTI DI DIRITTO DEL LAVORO ORDINAMENTO, TARIFFA E DEONTOLOGIA

Dettagli

Circolare monotematica LUGLIO 2015

Circolare monotematica LUGLIO 2015 Circolare monotematica LUGLIO 2015 1 OPERARE ALL ESTERO Novità in corso di introduzione per effetto del Decreto legislativo, ancora in esame, in attuazione della Legge delega 11 Marzo 2014, n.23 1. NOVITA

Dettagli

Secondo semestre: Gli studenti potranno prendere contatto con il docente, via e-mail, anche per concordare la data e l orario di ricevimento.

Secondo semestre: Gli studenti potranno prendere contatto con il docente, via e-mail, anche per concordare la data e l orario di ricevimento. I SEMESTRE LUSPIO Facoltà di Economia - Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Internazionale Insegnamento di Diritto Tributario Comparato IUS/12 (70 ore per 9 CFU) Docente: Giuseppe Molinaro

Dettagli

I MANUALI DEL PROFESSIONISTA

I MANUALI DEL PROFESSIONISTA I MANUALI DEL PROFESSIONISTA Michele ADINOLFI - Francesco GRECO Francesco MAZZOTTA - Marco TOLLA Marco THIONE - Fernando RAPONE Manuale di Diritto tributario Prefazione Conoscendo l importante percorso

Dettagli

BUSINESS VALUE S.r.l. VIA DI PANICO, 54-00186 ROMA P.IVA 04077001008 Tel. 06-686 14 58 Fax 06-686 15 92

BUSINESS VALUE S.r.l. VIA DI PANICO, 54-00186 ROMA P.IVA 04077001008 Tel. 06-686 14 58 Fax 06-686 15 92 I PREZZI DI TRASFERIMENTO INFRAGRUPPO SERVIZI OFFERTI DA BUSINESS VALUE LUGLIO 2010 BUSINESS VALUE S.r.l. VIA DI PANICO, 54-00186 ROMA P.IVA 04077001008 Tel. 06-686 14 58 Fax 06-686 15 92 PREMESSA La tematica

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN. e-t@x. La gestione telematica dei rapporti tributari

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN. e-t@x. La gestione telematica dei rapporti tributari MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN e-t@x. La gestione telematica dei rapporti tributari Il primo master universitario di diritto tributario totalmente in rete a.a. 2006-2007 1.Finalità Il Master

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Ente Pubblico non Economico

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Ente Pubblico non Economico Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Ente Pubblico non Economico SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE CONTABILE ED ALLE PROVE DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO

Dettagli

I REDDITI DI CAPITALE. Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1

I REDDITI DI CAPITALE. Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1 I REDDITI DI CAPITALE Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1 REDDITI DI CAPITALE Fondamento normativo - artt. 44-48 TUIR - artt. 26-27-ter D.P.R. n. 600/73 Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario

Dettagli

MASTER DI DIRITTO TRIBUTARIO INTERNAZIONALE

MASTER DI DIRITTO TRIBUTARIO INTERNAZIONALE QE-1-PO-16 Programma corso Pag 1 di 17 Ministero dell economia e delle finanze Scuola superiore dell economia e delle finanze Dipartimento delle Scienze Tributarie MASTER DI DIRITTO TRIBUTARIO INTERNAZIONALE

Dettagli

LA FISCALITA NELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA

LA FISCALITA NELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA LA FISCALITA NELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA Fabio Landuzzi 14 ottobre 2014 www.pirolapennutozei.it Fiscalità nell internazionalizzazione dell impresa LE CONVENZIONI CONTRO LE DOPPIE IMPOSIZIONI:

Dettagli

Il regime fiscale dei fondi e delle SICAF immobiliari

Il regime fiscale dei fondi e delle SICAF immobiliari Il regime fiscale dei fondi e delle SICAF immobiliari Dott. Domenico Ponticelli (Di Tanno & Associati) SIIQ, SICAF E FONDI IMMOBILIARI Evoluzione degli strumenti di investimento immobiliare 21 Maggio 2015

Dettagli

INDIRIZZO :RELAZIONI INTERNAZIONALI A.S. 2014/2015 Prof. Moretto Giampiero

INDIRIZZO :RELAZIONI INTERNAZIONALI A.S. 2014/2015 Prof. Moretto Giampiero Programma di Economia Aziendale Classe IV /D INDIRIZZO :RELAZIONI INTERNAZIONALI A.S. 2014/2015 Prof. Moretto Giampiero Unità 1 Le società di capitali nel sistema economico mondiale Lezione 1 Società di

Dettagli

SOMMARIO. Parte I I RAPPORTI TRA AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA E CONTRIBUENTE

SOMMARIO. Parte I I RAPPORTI TRA AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA E CONTRIBUENTE Sommario SOMMARIO Parte I I RAPPORTI TRA AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA E CONTRIBUENTE Capitolo I L ORGANIZZAZIONE DELL AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA E I CONTROLLI TRIBUTARI 1. Considerazioni preliminari...

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo I MOBILITÀ GEOGRAFICA DEI LAVORATORI ASPETTI LAVORISTICI. Capitolo II RESIDENZA FISCALE

SOMMARIO. Capitolo I MOBILITÀ GEOGRAFICA DEI LAVORATORI ASPETTI LAVORISTICI. Capitolo II RESIDENZA FISCALE SOMMARIO Introduzione... VII Nota Autori... IX Capitolo I MOBILITÀ GEOGRAFICA DEI LAVORATORI ASPETTI LAVORISTICI di Stefania Radoccia 1.1. Introduzione... 1 1.1.1. Focus sui recenti sviluppi normativi

Dettagli

A cura dello Studio F. Ghiglione e A. Ghio IMPOSTE DIRETTE

A cura dello Studio F. Ghiglione e A. Ghio IMPOSTE DIRETTE Milano, 5 aprile 2013 Informazioni tributarie 1.4/04/2013 A cura dello Studio F. Ghiglione e A. Ghio IMPOSTE DIRETTE 1. PEX REGIME DI PARTECIPATION EXEMPTION. NUOVI CHIARIMENTI. (CIRCOLARE N. 7/E DELL

Dettagli

IL PROCESSO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE di Lino De Vecchi 15. INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE: PERCHÉ SIMEST di Massimo D Aiuto 17

IL PROCESSO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE di Lino De Vecchi 15. INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE: PERCHÉ SIMEST di Massimo D Aiuto 17 L OPINIONE IL PROCESSO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE di Lino De Vecchi 15 INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE: PERCHÉ SIMEST di Massimo D Aiuto 17 SACE S.p.A. Divisione Marketing della SACE

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... TASSAZIONE DEI REDDITI PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... TASSAZIONE DEI REDDITI PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Premessa... XVII PARTE PRIMA TASSAZIONE DEI REDDITI CAPITOLO 1 I REDDITI DELLE PERSONE FISICHE 1. Introduzione... 3 2. I soggetti passivi residenti in Italia: nozione di residenza delle

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN GIURISPRUDENZA. Insegnamento di Diritto Tributario IUS/12 CFU 10 A.A. 2014-2015. Docente: Prof.

CORSO DI LAUREA IN GIURISPRUDENZA. Insegnamento di Diritto Tributario IUS/12 CFU 10 A.A. 2014-2015. Docente: Prof. CORSO DI LAUREA IN GIURISPRUDENZA Insegnamento di Diritto Tributario IUS/12 CFU 10 A.A. 2014-2015 Docente: Prof. ssa Carla Lollio E-mail: carla.lollio@unicusano.it (solo per comunicazioni interne e amministrative)

Dettagli

CORSO DI FISCALITA INTERNAZIONALE 2^ semestre 2015

CORSO DI FISCALITA INTERNAZIONALE 2^ semestre 2015 CORSO DI FISCALITA INTERNAZIONALE 2^ semestre 2015 Relatore: Dott. Luciano Sorgato Il corso prevede un ciclo di otto incontri della durata di tre ore e mezza ciascuno dalle ore 09,30 alle ore 13,00 presso

Dettagli

CONTROLLED FOREIGN COMPANIES: tra vecchie e nuove ipotesi (Articolo 167, c. 8-bis e 8-ter, D.P.R. n. 917/1986)

CONTROLLED FOREIGN COMPANIES: tra vecchie e nuove ipotesi (Articolo 167, c. 8-bis e 8-ter, D.P.R. n. 917/1986) CONTROLLED FOREIGN COMPANIES: tra vecchie e nuove ipotesi (Articolo 167, c. 8-bis e 8-ter, D.P.R. n. 917/1986) (Roberto M. Cagnazzo) CAMERA AVVOCATI TRIBUTARISTI DI TORINO Torino, 10 Ottobre 2012 DISCIPLINA

Dettagli

Corso di Porta Romana, 6 20122 Milano - Italy tel: (+39) 02.80.58.30.88 fax: (+39) 02.80.61.90.40 email: info@studiolivieri.

Corso di Porta Romana, 6 20122 Milano - Italy tel: (+39) 02.80.58.30.88 fax: (+39) 02.80.61.90.40 email: info@studiolivieri. IL "KNOW-HOW" Lo Studio possiede un particolare know-how professionale nel campo fiscale e societario, che il suo fondatore, Luciano Olivieri, ha acquisito nel corso di molti anni di attività in qualità

Dettagli

Rientro dei capitali Convegno con gli esperti di telefisco. Milano, 24 febbraio 2014

Rientro dei capitali Convegno con gli esperti di telefisco. Milano, 24 febbraio 2014 Rientro dei capitali Convegno con gli esperti di telefisco Milano, 24 febbraio 2014 Le criticità della voluntary disclosure tra fiscalità internazionale e aspetti operativi il contesto fiscale internazionale

Dettagli

SOMMARIO Parte I IL SISTEMA DELLE IMPOSTE SUI REDDITI

SOMMARIO Parte I IL SISTEMA DELLE IMPOSTE SUI REDDITI SOMMARIO Parte I IL SISTEMA DELLE IMPOSTE SUI REDDITI Capitolo I L EVOLUZIONE DEL SISTEMA DI TASSAZIONE DEI REDDITI DI NATURA FINANZIARIA NELL ORDINAMENTO GIURIDICO ITALIANO 1. Premessa... 3 2. I redditi

Dettagli

EVOLUZIONE DEL CONTESTO FISCALE INTERNAZIONALE

EVOLUZIONE DEL CONTESTO FISCALE INTERNAZIONALE S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Voluntary disclosure EVOLUZIONE DEL CONTESTO FISCALE INTERNAZIONALE CARLO GALLI CLIFFORD CHANCE 13 FEBBRAIO 2015 MILANO Il segreto bancario è morto Algirdas

Dettagli

OGGETTO: Istanza di Interpello - Art. 11, legge 27-7-2000, n. 212. XX

OGGETTO: Istanza di Interpello - Art. 11, legge 27-7-2000, n. 212. XX RISOLUZIONE N. 17/E Roma, 27 gennaio 2006 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Prot. n. 2005/180472 OGGETTO: Istanza di Interpello - Art. 11, legge 27-7-2000, n. 212. XX Con l interpello specificato

Dettagli

LA TERRITORIALITA DEI SERVIZI INTRACOMUNITARI TRA NOVITA', PROFILI PROBLEMATICI E CONSEGUENZE ACCERTATIVE E SANZIONATORIE

LA TERRITORIALITA DEI SERVIZI INTRACOMUNITARI TRA NOVITA', PROFILI PROBLEMATICI E CONSEGUENZE ACCERTATIVE E SANZIONATORIE LA TERRITORIALITA DEI SERVIZI INTRACOMUNITARI TRA NOVITA', PROFILI PROBLEMATICI E CONSEGUENZE ACCERTATIVE E SANZIONATORIE IL CONCETTO DI TERRITORIALITÀ NEGLI SCAMBI TRA SOGGETTI RESIDENTI NELL'UNIONE EUROPEA

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome / Cognome Indirizzo residenza Indirizzo studio Viale Olimpico, 100 81031 Aversa (CE) Via Mariano D Ayala, 13 80121 Napoli Via Guastalla, 15 20121 -

Dettagli

Articoli di approfondimento e altre pubblicazioni a firma di Gianluca Cristofori

Articoli di approfondimento e altre pubblicazioni a firma di Gianluca Cristofori Articoli di approfondimento e altre pubblicazioni a firma di Gianluca Cristofori Scissione di patrimoni netti contabili negativi: profili civilistici, contabili e fiscali in Rivista delle Operazioni Straordinarie

Dettagli

PROBLEMI ATTUALI E RISCHI PENALI DELLA PIANIFICAZIONE FISCALE INTERNAZIONALE.

PROBLEMI ATTUALI E RISCHI PENALI DELLA PIANIFICAZIONE FISCALE INTERNAZIONALE. Seminario di formazione REATI TRIBUTARI:PROBLEMI ATTUALI E RISCHI PENALI DELLA PIANIFICAZIONE FISCALE INTERNAZIONALE Milano, 3 marzo 2008 Relazione PROBLEMI ATTUALI E RISCHI PENALI DELLA PIANIFICAZIONE

Dettagli

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - Gli utili da partecipazione e i proventi equiparati Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 7 Prassi amministrativa... 12 Schema n. 1 - Il regime dei dividendi:

Dettagli

La lente sul fisco. Le novità della Legge di Stabilità 2012 e del Decreto Salva Italia. Guida Operativa. L Aggiornamento Professionale on-line

La lente sul fisco. Le novità della Legge di Stabilità 2012 e del Decreto Salva Italia. Guida Operativa. L Aggiornamento Professionale on-line La lente sul fisco L Aggiornamento Professionale on-line Guida Operativa Le novità della Legge di Stabilità 2012 e del Decreto Salva Italia A cura della Redazione La Lente sul Fisco Coordinamento scientifico

Dettagli

Summary 2014 - Grecia

Summary 2014 - Grecia Summary 2014 - Grecia Informazioni generali: Valuta - Euro ( EUR) Mobilità dei capitali - Non ci sono restrizioni sulla mobilità dei capitali, ma le esportazioni di valuta estera devono essere effettuate

Dettagli

S.A.F. FONDAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DI MILANO. Calendario corsi di formazione anno 2015

S.A.F. FONDAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DI MILANO. Calendario corsi di formazione anno 2015 Fondazione dei Dottori commercialisti di 1 13/01/2015 13/01, 20/01, 27/01, 4/02, 17/02/2015 Ore 16,00-20,00 Amministratori e revisori di condominio Modulo Adempimenti - amministrazione 20 250,00 2 23/01/2015

Dettagli

Anno Accademico 2009/2010 II semestre. Luca Savino

Anno Accademico 2009/2010 II semestre. Luca Savino Corso di Economia Pubblica Anno Accademico 2009/2010 II semestre Luca Savino Facoltà di Scienze Politiche Corso di laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche Università degli Studi di Trieste La tassazione

Dettagli

Pianificazione fiscale internazionale: opportunità e rischi connessi alla gestione di imprese multinazionali.

Pianificazione fiscale internazionale: opportunità e rischi connessi alla gestione di imprese multinazionali. Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Cremona, 25/03/2015 Pianificazione fiscale internazionale: opportunità e rischi connessi alla gestione di imprese multinazionali. Analisi comparta

Dettagli

GLI ASPETTI LEGALI DELLE OPERAZIONI DI M&A

GLI ASPETTI LEGALI DELLE OPERAZIONI DI M&A SOMMARIO Parte prima CONSIDERAZIONI GENERALI 1. Osservazioni introduttive... pag. 3 2. Il fenomeno, le cause e l evoluzione delle operazioni di acquisizione e di M&A su aziende e partecipazioni... 5 3.

Dettagli

DENUNCIA FISCALITA DIRETTA denuncia 2007/4329

DENUNCIA FISCALITA DIRETTA denuncia 2007/4329 ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI (A.D.C.) Milano.. DENUNCIA FISCALITA DIRETTA denuncia 2007/4329 registrata con il numero di riferimento SG/CDC/2007/4436 aggiornamento sulla prassi e legislazione

Dettagli

Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG)

Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) Master IL NUOVO DIRITTO SOCIETARIO Aspetti giuridici ed economici, con particolare riferimento alla governance societaria Allegato 1 Programma didattico-scientifico

Dettagli

Definizione e classificazione erariale

Definizione e classificazione erariale Definizione e classificazione erariale Le imposte indirette colpiscono INDIRETTAMENTE la capacità contributiva del contribuente attraverso l applicazione di aliquote al momento dello scambio di un bene

Dettagli

Master in International Law Diritto Internazionale

Master in International Law Diritto Internazionale Master in International Law Diritto Internazionale DESTINATARI Il Corso si rivolge a professionisti o laureati di tutte le Università italiane o straniere che desiderano avere conoscenze più approfondite

Dettagli

RISOLUZIONE N. 113 /E

RISOLUZIONE N. 113 /E RISOLUZIONE N. 113 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 29 novembre 2011 OGGETTO: Interpello - articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Trattamento tributario dell attività di mediazione svolta ai sensi

Dettagli

E-commerce Aspetti giuridici e fiscali

E-commerce Aspetti giuridici e fiscali E-commerce Aspetti giuridici e fiscali Le principali problematiche legali e fiscali legate all e-commerce Milano 22 ottobre 2015 Dott. Beniamino Lo Presti www.avvghibellini.com www.studiovlp.it www.madv.eu

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE

TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO

Dettagli

Bando di ammissione al. MASTER IN DIRITTO TRIBUTARIO EZIO VANONI I Edizione

Bando di ammissione al. MASTER IN DIRITTO TRIBUTARIO EZIO VANONI I Edizione Bando di ammissione al MASTER IN DIRITTO TRIBUTARIO EZIO VANONI I Edizione Art. 1 Corso e posti La Scuola Superiore dell Economia e delle Finanze (SSEF) organizza il Master in Diritto Tributario Ezio Vanoni,

Dettagli

Profili fiscali dell e-commerce. Giovanni Rolle Centro Universitario per il Commercio Europeo ed Estero Dottore Commercialista

Profili fiscali dell e-commerce. Giovanni Rolle Centro Universitario per il Commercio Europeo ed Estero Dottore Commercialista Il commercio elettronico: aspetti legali, finanziari e tecnologici Profili fiscali dell e-commerce Giovanni Rolle Centro Universitario per il Commercio Europeo ed Estero Dottore Commercialista Torino,

Dettagli

Andrea QUATTROCCHI. Via G. Pellizza da Volpedo 8, 20149, Milano Tel: 340.3851804 E-mail: quattrocchiand@libero.it

Andrea QUATTROCCHI. Via G. Pellizza da Volpedo 8, 20149, Milano Tel: 340.3851804 E-mail: quattrocchiand@libero.it Andrea QUATTROCCHI Via G. Pellizza da Volpedo 8, 20149, Milano Tel: 340.3851804 E-mail: quattrocchiand@libero.it Dati personali Data e luogo di nascita: 12 luglio 1979, Catania. Titoli Luglio 2011: Conseguimento

Dettagli

LEGGE DI STABILITÀ 2013

LEGGE DI STABILITÀ 2013 LEGGE DI STABILITÀ 2013 La Camera dei deputati ha definitivamente approvato il 21 dicembre 2011 la legge Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità

Dettagli

Fiscalità internazionale e gruppi d imprese

Fiscalità internazionale e gruppi d imprese Fiscalità internazionale e gruppi d imprese IV edizione Corso di Alta Formazione Formazione Permanente 21 marzo - 23 maggio 2014 Direzione scientifica Prof. MARCO MICCINESI, Professore Ordinario di Diritto

Dettagli

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE Sistema tributario Insieme di tributi intesi come prestazioni di denaro obbligatorie (art. 53 Costituzione) L obbligatorietà vs. la contribuzione volontaria dovrebbe

Dettagli

FOCUS BRASILE Gli Investimenti in Brasile: strumenti giuridici e aspetti fiscali

FOCUS BRASILE Gli Investimenti in Brasile: strumenti giuridici e aspetti fiscali FOCUS BRASILE Gli Investimenti in Brasile: strumenti giuridici e aspetti fiscali Avv. Paolo Manzato Senior Partner Roberta Miotti Advogada in San Paolo Brasile, Lisbona Portogallo e Milano Italia Manzato

Dettagli

RISOLUZIONE N. 167/E. Roma, 21 aprile 2008. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

RISOLUZIONE N. 167/E. Roma, 21 aprile 2008. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso RISOLUZIONE N. 167/E Roma, 21 aprile 2008 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello -ART.11, legge 27 luglio 2000, n.212.- Applicabilità della Convenzione dello Stato di

Dettagli

Direzione Centrale del Personale. Selezione per il conferimento di incarichi dirigenziali

Direzione Centrale del Personale. Selezione per il conferimento di incarichi dirigenziali RU 2015/124055 Direzione Centrale del Personale Selezione per il conferimento di incarichi dirigenziali IL DIRETTORE DELL AGENZIA in base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito

Dettagli

INDICE PREMESSA... 9. 1. I DIVIDENDI DISTRIBUITI DA SOCIETÀ ED ENTI COMMERCIALI RESIDENTI... 11 di Francesco Facchini e Federico Salvadori

INDICE PREMESSA... 9. 1. I DIVIDENDI DISTRIBUITI DA SOCIETÀ ED ENTI COMMERCIALI RESIDENTI... 11 di Francesco Facchini e Federico Salvadori INDICE PREMESSA... 9 1. I DIVIDENDI DISTRIBUITI DA SOCIETÀ ED ENTI COMMERCIALI RESIDENTI... 11 di Francesco Facchini e Federico Salvadori 1. Premessa: le riforme che hanno interessato la disciplina dei

Dettagli

ISTRUZIONE SULL ATTIVITÀ DI VERIFICA

ISTRUZIONE SULL ATTIVITÀ DI VERIFICA COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III Reparto Operazioni Ufficio Tutela Entrate ISTRUZIONE SULL ATTIVITÀ DI VERIFICA VOLUME I PARTE I: Disposizioni generali in tema di verifiche e controlli PARTE

Dettagli

RISOLUZIONE N. 76/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito

RISOLUZIONE N. 76/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito RISOLUZIONE N. 76/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 novembre 2013 OGGETTO: Consulenza giuridica - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito Con la richiesta di consulenza

Dettagli

Requisiti soggettivi e oggettivi e aspetti operativi

Requisiti soggettivi e oggettivi e aspetti operativi Requisiti soggettivi e oggettivi e aspetti operativi Regime opzionale Possibilità offerta ai titolari di reddito di impresa di escludere parzialmente da tassazione i redditi derivanti dall utilizzo o dalla

Dettagli

Approvo la circolare 1/2008 "ISTRUZIONE SULL'ATTIVITÀ DI VERIFICA"

Approvo la circolare 1/2008 ISTRUZIONE SULL'ATTIVITÀ DI VERIFICA Approvo la circolare 1/2008 "ISTRUZIONE SULL'ATTIVITÀ DI VERIFICA" Roma, 22 dicembre 2008 II III COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III Reparto Operazioni - Ufficio Tutela Entrate N. 158/INCC ROMA,

Dettagli

AL FISCO 7ATTENZIONE

AL FISCO 7ATTENZIONE 7ATTENZIONE AL FISCO 7 Attenzione al fisco... 117 7.1 Consegna a domicilio... 118 7.2 Consegna in Rete... 120 7.3 L IVA nelle vendite all estero... 122 ATTENZIONE AL FISCO 7 7. Attenzione al fisco Dal

Dettagli

Dott. Massimiliano Longo Catania, 15 giugno 2013

Dott. Massimiliano Longo Catania, 15 giugno 2013 Dott. Massimiliano Longo Catania, 15 giugno 2013 Caso Bulgari Maxi operazione condotta dalla Guardia di Finanza nei confronti del brand del lusso per evasione fiscale da 46 milioni di euro. Sottratti al

Dettagli

Circolare n. 21 INDICE

Circolare n. 21 INDICE Circolare n. 21 del 15 giugno 2012 Imposte patrimoniali sugli immobili all estero, sulle attività finanziarie detenute all estero e sulle attività oggetto di scudo fiscale - Riepilogo della disciplina

Dettagli

VOLUNTARY DISCLOSURE STRUTTURE INTERPOSTE. Prof. Guido Feller Wealth Planning Azimut Dottore Commercialista. Firenze, 10 aprile 2015

VOLUNTARY DISCLOSURE STRUTTURE INTERPOSTE. Prof. Guido Feller Wealth Planning Azimut Dottore Commercialista. Firenze, 10 aprile 2015 VOLUNTARY DISCLOSURE STRUTTURE INTERPOSTE Prof. Guido Feller Wealth Planning Azimut Dottore Commercialista Firenze, 10 aprile 2015 Agenda 1. Introduzione 2. Polizze Vita 3. Società 4. Trust 5. Sintesi

Dettagli

Paradisi fiscali o paradisi legali? Dalla crisi finanziaria alla crisi degli ordinamenti non collaborativi ABI Eventi

Paradisi fiscali o paradisi legali? Dalla crisi finanziaria alla crisi degli ordinamenti non collaborativi ABI Eventi Paradisi fiscali o paradisi legali? Dalla crisi finanziaria alla crisi degli ordinamenti non collaborativi ABI Eventi Contrasto alla delocalizzazione dei redditi Giusta repressione o fobia anti-elusiva?

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Parte prima IL LEASING (Mariassunta Imbrenda)

INDICE-SOMMARIO. Parte prima IL LEASING (Mariassunta Imbrenda) INDICE-SOMMARIO Parte prima IL LEASING (Mariassunta Imbrenda) Capitolo I IL LEASING FRA DIRITTO POSITIVO E PRASSI NEGOZIALE 1. Evoluzione storica, struttura formale e sostrato tecnico-aziendale del leasing.

Dettagli

Articolo 7 (Modifiche alla disciplina delle Imposte sul Valore delle Attività Finanziarie all Estero (IVAFE) - Caso EU Pilot 5095/13/TAXU)

Articolo 7 (Modifiche alla disciplina delle Imposte sul Valore delle Attività Finanziarie all Estero (IVAFE) - Caso EU Pilot 5095/13/TAXU) Articolo 7 (Modifiche alla disciplina delle Imposte sul Valore delle Attività Finanziarie all Estero (IVAFE) - Caso EU Pilot 5095/13/TAXU) L articolo 7, apportando modifiche all articolo 19 del D.L. n.

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 24 del 18 giugno 2012 Imposte patrimoniali

Dettagli

Rinnovabili e Sviluppo

Rinnovabili e Sviluppo Rinnovabili e Sviluppo Investimenti e fiscalità Stefano Cervo 24 novembre 2011 Agenda Carve out del progetto e strutture di acquisizione Fiscalità delle operations 1 Premessa La variabile fiscale può influenzare

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

PARTE A Norme generali: novità 2006. CAPITOLO 1 LA NUOVA DISCIPLINA DEL RIPORTO DELLE PERDITE FISCALI di Marco Cossetto e Roberto Frascinelli

PARTE A Norme generali: novità 2006. CAPITOLO 1 LA NUOVA DISCIPLINA DEL RIPORTO DELLE PERDITE FISCALI di Marco Cossetto e Roberto Frascinelli ANALISI PARTE A Norme generali: novità 2006 CAPITOLO 1 LA NUOVA DISCIPLINA DEL RIPORTO DELLE PERDITE FISCALI di Marco Cossetto e Roberto Frascinelli 1. PREMESSA 17 2. PERDITE DELLE IMPRESE MINORI E DEI

Dettagli

Giugno 2008 EUROPA REGNO UNITO

Giugno 2008 EUROPA REGNO UNITO EUROPA Giugno 2008 REGNO UNITO Nella sentenza Vodafone del 4 luglio 2008, la High Court ha giudicato le norme inglesi in materia di Controlled Foreign Company (C.F.C.) contrarie al diritto comunitario.

Dettagli

Fiscal Approfondimento

Fiscal Approfondimento Fiscal Approfondimento Il Focus di qualità N. 11 24.03.2015 Dividendi intersocietari Normativa interna, normativa comunitaria e Convenzioni contro le doppie imposizioni Categoria: Ires Sottocategoria:

Dettagli

Circolare n. 6. del 21 gennaio 2013 INDICE. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di altre imposte indirette

Circolare n. 6. del 21 gennaio 2013 INDICE. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di altre imposte indirette Circolare n. 6 del 21 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di altre imposte indirette INDICE 1 Premessa... 2 2 Nuova imposta sulle transazioni finanziarie (c.d. Tobin tax )... 2 2.1

Dettagli

DIVIDENDI: LINEAMENTI GENERALI RELATIVI AL REGIME DI TASSAZIONE NAZIONALE, CONVENZIONALE E COMUNITARIO

DIVIDENDI: LINEAMENTI GENERALI RELATIVI AL REGIME DI TASSAZIONE NAZIONALE, CONVENZIONALE E COMUNITARIO MAP DIVIDENDI: LINEAMENTI GENERALI RELATIVI AL REGIME DI TASSAZIONE NAZIONALE, CONVENZIONALE E COMUNITARIO Con la riforma del sistema fi scale del 2004, è stato abolito il credito d imposta sui dividendi

Dettagli

Andaf: Libro bianco sulla semplificazione. Il contributo del Comitato tecnico fiscale

Andaf: Libro bianco sulla semplificazione. Il contributo del Comitato tecnico fiscale 479 APPROFONDIMENTO Andaf: Libro bianco sulla semplificazione. Il contributo del Comitato tecnico fiscale a cura di Salvatore Mattia (*) Il tema, urgente, della semplificazione delle norme è stato più

Dettagli

SOMMARIO Parte prima CONSIDERAZIONI GENERALI. Parte seconda GLI ASPETTI LEGALI DELLE OPERAZIONI DI M&A

SOMMARIO Parte prima CONSIDERAZIONI GENERALI. Parte seconda GLI ASPETTI LEGALI DELLE OPERAZIONI DI M&A SOMMARIO Parte prima CONSIDERAZIONI GENERALI 1. Osservazioni introduttive.... 3 2. Il fenomeno, le cause e l evoluzione delle operazioni di acquisizione e di M&A su aziende e partecipazioni... 5 3. La

Dettagli