Director. Le opportunità per i fondi di special situations nell attuale contesto economico Massimo Pancamo Management & Capitali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Director. Le opportunità per i fondi di special situations nell attuale contesto economico Massimo Pancamo Management & Capitali"

Transcript

1 Le opportunità per i fondi di special situations nell attuale contesto economico Massimo Pancamo Management & Capitali Director Bergamo, 3 Novembre 2008

2 Sommario Sezione 1. Breve profilo di M&C pag. 3 Sezione 2. L attuale contesto e i fondi di Special Situations 11 Sezione 3. Investimento in Botto Fila 21 Allegato A. Massimo Pancamo - Profilo 28 2

3 Sezione 1. Breve Profilo di M&C 3

4 Management & Capitali 1 2 Chi Siamo Prima società a capitale permanente ad essere quotata alla Borsa di Milano Regolamentata da Banca d Italia e Consob Attuale disponibilità di cassa pari a circa 300 milioni Azionariato rappresentato da imprenditori italiani di rilievo e istituzioni finanziarie internazionali Target di Investimento Special Situations Società ad alto potenziale di ristrutturazione e sviluppo Modalità investimento flessibile: equity, quasi equity e debito 3 Attuale Portafoglio Comital: produttore di fogli di alluminio e contenitori per la conservazione dei cibi Equity Treofan: leader europeo nella produzione di BOPP Debito second lien Tiscali: player nel settore delle telecomunicazioni alternative Obbligazione convertibile (convertita in equity) Gruppo Luigi Botto: produttore di tessuti di alta gamma Acquisto di selezionate attività e passività da procedura di amministrazione straordinaria 4

5 Target di investimento Situazione tipica Strumento finanziario Maggioranza richiesta Finanziamento ristrutturazione Imprenditore può mantenere una minoranza Equity: aumento di capitale Si In bonis Finanziamento crescita Imprenditore mantiene la maggioranza Quasi equity (e.g. mezzanino, convertible bond) No Indebitamento troppo elevato Debito (e.g. distressed loans, high yield bond sotto la pari) Si (in caso di conversione in equity) Pre-insolvenza ed insolvenza Acquisto di attività e passività di società insolventi N.S. Liquidazione dell attivo N.S. N.S. Si 5

6 In Bonis: Investimenti in equity e quasi equity Settori Agricolo Automotive Biotecnologie Farmaceutico Tecnologico Costruzioni Consumi Energetico Finanziario Servizi Industriale Internet Leisure Manifatturiero Media Medico Minerario Real Estate TLC Trasporti Tessile Competenze Geografiche Pan-Europeo, con focus particolare sull Italia Target Investimenti Situazione Rilancio strategico e/o finanziario del business Profilo di Investimento Vendita privata Disinvestimento da parte di un gruppo aziendale Aumento di capitale Delisting MBO 6

7 In Bonis: Investimenti in debito Approccio di breve termine Approccio Private Equity Target High yield e/o leverage loan con rendimento a scadenza tra il 10 ed il 15% Le analisi indicano che l emittente sarà molto probabilmente in grado di ripagare il debito High yield e/o leverage loan con rendimento a scadenza superiore al 15% Le analisi indicano che l emittente potrebbe o violare i covenant o non essere in grado di ripagare il debito Uscita Vendita del loan ad un livello di prezzo più elevato Call dall emittente (e.g. cambio del controllo) A scadenza Call dall emittente (e.g. cambio del controllo) Conversione in equity 7

8 Pre-insolvenza ed insolvenza Difficoltà finanziarie Pre-Insolvenza Crisi Pre-Insolvenza/ Possibile Insolvenza Insolvenza Riorganizzazione Concordato preventivo Concordato fallimentare Amministrazione straordinaria Ristrutturazione del debito Liquidazione coatta amministrativa Rilancio del business Rilancio del business Liquidazione attivo Rilancio del business 8

9 Il nostro approccio per creare valore Leva Descrizione Focus su miglioramento delle performance operative Crescita EBITDA Preferenza per società con opportunità di crescita dell EBITDA Investimenti realizzati prevalentemente con aumenti di capitale per finanziare la crescita e/o la ristrutturazione aziendale No limiti temporali di uscita Lo status di società quotata garantisce la libertà di implementare la strategia più appropriata per ciascun investimento senza limiti temporali Management team Allineamento degli interessi tra azionista e management team tramite co-investimento e variabilizzazione della retribuzione in base all IRR dell investimento Creazione di valore grazie ad un management team motivato e capace Il nostro obiettivo non è quello di gestire l azienda giorno per giorno Numeri Ogni decisione è assunta sulla base di solide analisi quantitative Importanza del sistema di reporting, budget e business plan 9

10 Tipico processo di investimento 1 2 settimane 5 6 settimane Analisi sulla società target e sul mercato di riferimento Offerta non vincolante Due diligence Approvazione investimento ed offerta vincolante Fattori chiave del settore Analisi della target e posizionamento competitivo Valutazione preliminare Condivisione degli obiettivi strategici della target con i suoi attuali azionisti Definizione di un piano Accordo sul periodo di esclusiva Ricerca del management team Nomina dei consulenti per due diligence: aziendale finanziaria legale fiscale ambientale Offerta vincolante Definizione del management team Finanziamento 10

11 Sezione 2. L attuale contesto e i fondi di Special Situations 11

12 La crisi del credito Global Economy? La risposta dei mercati US Economy? Global CDOs 3 Global ABCP 2 Other RMBS US subprime RMBS 1 Ottobre 2008: 776bps Ottobre 2008: $ Fallimento dei maggiori mortgage brokers Rating downgrade degli ABS 4 Shock nelle strutture patrimoniali delle banche ITRAXX Crossover % S&P % 4 Blocco del meccanismo di acquisizione degli assets tipicamente applicato dai SIV 5 Marzo 2008: 532bps Marzo 2008: $ Scarsità di liquidità Fonte: Fitch 1 Residential Mortgage Backed Securities 2 Asset Backed Commercial Paper 3 Collateralized Debt Obligation 4 Asset Backed Securities 5 Structured Investment Vehicle 5 L'indice rappresenta il rendimento di un venditore della protezione dal rischio di credito connesso all'investimento in titoli di debito/obbligazionari con rating inferiore a BBB-/Baa3/BBB-(Fitch/Moody s/s&p) 12

13 Gli effetti sulle imprese SCARSITA DI LIQUIDITA + STRUTTURE PATRIMONIALI FORTEMENTE INDEBITATE + RECESSIONE AMERICANA, RALLENTAMENTO ECONOMICO IN EUROPA + CREDIT CRUNCH + AUMENTO DEI PREZZI DELLE MATERIE PRIME = AUMENTO DELLE ASPETTATIVE DI FALLIMENTI/DIFFICOLTA FINANZIARIE RELATIVAMENTE A: Aziende deboli, sia in termini di business sia nella struttura finanziaria Aziende solide, con strutture patrimoniali scorrette/ fuori dal mercato Opportunità 13

14 Il ruolo dell investitore Non tutte le aziende in crisi sono potenziali target di un fondo di Special Situations I fondi di Special Situations ricercano le seguenti caratteristiche nelle aziende in crisi: Potenziale recupero di redditività e di cash flow Settore che abbia un futuro Buona posizione di mercato e/o di marchio Management di buon livello o possibilità di attirarlo dall esterno Sistema di reporting e di controllo migliorabile 14

15 L intervento dell investitore finanziario Approccio hands on Ristrutturazione strategica Ristrutturazione operativa/organizzativa Ristrutturazione finanziaria Incremento del valore delle aziende acquistate agendo come catalizzatore del cambiamento e della crescita 15

16 Peculiarità dei fondi di Special Situations Private equity tradizionali Leve della crescita di valore e fondi di Special Situations Leve della crescita di valore 2 Riduzione del debito 3 Crescita del multiplo 1 Crescita dell EBITDA 2 Riduzione del debito 1 Crescita dell EBITDA La domanda-chiave La redditività raggiunta in passato è sostenibile e migliorabile nel futuro? La domanda-chiave La società sarà in futuro in grado di generare performance in linea con i migliori players del settore? A La creazione di valore Focalizzazione sugli assets rilevanti B Blocco della crisi C Cooperazione con le istituzioni finanziarie 16

17 Pilastri della crescita 1 Crescita dell EBITDA Azioni sui costi e sui ricavi Ridefinizione organizzativa e strategica Inserimento di nuovo management Acquisizione e/o accorpamento sinergico di aziende o rami aziendali 2 Riduzione del debito Riscadenziamento o stralcio del debito finanziario e commerciale Riduzione del capitale circolante Efficientamento CapEx Dismissione di asset non strategici 17

18 A La creazione di valore Focalizzazione sugli assets rilevanti Punti chiave Settore della nautica Business basato su commesse pluriennali, Miope gestione della liquidità Riduzione degli ordini con conseguente crisi di liquidità Rationale per M&C Garantire solidità finanziaria, apportando nuovo management e risorse M&C + Mgmt Selezione degli assets rilevanti Imprenditore Pro Industria anti-ciclica Marchio molto forte, garanzia di qualità ed 67% Holding 33% originalità 100% 100% Manager di comprovato successo BrandCo Commercial Subs. e contro Scarso portafoglio ordini Complessa struttura del Gruppo Redditività legata ad un nuovo segmento, dove la 100% Holding 2 100% 100% Empty Box società non opera e non ha mai operato OpCo 18

19 B La creazione di valore Blocco della crisi Punti chiave Settore: componenti meccaniche Business plan del venditore aggressivo Gap valutativo Rationale per M&C Meccanismo di Earn-out per minimizzare il rischio dell investitore e remunerare risultati in linea con il Best Scenario Blocco della crisi Pro Leader di mercato in determinati segmenti Piano di CapEx storicamente significativo CAGR 2006A E 114,9% 7,2% 13,1 9,1% 17,4 9,6% 18,9 Vantaggio competitivo in termini di tecnologia 1,2% 1,9 2006A 2007E 2008E 2009E e contro Portafoglio di prodotti poco differenziato Capacità produttiva installata solo in Italia Aspettative irrealistiche dell azionista venditore EBITDA ( m) EBITDA Margin 19

20 C La creazione di valore Cooperazione con le istituzioni finanziarie Punti chiave Settore della componentistica per automobili di nicchia Mancanza di controllo dei costi Eccessivo indebitamento Elevate potenzialità di crescita Pro Nicchia di mercato in crescita Rationale per M&C Stralcio e consolidamento del debito, implementazione della ristrutturazione focalizzandosi sul core business Cooperazione con le istituzioni finanziarie 32,1 mln Stralcio (63%) e Consolidamento a 5 anni Portafoglio clienti di rilievo Vantaggio competitivo in termini di velocità e flessibilità Debito bancario societario 56,4 mln 19,1 mln Saldo e Stralcio (70%) e contro Mancanza di coordinamento a livello strategico ed operativo Mancato controllo dei costi di produzione Inefficienze produttive 5,2 mln Termini invariati (debito garantito) Eventuale upside per le istituzioni finanziarie tramite opzione di conversione in equity di parte dei loan 20

21 Sezione 3. Investimento in Botto Fila 21

22 Introduzione La transazione Acquisizione da parte del veicolo Botto Fila di selezionate attività (principalmente immobilizzazioni materiali, marchi e magazzino) da Lanificio Luigi Botto SpA in AS e Lanificio F.lli Fila SpA in AS, con contestuale accollo di competenze di fine rapporto e altri debiti relativi al personale Contesto di riferimento Fino al 2001, tra i più importanti operatori dell industria tessile (Ricavi Netti 2001 superiori ad 140mln, con un EBITDA Margin pari a circa il 13%) Dal 2002, profonda crisi generata dal radicale mutamento dello scenario competitivo ed acuita da un piano d investimento aggressivo non coerente con una politica di prodotto di successo Ammessa alla Procedura di Amministrazione Straordinaria nel Gennaio 2007 Il Management: Alberto Bertoni 31 anni in Loro Piana, di cui 7 come Direttore Generale della Custom Division, e 3 come Direttore Generale della Divisione Tessile Riconosciuto come uno dei migliori manager dell industria tessile M&C Investment Rationale Il profondo cambiamento che ha toccato il panorama competitivo negli ultimi 5 anni ha segnato una netta divisione tra le società Vincenti (Loro Piana, Reda e Vitale Barberis Canonico, posizionati nel segmento alto di gamma del settore) e quelle Perdenti (Tallia, Angelico, Barbera, Luigi Botto, posizionate nel segmento medio del settore) Il vantaggio competitivo delle società Vincenti è da ricercarsi nello stile, nella qualità del servizio e della relazione coi clienti, ottenibili solamente attraverso un management team eccellente Botto Fila ha le potenzialità per affermarsi come Leader di nicchia 22

23 Botto Fila ed il mercato di riferimento Il settore di riferimento Attiva nella produzione di tessuti di lana di alta gamma Sede in Valle Mosso all interno del rinomato distretto tessile di Biella, ed opera attraverso 2 siti produttivi (Valle Mosso e Valdengo) Marchi storici nel distretto laniero biellese 288 dipendenti Dati dipendenti società Ricavi Netti per circa 6,0mld Trend recessivo CAGR Ricavi: -7,1%) Leggera ripresa negli ultimi 2 anni CAGR Ricavi: 1,3% Presenza di nicchie difendibili caratterizzate da alta qualità del prodotto riconoscimento di un premium price 23

24 Il distretto tessile di Biella: Mappa Crescita / Profittabilità 4-YearVoP CAGR 25% 20% Industry Last 4-Year EBITDA (1) : 11.3% First Tier Comps Second Tier Comps 15% Loro Piana BEST IN CLASS EBITDA Margin 19% EBITDA CapEx: 12% Fratelli Piacenza 10% Vitale 5% Carlo Barbera & C. Zegna Lanificio Colombo Lanificio F.lli Cerruti Angelico Reda 0% -5% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% Fratelli Tallia di Delfino 4-Year EBITDA Margin Industry Last 4-Year VoP CAGR (1) : 3.5% -5% 24

25 Le ragioni della crisi Crisi di tipo finanziario Squilibri tra struttura dei finanziamenti e struttura degli investimenti Crisi congiunturale Fattori di origine esterna di natura non permanente Piano di investimenti aggressivo intrapreso all inizio del trend recessivo del settore Investimenti pari a circa il 20% dei ricavi a sostegno di una innovazione di processo non appropriata al prodotto Limitata visione strategica Sfavorevole tasso di cambio DOLLARO/EURO /$: +41% Quota importante del fatturato con clienti USA Debole domanda per i prodotti lanieri Rallentamento dell economia globale dopo l 11 settembre Crisi dovute a ricambi generazionali Fattori di origine interna 4 Ingresso nel mercato di concorrenti Low-Cost Crescente quota di Export da parte dei Paesi del Far-East, con qualità del prodotto in miglioramento Mancanza di focalizzazione e gestione del portafoglio prodotti 5 Società a gestione familiare Mancanza di un management team adeguato 25

26 I Pilastri del Piano di Turnaround Rafforzamento posizionamento competitivo Segmento alto di gamma del settore Uscita dal segmento filati caratterizzato da pressione competitiva dei produttori a basso costo del lavoro Aumento dell offerta nel segmento Classic / Fashion Aumento dell offerta nei paesi dell area Euro Ottimizzazione del processo produttivo Accorpamento della produzione presso un unico stabilimento e conseguenti risparmi di costo legati all eliminazione del sito di Valdengo Generazione di cassa Ottimizzazione della gestione del capitale circolante Vendita di asset non strumentali Contenuto fabbisogno d investimenti grazie alla attuale capacità produttiva 4 Discontinuità con la gestione pre-procedura garantita dal nuovo management team Significativo co-investimento del management team EBITDA 2007A: -6% EBITDA 2009E: 7% 26

27 I primi 100 giorni 1 Gestione del fabbisogno di cassa Programmazione incassi / pagamenti settimanale Ottimizzazione rapporti con fornitori e clienti 2 Ritorno sul mercato Ricostruzione di un rapporto di fiducia con clienti e fornitori Lancio nuove collezioni Comunicazione al mercato / discontinuità della nuova gestione 3 Definizione di un efficace sistema di reporting Flusso di cassa settimanale Budget mensile Progetti chiave uomini chiave - responsabilità Analisi eventuali scostamenti actual vs. previsionale 4 5 Definizione struttura finanziaria Rifinanziamento dell investimento Linee di affidamento Adempimenti legati all implementazione del contratto Procedura di price adjustment 27

28 Allegato A. Massimo Pancamo: Profilo 28

29 Massimo Pancamo: breve profilo Nato nel 1969 Educazione e Studi Università Statale di Palermo: Laurea in Economia e Commercio cum laude e menzione alla carriera accademica Scuola Superiore Enrico Mattei (San Donato Milanese): Master MEDEA Stanford University: Financial Management & M&A Executive Program Qualifiche Professionali Dottore Commercialista Revisore Contabile Esperienze Lavorative ENI SpA: come analista M&A si occupa di progetti di acquisizione di assets e società petrolifere con focus su medio/estremo oriente e Stati Uniti Private Equity Partners: per dieci anni (è nominato partner nel 2004) si occupa sdi buy-out ed investimenti di minoranza pre-ipo in medie aziende italiane Scuola Superiore Enrico Mattei (San Donato Milanese): docente di Valutazione Aziendale a Master MEDEA 29

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario 9 Signori azionisti, il 2005 è stato per Manutencoop Facility Management S.p.A. un anno di particolare impegno: il completamento delle

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI

IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI Cap. XII di R. Grant A cura di: Paola Bisaccioni INDICE Maturità e peculiarità dei settori maturi I fattori critici di successo L implementazione strategica

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

GUIDA PRATICA AL CAPITALE DI RISCHIO

GUIDA PRATICA AL CAPITALE DI RISCHIO GUIDA PRATICA AL CAPITALE DI RISCHIO Avviare e sviluppare un impresa con il venture capital e il private equity GUIDA PRATICA AL CAPITALE DI RISCHIO Indice 1. Perché una guida...4 2. L investimento nel

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI Asset, Property e facility management Roma 28 febbraio 2015 Relatore: Ing. Juan Pedro Grammaldo Argomenti trattati nei precedenti incontri Principi di Due Diligence

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Lezione n. 3. Le determinanti della dinamica finanziaria

Lezione n. 3. Le determinanti della dinamica finanziaria FINANZA AZIENDALE Lezione n. 3 Le determinanti della dinamica finanziaria 1 SCOPO DELLA LEZIONE Comprendere i principali fenomeni in grado di influenzare la dinamica finanziaria aziendale Sviluppare un

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Banking & Insurance. Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it. Banking & Insurance

SALARY SURVEY 2015. Banking & Insurance. Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it. Banking & Insurance SALARY SURVEY 2015 Banking & Insurance Banking & Insurance Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it Banking & Insurance Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre 2012 1 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

1. La situazione economica e del mercato del lavoro

1. La situazione economica e del mercato del lavoro 1. La situazione economica e del mercato del lavoro Per la lettura dei dati non si può prescindere dal considerare l impatto dei molteplici fattori che hanno mutato radicalmente il mondo del lavoro a causa

Dettagli

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012.

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. 3 Michael Page Salary Survey 2012 - Banking 4 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. Michael Page, quale leader nella ricerca e selezione

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Valutazione e valorizzazione di un sito web di una struttura alberghiera. Andrea Tiburzi Rimini, 9 marzo 2013

Valutazione e valorizzazione di un sito web di una struttura alberghiera. Andrea Tiburzi Rimini, 9 marzo 2013 Valutazione e valorizzazione di un sito web di una struttura alberghiera. Andrea Tiburzi Rimini, 9 marzo 2013 Introduzione Agenda La misura del valore: i fattori che influenzano il valore di un azienda

Dettagli

Il Project Financing. Introduzione

Il Project Financing. Introduzione Il Project Financing Introduzione Il Project Financing nasce nei paesi anglosassoni come tecnica finanziaria innovativa volta a rendere possibile il finanziamento di iniziative economiche sulla base della

Dettagli

Consulenza Finanziaria Indipendente

Consulenza Finanziaria Indipendente Consulenza Finanziaria Indipendente Investire per il lungo periodo GROUP Via Traversa Pistoiese 83-59100 Prato Tel: +39 0574 613447 email: info@kcapitalgroup.com www.kcapitalgroup.com L industria del risparmio

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Fincantieri. Accelera sulle navi da crociera. 19 novembre 2014. Nota societaria. Inizio di copertura. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche

Fincantieri. Accelera sulle navi da crociera. 19 novembre 2014. Nota societaria. Inizio di copertura. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche Accelera sulle navi da crociera Fincantieri è il più grande gruppo cantieristico occidentale e il quarto al mondo per dimensioni. Il Gruppo è presente con 21 cantieri navali e impianti produttivi in 13

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Docente: Prof. Massimo Merlino Introduzione Il tema della gestione dell innovazione tecnologica è più che mai

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

ALLAN LAPORTE Staff - Tax Compliance. certified public accountants tax & financial advisors. allan.laporte @funaro.com. www.funaro.

ALLAN LAPORTE Staff - Tax Compliance. certified public accountants tax & financial advisors. allan.laporte @funaro.com. www.funaro. certified public accountants tax & financial advisors www.funaro.com certified public accountants tax & financial advisors CHI SIAMO Funaro & Co. è uno studio di Certified Public Accountants e Dottori

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli