Caso studio sull implementazione di un sistema di gestione. Andrea Grava, EGE SECEM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Caso studio sull implementazione di un sistema di gestione. Andrea Grava, EGE SECEM"

Transcript

1 Caso studio sull implementazione di un sistema di gestione Andrea Grava, EGE SECEM MILANO 10 ottobre

2 AZIENDA: FARAM spa (TV) SETTORE: mobile (arredo per ufficio) SITI COINVOLTI: 2 Giavera (uffici + produzione) Spresiano (produzione) ADDETTI: ~ 200 SISTEMI GESTIONE ESISTENTI: CONSUMI ENERGETICI: ~ 400 Tep/anno 2

3 TARGET: La direzione, nel corso del 2011, aveva pianificato di integrare nel proprio SG i seguenti: Sistema Gestione Energia ISO Sistema Gestione Sicurezza ISO Termine ultimo: marzo-aprile 2012 Inizio lavori: settembre

4 PLAN DO CHECK ACT 4

5 ASPETTI INIZIALI RILEVANTI: Politica energetica della direzione e confini sistema Sito singolo, multiplo, ciclo industriale? Ambito civile, ambito industriale, entrambi? Coesistenza di altri SG Manuale e procedure ex novo e/o integrazione con esistenti? 5

6 Pianificazione ISO set-11 ott-11 nov-11 dic-11 gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 Audit Energetico Formazione Man-Proc-It SGI Audit interno Azioni correttive Pre Audit e Audit EMISSIONE 6

7 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Planimetrie e layout produzione -- Layout impianti di servizio e logiche collegamento Gestione contratti energetici Bollette energetiche e dati di consumo storici -- Dati di produzione Elenco utilizzi energetici Per ambito civile: relazioni tecniche secondo L10/91, certificati energetici ecc. su edifici Libretti di centrale termica -- Stato formazione personale energia ISO

8 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Identificazione responsabili aziendali per ENERGY TEAM GE (Resp. gestione energia)* RSG (Resp. sistema gestione integrato) RU (Resp. Risorse umane)* AM (Amministrazione)* ACQ (Resp. acquisti) MNT (Resp. manutenzione) SINF (Resp. Sistemi informativi) Sopralluogo: stato di fatto vani, strutture edilizie e impianti tecnologici Integrazione su planimetrie di P&I: Schema unifilare impianti (logica dei collegamenti) Posizionamento generatori Posizionamento apparecchi emissione Posizionamento termostati Sopralluogo su principali utenze 8

9 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Dati su cicli di lavoro, turni, orari, persone impegnate, % utilizzo impianti Campagna di misurazioni ed elaborazione dei dati Manutenzione: procedure e metodi 9

10 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Norma UNI/TR Verificare adempimenti legislativi nazionali e locali : manutenzioni ed efficienza caldaie (DPR412/93 ) controllo temperature interne climatizzazione (DPR 412/93 + Circ.Reg.n 13 01/07/97) Reg. EU gas florurati ( >3kg, patentino frig.) Inquinamento luminoso L.R /08/09 Strumento aggiornamento normativo Suddividere fabbisogni energetici Indicare KPI 10

11 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Individua azioni di miglioramento dell efficienza energetica Contiene analisi costi/benefici LCCA Indica la metodologia e la priorità degli interventi 11

12 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Virtualizzazione servers con utilizzo tecnologia blade Inverter su motori elettrici principali (LCCA- ritorno investimento < 4 anni) Da monitoraggio bollette emerso guasto rifasatore (cosfi~0.6) gennaio 2012!!! Installazione compressore VSD (-50% consumi) Lampade neon da manutentare (installazione eco-led) Efficientamento caldaie e separazione impianti uffici - produzione Sostituzione fornitori energia con altri maggiormente efficienti a parità di prezzo 12

13 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Cambio fornitore Energia Elettrica: maggior assistenza, prezzo invariato, bonus penali cos(fi) per 1 anno Pianificazione sostituzione componenti IT e rilievo assorbimenti ex-ante: diminuzione assorbimento -80% Riparazione guasto rifasatore: cos(fi) entro limiti a febbraio; nessuna penale. Ufficio acquisti: gestire aspetti energetici con fornitori. lampade neon di ricambio ad alta efficienza o led, motori elettrici secondo dir. ERP ecc. Separazione impianti termici uffici produzione, installazione caldaie kw condensazione ed efficientamento caldaia esistente con regolazione climatica 13

14 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Rilevazione fattori carico singole utenze elettriche in reparto produzione Monitoraggio mensile parametri generali Costi, consumi, cos(fi) Misurazione e controllo parametri per KPI Ore carico-vuoto compressori, temperature esterne, ore lavorate N. PARAMETRO UNITA' DI MISURA PERIODICITA' VERIFICA MIGLIORAMENTO ATTESO RISPETTO ANNO 2011 [% ] BASELINE ANNO CORRENTE 2012 BASELINE ANNO PRECEDENTE Consumo annuo complessivo di energia elettrica kwh/anno Mensile 5% n.d 2 Consumo annuo complessivo di metano mc/anno Mensile 5% 6865 n.d 3 Consumo annuo complessivo di olio combustibile kg/anno Annuale 5% n.d 4 Costo annuo complessivo di energia elettrica consumata /kwh Mensile 5% 0,180 n.d 5 Costo annuo complessivo di metano consumato /mc Mensile 5% 0,613 n.d 6 Costo annuo complessivo di olio combustibile consumato /kg Annuale 5% 0,800 n.d 7 Consumo annuo complessivo di energia elettrica/ore totali lavorate kwh/ore lavorate Annuale 5% n.d 8 Consumo annuo complessivo di metano/ore totali lavorate nel Reparto Imballo mc/ore lavorate Annuale 5% n.d 9 Consumo annuo complessivo di olio combustibile/ore totali lavorate kg/ore lavorate Annuale 5% n.d 10 Consumo termico/gradi giorno 1 kwht/gg 2 Stagionale 5% 74,88 n.d 11 Utilizzo a pieno carico/ore funzionamento complessivo imp. compressione % Mensile 5% 33,8% n.d 14

15 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Verifica su scostamenti da parametri baseline / obiettivi Necessaria ridefinizione baseline 15

16 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Riunioni periodiche Energy Team - reports Sistemi Telegestione Telecontrollo - Supervisione installazione multimetri elettrici (controllo picchi potenza, cosfi, energie attive e reattive, armoniche, guasti) misuratori energia termica monitoraggio temperature ambiente Comunicazione Formazione 16

17 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Vista la presenza di SGS ISO Poche procedure ex novo come ad es: Procedura Analisi Energetica Fonti e usi energia Consumi complessivi (fatt) Consumi complessivi (lett) Consumi specifici Parametri di misurazione della prestazione energetica 17

18 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica All.2: Fonti e usi energia 18

19 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica All.3: Consumi complessivi (da fatturazione) 19

20 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica All.4: Consumi complessivi (da lettura) Energia elettrica associata all'uso di compressori Data lettura ore totali Compressore 1 Compressore 2 lettura ore a pieno carico lettura ore a vuoto* % pieno carico Data lettura ore totali lettura ore a pieno carico lettura ore a vuoto* 09/01/ /01/ /02/ ,2% 08/02/ /03/ ,7% 02/03/ /04/ ,6% 06/04/ /05/ ,5% 02/05/ /06/ ,7% 04/06/ /07/ ,2% 05/07/ * Leggere il totale e il parziale e fare la sottrazione per ricavare il terzo dato 33,1% * Leggere il totale e il parziale e fare la sottrazione per ricavare il terzo dato Metano Olio combustibile Fornitore Data Lettura [m³] Consumo [m³] TEP Data Carichi effettuati dopo la data precedente [kg] Ascotrade 09/01/ /01/ Ascotrade 07/02/ ,0 0, /02/ ,0 Ascotrade 02/03/ ,0 0, /03/ ,0 Ascotrade 06/04/ ,0 0, Ascotrade 02/05/ ,0 0, Ascotrade 04/06/ ,0 1, Ascotrade 05/07/ ,0 0, Ascotrade Ascotrade Ascotrade Ascotrade Ascotrade Lettura [kg] Consumo [kg] 20

21 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica All.5: Consumi specifici Potenza Modalità rilevazione 2 nominale (kw) Elementi installati (N.) Dati rilevati Presenza Inverter (si/no) Ore di lavoro (h) 3 Giorni Fattore lavoro di carico anno (%) 4 (gg/anno) 1 66,74 1 no 7, % 1) Azioni per conformità legislativa (si/no) 2) Potenza > 15 Kw (si/no) Significatività 3) Incidenza energia > 5% (si/no) 4) Efficientam. > 5% (si/no) 5) Investimenti economici (si/no) no si si si no Esito non significativo 21

22 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica All.5: Consumi specifici 22

23 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica All.6: Parametri di misurazione della prestazione energetica 23

24 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica Audit Azioni miglioramento Analisi costi-benefici Priorità interventi RIESAME 24

25 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Vista la presenza di SGS ISO Molte integrazioni a procedure esistenti Controllo Operativo Gestione manutenzione Taratura strumenti misura Acquisti Gestione fornitori servizi e attrezzature in relazione a standard e aspetti di efficienza energetica LCCA 25

26 AUDIT ENTE CERTIFICAZIONE Audit 1 documentale Verifica manuale SGI Verifica prescrizioni normative Non conformità/osservazioni Audit 2 certificativo Verifica su tutto il SGE Non conformità/osservazioni NC1: chiusura azione correttiva entro 13 settimane di tempo NC2: proposta azione correttive entro 13 settimane, accettazione con verifica in successivo audit di mantenimento 26

27 AUDIT ENTE CERTIFICAZIONE Rilascio certificato SGE ISO

28 Grazie per l attenzione Ing. Grava Andrea EGE certificato SECEM Settore industriale Matr SI/011 Mail: Tel :

La Diagnosi Energetica tra obbligo e opportunità RisparmiaRE. L efficientamento energetico nelle imprese reggiane Reggio Emilia, 20 Maggio 2015

La Diagnosi Energetica tra obbligo e opportunità RisparmiaRE. L efficientamento energetico nelle imprese reggiane Reggio Emilia, 20 Maggio 2015 La Diagnosi Energetica tra obbligo e opportunità RisparmiaRE. L efficientamento energetico nelle imprese reggiane Reggio Emilia, 20 Maggio 2015 Efficienza energetica introduzione La Commissione Europea

Dettagli

PRINCIPALI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO: TECNOLOGIE EFFICIENTI SETTORE INDUSTIALE E CIVILE

PRINCIPALI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO: TECNOLOGIE EFFICIENTI SETTORE INDUSTIALE E CIVILE PROGETTO STEEEP WORKSHOP: COME GESTIRE I CONSUMI ENERGETICI IN MODO EFFICIENTE: LO STRUMENTO DELLA CONTABILITA ENERGETICA PRINCIPALI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO: TECNOLOGIE EFFICIENTI SETTORE INDUSTIALE

Dettagli

Strumenti per ridurre consumi e costi: dall audit energetico fino ai meccanismi di finanziamento Andrea Zanfini

Strumenti per ridurre consumi e costi: dall audit energetico fino ai meccanismi di finanziamento Andrea Zanfini Strumenti per ridurre consumi e costi: dall audit energetico fino ai meccanismi di finanziamento Andrea Zanfini Ottimizzazione energetica nelle imprese e nelle istituzioni Labmeeting I settori più energivori:

Dettagli

I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001

I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001 I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001 Percorsi di ampliamento dei campi di applicazione gestiti in modo

Dettagli

CERTIQUALITY PER L EFFICIENZA ENERGETICA Decreto Legislativo n. 102/2014: Audit Energetico e Sistemi di Gestione Energia (ISO 50001)

CERTIQUALITY PER L EFFICIENZA ENERGETICA Decreto Legislativo n. 102/2014: Audit Energetico e Sistemi di Gestione Energia (ISO 50001) Per una migliore qualità della vita ENERGIA CERTIQUALITY PER L EFFICIENZA ENERGETICA Decreto Legislativo n. 102/2014: Audit Energetico e Sistemi di Gestione Energia (ISO 50001) Webinar CQY 19 Maggio 2015

Dettagli

LE FASI DELL AUDIT ENERGETICO

LE FASI DELL AUDIT ENERGETICO LE FASI DELL AUDIT ENERGETICO 1. FASE PRELIMINARE L auditor incaricato provvederà a raccogliere una serie di informazioni preliminari riguardanti il tipo di attività dell azienda, gli edifici del sito

Dettagli

AUDIT ENERGETICO. Efficienza energetica nell'industria interventi e casi applicativi. 20 Maggio 2014. Paolo Torri

AUDIT ENERGETICO. Efficienza energetica nell'industria interventi e casi applicativi. 20 Maggio 2014. Paolo Torri AUDIT ENERGETICO Efficienza energetica nell'industria interventi e casi applicativi 20 Maggio 2014 AUDIT ENERGETICI Cos è Cosa Come Analisi degli usi e dei consumi energetici di un organizzazione attuata

Dettagli

Diagnosi Energetica: da obbligo normativo ad opportunità

Diagnosi Energetica: da obbligo normativo ad opportunità Energetica: da obbligo normativo ad opportunità Risparmi OBBLIGO NORMATIVO Il Decreto Legislativo 102/2014 obbliga le Grandi Imprese e le Imprese Energivore a svolgere una Energetica a norma entro il 5

Dettagli

Impianti termici integrati: solare, caldaie a condensazione, biomasse, pompe di calore

Impianti termici integrati: solare, caldaie a condensazione, biomasse, pompe di calore Dipartimento di Ingegneria Industriale Università degli Studi di Padova Impianti termici integrati: solare, caldaie a condensazione, biomasse, pompe di calore Simulazioni dinamiche per la gestione ottimale

Dettagli

Il mercato dell'energia e le opzioni dell'energy Management Daniele Forni, FIRE

Il mercato dell'energia e le opzioni dell'energy Management Daniele Forni, FIRE Il mercato dell'energia e le opzioni dell'energy Management Daniele Forni, FIRE Energy Management Conference 3 luglio 2013, Milano La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA : LA SOLA STRATEGIA INTELLIGIENTE PER MINIMIZZARE L INQUINAMENTO E MASSIMIZZARE IL RISPARMIO.

EFFICIENZA ENERGETICA : LA SOLA STRATEGIA INTELLIGIENTE PER MINIMIZZARE L INQUINAMENTO E MASSIMIZZARE IL RISPARMIO. EFFICIENZA ENERGETICA : LA SOLA STRATEGIA INTELLIGIENTE PER MINIMIZZARE L INQUINAMENTO E MASSIMIZZARE IL RISPARMIO. Domenico DELLAROLE Responsabile Vendite Italia WIT Italia srl Forum Telecontrollo Reti

Dettagli

LA DIAGNOSI ENERGETICA dopo il D.Lgs 102/2014. ambiente etica organizzazione qualità sicurezza

LA DIAGNOSI ENERGETICA dopo il D.Lgs 102/2014. ambiente etica organizzazione qualità sicurezza LA DIAGNOSI ENERGETICA dopo il D.Lgs 102/2014 LA DIAGNOSI ENERGETICA NOVITA Obblighi ex Art. 8 D.Lgs 102/2014 Grandi imprese Imprese a forte consumo di energia - Diagnosi energetiche condotte da: Esco

Dettagli

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014 Patrocinio Università degli Studi di Genova Facoltà di Architettura - Dipartimento di Scienze per l'architettura Dottorato di Ricerca in "Recupero Edilizio ed Ambientale" Provincia di Genova CONVEGNO FACILITY

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Comune di MILANO. Provincia di MILANO. Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico

RELAZIONE TECNICA. Comune di MILANO. Provincia di MILANO. Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Comune di MILANO Provincia di MILANO RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n.192 Decreto Legislativo 29 dicembre

Dettagli

Rifasamento elettrico per limitare i consumi elettrici

Rifasamento elettrico per limitare i consumi elettrici Rifasamento elettrico per limitare i consumi elettrici Ing. Davide Roncon Sotto Gruppo Condensatori Roadshow 29 aprile Modena INDICE Introduzione La delibera AEEG 180_13 TEE: scheda tecnica 33E Rifasamento

Dettagli

PICIL IN OTTICA SMART

PICIL IN OTTICA SMART PICIL IN OTTICA SMART Ing. Diego Bonata Belluno, 11 Aprile 2014 La prima associazione europea di progettisti dell illuminazione eco-sostenibile www.lightis.eu 01-gen-05 01-ago-05 01-mar-06 01-ott-06 01-mag-07

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE ENERGIA ISO 50001. Gruppo CAP 22 OTTOBRE-2014

SISTEMA DI GESTIONE ENERGIA ISO 50001. Gruppo CAP 22 OTTOBRE-2014 SISTEMA DI GESTIONE ENERGIA ISO 50001 E APPLICATIVI DI SUPPORTO Gruppo CAP 22 OTTOBRE-2014 Il territorio del Gruppo copre 186 comuni nelle province di Milano, Monza e Brianza, Pavia, Como e Varese I NUMERI

Dettagli

INALCA S.P.A. Lo sviluppo sostenibile: un fattore reale di sviluppo competitivo. DIAGEO, 22 Ottobre 2014

INALCA S.P.A. Lo sviluppo sostenibile: un fattore reale di sviluppo competitivo. DIAGEO, 22 Ottobre 2014 INALCA S.P.A. Lo sviluppo sostenibile: un fattore reale di sviluppo competitivo DIAGEO, 22 Ottobre 2014 Ing. Davide Vancini Ufficio Energy Management - Gruppo Cremonini davide.vancini@cremonini.com GRUPPO

Dettagli

Diagnosi Energetica La gestione della misura

Diagnosi Energetica La gestione della misura Diagnosi Energetica La gestione della misura SOLAREXPO 9 aprile 2015 - Milano Convegno ASSOEGE Perché parliamo di misura e di diagnosi energetica? I nostri esperti sono certificati EGE secondo UNI 11339

Dettagli

da hotel tradizionale a ClimaHotel

da hotel tradizionale a ClimaHotel da hotel tradizionale a ClimaHotel Concetto energetico Progetto impianti termoidraulici ed elettrici Direzione lavori impianti Consulenza e calcoli CasaClima Energytech INGEGNERI s.r.l. www.energytech.it

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

Elaborazione realizzata con Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI PER LA CLIMATIZZAZIONE

Elaborazione realizzata con Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI PER LA CLIMATIZZAZIONE Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI Dati edificio Località Comune: Reggio nell'emilia Zona climatica: E Latitudine: 44,70 Gradi Giorno: 2560 Altitudine: 58 m Temperatura esterna di progetto:

Dettagli

SOLUZIONI TECNICHE DEL PROGETTO

SOLUZIONI TECNICHE DEL PROGETTO RISCALDAMENTO INVERNALE MODALITA FUNZIONAMENTO RAFFRESCAMENTO ESTIVO MODALITA FUNZIONAMENTO SCHEMA P&I D 6. IMPIANTO A PAVIMENTO 4. SOLARE TERMICO 1. POZZO GEOTERMICO 2. POMPA DI CALORE 3. UNITA TRATTAMENTO

Dettagli

Progetti di Efficientamento Energetico. perché l'energia più economica è quella che non si consuma

Progetti di Efficientamento Energetico. perché l'energia più economica è quella che non si consuma Progetti di Efficientamento Energetico perché l'energia più economica è quella che non si consuma Dove conviene sviluppare investimenti in efficienza energetica Fonte: Politecnico Milano - Enel Progetti

Dettagli

LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO

LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO Italia 5900 filiali 80000 addetti 11,3 mil clienti Estero 1900 filiali Ing. Roberto Gerbo 20000 addetti Energy Manager - CSR 8,5 mil clienti 1 CSR

Dettagli

La certificazione energetica degli edifici e l auditl energetico: l esperienza l Certiquality

La certificazione energetica degli edifici e l auditl energetico: l esperienza l Certiquality La certificazione energetica degli edifici e l auditl energetico: l esperienza l di Certiquality Ing. Matteo Locati Area Ambiente e Sicurezza Certiquality S.r.l. m.locati@certiquality.it Tel. 02 80 69

Dettagli

UNA STORIA DI EFFICIENZA ENERGETICA NEL SETTORE INDUSTRIALE. Lavazza S.p.A. Atlas Copco S.p.A. Solgen S.r.l.

UNA STORIA DI EFFICIENZA ENERGETICA NEL SETTORE INDUSTRIALE. Lavazza S.p.A. Atlas Copco S.p.A. Solgen S.r.l. UNA STORIA DI EFFICIENZA ENERGETICA NEL SETTORE INDUSTRIALE Lavazza S.p.A. Atlas Copco S.p.A. Solgen S.r.l. L IDEA La società Atlas Copco Italia S.p.A. CT Division, ha fornito con i suoi strumenti di analisi

Dettagli

Bollette del gas metano Analisi e valutazione dei consumi

Bollette del gas metano Analisi e valutazione dei consumi 2014 Bollette del gas metano ABIECO Edilizia Sostenibile ABIECO Edilizia Sostenibile Mauro Alcesi via C. Colombo 5 26900 Lodi (LO) Bollette del gas metano 2 Cliente Cognome *** Nome *** Via *** CAP 26839

Dettagli

Collabora con partners europei nelle attività di audit e consulenza ai clienti.

Collabora con partners europei nelle attività di audit e consulenza ai clienti. Energy Management Ge.Ser.Ind. possiede una solida competenza nel campo dell energy management, fornendo servizi di assistenza e di controllo dei costi e dei consumi energetici. Collabora con partners europei

Dettagli

Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI

Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza Venerdì 23 marzo 2012 IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI Relatore: Ing. Maurizio Landolfi Consumi energetici

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P.

PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P. PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P. Project financing sugli edifici pubblici per il miglioramento dell'efficienza energetica e la produzione di energia da fonti rinnovabili negli edifici scolastici Marco

Dettagli

La sostenibilità energetica ed ambientale del Palazzo Italia di EXPO 2015: analisi di un edificio nzeb

La sostenibilità energetica ed ambientale del Palazzo Italia di EXPO 2015: analisi di un edificio nzeb La sostenibilità energetica ed ambientale del Palazzo Italia di EXPO 2015: analisi di un edificio nzeb prof. Ing. Livio de Santoli livio.desantoli@uniroma1.it La normativa ed il ruolo dell efficienza energetica

Dettagli

Il percorso dell efficienza di CSE

Il percorso dell efficienza di CSE Il percorso dell efficienza di CSE Consulenza, Ottenimento TEE, Sistemi di gestione, Studi di fattibilità Cremona, 8 maggio 2013 I partner di Edison in Efficienza Energetica: CSE CSE è una società di consulenza

Dettagli

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO Marco Bandiera Gestione per la qualità, l ambiente e la sicurezza Bologna, 1 luglio 2009 1 Sommario Perché un sistema di gestione energetica?

Dettagli

Diagnosi Energetiche nei Processi produttivi

Diagnosi Energetiche nei Processi produttivi Diagnosi Energetiche nei Processi produttivi Part I Metodi per la gestione energetica nell impresa Ing. Dolf van Hattem Esperto in gestione dell energia Certificato Secem Maggio, 2013 Consumi Finali di

Dettagli

Report di Pre Audit Energetico e prime indicazioni. Azienda Spa Febbraio 2013

Report di Pre Audit Energetico e prime indicazioni. Azienda Spa Febbraio 2013 Report di Pre Audit Energetico e prime indicazioni Azienda Spa Febbraio 2013 Agenda We ReFeel The World Main data Azienda spa: Location 4 Azienda spa: aree di produzione 5 Findings & Milestones Azienda

Dettagli

Ing. SOCAL - Legge 10/91 1

Ing. SOCAL - Legge 10/91 1 Manutenzione degli impianto di riscaldamento 19/06/2007 Ing. SOCAL - Legge 10/91 1 Legge 10/91 Oggetto: uso razionale dell energia Finalità: ridurre i consumi energetici e migliorare la compatibilità ambientale

Dettagli

PACCHETTO SISTEMI A SUPPORTO PA PER ANALISI E AZIONI MIGLIORAMENTO EFFICIENZA ENERGETICA

PACCHETTO SISTEMI A SUPPORTO PA PER ANALISI E AZIONI MIGLIORAMENTO EFFICIENZA ENERGETICA PACCHETTO SISTEMI A SUPPORTO PA PER ANALISI E AZIONI MIGLIORAMENTO EFFICIENZA ENERGETICA Monitoraggio consumi energetici e impatti correlati, sistemi di controllo e assistenza per qualità gestionale, analisi

Dettagli

menoenergia IMPIANTI PER IL RISCALDAMENTO

menoenergia IMPIANTI PER IL RISCALDAMENTO menoenergia IMPIANTI PER IL RISCALDAMENTO Il riscaldamento degli edifici avviene tradizionalmente mediante impianti di combustione ( gas metano, gasolio, carbone ). Recentemente sono stati introdotti sistemi

Dettagli

Il modo migliore per guadagnare parte dall energia.

Il modo migliore per guadagnare parte dall energia. Per saperne di più su tutte le offerte impresa visita il sito www.innovatec.it sezione impresa Innovatec IMPRESA meno spese in bolletta più risorse per la tua azienda Il modo migliore per guadagnare parte

Dettagli

Il riscaldamento delle serre

Il riscaldamento delle serre Il riscaldamento delle serre Indice 1. Misure di risparmio energetico 2. Perchè passare al riscaldamento con biomassa? 3. Costi energetici a confronto 4. Criteri di corretta progettazione 5. Tipologie

Dettagli

CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO

CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO PREMESSA Con la presente relazione si intende fare una analisi comparativa fra alcuni dei sistemi di Riscaldamento utilizzati per la costruzione

Dettagli

1. Denominazione/Ragione sociale/riferimenti

1. Denominazione/Ragione sociale/riferimenti 1. Denominazione/Ragione sociale/riferimenti ENERGIKA S.r.l. Via Nuova circonvallazione, 57/D - 47923 RIMINI REA: 53992/1997 Assistenza clienti dalle ore 09,00-18,00 dal lunedì al venerdì: 199 44 55 10

Dettagli

Rapporto di Pre Audit Energetico. HOTEL Milano Febbraio 2013

Rapporto di Pre Audit Energetico. HOTEL Milano Febbraio 2013 Rapporto di Pre Audit Energetico HOTEL Milano Febbraio 2013 Agenda Main data We ReFeel The World Location 4 Struttura 5 Analisi preliminare 6 Findings & Milestones Analisi del consumo di energia elettrica

Dettagli

IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO

IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO GLOBAL POWER SERVICE Il Consorzio Cev per l attuazione del Progetto EDIFICI VIRTUOSI si avvale del supporto

Dettagli

livello progettazione: Relazione Impianto di Riscaldamento ing. Antonello DE STASIO Geom. Angelo CASOLI ing. Renato Mario PAVIA

livello progettazione: Relazione Impianto di Riscaldamento ing. Antonello DE STASIO Geom. Angelo CASOLI ing. Renato Mario PAVIA COMUNE DI TROIA (Provincia di Foggia) denominazione progetto: Fondo Per lo Sviluppo e Coesione 2007-2013 Accordo di programma quadro "Settore Aree Urbane - Città" Realizzazione di n. 18 alloggi di edilizia

Dettagli

ASJA & ASJAGEN. asjagen è una società del Gruppo Asja, leader in Italia nel settore delle rinnovabili e presente sul mercato dal 1995.

ASJA & ASJAGEN. asjagen è una società del Gruppo Asja, leader in Italia nel settore delle rinnovabili e presente sul mercato dal 1995. asjagen Il TOTEM ASJA & ASJAGEN asjagen è una società del Gruppo Asja, leader in Italia nel settore delle rinnovabili e presente sul mercato dal 1995. Dal 1995 Asja progetta, costruisce e gestisce impianti

Dettagli

Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti:

Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti: all articolo 3 del D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 (per edifici costituiti da parti appartenenti a categorie differenti, specificare le diverse categorie) Numero delle unità immobiliari Committente(i) Progettista(i)

Dettagli

Alberto Marani Bologna, 2 Ottobre 2007 1

Alberto Marani Bologna, 2 Ottobre 2007 1 Alberto Marani Bologna, 2 Ottobre 2007 1 PREMESSA Il costo energetico aumenta sempre più, influenzato dagli scenari internazionali Esistono forti disomogeneità nel mondo per quanto riguarda il costo dell

Dettagli

Investimenti, tecnologie e servizi incentivabili ai sensi del Fondo Energia Reggio Emilia, 1 luglio 2015

Investimenti, tecnologie e servizi incentivabili ai sensi del Fondo Energia Reggio Emilia, 1 luglio 2015 Investimenti, tecnologie e servizi incentivabili ai sensi del Fondo Energia Reggio Emilia, 1 luglio 2015 Agenda 1- Il Gruppo CertiNergy e CertiNergia 2- Il meccanismo dei Titoli di Efficienza Energetica

Dettagli

Energia, ambiente ed efficienza

Energia, ambiente ed efficienza Energia, ambiente ed efficienza Collegio Gregorianum, Padova 21 maggio 2008 Arturo Lorenzoni Introduzione Il settore energetico ha un incidenza di primaria importanza sull economia nazionale. È il primo

Dettagli

La progettazione e i benefici economici

La progettazione e i benefici economici Geotermia a bassa entalpia: i fattori per lo sviluppo del mercato e della filiera Bologna, 14 novembre 2014 Dipartimento di Ingegneria Industriale dell Università di Parma Energia da fonti rinnovabili:

Dettagli

L analisi del sistema energetico comunale e Piano d Azione per l Energia Sostenibile. Paolo Fabbri Alberto Rossini

L analisi del sistema energetico comunale e Piano d Azione per l Energia Sostenibile. Paolo Fabbri Alberto Rossini L analisi del sistema energetico comunale e Piano d Azione per l Energia Sostenibile Paolo Fabbri Alberto Rossini Il Patto dei Sindaci L Unione Europea guida la lotta contro il cambiamento climatico e

Dettagli

DOCET pro : software di Diagnosi e Certificazione Energetica degli Edifici su piattaforma web

DOCET pro : software di Diagnosi e Certificazione Energetica degli Edifici su piattaforma web DOCET pro : software di Diagnosi e Certificazione Energetica degli Edifici su piattaforma web LORENZO BELUSSI - LUDOVICO DANZA - ITALO MERONI ITC-CNR Istituto per le Tecnologie della Costruzione del Consiglio

Dettagli

LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI

LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI Perche fare i controlli? RISPARMIO ENERGETICO Un impianto termico più efficiente consuma meno combustibile a parità di calore prodotto. RISPARMIO ECONOMICO

Dettagli

Ing. Fabio Minchio L AUDIT ENERGETICO ENERGIA: DA COSTO INCONTROLLATO A VARIABILE STRATEGICA. 1. costo inevitabile e incontrollato

Ing. Fabio Minchio L AUDIT ENERGETICO ENERGIA: DA COSTO INCONTROLLATO A VARIABILE STRATEGICA. 1. costo inevitabile e incontrollato Ing. Fabio Minchio L AUDIT ENERGETICO ENERGIA: DA COSTO INCONTROLLATO A VARIABILE STRATEGICA 1. costo inevitabile e incontrollato 2. costo controllato 3. costo pianificato 4. costo pianificato + valore

Dettagli

Incentivi e fondi per l'efficientamento energetico della PA: ESCO, FTT ed energy manager

Incentivi e fondi per l'efficientamento energetico della PA: ESCO, FTT ed energy manager Incentivi e fondi per l'efficientamento energetico della PA: ESCO, FTT ed energy manager Enrico Biele, FIRE Procedure per realizzare progetti di efficientamento nella Pubblica Amministrazione: FTT, EPC

Dettagli

13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI. D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74

13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI. D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74 13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74 Regolamento sul controllo e la manutenzione degli Assessorato ai Lavori Pubblici ed all Energia Segreteria

Dettagli

RISPETTO ALLE TRADIZIONALI SOLUZIONI IMPIANTISTICHE ACCOPPIATO AD UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

RISPETTO ALLE TRADIZIONALI SOLUZIONI IMPIANTISTICHE ACCOPPIATO AD UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Obiettivi: Lo studio si propone di valutare la convenienza economica ed ambientale di un nuovo sistema VRF ad espansione diretta negli edifici di nuova costruzione: RISPETTO ALLE TRADIZIONALI SOLUZIONI

Dettagli

Microkjoto. imprese. audit energetico

Microkjoto. imprese. audit energetico Microkjoto imprese audit energetico Schema base audit energetico 1 Premessa 1 Premessa 2 - Risultanze dell audit energetico 3 Sintesi dei consumi da analisi bollette 4 Piano energetico 4.1 Proposte azioni

Dettagli

Efficienza energetica degli edifici del terziario e del residenziale

Efficienza energetica degli edifici del terziario e del residenziale Efficienza energetica degli edifici del terziario e del residenziale ing. Federico Musazzi Segretario Assotermica LIVINLUCE ENERMOTIVE Milano, 27 maggio 2009 L Associazione nazionale di categoria Assotermica

Dettagli

e la norma cogente. L'implementazione in azienda

e la norma cogente. L'implementazione in azienda Il sistema di gestione BS OHSAS 18001 e la norma cogente. L'implementazione in azienda Via dei Mille, 8 - Falconara M.(AN) - Tel. 071.910701 Fax: 071.9169688 pbelardinelli@isaq.it - www.isaq.it 547 + 391

Dettagli

RESIDENCE 5 STELLE EDIFICI IN CLASSE ENERGETICA A

RESIDENCE 5 STELLE EDIFICI IN CLASSE ENERGETICA A RESIDENCE 5 STELLE EDIFICI IN CLASSE ENERGETICA A Scopo della presente brochure è quello di spiegare i criteri che hanno spinto gli imprenditori, in fase di progettazione, ad effettuare scelte architettoniche

Dettagli

Nuovi Decreti Impianti Termici. Esercizio, Conduzione, Manutenzione, Controllo, Ispezione degli impianti

Nuovi Decreti Impianti Termici. Esercizio, Conduzione, Manutenzione, Controllo, Ispezione degli impianti Nuovi Decreti Impianti Termici Esercizio, Conduzione, Manutenzione, Controllo, Ispezione degli impianti 1.1 Ambiti di intervento e finalità Definizioni: Esercizio: attività che dispone e coordina, nel

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE. Con il Patrocinio:

CORSO DI FORMAZIONE. Con il Patrocinio: Con il Patrocinio: CORSO DI FORMAZIONE MAGGIO 2015 - Presso la sede di ESEA AUTOMATION in Via M. Carboni,15 66100 Chieti Scalo GIUGNO 2015 - Presso la sede del GRUPPO DI COSIMO in Via Lungofiume Saline

Dettagli

Andrea Cacace, ABB Process Automation, 23 Aprile 2015 Ottimizzazione ed efficienza energetica nei processi: il ruolo della diagnosi energetica

Andrea Cacace, ABB Process Automation, 23 Aprile 2015 Ottimizzazione ed efficienza energetica nei processi: il ruolo della diagnosi energetica Andrea Cacace, ABB Process Automation, 23 Aprile 2015 Ottimizzazione ed efficienza energetica nei processi: il ruolo della diagnosi energetica Ottimizzazione ed efficienza energetica nei processi Sommario

Dettagli

Come si fa un audit energetico dei consumi pubblici

Come si fa un audit energetico dei consumi pubblici COMUNE DI POLVERARA Come si fa un audit energetico dei consumi pubblici relatore: ing. Davide Fraccaro IL CONCETTO DI ENERGIA ENERGIA: capacità di un corpo di compiere lavoro ENERGIA E LAVORO SONO CONCETTI

Dettagli

Sistema ibrido VITOCALDENS 222-F

Sistema ibrido VITOCALDENS 222-F Sistema ibrido VITOCALDENS 222-F Perchè un sistema ibrido conviene? 2/3 Per sistema ibrido si intende un dispositivo o un impianto in cui sono presenti generatori di calore alimentati da diverse fonti

Dettagli

Workshop Edifici. Alessandro Fontana ANIMA Assotermica. Logo associazione nello schema

Workshop Edifici. Alessandro Fontana ANIMA Assotermica. Logo associazione nello schema Workshop Edifici Soluzioni di tecnologia integrata per il risparmio energetico: applicazioni reali della condensazione per riscaldamento e produzione acqua calda sanitaria Alessandro Fontana ANIMA Assotermica

Dettagli

5 ANNI DI SERVIZIO ENERGIA Comune di Vaprio d Adda STAGIONE TERMICA 2012-2013

5 ANNI DI SERVIZIO ENERGIA Comune di Vaprio d Adda STAGIONE TERMICA 2012-2013 5 ANNI DI SERVIZIO ENERGIA Comune di Vaprio d Adda STAGIONE TERMICA 2012-2013 1 EDIFICI OGGETTO DI INTERVENTO Interventi di riqualificazione Municipio Scuole elementari medie e centro sportivo Asilo e

Dettagli

Comune di Udine Pianificazione Energetica

Comune di Udine Pianificazione Energetica Comune di Udine Pianificazione Energetica Pianificazione Energetica: procedura PIANIFICAZIONE ENERGETICA RACCOLTA DATI ANALISI DATI DEFINIZIONE BASELINE BILANCIO ENERGETICO INCIDENZA CONSUMI/EMISSIONI

Dettagli

CENTRO COMMERCIALE ZERO CENTER (TV)

CENTRO COMMERCIALE ZERO CENTER (TV) Progetto CENTRO COMMERCIALE ZERO CENTER (TV) Scheda tecnica Impianto Tecnologico 1. Caratteristiche principali dell intervento Il complesso commerciale sarà articolato su più fabbricati, anche in corpi

Dettagli

www.fire-italia.org Valentina Bini, FIRE INFODAY Regione Marche 18 febbraio 2013, Ancona

www.fire-italia.org Valentina Bini, FIRE INFODAY Regione Marche 18 febbraio 2013, Ancona La norma ISO 50001 Valentina Bini, FIRE INFODAY Regione Marche 18 febbraio 2013, Ancona I problemi dell energy management Fondamentalmente l EM è richiesto per risparmiare sui costi aziendali. Costi sempre

Dettagli

L ANALISI DEI CONSUMI ENERGETICI DEL COMUNE DI RIVOLI E RELATIVA PRE-DIAGNOSI: una esperienza replicabile non solo per PA

L ANALISI DEI CONSUMI ENERGETICI DEL COMUNE DI RIVOLI E RELATIVA PRE-DIAGNOSI: una esperienza replicabile non solo per PA L ANALISI DEI CONSUMI ENERGETICI DEL COMUNE DI RIVOLI E RELATIVA PRE-DIAGNOSI: una esperienza replicabile non solo per PA Spunti e consigli operativi per i soggetti interessati all applicazione del metodo

Dettagli

Dopo la diagnosi: la parola all energy management Dario Di Santo, FIRE

Dopo la diagnosi: la parola all energy management Dario Di Santo, FIRE Dopo la diagnosi: la parola all energy management Dario Di Santo, FIRE Greenbuilding - Audit energetico sostenibile 5 maggio 2011, Verona Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell

Dettagli

L audit. energetico e la certificazione energetica degli edifici. C.Gistri Certiquality. Comune di Settala Mercoledì 8 novembre 2006

L audit. energetico e la certificazione energetica degli edifici. C.Gistri Certiquality. Comune di Settala Mercoledì 8 novembre 2006 L audit energetico e la certificazione energetica degli edifici. C.Gistri Certiquality Comune di Settala Mercoledì 8 novembre 2006 Monitorare l efficienza energetica Attuali esigenze relative all utilizzo

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA di REGGIO EMILIA

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA di REGGIO EMILIA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA di REGGIO EMILIA MODELLO DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Quadro di riferimento regionale Piano Energetico Regionale Ai consumi

Dettagli

L approccio globale ABB per l efficienza energetica. Dalla diagnosi energetica al monitoraggio dei risultati.

L approccio globale ABB per l efficienza energetica. Dalla diagnosi energetica al monitoraggio dei risultati. Flavio Beretta,- 20 Novembre 2013 Convegno Assolombarda-EnergyLab L approccio globale ABB per l efficienza energetica. Dalla diagnosi energetica al monitoraggio dei risultati. Marzo 2011 Slide 1 ABB un

Dettagli

Bolletta Elettrica Comunale

Bolletta Elettrica Comunale Bolletta Elettrica Comunale INDICAZIONI OPERATIVE Verifica delle modalità d uso dell energia elettrica Dr. E.Brega Milano 2011 1 Bolletta Elettrica Comunale Elementi tecnici della bolletta per utenza mensile

Dettagli

I benefici aziendali che si possono ottenere sono riconducibili a:

I benefici aziendali che si possono ottenere sono riconducibili a: Consulenza Strategica nel settore Automotive con sviluppo di piani aziendali e strategie nel settore commerciale,nel post-vendita e nell area manageriale. La consulenza è rivolta ai titolari delle CONCESSIONARIE

Dettagli

COSTRUIRE IN CLASSE A+ CON IMPIANTO A PANNELLO RADIANTE E POMPA DI CALORE

COSTRUIRE IN CLASSE A+ CON IMPIANTO A PANNELLO RADIANTE E POMPA DI CALORE COSTRUIRE IN CLASSE A+ CON IMPIANTO A PANNELLO RADIANTE E POMPA DI CALORE Scopo del presente approfondimento è quello di spiegare i vantaggi energetici ed economici di utilizzare una pompa di calore aria/acqua

Dettagli

Consulenza e Gestione TEE - Generare valore economico dall efficienza energetica

Consulenza e Gestione TEE - Generare valore economico dall efficienza energetica JPE2010 ha ottenuto la certificazione secondo la UNI CEI 11352, la norma italiana che stabilisce i requisiti per le società che svolgono il ruolo di Energy Service Company Jpe 2010 S.c.r.l. E.S.Co. Via

Dettagli

LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO (dati 2010)

LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO (dati 2010) LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO (dati 2010) Italia Italia 5.800 5.800 filiali filiali 80.000 80.000 addetti addetti 11,4 11,4 mil milclienti Estero Estero 1.700 1.700 filiali filiali

Dettagli

I punti cardine del risparmio energetico

I punti cardine del risparmio energetico IL RISPARMIO COME FONTE DI ENERGIA Tezze sul Brenta, mercoledì 21 gennaio 2009 Ing. Luca Cuccarollo I punti cardine del risparmio energetico La gestione accurata dei sistemi energetici come mezzo per ridurre

Dettagli

AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DEI COMUNI DELL OGLIO PO

AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DEI COMUNI DELL OGLIO PO AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DEI COMUNI DELL OGLIO PO Comune di Rivarolo del Re ed Uniti (CR) RELAZIONE FINALE - Audit leggeri - Audit di dettaglio - Certificazione energetica - Installazione del sistema

Dettagli

Diagnosi Energetica negli edifici scolastici

Diagnosi Energetica negli edifici scolastici Diagnosi Energetica negli edifici scolastici ing. Piergabriele Andreoli Perché una Diagnosi Energetica L Analisi Energetica risulta il primo passo per: l attuazione di politiche di riduzione dei costi

Dettagli

Le procedure gestionali del SGQ di UTFUS TF GQL

Le procedure gestionali del SGQ di UTFUS TF GQL Le procedure gestionali del SGQ di UTFUS TF GQL Sommario Procedure gestionali obbligatorie secondo ISO 9001:2008; Gestione Documenti; Audit Interni; Non Conformità; Azioni di miglioramento (azioni correttive

Dettagli

Applicazione dell Allegato Energetico al Regolamento Edilizio. Riqualificazione energetica del parco edilizio privato

Applicazione dell Allegato Energetico al Regolamento Edilizio. Riqualificazione energetica del parco edilizio privato Scheda R Azione R.1 Fabbisogni energetici dell edilizia residenziale esistente Applicazione dell Allegato Energetico al Regolamento Edilizio. Riqualificazione energetica del parco edilizio privato Obiettivi

Dettagli

MIGLIORA LA TUA ENERGIA EFFICIENZA E RISPARMIO

MIGLIORA LA TUA ENERGIA EFFICIENZA E RISPARMIO MIGLIORA LA TUA ENERGIA EFFICIENZA E RISPARMIO EFFICIENZA ENERGETICA Utilizzare le risorse energetiche e idriche in modo corretto e responsabile, ridurre gli sprechi e le perdite, ottimizzare il ciclo

Dettagli

Linee guida per l implementazione di un SGSSL nelle PMI

Linee guida per l implementazione di un SGSSL nelle PMI Linee guida per l implementazione di un SGSSL nelle PMI Secondo la specifica OHSAS 18001:1999 EXPO SicuraMente 29/05/08 - Fiera di Brescia Struttura documentale di un SGSSL Norma OHSAS 18001:1999 3 2 Politica

Dettagli

Comune di Udine Pianificazione Energetica

Comune di Udine Pianificazione Energetica Comune di Udine Pianificazione Energetica Pianificazione Energetica: procedura PIANIFICAZIONE ENERGETICA RACCOLTA DATI ANALISI DATI DEFINIZIONE BASELINE BILANCIO ENERGETICO INCIDENZA CONSUMI/EMISSIONI

Dettagli

5 ANNI DI SERVIZIO ENERGIA Comune di Trezzo sull Adda STAGIONE TERMICA 2012-2013

5 ANNI DI SERVIZIO ENERGIA Comune di Trezzo sull Adda STAGIONE TERMICA 2012-2013 5 ANNI DI SERVIZIO ENERGIA Comune di Trezzo sull Adda STAGIONE TERMICA 2012-2013 1 Interventi di riqualificazione EDIFICI CON INTERVENTIO DIRIQUALIFICAZIONE COMPLETA Scuole elementari Piazza Italia Scuole

Dettagli

Analisi Ambientale (AA)

Analisi Ambientale (AA) Sistema di Gestione Ambientale Analisi Ambientale (AA) Revisione: 02 Data: 27/02/2013 Redatto da: P. Novello Verificato da: P. Novello Approvato da: A. Marini INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 1.1. PREMESSA

Dettagli

Analisi Energetico Ambientale XXXXXXXXXX. Impresa 6 Analisi Energetico Ambientale XXXXXXXXXXXX XXXXXXXX 40050 Monterenzio, Bologna

Analisi Energetico Ambientale XXXXXXXXXX. Impresa 6 Analisi Energetico Ambientale XXXXXXXXXXXX XXXXXXXX 40050 Monterenzio, Bologna Impresa 6 Analisi Energetico Ambientale XXXXXXXXXXXX XXXXXXXX 40050 Monterenzio, Bologna 1 Indice: I Premessa II Inquadramento generale dell impresa III Check up energetico III.1 Introduzione III.2 Sopralluogo

Dettagli

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013 Gentile famiglia Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Il Comune di Brivio ha sottoscritto il Patto dei Sindaci, iniziativa Europea nata

Dettagli

IL PROGETTO ENERCLOUD 08/05/2012

IL PROGETTO ENERCLOUD 08/05/2012 IL PROGETTO ENERCLOUD 08/05/2012 Cos è Enercloud? Enercloud è un software in grado di monitorare e valutare, sulla base dei dati reperibili dalle bollette energetiche, i consumi di energia elettrica e

Dettagli

Microcogenerazione. Cogenerazione

Microcogenerazione. Cogenerazione Microcogenerazione Ing. Emilio Ghiani Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica Università di Cagliari Cogenerazione Cogenerazione: generazione simultanea in un unico processo di energia termica

Dettagli

L utilizzo della potestà regolamentare degli Enti Locali per il risparmio e la certificazione energetica. Gli interventi per l esistente.

L utilizzo della potestà regolamentare degli Enti Locali per il risparmio e la certificazione energetica. Gli interventi per l esistente. L utilizzo della potestà regolamentare degli Enti Locali per il risparmio e la certificazione energetica. Gli interventi per l esistente. Luigi Mariani Assessore all Urbanistica e all Edilizia Privata

Dettagli