Caso studio sull implementazione di un sistema di gestione. Andrea Grava, EGE SECEM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Caso studio sull implementazione di un sistema di gestione. Andrea Grava, EGE SECEM"

Transcript

1 Caso studio sull implementazione di un sistema di gestione Andrea Grava, EGE SECEM MILANO 10 ottobre

2 AZIENDA: FARAM spa (TV) SETTORE: mobile (arredo per ufficio) SITI COINVOLTI: 2 Giavera (uffici + produzione) Spresiano (produzione) ADDETTI: ~ 200 SISTEMI GESTIONE ESISTENTI: CONSUMI ENERGETICI: ~ 400 Tep/anno 2

3 TARGET: La direzione, nel corso del 2011, aveva pianificato di integrare nel proprio SG i seguenti: Sistema Gestione Energia ISO Sistema Gestione Sicurezza ISO Termine ultimo: marzo-aprile 2012 Inizio lavori: settembre

4 PLAN DO CHECK ACT 4

5 ASPETTI INIZIALI RILEVANTI: Politica energetica della direzione e confini sistema Sito singolo, multiplo, ciclo industriale? Ambito civile, ambito industriale, entrambi? Coesistenza di altri SG Manuale e procedure ex novo e/o integrazione con esistenti? 5

6 Pianificazione ISO set-11 ott-11 nov-11 dic-11 gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 Audit Energetico Formazione Man-Proc-It SGI Audit interno Azioni correttive Pre Audit e Audit EMISSIONE 6

7 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Planimetrie e layout produzione -- Layout impianti di servizio e logiche collegamento Gestione contratti energetici Bollette energetiche e dati di consumo storici -- Dati di produzione Elenco utilizzi energetici Per ambito civile: relazioni tecniche secondo L10/91, certificati energetici ecc. su edifici Libretti di centrale termica -- Stato formazione personale energia ISO

8 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Identificazione responsabili aziendali per ENERGY TEAM GE (Resp. gestione energia)* RSG (Resp. sistema gestione integrato) RU (Resp. Risorse umane)* AM (Amministrazione)* ACQ (Resp. acquisti) MNT (Resp. manutenzione) SINF (Resp. Sistemi informativi) Sopralluogo: stato di fatto vani, strutture edilizie e impianti tecnologici Integrazione su planimetrie di P&I: Schema unifilare impianti (logica dei collegamenti) Posizionamento generatori Posizionamento apparecchi emissione Posizionamento termostati Sopralluogo su principali utenze 8

9 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Dati su cicli di lavoro, turni, orari, persone impegnate, % utilizzo impianti Campagna di misurazioni ed elaborazione dei dati Manutenzione: procedure e metodi 9

10 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Norma UNI/TR Verificare adempimenti legislativi nazionali e locali : manutenzioni ed efficienza caldaie (DPR412/93 ) controllo temperature interne climatizzazione (DPR 412/93 + Circ.Reg.n 13 01/07/97) Reg. EU gas florurati ( >3kg, patentino frig.) Inquinamento luminoso L.R /08/09 Strumento aggiornamento normativo Suddividere fabbisogni energetici Indicare KPI 10

11 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Individua azioni di miglioramento dell efficienza energetica Contiene analisi costi/benefici LCCA Indica la metodologia e la priorità degli interventi 11

12 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Virtualizzazione servers con utilizzo tecnologia blade Inverter su motori elettrici principali (LCCA- ritorno investimento < 4 anni) Da monitoraggio bollette emerso guasto rifasatore (cosfi~0.6) gennaio 2012!!! Installazione compressore VSD (-50% consumi) Lampade neon da manutentare (installazione eco-led) Efficientamento caldaie e separazione impianti uffici - produzione Sostituzione fornitori energia con altri maggiormente efficienti a parità di prezzo 12

13 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Cambio fornitore Energia Elettrica: maggior assistenza, prezzo invariato, bonus penali cos(fi) per 1 anno Pianificazione sostituzione componenti IT e rilievo assorbimenti ex-ante: diminuzione assorbimento -80% Riparazione guasto rifasatore: cos(fi) entro limiti a febbraio; nessuna penale. Ufficio acquisti: gestire aspetti energetici con fornitori. lampade neon di ricambio ad alta efficienza o led, motori elettrici secondo dir. ERP ecc. Separazione impianti termici uffici produzione, installazione caldaie kw condensazione ed efficientamento caldaia esistente con regolazione climatica 13

14 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Rilevazione fattori carico singole utenze elettriche in reparto produzione Monitoraggio mensile parametri generali Costi, consumi, cos(fi) Misurazione e controllo parametri per KPI Ore carico-vuoto compressori, temperature esterne, ore lavorate N. PARAMETRO UNITA' DI MISURA PERIODICITA' VERIFICA MIGLIORAMENTO ATTESO RISPETTO ANNO 2011 [% ] BASELINE ANNO CORRENTE 2012 BASELINE ANNO PRECEDENTE Consumo annuo complessivo di energia elettrica kwh/anno Mensile 5% n.d 2 Consumo annuo complessivo di metano mc/anno Mensile 5% 6865 n.d 3 Consumo annuo complessivo di olio combustibile kg/anno Annuale 5% n.d 4 Costo annuo complessivo di energia elettrica consumata /kwh Mensile 5% 0,180 n.d 5 Costo annuo complessivo di metano consumato /mc Mensile 5% 0,613 n.d 6 Costo annuo complessivo di olio combustibile consumato /kg Annuale 5% 0,800 n.d 7 Consumo annuo complessivo di energia elettrica/ore totali lavorate kwh/ore lavorate Annuale 5% n.d 8 Consumo annuo complessivo di metano/ore totali lavorate nel Reparto Imballo mc/ore lavorate Annuale 5% n.d 9 Consumo annuo complessivo di olio combustibile/ore totali lavorate kg/ore lavorate Annuale 5% n.d 10 Consumo termico/gradi giorno 1 kwht/gg 2 Stagionale 5% 74,88 n.d 11 Utilizzo a pieno carico/ore funzionamento complessivo imp. compressione % Mensile 5% 33,8% n.d 14

15 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Verifica su scostamenti da parametri baseline / obiettivi Necessaria ridefinizione baseline 15

16 Analisi documentale Reperimento dati e analisi Audit Energetico Opportunità Piani azione e monitoraggio Riunioni periodiche Energy Team - reports Sistemi Telegestione Telecontrollo - Supervisione installazione multimetri elettrici (controllo picchi potenza, cosfi, energie attive e reattive, armoniche, guasti) misuratori energia termica monitoraggio temperature ambiente Comunicazione Formazione 16

17 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Vista la presenza di SGS ISO Poche procedure ex novo come ad es: Procedura Analisi Energetica Fonti e usi energia Consumi complessivi (fatt) Consumi complessivi (lett) Consumi specifici Parametri di misurazione della prestazione energetica 17

18 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica All.2: Fonti e usi energia 18

19 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica All.3: Consumi complessivi (da fatturazione) 19

20 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica All.4: Consumi complessivi (da lettura) Energia elettrica associata all'uso di compressori Data lettura ore totali Compressore 1 Compressore 2 lettura ore a pieno carico lettura ore a vuoto* % pieno carico Data lettura ore totali lettura ore a pieno carico lettura ore a vuoto* 09/01/ /01/ /02/ ,2% 08/02/ /03/ ,7% 02/03/ /04/ ,6% 06/04/ /05/ ,5% 02/05/ /06/ ,7% 04/06/ /07/ ,2% 05/07/ * Leggere il totale e il parziale e fare la sottrazione per ricavare il terzo dato 33,1% * Leggere il totale e il parziale e fare la sottrazione per ricavare il terzo dato Metano Olio combustibile Fornitore Data Lettura [m³] Consumo [m³] TEP Data Carichi effettuati dopo la data precedente [kg] Ascotrade 09/01/ /01/ Ascotrade 07/02/ ,0 0, /02/ ,0 Ascotrade 02/03/ ,0 0, /03/ ,0 Ascotrade 06/04/ ,0 0, Ascotrade 02/05/ ,0 0, Ascotrade 04/06/ ,0 1, Ascotrade 05/07/ ,0 0, Ascotrade Ascotrade Ascotrade Ascotrade Ascotrade Lettura [kg] Consumo [kg] 20

21 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica All.5: Consumi specifici Potenza Modalità rilevazione 2 nominale (kw) Elementi installati (N.) Dati rilevati Presenza Inverter (si/no) Ore di lavoro (h) 3 Giorni Fattore lavoro di carico anno (%) 4 (gg/anno) 1 66,74 1 no 7, % 1) Azioni per conformità legislativa (si/no) 2) Potenza > 15 Kw (si/no) Significatività 3) Incidenza energia > 5% (si/no) 4) Efficientam. > 5% (si/no) 5) Investimenti economici (si/no) no si si si no Esito non significativo 21

22 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica All.5: Consumi specifici 22

23 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica All.6: Parametri di misurazione della prestazione energetica 23

24 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Procedura Analisi Energetica Audit Azioni miglioramento Analisi costi-benefici Priorità interventi RIESAME 24

25 MANUALE-PROCEDURE-ISTRUZIONI Vista la presenza di SGS ISO Molte integrazioni a procedure esistenti Controllo Operativo Gestione manutenzione Taratura strumenti misura Acquisti Gestione fornitori servizi e attrezzature in relazione a standard e aspetti di efficienza energetica LCCA 25

26 AUDIT ENTE CERTIFICAZIONE Audit 1 documentale Verifica manuale SGI Verifica prescrizioni normative Non conformità/osservazioni Audit 2 certificativo Verifica su tutto il SGE Non conformità/osservazioni NC1: chiusura azione correttiva entro 13 settimane di tempo NC2: proposta azione correttive entro 13 settimane, accettazione con verifica in successivo audit di mantenimento 26

27 AUDIT ENTE CERTIFICAZIONE Rilascio certificato SGE ISO

28 Grazie per l attenzione Ing. Grava Andrea EGE certificato SECEM Settore industriale Matr SI/011 Mail: Tel :

La Diagnosi Energetica tra obbligo e opportunità RisparmiaRE. L efficientamento energetico nelle imprese reggiane Reggio Emilia, 20 Maggio 2015

La Diagnosi Energetica tra obbligo e opportunità RisparmiaRE. L efficientamento energetico nelle imprese reggiane Reggio Emilia, 20 Maggio 2015 La Diagnosi Energetica tra obbligo e opportunità RisparmiaRE. L efficientamento energetico nelle imprese reggiane Reggio Emilia, 20 Maggio 2015 Efficienza energetica introduzione La Commissione Europea

Dettagli

PRINCIPALI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO: TECNOLOGIE EFFICIENTI SETTORE INDUSTIALE E CIVILE

PRINCIPALI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO: TECNOLOGIE EFFICIENTI SETTORE INDUSTIALE E CIVILE PROGETTO STEEEP WORKSHOP: COME GESTIRE I CONSUMI ENERGETICI IN MODO EFFICIENTE: LO STRUMENTO DELLA CONTABILITA ENERGETICA PRINCIPALI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO: TECNOLOGIE EFFICIENTI SETTORE INDUSTIALE

Dettagli

Strumenti per ridurre consumi e costi: dall audit energetico fino ai meccanismi di finanziamento Andrea Zanfini

Strumenti per ridurre consumi e costi: dall audit energetico fino ai meccanismi di finanziamento Andrea Zanfini Strumenti per ridurre consumi e costi: dall audit energetico fino ai meccanismi di finanziamento Andrea Zanfini Ottimizzazione energetica nelle imprese e nelle istituzioni Labmeeting I settori più energivori:

Dettagli

Soluzioni impiantistiche per le strutture ricettive: dall audit energetico alle scelte strategiche. Incontro ISNART Varese Aprile 2010

Soluzioni impiantistiche per le strutture ricettive: dall audit energetico alle scelte strategiche. Incontro ISNART Varese Aprile 2010 Soluzioni impiantistiche per le strutture ricettive: dall audit energetico alle scelte strategiche Incontro ISNART Varese Aprile 2010 Martedì 27.04.2010 OBIETTIVO della presentazione: Esistenza di un percorso

Dettagli

18 settembre, Latina. Alessandro Ficarazzo Settore Sostenibilità Area QHSE Certiquality srl. a.ficarazzo@certiquality.

18 settembre, Latina. Alessandro Ficarazzo Settore Sostenibilità Area QHSE Certiquality srl. a.ficarazzo@certiquality. I Sistemi di gestione dell energia: la norma ISO 50001:11 18 settembre, Latina Alessandro Ficarazzo Settore Sostenibilità Area QHSE Certiquality srl a.ficarazzo@certiquality.it 02 80 69 17 91 QUALITY ENVIRONMENT

Dettagli

Matteo Locati 25 novembre 2015 LA NORMA ISO 50001: CONTENUTI E OPPORTUNITA

Matteo Locati 25 novembre 2015 LA NORMA ISO 50001: CONTENUTI E OPPORTUNITA Matteo Locati 25 novembre 2015 LA NORMA ISO 50001: CONTENUTI E OPPORTUNITA TEMATICHE PRESENTATE AGGIORNAMENTI SU DLGS 102/2014 E GLI OBBLIGHI PER LE AZIENDE I CONTENUTI ED I REQUISITI DELLA NORMA ISO 50001:11

Dettagli

I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001

I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001 I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001 Percorsi di ampliamento dei campi di applicazione gestiti in modo

Dettagli

ISO 50001 come strumento per l efficienza energetica

ISO 50001 come strumento per l efficienza energetica Per una migliore qualità della vita ISO 50001 come strumento per l efficienza energetica Alessandro Ficarazzo Certiquality QUALITY ENVIRONMENT SAFETY ENERGY PRODUCT INSPECTION TRAINING 27 maggio 2015 Assolombarda

Dettagli

LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA NEGLI STABILIMENTI PRODUTTIVI CASO PRATICO

LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA NEGLI STABILIMENTI PRODUTTIVI CASO PRATICO LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA NEGLI STABILIMENTI PRODUTTIVI CASO PRATICO Relatore: Gianluca Savigni Resp. Settore Energia Studio Alfa S.r.l. www.studioalfa.it www.puntoenergia.re.it Supporto di Energy

Dettagli

I Sistemi di gestione dell energia: la norma ISO 50001:11

I Sistemi di gestione dell energia: la norma ISO 50001:11 I Sistemi di gestione dell energia: la norma ISO 50001:11 25 settembre 2012, Treviso Matteo Locati Direzione Certificazione Sistemi di Gestione QHSE e compliance Product Manager Sustainability a.ficarazzo@certiquality.it

Dettagli

Audit energetico, Certificazione 50001:2011, UNI EN ISO 14001 modalità di integrazione obblighi e opportunità di efficacia ed efficienza energetica

Audit energetico, Certificazione 50001:2011, UNI EN ISO 14001 modalità di integrazione obblighi e opportunità di efficacia ed efficienza energetica In collaborazione con Audit energetico, Certificazione 50001:2011, UNI EN ISO 14001 modalità di integrazione obblighi e opportunità di efficacia ed efficienza energetica Relatore: ing. M. Capuana Taomina,

Dettagli

CERTIQUALITY PER L EFFICIENZA ENERGETICA Decreto Legislativo n. 102/2014: Audit Energetico e Sistemi di Gestione Energia (ISO 50001)

CERTIQUALITY PER L EFFICIENZA ENERGETICA Decreto Legislativo n. 102/2014: Audit Energetico e Sistemi di Gestione Energia (ISO 50001) Per una migliore qualità della vita ENERGIA CERTIQUALITY PER L EFFICIENZA ENERGETICA Decreto Legislativo n. 102/2014: Audit Energetico e Sistemi di Gestione Energia (ISO 50001) Webinar CQY 19 Maggio 2015

Dettagli

La procedura di Audit Energetico

La procedura di Audit Energetico La procedura di Audit Energetico Seminario di presentazione dell iniziativa + x L'importanza della diagnosi energetica iniziativa a supporto delle imprese Vicenza, 11 aprile 2014 Galileia, spin off dell

Dettagli

Le Diagnosi Energetiche e i Sistemi di Gestione dell Energia

Le Diagnosi Energetiche e i Sistemi di Gestione dell Energia organizzato da: in collaborazione con: Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia VERONA FORUM DEGLI ENERGY MANAGER Energy management for a smarter energy Sala Rossini Smart Energy Expo 11 Ottobre

Dettagli

Strumenti per ridurre consumi e costi: dall audit energetico fino ai meccanismi di finanziamento Andrea Zanfini

Strumenti per ridurre consumi e costi: dall audit energetico fino ai meccanismi di finanziamento Andrea Zanfini BC1 Strumenti per ridurre consumi e costi: dall audit energetico fino ai meccanismi di finanziamento Andrea Zanfini Workshop Diapositiva 1 BC1 inserire i propri riferimenti Nome e Cognome relatore Titolo

Dettagli

Le diagnosi energetiche secondo il DLgs 102/14: opportunità di energy saving nelle imprese agro-alimentari

Le diagnosi energetiche secondo il DLgs 102/14: opportunità di energy saving nelle imprese agro-alimentari Dal 1983 EDISON ENERGY SOLUTIONS S.p.A Le diagnosi energetiche secondo il DLgs 102/14: opportunità di energy saving nelle imprese agro-alimentari Rimini, 6 novembre 2014 0. La diagnosi energetica: definizione

Dettagli

Energy management. Il ruolo dell energy manager attraverso lo studio di un caso reale

Energy management. Il ruolo dell energy manager attraverso lo studio di un caso reale Energy management Il ruolo dell energy manager attraverso lo studio di un caso reale Obiettivo dell energy manager Ottimizzare dal punto di vista energetico economico i consumi della propria azienda, sia

Dettagli

AUDIT ENERGETICO. Efficienza energetica nell'industria interventi e casi applicativi. 20 Maggio 2014. Paolo Torri

AUDIT ENERGETICO. Efficienza energetica nell'industria interventi e casi applicativi. 20 Maggio 2014. Paolo Torri AUDIT ENERGETICO Efficienza energetica nell'industria interventi e casi applicativi 20 Maggio 2014 AUDIT ENERGETICI Cos è Cosa Come Analisi degli usi e dei consumi energetici di un organizzazione attuata

Dettagli

Analisi ed interventi di risparmio L'esperienza dell'area di Ricerca di Firenze del CNR sul monitoraggio e l'ottimizzazione dei consumi energetici

Analisi ed interventi di risparmio L'esperienza dell'area di Ricerca di Firenze del CNR sul monitoraggio e l'ottimizzazione dei consumi energetici Analisi ed interventi di risparmio L'esperienza dell'area di Ricerca di Firenze del CNR sul monitoraggio e l'ottimizzazione dei consumi energetici Francesco Grazzi Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto

Dettagli

Diagnosi Energetica: da obbligo normativo ad opportunità

Diagnosi Energetica: da obbligo normativo ad opportunità Energetica: da obbligo normativo ad opportunità Risparmi OBBLIGO NORMATIVO Il Decreto Legislativo 102/2014 obbliga le Grandi Imprese e le Imprese Energivore a svolgere una Energetica a norma entro il 5

Dettagli

Metodologie dell Audit Energetico

Metodologie dell Audit Energetico Metodologie dell Audit Energetico Ing. Melchiorre Casisi, Ph.D. Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica Università degli Studi di Udine Udine, 8 luglio 2011 Audit e strategie per la

Dettagli

D.Lgs 102/14. Diagnosi energetiche per le imprese

D.Lgs 102/14. Diagnosi energetiche per le imprese D.Lgs 102/14 Diagnosi energetiche per le imprese 1 Recepimento direttiva 2012/27/UE sull efficienza energetica Miglioramento dell efficienza energetica Per raggiungere obiettivo SEN (Strategia Energetica

Dettagli

Hotel: Ristrutturazione

Hotel: Ristrutturazione Hotel: Ristrutturazione Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI il software Energy Planning Dati edificio Località Comune: Firenze Zona climatica: D Latitudine:

Dettagli

S.A. 59 - Ecolav The file was converted using http://www.convertapi.com Please purchase credits to remove this text http://www.convertapi.

S.A. 59 - Ecolav The file was converted using http://www.convertapi.com Please purchase credits to remove this text http://www.convertapi. S.A. 59 - Ecolav ANAGRAFICA Ragione Sociale S.A. 59 - Ecolav Via / Piazza vai CAP 00101 Regione Campania Provincia Napoli Comune Bacoli Partita IVA 123123 Referente Aziendale gt Presenza Energy Manager

Dettagli

LE FASI DELL AUDIT ENERGETICO

LE FASI DELL AUDIT ENERGETICO LE FASI DELL AUDIT ENERGETICO 1. FASE PRELIMINARE L auditor incaricato provvederà a raccogliere una serie di informazioni preliminari riguardanti il tipo di attività dell azienda, gli edifici del sito

Dettagli

Concepire oggi l energia del futuro

Concepire oggi l energia del futuro Concepire oggi l energia del futuro ISO 50001, Audit e Diagnosi Energetica da obbligo normativo a fattore di successo 22 ottobre 2014 TRIGENIA S.R.L. Trigenia è una ESCo (Energy Service Company) attiva

Dettagli

Ene n r e g r y M an a a n g a em e en e t n

Ene n r e g r y M an a a n g a em e en e t n Riduzione dei consumi energetici; Maggiore responsabilizzazione all uso dell energia; Aumento del valore dell azienda; Conformità alla legislazione vigente; Miglioramento continuo delle prestazioni energetiche;

Dettagli

Opportunità e strumenti per la gestione efficiente dell energia. La norma UNI CEI EN ISO 50001:2011 14 gennaio 2014, Firenze Confindustria Firenze

Opportunità e strumenti per la gestione efficiente dell energia. La norma UNI CEI EN ISO 50001:2011 14 gennaio 2014, Firenze Confindustria Firenze Opportunità e strumenti per la gestione efficiente dell energia. La norma UNI CEI EN ISO 50001:2011 14 gennaio 2014, Firenze Confindustria Firenze Alessandro Ficarazzo Settore Sostenibilità Area QHSE Certiquality

Dettagli

Programma di risparmio energetico

Programma di risparmio energetico Programma di risparmio energetico Ridurre gli sprechi per ottenere risparmi CO2save per UNI CEI EN ISO 50001 Premessa La norma ISO 50001 definisce gli standard internazionali per la gestione dell'energia

Dettagli

Audit energetici: principi e metodologia

Audit energetici: principi e metodologia Per una migliore qualità della vita ENERGIA Audit energetici: principi e metodologia Federchimica, Milano 2 Luglio 2015 Fare clic per Efficienza energetica una strada obbligata dal mercato Costo dell'energia

Dettagli

La Norma UNI CEI EN 16001 e il risparmio energetico in azienda WORKSHOP ECOREALITY Università degli Studi di Bari

La Norma UNI CEI EN 16001 e il risparmio energetico in azienda WORKSHOP ECOREALITY Università degli Studi di Bari La Norma UNI CEI EN 16001 e il risparmio energetico in azienda WORKSHOP ECOREALITY Università degli Studi di Bari I Sistemi di Gestione della Energia conformi a UNI CEI EN 16001:2009 Coordinatore Tecnico-Scientifico

Dettagli

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014 Patrocinio Università degli Studi di Genova Facoltà di Architettura - Dipartimento di Scienze per l'architettura Dottorato di Ricerca in "Recupero Edilizio ed Ambientale" Provincia di Genova CONVEGNO FACILITY

Dettagli

Report di Pre Audit Energetico e prime indicazioni. Azienda Spa Febbraio 2013

Report di Pre Audit Energetico e prime indicazioni. Azienda Spa Febbraio 2013 Report di Pre Audit Energetico e prime indicazioni Azienda Spa Febbraio 2013 Agenda We ReFeel The World Main data Azienda spa: Location 4 Azienda spa: aree di produzione 5 Findings & Milestones Azienda

Dettagli

Condominio: Riqualificazione

Condominio: Riqualificazione Condominio: Riqualificazione Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI il software Energy Planning Dati edificio Località Comune: Torino Zona climatica: E Latitudine:

Dettagli

CERTIFICATI BIANCHI:

CERTIFICATI BIANCHI: Divisione CERTIFICATI BIANCHI: UNO STRUMENTO PER FINANZIARE L EFFICIENZA ENERGETICA Ing. Alessio Schiavon Edilvi spa Divisione ESCO schiavon@edilvi.it Forum Green Economy 2014 Roma, 4/5 giugno 2014 EDILVI

Dettagli

ENEA. Ufficio Territoriale Regione Marche. LE ATTIVITA ISPETTIVE SUGLI IMPIANTI TERMICI IL DPR 16 Aprile 2013, n. 74

ENEA. Ufficio Territoriale Regione Marche. LE ATTIVITA ISPETTIVE SUGLI IMPIANTI TERMICI IL DPR 16 Aprile 2013, n. 74 LE ATTIVITA ISPETTIVE SUGLI IMPIANTI TERMICI IL DPR 16 Aprile 2013, n. 74 ENEA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA Ufficio Territoriale Regione Marche Ufficio Territoriale Regione Marche Palazzo Leopardi

Dettagli

da hotel tradizionale a ClimaHotel

da hotel tradizionale a ClimaHotel da hotel tradizionale a ClimaHotel Concetto energetico Progetto impianti termoidraulici ed elettrici Direzione lavori impianti Consulenza e calcoli CasaClima Energytech INGEGNERI s.r.l. www.energytech.it

Dettagli

Rimini - Ricicla 2002 7 Novembre 2002

Rimini - Ricicla 2002 7 Novembre 2002 Rimini - Ricicla 2002 7 Novembre 2002 Opportunità per gli Energy manager per l attuazione dei Decreti sull Efficienza Energetica Ing. Franco Canci - Italgas Proposte di un Azienda Distributrice di Gas

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. INFORMAZIONI GENERALI

RELAZIONE TECNICA 1. INFORMAZIONI GENERALI RELAZIONE TECNICA OPERE RELATIVE A RISTRUTTURAZIONE TOTALE/PARZIALE O MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELL'INVOLUCRO EDILIZIO DI EDIFICIO ESISTENTE CON SUPERFICIE UTILE FINO A 1000 m 2 (art.3 comma 2, lett.c,

Dettagli

Collabora con partners europei nelle attività di audit e consulenza ai clienti.

Collabora con partners europei nelle attività di audit e consulenza ai clienti. Energy Management Ge.Ser.Ind. possiede una solida competenza nel campo dell energy management, fornendo servizi di assistenza e di controllo dei costi e dei consumi energetici. Collabora con partners europei

Dettagli

Le tecnologie per la Green Economy: alcune esperienze in Italia nel settore del risparmio energetico nell illuminazione pubblica

Le tecnologie per la Green Economy: alcune esperienze in Italia nel settore del risparmio energetico nell illuminazione pubblica Le tecnologie per la Green Economy: alcune esperienze in Italia nel settore del risparmio energetico nell illuminazione pubblica Buttigliera Alta Ing Gerbo Roberto Esperto Gestione Energia certificato

Dettagli

TREND Tecnologia ed innovazione per il Risparmio e l efficienza ENergetica Diffusa

TREND Tecnologia ed innovazione per il Risparmio e l efficienza ENergetica Diffusa TREND Tecnologia ed innovazione per il Risparmio e l efficienza ENergetica Diffusa Il progetto Trend: prime analisi sull efficacia dello strumento e sul patrimonio di dati acquisito Stefania Ghidorzi Cestec

Dettagli

Risparmiare si può. Energy. Service COmpany. con un Progetto Integrato di Efficientamento Energetico. Imperia, 11 luglio 2014

Risparmiare si può. Energy. Service COmpany. con un Progetto Integrato di Efficientamento Energetico. Imperia, 11 luglio 2014 Risparmiare si può con un Progetto Integrato di Efficientamento Energetico Energy Imperia, 11 luglio 2014 Service COmpany CORE BUSINESS DI AURA ENERGY Nuova mission Nel 2012 Aura Energy, conseguentemente

Dettagli

Audit Energetici Azioni di risparmio nell industria alimentare e nel terziario A cura di Antonio Siciliano Ambiente Italia Srl www.ambienteitalia.

Audit Energetici Azioni di risparmio nell industria alimentare e nel terziario A cura di Antonio Siciliano Ambiente Italia Srl www.ambienteitalia. Audit Energetici Azioni di risparmio nell industria alimentare e nel terziario A cura di Antonio Siciliano Ambiente Italia Srl www.ambienteitalia.it Perché è importante ridurre i consumi dell industria

Dettagli

Il meccanismo dei Certificati Bianchi e le relazioni con i sistemi di gestione (ISO 50001, UNI 11352, UNI 11339) Vicenza, 10 maggio 2013

Il meccanismo dei Certificati Bianchi e le relazioni con i sistemi di gestione (ISO 50001, UNI 11352, UNI 11339) Vicenza, 10 maggio 2013 Per una migliore qualità della vita Il meccanismo dei Certificati Bianchi e le relazioni con i sistemi di gestione (ISO 50001, UNI 11352, UNI 11339) QUALITY ENVIRONMENT Matteo Locati ENERGY Responsabile

Dettagli

L Energy Manager e le nuove professioni dell Efficienza Energetica

L Energy Manager e le nuove professioni dell Efficienza Energetica L Energy Manager e le nuove professioni dell Efficienza Energetica Nino Di Franco nino.difranco@enea.it ENEA, Unità Tecnica per l Efficienza Energetica Giornata di formazione continua in collaborazione

Dettagli

INALCA S.P.A. Lo sviluppo sostenibile: un fattore reale di sviluppo competitivo. DIAGEO, 22 Ottobre 2014

INALCA S.P.A. Lo sviluppo sostenibile: un fattore reale di sviluppo competitivo. DIAGEO, 22 Ottobre 2014 INALCA S.P.A. Lo sviluppo sostenibile: un fattore reale di sviluppo competitivo DIAGEO, 22 Ottobre 2014 Ing. Davide Vancini Ufficio Energy Management - Gruppo Cremonini davide.vancini@cremonini.com GRUPPO

Dettagli

FAREFFICIENZA SRL TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA. Ing Lorenzo FABBRICATORE FAREFFICIENZA SRL

FAREFFICIENZA SRL TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA. Ing Lorenzo FABBRICATORE FAREFFICIENZA SRL TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA Ing Lorenzo FABBRICATORE FAREFFICIENZA SRL 1 - Presentazione FAREFFICIENZA SRL - Titoli di efficienza energetica - Tipologia di interventi ammissibili - Esempi economici

Dettagli

La gestione integrata dell energia: per un efficienza a 360

La gestione integrata dell energia: per un efficienza a 360 La gestione integrata dell energia: per un efficienza a 360 IL MONITORAGGIO ENERGETICO E LA GESTIONE ENERGETICA INTEGRATA Il controllo operativo dei progetti di Efficienza Energetica e i Sistemi di Gestione

Dettagli

Introduzione alla norma UNI EN CEI ISO 50001:2011

Introduzione alla norma UNI EN CEI ISO 50001:2011 Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma Seminario di introduzione alla norma ISO 50001 ed ai Sistemi di Gestione per l Energia Integrazione con la legislazione Roma, 16/03/2016 Introduzione alla

Dettagli

La Nuova Norma EN 16001:08 e l Auditl Energetico: un opportunit. opportunità di risparmio per Aziende e Pubbliche Amministrazioni

La Nuova Norma EN 16001:08 e l Auditl Energetico: un opportunit. opportunità di risparmio per Aziende e Pubbliche Amministrazioni La Nuova Norma EN 16001:08 e l Auditl Energetico: un opportunit opportunità di risparmio per Aziende e Pubbliche Amministrazioni M. Locati Area Ambiente e Sicurezza Certiquality m.locati@certiquality.it

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA LA MIGLIORE OPPORTUNITA D INVESTIMENTO IN AZIENDA

EFFICIENZA ENERGETICA LA MIGLIORE OPPORTUNITA D INVESTIMENTO IN AZIENDA BIOENERGY ITALY - 05 MARZO 2014 - CREMONA EFFICIENZA ENERGETICA LA MIGLIORE OPPORTUNITA D INVESTIMENTO IN AZIENDA Fiorenzo Rainone Romano CHI SIAMO Elettrogreen Power Fondata a Genova nel 2006; qualificata

Dettagli

L approccio globale ABB per l efficienza energetica. Dalla diagnosi energetica al monitoraggio dei risultati.

L approccio globale ABB per l efficienza energetica. Dalla diagnosi energetica al monitoraggio dei risultati. Flavio Beretta,- 20 Novembre 2013 Convegno Assolombarda-EnergyLab L approccio globale ABB per l efficienza energetica. Dalla diagnosi energetica al monitoraggio dei risultati. Marzo 2011 Slide 1 ABB un

Dettagli

L approccio globale ABB per l efficienza energetica. Dalla diagnosi energetica al monitoraggio dei risultati.

L approccio globale ABB per l efficienza energetica. Dalla diagnosi energetica al monitoraggio dei risultati. Flavio Beretta,- 20 Novembre 2013 Convegno Assolombarda-EnergyLab L approccio globale ABB per l efficienza energetica. Dalla diagnosi energetica al monitoraggio dei risultati. Marzo 2011 Slide 1 ABB un

Dettagli

La norma ISO 50001 per il risparmio energetico delle aziende

La norma ISO 50001 per il risparmio energetico delle aziende La norma ISO 50001 per il risparmio energetico delle aziende La norma UNI CEI EN ISO 50001:2011 Sistemi di gestione dell energia Requisiti e linee guida per l uso è la versione ufficiale italiana della

Dettagli

Energia, ambiente ed efficienza

Energia, ambiente ed efficienza Energia, ambiente ed efficienza Collegio Gregorianum, Padova 21 maggio 2008 Arturo Lorenzoni Introduzione Il settore energetico ha un incidenza di primaria importanza sull economia nazionale. È il primo

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE ENERGIA ISO 50001. Gruppo CAP 22 OTTOBRE-2014

SISTEMA DI GESTIONE ENERGIA ISO 50001. Gruppo CAP 22 OTTOBRE-2014 SISTEMA DI GESTIONE ENERGIA ISO 50001 E APPLICATIVI DI SUPPORTO Gruppo CAP 22 OTTOBRE-2014 Il territorio del Gruppo copre 186 comuni nelle province di Milano, Monza e Brianza, Pavia, Como e Varese I NUMERI

Dettagli

Diagnosi Energetica La gestione della misura

Diagnosi Energetica La gestione della misura Diagnosi Energetica La gestione della misura SOLAREXPO 9 aprile 2015 - Milano Convegno ASSOEGE Perché parliamo di misura e di diagnosi energetica? I nostri esperti sono certificati EGE secondo UNI 11339

Dettagli

DIAGNOSI ENERGETICA: IL PRIMO PASSO VERSO L EFFICIENZA

DIAGNOSI ENERGETICA: IL PRIMO PASSO VERSO L EFFICIENZA DIAGNOSI ENERGETICA: IL PRIMO PASSO VERSO L EFFICIENZA Ing. Pascale Virginia studio_ing.pascale@libero.it http://certificazioneenergetica.myblog.it http://impiantifotovoltaici.myblog.it/ http://acustica.myblog.it/

Dettagli

Ottimizzazione e Manutenzione per il Risparmio Energetico. RELATORE: Ing. Giuseppe Demuru -RESPONSABILE Impianto Servizi Ausiliari-

Ottimizzazione e Manutenzione per il Risparmio Energetico. RELATORE: Ing. Giuseppe Demuru -RESPONSABILE Impianto Servizi Ausiliari- Ottimizzazione e Manutenzione per il Risparmio Energetico RELATORE: Ing. Giuseppe Demuru -RESPONSABILE Impianto Servizi Ausiliari- Portovesme s.r.l. www.portovesme.it S.P. n.2 Carbonia Km. 16,5-09010 Portoscuso

Dettagli

ASJA & ASJAGEN. asjagen è una società del Gruppo Asja, leader in Italia nel settore delle rinnovabili e presente sul mercato dal 1995.

ASJA & ASJAGEN. asjagen è una società del Gruppo Asja, leader in Italia nel settore delle rinnovabili e presente sul mercato dal 1995. asjagen Il TOTEM ASJA & ASJAGEN asjagen è una società del Gruppo Asja, leader in Italia nel settore delle rinnovabili e presente sul mercato dal 1995. Dal 1995 Asja progetta, costruisce e gestisce impianti

Dettagli

ENERGY MANAGEMENT Lazzari Alessandro. Esperto in gestione dell Energia Certificato SECEM - UNI 11339

ENERGY MANAGEMENT Lazzari Alessandro. Esperto in gestione dell Energia Certificato SECEM - UNI 11339 ENERGY MANAGEMENT Lazzari Alessandro Esperto in gestione dell Energia Certificato SECEM - UNI 11339 ACRAF DIVISIONE FARMACEUTICA I NOSTRI BRAND ISO 50001 ANCONA 1 STABILIMENTI PRODUTTIVI Ancona: produzione

Dettagli

ALL _ Audit energetici. Piano d Azione per l Energia Sostenibile _. comune di CIVATE In raggruppamento con Valmadrera e Malgrate Provincia di Lecco

ALL _ Audit energetici. Piano d Azione per l Energia Sostenibile _. comune di CIVATE In raggruppamento con Valmadrera e Malgrate Provincia di Lecco comune di CIVATE In raggruppamento con Valmadrera e Malgrate Provincia di Lecco PROVINCIA DI LECCO Settore Ambiente FONDAZIONE CARIPLO promuovere la sostenibilità energetica nei comuni piccoli e medi 2012

Dettagli

IMPLEMENTAZIONE DEL SERVIZIO AIROPTIMIZER IN CENTRALE DI PRODUZIONE ARIA COMPRESSA NELLO STABILIMENTO DI CARTIERE DEL GARDA (TN)

IMPLEMENTAZIONE DEL SERVIZIO AIROPTIMIZER IN CENTRALE DI PRODUZIONE ARIA COMPRESSA NELLO STABILIMENTO DI CARTIERE DEL GARDA (TN) SEMINARIO ATLAS COPCO: POTENZIALITA DEL RISPARMIO ENERGETICO NEL SETTORE DELL ARIA COMPRESSA, ATTRAVERSO SERVIZI DI CHECK- UP E LE TECNOLOGIE PIU INNOVATIVE IMPLEMENTAZIONE DEL SERVIZIO AIROPTIMIZER IN

Dettagli

Edificio di classe: E

Edificio di classe: E ALLEGATO 5 (Allegato A, paragrafo 8) ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA EDIFICI RESIDENZIALI Codice Certificato Riferimenti catastali edificio - GENOVA (GENOVA) 1. INFORMAZIONI GENERALI (1) Validità

Dettagli

COSA FACCIAMO PERCHE SIAMO UTILI ANALISI MISURA INTERVENTI

COSA FACCIAMO PERCHE SIAMO UTILI ANALISI MISURA INTERVENTI CHI SIAMO COMPENDIA opera in qualità di ESCo per contribuire alla competitività delle aziende sue clienti attraverso la riduzione e la gestione efficiente dei loro consumi energetici e il risparmio sui

Dettagli

LA DIAGNOSI ENERGETICA dopo il D.Lgs 102/2014. ambiente etica organizzazione qualità sicurezza

LA DIAGNOSI ENERGETICA dopo il D.Lgs 102/2014. ambiente etica organizzazione qualità sicurezza LA DIAGNOSI ENERGETICA dopo il D.Lgs 102/2014 LA DIAGNOSI ENERGETICA NOVITA Obblighi ex Art. 8 D.Lgs 102/2014 Grandi imprese Imprese a forte consumo di energia - Diagnosi energetiche condotte da: Esco

Dettagli

VADEMECUM PER I CITTADINI (versione aggiornata a Dicembre 2015)

VADEMECUM PER I CITTADINI (versione aggiornata a Dicembre 2015) Legge Regionale 20 aprile 2015, n. 19 Impianti termici degli edifici Esercizio, controllo e manutenzione, accertamenti ed ispezioni VADEMECUM PER I CITTADINI (versione aggiornata a Dicembre 2015) Impianti

Dettagli

Indice Errore. Il segnalibro non è definito.

Indice Errore. Il segnalibro non è definito. COGENERAZIONE Indice 1. Definizione e normativa di riferimento... 3 1.1. Indice di risparmio di energia (IRE):... 4 1.2. Limite termico (LT):... 4 2. Descrizione generale degli impianti di cogenerazione...

Dettagli

PICIL IN OTTICA SMART

PICIL IN OTTICA SMART PICIL IN OTTICA SMART Ing. Diego Bonata Belluno, 11 Aprile 2014 La prima associazione europea di progettisti dell illuminazione eco-sostenibile www.lightis.eu 01-gen-05 01-ago-05 01-mar-06 01-ott-06 01-mag-07

Dettagli

5 ANNI DI SERVIZIO ENERGIA Comune di Vaprio d Adda STAGIONE TERMICA 2012-2013

5 ANNI DI SERVIZIO ENERGIA Comune di Vaprio d Adda STAGIONE TERMICA 2012-2013 5 ANNI DI SERVIZIO ENERGIA Comune di Vaprio d Adda STAGIONE TERMICA 2012-2013 1 EDIFICI OGGETTO DI INTERVENTO Interventi di riqualificazione Municipio Scuole elementari medie e centro sportivo Asilo e

Dettagli

13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI. D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74

13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI. D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74 13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74 Regolamento sul controllo e la manutenzione degli Assessorato ai Lavori Pubblici ed all Energia Segreteria

Dettagli

Rifasamento elettrico per limitare i consumi elettrici

Rifasamento elettrico per limitare i consumi elettrici Rifasamento elettrico per limitare i consumi elettrici Ing. Davide Roncon Sotto Gruppo Condensatori Roadshow 29 aprile Modena INDICE Introduzione La delibera AEEG 180_13 TEE: scheda tecnica 33E Rifasamento

Dettagli

Microcogenerazione La sostenibilità economica dell efficienza energetica

Microcogenerazione La sostenibilità economica dell efficienza energetica Microcogenerazione La sostenibilità economica dell efficienza energetica Rimini li 12 Dicembre 2014 Perché parlare di efficienza energetica? L'efficienza energetica è la capacità di sfruttare in modo razionale

Dettagli

PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P.

PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P. PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P. Project financing sugli edifici pubblici per il miglioramento dell'efficienza energetica e la produzione di energia da fonti rinnovabili negli edifici scolastici Marco

Dettagli

Monitoraggio consumi energetici e impatti correlati

Monitoraggio consumi energetici e impatti correlati COMUNE DI BUTTIGLIERA ALTA Programma 2009-2014 Monitoraggio consumi energetici e impatti correlati (progetto pilota per eventuale estensione a altri comuni del Patto zona ( Ovest 1 Consigliere incaricato

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA : LA SOLA STRATEGIA INTELLIGIENTE PER MINIMIZZARE L INQUINAMENTO E MASSIMIZZARE IL RISPARMIO.

EFFICIENZA ENERGETICA : LA SOLA STRATEGIA INTELLIGIENTE PER MINIMIZZARE L INQUINAMENTO E MASSIMIZZARE IL RISPARMIO. EFFICIENZA ENERGETICA : LA SOLA STRATEGIA INTELLIGIENTE PER MINIMIZZARE L INQUINAMENTO E MASSIMIZZARE IL RISPARMIO. Domenico DELLAROLE Responsabile Vendite Italia WIT Italia srl Forum Telecontrollo Reti

Dettagli

Rapporto di Pre Audit Energetico. HOTEL Milano Febbraio 2013

Rapporto di Pre Audit Energetico. HOTEL Milano Febbraio 2013 Rapporto di Pre Audit Energetico HOTEL Milano Febbraio 2013 Agenda Main data We ReFeel The World Location 4 Struttura 5 Analisi preliminare 6 Findings & Milestones Analisi del consumo di energia elettrica

Dettagli

Audit energetico e disaggregazione dei consumi delle stazioni di rifornimento. Obiettivi generali e scelta degli interventi

Audit energetico e disaggregazione dei consumi delle stazioni di rifornimento. Obiettivi generali e scelta degli interventi RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELLE STAZIONI DI RIFORNIMENTO CARBURANTE Prof. Giovanni Vincenzo Fracastoro giovanni.fracastoro@polito.it Dipartimento Energia Ing. Laura Rietto laura.rietto@polito.it Sommario

Dettagli

Edison Energy Solutions SpA Servizi per l Efficienza Energetica

Edison Energy Solutions SpA Servizi per l Efficienza Energetica Edison Energy Solutions SpA Servizi per l Efficienza Energetica Dalla diagnosi energetica all Energy Performance Contract: l esperienza di Edison nel percorso dell efficienza energetica Giuseppe Merola

Dettagli

ELETTROGREEN POWER S.r.l.

ELETTROGREEN POWER S.r.l. PRESENTAZIONE ATTIVITA Latina, 18 settembre 2012 PRESENTAZIONE ATTIVITA Elettrogreen Power fondata a Genova nel 2006; qualificata come E.S.Co. dal 2006; costituita da un team di ingegneri e dottori in

Dettagli

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO Marco Bandiera Gestione per la qualità, l ambiente e la sicurezza Bologna, 1 luglio 2009 1 Sommario Perché un sistema di gestione energetica?

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

L EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI

L EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA NELL EDILIZIA TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE L EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI Ing. EZIO PIREDDU Commissione Energia e Impianti Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

Dettagli

Energy Performance Day 2014

Energy Performance Day 2014 Energy Performance Day 2014 Incrementare l efficienza energetica in un polo fieristico: un percorso di miglioramento continuo Valutazione, risultati attesi e tempi di rientro Milano 27 novembre 2014 Fiera

Dettagli

Ing. Fabio Minchio L AUDIT ENERGETICO ENERGIA: DA COSTO INCONTROLLATO A VARIABILE STRATEGICA. 1. costo inevitabile e incontrollato

Ing. Fabio Minchio L AUDIT ENERGETICO ENERGIA: DA COSTO INCONTROLLATO A VARIABILE STRATEGICA. 1. costo inevitabile e incontrollato Ing. Fabio Minchio L AUDIT ENERGETICO ENERGIA: DA COSTO INCONTROLLATO A VARIABILE STRATEGICA 1. costo inevitabile e incontrollato 2. costo controllato 3. costo pianificato 4. costo pianificato + valore

Dettagli

DALLA DIAGNOSI ENERGETICA ALL INTERVENTO DI EFFICIENTAMENTO

DALLA DIAGNOSI ENERGETICA ALL INTERVENTO DI EFFICIENTAMENTO DALLA DIAGNOSI ENERGETICA ALL INTERVENTO DI EFFICIENTAMENTO Federico Sebastiani Efficientamento energetico degli immobili delle imprese e i nuovi finanziamenti regionali 19 maggio 2016 Lucca Presentazione

Dettagli

La sostenibilità energetica ed ambientale del Palazzo Italia di EXPO 2015: analisi di un edificio nzeb

La sostenibilità energetica ed ambientale del Palazzo Italia di EXPO 2015: analisi di un edificio nzeb La sostenibilità energetica ed ambientale del Palazzo Italia di EXPO 2015: analisi di un edificio nzeb prof. Ing. Livio de Santoli livio.desantoli@uniroma1.it La normativa ed il ruolo dell efficienza energetica

Dettagli

IL NUOVO LIBRETTO DI IMPIANTO: UNA GUIDA PER IL CITTADINO

IL NUOVO LIBRETTO DI IMPIANTO: UNA GUIDA PER IL CITTADINO IL NUOVO LIBRETTO DI IMPIANTO: UNA GUIDA PER IL CITTADINO IL LIBRETTO Il Libretto è la Carta di Identità dell impianto. Identifica le principali caratteristiche tecniche e riporta tutte le modifiche, le

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

La certificazione energetica degli edifici e l auditl energetico: l esperienza l Certiquality

La certificazione energetica degli edifici e l auditl energetico: l esperienza l Certiquality La certificazione energetica degli edifici e l auditl energetico: l esperienza l di Certiquality Ing. Matteo Locati Area Ambiente e Sicurezza Certiquality S.r.l. m.locati@certiquality.it Tel. 02 80 69

Dettagli

Il meccanismo dei certificati bianchi

Il meccanismo dei certificati bianchi KEY ENERGY RIMINI 9 NOVEMBRE 2012 Il meccanismo dei certificati bianchi Ing. Luigi De Sanctis, luigi.desanctis@enea.it ENEA-UTEE/IND ENEA - UTEE 1 Il meccanismo dei certificati bianchi L uso razionale

Dettagli

referente per richiesta dati... ubicazione sito... tipo di attività......... ore di lavoro giornaliero... giorni lavorativi settimanali...

referente per richiesta dati... ubicazione sito... tipo di attività......... ore di lavoro giornaliero... giorni lavorativi settimanali... DATI RICHIEDENTE Ragione Sociale Titolare Sig. Indirizzo CAP Prov. Telefono Fax e-mail (ALLEGARE SEMPRE E COMUNQUE COPIA BOLLETTE ELETTRICHE E TERMICHE COMPLETE IN OGNI PARTE E RIQUADRO) referente per

Dettagli

Elaborazione realizzata con Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI PER LA CLIMATIZZAZIONE

Elaborazione realizzata con Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI PER LA CLIMATIZZAZIONE Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI Dati edificio Località Comune: Reggio nell'emilia Zona climatica: E Latitudine: 44,70 Gradi Giorno: 2560 Altitudine: 58 m Temperatura esterna di progetto:

Dettagli

Progetti di Efficientamento Energetico. perché l'energia più economica è quella che non si consuma

Progetti di Efficientamento Energetico. perché l'energia più economica è quella che non si consuma Progetti di Efficientamento Energetico perché l'energia più economica è quella che non si consuma Dove conviene sviluppare investimenti in efficienza energetica Fonte: Politecnico Milano - Enel Progetti

Dettagli

Efficienza Energetica: Jessica Sicilia per gli enti pubblici. Catania, 3 maggio 2012 Mauro Conti -Daniele Ziveri

Efficienza Energetica: Jessica Sicilia per gli enti pubblici. Catania, 3 maggio 2012 Mauro Conti -Daniele Ziveri Efficienza Energetica: Jessica Sicilia per gli enti pubblici Catania, 3 maggio 2012 Mauro Conti -Daniele Ziveri BIT Servizi per l investimento l Al fianco delle BCC e dei loro clienti per fornire un supporto

Dettagli

Prospettive della geotermia a bassa entalpia in Emilia Romagna

Prospettive della geotermia a bassa entalpia in Emilia Romagna Prospettive della geotermia a bassa entalpia in Emilia Romagna Giorgio Pagliarini Dipartimento di Ingegneria Industriale dell Università di Parma Energia da fonti rinnovabili: energia aerotermica, geotermica,

Dettagli

PREMESSA. Normativa e Leggi di riferimento

PREMESSA. Normativa e Leggi di riferimento PREMESSA L oggetto del presente documento riguarda la descrizione dell impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria per il fabbisogno del blocco servizi e docce del Campo Sportivo

Dettagli

Edificio di classe: B

Edificio di classe: B ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA Edifici non residenziali Codice certificato Riferimenti catastali 1. INFORMAZIONI GENERALI (1) Nessuno Validità Indirizzo edificio Piazza Della Repubblica 1, Varese

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE

SCHEDA DI VALUTAZIONE RUSSORESEARCH SCHEDA DI VALUTAZIONE per lo studio di fattibilità di un impianto di cogenerazione La scheda ha lo scopo di raccogliere i dati che rendono possibile fare una valutazione sulla convenienza

Dettagli