USO RAZIONALE DELL ENERGIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "USO RAZIONALE DELL ENERGIA"

Transcript

1 USO RAZIONALE DELL ENERGIA ED ENERGIE RINNOVABILI IN EDILIZIA Ing. Mauro Moroni Dipartimento di Energetica Facoltà di Ingegneria Ancona, 1 dicembre 2005

2 Cosa significa USO RAZIONALE DELL ENERGIA? SIGNIFICA CONSUMARE MENO ENERGIA A PARITA DI CONDIZIONI FINALI

3 COME MISURO I CONSUMI? Potenza x Tempo = ENERGIA [ kwh ]

4 INDIVIDUAZIONE DI TUTTE LE UTENZE CHE UTILIZZANO ENERGIA ELETTRICA TERMICA

5 UTENZE DI TIPO ELETTRICO ILLUMINAZIONE ELETTRODOMESTICI CONDIZIONAMENTO AMBIENTI

6 UTENZE DI TIPO TERMICO INVOLUCRO EDILIZIO IMPIANTO DI RISCALDAMENTO E PRODUZIONE ACQUA CALDA SANITARIA

7 IPOTESI: FAMIGLIA DI 4 PERSONE ABITANTE IN CASA DI 100 mq NELLA MARCHE ELETTRICITA RIPARTIZIONE DI BOLLETTE, CONSUMI E INQUINAMENTO METANO

8 BOLLETTA MEDIA ELETTRICITA : 500 /ANNO ENERGIA UTILIZZATA =3300 kwhe CONSUMO MEDIO ENERGIA PRIMARIA EMISSIONI DI CO2 NELL AMBIENTE 3300 kwhe x 0,54 kg /kwhe = 1782 kg 3300 kwhe x 2,55 kwhe/kwht = 8415 kwht = 1,78 T CO2

9 BOLLETTA MEDIA RISCALDAMENTO E ACQUA CALDA: 1200 /ANNO VOLUME UTILIZZATO =2000 Nmc CONSUMO MEDIO ENERGIA PRIMARIA 2000 mc x 9,57 kwht/mc = kwht EMISSIONI DI CO2 NELL AMBIENTE kwht x 0,23 kg /kwht = 4402,2 kg = 4,40 T CO2

10 METANO METANO ELETTRICITA RICAPITOLANDO ELETTRICITA IPOTESI: FAMIGLIA DI 4 PERSONE ABITANTE IN CASA DI 100 mq NELLA MARCHE CONSUMI Bolletta [ ] Quantità Consumo energia primaria [kwht] Emissioni di CO2 [t] % CO2 Energia elettrica [kwh] ,78 28,8 Riscaldamento ed acqua calda [Nm 3 ] ,4 71,2

11 INTERVENTI DI NATURA ELETTRICA Utilizzare elettrodomestici ad elevata efficienza (almeno categoria energetica B) Utilizzare lampade ad elevata efficienza INTERVENTI DI USO RAZIONALE DELL ENERGIA ELETTRICA IN CASA Ricordarsi di spegnere elettrodomestici (no stand-by) e luci quando con li utilizziamo Cucinare con il forno a microonde. Rispetto ad un forno elettrico convenzionale i consumi si riducono di 4/5

12 UTILIZZARE LAMPADE AD ELEVATA EFFICIENZA Esempio di utilizzo: 2000 ore/anno per un periodo di 5 anni (*) Tipo e numero di lampade (**) Incandescenza 3x100W Costo lampade (***) 30,00 Costo energia elettrica in Costo totale Risparmio totale (****) 540,00 570,00 _ Alogene 2x100 W Fluorescenti compatte tradizionali 3x25 W Fluorescenti compatte elettroniche 3x20 W 50,00 360,00 410,00 30,00 135,00 165,00 54,00 108,00 162,00 160,00 405,00 408,00 (*) Illuminazione ambiente pari a 150 lux (**) Duarata lampade ad incandescenza: 1000 ore; alogene: 2000 ore; fluorescenti compatte: ore (***) Costo lampade ad incandescenza: 1,00 ; alogene: 5,00 ; fluorescenti compatte tradizionali: 10,00 ; fluorescenti compatte elettroniche: 18,00. (****) Risparmio diretto alla soluzione con lampade ad incandescenza FONTE ENEA

13 INTERVENTI DI NATURA TERMICA DOPPI VETRI ISOLANTE INTERVENTI DI ISOLAMENTO TERMICO SU PARETI, INFISSI, COPERTURA, E MIGLIORAMANTO DELLA GENERAZIONE DI ENERGIA TERMICA CONDENSAZIONE O BIOMASSE ISOLANTE

14 LA TENDENZA DEL FUTURO PROSSIMO? CASE A BASSO CONSUMO E CASE PASSIVE CARATTERISTICHE» il super-isolamento,» la ventilazione meccanica controllata con recupero di calore e altri guadagni interni,» i guadagni solari,» l'efficienza elettrica degli elettrodomestici,» la capacità di rispondere alla restante esigenza di energia con energia rinnovabile. Edificio convenzionale Italiano (dati ENEA) 200 m² di superficie abitabile Consumo energetico complessivo 157 kwh/m²a Edificio a basso consumo energetico con 185 m² di superficie abitabile Consumo energetico complessivo 86,5 kwh/m²a Edificio Passivo con 185 m² di superficie abitabile Consumo energetico complessivo 42 kwh/m²a

15 INTERVENTI SUGLI INFISSI Tempo di ritorno dell'investimento Meno di 2 anni Meno di 4 anni Meno di 6 anni e mezzo Convenienza Interventi sugli infissi Costi indicativi /m2 Risparmio energetico % Zona climatica d'interesse Convenienza Controllo infiltrazioni Guarnizioni supplementari 6, FONTE ENEA Controllo dipsersioni dal cassonetto Isolamento 9, Controllo dipsersioni attraverso vetro doppio vetro 41, TEMPO DI RITORNO DELL INVESTIMENTO COSTO DELL INTERVENTO RISPARMIO ECONOMICO CONSEGUENTE ALL INTERVENTO DI RISPARMIO ENERGETICO

16 LA NOSTRA CALDAIA E VECCHIA O VOGLIAMO COIBENTARE CASA? Possiamo pensare a ragione di sostituirla con: UNA CALDAIA A CONDENSAZIONE (riduzione media dei costi di gestione dell ordine del 20-35% su base annuale) CALDAIA A CONDANSAZIONE DA 24kW;

17 INTERVENTI SUI TERMINALI DELL ACQUA CALDA SANITARIA RISPARMIO CON EROGATORI PER DOCCIA A BASSO FLUSSO SE HO RISCALDAMENTO A GAS: 118 kwh/anno 7,3 /anno GAS* SE HO RISCALDAMENTO ELETTRICO: 237 kwh/anno 14,8 /anno GAS* RISPARMIO CON ROMPIGETTO AREATI PER RUBINETTI SE HO RISCALDAMENTO A GAS: 13 kwh/anno 0,8 /anno GAS* SE HO RISCALDAMENTO ELETTRICO: 26 kwh/anno 1,6 /anno GAS * AL RISPARMIO ENERGETICO SI SOMMA QUELLO PER LA RIDUZIONE DEL CONSUMO D ACQUA CHE RISULTA DELL ORDINE DEL 15-20% ANNO

18 COME POSSONO LE ENERGIE RINNOVABILI DIMINUIRE, L INQUINAMENTO E LE NOSTRE ODIATE BOLLETTE?

19 IMPIANTI FOTOVOLTAICI

20 IMPIANTI FOTOVOLTAICI STAND-ALONE

21 IMPIANTI FOTOVOLTAICI STAND-ALONE FONTE FV FOTOVOLTAICI

22 IMPIANTI FOTOVOLTAICI STAND-ALONE FONTE FV FOTOVOLTAICI

23 FONTE FV FOTOVOLTAICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI STAND-ALONE

24 IMPIANTI FOTOVOLTAICI STAND-ALONE FONTE FV FOTOVOLTAICI

25 IMPIANTI FOTOVOLTAICI STAND-ALONE FONTE FV FOTOVOLTAICI

26 IMPIANTI FOTOVOLTAICI GRID-CONNECTED FONTE ENEA

27 CONTO ENERGIA A quasi un anno dalla scadenza prevista dal Dlgs. 387, lo scorso 14 luglio il decreto che incentiva il kwh fotovoltaico ha avuto il parere favorevole della Conferenza Unificata. Il 29 luglio è stato presentato alla stampa dai Ministri Scajola e Matteoli e ora sta per essere pubblicato sullagazzetta Ufficiale. Questo decreto, definisce il cosiddetto conto energia per il fotovoltaico, secondo quanto indicato dall'art.7 del Dlgs. 387 del Questi i contenuti significativi del decreto: Il Conto Energia è previsto per impianti con taglie comprese tra 1 kw e kw di potenza. L incentivazione per la produzione elettrica da fotovoltaico sarà erogata per 20 anni per impianti la cui domanda sia stata inoltrata da persone fisiche e giuridiche, compresi i soggetti pubblici e i condomini di edifici. Le tariffe per kwh sono definite in base alla taglia dell impianto (vedi tabella); Tariffe incentivanti del FV per 20 anni (domande ) Impianti di potenza da 1 a 20 kwp 0,445 /kwh Impianti di potenza da 20 a 50 kwp 0,460 /kwh Impianti di potenza da 50 a 1000 kwp 0,490 /kwh (valore massimo della tariffa soggetta a gara)

28 CONTO ENERGIA Per gli impianti la cui domanda perverrà dal 2007 la tariffa decrescerà del 2%. Il decreto non considera nessun incentivo specifico per l'integrazione dell'impianto FV nell'edificio: Gli impianti possono essere installati anche a terra. Gli impianti che avranno diritto all incentivazione saranno solo quelli entrati in esercizio dopo il 30 settembre 2005 e la cui domanda sarà presentata a un Soggetto Attuatore (indicato dall Autorità, forse la Cassa Conguagli Energia) entro le date stabilite (la prima probabile scadenza potrebbe essere 31 dicembre 2005). Il decreto prevede anche specifiche condizioni per la cumulabilità del conto energia con altri incentivi (art.10); in particolare, le tariffe incentivanti sono ridotte del 30% se il soggetto che realizza l impianto beneficia della detrazione fiscale (36% - in vigore sicuramente fino al 31/12/2005, ma che non sappiamo se verrà reiterata dalla prossima finanziaria); Tali tariffe non verranno erogate se gli impianti hanno ricevuto incentivi pubblici in conto capitale superiori al 20% del costo di investimento o se usufruiscono dei certificati verdi.

29 CONTO ENERGIA RICAPITOLANDO Caso di impianti sotto i 20 kw di potenza: alla tariffa incentivante sarà possibile sommare il risparmio dell elettricità FV utilizzata dall utenza e/o ceduta alla rete elettrica locale, che sarà scontata dalle bollette successive. Vale quindi il net metering, cioè quanto stabilisce la delibera 224 del 2000 dell Autorità che disciplina le condizioni di scambio sul posto dell energia prodotta da impianti FV con potenza non superiore a 20 kw (il prezzo di scambio è in base al contratto di fornitura dell elettricità, in media intorno a 0,15 /kwh). Caso di impianti al di sopra dei 20 kw di potenza: si potrà sommare alla tariffa incentivante il risparmio consentito dall autoconsumo dell elettricità FV e il ricavato derivante dalla vendita delle eccedenze alla rete locale; quest ultimo è definito dall Autorità con la delibera n.34 del 2005, in cui vengono definiti i prezzi dell energia ceduta alla rete: 0,095 (fino a 500 mila kwh/anno), 0,080 (da 500 mila a 1 milione di kwh/anno) e 0,070 (da 1 milione a 2 milioni di kwh/anno). FONTE ILSOLE360GRADI

30 TABELLA SIMULAZIONE CONTO ENERGIA UBICAZIONE CONSUMO STIMATO [kwh] POTENZA IMPIANTO [kwp] COSTO IMPIANTO (IVA 10% compresa) [ ] GUADAGNO ANNUO [ ] TEMPO DI RITORNO (P.B.P.) [anni] GUADAGNO CUMULATIVO AL 20 ANNO [ ] GUADAGNO ANNUO DOPO IL 20 ANNO [ ] AOSTA , , ,8 442,7 TREIA , , ,6 425,1 AGRIGENTO , , ,7 436,4 Tabella valido per impianti con P<20 kwp - Installazione standard TEMPO DI RITORNO DI INVESTIMENTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO A TREIA Dati calcolati in base alla norma UNI10349: Aosta kwh per kwp Treia Agrigento Tilt = kwh per kwp kwh per kwp GUADAGNO ANNUO CON CONTO ENERGIA COSTO IMPIANTO Azimut = 0 (SUD) BOS = 0, ANNI -

31 CONTO ENERGIA COSA FARE PER ACCEDERE ALL INCENTIVO? Progetto preliminare inclusivo di scheda tecnica firmato da un tecnico abilitato dagli albi professionali Autorizzazione sottoscritta dal proprietario dell immobile destinato all installazione dell impianto qualora detto proprietario sia diverso dal soggetto responsabile Preventivo di spesa relativo ai costi da sostenere, ripartito tra le principali voci di costo, tra cui: progettazione, direzione lavori, collaudo e certificazione dell impianto, installazione e posa in opera dell impianto, eventuali opere edili necessarie e connesse all installazione, Elenco delle autorizzazioni necessarie alla costruzione e all esercizio già conseguite o da conseguire

32 IMPIANTI FOTOVOLTAICI GRID-CONNECTED TETTI FOTOVOLATICI TEGOLE FOTOVOLATICHE CENTRALE FOTOVOLATICA

33 IMPIANTI FOTOVOLTAICI GRID-CONNECTED INTEGRAZIONE ARCHITETTONICA IN COPERTURA INTEGRAZIONE ARCHITETTONICA IN FACCIATA

34 IMPIANTI FOTOVOLTAICI GRID-CONNECTED FRANGISOLE FOTOVOLATICI

35 IMPIANTI FOTOVOLTAICI GRID-CONNECTED DISTRIBUTORE DI CARBURANTE A ROMA DISTRIBUTORE DI CARBURANTE A MILANO

36 IMPIANTI FOTOVOLTAICI GRID-CONNECTED H E L I O T R O P, GERMANIA 93

37 IMPIANTI SOLARI TERMICI

38 IMPIANTI SOLARI TERMICI A CIRCOLAZIONE NATURALE

39 IMPIANTI SOLARI TERMICI A CIRCOLAZIONE FORZATA

40 IMPIANTI SOLARI TERMICI AD INTEGRAZIONE DEL RISCALDAMENTO

41 IMPIANTI SOLARI TERMICI PER IL RISCALDAMENTO DI PISCINE IMPIANTO SOLARE TERMICO DELLA PISCINA DI S.BENEDETTO DEL TRONTO

42 IMPIANTO SOLARE TERMICO DEL PALASPORT DI CHIARAVALLE TABELLA SIMULAZIONE PALASPORT CHIARAVALLE UBICAZIONE CONSUMO STIMATO [l/giorno] SUPERFICIE IMPIANTO [mq] COSTO IMPIANTO A BASE DI GARA (IVA 10%) [ ] GUADAGNO ANNUO [ ] TEMPO DI RITORNO (P.B.P.) S.F. [anni] TEMPO DI RITORNO (P.B.P.) C.F.30% [anni] GUADAGNO CUMULATIVO AL 20 ANNO S.F. [ ] CHIARAVALLE , ,46 5, ,0 Tabella valida per impianti con collettori a lastra piana a superficie altamente selettiva - Installazione standard Dati calcolati in base alla norma UNI10349: Tilt = 45 Azimut = 0 (SUD)

43 POMPE DI CALORE GEOTERMICHE

44 COME FUNZIONA UNA POMPA DI CALORE GEOTERMICA? INVERNO ESTATE

45

46 COME E FATTO UN IMPIANTO GEOTERMICO? LA MACCHINA LE SONDE L ISTALLAZIONE DELLE SONDE

47 QUALI SONO I COSTI DI UN IMPIANTO GEOTERMICO? IPOTESI: Abitazione di 220mq ; contributo per riscaldamento e acqua calda sanitaria a 45 C Nessun incentivo Geotermia Metano Gasolio GPL Fabbisogno kwh Prezzo 0,15 /kwh da elettricità 0,6 /m 3 0,9 /l 0,6 /l Spese di gestione annue , , ,83 Costo impianto Risparmio % sui costi di gestione (con impianto geotermico) 46 63,5 58 Tempo di ritorno dell'investimento (con impainto geotermico) 18,9 anni 8,2 anni 9,1 anni Si consideri che l impianto geotermico non ha bisogno di canna fumaria

48 IMPIANTI A BIOMASSE

49 PARLIAMO DI BIOMASSA AD UTILIZZO ENERGETICO... TIPI DI COMBUSTIBILI: LEGNA IN CIOCCHI CIPPATO DI LEGNA PELLET

50 CARATTERISTICHE ENERGETICHE E COSTI DI COMBUSTIBILI FOSSILI E BIOMASSE

51 TIPI DI CALDAIE ALIMENTATE A BUIOMASSE CALDAIE A LEGNA - PELLET AD USO DOMESTICO PMAX=35kW CALDAIE A PELLET AD USO CONDOMINIALE PMAX=50kW CALDAIE A CIPPATO PMIN= 50kW - PMAX=s.l. CALDAIE GLOBALI PMIN= 100kW - PMAX=s.l.

52 CALDAIE A CIPPATO

53 CONFIGURAZIONI DI IMPIANTO CARBONAIA PER CIPPATO TRADIZIONALE CARBONAIA PER CIPPATO CON ESSICCAMENTO PRELIMINARE CARBONAIA PER CIPPATO CON ACCESSO DIRETTO DEI VEICOLI

54 CONFIGURAZIONI DI IMPIANTO CARBONAIA PER CIPPATO ESTERNA ED INTERRATA CARBONAIA PER CIPPATO ESTERNA SUL PIANO DEL TERRENO CARBONAIA PER CIPPATO CON COCLEA DI ALIMENTAZIONE

55 CONFIGURAZIONI DI IMPIANTO IMPIANTO A CIPPATO STAND-ALONE P=90-300kW VISTA ESTERNA VISTA INTERNA

56 SISTEMI DI SICUREZZA Anche le caldaie a cippato, come quelle a legna da ardere, sono attualmente soggette all obbligo del vaso di espansione aperto. A differenza delle caldaie per legna in pezzi grossi, le caldaie a cippato hanno un focolare che contiene solo piccole quantità. di combustibile, che brucia rapidamente una volta giunto sulla griglia di combustione. Per questo motivo il rischio di ebollizione in caso di emergenza in queste caldaie minore rispetto a quelle a legna, e di conseguenza appare ancora meno giustificato e anacronistico l attuale obbligo del vaso di espansione aperto. Importanti dispositivi di sicurezza che dovrebbero sempre essere installati negli impianti termici a cippato riguardano il sistema di alimentazione del combustibile, per impedire eventuali ritorni di fiamma dalla caldaia al silo di stoccaggio.

57 DIMENSIONAMENTO DELL IMPIANTO Per il dimensionamento degli impianti di riscaldamento a cippato possono essere seguiti criteri simili a quelli relativi ad impianti convenzionali a gas/gasolio. Nel caso in cui si preveda di installare o di mantenere in esercizio una caldaia a gas/gasolio con funzione di scorta o emergenza, la caldaia a cippato può essere dimensionata intorno al 70% della potenza di picco stimata. Questo consente di risparmiare sui costi di acquisto e di installazione. Poichè i picchi di fabbisogno di potenza sugli impianti di riscaldamento sono generalmente di breve durata, e limitati ad alcuni giorni del mese più freddo, con questo accorgimento si riesce a comunque a coprire con l energia da biomassa oltre il 90% del fabbisogno totale di calore.

58 DIMENSIONAMENTO DELL IMPIANTO Nel caso in cui un unica caldaia a cippato debba provvedere al riscaldamento di numerose utenze collegate da una rete di teleriscaldamento, la potenza della caldaia a biomassa corrisponde alla somma delle potenze di tutte le utenze allacciate diminuita di un coefficiente di contemporaneità che tenga conto delle caratteristiche del prelievo termico delle varie utenze. Il valore di questo coefficiente va valutato caso per caso, ed è spesso compreso tra 0,6 e 0,7.

59 DIMENSIONAMENTO DELLO STOCCAGGIO Il silo di stoccaggio del cippato dovrebbe essere posto in un locale adiacente al locale caldaia o situato nelle immediate vicinanze di questo. Una delle più importanti condizioni per la fattibilità di un impianto di riscaldamento a cippato la disponibilità di un locale per lo stoccaggio, situato in posizione accessibile ai mezzi di trasporto del combustibile, con adeguato spazio per la manovra di questi. Il silo va dimensionato sulla base della potenza e del rendimento della caldaia, delle caratteristiche del combustibile e dell autonomia richiesta. Indicativamente, il potere calorifico netto del cippato è compreso tra 600 e 900 kwh/m3, a seconda del tipo di legno e del contenuto di umidit.. La densità è compresa tra i 200 e i 400 kg/m3.

60 DIMENSIONAMENTO DI MASSIMA DI UNA CARBONAIA Potenza nominale caldaia: 110 kw Rendimento termico della caldaia: 80% Potere calorifico del cippato: 800 kwh/m3 Autonomia di funzionamento richiesta: 1 mese Il consumo orario della caldaia alla potenza nominale è il seguente: 110/(800 X 0.8) = 0,17 mc/h Ipotizzando che la caldaia funzioni per 12 ore al giorno a piena potenza, il consumo mensile ammonterà a: 0,17 X 12 X 30 = 62 mc

61 ANALISI COSTI-BENEFICI TIPO Fabbisogno energetico stimato per riscaldamento e acqua sanitaria: kwh/anno pari a: m3/anno di metano litri/anno di gasolio litri/anno di gpl quintali/anno di cippato di latifoglia con umidit. 35% Descrizione impianto: Caldaia a cippato da 110 kw, estrattore del cippato, coclea di trasporto, sistemi di regolazione, accumulatore inerziale 1000 litri, bollitore sanitario 1000 litri

62 ANALISI COSTI-BENEFICI TIPO Investimento ipotizzato, compresa installazione e IVA 20%: Detrazione Irpef 36% = Costo da ammortizzare: = Spesa per cippato: 830 q a 5,00 /q = /anno Costo addizionale di conduzione e manutenzione impianto = /anno Confronto cippato - metano Metano risparmiato: m3 a 0,52 /m3 = /anno Risparmio di esercizio: = /anno (52%) Tempo di ritorno dell investimento: /6.800 = 5,6 anni.

63 FINE PRESENTAZIONE

La diagnosi energetica delle abitazioni e azioni per ridurre i consumi e i costi di gestione economica, energetica, ambientale

La diagnosi energetica delle abitazioni e azioni per ridurre i consumi e i costi di gestione economica, energetica, ambientale La diagnosi energetica delle abitazioni e azioni per ridurre i consumi e i costi di gestione economica, energetica, ambientale ing. Gianfranco Padovan, Presidente EnergoClub Onlus Francesco Pasqualin,

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI RISCALDAMENTO A BIOMASSA

LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI RISCALDAMENTO A BIOMASSA Ing Gianluca Farina Sistemi di produzione e distribuzione del calore LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI RISCALDAMENTO A BIOMASSA Le principali tipologie di caldaie per la combustione di biomasse per il riscaldamento

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini: - La detrazione fiscale del 55% per rinnovabili e risparmio energetico nelle abitazioni - Il Conto Energia per il Fotovoltaico - La tariffa omnicomprensiva e i certificati

Dettagli

Milano, 22 maggio 2008

Milano, 22 maggio 2008 CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Incentivazioni e agevolazioni fiscali che richiedono la certificazione energetica e l Audit energetico Milano, 22 maggio 2008 Daniela Colalillo Assoutility Srl-

Dettagli

Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori

Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori Agenzia per l Energia e lo Sviluppo Sostenibile del Comune di Roma Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori Abitazioni energeticamente efficienti Buona parte delle abitazioni

Dettagli

IMPIANTI A FONTI ENERGETICHE

IMPIANTI A FONTI ENERGETICHE Gorle, 15 maggio 2013 IMPIANTI A FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI RELATORE: Gianluigi Piccinini Presidente Ressolar s.r.l. Alessio Ronchi Marco Vitali SOCIETA : Ressolar srl s.r.l. PRINCIPALI ATTIVITÀDIRESSOLAR

Dettagli

Contenuto del decreto ministeriale 28 luglio 2005 e della delibera n.188/05 dell Autorità per l Energia

Contenuto del decreto ministeriale 28 luglio 2005 e della delibera n.188/05 dell Autorità per l Energia Contenuto del decreto ministeriale 28 luglio 2005 e della delibera n.188/05 dell Autorità per l Energia In sintesi i contenuti del decreto e della delibera dell Autority L incentivazione per la produzione

Dettagli

GUIDA ALLE FONTI RINNOVABILI ED AL RISPARMIO ENERGETICO

GUIDA ALLE FONTI RINNOVABILI ED AL RISPARMIO ENERGETICO GUIDA ALLE FONTI RINNOVABILI ED AL RISPARMIO ENERGETICO INDICE 1) Finalità della guida 2) Come di realizza il risparmio energetico? 3) Quali sono le fonti di energia rinnovabile? 4) Agevolazioni fiscali

Dettagli

SunergySOL soluzioni per l energia ENERGETICO PER LE NOSTRE ABITAZIONI 11/04/2013

SunergySOL soluzioni per l energia ENERGETICO PER LE NOSTRE ABITAZIONI 11/04/2013 SunergySOL soluzioni per l energia RISPARMIO ENERGETICO PER LE NOSTRE ABITAZIONI 11/04/2013 L agenda Perché le nostre case hanno costi energetici elevati? L importanza della diagnosi energetica Nuove energie

Dettagli

Valvole termostatiche per termosifoni

Valvole termostatiche per termosifoni Valvole termostatiche per termosifoni La valvola termostatica è un dispositivo, che installato sui radiatori (termosifoni), permette di regolare il flusso di acqua calda. In base alla temperatura che si

Dettagli

Gli impianti solari termici

Gli impianti solari termici Solare termico e riscaldamento ambienti : le novità della finanziaria 28 Dott.ssa Luciana Cervati - Cooperativa T.E.R.R.E. Roma 19-12-27 Gli impianti solari termici Tecnologia Applicazioni Elementi di

Dettagli

RISPETTO ALLE TRADIZIONALI SOLUZIONI IMPIANTISTICHE ACCOPPIATO AD UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

RISPETTO ALLE TRADIZIONALI SOLUZIONI IMPIANTISTICHE ACCOPPIATO AD UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Obiettivi: Lo studio si propone di valutare la convenienza economica ed ambientale di un nuovo sistema VRF ad espansione diretta negli edifici di nuova costruzione: RISPETTO ALLE TRADIZIONALI SOLUZIONI

Dettagli

caso di studio:cooperative di abitazione Borghetto dei pescatori, Ostia

caso di studio:cooperative di abitazione Borghetto dei pescatori, Ostia CONSULTA PER IL PROGETTO SOSTENIBILE E L EFFICIENZA ENERGETICA CORSO DI FORMAZIONE PROGETTO DI QUALITA ED EFFICIENZA ENERGETICA ED AMBIENTALE Lezione del Venerdì 4 Aprile 2008 caso di studio:cooperative

Dettagli

POMPE DI CALORE A.C.S.

POMPE DI CALORE A.C.S. GUIDA PRATICA POMPE DI CALORE A.C.S. Sintesi delle cose da sapere Rev. 02 06 Nov. 2013 Pagina : 1/6 Pompe di Calore per Acqua Calda Sanitaria (ACS) Generalità Le pompe di calore per Acqua Calda Sanitaria

Dettagli

DIAGNOSI ENERGETICA: IL PRIMO PASSO VERSO L EFFICIENZA

DIAGNOSI ENERGETICA: IL PRIMO PASSO VERSO L EFFICIENZA DIAGNOSI ENERGETICA: IL PRIMO PASSO VERSO L EFFICIENZA Ing. Pascale Virginia studio_ing.pascale@libero.it http://certificazioneenergetica.myblog.it http://impiantifotovoltaici.myblog.it/ http://acustica.myblog.it/

Dettagli

Gli interventi ammessi a contributo. Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti

Gli interventi ammessi a contributo. Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti LINEE GUIDA ALLEGATE AL BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI UN CONTRIBUTO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI RISPARMIO ENERGETICO E DI RIDUZIONE DELLE EMISSIONI IN ATMOSFERA Premessa Il presente

Dettagli

SFRUTTAMENTO DELLE ENERGIE RINNOVABILI. Loris Meneghini perito industriale in Vicenza

SFRUTTAMENTO DELLE ENERGIE RINNOVABILI. Loris Meneghini perito industriale in Vicenza SFRUTTAMENTO DELLE ENERGIE RINNOVABILI Loris Meneghini perito industriale in Vicenza ENERGIE RINNOVABILI : Solare termico Fotovoltaico Geotermico Biomasse legnose alcuni esempi applicativi Energia Solare

Dettagli

Con gli incentivi statali entrare nel mondo del solare termico non è mai stato così conveniente!

Con gli incentivi statali entrare nel mondo del solare termico non è mai stato così conveniente! Con gli incentivi statali entrare nel mondo del solare termico non è mai stato così conveniente! CONTO ENERGIA TERMICO 2014 Una grande novità, con la modalità di accredito che avviene da parte del GSE

Dettagli

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SOSTITUZIONE SERRAMENTI DETRAZIONE 55%: istruzioni per l uso

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SOSTITUZIONE SERRAMENTI DETRAZIONE 55%: istruzioni per l uso INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SOSTITUZIONE SERRAMENTI DETRAZIONE 55%: istruzioni per l uso È stato finalmente pubblicato il decreto che contiene le istruzioni definitive e complete relative

Dettagli

INCENTIVAZIONE ALLE RINNOVABILI TERMICHE. 22 Febbraio 2013

INCENTIVAZIONE ALLE RINNOVABILI TERMICHE. 22 Febbraio 2013 INCENTIVAZIONE ALLE RINNOVABILI TERMICHE 22 Febbraio 2013 Confronto tra i vari meccanismi di incentivazione I SERVIZI Titoli di Efficienza Energetica I TEE valorizzano il risparmio di energia primaria

Dettagli

Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l energia solare in energia elettrica. Esso è composto essenzialmente da:

Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l energia solare in energia elettrica. Esso è composto essenzialmente da: FAQ FOTOVOLTAICO Che cos'è un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l energia solare in energia elettrica. Esso è composto essenzialmente da: moduli o pannelli fotovoltaici;

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO: UN GRANDE VALORE CON UN PICCOLO INVESTIMENTO

RISPARMIO ENERGETICO: UN GRANDE VALORE CON UN PICCOLO INVESTIMENTO RISPARMIO ENERGETICO: UN GRANDE VALORE CON UN PICCOLO INVESTIMENTO Contributi fino al 65% destinati alle imprese trentine che decidono di investire nei settori dell efficienza energetica e dell energia

Dettagli

APPLICAZIONI IMPIANTISTICHE dott. ing. Luca Micheletti

APPLICAZIONI IMPIANTISTICHE dott. ing. Luca Micheletti APPLICAZIONI IMPIANTISTICHE dott. ing. Luca Micheletti PERCHE LE POMPE DI CALORE A SERVIZIO DEGLI IMPIANTI SONO RITENUTE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI? In una centrale termoelettrica bruciando circa 2,5

Dettagli

Seminario. A scuola di risparmio energetico con 1 Legambiente. Iseo, 4 marzo 2008

Seminario. A scuola di risparmio energetico con 1 Legambiente. Iseo, 4 marzo 2008 Seminario A scuola di risparmio energetico con 1 Legambiente Iseo, 4 marzo 2008 Dobbiamo modificare i nostri stili di vita! Siamo alla vigilia di una nuova rivoluzione, una rivoluzione 2 per l ambiente,

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Finanziaria 2008 (e modifiche del Gennaio 2009) - Nuovo Conto Energia per il Fotovoltaico (Febbraio 07) Indice: pagina 3: le diverse possibilità di intervento

Dettagli

Impianti Fotovoltaici. Opportunità offerte dal Conto Energia. ing. Piergabriele Andreoli ing Gian Carlo Picotti

Impianti Fotovoltaici. Opportunità offerte dal Conto Energia. ing. Piergabriele Andreoli ing Gian Carlo Picotti Impianti Fotovoltaici Opportunità offerte dal Conto Energia ing. Piergabriele Andreoli ing Gian Carlo Picotti Il Conto Energia Viene introdotto dal Dm 28/07/2005 (Ministero dell'ambiente e delle Attività

Dettagli

Conto Energia. Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. G.A.S. Gruppi di Acquisto Solidale Torino

Conto Energia. Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. G.A.S. Gruppi di Acquisto Solidale Torino Conto Energia Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico G.A.S. Gruppi di Acquisto Solidale Torino Ing. Claudio Borsello Via Trento, 12 10099 San Mauro Torinese (TO) mob. +39 348 4170753 Sito Web: sunmo.altervista.org

Dettagli

Dott. Ing. Giuseppe Patanè

Dott. Ing. Giuseppe Patanè Dott. Ing. Giuseppe Patanè IL CONTENIMENTO E LA PRODUZIONE DELL ENERGIA ENERGIA NELL EDILIZIA EDILIZIA CIVILE SVILUPPO SOSTENIBILE PRINCIPI GENERALI RIDUZIONE DEI CONSUMI; UTILIZZO DI RISORSE RINNOVABILI

Dettagli

FINANZIAMENTO 2008: COME OTTENERE LE AGEVOLAZIONI FISCALI

FINANZIAMENTO 2008: COME OTTENERE LE AGEVOLAZIONI FISCALI FINANZIAMENTO 2008: COME OTTENERE LE AGEVOLAZIONI FISCALI Per ottenere il bonus fiscale è necessario effettuare gli interventi entro il 31 dicembre 2010 e rivolgersi a una persona abilitata alla progettazione

Dettagli

IL SOLARE FOTOVOLTAICO: un opportunità per tutti!!!!

IL SOLARE FOTOVOLTAICO: un opportunità per tutti!!!! Taranto, 28 Maggio 2009 IL SOLARE FOTOVOLTAICO: un opportunità per tutti!!!! Dott. Ing. Carlo ZIZZI Dott.ssa Francesca MASELLA LE NOSTRE PRINCIPALI ATTIVITA INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO sostituzione

Dettagli

Giampiero Colli Anima/Coaer. Logo associazione nello schema

Giampiero Colli Anima/Coaer. Logo associazione nello schema Work shop tecnico: Edifici Impianti a pompa di calore per la climatizzazione annuale e la produzione di acqua calda sanitaria: soluzioni per edifici polifunzionali, residenziali, uffici. Giampiero Colli

Dettagli

FAREFFICIENZA SRL TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA. Ing Lorenzo FABBRICATORE FAREFFICIENZA SRL

FAREFFICIENZA SRL TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA. Ing Lorenzo FABBRICATORE FAREFFICIENZA SRL TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA Ing Lorenzo FABBRICATORE FAREFFICIENZA SRL 1 - Presentazione FAREFFICIENZA SRL - Titoli di efficienza energetica - Tipologia di interventi ammissibili - Esempi economici

Dettagli

Il solare fotovoltaico in pratica

Il solare fotovoltaico in pratica Il solare fotovoltaico in pratica Presentazione effettuata in occasione dell'incontro organizzato dall'assessorato all'ambiente del Comune di Selvazzano Dentro il giorno 28 aprile 2008 presso il Centro

Dettagli

Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell efficienza energetica degli impianti. Massimiliano Vigolo

Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell efficienza energetica degli impianti. Massimiliano Vigolo Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell efficienza energetica degli impianti 2 Ambiti di intervento per il miglioramento dell efficienza Dispersioni dell involucro (coibentazione)

Dettagli

Hotel: Ristrutturazione

Hotel: Ristrutturazione Hotel: Ristrutturazione Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI il software Energy Planning Dati edificio Località Comune: Firenze Zona climatica: D Latitudine:

Dettagli

Ver. 1.00 giugno 2007

Ver. 1.00 giugno 2007 Ver. 1.00 giugno 2007 1 INDICE 3. Le fonti rinnovabili 4. Energia Elettrica o Acqua Calda 5. Come Funziona? 6. Conto Energia 7. Beneficiari 8. Potenza dell impianto 9. Tipi di impianto 10. Non integrato

Dettagli

Il nuovo Conto Termico

Il nuovo Conto Termico FORLENER 2015 PELLET DAY I mercati del pellet Aspetti tecnici e filiere alternative Gli incentivi Il nuovo Conto Termico Gli incentivi Antonio Panvini LINGOTTO FIERE TORINO Sala Verde Sabato 26 settembre

Dettagli

Conto Energia (D.M. 28 luglio 2005)

Conto Energia (D.M. 28 luglio 2005) Conto Energia (D.M. 28 luglio 2005) lo sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri bisogni senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i loro propri

Dettagli

SISTEMI TERMOIDRAULICI PER UNA NUOVA ABITAZIONE

SISTEMI TERMOIDRAULICI PER UNA NUOVA ABITAZIONE SISTEMI TERMOIDRAULICI PER UNA NUOVA ABITAZIONE Il presente documento si propone di approfondire i sistemi di generazione del fluido termovettore per riscaldare e raffrescare le civili abitazioni, con

Dettagli

INFORMA ENERGIA per un FUTURO sostenibile. Dott. ssa Borghi Anna

INFORMA ENERGIA per un FUTURO sostenibile. Dott. ssa Borghi Anna INFORMA ENERGIA per un FUTURO sostenibile Dott. ssa Borghi Anna Sommario Perché parlare di energia? L audit energetico degli edifici comunali Cos è la certificazione energetica? La riqualificazione energetica

Dettagli

Contesto di riferimento. Descrizione

Contesto di riferimento. Descrizione EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI CONTENUTI: Contesto di riferimento. Descrizione delle tecnologie. Interventi sull involucro. Interventi sui dispositivi di illuminazione.

Dettagli

www.scitem.it Tel: 0934/586507

www.scitem.it Tel: 0934/586507 Chi siamo Coop Scitem a r.l. è nata dall incontro di tre esperienze professionali diverse ma complementari: Conoscenze del mercato dell energia, competenze tecnico/economiche e di valutazione Economico/Finanziaria

Dettagli

Conferenza Internazionale Riuso Sostenibile del Patrimonio Edilizio Torino, 5 giugno 2007 L ENERGIA: CHIAVE DI VOLTA DEL RIUSO EDILIZIO SOSTENIBILE Marco Filippi Dipartimento di Energetica, Politecnico

Dettagli

Solare Termico e Fotovoltaico per cittadini e agricoltori

Solare Termico e Fotovoltaico per cittadini e agricoltori Solare Termico e Fotovoltaico per cittadini e agricoltori DEFINIZIONI Solare Termico: utilizzo della radiazione solare per produrre acqua calda Solare Fotovoltaico: utilizzo della radiazione solare per

Dettagli

E LE INSIEME PER UN RISPARMIO GLOBALE

E LE INSIEME PER UN RISPARMIO GLOBALE LA RETE D IMPRESA con E LE AZIENDE PARTNER INSIEME PER UN RISPARMIO GLOBALE E LE AZIENDE PARTNER Operano con un esperienza trentennale su specifici campi del proprio settore di competenza. Dall installazione

Dettagli

Impianti a biomassa di piccole dimensioni < 0.5 MWt

Impianti a biomassa di piccole dimensioni < 0.5 MWt Impianti a biomassa di piccole dimensioni < 0.5 MWt Dr. Giorgio Schenone Comitato Termotecnico Italiano HOME 1 Le utenze I combustibili Tecniche di valutazione dei costi dell energia prodotta Valutazione

Dettagli

SCHEDA TECNICA IMPIANTI TERMICI A BIOMASSA

SCHEDA TECNICA IMPIANTI TERMICI A BIOMASSA RICHIEDENTE UBICAZIONE DELL INTERVENTO SCHEDA TECNICA IMPIANTI TERMICI A BIOMASSA SOMMARIO 1. CARATTERISTICHE DELL IMPIANTO ESISTENTE 2. CARATTERISTICHE DELL IMPIANTO A BIOMASSA DA REALIZZARE 3. CARATTERISTICHE

Dettagli

APPLICAZIONI DI SISTEMI SOLARI TERMICI E FOTOVOLTAICI palazzetto dello sport e campo sportivo via mattei CORRIDONIA Ing. Mauro Moroni ITER PROGETTUALE ANALISI DEI CONSUMI ENERGETICI Consumi di gas metano

Dettagli

CONOSCERE LE FONTI. Ecorisorse impianti ENERGETICHE RINNOVABILI

CONOSCERE LE FONTI. Ecorisorse impianti ENERGETICHE RINNOVABILI CONOSCERE LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI ARGOMENTI TRATTATI - Il solare termico - Il fotovoltaico - Le biomasse legnose - Casi concreti di impianti a biomasse legnose IL SOLARE TERMICO Il pannello solare

Dettagli

ANALISI DEI COSTI DELL ENERGIA IN FUNZIONE DEL COMBUSTIBILE

ANALISI DEI COSTI DELL ENERGIA IN FUNZIONE DEL COMBUSTIBILE Lunedì 18 settembre 2006 AGROENERGIE PER LO SVILUPPO RURALE: SCENARI A CONFRONTO ANALISI DEI COSTI DELL ENERGIA IN FUNZIONE DEL COMBUSTIBILE Ing. Gaetano Cavalli Ing. Gaetano Cavalli 1 BIOMASSA E CO 2

Dettagli

di Melkus Elisabeth CONTO TERMICO

di Melkus Elisabeth CONTO TERMICO CONTO TERMICO DECRETO del MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 28/12/2012 e PUBBLICATO sulla GAZZETTA UFFICIALE n. 1 del 02/01/2013 Regole Attuative elaborate e pubblicate dal GSE Gestore Servizi Energetici

Dettagli

Incentivi economici per edifici a basso consumo

Incentivi economici per edifici a basso consumo Incentivi economici per edifici a basso consumo Ing. Del Pero Legge 296/06 n 296 (Finanziaria 2007) (modalità attuative emanate con Decreto Ministeriale 19 febbraio 2007) Ha previsto agevolazioni fiscali

Dettagli

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa CHECK-UP energetico CASA I love my house Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa Livello globale di efficienza energetica Esistono diverse soluzioni tecniche per

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI a) Premessa L incentivo fiscale per il risparmio energetico introdotto con la Finanziaria 2007 è paragonabile per grandi linee

Dettagli

GLI IMPIANTI PER IL RISCALDAMENTO SOLARE PAUSA LA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL SOLE

GLI IMPIANTI PER IL RISCALDAMENTO SOLARE PAUSA LA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL SOLE 1. 2. 3. GLI IMPIANTI PER IL RISCALDAMENTO SOLARE PAUSA LA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL SOLE !"#$%&#'!%% ()(''(&&!%(** Sviluppo dei Paesi emergenti e consumo crescente di energia !+%$")(+(*,+("!+)! Dati

Dettagli

Risparmio energetico e fonti rinnovabili Situazione e possibilità nella provincia di Parma. Provincia di Parma Ing.

Risparmio energetico e fonti rinnovabili Situazione e possibilità nella provincia di Parma. Provincia di Parma Ing. Risparmio energetico e fonti rinnovabili Situazione e possibilità nella provincia di Parma due parole sul contesto Energia e ambiente Già nel nella redazione del Sesto Piano di azione ambientale 2002/2010

Dettagli

La riqualificazione energetica

La riqualificazione energetica La riqualificazione energetica Come funzionano le detrazioni CASA DOLCE CASA è un progetto realizzato con il contributo di Che cos è la riqualificazione energetica Si parla di riqualificazione energetica

Dettagli

VERIFICA ENERGETICA CLUB ECCELLENZA ENERGETICA CNA

VERIFICA ENERGETICA CLUB ECCELLENZA ENERGETICA CNA CLUB ECCELLENZA ENERGETICA CNA Committente Indirizzo Comune sig. Via.. Monte San Pietro edificio Villetta composta da 2 unità immobiliari e 2 piani fuori terra, costruito negli anni 70. Involucro Pareti

Dettagli

Finanziaria e detrazioni del 55%

Finanziaria e detrazioni del 55% Finanziaria e detrazioni del 55% Le detrazioni del 55% saranno valide fino al 31 dicembre 2012 alle stesse condizioni. In dettaglio ecco cosa prevede la normativa a sostegno degli interventi di risparmio

Dettagli

Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013

Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013 Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013 OBIETTIVI, CAMPO DI APPLICAZIONE E STRATEGIA Impegno preso dagli stati membri dell unione europea. Target raggiungibile tramite

Dettagli

IMPIANTI SOLARI TERMICI E FOTOVOLTAICI PER GRUPPI D ACQUISTO ED IMPIANTI A

IMPIANTI SOLARI TERMICI E FOTOVOLTAICI PER GRUPPI D ACQUISTO ED IMPIANTI A IMPIANTI SOLARI TERMICI E FOTOVOLTAICI PER GRUPPI D ACQUISTO ED IMPIANTI A COSTO ZEROPERENTILOCALI ENTI LOCALI, INDUSTRIA E AGRICOLTURA Relatore: Lara Tredici, System Tollinger Italia Srl IMPIANTI SOLARI

Dettagli

Efficientamento Energetico

Efficientamento Energetico Efficientamento Energetico L efficientamento energetico consiste nell insieme delle azioni volte a consumare meno, in modo migliore, ottenendo gli stessi risultati avuti con i normali comportamenti abituali.

Dettagli

INCENTIVI E POMPE DI CALORE GEOTERMICHE

INCENTIVI E POMPE DI CALORE GEOTERMICHE Pistoia 11-13 13 Settembre 2008 INCENTIVI E POMPE DI CALORE GEOTERMICHE Ing.Patrizio Pastacaldi PERCHE LE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE? - Aspetti ambientali: - Aspetti economici: - l energia geotermica

Dettagli

I punti cardine del risparmio energetico

I punti cardine del risparmio energetico IL RISPARMIO COME FONTE DI ENERGIA Tezze sul Brenta, mercoledì 21 gennaio 2009 Ing. Luca Cuccarollo I punti cardine del risparmio energetico La gestione accurata dei sistemi energetici come mezzo per ridurre

Dettagli

IMPIANTI SOLARI TERMICI

IMPIANTI SOLARI TERMICI L ENERGIA SOLARE UN OPPORTUNITA PER TUTTI IMPIANTI SOLARI TERMICI lunedì 29 marzo 2010 Per. Ind. Luca Tommasoni 1 CALCOLO DEL FABBISOGNO DI ACS L energia necessaria per la preparazione di acqua calda nelle

Dettagli

Check list degli interventi in materia di risparmio energetico e fonti rinnovabili

Check list degli interventi in materia di risparmio energetico e fonti rinnovabili Check list degli interventi in materia di risparmio energetico e fonti rinnovabili Protocollo n P.d.C. n D.I.A. n Progettista: Proprietario: Edificio: situato in: Tipologia di intervento Nuova costruzione

Dettagli

LA RIQUALIFICAZIONE IMPIANTISTICA

LA RIQUALIFICAZIONE IMPIANTISTICA San Giovanni in Persiceto, 11 giugno 2014 Studio Tecnico Co.Pro.Ri LA RIQUALIFICAZIONE IMPIANTISTICA RIQUALIFICAZIONE IMPIANTISTICA RIFERIMENTI NORMATIVI DETRAZIONI FISCALI 65% Legge 296/2006 e ss.mm.

Dettagli

Dott. Giuseppe Abello Amministratore EGA Sistemi www.egasistemi.it

Dott. Giuseppe Abello Amministratore EGA Sistemi www.egasistemi.it Dott. Giuseppe Abello Amministratore EGA Sistemi www.egasistemi.it Gli attuali consumi energetici degli edifici Il consumo di energia per il riscaldamento, per l acqua calda sanitaria e per il raffrescamento

Dettagli

Tutti gli incentivi per i cittadini come da:

Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Finanziaria 2008 Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Nuovo Conto Energia per il Fotovoltaico (Febbraio 07) - Certificati Verdi e le nuove incentivazioni per la produzione di energia elettrica

Dettagli

DOMANDA D ADESIONE AL GRUPPO D ACQUISTO SOLARE TERMICO (G.A.S.T.) PER RESIDENTI DEI COMUNI DELL AREA LEADER MEDIO MOLISE E FORTORE

DOMANDA D ADESIONE AL GRUPPO D ACQUISTO SOLARE TERMICO (G.A.S.T.) PER RESIDENTI DEI COMUNI DELL AREA LEADER MEDIO MOLISE E FORTORE P.S.R. Regione Molise - Misura 4.2 - Azione 4.2.1 Cooperazione interterritoriale e transnazionale - Progetto Territori che fanno la cosa giusta - Fase 2 Sviluppo di interventi per la diffusione della sostenibilità

Dettagli

LINEE GUIDA DEL NUOVO CONTO TERMICO

LINEE GUIDA DEL NUOVO CONTO TERMICO LINEE GUIDA DEL NUOVO CONTO TERMICO CONTO TERMICO POMPE DI CALORE ELETTRICHE E A GAS A) Requisiti necessari per accedere all'incentivo per pompe di calore elettriche o a gas Sostituzione parziale o integrale

Dettagli

G.A.T.E. Gruppo d Acquisto di Tecnologie Energetiche

G.A.T.E. Gruppo d Acquisto di Tecnologie Energetiche G.A.T.E. Gruppo d Acquisto di Tecnologie Energetiche Un opportunità per ridurre i consumi, tagliare i costi delle bollette ed aumentare l efficienza energetica della propria abitazione L Amministrazione

Dettagli

ENERGIA DETRAZIONI E CONTRIBUTI ASPETTI FISCALI

ENERGIA DETRAZIONI E CONTRIBUTI ASPETTI FISCALI ENERGIA DETRAZIONI E CONTRIBUTI ASPETTI FISCALI Convegno negli edifici produttivi e terziari esistenti: il ruolo della progettazione integrata tecnico/economica 30 Settembre 2010 Rag. Antonella Carati

Dettagli

Condominio: Riqualificazione

Condominio: Riqualificazione Condominio: Riqualificazione Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI il software Energy Planning Dati edificio Località Comune: Torino Zona climatica: E Latitudine:

Dettagli

Il Sole: una fonte energetica inesauribile

Il Sole: una fonte energetica inesauribile Il Sole: una fonte energetica inesauribile IL SOLARE TERMICO Pur essendo l Italia il Paese del Sole, questa fonte importante, gratuita, non inquinante e inesauribile è tuttora molto poco sfruttata, soprattutto

Dettagli

CERTIFICATI BIANCHI:

CERTIFICATI BIANCHI: Divisione CERTIFICATI BIANCHI: UNO STRUMENTO PER FINANZIARE L EFFICIENZA ENERGETICA Ing. Alessio Schiavon Edilvi spa Divisione ESCO schiavon@edilvi.it Forum Green Economy 2014 Roma, 4/5 giugno 2014 EDILVI

Dettagli

ENERGIA E AMBIENTE UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI

ENERGIA E AMBIENTE UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI Energia e Ambiente UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI uroshunt propone soluzioni avanzate nel campo della produzione di energia, del riscaldamento e del raffreddamento. uroshunt, in partnership

Dettagli

Aspetti collegati allo sviluppo del fotovoltaico

Aspetti collegati allo sviluppo del fotovoltaico Aspetti collegati allo sviluppo del fotovoltaico In questa sezione si analizzano gli aspetti economici, ambientali ed occupazionali collegati alla sviluppo del fotovoltaico. Aspetti economici Per quanto

Dettagli

TECNOLOGIA FOTOVOLTAICA

TECNOLOGIA FOTOVOLTAICA TECNOLOGIA FOTOVOLTAICA - Che cosa è un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l energia solare in energia elettrica. Esso è composto essenzialmente da: moduli o pannelli

Dettagli

DETRAZIONI IRPEF PER SPESE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

DETRAZIONI IRPEF PER SPESE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI - EFFICIENZA ENERGETICA - DETRAZIONI IRPEF PER SPESE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI BOZZA Marzo 2007 Detrazione IRPEF per spese di riqualificazione energetica degli edifici Dm Ministero Sviluppo

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI IMPIANTI. RELATORE: Dott. Ing. Giuseppe Michele Rivituso

DETRAZIONI FISCALI IMPIANTI. RELATORE: Dott. Ing. Giuseppe Michele Rivituso DETRAZIONI FISCALI IMPIANTI ED EFFICIENTAMENTO ENERGETICO RELATORE: Dott. Ing. Giuseppe Michele Rivituso Obiettivi INTERVENTI AMMESSI CHE CONSENTONO DI ACCEDERE ALLE AGEVOLAZIONE PER IL RISPARMIO ENERGETICO

Dettagli

Fabbisogno di acqua calda

Fabbisogno di acqua calda Consigli per la pratica Domotec SA Aarburg Edizione 16.21 05/2012 Fabbisogno di acqua calda L acqua calda è piacere, gioia di vivere, benessere Nella nostra vita consumiamo acqua calda ogni giorno: sia

Dettagli

PREMESSA. Normativa e Leggi di riferimento

PREMESSA. Normativa e Leggi di riferimento PREMESSA L oggetto del presente documento riguarda la descrizione dell impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria per il fabbisogno del blocco servizi e docce del Campo Sportivo

Dettagli

ECOLABEL EUROPEO PER IL SERVIZIO DI RICETTIVITÀ TURISTICA E DI CAMPEGGIO: IL FIOR FIORE DEL TURISMO

ECOLABEL EUROPEO PER IL SERVIZIO DI RICETTIVITÀ TURISTICA E DI CAMPEGGIO: IL FIOR FIORE DEL TURISMO ECOLABEL EUROPEO PER IL SERVIZIO DI RICETTIVITÀ TURISTICA E DI CAMPEGGIO: IL FIOR FIORE DEL TURISMO Seminario di formazione per la promozione del marchio Europeo Ecolabel per il servizio di ricettività

Dettagli

Il risparmio energetico: priorità economica ed ambientale

Il risparmio energetico: priorità economica ed ambientale Il risparmio energetico: priorità economica ed ambientale Ing Alessandro Fatini del Grande 20 febbraio 2007 Il risparmio energetico è diventata un esigenza importante sia a livello ambientale (riduzione

Dettagli

Misure e incentivi per l efficienza energetica

Misure e incentivi per l efficienza energetica Misure e incentivi per l efficienza energetica Docente incaricato in Economia e Gestione delle Imprese Dipartimento B.E.S.T. - Politecnico di Milano Indice 1. Finanziaria 2007. Agevolazioni per il risparmio

Dettagli

ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE; L ENERGIA E L AMBIENTE ENEA. Opera nei settori dell energia, dell ambiente e delle nuove tecnologie;

ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE; L ENERGIA E L AMBIENTE ENEA. Opera nei settori dell energia, dell ambiente e delle nuove tecnologie; Ente pubblico di ricerca ENEA Opera nei settori dell energia, dell ambiente e delle nuove tecnologie; E a supporto delle politiche di competitività e dello sviluppo sostenibile in campo energetico-ambientale

Dettagli

P.O.R. F.E.S.R. 2014-2020 SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI PER L EFFICIENZA ENERGETICA E L UTILIZZO DELLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE

P.O.R. F.E.S.R. 2014-2020 SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI PER L EFFICIENZA ENERGETICA E L UTILIZZO DELLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE P.O.R. F.E.S.R. 2014-2020 SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI PER L EFFICIENZA ENERGETICA E L UTILIZZO DELLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE SOGGETTI DESTINATARI Le grandi, piccole e medie imprese ubicate nella Regione

Dettagli

Efficientamento e biomasse. Investimenti intelligenti per aumentare la competitività delle imprese

Efficientamento e biomasse. Investimenti intelligenti per aumentare la competitività delle imprese Efficientamento e biomasse nelle serre Abbattere il costo energetico in serra è possibile Con cippato e pellet si risparmia dal 30 al 60% rispetto al gasolio agricolo Il costo di riscaldamento rappresenta

Dettagli

Il ritorno dell investimento energetico. Gli strumenti di incentivazione della Regione Piemonte nel settore energetico

Il ritorno dell investimento energetico. Gli strumenti di incentivazione della Regione Piemonte nel settore energetico Il ritorno dell investimento energetico Torino 17 Novembre 2008 Gli strumenti di incentivazione della Regione Piemonte nel settore energetico Arch. Aurelia VINCI L ENERGIA IN PIEMONTE: LE PRIORITÀ Le priorità

Dettagli

GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE DEL 65%

GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE DEL 65% Comune di CASSINA RIZZARDI Provincia di Como GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE DEL 65% A cura della: Commissione Ambiente e Tecniche del Risparmio Energetico del Comune di Cassina Rizzardi Aggiornamento del

Dettagli

ENERGIA DAL SOLE. SEAIMPIANTI di Di Giacinto Snc Via V:Alfieri,10-65025 PINETO (TE) Italia Sito internet: www.seaimp.it e-mail: info@seaimp.

ENERGIA DAL SOLE. SEAIMPIANTI di Di Giacinto Snc Via V:Alfieri,10-65025 PINETO (TE) Italia Sito internet: www.seaimp.it e-mail: info@seaimp. ENERGIA DAL SOLE IL TUO CONSULENTE PER L ENERGIA VERDE Operiamo nel settore delle produzione di energia elettrica in collaborazione con la ELTECH Srl Azienda leader nel settore delle energie rinnovabili

Dettagli

LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Soggetti beneficiari Per gli interventi di cui all art. 1, commi da 2 a 5 del Decreto 19 febbraio 2007, la detrazione dall imposta

Dettagli

VALUTAZIONE ECONOMICA DEGLI INVESTIMENTI ENERGETICI

VALUTAZIONE ECONOMICA DEGLI INVESTIMENTI ENERGETICI VALUTAZIONE ECONOMICA DEGLI INVESTIMENTI ENERGETICI L. Murgia - Dip.to Ingegneria del Territorio - Università degli Studi di Sassari L'analisi economica degli impianti energetici può essere finalizzata

Dettagli

CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO

CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO PREMESSA Con la presente relazione si intende fare una analisi comparativa fra alcuni dei sistemi di Riscaldamento utilizzati per la costruzione

Dettagli

A cosa serve: Comune di Scanzorosciate - Assessorato all'ambiente

A cosa serve: Comune di Scanzorosciate - Assessorato all'ambiente A cosa serve: Produzione di Acqua Calda Sanitaria (ACS) - Uso domestico - Uso professionale (alberghi, campeggi, campi sportivi) Riscaldamento invernale Riscaldamento piscine Riscaldamento di processo

Dettagli

LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS # $ % & ' ( )* # +,

LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS # $ % & ' ( )* # +, LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS!" # $ % & ' ( )* # +, Apparecchiature Per quanto riguarda le apparecchiature, le indicazioni principali per i golf club e porticcioli riguardano: la sostituzione di lampadine

Dettagli

Applicazione di metodologie di progettazione ENEA per l Ecobuilding

Applicazione di metodologie di progettazione ENEA per l Ecobuilding Applicazione di metodologie di progettazione ENEA per l Ecobuilding Ing. Marco Citterio ENEA Metodologia di indagine 1. Acquisizione informazioni Documentazione cartacea Piante edificio Bollette Sopralluoghi

Dettagli

L autosufficienza energetica

L autosufficienza energetica Convegno «Vigonovo si rinnova» Patto dei Sindaci, efficienza energetica e qualità della vita L autosufficienza energetica Ing. Gianfranco Padovan, Presidente EnergoClub Onlus Vigonovo 08 novembre 2012

Dettagli

ALLEGATO A. Tecnologie di utilizzo delle fonti rinnovabili, ove presenti. (23) Tipologia di sistemi per l utilizzazione delle fonti rinnovabili:..

ALLEGATO A. Tecnologie di utilizzo delle fonti rinnovabili, ove presenti. (23) Tipologia di sistemi per l utilizzazione delle fonti rinnovabili:.. ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA (dati riferiti alla situazione successiva agli interventi) Dati generali (1) Ubicazione dell edificio:. (2) Anno di costruzione:.. (3) Proprietà dell edificio:..

Dettagli