Andrea Scaloni. Istituto per il Sistema Produzione Animale in Ambiente Mediterraneo - CNR

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Andrea Scaloni. Istituto per il Sistema Produzione Animale in Ambiente Mediterraneo - CNR"

Transcript

1 Il contributo del Progetto Conoscenze Integrate per Sostenibilità ed Innovazione del Made in Italy Agroalimentare alle filiere di Produzione del Mezzogiorno Andrea Scaloni Istituto per il Sistema Produzione Animale in Ambiente Mediterraneo - CNR

2 LEGGE 23 dicembre 2009, n. 191 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 2010) (09G0205) (G.U. n. 302 del Suppl. Ordinario n. 243) (Art. 2, comma 44) Nell ambito dell incentivazione dello sviluppo del tessuto produttivo nelle Regioni del Mezzogiorno attraverso progetti coordinati dal CNR e dall'enea in materia di Tecnologie avanzate per l'efficienza energetica, Tutela ambientale, Metodologie innovative per il Made in Italy agroalimentare e Produzione di farmaci biotecnologici, e' autorizzata la spesa di 40 M ( ). Conoscenze Integrate per Sostenibilità ed Innovazione del Made in Italy Agroalimentare - CISIA FINANZIAMENTO 7500 keuro

3 Il Progetto si propone di Sviluppare una rete di diagnostica avanzata per il monitoraggio della qualità e sicurezza alimentare. Lo sviluppo e l applicazione di metodologie innovative di diagnostica molecolare e la definizione di materiali di riferimento saranno finalizzati ad assicurare qualità, sicurezza e tracciabilità di specifiche produzioni agroalimentari del Mezzogiorno. Implementare, con le tecnologie più avanzate oggi disponibili, la caratterizzazione genetico-molecolare di piante, animali e microrganismi che concorrono e sono alla base di specifici prodotti agroalimentari Made in Italy. Queste conoscenze verranno finalizzate allo sviluppo di azioni dirette a migliorare capacità di sfruttamento, qualità, sostenibilità, e difesa nel mercato delle produzioni del Mezzogiorno. Valorizzare le produzioni agroalimentari del Mezzogiorno in relazione alla natura delle tecnologie produttive impiegate ed al loro rapporto con il territorio. Individuare nuovi prodotti e/o processi di interesse per l industria agroalimentare Nazionale (tra cui alimenti ipoallergenici e/o ricchi in composti nutraceutici), anche in risposta alla crescente domanda di prodotti ad alto contenuto salutistico e per il well being. OR1 - Diagnostica Avanzata - (5 azioni) OR2 - Valorizzazione delle Risorse Genetiche disponibili - (11 azioni) OR3 - Innovazione per Migliorare la Sostenibilità delle Produzioni Agroalimentari - (4 azioni) OR4 - Innovazione nei Prodotti Alimentari e nel Rapporto Alimenti Salute - (2 azioni)

4 OR1 Diagnostica Avanzata OR Sviluppo di metodologie e sistemi diagnostici avanzati per il miglioramento della qualità e sicurezza alimentare - Pascale (ISPA - BA) Produzioni varie OR Strumenti avanzati per la tracciabilità delle produzioni vitivinicole siciliane di qualità Carimi (IGV - PA) Produzioni vitivinicole OR Metodologie di Spettrometria di Massa per il monitoraggio della qualità di prodotti agroalimentari del Mezzogiorno - Scaloni (ISPAAM - NA) Produzioni casearie, carnee, di nocciole, noci, legumi e albicocche OR Diagnosi di origine geografica e qualità nell agroalimentare del Mezzogiorno: olii extravergini di oliva, kiwi e prodotti ortofrutticoli - Lauteri (IBAF - TR) Produzioni olearie, ortofrutticole e di kiwi OR Identità, tracciabilità, e valorizzazione di indivia, scarola e puntarelle del Lazio/Puglia mediante tecnologie olistiche/funzionali per tratti di interesse nutrizionale ed economico Giannino (IBBA - RM) Produzioni ortofrutticole

5 OR2 Valorizzazione delle Risorse Genetiche disponibili Piante OR Uso di geni e meccanismi coinvolti nella difesa di piante Mediterranee da stress biotici - Boscia (IVV - BA) Produzioni di pomodoro e vite OR Valorizzazione di risorse genetiche Mediterranee - caratterizzazione del germoplasma autoctono, microrganismi utili e fitopatogeni De Luca (IPP - BA) Produzioni ortive, di vite, olivo e agrumi OR Caratterizzazione genomico-funzionale di ceppi di Rhizobio e cultivars di leguminose per il miglioramento delle caratteristiche di crescita e risposta a condizioni di stress ambientale Defez (IGB - NA) Produzioni di legumi OR Studio ed impiego della diversità agraria di specie vegetali del Mezzogiorno per la valorizzare di prodotti agroalimentari del Meridione Pignone (IGV - BA) Produzioni di pomodoro, carciofo, susina, uva da tavola e frumento OR Progettazione e sviluppo di nuovi ibridi di Pomodoro dalle migliori caratteristiche nutrizionali Nicolaus (ICB - NA) Produzioni di pomodoro OR Dal legno alla frutta: genomica dell'evoluzione del ciliegio Vendramin (IGV - FI) Produzioni di ciliegie

6 Animali OR Caratterizzazione/valorizzazione delle risorse genetiche della Campania per lo sviluppo della filiera bufalina Iannuzzi (ISPAAM - NA) Produzioni casearie e carnee OR Caratterizzazione genetica di suini del Mezzogiorno per la valorizzazione di prodotti tipici/conservazione della biodiversità Castiglioni (IBBA - MI) Produzioni carnee Microrganismi OR Biodiversità e conservazione di microrganismi di interesse agroalimentare nella dieta Mediterranea - Logrieco (ISPA - BA) Produzioni vitivinicole, casearie e da forno OR Miglioramento della qualità di prodotti fermentati tipici della Campania Coppola (ISA - AV) Produzioni vitivinicole, casearie e carnee Bioinformatica OR Organizzazione bioinformatica delle risorse genetiche presenti nel sistema della ricerca agroalimentare -Vari (ISPA -BA) Produzioni varie

7 OR3 Innovazione per migliorare la Sostenibilità delle Produzioni Agroalimentari OR Sviluppo di strategie di difesa ecocompatibili per la sostenibilità della produzione di pomodoro in zone ad alta vocazione del Sud Italia - Bernardo (IPP - NA) Produzioni di pomodoro OR Scenari di produzione del pecorino romano: implicazioni qualitative, gestionali ed ambientali Duce (IBIMET - SS) Produzioni casearie OR Sviluppo di tecnologie di telerilevamento per la viticoltura di precisione e la valorizzazione del germoplasma per produzioni di qualità - Matese (IBIMET - FI) Produzioni vitivinicole OR Promozione dell olivicoltura di alta qualità nella zona DOP Colline Pontine e nelle Provincie di Benevento e Sassari - Leone (ISAFOM - NA) Produzioni olearie OR4 Innovazione nei Prodotti Alimentari e nel Rapporto Alimenti Salute OR4.1.1 Innovazioni nelle produzioni tipiche di pomodori da serbo, nella conservazione di orticole in IV gamma e nell introduzione della quinoa per l alimentazione gluten-free Giorio (ISAFOM - NA) Produzioni di pomodoro, carciofo, patata novella, cavolfiore e quinoa OR Prodotti regionali con proprietà salutistiche per nuovi alimenti funzionali Russo (ISA - AV) Produzioni di mela, carciofo, pomodoro e zucca

8 Risorse Umane e loro Distribuzione Geografica Dipartimento di Scienze Bio-Agroalimentari con 9 Istituti (circa 900 persone), di cui: ricercatori a tempo indeterminato ricercatori a tempo determinato Di queste forze, più del 65% operano nelle Regioni e Provincie indicate nella Legge 191/2009 Contributi anche dal Dipartimento di Scienze del Sistema Terra e tecnologie per l Ambiente Dipartimento di Scienze Chimiche e Tecnologie dei Materiali

9 Partners 8 Dipartimenti Universitari: Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti (UNIBA); Dipartimento di Agraria (UNINA); Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agrarie ed Alimentari (UNICT); Dipartimento di Scienze Agrarie ed Ambientali (UNIPG); Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali (UNIPA); Dipartimento per l'innovazione nei Sistemi Biologici, Agroalimentari e Forestali (UNIVT); Dipartimento di Scienze e Tecnologie per l Agricoltura, le Foreste, la Natura e l Energia (UNIVT); Istituto di Genomica Applicata (UNIUD). 5 Istituti di Ricerca: Centro di Ricerca per la Selvicoltura (CRA-AR); Centro di Ricerca per la Frutticoltura (CRA-CS); Centro di Ricerca per la Cerealicoltura (CRA- FG); AGRIS Sardegna (SS); Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia (PA). 13 Società: Metapontum Agrobios (Metaponto-MT); Barilla (PR); PortoConte Ricerche (Alghero-SS); Advanced Agroindustry Technology (CT); Eureco (Piana di Monte Verna-CE); Azienda Farris (Orsara di Puglia-FG); Casale del Principato (Prata di Principato-AV); Bionat Italia (PA); EnBiotech (PA); Molino Casillo (Corato-BA); Molino Tandoi- Pellegrino (Corato-BA); Apofruit Italia (Aprilia-LT); Aero-Sekur (Aprilia-LT). 16 Consorzi: Consorzio DOP Sardegna; Consorzio Puglia Natura; Consorzio Produttori Vini (Manduria-TA); Consorzio Vivaistico Viticolo Pugliese (Otranto-LE); Consorzio Vivaisti Terra D Otranto (Otranto-LE); Cantina Sociale-Locorotondo (Locorotondo-BA); Assodaunia (Ascoli Satriano-FG); CONSDABI (BN); Cantine Argiolas (CA); Consorzio Vivaistico Pugliese (Valenzano-BA); Centro Interprofessionale per le attività vivaistiche (RM); Cantine Colomba Bianca (TP); Consorzio di tutela del Suino nero dei Nebrodi (Sinagra-ME); Consorzio di tutela IGP Kiwi (LT); Consorzio di Tutela Mozzarella della Bufala Campana (S. Nicola La Strada-CE). 7 Aziende agricole: Enza Zaden Italia (Tarquinia-VT); La Noria (Mola di Bari-BA); Iemma (Eboli-SA); Palmieri (Paestum-SA); Vivaio F.lli Corrado (Torre S. Susanna- BR); Azienda Valenti (TP); Azienda Stiscia (Montecalvo Irpino-AV). 9 Associazioni di categoria: Coldiretti; Associazione Nazionale Allevatori Specie Bufalina; Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli; Associazione Produttori Oleari; Organizzazione Produttori olivicoli della Calabria; Associazione Produttori olivicoli della Sabina; Confederazione Italiana Agricoltori; Associazione Regionale Allevatori della Sicilia; Centro Assaggiatori Produzioni Olivicole Latina.

10 Risultati Pubblicazioni Scientifiche su ISI Journals (con referaggio) (3 anno) 1 - Genoma sequenziato (ciliegia) Comunicazioni/Poster a Conferenze Nazionali/Internazionali (3 anno) 64 - Incontri pubblici organizzati per la diffusione dei risultati (3 anno) 7 - Attività di promozione del progetto/risultati per mezzo stampa (3 anno) 26 - Attività di promozione del progetto/risultati attraverso siti WEB dedicati (3 anno) 6 - Attività di promozione del progetto/risultati per mezzo televisivo (3 anno)

11 OR Certificazione Genetica per la Tracciabilità della filiera viti-vinicola Responsabile: Francesco Carimi Superficie viticola: ha; Denominazioni (DOC, DOCG): ha; 24 vini DOC; 1 vino DOCG (Cerasuolo di Vittoria) Vitigni: Nerello cappuccio, Nerello mascalese, Carricante, Moscato bianco, Frappato, Malvasia di lipari, Perricone, Damaschino, Zibibbo, Grecanico, Inzolia, Nocera nera, Catarratto, Nero d'avola, Grillo, Corinto nero Aziende: Bionat Italia (specializzata in test genetici), Planeta, Settesoli, Benanti, Bonivini, Cantine Primavera, Cantine trapanesi Riunite e Strade del vino Alcamo

12 OR Piattaforma MALDI-TOF-MS per il profiling peptidomico e proteomico integrato di campioni di latte per la rilevazione rapida di adulterazioni alimentari Rilevazione rapida di aggiunte non dichiarate di latte bovino e quello di bufalo, capra e pecora Rilevazione rapida di aggiunte non dichiarate di latte in polvere ricostituito a latte fresco Sgrassatura, diluzione e filtraggio Aggiunta della matrice Registrazione dello spettro Comparazione con banca dati dedicata

13 Piattaforma MALDI-TOF-MS per il profiling peptidomico e proteomico integrato di campioni di latte per la rilevazione rapida di adulterazioni alimentari Speciazione del latte (bovino, bufalo, capra e pecora) Metodo analitico Cross Validation % Capacità di Riconosciemento % Protein linear Peptides ZT Reflectron Peptides Reflectron Peptides Linear Miscele binarie Proteine Peptidi Bovino/Bufalo Proteine Peptidi Proteine Peptidi Bovino/Capra Determinazione del trattamento termico del latte bovino (fresco, pastorizzato, UHT ed in polvere) Metodo analitico Cross Validation % Capacità di Riconoscimento % Proteine Lineare Peptidi ZT Reflectron Peptidi Reflectron Peptidi Lineare Proteine Peptidi Proteine Peptidi Bovino/Ovino Proteine Peptidi Polvere/Fresco

14 OR Progettazione e Sviluppo di nuovi Ibridi di Pomodoro Responsabile: Barbara Nicolaus

15 OR Identà, tracciabilità e valorizzazione di prodotti ortofrutticoli del Mezzogiorno mediante approcci olistici diretti alla caratterizzazione di importanti tratti nutrizionali ed economici Responsabile: Donato Giannino Cichorium endivia Endives (var. crispum) Cichorium intybus Enza Zaden Italia La Noria Escaroles (var. latifolium) Analisi di 10 cultivars per specie Catalogna cichory Dosaggi di metaboliti Micro- e macro-nutrienti Composti idrosolubili (>30): zuccheri, etc Sesquiterpeni lattonici (sapore) Composti antiossidanti (steroli, capacità ORAC) Nitrati (tossici a dosi elevate) Ormoni (es. citochine) (shelf-life) RNA Sequencing Analisi della diversità genica Analisi dell espressione genica (RNAseq e qrt-pcr Studio della diversità allelica (SNPs) Valorizzazione 1. Informazioni sulle performances produttive 2. Fenotipizzazione delle cultivars 3. Informazioni su nutrienti e metaboliti per la valorizzazione e tipizzazione 4. Trascrittomi di riferimento per C. endivia e C. intybus 5. Markers (gene SNPs and trascrizionali) per la tracciabilità 6. Protocolli rapidi per la tracciabilità (es. tecnologia HMR) 7. Sviluppo di strumenti bioinformatici per gene data mining Identità-Traceabilità

16 OR Sviluppo di tecnologie di telerilevamento tramite Unmanned Aerial Vehicle per la viticoltura di precisione finalizzata alle produzioni di qualità Responsabile: Alessandro Matese Monitoraggio dei vigneti siciliani con il Drone dell IBIMET ed acquisizione immagine multispettrale Elaborazione mappa di vigore e incrocio con campionamenti a terra di maturità delle uve in collaborazione con l Istituto Regionale del Vino e dell Olio (Sicilia) Trasferimento all azienda Cantine Valenti per un rapido supporto sulla diversa strategia di intervento nelle diverse aree del vigneto Produzione di vini di alta qualità ETNA-DOC

17 OR Prodotti regionali con proprietà salutistiche per nuovi alimenti funzionali: un nuovo tipo di pane ricco in carotenoidi derivati dalla zucca Responsabile: Gian Luigi Russo Zucca lunga di Napoli (Cucurbita moschata) Produzione della materia prima in campi sperimentali ISPA-CNR Lecce Farina di zucca Farris Srl località Borgo Giardinetto Orsara di Puglia (FG) Analisi delle farina di zucca per composti nutrizionali e formulazione di miscele per panificazione ISA-CNR Pane con farina di zucca Casale del Principato Srl loc. Ponte Sabato Prata di Principato Ultra (AV) Sperimentazione clinica su volontari sani (in corso) ISA-CNR Avellino

18 OR1.1.1 Sviluppo di metodologie basate su nanolc-esi-ms/ms per la rilevazione di allergeni multipli nei cibi Responsabile: Michelangelo Pascale Presenza di allergeni esogeni nei vini e nei succhi di frutta dopo loro chiarificazione con derivati del latte e dell uovo Approccio Peptido-centrico per ridurre il residuo di lavorazione Analisi di digeriti peptidici derivanti da estratti proteici degli alimenti Multi-target analysis (MRM) Saggio quantitativo (con specie marcate) Bassissimi valori di LODs High-throughput screening Peptide -caseinico GPFPIIV Orbitrap Exactive or Velos Pro MS

19 OR2.2.1 Caratterizzazione/valorizzazione delle risorse genetiche della Campania per lo sviluppo della filiera bufalina Responsabile: Leopoldo Iannuzzi Miglioramento genetico - Associazione Nazionale Allevatori Specie Bufaline Selezione citogenetica di riproduttori destinati ai centri di riproduzione per monta naturale e strumentale Selezione mediante analisi SNPs di riproduttrici con maggiore attitudine alla produzione di latte Selezione citogenetica di riproduttrici esenti da anomalie cromosomiche associabili a problemi di fertilità silenti (mosaicismo XX/XY) ma conducibili ad alterazione di organi sessuali interni. Elevati danni economici agli allevatori Apparato riproduttore di bufala freemartin con gravi atrofie interne e con la presenza di un solo ovaio Management degli animali ed analisi cliniche - Aziende Vannulo e Iemma (Paestum) Indicazioni sulla conduzione di management aziendale secondo parametri nutrizionali e di benessere degli animali; Miglioramento delle performance produttive nel completo rispetto del benessere animale mediante la valutazione dello stato fisiologico degli animali durante la lattazione (determinazione del retinolo, tocoferolo, carbonili ed idroperossidi nel plasma)

20 OR Diagnosi di origine geografica e qualità nell agroalimentare del Meridione d Italia: olii extravergini di oliva monovarietali Responsabile: Marco Lauteri Unaprol Consorzio Olivicolo Italiano Costituzione di un database isotopico poliennale degli OEVO (olio extravergine d oliva) italiani monovarietali Il database ha permesso la prima zonazione isotopica di tipo ISOSCAPE degli OEVO, con netta distinzione di almeno quattro aree di tracciabilità dell origine geografica. Elementar Group Azienda europea leader in campo analitico Bic-Lazio Rieti Incubatore d impresa Regione Lazio JSMEIA Jordan small an medium enterprises industrial association, Giordania Sono in corso contatti per innovazione e tracciabilità sulla filiera degli OEVO di qualità CCIC - Chamber of Commerce and Industry of the Center, Organizzazione governativa, Tunisia

21 OR Promozione dell olivicoltura di alta qualità nella zona DOP Colline Pontine e nelle Provincie di Benevento e Sassari Responsabile: Antonio Leone Caratterizzazione pedoclimatica delle macro-aree olivicole Analisi climatica delle macro-aree olivicole Scansione geofisica ed analisi proprietà dei suoli (da micro-zonazione) Indagine varietale Firma OEVO (MS isotopi) Caratterizzazione chimica e sensoriale olii (NMR, GC-MS) (su scala micro e macro) Macro-zonazione olivicola (definizione di zone omogenee di produzione e gestione agricola a scala territoriale) Trasferimento di metodologie/dati ai produttori, loro organizzazioni/consorzi: ASPOL, GAL Titerno (BN), APP Colline Pontine (LT), Agenzia Laore (Sardegna), Coldiretti Sardegna, Consorzio DOP Sardegna Identificazione delle relazioni tra variabili ambientali e caratteri chimici/sensoriali degli olii Tracciabilità delle monovarietali Contributo per la Definizione DOP Sannio e DOP Bosana Valorizzazione DOP Colline Pontine Effetto maturazione olive Effetto conservazione dell olio Analisi olii prodotti a diverse fasi di maturazione dell oliva Elevati standard qualitativi (definizione dell evoluzione della qualità chimica e sensoriale degli prodotti da olive a diverso grado di maturazione per una miglior razionalizzazione delle fasi di trasformazione dell olio e della sua conservazione)

22 OR Sviluppo di firme genetiche selettive per la valorizzazione di prodotti carnei derivanti da suini della Razza Casertana e Nero dei Nebrodi Responsabile: Bianca Castiglioni Analisi comparativa per SNPs presenti sul genoma di maiale per la definizione di marcatori utili per la differenziazione tra razze. Messa a punto di un test microarray per l assegnazione della razza su carne fresca o prodotto stagionato. Sinistra: Plot delle distanze genetiche fra suini di razza diversa (nero: animali di razza Nero Siciliano; celeste: cinghiali). Analisi di Admixture fra animali di razza Nero Siciliano e cinghiali (nel suino Nero si nota una certa mescolanza con il cinghiale). Destra: Amplificazione mediante PCR di un frammento del gene PIK3R2 dai campioni di DNA di: capicollo parte magra (1) e grassa (2); prosciutto crudo parte magra (3) e grassa (4); salame parte magra (5) e grassa (6).

ABSTRACTS IL VALORE DEI PRODOTTI TIPICI E L IMPATTO DELLE INDICAZIONI GEOGRAFICHE ITALIANE ALL ESTERO

ABSTRACTS IL VALORE DEI PRODOTTI TIPICI E L IMPATTO DELLE INDICAZIONI GEOGRAFICHE ITALIANE ALL ESTERO ABSTRACTS COS E UNA DOP ED IGP: CARATTERISTICHE E TIPOLOGIE Alessandra D Arrigo MIPAAF Obiettivo dell intervento è illustrare prima di tutto cosa sono le DOP e le IGP e quali sono le differenze fra le

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

PROVINCIA DI AGRIGENTO

PROVINCIA DI AGRIGENTO PROVINCIA DI AGRIGENTO CEREALI LEGUMINOSE DA GRANELLA OLEAGINOSE FORAGGERE ELENCO COLTURE Rese e prezzi medi (triennio 2009/2011) Prezzo medio /q. Resa media q./ha Prezzo medio ottenuto nell'anno 2012

Dettagli

Flavescenza dorata (FD) Diffusione epidemica Vettore: cicalina Scaphoideus

Flavescenza dorata (FD) Diffusione epidemica Vettore: cicalina Scaphoideus L AVANZAMENTO DELLA RICERCA SULLA RESISTENZA ALLA FLAVESCENZA DORATA Elisa Angelini CRA-VIT Centro di Ricerca per la Viticoltura, Conegliano (TV) DUE GIALLUMI IMPORTANTI IN EUROPA ED ITALIA Flavescenza

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM il nuovo modo di bere Abruzzo Abruzzo DOP Tullum Tullum è il riconoscimento ai produttori di Tollo, cittadina in provincia di Chieti, che vedono premiata la vocazione di un

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG)

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) EMAA 13/14 XII / 1 DO e IG protette da cosa? Il Regolamento

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare Prof. Felice ADINOLFI Università degli Studi di Bologna Roma 22 Gennaio

Dettagli

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * )

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) REGIONE: Ministero per le Politiche Agricole e Forestali ( MiPAF) A cura dell'ufficio ricevente Prot. del NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) INFORMAZIONI RELATIVE ALLA POSIZIONE NEL SISTEMA

Dettagli

NUOVI CLONI DI VITE ISMA - AVIT

NUOVI CLONI DI VITE ISMA - AVIT NUOVI CLONI DI VITE ISMA - AVIT 2 NUOVI CLONI DI VITE ISMA - AVIT NUOVI CLONI DI VITE ISMA - AVIT di Umberto Malossini Le schede ISMA - AVIT 3001 da Goldtraminer, B. ISMA - AVIT 513 da Pinot grigio, G.

Dettagli

GLERA E PINOT GRIGIO: NUOVE PREOCCUPAZIONI SANITARIE?

GLERA E PINOT GRIGIO: NUOVE PREOCCUPAZIONI SANITARIE? GLERA E PINOT GRIGIO: NUOVE PREOCCUPAZIONI SANITARIE? Elisa Angelini elisa.angelini@entecra.it C.R.A. Centro di Ricerca per la Viticoltura Conegliano (TV) Foto P. Marcuzzo Foto G. Rama UN PO DI

Dettagli

Società Agricola: Emon Agri

Società Agricola: Emon Agri Società Agricola: Emon Agri INTERVISTA AD UN AGRICOLTORE DELLA SOCIETA' AGRICOLA: Sul vostro logo c'è scritto che attuate una coltivazione virtuosa, ci può dire cosa si intende? Ci spiega: Per coltivazione

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

L INDICE LA PREMESSA. Testo: Agostino Macrì Disegni: Arianna Buzzi LA PREMESSA 1 AMBIENTE E PRODUZIONI ALIMENTARI 3 LA TRASFORMAZIONE DEGLI ALIMENTI 5

L INDICE LA PREMESSA. Testo: Agostino Macrì Disegni: Arianna Buzzi LA PREMESSA 1 AMBIENTE E PRODUZIONI ALIMENTARI 3 LA TRASFORMAZIONE DEGLI ALIMENTI 5 LA PREMESSA L INDICE LA PREMESSA 1 AMBIENTE E PRODUZIONI ALIMENTARI 3 LA TRASFORMAZIONE DEGLI ALIMENTI 5 INIZIATIVE DELL UNIONE EUROPEA 6 TUTELA DELLE PRODUZIONI ALIMENTARI TRADIZIONALI 7 SITUAZIONE ITALIANA

Dettagli

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare Ancora dal convegno di Copenaghen. Questo parametro, nell allevamento delle bovine da latte, può crescere. E non solo perfezionando il razionamento. Ma anche intervenendo su diversi altri fattori, come

Dettagli

ogni giorno in prima linea

ogni giorno in prima linea Servizio itosanitario Emilia-Romagna ogni giorno in prima linea proteggere le coltivazioni, le alberature, i parchi e le aree verdi dell'emilia-romagna da organismi nocivi fornire un supporto specialistico

Dettagli

DOP E IGP: I NUMERI DELLA QUALITA. Lo strumento Dop e Igp: utilità, punti di forza e principali criticità

DOP E IGP: I NUMERI DELLA QUALITA. Lo strumento Dop e Igp: utilità, punti di forza e principali criticità DOP E IGP: I NUMERI DELLA QUALITA Bologna, 12 settembre 2008 Lo strumento Dop e Igp: utilità, punti di forza e principali criticità Denis Pantini Coordinatore di Area Agricoltura e Industria alimentare

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Università di Foggia Dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell Ambiente

Università di Foggia Dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell Ambiente Università di Foggia Dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell Ambiente Produzione di formaggio di bufala a pasta semidura: studio della proteolisi Barbara La Gatta, Giusy Rusco, Aldo Di Luccia

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA Premesso che nell ambito del progetto Castagna di Montella:

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ALEMANNO RICCARDO Data di nascita 21/02/1971

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ALEMANNO RICCARDO Data di nascita 21/02/1971 INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALEMANNO RICCARDO Data di nascita 21/02/1971 Qualifica I Fascia Amministrazione ASL CASERTA (EX ASL 1 e 2) Incarico attuale Dirigente ASL I fascia - Unità Operativa Veterinaria

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

Mozzarella di Bufala Campana DOP Studio di mercato

Mozzarella di Bufala Campana DOP Studio di mercato Mozzarella di Bufala Campana DOP Studio di mercato edizione 2008 Mozzarella di Bufala Campana DOP Studio di Mercato Il presente studio sul mercato della Mozzarella di Bufala Campana DOP è stato realizzato

Dettagli

GIUSEPPE VADALÀ: ALIMENTI E AMBIENTE, COME GARANTIRNE LA SICUREZZA

GIUSEPPE VADALÀ: ALIMENTI E AMBIENTE, COME GARANTIRNE LA SICUREZZA GIUSEPPE VADALÀ: ALIMENTI E AMBIENTE, COME GARANTIRNE LA SICUREZZA a cura di ANNA MARIA CIUFFA Giuseppe Vadalà, responsabile della Divisione Sicurezza Agroalimentare e Agroambientale del Corpo forestale

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Art. 1 La zona di provenienza del latte destinato alla trasformazione del formaggio Pecorino Romano comprende l intero territorio delle regioni della

Dettagli

Progetto di ricerca CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DI RAZZE AVICOLE LOMBARDE

Progetto di ricerca CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DI RAZZE AVICOLE LOMBARDE Programma regionale di ricerca in campo agricolo 2010-2012 Progetto di ricerca CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DI RAZZE AVICOLE LOMBARDE Acronimo: CoVAL Ente Proponente: Università degli Studi di Milano,

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI scopo del lavoro: Confronto tra oli EVO addizionati con estratti di capperi campionati

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

ANTHILIA DOP (2012) - DONNAFUGATA

ANTHILIA DOP (2012) - DONNAFUGATA 1 di 7 24/03/2014 10.53 3 Altro Blog successivo» Crea blog Entra domenica 23 marzo 2014 Informazioni personali ANTHILIA DOP (2012) - DONNAFUGATA completo Roberto Marega Monza e Brianza, Italy Visualizza

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

I METALLI PESANTI NEL LATTE

I METALLI PESANTI NEL LATTE I METALLI PESANTI NEL LATTE di Serraino Andrea Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale - Facoltà Medicina Veterinaria - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum. I metalli sono

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

La nuova PAC: le scelte nazionali

La nuova PAC: le scelte nazionali Dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale Direzione generale delle politiche internazionali e dell'unione Europea La nuova PAC: le scelte nazionali Regolamento (UE)

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

RESIDUI DI PRODOTTI FITOSANITARI SU ORTOFRUTTICOLI FRESCHI ED IN ALTRE MATRICI ALIMENTARI, CAMPIONATI IN EMILIA-ROMAGNA NELL'ANNO 2007

RESIDUI DI PRODOTTI FITOSANITARI SU ORTOFRUTTICOLI FRESCHI ED IN ALTRE MATRICI ALIMENTARI, CAMPIONATI IN EMILIA-ROMAGNA NELL'ANNO 2007 Sezione Provinciale di Ferrara Sede Operativa: Via Bologna,534 44100 Chiesuol del Fosso (Fe) Tel. 0532 901211 Fax 0532 901241 RESIDUI DI PRODOTTI FITOSANITARI SU ORTOFRUTTICOLI FRESCHI ED IN ALTRE MATRICI

Dettagli

Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987)

Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987) Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987) Prima regola: oltre un certo carico produttivo per ceppo la qualità diminuisce ( ) Fittezza in relazione

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

Introduzione ai Microarray

Introduzione ai Microarray Introduzione ai Microarray Anastasios Koutsos Alexandra Manaia Julia Willingale-Theune Versione 2.3 Versione italiana ELLS European Learning Laboratory for the Life Sciences Anastasios Koutsos, Alexandra

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE ORDINE REGIONALE DEI GEOLOGI PUGLIA SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE Antonio Buonavoglia & Vincenzo Barbieri Planetek Italia s.r.l. n 2/2004 pagg. 32-36 PREMESSA Il progetto

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Endivie 2013-2014. Qualità e innovazione Tante novità, da condividere

Endivie 2013-2014. Qualità e innovazione Tante novità, da condividere Endivie 2013-2014 Qualità e innovazione Tante novità, da condividere Tutto il meglio dell endivia Negli ultimi anni Rijk Zwaan ha realizzato un importante programma di ricerca dedicato all endivia. Si

Dettagli

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI (i prodotti DOP e IGP che l OEA è tenuto ad offrire sono evidenziati in grassetto e sottolineati) REQUISITI QUALITATIVI DI CARATTERE GENERALE

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

La contraffazione alimentare

La contraffazione alimentare disp_alimentari 2-07-2012 12:59 Pagina 1 La contraffazione alimentare Vademecum per il consumatore Conoscere il problema per affrontarlo meglio disp_alimentari 2-07-2012 12:59 Pagina 2 Le due tipologie

Dettagli

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi.

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi. STORIA E TRADIZIONE La Pasticceria Orlandi nasce per volontà di Romano Orlandi che dopo una lunga gavetta nelle più famose pasticcerie milanesi, nel 1952 decide di mettersi in proprio aprendo il suo negozio

Dettagli

GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO

GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO Si prega di prestare particolare attenzione ai "PUNTI ESSENZIALI" Nota bene: la presente guida ha lo scopo di aiutare i richiedenti

Dettagli

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità?

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità? FAQ: Condizionalità Cosa si intende per condizionalità? La condizionalità è una delle maggiori novità introdotte dalla Politica Agricola Comune (PAC) approvata nel 2003. Rappresenta l insieme delle norme

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

La nuova OCM ortofrutta e la sua applicazione in Italia

La nuova OCM ortofrutta e la sua applicazione in Italia FORUM INTERNAZIONALE DELL AGRICOLTURA E DELL ALIMENTAZIONE POLITICHE EUROPEE SVILUPPO TERRITORIALE MERCATI La nuova OCM ortofrutta e la sua applicazione in Italia Gabriele Canali Working paper n. 4 Luglio

Dettagli

Il progetto: descrizione delle attività sperimentali e approccio metodologico

Il progetto: descrizione delle attività sperimentali e approccio metodologico Il progetto: descrizione delle attività sperimentali e approccio metodologico Elena Bortolazzo, CRPA Incontro tecnico: Vitamina B12 nei sottoprodotti della lavorazione del Parmigiano Reggiano: siero e

Dettagli

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20%

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20% Allegato A PARTE I Determinazione delle ore lavoro per realizzare la condizione di principalità di cui all'articolo 6, comma 3, lettera a) della l.r.30/2003. (42) 1. PREMESSA L imprenditore agricolo che

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Napoli Federico II;

IL DIRETTORE. VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Napoli Federico II; AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI INCARICHI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ DI DOCENZA NELL AMBITO DEL PRECORSO FORMATIVO DAL TITOLO FORMAZIONE DI ESPERTI NELL'IDENTIFICAZIONE E NELLO SVILUPPO DI NUOVI

Dettagli

agevolazioni 2.09.2014

agevolazioni 2.09.2014 Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO ELETTRICO, LE RINNOVABILI E L'EFFICIENZA ENERGETICA, IL NUCLEARE EX DIVISIONE IX ATTUAZIONE E GESTIONE DI PROGRAMMI DI INCENTIVAZIONE

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Progettare e gestire un sistema di rintracciabilità di filiera nelle aziende agricole ed agroalimentari

Progettare e gestire un sistema di rintracciabilità di filiera nelle aziende agricole ed agroalimentari Progettare e gestire un sistema di rintracciabilità di filiera nelle aziende agricole ed agroalimentari Benito Campana Itinerario Cosa comunicare al consumatore Lunghezza della filiera e le responsabilità

Dettagli

PIEMONTE Vini Bianchi White Wines

PIEMONTE Vini Bianchi White Wines PIEMONTE Gavi di Gavi DOCG Marchesi di Barolo Cortese 100% Gavi Ottosoldi DOCG Villa Sparina Cortese 100% Langhe Chardonnay Gaia & Rey DOC A. Gaja Barrique per 8 mesi Langhe Chardonnay DOC Marchesi di

Dettagli

DIAMO VOCE ALLE SEMENTI!

DIAMO VOCE ALLE SEMENTI! DIAMO VOCE ALLE SEMENTI! POTRA L EUROPA RINUNCIARE ALL INNOVAZIONE VARIETALE? LA NOSTRA VISIONE L innovazione legata alle sementi deve essere alla base della filiera alimentare, per stimolare lo sviluppo

Dettagli

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT MONITORAGGIO DELLE MICOTOSSINE NEI PRINCIPALI ALIMENTI ZOOTECNICI PRESENTI SUL MERCATO LOMBARDO PER GARANTIRE PRODUZIONI ZOOTECNICHE DI QUALITA Siamo giunti alla 3 pubblicazione

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane Agrofarmaco biologico per la prevenzione delle malattie fungine del terreno TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane NOVITà TELLUS: la nuova risorsa per una crescita vigorosa TELLUS

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09 Unione Europea Regione Siciliana Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali Codice POR: 1999.IT.16.1.PO.011/1.11/11.2.9/0334 Ambito territoriale dei Monti di Trapani PIANO DI GESTIONE versione conforme

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

CONSORZIO PER LA TUTELA DEL FORMAGGIO ASIAGO VICENZA. DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DOP ASIAGO (D.M.03/08/2006 Gazzetta.Ufficiale n.

CONSORZIO PER LA TUTELA DEL FORMAGGIO ASIAGO VICENZA. DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DOP ASIAGO (D.M.03/08/2006 Gazzetta.Ufficiale n. CONSORZIO PER LA TUTELA DEL FORMAGGIO ASIAGO VICENZA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DOP ASIAGO (D.M.03/08/2006 Gazzetta.Ufficiale n. 190 del 17/08/06) Art. 1 Denominazione La denominazione di origine protetta

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali DECRETO prot. 6513 del 18 novembre 2014 Disposizioni nazionali di applicazione del regolamento (UE) n. 1307/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013 VISTO il regolamento (CE) n.

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

Istruzioni di base per il campionamento di alimenti da sottoporre ad analisi chimica

Istruzioni di base per il campionamento di alimenti da sottoporre ad analisi chimica Istruzioni di base per il campionamento di alimenti da sottoporre ad analisi chimica Autore: Felice Sansonetti Reperibile presso: Azienda Sanitaria dell Alto Adige Comprensorio Sanitario di Bolzano Servizio

Dettagli