Specie erbacee da biomassa per energia di possibile coltivazione in Sicilia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Specie erbacee da biomassa per energia di possibile coltivazione in Sicilia"

Transcript

1 Attività svolta e risultati ottenuti nell ambito del progetto sulle colture dedicate alla produzione di biomasse per scopi energetici in Sicilia - Specie erbacee da biomassa per energia di possibile coltivazione in Sicilia Venera Copani Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agrarie e Alimentari Università di Catania Caltanissetta, 29 novembre 2013

2 Specie erbacee annuali e poliennali da biomassa per energia Canna comune (Arundo donax L.) Cardo (Cynara cardunculus L. var. altilis) Miscanto (Miscanthus spp.) Sorgo da fibra (Sorghum bicolor (L) Moench) Graminacee della flora spontanea siciliana Kenaf (Hibiscus cannabinus L.) Lignocellulosiche Sorgo zuccherino (Sorghum bicolor (L) Moench) Zuccheri Ricino (Ricinus communis L.) Cartamo (Carthamus tinctorius L.) Lino (Linum usitatissimum L.) Brassicacee (Brassica spp.) Olio

3 Un panel di soluzioni nel tempo e nello spazio La biomassa di origine agricola, un obiettivo per l energia del futuro (Gosse, 2008) I prodotti come le paglie sono limitati in termini di quantità ma sono diffusamente presenti. Questo è il primo step per le applicazioni industriali. Colture annuali, una soluzione già pronta (triticale, sorgo ) ma non la migliore in termini di resa e sostenibilità, una soluzione di transizione Colture perenni C4 e C3 ad elevata efficienza, la migliore soluzione in termini di produttività e impatto sull ambiente, non ancora pronto per l uso su larga scala

4 Biomassa da colture erbacee poliennali Dimensione ( t/anno o t/anno), le conseguenze sono completamente diverse. Complementarietà con altre risorse in biomassa. Impatti sui sistemi aziendali (sistemi colturali). Impatti sullo sviluppo rurale Accettabilità da parte degli attori della catena, tra cui la società.

5 Cardo domestico (Cynara cardunculus L. var. altilis DC.) - Canna comune (Arundo donax L.)

6 Miscanto (Miscanthus spp.)

7 Cardo domestico (Cynara cardunculus L. var. altilis DC.) -

8 Specie graminacee perenni della flora siciliana Oryzopsis miliacea (L.) Asch. et Schweinf. (Miglio) Famiglia: Poaceae Genere: Oryzopsis Michx. Saccharum spontaneum (L.) ssp. aegyptiacum (Willd.) Hack. (Canna d Egitto) Famiglia: Poaceae Genere: Saccharum L. Cymbopogon hirtus (L.) Janchen (Barboncino mediterraneo) Famiglia: Poaceae Genere: Cymbopogon Spreng. Sorghum halepense (L.) Pers. (Sorgo selvatico, Sorghetto, Sagginella, Melghetta, Melgastro, Canestrello, Cannerecchia) Famiglia: Poaceae Genere: Sorghum Moench

9 Il rizoma Descrizione

10 Perchè le graminacee perenni? Produzione elevata di biomassa, elevato contenuto di lignina, cellulosa ed emicellulosa, polisaccaridi, benefici sociali ed ambientali. Zegada-Lizarazu et al., 2010 Benefici ambientali Limitati consumi idrici; Ridotte esigenze di fertilizzanti e pesticidi; Bassa emissione di gas serra; Phytoremediation; Riduzione della degradazione del suolo e dell erosione; Adattamento ad ambienti marginali; Copertura permanente del suolo; Habitat per animali selvatici. Benefici socio-economici Sviluppo di nuovi mercati (biocarburanti, chimica verde); Nuove risorse per le aree rurali; Sviluppo di strutture economiche a livello regionale; Incremento della biodiversità; Aumento delle energie rinnovabili interne (> sicurezza energetica); Miglioramento delle conoscenze della formazione, e dei servizi di assistenza agli agricoltori.

11 I dati della letteratura Miscanthus ARUNDO CARDO Area of origin South East Asia Asia and Mediterranean Mediterranean Available genetic resource Many var. available Wild genetic base Wild genetic base Photosynthesis system C4 C3 C3 Resa (t ha -1 ) Raw material characteristic Adaption range in EU Lignocellulosic biomass Cold and warm regions of EU Lignocellulosic biomass Warm region of southern EU Durata (anni) Insediamento Rizoma Rizoma e/o talea di culmo Lignocellulosic biomass/oil seed Mediterranean regions Harvest time Winter/Early spring Winter/Early spring Summer Rizoma/seme Required machinery Fertilizers input (kg ha -1 N): Pesticide and herbicides Special farm equipments Special farm equipments Special farm equipments First year and postharvest First year and postharvest First year and postharvest

12 Resa energetica ed efficienza Crop Yield (O I) Efficiency (O/I) (GJ ha -1 ) Arundo donax Miscanthus Cardo Sorgo da fibra Sweet Sorghum Panicum virgatum Rapeseed ,4 Sunflower Soyabean Sugar beet Maize

13 Resa in etanolo da 1 tonnellata di biomassa secca (Scordia, laboratorio USDA Forest products, Madison USA) Materia prima Arundo Teorico/ottenuto C6 (l ton -1 ) C5 (l ton -1 ) Totale (l ton - Teorico Ottenuto ) Miscanthus Saccharum Teorico Ottenuto Teorico Ottenuto Scordia D, Cosentino SL, Jeffries TW, Second generation bioethanol production from Saccharum spontaneum L. ssp. aegyptiacum (Willd.) Hack.. Bioresour. Technol.(101),

14 Emissioni di CO 2 equivalenti risparmiate Biomasse Bioenergia Olio combustibile Resa (t ha -1 ) Emissioni t CO 2 equ. ha -1 (a) Biomasse combustibili Emissioni t CO 2 equ. ha -1 (b) Emissioni t CO 2 equ. ha -1 saved (b-a) Arundo 35,7 6,8 44,4 37,7 Miscanto 17,3 4,2 21,6 17,5 Cardo 18,2 4,0 22,7 19,1 Sorgo da fibra 24,6 5,7 30,7 25,1 ETBE Sorgo Zuccherino 21,4 15,8 19,9 3,9 Biodiesel Colza 2,6 1,9 3,1 1,2

15 Canna comune Apparato radicale

16 Arundo donax L. Prelievo di acqua dal suolo a differente profondità durante lo sviluppo della coltura in relazione alla disponibilità irrigua. I0=no irrigazione, I100= restituzione 100% Etm Soil Depth (cm) I0 28/8 13/8 27/7 17/7 10/7 3/7 19/6 28/5 I Soil Depth (cm) Available soil water content (%) Disponibilità di acqua nel suolo (%)

17 Cardo - Possibili utilizzazioni aggiuntive Sostanze biofunzionali (flavonoidi): acidi caffeilchinici, luteoline e apigenine (per la funzionalità e patica, prevenzione del cancro) Inulina e fruttosio da radici, scarti di lavorazione industriale) Produzione di cagli vegetali

18 Cardo - Possibili utilizzazioni alternative Produzione di FORAGGIO Produzione di SEME per l estrazione di olio e proteine

19 II meeting annuale di OPTIMA, Università di Madrid, Spagna 30 settembre 02 ottobre 2013

20 OPTIMISATION OF PERENNIAL GRASSES FOR BIOMASS PRODUCTION IN MEDITERRANEAN AREA OPTIMA (289642) Work programme topics addressed: Call: FP7 - KBBE KBBE : Perennial grasses: optimising biomass production Coordinatore: Salvatore L. Cosentino Università di Catania Durata: 4 anni ( ) Assegnazione:

21 OPTIMA - obiettivi Individuare le graminacee perenni più adatte per l area del Mediteraneo, creare filiere efficienti in grado di fornire risorse stabili di biomassa e bioprodotti Esplorare le potenzialità delle graminacee perenni nelle aree sottoutilizzate o abbandonate

22 Consortium: 21 Partner di 12 Paesi (IT, GR, ES, PT, NL, BE, DE, HU, IR, Argentina, India, China); 6 piccole e medie imprese

23 UCD - impact of cold on germination rates and early plant performance in switchgrass WP1 Fisiologia della pianta e della foglia (leader UB, Spagna) INDEAR Physiology of switchgrass under salinity and water stress IBERS - Miscanthus early season leaf development under water stress (4 reps 249 genotypes) UB/UIB - Giant reed and cardoon under salinity and water stress

24 INDEAR Switchgrass RNA seq. under stresses WP2 Biotechnologie (leader INDEAR, Argentina) INDEAR Genome reduction under stress HZAU Giant reed tags depths distribution in each individual (GBS- Tags) Sequenziamento dell RNA per individuare i geni coinvolti nella tolleranza agli stress salini e idrici

25 WP3 Agronomia, leader UNICT (Task 3.1) UNICT Wild species propagation material CNR Ampelodesmos in riparian area S. halepense seeds Rhizome of S. spontaneum Mother plant C. hirtus UNICT Wild species in collection field CRES Pennisetum (sx) vs Miscanthus (dx) Saccharum spontaneum Sorghum halepense Cymbopogon hirtus

26 WP3 Plant agronomy 1/2 (Task 3.2) UNICT Giant reed stem propagation UNIBO Switchgrass hydrosowing PRIMUS Miscanthus propagation CRES Giant reed rhizome (sx) and stem cutting (dx) propagation

27 WP3 Plant agronomy 2/2 (Task 3.2) UNICT Saccharum under water stress 100% ETM rest. Rainfed UNIBO Switchgrass under salinity stress UNICT Giant reed under salinity stress S 0 S 1 S 2 UNIBO Switchgrass harvest UPM Giant reed under waters strategy stress S 0 S 1 S 2

28 WP4 Produttività a scala aziendale in ambienti marginali (1/2), leader CRES, Grecia CRES Giant reed irrigated vs marginal Irrigated Marginal UNICT PG intercropping UNICT 5 ha Giant reed field UNIBO Switchgrass long term UNICT Giant reed (up) and Miscanthus (down) long term

29 WP4 Produttività a scala aziendale in ambienti marginali (2/2) UPM Cardoon cultivation on marginal land UPM Cardoon mechanical harvesting CRA-ING and SPAPPERI Giant reed mechanical harvesting Graphical representation of slope classes in the field

30 WP5 Energia prodotta e sottoprodotti (leader BTG, Olanda) BTG and CRES Giant reed ash test BTG Pirolisys (up) and torrefaction (down) pilot plants 2ZK Biomass densification

31 WP6 Valutazione di impatto ambientale (leader UNIBO, Italia) UNIBO Eddy covariance tower in switchgrass field PRIMUS PG on red mud in Hungary UNICT Soil erosion mitigation by PG FCT-UNL Energy balance Energy in Energy out?

32 WP7 Valutazione della sostenibilità integrale (leader IFEU, GERMANIA)

33 Temi e risultati sperimentali Produttività di specie e genotipi Propagazione gamica e agamica Risposta alla disponibilità idrica Stress salino radicazione Biocarburanti di seconda generazione

34 Canna comune - Una collezione di 40 cloni di reperiti in Sicilia e Calabria. Cosentino et al., 2006

35 Miscanto - Nuovi genotipi provenienti dall Asia nel 2007 Non fioriscono ma producono elevate quantità di biomassa e sono arido resistenti

36 Miscanto - Nuovi genotipi provenienti dall Asia nel 2007 Non fioriscono ma producono elevate quantità di biomassa e sono arido resistenti

37 Miscanto - Nuovi genotipi provenienti dall Asia nel Miscanto - Nuovi genotipi CERES (Ca) Kg plant Produzione del 2010 Fresh Biomass Dry biomass

38 Miscanto Altri genotipi provenienti dall Asia introdotti nel 2008 Accessioni di specie diverse M. floridulus M. floridulus M. floridulus M. condensatus Goliath M x G M. floridulus: M2, M3, M11, M12 M. sacchariflorus: M9, M. sinensis: M5, M18, M20 M. condensatus: M13 M1, M6, M7, M8, M10, M14, M15, M16

39 Miscanto - Risposta alla temperatura dell aria Tesi di dottorato del dott. Scalici, Aberystwyth (UK) T low - 20 C T high - 30 C

40 Miscanto Fotosintesi in relazione alla temperatura dell aria Tesi di dottorato del dott. Scalici, Aberystwyth (UK) M. x giganteus M. floridulus Produce seme A (µmol m -2 s -1 ) Fotosintesi T high T low Absorbed Irradiance (µmol m -2 s -1 ) A (µmol m -2 s -1 ) T high T low Absorbed Irradiance (µmol m -2 s -1 ) Goliath M. sinensis Fotosintesi A (µmol m -2 s -1 ) T high T low A (µmol m -2 s -1 ) T high T low Absorbed Irradiance (µmol m -2 s -1 ) Absorbed Irradiance (µmol m -2 s -1 )

41 Cardo Produzione di genotipi diversi Biomassa (t ha-1 s.s.) Biomassa (t ha-1 s.s.) Biomassa (t ha-1 s.s.) Titolo del grafico F 50,50,50 F 100,150,150 F 200,300,200

42 Specie graminacee perenni della flora siciliana Oryzopsis miliacea (L.) Asch. et Schweinf. (Miglio) Famiglia: Poaceae Genere: Oryzopsis Michx. Saccharum spontaneum (L.) ssp. aegyptiacum (Willd.) Hack. (Canna d Egitto) Famiglia: Poaceae Genere: Saccharum L. Cymbopogon hirtus (L.) Janchen (Barboncino mediterraneo) Famiglia: Poaceae Genere: Cymbopogon Spreng. Sorghum halepense (L.) Pers. (Sorgo selvatico, Sorghetto, Sagginella, Melghetta, Melgastro, Canestrello, Cannerecchia) Famiglia: Poaceae Genere: Sorghum Moench

43 Specie graminacee perenni della flora siciliana Produzione di biomassa Biomassa secca (t ha -1 ) a I anno (2011) II anno (2012) S.spontaneum S.halepense C. hirtus O. miliacea b b b

44 Specie graminacee perenni della flora siciliana 30,00 Fotosintesi 41 C a livello fogliare Pn (umol CO2 m-2 s-1) 25,00 20,00 15,00 10,00 5,00 0,00 0,30 0,25 Gs (mol m-2 s-1) 0,20 0,15 0, Data di misurazione Conduttanza Saccharum Sorghum Arundo Cymbopogon Oryzopsis Saccharum Sorghum Arundo Cymbopogon Traspirazione (mmol H2O m-2 s- 1) 8,00 7,00 6,00 5,00 4,00 3,00 2,00 1,00 0,00 Traspirazione Data di misurazione Saccharum Sorghum Arundo Cymbopogon Oryzopsis 0,05 Oryzopsis 0, Data di misurazione

45 Specie selvatiche - Test di germinazione dei semi Specie Germination (%) TMG (giorni) Sorghum halepense (control) Sorghum halepense (H 2 SO 4 ) Lygeum spartum (uncut) Lygeum spartum (cut) Ampelodesmos mauritanicus (bracts) Ampelodesmos mauritanicus (no bracts) Oryzopsis miliacea

46 Specie selvatiche - Test di germinazione dei semi Age (months) Germination (%) Treatment Germination MGT (days) duration (min) (%) 0 4.7e 3.50b d 3.83b cd 3.82b bc 3.67b a 3.56b a 3.27ab ab 2.82a

47 Temi Risultati sperimentali Produttività di specie e genotipi Propagazione meccanizzazione Epoca di trapianto disponibilità idrica Biocarburanti di seconda generazione

48 L impianto del canneto Rizoma Difficoltà di approvvigionamento: maggiore Costo di impianto: maggiore Meccanizzazione: (?) Insediamento: facile Talea di culmo Difficoltà di approvvigionamento: minore Costo di impianto: minore Meccanizzazione: si (prototipo) Insediamento: più difficile

49 Prototipo di trapiantatrice della canna comune

50

51 Miscanto - Propagazione agamica dell ibrido Miscanthus x giganteus I ANNO Trattamenti Cespi vitali (n m -2 ) Culmi (n cespo -1 ) Culmi (n m -2 ) Altezza culmi (cm) Biomassa aerea ( g m -2 ss) Biomassa rizoma (g m -2 ss) R3 1,0a 11,7a 11,7a 87,0a 50,9a 253,0a R1 0,8b 9,4b 7,5b 53,0b 19,0b 181,6b T10 0,6c 7,0c 4,2c 60,3b 11,8c 161,1b T5 0,3d 13,0a 3,9c 38,7c 4,1d 40,2c Media 0,7 10,3 6,8 59,8 21,5 159,0 II ANNO Trattamenti Cespi vitali (n m -2 ) Culmi (n cespo -1 ) Culmi (n m -2 ) Altezza culmi (cm) Biomassa aerea ( g m -2 ss) Biomassa rizoma (g m -2 ss) R3 0,8a 33,6a 26,9a 132,4a 389,5a n.r. R1 0,5b 20,8b 10,4b 123,9b 162,9b n.r. T10 0,4b 22,3b 8,9c 89,3c 136,4b n.r. T5 0,3b 27,0b 8,1c 86,2c 147,1b n.r. Media 0,5 25,9 13,6 107,9 209,0 n.r.

52 Enna, Transplanting date Enna, Produzione di biomassa (I anno) in relazione alla data di trapianto 5 Organo di propagazione 4 a 6 Transplanting date Resa s.s. (t/ha) b 5 a a 0 rizomi culmi Biomass Yield (t ha-1) d b cd bc Resa s.s. (t/ha) Irrigazione a a 0 I1 I0

53 Canna comune - soglia termica per la germogliazione del rizoma 17 C 7,5 C

54 Canna comune - Trapianto autunnale o primaverile? TRAPIANTO I anno II anno NOVEMBRE Biomassa (t ha-1 s.s.) Asciutto Irrigato Culmo Rizoma Biomassa (t ha-1 s.s.) Asciutto Irrigato Culmo Rizoma MARZO Biomasa (t ha-1 s.s.) Asciutto Irrigato Culmo Rizoma Biomassa (t ha-1 s.s.) Asciutto Irrigato Culmo Rizoma APRILE Biomassa (t ha-1 s.s.) Asciutto Irrigato Culmo Rizoma Biomassa (t ha-1 s.s.) Asciutto Irrigato Culmo Rizoma

55 Canna comune Tecniche di impianto Radicazione delle talee di culmo Incremento del tasso di radicazione di talee di culmo in relazione a fattori diversi: Età della talea (epoca di prelievo) Diametro della talea (piccola, grande) Zona di provenienza (basale, mediana, apicale) Regolatori di crescita (durata del trattamento, tipo di ormone, concentrazione)

56 Radicazione in vaso Tasso di radicazione dei nodi in relazione al momento del prelievo e al tipo di ormone (%) Temperature ( C) T max T min 5 0 J F M A M J J A S O 25/02/ /07/2013 Rooted nodes (%) Large stem Small stemm Rooted nodes (%) Large stem Small stemm 40 Control dry control water NAA IBA IAA

57 Data di raccolta delle canne 02/07/2013 Testimone NAA 100 mg l- 1 IBA 100 mg l- 1 IAA 350 mg l-1

58 Temi Risultati sperimentali Produzione di specie e genotipi Propagazione Risposta alla disponibilità idrica Biocarburanti di seconda generazione Aspetti energetici e ambientali

59 Canna comune : produzione di biomassa secca in rapporto al consumo idrico Produzione di biomassa secca epigea (t ha -1 ) Nessuna irrigazione Consumo idrico (mm)

60 Miscanto: MISCANTHUS produzione di biomassa secca in rapporto al consumo idrico 34 Fig. 8 -Variation of yield in relation to water used by the crop Biomassa secca Yield epigea (t ha -1 (t ) ha-1 s.s.) Yield = e-3 x e-7 x 2 16 R 2 = Water used (m 3 ha -1 ) Consumo idrico (mm)

61 Saccharum: produzione di biomassa secca in rapporto al consumo idrico Biomassa Dry biomass secca epigea yield (t (t ha ha-1 ) s.s.) y= x x R 2 = 0.96 Rainfed Irrigated Consumo Water used idrico (mm) (mm)

62 Canna comune - Progetto Europeo: Giant reed network Biomassa prodotta in relazione all irrigazione e concimazione azotata Above ground biomass (t ha -1 )DM N0 N1 N2-33% 1998/ / /01 Interaction "water x nitrogen" Interaction "water x nitrogen" P = 0,05 P = 0,01 P = 0,05 P = 0,01 21,5 16,4-38% 18,6 0 I0 I1 I2 I0 I1 I2 I0 I1 I2

63 Produzione e Consumo idrico Dry biomass (t (t ha -1 ha ) -1 ) Giant reed Miscanthus Cardoon Canna comune III - IV year III - IV year II year II year II year III year I year IV year I year Water balance (mm) Water Use WUE Efficiency (g l -1 ) (g l -1 ) Arundo Miscanthus Cardo I year I I II year I I III year I I IV year

64 Temi Risultati sperimentali Produzione di specie e genotipi Propagazione Risposta alla disponibilità idrica Stress salino Biocarburanti di seconda generazione Aspetti energetici e ambientali

65 Canna comune stress salino (2012 e 2013) 15/07/13 40 genotipi NaCl (da 0,4 a 8 ds/m)

66 Canna comune - Irrigazione con acque saline e produzione Livello di salinità: 0 (S0) ms/cm 4 (S1) ms/cm 8 (S2) ms/cm CV (%) Biomassa prodotta (g s.s.) Aboveground biomass yield (g DM)

67 Temi Risultati sperimentali Produzione di specie e genotipi Propagazione Risposta alla disponibilità idrica Investimento unitario

68 Cardo produttività in relazione all investimento unitario Variabile Biomassa lignocellulo sica (t ha -1 ) Acheni (t ha -1 ) Biomassa totale (t ha -1 ) Resa energetica (GJ ha -1 ) Investimento unitario (piante m -2 ) c 0.75 c 18.0 c 300 c b 0.98 ab 22.7 b 380 b b 0.89 b 24.7 b 414 b a 1.18 a 32.8 a 548 a Anno b 1.16 a 23.7 a 398 a a 0.75 b 25.4 a 424 a Media 23,6 1,0 24,6 411

69 Specie erbacee da biomassa per energia di possibile coltivazione in Sicilia Grazie per l attenzione Caltanissetta, 29 novembre 2013

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Giuseppe Fano Corporate Director, External Relations M&G : Alcuni numeri Azienda chimica multinazionale di proprietà della famiglia

Dettagli

Arundo'Italia'' Offerta'Prodotti'e'Servizi' '''''' Chi'siamo' Main'Partner'Gruppo'Ricicla' Servizi' Arundo'donax' Perché'conviene'l Arundo?

Arundo'Italia'' Offerta'Prodotti'e'Servizi' '''''' Chi'siamo' Main'Partner'Gruppo'Ricicla' Servizi' Arundo'donax' Perché'conviene'l Arundo? Arundo'Italia'' Offerta'Prodotti'e'Servizi' '''''' Chi'siamo' Main'Partner'Gruppo'Ricicla' Servizi' Arundo'donax' Perché'conviene'l Arundo?' o biogas' o biomassa'solida' Comparazione'Arundo'Vs.'altre'colture''

Dettagli

Dipartimento di Ingegneria Agraria. CONVEGNO Gestione delle biomasse e dei processi per la produzione di energia

Dipartimento di Ingegneria Agraria. CONVEGNO Gestione delle biomasse e dei processi per la produzione di energia CONVEGNO Gestione delle biomasse e dei processi per la produzione di energia Fieramilano - Rho 17 Novembre 2010, Pad. 6, Balconata, Sala KAPPA Valutazione energetico-ambientale di filiere agro-energetiche

Dettagli

TECNOLOGIA HYST: UN PONTE TRA SICILIA E AREA MEDITERRANEA

TECNOLOGIA HYST: UN PONTE TRA SICILIA E AREA MEDITERRANEA TECNOLOGIA HYST: UN PONTE TRA SICILIA E AREA MEDITERRANEA Biocarburanti Il punto di vista dell Industria petrolifera Ing. Franco Del Manso Unione Petrolifera Catania 29 gennaio 2015 2 Le recenti novità

Dettagli

La tecnologia : La produzione di bioetanolo di II generazione. Andrea Bairati. i Gruppo Mossi&Ghisolfi

La tecnologia : La produzione di bioetanolo di II generazione. Andrea Bairati. i Gruppo Mossi&Ghisolfi La tecnologia : La produzione di bioetanolo di II generazione Andrea Bairati Direttore Comunicazione i e Relazioni iistituzionali i Gruppo Mossi&Ghisolfi Bruxelles, 3 Ottobre 2012 1950-1979 1979-2000 2000-2007

Dettagli

SINTESI DEI RISULTATI ED INDICAZIONI PER LE POLITICHE DI SOSTEGNO ALLA DIFFUSIONE DELLE COLTURE ENERGETICHE POLIENNALI

SINTESI DEI RISULTATI ED INDICAZIONI PER LE POLITICHE DI SOSTEGNO ALLA DIFFUSIONE DELLE COLTURE ENERGETICHE POLIENNALI SINTESI DEI RISULTATI ED INDICAZIONI PER LE POLITICHE DI SOSTEGNO ALLA DIFFUSIONE DELLE COLTURE ENERGETICHE POLIENNALI 8. SINTESI DEI RISULTATI ED INDICAZIONI PER LE POLITICHE DI SOSTEGNO ALLA DIFFUSIONE

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

Biocarburanti: un alternativa sostenibile?

Biocarburanti: un alternativa sostenibile? Biocarburanti: un alternativa sostenibile? Annalisa Zezza Istituto Nazionale di Economia Agraria zezza@inea.it Torvergata Roma 27 NOVEMBRE 2008 Il contesto aumento del prezzo dell energia e della dipendenza

Dettagli

Bilancio del carbonio in ecosistemi frutticoli

Bilancio del carbonio in ecosistemi frutticoli Bilancio del carbonio in ecosistemi frutticoli Prof. Paolo Inglese Dipartimento di Colture Arboree, Università degli Studi di Palermo Flussi di carbonio in un frutteto Carbonio accumulato (fotosintesi,compost)

Dettagli

Seme di sorgo in condizioni di stress abiotici Tecniche innovative per il miglioramento delle caratteristiche germinative

Seme di sorgo in condizioni di stress abiotici Tecniche innovative per il miglioramento delle caratteristiche germinative Seme di sorgo in condizioni di stress abiotici Tecniche innovative per il miglioramento delle caratteristiche germinative di Cristina Patanè Valeria Cavallaro Alessandro Saita Nella coltivazione del sorgo

Dettagli

Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati

Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati Pubblicazione elettronica 3 edizione - Novembre 2011 . 3 edizione

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA. Le biomasse nella politica energetica comunitaria e nazionale. Sabrina Giuca

ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA. Le biomasse nella politica energetica comunitaria e nazionale. Sabrina Giuca ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA Le biomasse nella politica energetica comunitaria e nazionale Sabrina Giuca Giornata di studio Cambiamenti climatici e bio-energie in agricoltura Università degli

Dettagli

Micorriza, un valore aggiunto per la produzione di piantine da seme di carciofo

Micorriza, un valore aggiunto per la produzione di piantine da seme di carciofo Micorriza, un valore aggiunto per la produzione di piantine da seme di carciofo Angela Campanelli, Claudia Ruta, Anna Tagarelli, Irene Morone- Fortunato Università degli Studi di Bari Facoltà di Agraria

Dettagli

Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale

Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale III anno Politiche tecnologiche dirette: Biocombustibili (M.Giugliano, S.Caserini, C.Scacchi) Politiche tecnologiche

Dettagli

IL TABACCO ENERGETICO Nuove prospettive di sfruttamento del tabacco. Novembre 2012

IL TABACCO ENERGETICO Nuove prospettive di sfruttamento del tabacco. Novembre 2012 IL TABACCO ENERGETICO Nuove prospettive di sfruttamento del tabacco Novembre 2012 Il tabacco come coltura alternativa! (N.Tabacum come coltura Fitodepurativa) Perché TABACCO grande versatilità elevata

Dettagli

CAL FERT 1.2 Calcolatore del piano di concimazione delle colture ortive di pieno campo

CAL FERT 1.2 Calcolatore del piano di concimazione delle colture ortive di pieno campo Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Conferenza delle regioni e delle provincie Autonome Regione Siciliana Assessorato Agricoltura e Foreste CAL FERT 1.2 Calcolatore del piano di concimazione

Dettagli

Frumento: quanto azoto serve per produrre granella e proteine

Frumento: quanto azoto serve per produrre granella e proteine FERTILIZZAZIONE RISULTATI DI UNA SPERIMENTAZIONE BIENNALE SU 4 VARIETÀ Frumento: quanto azoto serve per produrre granella e proteine L azoto è fondamentale per arrivare a rese soddisfacenti nei frumenti

Dettagli

UNA RISPOSTA SOSTENIBILE.

UNA RISPOSTA SOSTENIBILE. Biocarburanti di 2 a generazione: UNA RISPOSTA SOSTENIBILE. Ing. Giuseppe Fano M&G - Corporate Director Milano, 5 Luglio 2011 M&G : DA OLTRE 50 ANNI IMMAGINIAMO IL FUTURO Azienda chimica multinazionale

Dettagli

Risorse idriche globali e alimentazione

Risorse idriche globali e alimentazione Risorse idriche globali e alimentazione sfide per il futuro Guido Santini FAO Land and Water Division ACQUA 2.0 - II EDIZIONE, Roma, 27 Marzo 2014 Introduzione Quadro diagnostico: Panoramica sulle risorse

Dettagli

LA SOSTENIBILITÀ IN AGRICOLTURA E I CRITERI PER LA PRODUZIONE DI BIOCARBURANTI

LA SOSTENIBILITÀ IN AGRICOLTURA E I CRITERI PER LA PRODUZIONE DI BIOCARBURANTI LA SOSTENIBILITÀ IN AGRICOLTURA E I CRITERI PER LA PRODUZIONE DI BIOCARBURANTI Bilanci ambientali in agricoltura e modelli di certificazione Cremona 15 marzo 2012 Lorenzo D Avino Luca Lazzeri Centro di

Dettagli

SOSTENIBILITÀ DI UN MODELLO DI FILIERA BIOMASSE COMBUSTIBILI ENERGIA ALLA PICCOLA SCALA: IL CASO DI CANNA COMUNE, MISCANTO E PIOPPO CON TURNO DI

SOSTENIBILITÀ DI UN MODELLO DI FILIERA BIOMASSE COMBUSTIBILI ENERGIA ALLA PICCOLA SCALA: IL CASO DI CANNA COMUNE, MISCANTO E PIOPPO CON TURNO DI SOSTENIBILITÀ DI UN MODELLO DI FILIERA BIOMASSE COMBUSTIBILI ENERGIA ALLA PICCOLA SCALA: IL CASO DI CANNA COMUNE, MISCANTO E PIOPPO CON TURNO DI CEDUAZIONE BIENNALE 7. SOSTENIBILITÀ DI UN MODELLO DI FILIERA

Dettagli

Servizi e prodotti Syngenta per aumentare la produzione metanigena. CNH Industrial Village, 14 gennaio 2014

Servizi e prodotti Syngenta per aumentare la produzione metanigena. CNH Industrial Village, 14 gennaio 2014 Servizi e prodotti Syngenta per aumentare la produzione metanigena CNH Industrial Village, 14 gennaio 2014 Potere metanigeno: fattori determinanti Genetica Digeribilità della fibra Contenuto di amido Stress

Dettagli

Diffusione di un modello Europeo sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 a generazione dal Sorgo Zuccherino in impianti decentralizzati

Diffusione di un modello Europeo sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 a generazione dal Sorgo Zuccherino in impianti decentralizzati j1 Diffusione di un modello Europeo sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 a generazione dal Sorgo Zuccherino in impianti decentralizzati Diapositiva 1 j1 jgugu; 28/09/2010 INTRODUZIONE AL PROGETTO

Dettagli

Sistemi foraggeri per l azienda zootecnica da latte in Pianura Padana: gestione agronomica e costi. Borreani G., Tabacco E.

Sistemi foraggeri per l azienda zootecnica da latte in Pianura Padana: gestione agronomica e costi. Borreani G., Tabacco E. Sistemi foraggeri per l azienda zootecnica da latte in Pianura Padana: gestione agronomica e costi Borreani G., Tabacco E. Dip. Dip. Scienze Scienze Agrarie, Agrarie, Forestali Forestali ee Alimentari

Dettagli

Ideotipo ed epoca di raccolta per il sorgo da biomassa

Ideotipo ed epoca di raccolta per il sorgo da biomassa I risultati delle prove condotte in 1 raccolto nell ambito del progetto Quale_Sorgo di Paolo Mantovi, Roberto Davolio, Alessandra Immovilli Fondazione Crpa Studi Ricerche Ideotipo ed epoca di raccolta

Dettagli

trasporti chimica altro

trasporti chimica altro Proesa 3 La green revolution è realtà Senza il petrolio la nostra civiltà non esisterebbe. Oltre a fornire energia, il petrolio è la materia prima dalla quale si ricavano infiniti prodotti: dall abbigliamento

Dettagli

tecnologia che migliora il mondo

tecnologia che migliora il mondo tecnologia che migliora il mondo Company profile AURORA energy solution è l unione di due società la AURORA INVEST Srl e ICMEA Srl società di ingegneria dedicata alla progettazione e realizzazione di

Dettagli

IL BIOGAS IN AGRICOLTURA

IL BIOGAS IN AGRICOLTURA IL BIOGAS IN AGRICOLTURA CIB - Consorzio Italiano Biogas e Gassificazione G. Bezzi IL BIOGAS Biogas: prezioso combustibile gassoso naturale che nasce dalla fermentazione di materia organica e vegetale,

Dettagli

Mais: impianto e tecnica colturale

Mais: impianto e tecnica colturale Mais: impianto e tecnica colturale Modulo di sistemi foraggeri Andrea Onofri Perugia, A.A. 2009-2010 1 Contenuti Contents 1 Tipologie di ibridi 1 2 Impianto 3 3 Fertilizzazione 4 4 Cure colturali 4 5 Raccolta

Dettagli

il biogas : non solo energia elettrica Dr. Agr. Stefano Bozzetto Rappresentante del C.I.B. nell European Biogas Association rinnovabile

il biogas : non solo energia elettrica Dr. Agr. Stefano Bozzetto Rappresentante del C.I.B. nell European Biogas Association rinnovabile il biogas : non solo energia elettrica Dr. Agr. Stefano Bozzetto Rappresentante del C.I.B. nell European Biogas Association rinnovabile Tre tesi per il biogas fatto bene 1. Il biogas aiuta le imprese agricole

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI UN AZIENDA CON MENO INFORTUNI, MENO INQUINAMENTO, PIU RISPARMIO ENERGETICO SOSTENIBILITA' E BUSINESS PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI Ing. Augusto Bianchini DIEM - Università degli Studi di Bologna

Dettagli

Produzione di energia da biomasse

Produzione di energia da biomasse Produzione di energia da biomasse Prof. Roberto Bettocchi Ordinario di sistemi per l energia e l ambiente Dipartimento di Ingegneria - Università degli Studi di Ferrara Produzione di energia da biomasse

Dettagli

Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali. UNIVPM - Ancona. www.agraria.univpm.it. Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali - D3A

Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali. UNIVPM - Ancona. www.agraria.univpm.it. Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali - D3A Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali UNIVPM - Ancona www.agraria.univpm.it 1 Agricoltura Ambiente Alimenti IL DIPARTIMENTO DELLE TRE A (D3A) LE 3 A IN EUROPA A A A INTERNAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

Dal grano Creso alle scienze omiche, nuove applicazioni e strategie future

Dal grano Creso alle scienze omiche, nuove applicazioni e strategie future Dal grano Creso alle scienze omiche, nuove applicazioni e strategie future..non c'è futuro senza passato Patrizia Galeffi, PhD - ENEA Dalla ricerca nucleare alla produzione agro-alimentare: il caso del

Dettagli

AGRICOLTURA ED ENERGIE RINNOVABILI: LA FILIERA BIOGAS/BIOMETANO REGGIO EMILIA 30 GIUGNO

AGRICOLTURA ED ENERGIE RINNOVABILI: LA FILIERA BIOGAS/BIOMETANO REGGIO EMILIA 30 GIUGNO IL BIOGASFATTOBENE AGRICOLTURA ED ENERGIE RINNOVABILI: LA FILIERA BIOGAS/BIOMETANO REGGIO EMILIA 30 GIUGNO 2015 Dr. Agr. Stefano Bozzetto Biogas done right 2 3 Il biogas fatto bene qualcosa in più di elettroni

Dettagli

PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE. Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio

PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE. Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio 1 Ambito della ricerca Nella primavera 2009 l Unità di Ricerca

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 10 ottobre 2014. Aggiornamento delle condizioni, dei criteri e delle modalità di attuazione dell obbligo di immissione in consumo di biocarburanti compresi quelli

Dettagli

BIOMETANO Una nuova opportunità per la valorizzazione delle biomasse

BIOMETANO Una nuova opportunità per la valorizzazione delle biomasse BIOMETANO Una nuova opportunità per la valorizzazione delle biomasse EIMA International 2014 Roberto Murano Bologna, Venerdì 14 Novembre 2014 Biometano: che cosa è? Il biogas è prodotto attraverso la decomposizione

Dettagli

Biodiesel da Alghe una tecnologia di Green House

Biodiesel da Alghe una tecnologia di Green House Carburante dalle alghe Qualche tempo fa sui quotidiani e nelle riviste scientifiche si accennava alla produzione di biodiesel da alghe; oggi torniamo in argomento per conoscere una tecnologia produttiva

Dettagli

I substrati per la digestione anaerobica: effluenti zootecnici, sottoprodotti agro-industriali e colture dedicate

I substrati per la digestione anaerobica: effluenti zootecnici, sottoprodotti agro-industriali e colture dedicate I substrati per la digestione anaerobica: effluenti zootecnici, sottoprodotti agro-industriali e colture dedicate Lorella ROSSI Centro Ricerche Produzioni Animali - RE BIOMASSE AVVIABILI A BIOGAS BIOMASSE

Dettagli

Valutazioni economiche delle colture oleaginose per la filiera biodiesel

Valutazioni economiche delle colture oleaginose per la filiera biodiesel EIMA International, Bologna 7-11 Novembre 2012 PLF Unità di Ricerca per le Produzioni Legnose fuori Foresta Colture erbacee oleaginose: potenzialità produttive di brassicacee e girasole, meccanizzazione

Dettagli

La gestione dell azoto a diverse scale in un sistema da latte: azienda, stalla, campi

La gestione dell azoto a diverse scale in un sistema da latte: azienda, stalla, campi NITROGEN MANAGEMENT OPTIMISATION Gestione dell azoto in conformità alla Direttiva Nitrati Paolo Mantovi Convegno internazionale Reggio Emilia, 14 set 2007 La gestione dell azoto a diverse scale in un sistema

Dettagli

Energia dalle biomasse vegetali: le opportunità per le aziende agricole

Energia dalle biomasse vegetali: le opportunità per le aziende agricole economia e politica agraria Energia dalle biomasse vegetali: le opportunità per le aziende agricole Giovanni Candolo Le possibili conversioni energetiche delle biomasse vegetali che consentono una redditività

Dettagli

ERBAI E SORGHI DA SFALCIO, INSILATO E GRANELLA SEMINE PRIMAVERILI ESTIVE 2014

ERBAI E SORGHI DA SFALCIO, INSILATO E GRANELLA SEMINE PRIMAVERILI ESTIVE 2014 ERBAI E SORGHI DA SFALCIO, INSILATO E GRANELLA SEMINE PRIMAVERILI ESTIVE 2014 TECNOZOO, AL FIANCO DEGLI ALLEVATORI DAL SEME AL PRODOTTO FINITO! SOMMARIO SORGO IBRIDO DA SFALCIO KARIM Pag 4 SORGO GENTILE

Dettagli

Buone Condizioni Agronomiche ed Ambientali

Buone Condizioni Agronomiche ed Ambientali Obiettivo 1 EROSIONE DEL SUOLO Obiettivo 2 SOSTANZA ORGANICA DEL SUOLO Obiettivo 3 STRUTTURA DEL SUOLO Obiettivo 4 LIVELLO MINIMO DI MANTENIMENTO Regione Campania - Assessorato Agricoltura e alle Attività

Dettagli

Mela Media globale dell impronta dell acqua per una mela di 100 grammi: 70 litri d acqua. Impronta dell acqua di un bicchiere di succo di mela di 200

Mela Media globale dell impronta dell acqua per una mela di 100 grammi: 70 litri d acqua. Impronta dell acqua di un bicchiere di succo di mela di 200 Mela Media globale dell impronta dell acqua per una mela di 100 grammi: 70 litri d acqua. Impronta dell acqua di un bicchiere di succo di mela di 200 ml: 190 litri d acqua. Orzo Media globale dell impronta

Dettagli

Prospettive dell efficienza energetica e rinnovabili termiche Roma 7 Febbraio 2013. Gestione forestale e biomasse termiche Vito Pignatelli

Prospettive dell efficienza energetica e rinnovabili termiche Roma 7 Febbraio 2013. Gestione forestale e biomasse termiche Vito Pignatelli Prospettive dell efficienza energetica e rinnovabili termiche Roma 7 Febbraio 2013 Gestione forestale e biomasse termiche Vito Pignatelli Solare 11% Consumi finali di energia da fonti rinnovabili in Italia

Dettagli

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo Giornate di Studio: Un approccio integrato allo studio dei flussi di massa e di energia nel sistema suolo pianta atmosfera: esperienze e prospettive di applicazione in Sicilia Tecniche di misura dei flussi

Dettagli

Voice. L olio vegetale puro: una possibile alternativa ai combustibili fossili

Voice. L olio vegetale puro: una possibile alternativa ai combustibili fossili Voice 2 L olio vegetale puro: una possibile alternativa ai combustibili fossili Dopo tre anni di ricerca, si è concluso con successo il Progetto LIFE Vegetable Oil Initiative for a Cleaner Environment

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI GESTIONE DEI SISTEMI AGROALIMENTARI E AMBIENTALI DOTTORATO DI RICERCA INTERNAZIONALE IN INGEGNERIA AGRARIA XXIV CICLO Dott. Mirco Milani Produzione di

Dettagli

~ -:TiP~~azi;,nda o settor.f~~:y~:i~~science S.r.l.opera~ IiveUomondialenelsett':'.:."gr~~imico.

~ -:TiP~~azi;,nda o settor.f~~:y~:i~~science S.r.l.opera~ IiveUomondialenelsett':'.:.gr~~imico. legato "C" )}ù"\1atoeuropeo PER CURRICULUM VITAE...".....,' fformazioni ~RSONALI -----------1 -------- -----No-m-e-rls~p~ISSUESTER ~:~:;:: l. 1 Codice Fiscale 1 SPSS~~80B5-=9~14::5=2E=- 1 E-mai!! espissu@uniss.it

Dettagli

Eugenio Cozzolino MAKE IT BE (MIB)

Eugenio Cozzolino MAKE IT BE (MIB) Eugenio Cozzolino MAKE IT BE (MIB) Lo sviluppo di processi, metodologie, strumenti volti a supportare la pianificazione energetica integrata è al centro della programmazione europea, che riconosce a tali

Dettagli

Il frumento, ottimo foraggio per le nostre vacche

Il frumento, ottimo foraggio per le nostre vacche 15 DIVERSE TIPOLOGIE DI FORAGGIO CONFRONTATE DA TECNICI SATA Il frumento, ottimo foraggio per le nostre vacche di Marco Bellini, Enea Guidorzi del frumento in campo zootecnico da sempre riveste un importanza

Dettagli

Opportunità per la coltivazione italiana della camomilla

Opportunità per la coltivazione italiana della camomilla Parma, 28 e 29 Settembre 2013 Opportunità per la coltivazione italiana della camomilla Andrea Primavera - Agronomo, Perugia La camomilla come pianta Matricaria recutita Rausch. Famiglia Asteraceae Erbacea

Dettagli

L agricoltura e la riduzione delle emissioni di gas serra

L agricoltura e la riduzione delle emissioni di gas serra L agricoltura e la riduzione delle emissioni di gas serra Franco Miglietta Istituto di Biometeorologia CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE Firenze Energia, Industria Trasporti Mitigazione Riduzione delle

Dettagli

Laurea in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali

Laurea in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali FACOLTA DI AGRARIA Laurea in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali Corso di Agronomia e Sistemi foraggeri Modulo di Sistemi foraggeri ESERCITAZIONE - QUESTIONARIO n. 2 Nome e cognome... n. di matricola.

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO PROGETTO MiPAAF OIGA UTILIZZO NELLA FLORICOLTURA INDUSTRIALE SOSTENIBILE DI MATERIALI INNOVATIVI PACCIAMANTI DA RISORSE RINNOVABILI (IN.PAC.FLOR.) Impresa proponente: Agrisol di Balzano Enza PRESENTAZIONE

Dettagli

Le misure dello sviluppo rurale a favore della biodiversità

Le misure dello sviluppo rurale a favore della biodiversità ECORICE e le prospettive future Le misure dello sviluppo rurale a favore della biodiversità Mario Perosino Regione Piemonte Direzione Agricoltura mario.perosino@regione.piemonte.it ECORICE e le prospettive

Dettagli

Introduzione di colza (Brassica napus var. oleifera) e carinata (Brassica carinata) in sistemi colturali mediterranei

Introduzione di colza (Brassica napus var. oleifera) e carinata (Brassica carinata) in sistemi colturali mediterranei UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI FACOLTÀ DI AGRARIA Scuola di dottorato SCIENZE DEI SISTEMI AGRARI E FORESTALI E DELLE PRODUZIONI ALIMENTARI Indirizzo Produttività delle Piante Coltivate XXIII Ciclo Introduzione

Dettagli

Benefici derivanti dalla pellettizzazione del legno e delle biomasse alternative

Benefici derivanti dalla pellettizzazione del legno e delle biomasse alternative Benefici derivanti dalla pellettizzazione del legno e delle biomasse alternative Giuseppe Toscano Pellet combustibile di legno e di biomasse alternative Una reale opportunità di sviluppo della green economy

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE AGRICOLTURA BIOLOGICA: CERTIFICAZIONE DI QUALITA DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI ENTE DI FORMAZIONE: CO.S.P.A. Cooperativa Servizi Professionali Agroalimentari F.I.P.A. Federazione

Dettagli

Accedere alle opportunitàdi finanziamento: migliorare la competitività e l impatto economico e accrescere la sostenibilità del TPL con i biocarburanti

Accedere alle opportunitàdi finanziamento: migliorare la competitività e l impatto economico e accrescere la sostenibilità del TPL con i biocarburanti Accedere alle opportunitàdi finanziamento: migliorare la competitività e l impatto economico e accrescere la sostenibilità del TPL con i biocarburanti Relatori: Dr. Luigi ZANIN Dr. Andrea BALLARIN U.P.

Dettagli

Dalle fonti rinnovabili alla Bioraffineria, attraverso il Bioetanolo di II generazione

Dalle fonti rinnovabili alla Bioraffineria, attraverso il Bioetanolo di II generazione Dalle fonti rinnovabili alla Bioraffineria, attraverso il Bioetanolo di II generazione Sandro Cobror Gruppo M&G 1a Conferenza Nazionale su Chimica ed Energia - 18-19.10.2010 - M&G. Alcuni numeri Presenza

Dettagli

La sostenibilità ambientale. La sostenibilità economica

La sostenibilità ambientale. La sostenibilità economica La sostenibilità ambientale È La sostenibilità economica I numeri Anno di fondazione: 1984 Produzione: 4.5 milioni di bottiglie l anno 350 ettari di vigneto in regime di agricoltura biologica certificata

Dettagli

Planta. Sementi e Soluzioni per l Agricoltura

Planta. Sementi e Soluzioni per l Agricoltura Sementi e Soluzioni per l Agricoltura Sementi e Soluzioni per l Agricoltura Una nuova gamma di prodotti per l agricoltura italiana Ibridi di mais IBRIDO Classe FAO Giorni GDM 437 300 105 SNH 9402 400 115

Dettagli

LE POSSIBILI FILIERE DEL BIOGAS

LE POSSIBILI FILIERE DEL BIOGAS 10 marzo 2009 Università degli Studi di Teramo Facoltà di Agraria - Mosciano Sant Angelo Regione Abruzzo ARAEN LE POSSIBILI FILIERE DEL BIOGAS Diego Gallo AIEL - ASSOCIAZIONE ITALIANA ENERGIE AGROFORESTALI

Dettagli

CONVERSIONE TERMOCHIMICA

CONVERSIONE TERMOCHIMICA CONVERSIONE TERMOCHIMICA PIROLISI La pirolisi si può svolgere secondo diverse modalità: Carbonizzazione a temperature tra 300 C e 500 C Pirolisi convenzionale a temperature inferiori a 600 C Fast pirolisi

Dettagli

L evoluzione del settore dei mezzi tecnici: il caso dei biofumiganti

L evoluzione del settore dei mezzi tecnici: il caso dei biofumiganti L evoluzione del settore dei mezzi tecnici: il caso dei biofumiganti Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per le colture industriali CRA-CIN Bologna

Dettagli

Biogas: cosa sappiamo dopo anni di monitoraggio della filiera

Biogas: cosa sappiamo dopo anni di monitoraggio della filiera WORKSHOP Principi di per l uso delle biomasse ITABIA INCONTRA I COMITATI Biogas: cosa sappiamo dopo anni di monitoraggio della filiera Sergio Piccinini CRPA - Centro Ricerche Produzioni Animali 9 Luglio

Dettagli

Società agricola BIOMAX A.r.L

Società agricola BIOMAX A.r.L Società agricola BIOMAX A.r.L Impianto per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabile ( potenza nominale 999 KWel ) mediante l utilizzo di biomasse di origine agricola da realizzarsi in Comune

Dettagli

La produzione di biodiesel da olio alimentare esausto. CONVEGNO BIODIENET Milano, 28.04.08 Susanna Regis Milano - DPLubrificanti srl

La produzione di biodiesel da olio alimentare esausto. CONVEGNO BIODIENET Milano, 28.04.08 Susanna Regis Milano - DPLubrificanti srl La produzione di biodiesel da olio alimentare esausto CONVEGNO BIODIENET Milano, 28.04.08 Susanna Regis Milano - DPLubrificanti srl 1 Sommario La DP Lubrificanti srl I numeri dell olio fritto Il CONOE

Dettagli

Sintesi osservazioni VIA del Polo Energie Rinnovabili di Castiglion Fiorentino

Sintesi osservazioni VIA del Polo Energie Rinnovabili di Castiglion Fiorentino 1 Sintesi osservazioni VIA del Polo Energie Rinnovabili di Castiglion Fiorentino Dr Federico Valerio Ricercatore Istituto Nazionale Ricerca sul Cancro di Genova Direttore Servizio Chimica Ambientale Consulente

Dettagli

-Il riso - Crescita e sviluppo della coltura

-Il riso - Crescita e sviluppo della coltura Institute for Protection and Security of the Citizen -Il riso - Crescita e sviluppo della coltura 1 Come possiamo raggruppare le varietà di riso? E perchè? / 1 Anche per il riso, come spesso accade, classificare

Dettagli

Biomasse vegetali: i possibili processi di conversione energetica

Biomasse vegetali: i possibili processi di conversione energetica Biomasse vegetali: i possibili processi di conversione energetica Giovanni Candolo L utilizzo di fonti energetiche rinnovabili assumerà un importanza non indifferente nel contesto energetico futuro. La

Dettagli

Cereali: tecnica colturale del frumento

Cereali: tecnica colturale del frumento Cereali: tecnica colturale del frumento Modulo di sistemi foraggeri Andrea Onofri Perugia, A.A. 2009-2010 1 Contenuti Contents 1 Tecnica d impianto Scelta varietale 1. Qualità e destinazione del prodotto

Dettagli

A) PARTE INTRODUTTIVA

A) PARTE INTRODUTTIVA A) PARTE INTRODUTTIVA 1. INTRODUZIONE Nel tempo che viviamo la ricerca e le realizzazioni sulle energie rinnovabili ed alternative a quelle dei combustibili fossili sono divenute sempre più intense e planetarie,

Dettagli

VER: VOLUNTARY EMISSION REDUCTION

VER: VOLUNTARY EMISSION REDUCTION VER: VOLUNTARY EMISSION REDUCTION La VER è un azione volontaria che ha lo scopo di ridurre la propria impronta di carbonio (CO2), principale causa dell effetto serra. La VER viene attivata da Aziende sensibili

Dettagli

Produzione di syngas da legno e produzione di energia elettrica

Produzione di syngas da legno e produzione di energia elettrica G.B. Zorzoli, Consigliere ISES Italia Produzione di syngas da legno e produzione di energia elettrica Seminario Workshop su PROCESSI BIOCHIMICI DI UTILIZZO DELLE BIOMASSE DA BOSCO: IL PUNTO DELLE TECNOLOGIE

Dettagli

Il mercato del settore in Italia: evoluzione e prospettive

Il mercato del settore in Italia: evoluzione e prospettive Convegno BioSouth Il mercato del settore in Italia: evoluzione e prospettive prof. Sanzio Baldini, Presidente ITABIA docente Utilizzazioni forestali Università della Tuscia dott. Chiara Artese,, dottorando

Dettagli

AGROBIOGAS VALUTAZIONE DELLA PRODUZIONE DI BIOGAS TRAMITE UNO STRUMENTO DI SIMULAZIONE DEL PROCESSO DI DIGESTIONE ANAEROBICA

AGROBIOGAS VALUTAZIONE DELLA PRODUZIONE DI BIOGAS TRAMITE UNO STRUMENTO DI SIMULAZIONE DEL PROCESSO DI DIGESTIONE ANAEROBICA AGROBIOGAS VALUTAZIONE DELLA PRODUZIONE DI BIOGAS TRAMITE UNO STRUMENTO DI SIMULAZIONE DEL PROCESSO DI DIGESTIONE ANAEROBICA i risultati del progetto europeo AGROBIOGAS Villaprati di Bagnacavallo, Italia

Dettagli

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Verbale del tavolo Energia e agricoltura Istituto G. Fauser Novara, 19 aprile

Dettagli

Incremento delle rese e della produttività del suolo. Migliore infiltrazione dell acqua

Incremento delle rese e della produttività del suolo. Migliore infiltrazione dell acqua ACIDO CARBOSSILICO CARBOSOIL PROMOTORE DELLA RADICAZIONE E DELLO SVILUPPO DELLE PIANTE A BASE DI ACIDI CARBOSSILICI STIMOLA LA DIVISIONE CELLULARE PRODUCE LA FORMAZIONE DI GERMOGLI RALLENTA L INVECCHIAMENTO

Dettagli

Quale futuro per i servizi di consulenza a supporto delle aziende agricole

Quale futuro per i servizi di consulenza a supporto delle aziende agricole Quale futuro per i servizi di consulenza a supporto delle aziende agricole Consiglio dell'ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali Alberto Giuliani Coordinatore dipartimento Sviluppo Rurale

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

CALORE PER RISCALDAMENTO DALLE ACQUE REFLUE DELLA CITTA

CALORE PER RISCALDAMENTO DALLE ACQUE REFLUE DELLA CITTA CALORE PER RISCALDAMENTO DALLE ACQUE REFLUE DELLA CITTA Roberto Mazzini Presidente Milanodepur SpA mazzini@sibaspa.it www.depuratorenosedo.eu MCE 2014-expocomfort-Milano19-3-14 DEPURATORE di MILANO NOSEDO

Dettagli

Energia e Bioprodotti da biomassa

Energia e Bioprodotti da biomassa Tavola Rotonda BioEnergy Academy Energia e Bioprodotti da biomassa Silvana Castelli Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Biologia e Biotecnologia

Dettagli

I rifiuti organici: una fonte "rinnovabile" di energia chimica per l'agricoltura e di efficienza nel ciclo di produzione degli alimenti

I rifiuti organici: una fonte rinnovabile di energia chimica per l'agricoltura e di efficienza nel ciclo di produzione degli alimenti I rifiuti organici: una fonte "rinnovabile" di energia chimica per l'agricoltura e di efficienza nel ciclo di produzione degli alimenti DIBAF Dipartimento/per/l Innovazione/nei/sistemi/ Biologici,/Agroalimentari/e/Forestali

Dettagli

Università degli Studi di Torino Facoltà di Agraria. Pietro Piccarolo. Realizzazione e gestione del verde pubblico

Università degli Studi di Torino Facoltà di Agraria. Pietro Piccarolo. Realizzazione e gestione del verde pubblico Realizzazione e gestione Quando si progetta e realizza un area verde, non si può prescindere da quella che sarà la sua gestione. Una manutenzione inadeguata infatti, porta inevitabilmente al degrado dell

Dettagli

si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi

si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi LA PATATA Famiglia delle solanacee Genere solanum Pianta erbacea coltivata come annuale ma che in natura si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi I fiori sono riuniti a

Dettagli

Soluzioni progettuali a verde innovative per una migliore qualità dell ambiente urbano: opportunità e prospettive

Soluzioni progettuali a verde innovative per una migliore qualità dell ambiente urbano: opportunità e prospettive Soluzioni progettuali a verde innovative per una migliore qualità dell ambiente urbano: opportunità e prospettive Marco Devecchi Master in Progettazione del Paesaggio e delle aree verdi Facoltà di Agraria

Dettagli

Acqua = Oro blu. Save the water

Acqua = Oro blu. Save the water Save the water seconda edizione Acqua = Oro blu Nel 2050 si prevede che la popolazione mondiale raggiungerà i 9 miliardi di persone, aumentando vertiginosamente la domanda complessiva di risorse naturali.

Dettagli

Colture Erbacee, Genetica Agraria, Sistemi Agroterritoriali

Colture Erbacee, Genetica Agraria, Sistemi Agroterritoriali Alma Mater Studiorum Università di Bologna Frontespizio DOTTORATO DI RICERCA IN Colture Erbacee, Genetica Agraria, Sistemi Agroterritoriali Ciclo XXI Settore scientifico-disciplinare di afferenza: AGR/02

Dettagli

Le Energie Rinnovabili

Le Energie Rinnovabili Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il progetto è uno studio personale svolto durante il corso di apprendistato, pertanto il format scelto è stato

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

Colza e carinata: principali problematiche agronomiche nel nord Sardegna

Colza e carinata: principali problematiche agronomiche nel nord Sardegna Le colture agroenergetiche: un opportunità per l agricoltura? I risultati della sperimentazione in Sardegna Uta, 24 Ottobre 2012 Colza e carinata: principali problematiche agronomiche nel nord Sardegna

Dettagli

PROGETTO E.Ri.C.A. Energie rinnovabili da colture agricole VALORIZZAZIONE ENERGETICA DELLE BIOMASSE VEGETALI. Giuseppe Toscano

PROGETTO E.Ri.C.A. Energie rinnovabili da colture agricole VALORIZZAZIONE ENERGETICA DELLE BIOMASSE VEGETALI. Giuseppe Toscano PROGETTO E.Ri.C.A. Energie rinnovabili da colture agricole VALORIZZAZIONE ENERGETICA DELLE BIOMASSE VEGETALI Giuseppe Toscano Laboratorio Biomasse Dipartimento D3A Università Politecnica delle Marche 6

Dettagli

Sostenibilità ambientale nell allevamento bovino da latte

Sostenibilità ambientale nell allevamento bovino da latte DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI Piacenza, 11 febbraio 2014 Sostenibilità, opportunità e criticità nella filiera latte post 2015 Sostenibilità ambientale nell allevamento bovino da latte G.

Dettagli

QUANDO E QUANTO IRRIGARE

QUANDO E QUANTO IRRIGARE QUANDO E QUANTO IRRIGARE Il bilancio idrico della coltura - ossia il calcolo, continuamente aggiornato, della quantità d acqua presente nello strato di terreno occupato dalle radici - costituisce un ottima

Dettagli

Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario e forestale

Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario e forestale LEGGE REGIONALE 22/04/2002, N. 11 Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario e forestale Art. 1 (Finalita ) 1. La Regione autonoma Friuli Venezia Giulia favorisce e promuove, nell ambito

Dettagli

LA FILIERA DELL OLIO VEGETALE PURO: I RISULTATI DELLO STUDIO

LA FILIERA DELL OLIO VEGETALE PURO: I RISULTATI DELLO STUDIO Venezia, mercoledì 23 febbraio 2011 Scuola Grande San Giovanni Evangelista LA FILIERA DELL OLIO VEGETALE PURO: I RISULTATI DELLO STUDIO LUIGI BARELLA Settore Bioenergie e Cambiamento Climatico LA FILIERA

Dettagli