GIRPRNewsletter. Gruppo Italiano Ricercatori in Pattern Recognition. In questo numero //////3. /editoriale. /punti_&_appunti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GIRPRNewsletter. Gruppo Italiano Ricercatori in Pattern Recognition. In questo numero //////3. /editoriale. /punti_&_appunti"

Transcript

1 GIRPRNewsletter In questo numero /editoriale /punti_&_appunti /report Messaggio dalla Presidenza del GIRPR //////4 Mario Vento: Convegno GIRPR 2014 //////6 Cenando con i pattern///////8 Zhigang Ma, premio GIRPR 2014/////1 0 Luglio 2014 Volume 6 / Numero 1 //////3 Virginio Cantoni: BIOMET 2014/////1 1 Maria De Marsico e Michele Nappi: VISMAC 2014/////1 3 Giorgio Giacinto: BTIA 2013/////1 4 Alfredo Petrosino: ICIAP 2013/////1 6 /in_memoriam Ricordo di Giovanni Soda/////1 9 Gruppo Italiano Ricercatori in Pattern Recognition

2 GIRPRNewsletter Volume 6 / Numero 1 Editor Giuseppe Boccignone

3 /editoriale Giuseppe Boccignone Questo numero è in gran parte uno speciale sul Convegno dei soci GIRPR, che si è tenuto ad Ascea dal 18 e 20 giugno. Ottimamente organizzato dai soci Mario Vento, Pasquale Foggia e Gennaro Percanella, insieme con tutto lo staff del MIVIA Lab dell'università di Salerno. Un convegno ricco di spunti e avvenimenti. Ma, anzitutto, va subito ricordata, la rielezione per acclamazione del nostro Presidente Fabio Roli, del Vice Presidente Carlo Sansone e di Rita Cucchiara come Rappresentante GIRPR IAPR. Mi sento di ringraziarli di cuore, a nome di tutti i soci per il lavoro svolto fino a qui e, ovviamente, i migliori auguri per il lavoro futuro. Il messaggio inviatoci dalla rinnovata presidenza è dunque l'apertura di questo numero. Mario Vento ci ha prontamente consegnato il report conclusivo del convegno di Ascea, che troverete a pagina 6. Un convegno stimolante, ricco di spunti e iniziative. Fra queste, "A cena con i Pattern", ideata e orchestrata da Fabio Roli, Marcello Pelillo e Marco Gori. Un'occasione per ripensare e discutere ab imis fundamentis le ragioni e le attitudini della nostra attività di ricerca. Mi è stato richiesto di presentarne una sintesi: pertanto, ho scritto a braccio Volume 6/Numero 1 alcune righe che vi propongo. Come si dice in questi casi: errori, omissioni, e imprecisioni sono da imputare a chi scrive, non ai relatori, nè a chi è intervenuto nel dibattito. Fra i vari eventi, la premiazione della miglior tesi di dottorato, conferita dal GIRPR. Il vincitore Zhigang Ma ci ha inviato un sunto del suo contenuto che pubblichiamo. Va ricordato che quest'anno, parallelamente al convegno, si è svolta la nostra scuola, VISMAC. Come discusso durante l'assemblea dei soci, questa modalità è sicuramente un'opportunità da sfruttare anche nelle edizioni future, per una produttiva integrazione fra l'associazione e i giovani ricercatori che muovono i primi passi nel pattern recognition. Il resoconto della scuola è stato preparato dagli organizzatori, Maria de Marsico e Michele Nappi. Altri report in questo numero riguardano i convegni BIOMET 2014, organizzato da Virginio Cantoni, e BTIA 2013, organizzato da Giorgio Giacinto. Con un po' di ritardo pubblichiamo anche il report conclusivo di ICIAP 2013, redatto da Alfredo Petrosino. In ultimo, un ricordo di Giovanni Soda che ci ha trasmesso Simone Marinai, suo collega e amico. Buona lettura e, ovviamente, buone vacanze! Pag 3

4 /punti_&_appunti Messaggio dalla Presidenza del GIRPR Fabio Roli, Carlo Sansone, Rita Cucchiara Cari Soci, come sapete durante l'ultima assemblea plenaria della nostra Associazione, tenutasi il 19 Giugno scorso a Marina di Ascea, si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle cariche istituzionali di Presidente, Vice Presidente e Rappresentante GIRPR IAPR. Sono stati confermati per acclamazione per altri due anni i soci Fabio Roli come Presidente, Carlo Sansone come Vice Presidente e Rita Cucchiara come Rappresentante GIRPR IAPR. Restano confermati in carica l'editore delle GIRPR Newsletter, Beppe Boccignone, e il segretario e tesoriere Giorgio Giacinto. La rinnovata Presidenza vuole cogliere l'occasione in questo numero delle nostre Newsletter per fare un breve punto sulla situazione associativa. Pag 4 Ma in primis desideriamo ringraziare gli organizzatori dei due ultimi eventi associativi, il nostro convegno biennale e la nostra scuola, entrambi organizzati a Marina di Ascea lo scorso Giugno. Il nostro vuole essere un ringraziamento che va oltre il rito istituzionale. L'organizzazione di questi eventi comporta grandi oneri e pochi onori tangibili. E tutti noi vogliamo ricordarci che questa attività viene fatta su base totalmente volontaria, a testimonianza plastica dello spirito associativo che anima gli organizzatori. Grazie davvero. Si è ormai concluso il il rifacimento del sito web dell'associazione. Lo scopo che ci eravamo prefissi due anni fa di arrivare a un sito web con una nuova veste grafica, nuove funzionalità e informazioni è stato Fabio Roli Presidente raggiunto. E ci fa piacere condividere con tutti voi questo importante risultato. Ovviamente la ricchezza delle informazioni fornite dal sito dipende fortemente dal contributo attivo dei soci, contributo che questa Presidenza intende continuare a stimolare. Ad oggi sono state censite 48 unità di ricerca a testimonianza della vitalità dell'associazione. La campagna di rinnovo delle GIRPRNewsletter i b P c p L o n n F o c p i a L e o e q i s

5 /punti_&_appunti iscrizioni per il prossimo biennio è in corso, e questa Presidenza confida in una conferma, se non in un piccolo aumento degli iscritti. La Presidenza si farà ovviamente parte in causa nel sollecitare i rinnovi e le nuove iscrizioni. Fra le attività già avviate c'è ovviamente la nostra conferenza ICIAP 2015, che procede senza intoppi. Vi invitiamo a visitare il sito all'indirizzo L'attività di sponsorship e endorsement di eventi organizzati dai soci prosegue ed è ferma intenzione di questa Presidenza incentivarla e incrementarla, specie con riferimento alle Carlo Sansone Vice Presidente Volume 6/Numero 1 iniziative promosse dai soci più giovani. Una iniziativa di grande importanza di cui sarete venuti sicuramente a conoscenza è quella avviata dai soci Cucchiara e Pelillo, che li vede impegnati nella proposta di organizzazione della conferenza ICPR in Italia. Va da sé che questa Presidenza, a nome e per conto di tutta l'associazione, ha dato e darà tutto il suo appoggio a questa proposta, che ci auguriamo davvero possa avere successo nei prossimi anni. Un'altra iniziativa in cantiere riguarda la riorganizzazione dei Comitati Tecnici. Come deliberato nell'ultima assemblea saranno redatte delle linee guida per l'attivazione e la conduzione dei comitati tecnici, con l'obiettivo di favorire il buon funzionamento e il coinvolgimento dei soci più giovani in incarichi direttivi. E' desiderio di questa Presidenza portare avanti l'iniziativa "A cena con i pattern" svoltasi la sera prima dell'inizio del convegno di Rita Cucchiara Rappresentante GIRPR IAPR Marina di Ascea. Si tratterà di istituzionalizzare l'iniziativa e di favorire il coinvolgimento di nuovi soci nell'organizzazione. Per quanto riguarda il bilancio dell'associazione non ci sono novità di rilievo rispetto a quanto documentato dalla Presidenza e dai nostri revisori dei conti nell'ultima assemblea plenaria. Tanti auguri di buon lavoro e un caro saluto dalla Presidenza Fabio, Carlo e Rita Pag 5

6 /report: speciale GIRPR 2014 Convegno GIRPR 2014 Mario Vento, General Chair Come sempre si cena socialmente.. (il tavolo degli organizzatori) Nella splendida località di Ascea Marina, in provincia di Salerno, presso l Olimpia Village Hotel, dal 18 al 20 giugno, si è tenuta la settima edizione del Convegno Biennale dei soci del GIRPR. Ne riceviamo il report dal socio Mario Vento che pubblichiamo.. Ricerca e trasferimento tecnologico sono state le parole chiave della tre giorni organizzata da Mario Vento, Pasquale Foggia, Gennaro Percannella e tutto lo staff del MIVIA Lab del Dipartimento di Ingegneria dell Informazione, Ingegneria Elettrica e Matematica Applicata (DIEM) dell Università di Salerno. Occasione di incontro, ma soprattutto di integrazione tra i soci più e meno giovani del GIRPR, il convegno ha dovuto la sua buona riuscita anche alla concomitanza con la scuola dedicata alla materia della Visione delle Macchine (VisMac), ospitata nella medesima struttura, e frequentata dai dottorandi del Gruppo Italiano Pag 6 Ricercatori in Pattern Recognition. Una concomitanza che ha senza dubbio prodotto effetti benefici, fungendo da moltiplicatore delle possibilità di confronto e di creazione di contatti e sinergie tra i neopatentati del GIRPR e i gruppi più storicamente attivi. Le attività hanno avuto inizio nel tardo pomeriggio di mercoledì 18 giugno: registrazione, cocktail e cena di benvenuto hanno ben presto lasciato il posto a un accattivante evento scientifico, la Cena con i Pattern, un dibattito dal titolo The map is not the territory: splendors and miseries of benchmark data sets, moderato da Giuseppe Boccignone. I relatori Marco Gori, Marcello Pelillo e Fabio Roli hanno stimolato la Qualche scatto della location... GIRPRNewsletter

7 /report: speciale GIRPR 2014 Coffee break all'aperto discussione intorno a una tematica tanto controversa quanto interessante, che ha coinvolto con passione, per più di due ore, l intera platea. Per molti dei partecipanti la riflessione è proseguita ben oltre la cena, impegnando gran parte dei pensieri che precedono il sonno: da Cena con i Pattern a Letto con i Pattern. Le mattine del 19 e del 20 giugno sono state dedicate alle presentazioni orali dei sedici gruppi di ricerca provenienti dalle sedi italiane aderenti all iniziativa: sotto la guida di Pasquale Foggia i relatori si sono alternati nell introduzione dei propri gruppi di ricerca, nonché delle attività e dei progetti su cui sono impegnati. Presentazione d eccezione è stata quella che ha inaugurato i lavori della seconda giornata, a cura di Zhigang Ma, vincitore del premio Miglior Tesi di Dottorato per l anno 2014, con un lavoro dal titolo From concepts to events: a progressive process for multimedia content analysis. Nella medesima giornata, qualche ora più tardi, protagonista è stato il trasferimento tecnologico: due spin-off accademici, A.I. Tech (http://www.aitechsolutions.eu/) e N.I.Te. (http://www.nitesrl.com/it/) hanno presentato i propri prodotti, orientati rispettivamente all audio e video analisi e al riconoscimento dei caratteri. Il pomeriggio del 19 giugno è proseguito con la Gli spin off mostrano i prodotti tradizionale assemblea dei soci GIRPR, durante la quale sono state confermate le cariche istituzionali del precedente biennio: Fabio Roli come Presidente, Carlo Sansone come Vicepresidente e Rita Cucchiara come rappresentante presso il Governing Board IAPR. La serata si è piacevolmente conclusa con la cena sociale. Integrazione e aggregazione, ricerca e trasferimento tecnologico. L edizione 2014 del GIRPR è stata tutto questo. Una presentazione chi siamo e che facciamo Volume 6/Numero 1 Nel ringraziarvi per la partecipazione, mi aspetto di rivederci alla prossima edizione! Pag 7

8 /report: speciale GIRPR 2014 Cenando con i pattern Giuseppe Boccignone Ascea, 18 giugno. Dopo cena. Scorrono, proiettati, i nomi di Bellarmino e Galilei, Kuhn, Tversky e Kahneman, Dyson. Si discute di questioni fondazionali. Di dubbi metodologici. Singolare: ma non siamo nel periodo di splendore del Pattern Recognition e del Machine Learning? Abbiamo, finalmente, potenza computazionale e il cielo coperto di "nuvole" tramate da petabyte di dati. Tutto sembrerebbe andare per il meglio, nel migliore dei mondi possibili. Come pontifica Chris Anderson, editor in chief di Wired: non vi è ragione per ripercorrere le vecchie strade: è giunta l'ora.in cui Google insegni a fisici e biologi come fare scienza ("...the opportunity is great: The new availability of huge amounts of data, along with the statistical tools to crunch these numbers, offers a whole new way of understanding the world. Correlation supersedes causation, and science can advance even without coherent models, unified theories, or really any mechanistic explanation at all"). Ma le cose non sono così semplici. E per farci capire meglio, Fabio Roli, Marcello Pelillo, e Marco Gori hanno approntato un menu ricchissimo di fronte al quale esiste solo l incertezza dove affondare il coltello, Introduce Roli. Ripercorre le tappe, gli sforzi compiuti nel nostro settore per trasformarlo in una scienza, solidamente ancorata al metodo sperimentale. Da Lena ai Big Data. Che cosa ci aspetta da qui in poi? Senza giri di parole, invita a riflettere compiendo un atto di onestà intellettuale: sono vero splendore queste magnifiche sorti e progressive? Marcello Pelillo analizza criticamente questa concezione positivista di scienza come accumulazione di conoscenze. Ci riporta a Kuhn, alla sua critica del concetto di progresso graduale verso la verità, alla scienza come Pag 8 Un momento di A cena con i pattern rivoluzione periodica.. E mette sul piatto il problema della misurazione: la sperimentazione è misurazione: ma che cosa misuriamo nel Pattern Recognition? E più in generale nelle scienze cognitive? Puo' essere ancora la fisica, regina delle scienze naturali, il termine di paragone? Roli replica con un richiamo storico alla nascita del metodo sperimentale (il dialogo fra Galileo e Simplicio, "...perché i discorsi nostri hanno a essere intorno al mondo sensibile, e non sopra un mondo di carta"). Ma argomenta che i dati da soli non bastano: la mappa non è il territorio. E quando coincide con il territorio, come nel racconto di Borges, diventa inutile. Dunque, il tema dei modelli. Del loro livello di astrazione (ma anche di approssimazione). E della loro validazione. Così apparecchia il piatto forte della serata: i data set per il benchmarking. Cita Antonio Torralba: qual è il loro reale valore per addestrare algoritmi che poi andranno a operare nel mondo reale? Che cosa accade se l'insieme dei dati utilizzato è "biased"? E' sempre vero che "bigger is better"? GIRPRNewsletter

9 /report: speciale GIRPR 2014 Pelillo sgombera il campo da facili illusioni. Ripercorre un ragionamento di Pavlidis: l'idea di assemblare un data set, da utilizzare per addestramento e testing, che sia "denso",nell'insieme delle immagini, è impraticabile. Se non si impongono opportune restrizioni. Il che rimanda alla questione del campionamento. Esercizio subdolo, peraltro. Perchè entra in azione la "legge dei piccoli numeri". Come hanno messo in evidenza gli psicologi Kahneman e Tversky, esiste un "bias" cognitivo: che ci porta ad applicare la legge dei grandi numeri a piccoli campioni. A sopravvalutare le tendenze rilevate su data set limitati. A fornire spiegazioni causali ad hoc per giustificare eventuali discrepanze. Ad essere ostinatamente ottimisti nel prevedere che le stesse tendenze si replicheranno nel mondo reale. Con buona pace dei data set per il benchmarking, probabilmente, molti modelli di pattern recognition / computer vision dovrebbero essere confortati da esperimenti che durano anni. E in condizioni reali. Riflessioni che sono un assist per Marco Gori. Il quale assesta il colpo invitando a cambiare di prospettiva. A considerare la possibilità di sistemi / agenti capaci di svilupparsi per stadi successivi, E che operano senza soluzione di continuità fra apprendimento e interpretazione della scena, Sotto quest'ipotesi, fa balenare una possibilità accattivante: lasciare che tali agenti vivano nel proprio "ambiente" catturando e analizzando flussi di video, senza particolari restrizioni. Ciascun agente potrebbe così completare la propria ontogenesi, imparando via via a vedere e sviluppando incrementalmente le proprie capacità di analizzare le scene. E il problema di etichettare i dati per l'apprendimento e per la validazione dei risultati? Semplice, nell'era del web: si utilizzino tecniche di crowd-sourcing. Menu formidabile. Che provoca numerosi interventi. Da oltrepassare debordando i limiti di tempo previsti. Una sintesi personale, in due punti. Uno: modelli migliori. L accumulazione dei dati rappresenta certamente una preziosa fonte d informazioni che può essere utile per l elaborazione di previsioni. Ma solo una comprensione teorica, frutto di una ricerca fondamentale più profonda, può guidarci a ben interpretare il dato stesso. Due: necessità di tener conto di esperimenti a lungo termine ed effettuati in condizioni concrete. Il secondo punto tuttavia non è scontato. E non solo per ragioni epistemologiche o, più banalmente, tecniche. Come evidenziato con efficacia negli interventi di Pasquale Foggia e Mario Vento, il passo dal laboratorio al mondo reale è lungo. A volte molto lungo. E gli sforzi per compierlo, difficilmente trovano poi il riconoscimento dovuto in sedi di pubblicazione prestigiose. Dove, per farla breve, ti chiedono di esibire i risultati ottenuti sui benchmark. Chiamiamola, se vogliamo, una questione di sociologia della pratica scientifica contemporanea. Perchè un giovane ricercatore dovrebbe impegnarsi in un long-term experiment, se poi poco o punto gli vale per incrementare gli indici numerici su cui viene valutata la sua carriera? Il dopo cena è concluso. Molte le idee. E le domande senza risposta. Si ritorna agli appartamenti. Nel buio, si cammina con prudenza per evitare pozzanghere. Empiricamente consapevoli che la mappa non è il territorio. Conclude Roli. Anzi no. Riapre con altre domande.. Cita Freeman Dyson: la natura dell'elaborazione dell'informazione in agenti naturali è a tutt'oggi un mistero: e se non fosse "digitale", se non fosse computabile nel senso di Turing? Volume 6/Numero 1 Pag 9

10 /report: speciale GIRPR 2014 From concepts to events: a progressive process for multimedia content analysys Zhigang Ma, vincitore del premio GIRPR "Miglior Tesi di Dottorato 2014" This thesis is about understanding the content of images and videos. Specifically, we tackle the problem with machine learning techniques consisting of feature selection, semi-supervised learning, intermediate representation learning and knowledge adaptation. We first focus on the basis of image analysis, i.e., feature representation. As the feature representation is likely to be noisy and redundant, we propose a novel sparse model based feature selection algorithm to improve the representation. To step further, we include videos that contain simple activities and human actions into our work besides images. We focus on a common problem, which is the scarcity of the precisely labeled images and video. A semi-supervised feature analyzing framework that simultaneously exploits both labeled and unlabeled data is proposed accordingly. It has been shown that properly utilizing unlabeled data does contribute to the performance boost. We then move on to understanding more complicated videos that depict a multimedia event such as "landing a fish". A multimedia event is a higher level semantic abstraction of video sequences than a concept and consists of multiple concepts. In addition, a multimedia event usually lasts much longer than a concept that can be detected in a shorter video sequence or even in a single frame. Another challenge is that different video sequences of a particular event may have huge variations. We base our research on the multimedia event detection task that has been drawing increasing attention recently. As multimedia event builds upon several basic elements of objects, scenes and human actions we may refer to an approach suggested by previous work that uses semantic concept representation obtained from concept detectors for Pag 10 event videos. Yet this approach requires the training of many concept detectors in advance, which is tedious and the video understanding performance heavily depends on the accuracy of those concept detectors. As a result, we propose to learn an intermediate representation coupled with the classifier learning for multimedia event. Since the intermediate Zhigang Ma, vincitore del premio representation learning is bounded to the classifier learning, both of them attain mutual benefit, thus resulting in an optimized event detector that carries more informative cues from the intermediate representation. Next, we further investigate how to improve multimedia event detection when only few positive exemplars are provided. We approach the problem by a novel knowledge adaptation algorithm. We propose to adapt the knowledge from concept level to assist in event detection. Specifically, we use the available video corpora with annotated concepts as our auxiliary resource and event detection is performed on the target videos. Our approach is able to adapt knowledge from the source to the target even if the features of them are partially different, but overlapping. Avoiding the requirement that the two domains are consistent in feature types is desirable as data collection platforms change or augment their capabilities and we should be able to respond to this with little or no effort. The final result of this thesis delivers a comprehension of how we can improve multimedia analysis through a variety of machine learning techniques GIRPRNewsletter

11 /report BIOMET 2014 Virginio Cantoni, Co-chairman Università di Pavia A snapshot of the GIRPR award ceremony. From left to right: Virginio Cantoni co chairman of BIOMET 2014, Galia Angelova Coordinator of the AComIn FT7 project, Atanas Nikolov GIRPR best student award winner, and Dimo Dimov BIOMET co chairman. Si è svolto a Sofia, Bulgaria, dal 23 al 24 giugno il primo International Workshop on Biometrics (BIOMET 2014). This initiative is part of the FP7 Capacity Programme project AComIn (Advanced Computing for Innovation), and was carried out in conjunction with the European COST Action IC1106 (Integrating Biometrics and Forensics for the Digital Age). Another scientific community that cooperated in the organization of the Workshop is the Technical Committee on Biometrics of the GIRPR (Group of Italian Researchers in Pattern Recognition). BIOMET 2014 is intended to provide a forum to present current work and new ideas in this challenging field. It integrates and continues the tradition of the Volume 6/Numero 1 CompSysTech international conferences, one of the longest running international conferences, that started in Bulgaria in At the same time, BIOMET 2014 is primarily connected with the goals of the IICT-BAS s AComIn project (http://iict.bas.bg/en/) to disseminate recent advances in Biometrics among the research groups and companies in Bulgaria and Balkan countries as well. The Workshop consisted of a pilot phase of four invited lectures, from renowned world experts, on the state-of-the-art of the Workshop s main thematics, and suggesting possible synergies between different modalities and strategies, stressing links and outlining open questions. In detail, the four basics thematics were given by Mark Nixon ( Gait and soft biometrics ), Andrzej Drygajlo ( From speaker recognition to Pag 11

12 /report forensic speaker recognition ), Massimo Tistarelli ( Biometrics in Forensic Science: challenges, lessons and new technologies ), and Chang-Tsun Li ( People identification and tracking through fusion of face and gait features ). Besides these advances, seven special sessions were organized in conjunction with the workshop submissions in order to fathom a few selected topics of current interest: Gait and behavior analysis; Iris analysis and eye tracking; Voice recognition and speech analysis; 3D ear recognition; Face and facial attributes analysis; Handwriting and signature recognition; Multimodal and soft biometrics. The volume s Table of Contents varies somewhat from the scheduled Workshop program, to accommodate the various positions that emerged as significant contributions in the paper discussions and from the debates. The Workshop raised considerable interest among researchers from different fields, and this volume has emerged from an intense and careful reviewing process which perfected the highly qualified papers submitted. The good number of contributions concerning real world applications attest to the field s maturity. Besides the four invited papers, further 17 papers were presented at the Workshop, and the number of participants and listeners topped 30, half of them from Bulgaria, as well as from Italy, the UK, Cyprus, Finland, Saudi Arabia, etc. A paper from Iran was also presented in absentia. For young participants in the Workshop, the GIRPR offered a best student paper award to promote their contributions, give them opportunities to interact with senior colleagues, and sustain our initiative. In recognition of the originality of his research, the quality of his presentation and contribution to the development of biometrics, the award was conferred on Atanas Nikolov, a PhD student in the Institute for Information and Communication Technology of the Bulgarian Pag 12 Academy of Sciences. Face, voice, fingerprint, and signature recognition were the main inspiration and driving forces behind the practical application of authentication and identification processes. Presently, new challenges are arising from areas like the iris but also gait and the ear considered with both 2D and 3D data are increasingly being investigated. But very often, it is the merging of a subset of these sources that comes to be considered even in practical applications, naturally paying careful attention to meeting computational demands. Multimodal approaches may improve authentication and identification through more effectiveness, provided that the different modes are combined synergistically. Nevertheless, how to integrate the different modes is still a subject for research. We expect that research regarding these topics will increase rapidly. The Workshop has been made possible through the generous financial support of the IICT-BAS s AComIn project, and the backing of the Computer Vision and Multimedia Laboratory of the University of Pavia (Italy). The SP&PR department of IICT-BAS has also well contributed to the Workshop s organization. Their support is gratefully acknowledged. Thanks must also go to the Bulgarian Academy of Sciences, and especially to Prof. Svetozar Margenov, the Director of IICT-BAS, and to the administration of IICT-BAS as well as all those who helped in the organization and gave hospitality to the Workshop. Special thanks must go to Prof. Galia Angelova, coordinator of the AComIn project, for her precious help and patience in organizing the Workshop. Particular appreciation goes to Alessandra Setti from the University of Pavia, our scientific secretary, for her precision in managing the process of communication (information, papers, authors reviews, etc.) as well as for her skill in keeping up the workshop site (http://vision.unipv.it/sofia-2014/). GIRPRNewsletter

13 /report VISMAC 2014 Maria De Marsico, Università la Sapienza, Roma Michele Nappi, Università di Salerno qualificante e formativo per i giovani scienziati italiani. La scuola fornisce ai partecipanti l'opportunità di incontrare altri giovani colleghi, così come ricercatori di ruolo di università, istituti e centri di ricerca, aziende. Temi di interesse erano le problematiche della computer vision e del pattern recognition nel contesto homeland Partecipanti a VISMAC 2014 Si è svolta dal 16 al 20 Giugno 2014 ad Ascea (SA), organizzata da Maria De Marsico e Michele Nappi, l'edizione 2014 della Scuola VISMAC ( Visione delle Macchine ), La scuola è stata sponsorizzata dal GIRPR, dal Dipartimento di Studi e Ricerche Aziendali dell'università di Salerno e dal Dipartimento di Matematica e Informatica dell'università di Cagliari, Come nelle precedenti edizioni, VISMAC era rivolta principalmente a studenti laureati, dottorandi e giovani ricercatori che muovono i primi passi nel settore ed è diventata un importante meeting Volume 6/Numero 1 security, VISMAC 2014 ha coinvolto 10 relatori, tracui Hanan Samet, University of Maryland, USA, che hanno organizzato le attività didattiche in lezioni frontali ed homeworks. All'edizione di quest'anno, che si è svolta in parallelo al convegno GIRPR, hanno partecipato 27 studenti, alcuni dei quali stranieri, e 10 uditori. Pag 13

14 /report BTIA 2013 Giorgio Giacinto, Co-chairman Università di Cagliari Partecipanti a BTIA La seconda edizione della scuola estiva in sicurezza informatica e protezione dei dati personali Bulding Trust in the Information Age (http://comsec.diee.unica.it/summer school) si è svolta dal 2 al 6 settembre 2013 presso una delle sale informatiche dell Università di Cagliari.. Quasi 60 studenti provenienti da diverse nazioni europee hanno seguito le lezioni impartite dai nove docenti selezionati dal comitato organizzatore della scuola: Ahmad-Reza Sadeghi (Technische Universität Darmstadt), Andrea Lanzi (Università di Milano), Anthony D. Joseph (University of Pag 14 California, Berkeley), Lorenzo Cavallaro (Royal Holloway, University of London), Igor Muttik (McAfee Labs, UK), Juan Caballero (IMDEA Software Institute, Spain), Levente Buttyán (Budapest University of Technology and Economics), Marco Gerke (Cybercrime Research Institute, Germany). Le lezioni in questa seconda edizione hanno dato l opportunità agli studenti di approfondire il tema della sicurezza informatica secondo diversi punti di vista: tipologia delle risorse attaccate, modalità di attacco e modalità di rilevazione e difesa. Juan Caballero ha fornito un GIRPRNewsletter

15 /report inquadramento generale sulle motivazioni di fondo alla base della maggior parte degli attacchi informatici, e della economia sottostante. Entrando poi nell analisi specifica degli attacchi informatici, Ahmad Sadeghi ha affrontato il tema della sicurezza dei dispositivi mobili, illustrando i diversi modi, sia da un punto di vista tecnico che squisitamente di ingegneria sociale, con cui i sistema più diffusi (Android e ios) possono essere oggetto di attacco. Mentre questi attacchi possono colpire in modo indistinto diverse categorie di utenti, Levente Buttyán ha incentrato la sua lezione sull attività svolta nel suo laboratorio che ha permesso di studiare attacchi mirati a infrastrutture critichecomestuxneteduqu. Sia i sistemi personali, sia i server aziendali sempre più spesso sfruttano la virtualizzazione sia per l elaborazione, sia per la memorizzazione dei dati. Le minacce specificamente sviluppate contro i sistemi virtualizzati sono state l oggetto della lezione di Andrea Lanzi, mentre Lorenzo Cavallaro è ha invece affrontato u tema di portata generale, entrando entrato nei dettagli tecnici degli attacchi che sfruttano vulnerabilità nella gestione della memoriaprincipaledelcalcolatore. Marco Gercke ha offerto agli studenti una prospettiva legale sul settore della sicurezza informatica, mentre Anthony Joseph e Giorgio Giacinto hanno illustrato l utilizzo di tecniche di Pattern Recognition e Machine Learning. Infine, nella cornice della sede di Tiscali, Igor Muttik ha presentato la visione del mondo della sicurezza informatica da parte di una società storica nel settore quale McAfee. Poster, e una sessione reading group in cui gli studenti hanno approfondito l evoluzione di alcune tematiche proposte alcuni giorni prima dell inizio della scuola. Quest anno si svolgerà la terza edizione della scuola dal 16 al 19 settembre, e offrirà spunti di ricerca su tematiche non affrontate negli anni precedenti. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito della scuola Durante la scuola gli studenti sono stati protagonisti in due occasioni: la presentazione delle loro attività di sviluppo e ricerca all interno di una sessione Volume 6/Numero 1 Pag 15

16 /report ICIAP 2013 Alfredo Petrosino, General Chair, Università di Napoli Parthenope Partecipanti al Gala Dinner di ICIAP 2013 La diciassettesima edizione dell International Conference on Image Analysis and Processing, ICIAP 2013, si è tenuta presso il Castel dell Ovo di Napoli dall 11 al 13 settembre Organizzata dal CVPR Lab dell Università di Napoli Parthenope, sotto l egida del GIRPR, ICIAP 2013 ha ricevuto l endorsement dell International Association for Pattern Recognition (IAPR), dell IEEE Technical Committee PAMI e della IEEE Computational Intelligence Society e la sponsorizzazione del Ministero dell Istruzione, l Università e la Ricerca, Ministero dello Sviluppo Economico, Google Inc. USA, Ansaldo STS, CIRA, Selex ES, ST-Microelectronics, GNCS, e Unlimited Software srl. L obiettivo principale di ICIAP 2013 è stato quello di evidenziare le connessioni e le sinergie Pag 16 dell elaborazione e analisi di immagini con Pattern Recognition e Machine Learning, Human Computer Systems, Biomedical Imaging ed Applicazioni, Multimedia Interaction e Processing, Computer Vision 3D e Understanding Objects and Scene, fornendo ai partecipanti del mondo della ricerca e dell industria, esperti o studenti, un forum per la discussione sugli sviluppi attuali e le applicazioni già in corso o possibili in un prossimo futuro. ICIAP 2013 ha ricevuto 354 sottomissioni da 37 nazioni e più precisamente Algeria, Arabia Saudita, Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Bulgaria, Canada, Cina, Colombia, Corea, Danimarca, Egitto, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, India, Israele, Italia, Giappone, Marocco, Messico, Pakistan, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera, Tunisia, Turchia, USA e Vietnam. GIRPRNewsletter

17 /report La revisione degli articoli è stata effettuata da 10 Area Chair per le 6 aree tematiche, insieme all International Program Committee e ad un team di circa 150 ulteriori Reviewer. Il rigoroso processo di peer-review, condotto da tre distinti revisori per ciascun articolo ed includente una fase di rebuttal, ha infine portato alla selezione di 162 articoli di elevata qualità, con un rate di accettazione complessivo del 45.76%, il più basso nella serie di ICIAP. Gli articoli, suddivisi solo nominalmente, ma non sostanzialmente, in 28 presentazioni orali e 134 poster, sono stati pubblicati da Springer nei volumi 8156 e 8157 della serie Lecture Notes in Computer Science. Opening di ICIAP 2013 I lavori sono stati aperti la mattina dell 11 settembre dal Vice Presidente della Giunta della Regione Campania, Prof. Guido Trombetti, e dal Rettore dell Università di Napoli Parthenope, Prof. Claudio Quintano. Il programma ha incluso 5 relazioni invitate da esperti di computer vision e pattern recognition: Fei-Fei Li (Stanford University, USA), Jiri Matas (Czech Technical University, Repubblica Ceca), Sankar K. Pal (Indian Statistical Institute, India), Ching Y. Suen (Concordia University, Canada), e Antonio Torralba (Massachusetts Institute of Technology,USA), che hanno trattato approcci consolidati, risultati recenti e direzioni di ricerca Volume 6/Numero 1 future su vari argomenti, quali il riconoscimento di scrittura manuale, soft computing in computer vision, comprensione della scena e tracking. Dal punto di vista industriale, Mei Han (Google Inc., USA) è stata invitata a tenere una presentazione in una sessione industriale, insieme ad altre società high-tech. ICIAP 2013 ha incluso 6 tutorial tenutisi nei due giorni antecedenti la conferenza presso la storica Villa Doria d Angri, sulla collina di Posillipo. Gli argomenti trattati sono stati "Bio-Inspired Attention Methods in Computer Vision: Theory, Models and Biological Realities" (John Tsotsos, Canada); "Discrete Optimization in Computer Vision" (Pawan Kumar, Francia); "Digital Camera Images: Captured Scene Information vs. Engineered Errors" (Alessandro Rizzi, Italia e John McCann, USA); "Hands on Advanced Bag-of-Words Models for Visual Recognition" (Lamberto Ballan e Lorenzo Seidenari, Italia); "Non-Rigid 3D Reconstruction from Images" (Alessio Del Bue, Italia); "Artificial consciousness: theoretical and empirical issues" (Riccardo Manzotti, Italia). Presso Villa Doria d Angri, ICIAP 2013 ha ospitato anche 5 workshop satellite: "Assistive Computer Vision and Robotics" (ACVR), organizzato da Marco Leo e Danilo P. Mandic; "Emerging Aspects on Handwritten Signature Processing" (EAHSP), organizzato da Michael Fairhurst, Donato Impedovo e Giuseppe Pirlo; "Multimedia for Cultural Heritage (MM4CH), organizzato da Costantino Grana, Johan Oomen e Giuseppe Serra; "Social Behaviour Analysis" (SBA), organizzato da Alberto del Bimbo, Pietro Pala e Maja Pantic; "Pattern Recognition in Proteomics, Structural Biology and Bioinformatics (PR PS BB), organizzato da Virginio Cantoni, Michele Ceccarelli e Robert Murphy. Pag 17

18 /report In quest ultimo è stato anche assegnato il Best Student Paper Award, sponsorizzato dal GIRPR, all articolo Pardiff: inference of differential expression at base-pair level from RNA-Seq experiments di Bogdan Mirauta, Pierre Nicolas e Hugues Richard. Tutti gli articoli presentati ai workshop sono stati pubblicati da Springer nel volume 8158 della serie Lecture Notes in Computer Science. Submatrix: a New Image Distance Measure" di Alessia Amelio e Clara Pizzuti ed all articolo "Kernels for Visual Words Histograms" di Radu Tudor Ionescu e Marius Popescu. I relativi autori sono stati invitati a sottomettere versioni estese dei lavori premiati in una sezione speciale della rivista Pattern Recognition Letters. Sono stati inoltre organizzati vari eventi sociali per i circa 300 partecipanti, proponendo un tour di circoli privati esclusivi e monumenti storici napoletani. In particolare, la sera dell 11 settembre si è tenuta una cena di benvenuto presso il Circolo Canottieri Napoli e la sera del 12 settembre un gala dinner presso il Circolo Nazionale dell Unione con visita guidata del Palazzo Reale. ICIAP 2013 ha senza dubbio avuto molto successo. Durante ICIAP 2013 sono stati assegnati numerosi premi. Cinque premi Student Support sono stati forniti da Google USA come supporto alla partecipazione o al viaggio di studenti meritevoli selezionati da una commissione. IAPR ha invece sponsorizzato due best paper, uno IAPR Best Paper Award, attribuito all articolo "Structured Multi-Class Feature Selection for Effective Face Recognition Tree" di Giovanni Fusco, Luca Zini, Nicoletta Noceti e Francesca Odone, ed uno IAPR Best Student Paper Award, attribuito all articolo "An Efficient Indexing Scheme Based on Linked-Node m-ary Tree" di The-Anh Pham, Sabine Barrat, Mathieu Delalandre e Jean-Yves Ramel. Il Caianiello Best Young Paper Award, promosso dal GIRPR e sponsorizzato dal CVPR Lab dell Università di Napoli Parthenope, è stato attribuito ex aequo all articolo "Average Common Pag 18 Tale successo va riconosciuto al contributo di molte persone, tra le quali i soci GIRPR che hanno lavorato nel comitato organizzatore - Alessio Ferone e Maria Frucci (Local Co-chairs), Lucia Maddalena e Pietro Pala (Workshop Co-chairs), Francesco Isgrò e Giosuè Lo Bosco (Tutorial Co-chairs), Francesco Camastra e Michele Nappi (Industrial Liason Co-chairs) - e a tutti gli Area Chair per il lavoro certosino di selezione dei contributi. Indispensabile ringraziare anche l International Program Committee e gli altri Reviewer per il grande lavoro e la professionalità profusi per ICIAP Infine, un ringraziamento speciale va tributato a tutto lo staff delle magliette azzurre, composto da studenti universitari e di dottorato, grazie ai quali è stato possibile realizzare questa grande avventura. GIRPRNewsletter

19 /in_memoriam Giovanni Soda un ricordo di Simone Marinai, Università di Firenze Il 2 Luglio Giovanni Soda ci ha lasciato dopo aver lottato con una forza ineguagliabile contro una lunga malattia. Alla fine degli anni '80 ha fondato il Laboratorio di Intelligenza Artificiale presso il Dipartimento di Sistemi e Informatica occupandosi, tra i primi in Italia, di connessionismo e reti neurali. Ha contribuito all'incubazione ed alla creazione dell'associazione Italiana per l'intelligenza Artificiale, nella quale ha rivestito ruoli importanti. E' stato tra i primi docenti della Facoltà di Ingegneria dell'università di Firenze e sono numerosi i docenti di questo Ateneo e di altre università che sono stati suoi studenti in passato. E' stato tra i protagonisti principali nella realizzazione del nuovo corso di Laurea in Ingegneria Informatica, seguendo con estrema attenzione, non solo le vicissitudini legate ai vari ordinamenti che si sono susseguiti negli anni, ma anche le problematiche dei singoli studenti. Giovanni aveva rare qualità umane, che lo portavano a svolgere il suo lavoro con una passione contagiosa e ad interagire con colleghi e studenti con grande generosità. Giovanni Soda ha svolto ricerca per quattro decenni su algoritmi e strutture dati, linguaggi di programmazione, basi di dati e intelligenza artificiale. Volume 6/Numero 1 Pag 19

20 Il Governing Board del GIRPR Vice-President Carlo Sansone President Fabio Roli GIRPR - IAPR Representative Rita Cucchiara Secretary & Treasurer Giorgio Giacinto Publicity & Publications Giuseppe Boccignone TC - Bioinformatics Virginio Cantoni TC - Biometrics Massimo Tistarelli TC - Computer Security Giorgio Giacinto TC - Video Surveillance & Video Analytics Rita Cucchiara Auditors Sebastiano Battiato Gian Luca Foresti Vittorio Murino Steering Committee Web-manager Roberto Tronci Matteo Mauri IAPR Fellow Nominations Committee Nicu Sebe Fabio Roli Raimondo Schettini Virginio Cantoni Luigi P. Cordella Alberto del Bimbo Marco Ferretti Gabriella Sanniti di Baja PhD Thesis Award Committee Gabriella Sanniti di Baja Marcello Pelillo Raffaele Cappelli

21 GIRPR - Gruppo Italiano Ricercatori in Pattern Recognition Affiliated to the International Association for Pattern Recognition

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Debora de Chiusole PhD Candidate deboratn@libero.it Università degli Studi di Padova Dipartimento FISPPA

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Digital Humanities 2015: Studi umanistici digitali globali (Global Digital Humanities)

Digital Humanities 2015: Studi umanistici digitali globali (Global Digital Humanities) Digital Humanities 2015: Studi umanistici digitali globali (Global Digital Humanities) I. Informazioni Generali L Alliance of Digital Humanities Organisations (ADHO) invita la proposta di abstracts per

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

Didattiche con la LIM

Didattiche con la LIM Didattiche con la LIM Modelli e prospettive Luca Ferrari Dipartimento di Scienze dell Educazione, Università di Bologna Index 1. Scenario 2. Definizione e caratteristiche 3. Un modello didattico problematico

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line.

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Provincia di Cosenza Dipartimento di Economia e Statistica Università della Calabria Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Il trasporto pubblico locale della Provincia di Cosenza in rete - 1 - Premessa

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA Alberto Betella, Marco Lazzari, "Un ambiente open source per la gestione del podcasting e una sua applicazione alla didattica", Didamatica 2007, Cesena, 10-12/5/2007 Abstract UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof )

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof ) Centro nazionale per r la Prevenzione e il Controllo delle Malattie Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro Dipartimento

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di Cent anni di scienza del controllo Sergio Bittanti Politecnico di Milano Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Lo spettacolo di una vecchia fatiscente imbarcazione da diporto, sia in decomposizione nel suo ormeggio che mezza affondata con gli alberi che spuntano dall acqua

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org 48 Congresso Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors COMITATI Presidente del Congresso: Carlo Signorelli, Presidente Presidente Comitato organizzatore: Francesco Auxilia,

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli