Manuale per il risarcimento RCA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale per il risarcimento RCA"

Transcript

1 Manuale per il risarcimento RCA Il nuovo Codice delle Assicurazioni ha profondamente mutato il sistema di liquidazione dei sinistri, offrendo tra l altro nuove opportunità di ottenere in tempi rapidi e con procedure semplificate il pagamento del danno direttamente dal proprio assicuratore (il cosiddetto risarcimento diretto ). Nelle pagine che seguono illustriamo dettagliatamente cosa fare in caso di sinistro e come ottenere un equo risarcimento; ne consigliamo una attenta lettura! Nonostante i nostri sforzi di chiarezza, la procedura di liquidazione dei sinistri può creare dubbi o incertezze; consigliamo quindi di telefonare sempre al nostro Call Center che ti fornirà tutta l assistenza di cui hai bisogno dalla denuncia al pagamento del sinistro La documentazione relativa ai sinistri va inviata al Fax oppure a InChiaro Assicurazioni S.p.A. Gestione Sinistri via Abruzzi, Roma o tramite la tua succursale del Gruppo Banca Sella ricordando di indicare sempre il tuo recapito telefonico, l indirizzo e la (se disponibile).

2 2 Cosa fare in caso di sinistro e come ottenere un equo risarcimento Tutte le novità del Nuovo Codice delle Assicurazioni Cosa fare in caso di incidente (sinistro) 3 Come fare la denuncia di sinistro 5 Ricorda di tenere sempre presenti in auto 5 Cos è il modulo blu 6 Come ottenere il risarcimento 7 La procedura di risarcimento diretto 7 La procedura ordinaria 12 Disciplina sul danno biologico 15 Fondo di garanzia vittime della strada 16 Incidenti provocati da veicoli stranieri 16 Accordo sinistri catastrofali 18 Tempi di prescrizione 19 Principali riferimenti giuridici 19 Ulteriori fonti di informazione 19

3 Cosa fare in caso di incidente (sinistro) 3 Una denuncia di sinistro tempestiva e completa in ogni parte, non solo permette di rispettare un impegno contrattuale, ma accelera la procedura di liquidazione del danno. È quindi fondamentale la collaborazione tra le persone coinvolte nel sinistro. Se non vi è accordo sulle modalità del sinistro, può essere utile richiedere l intervento dell autorità. È necessario comunque raccogliere tutti gli elementi utili seguendo queste indicazioni: compilare accuratamente il modulo blu (Constatazione Amichevole di Incidente - Denuncia di sinistro) seguendo le istruzioni riportate nell ultima pagina del modulo stesso; firmarlo e, possibilmente, farlo firmare anche all altro conducente; se firmato da entrambi i conducenti, trattenere due copie del modulo e consegnare le rimanenti all altro conducente; reperire e indicare i recapiti telefonici dei coinvolti nel sinistro.

4 4 Se nessuno dei due conducenti ha con sé il modulo blu, raccogliere almeno i seguenti dati: data, luogo e ora del sinistro; tipo e targa dell altro veicolo; compagnia di assicurazione dell altro veicolo (nel caso si tratti di un autoveicolo si può ricavare dal contrassegno esposto sul parabrezza); numero di polizza (che si può ricavare anche dal certificato di assicurazione che deve essere conservato in auto); cognome, nome, indirizzo, codice fiscale e numero di telefono/cellulare del conducente dell altro veicolo; generalità e codice fiscale del proprietario dell altro veicolo (se diverso dal conducente); descrizione dettagliata dell incidente e dei danni materiali visibili; generalità e recapiti di eventuali feriti; generalità e recapiti di eventuali testimoni; autorità eventualmente intervenute.

5 Come fare la denuncia di sinistro 5 È assolutamente consigliabile che la denuncia di sinistro venga effettuata utilizzando il modulo blu. Se questo non fosse disponibile al momento del sinistro è utile compilarlo successivamente con i dati raccolti e sottoscriverlo. In ogni caso occorre che entrambi gli assicurati presentino sollecitamente al proprio assicuratore (entro tre giorni secondo il codice civile) la denuncia di sinistro e forniscano ogni altra indicazione eventualmente richiesta. Eventuali ritardi e/o omissioni potrebbero danneggiare la Compagnia la quale, in seguito, potrebbe rivalersi per il pregiudizio sofferto. Ricorda di tenere sempre presenti in auto più copie del modulo blu, magari già precompilate con i dati dell assicurato, del veicolo e della polizza (sezioni 6, 7 e 8), ovviamente una penna e il certificato di assicurazione (obbligatorio).

6 6 Cos è il modulo blu (constatazione amichevole d incidente-cai) Il modulo blu, per la constatazione amichevole degli incidenti è il documento tramite il quale effettuare la denuncia di sinistro e deve essere compilato in ogni sua parte. Chiede anche di specificare, nella prima pagina, il codice fiscale (o la Partita IVA) dei due conducenti / assicurati e presenta una pagina, interamente dedicata alla raccolta dei dati riguardanti eventuali testimoni e feriti. La prima pagina del modulo blu dovrà essere compilata necessariamente per poter usufruire dei benefici previsti dalla procedura di Risarcimento Diretto. La seconda pagina non è obbligatoria ai fini dell applicazione della procedura, ma consente di indicare in modo completo: nome, cognome, codice fiscale, indirizzo e numero telefonico dei testimoni. I dati del proprietario, al contrario, devono essere indicati, soltanto quando si tratta di persona diversa dal contraente (persona a nome della quale è stato emesso il contratto) / assicurato (persona che usufruisce dei benefici del contratto). La parte inferiore, riservata alla raccolta dei dati dei soggetti lesi, è ancora più dettagliata. Chiede di specificare: nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo e codice fiscale. Inoltre è importante precisare se il ferito è il conducente, un passeggero o un pedone e se è stato trasportato presso un Pronto Soccorso, del quale devono essere indicati il nome e l indirizzo.

7 Come ottenere il risarcimento Ci sono due possibilità: 7 La prima mediante la procedura di Risarcimento Diretto (se applicabile) La seconda tramite la procedura ordinaria La procedura di Risarcimento Diretto Per i sinistri accaduti dal 1 febbraio 2007 è applicabile la procedura di Risarcimento Diretto Questa procedura consente all assicurato proprietario / conducente, che ha in tutto o in parte ragione, di ottenere il risarcimento dei danni materiali e fisici (l assicuratore gestisce anche le lesioni del conducente del veicolo fino ad un massimo del 9% di invalidità permanente) direttamente dal proprio assicuratore (questo principio si applica anche per i suoi trasportati che, comunque, vengono risarciti integralmente senza il limite del 9%, ai sensi dell art. 141 del Codice delle Assicurazioni). Il Risarcimento Diretto si applica quando: il modulo blu è firmato da almeno un conducente; si tratta di urto fra due soli veicoli con targa definitiva (sono quindi esclusi ciclomotori con il cosiddetto targhino e le macchine agricole) assicurati da imprese operanti in Italia. Il sinistro è avvenuto in Italia.

8 8 Per targa definitiva si intende il sistema di targatura previsto ai sensi del DPR n 153 del 6 marzo In tal caso, l assicuratore: raccoglie la denuncia di sinistro (ritirando una delle due copie in possesso dell assicurato che ne trattiene sempre una) e ne rilascia ricevuta; la ricevuta non è necessaria se la denuncia è stata inviata per lettera raccomandata; assiste il cliente richiedendogli la documentazione integrativa necessaria Se il modulo è a firma congiunta ovvero il modello CAI è firmato da entrambi i conducenti e la dinamica è chiara e condivisa, richiede all altra Compagnia l autorizzazione alla gestione e, se la riceve, comunica all assicurato il numero del sinistro, il nome del perito che valuterà il danno materiale (in caso di lesioni, il nominativo del medico che valuterà il danno alla persona, qualora residuano dei postumi, sarà comunicato successivamente) e l ufficio incaricato di trattare il danno con il relativo recapito, numero telefonico e reperibilità. Qualora ottenga risposta negativa dall altra Compagnia ne da comunicazione al cliente/danneggiato invitandolo a rivolgersi al responsabile civile ed all assicuratore di quest ultimo.

9 9 Se il modulo è a firma unica richiede all altra Compagnia l autorizzazione alla gestione e, se la riceve, comunica all assicurato il numero del sinistro, il nome del perito che valuterà il danno materiale (in caso di lesioni, il nominativo del medico che valuterà il danno alla persona qualora residuano dei postumi, sarà comunicato successivamente) e l ufficio incaricato di trattare il danno con il relativo recapito, numero telefonico e reperibilità. Qualora ottenga risposta negativa dall altra Compagnia ne da comunicazione al cliente/danneggiato invitandolo a rivolgersi al responsabile civile ed all assicuratore di quest ultimo. Inoltre, per il tramite dell altra Compagnia, verso la quale si attiva direttamente, ottiene la versione sulle modalità dell evento indicate dal conducente dell altro veicolo coinvolto, effettuando un confronto con quelle dichiarate dal proprio cliente e avvertendolo delle discordanze. L Assicuratore provvede alla perizia del danno al veicolo entro 10 giorni da quello in cui il mezzo è stato messo a sua disposizione dal cliente che ne ha indicato luogo e modalità di reperibilità al momento della denuncia; E nei termini previsti (30 giorni nel caso di danno a cose e modulo blu congiuntamente firmato e 60 nel caso di modulo blu a firma unica): in caso di accordo, paga al cliente proprietario del veicolo l importo concordato e, contestualmente, può chiederne ricevuta;

10 10 in caso di disaccordo (ad esempio sull entità del danno o sulle percentuali di responsabilità del sinistro), paga al cliente proprietario del veicolo la somma che ritiene dovuta. In quest ultimo caso, l assicurato incassa la somma e può rivolgersi al proprio assicuratore, per richiedere l ulteriore parte di danno che ritiene gli debba essere risarcita; contesta al cliente proprietario del veicolo la mancata messa a disposizione del veicolo per la perizia. Qualora si sia verificato un danno alla persona, per la sua valutazione vale quanto indicato al paragrafo Disciplina sul danno biologico riportato a pagina 15. Ma è necessario che il cliente/danneggiato fornisca all assicuratore i dati relativi all età, al codice fiscale, all attività del soggetto leso, al reddito, all entità delle lesioni subite ed alleghi: l attestazione medica comprovante l avvenuta guarigione con o senza postumi permanenti o, in caso di decesso, il certificato di morte. Qualora tali certificazioni non siano subito disponibili, è possibile inviarle in seguito con una seconda raccomandata.

11 11 Di contro l assicuratore: indica al danneggiato il numero di sinistro, la persona o l ufficio incaricato di trattare il danno con il relativo recapito, numero telefonico e reperibilità; provvede all accertamento dei danni alla persona attraverso visita medico-legale cui il danneggiato è tenuto a sottoporsi; se il danno è risarcibile, comunica al danneggiato la somma offerta; se il danno non risulta risarcibile, comunica al danneggiato i motivi per cui ritiene di non dover fare l offerta. Queste ultime comunicazioni sono effettuate, per legge: per i danni alla persona guaribili entro 40 giorni, nei 60 giorni successivi alla ricezione della documentazione necessaria. per i danni alla persona guaribili oltre 40 giorni, nei 90 giorni successivi alla ricezione della documentazione necessaria. Qualora, nel corso della procedura di Risarcimento Diretto, l assicuratore rilevi fatti che impediscano l applicazione della procedura stessa, ne informa l assicurato, invitandolo a rivolgersi all assicuratore dell altro veicolo (con le modalità indicate al successivo paragrafo La procedura ordinaria ), al quale, contestualmente, trasferisce la pratica.

12 12 La procedura ordinaria Se non può essere applicato il Risarcimento Diretto, allora si applica la seguente procedura: A. Il danneggiato: invia all assicuratore dell altro veicolo e al proprietario dello stesso la richiesta di risarcimento dei danni subiti, mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno (allegato A facsimile di richiesta). Per i danni a cose la lettera raccomandata deve: avere in allegato una copia del modulo blu o, in mancanza, una descrizione del sinistro contenente gli elementi indicati al paragrafo Cosa fare in caso di incidente (sinistro) a pagina 3; indicare il luogo e i tempi utili in cui le cose sono a disposizione dell assicuratore per la perizia dei danni (almeno 8 giorni lavorativi successivi a quello del ricevimento della raccomandata, nei normali orari di lavoro). Per i danni alla persona la lettera raccomandata deve: avere in allegato una copia del modulo blu o, in mancanza, una descrizione del sinistro contenente gli elementi indicati al paragrafo Cosa fare in caso di incidente (sinistro) a pagina 3; indicare i dati relativi all età, al codice fiscale, all atti-

13 13 vità del danneggiato, al suo reddito, all entità delle lesioni subite e contenere in allegato l attestazione medica comprovante l avvenuta guarigione con o senza postumi permanenti o, in caso di decesso, il certificato di morte. Qualora tali certificazioni non siano subito disponibili, è possibile inviarle in seguito con una seconda raccomandata. B. L assicuratore: B1: se il danneggiato ha fornito tutti gli elementi indicati al precedente punto A: indica al danneggiato il numero di sinistro, la persona o l ufficio incaricato di trattare il danno con il relativo recapito, numero telefonico e reperibilità; provvede all accertamento dei danni, anche attraverso visita medico-legale cui il danneggiato, in caso di danni alla persona, è tenuto a sottoporsi; se il danno è risarcibile, comunica al danneggiato la somma offerta per il risarcimento; se il danno non risulta risarcibile, comunica al danneggiato i motivi per cui ritiene di non dover fare l offerta. Queste ultime comunicazioni sono effettuate, per legge: per i danni a cose entro 60 giorni dalla ricezione della raccomandata, oppure entro 30 giorni in caso di modulo firmato da entrambi i conducenti;

14 14 per i danni alla persona guaribili entro 40 giorni, nei 60 giorni successivi alla ricezione della documentazione necessaria. per i danni alla persona guaribili oltre 40 giorni, nei 90 giorni successivi alla ricezione della documentazione necessaria. B2: se il danneggiato non ha fornito tutti gli elementi di cui al punto A: chiede le informazioni e la documentazione mancante entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta incompleta; indica il numero di sinistro, la persona o l ufficio incaricato di trattare il danno con il relativo recapito, numero telefonico e reperibilità; dal momento della ricezione della documentazione completa, troverà applicazione quanto riportato nel punto B1. C. Il danneggiato, una volta ricevuta l offerta dall assicuratore, può: dichiarare di accettarla: in questo caso l assicuratore deve provvedere al pagamento entro 15 giorni dal ricevimento della dichiarazione; dichiarare di non accettarla: in questo caso l assicuratore deve inviare egualmente la somma offerta entro 15 giorni dal ricevimento della dichiarazione;

15 15 il danneggiato può incassarla, quale acconto sul maggior danno, senza che questo pregiudichi le sue pretese; non riscontrare l offerta ricevuta: in questo caso l assicuratore, trascorsi 30 giorni dalla comunicazione dell offerta senza ricevere risposta, ha l obbligo comunque, entro i successivi 15 giorni, di inviare la somma offerta; il danneggiato può incassarla, quale acconto sul maggior danno, senza che questo pregiudichi le sue pretese. Disciplina sul danno biologico Per semplificare ed uniformare il risarcimento delle lesioni personali permanenti di lieve entità (fino a 9 punti), la legge prevede specifiche tabelle che, sulla base della gravità della lesione e dell età del danneggiato, permettono una facile quantificazione del danno. Per le lesioni temporanee è invece previsto un importo per ogni giorno di inabilità assoluta, percentualmente ridotto in caso di inabilità parziale. Il danno può inoltre essere ulteriormente risarcito tenuto conto delle condizioni soggettive del danneggiato. Inoltre è previsto un risarcimento quale danno morale da calcolarsi in percentuale sul danno biologico. È quindi necessario che il danneggiato fornisca all assicuratore che gestisce le lesioni, al quale ha chiesto il risarcimento, la documentazione medica (certificati del pronto soccorso e successivi) inerente all evento.

16 16 Fondo di garanzia vittime della strada Istituito dal legislatore a tutela dei danneggiati, il Fondo di Garanzia interviene, nei limiti dei massimali obbligatori, nei seguenti tre casi: sinistri causati da veicoli non identificati, solo per i danni alle persone; sinistri causati da veicoli non assicurati, per i danni alle persone e anche, con una franchigia di 500,00, per i danni alle cose; sinistri causati da veicoli assicurati con imprese poste in liquidazione coatta amministrativa. Nei casi relativi ai primi due punti occorre inviare la richiesta di risarcimento (redatta conformemente al precedente punto A di pag. 12) alla CONSAP S.p.A., Servizio Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada, Via Yser, Roma. Nell ultimo caso, poiché la legge prevede varie ipotesi, è opportuno, prima di inviare la richiesta di risarcimento, individuare il soggetto cui deve essere trasmessa. Incidenti provocati da veicoli stranieri Se l incidente, provocato da un veicolo straniero, è avvenuto in Italia, occorre inviare la richiesta di risarcimento (redatta conformemente al precedente punto A

17 17 di pag. 12) all UCI - Ufficio Centrale Italiano, Corso Sempione, Milano, che, successivamente, comunicherà il nominativo della società incaricata di liquidare il danno. Se invece l incidente provocato da un veicolo straniero è avvenuto all estero, la richiesta di risarcimento deve essere inviata direttamente all assicuratore del responsabile e al Bureau di quello Stato (l equivalente dell UCI italiano). È quindi opportuno, al momento del sinistro, individuare esattamente l assicuratore del veicolo straniero. A far data dal 20 gennaio 2003, alla luce di quanto previsto dalla IV direttiva U.E. l assicurato che abbia subito un danno con responsabilità a carico di cittadino residente in uno degli stati dello SEE (Spazio Economico Europeo), può rivolgere le sue richieste direttamente in Italia al rappresentante della Compagnia assicuratrice del veicolo straniero. Per avere informazioni su quale Società ricopra tale ruolo, l assicurato potrà rivolgersi all ISVAP - Centro di informazione IV Direttiva U.E. - con sede a Roma, Via del Quirinale 21, Tel. 06/ Fax 06/

18 18 Accordo sinistri catastrofali Questo accordo ha lo scopo di facilitare la gestione di incidenti che coinvolgono contemporaneamente almeno 40 veicoli (ad es. maxitamponamenti in autostrada). Tuttavia una speciale commissione costituita dall ANIA può, in determinati casi particolarmente gravi, dichiarare applicabile l accordo anche per gli incidenti che coinvolgono almeno 20 veicoli. In questi casi, ciascun assicuratore provvede a gestire i danni del proprio assicurato (conducente incolpevole o solo parzialmente colpevole e veicolo) nonché delle persone da lui trasportate, a prescindere dalla responsabilità dell assicurato e fino ad un limite massimo di ,00 (IVA compresa). La richiesta di risarcimento, pertanto, va inviata all assicuratore così individuato.

19 Tempi di prescrizione 19 Per il risarcimento del danno prodotto dalla circolazione dei veicoli, il diritto si prescrive in due anni. Occorrerà pertanto formalizzare la richiesta non oltre 2 anni dalla data dell incidente. Se necessario bisogna rinnovare la richiesta entro 2 anni sempre a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. Principali riferimenti giuridici Codice delle Assicurazioni: il decreto legislativo 7 settembre 2005, n G.U. n. 239 del Suppl. Ordinario n. 163; Decreto del Presidente della Repubblica del 18 Luglio 2006, n. 254 Ulteriori fonti di informazione

20 20 Allegato A Raccomandata A.R. Alla Società. (Direzione Generale) All Ispettorato sinistri della Società (Ufficio incaricato del luogo di domicilio del danneggiato) Oggetto: richiesta di risarcimento dei danni ex art. 148, decreto legislativo 209/2005 Il Sottoscritto (nome, cognome e codice fiscale) proprietario del veicolo (tipologia di veicolo modello e targa) con la presente intende costituire in mora codesta società per i danni patrimoniali e non patrimoniali subiti a seguito del sinistro avvenuto il (data) in (località con indicazione precisa del luogo di accadimento). Il sinistro si è verificato per esclusiva responsabilità del conducente dell autovettura (tipologia del veicolo, modello, e targa) assicurata per la responsabilità civile auto con codesta società (polizza n se conosciuta). Le modalità e le conseguenze del sinistro sono riportate nell allegato modello di constatazione amichevole di sinistro (compilare in ogni sua parte il modello) a firma (indicare se singola o congiunta). In alternativa al modulo CAI inserire la frase seguente: Il sinistro si è verificato secondo le seguenti modalità (descrizione della modalità di accadimento del danno) e i danni riportati dallo scrivente consistono (descrizione dei danni subiti e delle eventuali lesioni subite).

21 21 Si invita codesta società a procedere all accertamento e alla quantificazione dei danni precisando che le cose danneggiate restano a disposizione per gli eventuali accertamenti peritali per otto giorni non festivi consecutivi a far data dalla ricezione della presente in orari lavorativi (ovvero dalle ore alle ore scegliendo un arco temporale di almeno due ore giornaliere nell arco dell orario solitamente dedicato al lavoro) al seguente indirizzo Previo appuntamento telefonico al n... o tramite In caso di lesioni: poiché dal sinistro sono derivati anche danni fisici al sig... (nome, cognome, codice fiscale, indirizzo di residenza, professione e reddito) si allega la relativa documentazione medica dalla quale si evince: la durata della inabilità temporanea (con eventuale dichiarazione di guarigione) la quantificazione della inabilità permanente subita se il danneggiato abbia diritto a percepire l indennità di malattia da un ente di assicurazione sociale. Si informa sin d ora che, in assenza di comunicazione dell offerta ovvero dei motivi in base ai quali si ritiene di non poter procedere all offerta nei tempi stabiliti dalla normativa si provvederà ad inviare segnalazione all Isvap - Sezione Reclami - affinché proceda all irrogazione delle relative sanzioni. Firma Fac - simile di modulo predisposto da Isvap e scaricabile dal sito Internet Isvap sezione circolari / 2003/ circolare 502/D /allegati

22 22 Criteri di determinazione del grado di responsabilità Principi generali Ai fini dell accertamento della responsabilità in ordine ai sinistri disciplinati dall art. 149 del codice delle assicurazioni private, si apllicano i seguenti principi: Se due veicoli circolano nella stessa direzione e sulla medesima fila, il veicolo che urta quello antistante è responsabile al 100% del sinistro. La responsabilità è del veicolo nero che urta posterior- Se i due veicoli circolano su due file differenti, il veicolo che cambia fila è responsabile al 100% del sinistro. La responsabilità è del veicolo nero che cambia fila

23 23 Se il contatto tra i due veicoli avviene senza cambiamento di fila, si presume una responsabilità concorsuale al 50%. La responsabilità è al 50% se non c è cambiamento di fila Se uno dei due veicoli si rimette nel flusso della circolazione da una posizione di sosta o uscendo da un area privata e urta un veicolo in circolazione è responsabileal 100% del sinistro. La responsabilità è del veicolo nero che si rimette in circolazione dopo una sosta Se i due veicoli circolano in senso inverso, impegnando o sorpassando l asse mediano della carreggiata, e si scontrano frontalmente, si presume una responsabilità concorsuale al 50%. La responsabilitù è al 50% visto che entrambi i veicoli superano l asse mediano della carreggiata

24 24 Se invece è solo uno dei due veicoli a sorpassare l asse mediano della carreggiata la responsabilità è integralmente a carico di quest ultimo. La responsabilità è del veicolo nero che sorpassa l asse mediano della carreggiata Se i due veicoli provengono da due strade differenti, le cui direzioni si intersecano o si congiungono, la responsabilità è interamente a carico di quello che proviene da sinistra a meno che le precedenze non siano indicate in maniera differente da segnali stradali o semaforici. La responsabilità è del veicolo nero che proviene da sinistra Se un veicolo in circolazione urta un veicolo in sosta è interamente responsabile del sinistro. La responsabilità è del veicolo nero che essendo in circolazione urta un veicolo in sosta

25 25 Se uno dei veicoli circola in retromarcia è responsabile del sinistro. La responsabilità è del veicolo nero che circola in retromarcia Schema di ripartizione delle responsabilità sulla base delle casistiche ricorrenti Nel riparto delle responsabilità per sinistri nei quali siano coinvolti due veicoli si applicano, laddove corrispondenti al caso di specie, i criteri contemplati dalla tabella riportata alla pagina seguente (casistica riportata sul modulo di constatazione amichevole), recante lo schema di ripartizione delle responsabilità sulla base della casistica ricorrente. (nel prospetto della pagina seguente è riportata la situazione relativa alla responsabilità del veicolo A)

26 26 Le percentuali di responsabilità indicate nello schema possono variare in funzione: - della corresponsabilità dovuta al mercato rispetto del limite di velocità, quantificabile in una misura che varia dal 30% al 70%. - del mancato rispetto delle modalità previste dal Codice della Strada per le svolte a destra e sinistra, quantificabile in una misura che varia dal 30% al 70%. A prescindere dalle indicazioni riportate nella seguente tabella, ogni sinistro andrà valutato nel caso concreto tenendo conto anche di ulteriori circostanze che possono aver influito sulla dinamica del sinistro.

1) Risarcimento Diretto

1) Risarcimento Diretto 1) Risarcimento Diretto Cos'è È la nuova procedura di rimborso assicurativo, in vigore dal 1 febbraio 2007, che in caso di incidente stradale ti consente di ottenere il risarcimento direttamente dalla

Dettagli

LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO

LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO TRASPARENZA E QUALITÀ LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO Edizione 2002 La guida pratica alle procedure di risarcimento per l utente r.c. auto Documento realizzato da: Associazione Indipendente

Dettagli

LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO

LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO TRASPARENZA E QUALITÀ LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO Terza Edizione La guida pratica alle procedure di risarcimento per l utente r.c. auto Documento realizzato da: ADICONSUM Questo

Dettagli

IL RISARCIMENTO DIRETTO IN BREVE

IL RISARCIMENTO DIRETTO IN BREVE IL RISARCIMENTO DIRETTO IN BREVE CHE COSA È IL RISARCIMENTO DIRETTO Il risarcimento diretto è la nuova procedura di rimborso assicurativo che dal 1 febbraio 2007 in caso di incidente stradale consente

Dettagli

Guida per l assicurato AXA sul RISARCIMENTO DIRETTO

Guida per l assicurato AXA sul RISARCIMENTO DIRETTO Guida per l assicurato AXA sul RISARCIMENTO DIRETTO 1 INDICE - Che cosa cambia in pratica con il risarcimento diretto? - Cosa è utile fare al momento del sinistro? - Come fare a denunciare l incidente?

Dettagli

RISARCIMENTO DIRETTO

RISARCIMENTO DIRETTO RISARCIMENTO DIRETTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE E FARE DIVISIONE SPECIALE RC AUTO A cura di Andrea Caldirola Responsabile Ufficio Sinistri Gruppo Assiteca indiceindiceindiceindic Andrea Caldirola Responsabile

Dettagli

Articolo 1 Definizioni

Articolo 1 Definizioni DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n.254 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell'articolo 150 del decreto

Dettagli

RISARCIMENTO DIRETTO: ACCORCIAMO LE DISTANZE

RISARCIMENTO DIRETTO: ACCORCIAMO LE DISTANZE Fonte Ania RISARCIMENTO DIRETTO: ACCORCIAMO LE DISTANZE COSA E IL RISARCIMENTO DIRETTO Il risarcimento diretto è la nuova procedura di rimborso assicurativo che dal 1 febbraio 2007 in caso di incidente

Dettagli

Il risarcimento diretto

Il risarcimento diretto 3 Il risarcimento diretto La legge n. 254/2006 dichiara che per alcuni tipi di sinistri, avvenuti dal 1 febbraio 2007, le assicurazioni sono obbligate ad applicare il risarcimento diretto. Il risarcimento

Dettagli

In caso di Incidente da circolazione

In caso di Incidente da circolazione 1. Il Risarcimento Diretto Dal 1 febbraio 2007 è in vigore, a seguito delle modifiche introdotte dal Codice delle Assicurazioni Private, la procedura di Risarcimento Diretto, applicabile a molte tipologie

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell'articolo 150 del decreto

Dettagli

OBBIETTIVO RISARCIMENTO *** 1. Incidenti stradali

OBBIETTIVO RISARCIMENTO *** 1. Incidenti stradali Via Volturno n. 33-30173 VENEZIA/MESTRE Telefono e Fax 041/5349637 E-mail: info@associazionedifesaconsumatori.it www.associazionedifesaconsumatori.it OBBIETTIVO RISARCIMENTO *** 1. Incidenti stradali Perché

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell'articolo 150 del decreto

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA D.P.R. 18-7-2006 n. 254 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell'articolo 150 del D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209 - Codice delle

Dettagli

Progetto Campagna di Informazione sull Indennizzo Diretto, cofinanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico

Progetto Campagna di Informazione sull Indennizzo Diretto, cofinanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico Progetto Campagna di Informazione sull Indennizzo Diretto, cofinanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico realizzazione grafica: GICA service srl - info@gicaservice.it stampa: duemme grafica sas -

Dettagli

Cose da sapere IL BOLLINO BLU

Cose da sapere IL BOLLINO BLU Cose da sapere IL BOLLINO BLU Il Bollino Blu è un certificato che dimostra l avvenuto controllo dei gas di scarico di un automobile, per i Comuni e le aree a traffico limitato delle città in cui questo

Dettagli

C O M U N E D I CARAGLIO Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

C O M U N E D I CARAGLIO Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI C O M U N E D I CARAGLIO Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 33

Dettagli

C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari

C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 159

Dettagli

PROCEDURA PER IL RISARCIMENTO DIRETTO:

PROCEDURA PER IL RISARCIMENTO DIRETTO: PROCEDURA PER IL RISARCIMENTO DIRETTO: La disciplina del risarcimento diretto si applica in tutte le ipotesi di danni a veicoli immatricolati in Italia e di lesioni di lieve entità al conducente, anche

Dettagli

INDICE. Che cos è l indennizzo diretto? Il modulo blu di constatazione amichevole: ecco cosa scrivere! La richiesta di risarcimento

INDICE. Che cos è l indennizzo diretto? Il modulo blu di constatazione amichevole: ecco cosa scrivere! La richiesta di risarcimento INDICE 03 04 05 06 07 08 Che cos è l indennizzo diretto? Il modulo blu di constatazione amichevole: ecco cosa scrivere! La richiesta di risarcimento Come e quando disdire la polizza rca Esempio di disdetta

Dettagli

CIRCOLARE N. 303 del 2 Giugno 1997

CIRCOLARE N. 303 del 2 Giugno 1997 CIRCOLARE N. 303 del 2 Giugno 1997 OGGETTO: art. 123 del decreto legislativo n. 175 del 17 marzo 1995: obblighi di informativa nei contratti di assicurazione diretta diversa dalla assicurazione sulla vita.

Dettagli

D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254

D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254 397 D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254 Art. 1 2. D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254. Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell articolo

Dettagli

COMUNE DI VALVERDE (Provincia di Catania)

COMUNE DI VALVERDE (Provincia di Catania) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMEN- TO DANNI DERIVANTI DA RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI (Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 9 del 17/03/2014) Sommario

Dettagli

CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Settore di Sicurezza Urbana Nucleo Infortunistica Stradale

CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Settore di Sicurezza Urbana Nucleo Infortunistica Stradale CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Settore di Sicurezza Urbana Nucleo Infortunistica Stradale Novità sul fronte assicurativo per i sinistri stradali. Dal 1 giugno 2004 con la compilazione del modulo CID è possibile

Dettagli

COMUNE DI GARLENDA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

COMUNE DI GARLENDA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI COMUNE DI GARLENDA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. del 1 Sommario

Dettagli

PROCEDURE CONVENZIONE CARD

PROCEDURE CONVENZIONE CARD Smart company PROCEDURE CONVENZIONE CARD LA CONVENZIONE CARD La Convenzione tra Assicuratori per il Risarcimento Diretto (CARD), prevede, per la parte di nostro interesse, due tipologie di sinistri e precisamente:

Dettagli

TUTTE LE INDICAZIONI UTILI PER GESTIRE AL MEGLIO UN SINISTRO GUIDA PRATICA DIALOGO

TUTTE LE INDICAZIONI UTILI PER GESTIRE AL MEGLIO UN SINISTRO GUIDA PRATICA DIALOGO TUTTE LE INDICAZIONI UTILI PER GESTIRE AL MEGLIO UN SINISTRO GUIDA PRATICA DIALOGO SIAMO AL TUO FIANCO SEMPRE SOPRATTUTTO NEI MOMENTI DIFFICILI Sulla strada è importante essere prudenti, rispettare con

Dettagli

facile Daoraè più Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto

facile Daoraè più Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto Daoraè più facile Hai avuto un incidente? Aspetti un risarcimento? Scegli la conciliazione. E più semplice, è più rapida. Da oggi sono finiti

Dettagli

IN CASO DI...INCIDENTE TI AIUTIAMO A COMPILARE IL MODULO BLU (CID) GUIDA PRATICA DIALOGO

IN CASO DI...INCIDENTE TI AIUTIAMO A COMPILARE IL MODULO BLU (CID) GUIDA PRATICA DIALOGO IN CASO DI...INCIDENTE TI AIUTIAMO A COMPILARE IL MODULO BLU (CID) GUIDA PRATICA DIALOGO COS È COSA DEVE CONTENERE Il Modulo Blu di Constatazione Amichevole di Incidente (CID) è il Modulo che ti consigliamo

Dettagli

COSA FARE IN CASO DI INCIDENTE

COSA FARE IN CASO DI INCIDENTE OpusculoIndennizzoItaliana 10-01-2007 16:17 Pagina I COSA FARE IN CASO DI INCIDENTE COME OTTENERE UN RISARCIMENTO DEL DANNO RAPIDO E PUNTUALE. ITALIANA assicurazioni OpusculoIndennizzoItaliana 10-01-2007

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. Centro Studi e Documentazione

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. Centro Studi e Documentazione Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche Centro Studi e Documentazione 00187 ROMA Via Piave 61 sito internet: www.flp.it Email: flp@flp.it tel. 06/42000358 06/42010899 fax. 06/42010628 Segreteria

Dettagli

Roma, 25 marzo 2003. Prot. n. 363148

Roma, 25 marzo 2003. Prot. n. 363148 Roma, 25 marzo 2003 Prot. n. 363148 CIRCOLARE N. 502/D p.c. Alle Imprese di assicurazione con sede legale in Italia Alle Rappresentanze Generali di Imprese di assicurazione con sede legale in uno Stato

Dettagli

IL RISARCIMENTO DIRETTO. E CON L INDENNIZZO DIRETTO LO È ANCORA DI PIÙ.

IL RISARCIMENTO DIRETTO. E CON L INDENNIZZO DIRETTO LO È ANCORA DI PIÙ. L agente Aurora è sempre dalla tua parte. IL RISARCIMENTO DIRETTO. E CON L INDENNIZZO DIRETTO LO È ANCORA DI PIÙ. Perché in caso di sinistro, se sei tu il danneggiato, è lui che ti assiste: evitandoti

Dettagli

facile Daoraè più Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto

facile Daoraè più Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto Daoraè più facile Hai avuto un incidente? Aspetti un risarcimento? Scegli la conciliazione. E più semplice, è più rapida. Da oggi sono finiti

Dettagli

ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS

ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS Il presente Fascicolo Informativo contenente la Nota Informativa,

Dettagli

KIT SINISTRI Assicuratrice Milanese

KIT SINISTRI Assicuratrice Milanese KIT SINISTRI Assicuratrice Milanese Gestione del rischio scolastico COSA DEVE FARE LA SCUOLA? GESTIONE DEI SINISTRI SE IL SINISTRO AVVIENE A SCUOLA O DURANTE ATTIVITÀ CHE COMPORTANO LA PRESENZA DI PERSONALE

Dettagli

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII VII

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII VII INDICE Prefazione... XIII Schemi I IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE... 3 1 Contratto di assicurazione in generale (art. 1882 c.c.)... 15 2 Contratto di assicurazione obbligatoria R.C.A. (art. 1917 c.c.)...

Dettagli

MODULO DENUNCIA SINISTRO Polizza Responsabilità Civile Auto / Garanzie Accessorie

MODULO DENUNCIA SINISTRO Polizza Responsabilità Civile Auto / Garanzie Accessorie RACCOMANDATA A/R CONSEGNATO A MANO Spett.le RCAPOINT Sede di Quartu Sant Elena Via Venezia n. 25/A 09045 Quartu Sant Elena (CA) MODULO DENUNCIA SINISTRO Polizza Responsabilità Civile Auto / Garanzie Accessorie

Dettagli

Via Paracelso, 14-20864 Agrate Brianza (MB) Tel. 039.6056804 - Fax 039.6899940

Via Paracelso, 14-20864 Agrate Brianza (MB) Tel. 039.6056804 - Fax 039.6899940 Via Paracelso, 14-20864 Agrate Brianza (MB) Tel. 039.6056804 - Fax 039.6899940 Filo diretto Assicurazioni S.p.A. - Via Paracelso, 14-20864 Agrate Brianza (MB) - Tel. 039.6056804 - Fax 039.6899940 - www.filodiretto.it

Dettagli

STANDARD OPERATIVI DI ASSISTENZA ALL ASSICURATO NELLE AGENZIE DI ASSICURAZIONI

STANDARD OPERATIVI DI ASSISTENZA ALL ASSICURATO NELLE AGENZIE DI ASSICURAZIONI STANDARD OPERATIVI DI ASSISTENZA ALL ASSICURATO NELLE AGENZIE DI ASSICURAZIONI Progetto curato da Roberto Conforti Consigliere delegato UEA per la Formazione e la Qualità 1 Procedura Risarcimento Diretto

Dettagli

NOTA INFORMATIVA. Contratto di Assicurazione malattia/invalidità permanente da malattia

NOTA INFORMATIVA. Contratto di Assicurazione malattia/invalidità permanente da malattia Contratto di Assicurazione malattia/invalidità permanente da malattia Invalidità permanente da malattia/mod. X0420.0 Edizione 11/2007 Assicurazione malattia/ipm La presente Nota Informativa è redatta secondo

Dettagli

BREVI INDICAZIONI PER COME COMPORTARSI IN CASO DI INCIDENTE

BREVI INDICAZIONI PER COME COMPORTARSI IN CASO DI INCIDENTE BREVI INDICAZIONI PER COME COMPORTARSI IN CASO DI INCIDENTE APPENDICE significato dei termini piu comuni utilizzati all interno di queste istruzioni: Assicurato: persona fisica o giuridica il cui interesse

Dettagli

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Soggetta all'attività di direzione e coordinamento della Sella Holding Banca SpA (timbro dell intermediario) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

Assicurazione e Responsabilità Civile e Penale

Assicurazione e Responsabilità Civile e Penale Assicurazione e Responsabilità Civile e Penale Pagina 1 La responsabilità civile grava (è): sul conducente; sul proprietario del veicolo in solido. Non grava sul proprietario quando può dimostrare che

Dettagli

DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 29 ottobre 2008, n. 191 1

DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 29 ottobre 2008, n. 191 1 DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 29 ottobre 2008, n. 191 1 Regolamento concernente: «Disciplina del diritto di accesso dei contraenti e dei danneggiati agli atti delle imprese di assicurazione

Dettagli

Assicurazione Auto. Diritti del consumatore. Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione

Assicurazione Auto. Diritti del consumatore. Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione Assicurazione Auto Diritti del consumatore Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione GLOSSARIETTO ANIA: è l'associazione che rappresenta le imprese di assicurazione operanti in Italia.

Dettagli

FORMULA 3. RICHIESTA DI RISARCIMENTO DANNI ORDINARIA (sinistro con postumi permanenti superiori al 9%) (art. 148 D.L.vo 7 settembre 2005, n.

FORMULA 3. RICHIESTA DI RISARCIMENTO DANNI ORDINARIA (sinistro con postumi permanenti superiori al 9%) (art. 148 D.L.vo 7 settembre 2005, n. 74 Formulario della circolazione stradale Formula 3 FORMULA 3 RICHIESTA DI RISARCIMENTO DANNI ORDINARIA (sinistro con postumi permanenti superiori al 9%) (art. 148 D.L.vo 7 settembre 2005, n. 209) Vi scrivo

Dettagli

DESIGNAZIONE DEL LEGALE DI FIDUCIA PER LA FASE STRAGIUDIZIALE (art. 4, D.L.vo 4 marzo 2010, n. 28)

DESIGNAZIONE DEL LEGALE DI FIDUCIA PER LA FASE STRAGIUDIZIALE (art. 4, D.L.vo 4 marzo 2010, n. 28) Formula 1 LA FASE STRAGIUDIZIALE 75 FORMULA 1 DESIGNAZIONE DEL LEGALE DI FIDUCIA PER LA FASE STRAGIUDIZIALE (art. 4, D.L.vo 4 marzo 2010, n. 28) Io sottoscritto..., nato a... il... e residente in... via...

Dettagli

PROGETTAZIONE AON S.p.A.

PROGETTAZIONE AON S.p.A. NORME DA SEGUIRE IN CASO DI INFORTUNIO CONVENZIONE CONI In caso di infortunio compilare il modulo di denuncia in ogni sua parte in stampatello ed inviare lo stesso a mezzo raccomandata postale con ricevuta

Dettagli

facile Sarà più Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC auto

facile Sarà più Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC auto Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC auto Sarà più facile Hai avuto un incidente? Aspetti un risarcimento? Per non litigare più, scegli la conciliazione. Da oggi basta litigare. Se

Dettagli

VADEMECUM SINISTRI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI TESSERATI

VADEMECUM SINISTRI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI TESSERATI VADEMECUM SINISTRI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI TESSERATI Compilare il modulo di denuncia responsabilità civile contro terzi in ogni sua parte in stampatello ed inviare lo stesso a mezzo raccomandata

Dettagli

PROCEDURE DA SEGUIRE IN CASO DI SINISTRO INFORTUNI PER GLI ASSICURATI CARIGE ASSICURAZIONI S.P.A. DELLA UISP

PROCEDURE DA SEGUIRE IN CASO DI SINISTRO INFORTUNI PER GLI ASSICURATI CARIGE ASSICURAZIONI S.P.A. DELLA UISP PROCEDURE DA SEGUIRE IN CASO DI SINISTRO INFORTUNI PER GLI ASSICURATI CARIGE ASSICURAZIONI S.P.A. DELLA UISP La denuncia di sinistro potrà essere anticipata telefonicamente, dalle 09:00 alle 12:00 del

Dettagli

Ufficio Programmazione Risorse Umane. Circolari e Documenti vari sui Cotratti prestazione d'opera (ex art.2222)

Ufficio Programmazione Risorse Umane. Circolari e Documenti vari sui Cotratti prestazione d'opera (ex art.2222) Ufficio Programmazione Risorse Umane Circolari e Documenti vari sui Cotratti prestazione d'opera (ex art.2222) Ufficio Personale Siena, 26 SET. 2000 Ai Presidi di Facoltà Ai Direttori di Dipartimento Ai

Dettagli

IL TUO BRACCIO DESTRO PER GESTIRE I SINISTRI

IL TUO BRACCIO DESTRO PER GESTIRE I SINISTRI IL TUO BRACCIO DESTRO PER GESTIRE I SINISTRI INDICE Introduzione pag. 1 Sul veicolo pag. 2 Se accade un sinistro pag. 3 Cosa fare subito dopo un sinistro pag. 4 Trovare un accordo è importante pag. 6 La

Dettagli

ART. 1. (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto)

ART. 1. (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto) SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSICURAZIONE R.C. AUTO ART. 1 (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto) 1. Al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, e successive

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo I LA FASE STRAGIUDIZIALE. F004 Denuncia di sinistro ex art. 143 D.Lgs. n. 209/ 2005 (I ipotesi)... Pag.

INDICE SOMMARIO. Capitolo I LA FASE STRAGIUDIZIALE. F004 Denuncia di sinistro ex art. 143 D.Lgs. n. 209/ 2005 (I ipotesi)... Pag. Capitolo I LA FASE STRAGIUDIZIALE F001 Denuncia di sinistro ex art. 143 D.Lgs. n. 209/ 2005 (I ipotesi)... Pag. 3 F002 Denuncia di sinistro ex art. 143 D.Lgs. n. 209/ 2005 (II ipotesi)...» 4 F003 Denuncia

Dettagli

La denuncia di sinistro

La denuncia di sinistro Capitolo 1 La denuncia di sinistro Bibliografia: Legislazione: C. BUZZONE-M. CURTI, Formulario RC auto, Ipsoa, Milano 2006. D.P.R. n. 254/2006. La denuncia di sinistro ha lo scopo di portare all attenzione

Dettagli

Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM) in via n. recapito telefonico

Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM) in via n. recapito telefonico Protocollo Al Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Oggetto: Richiesta/o Rinnovo contrassegno di parcheggio per disabili. Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM)

Dettagli

Modulo di Denuncia RCT - Responsabilità civile verso terzi

Modulo di Denuncia RCT - Responsabilità civile verso terzi LA INVITIAMO A RISPONDERE A TUTTE LE DOMANDE E A RESTITUIRE IL MODULO ALL'INDIRIZZO INDICATO. COMPILI IN STAMPATELLO E CON INCHIOSTRO NERO. LA COMPILAZIONE ERRATA O PARZIALE DEL MODULO POTREBBE RITARDARE

Dettagli

POLIZZA INFORTUNI DEI CONSIGLIERI E DEI DIPENDENTI DELL ORDINE Caratteristiche e Prestazioni

POLIZZA INFORTUNI DEI CONSIGLIERI E DEI DIPENDENTI DELL ORDINE Caratteristiche e Prestazioni POLIZZA INFORTUNI DEI CONSIGLIERI E DEI DIPENDENTI DELL ORDINE Caratteristiche e Prestazioni OGGETTO L assicurazione vale per gli infortuni subiti nell espletamento della carica di Componente del Consiglio

Dettagli

Riepilogo Copertura Infortuni. Bocconi Sport Team Società Sportiva Dilettantistica

Riepilogo Copertura Infortuni. Bocconi Sport Team Società Sportiva Dilettantistica Riepilogo Copertura Infortuni Bocconi Sport Team Società Sportiva Dilettantistica Indice INFORTUNI... 2 Oggetto della copertura... 3 Capitali assicurati... 3 Principali garanzie... 4 Principali esclusioni...

Dettagli

Regole in materia di coperture per Infortuni Professionali ed Extraprofessionali. appartenente alle Aree Professionali ed ai Quadri Direttivi

Regole in materia di coperture per Infortuni Professionali ed Extraprofessionali. appartenente alle Aree Professionali ed ai Quadri Direttivi Regole in materia di coperture per Infortuni Professionali ed Extraprofessionali a favore del Personale appartenente alle Aree Professionali ed ai Quadri Direttivi Aprile 2008 Regole in materia di coperture

Dettagli

LE CARATTERISTICHE [ SIGILLO ] VADEMECUM. Che cosa è. A chi si rivolge. Che cosa offre. Quali somme sono assicurate

LE CARATTERISTICHE [ SIGILLO ] VADEMECUM. Che cosa è. A chi si rivolge. Che cosa offre. Quali somme sono assicurate LE CARATTERISTICHE Che cosa è E una polizza collettiva contro gli infortuni professionali ed extraprofessionali, che può essere sottoscritta esclusivamente dai titolari di conti correnti di una delle Banche

Dettagli

A. INFORMAZIONI SULL'IMPRESA DI ASSICURAZIONE.

A. INFORMAZIONI SULL'IMPRESA DI ASSICURAZIONE. NOTA INFORMATIVA POLIZZA CONVENZIONE FIDI XXX La presente Nota Informativa è redatta secondo lo schema predisposto dall ISVAP, ma il suo contenuto non è soggetto alla preventiva approvazione dell ISVAP.

Dettagli

Oggetto: Comunicazione Isvap del 19/4/2012 su alcune disposizioni contenute nella Legge n.27/2012

Oggetto: Comunicazione Isvap del 19/4/2012 su alcune disposizioni contenute nella Legge n.27/2012 CIRCOLARE 43/12 Da: DANNI E RETI A: Agenzie in gestione libera e in economia Struttura Commerciale Territoriale Struttura Territoriale Sinistri Ispettori Amministrativi e Tecnici Uffici di Sede Milano,

Dettagli

A. INFORMAZIONI RELATIVE ALL IMPRESA DI ASSICURAZIONE

A. INFORMAZIONI RELATIVE ALL IMPRESA DI ASSICURAZIONE La presente Nota Informativa è redatta secondo lo schema predisposto dall ISVAP, ma il suo contenuto non è soggetto alla preventiva approvazione dell ISVAP. Il Contraente e l Assicurato devono prendere

Dettagli

Gentile Signore/a, Il direttore

Gentile Signore/a, Il direttore Istituto Nazionale Previdenza Sociale Città Data Al sig./ra Indirizzo Gentile Signore/a, le scriviamo con riferimento al certificato di malattia da Lei presentato ai nostri Uffici, relativo ad un periodo

Dettagli

Direzioni Regionali e Interregionali LORO SEDI. Comandi Provinciali VV.F. LORO SEDI. e, p.c. Al Sig. Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Direzioni Regionali e Interregionali LORO SEDI. Comandi Provinciali VV.F. LORO SEDI. e, p.c. Al Sig. Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco REGISTRO UFFICIALE USCITA Prot. n. 19712 del 05/10/2015 s.06.04.01 Lavori Preparatori Alle All Alle Ai Agli Agli Direzioni Centrali LORO SEDI Ufficio Centrale Ispettivo SEDE Direzioni Regionali e Interregionali

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE RESPONSABILITÀ CIVILE

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE RESPONSABILITÀ CIVILE CONTRATTO DI ASSICURAZIONE RESPONSABILITÀ CIVILE PRODOTTO RC Vita Privata in convenzione con la BANCA VERONESE CREDITO COOPERATIVO DI CONCAMARISE Società Cooperativa Il presente fascicolo informativo contenente

Dettagli

POLIZZE ASSICURATIVE STAGIONE SPORTIVA 2015/2016

POLIZZE ASSICURATIVE STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 CIRCOLARE N. 3 Alle Società che hanno acquisito il titolo sportivo per la partecipazione al Campionato Serie B 2015/2016 Milano, 3 Luglio 2015 POLIZZE ASSICURATIVE STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 Premessa

Dettagli

Responsabilità Civile Patrimoniale

Responsabilità Civile Patrimoniale QUESTIONARIO/PROPOSTA DI ASSICURAZIONE PER LA Responsabilità Civile Patrimoniale per Colpa Grave, Responsabilità Amministrativa, Amministrativa/Contabile, Danno Erariale Dirigenti e Dipendenti Tecnici

Dettagli

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293)

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Misure per favorire l iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza Capo III DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RC AUTO 1

Dettagli

Polizza di Assicurazione RC Professionale per MEDICI DENTISTI E ODONTOIATRI

Polizza di Assicurazione RC Professionale per MEDICI DENTISTI E ODONTOIATRI Polizza di Assicurazione RC Professionale per MEDICI DENTISTI E ODONTOIATRI MODULO DI RACCOLTA DATI da inviare a mezzo fax allo 02.89.78.68.55. Per informazioni tel. 02.89.78.68.11 Contraente Indirizzo

Dettagli

Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti

Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti Nei giorni scorsi il governo ha approvato in consiglio dei ministri il testo del decreto legge relativo alle liberalizzazioni

Dettagli

COMUNE DI GESSATE Provincia di Milano DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

COMUNE DI GESSATE Provincia di Milano DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Allegato B alla delib. GC n. 20 del 19/02/2014 COMUNE DI GESSATE Provincia di Milano DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con

Dettagli

Guida al Piano Rischio Premorienza. Convenzione ASDEP

Guida al Piano Rischio Premorienza. Convenzione ASDEP Guida al Piano Rischio Premorienza Convenzione ASDEP Servizio di consulenza ai clienti Numero Telefonico 06 59054249 dall estero: prefisso per l Italia +39 06 59054249 orari: 09,00 12,30 dal lunedì al

Dettagli

GUIDEpratiche LE PAROLE DELL ASSICURAZIONE COME ORIENTARSI NEL MONDO DELLE POLIZZE AUTO L INFORMAZIONE SEMPRE A PORTATA DI MANO

GUIDEpratiche LE PAROLE DELL ASSICURAZIONE COME ORIENTARSI NEL MONDO DELLE POLIZZE AUTO L INFORMAZIONE SEMPRE A PORTATA DI MANO GUIDEpratiche L INFORMAZIONE SEMPRE A PORTATA DI MANO LE PAROLE DELL ASSICURAZIONE COME ORIENTARSI NEL MONDO DELLE POLIZZE AUTO UN UTILE GLOSSARIO PER LA POLIZZA AUTO COME ORIENTARSI NEL MONDO DELLE ASSICURAZIONI

Dettagli

Guida pratica alla conoscenza delle coperture stipulate in favore dei DIPENDENTI Alitalia Compagnia Aerea Italiana CAI First CAI Second

Guida pratica alla conoscenza delle coperture stipulate in favore dei DIPENDENTI Alitalia Compagnia Aerea Italiana CAI First CAI Second Guida pratica alla conoscenza delle coperture stipulate in favore dei DIPENDENTI Alitalia Compagnia Aerea Italiana CAI First CAI Second Group Insurance & Risk Management Alitalia Compagnia Aerea Italiana

Dettagli

Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali

Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, in base al D.Lgs 81/08 riceve le informazioni e la documentazione

Dettagli

INDENNIZZO DIRETTO EX ART. 149 CODICE DELLE ASSICURAZIONI

INDENNIZZO DIRETTO EX ART. 149 CODICE DELLE ASSICURAZIONI INDENNIZZO DIRETTO EX ART. 149 CODICE DELLE ASSICURAZIONI di Guido Belli Cultore di diritto civile nell Università di Bologna SOMMARIO: 1. Il risarcimento diretto. 2. Ambito di applicazione. 3. Questioni

Dettagli

Revisione 26/01/2006 PROGETTO CARROZZERIA TRASPARENTE CARTA DEI SERVIZI

Revisione 26/01/2006 PROGETTO CARROZZERIA TRASPARENTE CARTA DEI SERVIZI Revisione 26/01/2006 PROGETTO CARROZZERIA TRASPARENTE CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI FORNITI DALLE CARROZZERIE I servizi, di seguito elencati, sono erogati dalle carrozzerie alla propria clientela

Dettagli

VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA

VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA Direzione Regionale del Veneto Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA Il visto di conformità, disciplinato dall

Dettagli

La polizza RC auto. Ultimo consiglio: Ogni premio è trattabile.

La polizza RC auto. Ultimo consiglio: Ogni premio è trattabile. 2 La polizza RC auto Da ottobre 2009 a ottobre 2011, secondo i dati ISVAP, gli incrementi tariffari medi nazionali sono stati pari al 26,9% per un 40enne in classe di massimo bonus, al 20,2% per un 18enne

Dettagli

CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it

CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it ASSICURAZIONI:MODELLO AMICHEVOLE DI RISARCIMENTO, IL TESTO DELLA NUOVA CONVENZIONE Dal 1 giugno 2004 modello amichevole per risarcimento danni

Dettagli

VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA

VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA Direzione Regionale del Veneto Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA Il visto di conformità, disciplinato dall

Dettagli

RISOLUZIONE N. 190/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 190/E QUESITO RISOLUZIONE N. 190/E Roma, 08 maggio 2008 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Art. 10, comma 1, nn. 2) e 9), D.P.R. n. 633 del 1972. Esenzioni IVA. Regime dell Intermediazione nell ambito

Dettagli

Lotto 1. Copertura assicurativa della responsabilità civile auto e garanzie auto rischi diversi. Autobus. Scheda di offerta tecnica

Lotto 1. Copertura assicurativa della responsabilità civile auto e garanzie auto rischi diversi. Autobus. Scheda di offerta tecnica Spett.le ATAP S.p.A. Lotto 1 Copertura assicurativa della responsabilità civile auto e garanzie auto rischi diversi Autobus Scheda di offerta tecnica Il concorrente dovrà indicare le eventuali varianti

Dettagli

NOTA INFORMATIVA. Il contraente deve prendere visione delle condizioni di assicurazione prima della sottoscrizione della polizza

NOTA INFORMATIVA. Il contraente deve prendere visione delle condizioni di assicurazione prima della sottoscrizione della polizza NOTA INFORMATIVA contratto di assicurazione Novit Auto- NATANTI contratto di assicurazione di responsabilità civile per la circolazione dei natanti modello n. 1060 del 1 dicembre 2010 La presente nota

Dettagli

Prot. n. 16568 del 21/03/2014. Oggetto: Invio modulistica INAIL

Prot. n. 16568 del 21/03/2014. Oggetto: Invio modulistica INAIL Prot. n. 16568 del 21032014 Ai Medici 118 Oggetto: Invio modulistica INAIL Direttore Centrale Operativa 118 Via Roma 56 53100 SIENA tel. 0577 536853 fax 0577 536118 e-mail: si118@usl7.toscana.it Il medico

Dettagli

Principali modifiche al Regolamento ISVAP 5/2006 Le modifiche al regolamento introdotte dal provvedimento 2720/2009 sono indicate in rosso

Principali modifiche al Regolamento ISVAP 5/2006 Le modifiche al regolamento introdotte dal provvedimento 2720/2009 sono indicate in rosso Principali modifiche al Regolamento ISVAP 5/2006 Le modifiche al regolamento introdotte dal 2720/2009 sono indicate in rosso Esame semplificato per l iscrizione alla sezione A del RUI per iscritti alle

Dettagli

TRIBERTI COLOMBO & ASSOCIATI AVVOCATI COMMERCIALISTI CONSULENTI del LAVORO

TRIBERTI COLOMBO & ASSOCIATI AVVOCATI COMMERCIALISTI CONSULENTI del LAVORO AVVOCATI COMMERCIALISTI CONSULENTI del LAVORO NEWSLETTER LAVORO 05_2011 Certificazione assenza per malattia on-line A seguito di ulteriori specifiche emanate dall INPS relative alla nuova procedura telematica

Dettagli

SCADENZA: 15/10/2013

SCADENZA: 15/10/2013 COMUNE DI CALTRANO (VI) ISTITUZIONE CASA DI RIPOSO DI CALTRANO Via Roma n. 45 36030 Caltrano (VI) c.f. 84000910244 p.i. 00541820247 n. tel. 0445/390057 fax n. 0445/395931 e-mail casariposo@comune.caltrano.vi.it

Dettagli

ASSICURAZIONI ANNO 2006/2007

ASSICURAZIONI ANNO 2006/2007 ASSICURAZIONI ANNO 2006/2007 Quest anno tutte le coperture assicurative sono state stipulate con la Compagnia Unipol Assicurazioni per il tramite della B&S Italia Spa la quale oltre ad avere curato la

Dettagli

POLIZZA INCONVENIENTI DI VIAGGIO MODULO DI DENUNCIA

POLIZZA INCONVENIENTI DI VIAGGIO MODULO DI DENUNCIA POLIZZA INCONVENIENTI DI VIAGGIO MODULO DI DENUNCIA Indirizzo: ACE European Group Limited - Viale Monza 258-20128 MILANO Tel. +39 02 27095431/ +39 02 27095557 - Email: ace.denunce@acegroup.com Note Importanti:

Dettagli

Denominazione: (in caso di Studio Associato o Società)

Denominazione: (in caso di Studio Associato o Società) MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE PER L'ATTIVITA' DI ASSISTENZA FISCALE MEDIANTE APPOSIZIONE DEI VISTI DI CONFORMITA' SULLE DICHIARAZIONI AI SENSI DELL'ART.

Dettagli

CONVENZIONE CGIL - UNIPOL

CONVENZIONE CGIL - UNIPOL CONVENZIONE CGIL - UNIPOL IL SALTO DI QUALITÀ CHE MIGLIORA LA VITA! Proteggere le persone amate, tutelare le cose importanti, fare il salto di qualità e migliorare la vita? È quello che ogni Iscritto

Dettagli

DENUNCIA INFORTUNI. Procedura per la denuncia infortunio o decesso

DENUNCIA INFORTUNI. Procedura per la denuncia infortunio o decesso Procedura per la denuncia infortunio o decesso DENUNCIA INFORTUNI 1 Inviare denuncia a mezzo raccomandata postale con ricevuta di ritorno entro 30 giorni dall accaduto a SDM Broker Via Arbia, 70-00199

Dettagli

Regolamento aziendale

Regolamento aziendale Regolamento aziendale Premessa Scopo di tale regolamento è la definizione dei criteri secondo i quali Cooperativa Sociale Società Dolce intende trattare il riconoscimento delle spese connesse all utilizzo

Dettagli

Caricamenti Carta verde Certificato di assicurazione Condizioni generali di assicurazione Constatazione amichevole di incidente Contraente

Caricamenti Carta verde Certificato di assicurazione Condizioni generali di assicurazione Constatazione amichevole di incidente Contraente Glossario A Agente di Assicurazione - Soggetto che, mettendo a disposizione del pubblico la propria competenza tecnica, svolge stabilmente in forma professionale ed autonoma l incarico di provvedere a

Dettagli

Avvertenza: Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota informativa.

Avvertenza: Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota informativa. ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Responsabilità Civile Terzi e Dipendenti Enti Pubblici Il presente Fascicolo Informativo contenente la Nota Informativa, comprensiva

Dettagli