Milano Assicurazioni S.p.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Milano Assicurazioni S.p.A."

Transcript

1 PROSPETTO INFORMATIVO Relativo all ammissione a quotazione sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana, di azioni ordinarie Milano Assicurazioni rivenienti da due aumenti di capitale a pagamento, con esclusione del diritto di opzione, ai sensi dell art. 2441, comma 4 del codice civile, riservati a Fondiaria-SAI e liberati mediante conferimento in natura di una partecipazione pari al 99,97% del capitale sociale di Liguria Assicurazioni e di una partecipazione pari al 27,88% del capitale sociale di Immobiliare Lombarda nonché all ammissione a quotazione di azioni ordinarie Milano Assicurazioni emesse al servizio della fusione per incorporazione di Sasa Assicurazioni e Riassicurazioni e di Sasa Vita Emittente Milano Assicurazioni Prospetto Informativo depositato presso Consob in data 13 marzo 2009, a seguito di comunicazione dell avvenuto rilascio dell autorizzazione della Consob alla pubblicazione con nota dell 11 marzo 2009 protocollo n L adempimento di pubblicazione del Prospetto Informativo non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto e sul merito dei dati e delle notizie allo stesso relativi. Il Prospetto Informativo è a disposizione del pubblico presso la sede legale di Milano Assicurazioni in Milano, Via Senigallia n. 18/2, nonché sul sito internet dell emittente e presso la sede legale di Borsa Italiana in Milano, Piazza degli Affari n. 6.

2 INDICE DEFINIZIONI...7 GLOSSARIO PREMESSA NOTA DI SINTESI SEZIONE I DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE DELL EMITTENTE PERSONE RESPONSABILI PERSONE RESPONSABILI DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ REVISORI LEGALI DEI CONTI REVISORI LEGALI DELL EMITTENTE INFORMAZIONI SUI RAPPORTI CON LA SOCIETÀ DI REVISIONE INFORMAZIONI FINANZIARIE SELEZIONATE FATTORI DI RISCHIO FATTORI DI RISCHIO RELATIVI ALL EMITTENTE E AL GRUPPO Rischi connessi alla concentrazione dell attività assicurativa nel ramo danni auto Rischi connessi alla formazione delle riserve tecniche Rischi connessi all andamento dei mercati finanziari Rischi connessi a frodi Rischi legati all adozione del nuovo principio contabile previsto dallo IAS FATTORI DI RISCHIO RELATIVI AL SETTORE IN CUI L EMITTENTE ED IL GRUPPO OPERANO Rischi connessi all andamento del mercato assicurativo Rischi connessi all andamento del mercato immobiliare Rischi connessi al mutamento del quadro normativo INFORMAZIONI SULL EMITTENTE STORIA ED EVOLUZIONE DELL EMITTENTE Denominazione legale e commerciale dell Emittente Estremi di iscrizione nel Registro delle Imprese Data di costituzione e durata dell Emittente Sede e forma giuridica dell Emittente, legislazione in base alla quale opera, Paese di costituzione, indirizzo e numero di telefono della sede sociale Fatti importanti nell evoluzione dell attività dell Emittente Le origini dell attività Lo sviluppo dell attività Sviluppi recenti INVESTIMENTI Descrizione dei principali investimenti effettuati dall Emittente in ogni esercizio finanziario cui si riferiscono le informazioni patrimoniali Descrizione dei principali investimenti in corso di realizzazione Descrizione dei principali investimenti futuri programmati dall Emittente PANORAMICA DELLE ATTIVITA PRINCIPALI ATTIVITÀ DELL EMITTENTE Descrizione delle principali attività dell Emittente Fattori chiave di successo Indicazione di nuovi prodotti o servizi forniti dal Gruppo dell Emittente PRINCIPALI MERCATI E POSIZIONAMENTO COMPETITIVO () Il mercato di riferimento Il mercato assicurativo vita Il mercato assicurativo danni... 86

3 6.2.4 Posizionamento competitivo dell Emittente FATTORI ECCEZIONALI CHE HANNO INFLUENZATO LE INFORMAZIONI DI CUI AI PRECEDENTI PARAGRAFI DIPENDENZA DA MARCHI, BREVETTI O LICENZE, DA AUTORIZZAZIONI, DA CONTRATTI INDUSTRIALI, COMMERCIALI O FINANZIARI STRUTTURA ORGANIZZATIVA DESCRIZIONE DEL GRUPPO DI CUI L EMITTENTE FA PARTE DESCRIZIONE DEL GRUPPO FACENTE CAPO ALL EMITTENTE IMMOBILI, IMPIANTI E MACCHINARI IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI ESISTENTI O PREVISTE E BENI AFFITTATI Beni immobili in proprietà Beni immobili in uso Problematiche ambientali RESOCONTO DELLA SITUAZIONE GESTIONALE E FINANZIARIA ED INFORMAZIONI SULLE RISORSE UMANE SITUAZIONE FINANZIARIA GESTIONE OPERATIVA DEL GRUPPO MILANO ASSICURAZIONI RAGIONI DI EVENTUALI VARIAZIONI SOSTANZIALI DELLE VENDITE O DELLE ENTRATE NETTE FATTORI CHE HANNO INFLUENZATO IL REDDITO DERIVANTE DALL ATTIVITÀ DEL GRUPPO RISORSE FINANZIARIE RISORSE FINANZIARIE DEL GRUPPO MILANO ASSICURAZIONI FLUSSI DI CASSA DELL EMITTENTE Flussi di cassa dell Emittente relativi agli esercizi chiusi al 31 dicembre 2007, 2006 e Flussi di cassa dell Emittente relativi al semestre chiuso al 30 giugno FABBISOGNO FINANZIARIO E STRUTTURA DI FINANZIAMENTO DELL EMITTENTE INFORMAZIONI RIGUARDANTI EVENTUALI LIMITAZIONI ALL USO DELLE RISORSE FINANZIARIE CHE ABBIANO AVUTO, O POTREBBERO AVERE, DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE, RIPERCUSSIONI SIGNIFICATIVE SULL ATTIVITÀ DELL EMITTENTE FONDI PROPRI ED INDEBITAMENTO RICERCA E SVILUPPO, BREVETTI E LICENZE INFORMAZIONI SULLE TENDENZE PREVISTE TENDENZE PIÙ SIGNIFICATIVE MANIFESTATESI RECENTEMENTE NELL ANDAMENTO DELLA GESTIONE INFORMAZIONI SU TENDENZE, INCERTEZZE, RICHIESTE, IMPEGNI O FATTI NOTI CHE POTREBBERO RAGIONEVOLMENTE AVERE RIPERCUSSIONI SIGNIFICATIVE SULLE PROSPETTIVE DEL GRUPPO, ALMENO PER L ESERCIZIO IN CORSO PREVISIONI E STIME DEGLI UTILI ORGANI DI AMMINISTRAZIONE, DI DIREZIONE O DI VIGILANZA E ALTI DIRIGENTI INFORMAZIONI CIRCA GLI ORGANI AMMINISTRATIVI, DI DIREZIONE E DI VIGILANZA E ALTI DIRIGENTI Consiglio di Amministrazione Alti dirigenti Collegio Sindacale Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili CONFLITTI DI INTERESSI DEI MEMBRI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, DEI COMPONENTI DEL COLLEGIO SINDACALE E DEGLI ALTI DIRIGENTI Conflitti di interessi dei membri del Consiglio di Amministrazione Conflitti di interessi dei componenti del Collegio Sindacale Conflitti di interessi dei principali dirigenti Membri del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e alti dirigenti che detengono partecipazioni nell Emittente

4 Eventuali accordi con i principali azionisti, clienti, fornitori dell Emittente o altri accordi a seguito dei quali i componenti del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e gli alti dirigenti sono stati nominati Eventuali restrizioni in forza delle quali i componenti del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e gli alti dirigenti hanno acconsentito a limitare i propri diritti a cedere e trasferire, per un certo periodo di tempo, le azioni dell Emittente dagli stessi possedute REMUNERAZIONI E BENEFICI REMUNERAZIONI E BENEFICI A FAVORE DEI MEMBRI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, DEI MEMBRI DEL COLLEGIO SINDACALE E DEGLI ALTI DIRIGENTI DALL EMITTENTE E DALLE SUE CONTROLLATE AMMONTARE DEGLI IMPORTI ACCANTONATI O ACCUMULATI DALL EMITTENTE PER LA CORRESPONSIONE DI PENSIONI, INDENNITÀ DI FINE RAPPORTO O BENEFICI ANALOGHI A FAVORE DEI MEMBRI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, DEI MEMBRI DEL COLLEGIO SINDACALE E DEGLI ALTI DIRIGENTI DALL EMITTENTE E DALLE SUE CONTROLLATE PRASSI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DURATA DELLA CARICA DEI COMPONENTI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEI MEMBRI DEL COLLEGIO SINDACALE CONTRATTI DI LAVORO STIPULATI DAI COMPONENTI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DAI COMPONENTI DEL COLLEGIO SINDACALE CON L EMITTENTE O LE SOCIETÀ CONTROLLATE CHE PREVEDONO UNA INDENNITÀ DI FINE RAPPORTO INFORMAZIONI SUL COMITATO DI CONTROLLO INTERNO E DI REMUNERAZIONE RECEPIMENTO DELLE NORME IN MATERIA DI GOVERNO SOCIETARIO Adeguamento al Codice di Autodisciplina Informazioni sull attuazione delle previsioni contenute nel Codice di Autodisciplina DIPENDENTI NUMERO DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO SCHEMI ASSISTENZIALI E PREVIDENZIALI RICORSO ALLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI PARTECIPAZIONE DEI DIPENDENTI AL CAPITALE DELL EMITTENTE PARTECIPAZIONI AZIONARIE E PIANI DI STOCK OPTION A FAVORE DEI MEMBRI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, COLLEGIO SINDACALE E ALTI DIRIGENTI PRINCIPALI AZIONISTI AZIONISTI CHE DETENGONO PARTECIPAZIONI SUPERIORI AL 2% DEL CAPITALE SOCIALE DELL EMITTENTE DIRITTI DI VOTO DEI PRINCIPALI AZIONISTI SOGGETTO CONTROLLANTE L EMITTENTE ACCORDI CHE POSSONO DETERMINARE UNA VARIAZIONE DELL ASSETTO DI CONTROLLO DELL EMITTENTE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE SITUAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO OPERAZIONI SUCCESSIVE AL 30 GIUGNO INFORMAZIONI FINANZIARIE RIGUARDANTI IL PATRIMONIO, LA SITUAZIONE FINANZIARIA ED I RISULTATI ECONOMICI DELL EMITTENTE INFORMAZIONI FINANZIARIE RELATIVE AGLI ESERCIZI PASSATI Bilanci consolidati per gli esercizi chiusi al 31 dicembre 2007, 2006 e Relazione finanziaria semestrale consolidata dell Emittente al 30 giugno Resoconto intermedio di gestione del trimestre chiuso al 30 settembre INFORMAZIONI FINANZIARIE PRO-FORMA Situazione patrimoniale e conto economico consolidati pro-forma di Milano Assicurazioni al 31 dicembre

5 Situazione patrimoniale e conto economico consolidati pro-forma di Milano Assicurazioni al 30 giugno REVISIONE CONTABILE DELLE INFORMAZIONI FINANZIARIE STORICHE DELL EMITTENTE POLITICA DEI DIVIDENDI CAMBIAMENTI SIGNIFICATIVI DELLA SITUAZIONE FINANZIARIA O COMMERCIALE DELL EMITTENTE PROCEDIMENTI GIUDIZIARI E ARBITRALI INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI CAPITALE SOCIALE Capitale sociale sottoscritto e versato Esistenza di strumenti finanziari partecipativi non rappresentativi del capitale sociale dell Emittente Azioni proprie Importo delle obbligazioni convertibili, scambiabili o con warrant Esistenza di diritti e/o obblighi di acquisto su capitale autorizzato, ma non emesso o di un impegno all aumento di capitale Informazioni riguardanti il capitale di società del Gruppo offerto in opzione Evoluzione del capitale sociale dell Emittente negli ultimi tre esercizi ATTO COSTITUTIVO E STATUTO Descrizione dell oggetto sociale e degli scopi dell Emittente Sintesi delle disposizioni dello statuto dell Emittente riguardanti i membri degli organi di amministrazione, di direzione e di vigilanza Consiglio di Amministrazione Collegio Sindacale Diritti, privilegi e restrizioni connessi a ciascuna classe di azioni esistente Disciplina statutaria della modifica dei diritti dei possessori delle azioni Disciplina statutaria delle Assemblee ordinarie e straordinarie della Società Disposizioni statutarie relative alla variazione dell assetto di controllo Disposizioni statutarie relative alla variazione delle partecipazioni rilevanti Previsioni statutarie relative alla modifica del capitale CONTRATTI IMPORTANTI INFORMAZIONI PROVENIENTI DA TERZI, PARERI DI ESPERTI DICHIARAZIONI DI INTERESSE RELAZIONI E PARERI DI ESPERTI INFORMAZIONI PROVENIENTI DA TERZI DOCUMENTI ACCESSIBILI AL PUBBLICO INFORMAZIONI SULLE PARTECIPAZIONI SEZIONE II NOTA INFORMATIVA RELATIVA ALLE AZIONI DELL EMITTENTE PERSONE RESPONSABILI PERSONE RESPONSABILI DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ FATTORI DI RISCHIO INFORMAZIONI FONDAMENTALI DICHIARAZIONE RELATIVA AL CAPITALE CIRCOLANTE FONDI PROPRI E INDEBITAMENTO INTERESSI DI PERSONE FISICHE E GIURIDICHE PARTECIPANTI ALL EMISSIONE RAGIONI DEGLI AUMENTI DI CAPITALE IN NATURA E DELLA FUSIONE Ragioni degli Aumenti di Capitale in Natura con particolare riguardo agli obiettivi gestionali dell Emittente Ragioni della Fusione con particolare riguardo agli obiettivi gestionali dell Emittente INFORMAZIONI RIGUARDANTI GLI STRUMENTI FINANZIARI DA AMMETTERE ALLA NEGOZIAZIONE

6 4.1 DESCRIZIONE DELLE AZIONI LEGISLAZIONE IN BASE ALLA QUALE LE AZIONI SONO EMESSE CARATTERISTICHE DELLE AZIONI VALUTA DI EMISSIONE DELLE AZIONI DESCRIZIONE DEI DIRITTI CONNESSI ALLE AZIONI E MODALITÀ PER IL LORO ESERCIZIO INDICAZIONE DELLE DELIBERE, DELLE AUTORIZZAZIONI E DELLE APPROVAZIONI IN VIRTÙ DELLE QUALI GLI STRUMENTI FINANZIARI SONO STATI O SARANNO CREATI E/O EMESSI DATA DI EMISSIONE E DI MESSA A DISPOSIZIONE DELLE AZIONI LIMITAZIONI ALLA LIBERA TRASFERIBILITÀ DELLE AZIONI INDICAZIONE DELL ESISTENZA DI EVENTUALI NORME IN MATERIA DI OBBLIGO DI OFFERTA AL PUBBLICO DI ACQUISTO E/O DI OFFERTA DI ACQUISTO RESIDUALI IN RELAZIONE ALLE AZIONI OFFERTE PUBBLICHE DI ACQUISTO EFFETTUATE DA TERZI SULLE AZIONI DELL EMITTENTE NEL CORSO DELL ULTIMO ESERCIZIO E NELL ESERCIZIO IN CORSO REGIME FISCALE Regime fiscale dei dividendi Regime fiscale delle plusvalenze Tassa sui contratti di borsa Imposta sulle successioni e donazioni CONDIZIONI DELL OFFERTA AMMISSIONE ALLA NEGOZIAZIONE E MODALITA DI NEGOZIAZIONE DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE NEGOZIAZIONI ALTRI MERCATI REGOLAMENTATI O EQUIVALENTI SUI QUALI LE AZIONI DELL EMITTENTE SONO GIÀ AMMESSE ALLA NEGOZIAZIONE ALTRE OPERAZIONI INTERMEDIARI NELLE OPERAZIONI SUL MERCATO SECONDARIO STABILIZZAZIONE POSSESSORI DI STRUMENTI FINANZIARI CHE PROCEDONO ALLA VENDITA AZIONISTI VENDITORI STRUMENTI FINANZIARI OFFERTI IN VENDITA ACCORDI DI LOCK-UP SPESE DELL OFFERTA DILUIZIONE INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI

7 DEFINIZIONI Si riporta di seguito un elenco delle principali definizioni utilizzate all interno del Prospetto Informativo, in aggiunta a quelle indicate nel testo. Tali definizioni, salvo quanto diversamente specificato, hanno il significato di seguito indicato. Azioni Le complessive numero nuove azioni ordinarie Milano Assicurazioni, con godimento regolare e le medesime caratteristiche delle azioni ordinarie Milano Assicurazioni già ammesse a quotazione sul MTA, emesse in esecuzione degli Aumenti di Capitale in Natura ed al servizio dalla Fusione. Aumenti di Capitale in Natura I due aumenti di capitale sociale ai sensi dell art comma 4 del codice civile deliberati dall Assemblea straordinaria di Milano Assicurazioni in data 8 ottobre 2008, riservati a Fondiaria-SAI, liberati, rispettivamente, mediante conferimento in natura di una partecipazione pari al 99,97% del capitale sociale di Liguria Assicurazioni e di una partecipazione pari al 27,88% del capitale sociale di Immobiliare Lombarda Borsa Italiana Codice di Autodisciplina Consob Data del Prospetto Informativo Documento Informativo Borsa Italiana, con sede legale in Milano, Piazza Affari n. 6. Il codice di autodisciplina per le società quotate predisposto dal Comitato per la corporate governance delle società quotate, promosso da Borsa Italiana e pubblicato nel marzo Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, con sede in Roma, Via G. B. Martini, n. 3. La data di deposito del Prospetto Informativo presso Consob. Il documento informativo relativo ai due aumenti di capitale in natura ai sensi dell art. 2441, comma 4 del codice civile riservati a Fondiaria-SAI e alla fusione per incorporazione di Sasa Assicurazioni e 7

8 Riassicurazioni e di Sasa Vita, redatto dall Emittente ex articoli 70, comma 4, e 71-bis del Regolamento Emittenti e pubblicato in data 26 settembre Fondiaria-SAI Fusione Gruppo Milano Assicurazioni o Gruppo Fondiaria-SAI, con sede legale in Firenze, Piazza della Libertà, n. 6, codice fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Firenze: La fusione per incorporazione di Sasa Assicurazioni e Riassicurazioni e di Sasa Vita in Milano Assicurazioni Collettivamente, Milano Assicurazioni e le società da questa controllate ai sensi dell articolo 93 del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58. Gruppo Fondiaria-SAI Immobiliare Lombarda IFRS o Principi Contabili Internazionali Investitori Istituzionali Investitori Professionali Collettivamente, Fondiaria-SAI e le società da questa controllate ai sensi dell art. 93 del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58. Immobiliare Lombarda S.p.A, con sede legale in Milano, Via Fabio Filzi, n. 25, codice fiscale e numero di iscrizione nel Registro delle Imprese di Milano: Tutti gli International Financial Reporting Standards (IFRS), tutti gli International Accounting Standards (IAS), tutte le interpretazioni dell International Reporting Interpretations Committee (IFRIC), precedentemente denominate Standing Interpretations Committee (SIC). Congiuntamente gli Investitori Professionali e gli investitori istituzionali all estero ai sensi della Regulation S dello United Securities Act del 1933 come successivamente modificato, inclusi gli Stati Uniti d America ai sensi della Rule 144A adottata in forza dello United Securities Act del 1933 come successivamente modificato. Operatori qualificati come definiti all articolo 31 del Regolamento Intermediari (fatta eccezione per le persone 8

9 fisiche di cui all articolo 31, comma secondo, del medesimo Regolamento Intermediari, per le società di gestione del risparmio autorizzate alla prestazione del servizio di gestione su base individuale di portafogli di investimento per conto terzi e per le società fiduciarie che prestano servizi di gestione di portafogli di investimento, anche mediante intestazione fiduciaria, di cui all articolo 60, comma quarto, del Decreto Legislativo 23 luglio 1996, n. 415). Istruzioni ISVAP Liguria Assicurazioni Liguria Vita Le istruzioni al Regolamento di Borsa. Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo, con sede in Roma, Via del Quirinale, n. 21. Liguria Società di Assicurazioni - e, in forma abbreviata, Liguria Assicurazioni, con sede legale in Milano, Via Milano, n. 2, codice fiscale e numero di iscrizione nel Registro delle Imprese di Milano: Liguria Vita, con sede legale in Milano, Via Milano, n. 2, codice fiscale e numero d iscrizione nel Registro delle Imprese di Milano: Mercato Telematico Azionario o MTA Milano Assicurazioni, Emittente o Società Monte Titoli Il Mercato Telematico Azionario, organizzato e gestito da Borsa Italiana. Compagnia di Assicurazione di Milano società per azioni e, in forma abbreviata, Milano Assicurazioni, con sede legale in Milano, Via Senigallia, n. 18/2, codice fiscale e numero d iscrizione nel Registro delle Imprese di Milano: Monte Titoli, con sede in Milano, Via Andrea Mantegna, n. 6. Operazione L operazione avente ad oggetto gli Aumenti di Capitale in Natura e la Fusione. 9

10 Premafin Finanziaria Principi Contabili Italiani Prospetto Informativo Regolamento di Borsa Premafin Finanziaria Holding di Partecipazioni, con sede legale in Roma, Via Guido d Arezzo 2, codice fiscale e numero d iscrizione nel Registro delle Imprese di Roma: Le norme di legge vigenti alla data di riferimento di ciascun bilancio dell Emittente che disciplinano i criteri di redazione dei bilanci come interpretate e integrate dai principi contabili emanati dai Consigli Nazionali dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri e dal documento interpretativo OIC 1 I principali effetti della riforma del diritto societario sulla redazione del bilancio d esercizio predisposto dall Organismo Italiano di Contabilità. Il presente prospetto informativo. Il regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana, deliberato dall Assemblea di Borsa Italiana del 6 giugno 2008 e approvato dalla Consob con delibera n del 9 settembre 2008, e successive modificazioni ed integrazioni. Regolamento Emittenti Il regolamento di attuazione del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 concernente la disciplina degli emittenti, adottato da Consob con delibera n in data 14 maggio 1999 e successive modificazioni e integrazioni. Regolamento Intermediari Il regolamento di attuazione del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, concernente la disciplina degli intermediari, adottato da Consob con delibera n in data 1 luglio 1998 e successive modificazioni e integrazioni. Sasa Sasa Vita Sasa Assicurazioni e Riassicurazioni, con sede legale in Trieste, Riva Tommaso Gulli, n. 12, codice fiscale e numero d iscrizione nel Registro delle Imprese di Trieste: Sasa Vita, con sede legale in Trieste, Riva Tommaso Gulli, n. 12, codice fiscale e numero d iscrizione nel Registro delle Imprese di Trieste: 10

11 Società di Revisione Statuto Sociale TUF Deloitte & Touche, con sede legale in Milano, via Tortona, n. 25. Lo statuto sociale dell Emittente vigente alla Data del Prospetto Informativo. Il Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 e successive modificazioni e integrazioni. 11

12 GLOSSARIO Si riporta di seguito un elenco dei principali termini utilizzati all interno del Prospetto Informativo. Tali termini, salvo quanto diversamente specificato, hanno il significato di seguito indicato. Bancassicurazione / bancassurance Riassicurazione Collocamento di prodotti assicurativi per il tramite di sportelli bancari. L attività di assicurazione che una compagnia di assicurazioni presta nei confronti di un altra compagnia (c.d. riassicurazione attiva) o si fa prestare da un altra compagnia (c.d. riassicurazione passiva). Canali di raccolta Modalità attraverso le quali la compagnia di assicurazioni reperisce i premi (ad esempio il canale agenziale o bancario). Combined ratio Delisting Rapporto percentuale tra sinistri di competenza e spese complessive su premi di competenza al netto della riassicurazione. È tipico dei rami danni. Esclusione di uno strumento finanziario (azioni o altro) dalle negoziazioni in un mercato regolamentato. Facility management Fair value Mercato obbligazionario corporate Multicanalità Gestione degli spazi e dei servizi operativi (hardware, software, reti e fonia). Criterio di valutazione adottato nella prassi contabile internazionale e definito dai Principi Contabili Internazionali IAS 32 e IAS 39 come il corrispettivo al quale un attività può essere scambiata, o una passività estinta, tra parti consapevoli e disponibili, in una operazione fra terzi. In sostanza, si tratta della valutazione al valore che si può definire di mercato, tradotto dalle direttive comunitarie in valore equo. Il mercato delle obbligazioni riservato alle grandi imprese. Modalità di distribuzione di prodotti assicurativi che si avvale di diversi strumenti (ad esempio rete agenziale, telefono, internet, sportelli bancari). 12

13 Mutui subprime Index linked Nuova produzione vita Premio Premio ricorrente Premio unico Prodotti retail Ramo assicurativo Rating R.C. Auto Mutui concessi a soggetti che, in relazione alla loro situazione economica e/o alla pregressa storia creditizia, non possono accedere a mutui con tassi di interesse di mercato. Contratti le cui prestazioni sono collegate (linked) all andamento di un indice di mercato (index) normalmente di carattere azionario. L importo dei premi delle polizze vita di nuova emissione nell anno di riferimento. Corrispettivo a fronte della prestazione assicurativa fornita a titolo contrattuale dalla compagnia di assicurazioni. Premio da versarsi periodicamente, alle scadenze pattuite, alla compagnia di assicurazione (ad esempio annualmente o semestralmente). Premio da versarsi alla compagnia di assicurazione in un unica soluzione. Prodotti assicurativi destinati ad una clientela costituita da famiglie, individui, professionisti, piccoli operatori economici e piccole e medie imprese. Per ramo assicurativo si intende la gestione della forma assicurativa corrispondente ad un determinato rischio o ad un gruppo di rischi tra loro similari, con il relativo bagaglio tecnico costituito da cognizioni inerenti ai principi assuntivi e liquidativi, alle condizioni generali e particolari di assicurazione (ad esempio ramo vita, ramo auto, ramo danni, ramo malattie ). Valutazione previsionale in merito alla solvibilità di un soggetto emittente strumenti finanziari alla data di liquidazione. Assicurazione contro la responsabilità civile per danni a terzi derivanti da circolazione di autoveicoli, resa obbligatoria con L. n. 990 del 24 dicembre

14 Rivalutazione minima garantita Garanzia finanziaria che consiste nel riconoscere una rivalutazione delle prestazioni assicurate ad ogni ricorrenza periodica stabilita dal contratto (annuale, mensile, ecc.) in base al tasso di interesse minimo garantito previsto dal contratto. Rappresenta la soglia al di sotto della quale non può scendere la misura di rivalutazione applicata alle prestazioni. Riserve tecniche Risorse finanziarie, la cui consistenza minima obbligatoria varia a seconda dei rami e del tipo di rischio assicurato, che le imprese di assicurazione devono predisporre mediante l accantonamento di parte dei premi riscossi, allo scopo di garantire nel tempo la copertura dei rischi assicurati Risk management Procedure per il controllo del rischio in relazione alla gestione delle attività e passività finanziarie. 14

15 PREMESSA Il presente prospetto informativo (il Prospetto Informativo ) è stato redatto al fine di ottenere l ammissione alla quotazione sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana ( MTA ), di complessive n azioni ordinarie Milano Assicurazioni ( Milano Assicurazioni o anche l Emittente o anche, semplicemente, la Società ), del valore nominale di Euro 0,52 ciascuna, di cui: 1. n azioni ordinarie rivenienti da due aumenti di capitale sociale ai sensi dell art comma 4, del codice civile, deliberati dall Assemblea straordinaria di Milano Assicurazioni in data 8 ottobre 2008 (gli Aumenti di Capitale in Natura ), riservati a Fondiaria-SAI ( Fondiaria-SAI ), liberati, rispettivamente, mediante conferimento in natura (il Conferimento ) a. di una partecipazione pari al 99,97% del capitale sociale di Liguria Assicurazioni ( Liguria Assicurazioni ), mediante emissione di n azioni ordinarie da nominali Euro 0,52 ciascuna, con sovrapprezzo complessivo di Euro ,84, e così per complessivi Euro (capitale e sovrapprezzo); e b. di una partecipazione pari al 27,88% del capitale sociale di Immobiliare Lombarda ( Immobiliare Lombarda ), mediante emissione di n azioni ordinarie da nominali Euro 0,52 ciascuna, con sovrapprezzo complessivo di Euro ,36, e così per complessivi Euro (capitale e sovrapprezzo); 2. n azioni ordinarie, del valore nominale di Euro 0,52 ciascuna, emesse al servizio della fusione per incorporazione di Sasa Assicurazioni e Riassicurazioni ( Sasa ) e Sasa Vita ( Sasa Vita ) in Milano Assicurazioni, ( la Fusione ), deliberata dall Assemblea straordinaria di Milano Assicurazioni in data 8 ottobre Le operazioni di Conferimento e di Fusione sopra illustrate (l Operazione ) costituiscono l attuazione di un ampio progetto di riassetto societario/industriale del gruppo facente capo a Fondiaria-SAI (il Gruppo Fondiaria-SAI ), le cui linee guida sono state oggetto di approvazione all unanimità da parte dei Consigli di Amministrazione della stessa Fondiaria-SAI e della controllata Milano Assicurazioni tenutisi in data 30 gennaio 2008 ed oggetto di appositi comunicati stampa congiunti diffusi, rispettivamente, in data 30 gennaio 2008 e in data 4 febbraio La proposta relativa agli Aumenti di Capitale in Natura è stata approvata dal Consiglio di Amministrazione dell Emittente in data 23 aprile In pari data i Consigli di Amministrazione dell Emittente, di Sasa e di Sasa Vita hanno approvato il progetto di Fusione. Con riferimento agli Aumenti di Capitale in Natura si segnala che: a. in data 30 giugno 2008, la società di revisione contabile Reconta Ernst & Young, in qualità di esperto nominato dal Tribunale di Milano per la redazione della relazione giurata ai sensi dell art del codice civile, ha rilasciato le relazioni di stima, asseverate in data 8 15

16 luglio 2008, relative al conferimento in natura a favore di Milano Assicurazioni della partecipazione pari al 99,97% detenuta da Fondiaria-SAI in Liguria Assicurazioni ed al conferimento in natura a favore di Milano Assicurazioni della partecipazione pari al 27,88% detenuta da Fondiaria-SAI in Immobiliare Lombarda. Tali relazioni di stima contengono la descrizione delle partecipazioni oggetto del Conferimento, i criteri di valutazione seguiti e l attestazione che il valore delle stesse è almeno pari a quello ad essi attribuito ai fini della determinazione degli Aumenti di Capitale in Natura e dei relativi sovrapprezzi; b. in data 21 luglio 2008, Deloitte & Touche, società di revisione incaricata della revisione contabile del bilancio d esercizio e consolidato di Milano Assicurazioni, ha rilasciato, ai sensi dell art. 2441, comma 6, del codice civile, e dell art. 158 TUF, il parere sulla congruità dei prezzi di emissione delle azioni emesse nell ambito dei due Aumenti di Capitale in Natura. Con riferimento alla Fusione, si segnala che in data 23 luglio 2008, Reconta Ernst & Young, esperto comune nominato dal Tribunale di Milano ai sensi dell art sexies, comma 4, del codice civile, ha rilasciato la relazione attestante la congruità del rapporto di cambio delle azioni ai sensi dell art sexies, comma 1, del codice civile. Trattandosi di operazioni societarie cui partecipano società autorizzate all esercizio delle assicurazioni a norma dell art. 65 R.D.L. 29 aprile 1923, n. 966, convertito nella legge 17 aprile 1925, n. 473, e pertanto rilevanti ai sensi della particolare normativa di settore, si segnala che: (i) l acquisto, da parte di Milano Assicurazioni, del controllo di Liguria Assicurazioni e della sua controllata Liguria Vita è stato autorizzato dalla competente Autorità di Vigilanza (ISVAP) ai sensi di legge; (ii) la Fusione è stata sottoposta, ai sensi della normativa vigente in materia, all autorizzazione preventiva da parte della competente Autorità di Vigilanza (ISVAP); autorizzazione che è stata rilasciata in data 11 agosto 2008 con provvedimento n Le delibere di approvazione del progetto di Fusione sono state iscritte, ai sensi e per gli effetti degli articoli 2502-bis e 2503 del codice civile, presso il Registro delle Imprese delle incorporande Sasa e Sasa Vita (Trieste) e dell incorporante Milano Assicurazioni (Milano), rispettivamente, in data 10 e 15 ottobre Con riferimento agli Aumenti di Capitale in Natura, in data 30 ottobre 2008 è stato stipulato l atto di Conferimento con efficacia differita al 31 dicembre 2008, data in cui l Emittente ha provveduto all emissione delle azioni rivenienti dagli Aumenti di Capitale in Natura. Successivamente, in data 5 marzo 2009, il Consiglio di Amministrazione della Società ha completato le operazioni di controllo delle valutazioni contenute nelle relazioni giurate di stima sul valore dei conferimenti, ai sensi dell art. 2343, comma 3, del codice civile, dalle quali non è emerso alcun fondato motivo per procedere alla revisione delle stime. A seguito di tali verifiche le azioni di nuova emissione sono libere dal vincolo di indisponibilità previsto dall art. 2343, comma 3, del codice civile. Con riferimento alla Fusione, in data 16 dicembre 2008, successivamente al decorso del termine per l opposizione dei creditori di cui all art cod. civ., è stato stipulato l atto di Fusione con 16

17 decorrenza degli effetti fiscali a partire dal 1 gennaio 2008 e con decorrenza degli effetti verso terzi, ai sensi dell art bis, comma 2, cod. civ., al 31 dicembre L atto di Fusione, ai sensi e per gli effetti dell art bis cod. civ., è stato iscritto presso il Registro delle Imprese delle incorporande Sasa e Sasa Vita (Trieste), rispettivamente in data 19 e 18 dicembre 2008, e dell incorporante Milano Assicurazioni (Milano) in data 22 dicembre Il presente Prospetto Informativo è stato predisposto dall Emittente in conformità alle disposizioni del Regolamento 809/2004/CE, ai sensi del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e successive modifiche ed integrazioni ( TUF ) e del Regolamento adottato con delibera Consob, n del 14 maggio 1999 e successive modificazioni ed integrazioni, (il Regolamento Emittenti ), ai fini dell ammissione alle negoziazioni sul MTA delle complessive n azioni dell Emittente (le Azioni ) rivenienti dagli Aumenti di Capitale in Natura ed emesse al servizio della Fusione. In particolare si segnala che per l ammissione alle negoziazioni sul MTA delle azioni Milano Assicurazioni di nuova emissione rivenienti dagli Aumenti di Capitale in Natura, non trova applicazione alcuna delle esenzioni all obbligo di pubblicare un prospetto informativo redatto ai sensi della normativa vigente, poiché le relative numero nuove azioni rappresentano oltre il 10% delle azioni Milano Assicurazioni già ammesse alla negoziazione sul MTA ai sensi dell art. 57, comma 1, lett. a) del Regolamento Emittenti. Inoltre, con riferimento alle n nuove azioni ordinarie emesse al servizio della Fusione sebbene - (i) ai sensi dell art. 57, comma 1, lett. d) Regolamento Emittenti l ammissione a quotazione di strumenti assegnati in occasione di una fusione è esente dalla pubblicazione di un prospetto informativo a condizione che sia disponibile un documento contenente informazioni considerate dall autorità competente equivalenti a quelle del prospetto ; e (ii) ai sensi dell art. 57, comma 1-ter, lett. b) del Regolamento Emittenti, il documento da sottoporre a fini della valutazione di equivalenza è costituito dal documento informativo ex art. 70, comma 4, del Regolamento Emittenti - l Emittente ha provveduto a richiedere l ammissione alle negoziazioni sul MTA di tutte le complessive numero Azioni Milano Assicurazioni rivenienti dagli Aumenti di Capitale in Natura ed emesse al servizio dalla Fusione mediante la pubblicazione di un prospetto informativo redatto in conformità al Regolamento 809/2004/CE. L autorizzazione alla pubblicazione del Prospetto Informativo è stata rilasciata da Consob con provvedimento emesso in data 11 marzo Nella tabella seguente si riporta la composizione dell azionariato rilevante sul capitale ordinario di Milano Assicurazioni alla data del 31 dicembre 2008, data di efficacia degli Aumenti di Capitale in Natura e della Fusione. 17

18 Azionista diretto Azioni ordinarie Milano Assicurazioni alla data del 31/12/2008 Nr. % Premafin Finanziaria Holding di Partecipazioni ,244% Fondiaria-SAI (*) ,470% Fondiaria Nederland B.V ,499% SAI Holding Italia ,510% Milano Assicurazioni (**) ,214% Sainternational S.A ,199% Pronto Assistance ,055% Popolare Vita ,016% Altri ,794% Totale % (*) Di cui n azioni ordinarie rivenienti dagli Aumenti di Capitale in Natura e n azioni ordinarie emesse al servizio della Fusione. (**) Private ex lege del diritto di voto ai sensi dell articolo 2357 ter, comma 2, del codice civile e dell articolo 2359-bis, comma 5, del codice civile. Per maggiori informazioni e dettagli in merito agli Aumenti di Capitale in Natura e alla Fusione, deliberati dall Assemblea straordinaria di Milano Assicurazioni in data 8 ottobre 2008, si rinvia al Documento Informativo, redatto dall Emittente ex articoli 70, comma 4, e 71-bis del Regolamento Emittenti (il Documento Informativo ) e messo a disposizione del pubblico nei luoghi indicati nella Sezione I, Capitolo 24 del Prospetto Informativo. 18

19 NOTA DI SINTESI La presente nota di sintesi (la Nota di Sintesi ) è redatta in conformità a quanto previsto dall articolo 5, secondo comma, della Direttiva (CE) 71/2003 e dall articolo 24 del Regolamento (CE) 809/2004, e riporta sinteticamente i rischi e le caratteristiche essenziali connessi all Emittente ed al Gruppo ad esso facente capo, nonché al settore di attività in cui l Emittente ed il Gruppo operano. AVVERTENZA PER IL LETTORE L OPERAZIONE DESCRITTA NEL PROSPETTO INFORMATIVO PRESENTA GLI ELEMENTI DI RISCHIO TIPICI DI UN INVESTIMENTO IN AZIONI QUOTATE. AL FINE DI EFFETTUARE UN CORRETTO APPREZZAMENTO DELL INVESTIMENTO, GLI INVESTITORI SONO INVITATI A VALUTARE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA PRESENTE NOTA DI SINTESI CONGIUNTAMENTE AI FATTORI DI RISCHIO ED ALLE RESTANTI INFORMAZIONI CONTENUTE NEL PROSPETTO INFORMATIVO. IN PARTICOLARE SI AVVERTE ESPRESSAMENTE CHE: (I) LA NOTA DI SINTESI DEVE ESSERE LETTA COME SEMPLICE INTRODUZIONE AL PROSPETTO INFORMATIVO; (II) QUALSIASI DECISIONE DI INVESTIRE NELLE AZIONI DELL EMITTENTE DOVREBBE BASARSI SULL ESAME DA PARTE DELL INVESTITORE DEL PROSPETTO INFORMATIVO COMPLETO; (III) QUALORA SIA PROPOSTA UN AZIONE DINANZI ALL AUTORITÀ GIUDIZIARIA IN MERITO ALLE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL PROSPETTO INFORMATIVO, L INVESTITORE RICORRENTE POTREBBE ESSERE TENUTO, A NORMA DEL DIRITTO NAZIONALE APPLICABILE, A SOSTENERE LE SPESE DI TRADUZIONE DEL PROSPETTO INFORMATIVO PRIMA DELL INIZIO DEL PROCEDIMENTO; (IV) LA RESPONSABILITÀ CIVILE INCOMBE SULLE PERSONE CHE HANNO REDATTO LA NOTA DI SINTESI, COMPRESA LA SUA EVENTUALE TRADUZIONE, SOLTANTO QUALORA LA STESSA NOTA DI SINTESI RISULTI FUORVIANTE, IMPRECISA O INCOERENTE SE LETTA CONGIUNTAMENTE ALLE ALTRE PARTI DEL PROSPETTO INFORMATIVO. I TERMINI RIPORTATI CON LETTERA MAIUSCOLA SONO DEFINITI NELL APPOSITA SEZIONE DEFINIZIONI DEL PROSPETTO INFORMATIVO OVVERO NEL CORPO DEL PROSPETTO INFORMATIVO STESSO. I RINVII A SEZIONI, CAPITOLI E PARAGRAFI SI RIFERISCONO ALLE SEZIONI, CAPITOLI E PARAGRAFI DEL PROSPETTO INFORMATIVO. 19

20 SI FA PRESENTE INOLTRE CHE LA NOTA DI SINTESI NON SARÀ OGGETTO DI PUBBLICAZIONE O DI DIFFUSIONE AL PUBBLICO SEPARATAMENTE DALLE ALTRE SEZIONI IN CUI IL PROSPETTO INFORMATIVO SI ARTICOLA. A. FATTORI DI RISCHIO L operazione descritta nel Prospetto Informativo presenta gli elementi di rischio tipici di un investimento in titoli azionari quotati. Al fine di effettuare un corretto apprezzamento dell investimento, gli investitori sono invitati a valutare gli specifici fattori di rischio relativi all Emittente ed al Gruppo ad esso facente capo, nonché al settore di attività in cui l Emittente ed il Gruppo operano. Per la descrizione dettagliata di tali fattori di rischio, si rinvia alla Sezione I, Capitolo 4 del Prospetto Informativo, i cui titoli vengono di seguito riportati. A.1 Fattori di rischio relativi all Emittente e al Gruppo RISCHI CONNESSI ALLA CONCENTRAZIONE DELL ATTIVITÀ ASSICURATIVA NEL RAMO DANNI AUTO RISCHI CONNESSI ALLA FORMAZIONE DELLE RISERVE TECNICHE RISCHI CONNESSI ALL ANDAMENTO DEI MERCATI FINANZIARI RISCHI CONNESSI A FRODI RISCHI LEGATI ALL ADOZIONE DEL NUOVO PRINCIPIO CONTABILE PREVISTO DALLO IAS 39 A.2 Fattori di rischio relativi al settore in cui l Emittente ed il Gruppo operano RISCHI CONNESSI ALL ANDAMENTO DEL MERCATO ASSICURATIVO RISCHI CONNESSI ALL ANDAMENTO DEL MERCATO IMMOBILIARE RISCHI CONNESSI AL MUTAMENTO DEL QUADRO NORMATIVO B. L EMITTENTE, IL GRUPPO E L ATTIVITÀ SVOLTA INFORMAZIONI SULL EMITTENTE E SUL GRUPPO Milano Assicurazioni, capogruppo dell omonimo Gruppo e con azioni quotate sul MTA, è fra le prime compagnie di assicurazione ad operare in Italia ed è stata tradizionalmente la compagnia delle aziende milanesi con una specifica vocazione all assunzione dei rischi industriali, estendendo successivamente il proprio intervento ai rischi di massa. Nel 1997 la compagnia ha incorporato La Previdente Assicurazioni, nel 1999 la Previdente Vita, nel 2002 Italia Assicurazioni, nel 2003 Nuova MAA Assicurazioni e MAA Vita Assicurazioni e nel 2004 Sis Assicurazioni La compagnia è presente uniformemente su tutto il territorio nazionale ed opera attraverso una rete di vendita costituita da circa agenzie facenti capo a quattro brand commerciali storici: Milano, Nuova MAA, La Previdente ed Italia. 20

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Delibera n. 17221 del 12.3.2010 A cura della Divisione Tutela del Consumatore Ufficio Relazioni con il Pubblico Giugno 2010 [pagina bianca] Regolamento recante

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO. relativo all offerta ai Soci e al pubblico di azioni ordinarie Banca Sviluppo Economico S.p.A.

PROSPETTO INFORMATIVO. relativo all offerta ai Soci e al pubblico di azioni ordinarie Banca Sviluppo Economico S.p.A. BANCA SVILUPPO ECONOMICO Società per Azioni Sede sociale: 95128 Catania (CT), Viale Venti Settembre n. 56 Iscritta all albo delle Banche al n.3393 Capitale sociale Euro 6.146.855,00 Aderente al Fondo Interbancario

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF )

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente: SALINI

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Conti d ordine Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane CIRCOLARE N. 12 DEL 20 APRILE 2015 DIRITTO SOCIETARIO MERCATO DEI CAPITALI E SOCIETA QUOTATE L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane www.assonime.it ABSTRACT Nel corso del 2014 si è

Dettagli

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le società di capitali Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le Società per azioni Art. 2325. Responsabilità. Nella societa' per azioni per le obbligazioni

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari V Edizione (gennaio 2015) Premessa alla quinta edizione (gennaio 2015) Questa nuova edizione del format per la redazione della relazione

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato con delibera n.

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Relazione sulle Politiche di Remunerazione

Relazione sulle Politiche di Remunerazione SOCIETÀ CATTOLICA DI ASSICURAZIONE Società cooperativa con sede legale in Verona, Lungadige Cangrande n. 16 Capogruppo del Gruppo Cattolica Assicurazioni, iscritto all Albo dei Gruppi Assicurativi 019

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI MEDIOLANUM S.P.A. IN BANCA MEDIOLANUM S.P.A. *** *** *** REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 2501-TER DEL CODICE CIVILE PREMESSA A norma dell articolo

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI )

( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI ) ( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI ) PROCEDURA RELATIVA ALLA TENUTA E AGGIORNAMENTO DEL REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO AD INFORMAZIONI PRIVILEGIATE IN GIOVANNI CRESPI SPA Approvata dal Consiglio

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value A cura Alessio D'Oca Premessa Nell ambito dei principi che orientano la valutazione del bilancio delle società uno dei

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell'art. 2 e dell'art. 6 delle disposizioni AIM Italia in tema di Parti Correlate del maggio 2012, nonché

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM)

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Certezza Più Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L.

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L. INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N. 11971 RELATIVE AL PATTO PARASOCIALE FRA EQUILYBRA CAPITAL PARTNERS S.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A.

COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A. COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A. Le offerte sono parte del più ampio progetto d integrazione tra il Gruppo

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123-bis TUF. (modello di amministrazione e controllo tradizionale)

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123-bis TUF. (modello di amministrazione e controllo tradizionale) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123-bis TUF (modello di amministrazione e controllo tradizionale) - Denominazione Emittente: BANCA MONTE DEI PASCHI DI

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Giugno 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese.

Dettagli