Scialpinismo alle ISOLE LOFOTEN, Norvegia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scialpinismo alle ISOLE LOFOTEN, Norvegia"

Transcript

1 Scialpinismo alle ISOLE LOFOTEN, Norvegia Relazione tecnica del viaggio e note informative generali sugli itinerari di scialpinismo nelle isole. 1 Club Avalco Travel 2-12/03/2012 LE ISOLE LOFOTEN Le isole Lofoten si estendono per circa 150 km ad est della costa norvegese tra il 68 ed il 69 parallelo. Già dal continente si individua il profilo delle aspre montagne di queste isole, caratterizzate da imponenti pareti di granito, canali e pendii sciabili di ogni difficoltà. Non ci sono ghiacciai, e le quote delle vette di interesse sciistico si collocano mediamente tra i 600 ed i 1000 m metri. La massima elevazione è il Higravtindan 1146 m nell isola di Austvagoya. Su questa isola si trova la maggiore concentrazione di montagne adatte allo scialpinismo. Tutte le gite si fanno in giornata; per i più allenati è possibile realizzare due gite nello stesso giorno. Le isole principali sono, da sud a nord: Moskensoya, Flakstadoya, Vestvagoya, Gymsoya, Austvagoya; quest ultima è quella con la maggiore concentrazione di vette interessanti per lo sci. Sulle isole non ci sono vere stazioni sciistiche, se si escludono due piccole sciovie nei pressi di Svolvaer e Stamsund. Lo scialpinismo è ancora poco diffuso presso la popolazione locale, ma in forte crescita. La frequentazione di sciatori dall estero è ancora limitata, anche se nelle belle giornate gli itinerari classici sono battuti da più gruppi anche in settimana. Il potenziale per itinerari nuovi è enorme. La sola limitazione sta nell avere le condizioni favorevoli di tempo, innevamento e stato del manto nevoso. Occorre prestare grande attenzione alle condizioni, in particolare alle possibili zone di neve ghiacciata, frequenti dopo giorni di vento. La neve si trasforma lentamente, in ragione della latitudine, salvo a fine aprile dove si può trovare firn sui versanti sud. Il clima (vedi paragrafo dedicato) è estremamente variabile, infatti può cambiare rapidamente e più volte nella stessa giornata. Le temperature sono miti in rapporto alla latitudine (per effetto della corrente del Golfo) e può piovere anche in pieno inverno. Per informazioni generali sulle isole Lofoten, vedasi il paragrafo alla fine del documento.

2 MAPPA GENERALE DELLE ISOLE LOFOTEN 2 IL TEAM Il Club Avalco riunisce per questa avventura 9 elementi tutti ottimi sciatori, alcuni con precedenti esperienze artiche: Filippo dello staff Avalco, poi Alessandra, Loretta, Roberto doc, Roberto B, Luisa, Paolo TeleMax, Giorgio, Lodovico. INFORMAZIONI PRATICHE SUL VIAGGIO LOGISTICA Alle Lofoten si arriva direttamente in aereo alle due città principali (Svolvaer e Leknes), da Bodo, con la compagnia Wideroe del gruppo SAS. Tuttavia gli aerei per queste brevi tratte sono piccoli, quindi occorre

3 prenotarsi con largo anticipo, inoltre le tariffe sono elevate. In alternativa, si può volare a Harstad/Narvik (aeroporto di Evenes - voli giornalieri da Oslo) e da qui in auto a Svolvaer (180 km / circa 3 ore); oppure con voli a Bodo (sempre giornalieri da Oslo) e quindi con uno dei ferries Bodo-Moskenes o Skutvik Svolvaer o Bognes Lodingen. Per i ferries, gestiti dalla società Torghatten Nord, assicurarsi della loro effettiva disponibilità in caso di mare mosso. All aeroporto di arrivo conviene noleggiare un auto, il solo mezzo pratico per muoversi in autonomia. E raccomandabile prenotare tutti i servizi con largo anticipo, oppure affidarsi ad un agenzia specializzata (Avalco Travel realizza programmi personalizzati per gruppi). 3 Organizzazione e voli. Nel nostro caso Avalco Travel si è occupata di tutto dall Italia (progettazione degli itinerari, voli, noleggio auto, ferry, alloggi). Per la limitata disponibilità di voli su Evenes, abbiamo volato su Bodo. Da qui in auto verso nord a Skutvik (circa 3 ore) dove abbiamo preso il ferry per Svolvaer (1 ora di navigazione). Acquisti sul posto. Si trova tutto a Svolaver (supermercati); i prezzi sono alti come in tutta la Norvegia. Il clima Il periodo migliore per lo scialpinismo va da marzo ad aprile. Le temperature nel periodo variano tra una minima notturna di -8 C/-2 C ad una massima diurna di +3 C/+6 C, al livello del mare. In quota le temperature possono essere sensibilmente più basse ed occorre tenere conto del vento, sempre presente visto che siamo su un isola. La durata del giorno è mediamente di 11 ore in marzo e 15 ore in aprile. Le aurore boreali (vedi paragrafo dedicato in fondo al documento) sono visibili, con cielo sereno, nelle notti da dicembre a marzo. L innevamento non è mai abbondante. In marzo c è naturalmente maggiore possibilità di trovare neve polverosa già a quota mare; in aprile si troverà neve spesso trasformata e, nelle stagioni di scarso innevamento, la quota neve sarà un po più alta. Attenzione nei periodi di scarso innevamento e vento, poiché i pendii possono essere a tratti ghiacciati. Anche per gite facili sono indispensabili i rampanti, e per le vette spesso servono anche i ramponi e la piccozza. Per le previsioni meteo del posto, suggeriamo di consultare il sito (anche in inglese). Attenzione anche alle maree in prossimità della costa, dato che l escursione può superare i 2 metri (informazioni aggiornate su Moneta. La valuta nazionale è la corona norvegese (in marzo 2012: 1 = 7,4 NoK). La carta di credito è molto diffusa e con essa si possono pagare anche piccoli acquisti. Strade.

4 L unica strada importante è la E10 che percorre prevalentemente la costa, sempre in buone condizioni anche dopo una nevicata. Le strade minori sono quasi sempre innevate ma percorribili con le gomme invernali. Noleggi auto Alle Lofoten è presente un servizio Avis ed uno Hertz, ma la disponibilità di auto nel periodo invernale è scarsa. Occorre prenotare con grande anticipo, oppure noleggiare presso gli aeroporti di Bodo o Evenes. Assicurarsi che le auto vengano consegnate con gomme invernali chiodate (indispensabili). 4 Alloggi Alle Lofoten si alloggia nelle caratteristiche rorbur, ex case di pescatori convertite in appartamenti per turisti (alcune però sono nuove), complete di cucina. Tra le varie località suggeriamo Svolvaer o Kabelvag, entrambe situate in posizione centrale per le gite. Gli hotel sono costosi. Comunicazioni Sulle montagne ed in vaste aree interne non c è copertura GSM cellulare, garantita solo lungo la costa. Sicurezza. Se c è copertura telefonica, in tutto il paese il numero per le emergenze è il 112, tuttavia non esistono squadre di soccorso alpino organizzato, né l elicottero. Esiste un ospedale ben attrezzato a Leknes ed un presidio medico nei centri maggiori. Formalità Per la Norvegia è sufficiente la carta d identità. Cartografia e Guide o Manuali Per una visione d insieme è utile la carta 1:400,000 Nordland Og sor Troms (ed. Cappelens). Per un orientamento generale, la carta 1:100,000 Lofoten ed. Turkart, e per le gite le due carte 1:50,000 ed. Turkart: Vagan e Vest-Lofoten. Per una consultazione più dettagliata, sono utili le carte topografiche 1:25,000 ed. Turkart. Queste carte offrono un buon dettaglio come curve di livello, tuttavia le quote delle vette possono essere imprecise e non sono rappresentate graficamente le rocce. Tutte queste carte si trovano sul posto presso gli uffici turistici. La declinazione magnetica nella zona è di 4 32 verso est (marzo 2012) /anno. Come guida, consigliamo il volume Lofoten: ski & kayak di F.Pasini (in italiano) dove sono descritti i percorsi classici principali. Per informazioni generali sulle Lofoten: (in italiano); o il sito del turismo norvegese ITINERARI Nota: per gli itinerari non effettuati ma solo descritti, si ringrazia la guida alpina Seth Hobby di Kabelvag. (Per le tracce gps e/o waypoints: contattare Attenzione: alle isole Lofoten ci sono molte vette con lo stesso nome, e le carte locali contengono diversi errori specialmente nelle quote. Itinerari effettuati nel fiordo di Austnesfjord I punti di partenza di questi itinerari si trovano a pochi km a nord di Svolvaer, lungo l Austnesfjord.

5 Torskmannen 740 m m Orientamento prevalente sud-est. Bel vallone che offre diversi itinerari, tutti dallo stesso punto di partenza. Da Svolvaer seguire la E10 in direzione Fiskebol. Costeggiare l Austnesfjord e, poco prima del villaggio di Vestpollen, prendere a sinistra la strada per Laukvik. Dal bivio dopo circa 1,5 km parcheggiare nei pressi di una centrale elettrica. Da qui salire per un rado bosco di betulle in direzione nord-ovest e puntare all evidente sella tra le due cime. La cima ovest è la più alta, gli ultimi 100 metri si percorrono su cresta (ramponi utili in caso di neve gelata). Discesa per l itinerario di salita. Valutazione: MS (MSA per la vetta del Torskammen ovest). 5 Il Torskmannen ovest 755 m ed est 740 m. Breidtinden 672 m Gita con orientamento est che si può concatenare con quella dei Torskmannen, a partire dal laghetto sottostante a quota 350 m. Valutazione: BS. Pilan 740 m 825 m Questa cima si può fare per un itinerario molto diretto, all anticima est (740 m), oppure per un itinerario più lungo alla vetta principale 825 m. Da Svolvaer seguire la E10 per Fiskebol lungo l Austensfjord, fino a Laupstad in fondo al fiordo. Prima del paese, prendere una stradina a sinistra e parcheggiare. Con un arco di cerchio da nord ad ovest salire al laghetto a quota 180 m (quotato erroneamente 289 m sulla carta). Da qui, per l itinerario diretto, salire verso nord-est all ampia sella a quota 360 m. Quindi per gli ampi pendii orientati ad est salire all anticima est del Pilan 740 m (a piedi gli ultimi 50 m). Per l itinerario classico alla cima principale, costeggiare il laghetto e continuare in direzione ovest, poi da quota 400 m circa deviare verso nord e puntare alla vetta, raggiungibile a piedi per neve e rocce. Valutazione: MSA. Kverkan 810 m Questa bella cima nevosa si trova poco a sud del Pilan e si raggiunge per lo stesso itinerario iniziale, salendo per ampi pendii con orientamento est, sci ai piedi fino alla vetta. Valutazione: MS. Sautinden 596 m

6 Questa vetta si può salire facilmente, in concatenamento con il Pilan est, a partire dalla sella 360 m, per il breve versante ovest. Discesa per l itinerario di salita (BS) oppure per il ripido versante sud, direttamente sul paesino di Laupstad (OS, 40-45, da evitare in caso di neve gelata). 6 Il Sautinden 596 m con l itinerario di salita (rosso) e di discesa (blu). Kvittinden 823 m Itinerario molto diretto e frequentato, che parte dal fiordo Austnesfjord, circa 1,5 km prima del paese di Laupstad. Dalla strada salire subito gli ampi pendii orientati ad est fino alla vetta che si raggiunge a piedi per gli ultimi 10 metri. Discesa per l itinerario di salita. Valutazione: MS. Altri itinerari nell Austnesfjord Stauren 762 m 778 m La prima parte del percorso è in comune con il Pilan est, fino alla sella a quota 360 m. Da qui si risalgono i pendii orientati a sud-est fino ad un evidente colle tra le due vette dello Stauren La cima sud 778 m presenta una splendida cresta nevosa inclinata a circa 40. La cima nord 762 m offre una breve arrampicata di misto neve e rocce. Valutazione: BSA. Nota: la sella a 360 m si può raggiungere anche da nord, a partire dal fiordo Morfjorden. Rundfjellet 803 m Lungo ma remunerativo itinerario che parte dalla strada E10 sull Austnesfjord, in corrispondenza del ponticello sul Vaterfjordpollen (area di sosta nei pressi). Inizialmente seguire il lato nord del Vaterfjordpollen, poi guadagnare a destra una valletta ed un ampio dosso che si scavalca con direzione prevalente ovest, per risalire i pendii fino alla cresta sud del Rundfjellet. Geitgalen 1085 m Da Laupstad in fondo all Austnesfjord, prendere a destra la stradina che porta a Liland. Dopo meno di 1 km dal bivio, lasciare l auto al parcheggio di un minimarket. Salire il ripido vallone di Skinelva, orientato ad ovest, al centro lungo un canale o attraverso le rocce a destra, per raggiungere una zona di minore pendenza a quota 600 m circa. Da qui deviare verso destra e puntare, sempre su pendenze sostenute, al colle a destra della vetta. Questa si raggiunge con breve arrampicata, spesso su ghiaccio, che può richiedere l utilizzo di ramponi e piccozza. Discesa per la via di salita, oppure traversata sul versante sud, scendendo il colle (canale con i primi metri a 40 ). In fondo al canale, a partire dai 300 m, deviare verso destra per raggiungere la strada di Liland.

7 Higravtindan 1146 m E la massima elevazione delle isole Lofoten, ed un itinerario di grande impegno e soddisfazione, da realizzare solo in condizioni ideale di neve a causa dei ripidi pendii nella parte alta (oltre 40 ). La prima parte dell itinerario, fino a quota 600 m è identica a quella del Geitgalen. Da questo punto occorre salire direttamente alla sella a destra della vetta, che si raggiunge a piedi con ramponi e piccozza. 7 Trolltindan ovest 996 m Da Laupstad in fondo all Austnesfjord, prendere a destra la stradina che porta a Liland. Da qui seguire la linea della costa del fiordo Austpollen, superare la base del canale sud del Geitgalen e portarsi sul canale successivo, da risalire direttamente fino a quota 400 m circa. Quindi deviare a destra e portarsi su pendii più dolci fino ad arrivare alla cresta alla testata della valle. Puntare poi per pendii sempre più ripidi alla selletta a destra della vetta, raggiungibile con arrampicata di difficoltà variabile secondo le condizioni (ramponi e piccozza). Langstrandtindan 934 m Da Laupstad in fondo all Austnesfjord, prendere a destra la stradina che porta a Liland. Da qui seguire la linea della costa del fiordo Austpollen, superare la base del canale sud del Geitgalen e del Trolltindan, quindi risalire verso sud i pendii che con percorso obliquo portano ad un pianoro a quota 600 m. Sempre con direzione sud, salire direttamente al punto più alto della cresta sommitale del vallone. Possono essere utili i ramponi per superare eventuali tratti ghiacciati. Itinerari effettuati da Svolvaer / Kabelvag Blatinden 621 m Breve itinerario fattibile da Svolvaer quando c è una breve finestra di tempo favorevole, data la vicinanza alla città. Dal centro prendere la strada che porta alla skilift. Lasciare l auto al primo parcheggio e, calzati gli sci, seguire una strada forestale che porta al lago Gronnasvatnet a quota 110 m. Da qui in direzione nord-est imboccare l evidente vallone, poi da quota 400 m circa deviare a destra per raggiungere la cima. Valutazione: BS. Altri itinerari da Svolvaer Blatinden 621 m da est Facile gita con partenza dalla strada E10, in località Bora (circa 4 km da Svolvaer verso Fiskebol). Seguire la costa per circa 1,5 km, poi prendere a sinistra (est) il vallone che sale ad un valico (quota 500m) e quindi in vetta per la spalla nord.

8 Varden 700 m Stortinden 731 m Smatindan 662 m Queste belle cime sono ben visibili già da Svolvaer ed offrono pendii ideali per lo sci, con orientamento prevalente est. La partenza è dalla località Solbakken, che si raggiunge prendendo una stradina laterale a destra, circa 1,5 km dopo Kabelvag in direzione di Ǻ. Parcheggiare nei pressi di un campeggio. Calzati gli sci, proseguire in piano in direzione nord per 1,5 km seguendo una pista di fondo. Raggiunto il lago Stor-Kongsvatnet, seguirne la costa est per circa 500 metri, poi salire a sinistra (est) il vallone Kolbeindalen. A quota 400 m circa puntare direttamente alla vetta di interesse (tutte le cime si raggiungono sci ai piedi). Discesa senza percorso obbligato su ampi pendii fino al lago. 8 Lyngaverfjellet nord 676 m Da Kabelvag seguire la E10 in direzione di Ǻ; a circa 2,5 km dal bivio per Henningsvaer, parcheggiare l auto a fianco della strada. Salire il vallone Merradalen in direzione est, inizialmente ripido e poi più dolce, fino ad arrivare ad un colle a quota 600 m circa. Da qui in vetta per la cresta sud. Itinerari effettuati nella valle di Olderfjorden sud Varden 700 m Da Kabelvag seguire la E10 in direzione di Ǻ e, circa 2 km prima del ponte verso l isola Gimsoya, prendere a destra la strada che percorre il lato sud dell Olderfjorden. Dopo meno di 2 km la strada finisce. Dal termine della strada, percorrere circa 1,5 km in piano in direzione est, poi salire i pendi a destra di una forra (alcuni passaggi ripidi e disagevoli nella boschina) fino a portarsi a quota 250 m. Iniziare a deviare verso destra (sud-est) e puntare alla sella a destra del Varden. Raggiungere la vetta per la breve cresta sud. Valutazione: BS. Altri itinerari nella valle di Olderfjorden sud Stortinden 731 m Smatindan 662 m Queste cime, come il Varden fattibili anche dal versante est (Kabelvag), sono facilmente raggiungibili anche dalla valle di Olderfjorden. Per lo Stortinden, da quota 600 m dell itinerario al Varden (vedi sopra), deviare decisamente a sud e raggiungere la vetta per la spalla nord-est. Per lo Smatindan, da quota 250 m dell itinerario al Varden, continuare a lato dell impluvio del Finnmarkdalen (direzione nord-est). Puntare direttamente alla vetta per il suo pendio ovest, oppure girare sul versante est ed arrivare in vetta da sud.

9 Tutte queste cime si prestano a concatenamenti ed attraversate sui due versanti di Olderfjorden e Kabelvag. 9 Itinerari effettuati sull isola di Austvagoya nord Rundfjellet 803 m, da nord Da Svolvaer seguire la E10 in direzione Fiskebol. Sull Austensfjord, poco prima del paese di Vestpollen, prendere a sinistra la strada per Laukvik. Superare la centrale elettrica, percorrere 3,5 km circa e parcheggiare lungo la strada nei pressi della località Storvassbotnen. Attravesare un laghetto (o palude) in direzione sud ed imboccare il vallone Kudalen, per un pendio boscoso inizialmente ripido. Superato questo, il vallone si apre ed i pendi diventano ampi e dolci. Sempre con direzione sud, pervenire sulla cresta che porta sul versante est, ad una quota di 600 m circa. Portarsi sul versante est e, con un percorso ascendente verso destra, raggiungere la vetta per la cresta sud (ramponi utili). Valutazione: MSA. Sautinden 596 m Questa cima, facilmente raggiungibile da Laupstad (vedi itinerari dall Austnesfjord), si può salire anche dal alto est, per un ampio vallone, a partire da una fattoria poco prima del paese di Higrav (venendo da Svolvaer in direzione di Fiskebol). Valutazione: MS. Altri itinerari sull isola di Austvagoya nord Tra Fiskebol e Laukvik sono possibili diversi itinerari di media difficoltà. Stauren 778 m Pilan 740 m Queste vette, già descritte negli itinerari da Laupstad (versante sud-est), possono essere salite anche da nord, partendo dal paesino di Morfjorden nel fiordo omonimo. Si risalgono i pendii boschivi sulla sinistra (destra orografica) del Sorelva, per raggiungere l ampia sella a quota 360 m, e quindi i percorsi già descritti. Stauren 778 m, da nord-ovest Superato Morfjorden, venendo da Fiskebol, dopo circa 2 km si lascia l auto presso una piccola area di sosta. Si sale il bosco per il valloncello Sommarhusdalen (direzione sud-ovest) per raggiungere un laghetto a quota 70 m. Seguire il pendio che si alza sulla sinistra (direzione nord), con pendenze che raggiungono progressivamente i 45 (ramponi utili), per uscire su una spalla e continuare su pendii più facili alla sella a sinistra (est) della vetta. Da qui si continua a piedi per rocce e neve. Fjordmannen 810 m La parte iniziale dell itinerario è come per lo Stauren, fino al laghetto a quota 70 m. Da qui, salire verso nord-ovest al laghetto soprastante, quota 178 m. Risalire i ripidi pendii nella stessa direzione e pervenire

10 ad una conca a quota 500 m. Raggiungere la vetta per i ripidi pendii sul lato nord-est (utili ramponi e piccozza). Matmora 788 m Da Svolvaer seguire la E10 in direzione Fiskebol. Sull Austensfjord, poco prima del paese di Vestpollen, prendere a sinistra la strada per Laukvik. Arrivati al mare sulla costa nord, seguire il Vatnfjorden in direzione di Laukvik. Individuato il vallone di Rangeldalen sulla destra (est), prendere una deviazione della strada dove si può parcheggiare. Superare un ripido pendio boschivo e raggiungere un pianoro a quota 200 m. Continuare in direzione est in leggera salita, superando il laghetto Rangeldalsvatnet (sulla destra). Dai 300 m di quota, risalire descrivendo un ampio semicerchio verso sinistra (nord poi nord-ovest), e risalire in diagonale i pendii esposti ad sud-est del Matmora fino alla vetta che si raggiunge sci ai piedi. 10 Itinerari nell isola di Gimsoya Nordehia 599 m Da Svolvaer seguire la E10 in direzione sud. Dopo il ponte che dà accesso all isola di Gimsoya, continuare a sinistra sulla E10, poi al primo bivio prendere a destra in direzione di Saupstad e Hov. Dal bivio, dopo circa 1,5 km deviare a destra per la località Jenndalen (la stradina potrebbe essere subito bloccata per neve). Seguire la stradina per 1 km circa, poi risalire i pendii a sinistra (direzione nord) fino al laghetto Trolldalstjorna 325 m. D qui direttamente alla vetta, sci ai piedi, deviando un po sul versante ovest. Sundklakktinden 620 m Da Svolvaer seguire la E10 in direzione sud. Dopo il ponte che dà accesso all isola di Gimsoya, continuare a sinistra sulla E10, per circa 2 km. Parcheggiare l auto in un area di sosta. Risalire il vallone Jorndalen, esposto a sud, e raggiungere la cresta sommitale superando un ripido dosso dal lato destro (est). Itinerari nell isola di Vestvagoya Hatinden 649 m Da Svolvaer seguire la E10 in direzione sud. Superare il ponte che dà accesso all isola di Gimsoya e quello successivo di Vestvagoya. Continuare sulla E10 verso Leknes e parcheggiare al termine delle case di Lyngedal (circa 7 km dal ponte). Calzati gli sci, seguire la sponda est del lago Lyngedalsvatnet e, prima del suo termine, iniziare a salire i ripidi pendii a sinistra (est) fino a quota 350 m circa. Lasciare sulla destra un colle e puntare alla vetta che si raggiunge sci ai piedi per la spalla sud. Haveren 808 m Come per l itinerario precedente, ma proseguendo sulla E10 e, dopo il lago Steirapollen, deviare a destra fino al paese di Bo. Dal paese salire al laghetto Bovatnet (quota 37 m) ed affrontare i ripidissimi pendii nord della montagna. Dai 400 m attraversare in piano il fianco ovest e puntare alla vetta per la ripida spalla nord-ovest. Difficoltà alpinistiche variabili secondo le condizioni. Justadtinden 738 m Da Leknes seguire la strada (direzione est) per Stamsund. Superato Fygle, percorrere ancora 3 km fino ad un area di sosta (località Hagskardet).

11 Risalire con le pelli di foca i dolci pendii in direzione nord-est fino a portarsi ad un colle alla base della cresta ovest della montagna (quota 400 m circa). Da qui in vetta seguendo la cresta. Itinerari nell isola di Flakstadoya Sautinden 794 m Da Svolvaer seguire la E10 in direzione sud. Passare sull isola Flakstadoya (ponte). Da Napp proseguire per circa 9 km, poi deviare a sinistra verso Nusfjord. Parcheggiare all inizio del lago Storvatnet. Sci ai piedi, percorrere in piano 1 km in direzione ovest, poi alzarsi nella stessa direzione sui pendii antistanti, cercando le pendenze più favorevoli, fino a quota 650 m. Poco sopra, evitare un sistema di rocce e piegare a destra per raggiungere la cima (ramponi e piccozza in caso di ghiaccio). Il Sautinden è fattibile anche da ovest (Skjelfjorden), su pendii ripidi. Può essere interessante la traversata est-ovest. 11 Tonsasheia 769 m Da Svolvaer seguire la E10 in direzione sud. Passare sull isola Flakstadoya (ponte). Da Napp proseguire per circa 9 km, poi deviare a sinistra fino al piacevole paese di Nusfjord. Se possibile, continuare ancora per 300 metri verso sud e quindi parcheggiare l auto. Dalla costa risalire progressivamente in direzione ovest sotto le rocce del Mosestinden. Con un ampio giro da sinistra verso destra, raggiungere la vetta sci ai piedi per il versante sud-est. Moltinden 696 m Da Svolvaer seguire la E10 in direzione sud. Passare sull isola Flakstadoya (ponte). Proseguire per la E10 e, superato Flakstad, arrivare a Ramberg (possibile parcheggio nei pressi del camping). Si parte dal paese per risalire un corto ma ripido canalino (40 ), individuabile dal basso, che consente di portarsi sui più agevoli pendii ovest della montagna, poi senza difficoltà fino alla vetta. Itinerari nell isola di Moskenesoya Navaren 697 m Da Reine occorre portarsi al laghetto quotato 67 m alla base del pendio sud-est del Navaren. Puntare direttamente all evidente canale, incassato tra le rocce a sinistra, progressivamente più ripido (45 ) e stretto fino a soli 5 metri. Utili ramponi e piccozza. La salita alla vetta presenta difficoltà di tipo alpinistico. Vista spettacolare su Reine ed il mare. Hermanndalstinden 1029 m Bella gita complessa e con lunghissimo approccio dal paese di Sorvagen vicino a Moskenes. Dal paese, sci ai piedi, seguire una pista che costeggia sul lato nord il laghetto di Storvagnet, poi deviare a destra (nord), costeggiare il lago Stuvdalsvatnet, seguire una valle per circa 1 km, salire il facile pendio del Djupfjordheai, e scendere ad una radura sottostante sul lato nord (località Lamheia). Deviare a sinistra (ovest) passando tra i laghi Fjerddalsvatnet etennesvatnet, poi a destra (nord) tra quest ultimo ed il lago Krokvatnet che si costeggia fino al lato nord, finalmente alla base dell Hermanndalstinden (circa 7 km dalla partenza). Salire verso ovest ad una spalla quotata 650 m, e da qui risalire il versante sud-est della montagna, a tratti ripido, fino in vetta (ramponi utili in caso di neve gelata). Discesa per l itinerario di salita. Olkontinden 735 Solbjorn 672 m Bukkskinntinden 768 m Da Reine proseguire lungo la E10 in direzione nord. Dall abitato di Hamnoya, dopo circa 3 km lasciare l auto presso un area si sosta sulla strada. Calzati gli sci, passare sulla sinistra un laghetto e risalire il ripido vallone orientato a sud. A circa 500 m di quota, deviare a sinistra (ovest) per la vetta dell Olkontinden, a destra per il Solbjorn, oppure proseguire al centro del vallone per la vetta del Bukkskinntinden (arrampicata negli ultimi 30 metri). Lilandstinden 700 m Da Reine proseguire lungo la E10 in direzione nord. Dall abitato di Hamnoya, dopo circa 2 km lasciare l auto presso un area si sosta sulla strada. La salita è molto diretta e si sviluppa interamente su versante sud della montagna. Ramponi e piccozza utili per la vetta.

12 Ryten 543 m Da Reine proseguire lungo la E10 in direzione nord. Sul Selfjorden, lasciare la strada principale e deviare a sinistra per Fredvang (ponte). Continuare lungo la costa del Torsfjorden fino all abitato di Bergland. Dalle case risalire i pendii in direzione nord fino ad una conca a quota 110 m (laghetto). Da qui puntare direttamente al versante sud-est del Ryten che si segue sci ai piedi fino in vetta. 12 Litljordtinden sud 678 m Approccio in auto come il Ryten. Arrivati a Bergland, continuare fino al termine della strada in località Selfjord. Risalire il vallone del Stormarkdalen (esposto a sud) fino ad un evidente colle a quota 600 m. Da qui a piedi in vetta, lungo la cresta ovest, con difficoltà variabili secondo le condizioni. Per informazioni su questi itinerari e waypoints GPS: contattare INFORMAZIONI GENERALI SULLE ISOLE LOFOTEN Le isole Lofoten si estendono poco a nord del 68 parallelo, a poca distanza dalla costa norvegese dalla quale sono separate dal Vestfjorden. La superficie complessiva è di circa 1220 km2 e vi risiedono 25 mila abitanti. Le isole furono abitate già 6000 anni fa, quando il territorio era ricoperto da foreste e I residenti vivevano di caccia e di pesca. L agricoltura fu introdotta 4000 anni fa. Le Lofoten divennero presto una colonia vichinga; I vichinghi svilupparono sopratutto la pesca al merluzzo che per molti secoli ha rappresentato l attività principale delle isole. Ancora oggi è abbastanza praticata, da febbraio ad aprile. Ovunque sulle isole si vedono le rastrelliere di legno per essicare I merluzzi, e le caratteristiche case dei pescatori (rorbur) o capanni da pesca (sjohus) che oggi in gran parte sono state trasformate in alloggi per I visitatori. Pur trovandosi oltre il circolo polare artico, il clima è abbastanza mite (anche in inverno), poichè influenzato dalla Corrente del Golfo. L ambiente è dominato dalle aspre rocce granitiche a picco sul mare, inframezzate tra un fiordo e l altro da alcune zone collinose con numerosi laghi. Le Lofoten sono famose per l eccezionale popolazione di uccelli marini: la gazza marina, l uria, il cormorano, il gabbiano tridattilo, il pulcinella di mare. Inoltre nella parte meridionale, al largo dell isola di Moskenesoya, e sulle minuscule isole di Vaeroy e Roest, nidificano le maestose aquile di mare, facilmente riconoscibili per le dimensioni imponenti e la coda bianca. Il turismo alle Lofoten è concentrato sopratutto in estate. In inverno ci sono pochi appassionati di sci e outdoor che desiderano godere dell isolamento e della natura eccezionale delle isole. Sulle aspre montagne dell interno si possono fare interessanti traversate in sci e ciaspole, anche impegnative, o escursioni in mare alla ricerca di foche, balene, orche.. A Svolvaer la visita a Magic Ice (esposizione indoor delle sculture di ghiaccio) può essere un occasione originale di foto particolari.

13 A Kabelvag, a pochi km da Svolvaer, vale la visita la Vagan Kirke (per dimensioni la seconda chiesa completamente in legno della Norvegia). All estremità sud dell isola Austvagoya c è Henningsvaer, affacciata sul Vestfjorden. Il piccolo villaggio di pescatori è costituito da diversi isolotti sull acqua, al punto che qualcuno ha definito Henninggsvaer la Venezia delle Lofoten. A Leknes, nell isola Vestvagoya, è interessante una visita al Polarlight Center, un istituto dedicato allo studio delle aurore boreali. Proseguendo verso sud, si arriva all isola Flakstadoya. Qui può essere interessante visitare Nusfjord, un villaggio storico dedicato alla pesca, ricostruito ad arte e davvero bello, ma al quale preferiamo il più autentico Å. Il villaggio di Å, all estremità meridionale dell isola Moskenesoya, (il nome con la sola lettera Å - l ultima lettera dell alfabeto norvegese) non è uno scherzo), il villaggio più meridionale, forse l angolo più caratteristico e piacevole delle Lofoten, insieme con la vicina Reine. Dall estremità meridionale si ammira il severo tratto di mare detto Moskenstraumen, tra Moskenesoya e la piccola isola di Sorvaroy, celebre per le violente onde create dalle maree e per la ricca fauna marina. 13 Le Lofoten, in ragione dell ambiente naturale bellissimo e della tranquillità dei luoghi, hanno attratto parecchi artisti norvegesi che vi hanno stabilito il loro atelier o addirittura la residenza. Non è raro incontrare nei vari paesi botteghe e mostre dei molti artisti: pittori, scultori, artigiani del vetro, del ferro, del legno. L AURORA BOREALE Un alto elemento di interesse di questo viaggio è naturalmente l aurora boreale. L aurora boreale ( Northern lights in inglese) si forma dal cosiddetto vento solare (particelle ionizzate provocate dale tempeste solari) che, sospinto nelle regioni polari dal campo magnetico terrestre, interagisce con gli atomi di ossigeno e azoto dell atmosfera generando energia luminosa di altissima densità. Dalla terra il fenomeno è dunque visibile (al buio) come strisce verdi chiaro o giallo-rosa o viola, con varie sfumature di colore e le forme più bizarre e sempre diverse. Nell antichità gli inuit consideravano il fenomeno come un messaggio divino, cui attribuivano vari significati, per esempio quello di dono dei defunti per rallegrare le freddi notti polari. L aurora boreale raggiunge la sua massima intensità da novembre a febbraio, in concomitanza con la notte polare. La sua apparizione è più probabile durante le notti chiare, fredde, e sgombre da nubi. Tuttavia è

14 difficile prevedere il fenomeno, che può essere presente o meno e con intenistà diversa anche cambiando di poco il luogo di osservazione. Dal punto di vista fotografico, le aurora boreali sono un soggetto tecnicamente non facile, se si desidera aver un risultato valido e non banale. Chi lo desidera può visitare il Polarlight Center a Leknes (ingresso circa NOK) e con questo avrà diritto al servizio di sms-alarm: il Centro invia sul vostro cellulare le informazioni aggiornate su date ed orari esatte delle aurore ed i punti di osservazione consigliati. Per chi desiderasse fotografare il fenomeno: è indispensabile una reflex, con batterie ben cariche, e montata su un solido treppiede. Bloccare lo specchio, e scattare con tempi di 4-10 sec a piena apertura, secondo gli effetti che si vogliono ottenere. Utile un telecomando a cavo o IR, altrimenti impostare l autoscatto. 14 FINE DELLA RELAZIONE > Per vedere la PHOTO GALLERY: > Per informazioni e consigli sulle zone visitate ed in generale sullo scialpinismo nelle Lofoten: mail a > Programma di scialpinismo alle isole LOFOTEN offerto da Avalco Travel: > Programmi di scialpinismo in NORVEGIA: consultare il sito

Sci alpinismo nel gruppo di Puez

Sci alpinismo nel gruppo di Puez Sci alpinismo nel gruppo di Puez Questo articolo di Alberto De Giuli propone tre itinerari inediti per scialpinisti esperti. Si tratta di percorsi ad anello che presentano tutti i caratteri dello sci alpinismo

Dettagli

Mobile +39 349 4320563 info@guidemonterosa.info www.guidemonterosa.info. Gressoney, la valle del Lys e il Monte Rosa

Mobile +39 349 4320563 info@guidemonterosa.info www.guidemonterosa.info. Gressoney, la valle del Lys e il Monte Rosa SOCIETA DELLE GUIDE DI GRESSONEY Sede legale: Località Tache 11020 Gressoney-La-Trinité (Ao) Sede ufficio: Località Lago Gover 11025 Gressoney-Saint-Jean (Ao) Mobile +39 349 4320563 info@guidemonterosa.info

Dettagli

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina Descrizione Ubicato a 1542 m sul versante settentrionale della Maiella, alle coordinate geografiche N 42 008 09 E 14 003 39, il rifugio é intitolato a Paolo Barrasso,

Dettagli

CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30

CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30 CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30 Presentazione: escursione faticosa ma breve e di soddisfazione,

Dettagli

MAKALU 8463 m, NEPAL via normale nord-ovest, discesa in sci e cenni sulle altre vie del versante ovest 1

MAKALU 8463 m, NEPAL via normale nord-ovest, discesa in sci e cenni sulle altre vie del versante ovest 1 MAKALU 8463 m, NEPAL via normale nord-ovest, discesa in sci e cenni sulle altre vie del versante ovest 1 La via normale di nord-ovest, per il Makalu-La (ampia sella tra la vetta del Makalu e il Kansung

Dettagli

CHO OYU 8201 m RELAZIONE TECNICA DELLA SALITA PER LA VIA NORMALE SUL LATO NORD (TIBET)

CHO OYU 8201 m RELAZIONE TECNICA DELLA SALITA PER LA VIA NORMALE SUL LATO NORD (TIBET) CHO OYU 8201 m RELAZIONE TECNICA DELLA SALITA PER LA VIA NORMALE SUL LATO NORD (TIBET) IL CHO OYU VISTO DALLA PIANA DI TINGRI LA VIA NORMALE SUL VERSANTE NORD-OVEST TEMPISTICA PER LA SALITA E DISCESA CAMPO

Dettagli

Orca Safari e Isole Lofoten (NORVEGIA)

Orca Safari e Isole Lofoten (NORVEGIA) Proposta di viaggio AVALCO TRAVEL OU09005 REV.1 del 16-05-2011 Orca Safari e Isole Lofoten (NORVEGIA) un viaggio fotografico con PHOTOFARM ANDATA/RITORNO SU BODO n partecipanti: 7-10 durata: 8 giorni partenze:

Dettagli

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno Il Cornizzolo da Civate Zona Prealpi Lombarde Triangolo Lariano Corni di Canzo Tipo itinerario Ad anello Difficoltà E (per Escursionisti) Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero

Dettagli

GROENLANDIA, costa est

GROENLANDIA, costa est Spedizione sci- alpinistica esplorativa GROENLANDIA, costa est PERIODO: 4-18 aprile 2010 LA NUOVA FRONTIERA DELLO SCIALPINISMO Chi è alla ricerca di nuove montagne da sciare ha a disposizione molte aree

Dettagli

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado)

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado) 42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado) La più classica delle gite in montagna della Grecia davvero imperdibile e non difficile, merita tutta la sua fama:

Dettagli

MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge

MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge NOTIZIE. La cosiddetta Cresta dei Tausani è la dorsale che, dalla SS 258 Marecchiese in corrispondenza di Ponte Santa Maria Maddalena (188

Dettagli

CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso)

CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso) CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso) Situazione 44.0982 / 7.5063 In questa zona trovate splendide soluzioni per alloggiare in albergo o per la sosta camper in libero. Base di partenza

Dettagli

Itinerario n. 117 - Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore

Itinerario n. 117 - Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore Pagina 1 Itinerario n. 117 - Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore Scheda informativa Punto di partenza: Fonte Cerreto (AQ) Distanza da Roma: 125 km Lunghezza: 49 km ascesa totale: 1225 m Quota massima:

Dettagli

TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI

TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI La partenza è da Villagrande di Tornimparte (880 m s.l.m.) lungo la strada provinciale SP1 Amiternina; dopo 400 metri circa in falsopiano svoltare a sinistra

Dettagli

Norvegia: Le isole Lofoten Tra montagne e fiordi - terra di gabbiani e merluzzi

Norvegia: Le isole Lofoten Tra montagne e fiordi - terra di gabbiani e merluzzi Scure, montagnose, sparpagliate quasi ad anfiteatro lungo la costa settentrionale della Norvegia... ...le isole Lofoten rappresentano, un paradiso naturale non solo per la grande quantità di uccelli che

Dettagli

Scialpinismo in Islanda del Nord

Scialpinismo in Islanda del Nord Scialpinismo in Islanda del Nord TROLLASKAGI ADVENTURE & BARCA A VELA NELL HORNSTRANDIR Relazione tecnica del viaggio con note generali sulle montagne dell Islanda PERIODO: 16/04 1/05/2011 SCIALPINISMO

Dettagli

Corso Base di Scialpinismo PREPARAZIONE E CONDOTTA DI UNA GITA IN AMBIENTE INVERNALE

Corso Base di Scialpinismo PREPARAZIONE E CONDOTTA DI UNA GITA IN AMBIENTE INVERNALE Corso Base di Scialpinismo PREPARAZIONE E CONDOTTA DI UNA GITA IN AMBIENTE INVERNALE 29/10/2004 La pratica degli sport invernali al di fuori delle piste battute Che cosa si intende per sicurezza in montagna:

Dettagli

Via Ferrata del Somator, Monte Biaena

Via Ferrata del Somator, Monte Biaena Via Ferrata del Somator, Monte Biaena Via Ferrata F / Facile, panoramica e facilmente accessibile, ci porta sulla cima del Monte Biaena (1.618). Descrizione breve: ferrata facile e breve, dal Rifugio Malga

Dettagli

1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso

1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso 1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I Öberst, Obere Obisellalm 10,8 km 5.00 ore 1392 m 810 m 2160 m giu. ott. 26 Obere Obisellalm Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago Öberst Vernuer

Dettagli

Trekking per la Cima della Neve - Schneespitze

Trekking per la Cima della Neve - Schneespitze Trekking per la Cima della Neve - Schneespitze TREKKING Durata Distanza 9:00 h 13.5 km Dislivello Altitudine Max 1730 m 3167 m Condizione Tecnica Avventura Paesaggio Verso la croce in vetta Fra vedrette

Dettagli

18 Rifugio Nuvolau, 2575 m. Dolomiti d Ampezzo, Pelmo-Croda da Lago. Al nido d aquile dal panorama mozzafiato. 12 km. Lunghezza percorso.

18 Rifugio Nuvolau, 2575 m. Dolomiti d Ampezzo, Pelmo-Croda da Lago. Al nido d aquile dal panorama mozzafiato. 12 km. Lunghezza percorso. 18 Rifugio Nuvolau, 2575 m ca. 4 ½ ore 870 m 870 m ca. 4 ½ ore località Ponte di Rù Bianco, strada del passo Falzarego, 1732 m Ra Gusela Passo Giau Rif. Nuvolau Al nido d aquile dal panorama mozzafiato

Dettagli

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014 CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI Via IV Novembre, 9 20043 ARCORE Tel. 039-6012956 cell. 3479471002 www.cea-arcore.com e-mail: cea.arcore@gmail.com GITA alla ROSA DEI BANCHI 3163 M E MONT GLACIER 3182 M VAL

Dettagli

Caponord e la Magia dei Fjordi

Caponord e la Magia dei Fjordi Caponord e la Magia dei Fjordi dal 18 giugno 2016 al 20 luglio 2016 Programma di viaggio: 1 giorno: 18 giugno 2016 Vipiteno Incontro con l incaricato tecnico dell agenzia presso l area camper Sadobre di

Dettagli

CAI ALA di STURA Programma 2016

CAI ALA di STURA Programma 2016 CAI ALA di STURA Programma 2016 Perchè iscriversi al C.A.I. (meglio se alla sezione di Ala di Stura) Per motivi ideali, che uniscono tutti gli appassionati della montagna, e per motivi pratici, che interessano

Dettagli

Itinerario n. 119 - Dal lago di Bolsena a Tuscania lungo il fiume Marta

Itinerario n. 119 - Dal lago di Bolsena a Tuscania lungo il fiume Marta Pagina 1 Itinerario n. 119 - Dal lago di Bolsena a Tuscania lungo il fiume Marta Scheda informativa Punto di partenza: Marta(Vt) Distanza da Roma : 100 km Lunghezza: 35 km Ascesa totale: 360 m Quota massima:

Dettagli

Scialpinismo nelle Dolomiti

Scialpinismo nelle Dolomiti 70 itinerari Bacci 76 itinerari Cauz Kehrer Stauder Willeit Zangrando Ulrich Kössler Scialpinismo nelle Dolomiti Scialpinismo per principianti Dalle Tre Cime a Cortina, Fanes e Puez fino al Civetta Alto

Dettagli

SOTTO LE LUCI DELL AURORA BOREALE

SOTTO LE LUCI DELL AURORA BOREALE SOTTO LE LUCI DELL AURORA BOREALE LAPPONIA SVEDESE PARTENZE 2016 GENNAIO 29 FEBBRAIO 12 e 26 5 GIORNI Viaggio Individuale. Il Parco Nazionale di Abisko, a più di 250 km a nord del circolo polare artico,

Dettagli

PRIMO GIORNO: SENTIERO DA PIAN TREVISAN A PIAN DEI FIACCONI

PRIMO GIORNO: SENTIERO DA PIAN TREVISAN A PIAN DEI FIACCONI Il gruppo della Marmolada detiene, in Dolomiti, una indiscussa sovranità, da cui il nome di Regina delle Dolomiti, appunto per la massima elevazione dell intero sistema dolomitico di cui ne ospita anche

Dettagli

Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011

Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011 Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011 Percorso iper-classico del Gruppo dell'adamello. L'itinerario inizia in discesa grazie agli impianti del Tonale che permettono un comodo accesso al Passo Presena. Tipologia:

Dettagli

LE TRE CIME DI LAVAREDO Le regine delle Dolomiti

LE TRE CIME DI LAVAREDO Le regine delle Dolomiti LE TRE CIME DI LAVAREDO Le regine delle Dolomiti Quando si parla delle Tre Cime di Lavaredo si pensa subito alle fotografie che vediamo sempre sui calendari. Ma avete mai pensato da dove sono state scattate?

Dettagli

Itinerario n. 087 - Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana

Itinerario n. 087 - Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana Pagina 1 di 5 Itinerario n. 087 - Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana Scheda informativa Punto di partenza: Pescasseroli Distanza da Roma: 164 km Lunghezza: 34 km Ascesa totale: 630 m Quota

Dettagli

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30. Itinerari 1) GOUTA: boschi di conifere, prati, quota 1.100 m Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

Dettagli

BULGARIA - RILA E PIRIN marzo 2015

BULGARIA - RILA E PIRIN marzo 2015 Scialpinismo Viaggio BULGARIA - RILA E PIRIN marzo 2015 DATA 17-22 marzo o 15-22 marzo 2015 DURATA 6 o 8 giorni DIFFICOLTÀ BSA MINIMO PERSONE 6 persone GUIDA ALPINA UIAGM Mario e guida sciatore locale

Dettagli

Attività per ragazzi ad adulti abituati alle escursioni. Attività dove è richiesto un buon allenamento alle escursioni

Attività per ragazzi ad adulti abituati alle escursioni. Attività dove è richiesto un buon allenamento alle escursioni Programma inverno 2014/15 Attività per tutta la famiglia. Limite età bimbi Attività per ragazzi ad adulti abituati alle escursioni Attività dove è richiesto un buon allenamento alle escursioni ACTIVITY

Dettagli

TREKKING DEL "SELLARONDA"

TREKKING DEL SELLARONDA TREKKING DEL "SELLARONDA" Quattro giorni nel gruppo del Sella Da venerdi 2 a lunedi 5 settembre 2005 Il trekking si svolge nell'inconfondibile gruppo del Sella, nelle Dolomiti,caratterizzato dal grande

Dettagli

SOTTO LE LUCI DELL AURORA BOREALE -SPECIALE VISITA HOTEL DI GHIACCIO & SALITA AL FANTASTICO SKY CENTER-

SOTTO LE LUCI DELL AURORA BOREALE -SPECIALE VISITA HOTEL DI GHIACCIO & SALITA AL FANTASTICO SKY CENTER- SOTTO LE LUCI DELL AURORA BOREALE -SPECIALE VISITA HOTEL DI GHIACCIO & SALITA AL FANTASTICO SKY CENTER- LOCALITA INTERESSATE: KIRUNA, ABISKO E STOCCOLMA DAL 4 AL 9 DICEMBRE 2015 6 GIORNI Tour di Gruppo

Dettagli

GITA ESTIVA SULLE DOLOMITI DI SESTO. 17 24 Luglio 2011. Schede descrittive degli itinerari

GITA ESTIVA SULLE DOLOMITI DI SESTO. 17 24 Luglio 2011. Schede descrittive degli itinerari GIT ESTIV SULLE OLOMITI I SESTO 17 24 Luglio 2011 Schede descrittive degli itinerari Le schede contenute nel seguente documento illustrano, con l ausilio di porzioni topografiche delle aree man mano attraversate,

Dettagli

I VIAGGI D AUTORE de laformadelviaggio 28 luglio 6 agosto 2015 Norvegia. Dalle Lofoten a Capo Nord.

I VIAGGI D AUTORE de laformadelviaggio 28 luglio 6 agosto 2015 Norvegia. Dalle Lofoten a Capo Nord. I VIAGGI D AUTORE de laformadelviaggio 28 luglio 6 agosto 2015 Norvegia. Dalle Lofoten a Capo Nord. Un itinerario unico nella Norvegia più autentica, dove lo spettacolo dei fiordi si unisce al fascino

Dettagli

Totes Gebirge - Austria

Totes Gebirge - Austria Escursione Sociale del 17 19 Luglio 2015 Totes Gebirge - Austria Descrizione generale Il Totes Gebirge è una catena montuosa delle Alpi Nord-orientali delle Alpi orientali. Si tratta di un altopiano di

Dettagli

Cadini di Misurina e Dolomiti di Sesto-Tre Cime Lavaredo

Cadini di Misurina e Dolomiti di Sesto-Tre Cime Lavaredo Cadini di Misurina e Dolomiti di Sesto-Tre Cime Lavaredo Ciaspolata in NOTTURNA dal Rifugio Col de Varda al Rifugio Città di Carpi Ciaspolata diurna da Malga Rinbianco al Rifugio Auronzo 23 e 24 Gennaio

Dettagli

Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri)

Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri) Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri) Splendida escursione, fra vedute mozzafiato su Firenze, sulle pendici di Montececeri, la montagna della "pietra forte" e della "pietra

Dettagli

Scopri la Toscana. anche d inverno

Scopri la Toscana. anche d inverno Scopri la Toscana anche d inverno ABETONE LO SCI PROTAGONISTA Consorzio Abetone Multipass Via Brennero 429-51021 Abetone (PT) Tel. + 39 0573 60557 - +39 0573 606780 +39 0573 60556 (Bollettino neve) www.multipassabetone.it

Dettagli

Pizzo d'uccello (m.1781) - via Oppio- Colnaghi

Pizzo d'uccello (m.1781) - via Oppio- Colnaghi Scuola di Alpinismo e Scialpinismo Guido Della Torre - http://scuolaguidodellatorre.interfree.it Pizzo d'uccello (m.1781) - via Oppio- Colnaghi Accesso: autostrada A15 Parma-La Spezia, uscita Aulla. Svoltare

Dettagli

Ottobre 2015. Bollettino del clima Ottobre 2015. MeteoSvizzera. Inizio di mese freddo. Correnti da ovest e da sudovest. Breve estate indiana

Ottobre 2015. Bollettino del clima Ottobre 2015. MeteoSvizzera. Inizio di mese freddo. Correnti da ovest e da sudovest. Breve estate indiana Ottobre 2015 MeteoSvizzera Bollettino del clima Ottobre 2015 10 novembre 2015 Forti nevicate fino a basse quote e temperature gelide, perlomeno al nord delle Alpi, alternate a periodi di splendido tempo

Dettagli

Escursione dei sette laghi in Val Ridanna

Escursione dei sette laghi in Val Ridanna Escursione dei sette laghi in Val Ridanna TREKKING Durata Distanza 8:00 h 20.7 km Dislivello Altitudine Max 1440 m 2707 m Condizione Tecnica Avventura Paesaggio Selvaggio e intatto Il primo tratto ricalca

Dettagli

Lo spettacolo delle Dolomiti e la gara Dobbiaco - Cortina. Settimana dal 1 al 8 Febbraio 2015.

Lo spettacolo delle Dolomiti e la gara Dobbiaco - Cortina. Settimana dal 1 al 8 Febbraio 2015. Lo spettacolo delle Dolomiti e la gara Dobbiaco - Cortina Settimana dal 1 al 8 Febbraio 2015. Un ambiente naturale unico, nominato patrimonio mondiale dall UNESCO, piste per sci di fondo perfettamente

Dettagli

TREKKING E MOUNTAIN BIKE

TREKKING E MOUNTAIN BIKE TREKKING E MOUNTAIN BIKE Il territorio del comune di Donato, per la sua conformazione, è particolarmente adatto alla pratica dello sport della mountain bike. In pochi chilometri si può passare dai boschi

Dettagli

Via Alpinistica del 92 Congresso SAT, ad Arco

Via Alpinistica del 92 Congresso SAT, ad Arco Via Alpinistica del 92 Congresso SAT, ad Arco Via Alpinistica PD / Poco Difficile, con passaggi su roccia di I, II e III grado (II obbligatorio) che conduce alla cima del Monte Baone (480). Descrizione

Dettagli

INVERNO 2016. Periodo natalizio. Christmas in white. 27 dicembre: cascate di ghiaccio nelle Orobie Valtellinesi

INVERNO 2016. Periodo natalizio. Christmas in white. 27 dicembre: cascate di ghiaccio nelle Orobie Valtellinesi INVERNO 2016 Periodo natalizio Il periodo natalizio propone una serie di attività che permettono di provare le esperienze proposte lungo tutto l inverno. Al contempo rendi le tue vacanze natalizie indimenticabili

Dettagli

SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri

SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri Propongo un percorso molto vario ed interessante, una delle più belle escursioni sulle Alpi della Liguria,che taglia i dirupati versanti italiani

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

Monte Nagià-Grom, Valle di Gresta, percorso storico I G.M.

Monte Nagià-Grom, Valle di Gresta, percorso storico I G.M. Monte Nagià-Grom, Valle di Gresta, percorso storico I G.M. Escursione T, per turisti, che da Manzano ci porta a visitare il Caposaldo Austro-Ungarico di Nagià-Grom (768). Descrizione breve: percorso tematico

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo Allegato n 9 PIANO DIDATTICO CORSI DI FORMAZIONE E VERIFICA PER ACCOMPAGNATORI DI ESCURSIONISMO AE 1 LIVELLO STRUTTURA DEI CORSI (Art. 22) I corsi

Dettagli

scopri l altro piano di Asiago

scopri l altro piano di Asiago scopri l altro piano di Asiago ASIAGO TREKKING L ALTRO PIANO DI ASIAGO Una vastissima rete di sentieri e mulattiere finalmente alla portata di tutti. Una rete di rifugi organizzati per scoprire l anima

Dettagli

Sistemi Informativi Territoriali. Paolo Mogorovich www.di.unipi.it/~mogorov

Sistemi Informativi Territoriali. Paolo Mogorovich www.di.unipi.it/~mogorov Sistemi Informativi Territoriali Paolo Mogorovich www.di.unipi.it/~mogorov Nozioni di Cartografia Esempi di lettura di carte Tratto da La lettura delle carte geografiche di Aldo Sestini Firenze, 1967 1

Dettagli

Escursione alla Capanna Regina Margherita q. 4.554 Pta Gnifetti 23/24 Giugno 2012

Escursione alla Capanna Regina Margherita q. 4.554 Pta Gnifetti 23/24 Giugno 2012 Escursione alla Capanna Regina Margherita q. 4.554 Pta Gnifetti 23/24 Giugno 2012 Premetto che questo mio resoconto dà molto spazio agli aspetti fotografici di un esperienza alpinistica che è stata da

Dettagli

PROGRAMMA GITE. Scialpinismo

PROGRAMMA GITE. Scialpinismo 42 Scialpinismo PROGRAMMA GITE Domenica 18 gennaio 2015 Val di Campiglio: Monte Serodoli 2708 m Gita facile, un po complessa per l orientamento, prevalentemente invernale e che permette una bella sciata

Dettagli

61 Ghiacciaio della Capra

61 Ghiacciaio della Capra IT4L01451010 61 Ghiacciaio della Capra Gruppo montuoso: Gran Paradiso, Alpi Graie, Alpi Occidentali Bacino idrografico: Lago Serrù, Orco, PO Comune: Ceresole Reale, Torino, Piemonte, Italia DOVE SI TROVA

Dettagli

Trekking per il Monte Rosso - Roteck

Trekking per il Monte Rosso - Roteck Trekking per il Monte Rosso - Roteck TREKKING Durata Distanza 11:00 h 21.7 km Dislivello Altitudine Max 2250 m 3333 m Condizione Tecnica Avventura Paesaggio La punta più elevata del gruppo di Tessa Escursione

Dettagli

Dal S.Gottardo all Oberland Bernese. di Paolo Castellani

Dal S.Gottardo all Oberland Bernese. di Paolo Castellani 12 Dal S.Gottardo all Oberland Bernese di Paolo Castellani Appena valicato il Passo del S.Gottardo, o sotto la lunga galleria autostradale (quasi 17 chilometri), si entra nel Cantone di Uri, lasciando

Dettagli

Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g

Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g È una sgambata di oltre 15 km... lunga, non difficile, ma che richiede comunque una buona perseveranza...

Dettagli

Scialpinismo nel Trentino

Scialpinismo nel Trentino 107 itinerari Ulrich Kössler Scialpinismo nel Trentino Airphoto Adamello, Presanella, Brenta, Ortles, Dolomiti, Lagorai, Alto Garda Nuova edizione +43 ITINERARI Ulrich Kössler Ulrich Kössler, nato nel

Dettagli

Osservatorio Meteorologico Rifugio Fiori del Baldo 1850 metri - Monte Baldo Verona

Osservatorio Meteorologico Rifugio Fiori del Baldo 1850 metri - Monte Baldo Verona Osservatorio Meteorologico Rifugio Fiori del Baldo 1850 metri - Monte Baldo Verona La sicurezza viene dal cielo www.meteomontebaldo.it L Osservatorio meteorologico Rifugio Fiori del Baldo é situato a 1850

Dettagli

MOOSE SAFARI. Moose Safari di Mauro Libardoni

MOOSE SAFARI. Moose Safari di Mauro Libardoni MOOSE SAFARI VIAGGIO INVERNALE NELLA LAPPONIA SVEDESE, DOVE IL SOLE SORGE PER POCHE ORE AL GIORNO E IL CLIMA ARTICO DOMINA IL PAESAGGIO. NEVE E GHIAGGIO COPRONO LA TAIGA E LA TUNDRA SVEDESE, UN TOUR IN

Dettagli

CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI

CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI Via IV Novembre, 9 20043 ARCORE Tel. 039-6012956 cell. 3479471002 www.cea-arcore.com ANELLO e-mail: cea.arcore@gmail.com DEL SORAPISS DOLOMITI Sabato Domenica Lunedì 14-15-16

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

Dal 2 luglio 2004 l'unesco ha dichiarato questo territorio nei dintorni di Siena Patrimonio mondiale dell'umanità: questo riconoscimento si è andato

Dal 2 luglio 2004 l'unesco ha dichiarato questo territorio nei dintorni di Siena Patrimonio mondiale dell'umanità: questo riconoscimento si è andato Visiteremo ed esploreremo una delle zone più interessanti, famose ed affascinati per la fotografia di paesaggio in toscana. Ci dedicheremo alla fotografia di paesaggio nella zona della Val d Orcia La Val

Dettagli

IMMOBILE RESIDENZIALE

IMMOBILE RESIDENZIALE IMMOBILE RESIDENZIALE RE/MAX VALORI E-mail valori@remax.it www.remax.it/valori Corso Buenos Aires 79-20124 Milano Tel. 02. 67.07.83.67 Fax. 02. 89.69.56.55 Per maggiori informazioni : Video DESCIZIONE

Dettagli

Trek Valgrisenche. Percorso "soft"

Trek Valgrisenche. Percorso soft Percorso "soft" Lunghezza circa 10 Km - dislivello positivo mt. 650 - dislivello negativo mt. 770 (Fraz. Usellière rifugio Chalet de l Epèe vallone di Plontaz - capoluogo di Valgrisenche). Si parte dalla

Dettagli

Kilimanjaro: via Machame

Kilimanjaro: via Machame Kilimanjaro: via Machame Quota: da 1950 m a 5896 Periodo consigliato: il periodo migliore dal punto di vista climatico coincide con le 2 stagioni più secche della Tanzania, da dicembre a agli inizi di

Dettagli

ITINERARIO 6. LE MARINE DI GAGLIANO DEL CAPO Baia del Ciolo, Marina di Novaglie

ITINERARIO 6. LE MARINE DI GAGLIANO DEL CAPO Baia del Ciolo, Marina di Novaglie ITINERARIO 6 LE MARINE DI GAGLIANO DEL CAPO Baia del Ciolo, Marina di Novaglie LA BAIA DEL CIOLO La Baia del Ciolo è un piccolo fiordo molto frequentato durante il periodo estivo. Affacciandosi dall alto

Dettagli

LA VALLE DI PALANFRÈ

LA VALLE DI PALANFRÈ LA VALLE DI PALANFRÈ Località di partenza: Palanfrè, Alpe di Palanfrè Epoca consigliata: giugno-settembre Tipo di itinerario: escursionistico Quota di partenza/arrivo: 1379 m - 2057 m Durata del percorso

Dettagli

I FATTORI CHE DETERMINANO IL CLIMA

I FATTORI CHE DETERMINANO IL CLIMA UNITA N 10 I FATTORI CHE DETERMINANO IL CLIMA Quali sono i fattori che influenzano il clima? Si chiamano fattori climatici le condizioni che producono variazioni negli elementi del clima. Molto importante

Dettagli

Dal rifugio Baranci verso Val Campo di Dentro

Dal rifugio Baranci verso Val Campo di Dentro Dal rifugio Baranci verso Val Campo di Dentro Sfruttiamo gli impianti che ci portano a 1500 m al rifugio Baranci. Ci avviamo ai piedi del maestoso massivo della Rocca dei Baranci verso il rifugio Tre Scarperi

Dettagli

VALLI DI FIEMME E FASSA

VALLI DI FIEMME E FASSA www.marcialonga.it +39 0462 501110 info@marcialonga.it VALLI DI FIEMME E FASSA Le valli di Fassa e Fiemme sono circondate da alcune tra le più belle e famose montagne dolomitiche del mondo, e proprio in

Dettagli

TREKKING IN VAL MASTALLONE

TREKKING IN VAL MASTALLONE TREKKING IN VAL MASTALLONE ITINERARIO N 1 : Santa Maria (Fobello) Colle d Egua Partenza: Santa Maria di Fobello Arrivo : Colle d Egua Codice catasto : 517 Tempo : 3 ore e 15 minuti Dislivello : 1064 m

Dettagli

PALA DI SAN MARTINO (2982 m)

PALA DI SAN MARTINO (2982 m) PALA DI SAN MARTINO (2982 m) Gran Pilastro - Via Langes DIFFICOLTÀ DISLIVELLO DURATA BELLEZZA D (IV+) 600m la via (20 tiri) 10/12h (7h la via) ITINERARIO: Salita alla Pala di San Martino per il Pilastro

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova NEL QUADRO DEI FESTEGGIAMENTI PER I CENTO ANNI DELLA NOSTRA SSOCIAZIONE SABATO 10 MAGGIO INAUGURAZIONE DEL NUOVO SENTIERO AQ2 AQ2 DATA: 10 maggio 2014 LOCALITA

Dettagli

Associazione Amici Italia Islanda www.islanda.it - info@islanda.it 6

Associazione Amici Italia Islanda www.islanda.it - info@islanda.it 6 Le temperature medie in Gennaio nel periodo 1930-1960, periodo relativamente freddo. (Fonte: Iceland Meteorological Office / Markús Á. Einarsson). Associazione Amici Italia Islanda www.islanda.it - info@islanda.it

Dettagli

CIMA DI PRAMPERET m 2337

CIMA DI PRAMPERET m 2337 OTTO l DOLOMITI ZOLDANE CIMA DI PRAMPERET m 2337 Parete Sud Via Cavaliere Errante PRIMI SALITORI: fra i vari percorsi che in qualche parte coincidono con questo: A. Da Valt e G. Da Rold, 12 ottobre 1958

Dettagli

Percorso Zona Orientale

Percorso Zona Orientale Percorso Zona Orientale Indice Cala Luna 1 Il Canyon di Gorroppu 3 Il villaggio di Fiscali 6 Cala Luna Un itinerario dove il bianco del calcare regna sul sentiero e sul monte, per arrivare a una delle

Dettagli

Giorno 5 18 marzo 2015 Far oer Dopo colazione sarà possibile effettuare varie escursioni. Attività facoltative:

Giorno 5 18 marzo 2015 Far oer Dopo colazione sarà possibile effettuare varie escursioni. Attività facoltative: 1 FAR OER 10 giorni / 9 notti Situate nel mezzo dell Atlantico settentrionale, le 18 isolette che compongono l arcipelago delle Faroe sono un vero e proprio paradiso naturalistico. I paesaggi selvaggi

Dettagli

Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel. + 39 0122 33 22 6)

Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel. + 39 0122 33 22 6) Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel. + 39 0122 33 22 6) Il Rifugio realizzato all inizio del 1900 si trova sulla spalla di un crestone,

Dettagli

Sentiero Busatte Tempesta da Torbole sul Garda

Sentiero Busatte Tempesta da Torbole sul Garda Sentiero Busatte Tempesta da Torbole sul Garda Escursione T / Turistica, molto panoramica, a bassa quota, su comodo sentiero, lungo la riviera Orientale del Lago di Garda Trentino, partenza da Torbole.

Dettagli

Villaggi Walser a due passi dal Cielo

Villaggi Walser a due passi dal Cielo Martedì 7 Luglio Villaggi Walser a due passi dal Cielo I Walser, popolo di coloni contadini dissodatori, arrivò nel medioevo nell alta Valle di Gressoney, allora disabitata, attraverso il Monte Rosa fondando

Dettagli

I s l a n d a - S u d

I s l a n d a - S u d Scoprite impressionante natura d Islanda durante il nostro tour di 8 giorni. La biosfera selvaggia, piena di fenomeni naturali, incanta con la sua bellezza ogni turista chi viene a visitare questa isola

Dettagli

AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : "KAROL WOJTYLA".

AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : KAROL WOJTYLA. Dedicato al Grande Papa Karol Wojtyla AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : "KAROL WOJTYLA". ALCUNI PUNTI Di PREGHIERA SONO CHIESETTE SCONOSCIUTE

Dettagli

Traversata dei Sette Fratelli

Traversata dei Sette Fratelli Club Alpino Italiano Sezione di Cagliari Programma Annuale Escursioni 2012 sabato 17 - domenica 18 marzo 2012 9a ESCURSIONE SOCIALE Traversata dei Sette Fratelli (Sentiero Italia) Riferimento cartografico

Dettagli

Tour delle Aquile Albania con Kossovo e Macedonia. Motoclub Saronno Tour misto stradale e Off-Road

Tour delle Aquile Albania con Kossovo e Macedonia. Motoclub Saronno Tour misto stradale e Off-Road Tour delle Aquile Albania con Kossovo e Macedonia Motoclub Saronno Tour misto stradale e Off-Road L Albania è un paese ancora sconosciuto e per vari aspetti poco sfruttato sotto il profilo turistico. La

Dettagli

Distelgrube Faltmaralm

Distelgrube Faltmaralm 7 Valle di Pfelders 36 Distelgrube Faltmaralm Paesaggio tipico di alta montagna e malga Pfelders C B A Pfelders 7 Faltmaralm, Bergkristall poca carta Kompass 044 14,5 km 5.30 ore 1550 m 900 m 2388 m lug.

Dettagli

LAPLAND EXPERIENCE. Tour in Lapponia e Helsinki 10 Marzo 15 Marzo 2016

LAPLAND EXPERIENCE. Tour in Lapponia e Helsinki 10 Marzo 15 Marzo 2016 LAPLAND EXPERIENCE Tour in Lapponia e Helsinki 10 Marzo 15 Marzo 2016 Perché partire a Marzo? Perché questo è il mese ideale per visitare la Lapponia: le giornate si allungano, il cielo è sereno e le temperature

Dettagli

C APOD ANNO A V ALE N C I A

C APOD ANNO A V ALE N C I A C APOD ANNO A V ALE N C I A Un capodanno originale, in bicicletta tra le luci e i colori della fantastica Valencia! La città con 300 giorni di sole all anno vi aspetta per vivere 5 giorni alla scoperta

Dettagli

NORVEGIA Capo Nord e le Lofoten 8 giorni/7 notti giugno luglio agosto Capo Nord Tromso Trollfjord Lofoten Bodo cod37 d01

NORVEGIA Capo Nord e le Lofoten 8 giorni/7 notti giugno luglio agosto Capo Nord Tromso Trollfjord Lofoten Bodo cod37 d01 NORVEGIA Capo Nord e le Lofoten 8 giorni/7 notti giugno luglio agosto Capo Nord Tromso Trollfjord Lofoten Bodo cod37 d01 PARTENZE GARANTITE CAPO NORD & LOFOTEN 8 giorni / 7 notti dal 24 giugno al 01 luglio

Dettagli

Gli orsi polari delle Isole Svalbard (NORVEGIA)

Gli orsi polari delle Isole Svalbard (NORVEGIA) Proposta di viaggio AVALCO TRAVEL OU09006 REV.2 del 7-01-2012 Gli orsi polari delle Isole Svalbard (NORVEGIA) spedizione fotografica ANDATA/RITORNO SU LONGEARBYEN n partecipanti: 7-10 durata: 8 giorni

Dettagli

Viaggio in macchina circa 4 ore. In auto

Viaggio in macchina circa 4 ore. In auto Relazione 1 Giorno Da Vimodrone al Rifugio Vitale Giacoletti Viaggio in macchina circa 4 ore In auto Da Saluzzo si risale la Valle Po, toccando Paesana, località che da Torino si raggiunge anche con l'autostrada

Dettagli

Neve Valanghe 2 -comportamento e riduzione del rischio

Neve Valanghe 2 -comportamento e riduzione del rischio Neve Valanghe 2 -comportamento e riduzione del rischio ARVA Apparecchio di ricerca in valanga È il dispositivo di sicurezza più importante dello scialpinista? Avere o non avere l ARVA durante la gita modifica

Dettagli

Ski Report Pasqua 2008 a Canazei

Ski Report Pasqua 2008 a Canazei Ski Report Pasqua 2008 a Canazei Venerdi' 21 marzo con Giuse si sale sul pordoi tardi (verso le 11) con l'idea di andare sulla mezdi. Poi a Giuse non gli regge di farsi la salita quindi ripieghiamo per

Dettagli

17 Luglio 2011. Monte Croce con traversata val d Ayas Valtournenche

17 Luglio 2011. Monte Croce con traversata val d Ayas Valtournenche 17 Luglio 2011 Monte Croce con traversata val d Ayas Valtournenche I cartelli parlano chiaro... Però manca il monte Croce! Alpeggio lungo l Alta Via n 1 La salita si fa subito ripida in un bel fitto bosco

Dettagli

Monte Spino da S. Michele

Monte Spino da S. Michele Monte Spino da S. Michele Escursione E+, per escursionisti, da S. Michele saliamo verso il rifugio Pirlo allo Spino e poi al Monte Spino (1.513) Descrizione breve: il percorso inizia in località Verghere,

Dettagli

Cenni storici. Bormio Ski - Cenni storici

Cenni storici. Bormio Ski - Cenni storici Cenni storici I primi impianti si sviluppano a Bormio negli anni 50 Da quota 1.225 (Bormio paese) a 1.650 metri (Ciuk) Esigenza di maggiori garanzie di innevamento: Si sale in quota. Bormio Ski - Cenni

Dettagli