Osservatorio Materie Prime e Borse Merci

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Osservatorio Materie Prime e Borse Merci"

Transcript

1 22 Luglio 2009 Osservatorio Materie Prime e Borse Merci Area Research, Intelligence & Investor Relations

2 Summary L indice Sintetico Borse Merci (ISB) - elaborato dall Area Research, Intelligence e Investor Relations BMPS relativo al prezzo delle materie prime trattate nelle principali Borse Merci Italiane, è in calo del 3.1% nelle ultime 4 settimane. Tale variazione è imputabile all ISB Agricoltura (-5.4%), che ha visto riduzioni dei prezzi per 7 delle 9 componenti, e all ISB Combustibili contrattosi del 5.2%; in controtendenza l ISB Tessile (+1.2%) grazie al +3.9% di Biella (dati di Prato fermi a maggio). Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, l ISB Totale è calato del 19.7% con contrazioni per tutte le 3 componenti: Combustibili -27.7%, Agricoltura -21.3%, Tessile -7.1%; tra le sottocomponenti cereali, carne suina e gasolio segnano tutte riduzioni superiori al 20%. A livello mondiale, i prezzi delle commodity da una parte sono spinti da aspettative di ripresa e speculazione, dall altra soffrono i fondamentali deboli: Agricoltura: continua il rally dello zucchero (+19.2% mensile) sostenuto dalla scarsa produzione così come il cacao (+14.8%), bene il caucciù (+9.7) grazie all industria automobilistica cinese; la soia (-12.6%) soffre le previsioni di raccolti record in USA e le possibili vendite cinesi. Tessile: Il balzo del cotone (+22.0%) è imputabile alla crescita della domanda cinese e agli scarsi raccolti indiani. Metalli: i prezzi sono stimati in calo del 38.1% nel 2009 dall Economist Intelligence Unit (con una ripresa del 10.7% nel 2010); per il rame (+6.5%), sostenuto dalle basse scorte, ci si attende una correzione al ribasso; il nickel (+6.9%) ha visto un aumento dei consumi. Energia: il prezzo del petrolio (-6.7%) soffre, tra gli altri, il dibattito sull attività speculativa e la trasparenza del mercato. Le associazioni internazionali sono concordi sulla debolezza della domanda e ritengono che ci vorranno alcuni anni prima che si torni sui livelli del Il Baltic Dry Index è in flessione nell ultimo mese sebbene abbia in parte recuperato nell ultima settimana; in crescita gli indici PMI con quello cinese relativo al costo degli input acquistati che tocca la soglia d espansione. pag. 2

3 Performance materie prime nel mondo 1 Mese (%) 1 Anno (%) Cotone Zucchero Cacao Gomma Riso grezzo Bovini vivi Nickel Rame Zinco Suini da macello Caffè Alluminio Lana sùcida Oro Piombo Platino Frumento Argento Gasolio Benzina Petrolio (WTI) Gas naturale Soia Mais -2,2-2,7-4,1-5,0-5,8-6,7-9,3-12,6-19,3 9,7 8,7 7,0 6,9 6,5 6,2 3,9 2,6 2,1 2,1 1,5 0,5 14,8 19,2 22,0 Zucchero Cacao Oro -1,4 Lana sùcida -3,8 Cotone -10,0 Zinco -10,6 Caffè -11,6 Bovini vivi -12,1 Suini da macello -17,8 Piombo -17,9 Nickel -20,9 Riso grezzo -24,0 Argento -25,9 Soia -26,9 Frumento -31,7 Rame -35,2 Platino -36,1 Benzina -43,7 Alluminio -43,8 Mais -45,4 Gomma -50,2 Petrolio (WTI) -50,5 Gasolio -54,3 Gas naturale -65,2 1,8 43,3 pag. 3

4 Principali trend materie prime nel mondo Le quotazioni delle commodity sono state spinte al rialzo dalle aspettative di una ripresa economica e dalla speculazione, adesso potrebbero risentire di correzioni dovute ai deboli fondamentali. L Economist Intelligence Unit (EIU) ha previsto un calo dei prezzi del 27.2% nel 2009 con una ripresa del 6.5% nel Agricoltura: All interno del comparto si segnalano: Zucchero (+19.2% mensile, +43.3% annuo): al centro dell attenzione l India la cui produzione è prevista in calo del 44.5%, parte della richiesta indiana potrebbe essere compensata dal Brasile (tra aprile e maggio la lavorazione della canna è aumentata di oltre il 40% rispetto all anno precedente); tuttavia si potrebbero presentare sul mercato Messico e Usa visto che un inaspettato aumentato della domanda messicana potrebbe arrestare l export verso gli USA. F.O. Licht ha tagliato le stime sulla produzione a mln tonn (-4.5%) Caffè (+2.6% mensile, -11.6% annuo): l International Coffe Organization ha migliorato le stime sulla produzione grazie alla produzione indonesiana; gli scarsi raccolti colombiani potrebbero non essere compensati dal Brasile per cui ci si attende un deficit di 5-9 milioni rispetto ai consumi che resteranno sostanzialmente stabili. Cacao (+14.8% mensile, +1.8% annuo): Fortis ha ridotto la stima del deficit della campagna a 56mila tonn, per il è previsto invece un leggero surplus, le macinazioni in Germania sono previste nel secondo trimestre in calo del 15.3% (-21.3% nel primo trimestre), si temono rincari per minori raccolti dovuti al fenomeno meteorologico del Niño. Gomma (+9.7% mensile, -50.2% annuo): il settore continua a soffrire la crisi del settore automobilistico nel quale fa eccezione la Cina visto che i consumi di gomma sono previsti in crescita dell 8.5% nel Tailandia, Malesia e Indonesia non intendono al momento rivedere i tagli alla produzione; l EIU ha previsto un calo del prezzo del 39.6% nel 2009 con una ripresa del 27.7% nel Soia (-12.6% mensile, -26.9% annuo): il prezzo sarà influenzato da diversi fattori, da una parte basse scorte statunitensi e scarsi raccolti brasiliani e argentini, dall altra previsioni di raccolti record in USA e possibili vendite delle scorte strategiche cinesi. Cereali: il prezzo del riso (+8.7% mensile, -24.0% annuo) potrebbe rapidamente scendere, infatti l India potrebbe revocare il divieto all export introdotto nel 2008 (e che aveva innalzato i prezzi) visto che le sue scorte sono cresciute in un anno del 69%. Tessile: Per le fibre l EIU prevede un calo dei prezzi del 13.1% nel 2009 con una ripresa dell 11.8% nel 2010; nella prossima stagione la lana (+2.1% mensile, -3.8% annuo) risentirà della riduzione degli stock, il cotone (+22.0% mensile, -10.0% annuo) potrebbe vedere una ripresa nei consumi. Attualmente per il cotone pesano la crescita della domanda cinese e i timori di scarsi raccolti indiani. pag. 4

5 Principali trend materie prime nel mondo Metalli: Secondo l Eiu nel 2009 i prezzi dei metalli crolleranno del 38.1% mentre cresceranno del 10.7% nel A dispetto di alcuni esponenti governativi che hanno asserito che gli acquisti cinesi strategici non dovrebbero proseguire, la banca australiana Macquarie, ben inserita in Cina, ritiene che si è continuato ad accumulare metalli di base ancora su bassi livelli rispetto alla domanda interna. All interno del comparto si segnalano: Oro (+1.5% mensile, -1.4% annuo): la Turchia, uno dei tre maggiori consumatori mondiali, ha incrementato in giugno le importazioni che a maggio erano praticamente azzerate. Platino (-2.2% mensile, -36.1% annuo): secondo il Cpm Group nel 2009 il prezzo medio del rame potrebbe calare del 21% per i minor utilizzi delle marmitte catalitiche, il surplus della domanda è comunque previsto in riduzione. Rame (+6.5% mensile, -35.2% annuo): le quotazioni sono sostenute da una disponibilità di catodi relativamente scarsa sebbene gli analisti (Macquarie, Barclays, Credit Suisse) concordano in una correzione al ribasso dei prezzi; le importazioni cinesi, ancora a livelli record in maggio (scorte +258% a/a), dovrebbero rallentare. Alluminio (+2.1% mensile, -43.8% annuo): il prezzo continua a soffrire l elevato valore delle scorte, il surplus produttivo e la debolezza dei settori automobilistico e edile; buone notizie dal settore dell imballaggio e dalle importazioni cinesi che nei primi sei mesi 2009 sono triplicate rispetto al Il prezzo rimarrà debole anche nel Nickel (+6.9% mensile, -20.9% annuo): l International Nickel Study Group ha rilevato a maggio un aumento sia dei consumi (+2.9% rispetto a maggio) che del surplus produttivo (+0.7%). Energia: il ribasso dei prezzi del petrolio (-6.7% mensile, -5.5% annuo) è stato in parte motivato dalle dichiarazioni della Commodity Futures Trading Commission che ha richiesto la fissazione di limite per l attività speculativa e maggiore trasparenza. Per l Agenzia Internazionale per l Energia (AIE) la domanda è sui livelli precedenti al 2005 mentre le scorte sui livelli del 1998 (con il barile che crollò a 10$), per L OPEC la domanda petrolifera ritornerà sui livelli del 2008 solo nel 2013, intanto nel 2009 scenderà a 84.2 mbg (-1.6%), per l Energy Information Administration (EIA) statunitense i consumi nel 2009 si attesteranno a 83.9 mbg e a 84.8 mbg nel 2010 (stime viste al rialzo). Sempre dai dati EIA risulta che le scorte statunitensi di benzina sono in aumento data la scarsa domanda, mentre sono in riduzione quelle di greggio visto l accresciuta capacità produttiva delle raffinerie. pag. 5

6 Distretti e Fonti analizzati Nella cartina sotto riportata sono evidenziati i principali distretti italiani particolarmente esposti alle variazioni dei prezzi delle materie prime L analisi che segue si basa sui prezzi rilevati nelle Borse merci di Firenze, Prato, Biella e Padova Rendimenti (%)* Indici Sintetici Borse Merci** /07/09 Agricoltura -10,4 2,1 8,4 12,3-19,2-12,0 Cereali, Vino, Olio -25,2 6,2 9,2 32,5-29,5-5,6 Allevamento 4,3-0,9 7,8-3,4-8,3-17,2 Tessile 1,3-4,0 3,8 5,9-7,7 0,8 Prato 0,8-2,0-1,4 2,5-1,3-1,1 Biella 2,3-8,8 16,9 13,0-19,7 5,2 Combustibili 10,7 15,4-1,4 14,0-20,0 5,2 Totale 0,1 4,5 3,3 10,8-16,0-1,7 Indice prezzi al consumo 2,4 2,1 2,1 2,8 2,4 0,7 SP MIB 14,9 15,5 16,0-7,0-49,5-0,9 *: Variazione % dell ultimo prezzo disponibile dell anno sull ultimo prezzo dell anno precedente (31/12/2007=100) **: Indici sintetici dei prezzi di 18 prodotti (9 per l Agricoltura, 6 per il tessile, 3 per i combustibili) rilevati nelle borse merci di Firenze, Prato e Biella Santo Stefano Belbo Biella Valenza Imperia Lecco Val Seriana Parma Carpi Prato Veneto Vicentino Arezzo Borse merci: Firenze Prato Biella Padova San Daniele Vibrata Marcianise Distretto del vino Distretto orafo Distretto tessile Distretto agroalimentare San Marco dei Cavoti Vulture Sibari Maierato pag. 6

7 Indici Sintetici Borse Merci 120,0 Andamento di breve periodo (31/12/2007=100) 110,0 90,0 70,0 60,0 50,0 40,0 30,0 lug-08 ago-08 set-08 ott-08 nov-08 dic-08 gen-09 feb-09 mar-09 apr-09 mag-09 giu-09 lug-09 ISB Agricoltura ISB Tessile ISB Combustibili ISB Totale Indice prezzi al consumo SP MIB Indici sintetici dei prezzi di 18 prodotti (9 per l Agricoltura, 6 per il tessile, 3 per i combustibili) rilevati nelle borse merci di Firenze, Prato e Biella pag. 7

8 Principali trend Italia Cereali, vino e olio: Buon sostegno al settore da parte del sistema bancario, con impieghi cresciuti del 70% circa in 7 anni. Nell ultimo mese ribassi generalizzati per tutti i prodotti ed in particolare i cereali (con l eccezione del frumento duro). Nel primo trimestre 2009 l export italiano di vino è sceso del 9.2% in valore rispetto all anno precedente, per l Unione Italiana Vini a fine anno la flessione prevista è del 10%; per sostenere i prezzi, visto il calo dei consumi, il Consorzio del Gallo Nero ha deciso di immettere meno Chianti Classico sfuso sul mercato. Assitol tra Gennaio ed Aprile 2009 segnala una flessione delle vendite per l olio extra vergine (-15%) e per l olio di oliva (- 14%), in calo anche l export (-12% e -9%). Allevamento: Impieghi del settore bancario più che raddoppiati dal 2001 per quanto concerne la componente a medio/lungo termine. Ancora in calo i prezzi della carne suina e avicola. Tessile: Criticità degli impieghi bancari alla branca tessile, cuoio e abbigliamento (stabile dal 2001) ed in particolare al ramo delle fibre tessili e tessuti (in calo del 45% nella componente a breve e del 25% nella componente a medio/lungo) Risale il prezzo della viscosa a Prato. Prodotti del petrolio: Calano i prezzi dei prodotti petroliferi in Italia. A giugno secondo l Unione Petrolifera i consumi sono in calo del 4.5% rispetto allo stesso mese del 2008 e dell 8.6% considerando l intero semestre. pag. 8

9 Cereali, vino e olio Rendimenti (%)* /07/09 Frumento duro -33,7 14,6 25,5 146,8-60,3 22,6 Frumento tenero -31,7-4,9 30,2 67,8-49,3-3,7 Mais -20,8 5,3 9,8 50,9-51,9 20,6 Riso 6,3-19,7 35,0-19,1 42,0-8,6 Chianti -35,7 11,1 7,5 18,6-11,8-13,3 Olio toscano IGT -20,9 11,1-1,9 13,7-20,7-17,4 Indice prezzi al consumo 2,4 2,1 2,1 2,8 2,4 0,7 SP MIB 14,9 15,5 16,0-7,0-49,5-0,9 *: Variazione % dell ultimo prezzo disponibile dell anno sull ultimo prezzo dell anno precedente Fonti: Borsa Merci di Firenze, Borsa Merci di Padova, Banca d Italia Andamento impieghi vivi bancari Trend dei prezzi 110,0 90,0 70,0 60,0 50,0 40,0 lug-08 set-08 nov-08 gen-09 mar-09 mag-09 lug-09 Focus vino: trend dei prezzi Frumento tenero Frumento duro Mais Riso Chianti Olio toscano IGT Indice prezzi al consumo SP MIB 2 260,0 240,0 220,0 200, ,0 Prod. vegetali - BT Prod. vegetali - MLT Vino - BT Vino - MLT Olio - BT 110,0 105,0 95,0 90,0 85,0 Chianti Chianti Classico Prosecco Pinot grigio Merlot 140,0 Olio - MLT 75,0 Cabernet 120,0 Agricoltura giu-01 giu-02 giu-03 giu-04 giu-05 giu-06 giu-07 giu-08 70,0 65,0 60,0 lug-08 set-08 nov-08 gen-09 mar-09 mag-09 lug-09 Sangiovese (Puglia) Nero d'avola pag. 9

10 Allevamento Rendimenti (%)* /07/09 Vitelli 5,1 11,3 1,4 21,4-8,8-3,2 Bovini 5,9 8,8 7,2 9,5-11,6-2,8 Suini 10,5-9,5-7,9-22,9 0,0-35,2 Polli -13,7 3,2 50,8 6,1-12,3-18,9 Indice prezzi al consumo 2,4 2,1 2,1 2,8 2,4 0,7 SP MIB 14,9 15,5 16,0-7,0-49,5-0,9 *: Variazione % dell ultimo prezzo disponibile dell anno sull ultimo prezzo dell anno precedente Fonti: Borsa Merci di Firenze, Banca d Italia Trend dei prezzi 120,0 110,0 90,0 70,0 60,0 50,0 Vitelli Bovini Suini Polli Indice prezzi al consumo SP MIB Andamento impieghi vivi bancari 40,0 lug-08 set-08 nov-08 gen-09 mar-09 mag-09 lug ,0 220,0 200, ,0 140,0 Prod. animali - BT Prod. animali - MLT Agricoltura 120,0 giu-01 giu-02 giu-03 giu-04 giu-05 giu-06 giu-07 giu-08 pag. 10

11 Tessile Rendimenti (%)* /05/09 Cotone -4,2 0,0-12,3 0,0 0,0 0,0 Viscosa 16,7-13,3 15,4 15,2-13,2 10,5 Poliestere 4,7 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 Lana -2,6-3,0 10,2 3,8 1,5-10,1 Lana Australia 2,7-9,0 16,9 14,0-19,6 5,1 (+) Lana Nuova Zelanda -10,3 0,0 19,2-18,3-26,3 10,7 (+) Indice prezzi al consumo 2,4 2,1 2,1 2,8 2,4 0,6 SP MIB 14,9 15,5 16,0-7,0-49,5 2,2 (+): al 24/06/09 *: Variazione % dell ultimo prezzo disponibile dell anno sull ultimo prezzo dell anno precedente Fonti: Borsa Merci di Prato, Borsa Merci di Biella, Banca d Italia Andamento impieghi vivi bancari 120,0 110,0 Trend dei prezzi di Prato 110,0 90,0 70,0 60,0 50,0 40,0 30,0 dic -07 mar -08 giu -08 set -08 dic -08 mar -09 Trend dei prezzi di Biella 110,0 Viscosa Poliestere Cotone Lana Indice prezzi al consumo SP MIB Lana Australia 90,0 Fibre tessili - BT 90,0 Lana Nuova Zelanda 70,0 60,0 Fibre tessili - MLT Tessile, cuoio, abbigl. 70,0 60,0 50,0 40,0 Indice prezzi al consumo SP MIB 50,0 40,0 giu -01 giu -02 giu -03 giu -04 giu -05 giu -06 giu -07 giu ,0 dic -07 mar -08 giu -08 set -08 dic -08 mar -09 giu -09 pag. 11

12 Prodotti del petrolio Rendimenti (%)* /07/09 Greggio -0,6 82,6-43,9 18,8-24,9-41,6 Gasolio Autotrazione 12,2 18,4-1,9 15,1-19,4 0,1 Gasolio Riscaldamento 10,9 21,1-4,1 15,1-18,4 1,6 Benzina 8,1 8,9 0,2 11,6-21,3 16,3 Gasolio Auto -5,1 9,8-1,8 17,1-21,6 5,2 Indice prezzi al consumo 2,4 2,1 2,1 2,8 2,4 0,7 SP MIB 14,9 15,5 16,0-7,0-49,5-1,7 *: Variazione % dell ultimo prezzo disponibile dell anno sull ultimo prezzo dell anno precedente Fonti: NYMEX, Borsa Merci di Firenze, Banca d Italia Andamento impieghi vivi bancari 1.200, ,0 Greggio, Gas - BT Trend dei prezzi 110,0 90,0 70,0 60,0 50,0 40,0 30,0 20,0 giu-08 ago-08 ott-08 dic-08 mar-09 mag-09 lug-09 Gasolio Autotrazione Gasolio Riscaldamento Benzina Gasolio Auto Greggio Indice prezzi al consumo SP MIB 800,0 Greggio, Gas - MLT 600,0 Prod. Petrol. - BT 400,0 Prod. Petrol. - MLT 200,0 Prod. Energetici 0,0 mar-07 giu-07 set-07 dic-07 mar-08 giu-08 set-08 pag. 12

13 Baltic Dry Index e Purchasing Managers Index Baltic Dry Index lug-08 set-08 nov-08 gen-09 mar-09 mag-09 lug Purchasing Managers Index (PMI) giu-08 ago-08 ott-08 dic-08 feb-09 apr-09 giu-09 Cina USA UE Prezzi Cina Prezzi USA Il Baltic Dry Index misura il costo dei noli marittimi per il trasporto di merci secche (come cereali, metalli, carbone) lungo 26 rotte commerciali. L indice è considerato un buon anticipatore del prezzo delle materie prime e di conseguenza anche del ciclo economico. Ciò è dovuto al fatto che l offerta di navi cargo è tipicamente anelastica in quanto occorre tempo per costruire una nave ed è molto costoso tenerla inattiva; le variazioni della domanda, quindi, si riflettono direttamente sul costo dei noli marittimi; inoltre la sensibilità dell indice non è influenzata da effetti speculativi vista la natura prettamente reale delle componenti dell indice stesso. L indice dei direttori d acquisto (PMI) è un indicatore economico molto noto in quanto indicatore della produzione industriale. L indice è composto da 5 indici che riguardano nuovi ordini, produzione, occupazione, livelli delle scorte, tempi di consegna dei fornitori. Un altra informazione fornita dai direttori d acquisto riguarda i prezzi degli input acquistati. Livelli superiori a 50 indicano una fase di espansione dell economia, sotto a 50 una fase di contrazione (per l indice USA totale il valore soglia è stato rivisto a 41.1) pag. 13

14 Curve Forward Petrolio Oro Alluminio Frumento pag. 14

15 ETF sulle commodity quotati alla Borsa italiana 105,0 95,0 85,0 75,0 65,0 55,0 Easy En Easy Ishares Lyxor Lyxor Non-En MA-JR MA-Rici A MA-Rici M 45,0 lug-08 set-08 nov-08 gen-09 mar-09 mag-09 lug-09 Legenda Easy En Easyetf S&P Gsci Ultra Light Energy Easy Easyetf S&P Gsne Ishares Ishares Dow Jones-Ubs Commodity Swap Lyxor Lyxor Etf Commodities Crb Lyxor Non-En Lyxor Etf Commodities Crb Non-Energy (Quote A) MA-JR Market Access Jim Rogers Int Commodity Fund MA-Rici A Market Access Rici - A Index Fund MA-Rici M Market Access Rici - M Index Fund pag. 15

16 Contacts Research e Intelligence Contacts Head of Research Intelligence & IR Alessandro Santoni Investor Relations Stefano Cianferotti Elisabetta Pozzi Tel: Tel: : Macroeconomia e Congiuntura Lucia Lorenzoni - Giuseppe Fontana - Marco Frigerio Rating e Debito Simone Maggi - Paola Fabretti - Daniela Di Iorio Mercati Creditizi Marcello Lucci Antonella Rigacci Raffaella Stirpe Francesca Antifora Distretti e Territori Pietro Ripa Giuseppe Alfano Autori Pubblicazione Giuseppe Fontana Tel: pag. 16

17 Disclaimer This analysis has been prepared solely for information purposes. This document does not constitute an offer or invitation for the sale or purchase of securities or any assets, business or undertaking described herein and shall not form the basis of any contract. The information set out above should not be relied upon for any purpose. Banca Monte dei Paschi has not independently verified any of the information and does not make any representation or warranty, express or implied, as to the accuracy or completeness of the information contained herein and it (including any of its respective directors, partners, employees or advisers or any other person) shall not have, to the extent permitted by law, any liability for the information contained herein or any omissions therefrom or for any reliance that any party may seek to place upon such information. Banca Monte dei Pasch undertakes no obligation to provide the recipient with access to any additional information or to update or correct the information. This information may not be excerpted from, summarized, distributed, reproduced or used without the consent of Banca Monte dei Paschi. Neither the receipt of this information by any person, nor any information contained herein constitutes, or shall be relied upon as constituting, the giving of investment advice by Banca Monte dei Paschi to any such person. Under no circumstances should Banca Monte dei Paschi and their shareholders and subsidiaries or any of their employees be directly contacted in connection with this information. pag. 17

18

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Roberta Mosca (settembre 2008) 1 - L impennata dei prezzi delle materie prime La stabilità e la crescita dell economia globale è stata di recente

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO Ufficio studi I dati più recenti indicano in oltre 1,4 milioni il numero degli occupati nelle imprese del turismo. Il 68% sono dipendenti. Per conto dell EBNT (Ente Bilaterale Nazionale del Turismo) Fipe,

Dettagli

Leimportazioni italianedimaterieprime

Leimportazioni italianedimaterieprime Leimportazioni italianedimaterieprime Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Francesco Livi

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23)

Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23) Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23) Indicatori congiunturali di settore e previsioni Business Analysis Aprile 2015 Indicatori congiunturali Indice della

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Inaugurazione Consolato Onorario della Repubblica del Kazakhstan 29 gennaio 2013 Venezia www.unioncamereveneto.it

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA Autorità per l energia elettrica e il gas RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 31 marzo 2013 VOLUME I Stato dei servizi Autorità per l energia elettrica e il gas RELAZIONE

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012 DIPARTIMENTO PER L'ENERGIA Direzione generale per la sicurezza dell'approvvigionamento e le infrastrutture energetiche DIV. VII - Statistiche ed analisi energetiche e minerarie BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

In Olanda serricoltori come broker di borsa

In Olanda serricoltori come broker di borsa ORTICOLTURA In Olanda serricoltori come broker di borsa Le importazioni a basso prezzo di energia dalla Germania hanno reso poco redditizia la vendita alla rete, i coltivatori monitorano le quotazioni

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Abano Terme, 27 29 Aprile 2007 Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Adriano Barbi, Alessandro Chiaudani, Irene Delillo ARPAV Centro Meteorologico di Teolo Sabato 28 Aprile 2007 In collaborazione con

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 RAPPORTI DI LAVORO ATTIVATI (1) NEI MESI GENNAIO-MARZO DEGLI ANNI 2013, 2014 E 2015 A. NUOVI RAPPORTI DI LAVORO A1. Assunzioni a tempo indeterminato gen-mar

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. PRIMO TRIMESTRE 2014 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l'igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Direttore

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT MONITORAGGIO DELLE MICOTOSSINE NEI PRINCIPALI ALIMENTI ZOOTECNICI PRESENTI SUL MERCATO LOMBARDO PER GARANTIRE PRODUZIONI ZOOTECNICHE DI QUALITA Siamo giunti alla 3 pubblicazione

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA UN OFFERTA DI RIACQUISTO SULLA TOTALITÀ DI ALCUNE OBBLIGAZIONI IN DOLLARI EMESSE DA TELECOM ITALIA CAPITAL S.A. Milano, 7 luglio 2015 Telecom Italia S.p.A.

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Antonio Valle a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005109439140

Antonio Valle a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005109439140 This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 14 August 2015, At: 03:03 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

Economia e finanza dei distretti industriali. Rapporto annuale n. 7

Economia e finanza dei distretti industriali. Rapporto annuale n. 7 Rapporto annuale n. 7 Direzione Studi e Ricerche Dicembre 214 Dicembre 214 Executive Summary 3 Introduzione 5 1. I bilanci dei distretti industriali italiani nel quinquennio 28-13 19 2. Internazionalizzazione,

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior tutela

Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior tutela Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Bergamo, 6 maggio 2013 GLI ADEMPIMENTI DOGANALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Dott.ssa

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 24 aprile 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 L Istat ha ricostruito le serie storiche trimestrali e di media annua dal 1977 ad oggi, dei principali aggregati del mercato del lavoro,

Dettagli

1.Produzione e costo dell energia in Italia

1.Produzione e costo dell energia in Italia 1.Produzione e costo dell energia in Italia L Italia é ai primi posti in Europa per consumo energetico annuo dopo Germania, Regno Unito e Francia. Il trend dal 2000 al 2008 mostra un aumento del consumo

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

! " " # # # " " " $ % # & #

!   # # #    $ % # & # ! " " " " " $ % & '( Cocoa Futures COCOA Future Cacao Valore 10 $ Coffee Futures 10 ton metriche (22.046 libbre) 1$ per ton metrica Dollari per ton metriche Marzo, Maggio, Luglio, Settembre, Dicembre Il

Dettagli

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014 Indice 1 2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 214 RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI EDIZIONE 214 ISBN 978-88-458-1784-7 214 Istituto nazionale di statistica

Dettagli

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Irepa Informa Anno 2 Numero 2 2 Trimestre Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Le dinamiche congiunturali del secondo trimestre Nel secondo trimestre, i principali indicatori congiunturali

Dettagli

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 6 luglio 2010 Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 L Istat presenta un quadro sintetico del sistema energetico italiano nel 2009 e con riferimento all ultimo decennio. L analisi

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 SINTESI. Italian translation

WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 SINTESI. Italian translation WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 SINTESI Italian translation SINTESI WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 Il World Energy Outlook (WEO) 2012 è uno strumento indispensabile per i decision maker della politica e dell industria

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese RAPPORTO ANNUALE2014 La situazione del Paese Rapporto annuale 2014. La situazione del Paese. Presentato mercoledì 28 maggio 2014 a Roma presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio RAPPORTO ANNUALE2014

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

MODENA E IL SUO CLIMA

MODENA E IL SUO CLIMA Comune di Modena - SERVIZIO STATISTICA: note divulgative Pagina 1 di 2 MODENA E IL SUO CLIMA Modena, pur non essendo estranea al fenomeno del riscaldamento generalizzato, continua ad essere caratterizzata

Dettagli

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii . 2011-2014: il bilancio della crisi Il volume è stato realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio

Dettagli

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Finanza Aziendale Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 1 Argomenti Decisioni di finanziamento e VAN Informazioni e

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI

RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI TRA L ITALIA E I PAESI DEL NORD AFRICA MAROCCO TUNISIA ALGERIA LIBIA EGITTO L Italia, grazie anche alla prossimità geografica ed a storici rapporti politici e culturali,

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

Business Intelligence a portata di mano: strumenti per una migliore gestione delle informazioni aziendali

Business Intelligence a portata di mano: strumenti per una migliore gestione delle informazioni aziendali Business Intelligence a portata di mano: strumenti per una migliore gestione delle informazioni aziendali Smau Bologna 18 Giugno 2009 Eligio Papa Distribution Channel Sales Manager SAP Italia COSA SIGNIFICA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA DELLE OFFERTE DI RIACQUISTO SU PROPRIE OBBLIGAZIONI IN EURO

COMUNICATO STAMPA. TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA DELLE OFFERTE DI RIACQUISTO SU PROPRIE OBBLIGAZIONI IN EURO Il presente comunicato non può essere distribuito negli Stati Uniti, né ad alcuna persona che si trovi o sia residente o domiciliata negli Stati U niti, nei suoi territori o possedimenti, in qualsiasi

Dettagli

Studio di settore 03. Gas naturale. Marzo 2013. Il mercato del gas naturale. Cassa depositi e prestiti. in Italia: lo sviluppo. delle infrastrutture

Studio di settore 03. Gas naturale. Marzo 2013. Il mercato del gas naturale. Cassa depositi e prestiti. in Italia: lo sviluppo. delle infrastrutture Cassa depositi e prestiti Gas naturale Marzo 2013 Il mercato del gas naturale in Italia: lo sviluppo delle infrastrutture nel contesto europeo Studio di settore 03 Cassa depositi e prestiti Gas naturale

Dettagli

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare Prof. Felice ADINOLFI Università degli Studi di Bologna Roma 22 Gennaio

Dettagli

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali Il Divulgatore n.10/2002 Sicurezza alimentare PARTENDO DALLA DOP Tr@ce.pig è un progetto di tracciabilità della filiera del suino pesante utilizzato come materia prima per i Prosciutti di Parma a Denominazione

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G.

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. Ministero della Salute RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. ANNO 2014 2 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI Milano, 17 Marzo 2010 AGENDA 1. Il Gruppo 2. Il mercato 3. Dati economico-finanziari 4. Il titolo Pag. 2 RELATORI LUIGI LUZZATI Presidente del CDA di Centrale del Latte di Torino

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

1. La situazione economica e del mercato del lavoro

1. La situazione economica e del mercato del lavoro 1. La situazione economica e del mercato del lavoro Per la lettura dei dati non si può prescindere dal considerare l impatto dei molteplici fattori che hanno mutato radicalmente il mondo del lavoro a causa

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli